Cristologie

6 Apr
cristoride_275

LE NOZZE DI CANA

E venne il giorno in cui i giovani Geremia e Ismaela si unirono in matrimonio. Dopo la cerimonia, era stato allestito un banchetto a casa della famiglia di Geremia, dove i convenuti avrebbero potuto trovare ristoro e si sarebbe festeggiata l’unione dei due sposi. Una roba disimpegnata: pane azzimo, agnello, mini-pizzette e via andare. Al rinfresco era invitata anche Maria, amica della madre della sposa, insieme al figlio Gesù. Gesù quel giorno aveva combinato di studiare religione con l’apostolo Giovanni, così Maria chiese se anche quest’ultimo avrebbe potuto aggiungersi. La madre di Ismaela gli rispose di sì, anche se un po’ le scocciò, visto che già ai tempi dell’invito era stata titubante se invitare o meno Maria. Ma alla fine lo aveva fatto e questa aveva dato per scontato di poter portare anche il figlio. Ora il figlio portava un’altra persona. Ad averlo saputo, la signora De Leonardiis si sarebbe fatta gli affari suoi. Senza contare che Maria aveva recato in dono giusto un’antipastiera di terracotta, oggetto che non compariva nemmeno nella lista di nozze.
Così giunsero allo sposalizio Maria, suo figlio Gesù e l’apostolo Giovanni. L’atmosfera era giubilo e letizia. Quando gli sposi rivelarono che presto avrebbero avuto un figlio, si versarono fiumi di vino e si accesero fuochi. Gesù era stato in disparte tutta la sera, zitto come l’olio novello di Galilea, quando d’un tratto salì su uno sgabello e alzò le mani al cielo, attirando su di sé l’attenzione di tutti i convitati. Calò il silenzio, i sorrisi si gelarono, i calici rimasero sospesi a metà, tutti guardavano il Profeta. Fu allora che Gesù, rivolgendosi agli sposi, disse: “In verità, in verità vi dico: avete fatto bene a sposarvi di sabato, poiché domani nessuno lavora e si può fare tardi!”. Tutti gli risposero con applausi complici e liberatorie risate. Magari non c’entravano niente, ma la folla era tesa poiché si temeva che Gesù facesse chissà quale discorso strano. La festa continuò e giunsero saltimbanchi giudei, cantanti eunuchi e danzatrici del ventre. Tutto pareva andare per il verso migliore, quando d’improvviso irruppe la tragedia: il vino era finito! Gli invitati andarono nel panico. Che matrimonio avrebbe potuto mai essere, senza che fosse bagnato da una copiosa fuoriuscita di nettare d’uva? Ma quel panico, poco dopo, fu messo in ombra da un altro più grande: dove era finito Gesù? Non si trovava più, pareva letteralmente sparito. Gli invitati si divisero e lo cercarono in ogni stanza, dentro le botti vuote, fin sul tetto di casa. E fu proprio guardando dal tetto che lo scorsero giungere, da lontano, a bordo di un piccolo carretto a pedali. Gesù aveva fatto un altro dei suoi “miracoli”. Era riuscito a procurarsi del vino, a casa di suo zio Samael. Una damigiana e un altro paio di bottiglie fosse mai che non bastava. La festa tornò grande. E non era nemmeno un vino d’emergenza, ma un ottimo vinello rosato, tanto che Giovanni chiese che marca fosse. “Chiappetti brut”, rispose severo Gesù. “Bono!” sentenziò allora il tessalonicese. “Se unn’era bono ullo pigliavo”, concluse il Nazareno.

Advertisements

100 Risposte to “Cristologie”

  1. lozissou aprile 6, 2009 a 6:20 am #

    Ma il Nazareno, nel suo essere poliglotta e sempiterno, sapeva anche la lingua di Pietro l’Aretino? Questa alla dottrina non la dicono. Che poi mi chiedo: ma perché Pietro l’Aretino non scriveva in aretino? O lo faceva e sono gnurante io?

  2. fox in the snow aprile 6, 2009 a 7:05 am #

    Che bello e “attuale” questo post, dallo Sgargabonzi si capisce anche in che stagione siamo. L’effetto comico della quotidianità trasposta duemila anni fa è davvero geniale. Che poi probabilmente non si discosta neanche troppo da come andarono davvero i fatti…

  3. giggi aprile 6, 2009 a 8:06 am #

    grande acid, soprattutto la digressione iniziale sull’invito allargato: gli scocciò/le scocciò, giunserò/giunsero, rivolgendosi gli/rivolgendosi agli, tesi poiché che/?

  4. ilmarinaio aprile 6, 2009 a 8:11 am #

    certo che questo zio Samael ha un nome un po’ inquietante eh… comunque Cristo lo rispetto molto perché quando aveva la mia età già si era risolto a pigliare una strada ben precisa, e invece io sono ancora qua che non so dove battere il capo.  certo, allora c’erano altri trend socio-economici 

  5. giggi aprile 6, 2009 a 8:21 am #

     La versione è bella, anche se non letterale. i vangeli ipocriti recitano infatti: بعد, مأدبة من المنظّمة الأمم المتّحدة من أتى أسرة [جرميا] من إلى ما بعد المنزل, هو غطست أن ب احتفل الأزواج واجبة من [ريستورو] و [أف وهيش] استطاع يجد من من هم تلقّى من يدعو أنت من من روايات من من من إتحاد. [ديسنغجد] من [روبا] من واحدة: [أونلفند] من الحمل, [غلسّ بلت], مينيوم – [بيزّتّ] وعن طريق يذهب. أيضا كان مريا, زوج من إلى ما بعد الأم من إلى ما بعد صديقة, يدعى إبنة يسوع من من من انتعاش من إلى من إلى من معا.che tradotto letteralmente farebbe:  Giorno del il del venne di E in unirono del silicone di Geremia e Ismaela di giovani di cui i in matrimonio. Il cerimonia della La di Dopo, banchetto di allestito ONU del venne un famiglia di Geremia di della del casa, si è tuffato festeggiare la l ‘sposi dovuto di ristoro e del trovare di potuto di avrebbero di invitati di gli di novelli di dei di unione. Disimpegnata di roba di Una: azzimo della lastra di vetro, agnello, mini – pizzette e via andare. Anche Maria, sposa di della del madre di della di amica, figlio Gesù di invitata di era di rinfresco di Al di Al del insieme.

  6. acidshampoo aprile 6, 2009 a 11:28 am #

    A proposito di remake inutili e rischiosi, ecco QUI uno che mi sembra essere un disastro già alla vigilia, visti i nomi coinvolti, altro che quello di Nightmare. Tra l’altro, Tom Cruise e John Travolta protagonisti assoluti. Mi sa che sto progetto è voluto da Ron Hubbard. A ‘sto punto m’aspetto che la colonna sonora che fu di Bacharach, sia rifatta da Beck o da Roby Facchinetti, altri due scientologisti.

  7. acidshampoo aprile 6, 2009 a 11:49 am #

    Giggi, bella la versione ripassata in ebraico e poi ancora in italiano, soprattutto la frase finale “di rinfresco di Al di Al del insieme”. Mo’ gli sposi sono diventati Al & Al? E vedi che i matrimoni gay erano pure nei vangeli.Grazie per le correzioni. Le cose le rileggo duemila volte eduemila volte non m’accorgo mai dei termini sbagliati. L’occhio tante levolte…

  8. acidshampoo aprile 6, 2009 a 12:06 pm #

    Ecco un remake che non s’aveva da fare e invece, di colpo, s’ha da fare eccome: quello di Hellraiser. E’ passato ufficialmente dalle mani di Alexandre Bustillo e Julien Maury, le responsabili del ridicolo A L’Interieur, a quelle di Pascal Laugier, il geniale regista di Martyrs. Marinaio, l’opera del tuo amato Barker non poteva essere in mani migliori (e amerai Martyrs).

  9. andrea aprile 6, 2009 a 12:08 pm #

    Al e Al sembra il titolo di uno di quei polizieschi anni 70/80.tipo Simon and Simon….

  10. acidshampoo aprile 6, 2009 a 1:03 pm #

    QUI intervista a Federico Memola. Tra le altre cose, parla della chiusura di Jonathan Steel e dell’esordio della sua nuova miniserie, Rourke, in edicola da metà aprile.

  11. lozissou aprile 6, 2009 a 2:57 pm #

    Anche Hellraiser e i suoi cenobiti stavano bene dove stavano già.

  12. acidshampoo aprile 6, 2009 a 3:19 pm #

    Lozissou, ma che male ti fa se esce una nuova trasposizione filmica dell’opera di Barker? A ‘sto giro è in mano a uno che più Barkeriano non si può, tra l’altro. E se ne esce un bel film? Le Colline Hanno Gli Occhi di Alexandre Aja si mangiava a colazione l’originale di Craven. Se si dovessero impedire queste operazioni, non ci sarebbe mai stato quel capolavoro che è Fine Di Una Storia di Neil Jordan, solo perchè già c’era stata una versione filmica nel ’55.Insomma nel cinema americano per me sono altri i nemici da combattere.

  13. acidshampoo aprile 6, 2009 a 3:27 pm #

    Fox, QUESTO è il film per te. La fòcààààààccia!

  14. lozissou aprile 6, 2009 a 3:53 pm #

    Nessun male né sono contrario. Però, soprattutto se certi film sono nati già bellissimi, non vedo il perché rifarli (se ragionassi da autore) né troppo attendo la revisione (da spettatore). Le colline hanno gli occhi di Craven era un filmetto, e va bene rivederlo nella speranza che venga fuori meglio, com’è stato; Psyco di Van Sant, al contrario invece, m’è sembrato del tutto inutile; Halloween di Rob Zombie invece m’ha convinto, quindi le eccezioni ci sono. Di sicuro tra un film originale e un remake (ripeto: specie se di film epocali), preferisco una cosa originale.

  15. acidshampoo aprile 6, 2009 a 4:04 pm #

    Che poi bisogna dire che l’Halloween di Zombie non è un remake ma un “reboot”, cosa che sta andando di moda per rilanciare il franchising di parecchie icone horror. Che non è male come cosa, l’idea che come minimo ci si possa affrancare dalla trama del film originario. Così è stato per Venerdì 13 e Non Aprite Quella Porta, così sarà per Nightmare e Hellraiser. Per fortuna non c’è Michael Bay in ballo con quest’ultimo.E’ vero che il primo Hellraiser è un film notevole, ma questo reboot sarà comunque un film del tutto diverso. Niente a che vedere con i rifacimenti pedissequi stile Psycho di Van Sant, che comunque come esperimento era parecchio interessante.

  16. ilmarinaio aprile 6, 2009 a 5:02 pm #

    che fica!   CHE FICAAAAAA!!!!! (qui)comunque io da barkeriano integrale sono a favore dei remake, se fatti bene.  e se sono fatti male, mi basta di non guardarli.

  17. caramelleamare aprile 6, 2009 a 5:53 pm #

    lozissou te che sei un esperto di cinema, ti volevo chiedere un’informazione tecnica: quanto sarà bellino negli aristogatti quando dice “sono romeo er meglio gatto del colosseo”?

  18. acidshampoo aprile 6, 2009 a 6:19 pm #

    La notevole Paola Perissi! Me la ricordo quand’ero piccino. Certo che oggi un inserto ecumenico come quello oggi non te lo spiattellerebbero nel preserale di Rai1. Che poi fanno peggio, visto che nel telegiornale che viene dopo un servizio sul Papa trovano sempre la scusa per inserircelo.Marinaio, QUI il trailer di un altro film, uscito due anni fa, che potrebbe interessarti.

  19. giggi aprile 6, 2009 a 8:28 pm #

    acid sto sentendo il primo dei dandy wahrols dimmi che m’invidi

  20. acidshampoo aprile 6, 2009 a 8:57 pm #

    Giggi, non è che me la tiro, però anche i Dandy Warhol sono un altro gruppo che non m’ha mai fatto breccia…

  21. kreisky aprile 6, 2009 a 10:19 pm #

    Ciao, è una mia sensazione o la sottile ironia del pezzo si concentra in quelle due virgolette intorno a “miracoli”? Ho visto l’ultimo film con Nicolas Cage, brutto brutto brutto.

  22. giggi aprile 6, 2009 a 10:41 pm #

    ma mary di abel ferrara è una bomba

  23. Daiana aprile 6, 2009 a 11:37 pm #

    Io ieri sera io ho sentito il terremoto… voi?

  24. Daiana aprile 6, 2009 a 11:38 pm #

    Mi sta un pensiero leggere questo post…. mi sa che c’è nel mezzo qualcosa di religioso, vero?!

  25. acidshampoo aprile 7, 2009 a 12:06 am #

    > Io ieri sera io ho sentito il terremoto… voi?Io l’ho sentito l’ultima volta da te, di notte, quando trombavate te e Caramelle. FATE SCHIFO!

  26. acidshampoo aprile 7, 2009 a 12:09 am #

    > Mi sta un pensiero leggere questo post…. mi sa che c’è nel mezzo qualcosa di religioso, vero?!Eh lo capisco che ti sta pensiero. Tu sei forse la persona più anti-cattolica che abbia mai visto. Saresti il guru di tante moltitudini, se solo ti facessi conoscere.

  27. acidshampoo aprile 7, 2009 a 12:11 am #

    > ma mary di abel ferrara è una bombaE’ uno dei pochi di Ferrara che mi manca, lo vedrò. Di capolavori ne direi tre: Il Cattivo Tenente, Fratelli, Addiction. Tutto il resto m’è stato fra il mediocre e l’indecente.

  28. acidshampoo aprile 7, 2009 a 12:18 am #

    > Ciao, è una mia sensazione o la sottile ironia del pezzo si concentrain quelle due virgolette intorno a “miracoli”? Ho visto l’ultimo filmcon Nicolas Cage, brutto brutto brutto.Diciamo che la causa scatenante è la seguente riflessione: come sarebbero le Sacre Scritture, se la parola “miracolo” venisse usata fra virgolette? Per il resto non c’è nessuna urgenza anticristiana da parte mia ma anzi, solo la voglia di rendere alla mano, umana, autoironica e divertente la figura di Cristo. Uno che per aver raccolto tanta gente al suo seguito, divertente doveva esserlo per forza.”L’ultimo film con Nicolas Cage” e non dici il titolo, anche se dici che è tre volte brutto. Quando nel 2020 andranno a leggere questo tuo commento, penseranno che ti riferisci all’ultimo film, ad allora, con Nicolas Cage. Sei una persona sdatta Kreisky, sempre detto. Dovresti imparare da tuo fratello, il cardiochirurgo del vivere.

  29. frank aprile 7, 2009 a 9:34 am #

    Post bellissimo, spero sia la prima di molte Cristologie. E come il manzoniano “quel ramo del lago di Como“, ormai anche l’incipit squalloriano “E venne il giorno” è nella storia della letteratura… evoca grandi epopee e promette bene…Bello, ancora!

  30. infrarosa aprile 7, 2009 a 10:03 am #

    anche io spero che questo post.. “attuale” (fox!) sia il primo di tanti! e grazie a caramelle per la citazione di romeo, a me piace molto il “nooo, v’avevo preso pe ‘ccigni!” detto ad adelina e guendalina blabla. bellissimo capolavoro di film, lo riguardo quasi ogni anno.

  31. acidshampoo aprile 7, 2009 a 12:53 pm #

    QUI, “La partita lenta”, il nuovo cortometraggio di Paolo Sorrentino.

  32. Daiana aprile 7, 2009 a 1:25 pm #

    di notte, quando trombavate te e Caramelle.Mai fatto di notte…

  33. caramelleamare aprile 7, 2009 a 1:59 pm #

    infrarosa sono contento che l’hai notata, quella citazione l’ho fatta per cercare di convincerti a non sposarti

  34. acidshampoo aprile 7, 2009 a 2:10 pm #

    QUI info sul nuovo progetto di Stuart Murdoch (Belle & Sebastian), in uscita a giugno.

  35. caramelleamare aprile 7, 2009 a 3:52 pm #

    di notte, quando trombavate te e Caramelle.Mai fatto di notte… è proprio puttana dentro questa cittarisposta piu da rizzacazzi non c’era

  36. caramelleamare aprile 7, 2009 a 3:57 pm #

    Eh lo capisco che ti sta pensiero. Tu sei forse la persona piùanti-cattolica che abbia mai visto. Saresti il guru di tantemoltitudini, se solo ti facessi conoscere.per questo c’è facebook, è li che si coltiva un mondo di seguaciBello questo pezzo acid. io apprezzo molto i post di passaggio, leggeri, che volano basso, ma perfetti. Senza stare tanto a ridere, che a quello ci pensano altri scritti, ne a dire le cose serie che senno la gente s’annoia. e invece semplice semplice, che non fa una piega dall’inizio alla fine. Tipo bere un bicchier d’acqua. 

  37. acidshampoo aprile 7, 2009 a 4:26 pm #

    > è proprio puttana dentro questa cittarisposta piu da rizzacazzi non c’era Zitto che mi sta piacendo… e dove trombavate Daiana? E come lo facevate? Garavone! Garavone!

  38. acidshampoo aprile 7, 2009 a 4:30 pm #

    > “E venne il giorno” è nella storia della letteratura… evoca grandi epopee e promette bene…Più che altro quell’è ispirato a “E venne un uomo che disse seminate! E andate per le patrie perché non c’è patria, tutta è terra di tutti”, ovvero l’attacco del sermone di Pace ne La Novia, degli Squallor. Un capolavoro che anticipava la struttura di un altra leggenda: Il Dott. Palmito.

  39. Makegatsu Robot aprile 7, 2009 a 5:44 pm #

    Acid, se fossi stato quel gesuita ke fui un tempo t’avrei querelato per questo post! Ma ora sono un testimone di Bono Vox e quindi puoi dire quel ke ti pare sul cristo, io ho già il mio messia! Sappiate dunque ke ai terremotati ci penserà lui! A proposito, m’ha detto di dirvi ke vende una casa a Sulmona, un appartamentino discreto vista macerie. A ki interessasse questo è il suo numero: 348584884Fate girare per favore!

  40. caramelleamare aprile 7, 2009 a 7:41 pm #

    ma te guarda chi è tornato a scrivere?!  il Fidel!!!

  41. Daiana aprile 7, 2009 a 8:01 pm #

    e dove trombavate Daiana? E come lo facevate?ti dico solo che hai fatto bene a usare il passato e che era sul soppalco, a mo’ di ringhiera. 

  42. rezio aprile 7, 2009 a 8:11 pm #

    Di capolavori ne direi tre: Il Cattivo Tenente, Fratelli, Addictionferrara per me è il cattivo tenente, riduttivo lo sòho provato a vedere fratelli nonostante ntra i protagonisti ci siano attori cult assoluti..non l’ho retto mi sono addormentato cazzo..sarà stata la notte di mezza estateaddiction mi manca e me ne vergogno pubblicamente

  43. Asciugamani? aprile 7, 2009 a 9:06 pm #

    Ebbene si, Caramelle, il Fidel è tornato! Ma ti ricordo ke io posso assumere le sembianze anke del Fatuwski e de Lozissou per sublimazione. S’allunga, s’allunga….(questa era solo una prova per vedere se usando Internet Explorer mi va a capo in questo benedetto blog!)

  44. acidshampoo aprile 7, 2009 a 9:39 pm #

    Makegatsu carissimo! Ma se dovevo evocare il fantasma di Pace per farti tornare in queste lande, avrei messo la tavola ouija a lavorare in automatico! Comunque sappi che non mi prendi alla sprovvista: s’allunga s’allunga è del dottor Palmito, mentre ‘sciugamani è di D’Annunziata. Tra l’altro, secondo me, il personaggio di D’Annunziata torna anni dopo ne L’Incompiuta, dall’album Cielo Duro. Io almeno l’ho sempre vista così. Il tipo che nel 1988 si lavava il parrucchino e camuffava la propria cisti per farla sembrare un’altra persona, era quello che dieci anni prima, per non sapere né leggere né scrivere, decise: “io me ne faccio un’altra!”

  45. acidshampoo aprile 7, 2009 a 9:43 pm #

    Rezio, ridai una chance a Fratelli. E’ vero che l’attacco è sonnolento, pur trattantosi di una veglia funebre, ma proprio per questo davvero bellissimo, con quello stupendo sottofondo di Gloomy Sunday (cantata da Billie Holiday) fatta durare più dell’originale. E sappi che il film non lesina in emozioni forti. Vedrai che ti farà restare sveglio. Curiosità: il personaggio dei Christopher Walken doveva essere interpretato prima da Nicholas Cage, poi da Harvey Keitel.

  46. acidshampoo aprile 7, 2009 a 9:45 pm #

    > ti dico solo che hai fatto bene a usare il passato e che era sul soppalco, a mo’ di ringhiera.  Dimmene ancora… URGH

  47. chiara aprile 7, 2009 a 10:37 pm #

    bello questo post, l’ho letto con molto piacere e sono curiosa delle perossime Cristologie.

  48. giggi aprile 7, 2009 a 11:58 pm #

    *apprezzo molto i post di passaggio, leggeri… Tipo bere un bicchier d’acqua.* acid urge nuovo miracolo (il vino comunque era canaiolo)||| Mary di ferrara è maria di nazareth ergo IT  

  49. caramelleamare aprile 8, 2009 a 12:32 am #

    pecoraio scagno

  50. caramelleamare aprile 8, 2009 a 8:36 am #

    cmq secondo me piu che “Asciugamani?” dice “Sciugaman, sciugamaa”

  51. acidshampoo aprile 8, 2009 a 12:29 pm #

    Guardate QUA che spettacolo i fumetti per adulti messicani. Copertine strepitose, trash e malatissime (citano pure le tristemente famose foto di Abu Graib).

  52. rezio aprile 8, 2009 a 12:41 pm #



    questo pezzo spacca…un altro colpo del bianco, notare l’arrangiamento della parte finale pleasenessuno ha visto two lovers, io sì piaciuto phoenix e regia

  53. Daiana aprile 8, 2009 a 1:07 pm #

    addiction mi manca e me ne vergogno pubblicamenteIo invece l’ho visto al corso di cinema all’università e mi è piaciuto tantissimo.. l’attrice l’ho anche ritrovata in seguito in six feet under.

  54. acidshampoo aprile 8, 2009 a 1:27 pm #

    Rezio, Two Lovers l’ho visto e, esattamente come I Padroni Della Notte, mi è piaciuto a metà. James Grey è un autore con le contropalle e un regista notevolissimo, dove mi cade però è sui dialoghi. Non brutti, ma che più manierati, retorici e piatti non si potrebbe. Ma il suo primo film, Little Odessa, l’hai visto? Per me è, ad oggi, la sua vetta.Piangi Roma piace anche a me. Soprattutto mi fa venir voglia che Valeria Golino sostituisca, da ora in poi, la diva Rachele Bastreghi. Ma va bene anche se non è la Golino, ok pure un’altra, la prima che capita.

  55. acidshampoo aprile 8, 2009 a 1:29 pm #

    > Bello questo pezzo acid. io apprezzo molto i post di passaggio, leggeri, che volano basso, ma perfetti.Hai appena fatto una figura di merda con me di quelle che non si raccontano. Col cazzo che questo post voleva volare basso ed essere d’intermezzo! Anzi, voleva dare il via ad una saga acconcia. E te lo sai, io non concepisco saghe di passaggio.

  56. acidshampoo aprile 8, 2009 a 1:57 pm #

    Signore e signori, QUI il trailer di Glee, la nuova serie di Ryan Murphy che inizierà a maggio. Che ne pensate? Sono curioso.Parere mio: è una serie per una rete generalista (la Fox), quindi era inutile aspettarsi contenuti estremi alla Nip/Tuck, che non a caso va su un canale via cavo. Però sono contento che da questo trailer sembra di vedere un nuovo Popular e non me l’aspettavo. Per ora, è un bell’appetizer.

  57. acidshampoo aprile 8, 2009 a 2:00 pm #

    O’ telefilmici, vi ricordo anche che ieri è iniziata la quinta stagione diRescue Me e l’altro ieri la seconda (a sorpresa) di In Treatment.

  58. rezio aprile 8, 2009 a 6:37 pm #

    James Grey è un autore con le contropalle e un regista notevolissimo, dove mi cade però è sui dialoghi. pienamentissimamente d’accordo, i dialoghi sembrano così…vabbè mo?però ce ne fossero cacchiolina! a me è piaciuto per intero, ambientazione fotografia phoenix in parte come cristo comanda, la paltrowl(?) unica bionda e unica luce per il protagonista..certo i dialoghi sonom pesantucci

  59. rezio aprile 8, 2009 a 6:44 pm #

    Soprattutto mi fa venir voglia che Valeria Golino sostituisca, da ora in poi, la diva Rachele Bastreghirachele ti stà propio sul cazzo..ma dal vivo non è così antipatica..a conoscerla così..poi l’occhio azzurro ceruleo..fà un pò la pr quando il bianco non è in vena..insomma serve..ok di voci come la sua ce ne sono 105240000 ma non è questo il punto…piuttosto per rivangare vorrei dire che in amen sono pezzi, pochi per fortuna, scritti da lei che non hannonulla della magia dei bau..l’unico che si salva nella discografia intera è manuaselle boyfriend..me piace

  60. Daiana aprile 8, 2009 a 7:57 pm #

    O’ telefilmici, vi ricordo anche che ieri è iniziata la quinta stagione diRescue Me Per questo davvero non vedo l’ora !!

  61. acidshampoo aprile 8, 2009 a 9:31 pm #

    > Per questo davvero non vedo l’ora !!Con Caramelle l’abbiamo già vista oggi pomeriggio, quindi guardala pure. Ciao.

  62. fox in the snow aprile 8, 2009 a 9:49 pm #

    E’ ufficiale: giggi mi fa scompisciare (finché non mi farà incazzare). La cosa incredibile è che si mette proprio d’impegno, per partorire i suoi commenti!Fox, QUESTO è il film per te. La fòcààààààccia!Fra l’altro gli attori li conosco tutti, li incontro per strada tutti i giorni. Ma Nichi Vendola? Comunque mi sembra interessante, no?

  63. fox in the snow aprile 8, 2009 a 10:10 pm #

    >Però, soprattutto se certi film sono nati già bellissimi, non vedo il perché rifarli Per rimanere in tema, alcuni temi diventano archetipi (ad esempio, secondo Religulous, il messaggero di dio che nasce da una vergine, si trova in varie religioni diverse). Il valore non è l’originalità, ma la sfida di rendere in maniera diversa, personale un classico che appartiene già a qualcun altro, che diventerà poi patrimonio di un altro popolo o un’altra generazione.

  64. acidshampoo aprile 8, 2009 a 11:27 pm #

    Visto che Fox ne è una fan, QUI un’interessante intervista a Tinto Brass.

  65. acidshampoo aprile 8, 2009 a 11:41 pm #

    Rezio sì, Rachele Bastreghi non m’ha mai fatto impazzire. La trovavo la cosa meno esaltante del loro primo esaltante album, ma m’andava bene e anzi nel secondo mi piaceva. Poi ha tirato fuori questo fare da gran diva, specie nell’ultimo tour, con questa voce ingollata che non si puole sentire. E questo atteggiamento che, come disse la Frank, vuol dare l’idea di una donna annoiata da tutto e da tutti tranne che da se stessa. Nelle interviste è imbarazzante.Senza contare che canzoni come Dark Room e La Vita Va sono i due momenti Baustelliani peggiori.Ah se la cantante dei Baustelle fosse stata Camilla Filippi, la voce recitante di Cinecittà, una delle cose più eccitanti che mi siano mai passate per le orecchie.

  66. giggi aprile 9, 2009 a 12:44 am #

    fox che colpa ne ho se sono di famiglia facoltosa?

  67. kreisky aprile 9, 2009 a 12:55 am #

    >L’ultimo film con Nicolas Cage” e non dici il titolo, anche se dici che è tre volte brutto. Hai ragione sono sdatto, ma ho parlato di questo film per una settimana prima di andarci e mai una volta che mi ricordassi il nome. Poi ci sono andato, non ho fatto in tempo a leggere il manifesto, l’ho visto, sono uscito e non saprò mai che film ho visto. Non è terribile ?!Abel Ferrara ero più a favore che contro però non mi ricordo cosa ho visto.

  68. caramelleamare aprile 9, 2009 a 1:07 am #

    kreisky pensavo: da quanto tempo è che non mi prendi in braccio, fratellone? voglia di starti in braccio e sentire qualcosa di duro che mi puntella sotto.

  69. rezio aprile 9, 2009 a 7:47 am #

    Senza contare che canzoni come Dark Room e La Vita Va sono i due momenti Baustelliani peggiori.anche l’aeroplano non si può sentire..un rottame di volkswagen ma dai!che è il n74 di dylan dog..il problema è che lei crede sia un capolavoro di pezzo..

  70. fox in the snow aprile 9, 2009 a 8:49 am #

    >Visto che Fox ne è una fan, QUI un’interessante intervista a Tinto Brass.Maddechè ao’.

  71. Daiana aprile 9, 2009 a 11:14 am #

    Con Caramelle l’abbiamo già vista oggi pomeriggio, quindi guardala pure. Ciao.Che simpaticone che sei!  La vedremo insieme, io e caramell, quando ci saranno i sottotitoli.

  72. infrarosa aprile 9, 2009 a 11:46 am #

    io continuo a difendere la rachele, voce ingollata compresa, atteggiamento da diva che secondo me invece è più trash ironico che convinto, insomma mi piace. il bianconi invece mi piace meno ma solo perché mi sembra sempre depresso e mi dispiace.

  73. acidshampoo aprile 9, 2009 a 12:33 pm #

    > Che simpaticone che sei!  La vedremo insieme, io e caramell, quando ci saranno i sottotitoli. Ecco, bene specificarlo, non sia mai che la gente pensi che quell’episodio caramelle l’ha visto con me senza di te.

  74. acidshampoo aprile 9, 2009 a 12:38 pm #

    > io continuo a difendere la rachele, voce ingollata compresa,atteggiamento da diva che secondo me invece è più trash ironico checonvintoMa vaffanculo!Trash ironico… MA DE CHE? Non c’è ironia, ma ti tolgo una certezza: non c’è nemmeno del vivo trash, solo imbarazzo da qualsiasi parte tu la guardi. E’ solo una delle tantissime, con gli atteggiamenti più ovvi, banali e omologati possibili, tipici di chi “madonna come è cresciuta! Anche sul palco è parecchio più spigliata!”.Nofri, ma perdìo…

  75. acidshampoo aprile 9, 2009 a 12:42 pm #

    > anche l’aeroplano non si può sentire..un rottame di volkswagen ma dai!che è il n74 di dylan dog..Bella questa! Il Lungo Addio è una delle mie storie preferite. Il rottame di Volkswagen comunque è del Bianca, che c’ha un maggiolone nero.Però fra le canzoni cantate in solitaria dalla Rachele, L’Aeroplano è la mia preferita. Non tanto per l’esecuzione (dice Bagdad e pare dica Pangéa) quanto per il fatto di essere una signora canzone, rispetto pure a Revolver. Sanremese quanto ti pare, ma il lato buono (perché c’è) di Sanremo.

  76. rezio aprile 9, 2009 a 12:55 pm #

    non intendevo il lungo addio ma l’ulyimo uomo sulla terra che ha il maggiolone in copertina..tra l’altro l’unico album regolare con due storie complete, la seconda è incubus..una delle mie preferite..tematiche adulte e disegni di picatto!poi che devo dì l’intro di l’aeroplano nun lo posso sentì sarà per la volkswagen(davvero è di bianconi?)..pensare che la vocina della rache in altre occasioni fà faville..

  77. acidshampoo aprile 9, 2009 a 1:32 pm #

    L’Ultimo Uomo Sulla Terra è il 77 però. Eh sì, l’unica doppietta sulla serie regolare, con entrambe le storie di Sclavi fra l’altro. Anche per me la breve Incubus (disegnata da Piccatto) era migliore della seppur buona storia titolare (disegnata da Roi).A proposito di revival dylandoghiano: l’hai letto il ritorno dei conigli rosa sull’almanacco della paura in edicola? Che te ne è parso?

  78. acidshampoo aprile 9, 2009 a 2:01 pm #

    Ogni tanto rispunta fuori, QUI l’adorabile Lee Mavers (The La’s) qualche giorno fa, ospite al concerto di (il peggio) Pete Doherty.Non so quello che sborserei per avere un secondo album dei The La’s…

  79. Daiana aprile 9, 2009 a 2:12 pm #

    Ma vaffanculo!Trash ironico… MA DE CHE? Non c’è ironia, ma titolgo una certezza: non c’è nemmeno del vivo trash, solo imbarazzo daqualsiasi parte tu la guardi. E’ solo una delle tantissime, con gliatteggiamenti più ovvi, banali e omologati possibili, tipici di chi”madonna come è cresciuta! Anche sul palco è parecchio più spigliata!”.Ecco ora non capisco come mai la fox non sbotti dandoti dell’impulsivo e del prevenuto verso il genere femminile… 😉

  80. Daiana aprile 9, 2009 a 2:15 pm #

    Ecco, bene specificarlo, non sia mai che la gente pensi che quell’episodio caramelle l’ha visto con me senza di te.NOn vedo cosa ci sia di male nel fatto di voler condividere questa particolare cosa con la persona con la quale ho visto piacevolmente tutte e quattro le serie… è normale che mi farebbe piacere vederla insieme a lui. Se poi ti diverte togliermi il piacere fai pure però la prossima volta ci vai te in macchina di sera a prenderlo a 30 km perchè ha bucato con la vespa. e non vale se porti il tu babbo.

  81. acidshampoo aprile 9, 2009 a 2:39 pm #

    > NOn vedo cosa ci sia di male nel fatto di voler condividere questa particolare cosa con la persona con la quale ho visto piacevolmente tutte e quattro le serie… è normale che mi farebbe piacere vederla insieme a lui.Anche meno seria di così va bene. Calmati la mi cittina, nessuno te lo porta via.> Ecco ora non capisco come mai la fox non sbotti dandoti dell’impulsivo e del prevenuto verso il genere femminile… 😉 Vabbè, non mi dà del prevenuto verso le donne perché sa che non lo sono.

  82. rezio aprile 9, 2009 a 5:48 pm #

     l’hai letto il ritorno dei conigli rosa sull’almanacco della paura in edicola? no è un pò che non leggo dylan di solito me li faccio prestare da un amico che ha la collezione completa che il sottoscritto ha contribuito a completare con numeri cruciali..com’è lalbo in questione?i conigli rosa fa parte della duologia disegnata da castellini, poi emigrato, l’altro albo era horror paradise…correggimi se sbagliocmq w la fica e w montanari e grassani..roy che adoravo da adolescente se la tira troppo con ste ombre..il bosco degli assassini chi lo ha disegnato?

  83. fox in the snow aprile 9, 2009 a 5:53 pm #

    >Ecco ora non capisco come mai la fox non sbotti dandoti dell’impulsivo e del prevenuto verso il genere femminile… 😉 Perchè non ha parlato del genere femminile, ma della Rachele (e condivido).

  84. acidshampoo aprile 9, 2009 a 6:29 pm #

    Rezio, la terza storia dei conigli rosa (dopo I Conigli Rosa Uccidono e Il Paese Delle Ombre Colorate) è veramente una roba triste e l’idea questa volta è sfruttata come peggio non si potrebbe (non ti spoilero niente, ma ricorda un po’ Venerdì 13 Parte V). Comunque il disegnatore non è Castellini bensì Piccatto. Castellini disegnò Horror Paradise e La Casa Infestata, poi fu copertinista di Nathan Never e autore del primo numero della serie, ora lavora negli USA.Il Bosco Degli Assassini è una delle storie meno peggio di Chiaverotti, disegnata da Coppola, quello di Doktor Terror e Il Marchio Rosso.I tanto bistrattati Montanari & Grassani anche a me non dispiacciono. Il disegnatore di Dylan Dog che odio è Ugolino Cossu.

  85. rezio aprile 9, 2009 a 7:32 pm #

    Il Bosco Degli Assassini è una delle storie meno peggio di Chiaverotti, disegnata da Coppola, questo albo l’ho sempre trovato di un fascino malsano impareggiabile, horror più d ogni altro nel suo soggetto lineare..anche grazie ai disegni di coppola, con quello stile da serie b che calzava a pennello..lo ritengo uno de miracoli del primo dylancoppola è morto o pensionato..

  86. rezio aprile 9, 2009 a 7:36 pm #

    il primo album dei conigli rosa è un cult,lo ricordo come un’ottima storia; uno dei miei disegnatori preferiti è tacconi…sparito credo

  87. acidshampoo aprile 9, 2009 a 7:57 pm #

    Tacconi, uno dei più famosi e apprezzati disegnatori italiani (per Dylan Dog ha disegnato Lama Di Rasoio, Maledizione Nera, La Iena…), purtroppo è morto un paio di anni fa, aveva 83 anni. Era diventato cieco ma conosceva talmente bene la sua arte che riusciva a disegnare schizzi ad occhi chiusi. Tra l’altro era così legato al fumetto che, trovandosi impossibilitato a continuare a disegnare, esordì come sceneggiatore poco prima di morire, firmando due storie di Nick Raider poi pubblicate in uno speciale dalla If.Se ti piace Tacconi ti consiglio questo splendido portfolio.L’atmosfera malsana de Il Bosco Degli Assassini, colpì anche me, quella ganga di personaggi inquietantissimi, il bosco di notte, quel sosia di Woody Allen. Gianluigi Coppola era il contrario del raffinatissimo Tacconi: aveva un tratto robusto, fisico, poco artistico. Era un grande vecchio del fumetto d’avventura e aveva anche disegnato per Playboy e Penthouse. Ne parlo al passato perché a quanto ne so non disegna più, però è ancora vivo.

  88. Daiana aprile 9, 2009 a 8:15 pm #

    Perchè non ha parlato del genere femminile, ma della Rachele (e condivido). AHH! Allora sei te la prevenuta allora! Anche io mica parlavo della massa delle donne, parlavo solo di federica del gf! (si scherza è fox non t’arrabbiare) 

  89. fox in the snow aprile 9, 2009 a 8:25 pm #

    >si scherza è fox non t’arrabbiarePerché se m’arrabbio che succede? Scherzo. Ma che c’entra è diverso, te applicavi alla Federica gli stessi canoni di bellezza dei maschi.

  90. caramelleamare aprile 9, 2009 a 10:34 pm #

    Però fra le canzoni cantate in solitaria dalla Rachele, L’Aeroplano èla mia preferita. Non tanto per l’esecuzione (dice Bagdad e pare dicaPangéa) quanto per il fatto di essere una signora canzone, rispettopure a Revolved’accordo, aeroplano non è male, e proprio quell’inizio mi piaceè normale che mi farebbe piacere vederla insieme a luimica tanto

  91. caramelleamare aprile 9, 2009 a 10:57 pm #

    c’ho il cd dei petshopboys che mi salta sovente. cmq:stasera appena uscito dal lavoro di falegnameria sono andato a rovistare fra i bidoni del sudicio dlla zona industriale. Poiche volevo fare un po il piacione con le ragazze, ho riempito la macchina di scatole piccole di cartone in modo che fossero bene in vista quando le affiancavo ai semafori rossi per rubargli il posto con un sgommata appena scattasse il verde.c’è da dire che questa sera prima di scatenarmi sull’asfalto sono passato dal D-Più per prendere la nutella e i cereali per un mio amico.Avendo la macchina piena delle scatoline, ho pensato bene di sfruttare una delle stesse per metterci dentro quello che avevo comprato. Il sedile del passeggero era pieno di scatole cosi quella contenente la spesa era in alto. Io la prendo, e la spingo direttamente verso il finestrino del lato passeggeri. Pero cade. Io penso che sia caduta tra le altre scatole e il vetro, quindi parto. In autostrada mi rendo conto che il finestrino di la è aperto e che chi era nel piazzale del discount ha visto una persona lanciare direttamente la propria spesa fuori dalla macchina e partire.Incazzato, tampono una macchina e poi torno di nuovo al supermercato sperando che qualcuno gli abbia consegnato la merce ancora intatta con la scatolina. Non faccio in tempo a chiedere notizie al commesso piu carino del locale che mi risponde cosi “Non ci provare nemmeno, barbone. Se non hai i soldi per comprarti le nutelle mangia i creakers”. poi mi indica dove sono e mi spiega che per quella settimana sono in offerta e che danno il doppio dei punti.Questa sera, contento di essere un passo piu vicino al k-way della robe di kappa, sono passato due volte col rosso e ho mandato in culo un lavavetri in lacrime.

  92. acidshampoo aprile 10, 2009 a 12:32 am #

    Caramalle, ho letto col cuore in gola il tuo racconto folle e ne ho cercato pure una frase su Google per vedere se l’avevi copincollato qua da qualche parte. Quanto c’è di vero in questo racconto, fra scatole, tamponamento e risposta del commesso? Penso che sia tutta una cazzata, però è scritto in maniera troppo… strana, sicchè te lo chiedo.

  93. Daiana aprile 10, 2009 a 12:46 am #

    te applicavi alla Federica gli stessi canoni di bellezza dei maschi.Non è vero, io parlavo di una bruttezza esteriore che mi veniva amplifcata dalla negatività che mi arrivava dall’interno di quella persona. Che poi rivista doipo non era neanche così tanto male ma dentro la casa faceva recere proprio. Cmq contnuo a pensare che fisicamente non abbia niente di armonioso e quindi, per me, bello.

  94. caramelleamare aprile 10, 2009 a 1:23 am #

    Quanto c’è di vero in questo racconto, fra scatole, tamponamento erisposta del commesso? Penso che sia tutta una cazzata, però è scrittoin maniera troppo… strana, sicchè te lo chiedo.è una verità romanzata. di vero c’è che avevo la macchina piena di scatole (per i fumetti), che ho praticamente buttato le due cacatine prese al discount dal finestrino senza accorgermene perche pensavo fosse chiuso. che me ne so avisto in autostrada. che so tornato indietro e ho chiesto se qualcuno avesse consegnato alle casse quella roba. Insomma la parte tecnica è vera, la gente ha visto unoche ha buttato la spesa dal finestrino della macchina e poi è partito. per un totale di 4,76 europerò è scrittoin maniera troppo… strana, sicchè te lo chiedo.piu o meno è scritta tipo post, e la genesi è simile. il via me l’ha dato dovere spiegare che ci facevo con le scatole in macchina. spiegare come e perche era troppo articolato quindi prima di pensarci ho lasciato che l’isterismo indicasse il vero motivo di quelle scatoline. poi non sono piu uscito dalla parte

  95. acidshampoo aprile 10, 2009 a 1:36 am #

    Ma infatti l’isterismo l’avevo notato, sicché pensavo tu fossi capitato in un vortice kafkiano dei tanti su cui sei inciampato ad oggi. Diciamo che a questo giro t’è andata bene. Comunque la cosa della nutella e i cereali comprati “per un amico”, detta da te ha una potenza comica ragguardevole! M’ha riscordato il disinfettante migliore sul mercato, il Spostalo 4000 con principi attivi.

  96. caramelleamare aprile 10, 2009 a 9:45 am #

    Diciamo che a questo giro t’è andata bene. bene una sega. c’ho perso un ora di tempo, 4,76 euro di nutelle e cereali, 3 euro di benzina. che poi non ho manco potuto farlo di rabbia tutto a diritto senza pensare, perche me ne so accorto appena entrato in autostrada e preciso da li in poi c’era una coda per incidente e so rimasto fermo venti minuti.probabilmente t’è sfuggito il dettaglio che ero in autostrada, dove non si puo rigirare.so dovuto arrivare al casello come se tornassi a casa, pagare per uscire e rientrare dallo stesso casello per tornare indietro

  97. scary pranks aprile 22, 2009 a 9:43 am #

    Couldn’t have said that better. Great post!

  98. cristina aprile 26, 2011 a 10:21 am #

    bravo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: