[Baglioni Revised] Gagarin

17 Ott

LIRICA ORIGINALE

quell’aprile si incendiò 
al cielo mi donai 
gagarin figlio dell’umanità 
e la terra restò giù 
più piccola che mai 
io la guardai non me lo perdonò 
e l’azzurro si squarciò 
le stelle trovai lentiggini di Dio 
col mio viso sull’oblò 
io forse sognai 
e ancora adesso io volo 
e lasciavo casa mia 
la vodka ed i lillà 
e il lago che bagnò il bambino Yuri 
con il piede lo scansai 
bugie volgarità 
calunnie guerre maschere antigas 
come un falco mi innalzai 
e sul Polo Nord sposai l’eternità 
anche l’ombra mi rubò 
e solo restai 
e ancora adesso io volo 
e ancora adesso io volo 
volo 
volo 
nell’infinito io volo 
sotto un timbro nero ormai 
io vi sorrido ma il mio sorriso se n’è andato via 
io vestito da robot 
per primo volai 
e ancora adesso io volo 
e ancora adesso io volo 
volo 
volo 
e ancora adesso io 
e ancora adesso io volo 
volo 
volo 
nell’infinito io volo 

PROSA:

Quell’aprile si incendiò il ranch di mio cognato Hank. Al cielo mi donai issandomi fin sul pennacchio della scala di salvataggio. Gagarin, figlio dell’umanità e di mio cognato Hank, era rimasto intrappolato nello sgabuzzino, dove stava scontando una punizione per aver fatto cadere un tovagliolo che si era rotto in mille pezzi. E la terra restò giù, quando ne lanciai un pugnetto per vedere se sarebbe rimbalzata sul tappeto elastico: purtroppo il tappeto elastico non c’era. Più piccola che mai, la neoplasia del piccolo Gagarin, me la sentivo pulsare contro mentre lo traevo in salvo. Io la guardai d’istinto, per sincerarmi che fosse lei e non un gatto di fortuna. Non me lo perdonò, non tanto Gagarin, persona bonaccionissima, bensì l’azzurro linfonodo neoplastico. E l’azzurro si squarciò, quando la neoplasia s’impigliò al moschettone della mia divisa da pompiere. Le stelle trovai nell’esplosione di pus che ne conseguì. Lentiggini di Dio, plasma e muco cospargevano l’intero ranch.
Col mio viso sull’oblò dell’ambulanza, guardavo l’asfalto passare, mentre tenevo la mano del povero Gagarin. Io forse sognai che mio cognato avrebbe scoperto che quell’incedio l’avevo causato io. E ancora adesso io volo con la mente ai tragici fatti occorsi quella mattina… E lasciavo casa mia, come ogni giorno, per andarmene al lavoro: io sarei cuoco. La vodka ed i lillà che avevo nel cestino della bici per un’insalata flambé s’incendiarono quando presi una buca senza frenare. E il lago che bagnò il bambino Yuri non bastò per sedare l’incendio. Con il piede lo scansai, l’epicentro dell’incendio, ma a causa dello scirocco si era già fatto strada fino al ranch di mio cognato. Bugie, volgarità e false piste, inventai per non essere accusato del dolo. Calunnie, guerre, maschere antigas inventai e brevettai rapidissimamente per salvare la vita di Gagarin. Come un falco mi innalzai su quel pennacchio che abbiamo detto prima (non ho voglia di ripetere). “E sul Polo Nord sposai l’eternità” di Giorgio Bocca fu l’unico oggetto che riuscì a sopravvivere all’incendio poiché era in ghisa. Anche l’ombra mi rubò la scena davanti ai giornalisti perché pensavano che fosse l’ombra ad aver spento l’incendio. E solo restai e per tirarmi su il morale la settimana dopo presi il patentino per guidare gli ultraleggeri che diventò la passione caratterizzante della mia gioventù bruciacchiata. E ancora adesso io volo, di solito la domenica pomeriggio, spiccando da una lingua di roccia sull’Amiata. E ancora adesso io volo perché non so come fare ad atterrare ma ho un vecchio Olivetti Prodest e scrivo qui. Volo da sedici anni e nessuno s’è accorto di niente.
Volo a pochi centimetri dalla testa dei passanti senza essere notato da chicchessia. Nell’infinito io volo bene. Sotto un timbro nero ormai è il patentino di guida, perché da quassù non ho potuto rinnovarlo. Io vi sorrido ma il mio sorriso se n’è andato via a forza di lavarlo. Io vestito da robot mi sento un cretino e oltretutto le correnti umide mi hanno arrugginito. Per primo volai, secondo carne, contorno pesce. E ancora adesso io volo intorno al tavolo del mio ristorante sperando che il cameriere mi noti. E ancora adesso io volo sopra le ipocrisie, le volgarità, i falsi credo sulle maschere antigas. Volo sui volti silvani che l’anima schiude novella. Volo sulla caravella. E ancora adesso io Volo non lo reggo. E ancora adesso io Volo non lo leggo quasi mai. Volo Baldini Sforza prof. Vittorio, immunologo e asceta, autore di manuali noiosissimi. Volo Fabio invece mi piace già di più. Nell’infinito io volo alla grande perché la pressione atmosferica è minore e l’ultraleggero sale per l’effetto Venturi, ma non ho voglia di spiegarlo nel dettaglio.

Acidshampoo & Caramelleamare

Advertisements

90 Risposte to “[Baglioni Revised] Gagarin”

  1. Selena ottobre 17, 2012 a 7:27 am #

    sui volti silvani che l’anima schiude novella è di un certo pregio

    • Facili Entusiasmi ottobre 21, 2012 a 11:44 am #

      A me piace il finale che sfuma…
      ”E ancora adesso io Volo non lo leggo quasi mai. Volo Baldini Sforza prof. Vittorio, immunologo e asceta, autore di manuali noiosissimi. Volo Fabio invece mi piace già di più. Nell’infinito io volo alla grande perché la pressione atmosferica è minore e l’ultraleggero sale per l’effetto Venturi, ma non ho voglia di spiegarlo nel dettaglio.”

      • sgargabonzi ottobre 21, 2012 a 6:10 pm #

        Sfuma come le cinquanta sfumature di terra di siena sulla ceramica della tua tazza.

  2. Alice ottobre 17, 2012 a 8:56 am #

    Totale!

  3. Hoisthatrag ottobre 17, 2012 a 9:34 am #

    A vederlo dalla terra fa questa impressione, questo ci ricordate. Grazie, grazie, grazie.

    • caramelleamare ottobre 17, 2012 a 10:10 am #

      E’ l’Alfredo Rampi dell’etere.

  4. donnanuda ottobre 17, 2012 a 10:18 am #

    beh … finalmente ti sei messo a servizio dell’umanità. <bravo +

  5. icittadiniprimaditutto ottobre 17, 2012 a 11:19 am #

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

  6. anchilosauro ottobre 17, 2012 a 1:00 pm #

    mi pesa il culo di fare il commento anche sul blog

  7. emilianss ottobre 17, 2012 a 1:08 pm #

    COME SCRIVEVO SU UN MURO D’ASBESTO CON UN PEZZO DI COZZA, QUI C’è TUTTA LA DISPERAZIONE GNOSTICA DI MONTE ANDREA. (CINO DA PISTOIA ROSSO D’INVIDIA…. IHIHIHIHI)

  8. fiorella ottobre 17, 2012 a 1:24 pm #

    Ok ogni tanto dai il meglio di te stesso e quando accade io ci sono e me la rido di gusto…oggi è così,bravo piccolo …

  9. Brakko ottobre 17, 2012 a 2:30 pm #

    Inarrivabile… Ineccepibile.. indiscreto, indisponente, irriverente e pieno di eternità.. a suo modo.

  10. Carmelissimo vincenzzo ottobre 17, 2012 a 3:42 pm #

    Il Vate celo devi lasciare stare minkia

  11. duccio ottobre 17, 2012 a 5:51 pm #

    me la cantava sempre la mia mammina quando, sazi di fagioli all’uccelletto, ci rotolavamo nel lettone scambiandoci coccole aulenti

  12. circobazooko ottobre 17, 2012 a 7:03 pm #

    non avevo mai sentito questa canzone prima di oggi: è la solita agghiacciante miagolata di Baglioni, ma ascoltata sul tramonto ha avuto un suo perché, non fosse per quell’effettaccio elettronico anni ’70 cosmico/lunare che fa sempre nostalghia. La vostra rivisitazione è bellissima, sembrano quei sogni in cui lo scenario cambia di continuo pur mantenendo un perfetto filo.

    • circobazooko ottobre 17, 2012 a 7:25 pm #

      manca un (altro che) tra fosse e per.

    • sgargabonzi ottobre 19, 2012 a 2:19 pm #

      Perché sei così? Perché fai così? “Miagolata di Baglioni”? E conta che questa canzone è pure da “Solo”, il suo album autoprodotto, il meno commerciale, il più ascetico (dopo “Oltre”). Perché fai così? Comunque, se si vuol restare sul tema astronauti nello spazio infinito, non posso non segnalarti questa: http://www.youtube.com/watch?v=edEzikFbZ5Y

      • circobazooko ottobre 20, 2012 a 1:45 am #

        “help me, help me, che cazzo, help me!”. Gliel’ho vista fare dal vivo di recente e, beh, oh, per quanto sia un ironico omaggio al genere, mi mette i brividi. Un po’ come Ashes to ashes, seppure in modo diverso, ma anche come (ecco un’altra cosa a cui non pensavo da anni) al finale di quel libro di Stephen King, Le creature del buio. Mi sa che per ogni astronauta perso nel vuoto, un po’ del mio stomaco si chiude. Forse perché sono tutti fattori (Stephen King, David Bowie, Kubrick) del mio banale immaginario adolescenziale. Baglioni invece l’ho visto in concerto nel lontano 2000: terrificante, non finiva mai. Di lui salvo solo due canzoni, per motivi legati esclusivamente a ricordi personali. Adesso controllo se le avete già rivisitate.

        • sgargabonzi ottobre 20, 2012 a 12:34 pm #

          Eccola là! Salva solo due canzoni lei, nemmeno le conoscesse tutte! Voglio sapere quali salvi, sentiamo un po’.
          Comunque, a proposito di canzoni ricavate da fattacci di cronaca, ti segnalo questa, uscita ai tempi del sequestro di Ermanno Lavorini:

          E Trincale, quello che la canta, è lo stesso de “Il cacciatore nel bosco” e altre canzoni popolari goliardico-pruriginose.

          • circobazooko ottobre 22, 2012 a 5:36 pm #

            allora, una è “Via”, che mi richiama una storia del primo anno di università, una per cui all’epoca ci stetti anche un pochino male, dio mio, che banalità. E restando sul banale, l’altra è “Mille giorni di te e di me”, che quand’ero piccola una radio locale trasmetteva in continuazione. Per il resto, Baglioni l’ho sempre percepito lamentoso e cazzaro come tutti i romani. Non volermi male, che poi ci soffro!
            Sono andata a rileggermi la pagina di wikipedia su Ermanno Lavorini. Ancora una volta non posso che rimanere incantata davanti a questo rigo di elegantissima perfidia: “È una zona frequentata da pervertiti di ogni sfumatura, appiedati e motorizzati: pederasti e procacciatori di ragazzi… tutta una variopinta fauna di satiri silvani”. Bellissimo.

      • Facili Entusiasmi ottobre 21, 2012 a 3:48 pm #

        L’album ‘Oltre’ io lo adoro! Lo so tutto a memoria. All’epoca ero proprio fissata: andavo in giro con i testi che avevo strappato dalle pagine di Tv sorrisi e canzoni.

        • sgargabonzi ottobre 21, 2012 a 6:11 pm #

          Strappate addirittura! Non tagliate eh, proprio strappate! Una pasionaria, abbiamo.

          • Facili Entusiasmi ottobre 22, 2012 a 10:55 pm #

            Staccate.

  13. tani ottobre 17, 2012 a 10:23 pm #

    M’ero sbilanciato dicendo che era il migliore dei Baglioni Revised, poi il Gori m’ha instillato il seme del dubbio e non solo quello. Comunque l’ho riletto all’imbrunire, molto bello, m’è piaciuto tutto questo movimento ascendente, esplosivo, rettilineo in ambulanza e ancora in bici, si muove pure il fuoco. E poi finalmente ti libri in volo sopra l’Italietta, verso la troposfera. Dicevo, Gori stai fermino! E se vuoi scappare corri verso il Valdarno si gioca a Agricola madonna puttana

    • sgargabonzi ottobre 19, 2012 a 2:16 pm #

      Non vedo l’ora. Sono reduce da partite soffertissime contro Caramelle e un altro amico a Caylus. Gioco favoloso che non vedo l’ora di giocare con voartri. E ho preso pure In The Year Of The Dragon, german game di tipo “deflettivo”. Prossimo acquisto: Cuba. Ma voglio provare Agricola. E preso dall’entusiasmo ti dico: buttiam dentro anche il Grazi!

      • tani ottobre 19, 2012 a 5:42 pm #

        il Grazi e il su deflettivo babbo perché anche Caylus mi attira non poco da quel che ho visto in qualche video. Ma come sta questa cosa della moderazione dei commenti?

        • caramelleamare ottobre 19, 2012 a 6:37 pm #

          Il primo commento viene moderato, c’è il filtro intelligenza. I seguenti vanno sulla fiducia. Caylus è spettacolare, secondo me il meglio di se lo da con 3/4 giocatori(quindi non 5 e 2), dei quali uno almeno giornalista.

        • caramelleamare ottobre 19, 2012 a 6:43 pm #

          Una volta il Grazi a 12 anni m’ha dato un pugno nello stomaco, ma solo perchè eravamo amici, a un estraneo non lo avrebbe mai fatto. Ci rimasi malissimo. E’ stata la rissa più clamorosa della mia vita dopo quella col Gori, per via di una ragazza che tutt’ora scrive su questo blog e ha anche commentato questo pezzo, ma non dico chi.

          • tani ottobre 20, 2012 a 11:26 am #

            Secondo me è la Vazzana o il Bracco, comunque domani mi faccio raccontare tutto dal presidentissimo

        • sgargabonzi ottobre 20, 2012 a 12:35 pm #

          La moderazione, per te, non v’è più. E’ solo al primo commento. L’ho impostata ai tempi per scoraggiare una stalker, La Settima Bibitara, con cui ora sono sceso a patti e con la quale sto vivendo un periodo di serenità.

  14. Tenente Mariella ottobre 19, 2012 a 1:37 am #

    CHE BELLEZZA!
    “La vodka ed i lillà che avevo nel cestino della bici per un’insalata flambé s’incendiarono quando presi una buca senza frenare.”

    GRAZIE !

  15. caramelleamare ottobre 19, 2012 a 12:25 pm #

    Le prime tre della settima di Dexter in calando: Il rapporto con la sorella che poteva essere interessante è ridotto a psicologia spicciola.
    la prima della terza di The Walking Dead è brutta è brutta a livelli massimi. Ma tutta la serie fa schifo e quello che mi rimane meno peggio lo scuoierei. E si che dovrebbero essere tutti delle mega persone secondo che scrive il copione!
    Molto meglio la prima della seconda di American Horror Story, per colori, scenografie e impronta generale è tipo la prima stagione. Credo che alla fine il risultato non sarà troppo diverso, speravo in qualcosa di meglio, ma non è male.

    • ilmarinajo ottobre 21, 2012 a 11:38 am #

      Dexter: per me l’importante è che vada meglio della stagione scorsa (proprio brutta), e per ora in qualche modo riesce a farlo. purtroppo qui non si può spiegare il come e il perché, per via della possibilità di spoiler. il grafico della qualità delle puntate è il seguente: la prima è media, la seconda va giù, la terza risale più della prima.
      A. O. Story: visti solo i primi 10 minuti, per ora, ma mi garba.
      Le storie: assoluto capolavoro, disegni, sceneggiatura, tutto quanto.

      • caramelleamare ottobre 21, 2012 a 5:16 pm #

        Grafico Dexter: 7 – 6 – 5
        Come si evince dal suscritto grafico per me la terza è la peggiore.

      • sgargabonzi ottobre 21, 2012 a 6:09 pm #

        Concordo per Dexter. Il cliffhanger della scorsa (penosa) stagione è portato avanti con un’onestà che non mi sarei aspettato dagli sceneggiatori della serie. Quello che per ora mi convince poco è il “caso di stagione” e quanto sia arbitrario il fatto che, a questo giro, Dexter abbia tutta la Polizia contro. Al contrario che nella scorsa stagione dove, sempre arbitrariamente, nessuno gli pestava i piedi e poteva agire indisturbato.

        American Horror Story: buon inizio, derivativo ma godibile, anche se dal mood un po’ simile alla stagione scorsa. Comunque la seguirò più volentieri, sapendo che non è il nuovo Nip/Tuck purtroppo.

        The Walking Dead: non si regge più. Patetica, melensa, con dei personaggi da mani in faccia. Pare Beautiful. E chi ha amato il fumetto dice che questa parte di storia, quella del carcere, è il nucleo imperdibile di tutta la storyline.

        • ilmarinajo ottobre 24, 2012 a 9:25 pm #

          Ok, ma vogliamo parlare di questa quarta puntata di Dexter Stagione 7? Per me il grafico aggiornato è: 6-5-7-8

          • sgargabonzi ottobre 25, 2012 a 3:53 am #

            Bella, bella, è piaciuta anche a me! Continuo a non essere troppo convinto del villain della stagione.

            Marinaio, ti segnalo questa che apprezzerai:

            • caramelleamare ottobre 25, 2012 a 11:55 am #

              Bella, facciamo discreta. Accoppiata con la prima. A me è la superficialità delle dinamiche e l’ansia da prestazione che trasmette nel rapporto con Debrah Morgan che m’allontana. Infatti l’ultima m’è garbata di più perchè è molto fare e meno parlare.
              Pure il cattivo si, non è il massimo. Preferirei un individuo singolo, ben definito e magari più forte di lui, stile Trinity. Già la stagione scorsa erano due, mo l’organizzazione russa …insomma.

  16. caramelleamare ottobre 19, 2012 a 12:37 pm #

    Prima uscita di Le Storie, della bonelli: a sorpresa bellissimo numero della Barbato.
    Ultimo numero di Shangai Devil: forse è il primo che riesco a seguire a livello di trama, per me è bello come tutti gli altri, li metto quasi tutti sullo stesso livello.
    Speciale di Dampyr: CAPOLAVORO!! Non vedo l’ora che esca in edicola.

    Tutti I Santi i Giorni, al cinema, di Virzì: molto bello, anche se a posteriori mi sono venuti a ricercare alcuni difetti, ma su elementi collaterali. Avete notato che Virzì ha una vera e prorpia fissa con i portoni strani?! Il protagonista è quello de I Numeri Primi, il capolavoro di Saverio Costanzo.

    • Facili Entusiasmi ottobre 21, 2012 a 3:53 pm #

      Vorrei una disamina di Caramelle sui portoni di Virzì.

      • caramelleamare ottobre 21, 2012 a 5:23 pm #

        I portoni strani sono alla base del cinema del Livornese. Paolo Virzì ama infatti inquadrare i portoni più appariscenti all’inizio di ogni scena madre del film, come a scandirne i capitoli fondamentali.
        Portoni blu, scene comiche.
        Portoni amarena, scene ironiche.
        Portoni mascherati, scene ilari.

        • sgargabonzi ottobre 21, 2012 a 6:14 pm #

          Caramelle, noi nella vita abbiamo sbagliato tutto.

          1) Caylus si inizia con due cibi e un legno per giocatore, già in dotazione.

          2) Quella casella con l’oro in realtà ha in figura una miniera. E’ semplicemente una di quelle attrazzature precostruite già a inizio gioco, solo staccata dalle altre. E in effetti com’è che nel paesino di Caylus potevi comprare oro e barattare altro per averne, se non c’era una fonte da cui veniva prelevato?

          • caramelleamare ottobre 21, 2012 a 9:10 pm #

            Ommerda, ore e ore per niente, nessuno ha mai vinto niente.
            Dal disegno però non è messo molto bene in evidenza il senso di quella casella, mi pare.
            E quindi li sopra ci si chiappa al volo un cubetto d’oro una volta che il prevòsto l’ha attivata?

        • Facili Entusiasmi ottobre 21, 2012 a 6:27 pm #

          Non ci ho mai fatto caso ai portoni! E nell’ultimo?

          • caramelleamare ottobre 21, 2012 a 9:17 pm #

            Nell’ultimo non ci sono. Sceglie di non inquadrarne mai uno proprio per dare un segnale forte alla critica.
            Se ci fai caso nel finale ce ne sarebbe uno nello sfondo, ma addirittura Virzì(vedi dichiarazioni di scenografi che hanno girato il film)ci ha fatto mettere davanti un cannocchiale perché non si vedesse. Solo questo ha fatto quasi raddoppiare oltretutto le spese per il film. Io da quando ho saputo di queste sue manie da superdivo mi sta meno simpatico.

            • Facili Entusiasmi ottobre 22, 2012 a 12:16 am #

              E io che ti stavo credendo!

  17. wpbloyd ottobre 19, 2012 a 2:39 pm #

    La amo.

    • caramelleamare ottobre 19, 2012 a 6:51 pm #

      E’ brutta che fa ribrezzo. Non mettere mai più un suo video su questo blog o ti spacco tutti i Lego Technic.

  18. sgargabonzi ottobre 20, 2012 a 12:29 pm #

    “Innocence”, nuovo singolo dei Fools Garden che anticipa il nuovo “Who is Jo King?”, in uscita nei prossimi mesi!

    • La Settima Bibitara novembre 4, 2012 a 12:32 am #

      Bellissima
      “Give me the colours I need to paint this desolate sky

      Can read in your eyes like the back of my head

      Gimme, gimme, gimme reason to live”

  19. sgargabonzi ottobre 20, 2012 a 12:30 pm #

    Bianconi & Pacifico.

  20. sgargabonzi ottobre 20, 2012 a 8:33 pm #

    Un articolo di Bianconi che, per i toni, darà sui nervi a Caramelle:

    http://www.bauaffair.it/files/CDS_Milano_10_10.pdf

    • caramelleamare ottobre 21, 2012 a 9:40 pm #

      Al di là del ruffiano e scontato che sia, è un pezzo sulla morte di uno a cui dice tenere, ma intanto è in bello stile. Piangete per il poveretto però se v’avanza qualcosa fra una lacrima e l’altra buttate là anche un “Però, bel pezzo!”. Che poi tutto il suo dolore si misura nella mancata consegna del Brunello di Montalcino, mèi cojoni! Poi mi sbaglierò, ma non mi pare molto credibile nella compassione per gli altri il Bianconi, da sempre.
      Io se per una di quelle assurde coincidenze un giorno mai dovessi morire e uno mi scrive un pezzo del genere, gli vomito in testa direttamente dall’inferno.

      • sgargabonzi ottobre 23, 2012 a 2:09 am #

        Caramelle, ti dico solo che stasera si sono scontrati a Stratego Revised Pinxor e il Marinaio. Ed entrambi sono concordi che è più bello, strategico e vivace dell’originale.
        Sono curioso che ci giochi pure te.

  21. sgargabonzi ottobre 21, 2012 a 4:05 pm #

    Un discone: “Maroon” dei Webb Brothers. Bellissimo e non lo conosce nessuno.

  22. sgargabonzi ottobre 21, 2012 a 6:05 pm #

    Per chi ha letto “Il boia di Parigi” di Paola Barbato, ecco un approfondimento che merita:

    http://www.storiologia.it/sanson/memor001.htm

  23. sissypage ottobre 22, 2012 a 1:33 am #

    “E sul Polo Nord sposai l’eternità” di Giorgio Bocca fu l’unico oggetto che riuscì a sopravvivere all’incendio poiché era in ghisa.

    glazie e mille, ho liso tanto.

    e un grazie inaspettato anche a claudio “marley” baglioni, meno male che era lì a portata di mano, ho dovuto ascoltare gagarin 10 volte per dimenticare quella schifezza de “Il ragazzo scomparso a Viareggio”. diosanto che angheria!

    pensare che l’ho sempre sottovalutato, ‘sto piacione ex-cotonato. e invece.

  24. Erica ottobre 22, 2012 a 8:23 pm #

    Stavo per prendermi un’aspettativa dall’umanità ma questo post mi ha frenata all’ultimo.
    “Notificatemi di nuovi post via email”, Ale, notificami tutta

  25. La Settima Bibitara ottobre 22, 2012 a 9:57 pm #

    “La vodka ed i lillà che avevo nel cestino della bici per un’insalata flambé s’incendiarono” cito il pezzo stesso, è l’emozione che ho provato a leggerlo e ad ascoltare alla canzone leggendolo

  26. La Settima Bibitara ottobre 22, 2012 a 10:11 pm #

    “E ancora adesso io volo INTORNO al tavolo del mio ristorante SPERANDO che il cameriere mi noti.”

    “Io vi sorrido ma il mio SORRISO”

    “me la sentivo PULSARE contro mentre lo traevo in SALVO.”

    ” Io la guardai d’ISTINTO”

    “INVENTAI e brevettai rapidissimamente per salvare la vita (di Gagarin)”

    “Nell’INFINITO io volo alla grande perché la pressione ATMOSFERICA è minore”

    “nell’ESPLOSIONE”

    Caramelleamaramente,

    CaravellaNovella

  27. La Settima Bibitara ottobre 22, 2012 a 10:16 pm #

    • sgargabonzi ottobre 23, 2012 a 2:07 am #

      Emerson Lake & Palmer, il gruppo più tamarro e pacchiano della scena prog. Anche se hai scelto uno dei loro album meno peggio. Comunque il prog che approvo sono i Camel, i Caravan e i Moody Blues. Mettiti in regola.

      • La Settima Bibitara novembre 4, 2012 a 12:28 am #

        Emerson etc non li conosco come gruppo musicale per me è simbolico il nome. Te lo spiegherò.

  28. La Settima Bibitara ottobre 22, 2012 a 10:21 pm #

  29. La Settima Bibitara ottobre 22, 2012 a 11:27 pm #

    Bellissimo pezzo aggiungerei

    HyperbolicallyHypoAcidous

    Shampooagne!

  30. La Settima Bibitara ottobre 22, 2012 a 11:31 pm #

  31. La Settima Bibitara ottobre 22, 2012 a 11:32 pm #

  32. sgargabonzi ottobre 23, 2012 a 2:05 am #

    Settima, ma non potevi accorparli questi messaggi? Madonna come sei, un po’ di ordine eccheccazzo. Ti sto ridando una possibilità, contro il volere di Caramelleamare e incoraggiato da Facili Entusiasmi, ma vedi di non fare la matta. Ah, alla prima cosa che scrivi e che non capisco, giuro che ti rovino la vita.

    Per esempio: cosa cazzo c’entrano le due foto che hai postato?

    Sei sul filo, bambola, ricordatelo. Io non do terze possibilità.

  33. La Settima Bibitara ottobre 23, 2012 a 9:42 am #

    Sono foto di campagne pubblicitarie di shampoo centravano per via di AcidShampoo come firma.
    Grazie per la possibilità di commentare, ringrazia con affetto anche Facili Entusiasmi.

    • sgargabonzi ottobre 23, 2012 a 12:54 pm #

      Vedrai che Facili Entusiasmi ti ringrazierà direttamente.
      Cioè, basta essersi chiamati Acidshampoo per giustificare due fotografie di sciampi? A questo livello siamo, Meregalli? Allora perché non mi posti un po’ di indirizzi di blog, giocando sul fatto che anche questo è un blog? Attenzione Mere, con me sei sul filo. Ti osservo e al primo indizio di pazzia io taglio.

      • Facili Entusiasmi ottobre 23, 2012 a 8:48 pm #

        Un caro abbraccio alla Bibitara.

        A proposito, per lei: http://youtu.be/GMwp-nTcB9U

        • Facili Entusiasmi ottobre 23, 2012 a 9:43 pm #

          Per Acid e Caramelle, un link che potrebbe avere un legame col blog:

          • sgargabonzi ottobre 24, 2012 a 4:57 am #

            Mah. A parte il fatto che si chiama Spiral (non credo tu sia così cretina da riferirti a quello), non vedo quale legame col blog possa avere. Comunque grazie.

            • caramelleamare ottobre 24, 2012 a 12:04 pm #

              Possibili sottotitoli per la pubblicazione:

              Sommo
              Poema
              Ispirato
              Radicalmente
              Ai
              Laminati

              Siamo
              Poeti
              Inimitabili
              Rivoluzionari
              Abbacinanti
              Lubrichi

              Siamo
              Pochi
              In
              Romania
              A
              Lamentarci

              Senza
              Parole!
              Inno
              Romantico
              Al
              Lavoro

              Sono
              Poesie
              Innovative
              Riguardo
              Alcune
              Leggende

              • Facili Entusiasmi ottobre 25, 2012 a 10:07 am #

                Poeti lubrichi rende l’idea.

                • caramelleamare ottobre 25, 2012 a 10:39 am #

                  Anche inimitabili.

              • sgargabonzi ottobre 25, 2012 a 10:00 pm #

                Spettacolo! Come minimo ne faremo qualcosa!

            • La Settima Bibitara novembre 4, 2012 a 8:26 pm #

              è una canzone molto azzeccata Spiral della Morrisette, dovresti leggere il testo sgarga. E per fortuna che eri proprio tu a dire che non sopportavi le persone che dicono “cosa c’entra” nelle conversazioni, adesso proprio tu a dire che non vedi “Il legame”. Se leggi il testo capisci.

        • La Settima Bibitara novembre 4, 2012 a 12:59 am #

          Facili ricambio l’abbraccio e ti auguro una splendida Domenica.

        • La Settima Bibitara novembre 4, 2012 a 7:53 pm #

          è un ottimo consiglio la Fanta, grazie Facili Entusiasmi.

  34. caramelleamare ottobre 25, 2012 a 11:58 am #

    E’ meno peggio delle altre anche l’ultima di Walking Dead, ci voleva poco.
    Ma quale sarebbe il capo della prigione che nel fumetto è stupendo, il satanico capellone? Nel telefilm è pressocche ridicolo e del tutto non credibile.

  35. caramelleamare ottobre 25, 2012 a 7:10 pm #

    Visto The Apprentice?

    • sgargabonzi ottobre 25, 2012 a 9:58 pm #

      Sì e alla fine ti dirò, forse la scelta di Briatore un senso ce l’ha. Comunque il cirque nouveau è una realtà splendida trovi? Sì trovo.

      • caramelleamare ottobre 25, 2012 a 11:07 pm #

        Si anche secondo me e me l’aspettavo, ero convinto che avrebbe scelto lui. Secondo te, nella fine del montaggio iniziale, quando il boss ciancica “…sei fuori” è sempre la stessa ho è estrapolata dalla puntata? Fatto sta che fermando l’immagine li guarda alla sua sinistra, quindi ero convinto che chi si sedeva li perdeva, e infatti. Ma magari è un caso.

        • sgargabonzi ottobre 25, 2012 a 11:44 pm #

          Eh no, perché in questa ultima puntata non ha detto “sei fuori” ma “lavorerai per me”.

          • caramelleamare ottobre 26, 2012 a 1:20 am #

            giusto

  36. caramelleamare ottobre 25, 2012 a 11:12 pm #

    Haneke qua non è uscito, e nemmeno ad Arezzo mi pare. Però c’avete Cronenberg che qua non c’è.

  37. caramelleamare ottobre 26, 2012 a 1:23 am #

    Bella la seconda di American Horror Story, la migliore della serie.

  38. dado ottobre 27, 2012 a 10:19 am #

    non riesco a scrivere sul mio blog. appare una pagina che mi da’ le statistiche degli accessi, due per la precisione; il secondo e’ apparso quando ho fatto il refresh della pagina.
    vorrei lavorare per google, mi hanno dato un lavoro temporaneo di prova. devo scartare i CV della gente che vuole lavorare per google. come primo documento mi hanno dato il mio CV: se lo scarto mi assumono, e mi danno il 6% degli incassi, che devo recuperare da me. ho mandato 94 euro a google via paypal e adesso il mio nome e’ nel motore di ricerca, nella marmitta ad essere precisi.

  39. icittadiniprimaditutto novembre 20, 2012 a 5:36 am #

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto and commented:
    Add your thoughts here… (optional)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: