24 anni d’introspezione (e nessun risultato)

17 Gen

Non appena sento il cellulare squillare mi sale l’angoscia, è il mio compleanno e non ho proprio voglia di festeggiare un cazzo: le cose vanno proprio di merda, non riesco più a sottomettere quella cagna della mia ex amante, il mio sarto mi ha ritardato la consegna di una giacca per capodanno e tutte queste feste di merda fanno riempire le strade di vermi che mi tolgono l’aria e mi sento soffocare. A chiamarmi è un pr del Pineta, mi fa gli auguri mi dice che è amico di questo e di questa che mi conosce per via di questo eccetera, chiede se ho organizzato per la serata, ovviamente non ho organizzato niente e anzi mi aveva interrotto che stavo guardando lo snuff dei due slavi di 19 anni che uccidevano i poveracci accattati per strada riprendendo tutto. Gli delego di chiamare i soliti e fare tutto lui e che ci saremmo visti in preserata al Caino. Sono le 17.00 ho molto sonno e dormo. Mi sveglio tardissimo, il tempo di farmi due gin tonic plus valium per riprendermi, vestirmi e sono già arrivato a Milano Marittima.
Al Caino incontro questo babbo, non è neanche brutto, è il tipico pr da discoteca, ha le sopracciglia rifatte e le scarpe lucide e a punta, voi direte e quindi? e quindi la mia profonda sensibilità è già stata compromessa da questo disgraziato, non voglio litigare e con molta fatica me ne sto zitto. Bevo altri due gin tonic, ci spostiamo verso il locale, il valium fa effetto e incomincio a non provare più niente, l’atarassia da alticci è qualcosa di indescrivibile: scanso fighe marce e tronisti tatuati per passare tra la fila. Mi portano al tavolo, siamo io il gangi, il roberto, e l’umbe più qualche puttana del luogo che mi aveva mandato al tavolo il pr dalle scarpe a punta.
Le signorine dicono che vogliono “lo ciampagnnn”, scommetto che se glielo facessi scrivere su un tovagliolo scriverebbero Cristal con la y queste bestie, ovviamente non lo ordino.
Mentre l’umbe e il roberto sono impegnati con queste io mi faccio portare due bottiglie di Grey. Sono le 2.00. Faccio cose offendo gente: il tavolo nel privè è una come una fortezza, e io come un cavaliere d’altri tempi, campione d’estetismo decadente, le mie armi contro i barbari arricchiti e/o meridionali sono il ghiaccio e la frutta. Vuoto totale fino alle 5.00 con una teatrale uscita di scena: in bagno in maniera molto ineducata piscio su un cambusiere che chiama due gennari per farmi accompagnare gentilmente all’uscita. Mi ricompongo, becco l’umbe e gli altri in compagnia di un gruppo di commesse con i leggins di pelle e quelle altre robe li da povere. Si va tutti a casa del roberto che era li vicino al centro. Faccio il brillante con la più bellina, si chiama Clara, bionda, lineamenti delicati e occhi d’un verde di cui mi innamoro per 10 minuti buoni. E’ anoressica, proprio come piacciono a me e a Mariolini, impaurita/affascinata, vorrei scoparla per rompere il ghiaccio. La sfido a bere dell’assenzio con me. Ne beve 1/3 di bottiglia da sola in una decina di secondi e da un momento all’altro, crolla sul pavimento svenendo. Perde completamente conoscenza.
Le amiche incominciano a piangere, vogliono chiamare l’ambulanza. Le faccio stare calme, faccio notare che respira ancora, ha solo bevuto troppo e che è meglio non chiamare nessuno vista la quantità di droghe presenti in casa. La prendo a peso morto e la trascino in bagno, la appoggio delicatamente nella vasca e la bagno con dell’acqua gelida. Non si risveglia. Acqua bollente, ancora niente. Anzi proprio niente no, noto i capezzoli induriti da sotto il top bianco ed è come se all’istante, come una scarica elettrica dritta al cervello, avessi capito cosa fosse giusto fare. Giusto certo, se giusto = bello o divertente allora sì. Mi prendo qualche secondo di silenzio per riprendermi, sono molto eccitato e sto perdendo la concetrazione. La lascio nella vasca, torno in sala e convinco gli amici e le sconosciute che è tutto sotto controllo, di spostarsi nel piano di sopra e di continuare la serata come niente fosse, che stava benissimo e che l’avrei controllata io qualche minuto per raggiungerli poco dopo. Sono stato credibile, bene. Sono solo adesso, finalmente, solo con questa stupida troia svenuta. Il giangi mi conosce, ha capito che voglio farne una delle mie. Mi raggiunge non appena tutti gli altri si spostano in sala al piano superiore. Nel frattempo già l’avevo trascinata e stesa sul tre piazze con le lenzuola nere di quella troia della madre del robi. Il giangi mi fa un ghigno, era il segnale, le tiriamo giù i leggins e parte lo show. Le ficchiamo delle sigarette accese nel culo e facciamo qualche foto per avere qualcosa di divertente da raccontare il giorno dopo in aperitivo.
Ci facciamo da bere ancora, sono divertito da questa situazione, da questa ritardata così innocente e candida. Non mi va di scoparla, non è proprio un bello spettacolo, sembra non dare segni di vita ma perfortuna ogni tanto rantola vomitando dello schifo. Ci masturbiamo a turno sulla sua faccia, che ridere che sarebbe se si svegliasse. Le vengo in faccia e la lascio al giangi, non so cosa le avrebbe fatto e non me ne interesso. Mi rivesto e raggiungo gli altri che stavano guardando una puntata di Family Guy. Il giorno dopo sono al Vanquish a fare ape, aspetto gli altri che dovevano farsi vivi con le tipe della sera prima per salutarci tutti prima di tornare a casa. Arrivano ma Clara non c’è. Poco dopo mi accorgo che ho preso una multa per divieto di sosta. Che compleanno di merda.

Ema 

Annunci

79 Risposte to “24 anni d’introspezione (e nessun risultato)”

  1. ema gennaio 17, 2012 a 8:54 pm #

    ALESSANDRO PERFAVORE BLOCCA QUESTA DEMENTE, ALMENO NEL MIO POST

  2. Facili Entusiasmi gennaio 17, 2012 a 9:07 pm #

    Ema e Settima: BASTA ALCOOL!

  3. Val gennaio 17, 2012 a 9:29 pm #

    BASTA

  4. ilpiccoloerol gennaio 17, 2012 a 9:33 pm #

    qualcuno può spiegare, please?

  5. ema gennaio 17, 2012 a 9:35 pm #

    è QUELLA A CUI HO MESSO LE SIGARETTE NEL CULO E ADESSO REAGISCE COSì, VALLE A CAPIRE TU LE TROIE

  6. ilpiccoloerol gennaio 17, 2012 a 9:39 pm #

    beh, salvo i presenti, bene o male l’anonimato era garantito….adesso invece tutti vorranno nome, cognome e foto… strategia fallimentare…

  7. Val gennaio 17, 2012 a 9:41 pm #

    La settima bibitara , Cos’e che dicevi di ema e Davide che non ho capito?

  8. °°° gennaio 17, 2012 a 9:43 pm #

    Salò o le centoventuno giornate di Sodoma

  9. Val gennaio 17, 2012 a 10:25 pm #

    Come sei tragica!

  10. Nebo gennaio 18, 2012 a 2:14 pm #

    Pezzo della madonna. Veramente, veramente figo.
    Riguardo alla mattoide nei commenti, se trolla è da 10/10.

    Altrimenti consiglio l’internamento coatto.

    • Federico gennaio 18, 2012 a 4:27 pm #

      Eh, eh… pezzo della madonna?! Un pezzo così lo saprebbe scrivere anche un adolescente! Totalmente assente è la descrizione dei luoghi, essenziale, secondo me, per creare un minimo di atmosfera, e vaga la sequenza cronologica e logica degli avvenimenti. Poco credibili e piatte sono le reazioni dei co-protagonisti. Insomma, per me, un pezzo che risultando inverosimile fallisce anche l’obbiettivo principale di questo tipo di narrazioni, essere un racconto “disturbante”.
      La trovata de “La Settima bibitara” nei commenti è monotona, sono riuscito a leggere solo i primi due commenti, già il secondo è la replica del primo.

      • caramelleamare gennaio 18, 2012 a 6:30 pm #

        Però hai visto che foto pazzesca ?!

      • ema gennaio 18, 2012 a 6:42 pm #

        NESSUNA TROVATA, è UNA PAZZA, E INTENDO PAZZA VERA, CHE STA STALKERANDO TUTTI

  11. Nebo gennaio 18, 2012 a 3:55 pm #

    No, petta, sto trovando drammatici riscontri.
    Questa parla sul serio, la gente che cita esiste, locali, città, pressoché tutto corrisponde.

    • caramelleamare gennaio 18, 2012 a 6:39 pm #

      E’ vero, ho controllato, anche Milano esiste, un quartiere malfamato a nord di Pesaro.

    • val gennaio 18, 2012 a 10:44 pm #

      si comunque fa un po’ troppi nomi la demente

  12. tricuspide gennaio 18, 2012 a 8:44 pm #

    ehemmm….volevo semplicemente dire che ho letto con piacere il post (anche se la visione maschilista di certe faccende interessa, incuriosisce e diverte finchè rimane così, un pugno di righe scritte e lette…mica vissute!)
    le occhiate d’intesa tra maschietti presagiscono quasi sempre qualcosa di poco buono
    e poi …possibile sempre questa passione e attenzione per le anoressiche?!
    😦

  13. sgargabonzi gennaio 18, 2012 a 10:11 pm #

    Non datele retta. E’ una poverina indigente senza una vita che, per esistere, ha deciso di crearsi questo “famiglio mentale” che risponde al nome di Tenente Colombo, insieme a personaggi come il Cormorano Finferli, l’amica Yuu, il divano Embassy, il pittoresco Sebastian con cui fare il più croccante sesso anale con gli uomini d’esperienza che regalano fiori recisi e ti portano al Ritz con Ermete Realacci a mangiare i fiori recisi e suonare Schumann perché lei Polanski l’ha capito meglio di tutti noi mamma voglio andare a Tokyo mamma mi voglio uccidere le natiche con delle sottilissime lamelle di alcantara amore mio, hai presente l’alcantara secreta dai fiori recisi? Quella.

    • jemba jemba gennaio 19, 2012 a 12:46 am #

      e io che pensavo ruotasse tutto intorno ai figli di consulenti e di commercialisti che producono magliette e canzoni e facevano feste al gasoline. andrò a chiedere al carlini. gh

      • sgargabonzi gennaio 19, 2012 a 2:33 am #

        Roberto Carlini è uno di quei finti ricchi che bevono il Cristal eccetera eccetera tenente Colombo tutte le donne che ti hanno avuto prima di me eccetera la madonna vergine in flaconi eccetera

        • ema gennaio 19, 2012 a 2:36 am #

          AHAHAHA

          • sgargabonzi gennaio 19, 2012 a 2:53 am #

            Ema, io qua dentro stimo solo te e Colombo e – MA SOLO IN PARTE! – Maximilian.

            P.S.
            Io con Maximilian bevevo whisky, mangiavo whiskas e poi andavamo a casa sua a fare l’amore coi suoi genitori.

            • Facili Entusiasmi gennaio 20, 2012 a 5:53 pm #

              Io, invece, qui stimo solo te, Acid. Che mi fai morire dal ridere. Ema è la tua nuova zavorra.
              😦

              • ema gennaio 21, 2012 a 10:45 pm #

                LA COSA BELLA è CHE QUESTA COSA ME L’HAN DETTA TUTTI, MA TUTTI, NELLA VITA

  14. sgargabonzi gennaio 19, 2012 a 2:54 am #

    Signori, sta per uscire l’album che attendo da 7 anni. Cioè, non voglio dire.

    http://halmusic.tumblr.com/

  15. ilmarinaio gennaio 19, 2012 a 8:33 am #

    gran bel racconto, Ema.
    non capisco cosa è successo in questo Thread all’inizio, c’era tutta questa fila di parole che si ammassava. chi me lo fa un riassunto in 5 righe?

    • Facili Entusiasmi gennaio 20, 2012 a 5:54 pm #

      Chi fa il riassunto in 5 righe vince gli scaldabagni rotti, ma in buono stato.

      • caramelleamare gennaio 23, 2012 a 1:08 pm #

        Neanche a farlo apposta Ramonpoldo Reiner, qua sotto, ha sintetizzato in un solo rigo tutti i commenti. E un giorno prima che tu lo chiedessi !

  16. Ramonpoldo Reiner gennaio 19, 2012 a 5:59 pm #

    Maledetta Area C, ovvio che avrebbe destabilizzato un po’ tutti.

  17. Nicola gennaio 20, 2012 a 12:47 am #

    Non so chi l’ha scritto, ma bellissimo post.
    Bravo/a veramente, mi è piaciuto. Secco, conciso con scene chiare, decedente ma mi è piaciuto. il giangi un po’ meno.

    • caramelleamare gennaio 22, 2012 a 1:03 am #

      L’ha scritto Ema, uno di quei tipetti con i complessi d’inferiorità che vorrebbero essere i nuovi Patrick Bateman italiani, ma al massimo apriranno una ferramenta.

      • Nicola gennaio 22, 2012 a 4:18 pm #

        infatti mi sembrava anche a me. le ferramenta se ben gestite rendono.

  18. caramelleamare gennaio 20, 2012 a 6:09 pm #

    Ema secondo me sotto sotto ti garba La Settima Bibitara.

  19. Studio legale Porci & Cane gennaio 20, 2012 a 7:12 pm #

    Cristo!

  20. caramelleamare gennaio 21, 2012 a 11:40 am #

    Ieri sera ho visto la prima parte di Full Metal Jacket e, caro Kubrik, non ci siamo.
    E’ tutto un clichè. I personaggi è come se non esistessero sommersi da 40 minuti di monologo di un pazzo e per quel poco che si fanno vedere sono stereotipatissimi.
    Poi se un film si giudica anche per la sua riveibilità posso dire che stasera preferirei vedere qualsiasi altra cosa piuttosto che Full Metal Jacket che m’è sembrato piu la sbobinatura di un mologo che poteva tranquillamente rimanere su carta, che un film. 40 minuti di pellicola sprecata, che potevano essere 2 visto che si ripete la solita scena per una ventina di volte, e la conferma che la gente non capisce un cazzo.

  21. oiraM gennaio 28, 2012 a 10:28 pm #

    To whom it may concern

    This website is destined to people with IQ below average, if you know what that means, you slow fuckers… Anyhow I could not read the whole thing, not even one-tenth of it, to be more precise… Matter of fact I just skimmed through this shit.
    I will leave you with the following statement:” You will die without knowing that you’re alive. The sad thing is that you can not understand this metaphor”.

    E, come dixemo in Veneto:” A gavì tanto bon tempo!”
    Ciao, ritardati!

    • sgargabonzi gennaio 29, 2012 a 1:46 am #

      Sono completamente d’accordo, Mario! Un abbraccio! 😀

  22. chicca gennaio 31, 2012 a 9:18 pm #

    la foto nel post è fighissima, è il racconto che fa schifo

  23. primadonna febbraio 1, 2012 a 12:23 pm #

    Racconto interessante, foto meno, per la serie It il pagliaccio al club privè

    • sgargabonzi febbraio 1, 2012 a 2:46 pm #

      Primadonna, non mi cadere anche te nel classico errore: il pagliaccio è Pennywise, “It” è solo il nome del romanzo!

  24. primadonna febbraio 1, 2012 a 2:57 pm #

    Aiaiaiai hai ragione, mea culpa.ma in questo modo i più intenderanno

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: