Battaglie da condividere

1 Feb

protesta_studenti

BRINDO AL BIMBO CHE HA CAMBIATO IL MIO CORPO DI RAGAZZA IN QUELLO DI DONNA SUMMER! HA CAMBIATO LE MIE SERATE CON GLI AMICI IN SERATE A LEGGERE FAVOLE SIGNORI NIENT’ALTRO CHE FAVOLE SULLA PRESUNTA CORRETTA GESTIONE DELLA CIRIO! BRINDO AL BIMBO CHE NON MI HA PIU’ LASCIATO IL TEMPO PER CURARMI LE UNGHIE E IL VISO E MI RIEMPIE LA BORSA DEGLI OCCHI DI GIOCATTOLI! VEDIAMO QUANTE MADRI ORGOGLIOSE COPIERANNO QUESTO MESSAGGIO NELLA PROPRIA BACHECA INTERIORE NON SU QUELLA DI FACEBOOK PERCHE’ COME SOCIAL NETWORK HA UN PO’ STUFATO!

LO SAPEVATE CHE:
-il cibo ci mette sette secondi ad arrivare dalla bocca allo stomaco;
-il femore è duro come il cemento;
-il pene è lungo tre volte il pollice;
-il lemure polinesiano è l’animale più intuitivo al mondo;
-il cuore di una donna batte più veloce del cuore di un uomo;
-le donne hanno già letto tutto, gli uomini ancora si stanno guardando tutti i documentari sul lemuri polinesiani perché gli uomini sono così.

Bellezza non sono i capelli lunghi… le gambe magre… la pelle abbronzata e i denti perfetti…
Fidatevi di me…
Bellezza è il viso di chi ha pianto tutte le lacrime per la Parmalat e ora finalmente sorride per i nervi…
Bellezza è la tua cicatrice sul tuo ginocchio destro fin da quando sei caduta da bambina sul sinistro…
Bellezza sono le tue occhiaie quando il tuo amore non ti fa dormire sugli allori costringendoti ad un nuovo video amatoriale per la CentoXCento…
Bellezza è l’espressione sul tuo viso quando suona la sveglia la mattina e tu eri sicura di non avercela e infatti ti risvegli in Aspromonte…
E’ il trucco colato quando esci dalla doccia in forma liquida…
Bellezza è tutto quello che provi dentro Grosseto e che si manifesta al di fuori di Grosseto…
Bellezza è la tua pelle che il tempo ha adornato di rughe usata da un pazzo per ricoprire una lampada…
Bellezza è il tuo sguardo ogni volta che lo vedi tornare a casa Pound…
Bellezza è incrociare il suo sguardo e improvvisamente non capire più niente del perché Scialpi si pettina così: gli fa il naso strano!

Se un giorno mi vedrai vecchio, se mi sporco quando mi mangio le unghie e non riesco a vestirmi da Alberto Sordi… abbi pazienza, ricorda il tempo che ho trascorso ad insegnartelo. Se quando parlo con te ripeto sempre le stesse cose su Equitalia, non mi interrompere… ascoltami, quando eri piccolo dovevo raccontarti ogni sera la stessa storia finché non ti addormentavi il pollice con un laccio di fortuna e dell’acido prussico. Quando non voglio lavarmi non farmi vergognare… ricordati quando dovevo correrti dietro inventando delle scuse perché non volevi fare il bagno in acciottolato e ottone. Quando non riesco a ricordare o perdo Il Filo Del Discorso non ti innervosire tanto era brossurato. Quando le mie gambe stanche non mi consentono di tenere il tuo passo di tango non trattarmi come fossi un peso, vieni verso di me con le tue mani forti nello stesso modo con cui io l’ho fatto con te quando muovevi i tuoi primi passi in quel ballo bastardissimo credimi che è il calipso. Un giorno scoprirai che nonostante i miei errori ho sempre voluto il meglio per te e ho tentato di spianarti la strada sulla vendita degli arredi per il bagno in acciottolato e ottone. Dammi un po’ del tuo tempo, della tua pazienza e fammi appoggiare la testa sulla tua spalla disossata Valtiberino in offerta allo stesso modo in cui io l’ho fatto per te. Aiutami a camminare, aiutami a finire i miei giorni con amore e pazienza, in cambio io ti darò un sorriso e l’immenso amore che ho sempre avuto per te, Ottone.

Annunci

54 Risposte to “Battaglie da condividere”

  1. larosaviola febbraio 1, 2013 a 10:11 am #

    ahahhahahahahahaahahah

    • Facili Entusiasmi febbraio 1, 2013 a 4:52 pm #

      Sono in confusione! Ma è una bella confusione! 🙂

      • larosaviola febbraio 1, 2013 a 6:55 pm #

        😀

        • sgargabonzi febbraio 1, 2013 a 7:05 pm #

          La felice confusione, da sempre, mi dicono sia lo stato di chi si scopre innamorata/o di me.

          • larosaviola febbraio 1, 2013 a 7:07 pm #

            hai anche delle seguaci innamorate?

            • sgargabonzi febbraio 1, 2013 a 7:12 pm #

              A reparti.

              • larosaviola febbraio 1, 2013 a 7:17 pm #

                vedi di venire a trovarmi su Memolando stronzetto!

  2. Antonio Pinza febbraio 1, 2013 a 12:08 pm #

    Leggere tutto questo mi riempie il di un senso di brontosauro, e mi avvolgo in strati di prosciutto addensato dal cicatrene. Ricordo ancora, quando la prima volta mi dicesti che il marrone era il tuo mobile preferito e avresti voluto tingere quella parete di casa con le persiane di flanella e cobalto, ho sempre saputo che amavi oltre ogni Pasquale Esposito la sinergia fra le tue caviglie e il mantello di un pervertito bieloruso.
    Che tempi…rammeneo come pettinavi i palazzi di Baudelaire intrecciando i ricci con carote del pleistocene. Ma tu sei sempre stato così, un po’ uomo e un po’ uomo e un po’ uomo del Po, che poi… chi potrebbe negarlo, già da bambino eri settantottenne di sinistra ambivalente.
    ORA PROva a NOn BISticciare più con le zanzare tigre e vedrai che anche gli aquiloni stesi sul dorso la smetteranno di spalmare catanzaro con radici unte di marzapane.
    Sappi che non perderai mai la il mio sostegno, è fissato alla parete est, credo regga la tua saggezza, ricordati solo di stringere le viti ogni tanto non si sa mai che siano in carenza di affetto, di squacquerone e piadina ne hanno sempre in abbondanza, ma la cornucopia tende sempre a lesinare sul maiale, sarà perché con le corna dio non è mai andato d’accordo, dopo quella storiaccia di Giuseppe…certo avere una madre puttana che si spaccia per santa, molto meglio se si spacciava per eroina, almeno si facevano su due soldi.

  3. caramelleamare febbraio 1, 2013 a 12:45 pm #

    Questo pezzo è un potentissimo mix di amore materno, il problema dell’essere vecchi e l’ottone.

  4. ccc febbraio 1, 2013 a 2:25 pm #

    Esilarante a dir poco!
    Non sai quanto mi manca l’acido prussico…

    • sgargabonzi febbraio 2, 2013 a 3:04 am #

      Dillo a me. Mi ci fecero tonsille e adenoidi nel 1985. 😦

  5. Piccipollo febbraio 1, 2013 a 4:27 pm #

    Molto bello questo pezzo, veramente molto

  6. pollypollyealtrecose febbraio 1, 2013 a 4:41 pm #

    basta leggere i libri di Geronzi, e basta pure con Sophie Kinsella che poi ti vengono gli incubi!

    • sgargabonzi febbraio 2, 2013 a 3:01 am #

      Io ho comprato della Kinsella il libro I Love Shopping Per Il Baby perché mi son detto: “Rimane simpatico già dal titolo, figuriamoci a leggerlo”.

  7. sgargabonzi febbraio 1, 2013 a 5:05 pm #

    Intervista a Cajelli su Longwei, la nuova serie a fumetti in uscita a breve:

    http://lasciatespazioaisognatori.blogspot.it/2013/01/chiacchierata-atomica-intervista-diego.html

  8. mauro repetto febbraio 1, 2013 a 5:24 pm #

    mmhh ma non ha molto senso. non l’ho capito. non so ma qua a Locri non utilizziamo questa comicità da professoroni

  9. tani febbraio 1, 2013 a 5:34 pm #

    E dopo il ministro, gli hacker. Non c’è un attimo di pace…

    FATE ATTENZIONE: alcuni hacker hanno trovato qualcosa di nuovo. Prendono la foto del profilo e il tuo nome e creano un nuovo account FB. Poi chiedono ai vostri amici per aggiungerli. I tuoi amici pensano che sei tu, e accettano. Da quel momento in poi possono dire e pubblicare ciò che vogliono con il tuo nome.
    Si prega di non accettare una seconda richiesta di amicizia da me, ho un solo account.
    Copia questo sulla tua bacheca per tenere gli altri informa

    • tani febbraio 1, 2013 a 5:35 pm #

      che poi nemmeno l’avevo letta, ma è di una finezza straordinaria

    • Fra Puccino febbraio 9, 2013 a 12:35 am #

      fottuti bastardi!

  10. A.S. Pirina febbraio 1, 2013 a 5:49 pm #

    Carino, ora scusami, ma in tv danno il documentario sul lemure polinesiano non posso trattenermi oltre !

  11. sgargabonzi febbraio 2, 2013 a 2:53 am #

    Da questo adagetto mahleriano nasce La Natura, dall’ultimo album dei Baustelle, adattato da Rachele.

  12. Lavaspurgo febbraio 2, 2013 a 5:30 am #

    ohcristo, io con tutto ‘sto miele bio, piango ridendo!! Grazie Gori.

  13. AleRonchi febbraio 2, 2013 a 10:52 am #

    commento sul blog

  14. Falsa in bilanciio febbraio 2, 2013 a 1:50 pm #

    Il pezzo sulle madri è davvero ben riuscito.

  15. Marmo A Colazione febbraio 3, 2013 a 2:51 pm #

  16. amunt febbraio 3, 2013 a 5:59 pm #

    La frase su Grosseto è semplicemente fantastica

  17. circobazooko febbraio 6, 2013 a 11:42 am #

    vorrei lasciarti un ❤ sulla tua bacheca interiore ma non so dove ci si logga

  18. sgargabonzi febbraio 6, 2013 a 7:19 pm #

    Nip/Tuck secondo un cretino:

    http://www.recensopoli.it/2010/11/recensione-telefilm-niptuck_06.html

    • paologranuloso febbraio 8, 2013 a 9:13 pm #

      Sebbene sia piuttosto appassionato di serialità americana, non ho mai seguito Nip/Tuck (mi ricordo solo vagamente qualche puntata con un narcotrafficante tatuato e incazzato, credo della prima stagione). Volendo rimediare, mi consiglieresti di vederlo doppiato o in lingua originale?
      Su Ryan Murphy vorrei ricordare che ha pure scritto e diretto quel condiloma inguardabile di Mangia prega ama 😉

      • sgargabonzi febbraio 10, 2013 a 12:53 pm #

        Mangia Prega Ama non fa testo. Assolutamente.
        Nip/Tuck va visto in lingua originale, anche se comunque non patisce del peggior doppiaggio possibile eh! Se poi ti piace Ryan Murphy, ti consiglio di recuperare Popular, la sua serie precedente a Nip/Tuck e durata due stagioni. Bellissima pure quella, peccato cancellata dalla rete sul più bello. Meno prioritari invece sono Glee e American Horror Story, così come il primo suo film, Correndo Con Le Forbici In Mano.

        • paologranuloso febbraio 10, 2013 a 10:03 pm #

          Grazie dei consigli! Ho apprezzato Glee giusto per la prima metà della prima stagione, quando sembrava ancora fare una intelligente rivitalizzazione degli stereotipi e dei codici delle serie liceali anni ’90, ma ora mi pare essere solo una lussuosa cornice per pubblicizzare musica insulsa. American Horror Story l’ho trovato godibile nella prima; l’esordio della seconda mi è sembrato promettente (sono troppo pigro per scaricare).
          Se posso permettermi di ricambiare con un consiglio televisivo, ti suggerisco The Wire, sempre che un ibrido poliziesco/sociale/politico sia nelle tue corde.

          • sgargabonzi febbraio 11, 2013 a 7:41 am #

            The Wire mi ha sempre incuriosito, fosse anche solo per il fatto che è una serie HBO. Seguirò il tuo consiglio. Se ti è piaciuta la prima stagione di AHS, la seconda potrebbe piacerti anche di più. Comunque le serie che per me sono imprescindibili insieme a Nip/Tuck sono 3 e non più di 3: Breaking Bad, Rescue Me, Six Feet Under. E’ l’Olimpo dei serial!

            • paologranuloso febbraio 11, 2013 a 11:27 am #

              Il mio Olimpo comprende sicuramente Breaking Bad, ma mai e poi mai rinuncerei ai Sopranos, The Wire, Mad Men e Twin Peaks (che mi provoca orgasmi multipli solo a guardare il pilota). E su questo sono inamovibile almeno quanto te 😉

              • sgargabonzi febbraio 12, 2013 a 2:53 am #

                I Soprano l’ho seguito fino alla quinta, ma con fatica, lo trovo spesso un po’ grossolano rispetto ad altre serie adulte. Mad Man serie bellissima ma interrotta dopo la terza stagione perché troppo fuori dalle mie corde. Twin Peaks serie amata, vista e rivista ma mi girano troppo le palle che non abbia un finale ma si sia interrotta sul più bello. Tra le serie meglio della vita dimenticavo l’edizione UK di The Office!
                Ah, di Dexter che ne pensi?

                • paologranuloso febbraio 12, 2013 a 10:32 am #

                  The Office UK è una serie che ha letteralmente inventato un nuovo modo di fare comicità televisiva e la amo alla follia. Di Dexter ho guardato con passione le prime due, ma la terza ha ucciso il mio interesse: il personaggio è molto bello, ma la serie ha dei problemi per me molto gravi, ad esempio l’impianto visivo pacchiano ed estenuato, che sembra quasi fare il verso a CSI:Miami.

                  • sgargabonzi febbraio 13, 2013 a 1:44 am #

                    Dexter è una macchina del fumo. Promette ma non esce mai dai suoi strettissimi paletti. Pure io trovo pesante il suo stile visuale, a partire dai personaggi che si vestono sempre allo stesso modo, manco fossero eroi dei fumetti. E’ una serie che si lascia guardare volentieri, episodio per episodio, ma vista da lontano è poca cosa. Ti consiglio la serie Durham County, potresti trovarci quello che manca a Dexter.

                • ndoeindoei febbraio 12, 2013 a 12:44 pm #

                  Ripensaci su Mad Men, queste ultime stagioni sono state una meglio dell’altra (e non lo dico con la spocchia di quella che guarda le serie “giuste”, visto che per il resto guardo quasi solo vaccate).

                  The Killing (quello USA) visto?

                  • sgargabonzi febbraio 13, 2013 a 1:47 am #

                    The Killing è dell’AMC, giusto? Non visto ma me ne dicono bene. Mad Men avrá il suo momento. A proposito: se ti piace potrebbe non farti disdoro Pan-Am, la conosci?

                    • ndoeindoei febbraio 13, 2013 a 3:01 am #

                      Pan-Am l’ho visto, proprio perché mi era arrivata voce che avesse un nonsoché di Mad Men (e un po’ era vero). Era pure bellino, peccato sia finito.

                      The Killing sì, 2 stagioni AMC, poi pareva basta, poi invece rinnovato, ma non so per quando. Questo come richiamo ci aveva i paragoni con Twin Peaks. Gli stessi che all’epoca (3 anni fa, neanche troppi in realtà) aveva avuto quella roba agghiacciante che è stato Happy Town.

                      Adesso pompatissimi mi pare siano The Following e The Americans, ma non mi è ancora preso l’estro di provarle.

                    • sgargabonzi febbraio 13, 2013 a 4:58 pm #

                      E’ chiacchierato pure House Of Cards, con Kevin Spacey, potrebbe non essere male. Se hai amato Twin Peaks potrebbero piacerti le due stagioni di Carnivale, probabilmente la cosa più vicina a Twin Peaks mai trasmessa in tv. Non era niente male, d’altronde era dell’HBO. Dopo due stagioni finì e l’autore si dedicò al bizzarro ma sfortunato John From Cincinnaty.

                    • ndoeindoei febbraio 13, 2013 a 6:52 pm #

                      Oh grazie, di questi non ne avevo sentito mezzo. Segno.

                    • caramelleamare febbraio 13, 2013 a 8:37 pm #

                      Carnivale è una serie a cui non ho più ripensato per un secondo, ma se non mi sbaglio mi piacque parecchio, direi che merita. Popular è una gran serie, m’è garbata da morire. Mentre Glee meno. Fra PanAm e Mad Men meglio la seconda, che poi è la prima.

                    • caramelleamare febbraio 13, 2013 a 8:45 pm #

                      Non perdere tempo con Homeland, mentre si può dare una chance a Banshee. Ho visto le prime tre e almeno due le guardo per vedere come va. un’altra perdita di tempo inutile è Boardwalk Empire. The Walking Dead invece è popolato da persone odiose quando va bene, e per questo la guardo più volentireri.

                    • ndoeindoei febbraio 14, 2013 a 1:27 am #

                      Ecco Banshee sentito già e potrei iniziare pure lui.
                      Popular mai sentito e dando un’occhiata veloce potrebbe piacermi eccome.
                      Del resto un po’ per inerzia un po’ non voglio sapere perché (mi illudo fosse solo per poterne parlare male) ma ho dato una possibilità a The Carrie Diaries, e sorpresa: è tutt’altro rispetto a quello che mi aspettavo. In sostanza è un teen drama fatto bene e ambiento negli anni ’80, e io non capisco più niente.
                      Invece zombie/vampiri/cose troppo splatter non riesco.
                      Personaggi odiosi ce ne sono parecchi in Shameless (US), di cui ho visto le prime due stagioni e ora che è ricominciato mi sto scaricano gli episodi ma non ho ancora trovato la voglia di rimettermici (però credo lo farò a breve).

                    • caramelleamare febbraio 14, 2013 a 11:05 pm #

                      Prime due stagioni di Shameless pure io, più per simpatia e leggerezza che per meriti evidenti. Se non lo nominavi me ne sarei dimenticato alla grande, ma non so se me la sento di affronatre la terza stagione.
                      Sono incuriosito invece da quello sui teen anni ’80, lo provo.

  19. Fra Puccino febbraio 9, 2013 a 12:36 am #

    ho fatto 20 tentativi, e il tempo necessario al bolo alimentare per compiere il suo tragitto non è mai stato di 7 secondi; SEGNALATO

  20. caramelleamare febbraio 13, 2013 a 2:03 am #

    Qualcuno sa di quale malattia morirà nelle prossime settimane il papa?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: