Farla fuori

4 Mag

hankey1_264

Niente, è uscita questa notizia che in una scuola elementare del nord Italia, onde punire uno o più bambini responsabili di “inqualificabili atti” che avrebbero ridotto i bagni in condizioni indegne, il preside ha imposto a tutti gli alunni di provvedere loro stessi alla pulizia. Della serie: la sciocchezza di uno ricade per rappresaglia su tutti. La Montessori si starà rigirando nella camera criogenica. Un metodo educativo peregrino e un bel po’ drastico, ma non per forza inefficace. D’altronde sappiamo tutti come vanno fatte queste cose: ore di lezione investite a non parlare d’altro che del caso in questione, le maestre che si rivolgono al colpevole nell’ombra additandolo come il male assoluto, fino a convincere tutti che chi l’ha fatta fuori dal vaso ha fatto peggio che ammazzare Dio. Sarà allora che i bambini, plagiati nel bene, non vedranno l’ora di lapidare con le loro merendine il piccolo colonnello Mustard della situazione, quello che ha colpito nel locale bagno con una spranga e un candeliere di merda. Saranno il suo miglior amico o la fidanzatina a fare la spia e incastrarlo, oppure si consegnerà lui stesso alla giusta ed ecumenica umiliazione. Braccato dalla pubblica istruzione e schiacciato da un senso di colpa cosmico, consegnarsi alla vergogna di piazza sarà una liberazione. Un metodo educativo opinabile, certo, non per forza giusto e non scontatamente scorretto.
Di sicuro non vorrei essere nei panni di quel preside, che in queste ore sta ricevendo le più impietose critiche e pure qualche ventilata denuncia. Si sa che è sempre facile criticare qualcuno che deve assumersi responsabilità e prendere decisioni. E si sa anche che qualsiasi sarà la decisione, ci sarà qualcuno che si dichiarerà scontento. Dall’altro lato, forse il suo metodo non è così popolare in questi tempi di “politicamente corretto”.
Ma alla fine me lo chiedo anch’io: il preside ha operato una scelta saggia o no?
In questo momento ho solo in mente l’immagine di una ipotetica frugolotta di sei anni, col suo grembiulino rosa, una forcina di Poochie fra i capelli e che sogna di diventare una brava ballerina. E’ lì che gioca a strega-comanda-color con le amiche, quando la maestra la prende per mano e la porta via dal gruppo. Quindi l’accompagna nel locale bagno, le fa indossare un guantino della Spontex e le dice di fare un giochino: “Vedì quella cosa marrone? La devi prendere in mano e buttarla dentro al water”. E la frugolotta s’avvicina timorosa, impaurita, allunga la mano tremante trattenendo le lacrime e afferra la merda, la stringe nel pugno e i rivoli le escono fra le dita, con tanto di carotine mal digerite, chicchi di riso dei supplì delle nostre coscienze e linfonodi neoplastici intestinali che paiono dolcissimi chicchi d’uva pucciulina ma non sbranateli: sono linfonodi neoplastici! E quella bambina è lì, nel più religioso silenzio, con il personale docente e i bidelli che la osservano. Nell’operazione poi, un puntino marrone le schizza sul bavero del grembiulino, uno sulla punta del naso, un altro sul labbro inferiore. Talmente piccoli quei puntini che nemmeno lei se ne accorge. Intanto gli scienziati attorno prendono appunti. Fino a che la bambina (che chiameremo Ludovica Lumezzane Spal), sola in mezzo a tutti, scoppia in lacrime: “…bbbbbbbbbbbbbBBBBUUUUUUUUU!!!”. E’ allora che il preside, innervosito dal casino, esce dalla presidenza con un idrante potentissimo e glielo apre addosso per duecento minuti consecutivi. Lo fa per calmarla. Quando interrompe il getto, al posto di quella bambina trovano una matita.
Beh, c’ho riflettuto: penso che ad un preside a cui viene un’idea del genere dovrebbe essere imposto che quella merda fatta fuori dalla tazza se la debba raccattare lui con la bocca davanti ai figli in lacrime. E’ inutile far finta di niente: è ovvio che la merda l’ha fatta lui per masturbarsi con questo gioco dei bambini. Ci scommetto che, quando l’emergenza sarà rientrata, quello stesso preside vorrà essere presente quando i bambini vanno in bagno, con la scusa di vigilare che le loro deiezioni finiscano dentro la tazza. Furbetto!

Advertisements

116 Risposte to “Farla fuori”

  1. Pikkiomania maggio 4, 2010 a 3:17 am #

    bellissimo, concordo pure sulla conclusione! nel momento della merda e dei 200 minuti consecutivi ci ho visto momenti brodoliniani! per ringraziarti ti regalo una scena memorabile di Gigi La Trottola piccolo fiammiferaio: 

     

  2. acidshampoo maggio 4, 2010 a 3:39 am #

    Grazie Pikkiomania. Sono onorato del paragone con Brodolini, non merito tanto! Ah ok, scopro ora che Brodolini è roba mia.E allora c’è poco da fare: sono un facchinginius.Notevole Gigi La Trottola nel suo outing di disgrazie. A confronto il tamburino sardo è DJ Francesco! Bella di padella!

  3. ??? maggio 4, 2010 a 10:28 am #

    Poteva essere un pezzo perfetto se tu avessi omesso la parte compresa tra “dunque e accorge” SCHIFOSISSIMO! Però è troppo da te. Dovevo immaginare che non eri interessato alla pedagogia ma alla scatologia. E io che ti ho anche dato un parere professional!

  4. acidshampoo maggio 4, 2010 a 1:36 pm #

    Pallini, ho scansionato il testo e l’accorge l’ho trovato, ma il dunque no.Comunque della scelta di questo preside penso sinceramente tutto il male possibile. Insomma c’ho messo un interesse per la pedagogia, filtrata dal mio filtro principe: i polifosfati organici.

  5. acidshampoo maggio 4, 2010 a 1:41 pm #

    QUI un bel po’ di scene da Draquila – L’Italia Che Trema, il documentario della Guzzanti sul terremoto de L’Aquila e gli interessi di Berlusconi.

  6. acidshampoo maggio 4, 2010 a 1:43 pm #

    QUI il trailer in italiano di The Road, dal romanzo di Cormac McCarthy. Esce da noi il 28 maggio. Occhio che è il film più bello e deprimente della stagione.

  7. acidshampoo maggio 4, 2010 a 2:01 pm #

    QUI prime info sulla miniserie di Recchioni per la Bonelli. Sarà interamente a colori!

  8. acidshampoo maggio 4, 2010 a 2:14 pm #

    Ecco QUI un’altra velina che si butta in politica. Questa è passata dal camerino di Fede.

  9. Nicola maggio 4, 2010 a 9:01 pm #

    L’immagine della merda nel bavero, nel naso e nelle labbra è spettacolare, la bambina mi ricorda quella di caramelle amare che picchio’. C’ha una certa somiglianza.. quanto al preside invede, mi ricorda il mitico Susi.

  10. acidshampoo maggio 4, 2010 a 9:45 pm #

    > C’ha una certa somiglianza.. quanto al preside invede, mi ricorda il mitico Susi.Il mitico Susi non l’avrebbe mai fatto! C’avevo 12 anni e mi si scusò che il vicepreside Buracchi non aveva apprezzato la mia caricatura: “Certe persone non hanno il senso dell’umorismo”. E poi mi fece: “Non voglio censurare la tua creazione artistica, ma non ti riuscirebbe ad adattare quella caricatura ad un altro professore, magari l’Alvisi?”

  11. Nicola maggio 4, 2010 a 9:48 pm #

    Sì sì, in reltà è la Di Vito.. oggi l’ho vista, ancora cammina. Te lo suggerirì lui L’Alvisi?

  12. acidshampoo maggio 4, 2010 a 10:22 pm #

    > Sì sì, in reltà è la Di Vito.. oggi l’ho vista, ancora cammina. Te lo suggerirì lui L’Alvisi?Mi pare me lo mise fra i papabili e io lo scelsi. Non sapevo che, sei anni dopo, me lo sarei ritrovato a psicologia a supplicarmi di passagli il compito.La Di Vito quasi quasi domani vado a trovarla, visto che il mercoledì mi risulta faccia il tempo prolungato.

  13. giggi maggio 5, 2010 a 12:49 am #

    inefficcace no: inefficace. il finale m’ha fatto vomitare. e il falegname?

  14. acidshampoo maggio 5, 2010 a 1:48 am #

    QUI quasi rissa fra Sallusti e D’Alema a Ballarò.

  15. acidshampoo maggio 5, 2010 a 1:58 am #

    > e il falegname?Arriva arriva.

  16. ??? maggio 5, 2010 a 7:53 am #

    QUESTO è per Acid che so essere un grande estimatore di Pasolini

  17. acidshampoo maggio 5, 2010 a 11:37 am #

    Pallini, se tu avessi un figlio appena nato e tu lo dovessi lasciare a qualcuno per un pomeriggio, sceglieresti lo stimabile Pasolini che ha detto e fatto tante belle cose o l’inqualificabile Berlusconi? Sincera.

  18. ??? maggio 5, 2010 a 12:55 pm #

    Ti ho già risposto una volta. Lo lascerei a Pasolini, Lasciarlo a Berlusconi mai! Me lo trasformerebbe in velina o in tronista, ogni valore o  buon principio sarebbe offuscato da dio danaro, lo trasformerebbe in merce vendibile, comprabile pur di fare successo/ricchezza. Per lui sono tutti comprabili , non esiste la dignità dell’individuo. Non esiste il rispetto, la discrezione, l’onestà, la lealtà che sono cose in cui io credo fermamente.

  19. ??? maggio 5, 2010 a 1:02 pm #

    E a proposito di cultura vorrei ricordare che oggi è il 5 MAGGIO e Manzoni ci dice la sua Ei fu. Siccome immobile,dato il mortal sospiro,stette la spglia immemore… 

  20. ??? maggio 5, 2010 a 1:09 pm #

    Ricordo questa poesia come un incubo , non solo per averla imparata tutta a memoria alle superiori , ma anche perchè abbiamo passato ore ad analizzare quel EI FU… trovando tutte le sfumature e le intenzionalità possibili. Un po’ il Manzoni lo odiavo. Odiavo anche Napoleone.

  21. acidshampoo maggio 5, 2010 a 1:22 pm #

    > Ti ho già risposto una volta. Lo lascerei a Pasolini, Lasciarlo aBerlusconi mai! Me lo trasformerebbe in velina o in tronista, ognivalore o  buon principio sarebbe offuscato da dio danaro, lotrasformerebbe in merce vendibile, comprabile pur di faresuccesso/ricchezza. Per lui sono tutti comprabili , non esiste ladignità dell’individuo. Non esiste il rispetto, la discrezione,l’onestà, la lealtà che sono cose in cui io credo fermamente.Ok, detto questo ti chiedo: e invece dopo un pomeriggio con Pasolini? Tutto a posto?

  22. ??? maggio 5, 2010 a 1:36 pm #

    Io credo di sì

  23. Pinxor maggio 5, 2010 a 1:37 pm #

    >Pallini, se tu avessi un figlio appena nato e tu lo dovessi lasciare a qualcuno per un pomeriggio, sceglieresti lo stimabile Pasolini che ha detto e fatto tante belle cose o l’inqualificabile Berlusconi? Sincera.Questa domanda ti potrebbe qualificare come adiacente alla mentalità dell’esimio Cardinal Bertoni, occhio…

  24. ??? maggio 5, 2010 a 1:55 pm #

    Concordo con Pinxor…occhio!

  25. acidshampoo maggio 5, 2010 a 1:56 pm #

    Bertone o non Bertone, io trovo la risposta di Pallini profondamente ipocrita. Non facciamo finta di niente: un bambino che avesse passato un pomeriggio con Pasolini, non avrebbe avuto problemi di stitichezza per tutta la vita. Berlusconi invece, al massimo gli avrebbe regalato l’agenda e la penna stilografica di Forza Italia, che per quanto beni materiali, sono comunque valori molto più fondanti che averlo in culo da un vecchio merdaiolo come il Pierpa.

  26. Pinxor maggio 5, 2010 a 2:48 pm #

    Questa equazione che porta al risultato “Berlusconi meglio di quell’invertito del Pierpa” oppure “Pasolini finocchio terrore delle soffici natiche dei virgulti” purtroppo non posso avvallartela. Molto meglio andare a mignotte.Anzi, mi pare giusto riportarti l’arguto motto sentito da un tizio che pure teneva famiglia, che così si è espresso riguardo alle peripatetiche: “eeh ehe, quelle si beccano i soldi e anche il cazzo!!” (sottinteso:”meglio di così!…”)

  27. Pinxor maggio 5, 2010 a 3:08 pm #

    Realizzo che questa risposta con intento ironicamente polemico forse offende Pallini più dell’affaire Pierpa. Nel caso me ne scuso.

  28. ??? maggio 5, 2010 a 3:44 pm #

    Perbacco Pinxor, tu non sei di questo mondo! Mai nessuno qui mi aveva usato tanto riguardo che ne son persin commossa. Colgo senza alcun dubbio la vena ironicamente polemica e apprezzo.

  29. ??? maggio 5, 2010 a 3:50 pm #

    Riguardo a Pier Paolo Pasolini io credo sia stato una persona di un’intelligenza straordinaria , ma anche di sensibilità e umanità eccellente. Era sicuramente un animo tormentato. Pieno di malessere e anche disadattato nel vivere questo mondo. Oltre che omosessualeChe ti devo dire Acid? Mi fa molta più paura l’ignoranza del potere che il malessere e l’omosessulaità  di una persona colta ed intelligente.

  30. ??? maggio 5, 2010 a 3:53 pm #

    Poi io non capisco, Acid Tu sei capace di provare tenerezza per il tipo delle anoressiche o per Pacciani  ed odio assoluto  per una persona come Pier Paolo Pasolini. Perchè?

  31. acidshampoo maggio 5, 2010 a 4:24 pm #

    QUI, il nuovo video di Max Gazzé.

  32. acidshampoo maggio 5, 2010 a 4:27 pm #

    Che c’entra? Il problema non è che Pasolini fosse un omosessuale, ma che fosse un pedofilo del cazzo muori figlio di puttana io t’ammazzo MUORIIIIIIII!I!!I!I!I!IISSDf43444f4FSHK233de3LSFSF2HL

  33. Pinxor maggio 5, 2010 a 4:29 pm #

    Ora non avvallo la tua espressione “odio assoluto”, cara Pallini. Non credo che Acid abbia un odio assoluto verso Pasolini. Credo che anche il suo intento fosse più che altro polemico. E non credo neanche che Pasolini fosse un disadattato-tormentato di suo; credo piuttosto che fosse la realtà di quel tempo – intrisa com’era di diktat e ipocrisie – a respingerlo e tormentarlo. E poi comunque non mi viene da dire che il “tormento” fosse il suo tratto distintivo come artista e intellettuale. Anche se ammetto che ho una conoscenza dell’argomento molto superficiale.

  34. gi? maggio 5, 2010 a 5:15 pm #

    >Berlusconi invece, al massimo gli avrebbe regalato l’agenda e la pennastilografica di Forza Italia, che per quanto beni materiali, sonocomunque valori molto più fondanti che averlo in culo da un vecchiomerdaiolo come il Pierpa. pfffff ahahahahahp.s. dopo questo post non credo farò figli.

  35. ??? maggio 5, 2010 a 6:10 pm #

    Ma scusa eh Già, semmai dopo questo post non dovresti più voler fare dei direttori. 

  36. ??? maggio 5, 2010 a 6:17 pm #

    Giggi, mi ha detto Cesarina che ha sentito Pinuccia e Marzia dire che hanno sentito dire che tu vai dicendo che tra noi è tutto finito.Io non so che stia succedendo ma tu sai  che attraverso il dialogo si possano superare difficoltà e trovare soluzioni.”Non buttare via così la speranza di una vita d’amore

  37. acidshampoo maggio 5, 2010 a 6:59 pm #

    Già, non ti preoccupare: Pasolini ha preso le sue ecumeniche bastonate e non è più un pericolo per i perinei dei nostri bambini. Resta solo da scovare tutti quelli di cui ha abusato in quegli anni. Gli abusati, cresciuti, non avranno perso tempo e chissà i perinei che staranno lappando mentre noi stiamo qui a non fare niente. Bisogna darci una regolata, ragazzi. Io inizio da Davoli. Te scova Garofalo.

  38. (andrea82) maggio 5, 2010 a 7:52 pm #

    non condivido per nulla.far sì che siano gli stessi bambini a pulire i bagni è una lezione di responsabilità.non capisco cosa poi ci sia di così terribile nel pulire un bagno. ho fatto lavori ben peggiori in vita mia e non mi sono mai sentito umiliato.

  39. (andrea82) maggio 5, 2010 a 7:55 pm #

     > Ti ho già risposto una volta. Lo lascerei a Pasolini, Lasciarlo a Berlusconi mai! Me lo trasformerebbe in velina o in tronista, che peccato che poi i tronisti siano un’invenzione di Maria De Filippi, esponente di una certa sinistra no? 

  40. acidshampoo maggio 5, 2010 a 8:06 pm #

    Andrea, non c’è niente di strano nel pulire il bagno. Mi pare invece fuori di testa che la preside, che probabilmente s’è vista Full Metal Jacket la sera prima, decida di imporre la regola che tutti pagano per la sciocchezza di uno. E, oltre a questo, tutto il previdibile armamentario da guerra psicologica di cui parlo all’inizio del post. Mi pare di vederli.Se poi fossi il padre di un ragazzino che mi racconta che il preside ha deciso per lui che doveva raccogliere la merda di qualcun altro, farei casamicciola.

  41. ??? maggio 5, 2010 a 8:50 pm #

    Andrea ho detto tronista per citare un modello umano, così come le veline, sdoganato dalle tv private. ( Madonna però se Maria De Filippi è di sinistra voglio morire)Poi mi sembra di aver detto che potevo ammettere una giornata di pulizia generale come esperienza  ma non certo come punizione. Si impara con l’esempio , la regola viene acquisita vivendo ,le punizioni soprattutto se umilianti e immotivate, portano semmai all’ubbidienza passiva non alla presa di coscienza e all’interiorizzazione della regola.  

  42. acidshampoo maggio 5, 2010 a 9:35 pm #

    QUI il trailer (quello vero, non il vecchio fake) di Machete, il nuovo film di Rodriguez in uscita questa estate. Gran bel trailer. Tra l’altro sembra un complotto per far impazzire il Marinaio!

  43. ??? maggio 5, 2010 a 9:37 pm #

    Pinxor, su consiglio di Acid, ho visto il tuo corto ” Affollata solitudine” e mi ha emozionato tantissimo. Mi sono piaciute tanto le associazioni mentali tra lo stato fisico e quello psicologico. Di grande impatto il gioco degli specchi fatto anche con le posate. Molto comunicativa la ragazza. Il titolo è perfetto e io sono riuscita proprio a sentirlo il suo malessere, la sensazione di solutudine e l’errata percezione del sè. Guarda, pure la musica era azzeccata e contribuiva a dare forza a tutte le sensazioni rappresentate.Bravo! Davvero bravo!Ora guarderò anche gli altri.

  44. Nicola maggio 5, 2010 a 9:43 pm #

    Mi sa che il film di Rodriguez potrebbe piacermi.. ah, la Di Vito bisognerebbe chiamarla se hai il numero magari contattala

  45. gi? maggio 5, 2010 a 10:14 pm #

    >Ma scusa eh Già, semmai dopo questo post non dovresti più voler fare dei direttori.Ma tanto i direttori li farebbe qualcun’altro.> ( Madonna però se Maria De Filippiè di sinistra voglio morire)Io invece voglio morire perchè è di sinistra Travaglio.>Già, non ti preoccupare: Pasolini ha preso le sue ecumeniche bastonatee non è più un pericolo per i perinei dei nostri bambini.Io mi preoccupavo per i direttori, non per Pasolini.

  46. ??? maggio 5, 2010 a 10:30 pm #

    Già, Travaglio non è di sinistra, fa semplicemente il giornalista. Solo che tra tutti questi finti giornalisti servi del padrone non riusciamo a riconoscerlo e rispetto a ciò che dice del  potere e al suo modo di fare inchieste ed interviste ci sembra un sovversivo.  Fa solo del sano e libero giornalismo.

  47. Pinxor maggio 5, 2010 a 11:50 pm #

    >Bravo! Davvero bravo!Molte molte grazie, sono estremamente lusingato

  48. gi? maggio 5, 2010 a 11:53 pm #

    >Già, Travaglio non è di sinistra, fa semplicemente il giornalista. Se è per questo la De Filippi fa semplicemente la presentatrice, anche se di programmi che io trovo insulsi.Alla storia DEL padrone io non credo. I padroni, piuttosto. Ai finiti giornalisti invece ci credo. Travaglio è un giornalista come tutti gli altri, che ha dimostrato più volte di non essere obiettivo. Report è giornalismo sano. Comunque il mio era un modo, probabilmente sbagliato, di dire che rappresentanti della sinistra che non mettano la voglia di suicidarsi io non ne vedo. Se invece tu si, mi faresti un enorme favore a elencarli.

  49. mato maggio 6, 2010 a 1:06 am #

    rappresentanti della sinistra che non mettano la voglia di suicidarsi ionon ne vedogià, mettiamola così: rappresentanti di destra che non mettano voglia di ucciderli ne vedi?

  50. acidshampoo maggio 6, 2010 a 1:58 am #

    Comunque la Maria De Filippi m’ha sempre messo in una posizione scomoda. E’ responsabile dei peggio programmi possibili, eppure lei è parecchio ma parecchio meglio della roba che presenta. Penso che ci creda zero a quella roba, ma sia lì solo per comodo. Il che non la giustifica eh. Ma guai a confonderla con gente arida tipo la D’Urso o la Perego. E’ innegabile che Maria abbia profondità e sensibilità, dolcezza e comprensione nonostante il vocione. Penso che staremmo troppo bene io e lei in un lettone a parlarci all’imbrunire mentre fuori c’è la rivoluzione, noi due senza soldi e responsabilità, con in tasca solo sogni. Forse me ne sono innamorato.

  51. gi? maggio 6, 2010 a 2:02 am #

    > già, mettiamola così: rappresentanti di destra che non mettano voglia di ucciderli ne vedi?No. E allora?

  52. ??? maggio 6, 2010 a 6:51 am #

    “che rappresentanti della sinistra che non mettano la voglia di suicidarsi io non ne vedo”Hei , non dimentichiamoci di Vendola!

  53. ??? maggio 6, 2010 a 6:57 am #

    “Penso che ci creda zero a quella roba”Acid a me una che fa una cosa in cui non crede, ma la fa con tutta quella convinzione (e si diverte pure perchè si vede che si diverte) e lo fa, credo, solo per vil danaro?, successo?, nepotismo?( non dimentichiamoci di chi è moglie!), mi fa ancora più orrore.Io mi vanto di non aver mai visto un suo spettacolo, dove con tutta quella sua sensibilità nessuna delle persone che passano è trattata da persona. Son tutte macchine da spettacolo. Ridicolizzate, denigrate, sottoposte a giochi al massacro.  

  54. giggi maggio 6, 2010 a 9:18 am #

    tante parole purché l’amara verità non venga a galla: acid fu abusato (dalla madre)

  55. (andrea82) maggio 6, 2010 a 10:43 am #

     > Comunque la Maria De Filippi m’ha sempre messo in una posizione scomoda.E’ responsabile dei peggio programmi possibili, eppure lei è parecchio ma parecchio meglio della roba che presenta. Penso che ci creda zero a quella roba, ma sia lì solo per comodo. Il che non la giustifica eh. Ma guai a confonderla con gente arida tipo la D’Urso o la Perego. E’ innegabile che Maria abbia profondità e sensibilità, dolcezza e comprensione nonostante il vocione. Penso che staremmo troppo bene io e lei in un lettone a parlarci all’imbrunire mentre fuori c’è la rivoluzione, noi due senza soldi e responsabilità, con in tasca solo sogni. Forse me ne sono innamorato.no no, la D’Urso è un chilometro sopra la de filippi.

  56. chiara maggio 6, 2010 a 11:51 am #

    bello Acid,eppure pare sia consuetudine ragionare così “la birbonata di uno o di pochi verrà pagata dalla classe intera”…a me è successo parecchie volte anche ai tempi delle superiori…una rabbia!

  57. chiara maggio 6, 2010 a 11:53 am #

    approfitto per salutare te Acid, Fox, Caramelle, Pallini…tutti. mi fa molto piacere tornare qua sullo Sgargabonzi.

  58. gi? maggio 6, 2010 a 12:10 pm #

    >Hei , non dimentichiamoci di Vendola!Grazie Pallini! Ora scusa ho un cappio da preparare.

  59. Chi? maggio 6, 2010 a 12:52 pm #

    …Con le mani di marmellata, i bambini frignano in castigo,dove il castigo è senza colpa…chiedo di essere brillo per dimenticare tutto l’insulso, chiedo un destino rocambolesco. Qui niente di nuovo…

  60. acidshampoo maggio 6, 2010 a 2:35 pm #

    > approfitto per salutare te Acid, Fox, Caramelle, Pallini…tutti. mi fa molto piacere tornare qua sullo Sgargabonzi.Ci sei mancata, te possino. Giusto per recuperare il tempo perduto, ti segnalo QUESTA intervista sulla nuova miniserie a cui dovrai fare spazio fra gli scaffali della tua cameretta, magari disfacendoti dei libri e dei dvd del tuo Cristicchi di merda. Eccolo QUI in un momento retoric-rock al concerto del primo maggio. Dapicchiallo! Forza difendilo, abbi il coraggio…Ah, Cassidy esce dopodomani.

  61. acidshampoo maggio 6, 2010 a 2:43 pm #

    > …Con le mani di marmellata, i bambini frignano in castigo,dove ilcastigo è senza colpa…chiedo di essere brillo per dimenticare tuttol’insulso, chiedo un destino rocambolesco. Qui niente di nuovo…La riconosco! E’ una citazione del Mussolini intimista!

  62. ??? maggio 6, 2010 a 6:21 pm #

    Chiara ciao , che piacere, quanto ci sei mancata. Non puoi più abbandonarci  ora.

  63. ??? maggio 6, 2010 a 6:23 pm #

    “Ora scusa ho un cappio da preparare”. Già, ma in che senso? Non dirmi che non apprezzi il Nichi. E se non lo apprezzi voglio assolutamente conoscerne il motivo.

  64. ??? maggio 6, 2010 a 9:53 pm #

    Ma Giggi allora sei veramente arrabbiato con me.Perchè?

  65. acidshampoo maggio 6, 2010 a 11:56 pm #

    Giggi, io non sono noto per essere stato abusato da mia madre, bensì per abusare di dura madre, nel senso che ho troppo cervello. E’ un dettaglio ma cambia.

  66. giggi maggio 6, 2010 a 11:59 pm #

    siete tutti nichilisti. però ricordatevi: chi semina vendola raccoglie tempesdola

  67. caramellemare maggio 7, 2010 a 12:36 am #

    “ho fatto lavori ben peggiori in vita mia e non mi sono mai sentito umiliato”   beato te, io mi sento umiliato qualsiasi lavoro faccia o abbia fatto. poi impari un po a fare finta di niente, ma vorrei che non mi vedesse mai nessuno in nessun caso

  68. acidshampoo maggio 7, 2010 a 1:19 am #

    > “ho fatto lavori ben peggiori in vita mia e non mi sono mai sentito umiliato”  beato te, io mi sento umiliato qualsiasi lavoro faccia o abbia fatto.poi impari un po a fare finta di niente, ma vorrei che non mi vedessemai nessuno in nessun casoTecnico di computer che va nelle case e installa periferiche tipo i tappetini per il mouse, le buste proteggi-monitor e le stufine elettriche vicino alla scrivania d’inverno. E’ troppo il lavoro per te. Immagino già il tuo biglietto da visita con il nome, il numero di telefono e le tariffe per la manodopera:tappetino – 1€busta monitor – 1€stufina – 1,5 €biglietto da visita – omaggio

  69. acidshampoo maggio 7, 2010 a 1:36 am #

    QUI video intervista ai Baustelle.

  70. acidshampoo maggio 7, 2010 a 2:15 am #

    QUI il trailer di un film in pieno stile anni ’80. Piacerà alla Fox.

  71. fatuwski maggio 7, 2010 a 3:39 am #

    …io, che c’entra, i bambini li rispettoma tipo gli adulticioèci sono anche i bambini-favamagari non è colpa loroo non è tutta colpa loroma se son faveocchiataccee ginocchiate sulle costolequando mamma non vedecome a tutti.Marco Travaglio NON è di sinistrae non vuole nemmeno passare per uno di sinistraal contrario dei nostri politici di sinistra.Paragonare i libri e le opinioni di Travaglio (inchieste) con la qualità dei personaggi degli show televisivi della De Filippi è indice di quanto tu possa essere obiettivo nell’affrontare questo argomento.

  72. acidshampoo maggio 7, 2010 a 11:45 am #

    Pazzesco. La corte marziale ha mandato a morte due soldati americani in Afghanistan per un video che hanno fatto. Dice: un video in cui torturano autoctoni afghani? No, per un video in cui ballano una canzone di Lady Gaga (QUI).

  73. chiara maggio 7, 2010 a 12:51 pm #

    QUI in un momento retoric-rock al concerto del primo maggio. Dapicchiallo! Forza difendilo, abbi il coraggio…non piace  nemmeno a me quel tipo di situazione…anche perchè tendenzialm genera modi di fare che proprio mi stridono agli occhi e al cuore, modi strafalcioni, quasi esasperati, che a me paiono fatti “tanto per”…e poi c’è una ragazza sul palco vestita di bianco, sembra una figlia dei fiori, che saltella felice, ecco non ho gradito.

  74. acidshampoo maggio 7, 2010 a 8:11 pm #

    QUI un bell’articolo di Michele Medda sul mestiere degli sceneggiatori di fumetti seriali. Ad uso, tra le altre cose, di aspiranti sceneggiatori.

  75. acidshampoo maggio 7, 2010 a 8:20 pm #

    QUI un monologo del bravo Ascanio Celestini che ha fatto incazzare Berlusconi.

  76. acidshampoo maggio 7, 2010 a 8:41 pm #

    QUI una voce sugli Oasis che se fosse vera sarebbe una ganzata.QUI il film che vuole girare Liam.

  77. acidshampoo maggio 8, 2010 a 1:46 am #

    QUI una bella video-intervista a Sergio Bonelli. C’è anche Paolo Bacilieri.

  78. acidshampoo maggio 8, 2010 a 1:55 am #

    Evvai! A sorpresa, trionfa ai David di Donatello “L’Uomo Che Verrà”, il bellissimo film di Giorgio Diritti. Flop invece per il sopravvalutato La Prima Cosa Bella, dato per favorito con 18 candidature. Tutti i premi QUI.

  79. ??? maggio 8, 2010 a 6:10 pm #

    Ecco qui , per colpa di Draquila, Bondi non va al Festival di Cannes.Questi comunisti come la gramigna sono!  

  80. ??? maggio 8, 2010 a 6:21 pm #

    Bellissimo il monologo di Ascanio Celestini. Il gran capo ha già sentenziato.QUI

  81. ??? maggio 8, 2010 a 6:27 pm #

    Vendola sfida la Chiesa.” Vorrei capire in cosa consiste il peccato quando si è nei dintorni dell’amore”QUI

  82. acidshampoo maggio 8, 2010 a 8:46 pm #

    A consolare Bondi ci pensa Renzo Martinelli, il regista citato nelle intercettazioni fra Berlusconi e Saccà e responsabile dei peggiori film italiani (non è un’esagerazione) degli ultimi dieci anni. Roba come Vajont, Carnera e Barbarossa, quello col cammeo del senatùr. Tutti kolossal da milioni di euro, non uno che si sia avvicinato minimamente a riportare quei soldi a casa. Il prossimo è QUESTO. Sarò contento Calderoli.

  83. ilmarinaio maggio 9, 2010 a 9:32 am #

    ué!  per due giorni riavrò internet funzionanante e ne approfitto.1)  il trailer di Machete era questo?   si, m’ha fatto impazzire.  2)   sceglieresti lo stimabile Pasolini che ha detto e fatto tante belle coseo l’inqualificabile Berlusconi?no, anch’io lo lascerei a Pasolini.  Pasolini effettivamente faceva cose che oggi lo porterebbero in galera. ma negli anni ’50-60 si poteva ammazzare la moglie adultera, si poteva trombare la “serva di casa”, mentre non era ammesso fare l’obbiettore di coscienza (si andava in galera) o dichiararsi pubblicamente omosessuali.  credo insomma che è difficile da oggi giudicarlo.  oggi uno che “andasse a ragazzini” andrebbe giustamente in galera. per quello che ne so io comunque erano sedicenni e appartenevano già al mondo della prostituzione.  magari anche per loro era l’unico modo accettabile per vivere l’omosessualità.

  84. ilmarinaio maggio 9, 2010 a 9:41 am #

    E non credo neanche che Pasolini fosse un disadattato-tormentato di suo; credo piuttosto che fosse la realtà di quel tempo – intrisa com’eradi diktat e ipocrisie – a respingerlo e tormentarlo. E poi comunque nonmi viene da dire che il “tormento” fosse il suo tratto distintivo come artista e intellettuale. Anche se ammetto che ho una conoscenza dell’argomento molto superficiale.il tratto distintivo di Pasolini, il filo conduttore dietro ai suoi film e libri, è il lamento per la fine del vecchio mondo contadino (coi suoi valori, i suoi riti) e la critica all’avanzare della società di massa, conformista e consumista, con la distruzione di tutto quello che nel mondo contadino c’era di buono.  distruzione non casuale e dovuta semplicemente al progresso, ma colpevole, con dei colpevoli ben precisi:  i gerarchi della DC, che lui dichiarò avrebbero dovuto essere processati in tribunale, perché avevano reso possibile l’imbarbarimento delle masse, lo strapotere della televisione e dei suoi modelli culturali.  guarda caso, trent’anni dopo la sua morte ci troviamo in un paese dove la politica è subordinata al potere televisivo, un paese inospitale, dove la gente si ammazza per una partita di calcio e ha come unico ideale il successo, da raggiungere con ogni mezzo possibile. un paese più barbaro della media degli altri paesi europei, che ha subito uno sviluppo più selvaggio, che ha perso più valori.

  85. fox in the snow maggio 9, 2010 a 10:17 am #

    >Ci scommetto che, quando l’emergenza sarà rientrata, quello stesso preside vorrà essere presente quando i bambinivanno in bagno, con la scusa di vigilare che le loro deiezioni finiscano dentro la tazza.Ma il preside di cui parli è unA preside.

  86. ??? maggio 9, 2010 a 12:34 pm #

    “per quello che ne so io comunque erano sedicenni e appartenevano già al mondo della prostituzione.”Marinaio concordo con ogni tua parola, solo questa frase mi lascia dell’amaro perchè in realtà serve solo a giustificare puttanieri e  abusatori di fanciulli e mettersi a posto la coscienza. Pasolini comunque non era il ricco e potente che usa e abusa a suo piacimento , lui stesso era un disperato tra disperati , lui era un perseguitato e aveva una sensibilità  che certo non gli faceva vivere bene quello che viveva. Era tanto sensibile da aver visto e denunciato cose inimmaginabili per quei tempi, come tu hai giustamente ricordato. Ha anche pagato per aver avuto il coraggio di dire scomode verità.

  87. ??? maggio 9, 2010 a 1:04 pm #

    “Ma il preside di cui parli è unA preside. “Quindi? Fox manca la  considerazione personale.

  88. ilmarinaio maggio 9, 2010 a 1:20 pm #

    Marinaio concordo con ogni tua parola, solo questa frase mi lascia dell’amaro perchè in realtà serve solo a giustificare puttanieri e  abusatori di fanciulli e mettersi a posto la coscienza. effettivamente è una brutta frase.  non volevo giustificare:  volevo solo dire che Pasolini non andava con quelli delle elementari né con quelli più piccoli, ma con dei ragazzi adolescenti. insomma, un neonato gliel’avrei affidato tranquillamente, per tornare all’esempio del Gori.  però prima forse gli avrei detto:  “Occhio, eh!”.

  89. ??? maggio 9, 2010 a 1:44 pm #

    Acid, la mannaia della censura si abbatterà anche su di noi! QUI la fine dei blog

  90. ??? maggio 9, 2010 a 7:05 pm #

    Scena dal film “I cento passi”

  91. fox in the snow maggio 9, 2010 a 11:14 pm #

    >”Ma il preside di cui parli è unA preside. “Quindi? Foxmanca la  considerazione personale.Niente, semplicemente che l’aspetto sessuale e morboso della vicenda lo vedrei più plausibile nel caso in cui il preside fosse stato maschio.

  92. giggi maggio 10, 2010 a 12:16 am #

    lancio il quiz. happyfamily o cosavogliodipiù?

  93. acidshampoo maggio 10, 2010 a 4:25 am #

    Happy Family, direi. Soldini è da un pezzo che ha iniziato a starmi pericolosamente sui coglioni, specie nei film in cui cerca di fare l’Almodovar, che per me è IL MALE.

  94. acidshampoo maggio 10, 2010 a 5:28 am #

    > Scena dal film “I cento passi” Bella. Ti replico con QUESTOvideo qua, di un film che non ho visto ma da questa scena m’ispira damatti. Diciamo che è un raro tipo nouvelle vague che approvo. Tu per caso l’hai visto?

  95. dnarossonero maggio 10, 2010 a 6:35 am #

    Ciao Ale. Sono Fabio come vedi ho mantenuto la mia promessa di venire a far visita sul tuo bel Blog alternativo. Mi ricordavo di questo post, me lo avevi raccontato anche se dal vivo rendeva meglio.  Parere mio. La punizione inflitta è stata ingiusta perchè lesiva della dignità dei bambini. Io avrei fatto causa per molte migliaia di euro fossi stato i genitori. Se non saltava fuori il colpevole era più giusta una punizione come rapporto di classe o rinunce varie come gite eventi e via dicendo. Siccome questo è un blog alternativo vorrei fare un bel post, o darlo a te da postare se potrai sugli snervanti pranzi in famiglia fra parenti della domenica e delle controindicazioni tremende che si portano dietro.   

  96. ??? maggio 10, 2010 a 1:44 pm #

    Bella. Ti replico con QUESTOvideo qua, di un film che non ho visto ma da questa scena m’ispira damatti. Diciamo che è un raro tipo nouvelle vague che approvo. Tu per caso l’hai visto?Non te la meriti una risposta

  97. (andrea82) maggio 10, 2010 a 1:53 pm #

     > La punizione inflitta è stata ingiusta perchè lesiva della dignità dei bambini.tutti i giorni milioni di inservienti puliscono miliardi di bagni in tutto il mondo.sono dignito-lesi anche loro?

  98. acidshampoo maggio 10, 2010 a 3:34 pm #

    > tutti i giorni milioni di inservienti puliscono miliardi di bagni in tutto il mondo. sono dignito-lesi anche loro? Ma il loro è un lavoro e sono pagati per farli. Che uno costringa mio figlio a pulire il cesso della sua scuola elementare, è tutto un altro paio di maniche.

  99. acidshampoo maggio 10, 2010 a 3:39 pm #

    Ciao Dnarossonero, sono felice di trovarti da queste parti! Grande che hai mantenuto la promessa, di solito la gente promette ma poi gli fatica anche a scrivere un commento. Che poi te, con la tua logorrea e il tuo fiume d’idee (ma dissento su Melita Toniolo), qua potresti trovarti bene. Che qua il meglio non sono i miei post, ma i thread di commenti a seguire, che ti consiglio. Sul discorso punizione: secondo era meglio se il preside provvedeva ad una punizione più leggera e meno scenografica, come per esempio iniettare una (piccola) bolla d’aria nelle vene di questi bambini.

  100. fox in the snow maggio 10, 2010 a 4:26 pm #

    >Ma il loro è un lavoro e sono pagati per farli. Che uno costringa mio figlio a pulire il cesso della sua scuola elementare, è tutto un altro paio di maniche.Giusto. E poi, alzi la mano il maschio che in questo blog ha mai pulito il proprio cesso, tantomeno un cesso pubblico (perché questo è, il bagno di una scuola).>Siccome questo è un blog alternativo vorrei fare un bel post, o darlo a te da postare se potrai sugli snervanti pranzi in famiglia fra parenti della domenica e delle controindicazioni tremende che si portano dietro.A questo proposito consiglio questa canzone qua.

  101. (andrea82) maggio 10, 2010 a 6:11 pm #

     > Ma il loro è un lavoro e sono pagati per farli. Che uno costringa mio figlio a pulire il cesso della sua scuola elementare, è tutto un altro paio di maniche.cosa cambia? i bambini scoprono che i bagni non si puliscono da soli per magia ma che c’è qualcuno che lo fa che merita rispetto quanto loro.

  102. ??? maggio 10, 2010 a 6:39 pm #

    Ma via Andrea , sembra tu non voglia capire, è l’ usare la pulizia dei bagni come punizione che è messo in discussione qui. Oltre al fatto che la scuola deve anche tutelare il minore e proteggerlo da malattie, incidenti e quant’ altro. Non mi sembra igienico far fare un lavoro del genere ad un bimbo. Non possiamo nemmeno far lavare i denti dopo il pasto per timore che possano infettarsi in qualche modo. Noi siamo responsabili penalmente di ciò che avviene ai bambini. Sul concetto di punizione e sull’interiorizzare alcune regole  mi sono già espressa, non mi ripeterò.

  103. acidshampoo maggio 10, 2010 a 6:58 pm #

    No no, io mi fermo prima: non mando mio figlio a scuola perché qualcuno lo costringa (per qualsiasi motivo sia) a pulire i cessi della stessa, per giunta come punizione per la sciocchezza di qualcun altro. Non è competenza né dei professori né nel preside. Tutto giusto quanto dici, niente di disonorevole nel pulire un bagno, ma devono essere i genitori a decidere come e quando e perché di robe così.

  104. (andrea82) maggio 10, 2010 a 7:39 pm #

    non condivido per niente.la scuola deve formare sotto tutti i punti di vista e non sono assolutamente d’accordo sul fatto che una punizione non sia educativa, soprattutto se collettiva. 

  105. ??? maggio 10, 2010 a 7:56 pm #

    Forse, Andrea,  non hai studiato pedagogia, forse non sei un educatore, forse non sei un insegnante.Comunque credo che ognuno sia libero di educare i propri figli come crede. Gli educatori della scuola pubblica invece devono essere preparati e formare cittadini coscienziosi, liberi, consapevoli. Studiare da educatore avrrà qualcosa no? Poi per parlare, possiamo parlare tutti.

  106. ??? maggio 10, 2010 a 7:58 pm #

    Studiare da educatori varrà qualcosa no?Scusate l’errore

  107. acidshampoo maggio 10, 2010 a 8:16 pm #

    > la scuola deve formare sotto tutti i punti di vistaNon è che questo “dogma” sia il semaforo verde perché un preside possa imporre qualsiasi cosa che ritenga “educativa”. > e non sono assolutamente d’accordo sul fatto che una punizione non sia educativa, soprattutto se collettiva.Io non mi pongo nemmeno il problema se sia educativa o no, mi fermo prima trovando atroce un sistema del genere. “Chi è stato? Non viene fuori? Puniti tutti fino a che qualcuno non dice chi è stato o il colpevole non si dichiara tale”. Un giochino tremendo di guerra psicologica (agita dall’alto verso il basso tra l’altro!) che nella storia credo che abbia tirato fuori solo il peggio da chi ne era vittima.

  108. (andrea82) maggio 10, 2010 a 9:09 pm #

     > Forse, Andrea,  non hai studiato pedagogia, forse non sei un educatore, forse non sei un insegnante.la pedagogia moderna ci sta regalando giovani fan di fabrizio corona.  contenta tu.Comunque credo che ognuno sia libero di educare i propri figli come crede. Gli educatori della scuola pubblica invece devono essere preparati e formare cittadini coscienziosi, liberi, consapevoli.e come, con le prediche? Studiare da educatore avrrà qualcosa no? Poi per parlare, possiamo parlare tutti. qualcosa ho studiato di pedagogia, sono diplomato al liceo sociopsicopedagogico e ho sostenuto un esame da 9 cfu di pedagogia generale all’università di perugia. averla studiata no significa condividerla.

  109. fox in the snow maggio 11, 2010 a 12:20 am #

    >cosa cambia? i bambini scoprono che i bagni non si puliscono da soli permagia ma che c’è qualcuno che lo fa che merita rispetto quanto loro. Messa così mi piace già di più, ma penso che in pratica poco conti, perché tanto il 99% delle cose i bambini se le dimenticano, e quello che non dimenticano non è che lo capiscono. Secondo me c’è anche poco vero pensiero pedagogico sotto, secondo me qua è una questione di potere, di poter fare qualcosa, secondo la logica antiquata delle punizioni esagerate che poco hanno a che vedere con la pedagogia. >la scuola deve formare sotto tutti i punti di vista e non sono assolutamente d’accordo sul fatto che una punizione non sia educativa, soprattutto se collettiva.Ma in che modo il singolo bambino impara da una punizione inflitta a tutti? Secondo me impara solo che la vita è in giusta e che a volte si pagano gli errori degli altri.

  110. ??? maggio 11, 2010 a 7:49 am #

    la pedagogia moderna ci sta regalando giovani fan di fabrizio corona.  contenta tu.No, quella è la televisione Credo che gli errori nell’educazione moderna siano dovuti al fatto che si dicano pochi no ai bimbi. Le regole ci devono essere e devono essere ben chiare. Non si educa con punizioni sommarie ed incomprensibili. Si educa con l’esempio, con il rispetto e a volte anche con le punizioni, ma mirate, motivate, sensate. Una punizione umiliante e incomprensibile porta solo a covare sentimenti di rivalsa e di frustrazione, Puoi star sicuro che il bambino educato così tenterà tuttal a vita di trasgredire e fottere il potere qualunque esso sia. E avrà dentro di sè una rabbia molto pericolosa da gestire.Andrea te lo dico anche per esperienza, non solo per gli studi fatti.

  111. ??? maggio 11, 2010 a 7:53 am #

    Per fottere il potere intendevo il fatto che l’individuo  tenderà sempre a vedere le regole come leggi dettate da un potere incomprensibile ed incompreso che va solo trasgredito. Non certo come qualcosa di condiviso e giusto Io faccio riordinare la classe, pulire dove sporcano e fare attenzione a rispettare sempre il lavoro degli altri. Non è una punizione , è semplicemnete un dovere civile. Credo di educarli così.

  112. caramelleamare maggio 13, 2010 a 11:53 pm #

    calci nel culo e ancora calci nel culo. e se non capiscono, calci nei denti

  113. caramelleamare maggio 14, 2010 a 9:30 am #

    Ma nessuno s’è accorto che l’immagine si questo bellissimo post è il nostro miglior amico da sempre!? Il simpaticissimo meglio noto come Mr Hankey di South Park

  114. caramelleamare maggio 15, 2010 a 12:36 am #

    E’ sempre un piacere leggere la tua versione delle cose. Per quanto uno la possa pensare come te, nel momento in cui capisce quale motore c’è dietro a certe affermazioni viene trasportato verso un approfondimento naturale della questione. Nel caso specifico si è rinvigorito e rafforzato con ulteriori sfumature il senso di disgusto e di rabbia nei confronti di quella paciosa e normalissima persona che è la preside. Un mostro, nella circostanza, come tanti altri al quale viene concesso il LUSSO che il suo gesto sia oggetto di varie interpretazioni. Quando invece, e c’avrei scommesso l’osso del collo che nella discussione avresti dovuto tirare fuori questo epiteto, “basta fermarsi prima” per vedere con la giusta lente la faccenda. E forse anche fermarsi in un posto un po diverso dal solito.

  115. VARUNA giugno 20, 2010 a 2:53 am #

    Veramente attuale come argomento sei riuscito a cogliere proprio il senso di certa gente…che dovrebbe avere in bocca sempre e comunque merda. Almeno avrebbe qualcosa di concreto da vomitare e non avrebbero tempo di partorire idee balzane sul modo di educare

  116. Selena novembre 1, 2012 a 1:00 pm #

    “Braccato dalla pubblica istruzione e schiacciato da un senso di colpa cosmico, consegnarsi alla vergogna di piazza sarà una liberazione. Un metodo educativo opinabile, certo, non per forza giusto e non scontatamente scorretto.”…Oh Acid, allora anche tu fai parte della schiera di bambini pubblicamente umiliati, abbiamo qualcosa in comune. 😦

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: