[RECE] Capodiavolo

14 Ott

benvenuti_250

Tempo addietro sono andato a vedere Capodiavolo, il nuovo spettacolo teatrale di Alessandro Benvenuti. Visto che per andare da Firenze ad Arezzo già si spende di treno, ho cercato di unire l’edile al suppellettile e incastrarci anche la presentazione dello spettacolo stesso, che Benvenuti teneva alla Feltrinelli nel tardo pomeriggio. Arrivato là scopro un’atmosfera amichevole e informale, come si addice ad una libreria di merda in cui è possibile ordinare una “cioccolata all’arancia” e intanto sfogliare libri fingendo di intendersene e consigliarli ad una che passa di lì e far finta che non te la vuoi chiavare, nonono, ti interessa solo, nella vita, che quella biondina legga quel libro di Alberoni sulle capre. Niente, alla Feltrinelli già trovo Benvenuti che amabilmente chiacchierava, raccontando la prima di Capodiavolo, tenutasi la sera precedente. Ora, va detto che in questo spettacolo Benvenuti canta. La gente si aspettava che un “comico toscano” cantasse al massimo le cazzate, tipo “Teresina” o “L’alluvione” del Marasco. Invece niente, lui quando canta canta bene, non fa i versi, sono canzoni vere e proprie, che ha scritto lui precise-precise e ci sono anche gli incisi. Dice che c’era rimasto male che il pubblico della sera prima era restato freddo, forse perché appunto s’aspettava altro. Anche nei monologhi comici, a intermezzo fra le canzoni, non è che avessero riso più di tanto, come per fargli pagare il fatto che prima aveva cantato e sono cose che non si fanno. Poi racconta che l’acustica del Teatro Puccini è un affare complicato. In certi punti si sente divinamente, in altri – non si sa come – si sentono concerti da altre parti del mondo. Lui infatti per un suo amico un po’ sordo, tale Renzo Camiciottoli, prenota sempre nelle zone giuste, mettendo pure una cassa in più. Ma perché Benvenuti lascia la trilogia della famiglia Gori per avventurarsi nel sulfureo mondo della canzone d’autore? Perché fare quello che chiede il pubblico un po’ va bene, dopo basta. Uno a un certo punto deve pure cavarsi delle soddisfazioni, altrimenti è come prostituirsi. E poi aggiunge: “con tutto il rispetto con chi lo fa in strada, ma lì è per necessità e disperazione, per un artista che ha altre scelte è ben più grave”. Un bel passo avanti rispetto a De André, che cantava che le prostitute sono delle troie e gli piace il cazzo scappellato. A un certo punto è caduto un pezzo del soffitto della Feltrinelli su un’anziana signora, che purtroppo è morta durante il trasporto in ospedale. Scusate, questa cosa non è vera, ma a questo punto di questo articolo giornalistico ci stava di regalare una bella smossa. Benvenuti dice che lo spettacolo di quella sera sarebbe stata diverso. Era dalle due del pomeriggio che provava per migliorare l’acustica e aveva apportato delle modifiche al piano regolatore del teatro, dietro i preziosi consigli di chi alla fine della sera precedente gli aveva dato un foglietto con appuntate quali erano le note esatte che non si sentivano. D’altronde questa serie di date fiorentine sarebbe stata un po’ il banco di prova della turné estiva, solo canzoni e niente monologhi. Chiacchiere, è passato un anno da quando ho scritto questo post e la turné estiva mica l’ha fatta. Vicino a Benvenuti c’era pure un particolare strumento musicale: la cosidetta “chitarra”. La gente si aspettavano che lui la inforcasse e iniziasse a suonare e cantare, invece no, aspettavano il chitarrista che però lavora all’Emporio Senese (quello tutto peloso che suonava anche coi Killer Queen) e non aveva fatto in tempo ad arrivare. Poi Benvenuti ha chiesto se c’erano domande, ma sono rimasti tutti zitti, terrorizzati dal suo modo di fare gentile (anche Luigi Chiatti era gentile). E lui comunque doveva ancora fare il soundcheck quindi la cosa gli è rimasta comoda.
Il concerto al Puccini poi è andato bene. C’è da dire che la sala era piena per metà, perché evidentemente la gente vuole i Gori e come non capirla. Benvenuti è entrato vestito un po’ country, nel senso di: col gilet. Attorno a lui cinque strumentisti, ben due dei quali alle percussioni (come i Rialto!). C’era pure il nano Gimli dell’Emporio Senese. Dice: come canta Benvenuti? Come De Andrè? No, anche se i testi in qualche parte lo ricordano, ma con un ordine di significati tutto suo, dove si respira intimismo, frontiera americana, cavalcate nella prateria quando serve e la penombra di un’abatjour il tanto che basta. Insomma: Ken Parker. O almeno io c’ho avuto questa folgorazione. Non a caso lui ne è un fan accanito, primo membro onorario del fan club dedicato al fumetto di Giancarlo Berardi. I testi raccontano di se stesso, di suo padre, della sua donna. Praticamente è il racconto di vita di un artista in tournée che attraverso le parti recitate, ora in forma di monologo, ora attraverso il dialogo con i suoi amici musicisti, confessa al pubblico la natura del pedaggio che si paga alla vita per poter essere quello che il caso lo ha destinato ad essere. Va detto per correttezza che queste ultime righe, da “praticamente” in poi, le ho copiate dal depliant di presentazione del concerto. Purtroppo non so dire molto di più, perché durante lo spettacolo ho anche dormito. Il che non è un dato a sfavore di Benvenuti, perché io al cinema dormo sempre e il teatro mi pare il cinema a causa delle tipiche poltroncine da teatro e da cinema. E dormo anche e soprattutto se lo spettacolo mi piace. Più facile che la rabbia provocatami da uno spettacolo fastidioso mi tenga sveglio. Io sono uno di quelli che si beccherà il cancro e la gente s’accorgerà che sto per morire dal fatto che, alla fine, non sono più incazzato. “Era la rabbia che lo teneva in vita”. Vabbè. Dopo la fine del concerto mi sono avvicinato a Benvenuti per dirgli quanto lo stimo, se si ricordava di me che lo salutai anche l’anno prima, che anche io mi chiamo come lui di nome e faccio Gori di cognome, che ci s’hanno degli amici in comune e suggerirgli di fare un’opera rock su Ken Parker. Solo che quando io m’avvicino a qualche vip stimabile non mi si regge. Parto con le migliori intenzioni, come fossi una persona normale, ma nel giro di pochi attimi divento ansioso come un pastore belga, ossequioso come una groupie, frustrato come un gobbo, viscido come un batrace col cappellino. Insomma ne è uscito qualcosa come: “ODDIO BENVENUTI LI CONOSCE I ROGAI DI PONTASSIEVE LE FAI LE CANZONI DI KEN PARKER TE NE SUPPLICO MI CHIAMO GORI COME TE!!!!” Dietro la sua estrema gentilezza e disponibilità, ho letto chiaramente quanto gli facevo pena. Avrei voluto morire.

Annunci

161 Risposte to “[RECE] Capodiavolo”

  1. acidshampoo ottobre 14, 2009 a 3:08 pm #

    Finalmente uscito, il trailer ufficiale di The Expendables, il nuovo film scritto, diretto e interpretato da Sylvester Stallone. Lo trovate QUI.

  2. ??? ottobre 14, 2009 a 3:31 pm #

    Bellissimo questo pezzo, piangi e ridi contemporaneamente e questi sbalzi di umore repentini sono troppo emozionanti,alla fine vieni sommerso da una tenerezza infinita.Bravo bravo!

  3. ??? ottobre 14, 2009 a 3:34 pm #

    Ecco,  le uniche cose che mi hanno contrariato sono la citazione di De Andrè che io non voglio saperlo se era un puttaniere e la signora che muore perchè cade il soffitto che non era vero.

  4. acidshampoo ottobre 14, 2009 a 4:15 pm #

    Grazie per la tenerezza. Mi piace essere sommerso di tenerezza infinita. L’unica cosa che penso quando mi capita è se, nel mentre, c’è anche verso di sborrare.Che De André ritenesse le prostitute delle donnacce ci sono fior di canzoni che lo dimostrano. Non parlo di quelle più famose, che paiono fatte apposta per confondere le acque, ma per esempio di un pezzo come Nigeria (dall’album Le Nuvole), in cui non si fa problemi a definire una mamma nigeriana e sua figlia “due troioni clamorosi che sto per farmi”.

  5. ??? ottobre 14, 2009 a 4:20 pm #

    nananananananblalalallablalalalblalblalal

  6. fox in the snow ottobre 14, 2009 a 6:12 pm #

    Purtroppo posso dire poco, se non che anche a me, specie l’immagine finale, mi ha fatto un sacco tenerezza. E ridere. Comunque mi ricorda il concerto Di Rocco Papaleo, che tutti ci rimasero male che cantava e non faceva il comico (e cantava pure bene). Però ci è rimasto ancora più male lui quando la gente non ha voluto crederci fino alla fine, pensava che fosse uno scherzo, e lo ha interrotto continuamente con delle battute (forse perché non le faceva lui).Della frase ““contutto il rispetto con chi lo fa in strada, ma lì è per necessità edisperazione, per un artista che ha altre scelte è ben più grave” non ho capito niente.

  7. kreisky ottobre 14, 2009 a 6:38 pm #

    bello, ma qual è la tua opinione su De André ? A me piace, l’ho ascoltato molto, e ora non l’ascolto per niente ma potrebbe ritornare. Una delle cose che mi ha sempre stupito che gli ultimi album sono quasi più belli dei primi, il che non è poco. “Anime salve” secondo me è davvero bello.

  8. acidshampoo ottobre 14, 2009 a 7:24 pm #

    > Della frase ““con tutto il rispetto con chi lo fa in strada, ma lì è per necessità edisperazione, per un artista che ha altre scelte è ben più grave” non ho capito niente.Intendeva dire che una cosa è prostituirsi per una disperata che non ha gli occhi per piangere, ben peggiore è se lo fa un artista col conto in banca sufficientemente pasciuto e che quindi ha la possibilità di scegliere.

  9. acidshampoo ottobre 14, 2009 a 7:35 pm #

    Kreisky, su De André ci sarebbe da ragionarne. Di primo acchito m’è sempre rimasto sui coglioni, per la faccia, per l’atteggiamento, ma soprattutto per aver romanticizzato la prostituzione (con tutti i se e i ma del mondo, con tutto il contesto storico da tenere in conto, ma non si può dire che non l’abbia fatto). A tal proposito, canzoni come Bocca Di Rosa e Via Del Campo non le sopporto già dalla prima strofa, le trovo ipocrite e necrofile, La Canzone Di Marinella invece (che ha ben altro punto di vista) è una delle canzoni che amo di più da sempre.Da qualche mese comunque ho preso ad ascoltarlo con coscienza e ti dico che lo sto apprezzando nottetempo. Anzi, c’è un album in particolare che lo metto senza dubbio fra le cose più belle mai ascoltate: La Buona Novella. Però dall’album Vol. 8 in poi ho già capito che mi piace meno, forse diventa troppo “americano”, ma posso ricredermi. Anime Salve è l’ultimo se non sbaglio. E te che ne pensi? Occhio a non confonderti con Critiano De André, che molti ci cadono e scoprono di essersi sbagliati solo dopo anni, addirittura qualcuno non lo scopre mai. Difatti, solo un esame post-mortem può dirti chi hai ascoltato dei due. (E te Flavia, se sei in ascolto, che ne pensi di De André?)

  10. fox in the snow ottobre 14, 2009 a 7:44 pm #

    >Intendeva dire che una cosa è prostituirsi per una disperata che non ha gli occhi per piangerePensa che io avevo capito che parlava dei cantanti di strada…

  11. giggi ottobre 14, 2009 a 9:20 pm #

    nananananananblalalallablalalalblalblalal bello vedere pallini sopra le righe! anch’io mannaggia dormo spesso al cinema, sempre se mi piace, tipo district 9. de andré? no comment

  12. ??? ottobre 14, 2009 a 9:42 pm #

    Che significa quel no comment Giggi?Pensa bene alla risposta però, tutto il nostro futuro dipende da questa.

  13. acidshampoo ottobre 14, 2009 a 9:47 pm #

    > nananananananblalalallablalalalblalblalal bello vedere pallini sopra le righe!Sopra le righe? Eh sì, vagamente.Ti dico solo che pallini la rispetto per mille motivi. Ha un’umanità e una sensibilità che la metà basta, ha un cuore grande così, ma soprattutto è l’unica persona che io abbia mai visto scolarsi una bottiglia intera di Caffè Sport Borghetti senza ripigliare fiato.District 9 t’è piaciuto? A me è parsa un’idea geniale un po’ sprecata. Bella la prima parte da mockumentary, meno la piega fracassona che piglia dopo.

  14. Flavia ottobre 15, 2009 a 12:32 am #

    Su F.De Andrè ho poco da dire…è come fosse un parente acquisito.Sono cresciuta ascoltando le sue canzoni. Nuvole Barocche,Storia di un impiegato,Non al denaro non all’amore nè al cielo sono bellissimi.Creuza de ma lo amo anche x le mie origini e poi Anime salve…una delle canzoni che preferisco è Le passanti,in realtà, una cover,diciamo, secondo me ancora più bella dell’originale….e parlando di cover mi viene da chiederti…..

  15. Flavia ottobre 15, 2009 a 12:43 am #

    Lieve dei M.Kuntz trovo da sempre sia molto, molto più bella cantata da Giovanni L.Ferretti..tu che dici?

  16. acidshampoo ottobre 15, 2009 a 12:56 am #

    Flavia, innanzitutto devo dire che mi garba il dopo mezzanotte da quando spunti tu. Per quanto riguarda la querelle Godano e Ferretti: pigliarne uno e bastonarci quell’altro. Scusa la sincerità brutale. QUI sul mio rapporto contrastato (a perdere) coi Marlene Kuntz. Però prima di ascoltarmi Ferretti arriverei ad ascoltarmi Antonacci e Ramazzotti, ti dico (stessa cosa per tutta la scena progressive). Proprio sono lontani un mondo dalle mie corde. Però Ferretti lo voglio approfondire in almeno un album, Serendipity, perché ha alcune canzoni co-firmate con Daniele Silvestri, che invece è un mio punto fermo insieme a pochi altri italiani (Baustelle, Baglioni, Babalot, Vanoni, Caputo, Squallor, Luttazzi, Leo Di San Felice…). Comunque mentre scrivo questo commento sto ascoltando la versione Lieve by Ferretti e ti dirò che non mi dispiace, molto ecumenico il coro. Se avessi iniziato questo commento solo ora sarei stato meno duro e antipatico. Vorrei, se ci riesci Flavia, che tu dimenticassi la prima parte di questo commento. A parte quando dico la cosa sul dopo mezzanotte, che è vera un botto.

  17. acidshampoo ottobre 15, 2009 a 1:05 am #

    > Creuza de ma lo amo anche x le mie originiNon so in che lingua è “creuza de ma”, immagino straniera. Se è di una regione italiana, su venti, ce n’è solo una che scongiuro: la sardegna. Io spero, prego, che le tue origini non siano sarde. D’altronde è 1 probabilità su 20, quindi credo di poter stare tranquillo. Il fatto è che alcuni sardegnoli hanno ucciso mio padre. :-(Flavia rassicurami che tu con la sardegna non c’entri niente.Sul capitolo Fabrizio De André, leggo che hai ascoltato Nuvole Barocche, che al contrario dei Le Nuvole, mi risulta una compilation del materiale Deandreiano precedente al primo album. Nella tracklist sbaglio o c’è la canzone Il Fannullone? No perché è l’unica altra canzone, insieme a Carlo Martello, co-scritta da Paolo Villaggio. Non l’ho mai sentita, com’è?E il retake completo dell’album spoonriveriano (che hai citato fra i tuoi preferiti) ad opera di Morgan l’hai ascoltato?Comunque parlando di cover della madonna, beccati QUESTA e dimmi un po’. Ma di sicuro la conosci.

  18. Flavia ottobre 15, 2009 a 1:21 am #

    vedi un pò quante ne scopro..pensavo,non so neppure il perchè,potessero piacerti i CCCP(poi CSI) che io amo,al contrario dei M.Kuntz…su Baglioni dici davvero?(e non voglio con questo dire che abbia da ridire ,nel caso ).Caputo è fantastico…Leo Di San Felice,di nicchia… ma mi piace ed è carino far colazione con lui!!Beh,domani vado tra i prati,davvero,e chiuderei con Sergio Endrigo quindi..buonanotte…ho qualche problema a volte a far partire il messaggio.riprovo

  19. Flavia ottobre 15, 2009 a 1:23 am #

    è ligure…ma io non sono ligure.

  20. acidshampoo ottobre 15, 2009 a 1:27 am #

    > è ligure…ma io non sono ligure.Cazzo, allora ho fallito la boutade! Ero convinto che quelle parole fossero in dialetto sardo perché lui s’appassionò alla Sardegna perché gli piacque di essere stato rapito e violentato e quindi comprò una masseria dedicata allo stupro. Almeno così m’ha raccontato un mio amico appassionato di De André.

  21. giggi ottobre 15, 2009 a 1:40 am #

    *Bella la prima parte da mockumentary, meno la piega fracassona che piglia dopo.* acid, diciamo che l’ho seguito fino a che gli è spuntata la manina: poi ronfata colossale (ero l’unico in sala) e gran risveglio che lui dice: uomini di merda! rischio l’impallinamento ma: de andré mi annoia. un altro che mi annoia uguale è guccini. invece endrigo e tenco no.

  22. acidshampoo ottobre 15, 2009 a 1:44 am #

    Leo Di Sanfelice purtroppo me lo perdo perché, da nullafacente, la mattina dormo. Anche se mi capita di ragionare su Facebook col suo compagno di programma Pino Strabioli, attore tra l’altro in uno dei più bei film di Avati: La via degli angeli. Di Leo Di Sanfelice ti consiglio l’album “Voglio fare la modella”, un vero must.Di Caputo che aspetto un album nuovo è dal 1996, quando uscì il suo disco più bello, I Love Jazz. Lo vidi nel 2007 e un nuovo album me lo dette in uscita per il 2008. In un’intervista del febbraio 2009 disse che sarebbe uscito entro la fine dell’anno. L’ho visto intervistato in Rai giorni fa e ha detto che è imminente: “forse addirittura la prossima primavera!”. Lo odio.Baglioni è stata una passione relativamente recente ma accecante. Come quasi tutti quelli che non l’hanno mai ascoltato sul serio, lo snobbavo, lo pigliavo sotto gamba, pensavo di aver capito tutto e non c’avevo capito niente. Baglioni è uno con un’urgenza comunicativa della madonna, logorroico, generoso, maliconico strutturale, uno scattatore di polaroid come manco il miglior Bianconi, maestro delle virgole e non dei punti esclamativi, uno che rischia, che non fa calcoli, un Dylan Dog sempre troppo scoperto e quindi vulnerabile, che canta i sentimenti dei soccombenti, che contempla solo amori solitari o finiti troppo in fretta, ma ogni canzone che scrive è come fosse la sua prima, non conosce la “maniera” ma solo l’urgenza. Come si fa a non volergli bene? Per dirti, va’ che roba QUESTA: una storia d’amore dallo sbocciare alla fine, raccontata attraverso le foto che questi due si scattavano.

  23. acidshampoo ottobre 15, 2009 a 1:49 am #

    Giggi, allora mi sa che ti sei dormito la parte più noiosa e meno originale. Però se vuoi recuperartela (te lo consiglio, anche per dovere di filologia), se vai per torrenti trovi la versione dvd del film e su opensubtitles.org ci sono i sottotitoli in italiano.Di Guccini c’ho la discografia completa originale, ma ancora non ne ho decellophanato nemmanco uno quindi non ho idea. Ti farò sapere. Mi aspetto qualcosa tipo Skunk Anansie.

  24. Flavia ottobre 15, 2009 a 1:58 am #

    ultimo commento e poi via:significa mulattiere di mare e sono i vicoli che a Genova conducono al mare….Il fannullone…si è stata scritta con P.Villaggio ed è in quell’album…a me piace ma vedo che anche  ad altri De andrè non entusiasma…Guccini è un altro che io amo,come Tenco.Non ho mai sentito la versione di Morgan di Un fannulone e la versione degli Afterhours,l’ho sentita prima ma non mi piace x niente!

  25. acidshampoo ottobre 15, 2009 a 2:18 am #

    Flavia, ci siamo capiti male: non mi riferivo ad una cover di Morgan della canzone Il Fannullone, bensì al retake integrale di uno dei tuoi album di De André preferiti, ad opera appunto di Morgan: QUESTO. Dice che sia dalle parti del capolavoro.Tenco piaceva molto anche a me, ma poi si è ucciso, segno che nella sua musica c’era qualcosa che non andava.

  26. fox in the snow ottobre 15, 2009 a 9:33 am #

    A me di Giovanni Lindo Ferretti piace questo. Ma lui è la parte peggiore del fil. Madonna quant’è pesante.

  27. acidshampoo ottobre 15, 2009 a 11:34 am #

    Finalmente uscito. QUI il trailer italiano de Il Nastro Bianco, il nuovo film di Michael Haneke premiato con la Palma D’Oro a Cannes. M’aspetto un capolavorone di quelli che rimangono.

  28. acidshampoo ottobre 15, 2009 a 11:35 am #

    QUI il trailer italiano di Capitalism: A Love Story, il nuovo documentario di Michael Moore.

  29. Flavia ottobre 15, 2009 a 4:38 pm #

    Ho capito male io, riguardo Morgan.Dunque,ho sentito qualcosa e credo che a De Andrè sarebbe piaciuto ed io l’ho trovato piacevole…per quel che vale ,perchè l’ho sentito una sola volta da una mia amica che per Morgan ha una adorazione.Capolavoro per un tributo,per quanto riuscito ,penso sia un parolone…il capolavoro semmai è l’originale!!!Acid apriti a De Andrè!!!Vinci ‘sta ritrosia!Per quanto riguarda Tenco…non credo che il suo suicidio dimostri che qualcosa non andasse nella sua musica..qualcuno di lui,una volta,ha detto che inseguiva il successo ma ne aveva paura,allo stesso tempo…mi piace pensare che,fosse vissuto ancora,avrebbe scritto delle cose bellissime..Riguardo alla cosa personale che mi hai scritto ieri,chiaro che da me non verranno domande…solo mi dispiace.Ecco,volevo dirti questo.

  30. Flavia ottobre 15, 2009 a 4:38 pm #

    Ho capito male io, riguardo Morgan.Dunque,ho sentito qualcosa e credo che a De Andrè sarebbe piaciuto ed io l’ho trovato piacevole…per quel che vale ,perchè l’ho sentito una sola volta da una mia amica che per Morgan ha una adorazione.Capolavoro per un tributo,per quanto riuscito ,penso sia un parolone…il capolavoro semmai è l’originale!!!Acid apriti a De Andrè!!!Vinci ‘sta ritrosia!Per quanto riguarda Tenco…non credo che il suo suicidio dimostri che qualcosa non andasse nella sua musica..qualcuno di lui,una volta,ha detto che inseguiva il successo ma ne aveva paura,allo stesso tempo…mi piace pensare che,fosse vissuto ancora,avrebbe scritto delle cose bellissime..Riguardo alla cosa personale che mi hai scritto ieri,chiaro che da me non verranno domande…solo mi dispiace.Ecco,volevo dirti questo.

  31. Flavia ottobre 15, 2009 a 4:44 pm #

    scusa di nuovo,ma i miei messaggi partono con difficoltà…ma che succede solo a me??

  32. acidshampoo ottobre 15, 2009 a 5:23 pm #

    Flavia, ovviamente la cosa su Luigi Tenco, che mi piaceva ma che se s’è ammazzato allora vuol dire che la sua musica non era un granché, era una boutade. Mi piace fare la faccia di chi dice cose intelligenti e partorire cose imbarazzanti, non a caso ho sempre voluto essere l’ispettore Cluseau. A me Morgan-cantante mi sta sui coglioni, c’ha questa voce farinosa, so una sega… E come autore peggio. Mi sono ascoltato parecchio il secondo album dei Bluvertigo e l’ho sempre trovato pacchiano, patetico nelle sue ambizioni, con quest’ansia di Marco Castoldi di far sapere che ha fatto il classico (“agatodemone e kakodemone…”), ma è evidente che ha studiato nei Bignami e nei Cirannini. A X-Factor invece non mi disgarba. Però questa esasperazione del look, queste giacchettine da damerino, i capelli, lui che s’alza e se ne va, le magliette con Pasolini, gli occhiali fumé, i silenzi, la maschera da Eyes Wide Shut, il bastone da dandy, ma che due palle. Sono trent’anni che, ogni giorno, scelto la musica e non la fuffa intorno, sicché ripeto: MA CHE STRADUEPALLE!!!Qual’è la cosa personale a cui ti riferisci? Il fatto che dei sardi hanno ucciso mio padre? Ma era una boutade, anzi questa proprio una boutanade. E’ che ero convinto che Creuza De Ma fosse in sardo e volevo metterti in imbarazzo. E invece no, era in ligure.

  33. acidshampoo ottobre 15, 2009 a 5:28 pm #

    > scusa di nuovo,ma i miei messaggi partono con difficoltà…ma che succede solo a me?? Intendi dire che a volte lo invii e non te lo invia perché ti dice che il codice che hai inserito è sbagliato, e invece era giusto? E’ un vecchio problema del server di Leonardo. In compenso, sappi che per ogni commento che fallisce viene devoluto 1 euro di beneficienza al Biafra, per acquistare i beni di prima necessità per tutti quei bambini che muoiono di fame: le bare. Dimmi se non sono carine (QUI).

  34. Flavia ottobre 15, 2009 a 5:33 pm #

    sei proprio scemo!!!!ed io che pure ho provato tenerezza…fanculo

  35. acidshampoo ottobre 15, 2009 a 5:43 pm #

    > sei proprio scemo!!!!ed io che pure ho provato tenerezza…fanculoTenerezza per me o per il Biafra? O per tutti e due? D’altronde siamo una cosa molto simile, perché devi sapere che io vivo costantemente nella solitudine della mia stanza un triste Biafra emozionale.In ogni caso mi scuso e spero che non me ne vuoi. E per farmi perdonare ti segnalo questa canzone scritta da De André e cantata insieme a Baccini che magari non conosci: ECCOLA.

  36. lozissou ottobre 15, 2009 a 5:57 pm #

    >Flavia, innanzitutto devo dire che mi garba il dopo mezzanotte da quando spunti tu. Acid, smettila di provarci con Flavia. Flavia è la mia ragazza, se continui sarò costretto a dartele, da buon mezzosangue lucano quale sono.

  37. acidshampoo ottobre 15, 2009 a 6:08 pm #

    > Flavia è la mia ragazza, se continui sarò costretto a dartele, da buon mezzosangue lucano quale sono.Mezzosangue lucano? Da parte di madre, scommento. E in effetti avevo già notato una certa somiglianza fra la tua genitrice e LEI, la signora dell’etichetta dell’amaro Lucano.

  38. lozissou ottobre 15, 2009 a 6:24 pm #

    Romagnolucano, per la non esattezza. L’importante è che per fortuna Flavia mi vuole tanto bene. Però l’amarina lì, le assomiglia per davvero.

  39. ilmarinaio ottobre 15, 2009 a 7:42 pm #

    Ragazzi, ci ho internet anche qua nel mio esilio nordafricano. Tornerò a commentare con regolarità!A proposito, non so se ne avete già parlato, l’avete visto l’ultimo Tarantino? che ne pensate?

  40. acidshampoo ottobre 15, 2009 a 9:15 pm #

    Grande Marinaio! Non ti dico quanto mi sono mancati i tuoi inteventi e il suo stile su queste pagine. L’ultimo di Tarantino l’ho visto ma, se è un buon film in senso assoluto, come film di Tarantino m’è sembrato sbagliato, pieno di pecche e occasioni sprecate. Ne sto buttando giù proprio ora una recensione. Te ad Oz sei poi andato avanti? Ah, ti segnalo che ricominciato Dexter e Nip/Tuck. E ti dirò, questa stagione di Dexter sembra meglio della terza, specie perché c’è un serial killer bellissimo, Trinity, interpretato dal grande John Lithgow, che mette in ombra da matti il sempre più fastidioso Dexter. Io spero che ce lo levi dai coglioni una volta per tutti e diventi lui il titolare del telefilm.

  41. acidshampoo ottobre 15, 2009 a 9:16 pm #

    > Però l’amarina lì, le assomiglia per davvero.‘Anfatti mica l’avevo detto a caso!

  42. giggi ottobre 15, 2009 a 9:40 pm #

    quiz nordafricano: cosa fareste, se foste il padre? www.youtube.com/user/mozambo

  43. ilmarinaio ottobre 15, 2009 a 9:45 pm #

    quiz nordafricano: cosa fareste, se foste il padre? www.youtube.com/user/mozambose fossi il padre mi lamenterei in arabo cantando e appoggiato a una parete; se fossi il fidanzato farei un’altra cosa

  44. ilmarinaio ottobre 15, 2009 a 9:53 pm #

     brevemente:  Tarantino a me m’è garbato, m’aspettavo più splatter, cose tipo l’incidente in Death Proof, ma  forse ha fatto bene così, a puntare sulla regia, sulla costruzione delle scene.  però alla fine questo sbilancia un po’ il risultato:  sono convinto che Quel maledetto treno blindato sia più coerente, più di genere.  alla fine della vendetta di Shosanna me ne importa meno di quello che mi sarei aspettato, volevo più scene con Aldo Raine.  ottimo il cattivo.Te ad Oz sei poi andato avanti? Sono all’inizio della quarta… la serie si conferma come spettacolare.  gli rema un po’ contro, a guardarsi una serie di fila, la lunghezza delle puntate, che a volte è troppa:  1 ora quasi. Ah, ti segnalo che ricominciato Dextere Nip/Tuck. E ti dirò, questa stagione di Dexter sembra meglio dellaterzameno male!  pensavo che il cittarello che gli è nato ammosciasse la serie.

  45. Daiana ottobre 15, 2009 a 11:53 pm #

    Bellissimo post acid, complimenti, non ti smentisci mai. Questa lettura mi ha messo un pò di malinconia..

  46. Daiana ottobre 16, 2009 a 12:02 am #

    Mi aspetto qualcosa tipo Skunk Anansie.ahahahah eh si più o meno ci siamo vicini… Guccini è uno di quelli che ho amato io e secondo me si ascolta molto meglio di De Andre’..

  47. Pinxor ottobre 16, 2009 a 12:43 am #

    >Guccini è uno di quelli che ho amato io e secondo me si ascolta molto meglio di De Andre’.. Non sono d’accordo, a partire da quella fastidiosa erre moscia. E’ anche vero che conosco poche canzoni di Guccini e quelle poche sputtanatissime.  

  48. Flavia ottobre 16, 2009 a 1:13 am #

    siamo distanti dall’eresia però trovo buffa ‘sta cosa..non mi era mai capitato di trovare tanti scettici, e oltre ,difronte a De Andrè e Guccini ai quali sono legata da un a sorta di imprinting…ascolto molto altro,non sono una che si lobotomizza con i loro cd ma  canzoni come Scirocco o Venezia mi creano in testa delle atmosfere sempre belle

  49. acidshampoo ottobre 16, 2009 a 1:17 am #

    Marinaio, però conta che Inglorious Basterds di Quel Maledetto Treno Blindato ha preso solo il titolo americano (poi storpiato). Non è un remake, le due storie sono completamente diverse, senza nessun punto in comune. Però il film di Castellari ha il suo perché, è parecchio divertente e penso che per la caratterizzazione di alcuni personaggi (uno in particolare) a te ti garberebbe. Per quel che riguarda Landa, il cattivo di Inglorious Basterds, per me è l’unico personaggio veramente riuscito, efficace e ben caratterizzato. Mette davvero in ombra tutti gli altri, demerito anche degli altri, che ho trovato per niente efficaci (uno dei maggiori problemi del film).Sì, effettivamente certe puntate di Oz sono un po’ ciclopiche, però pensa che l’autore volle nel contratto che venissero mandate tutte di filato, senza pause pubblicitarie in mezzo. Per questo sono lunghe dieci minuti in più, di media, rispetto alle altre serie HBO. Però a me non pesa troppo quella durata, almeno non quanto invece mi pesa nei Soprano. Comunque dove sei arrivato te dovrebbe essere già arrivato Omar White, uno dei miei preferiti, o sbaglio?

  50. acidshampoo ottobre 16, 2009 a 1:21 am #

    > E’ anche vero che conosco poche canzoni di Guccini e quelle poche sputtanatissime. Io l’unica cosa che conosco di Guccini è la parte del barista in Radiofreccia e un’altra in un film di Pieraccioni. E poi c’era quella canzone che andava qualche anno fa, come cazzo si chiamava, “La vida loca”. Carina. Ma non era di Guccini.

  51. acidshampoo ottobre 16, 2009 a 1:25 am #

    > Bellissimo post acid, complimenti, non ti smentisci mai. Questa lettura mi ha messo un pò di malinconia..Sono contento che ti sia garbato, pensa che questo era completo da quasi un anno ma solo ora è rispuntato fuori. E ce n’ho uno che ha ormai più di tre anni e ti riguarda, ti dico solo che si intitola “L’utopia del buon gusto”. Ti ricorda niente? Maledettatté.

  52. acidshampoo ottobre 16, 2009 a 1:34 am #

    > siamo distanti dall’eresia però trovo buffa ‘sta cosa..non mi era mai capitato di trovare tanti scetticiParlo per me: non è che sono scettico, è solo che mi stimola di più cercare la bellezza negli ultimi posti dove penserei di trovarla. Spesse volte non c’è, ma qualche volta la trovi e il fatto di aver lavorato duro per recuperare un insospettabile diamante, costruisce un ponte fra me ascoltatore e l’artista in questione, che invece non mi si crea se vado ad ascoltare quello che universalmente merita un ascolto. Il fatto che tutti si inchinano davanti a De André o Paolo Conte o Guccini o Capossela o Battiato o la PFM o i CSI, a me un po’ mi allontana a prescindere, me li fa stare un po’ tutti sui coglioni. E’ un pregiudizio che poi supero (se è il caso), ma indubbiamente c’è. Vado molto più fiero della mia collezione di album di Sergio Caputo, per dirti, qualcuno che ho scoperto e scartavetrato da me, in un cestone delle offerte dell’autogrill. Non è snobismo, è il fatto che “come” incoccio in un artista mi fa troppo la differenza.

  53. Flavia ottobre 16, 2009 a 1:51 am #

    ..comunque,parlando di cose serie..ho letto un “acid non provarci con Flavia”ma vorrei ricordarti che  sono stata abbindolata con precise promesse..

  54. acidshampoo ottobre 16, 2009 a 2:02 am #

    > ..comunque,parlando di cose serie..ho letto un “acid non provarci conFlavia”ma vorrei ricordarti che  sono stata abbindolata con precisepromesse..Mainfatti ricordati che qua potrai sempre trovare un pasto caldo,siringhe pulite, la Verità del tuo guru personale nonché un Lozissou damettere al centro dell’attenzione in lunghe sessioni di squirting.

  55. Flavia ottobre 16, 2009 a 2:22 am #

    a posto…un grazie ad entrambi è d’obbligo…comunque,così,per fare proprio la rompipalle…Caputo è come Concato…non sulle prime pagine ma belli importanti…cioè non bisogna andare a ravanare tanto neppure con loro….non so se mi  spiego…forse bisogna farlo con C.Lolli(che trovo ottimamente sostitutivo di una dose d’eroina)o con qualcun altro che non mi viene e che sarebbe tostissimo trovare anche nel più underground degli autogrill…che so,si trovano gli Area  negli autogrill? Buonanotte!

  56. acidshampoo ottobre 16, 2009 a 2:41 am #

    Negli autogrill si trovano i Collage, gli Homo Sapiens, i Camaleonti, i Dik Dik, Drupi, Piero Focaccia, Adamo, Mal dei Primitives, Tony Dallara e Dino. Claudio Lolli so che è uno dei favoriti di Pallini, insieme a Ivan Della Mea, Mimmo Locasciulli, Gianfranco Manfredi (di cui mi sa che era innamorata) e Massimo Bubola. Concato è un altro di cui ho l’intera discografia e che m’è rimasto bene sulla fiducia, dalla faccia, dal baffo sorridente, tanto che prima mi son comprato tutti i cd e dopo ho iniziato ad ascoltarli. E’ uno che mi piacerebbe incontrare in treno, su una lunga tratta, farci una chiacchiera di ore, iniziare dall’inutile per arrivare all’amarezza del vivere, a quella malinconia che ci consuma e insieme ci fa compagnia, al tempo che passa, fino ai massimi sistemi e poi tornare a parlare di vecchi film e scambiarci il numero di telefono. Stessa cosa che mi piacerebbe mi capitasse con altre 3 persone 3: Pupi Avati, Claudio Baglioni e Tiziano Sclavi. Ecco, forse è lì la questione: gente che vorrei incontrare in treno, con cui vorrei saltare ogni convenevole e mostrare la mia parte più fragile e rincagnata.

  57. ??? ottobre 16, 2009 a 7:43 am #

    Io vorrei sapere come mai in questo blog si vada , diciamo, un po’ con la mano pesante sui miei miti? Vedo andare in frantumi anni passati ad adorare un puttaniere,  un’adolescenza a piangere sulle ingiustizie sociali e umane cantate da Lolli e paragonate ad ” una dose d’eroina”, una vita ad ammirare e adorare la genialità, espressa in ogni forma, di Manfredi che pare sia persona gretta e volgare. Allora dai adesso ditemi anche che Berlusconi è onesto e probo e la farò finita con questa inutile vita!Inoltre vorre sapere cosa ha promesso Acid a Flavia per abbindolarla e se altri qui hanno ricevuto lusinghe , promesse, pagamenti e perchè a me niente!;)Grazie 

  58. ilmarinaio ottobre 16, 2009 a 7:54 am #

    una vita ad ammirare e adorare la genialità, espressa in ogni forma, di Manfredi che pare sia persona gretta e volgareNino Manfredi gretto e volgare?

  59. ilmarinaio ottobre 16, 2009 a 8:03 am #

    a me invece De André piace, sarà che lo ascoltavo fino da prima delle elementari, in delle musicassette arancioni che erano una specie di raccolta.  l’argomento “prostituzione-De Andrè” è quantomeno controverso:  “Via del Campo” per me non va presa alla lettera, per esempio, non è una reclame delle prostitute, ma è tragica, le presenta come sfruttate, condannate a una vita in cui sono alla mercé del primo che passa.  però capisco il punto di vista di Acid.  beh, però De André ha fatto tante canzoni semidimenticate, tutte da riscoprire:  Fiume Sand Creek, Sulla cattiva strada, Coda di lupo, La domenica delle salme, Il blasfemo, sono quelle che mi vengono in mente ora.Guccini:  scoperto a vent’anni, con l’album L’isola non trovata.  Un po’ peggio con gli ultimi, Don Chisciotte etc. Ferretti:  mi garbava nei CCCP e in qualche canzone dei CSI, ma ora è un Ratzingeriano convinto:  perde parecchi punti.  va bene che “si nasce incendiari e crescendo si diventa pompieri”, ma non mi garba tanto uno che sfoggiava tanto il suo essere incendiario e ora spengerebbe anche l’acqua.PFM:  vennero a suonare a Arezzo ma non mi garbarono;  non li conosco

  60. fox in the snow ottobre 16, 2009 a 9:07 am #

    >l’argomento “prostituzione-De Andrè” è quantomeno controverso:  “Viadel Campo” per me non va presa alla lettera, per esempio, non è unareclame delle prostitute, ma è tragica, le presenta come sfruttate,condannate a una vita in cui sono alla mercé del primo che passa.Secondo me De Andrè usa le prostitute, i drogati, i nani, e tutti i freak del suo circo per sbattere in faccia alla borghesia quanto sia ridicola nel suo perbenismo, come per dire: i veri freak siete voi. Anche troppo direi, nel senso che sta sempre dalla parte del più debole, ma anche i deboli non è che siano sempre delle persone pure o libere dagli stessi vezzi che legano i borghesi.

  61. chiara ottobre 16, 2009 a 11:08 am #

    Secondo me De Andrè usa le prostitute, i drogati, i nani, e tutti ifreak del suo circo per sbattere in faccia alla borghesia quanto siaridicola nel suo perbenismo, come per dire: i veri freak siete voi.Anche troppo direi, nel senso che sta sempre dalla parte del piùdebole, ma anche i deboli non è che siano sempre delle persone pure olibere dagli stessi vezzi che legano i borghesi.anche io la penso così.  de andrè per me rimane una persona capace di sviscerare storie e questioni per mostrarle senza retorica, con punte di amaro a volte o con sarcasmo…utilizzando un linguaggio e una metrica vicine alla poesia.non lo voglio idealizzare, eh. ma il suo vissuto mi fa avvertire De Andrè franco e onesto, nel bene e nel male. poi a me influenza parecchio la voce: timbro e tonalità. per questo cantanti come ….non so…Mario biondi o Renato Zero o Edoardo Bennato…non riesco proprio ad ascoltarli. de andrè invece possedeva una delle poche voci che mi incantano, ogni volta.

  62. chiara ottobre 16, 2009 a 11:25 am #

    post che mi è piaciuto. benvenuti non lo conosco come attore ma nella performance da cantautore devo dire che non m’ha detto niente.Dietro la sua estrema gentilezza e disponibilità, ho letto chiaramente quanto gli facevo pena. Avrei voluto morire. per quanto rimandi a una situazione tremenda, m’ha fatto sorridere…forse per empatia o forse per inconscio sollievo di non esserci io. scusa Acid…ti voglio bene e spero tu me ne voglia ancora.

  63. chiara ottobre 16, 2009 a 11:29 am #

    ma caramelleamare che fine ha fatto in questi gg? avrei da chiedergli delle informazioni  su una certa spagnoletta.

  64. Daiana ottobre 16, 2009 a 11:37 am #

    Non sono d’accordo, a partire da quella fastidiosa erre mosciaAnche il mio amico Bisco ha la erre moscia… e allora?! Ci si fa l’abitudine se merita!

  65. Daiana ottobre 16, 2009 a 11:41 am #

    E ce n’ho uno che ha ormai più di tre anni e ti riguarda, ti dico solo che si intitola “L’utopia del buon gusto”. che spettacolo!! NOn vedo l’ora di leggerlo!! Che delusione colossale… almeno io e caramelle ce ne siamo andati dopo poco, te invece rimanesti fino alla fine.

  66. Daiana ottobre 16, 2009 a 11:44 am #

    gente che vorrei incontrare in treno, con cui vorrei saltare ogni convenevole e mostrare la mia parte più fragile e rincagnata.A me Guccini ha sempre fatto codesto effetto costì.

  67. Daiana ottobre 16, 2009 a 11:45 am #

    Con Sclavi invece mi sembra di averlo già fatto leggendo ” NON è successo niente”.

  68. Daiana ottobre 16, 2009 a 11:54 am #

    ma caramelleamare che fine ha fatto in questi gg? avrei da chiedergli delle informazioni  su una certa spagnoletta.Che fai ti dai al porno?! Cmq caramelle è momentaneamente al mare e vi saluta tutti con la manina.

  69. lozissou ottobre 16, 2009 a 11:57 am #

    Confermo, Flavia. Calcola poi che io ci vado proprio matto, per lo squirting. Ma tu squirti a delta o a estuario? Poi ormai sono arrivato a un punto di tale maturazione che saprei riconoscere cosa hai mangiato il giorno precedente. S’ha dire di scomettere?

  70. giggi ottobre 16, 2009 a 12:26 pm #

    vorrei spezzare un’arancia a favore di amedeo minghi

  71. kreisky ottobre 16, 2009 a 12:52 pm #

    >a qualche mese comunque ho preso ad ascoltarlo con coscienza e ti dico che lo sto apprezzando nottetempo. Anzi, c’è un album in particolare che lo metto senza dubbio fra le cose più belle mai ascoltate: La Buona Novella. Però dall’album Vol. 8 in poi ho già capito che mi piace meno, forse diventa troppo “americano”, ma posso ricredermi. Anime Salve è l’ultimo se non sbaglio. E te che ne pensi?Di Anime salve ne penso tutto il bene possibile, anche a me piace molto la sua voce che in questo album scende bassissima e ti incanta. Detto questo ho ascoltato molto Non al denaro, non all’amore né al cielo, secondo me è un grande album. Mentre non conosco la Buona novella. Forse il primissimo De André mi piace un pò meno, ho la sensazione che con il tempo sia migliorato come musicista. A meno che non si tratti di Cristiano…

  72. kreisky ottobre 16, 2009 a 12:55 pm #

    m’è partito il grassetto, sorry.

  73. acidshampoo ottobre 16, 2009 a 12:59 pm #

    Questa è imperdibile. Guardate QUAcon quali mezzi patetici e surreali, a Mattino 5, tentano di infangareRaimondo Mesiano, il giudice dei 750 milioni di euro di risarcimento cheBerlusconi ha dovuto versare a De Benedetti.

  74. acidshampoo ottobre 16, 2009 a 1:00 pm #

    QUI il momento più comico della puntata di AnnoZero di ieri.

  75. ??? ottobre 16, 2009 a 1:14 pm #

    Il marinaio : Gianfranco non Nino! 

  76. acidshampoo ottobre 16, 2009 a 1:20 pm #

    > Con Sclavi invece mi sembra di averlo già fatto leggendo ” NON è successo niente”.Preciso anche a me. Da lì è diventato impellente incontrarlo. Daiana, bisogna andare su a Venegono Superiore e scovarlo. Ah, ricordo a tutti che Non E’ Successo Niente è il più bel libro del mondo, tra l’altro.

  77. acidshampoo ottobre 16, 2009 a 1:24 pm #

    > almeno io e caramelle ce ne siamo andati dopo poco, te invece rimanesti fino alla fine. Io e il Marinaio, invogliati dalla promessa di una “degustazione di dolci e vini tipici” nel post-Monni. Poi c’era solo un ciambellone della Montebovi da 0,99 € e un rosso cartonato Tavernello.

  78. acidshampoo ottobre 16, 2009 a 1:29 pm #

    > post che mi è piaciuto. benvenuti non lo conosco come attore ma nella performance da cantautore devo dire che non m’ha detto niente.Vabbé, riconoscerai che almeno il testo di questa canzone che Benvenuti ha dedicato al su babbo è come minimo poco toccante.

  79. acidshampoo ottobre 16, 2009 a 1:38 pm #

    Kreisky, allora dammi retta e ascoltati La Buona Novella. E’ un album che De André incise nel caldo 1968, ma che parla della figura di Gesù, vista attraverso gli occhi dei “comprimari”, che fossero la Madonna o i ladroni. E’ un Gesù uomo, un rivoluzionario. L’album è ispirato alla lettura dei Vangeli apocrifi, che praticamente erano dei Vangeli che non facevano l’apologesi di Gesù, ma ne illustravano anche la parte più malinconica, come il fatto che – probabilmente – fu il primo assassino seriale della storia.

  80. ??? ottobre 16, 2009 a 1:39 pm #

    A me, invece, è sempre sembrato che De Andrè rendesse persone le prostitute e non oggetti o reietti, come apparivano e appaiono ai più. Insomma mi sembrava che rendesse loro dignità, così come ai più deboli in genere. Per dire, in via del campo a me sembrava che finalmente tirasse fuori la possibilità che anche le donne e non prostitute, potessere dedicarsi al sesso con piacere.  Tenuto conto del periodo storico della canzone, in cui si stava cercando di abbattere un sacco di tabù e convinzioni legate al detto “Non lo fo per piacer mio ma per dar dei figli a Dio” . Questo era il principio fondamentale su cui era basata la sessualità femminile, non dimentichiamocelo. Non so, però ora non ho più certezze. E non so nemmeno se ho articolato bene il discorso perchè credere il contrario, di De Andrè, mi fa soffrire e ragiono poco quando soffro.

  81. acidshampoo ottobre 16, 2009 a 1:40 pm #

    > Secondo me De Andrè usa le prostitute, i drogati, i nani, e tutti ifreak del suo circo per sbattere in faccia alla borghesia quanto siaridicola nel suo perbenismoNon so come De André usasse i drogati, i nani e i freak, ma di sicuro so come usava le prostitute: a pecora. Qualche volta anche a scosciacapretta.

  82. acidshampoo ottobre 16, 2009 a 1:44 pm #

    Giggi, io a Minghi non ho mai perdonato quella cosa tremenda che è la canzone di Oronzo Canà per L’Allenatore Nel Pallone 2 (QUI). Che poi mi sono chiesto: che cazzo c’entrava Minghi con la commediaccia all’italiana?

  83. ??? ottobre 16, 2009 a 1:44 pm #

    iinsopportabile…

  84. acidshampoo ottobre 16, 2009 a 1:48 pm #

    > Io vorrei sapere come mai in questo blog si vada , diciamo, un po’ conla mano pesante sui miei miti? Vedo andare in frantumi anni passati adadorare un puttaniere,  un’adolescenza a piangere sulle ingiustiziesociali e umane cantate da Lolli e paragonate ad ” una dose d’eroina”,una vita ad ammirare e adorare la genialità, espressa in ogni forma, diManfredi che pare sia persona gretta e volgare.Pallini, questi sono i tuoi miti per così dire “presentabili”, poi devi spiegarmi cosa trovi/trovavi in gente come: Gianfranco Miglio, Savonarola, Sal Da Vinci, Lorenzo Bozano e Rasputin. No, spiegamelo! E’ il dark side of pallini che m’ha sempre inquietato.

  85. ilmarinaio ottobre 16, 2009 a 1:49 pm #

    Io e il Marinaio, invogliati dalla promessa di una “degustazione didolci e vini tipici” nel post-Monni. Poi c’era solo un ciambellonedella Montebovi da 0,99 € e un rosso cartonato Tavernello.mi ricordo anche che si voleva litigare con uno, forse quello con le bretelle vestito da “persona buffa”,  o forse con una donna che ci impedì di prendere il panettone due volte.  ma poi non si litigò perché toccava tornare là e fare troppa fila.

  86. acidshampoo ottobre 16, 2009 a 1:54 pm #

    > Ferretti:  mi garbava nei CCCP e in qualche canzone dei CSI, ma ora èun Ratzingeriano convinto:  perde parecchi punti.  va bene che “sinasce incendiari e crescendo si diventa pompieri”, ma non mi garbatanto uno che sfoggiava tanto il suo essere incendiario e oraspengerebbe anche l’acqua.Aspetta, in che senso è Ratzingeriano? Quindi ci sta che voti pure PDL? Questi voltafaccia mi inquietano non poco, da quello di Sandro Bondi a quello di Capezzone, dal playboy Rock Hudson, quando fece outing di essere gay e malato di AIDS, alla Claudia Koll, uno dei culi più belli di tutto il cinema di Brass, passato a far tracannare zuppe ai magrebini magrolini del Darfur e a dire che Dio è una persona paciosa.Insomma, mi par di capire che è meglio il Ferretti Claudio collega di Umberto Broccoli che il Giovanni Lindo…

  87. acidshampoo ottobre 16, 2009 a 1:58 pm #

    > mi ricordo anche che si voleva litigare con uno, forse quello con lebretelle vestito da “persona buffa”,  o forse con una donna che ciimpedì di prendere il panettone due volte.  ma poi non si litigò perchétoccava tornare là e fare troppa fila.La seconda! Quella troia s’avvicinò due volte per convincerci a tornare al nostro posto e perderci l’atomo di gelato, perché lo spettacolo stava per iniziare e la fila era troppo lunga e Monni era nervoso. E la seconda volta fu tremenda: “Tanto poi c’è la degustazione”. Il tipo in camicia gialla, bretelle rosse, vestito da persona buffa non me lo sono mai scordato da allora e, se ci penso di notte, devo accendere tutte le luci di casa.

  88. acidshampoo ottobre 16, 2009 a 2:09 pm #

    Pallini, ma allora come la pigli una canzone ruffiana e faziosa come Bocca Di Rosa? Questo happening della fica intorno alla protagonista (una prostituta? una hippy?), il sole e l’amore, che fa sborrare tutti e tutti le vogliono bene perché si svòtano, dal prete al parroco, dal sacerdote al curato. Tutti! E ok De André, potevi finirla lì. E invece no, hai bisogno di una contrapposizione drammatica, e te la gestisci col peggio stile. Da lì, le mogli dei puttanieri che da persone diventano semplicemente “cagnette” e “cornute” (caduta di stile indegna di De André, diciamolo). E la vecchia zitella arcigna che non aveva mai avuto un uomo in vita sua, non era forse un freak alla pari di tanti altri nelle sue canzoni? Forse si meritava una canzone per sé, invece del ruolo di bidimensionale villain atto solo a far risaltare quel troione invertebrato della protagonista. Che poi gran parte del pubblico di De André magari, era molto più vicino ad essere cornuta/cagnetta/zitella che Bocca Di Rosa, ma bastava quella canzone per illudersi di essere migliore, libera, una hippy, almeno per tre minuti, e volersi spompinare il buon vecchio Faber quando quella cagnetta della Ghezzi non è in casa.

  89. lozissou ottobre 16, 2009 a 2:14 pm #

    Mi sa, Marinaio, che tu hai il litigio facile…non ti aspettare fiori, in cambio. Chiudo qui, ché questo blog (non è certo colpa sua, intendiamoci!) ha già dimostrato di essere bene in grado di rovinare amicizie.

  90. acidshampoo ottobre 16, 2009 a 2:36 pm #

    Lozissou, questo blog non ha il potere di troncare amicizie, è puro innocente html.Però non so se sia il caso di mettere in piazza cose che, se uno le vuol chiarire, penso sia cosa buona, giusta e onesta che lo faccia privatamente. O altrimenti non è che uno debba chiarirle per forza, ma un sasso scagliato qua che senso ha? A cosa porta?

  91. lozissou ottobre 16, 2009 a 2:40 pm #

    Che sia innocente html l’ho detto. Non porta né vuole portare a niente, solo a puntualizzare un pensiero (che sottende un vissuto) con chi non si è in grado o non si vuole sentire in altri modi più diretti. Fine.

  92. ilmarinaio ottobre 16, 2009 a 3:22 pm #

    Aspetta, in che senso è Ratzingeriano? Quindi ci sta che voti pure PDL?è Ratzingeriano nel senso che nel suo ultimo libro, l’autobiografia Reduce, dice cose tipo “io accetto in pieno i valori che la grande Chiesa Cattolica ci dà, e non capisco chi critica una figura eminente e autorevole come il Papa J. Ratzinger”.  ora non ho il testo completo dietro ma se aspettate qualche giorno’ vi dò la citazione esatta

  93. ilmarinaio ottobre 16, 2009 a 3:36 pm #

    ok, bastava Wikipedia: Dopo un passato nell’estrema sinistra extra-parlamentare di Lotta Continua, negli ultimi anni ha riscoperto le proprie origini cattoliche dopo aver superato un tumore al polmone ed ha maturato idee politiche che lo hanno portato a votare per la coalizione di centrodestra nelle elezioni dell’aprile 2006.  Nel 2005 si espresse a proposito del referendum sulla procreazione assistita dichiarando di essere favorevole all’astensione. Durante l’ 8 Marzo 2008 Ferretti ha partecipato ad una manifestazione indetta dalla lista antiabortista Pro-life creata da Giuliano Ferrara, pronunciando un discorso a favore delle istanze di tale movimento politico.In un’intervista pubblicata dal quotidiano Libero Ferretti dichiara la scoperta dei testi del neo eletto papa Ratzingere di cattolici come Dossetti « Do­po aver cercato il senso in mille modi senza trovar­lo l’ho trovato tornando a casa. Al mio mondo di quando ero bimbo: i monti, il rosario [..] – Ma Giovanni Lindo Ferretti oggi chi è? – Nel Te Deum può scoprirlo. Sono uno che iniziò a curiosare tra i libri dell’allora cardinal Ratzinger per capire perché molti ne parlassero male. E ora che so­no tornato a casa, Benedetto XVI è il mio maestro»  

  94. ??? ottobre 16, 2009 a 3:47 pm #

    No scusa ho sbagliato, parlavo di bocca di rosa non di via del campo…sono andata!

  95. ??? ottobre 16, 2009 a 3:57 pm #

    Comunque la tu analisi di bocca di rosa è maniacale e morbosa. Mi dissocio.(Pare che dire così sia la panacea di tutti i mali. Se vuoi salvarti e tirarti fuori devi dire così. L’ho imparato alla televisione)

  96. giggi ottobre 16, 2009 a 4:03 pm #

    pallini, dimmi che non è bello! Po po porca puttena po po porca puttena po po porca puttena po po porca puttena Oronzo Canà — Oronzo Canà quando sbagli lui ti becca in falllo Oronzo Canà — Divento cattivo attivo reattivo Mi inchezzo, ti spezzo ma resto in A (E’ troppo facile per i signori senza fare i nomi Ancelotti, Mancini Spalletti che si credono pure perfetti o Ranieri, Lippi o quel Capello che si crede pure bello che ci ha solo un capello tutti copiete da me tutti quanti dite la verita papele papele) (Persino le squadre inglesi della corona mi hanno fregato la bi zona a me e se l’arcivescovo di costantinopoli si disarcivescocostantinopolizzasse è troppo facile fare gli sciolingue però vi siete fregati il cinque cinque cinque dimmi come giochi e ti dirò chi sei tutto ciò che dico sono ca***i miei) Oronzo Canà, senza lancia e senza l’alabarda Oronzo Canà, — Oronzo Canà, la bi zona e il cinque cinque cinque ( — ma io me ne fotto mi inchezzo ti spezzo ma resto in A) tutti copiate da me dite la verità papele papele Oronzo Canà, tutto il giorno tutto il capocollo Oronzo Canà, io la tibbia te la metto… a mollo Oronzo Canà, — Oronzo, Oronzo,(grazie) Oronzo, Oronzo (va bene grazie), Oronzo, (un altra volta?)Oronzo,(non facciamo rime…) sei uno st***zo Canà (però vi siete fregati, il cinque cinque cinque!!!) (Grazie a Tino per questo testo)

  97. ilmarinaio ottobre 16, 2009 a 4:05 pm #

    Mi sa, Marinaio, che tu hai il litigio facile…non ti aspettare fiori, in cambio. Mah!  Parliamoci chiaro, Zissou, forse questa è una minaccia? Intendi farmela pagare per qualche motivo o per qualche fantomatica cosa che io ti abbia fatto?  No, se intendi in futuro farmi cose brutte dimmelo chiaramente fin da ora. Da parte mia non mi ricordo di averti mai dato contro, o preso in giro, o fatto niente di sbagliato.  Ti ho trattato esattamente come tratterei chiunque altro.  E ho la decenza di non andare nei dettagli qua in pubblico.

  98. acidshampoo ottobre 16, 2009 a 4:06 pm #

    > E ora che so­no tornato a casa, Benedetto XVI è il mio maestro»Roba da matti. Ma te Marinaio come la gestisci questa cosa, da fan dei CCCP? Nel senso: il Ferretti recente ti contamina retroattivamente album che hai amato?No perché anch’io ho vissuto una situazione simile da fan di Alan Ford e dei fumetti di Max Bunker. Sono stati per anni una delle cose più belle con cui ho avuto a che fare, fino a che il suo autore è diventato, per i miei canoni, una figura umana veramente pessima (ogni volta che leggo i redazionali di Alan Ford mi schifo come manco a sentir parlare Borghezio). Poi la cosa s’è ripercossa anche nella qualità del fumetto ma tutt’oggi non riesco a rileggere in maniera spensierata quelle storie gloriose che furono, che m’hanno formato e su cui ho sognato, senza chiedermi se già allora c’erano avvisaglie di quello che sarebbe stato.

  99. ilmarinaio ottobre 16, 2009 a 4:09 pm #

    Ma te Marinaio come la gestisci questa cosa, da fan dei CCCP? eh, no, ma io ero un ascoltatore, non semmai un fan dei CCCP.  Comunque, per sintetizzare un complesso giudizio critico su Ferretti in una frase:  “me pare un matto”

  100. acidshampoo ottobre 16, 2009 a 4:10 pm #

    > Mi dissocio. (Pare che dire così sia la panacea di tutti imali. Se vuoi salvarti e tirarti fuori devi dire così. L’ho imparatoalla televisione)Un’altra cosa che funziona è l’elegante “sono basito”. Se la dici, quello che t’ha basito diventa per tutti in automatico un cretino. C’è gente basita da Nelson Mandela.

  101. andrea ottobre 16, 2009 a 4:10 pm #

    scusa acid ma cosa ti aspettavi da uno che ha cambiato il suo gruppo da CCCP a CSI e infine a PGR, cioè Per Grazia Ricevuta?

  102. ??? ottobre 16, 2009 a 4:15 pm #

    Giggi contieniti, per favore. Sono basita!

  103. acidshampoo ottobre 16, 2009 a 4:17 pm #

    > scusa acid ma cosa ti aspettavi da uno che ha cambiato il suo gruppo da CCCP a CSI e infine a PGR, cioè Per Grazia Ricevuta?Questa mica la sapevo, e se me l’avessero detto avrei pensato fosse la citazione al cult-movie scritto, diretto e interpretato da Nino Manfredi. In effetti ho cercato sempre di capire cosa volesse dire quella sigla. Pensavo a qualcosa tipo Role Playing Game scozzato.Andrea, ho visto un bel film che sono convinto a te ti potrebbe piacere parecchio: Bronson. QUESTO il trailer. Ma pure QUESTO dovresti vedere.

  104. andrea ottobre 16, 2009 a 4:23 pm #

    sembrano interessanti entrambi.ho guardato la foresta dei pugnali volanti, l’ho trovato interessante ma non c’è storia in confronto a Hero.

  105. acidshampoo ottobre 16, 2009 a 4:29 pm #

    > ho guardato la foresta dei pugnali volanti, l’ho trovato interessante ma non c’è storia in confronto a Hero. Ma come no?! Hero è epica pure un filo pacchiana per essere un film di Zhang Yi-mou, La Foresta Dei Pugnali Volanti è la quintessenza del lirico, ha molte sfumature in più e anche esteticamente è molto più raffinato. Dico: meglio il lirico e l’epico? Non c’è storia. Mi sa che allora non ti piacerà nemmeno La Città Proibita, che è fondamentalmente un melò. Però Chopper e Bronson ti piaceranno.

  106. andrea ottobre 16, 2009 a 4:38 pm #

    hero è certo epico, ma assolutamente non pacchiano. e non è per nulla privo di lirica. ti basti pensare al rapporto tra nevechecade e spadaspezzata e, ancora di più, alle lacrime dell’imperatore.

  107. andrea ottobre 16, 2009 a 4:48 pm #

    a mio parere ne LFDPV non c’è nessuna scena che possa competere con QUESTA.

  108. acidshampoo ottobre 16, 2009 a 5:32 pm #

    Ma infatti Andrea non ho detto pacchiano in senso assoluto, ma inserito nella filmografia di un maestro di raffinatezza e mezzetinte come Zhang Yi-Mou. Ci sono dialoghi veramente didascalici. Ma anche esteticamente: il croma di certe scene pare ottenuto tramite dei filtri che appiattiscono tutto, sono immagini d’impatto, ma molto meno artistiche e morbide di quanto potresti aspettarti da un direttore della fotografia come Christopher Doyle. Questa cosa invece non avviene ne LFDPV, in cui ogni fermo immagine potresti stamparlo e inquadrartelo, vedi per esempio la sequenza di lotta in mezzo alle piante di bambù.

  109. andrea ottobre 16, 2009 a 5:43 pm #

    comunque, mi è piaciuto anche LFDPV. solo preferisco Hero. non è che voglio denigrare l’altro. anche sugli effetti grafici di quest’ultimo nn la penso come te: innanzi tutto, a mio parere, l’uniformità cromatica delle scene serve a sottolineare quello che è il leitmotiv di tutto il film, cioè l’annullamento dell’individuo e delle sue pulsioni rispetto a uno scopo più grande. nonostante questo, il colore usato in ogni scena evoca sempre le stesse pulsioni di questi individui, esaltandole e esaltandoli. dunque, secondo me, c’è una sostanziale unità tra oggetto comunicato e mezzo comunicativo che rende Heroun film perfetto.ho ribadito più volte espressioni come “a mio parere” perchè, in conclusione, Hero e LFDPV sono entrambi film bellissimi. preferire l’uno o l’altro è questione di gusto e mentre credo fermamente che la Bellezza sia oggettiva, il gusto è quanto di più soggettivo ci possa essere.

  110. caramelleamare ottobre 16, 2009 a 6:02 pm #

     Che fai ti dai al porno?! Cmq caramelle è momentaneamente al mare e vi saluta tutti con la manina.  eccomi. sono tornato e menre ero la non vi ho pensato neanche un secondoma caramelleamare che fine ha fatto in questi gg? avrei da chiedergli delle informazioni  su una certa spagnoletta.calme citte, che volete sapere?

  111. caramelleamare ottobre 16, 2009 a 6:32 pm #

    Qualche volta anche a scosciacapretta. mai sentita dire, dev’essere simpaticavorrei che una ragazza me la spiegasse qui nel blog…

  112. acidshampoo ottobre 16, 2009 a 6:39 pm #

    >> Qualche volta anche a scosciacapretta.>mai sentita dire, dev’essere simpaticavorrei che una ragazza me la spiegasse qui nel blog… Per tutto quello che concerne il sesso, qua la luminare è una sola: la Chiara.Te intanto spiegagli la spagnoletta. Credo comunque sia la versione light di QUESTA.

  113. acidshampoo ottobre 16, 2009 a 6:41 pm #

    > eccomi. sono tornato e menre ero la non vi ho pensato neanche un secondoTiratela poco, presuntuosone. Qua t’hanno cercato solo Pallini e la Chiara!

  114. kreisky ottobre 16, 2009 a 6:43 pm #

    A proposito del servizio su Mesiano: ma perché non esistono più le Brigate Rosse ?! ciao caramelle! 

  115. acidshampoo ottobre 16, 2009 a 6:49 pm #

    > l’uniformità cromatica delle scene serve a sottolineare quello che è illeitmotiv di tutto il film, cioè l’annullamento dell’individuo e dellesue pulsioni rispetto a uno scopo più grande. nonostante questo, ilcolore usato in ogni scena evoca sempre le stesse pulsioni di questiindividui, esaltandole e esaltandoli. dunque, secondo me, c’è unasostanziale unità tra oggetto comunicato e mezzo comunicativo che rendeHeroun film perfetto.E’ un ipertesto acuto e ci sta tutto, però ripeto che il risultato m’è arrivato un po’ troppo sintetico. Mi piacciono quelle scene con un colore come dominante, ma non quando appaiono così “filtrate” (non sono un tecnico, non so se dico giusto) e poco naturali. Però che la bellezza sia oggettiva… beh, lì non potrei pensarla più diversamente da te. Su quel tema la penso alla pari con Robin Williams in quel filmaccio patetico che è L’Attimo Fuggente, quando mette alla berlina quella formula per calcolare la bellezza di una poesia.

  116. acidshampoo ottobre 16, 2009 a 6:52 pm #

    > A proposito del servizio su Mesiano: ma perché non esistono più le Brigate Rosse ?! Vergognati. Se fosse stato per le Brigate Rosse, Aldo Moro lo ammazzavano.

  117. acidshampoo ottobre 16, 2009 a 7:00 pm #

    Andrea, a proposito di film dai toni simili a Hero, che ne pensi di questi due trailer di film in uscita?QUA il nuovo di John Woo, dal 23 ottobre al cinema, QUI Valhalla Rising (del regista di Bronson), ancora senza una distribuzione. Il secondo mi pare meglio del primo.

  118. caramelleamare ottobre 16, 2009 a 7:13 pm #

     Qua t’hanno cercato solo Pallini e la Chiara!butta via! ma pallini dove che non l’ho visto?

  119. acidshampoo ottobre 16, 2009 a 7:22 pm #

    Caramelle: nello scorso thread. E comunque io t’ho evocato più volte nei due thread precedenti a quello, spiegando degli episodi chiave per chi vuol capirti (a memoria: brividi/unghie/imitazioni/musica).

  120. caramelleamare ottobre 16, 2009 a 7:22 pm #

    A proposito del servizio su Mesiano: ma perché non esistono più le Brigate Rosse ?! ciao caramelle!  me lo chiedo spesso anche io, mi sembra imppossibile che non ci sia gente disposta a sacrificare la propria vita pur di uccdere o rovinarla a certe persone…mah!io ci faccio un pesierino, tanto non m’è rimasto altro. aspetto solo che federer smetta

  121. caramelleamare ottobre 16, 2009 a 7:32 pm #

    ah perfetto, quando capisci quelli capisci tutto, non aggiungo altroci sarebbe il “mi piaci” , l’hai citato?

  122. acidshampoo ottobre 16, 2009 a 7:37 pm #

    > ah perfetto, quando capisci quelli capisci tutto, non aggiungo altroci sarebbe il “mi piaci” , l’hai citato?Eh ma quella situazione lì va recitata live, ci vuole la pronuncia.

  123. caramelleamare ottobre 16, 2009 a 7:45 pm #

    …giustocerto com’ero fico ai tempi !!

  124. fox in the snow ottobre 16, 2009 a 9:06 pm #

    >Tiratela poco, presuntuosone. Qua t’hanno cercato solo Pallini e la Chiara!No, anche a me m’era mancato.

  125. fox in the snow ottobre 16, 2009 a 9:22 pm #

    >vorrei spezzare un’arancia a favore di amedeo minghiMa infatti avevo una sua cassetta che ce’erano certe canzoni che mi piacevano proprio, tipo questa e questa.

  126. Flavia ottobre 16, 2009 a 10:01 pm #

     Siccome amo i CCCP/CSI e mi perderei in una arringa a difesa di G.L.Ferretti,riporterò, quasi a collage, qualche commento preso da Facebook.Più che di destra lui è un totalitarista:comunismo estremo,cattolicesimo circa…ed anche dalla destra è stato attratto da un’etica”forte”,dal suo messaggio robusto.Fedele alla Linea mi piaceva di più ma in fondo,a suo modo è un Reduce fedele..certo non è un bicchiere d’acqua fresca,G.L.Ferretti ma roba pesa.Chi gli ha voltato le spalle, dopo le sue prese di posizione, non ha mai davvero ammirato la grazia dei suoi testi ma solo lo esaltava x partito preso come fosse un totem della sinistra estrema.Sebbene,al momento,non condivida niente delle cose che dice,lui è la dimostrazione che il fascino è cosa trasversale e quando parla mi incanta a prescindere dal contenuto dei suoi discorsi….parlasse pure di misticismo pedante..io mi concentrerò su quella sua voce carismatica…Ce ne fossero,oggi, di artisti di sinistra meritevoli come lui,o gruppi grandiosi come i CCCP/CSI.Io vi consiglio In Quiete…dite un pò.

  127. fox in the snow ottobre 16, 2009 a 10:20 pm #

    >Durante l’ 8 Marzo 2008 Ferretti ha partecipato ad unamanifestazione indetta dalla lista antiabortista Pro-life creata daGiuliano Ferrara, pronunciando un discorso a favore delle istanze ditale movimento politico.C’è grossa crisi. Secondo me fare certi voltafaccia non è sintomo d’intelligenza, è sintomo di grande insicurezza. Qualche paletto bisogna pur avercelo nella vita. Comunque a me non mi tange, meno male che non mi sono mai piaciuti, a differenza di quella mi amica (Acid la conosci) che era innamorata di lui, e una volta che l’ha incontrato gli ha chiesto “ma perchè?” e lui l’ha trattata male.

  128. fox in the snow ottobre 16, 2009 a 10:24 pm #

    >Siccome amo i CCCP/CSI e mi perderei in una arringa a difesa di ecc. Malgrado quello che ho scritto prima sono d’accordo con Flavia, soprattuto nella parte in cui dici “lo esaltava x partito preso come fosse un totem della sinistra estrema”. Io per aver frequentato certi ambienti ho subito molto il dover quasi farmi piacere per forza gente tipo i CCCP o Guccini. Ma uno che ce po’ fa se proprio non mi piaciono? Meglio Minghi 🙂

  129. acidshampoo ottobre 16, 2009 a 11:44 pm #

    QUI il trailer di Splice, il nuovo film di Vincent Natali (The Cube, Cypher…). Sembra bello.

  130. caramelleamare ottobre 16, 2009 a 11:57 pm #

    No, anche a me m’era mancato. si, modestamente a faccio spesso questo effetto.Flavia, ciao, descrivitianche io non ce l’ho col ferretti come per esempio acid che pensa che faccia i versi da sciamano quando canta veloce. e proprio i due album che hai citato te sono anche secondo me i migliori. della sua storia politica non ne so niente ma per partito preso odio quelli che idolatrano a casaccio. quindi condivido t’appoggio nel discorsoOra non posso certo dire che rimango incantato dalla sua voce perche in realtà non me ne frega una mazza della sua voce quando parla. l’ho trovato sicuramente persuasivo e ai tempi in cui l’ascoltavo non patetico. ora mi dice e coinvolge molto meno anche se qualche canzone è sicuramente bella e trascinante.Piu che il senso delle frasi a me m’ha sempre trasmesso delle vibrazioni giuste a riguardo del come prendere la vita, era piu una questione istintiva che razionale

  131. caramelleamare ottobre 16, 2009 a 11:58 pm #

    Comunque a me non mi tange, meno male che non mi sono mai piaciuti, a differenza di quella mi amica (Acid la conosci) che era innamorata di lui, e una volta che l’ha incontrato gli ha chiesto “ma perchè?” e lui l’ha trattata male. ora mi sta ufficialmente nelle palle

  132. acidshampoo ottobre 17, 2009 a 12:44 am #

    Flavia, vorrei dire anch’io la mia ma sono completamente impreparato sulla scena progressive (ai tempi però comprai il primo album del Banco Del Mutuo Soccorso, mai ascoltato, com’è?). La cosa più vicina al progressive che conosco (e amo) sono gli Squallor, specie i recitati di Cerruti tipo QUESTO. Quanto a voce, Ferretti a Cerruti gli fa una sega.

  133. chiara ottobre 17, 2009 a 9:35 am #

    >> Qualche volta anche a scosciacapretta.>mai sentita dire, dev’essere simpaticavorrei che una ragazza me la spiegasse qui nel blog… Per tutto quello che concerne il sesso, qua la luminare è una sola: la Chiara.Te intanto spiegagli la spagnoletta. Credo comunque sia la versione light di QUESTA.grazie Acid, non mi fai sentire per niente a disagio…sei proprio un caro ragazzo.visto che io non farei altro che sessualizzare qualsiasi situazione, ecco qua la spagnoletta che mi interessa:occhio a non rimanerci male, eh!

  134. chiara ottobre 17, 2009 a 9:41 am #

    ehmmm….come si fa a mandare il link?http://it.win-direct.com/img_zoom/persiana_spagnoletta.jpg …comunque caro caramelleamare, senza volerti tediare e senza voler abusare del tuo tempo libero, avrei da chiedere alcuni consigli, in privato…solo se non ti scoccia. 

  135. chiara ottobre 17, 2009 a 10:16 am #

    sono d’accordo con Flavia, soprattuto nella parte in cui dici “loesaltava x partito preso come fosse un totem della sinistra estrema”.Io per aver frequentato certi ambienti ho subito molto il dover quasifarmi piacere per forza gente tipo i CCCP o Guccini. Ma uno che ce po’fa se proprio non mi piaciono?a me  non è che non piacciano, però istintivam non mi viene di ascoltarli costantem. alle superiori ho ascoltato passivam cccp e modena city rambles durante le autogestioni, dato che lo stereo era sotto controllo degli “alternativi”. comunque ricordo che a quei tempi, se non ascoltav cccp o guccini o modena city rambles di sicuro eri tagliato fuori dalla categoria “quelli della sinistra vera”. mha.non so perchè, ma gruppi come bandabardò o modena city rambles mi stanno a genio durante le manifestazioni o feste dell’unità (forse perchè anche musicalm o proprio i loro modi sono parecchio folkloristici)…poi è difficile che mi vengano da ascoltarli nel quotidiano.

  136. chiara ottobre 17, 2009 a 11:07 am #

    QUI il momento più comico della puntata di AnnoZero di ieri.nno vidi la puntata e quindi mi son persa questo sketch…solitam ad annozero se si ride è col senso amaro della cosa; l’ intermezzo proprio comico, devo dire, non è stato male …scusate l’ignoranza, chi sarebbe questo “giullare di corte”?

  137. giggi ottobre 17, 2009 a 12:05 pm #

    a acid & caram chiederei 2 parole sulla differenza tra la nuova presentatrice di anno 0 e la borromeo. grazie

  138. ilmarinaio ottobre 17, 2009 a 12:34 pm #

    comunque ricordo che a quei tempi, se non ascoltav cccp o guccini omodena city rambles di sicuro eri tagliato fuori dalla categoria”quelli della sinistra vera”. mha.vebbè, ricordiamoci che si parla di ragazzi di 16 anni… però è un brutto atteggiamento lo stesso.  errore tipico della sinistra è il voler ricercare chi è “il più di sinistra” o “il vero di sinistra”.  a destra credo che non lo facciano.  altro errore, conseguente:  la tendenza all’ostracismo

  139. Flavia ottobre 17, 2009 a 1:22 pm #

    dato che scrivo da poco su questo blog,volevo precisare,anche per conoscerci meglio,che io delle attuali idee di G.L.Ferretti non condivido pressochè nulla…..cmq.scrivendo di questo e leggendo i vostri commenti(ah,sono d’accordo con fox sul discorso dei certi paletti fissi nella vita)pensavo:quando abbiamo iniziato a giudicare la validità di un artista in base alla coincidenza tra le sue e le nostre idee politiche(in senso lato)?…..cioè quando guardiamo una tela di Monet o di Piero della Francesca o del Caravaggio ecc ,ci importa qualcosa della loro personalità?Sono la prima che prova dello scetticismo,bello grande,difronte agli artisti di destra…anzi per la verità non ne ricordo uno,degno di questo titolo,mentre scrivo e credo che in questi ultimi due secoli l’arte sia espressione del pensiero di sinistra…però non sempre ho delle certezze monolitiche e questo è il caso…Forse abbiamo iniziato con l’avvento dell’arte concettuale?no so..e non so neppure se Fontana o Pollock fossero di destra o sinistra….però mi piacciono…non so se vi sembri una inutile sega mentale..se così è, ignorate il commento

  140. chiara ottobre 17, 2009 a 1:35 pm #

    La cosa più vicina al progressive che conosco (e amo) sono gli Squallor, specie i recitati di Cerruti tipo QUESTO. il modo di parlare e di raccontare mi hanno fatto pensare a quel tizio (ex-iena?) che faceva un programma su mtv “il testimone”…

  141. chiara ottobre 17, 2009 a 1:58 pm #

    quando abbiamo iniziato a giudicare la validità di un artista in basealla coincidenza tra le sue e le nostre idee politiche(in sensolato)?…..cioè quando guardiamo una tela di Monet o di Piero dellaFrancesca o del Caravaggio ecc ,ci importa qualcosa della loropersonalità?oliè vero. però mi chiedo, dopo la svolta cattolica, ferretti cosa e come ha ripreso a scrivere?i testi a cosa rimandano?sia chiaro, io non lo conosco proprio, però penso che non sia più quello di prima, a livello di testo o di musica. magari stò toppando alla grande.su wikipedia leggo“Sono uno che iniziò a curiosare tra i libri dell’allora cardinal Ratzinger per capire perché molti ne parlassero male. E ora che so­no tornato a casa, Benedetto XVI è il mio maestro[3]…non parlo di lui come artista, eh, cerco di capire però come uno di sinistra radicale possa avvicinarsi al cattolicesimo (fondamentalista) grazie a una  figura come ratzinger. mi turba un po’.mi inquieta. troverei naturale se il passaggio fosse avvenuto per figure passate come don milani, o contemporanee come padre zanotelli…toh, per dire. al di là delle scelte politiche, tendo però ad essere influenzata dalla personalità dell’artista, così per es. non posso ascoltare 1 secondo di vasco rossi perchè mi dà sui nervi il suo modo di vivere la donna, la vita in sè, mi dà sui nervi il tipo d folla che riesce a trascinare… 

  142. kreisky ottobre 17, 2009 a 2:48 pm #

    >Vergognati. Se fosse stato per le Brigate Rosse, Aldo Moro lo ammazzavano. Hai visto che TEMPISMO ?!

  143. acidshampoo ottobre 17, 2009 a 3:16 pm #

    > no so..e non so neppure se Fontana o Pollock fossero di destra osinistra….però mi piacciono…non so se vi sembri una inutile segamentale..se così è, ignorate il commentoHai ragione. Eppure mi viene naturale dover scavare su tutto quello che è intorno ad un’opera. Che faccia abbia quel cantante, qual’è la sua storia artistica ma soprattutto privata, poi il contesto produttivo di quell’album, il pubblico che si tira dietro, come appare nei concerti… Mi viene proprio naturale e, non essendo un robot, alla fine un po’ di differenza la fa sempre. Magari non ha la forza di rendere bellissimo il bruttissimo o viceversa, ma a volte anche la semplice faccia di un artista ti da la chiave per “sentirlo” davvero quell’album, si costruisce un ponte speciale fra quell’oggetto e te, te paresse poco! E di certo questa “dietrologia” regala ulteriori colori e sfumature a quell’opera (non solo positive, sia chiaro), che di suo comunque non avrebbe. La questione è: è un bene o un male? Per me assolutamente un bene.

  144. acidshampoo ottobre 17, 2009 a 3:29 pm #

    > a acid & caram chiederei 2 parole sulla differenza tra la nuova presentatrice di anno 0 e la borromeo. grazieTi so dire poco, se non che mi piaceva di più la Borromeo, non che questa non sia brava. Comunque entrambe c’hanno lo stesso leggero difetto di prununcia delle S. O meglio: quando dicono parole con le S c’hanno la bocca che fa la stessa smorfia. Comunque il prossimo anno vorrei che al posto di queste fiche ci fosse Bruno Gambarotta.

  145. lozissou ottobre 17, 2009 a 3:44 pm #

    Flavia, tu continui a commentare però io non ho ancora capito una cosa.Mi vuoi bene come ai bei vecchi tempi o no? Sai, per sapere…

  146. acidshampoo ottobre 17, 2009 a 3:48 pm #

    Nuovi sviluppi sulla questione Mesiano: QUI.

  147. caramelleamare ottobre 17, 2009 a 4:59 pm #

    …comunque caro caramelleamare, senza volerti tediare e senza voler abusare del tuo tempo libero, avrei da chiedere alcuni consigli, in privato…figurati, sono curioso anzi. la mail la dovresti conoscere cmq è caramelleamare seguito da @gamil.comse poi se ne deve parlare a voce non c’è problema

  148. caramelleamare ottobre 17, 2009 a 5:14 pm #

    Mi viene proprio naturale e, non essendo un robot, alla fine un po’ di differenza la fa sempre. Magari non ha la forza di rendere bellissimo il bruttissimo o viceversa, ma a volte anche la semplice faccia di un artista ti da la chiave per “sentirlo” davvero quell’album, si costruisce un ponte speciale fra quell’oggetto e te, te paresse poco!Per esempio di recente m’è sucesso con gli HAL: dietro ogni canzone che ascolto c’è la sua faccia stampata. quell’album, se non sapessi di chi è, sarebbe bello ma non mi piglierebbe cosiquindi si, un po di differenza la fa. non è tutto ma insomma conscere l’artitsta qualche tarlo te lo crea, nel bene o nel male

  149. caramelleamare ottobre 17, 2009 a 5:20 pm #

     a acid & caram chiederei 2 parole sulla differenza tra la nuova presentatrice di anno 0 e la borromeo. grazieconosco pochissimo tutte e due, anzi questa è la prima volta che la vedo.è di profilo, l’immagine è nel formato sbagliato e non sta succhiando niente, quindi non so che dirti nemmeno io

  150. caramelleamare ottobre 17, 2009 a 5:28 pm #

    Hai visto che TEMPISMO ?! volevo dare la notizia io che l’ho sentita al tg1. a fagiolo! era ora, ma vedrai che gli faranno comodo anzicheno

  151. acidshampoo ottobre 17, 2009 a 5:34 pm #

    > Per esempio di recente m’è sucesso con gli HAL: dietro ogni canzone cheascolto c’è la sua faccia stampata. quell’album, se non sapessi di chiè, sarebbe bello ma non mi piglierebbe cosiM’hai rubato l’esempio di bocca. Come non amare QUESTA perfetta fusione fra un hippie e un redneck?

  152. acidshampoo ottobre 17, 2009 a 5:41 pm #

    Occhio Caramelle che t’è partita una sinapsi e hai sbagliato a dare la tua email alla Chiara: è @gmail.com e non @gamil.com Se tu fossi Mesiano t’avrebbero già messo in croce.

  153. caramelleamare ottobre 17, 2009 a 8:54 pm #

    Questa è imperdibile. Guardate QUAcon quali mezzi patetici e surreali, a Mattino 5, tentano di infangareRaimondo Mesiano, il giudice dei 750 milioni di euro di risarcimento cheBerlusconi ha dovuto versare a De Benedetti.ma è assurdo, ma che roba è!?!?a parte il fatto che quell’uomo rimane molto bene per la sua normalità, poi quella pausa sulla panchina molto cinematografica, un bel tipo insommabrachino ha presentato malissimo quello che doveva essere il servizione scandalo, il salva-silvio, gli è uscita una presentazione moscia e sciatta nei tempi

  154. caramelleamare ottobre 17, 2009 a 8:55 pm #

    Occhio Caramelle che t’è partita una sinapsi e hai sbagliato a dare la tua email alla Chiara: è @gmail.com e non @gamil.com Se tu fossi Mesiano t’avrebbero già messo in croce. giusto, ma ci siamo trovati lo stesso

  155. fox in the snow ottobre 18, 2009 a 11:54 am #

    >non so perchè, ma gruppi come bandabardò o modena city rambles mi stanno a genio durante le manifestazioni o feste dell’unità Vero. Comunque già meglio i Modena City Rambler di Guccini o CCCP. Bandabardò mi hanno detto che sono delle teste di cazzo quindi mi stanno antipatici.

  156. fox in the snow ottobre 18, 2009 a 11:58 am #

    >nno vidi la puntata e quindi mi son persa questo sketch…La cosa comica Chiara è che quel tipo lì faceva sul serio.

  157. fox in the snow ottobre 18, 2009 a 12:14 pm #

    >pensavo:quando abbiamo iniziato a giudicare la validità di un artista in base alla coincidenza tra le sue e le nostre idee politiche(in senso lato)?…..Altro che seghe mentali, son cose serie. Secondo me è inevitabile amare chi ha le stesse nostre idee quando si tratta di espressioni artistiche che si basano sulla parola (poesie, canzoni). Spesso, almeno io, amo qualcosa perché qualcun altro è riuscito a mettere in parole i miei stessi pensieri molto meglio di come riuscirò mai a fare io. Poi la vita, la storia di un artista influenzano moltissimo la sua produzione, e di conseguenza anche la nostra percenzione. Per fare un esempio, a uno possono piacere sia Majakovskij che Mandelshtam, ma non gli fa la differenza sapere che l’uno aderì alla propaganda sovietica e per questo visse negli agi e negli allori (finché non declinò quest’appoggio), mentre l’altro passò anni in carcere e in carcere scrisse, perché inviso al governo?

  158. acidshampoo ottobre 18, 2009 a 12:23 pm #

    > Vero. Comunque già meglio i Modena City Rambler di Guccini o CCCP.Bandabardò mi hanno detto che sono delle teste di cazzo quindi mistanno antipatici.Quelli della Bandabardò non sono cattivi, sono nervosi.

  159. ??? ottobre 18, 2009 a 12:45 pm #

    Io concordo con quello che dice Fox, mi piace un libro , una canzone, espressioni artistiche basate sulla parola, se dice cose che sento mie, che condivido e la storia  e le scelte di ogni persona contano eccome. Non posso stimare ed apprezzare qualcuno che a livello personale  penso sia il male assoluto.Io non ho mai vissuto discriminazioni per questo tipo di scelte, credo siano solo retaggi adolescenziali, indipendenti dalla parte politica che si è scelta. Bisogno di identificarsi, far parte di un gruppo.  

  160. ilmarinaio ottobre 18, 2009 a 12:48 pm #

    Bandabardò mi hanno detto che sono delle teste di cazzo quindi mi stanno antipatici.della Bandabardò è interessante analizzare alcuni testi:  non significano proprio un cazzo! esemplare è “sette sono i re”:”7 SONO I RE, 7 SONO I RE/il primo ha preso tutto,/per portarselo con se/per fare il seppellito in una tomba ingorda/nessun piccolo fiore nessuno che ricorda…/6 SONO I RE, 6 SONO I RE/il sesto amava tutto /quello che non fa per me/potere, veleno, cemento, benzina/l’ hanno trovato matto/sposato ad una gallina/[…]4 SONO I RE, 4 SONO I RE/la quarta era regina del prét-à-porter/femmina lasciva/tradì la sua natura/si mise a fare il maschio /e pagò la sua impostura…[…]2 SONO I RE, 2 SONO I RE/litigano bene si odiano perchè/uno é figlio d’arte,l’altro fuma il narghilè”di loro, per motivi nostalgici, mi piacciono invece “manifesto”, “vento in faccia” e quella “attenziò, concentraziò”.

  161. lozissou ottobre 18, 2009 a 1:47 pm #

    >Per fare un esempio, a uno possono piacere sia Majakovskij che Mandelshtam, ma non gli fa la differenza sapere che l’uno aderì alla propaganda sovietica e per questo visse negli agi e negli allori (finché non declinò quest’appoggio), mentre l’altro passò anni in carcere e in carcere scrisse, perché inviso al governo?Sì, e senza problemi. Un conto è l’artista, un conto è l’uomo. Che poi si intersechino è ovvio, ma mai perdere di vista tale sottile sfumatura.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: