La parabola dell’ospitalità

15 Dic

lacasanellaprateria_240

Nella vita si vive per un determinato numero di anni e sgarrare è difficile. Nella stessa vita a cui abbiamo accennato poche righe fa, può capitare di ricevere a casa propria alcune persone, che siano essi amici, il vicino di casa, una gang di cognati, quelli del censimento o il Papa per la benedizione pasquale. Sembra incredibile, ma può capitare anche più volte in una stessa vita. E’ fisiologico che la prima volta che apriremo la porta di casa a qualcuno, vivremo un certo grado di tensione, financo di paranoia, nel dimostrargli degna ospitalità, cortesia, conforto e più ampio parcheggio all’ingresso possibile. Avremo qualche speranza di conquistarne la fiducia solo se tutto sarà perfetto, se l’ospite si sentirà gradito e grandemente considerato. Dovremo metterlo a proprio agio, che non si avverta straniero in terra straniera ma che si senta “come fosse a casa propria”. E nel caso in cui la nostra ospitalità riuscirà a sedurre il convenuto e vincere ogni sua iniziale prudenza, sarà fisiologico che le volte successive ci si comporterà in maniera, non dico sguaiata, non dico maleducata, non dico irrispettosa, ma almeno un pochino più rilassata ragazzi! Saremo sempre tesi, ma ogni volta un pochino meno della precedente e l’incontro ne guadagnerà in rilassatezza e spontaneità, senza che l’ospitalità ne soffra.
D’altronde la parabola dell’ospitalità parla chiaro. La tracciò nel 1889 il biologo Carlo Linneo, pisciando sul muro della birreria da cui era appena uscito. Potrei mostrarla scientificamente, ma fidatevi se scientificamente ve la riassumo: va in giù. Nel senso che se la prima volta che uno entra in casa tua non hai fatto altro che pensarci tutto il trimestre precedente perché la cosa ti faceva stare in apprensione (“sarò all’altezza della situazione?”), una volta che sai che quella persona si fida di te e si sente a proprio agio, puoi anche riceverla coi calzoni corti, col cappello da vescovo, non avere il Nano Ghiacciato ghiacciato a puntino e le pareti imbiancate di fresco. La rilassatezza nel ricevere qualcuno in casa tua è proporzionale al livello di confidenza che avrai con egli fino ad allora costruito.
La sfortuna vuole che nella vita si viva per un determianto numero di anni. Anno più, anno meno, difficile sforare significativamente dal numero medio di stagioni che compongono un’esistenza. Quello che ci si perde a non essere immortali non sono solo i lustri in più da vivere, ma soprattutto poter vedere cosa succederebbe nel proseguo del tratto discendente della parabola di Linneo. Se invece di cento anni, ne vivessimo diecimila, con tutta probabilità arriveremmo al punto che quando andassimo a trovare un’amica di antica data, questa sarebbe così esageratamente rilassata da riceverci nuda, lei e la sua famiglia di froci. Tutti nudi, non solo il seno, ma anche i genitali e il culo, quest’ultimo mostrato nelle posizioni più comodamente oscene e con le briciole di pane incastonate sulle chiappe dello zio che s’è seduto sul caminetto dopo le bruschette. E se hanno bisogno di cacare mentre si guarda la fiction sulla Callas, lo fanno lì, in scioltezza, davanti a te, discutendo amabilmente se la cantante lirica fu avvelenata da Papa Luciani o no. Nemmeno s’alzano dalla poltrona, ma vedi proprio la merda che si spalma fuori dal punto di contatto fra le chiappe e i guancialini con la foto dei pescherecci. Densa, tonica, uniforme, come uscisse da un tubetto di Spuntì e poi si puliscono il culo con strappi di Scottex che appallottolano e buttano a terra in un tripudio di rutti ai fegatelli. Nessuno si vergogna e anche tu sei invitato a spaparanzarti come vuoi. Così, se ti fa gola il cazzo a lumachino del capofamiglia che da piccolo ti faceva catechismo, ti ci puoi fiondare in allegria, senza chiedere, spompinandolo come se non ci fosse domani, anche per ringraziarlo per quel fatto del catechismo. E intanto la mamma avverte che ha sfornato la pizza e te ne serve una generosa porzione che tu la consumi nudo, bestemmiando e sculettando ridicolo per poi lasciarti crollare nel più croccante degli attacchi epilettici, quindi perdere i sensi e risvegliarti che stai facendo l’amore con l’anziana nonna di casa, la centenaria vedova Gilda Filastò, possedendola a pecora mentre ingurgiti insaccati con la buccia e strangoli il piccolo Egisto (tre mesi da compiere) per infoiarti di più. E se hai problemi d’erezione perché il volto della nonna non ha più un ovale perfetto, ecco che ci pensa il tuo miglior amico Gianni, che zitto zitto sorprendi a fare capoccella da sotto il tuo scroto, mentre ti lappa le palle e ti titilla il perineo, senza fartela pesare in alcun modo, ma anzi guardandoti da laggiù con quegli occhioni da gattina-furbetta-da-sculacciare perché non si vergogna a mostrare a te la sua parte più frocia e noi gli accarezzeremo la nuca sorridendogli perché anche noi non ci vergogneremo mai più di volerlo in culo davanti alla gente a cui vogliamo un mondo di vogliamoci troppo bene.
Che malinconia pensare che, se vivi solo ottant’anni, il massimo della libertà che puoi permetterti in casa altrui è di versarti un bicchiere di spuma al cedro, andare a pisciare o chiedere un foglio per prendere un appunto. Se invece davanti a noi avessimo una vita multimillenaria, per scopare una ragazza che ci piace basterebbe farsela amica per qualche migliaio di anni, fino a che verrà il momento che si farà possedere a scosciacapretta con pisciata in fica finale, magari sarà annoiata, forse pure un po’ seccata, ma però non ti denuncia perché dai, in fondo siete amici da millenni e mi fa troppo piacere che Ale si senta come fosse a casa sua. “Fai fai al culo! Se non ti scoccia io intanto ripasso questi maledetti logaritmi…”

Annunci

116 Risposte to “La parabola dell’ospitalità”

  1. acidshampoo dicembre 15, 2009 a 4:25 am #

    QUI Leona Lewis in una balorda cover degli Oasis.

  2. acidshampoo dicembre 15, 2009 a 4:31 am #

    QUI il trailer di Cabin Fever 2. Senza Eli Roth, regista della baldoria, pare un horroretto qualunque.

  3. ilmarinaio dicembre 15, 2009 a 7:27 am #

    a questa conclusione c’era arrivato anche Borges.  diceva che se si fosse immortali, immortali veramente, chiaramente si camperebbe all’infinito.  non moltissimi anni:  l’infinito.  campando infinitamente, non è che saremmo costretti, per la legge della probabilità, a fare molte cose, ma saremmo costretti a farle TUTTE.  per esempio, vivendo all’infinito, per forza una volta si farà una rapina, un’altra si diventerà papa, un’altra si cadrà dal motorino, etc..  ogni azione pensabile si dovrà farla, prima o poi, e così le nostre vite non avranno più senso.  il senso alle nostre vite infatti gli viene dal dover scegliere quale azione fare e quale non fare.  

  4. chiara dicembre 15, 2009 a 8:09 am #

    Che malinconia pensare che, se vivi soloottant’anni, il massimo della libertà che puoi permetterti in casaaltrui è di versarti un bicchiere di spuma al cedro, andare a pisciareo chiedere un foglio per prendere un appunto.hai ragione.comunque a me incuriosirebbe la possibilità di vivere all’infinito e provare la scioltezza nelle cose  …però solo ad una condizione,da un momento a un altro poter comunque farla finita. 

  5. chiara dicembre 15, 2009 a 8:17 am #

    acid, caramelle non risponde alla mia e-mail, forse è indispettito o fa il prezioso, fai qualcosa…

  6. acidshampoo dicembre 15, 2009 a 1:48 pm #

    > acid, caramelle non risponde alla mia e-mail, forse è indispettito o fa il prezioso, fai qualcosa…E’ incazzato, poi ti spiego.

  7. caramelleamare dicembre 15, 2009 a 2:10 pm #

    devo dire che anche io, per quanto sia sciatto, maleducato e non sopporti le buone manerie esagerate all’ospitalità ci tengo. e quando si mangia che la roba non manchi!in piu come ospitante preferisco calibrare l’ospitalità sull’ospitato anziche proporre un’ospitata standard per tutti. Se a uno gli piacciono le “rossana” per esempio le ordino mesi prima alla ditta per farmele consegnare il giorno stesso e se a un altro gli piacciono i neonati non ci sono problemi, ingravido una 9 mesi prima. basta saperle le cose gente, che si fa tutto!lo sai che acid, mi sarebbe paicuto partecipare a questo post sull’ospitalità. se ne riscrive un’altra versione insieme?

  8. acidshampoo dicembre 15, 2009 a 2:23 pm #

    Chi ha sentito il terremoto, un dieci minuti fa?

  9. acidshampoo dicembre 15, 2009 a 2:31 pm #

    > Se a uno gli piacciono le “rossana” per esempio le ordino mesi prima alla ditta per farmele consegnare il giorno stessoMesi prima per fartele arrivare preciso il giorno stesso! Complicatissimo! Ma che corrieri lenti usano alla Rossana S.r.l.?> lo sai che acid, mi sarebbe paicuto partecipare a questo post sull’ospitalità. se ne riscrive un’altra versione insieme? Ovviamente sì.

  10. acidshampoo dicembre 15, 2009 a 2:36 pm #

    La bella persona Fabrizio Corona ha insultato e minacciato la bella persona Barbara D’Urso in diretta. Godzilla contro Gamera. Sono troppo triste! QUI il video.Notare la replica al talco mentolato di una serafica D’Urso. Falsa come giuda.

  11. acidshampoo dicembre 15, 2009 a 2:43 pm #

    Caramelle, hai poi visto il finale di stagione di Dexter? Chettenepare? Una svolta prevedibile insieme ad un’altra inattesa e grossa. Per una volta non c’è il ritorno allo status quo.Invece non m’è piaciuta tanto l’ultima puntata di Nip/Tuck. Bellissimo il caso clinico, fra gli apici del politicamente scorretto mai toccati dalla serie, ma quanto è moscia questa storia del fratello di Sean che, oltretutto, spunta dal niente? Non c’è pathos e comunque non convince nemmeno la reazione di Sean quando lo ritrova, dopo averlo creduto morto.

  12. Pinxor dicembre 15, 2009 a 3:29 pm #

    >Chi ha sentito il terremoto, un dieci minuti fa?Terremoto??

  13. ilmarinaio dicembre 15, 2009 a 4:02 pm #

    Chi ha sentito il terremoto, un dieci minuti fa?io no, eppure abito praticamente in centro ad Arezzo

  14. lozissou dicembre 15, 2009 a 4:10 pm #

    Sono ora ospite di un ragazzo di campagna americano, giovane, gentile, ospitale. Almeno lo credevo. Mi fa subito: help yourself, feel free, you are like at home. Nel giro di due giorni, senza tanto stare a pensarci, gli ho svuotato frigo e credenze. Cazzo, sto stronzo s’è pure offeso! La gente proprio non sa ospitare.

  15. caramelleamare dicembre 15, 2009 a 4:16 pm #

    Una svolta prevedibile insieme ad un’altra inattesa e grossa. Per una volta non c’è il ritorno allo status quo.eh si, finalmente un cambiamento vero, secondo me preparato poco bene. ok la sorpresa, pero insomma boh, non ce la vedo molto in un gesto del genere e cmq non c’è stato accumulo di tensione prima. che poi no ho manco capito bene il motivo. Invece non m’è piaciuta tanto l’ultima puntata di Nip/Tuck. cazzo me ne so dimenticato! lo devo scaricaree l’utlima di californication chi l’ha vista?il finale non m’è dispiaciuto per niente, che poi quel rocket man usato in un film è  un’arma impropria. lo dovrebbero vietare perche m’abbassa il livello di critica.mi piace abbastanza quella soluzione anche se non so dove porta in concreto, ma credo da poche parti tranne risvolti forse nel loro rapporto.cmq questa rimane per me la stagione peggiore delle tre. mi lascia l’idea di una stagione un po sciatta, fatta puntata per puntata con poca unità stilistica che alla fine quando guardi la serie nel suo insieme diventa fondamentale.in ordine di preferenza: 2,1,3 con la uno da rivedere perche passibile di miglior giudizio.

  16. caramelleamare dicembre 15, 2009 a 4:20 pm #

    cazzo me ne so dimenticato! lo devo scaricareno, non lo devo scaricare, ce l’ho. la devo guardare è colpa della chiara che m’esaurisce

  17. caramelleamare dicembre 15, 2009 a 4:24 pm #

    io no, eppure abito praticamente in centro ad Arezzo??? o bischero, che cazzo c’entra?

  18. acidshampoo dicembre 15, 2009 a 5:06 pm #

    > eh si, finalmente un cambiamento vero, secondo me preparato poco bene.ok la sorpresa, pero insomma boh, non ce la vedo molto in un gesto delgenere e cmq non c’è stato accumulo di tensione prima. che poi no homanco capito bene il motivo.Aspetta, mi sa che hai frainteso il finale.[SPOILER]Lei non s’è suicidata, ma è stata ammazzata, probabilmente da Trinity vista la procedura. Immagino che nella prossima stagione, Dexter sarà pure nei casini per trovare un alibi.

  19. acidshampoo dicembre 15, 2009 a 5:51 pm #

    > a questa conclusione c’era arrivato anche Borges.  diceva che se sifosse immortali, immortali veramente, chiaramente si camperebbeall’infinito.  non moltissimi anni:  l’infinito.  campandoinfinitamente, non è che saremmo costretti, per la legge dellaprobabilità, a fare molte cose, ma saremmo costretti a farle TUTTE. Tutte tranne crepare, quello sarebbe il bello. Qua si tocca un argomento da panico (per me). Quando si chiacchiera di questa faccenda, c’è gente che dice di preferire di gran lunga il nulla eterno della morte all’esistere/sentire/rinascere senza fine, in questo mondo o da qualche altra parte, in qualsiasi forma sia. Io non riuscirò mai a capirla questa scelta qua. Io dico: meglio il peggio inferno che scomparire. E ti rispondono: “Eh ma se tanto scompari poi non non te ne accorgi”. E io: “Peggio ancora! Voglio accorgermene! Esserci!” Ma in quel modo non è scomparire. Insomma, tutto va bene, anche il girone dei filamentosi, ma possibilmente non di scomparire.Te come la pensi, Marinaio? Meglio esserci e patire o smettere d’esistere?

  20. acidshampoo dicembre 15, 2009 a 5:56 pm #

    QUI la TOP10 di Quentin Tarantino fra i film usciti nel 2009.

  21. acidshampoo dicembre 15, 2009 a 7:05 pm #

    Niente, a me QUEST’UOMO rimane sempre meglio…

  22. acidshampoo dicembre 15, 2009 a 7:59 pm #

    > e l’utlima di californication chi l’ha vista?Vista ora ora. > il finale non m’èdispiaciuto per niente, che poi quel rocket man usato in un film è un’arma impropria. lo dovrebbero vietare perche m’abbassa il livello dicritica.Più che altro bisogna meritarsela. Per me la storica sequenza di Nip/Tuck con Rocket Man in sottofondo è uno degli apici emozionali della mia vita di spettatore, quindi quando la ritrovo da altre parti c’è un precedente troppo grande per poterne uscire vivi. In ogni caso finale potabile. Niente di ché, ma non brutto.> mi piace abbastanza quella soluzione anche se non so doveporta in concreto, ma credo da poche parti tranne risvolti forse nelloro rapporto.Per me porterà pochissimi cambiamenti, magari qualcosa fra loro, ma poca roba. In ogni caso la prossima stagione non sarà certo ambientata in carcere. Anzi, penso che rivedremo Hank in libertà già dalla prima puntata. > cmq questa rimane per me la stagione peggiore delletre. mi lascia l’idea di una stagione un po sciatta, fatta puntata perpuntata con poca unità stilistica che alla fine quando guardi la serienel suo insieme diventa fondamentale.Non una stagione brutta, ma anche a me è sembrata la più statica delle tre, quella meno libera e con poco sguardo d’insieme. La tirano su Le Tre Grazie, veramente brave tutte e tre ma sfruttate molto meno di quanto avrebbero meritato (specie la figlia della Sarandon, stupenda). Runkle lo vorrei fuori da questa serie.> in ordine di preferenza: 2,1,3 con la uno da rivedere perche passibile di miglior giudizio. Anche per me. E sì, sono sicuro che la prima stagione oggi ci parrebbe meglio che ai tempi. Comunque la quarta stagione è stata confermata.

  23. ilmarinaio dicembre 15, 2009 a 8:38 pm #

    Te come la pensi, Marinaio? Meglio esserci e patire o smettere d’esistere?è meglio esserci e non patire.  se invece uno deve scegliere tra patire e morire, allora per me dipende da quale sia il patimento.  se il patimento è per esempio essere paralizzati dalla vita in giù, ok, meglio campare, si possono fare ancora diverse cose.  se è essere paralizzati dal collo in giù, già non lo so, riguardo a me.  bisognerebbe che trovassi il punto preciso, tra la cintura e il collo, che fa da discrimine.  

  24. ilmarinaio dicembre 15, 2009 a 8:41 pm #

    probabilmente sono LE POCCE…

  25. acidshampoo dicembre 15, 2009 a 8:44 pm #

    Aspetta Marinaio, io non parlavo di eutanasia ma mi riferivo a cosa uno vorrebbe ci fosse dopo la morte. C’è gente che ti dice che si augura che non ci sia niente (posizione che non mi riesce di capire). Io invece dico: piuttosto che smettere d’esistere preferisco che ci sia qualsiasi cosa, fosse anche il peggior inferno!

  26. ilmarinaio dicembre 15, 2009 a 8:51 pm #

    piuttosto che smettere d’esistere preferisco che ci sia qualsiasi cosa, fosse anche il peggior inferno!te sai già che io vorrei finire in un inferno come quello immaginato da Manfredi in Magico Vento.  poi anche qui, dipende da che si intende per “peggio”.  guarda che quelli peggio son brutti per davvero eh! per esempio c’è un inferno in cui chi ci finisce diventa un’emorroide nel culo di un politico corrotto e corruttore, puttaniere e mafioso. sta lì e non può fare niente altro, né esprimere idee, né comunicare, ma solo, tutto il giorno, assistere alla vita del politico, in tutte le sue forme ed espressioni

  27. chiara dicembre 15, 2009 a 9:04 pm #

    per esempio c’è un inferno in cui chi ci finisce diventa un’emorroidenel culo di un politico corrotto e corruttore, puttaniere e mafioso.sta lì e non può fare niente altro, né esprimere idee, né comunicare,ma solo, tutto il giorno, assistere alla vita del politico, in tutte lesue forme ed espressioni…forse preferirei il nulla anche se  mi terrorizza.

  28. chiara dicembre 15, 2009 a 9:08 pm #

    Sono ora ospite di un ragazzo di campagna americano, giovane,gentile, ospitale. Almeno lo credevo. Mi fa subito: help yourself, feelfree, you are like at home. Nel giro di due giorni, senza tanto stare apensarci, gli ho svuotato frigo e credenze. Cazzo, sto stronzo s’è pureoffeso!…ma pensa un po’!

  29. Daiana dicembre 15, 2009 a 9:38 pm #

    Te come la pensi, Marinaio? Meglio esserci e patire o smettere d’esistere?Io già lo sai come la penso… sono con te al mille per mille!

  30. caramelleamare dicembre 15, 2009 a 10:34 pm #

    Più che altro bisogna meritarsela. Per me la storica sequenza diNip/Tuck con Rocket Man in sottofondo è uno degli apici emozionalidella mia vita di spettatore, quindi quando la ritrovo da altre partic’è un precedente troppo grande per poterne uscire vivi.questo lo do per scontato Runkle lo vorrei fuori da questa serie.assolutamente si. ah gia, gli appioppasero anche un ruolo piu pesante, ha un bella presenza anche la “collini out”

  31. caramelleamare dicembre 15, 2009 a 10:39 pm #

    Lei non s’è suicidata, ma è stata ammazzata, probabilmente da Trinityvista la procedura. Immagino che nella prossima stagione, Dexter saràpure nei casini per trovare un alibi.ah ecco, l’ho padellato completamente. ma perche mi stava un po annoiando e spersvo finisse veloce. ho perso il filo. allora va gia meglioanche io infatti voglio vedere alla fine con tutti sti fili che ha tirato come fa a uscirne salvoTe come la pensi, Marinaio? Meglio esserci e patire o smettere d’esistere?Io già lo sai come la penso… sono con te al mille per mille!anche io assolutamente, al limite dopo tanto tempo nel mondo peggiore possibile se proprio non ci si fa ci s’ammazza. ma da qui scelgo l’inferno tutta la vita

  32. acidshampoo dicembre 15, 2009 a 11:21 pm #

    > Io già lo sai come la penso… sono con te al mille per mille! Secondo me l’aldilà esiste ma, per un broglio burocratico, te sarai l’unica a sparire.

  33. caramelleamare dicembre 15, 2009 a 11:25 pm #

    …forse preferirei il nulla anche se  mi terrorizza.ma come!?!? cosi sarebbe risolto il probelma piu grande della vita umana. la paura della merda. praticamente te la fai amica, gli stringi la mano tutti i giorni al tuo amichetto “smerdy2 che passa di li.voglio dire, io non avessi paura della merda sarei mille volte piu felice oddio com’è che si chiama il merdino in south park? non mi viene

  34. acidshampoo dicembre 16, 2009 a 12:07 am #

    Mr. Hankey!Ma il mio preferito è Asciughino (Towelie in originale). Una salvietta per il bidet depressa e tossicomane. Eccolo QUI.

  35. caramelleamare dicembre 16, 2009 a 12:17 am #

    sto guardando “The Faculty” e mi stavo chiedendo: chi è quella gnocca di professoressa? l’ho gia vista ma ma dove? è LEI un po piu giovanefa la professoressina ingenua sedotta da un alunno…tze, a chi la raccontano?!se c’è lei nella scena è impossibile che non ci sia un sottointeso sessuale.anche fosse cadavere, anzi soprattutto da cadavere!

  36. caramelleamare dicembre 16, 2009 a 12:27 am #

    ha belche cambiato atteggiamento. è stat inseminata da alieni e ora è tutta ggressiva e incazzosa..mah!

  37. acidshampoo dicembre 16, 2009 a 12:31 am #

    Comunque il meglio di tutti è il Butini (QUI).

  38. acidshampoo dicembre 16, 2009 a 12:31 am #

    Ava Moore? Non me la ricordavo in The Faculty! E lì c’è anche Piper Laurie, la mamma di Carrie nonché padrona della segheria di Twin Peaks.

  39. acidshampoo dicembre 16, 2009 a 3:07 am #

    Si vociferano i primi nomi di papabili concorrenti sanremesi (QUI). Un parterre tradizionale con un’età media che decisamente s’è abbassata. Torna anche un mito (‘nammerda) della Chiara.Comunque questo cast non mi dispiace.

  40. lozissou dicembre 16, 2009 a 5:46 am #

    >>…ma pensa un po’!Ma perché, Chiara, tu ti offenderesti? Guarda che in cambio, poi, come so fare io i grattini, pochi altri eh. Poi, sempre per dire, se mi dici di fare a casa tua come fossi a casa mia, e io a casa mia ci trombo, che dovrei fare, lasciarti stare? Ennò, bella mia, a quel punto sarei pure maleducato io credo.

  41. acidshampoo dicembre 16, 2009 a 6:53 am #

    Io ricordo la prima volta che ospitai Lozissou in casa, prima che fosse buste-munito. Si presentò bene, educato, gentile, di grande umanità, veramente impeccabile. Quando se ne andò realizzai di aver fatto un incontro importante con una persona veramente degna. Poi andai al bagno: aveva cacato nel bidè.

  42. chiara dicembre 16, 2009 a 8:55 am #

    Torna anche un mito (‘nammerda) della Chiara.yahoo!!…lo sai che ho cominciato a conoscerlo per via del suo lavoro sui centri d igiene mentale…a Sanremo quando cantò “ti regalerò una rosa” ero un po’ in ansia per via di mia nonna ma pensavo anche che magari non avrebbe capito il significato della canzone…mi sbagliavo e durante la canzone ho visto i suoi occhi che diventavano lucidi, un tuffo al cuore.

  43. chiara dicembre 16, 2009 a 8:59 am #

    Ma perché, Chiara, tu ti offenderesti? Guarda che in cambio, poi, come so fare io i grattini, pochi altri eh. Poi,sempre per dire, se mi dici di fare a casa tua come fossi a casa mia, eio a casa mia ci trombo, che dovrei fare, lasciarti stare? Ennò, bellamia, a quel punto sarei pure maleducato io credo.ma sì lozissou, hai ragione…però secondo me è preferibile un bilanciamento tra le parti. a casa mia se svuoto il frigo poi lo riempio di nuovo…tu magari in casa dell’amico l’hai solo svuotato e allora…ti costava molto che sò magari offrirgli una cena? portarlo a teatro? regalargli un paio di mutandine?… 

  44. Pinxor dicembre 16, 2009 a 1:32 pm #

    >Nel giro di due giorni, senza tanto stare a pensarci, gli ho svuotato frigo e credenze. Cazzo, sto stronzo s’è pure offeso!Se Linneo avesse dovuto tracciare la parabola dell’ospitalità prendendo ad esempio Lozissou si sarebbe pisciato sui calzini.

  45. lozissou dicembre 16, 2009 a 3:03 pm #

    …stroppia… pardon.

  46. lozissou dicembre 16, 2009 a 3:03 pm #

    >>ti costava molto che sò magari offrirgli una cena? portarlo a teatro? regalargli un paio di mutandine?…No, ma vedi: non volevo abusare della mia generosità. Si sa che il troppo scoppia e già gli avevo fatto un grandissimo favore facendomi ospitare a ufo.

  47. Pinxor dicembre 16, 2009 a 10:42 pm #

    <Il premier dovrà sottoporsi a un intervento per rimuovere dal volto la scritta “onaliM id odrociR”.><In un certo senso, Berlusconi ha accontentato quanti gli chiedevano un faccia a faccia con la Chiesa><Su Facebook già nati numerosi gruppi che simpatizzano per lo squilibrato. Fra i più quotati “Rimettiti presto Silvio”.>Queste ed altre battute su spinoza.it; lo segnalo nel caso tra voi ci fossero dei luridi comunisti o simpatizzanti dell’IDV che osino ridere di queste brutte cose.

  48. acidshampoo dicembre 17, 2009 a 2:50 am #

    Bello questo Spinoza!Notevoli anche:- Immediata la risposta del Pdl: Gasparri lancia una statuetta di Silvio contro il Duomo.- Centrodestra compatto: “È una conseguenza del clima di odio”. Finalmente un po’ di autocritica.

  49. lozissou dicembre 17, 2009 a 5:03 am #

    Comunque il ragazzo che mi ospita cureggia a ripetizione come se niente fosse. Come la mettiamo se fossi ospitato da uno così, Acid? Io sono per l’adeguamento.

  50. caramelleamare dicembre 17, 2009 a 9:49 am #

    Comunque il ragazzo che mi ospita cureggia a ripetizione come se niente fosse.ognuno ha quel che si merita, a me non mi succederebbe mai

  51. acidshampoo dicembre 17, 2009 a 11:32 am #

    Non so voi.Io gli anni passati, nel periodo natalizio, evitavo di andare per negozi, supermercati e centri commerciali perché ovunque mandavano a manetta, QUESTA canzone insopportabile.Ma quest’anno ce n’è una che non ha pari… una che ti viene a trovare anche a casa… la voglio morta… la canzone e il fregnone che la canta… parlo di QUESTA aberrazione qua.

  52. (andrea82) dicembre 17, 2009 a 11:56 am #

    acid, senti un po’, è qualche giorno ormai che leggo le mail di ayaaak e ho notato che, come mi dicevi, caravan non sta riscuotendo un granchè di consensi tra i lettori bonelli più assidui. sarei curioso di sapere se però, in barba alla “critica”, caravan sta vendendo bene o no. tu sai niente sui dati di vendita?

  53. acidshampoo dicembre 17, 2009 a 12:03 pm #

    A quello che so, ma posso sbagliare, Caravan non sta andando benissimo come vendite. Credo che fra le miniserie Bonelli, passate e presenti, abbia venduto meno solo Jan Dix. Invece Greystorm sta andando bene. Mentre la miniserie Bonelli che ha venduto di più è stata Brad Barron.

  54. acidshampoo dicembre 17, 2009 a 12:11 pm #

    Comunque ganzo saperti su Ayaaaak! Non vedo l’ora di leggere qualche tuo intervento e vedere i tuoi voti/commenti mensili (postano il form da compilare a inizio mese). C’è gente sanguigna come te con cui ti scontrerai, già lo so, tipo Giampietro Bombonati.Una volta s’iscrisse ad Ayaaaak anche Lozissou. L’avevo appena conosciuto, pensavo s’appassionasse al chiacchiericcio, ci investivo tanto, già pregustavo discussioni e scontri, e invece (testuali parole): “Ah… poi mi so’ disconnesso da Ayaaaaak”.”Poi” una sega, era passata mezz’ora.

  55. caramelleamare dicembre 17, 2009 a 12:13 pm #

    Ma quest’anno ce n’è una che non ha pari… una che ti viene a trovareanche a casa… la voglio morta… la canzone e il fregnone che lacanta… parlo di QUESTA aberrazione qua.non so arrivato a dieci secondi

  56. (andrea82) dicembre 17, 2009 a 12:28 pm #

    anche se sicuramente la bonelli la pubblicherà fino all’ultimo numero nonostante gli scarsi risultati, è un vero peccato. è una serie che merita tanto di più.

  57. (andrea82) dicembre 17, 2009 a 12:30 pm #

     > Comunque ganzo saperti su Ayaaaak! Non vedo l’ora di leggere qualchetuo intervento e vedere i tuoi voti/commenti mensili (postano il formda compilare a inizio mese). C’è gente sanguigna come te con cui tiscontrerai, già lo so, tipo Giampietro Bombonati.Una voltas’iscrisse ad Ayaaaak anche Lozissou. L’avevo appena conosciuto,pensavo s’appassionasse al chiacchiericcio, ci investivo tanto, giàpregustavo discussioni e scontri, e invece (testuali parole): “Ah…poi mi so’ disconnesso da Ayaaaaak”.”Poi” una sega, era passata mezz’ora.al momento dell’iscrizione mi hanno mandato un papier di regole e consigli. dicono che è meglio che uno legga in silenzio per un paio di settimane prima di intervenire. così farò, ci vediamo ai voti degli albi di dicembre/gennaio.

  58. acidshampoo dicembre 17, 2009 a 2:30 pm #

    > anche se sicuramente la bonelli la pubblicherà fino all’ultimo numerononostante gli scarsi risultati, è un vero peccato. è una serie chemerita tanto di più.In giro per i forum di fumetti, c’è uno snobismo pauroso nei confronti della Bonelli che non veramente ha pari. Gente pronta a stravedere QUALSIASI sottoprodotto esca in fumetteria, per poi sputar sopra a priori su qualsiasi prodotto arrivi da via Buonarroti. Gli stessi che hanno sempre criticato la Bonelli per le regole e i paletti che mette (viva i paletti, se danno vita a un fumetto come Zagor), sono i primi a non accorgersi di quando questi saltano e a criticare Caravan, un fumetto rivoluzionario nell’ambito della serialità italiana. L’unica cosa che gli interessa sono le nuvole, la mistery delle nuvole, e gli gira il cazzo che a Medda interessi tutt’altro che questi giochini alla Lost che non lasciano niente. Come tutti gli autori veri, Medda da ai personaggi la precedenza sulla storia. Ma loro niente: vogliono gli indizi sulle nuvole. Come spesso capita, gente che si crede vispa e alternativa, poi si dimostra più banale e omologata e negativa a priori di chi ha invece la mente aperta.Caravan sa di New Hollywood anni ’70, quella di Scorsese e Malick. Sa di Bob Dylan e di Cosby, Stills & Nash. Ma loro no: vogliono la botola di Lost.

  59. acidshampoo dicembre 17, 2009 a 7:06 pm #

    > non so arrivato a dieci secondiE perché QUESTA QUA, invece? La voce vagamente effettata alla Cher del moccioso è il massimo del minimo.E sì che Natale sarebbe pieno di cose bello: Cristo, il puntale, il pampepato, il Moscato, il presepe vivente del Borro, il babbo natale finto aggrappato alla terrazza della casa della Chiara.

  60. (andrea82) dicembre 17, 2009 a 8:24 pm #

    acid, la cosa che mi stranisce è che non si può giudicare un’opera di un genere con i parametri di un altro.cioè, caravan non è una serie “mistery” come dicevi tu. chiarito questo, perchè insistere?

  61. acidshampoo dicembre 17, 2009 a 11:21 pm #

    QUI video spettacolare.

  62. acidshampoo dicembre 17, 2009 a 11:30 pm #

    > cioè, caravan non è una serie “mistery” come dicevi tu. chiarito questo, perchè insistere? Perché nel primo numero l’aveva fatto, in parte, intendere. Ma aveva fatto intendere anche e soprattutto altro. Il fatto è che molti fumettari che pensano d’intendersene, cresciuti a pane e Marvel e critici a priori con la “paletto-dotata” Bonelli (come se la Marvel non ne avesse di paletti), leggono coi peggio paraocchi. Non sanno distinguere una buona storia da una cattiva, non gli interessa il “come” ma solo il “cosa”. Ergo una storia che non porta avanti la continuity, in cui il mondo non è in pericolo e in cui nessuno muore… è una brutta storia, una storia inutile. Gli accadimenti devono essere sempre esteriorizzati, guai a contare su una lettura attiva, guai a proporre un romanzo di formazione in cui la continuity è interiore, guai a mettere la storia al servizio dei personaggi.

  63. Daiana dicembre 17, 2009 a 11:32 pm #

    Tornata ora a casa da lavoro ho finalmente potuto leggere il post… teoria davvero molto interessante la tua!! Sei quasi riuscito a convincermi che, per certi versi, è meglio sparire! 🙂

  64. (andrea82) dicembre 17, 2009 a 11:49 pm #

    tutto d’accordo acid, tranne il riferimento alla marvel.io sono cresciuto a pane e marvel e non credo prorpio che il problema sia la marvel. credo piuttosto che conosci molto poco del fumetto popolare americano.

  65. fox in the snow dicembre 18, 2009 a 12:39 am #

    Qui notizie su Noemi.

  66. acidshampoo dicembre 18, 2009 a 12:44 am #

    No Andrea, leggi bene, non ho attaccato la Marvel.Ho solo detto che i paletti ci sono anche lì e che, frequentando forum fumettistici, vedo che i primi a non amare la Bonelli sono i fanatici della Marvel (molto più dei mangofili, per dirti). In questo caso riportavo solo un dato. Il fatto della continuity come conditio sine qua non, del “cosa” che vince sul “come”, non lo riferivo direttamente alla Marvel ma al detrattore tipico della Bonelli.

  67. acidshampoo dicembre 18, 2009 a 12:52 am #

    > Qui notizie su Noemi.Ma la capisco, questa piccolina. La sua scia di popolarità è in calo, troppi Spatuzza e troppi Tartaglia a metterla in ombra, le interviste gliele pagano la metà di prima, i motori di ricerca mettono prima la Noemi di X-Factor. Ci vuole almeno un piccolo colpo di teatro. Anche questa è continuity.Povera Noemi, le si è chiuso lo stomachino santo perché sente che il momento è passato. 😦

  68. chiara dicembre 18, 2009 a 9:18 am #

    Qui notizie su Noemi.ma povera.. …e ovviam la colpa di chi sarà?del babbo…la mamma no, lei sì che è una personcina fuori da quei giri, molto semplice, riservata, che assolutam non accompagnerebbe la su’ figliola a fare  i book fotografici anche un po’ maliziosetti, che insomma non ha appoggiato e non appoggerà mai la vita mondana e frivola della figliola…eh sì.

  69. chiara dicembre 18, 2009 a 9:29 am #

    E sì che Natale sarebbe pieno di cose bello: Cristo, il puntale, ilpampepato, il Moscato, il presepe vivente del Borro, il babbo natalefinto aggrappato alla terrazza della casa della Chiara.…non ce l’hai con me, vero acid?tra l’altro quest’anno ho pure fatto un bello sforzo…dopo 2 anni di NO categorico alle decorazioni natalizie, quest’anno in casa ci sono le palle dorate appese  alla ringhiera di ferro delle scale, ho fatto pure dei fiocconi di organza blu e d’oro e ho messo le tea light sotto le palle per creare di sera un’ atmosfera da telenovela…ho visto i miei genitori più contenti e rasserenati sul mio umore…non è male come risultato eh!?

  70. chiara dicembre 18, 2009 a 9:36 am #

    Non so voi.Io gli anni passati, nel periodo natalizio, evitavo diandare per negozi, supermercati e centri commerciali perché ovunquemandavano a manetta, QUESTA canzone insopportabile.Maquest’anno ce n’è una che non ha pari… una che ti viene a trovareanche a casa… la voglio morta… la canzone e il fregnone che lacanta… parlo di QUESTA aberrazione qua. argh…che nervi!!!ancora sono riuscita a scansare i negozi e posti a sfondo commerciale proprio per non rimanere invischiata in musichette, luccicumi, babbi natale simpaticoni….ma da martedì mattina dovrò farlo, penso di portarmi gli auricolari da attaccare al cell per es.ma soprattutto userò la tecnica dello sparviero, una beccata e poi via, nell’infinito…ehmmm a casa.

  71. caramelleamare dicembre 18, 2009 a 12:37 pm #

    che chiacchera che hai stamani chiara!seddiovole non ho amici ne persone care quindi da sempre posso tranquillamente rispsrmiarmi certi posti e atmosfere. ma le poche volte che mi ci trovo a passare, perche cmq ti vengono a cercare anche se esci di casa per andare a prendere la coppa al caffe, ce l’ho con tutti e le persone mi fanno piu schifo del solito per il semplice che si trovano li e non tsanno distruggendo quel posto.

  72. caramelleamare dicembre 18, 2009 a 12:42 pm #

    Tornata ora a casa da lavoro ho finalmente potuto leggere il post.ma da obi per caso vi fanno fare quegli straordinari PARTICOLARI di cui si sente tanto parlare? no perche vista lora…. Sei quasi riuscito a convincermi che, per certi versi, è meglio sparire! 🙂in effetti se la parabola deve portare alla merda, sparire non sarebbe malissimo

  73. caramelleamare dicembre 18, 2009 a 12:43 pm #

    pallini mi manchi

  74. caramelleamare dicembre 18, 2009 a 1:28 pm #

    Qui notizie su Noemi.poveretta, sta appassendo. era un fiore e ora perde i petali. la vogli troppo aiutare a stare meglio, troppo!! che poi puo dimgarire quanto gli pare, e secondo me qualche kilo lo deve ancora perdere, ma rimarrà comunque un cesso. c’ha un culo che fa schifo solo a sentirlo parlare.

  75. ??? dicembre 18, 2009 a 5:19 pm #

    Anche tu mi manchi caramelle

  76. lozissou dicembre 18, 2009 a 6:19 pm #

    >ognuno ha quel che si merita, a me non mi succederebbe maiA-ha, dici che è questa la ragione? Ammetto di non averci pensato.

  77. acidshampoo dicembre 18, 2009 a 11:59 pm #

    Ecco la lista ufficiale delle canzoni del prossimo festival di Sanremo. Non ho parole sul titolo di quella di Povia. Non c’è veramente senso della vergogna.”Jammo ja”, Nino D’Angelo”Ma l’amore no”, Arisa”Italia amore mio”, Pupo, Emanuele Filiberto di Savoia, Luca Canonici”Ricomincio da qui”, Malika Ayane”Meno male”, Simone Cristicchi”Aeroplani”, Toto Cutugno”La cometa di Halley”, Irene GrandiMarco Mengoni”La sera”, Morgan”Non è una canzone”, Fabrizio Moro”Per tutta la vita”, Noemi”Il mondo piange”, Nomadi e Irene Fornaciari”La verità (Eluana)”, Povia”La notte delle fate”, Enrico Ruggeri”Un attimo con te”, Valerio Scanu”Baby”, Sonhora

  78. acidshampoo dicembre 19, 2009 a 12:01 am #

    Aggiornamenti sui Gallagher, QUI.

  79. ??? dicembre 19, 2009 a 12:12 am #

    Non voglio ascoltare e nemmeno immaginare il testo della canzone di Povia su Eluana. Le sue verità. Mah?

  80. acidshampoo dicembre 19, 2009 a 12:13 am #

    Questi gli esclusi dal prossimo Sanremo: Cristiano De André, Sugarfree, Francesco Baccini,Mango, Omar Pedrini, Finley, Paola Turci, Paolo Meneguzzi, ZeroAssoluto, L’Aura, Fabio Concato, Mariella Nava, Daniele Silvestri,Umberto Tozzi, Annalisa Minetti, Luca Barbarossa, GerardinaTrovato, Paola & Chiara, Luca Dirisio, Silvia Salemi,Manuela Villa, Mietta, Matia Bazar, Alessandra Amoroso, DavideVan de Sfroos, Karima, Peter Ciani, Ivana Spagna, Albano, Giusy Ferreri, Matteo Becucci.Mi dispiace per Silvestri, Concato, la Turci e Barbarossa…

  81. acidshampoo dicembre 19, 2009 a 12:47 am #

    Che io le cose le capisco prima…Ho sempre detto che lo stile del primo Vasco Rossi è parente stretto, strettissimo di quello dei primi Skiantos. Ed ecco QUI una notizia inattesa, ma che non sorprende la vecchia volpe che sono!

  82. caramelleamare dicembre 19, 2009 a 1:18 am #

    Ecco la lista ufficiale delle canzoni del prossimo festival di Sanremoa parte un minimo di curiosità per morgan, e per ragioni opposte per povia, per il resto mi fa una tristezza leggere quei nomi, mammamia che aria di vecchio e di morte che si porta dietro per me il festival!non lo so perche ma leggere quei nomi, immaginare le voci, i colori, le immagini, mi da proprio noia che esista.

  83. acidshampoo dicembre 19, 2009 a 3:01 am #

    > a parte un minimo di curiosità per morgan, e per ragioni opposte perpovia, per il resto mi fa una tristezza leggere quei nomi, mammamia chearia di vecchio e di morte che si porta dietro per me il festival!Eccolo là, l’immancabile gesto rock di Caramelle contro il festival dei fiori. Esagerato!E invece pensa che questa lista spicca almeno per l’età media dei partecipanti, sensibilmente più bassa delle edizioni precedenti, almeno di quelle da un pezzo in qua. Di reduce ce n’è solo uno: Toto Cutugno.Insomma poteva essere parecchio peggio. Io direi che questa è un’edizione di medio profilo.

  84. (andrea82) dicembre 19, 2009 a 9:13 am #

     > Non ho parole sul titolo di quella di Povia. Non c’è veramente senso della vergogna.perchè? l’hanno strumentalizzata tutti, lo farà pure lui?  perchè non ti iace quello che dirà sulla questione, allora è vergognoso?se fosse stato vasco rossi a fare un testo su eluana, allora andava bene?povia non mi piace, non la penso come lui, ma non capisco perchè sia “vergognoso”.

  85. caramelleamare dicembre 19, 2009 a 10:43 am #

    Di reduce ce n’è solo uno: Toto Cutugno.Insomma poteva essere parecchio peggio. Io direi che questa è un’edizione di medio profilo. eh ma guarda che l’età proprio non mi cambia una virgola. anzi vedere sti giovani impelagati in quell’ambiente m’infastidisce ancora di piu. c’ho proprio un rigetto congenito

  86. acidshampoo dicembre 19, 2009 a 11:46 am #

    > perchè? l’hanno strumentalizzata tutti, lo farà pure lui?  perchè nonti iace quello che dirà sulla questione, allora è vergognoso?Ma che modo di pensare è? Il fatto che ci sia già stato chi ha strumentalizzato quella questione, rende innocente e legittima la scelta di Povia? Ma si facesse i cazzi suoi e lasciasse stare la povera Eluana. Qualsiasi sia la sua opinione a riguardo eh.> se fosse stato vasco rossi a fare un testo su eluana, allora andava bene?Chi ha detto questo? Certo che no. Ma Povia, dopo una canzone sul gay che torna “normale”, è chiaro che fa di tutto solo e unicamente per far parlare di sé. Visto che artisticamente è zero, l’unica maniera è provocare coi suoi poveri mezzi…

  87. acidshampoo dicembre 19, 2009 a 11:54 am #

    > a parte un minimo di curiosità per morgan, e per ragioni opposte perpovia, per il resto mi fa una tristezza leggere quei nomi, mammamia chearia di vecchio e di morte che si porta dietro per me il festival!non lo so perche ma leggere quei nomi, immaginare le voci, i colori, le immagini, mi da proprio noia che esista. Vabbè, nel 2007 Baudo aveva messo insieme un cast della madonna, la metà parevano usciti dal Club Tenco, e non è che lo spettacolo abbia tirato fuori chissà quali colori e immagini imbarazzanti e fastidiose. Se togli i pregiudizi, quello fu un bello spettacolo. Ergo: su quel palco può esserci un bello spettacolo non trash (Baudo 2007), un brutto spettacolo non trash (l’edizione della Ventura), un bello spettacolo trash (l’edizione della Fenech e Occhipinti) o un brutto spettacolo trash (l’edizione dei figli d’arte). Sanremo non è di un colore solo, non è così semplice da timbrare. Sfido qualcuno a dire che le edizioni di Fabio Fazio non erano STUPENDE.

  88. (andrea82) dicembre 19, 2009 a 12:28 pm #

     > Chi ha detto questo? Certo che no. Ma Povia, dopo una canzone sul gayche torna “normale”, è chiaro che fa di tutto solo e unicamente per farparlare di sé. Visto che artisticamente è zero, l’unica maniera èprovocare coi suoi poveri mezzi…può essere vero, ma lo stesso si potrebbe dire per chiunque scrive una canzone su un fatto di attualità. magari è il suo modo di mandare un messaggio, magari prova soltanto a far parlare di sè, ma non vedo cosa ci sia di vergognoso.

  89. caramelleamare dicembre 19, 2009 a 1:16 pm #

    Sanremo non è di un colore solo, non è così semplice da timbrare. Sfidoqualcuno a dire che le edizioni di Fabio Fazio non erano STUPENDE.non è questo il punto per me. il cast ovviamente ha la sua importanza, ma per quel che mi riguarda ce ne puo essere giusto qualcuno che ne valga la pena. poi cmq è una miserissima canzone che mi posso ascolatre quando mi pare e con il vantaggio di non guardare quello spettacolo che a me proprio mi rimane sullo stomaco. possono anche chiamare gli oasis, i baustelle, sivestri, la vanoni etc.. e fargli fare dei concerti di un ora l’uno, se sono in quel palco con quel pubblico, insomme se è sanremo con la sua storia ci sarà sempre qualcosa che non mi convince. sarà sempre peggio rispetto a come poteva essere se suonavano in camera loro. e cmq ripeto si tratta do una canzone portata avanti per una settimana e di gente che in media per me non significa niente. non discuto sul fatto che fra tutte le edizioni ce ne sarà stata qualcuna stupenda, o tante, ma c’è un impianto che a me non mi riuscirebbe mai e poi mai seguire. è una cosa personale, non un giudizio sulla qualità effettiva dello show, della quale non me ne frega proprio niente

  90. acidshampoo dicembre 19, 2009 a 1:18 pm #

    > può essere vero, ma lo stesso si potrebbe dire per chiunque scrive unacanzone su un fatto di attualità. magari è il suo modo di mandare unmessaggio, magari prova soltanto a far parlare di sè, ma non vedo cosaci sia di vergognoso.Quello che fa la differenza fra il Povia di “Eluana” e i Baustelle di “Alfredo”, è anche e soprattutto l’onestà e la decenza che un musicista ha dimostrato precedentemente. Ergo: Povia ha guadagnato fino ad oggi un credito? Sì, per me un pessimo credito, che è molto peggio che nessun credito. Se non ci fossero stati precedenti, avrei solo storto il naso. Ah, sono sicuro che di mandare un messaggio sociale al pisano non gliene frega un cazzo.

  91. acidshampoo dicembre 19, 2009 a 1:26 pm #

    Capisco Caramelle, ma a me sono proprio questi ossimori che mi interessano. A me vedere Silvestri o gli Afterhours cantare pezzi che sono dei cazzotti allo stomaco davanti a sciure ingioiellate, arricchiti e palazzinari, fra Cutugno e Albano, quasi mi eccita. Specie quando le reazioni sono tutto tranne che univoche e scontate.

  92. Pinxor dicembre 19, 2009 a 2:44 pm #

    >può essere vero, ma lo stesso si potrebbe dire per chiunque scrive unacanzone su un fatto di attualità. magari è il suo modo di mandare unmessaggio, magari prova soltanto a far parlare di sè, ma non vedo cosaci sia di vergognoso.Non tutti gli argomenti sono uguali, non è che parlare di mafia o di inquinamento (qui è facile: NO ALLA MAFIA, NO ALL’INQUINAMENTO) sia uguale a parlare del caso Englaro. La cosa vergognosa secondo me è l’assoluta programmaticità dell’operazione che ne fa un caso di sciacallaggio mediatico, innanzitutto perchè annunciato già mesi fa e poi sbandierato anche nel titolo. Non è che uno dice: “parlo del problema dell’eutanasia” che trovo del tutto lecito; è questo fatto di sfruttare il caso che aveva creato un grosso polverone. Se anche la canzone fosse un monologo fittizio di lei che amava la vita e cammina tra i prati senza particolari riferimenti sarebbe ingiusto. Se poi si avventurasse in maniera più invasiva e moraleggiante sulla questione allora lo troverei veramente indegno. (anche se sicuramente dirà cose del tipo “babbo ti voglio bene non ce l’ho con te” perchè Povia fai i compitini al tavolino e sta ben attento a dare un colpetto al cerchio e una botticina alla botte)  

  93. caramelleamare dicembre 19, 2009 a 2:57 pm #

    piu semplicemente povia è una persona di merda e mi auguro di vederlo affogare nel suo vomito e in quello di tanti seriopositivi froci, di conseguenza tutto quello che fa è giusto che venga passato anche da questo filtro. fosse anche beneficienza

  94. caramelleamare dicembre 19, 2009 a 5:09 pm #

    Anche tu mi manchi caramellesisi a parole siete tutte brave, in quanto a commenti pero non ti fai vedere da un mese

  95. ??? dicembre 19, 2009 a 7:07 pm #

    “in quanto a commenti pero non ti fai vedere da un mese”Mi viene la tentazione di darti una risposta seria.E’ che non sempre mi sento a mio agio qui. E’ un blog a prevalenza maschile, con toni di maschilismo , a tratti, troppo troppo intensi. Solidarietà femminile zero.Ecco, sono stata breve, ma ,credo, anche efficace. Non voglio offendere nessuno. E non vuole essere una critica malevola. E’ una mia opinione/ impressione/sensazione. Opinabile. Lo so caramelle che mica la volevi una risposta seria e che ci sono cascata come una sciocca. Uffa!

  96. (andrea82) dicembre 19, 2009 a 7:28 pm #

    °°° non capisco come mai questo ti sembra un blog maschilista.le “femmine” qui dentro ricevono sempre un caloroso benvenuto, seguito da continue e inusitate attenzioni.semmai, mi potrei lamentare io, che caramelle non mi risponderebbe neanche se gli sbattessi la testa sullo schermo, in camera sua.

  97. caramelleamare dicembre 19, 2009 a 8:03 pm #

    Ecco, sono stata breve, ma ,credo, anche efficacedipende da quale risultato volevi ottenere…. (non so se m’intendi)io credo che se pigli mille gruppi a prevalenza maschile, ti pago un cena se ne becchi uno meno caratterizzato da atteggiamenti testosteronici di questo blog. dove il quoziente intellettivo è ottimo da parte di ambo i sessi.poi qui nessuno ci prova con nessuna (cosa piu unica che rara in ogni settore sociale). semmai sono io che non so come fare a tenervi a bada tutte.insomma via, hai detto una cazzata pallini, pero va bene lo stesso, cosi mi garbiE’ un blog a prevalenza maschile, con toni di maschilismo , a tratti, troppo troppo intensi. Solidarietà femminile zero.ma come? ma se la chiara è tutta un parlarmi bene di te quando ci si sente su msn. la pallini di qua, la pallini di la, voglio essere come lei, evviva le donne etc etc

  98. acidshampoo dicembre 19, 2009 a 8:04 pm #

    Pallini, quando per l’ago quando per il filo, ogni ragione è buona per tirarci bidone. Non è vera niente questa cosa del maschilismo. E io, per dirti, non sono affatto maschilista. Io le donne le ho sempre onorate, rispettate e chiavate. E anzi, sono talmente dalla loro parte che le ho chiavate anche mentre non volevano.

  99. caramelleamare dicembre 19, 2009 a 8:11 pm #

    Lo so caramelle che mica la volevi una risposta seria e che ci sono cascata come una sciocca. Uffa!è la cosa che mi sono sentito dire piu spesso dalle donne in vita mia dopo “vediamo di non farci riconoscere anche stavolta”

  100. ??? dicembre 19, 2009 a 8:41 pm #

    La Chiara piace anche a me. Ma in genere le donne mi piacciono molto di più dei maschi , per il loro mondo interiore caramelle, ovviamente. Ma perchè ho scritto quella cosa? A me i confronti non sono mai piaciuti. Credo che non servano mai a cambiare nessuno. Non faccio confronti con altri blog perchè quelli che frequento io sono quasi tutti a prevalenza femminile (un altro genere di comunicazione, femminile plurale, donne pensanti…)  e comunque il livello di testosterone che trovo qui non l’ho mai trovato altrove. 😉

  101. acidshampoo dicembre 19, 2009 a 8:41 pm #

    Di solito sono film con qualche ambizione culturale, che troverebbero problemi di visibilità scontrandosi coi soliti blockbuster multimiliardari, e che quindi vanno incoraggiati. Ma ecco QUI quale film l’attuale governo sta per definire “di interesse culturale”, con tutti gli sgravi fiscali e il sostegno economico che ne consegue.

  102. ??? dicembre 19, 2009 a 8:58 pm #

    E comunque io non vi conosco nella vita reale. posso leggere solo le parole che scrivete qui e le parole lette  possono avere un peso enorme perchè tutto quello che sta dietro a quelle parole ce lo mette chi sta leggendo.  

  103. caramelleamare dicembre 20, 2009 a 1:40 am #

    Ma perchè ho scritto quella cosa? A me i confronti non sono mai piaciuti. Credo che non servano mai a cambiare nessuno. da qui ne esce proprio una bella immagine di te.  La Chiara piace anche a me. Ma in genere le donne mi piacciono molto dipiù dei maschi , per il loro mondo interiore caramelle, ovviamente. a me invece quello che mi piace delle donne è che nonostante il loro mondo interiore ogni tanto ce n’è qalcuna che m’arrapa. non ho mai capito come funziona sta cosa. 

  104. ??? dicembre 20, 2009 a 9:23 am #

    “da qui ne esce proprio una bella immagine di te.”  Esatto. Era proprio quello che pensavo. Questa è l’utilità dei confronti. Ho detto due cose e tu ti sei fatto una bella immagine di me. Inutile aggiungere. Ed è proprio quella immagine lì la mia caramelle. Niente di più.  

  105. acidshampoo dicembre 20, 2009 a 1:00 pm #

    Eddai Pallini, sii meno severa. Ti chiedo di non spaccare in quattro il capello, non pigliare tutto alla lettera. E’ Natale! Quella di Caramelle è una battuta. Caramelle deve fare il Caramelle come io devo fare l’Acidshampoo. Ma per il resto ti si vuole bene, fidati!

  106. ??? dicembre 20, 2009 a 1:15 pm #

    Dai Acid. Mica me la sono presa. Ma se dici “ti si vuol bene” mi sembra di sentire la Barbara D’Urso che vuol bene a tutti. Una tristezza.

  107. acidshampoo dicembre 20, 2009 a 1:27 pm #

    Ma che io sia un ruffiano come la Barbara D’Urso mi pare sotto gli occhi di tutti, purtroppo anche degli inquirenti.

  108. caramelleamare dicembre 20, 2009 a 2:20 pm #

    Esatto. Era proprio quello che pensavo. Questa è l’utilità deiconfronti. Ho detto due cose e tu ti sei fatto una bella immagine dime. Inutile aggiungere. Ed è proprio quella immagine lì la mia caramelle. Niente di più. lo sai che pensavo pallini? stare con te dev’essere una passeggiata dui salute mica da poco.

  109. ??? dicembre 21, 2009 a 1:22 pm #

    intenditore… non ti sfugge proprio nulla!

  110. caramelleamare dicembre 21, 2009 a 5:37 pm #

    Ma che io sia un ruffiano come la Barbara D’Urso mi pare sotto gli occhi di tutti, purtroppo anche degli inquirenti.ma ruffiano è la cosa meno peggio. la cosa ganza è quando utilizzi il metodo dello sbadato.La situazione è quella tipica in cui te promuovi video, musica, foto porno e tutt’iccos. Magari ne vuoi fare vedere tre o quattro al tuo amico di turno. ma lui c’ha da andare a schiacciare le ghiande col tacco. La gente in questi casi non ha il buon gusto di non mettere ansia quando uno è propositivoe allora te furbino che fai? gli dici che gli fai vedere un video mezzo minuto, poi casualmente su youtube sbagli tre o quattro volte la chiave di ricerca e ogni volta, dopo meta canzone: “eppure mi sembrava che fosse questa, nono aspetta eh dev’essere questa”. Alla fine ne esce metà album, un singolo, un live, e un intervista ai parenti, e la versione per il giappone.

  111. acidshampoo dicembre 21, 2009 a 5:47 pm #

    Caramelle, giuro che non lo faccio apposta! E’ che c’ho il cervello sempre in movimento e la filologia nel sangue, non posso farci niente, mi tenta troppo.Parto con un video solo, poi per me si può fare altro. Ma quando il Nesi mi richiama in causa dei pregressi processuali, devo tirare fuori anche i video del Vanni perché la questione guadagni il respiro che merita. E vogliamo lasciare fuori la risposta che gli da il Pacciani per delegittimarlo (la storia del “ciuca”)? E che colpa ne ho io se il video su Youtube notificato come “Pacciani e la ciuca” poi mostra tutt’altro momento processuale? E meno male che lì mi sono fermato, perché quando Pacciani tira in ballo le su figliole e la Miranda Bugli, come minimo il Palazzi doveva sentire anche quelle campane lì.  E se poi mi fermo lì, pare che ce l’abbia con l’Angiolina perché è l’unico personaggio a cui non ho dato voce.

  112. fox in the snow dicembre 21, 2009 a 9:30 pm #

    Guardate che deficienti questi.

  113. giggi dicembre 23, 2009 a 12:21 pm #

    ma che so’, i promessi sposi?

  114. acidshampoo dicembre 23, 2009 a 1:24 pm #

    La cinghiamattanza c’ha pure un blog dedicato: QUESTO. C’era anche sito tremendo, di qualcosa tipo “federazione italiana gangbang”. Volevo segnalarlo ma non lo ritrovo. Niente, in quel sito cercavano di elevare le gangbang a disciplina sportiva, con una serietà imbarazzante. Puttanieri dai 20 ai 60 anni, che non volevano sentirsi puttanieri ma dannunziani e magari per questo fottere di più, la gestivano. La pagina delle gangbang passate, con foto, si chiamava “incontri sportivi” e c’erano pippe che non finivano più sul valore simbolico e storico delle gangbang, come riti di fertilità celtici, Odino, le cose…

  115. acidshampoo dicembre 23, 2009 a 1:25 pm #

    > ma che so’, i promessi sposi?La foto del post intendi? No, è “La casa nella prateria”.

  116. giggi dicembre 25, 2009 a 1:32 am #

    no acid, intendevo la tua ricostruzione di pacciani & c. questo post mi ha fatto rizzare veramente

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: