Battaglie da condividere

29 Apr

protesta_studenti

CI SIAMO STANCATI DI VIVERE IN UNA SOCIETA’ CHE PER TENERCI BUONI CI INSTILLA QUOTIDIANAMENTE IL TERRORE FACENDO PASSARE PER VERITA’ SOLENNI CAZZATE ANTISCIENTIFICHE COME IL FATTO CHE SI RISCHI LA VITA AD IMMERGERE IN ACQUA UN PHON ACCESO MENTRE SI FA IL BAGNO IO L’HO FATTO E L’UNICA COSA CHE E’ SUCCESSA E’ CHE SI E’ SPENTO PER POI RIACCENDERSI UNA VOLTA FUORI

E’ UNA VERGOGNA CI SONO 4 MILIONI DI ITALIANI CHE NON PERCEPISCONO LO STIPENDIO GLIELO METTONO DAVANTI E LORO NON RIESCONO A PERCEPIRLO COME UN DALTONICO IL COLORE COME AL POETA IL NITORE COME ALL’ACERO L’UNTORE

SENTIRE IL PDL PARLARE DI GIUSTIZIA E’ COME SE GIORGIO ALBERTAZZI PARLASSE DI TEATRO: CI STA!!! NON STO GRIDANDO NON MI STO LAMENTANDO STO SCRIVENDO MAIUSCOLO PERCHE’ SULLO SHIFT C’E’ UN INSETTO E L’IDEA DI LASCIARLO IN PACE E’ COME SE GIORGIO ALBERTAZZI SI PRENDESSE UNA POLMONITE D’INVERNO ORA CHE HA PIU’ DI NOVANTANNI: CI STA!!!

ATTENZIONE! STANNO METTENDO FILMATI PEDOPORNOGRAFICI COI NEONATI IN REGGICALZE A NOSTRO NOME NELLE BACHECHE DEI NOSTRI COGNATI SENZA CHE NOI CE NE POSSIAMO ACCORGERE! NOI NON LI VEDIAMO MA LE ALTRE PERSONE SI’! VEDONO I NOSTRI COGNATI TUTTI I MERCOLEDI’ AI GOKART! MENTRE CON NOI SEMPRE SCUSE ALL’ULTIMO MOMENTO! A VOLTE LI VEDONO COME SE FOSSERO UNA NOSTRA PUBBLICAZIONE, A VOLTE COME UN NOSTRO COMMENTO, ALTRE VOLTE ADDIRITTURA COME DON BOSCO! SE VEDETE UNA COSA SIMILE A DON BOSCO NELLA MIA BACHECA AVVISATEMI E NON APRITELO COL COLTELLO PERCHE’ E’ UN VIRUS COPIATE E PASSATE, O’ ERMIONE!

FUNZIONA! PER RICARICARE LE SCHEDE TELEFONICHE BASTA APPOGGIARLE DI LATO SU UNA BISTECCA/BRACIOLA E DALL’ALTRO LATO DARCI DI ASCIUGACAPELLI! PROVARE PER CREDERE!

SE PICCHI UN ANIMALE NON SEI FORTE… SEI UNA MERDA!!! Se lo uccidi sei forte.

Annunci

54 Risposte to “Battaglie da condividere”

  1. sgargabonzi aprile 29, 2013 a 3:48 am #

    Uscito giusto un paio d’ore fa, ecco il nuovo singolo dei Beady Eye:

    • caramelleamare aprile 30, 2013 a 12:53 am #

      E’ un pezzo che senza dubbio ti spara dritto nello spazio cosmico.

      • sgargabonzi aprile 30, 2013 a 6:31 am #

        Questa invece la b-side al contrario:

        E questa la versione al contrario della b-side al contrario, che mi sa sarà un pezzo del pezzo di chiusura del disco:

        Quest’ultima mi piace!

        • lukiskywalker88 maggio 23, 2013 a 4:26 pm #

          Il primo disco dei “Beady Eye” non riesco proprio a sfangarlo! Ogni canzone ha un incipit, talvolta anche azzeccato, che mi dà la speranza di uno sviluppo; Liam (o chi per lui), però, tutte le volte frustra le mie aspettative.
          In ogni caso la canzone dall’album nuovo (quella con la citazione da Jean-Paul Marrat che mi hai fatto sentire a casa tua) non pareva male. Anzi…
          Stasera mi sento anche le altre canzoni che hai postato sopra.

          Ah, il disco dei Rialto è spettacolare! Ci sento – ma forse mi sbaglio – un po’ degli Stone Roses dell’esordio.

          • sgargabonzi maggio 24, 2013 a 6:30 pm #

            Il primo album dei Beady Eye, alla fine della fiera, ha deluso pure me. Ogni canzone è quasi la ripetizione di uno stesso verso, non c’è mai un climax e ci sono pure dei pezzi evidentemente riempitivi. A me le uniche canzoni che alla fine piacciono sono The Roller, Wigwam e The Morning Son. Il disco nuovo, per ora, promette meglio, ma chissà.

            I Rialto sono spettacolari e quell’album in particolare è una perla. Però gli Stone Roses non ce li sento tanto. Ci sento più un riverbero della scena dark anni ’80.

  2. Antonio Pinza aprile 29, 2013 a 7:09 am #

    In questa situazione sono proprio volatili per diabetici,l’idea di svegliarsi tutte le mattine senza una certezza, una vera guida, o anche solo un’auto a pedali, ti fa sentre affranto come un Don Lurio nel corpo di Costanzo, mentre si destreggia disastrosamente accanto ad una sinuosa Lola Falana. Che dire, siamo arrivati ad un punto (e virgola), ma bisogna chiedersi, “cosa?” e la risposta sarà il solito ed inesorabile “cosa!?” al che vi renderete conto che tutto è come sempre, persi nel vostro circolo vizioso di insolutezze e controsensi e voi miserabili inetti continuerete a non capirci un cazzo (pardon, un fallo, ma se poi lo faceste qualcosa, oltre a lamentarvi, sareste vittime di una mutazione tendente all’onanismo), ma che ci volete fare, se una rondine non fa primavera è altrettanto vero che in un mare di mediocrità si naviga male ma per stare a galla basta una pinnata ogni 29 di febbraio. Colgo l’occasione, ma ora non ho idea di dove riporla. Una buona giornata a chi se lo merita, a tutti gli altri mestizia.

    • Selena aprile 29, 2013 a 11:51 am #

      io credo invece che lo Sgargabonzi abbia cercato per una volta di infondere dell’ottimismo a differenza di altre volte; lo si capisce da parole scelte non a caso come “buone”, “acceso”, “percepire” ed altre come “reggicalze” e “gokart”, che gettano luce sulla coscienza del “buon capitalista”, quello cioè che è dentro ognuno di noi, come diceva Linneo. Sappiamo tutti che lo Sgargabonzi è un divoratore di Linneo, quindi mi pare del tutto plausibile che egli in questa riflessione abbia fatto il gioco del così detto “l’eccezion conferma la regola” molto nota tra i primi illuministi: gettare scompiglio e sconquasso istigando ad una “battaglia” che in realtà avrebbe il solo scopo di indagare sulla nostra ratio e sulla nostra, ormai consolidata, democrazia capitalistica.

      • sgargabonzi aprile 29, 2013 a 3:27 pm #

        E’ bello vedere come voi critici, parlo di te e il Pinza, date alla mia opera un ipertesto che a me per primo sfugge ma trovo assolutamente consono e auspicabile.

        Linneo era il mio Virgilio ai tempi delle Ipotenuse, ma lì stiamo parlando di quello che fu il mio periodo d’oro.

        • Selena aprile 29, 2013 a 8:08 pm #

          sai bisogna avere una vasta cultura sgargabonziana. Ho avuto la fortuna di seguire il corso all’università brasiliana dove Mario Perniola (Perny sei nel cuore) tenne un seminario sulla poetica dello Sgargabonzi.
          Tanto per ricordare agli amici il grande Mario Perniola:

          • paologranuloso aprile 29, 2013 a 8:21 pm #

            Lo Sgargabonzi è inorganico?

            • sgargabonzi aprile 29, 2013 a 9:03 pm #

              In verità apparteniamo al regno delle monere. Hai presente gli archeobatteri? Loro.

              • Antonio Pinza aprile 30, 2013 a 12:46 am #

                E io che vi classificavo nei parazoi, più precisamente nelle demospongie…in quanto come antenati della maggior parte degli eumetazoi sarebbe plausibile una così variopinta speciazione di pensieri.

                • sgargabonzi aprile 30, 2013 a 6:34 am #

                  Abbi pazienza Antonio, a quest’ora siamo tutti un po’ stanchi.

  3. ccc aprile 29, 2013 a 8:10 am #

    La colpa è sempre di Albertazzi.

    • sgargabonzi aprile 29, 2013 a 3:30 pm #

      L’ho visto a 5 euro recitare Dante ad Arezzo. Mi rimase bene per un rapporto col pubblico rilassatissimo e che non m’aspettavo: “Se volete potete applaudire ma anche fischiare, insomma quello che volete, pure intervenire se vi va. Per me il pubblico deve poter fare quello che vuole”.

      • Falsa in bilancio aprile 29, 2013 a 11:32 pm #

        Lo spettacolo a cui ti riferisci è quello che m’ha convinta definitivamente che gli anziani dovrebbero astenersi per legge da qualsivoglia lavoro intellettivo.
        Esistono novantenni più lucidi di un trentenne UN CORNO!!!

        • Falsa in bilancio aprile 29, 2013 a 11:35 pm #

          Ah!quasi dimenticavo…La battaglia numero due è a dir poco meravigliosa. 🙂

        • sgargabonzi aprile 30, 2013 a 6:27 am #

          Ma come dimenticare il LukiSkywalker che scatta in piedi e ruba la scena recitando Brunetto Latini nella conferenza di Albertazzi del giorno dopo?

          • Falsa in bilancio maggio 2, 2013 a 3:00 pm #

            Io ricordo soprattutto la tua faccia a metà strada tra l’imbarazzo ed il “Sono orgoglioso del mio bambino”.
            Comunque Luky, fu molto più interessante il tuo intervento che l’intera conferenza.
            In prima fila, invece, pare che sedesse la mamma di caramelle in versione ricca ereditiera che ha appena assassinato il marito.

  4. circobazooko aprile 29, 2013 a 10:08 am #

    ahahhahahha, mi è piaciuta in particolare la parte sul percepire lo stipendio 😀 Ma anche i neonati in reggicalze mi fanno morire.

    • sgargabonzi aprile 29, 2013 a 3:23 pm #

      > Ma anche i neonati in reggicalze mi fanno morire.

      A chi lo dici. 😦

  5. Syl aprile 29, 2013 a 1:23 pm #

    Qui l’unica vera vittima è l’insetto, altro che Albertazzi.
    Il minuscolo alla fine dice tutto.
    Se ti vergogni di quello che hai fatto metti mi piace, se ti sei pentito commenta, se ti sei pentito e ti vergogni condividi.
    Se niente di tutto ciò non preoccuparti, tu sei come sei e non c’è niente di meglio al mondo ❤

  6. il tuo nome aprile 29, 2013 a 2:26 pm #

    VERGOGNA… KE SE NON CI ERI TE NON CE LO DICEVA MICA NESSUNO CHE GLI ASCIICAPELLI DOPO ESSERE STATI IMMERSI IN ACQUA ACCESI, POI CI PUOI RICARICARE LE CARTE TELEFONICHE!
    SVEGLIAAAA GENTEEE!!!

    OKKIO SGARGABONZI CHE LI INSETTI SULLE TASTIERE CE LI MANDANO LA KASTA PER NON FARCI SCRIVERE LA VERITà

    • sgargabonzi aprile 29, 2013 a 3:33 pm #

      Purtroppo noi raeliani siamo così. Oltrettutto la classe politica peggiore d’Europa.

  7. nemmenounnick aprile 29, 2013 a 2:38 pm #

    Mi risolto un’altra giornata :D, grazie!

  8. erelisa aprile 29, 2013 a 2:49 pm #

    Tutto questo rinvia a una massima certa:
    Se Albertazzi percepisse schede telefoniche invece dello stipendio ad ogni spettacolo, sarebbe antiscientifico ma giusto che inserisse pure scene pedopornografiche tra animali, cosicché ci si possa sentire forti a picchiare lui che obbiettivamente non é all’altezza di Carmelo Bene. E a fine spettacolo braciole per tutti!

    • sgargabonzi aprile 29, 2013 a 3:25 pm #

      Oggi giorno se dici Carmelo Bene, Elio ed Emma Bonino nella percezione comune devi avere ragione per forza. Pure nelle liti per i tamponamenti, chi è in torto è tutto uno snocciolarli.

      • erelisa aprile 29, 2013 a 8:50 pm #

        Quello che dici lo trovo giustissimo per principio. Infatti Carmelo Bene aveva ragione su tutti, pure sui tamponati e gli smandrillati. Degli altri due non posso dire niente perché non li ho mai sentiti manco nominare.

        • sgargabonzi aprile 29, 2013 a 9:01 pm #

          E vogliamo parlare di Velasquez, Burri e Gunther Grass?

          • erelisa aprile 29, 2013 a 10:55 pm #

            A parte che Gunter Grass si scrive senz’acca a differenza di Gunther Brodolini, mi permetto, scusa. Poi, Burri era un chirurgo finito in un campo di concentramento del Texas e da lí in poi ha speso l’esistenza a lacerare, cauterizzare e suturare legno plastica e sacchi di juta, poraccio. In effetti Grass, pure lui, era nelle SS prima di darsi alla poesia lirica…ma allora Velasquez??? Aspetta aspetta. Lui é un genio come Brodolini, lo direbbe anche Dalí.

  9. Alberto Gianera aprile 29, 2013 a 4:52 pm #

    Ma se qualcuno prova la cosa del phon e rimane MORTO, sei da considerare mandande morale dell’omicidio? Nel caso, posso diventare quello che decide quali gallery mandare online quando tuo figlio fonderà un giornale online?? Grazie non me l’aspettavo

    • sgargabonzi aprile 29, 2013 a 5:31 pm #

      Te scherzi, ma è uno scrupolo che mi sono fatto più e più volte prima di pubblicarlo. Però se la gente non capisce non capisce eccheccazzo.

      • Antonio Pinza aprile 30, 2013 a 12:54 am #

        dunque ci rimane solo un eccheccazzo e buste ripiene di carne bagnata

  10. paologranuloso aprile 29, 2013 a 5:50 pm #

    segnalato a chi di dovere

    • sgargabonzi aprile 29, 2013 a 7:23 pm #

      no dai per piacere… vuoi che mi prostituisco?

      • paologranuloso aprile 29, 2013 a 7:32 pm #

        segnalato al CAF Cisl di Codogno. vedi tu

        • sgargabonzi aprile 29, 2013 a 7:44 pm #

          Meno male va’. Lì ci lavora mio cognato Alfio.

  11. A.S. Pirina aprile 29, 2013 a 6:41 pm #

    Tuo cognato mi ha chiamato per chiedermi il motivo dei bambini in reggicalze sulla tua bacheca, io, messo all’angolo, ne sono uscito con la teoria del “ponte di Brighella” perché, all’inizio, dicendo che la colpa era di Albertazzi, non mi aveva creduto !

    • caramelleamare aprile 30, 2013 a 12:55 am #

      E’ un po’ come in South Park avvalersi della teoria di Chewbecca per l’arringa finale di un processo.

  12. sgargabonzi aprile 29, 2013 a 7:22 pm #

    Ed ecco il trailer del nuovo film di Sorrentino in uscita fra venti giorni, “La Grande Bellezza”.

    • paologranuloso aprile 29, 2013 a 7:40 pm #

      ormai servillo è diventato il più grave sintomo del cinema italiano

  13. sgargabonzi aprile 30, 2013 a 7:55 pm #

    Anteprima dei prossimi 4 numeri de Le Storie! Torna già Alessandro Bilotta!

    http://www.ubcfumetti.com/preview/?27261

    • circobazooko maggio 3, 2013 a 8:01 pm #

      Letto oggi La Pattuglia, mi è piaciuto un bel po’. Forse finora la storia che mi è piaciuta di più. Ma, occhio, questo commento potrebbe soffrire di recentismo.

      • sgargabonzi maggio 4, 2013 a 12:24 pm #

        Più di Il Lato Oscuro Della Luna? Ma che persona sei?! E’ piaciuto anche a me La Pattuglia, però non esageriamo, signori! Anche Caramelle lo mette secondo!

  14. sgargabonzi aprile 30, 2013 a 9:07 pm #

    E’ uscito il singolo di lancio del nuovo album dei Travis (in uscita ad agosto) e stavolta è in perfetto loro stile. A me ricorda pure un po’ i Fool’s Garden.

  15. sgargabonzi maggio 1, 2013 a 12:33 am #

    Spettacolo.

  16. Falsa in bilancio maggio 2, 2013 a 2:29 pm #

    Se siete persone dall’animo profondo: http://mala-napoli.tumblr.com/

  17. sgargabonzi maggio 3, 2013 a 6:42 pm #

    Qui in preascolto l’album nuovo di Elio. Nammerda.
    http://www.deejay.it/dj/people/guest/special/21/Elio-E-Le-Storie-Tese

    • paologranuloso maggio 4, 2013 a 7:35 pm #

      intanto loro sono dei musicisti bravissimi, tutti col diploma emesso dal conservificio di Buccinasco. cosa ne sai te di musica?!?

      • sgargabonzi maggio 5, 2013 a 4:00 am #

        Elio è di Buccinasco ed è l’unico col diploma al conservatorio, mi pare. Sul finire dei ’90 con Caramelle lo chiamammo a casa ma non abitava più lì e rispose sua nonna.

        • Falsa in bilancio maggio 5, 2013 a 1:58 pm #

          La nonna di Elio me la immagino uguale a lui, ma con la crocchia bianca.

          • sgargabonzi maggio 5, 2013 a 4:44 pm #

            Al telefono fu una persona squisita e ci offrì subito dei pasticcini.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: