Cineforum, mon amour

14 Apr

cinema_paradiso2_262

A me il cinema è sempre interessato. Già durante le superiori seguivo le rassegne organizzate da un cineforum della mia città. Ero come un germoglio di mandorlo che assapora una goccia d’acqua e da allora ne vuole sempre di più. Avevo scoperto Dreyer e già pensavo a Tarkovskij, passavo con disinvoltura dalla commedia dei telefoni bianchi al kammerspiel degli anni ’40. Ero curioso e vorace delle più variegate esperienze della visione. Questo percorso di formazione umana, a neanche sedici anni, mi veniva offerto dal professor Aureliano Parrini e dal suo entourage, i quali organizzavano maratone e rassegne cinematografiche di ogni sorta e genere ad Arezzo. Mentre i miei amici si divertivano con passatempi stupidi e deturpanti, tipo provarci con le ragazze o andare a mangiare la pizza, io mi beavo, seduto fra Parrini e il più giovane braccio destro Raspini, di fronte ai primi piani di Renée Falconetti ne “La passione di Giovanna D’Arco” (quello muto, ovviamente). Non nascondo che durante la visione, sacrificavo qualche inquadratura per osservare i miei due partner. Il mio cuore traboccava felicità e un sorriso nasceva immancabilmente sulle mie labbra. Figurarsi che a diciotto anni, ai fini dell’esame di maturità, il professor Parrini mi consegnò brevi manu un attestato al merito che potei usare per i crediti formativi e per alzare il punteggio. Parrini prese così a cuore il mio profilo che invitò gli altri soci a pensare a una mia collaborazione benché non avessi ancora la maggior età. Già l’anno successivo fui premiato entrando nel direttivo del cineforum e avendo potere di opinione al suo interno, partecipavo alle riunioni, a volte anche alle cene, potevo suggerire titoli e autori da offrire alla cittadinanza locale, la stessa di cui una volta facevo parte. E iniziai a stendere qualche scheda per i programmi delle rassegne, gli stessi che un tempo leggevo con tanta avidità e invidia. Mi sembrava di aver toccato il cielo con un dito. A parte me, il più giovane componente di questo consesso aveva sessant’anni, più di tre volte la mia età. Nonostante questo non mi lasciavo intimorire e dicevo sempre la mia, facendo di tutto in modo che poi diventasse anche la loro. Spesso mi schieravo contro la maggioranza anche se in realtà la pensavo allo stesso modo, perché di cinema ne sapevo di più e li volevo formare. D’altronde anche Rainer Werner Fassbinder avrebbe forgiato gli stessi capolavori se non avesse avuto la vita piena d’ostacoli? Chiaramente, per doveri di archivio e documentazione, io arrivavo alle riunioni con un paio o a volte tre maxi buste dell’Esselunga e svuotavo sistematicamente l’archivio della videoteca, accumulata nel tempo dai soci. E se questo non bastava, chiedevo anche ai singoli soci altre videocassette dal loro patrimonio personale e, nel caso, altre buste Esselunga. Inoltre, in bilancio facevo figurare la voce “giornali di cinema”, imponendo loro l’acquisto di vecchie copie personali di riviste sfuse di cinema, che altrimenti avrei buttato. Da ultimo, non mi ponevo inutili problemi a far smantellare anche all’ultimo minuto gli incontri dove non avrei potuto esserci, perché mi scocciava che si trovassero senza di me. Alla fine di questo ciclo di rassegne che mi vede protagonista, nel settembre dello stesso anno parto in Inghilterra per l’Erasmus col proposito di approfondire le mie conoscenze e pronto a rinverdire l’immaginario cinematografico degli aretini. Durante quella trasferta scopro addirittura il cinema indiano di Satyajit Ray nonché i musicarelli di Stanley Kubrick. Mi carico di idee, proposte e buoni auspici. Ma verso la fine del mio anno inglese, vengo assalito dalla preoccupazione che la mia lunga assenza abbia messo in seria difficoltà un oggetto di difficile gestione come il cineforum di una piccola città. Una volta a casa mi affretto a far sapere ai soci che sono tornato, inviando loro una calda ed emozionale e-mail, in cui racconto la mia esperienza e rilancio con diverse proposte culturali per la stagione a venire. Purtroppo non ricevo risposta. Al che mi prende uno struggimento senza fine perché realizzo che, vista la mia assenza, il cineforum ha smesso di operare. Mi sento un verme per quello che ho fatto, per come sono stato distratto e sprovveduto, sottostimando le conseguenze del mio allontanamento da Arezzo. Mi faccio così rabbia che, per punirmi, per un giorno mangio solo primi e uva. Tuttavia, di lì a poco, scopro che tutta la città è tappezzata di cartelloni della rassegna imminente sul tema “gli anni ’60 e la ribellione giovanile”, organizzata dai miei colleghi di una volta. Rimango di pietra e, ricordandomi che avevo comunicato loro la data del mio rientro, non capisco come non mi abbiano potuto interpellare. Scopro nel frattempo che Raspini ha praticamente preso il ruolo del professor Parrini, troppo anziano e malato, e in cuor mio capisco come sono andate le cose. Praticamente Raspini, da sempre un po’ arrivista, aveva approfittato della mia assenza e aveva agito d’imperio, detronizzando il professor Parrini, praticamente il mio secondo babbo, che oltre le videocassette mi avrebbe anche dato un rene se avesse potuto. Così faccio per chiedere lumi a Raspini sulla mia mancata chiamata, ma mi viene negata in ogni modo una risposta. Lo ritrovo soltanto alla serata inaugurale della rassegna, dove lo vedo salutarmi freddamente con un cenno del capo e affrettarsi a raggiungere il suo posto. Io, un po’ deluso, ricambio con la stessa moneta. La sera stessa, alla fine del film, una proiezione smagliante di “Out of the blue” di Dennis Hopper, torno a casa e mando una e-mail a Raspini, in cui gli ricordo che sono tornato come, del resto, aveva potuto vedere di persona, e soprattutto sono pronto a riprendere le redini del cineforum, come prima e meglio di prima. Mi risponde il silenzio. Continuo a incrociarlo alle proiezioni e ogni volta mi pare uguale a prima, anche se un tantino più freddo, e ogni volta mi convinco che posso scrivergli una lettera. Come lo faccio, sempre silenzio. Allora uso uno stratagemma per favorire una serena comunicazione fra di noi: scrivo un commento appena appena critico sul suo blog (demolisco la natura e la struttura della rassegna), e resto in attesa di una risposta. Ma già il giorno dopo noto che il commento non c’è più. Raspini me lo ha cassato! Non ci vedo più e gli scrivo una nuova lettera, diretta e molto risentita. Stavolta la risposta non tarda ad arrivare: “Parassita dei miei coglioni, non hai capito che il mio non risponderti è già una risposta? Hai rotto il cazzo, vedi di tornartene a Coventry di nuovo. Parlo a nome di tutti, non ce ne frega niente di te, per noi puoi anche crepare. Lasciaci in pace”. Chiaramente non gli rispondo perché di fronte a un atteggiamento così gretto la mia umanità non trova appigli. Seguono giorni caratterizzati da un melange dei più diversi stati d’animo: rabbia, depressione, autoriflessione, rancore, simpatia, divertimento. Ripenso all’attestato del professor Parrini e aggiungo lo sconforto. Una sera, all’imbrunire, mentre portavo fuori il cane per i suoi bisogni, vedo in lontananza un deperito professor Parrini e mi si illumina il volto. Gli corro incontro, pronto a confessargli tutto quello che era accaduto e il grumo di sensazioni che mi stava attanagliando. Sono dinnanzi a lui e, come apro bocca per salutarlo, il professore mi anticipa con un rutto alla finocchiona in piena faccia. Il tempo di lanciarmi un’occhiataccia e sputare per terra, che si volta e scompare nella nebbia. Mi guardo attorno e il mondo non c’è più. Rientro a casa tradito e annientato, mi sento vecchio e inutile, ho solo voglia di buttarmi via, non ho neanche la forza di mangiare o di
vedere un Bresson in laserdisc. Me ne vado a letto, soffocando i singhiozzi nel cuscino con la colonna sonora di “Dersu Uzala” in cuffia, aspettando un sonno che non arriva. Pensieri cupi si affastellano nella mia mente, come opere di una filmografia di morte infinita. Intorno alle quattro, prendo una decisione, alzo il telefono e chiamo il mio miglior amico, Alessandro Gori, e mi sfogo raccontandogli fra le lacrime tutta la situazione e chiedendo a lui un senso. Alessandro, per niente disturbato dalla mia telefonata, mi rassicura, manifestandomi empatia e comprensione. E mi fa anche capire una cosa importante: che dagli altri è inutile aspettarsi tanto quanto noi daremmo senza problemi, perché le nostre attese saranno probabilmente deluse. Attacco il ricevitore con una nuova emozione nel cuore: disgusto. Solo un cretino buonista come il Gori poteva non accorgersi che, tutto sommato, Raspini una certa dose di ragione ce l’aveva eccome!

Lozissou & Acidshampoo

Annunci

130 Risposte to “Cineforum, mon amour”

  1. frank aprile 14, 2009 a 7:55 am #

    BRAVISSIMI!!! Racconto stupendo, per di più fatto in maniera esilarante e raffinata. Veramente la reltà spesso surclassa la finzione, quanto ad assurdità… Mi auguro un sodalizio eterno fra voi due, con uno Zissou per sempre sciolto nel mondo a far danni e un Acidshampoo dietro (anzi, a casa) a raccoglierne e comporne le memorie.

  2. fox in the snow aprile 14, 2009 a 9:29 am #

    Betornato Lozissou, gran bel racconto, in cui ancora una volta dimostri una bella dose di autoironia. Sulla parte finale c’hai ragione, il Gori è così impegnato a stare dalla tua parte quando ascolta un problema, che di solito non si rende conto chi ha veramente ragione. Tranne con me, quando si tratta di me hanno ragione sempre gli altri.

  3. acidshampoo aprile 14, 2009 a 11:57 am #

    QUI l’anteprima di Caravan, la miniserie Bonelliana di Michele Medda in uscita a giugno. M’ispira tantissimo. Che ne pensate?Ricordo che protagonista della miniserie sarà, manco a farlo apposta, la famiglia Donati.

  4. acidshampoo aprile 14, 2009 a 12:05 pm #

    Anno Zero di Santoro non sarà più in onda da settembre. QUI la notizia completa.

  5. fox in the snow aprile 14, 2009 a 2:12 pm #

    >Anno Zero di Santoro non sarà più in onda da settembre. QUI la notizia completa.Sì sì, io però aspetto di sentire la versione di Santoro.

  6. giggi aprile 14, 2009 a 3:04 pm #

    nonostante non: metterei benché non | Al ché: Al che | (demolisco la natura e la struttura della rassegna): lo toglierei 

  7. acidshampoo aprile 14, 2009 a 3:09 pm #

    QUI intervista ad uno spettacolare John Scurti (Lou) sul ritorno di Rescue Me.Tra l’altro è già stata acquistata la sesta stagione della serie, di 18 episodi.

  8. acidshampoo aprile 14, 2009 a 3:15 pm #

    Ottimo e gradito consiglio, Giggi. Li ho appena sostituiti.

  9. Pinxor aprile 14, 2009 a 4:40 pm #

    That’s classy! I miei complimenti al connubbio Zissou-Acid per l’ennesimo frammento di semibiografia Zissouiana riveduto e semicorretto (all’Alchermes). Sempre uno spasso.

  10. giggi aprile 14, 2009 a 4:46 pm #

    acid & c. che sapete le lingue diteci quanto puzza http://www.ewtn.com/library/THEOLOGY/TRUEFREE.HTM

  11. infrarosa aprile 14, 2009 a 5:03 pm #

    prima di leggere il post: ho visto questo film proprio ieri sera, director’s cut chiaramente.

  12. infrarosa aprile 14, 2009 a 5:21 pm #

    post bellissimo e toccante, degno esso stesso di essere trasformato in sceneggiatura. non so perché di preciso, ma mi ricorda “la patente” di pirandello. bravi.

  13. ilmarinaio aprile 14, 2009 a 6:05 pm #

    bello, mi garba.

  14. giggi aprile 14, 2009 a 7:11 pm #

    http://insonnoeinveglia.splinder.com/post/20310966 bello tutto pure la foto | l’ineffabile critico è parente allo scroccone dei gadget davanti ai cinema che diverbia col tumorato?

  15. Nicola aprile 14, 2009 a 7:36 pm #

    Anche se di cinema non ne capisco molto, ho capito che alla fine anche il gori non aveva capito nulla e secondo me dopo aver attaccato il telefono ha fatto pure lui un rutto alla finocchiona.

  16. lozissou aprile 14, 2009 a 8:16 pm #

    M’accorgo solo ora che caramelleamare ha ragione a dire quando potreste scotennarvi di complimenti, ogni tanto. Frigidi pornografi delle emozioni che non siete altro! Pinxor, in ogni caso è il Chemus. Eh!

  17. acidshampoo aprile 14, 2009 a 8:36 pm #

    QUI, aggiornamenti sul caso Anno Zero.

  18. kreisky aprile 14, 2009 a 8:44 pm #

    bello ! complimenti !

  19. fox in the snow aprile 14, 2009 a 9:14 pm #

    >QUI, aggiornamenti sul caso Anno Zero.E ci mancherebbe. Bastava sapere che veniva dal Riformista per avere la certezza che si trattava di una bufala, anche se visti i precedenti, la cancellazione di Anno Zero non è che sarebbe stata una cosa impossibile.

  20. Pinxor aprile 14, 2009 a 10:26 pm #

    Pinxor, in ogni caso è il Chemus.Casomai, Archèmussé

  21. caramelleamare aprile 15, 2009 a 12:01 am #

    “Parassita dei mieicoglioni, non hai capito che il mio non risponderti è già unarisposta? Hai rotto il cazzo, vedi di tornartene a Coventry dinuovo. Parlo a nome di tutti, non ce ne frega niente di te, per noipuoi anche crepare. Lasciaci in pace”.mi aggrego a raspini, questa risposta m’ha fatto veramente riprendere aria.ero in ansia durante il racconto che potesse non esserci una mazzata del genere. se non ti trattavano cosi loro, t’avrei odiato ancora di piu. bravi loro! èbuffo come questa persona qua, mi fa venire un ansia della madonna che le cose gli vadano male. se gli vanno bene soffoco

  22. acidshampoo aprile 15, 2009 a 1:05 am #

    Segnalo che, dopo anni che insisto, Lozissou ha pubblicato sul suo bloguna recensione scritta nel 2001 per il primo disco dei Baustelle. Unarecensione TREMENDA, visto che non c’aveva capito un cazzo (così comesempre quando si parla di musica) e però doveva snocciolare citazioni acasaccio e dimostrare quante ne sapeva e di che ghirigori verbali eracapace! Uno spettacolo! Ne esce un irresistibile cretino fatto efinito! Così senza vergogna che garbò a Massara e gliela pubblicaronopure nell’home page del gruppo. Grande Lozissou, che in queste cose si piglia il Nobel per la faccia di bronzo!Eccola QUI.

  23. acidshampoo aprile 15, 2009 a 1:08 am #

    Il revival cinematografico degli anni ’80 continua. A questo giro niente remake né reboot, ma un sequel, quello di Tron. La notizia completa QUI.

  24. acidshampoo aprile 15, 2009 a 1:14 am #

    QUI il bel trailer di Antichrist, il nuovo film di Lars Von Trier, un horror. Il regista danese mi sta sui coglioni, ma il trailer è ispirevole e fa venire in mente Shining. A occhio comunque parrebbe il suo film più mainstream.

  25. acidshampoo aprile 15, 2009 a 3:10 am #

    > prima di leggere il post: ho visto questo film proprio ieri sera, director’s cut chiaramente.No no, in realtà non è esattamente la director’s cut. Nuovo Cinema Paradiso fu presentato nella versione lunga a Cannes (o era Venezia) e successivamente fu proprio Tornatore a decidere di scorciarla e rivederne il montaggio, prima che fosse distribuito al cinema. Stessa cosa che fece Salvatores per Denti e Sorrentino per L’Amico Di Famiglia, solo che i cambiamenti di Tornatore furono più corposi.

  26. infrarosa aprile 15, 2009 a 7:13 am #

    soprattutto per non tagliarsi le gambe all’estero accorciò il film, a quanto mi ricordo ancora dall’epoca. da una parte il film accorciato (il primo che ho visto) non era affatto male e raccontava un’altra storia, ma la raccontava bene. dopo la demolizione del paradiso in effetti ci stava anche che finisse, e a volte nella versione lunga il rivedere elena è quasi un po’ lento, non è inserito perfettamente. sapessi acid che venerazione ho avuto negli anni per quel film! altro che amelie-mania!!! comunque io guardo la versione lunga per vedere Brigitte Fossey perché mi piace da morire, nella versione corta lei non c’è proprio per esigenze narrative. lei e claude brasseur erano la coppia di genitori che sognavo di essere io con il mio ipotetico marito nella mia famiglia ideale, nonna Poupette compresa. personaggi molto realistici. una nonna così la conosco da pasqua, ha novantun’anni e guida come un rallysta, sicura e sfacciata, gente fare da navigatore alle nonne pilote è un’esperienza che consiglio vivamente.

  27. infrarosa aprile 15, 2009 a 7:33 am #

    io mi esprimo raramente in modo negativo, ma la recensione di zissou sul sussidiario ai miei occhi non mi è piaciuta! forse i collegamenti tra citazioni e canzoni sono così soggettivi che non li condivido (come una persona che uno insiste a dire “somiglia a…” e non riesco ad essere d’accordo), forse il continuo citare titoli film e autori e l’uso di espressioni ricercate mi snerva, forse il sussidiario è un pezzo del mio cuore così grande che già a recensirlo mi sembra che uno gli faccia uno sgarbo… non lo so, il motivo. zissou mi spiace, a volte scrivi benissimo ma sul sussidiario secondo me no! so per certo però che in tedesco baustelle si pronuncia con la “e” aperta come in italiano (giusto i bavaresi potrebbero fare altrimenti e fare finta di essere la regola e non l’eccezione), è l’accento che cambia perché è sulla “a” di “bau”, e “stelle” si dice alla pseudo-napoletana, “schtelle”. al nord “baustelle” si pronuncia addirittura come da noi ad arezzo.

  28. giggi aprile 15, 2009 a 8:41 am #

    il clou non è nella frasona, ma nell’alito alla finocchiona: il clou è un acting-out. acid vai a vederti il grande capo di lars e poi ne riparliamo. bau… bau.. questioni di lana canina

  29. chiara aprile 15, 2009 a 9:16 am #

    non ho letto il post, lo farò presto però.capito qua per un saluto.

  30. ilmarinaio aprile 15, 2009 a 9:51 am #

    La canzone del parco:   icapitoli iniziali del Satyricon (perchi li ha letti), il mirabolante Hermagorasdi Apuleio (idem, per chi l’ha letto, purtroppo anche questo è andato perdutodopo il IV secolo);  La  canzone del riformatorio:  non so perché ma mi fa pensare a succhi difrutta alla pera, a triceratopi, alla vita malinconica dei nomadi asiatici;  agli Ainu, minoranza etnica giapponeseingiustamente estromessa dal mercato australiano dei gioielli di lusso.

  31. ilmarinaio aprile 15, 2009 a 9:51 am #

    Segnalo che, dopo anni che insisto, Lozissou ha pubblicato sul suo bloguna recensione scritta nel 2001 per il primo disco dei Baustelle. Unarecensione TREMENDAho visto la recensione;  secondo me il primo disco dei Baustelle èispirato invece all’età augustea  e imperialedella letteratura latina:  una bucolica stracult nostrana in dieciepisodi, degni di far parte delle Heroides ovidiane o di figurare tra lesatire dell’ultimo Orazio, quello più psichedelico e meno engageeLe vacanze dell’83:  dove Bianconi, comegià quel pre-postneorealista di Tibullo, si lamenta davanti alla portadell’amata, alla porta dell’estate in fiamme, e dichiara la sua tristezza neiconfronti della vita, come una Clarabella nostalgica, con le vesti stracciate, piangente,persa nel foro all’imbrunire, in un mondo di pretoriani, avvocati, indovini, cinedi(da notare soprattutto il riferimento all’83 d.C, anno in cui la guerra di Domizianoin Britannia è al suo clou, e ancoral’Urbs patisce i lavori di ricostruzione dopo lo spaventoso incendio dell’80);  Martina:  puro pusunderground, aderente alla poesia giambica più d’accatto e scanzonata e alla criticalucanea contro Nerone, con le sue lunghe descrizioni di corpi straziati nellebattaglie navali, dilaniati da arpioni, corpi in fiamme, corpi che annegano,corpi che esplodono in mille “piccole catastrofi per minuti intimi tutto ciòsignifica scavare in profondità”;  

  32. infrarosa aprile 15, 2009 a 12:56 pm #

    marinaio continua ti prego!

  33. ilmarinaio aprile 15, 2009 a 1:31 pm #

    no.

  34. infrarosa aprile 15, 2009 a 1:40 pm #

    che decisione, che uomo! = ma vaffanculo 🙂

  35. acidshampoo aprile 15, 2009 a 2:09 pm #

    QUI Boat, l’ultimo cortometraggio di David Lynch, sottotitolato in italiano.

  36. acidshampoo aprile 15, 2009 a 2:10 pm #

    QUI intervista a Noel Gallagher.

  37. acidshampoo aprile 15, 2009 a 2:22 pm #

    Infrarosa, ma te quella recensione non leggerla come una recensione ma come una fontainaboyata totalmente involontaria di un Lozissou che nel 2001 si pigliava con una serietà ragguardevole, non si defilava manco di fronte alla Gioconda e c’aveva un unico tono: tonante. Non a caso lui quando non gli piace un film come Little Miss Sunshine, non si limita a dire che non gli piace e punto, visto che anche quanto è innocuo un film del genere. No, lui gli garba proprio girare inutilmente il coltello nella piaga per far vedere quanto è bravo con gli aggettivi da beghina ciellina: “Mi ha fatto ribrezzo, è abominevole, l’ho trovato a dir poco ributtante, uno dei film più dannosi per il cinema che abbia mai visto”. Poi però quando scriveva il dizionario del cinema dette tre asterischi al suo corto Il Cinofilo. Lozissou, io te l’ho detto: dacapaccio e anche natty.

  38. acidshampoo aprile 15, 2009 a 2:23 pm #

    > il clou non è nella frasona, ma nell’alito alla finocchiona: il clou èun acting-out. acid vai a vederti il grande capo di lars e poi neriparliamo.In effetti mi ispirava, anche perché me l’hanno paragonato per certi versi al The Office inglese che per me è un capolavoro in senso assoluto.

  39. infrarosa aprile 15, 2009 a 2:36 pm #

    perché “fontina boy”? io ancora mica ho capito bene. mi ricordo agli inizi del blog cose vagamente schifose tipo “grattare i calli dei piedi” ma non so più di preciso di cosa si trattava.

  40. acidshampoo aprile 15, 2009 a 2:37 pm #

    Marinaio, forse questo film ti interessa. Trattasi di Dead Snow, film horror norvegese con nazisti-zombi. QUI il trailer. Mi sa che sono usciti pure i sottotitoli.

  41. acidshampoo aprile 15, 2009 a 2:39 pm #

    > perché “fontina boy”?Fontina è uno dei soprannomi che gli conferii io, insieme a Brody (nel senso: “Voglio i brodi”) e a Ridanciani.

  42. ilmarinaio aprile 15, 2009 a 3:00 pm #

    Marinaio, forse questo film ti interessa. Trattasi di Dead Snow,potrei dire che è un gradevole neo-horror pulp coi fiocchi, marinato in salsa tarantiniana da un Clint Eastwood in acido dopo aver mangiato del kebab di bambino umano cotto sulle carni fiammeggianti del defunto Dino Risi, processato per eresia, baretteria e ladrocinio sotto la raffinata corte di papa Innocenzo XI, quindi intrappolato in una graticola e arso in onore degli dei parafernali del Dario Argento della più bell’acqua;  che è uno spassoso rendez-vous autoironico immaginario in cui emerge a tratti il ghigno ineffabile di Takashi Miike e del Terrence Malick di “Non ci resta che piangere”;  ma parafrasando uno che parecchie volte ho portato in macchina con me dirò che è “un trashone”.  però si potrebbe anche vedere. 

  43. fox in the snow aprile 15, 2009 a 3:41 pm #

    >acid vai a vederti il grande capo di lars e poi ne riparliamo.Io l’ho visto ma non mi è piaciuto, mi sono piaciuti invece i suoi piu’ deprimenti.

  44. giggi aprile 15, 2009 a 4:54 pm #

    e quello ospedaliero con gli spiriti che salgono dalle condutture?

  45. fox in the snow aprile 15, 2009 a 5:34 pm #

    >e quello ospedaliero con gli spiriti che salgono dalle condutture?E’ un film di Lars Von Trier? Non l’ho visto.

  46. lozissou aprile 15, 2009 a 6:51 pm #

    Porcoddue però cazzo!Ci commentate le fontinaboyate (ganza, questa) al suo posticino d’ordinanza, che sono ancora scarso a commenti e qua invece abbondano ed è peccato. Ora copiate adesso incollate subito. Vi monitoro tonante, occhio.Ma Fontina Boy non è parto della Gaia? Cacchio, quella allora per me non ha proprio mai fatto niente! Un tirino alla mia sigarettina di carne lo potevi anche dare eh! Sai che sbuffi e stantuffi poi. (e non mi fate diventare fontinaboy anche dove non posso permettermelo, che mi gioco anche la condizionale).

  47. lozissou aprile 15, 2009 a 6:53 pm #

    Se non ricordo male, Fontina Boy perché, nell’intimo, sono tenero e viscido quanto la Fontina. Solo nell’intimo però, fuori magari sono un integerrimo come non se ne vedono più ormai. Per Gran Torino, Clint pare essersi ispirato a me. No, dico così per dire eh.

  48. giggi aprile 15, 2009 a 7:03 pm #

    http://www.cineblog.it/post/6066/the-kingdom-di-vontrier-le-due-serie-in-dvd

  49. acidshampoo aprile 15, 2009 a 7:30 pm #

    > Ma Fontina Boy non è parto della Gaia?STOCAZZO! Fontina/Brody/Ridanciani sono invenzioni mie. > Se non ricordo male, Fontina Boy perché, nell’intimo, sono tenero e viscido quanto la Fontina. Ma ricordarsene una bene no eh? Io ti chiamavo Fontina esattamente con lo stesso spirito con cui ti chiamavo Brodi. Perché come formaggio era quello che aveva il nome più ghiozzo, più sottotono, più fuori moda e d’anziano possibile (al di là del formaggio, proprio il nome in sè mi ispira questo). Stessa cosa dell’immagine di te che dici: “Voglio i brodi!” Ma come si possono volere i brodi nella vita? Te li vuoi, e lo capii quando ti vidi come mangiavi la pasta al forno polverosa del capodanno in cui ci si conobbe, mentre la Infrarosa ballava. Tenero e viscido se mai è il gorgonzola, che non c’ha niente a che fare con la fontina. Ma se tu fossi stato viscido non t’avrei dato il nome Gorgonzola, che sarà pure il formaggio adatto ma è il “suono” del nome che deve essere tenero e viscido. Nel tuo caso “fontina” suona perfetto.E da questo momento voglio che il Palazzi si chiami “birrino”. Voglio vedere se crolla.

  50. giggi aprile 15, 2009 a 8:08 pm #

    chi è Taleggio?

  51. acidshampoo aprile 15, 2009 a 8:30 pm #

    POOH, STEFANO D’ORAZIO ESCE DAL GRUPPODopo 38 anni di militanzain una delle band più longeve del panorama italiano e internazionale,Stefano D’Orazio ha deciso di lasciare i Pooh: canto del cigno dellapluridecennale presenza in line-up del batterista sarà un nuovo disco(del quale ancora il titolo non è stato reso noto) che verràdistribuito a partire dal prossimo 8 maggio, al quale seguirà un tourin partenza il prossimo 24 luglio.(Rockol)

  52. acidshampoo aprile 15, 2009 a 8:35 pm #

    QUI, sempre sul caso Anno Zero, sempre più paradossale e spaventoso.

  53. caramelleamare aprile 15, 2009 a 9:30 pm #

    zissou mi spiace, a volte scrivi benissimo ma sul sussidiario secondo me no! ma quando mai?!?! non diciamo stronzate eh.io invece al contrario non lo so neanche se so d’accordo. so solo che a sadik ho mollato. Per me zissou è una delle cose piu pesanti e noiose che abia mai letto.Invece questo post a quattro mani è molto bello. piu maturo del primo, nel senso che c’è una linea piu definita. cmq veramente bello

  54. caramelleamare aprile 15, 2009 a 9:37 pm #

    Te li vuoi, e lo capii quando ti vidi come mangiavi la pasta al fornopolverosa del capodanno in cui ci si conobbe, mentre la Infrarosaballava.e lozissou c’aveva un maglione marrone chissa perche anche io c’avrei avuto il dubbio sull’origine di fontina-boy. dev’essere perche la gaia se lo prese particolarmente a cuore, compreso l’abbozzo di fumettocon disegni professionali

  55. acidshampoo aprile 15, 2009 a 9:53 pm #

    > perche la gaia se lo prese particolarmente a cuore, compreso l’abbozzo di fumettocon disegni professionaliIl soprannome Fontina esisteva ben prima che esistesse, fra i tre passi, la pittoresca Gaia (ciao Gaiacho! Mitica costì!). A lei va il “boy” finale quando gli venne l’idea del fumetto. Suffisso che per me toglie moltissimo.E poi è chiaro che Fontina, a prescindere che sia bello o brutto, solo dai miei meccanismi mentali poteva venire per associarlo ad un Donati. E’ lo stesso preciso motivo per cui Gunther l’ho chiamato “Brodolini”.

  56. Nicola aprile 15, 2009 a 11:37 pm #

    Birrino un cazzo. Birrino deve essere uno bassino, con la t-shirt figa, le scarpe a punta d&g lucide da matrimonio, grassotto, capelli ritti mesciati e orecchino da coglione. io nn ho questi benefit. gori, tra poco uscira mio commento trombereccio sul dondolo.

  57. infrarosa aprile 15, 2009 a 11:46 pm #

    no no, invece a nicola birrino gli sta benissimo eccome! “mentre la Infrarosa ballava” m’ha fatto venire in mente il flash di acid che interrompe me frustrata e brilla che canto in un trip personalissimo e molto sguaiato “nothing compares to you”. ma come t’avrò trattato male! ma mica era la prima volta che ci si conosceva? o sì? questa scena l’avevo rimossa. forse perché passare il capodanno a servire arrosti m’aveva messo in corpo una rabbia sfacciata e arrogantella che di solito non ho…

  58. giggi aprile 16, 2009 a 12:05 am #

    siete tutti omosessuali

  59. Nicola aprile 16, 2009 a 12:12 am #

    Perchè mi dovrebbe star bene? non c’azzecca una sega con me!

  60. acidshampoo aprile 16, 2009 a 12:24 am #

    Infrarosa, ci si conosceva e lo sai. Ci siamo conosciuti prima della maturità in piscina ma l’hai rimosso (o forse fai finta), però successivamente ci s’era visti parecchie volte, anche a cena a casa tua, con altra gente, e non c’avevi nessuna voglia di rimanermi simpatica e mi calcolavi pochissimo. Non perché ti stessi sul cazzo, ma perché dovevi fare la ganza con gli altri e io ero solo l’ultimo arrivato (sei sempre stata una puttana).A capodanno eri tutta presa a cantare a occhi chiusi e ballare da sola. Quando venni a interromperti perché avevi parcheggiato la macchina in modo che io non potessi uscire con la mia e dovevo andare via, mi ti s’arventasti contro a fare male, con le mani addosso, ma senza smettere di cantare e con un’espressione sofferente perché t’avevo interrotto e te volevi continuare a fare la buffona da sola sperando che qualcuno fosse colpito da questo tuo fare stralunato e ti trombasse adosso ai greppi.

  61. acidshampoo aprile 16, 2009 a 12:28 am #

    > Perchè mi dovrebbe star bene? non c’azzecca una sega con me!Ma falla finita, Birrino!

  62. lozissou aprile 16, 2009 a 12:57 am #

    >compreso l’abbozzo di fumettocon disegni professionaliChe io non ho mai visto. C’andava pesante, il punto G.?Grazie caramelle, sempre mitico eh!

  63. giggi aprile 16, 2009 a 1:00 am #

    acid, e tu all’infrarosa ci parli ancora? (col panzone a giorni poi!)

  64. acidshampoo aprile 16, 2009 a 1:41 am #

    > acid, e tu all’infrarosa ci parli ancora? (col panzone a giorni poi!)Non solo ci parlo, ma c’ho anche trombato.

  65. frank aprile 16, 2009 a 12:04 pm #

    Ci sono delle bellissime foto di ‘Rescue Me’ su tv.com… sarebbero dei bellissimi sfondi per il desktop, peccato che A) non si possano scaricare B) contengano spoiler. Non come lo spoilerone del “macellaio” di Nip/Tuck, ma pur sempre spoiler. Ma che cazzo…

  66. acidshampoo aprile 16, 2009 a 12:14 pm #

    QUI la rissa fra Gianluca e Ferdi al Grande Fratello.Giusto per stemperare i toni: a Gianluca auguro di morire di una morte atroce. E sì che gli danno pure retta e invece di isolarlo gli lisciano il pelo. Dopo la rissa Marcello gli chiede se vuole un caffè…

  67. acidshampoo aprile 16, 2009 a 12:18 pm #

    QUI il trailer di L’Uomo Che Aveva Picchiato La Testa, il nuovo lavoro di Paolo Virzì.

  68. caramelleamare aprile 16, 2009 a 2:23 pm #

    QUI la rissa fra Gianluca e Ferdi al Grande Fratello.E’ incredibile qunato faccia schifo questa persona! E sai a chi faceva sesso fino a qualche giorno fa?! Indovina! Che schifo…

  69. acidshampoo aprile 16, 2009 a 3:15 pm #

    Questa è pesa.Ciro Petrone (Pisellino di Gomorra) tira una secchiata d’acqua saponata alla Lory Del Santo e va beh, solo che poi questa viene nonnizzata da tutti. Il video QUI.Ma com’è che la Lory me l’hanno distrutta così? Com’è che l’hanno fatta diventare la spregiata del gruppo? Che mi so’ perso?

  70. acidshampoo aprile 16, 2009 a 3:29 pm #

    > E’ incredibile qunato faccia schifo questa persona! E sai a chi faceva sesso fino a qualche giorno fa?! Indovina! Che schifo… Che poi vorrebbe fare il gran fico in una direzione tutta opposta alla faccia di cazzo che si ritrova, perché c’ha una faccia Pasoliniana, da borgataro, anzi no, da bracciante scemo che ha fatto la fame, ha scopato pecore e ha la pelle riarsa dal sole e dalla guerra.Che poi a me fa incazzare che in quel video, invece di lascialo solo ed emarginarlo, nel finale sono tutti lì con lui a farlo sfogare, a lisciargli il capo, con Marcello che gli chiede pure se vuole un caffè (roba da matti). Sfogare un cazzo, visto che deve solo mettere a verbale davanti alle telecamere che Ferdi pigia sulle sue disgrazie per vincere e lui invece è “spontaneo”, e lo ripete venti volte con la speranza che lo mandino in onda in un giornaliero. Poi vabbè, patetico ai massimi livelli quando tira fuori cose strappalacrime, vedi il modo ruffiano in cui ora, così alla cazzo, ha difeso il già escluso Gerry (“una persona che non vede!!!”) dalle antiche supposizioni di Ferdi. Ma pure quando l’altra sera è stato l’unico ad autonominarsi per andare in finale (figura di merda, visto che i più avevano nominato lui perché c’andasse) e si è giustificato dicendo che questa scelta era dovuta alla sua indecisione su chi mandare in finale fra i suoi tre migliori amici, che se lo meritavano tutti e tre alla pari. E quando ha nominato per l’esclusione Ferdi e Francesca poi l’ha giustificata in una maniera che più melensa non si può, dicendo a Ferdi che ha nominato Francesca perché prende in giro Ferdi, che non lo ama, lo sta usando, alzando la voce per far finta che ci patisce anche lui (“io l’ho visto come ti ha ridotto, tutte le volte che sei venuto da me a sfogarti!”). E allora perché cazzo nomini anche Ferdi? Rispondi “qualcuno dovevo nominare” e fai meglio figura.

  71. acidshampoo aprile 16, 2009 a 3:34 pm #

    QUI informazioni sui prossimi due progetti di Eli Roth. Niente più The Cell, purtroppo.

  72. Daiana aprile 16, 2009 a 3:55 pm #

    E’ incredibile qunato faccia schifo questa persona! E sai a chi faceva sesso fino a qualche giorno fa?! Indovina! Che schifo… L’ho scritta io questa frase ovviamente!!

  73. Daiana aprile 16, 2009 a 4:01 pm #

    Condivido in pieno le tue sensazioni sulla scenata di gianluca. Questa e quella dell’altra sera. Non c’è una cosa che esce dalla bocca di quell’essere che non mi faccia venire voglia di vederlo torturato fisicamente a sangue. E quell’altri due cretini che sono uno peggio dell’altro! L’unico che salvo a questo punto è Ferdi visto che mi hanno eliminato sia siria che alberto. Speriamo vinca lui ma anche marcello secondo me ha le sue buon chance… mannaggia

  74. acidshampoo aprile 16, 2009 a 4:08 pm #

    A chi fa sesso Gianluca? Alla Silvia, scommetto, ha quel fascino agricolo che la colpisce.Comunque dei quattro che restano, a parte il fatto che non c’è nessuno che mi faccia impazzire, chi spero vinca è Cristina, seguita da Ferdi e da Marcello.Gianluca credo che sarà il primo eliminato, non voglio neanche pensarci che abbia delle possibilità. Sarebbe bellissimo se lo fanno uscire dalla porta rossa, tutto galvanizzato di incontrare i suoi fan, e invece appena fuori lo fanno sbranare da dei cani.

  75. Daiana aprile 16, 2009 a 5:10 pm #

    sisi è chiaro che è la silvia la puttana della situazione. Cmq cristina no non mi piace per niente, è troppo stupida. L’hai vista come ha reagito quando ha litigato con Roberto? Che si è messa a piangere perchè lui le ha ridicolizzato il suo sguardo assassino e fatale?!Gianluca fuori subito! Quando ho visto che si era autonominato sono stata contenta perchè si è firmato la condanna da solo. Non voglio nemmeno pensarci che non sia sufficiente.

  76. acidshampoo aprile 16, 2009 a 7:25 pm #

    Non ho troppe preferenze su chi dovrà vincere il Grande Fratello, ma ce l’ho su X-Factor: Jury tutta la vita. Di gran lunga la voce e il “performer” più interessanti in queste due edizioni, sono contentissimo che abbia fatto fuori l’eunuco Daniele Magro nell’ultima puntata (non lo pativo). Ci sta che di Jury comprerò pure il suo album, se ne farà uno.Comunque Jury non vincerà, perché i favoriti del pubblico sono evidentemente Matteo e i Bastard Sons Of Dioniso. E fra i due: accidenti al meglio!Un gruppo che non mi piaceva ma mi rimanevano veramente bene sono i Farias.Cristina la conosco poco. Ma una con la quinta di seno che però non l’ha data, mi viene da stimarla a prescindere.

  77. ??? aprile 16, 2009 a 7:33 pm #

    Se per non “l’ha data” ti riferisci a pratiche sessuali mancate, forse lei avrebbe anche gradito, ma nessuno l’ha gradita.  

  78. ??? aprile 16, 2009 a 7:35 pm #

    Certo è che passano gli anni, i secoli, i millenni , ma noi donne restiamo pezzi di carne da cedere o da conservare.

  79. Daiana aprile 16, 2009 a 7:58 pm #

    Ma una con la quinta di seno che però non l’ha data, mi viene da stimarla a prescindere. Per quanto l’ho seguita io non l’ha data solo perchè non l’hanno corteggiata come voleva. A quanto ho capito vuole che un uomo faccia finta di adorarla per concedersi e in questa edizione c’erano solo maschi da branco.  

  80. Daiana aprile 16, 2009 a 8:00 pm #

    Hai sentito Acid la notizia che qualcuno tipo il Caste si “scancella” da Fb perchè è stato censurato??

  81. acidshampoo aprile 16, 2009 a 8:24 pm #

    Vabbè, anche se il motivo fosse riassumibile nel fatto che voleva essere corteggiata in un certo modo etc. etc. (ma non lo sappiamo), fatto è che Cristina non ha fatto robba con nessuno né ha tentato la carta della femme fatale, nonostante se la potesse strapermettere. Credo che questo abbia deluso molti di quelli che le hanno dato della puttana sulla fiducia e che non vedevano l’ora di sorprenderla al centro di un bukkake. Anche solo per questo, mi rimane bene. Ma io l’ho sempre detto: se rinascessi sotto forma di una donna fica non la darei MAI.

  82. acidshampoo aprile 16, 2009 a 8:26 pm #

    > Hai sentito Acid la notizia che qualcuno tipo il Caste si “scancella” da Fb perchè è stato censurato??Quando uno è scomodo è scomodo, c’è poco da fare. Oggigiorno sono in pochi: o Luttazzi o il Castelli.

  83. giggi aprile 16, 2009 a 9:48 pm #

    non ci sono gli estremi penali per una denuncia penale? cristina è l’altra faccia di gianluca: uno appeso al gancio a scolare, l’altra squartata e in freezer

  84. giggi aprile 16, 2009 a 9:49 pm #

    volevo dire squintata

  85. giggi aprile 16, 2009 a 9:50 pm #

    volevo dire anali

  86. caramelleamare aprile 16, 2009 a 10:01 pm #

    Cristina la conosco poco. Ma una con la quinta di seno che però non l’ha data, mi viene da stimarla a prescindere. acid basta, hai rotto i coglioni. è una cretina, non c’ha un neurone che funzioni bene, darla o no non gli fa la differenza. l’unica cosa buona è che è inevitabilmente innocua, e non per merito.la daiana stara sempre a gambe larghe con qualsiasi uomo, ma anche te vedi di strngere un po le maglie con le donne eh!

  87. caramelleamare aprile 16, 2009 a 10:20 pm #

    Certo è che passano gli anni, i secoli, i millenni , ma noi donne restiamo pezzi di carne da cedere o da conservare.aspetta…solo per i primi 25 anni.da li in poi solo perche uno si deve accontentare

  88. ??? aprile 16, 2009 a 10:37 pm #

    Sì hai ragione, meglio specificare.

  89. acidshampoo aprile 17, 2009 a 12:42 am #

    QUI intervista a Federico Memola su Rourke, la miniserie a fumetti il cui primo numero (di 8) è uscito oggi.

  90. acidshampoo aprile 17, 2009 a 2:09 am #

    > acid basta, hai rotto i coglioni. è una cretina, non c’ha unneurone che funzioni bene, darla o no non gli fa la differenza. l’unicacosa buona è che è inevitabilmente innocua, e non per merito.Lo sai che sono altri i difetti che mi fanno vedere rosso, non la stupidità. Poi, per carità, Cristina avrà sicuramente altre mancanze, ma io non la boccio solo perché timbrata come “stupida”. Non che mi rimanga bene in positivo, ben’inteso (mi sta poco meglio che neutrale), ma ho solo sottolineato un fattore non scontato e che m’è rimasto bene, tutto lì. Per il resto la conosco poco.> la daiana stara sempre a gambe larghe con qualsiasi uomo, ma anche te vedi di strngere un po le maglie con le donne eh! Vabbè, per me è molto meglio avere pregiudizi in positivo che averli in negativo. Almeno non si fanno “morti innocenti” e, se va male, siamo noi a pigliarlo in culo, non gli altri.

  91. frank aprile 17, 2009 a 10:13 am #

    >Cristina la conosco poco. Ma una con la quinta di seno che però non l’ha data, mi viene da stimarla a prescindere. Sta frase buttata là m’ha sconcertato e pensavo fosse uno scherzo. Poi hai spiegato meglio e mi ha sconvolto un po’ meno, ma mi resta da chiarire. Va detto che io del GF ho visto solo degli stralci tramite voi e tramite Mai dire GF, quindi il “come” di Cristina non lo conosco, e farebbe la differenza.Dette tutte queste premesse, inviterei Acid a notare che non c’è bisogno di darla per ridursi a oggetti sessuali, puoi anche solo prometterla e forse funziona anche meglio, e che il look (prima di tutto i capelli da bambolona, da dea arcaica del sesso) e il modo di Cristina puntano decisamente in quella direzione.Per certi versi, nella vita reale e non nel GF, stimo più una che la dà, che porta fino in fondo la seduzione anche strumentale. Le arizzacazzi sono una bruttissima razza, e la stupidità è solo un piccolo alibi…

  92. fox in the snow aprile 17, 2009 a 10:46 am #

    >Cristina la conosco poco. Ma una con la quinta di seno che però non l’ha data, mi viene da stimarla a prescindere. acidbasta, hai rotto i coglioni. è una cretina, non c’ha un neurone chefunzioni bene, darla o no non gli fa la differenza. l’unica cosa buonaè che è inevitabilmente innocua, e non per merito.la daiana stara sempre a gambe larghe con qualsiasi uomo, ma anche te vedi di strngere un po le maglie con le donne eh! Per un attimo mi ero confusa e pensavo che questa cristina fosse di X-factor, non del Grande Fratello. E mi ero detta: che c’entra se la da o no, c’entrarà se sa cantare o no, giusto? E comunque il discorso torna lo stesso. Ma come c’avranno ridotto questi reality, che dobbiamo discutere se una la da o no, se uno è rozzo o no, ecc. Cioè, queste persone altro non hanno da offrire se non le loro povere vite insigificanti, senza nessun talento e nessun interesse. E badate che non sto facendo una critica a voi che li seguite, ma al principio del reality in sè. I peggio di tutti poi sono i reality con persone famose o pseudo famose. Com’era bello una volta quando di un cantante sapevi a malapena che partito votava, e non quanti peti faceva la notte.

  93. acidshampoo aprile 17, 2009 a 10:57 am #

    Frank, ma se ti fermi ai capelli da bambolona fai esattamente il conto che hanno fatto tutti appena l’hanno vista. Solo che ci sono 100 giorni di diretta per contraddire, decidi te quanto, quella prima impressione. Il mio commento positivo era motivato da una sorpresa moderata ma non scontata, nel vederla molto diversa da come me l’ero immaginata. Non che Cristina sia la Vergine Maria eh, ci mancherebbe. Ma da lei non m’è arrivato per niente l’immagine di quella che per me è una arizzacazzi (alla Marina La Rosa, alla Melita Toniolo o alla Diana Kelimenova, per dire). Non c’ho trovato in lei nessuna femminilità né seduzione, ma uno stile che spesso naviga totalmente contro le sue apparenze. Una cittarella sdatta, maschia, insicura, ottimista, logorroica, molto amichevole e senza ansie di protagonismo. Tant’è che non è che in casa abbia fatto impazzire chissà quanti uomini, tutt’altro, da quel punto di vista è passata veramente indolore su tutti. E quel tale entrato tardi che le garbicchiava, non se l’è filata proprio. Poi che sia bona come il pane e che la gente ci si faccia le seghe a prescindere, è affare appunto della gente.

  94. acidshampoo aprile 17, 2009 a 11:26 am #

    > Per certi versi, nella vita reale e non nel GF, stimo più una che ladà, che porta fino in fondo la seduzione anche strumentale. Vabbè, per me uno che se la sente di scopare tranquillamente davanti a tutta Italia, parenti e amici compresi, è circa un milione di volte peggio di chi fa la rizzacazzi. E conta che le rizzacazzi mi stanno sulle palle.> Learizzacazzi sono una bruttissima razza, e la stupidità è solo unpiccolo alibi…Ma la stupidità di Cristina non ha nessun alibi da essere, in questo caso. Che poi mi pare troppo un cliché quello di timbrare come stupida qualsiasi bonona vada in tv. Personalmente, ho conosciuto e frequentato gente più stupida. In ogni caso l’idea che mi sono fatto è limitata a quanto ho visto del Grande Fratello, visto che questa edizione l’ho seguita molto tardi. 

  95. Daiana aprile 17, 2009 a 11:27 am #

    Quando uno è scomodo è scomodo, c’è poco da fare. Oggigiorno sono in pochi: o Luttazzi o il Castelli. ehehehe esatto, il paragone calza!

  96. Daiana aprile 17, 2009 a 11:30 am #

    fatto è che Cristina non ha fatto robba con nessuno né ha tentato la carta della femme fataleNOn è che non c’ha provato, il fatto è che non c’è riuscita! Ti assicuro che c’ha provato eccome e se la senti parlare di come vive i suoi rapporti con gli uomini te ne accorgi subito. Non è che voglio mettere in croce tutte le donne eh, non fraintendermi, a me cristina non mi rimane neanche male tanto è innocuo ma te la salvi per il motivo sbagliato.

  97. Daiana aprile 17, 2009 a 11:35 am #

    la daiana stara sempre a gambe larghe con qualsiasi uomo, Forse nei tuoi sogni!

  98. Daiana aprile 17, 2009 a 11:44 am #

    In ogni caso l’idea che mi sono fatto è limitata a quanto ho visto delGrande Fratello, visto che questa edizione l’ho seguita molto tardi. Ecco appunto, io invece quest’anno non so perchè ma mi ci sono appassionata e l’ho seguito tutto e non dico che cristina mi sta sulle palle, assolutamente ma nel corso di 100 giorni l’ho vista passare dalla donna fatale a quella che nessuno se la caca e nessuno piglia sul serio. Il primo mese del Gf lei parlava con tutti di come gli uomini caschino ai suoi piedi, di quanto lei è maiala a letto e e di quanto una sessione di sesso con lei sia sfiancante. L’ho sentita parlaredi quanto le altre fossero più brutte di lei e quindi invidiose. Non avrà fatto sesso fisicaente ma secondo me l’ha messo in piazza molto più di una vanessa che probabilmente qualcosa ha fatto. Diciamo che cristina dentro la casa non ha trovato il tipo di uomo che la attivava e nessun uomo l’ha presa in seria considerazione perchè probabilmente è anche un pò sdatta. Non dimenticare che è venuto fuori che ha fatto persino la ballerina di lap dance.

  99. acidshampoo aprile 17, 2009 a 11:57 am #

    Woody Harrelson picchia un fotografo perché lo scambia per un zombi. La notizia QUI.

  100. acidshampoo aprile 17, 2009 a 1:43 pm #

    Santoro in questa questione ha dimostrato davvero di avere le palle quadrate, speriamo che se lo possa permettere e non si ritrovi trombato.QUI tre momenti clou della puntata di ieri di Anno Zero, che doveva essere del “riequilibrio” dopo le recenti accuse di Fini e Calderoli alla puntata sul terremoto e alle vignette di Vauro. Non solo non lo è stata, ma Santoro ha deciso di giocare a braccio di ferro.

  101. fox in the snow aprile 17, 2009 a 2:06 pm #

    >Santoro in questa questione ha dimostrato davvero di avere le pallequadrate, speriamo che se lo possa permettere e non si ritrovi trombato.Appunto, se Vauro è stato licenziato (non ho cpito se la questione è proprio inquesti termini), la cosa inqientante non è tanto che l’abbiano fatto quanto che lo possano fare. E che, c’è una clausola nel suo contratto che dice “se dici cose che non ci piacciono sarai silurato”?

  102. acidshampoo aprile 17, 2009 a 2:11 pm #

    Daiana, non voglio dire cotica, Cristina avrà ripercorso anche diversi passi di quelli che hanno calcato tanti al Grande Fratello. E conta che di sesso ci parlano tutti, dal primo all’ultimo, al Grande Fratello come al pub come su questo blog. E anche sapendo che ha mutato pelle in corso d’opera, m’esce comunque un personaggio diverso rispetto a una Toniolo o da una Kelimenova. Loro sì timbrabili come rizzacazzi tout-court, senza che ci sia granché altro da sapere (televisivamente parlando, che poi nella vita è un altro discorso). Cristina è un personaggio sicuramente più curioso e ha un impatto diverso. Poi può avere fatto anche la fluffer di professione, ma si capisce da subito che “rizzacazzi” non la definisce.

  103. fox in the snow aprile 17, 2009 a 2:46 pm #

    Un articolo che potrebbe interessare °°°, qui.

  104. acidshampoo aprile 17, 2009 a 2:51 pm #

    QUI diversi interventi sulla sospensione di Vauro.

  105. giggi aprile 17, 2009 a 4:49 pm #

    cordepazze come li quotate rispetto ai baustelle?

  106. Daiana aprile 17, 2009 a 5:27 pm #

    m’esce comunque un personaggio diverso rispetto a una Toniolo o da una Kelimenova.Fortunatamente non ho idea di chi siano codesti esemplari, erano anni che non guardavo il grande fratello. Cmq credo che su cristina siamo più daccordo di quanto sembri. A me non rimane per niente male mi fa solo un pò strano che tu la salvi perchè “non l’ha data”

  107. ? aprile 17, 2009 a 5:28 pm #

    Grazie fox , molto interessante.Anche se continuano a spostare l’attenzione dalla famiglia, quando è lì che si annida la violenza peggiore nei confronti delle donne. Sì, anche fidanzati, amanti o ex non scherzano mica eh!Basta leggere o ascoltare come ancora si parla delle donne per capire quanta considerazione, quanto rispetto si respiri. E parlo di tutti, a tutti i livelli sociali e culturali.

  108. fox in the snow aprile 17, 2009 a 5:39 pm #

    Infatti °°°, ma è molto più facile incolpare qualcuno di esterno. Anche se ultimamente ho letto un articolo altrettanto interessante scritto da una psicologa americana sul fatto che ora negli Stati Uniti si parla talmente tanto di rape-dates e della violenza dei ragazzini sulle loro amiche o fidanzatine, che si tende a guardare con sospetto qualsiasi ragazzino maschio per il solo fatto che è un bullo potenziale (lei si riferiva in particolare al figlio ai sensi di colpa che prova per il solo fatto di appartenere a quella categoria).

  109. acidshampoo aprile 17, 2009 a 6:15 pm #

    > A me non rimane per niente male mi fa solo un pò strano che tu la salvi perchè “non l’ha data”Vabbè, che non l’abbia data e che non abbia reso gli altri degli arrapati nei suoi confronti (nonostante la sua indubbia bonaggine) continuo a pensare che sia un dato comunque non scontato. Poi questo va ovviamente messo in un contesto più ampio. Anche Claudia poteva arrivare in finale senza aver scopato, ma le auguravo il cancro lo stesso.

  110. giggi aprile 17, 2009 a 8:14 pm #

    acid, if I worked my hands in wood,would you still love me?Tell me, baby, yes, I would.I’d put you above me.If I were a carpenter and you were a lady,would you marry me anyway?would you have my baby?

  111. acidshampoo aprile 17, 2009 a 9:21 pm #

    Giggi, chevvordì? Sono i versi di If I Were A Carpenter. Comunque vedo che hai posto tre domande. Io ti do tre risposte in ordine sparso, distribuiscile te a piacimento e me le faccio andare bene: no, no, sì.

  112. giggi aprile 17, 2009 a 9:25 pm #

    a quando dunque il falegname? cresce l’attesa come la terza gamba…

  113. caramelleamare aprile 17, 2009 a 10:23 pm #

    Vabbè, per me è molto meglio avere pregiudizi in positivo che averli innegativo. Almeno non si fanno “morti innocenti” e, se va male, siamonoi a pigliarlo in culo, non gli altri.sarai mica frocio? Vabbè, per me uno che se la sente di scopare tranquillamente davanti atutta Italia, parenti e amici compresi, è circa un milione di voltepeggio di chi fa la rizzacazzi. E conta che le rizzacazzi mi stannosulle palle.e vorrei vedere se c’è chi non la pensa cosi cmq io non ho granche contro cristina, proprip perche cmq passa liscia liscia. ogni tanto fa delle scenette che non la reggo, ogni tanto qualche sguardo che mi sta nelle palle, ma niente di piu.c’è molto di peggio li dentro. pero a me non m’ha sorpreso in bene per il fatto non è una che la da come si poteva pensare. perche a me non m’è passato manco per la testa di pensarlo

  114. caramelleamare aprile 17, 2009 a 10:28 pm #

    Non è che voglio mettere in croce tutte le donne eh, non fraintendermi,a me cristina non mi rimane neanche male tanto è innocuo ma te la salviper il motivo sbagliato.si ecco, m’ero dimenticato d’aggungere che al di la del caso specifico, questa cosa del darla facile o no, di primo acchito non mi sbilancia ne in positivo ne in negativo. ma so cosa ci trovi di positivo te: il fatto che almeno certi uomini non c’hanno soddisfazioni che non meritano. Il primo mese del Gf lei parlava con tutti di come gli uomini caschinoai suoi piedi, di quanto lei è maiala a letto e e di quanto unasessione di sesso con lei sia sfiancante. L’ho sentita parlaredi quantole altre fossero più brutte di lei e quindi invidiose. Non avrà fattosesso fisicaente ma secondo me l’ha messo in piazza molto più di unavanessa che probabilmente qualcosa ha fatto. Diciamo che cristinadentro la casa non ha trovato il tipo di uomo che la attivava e nessunuomo l’ha presa in seria considerazione perchè probabilmente è anche unpò sdatta. Non dimenticare che è venuto fuori che ha fatto persino laballerina di lap dance.in questo riassunto rimane simpatica, paraccia.vaness invece mi sta proprio sulle palle, peggio della cri sicuramente

  115. caramelleamare aprile 17, 2009 a 10:33 pm #

    Stati Uniti si parla talmente tanto di rape-dates e della violenza dei ragazzini sulle loro amiche o fidanzatine, voglio i video ora subito la daiana stara sempre a gambe larghe con qualsiasi uomo, > Forse nei tuoi sogni! si, e voglio ivideo anhce di questi

  116. fox in the snow aprile 17, 2009 a 11:10 pm #

    >vaness invece mi sta proprio sulle palle, peggio della cri sicuramenteCaramelle, qual è il vostro prossimo racconto sui tuoi mestieri, la casalinga?

  117. infrarosa aprile 18, 2009 a 12:06 am #

    comunque acid l’infrarosa non l’ha mai e dico mai trombata. e sul resoconto della festaè tutto vero, a parte “sperando che qualcuno fosse colpito da questo tuo fare stralunato e ti trombasse adosso ai greppi”. l’incontro in piscina, riconfermo, l’ho rimosso. ed è vero che all’inizio ti consideravo meno, forse nell’inconscio anche perché ero stata ingannata con l’album di freddie che ti avevo venduto a prezzo di molto inferiore al valore (e te lo sapevi), cosa che però tutt’ora non rimpiango affatto perché so che ci tieni più di me da sempre. a proposito perché non fai un post su di lui? (freddie mercury, non l’album)

  118. giggi aprile 18, 2009 a 12:09 am #

    if I worked my hands in wood,would you still love me? NO! If I were a carpenter and you were a lady,would you marry me anyway? NO! would you have my baby? Sììì

  119. acidshampoo aprile 18, 2009 a 12:44 am #

    Fox, forse non ti fanno Mamma Mia! 2 (QUI).

  120. acidshampoo aprile 18, 2009 a 12:56 am #

    > would you have my baby? SìììChe vuol dire? Che devo possedere il tuo bambino? Guarda che ti denuncio.

  121. acidshampoo aprile 18, 2009 a 12:57 am #

    > comunque acid l’infrarosa non l’ha mai e dico mai trombata.Ma che carina!!!

  122. giggi aprile 18, 2009 a 1:59 am #

    acid vabbè non vuoi capire il bambino me lo tengo. piuttosto mi par di capire da come parla che infra è incinta di te

  123. acidshampoo aprile 18, 2009 a 2:18 am #

    > acid vabbè non vuoi capire il bambino me lo tengo. piuttosto mi par di capire da come parla che infra è incinta di teStanotte ho fatto un sogno tremendo, che la Infrarosa partoriva, era sofferente ma felice, s’aspettava una bambina e invece gli escono solo kili e kili di carne Simmenthal dalla fica. 😦

  124. Daiana aprile 18, 2009 a 9:24 am #

    Caramelle, qual è il vostro prossimo racconto sui tuoi mestieri, la casalingaIn effetti è un’ottima idea visto che la maggior parte dei giorni io vado a lavorare e lui sta a casa a fare i mestieri.

  125. infrarosa aprile 18, 2009 a 4:42 pm #

    è più probabile aringhe vive che simmenthal, quest’ultima l’ho mangiata un unica schifosa volta nella vita da piccola e non ripeterò mai più, difficile produrla. le aringhe invece le mangio sempre da anni ormai. sexy vero? comunque acid ci tenevo a precisare carinamente per motivi che con un minimo di introspezione avresti potuto capire subito!

  126. scary pranks aprile 22, 2009 a 9:29 am #

    Now that’s what I am talking about!

  127. fox in the snow aprile 22, 2009 a 1:51 pm #

    >Fox, forse non ti fanno Mamma Mia! 2 (QUI).Grazie della segnalazione, ma io non è che vado matta per i sequel. Anzi di solito parto prevenuta, però è vero che alcuni sono belli e anche meglio dei primi.

  128. fox in the snow aprile 22, 2009 a 1:52 pm #

    >In effetti è un’ottima idea visto che la maggior parte dei giorni io vado a lavorare e lui sta a casa a fare i mestieri. Sempre meglio che stare a casa a fare niente, no?

  129. Daiana aprile 25, 2009 a 1:10 pm #

    Sempre meglio che stare a casa a fare niente, no? si si per carità, anche le casalinghe devono avere il proprio “orgoglio”.

  130. acidshampoo aprile 25, 2009 a 1:26 pm #

    > Grazie della segnalazione, ma io non è che vado matta per i sequel.Anzi di solito parto prevenuta, però è vero che alcuni sono belli eanche meglio dei primi.Va beh, ma se il film è un tuo personale “cult” secondo me un sequel è sempre bene augurarselo, al limite se non ti piace resti ferma al primo. Conoscevo una citta di merda che era appassionata di “Cenerentola”. E gli faccio: “Ma Cenerentola 2 l’hai visto? E’ sempre della Disney”. E lei, che evidentemente non sapeva nemmeno che era uscito, “Ma… beh… guarda… MI SONO RIFIUTATA!”Non scordiamoci che anche Il Padrino Parte II è il seguito del Padrino ed è anche meglio del primo, che già era un capolavoro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: