Istruzioni per l’uso (2)

21 Mar
bottleshoe_2_304

COME TAPPARE UNA BOTTIGLIA D’ACQUA

Esistono svariati modi per tappare una bottiglia d’acqua, in questa sede andremo a spiegare l’unico corretto. Per iniziare va acquisita una bottiglia d’acqua. Le bottiglie d’acqua si compongono da due diverse sostanze biochimiche: l’acqua (H2O) e la bottiglia (Bt). Per avere la bottiglia, basta comprarne una di vino, aranciata o spumante e svuotarla, quindi lavarla bene perché non restino residui. Poi occorre, ovviamente, l’acqua. L’acqua è essenzialmente una liquidità analcolica e trasparente che si basa su concetti vaghi come la pioggia, i torrenti e i bicchieri di acqua frizzante. Per ottenerla, basta comprare una bottiglia d’acqua, svuotarla dentro la bottiglia precedentemente preparata ed ecco che avrete la classica bottiglia d’acqua.
E’ ora il momento di tapparla. Per eseguire questa procedura bisogna in primo luogo procurarsi un tavolo acconcio. Come procurarsi il tavolo? E’ possibile recuperare una “custodia da tavolo”, comune accessorio usato nei traslochi, rivolgendosi appunto alle imprese di sgombro. La custodia da tavolo va quindi aperta e riempita di un composto così composto: 70% trucioli di legno, 29% colla vinilica, 1% cuscinetti per non rigare il pavimento. Lasciar riposare per una notte, poi aprire lo stampo e avremo lui: il tavolo. Sul tavolo va appoggiata la bottiglia d’acqua, possibilmente al centro. Quindi bisogna recarsi in una discarica e scegliere una zona dove ci sia una buona densità di tappi. Fatto questo occorre legare il tavolo alla propria vettura e controllare di nuovo che la bottiglia d’acqua sia appoggiata bene (un centrino può aumentare il grip). Premere quindi l’acceleratore e compiere gincane a tutta velocità dentro la discarica, sperando che qualche tappo vada nella bottiglia. Alla fine è probabile che la bottiglia sia caduta dal tavolo, quindi andare a cercarla. Se nel cercarla doveste trovare una bottiglia d’acqua già tappata e buttata via da qualche individuo, non state a impazzirci e prendete quella. Se avete sudato, riposatevi.

Annunci

67 Risposte to “Istruzioni per l’uso (2)”

  1. fox in the snow marzo 21, 2009 a 3:04 pm #

    Solo te Acid, solo te.

  2. infrarosa marzo 21, 2009 a 6:01 pm #

    ma per davero. il centrino!!!!!!! me n’ero dimenticata del centrino!!!!!!!

  3. caramelleamare marzo 21, 2009 a 6:31 pm #

    ahhahahaha il brodolini piu divertente che ho mai letto!!che poi a pensarci hai trovato una miniera, nel senso che nn ci sono azioni che non si possono spiegare, a parte fare un buco col trapano.cmq è IL e non LA grip

  4. caramelleamare marzo 21, 2009 a 7:41 pm #

    Solo te Acid, solo tegne gne gne acid, gnè gnè gnè

  5. infrarosa marzo 21, 2009 a 7:45 pm #

    segnalazione bellissima: failblog.org

  6. infrarosa marzo 21, 2009 a 7:45 pm #

    sì il grip m’era venuto in mente anche a me ma avevo pensato a una licenza poetica. o che c’entra brodolini, caramelle???

  7. ? marzo 21, 2009 a 8:56 pm #

    concordo… gne gne

  8. giggi marzo 21, 2009 a 10:13 pm #

    grazie acid, mi hai dato un’idea per il week-end

  9. giggi marzo 21, 2009 a 10:20 pm #

    al mio paese dicono: acqua due o

  10. Daiana marzo 21, 2009 a 11:58 pm #

    Davvero esilarante! Che poi se ci pensi bene tappare una bottiglia è davvero un casino una volta che l’hai aperta perchè i tappi, quelli di plastica da avvitare, si perdono sempre. Sai quanto erano meglio le vecchie bottiglie di vetro col tappo attaccato!

  11. acidshampoo marzo 22, 2009 a 4:26 am #

    LA SERIE “ROME” CONTINUERA’ AL CINEMAL’attore Ray Stevenson ha confermato che il progetto cinematografico tratto dalla celeberrima serie è ora in fase di scrittura. Entro sei mesi o un anno dovrebbe iniziare la lavorazione del film. La sceneggiatura sarà affidata a Bruno Heller, uno dei creatori del telefilm. Il lungometraggio di Roma sembra quindi sempre di più diventare una realtà.

  12. acidshampoo marzo 22, 2009 a 4:29 am #

    > al mio paese dicono: acqua due oDa noi si dicono cose come “il lastuccio”, “l’aràghio” e “la birintite”.E come giustamente osserva il Marinaio: solo da noi, nel mondo, c’è una stessa parola che vuol dire sia sì che no: “ìe!”

  13. acidshampoo marzo 22, 2009 a 4:32 am #

    Chi ha amato il film di Zanasi “Non pensarci”, sarà contento di QUESTA notizia.

  14. ilmarinaio marzo 22, 2009 a 7:46 am #

    meno male che ci sono questi post, finalmente ho delle guide pratiche per fare delle cose, che nella vita magari non serviranno mai (io penso che finora una bottiglia d’acqua non l’ho mai tappata), però anche per un domani, anche per un domani…comunque, a proposito di ierisera, cari scettici antivombatisti:  il Vombato esiste, eccolo qua una volta addirittura ho trovato davanti a casa mia un vombato che vomitava in continuazione tuorli d’uovoe comunque il finlandese dice wikipedia che praticamente non esiste in forma scritta prima del 1500, e che questo tipo qui gli ha dato una sistemata.  anche se proprio non l’ha inventato.  comunque bisogna ammettere che è una lingua strana eh!e comunque avevo ragione anche quando sostenevo che la porchetta è l’alimento con meno colesterolo che esista in natura:  qui 

  15. caramelleamare marzo 22, 2009 a 9:03 am #

    e comunque avevo ragione anche quando sostenevo che la porchetta è l’alimento con meno colesterolo che esista in natura:  qui  io ho cercato la parola “colesterolo” con il tasto “cliccare sull’icona modifica” poi “selezionare “trova” dalla finestra acascata”, “digitare la parola da trovare nella barra di ricerca in basso” “selezionare trova precedente o trova successivo”.  in quella pagina colesterolo non l’ho trovato. per caso ci hai presi in giro?no perche se cosi fosse, io sono un tipo permaloso, e se cosi fosse giuro che la prossima volta che rivedo in giro un barbone a chiedere soldi, lo prendo a calci nei denti e lo tratto male anche a livello psicologico

  16. ilmarinaio marzo 22, 2009 a 11:21 am #

    Kun Ymir oli tuhottu, Odin ja hänen veljensä alkoivat luomistyön.Ymirin ruumiista he loivat maailman sellaisena kuin me sen tunnemme.Hänen verestään muodostuivat joet ja meret, hänen lihastaan maa, hänenluistaan vuoret ja hänen kallostaan taivaankansi, jossa hänenaivonpalasensa ajelehtivat pilvinä. Neljä vahvaa kääpiötä, Pohjoinen,Etelä, Itä ja Länsi, asetettiin kannattelemaan taivaanpieliä. Jumalatlennättivät Muspellistä kipinöitä taivaan poikki tähdiksi. Aurinko jakuu asetettiin vaunuihin ajamaan toisiaan takaa, ja niitä seurasi kaksisutta, Skoll (“inho”) ja Hati (“viha”) joiden kohtalona oli aikojenlopussa syödä taivaalliset valot.

  17. acidshampoo marzo 22, 2009 a 11:53 am #

    Marinaio, non ho mai dubitato che il Vombato esistesse, però me lo aspettavo diverso. Me l’ero immaginato tipo un mitile bombato, come una cozza però più tonda e iperlucida. Che uno le ingolla insieme alle pastine e il Fernet e poi le vomita e dice “ho vombato! babba, ho vombato!”Ma ieri Nicola andando via ha vombato o no? A me mi veniva da sgrondare.Ah, ieri Lozissou ha cercato di far passare al Paroliere due parole delle sue: “dlin” (nel senso proprio di rumore del campanello) e “cuboso”.

  18. acidshampoo marzo 22, 2009 a 12:10 pm #

    A proposito di cose da mangiare, qualcuno ha mai provato QUESTA meraviglia?Ecco, provatela (occhio a individuarla sul bancone del supermercato, ché la confezione è cambiata e s’è fatta seria).

  19. acidshampoo marzo 22, 2009 a 1:08 pm #

    Altra parola de Lozissou ieri: “ammorbaci” (forse anche “sedaci” era suo). Cioè, anche quando sono giuste, sono contestualizzabili in una maniera che sta troppo sul cazzo dargliela vinta. Quanti gruppi di persone dicono, oggi giorno, ad un singolo cristiano “ammorbaci!” o “sedaci!”? E in che contesti?

  20. lozissou marzo 22, 2009 a 1:18 pm #

    Se “sedaci” non era mio, devo precisare che la maxi-paroliera era “ammorbaceli” (della serie: cioè, qualcuno ha mai fatto una parola da 11 lettere?). Io l’ho sentito dire una volta: “Signorino, ammorbaceli ben benino questi bambini che li vogliamo morti entro domani”. Lo disse Madre Teresa di Calcutta, quella di cui si studia l’epica in terza media (a’Nicolaaa-aah, in omaggio alla Valeria).

  21. andrea marzo 22, 2009 a 2:14 pm #

    acid questo pezzo non mi ha fatto ridere.magari il fatto che nella mia famiglia ci sono molte bottiglie di plastica mi ha impedito di cogliere l’humour dietro le tue parole, ma ho trovato questo post molto offensivo e irrispettoso verso chi ha per le bottiglie di plastica un amore sincero.non si può mica scherzare su tutto eh…

  22. fox in the snow marzo 22, 2009 a 2:20 pm #

    >e comunque il finlandese dice wikipedia che praticamente non esiste in forma scritta prima del 1500, e che questo tipo qui gli ha dato una sistemata.  anche se proprio non l’ha inventatoProbabilmente è anche per questo che fra i popoli nordici, specie i russi, i finlandesi hanno /avevano fama di essere primitivi. Mi ricordo un racconto di dovlatov in cui a dimostrazione della loro arretratezza c’era il fatto che erano onesti 🙂 A parte gli scherzi però se non ricordo male si usò un sacco il latino per comunicare in forma scritta e infatti rimangono dei grandi studiosi di latino.

  23. fox in the snow marzo 22, 2009 a 2:27 pm #

    >Ah, ieri Lozissou ha cercato di far passare al Paroliere due paroledelle sue: “dlin” (nel senso proprio di rumore del campanello) e”cuboso”.Però è una dimostrazione di come nella vita basta essere convinti. Se avesse trovato persone un più gnugne gliele avrebbero fatte passare 🙂

  24. fox in the snow marzo 22, 2009 a 2:29 pm #

    >A proposito di cose da mangiare, qualcuno ha mai provato QUESTA meraviglia?Bo, per me è meglio la nutella. Della Crema Novi non riuscirei a mangiare un barattolo intero senza fare pause.

  25. fox in the snow marzo 22, 2009 a 2:32 pm #

    >(a’Nicolaaa-aah, in omaggio alla Valeria)Ma vaffanculo-o.

  26. ilmarinaio marzo 22, 2009 a 3:32 pm #

    ammorbaceli però potrebbe essere anche un aggettivo, come nella seguente frase:  “dietro i grattacieli cubosi si ergeva una ciminiera ammorbacèli, che spargeva i suoi vapori sui campi di sedaci, nel dlin continuo delle metropolitane”

  27. acidshampoo marzo 22, 2009 a 6:25 pm #

    Porca di quella troia. Ho visto un film horror francese, Martyrs, a dir poco sconvolgente e da cui devo ancora ripigliarmi (Alta Tensione è una barzelletta a confronto). Questo è uno dei film horror più fastidiosi (a più livelli), crudeli e malati abbia mai visto. Un film serissimo, ambizioso, mai ammiccante. E originale, visto che sorprende continuamente giocando al rilancio per poi farti scoprire un quadro d’insieme talmente inquietante che non vedo l’ora che finisca il film per farti uscire da questo supplizio.Da noi è inedito ma sono usciti i sottotitoli in italiano.Penso che per motivi diversi piacerà parecchio sia a Caramelle che al Marinaio (non azzardo su Lozissou). E altra buona notizia: il regista, Pascal Laugier, si occuperà del remake di Hellraiser. Direi che non potrebbe essere in mani migliori.Vi sconsiglio caldamente di leggere la trama prima di vederlo.

  28. lozissou marzo 22, 2009 a 6:32 pm #

    In realtà sono curiosissimo; si può rivedere insieme? Bella dritta!

  29. acidshampoo marzo 22, 2009 a 7:11 pm #

    > In realtà sono curiosissimo; si può rivedere insieme? Bella dritta!Sì sì, questo è proprio da fare un cineforum. Sono curioso di che impatto possa avere. Pochi film m’hanno messo a disagio come questo.A proposito di new-wave horror francese: A L’Interieur, Saint Ange e Frontieres li hai visti? Come sono?

  30. giggi marzo 22, 2009 a 7:20 pm #

    mi è passata la voglia di scherzare: ho il polistirolo nel sangue

  31. acidshampoo marzo 22, 2009 a 7:47 pm #

    Ecco QUI una notizia che mi rattrista da matti. Speravo fosse tutto un bluff.

  32. lozissou marzo 22, 2009 a 10:21 pm #

    Ho visto solo Saint Ange (è dello stesso regista, vero?) e però non m’ha detto nulla. Classica storia gotica con ospedali, manicomi, e ammennicoli (questa al prossimo maxi-paroliere!) che a me non hanno mai tirato più di tanto. Vedasi, per assonanza, la scialbissima presa che ha su di me il Japanese-Horror o il recente cinema horror spagnolo.

  33. acidshampoo marzo 23, 2009 a 2:24 am #

    QUI un articolo su Jade Goody, che in gran parte condivido.

  34. acidshampoo marzo 23, 2009 a 3:29 am #

    QUI, un video che ridefinisce il concetto di necrofilia. E’ l’agosto 2008, la trasmissione è Big Brother, la ventisettenne Jade Goody viene chiamata nel confessionale dove verrà a sapere che ha un tumore al collo dell’utero in fase avanzata.

  35. caramelleamare marzo 23, 2009 a 8:01 am #

    per esempio acid dimmi cosa c’è che non ci convince in QUESTA canzoneil problema credo sia nella musica, ma qual’è?cmq direi che non è maleVoi li conoscete questi tizi? sono un gruppo degli anni ottanta pieni pieni

  36. frank marzo 23, 2009 a 8:40 am #

    Bel post, alla seconda puntata di ‘Istruzioni per l’uso’ comincio a prenderci un certo gusto. Stavolta me lo sono immaginato recitato in tv, in bianco&nero, come monologo surreale recitato da qualcuno molto elegante e classico, ma intimamente fuori di testa e avanguardista. Acid, chi vorresti lo recitasse?

  37. infrarosa marzo 23, 2009 a 9:40 am #

    io il vombato lo conoscevo, l’avevo letto su topolino. comunque a me a usare le parole rare mi fate altro che piacere, perché sennò me le scordo. ma acid i piedi della foto chiaramente sono i tuoi vero? 🙂

  38. andrea marzo 23, 2009 a 11:12 am #

    mentre voi ridete gli operai della levissima sono in cassa integrazione.avanzerò la richiesta di chiusura di questo blog di cattivo gusto ai dirigenti di leonardo.

  39. acidshampoo marzo 23, 2009 a 12:39 pm #

    > per esempio acid dimmi cosa c’è che non ci convince in QUESTA canzoneil problema credo sia nella musica, ma qual’è?Il problema è che non è una segnalazione che abbia avuto la mia raccomandazione, già per questo ti difetta in appeal.A me è un certo retrogusto Coldplay che mi da noia.Comunque hai detto che dei Camera Obscura riesci poco a distinguere le canzoni l’una dall’altra, non si disegna una forma nelle orecchie, come per i Suede. E io, anche se li apprezzo entrambi, ti capisco e anche per me in fin dei conti è così. Ma su un gruppo di nuovo ti rassicuro: Fool’s Garden. Su quelli non puoi avere quel problema. Quello con cui inizierei è Go And Ask Peggy Sue For The Principal Thing.

  40. acidshampoo marzo 23, 2009 a 12:43 pm #

    > avanzerò la richiesta di chiusura di questo blog di cattivo gusto ai dirigenti di leonardo. Io non ce scherzerei, che con questi chiari di luna…

  41. acidshampoo marzo 23, 2009 a 12:44 pm #

    > ma acid i piedi della foto chiaramente sono i tuoi vero? 🙂E che io ho quei piedi di merda?

  42. acidshampoo marzo 23, 2009 a 12:47 pm #

    > Acid, chi vorresti lo recitasse?Nell’ordine: Papa Luciani, Marco Mariolini, Ambrogio Fogar.

  43. fox in the snow marzo 23, 2009 a 1:47 pm #

    >QUI,un video che ridefinisce il concetto di necrofilia. E’ l’agosto 2008,la trasmissione è Big Brother, la ventisettenne Jade Goody vienechiamata nel confessionale dove verrà a sapere che ha un tumore alcollo dell’utero in fase avanzata.Non riesco a immaginare che cosa può voler dire ricevere una notizia del genere, né tanto meno riceverla in questo contesto. E immagino la famiglia che la guardava e finché non li hanno chiamati non hanno saputo che cosa era successo… tremendo. Dovrebbero guardarlo tutti quelli di Amici, Uomini e donne, ecc., che fanno di un’inezia una tragedia tanto per piangere, sembrare sensibili e fare audience.

  44. acidshampoo marzo 23, 2009 a 8:43 pm #

    QUI Francesco Bianconi parla di Piangi Roma, il nuovo singolo dei Baustelle.

  45. caramelleamare marzo 23, 2009 a 9:22 pm #

    Il problema è che non è una segnalazione che abbia avuto la mia raccomandazione, già per questo ti difetta in appeal.anche meno va bene per quanto riguarda i suede ti faro sapere

  46. acidshampoo marzo 23, 2009 a 9:51 pm #

    > anche meno va bene Però è vero, ammettilo!

  47. caramelleamare marzo 23, 2009 a 11:17 pm #

    boh, in realtà non ho capito bene cosa intendevi dire

  48. frank marzo 24, 2009 a 9:56 am #

    >i tappi, quelli di plastica da avvitare, si perdono sempreQuesto mi suggerisce una professione, il ritappatore, e un’attività commerciale, la vendita di tappi sfitti anche porta a porta. Però io, oviamente, i tappi delle bottiglie non i perdo quasi mai.

  49. frank marzo 24, 2009 a 10:00 am #

    >rimangono dei grandi studiosi di latinoConfermo: l’unico finlandese che ho conosciuto studiava appunto latino. Fortissimo. Si chiamava Antti, detto Antti-gelo perché anche a dcembra andava in giro in tenuta da calcetto. Ridete, vi prego.

  50. frank marzo 24, 2009 a 10:08 am #

    QUI un articolo su Jade Goody, che in gran parte condivido. Sì infatti. La vicenda della Goody mi pare il precipitato del peggio dell’idea di reality. La mediocrità al comando, il voyeurismo, la macellazione del protagonista e poi la sproporzionata santificazione. E anche se l’ultima corrida sul corpo della Goody lei l’ha lasciata fare in nome dei soldi da lasciare ai figli, cosa cambia? A quei figlioli, non c’è miliardo che gli ridia una mamma e una serenità. E scusate l’ovvietà.In questo senso, il GF mi è diventato insostenibile da vedere. E ‘Mai Dire GF’, che mi fa ridere e che è fatto con intelligenza, forse fa anch’esso parte del circo immorale in questione…

  51. acidshampoo marzo 24, 2009 a 11:06 am #

    > In questo senso, il GF mi è diventato insostenibile da vedere. E ‘MaiDire GF’, che mi fa ridere e che è fatto con intelligenza, forse faanch’esso parte del circo immorale in questione…Il Grande Fratello italiano, per fortuna, quanto a necrofilia non s’è spinto ancora ancora in là come questo reality sul cancro della Goody o come quello sulla malattia di Alzheimer del compositore Malcom Pointon (tanto per fermarsi agli inglesi) o, ancora, come il documentario francese sull’Alzheimer di Annie Girardot.Che poi trovo ridicolo che chi sta dietro le scrivanie cerchi di nobilitare questi programmi, come quelli che sdoganano la morte in una società che tente a nasconderla e via discorrendo, quando poi scoprendo gli altarini si arriva a QUESTE assurdità, per offrire al pubblico una morte tutta da gustarsi al rallentatore come se fosse il premio-fedeltà per aver seguito il programma.

  52. acidshampoo marzo 24, 2009 a 11:11 am #

    Poi ci sono cose anche qua in Italia eh. Prendi QUESTO video, in cui la Vanessa del Grande Fratello rivede e ritrova il padre dopo 10 anni. E quando gli fanno vedere il messaggio di sua mamma che le dice che suo padre ha ritelefonato a casa, Vanessa commossa dice: “Ho sempre sognato di vedere un mini-clip così”.

  53. acidshampoo marzo 24, 2009 a 1:53 pm #

    Questione Di Cuore, il nuovo film della Archibugi, potrebbe non essere male. QUA il trailer. Peccato che ci sia Albanese.

  54. acidshampoo marzo 24, 2009 a 2:30 pm #

    Ecco QUI cosa succede se metti un cellulare nel microonde.

  55. acidshampoo marzo 24, 2009 a 2:35 pm #

    Questa poi è bella, sempre col microonde.

  56. caramelleamare marzo 24, 2009 a 5:50 pm #

    acid sto ascoltando YES dei PetShopBoys, quello che ho scaricato c’ha un cd in aggiunta  (etc). va bene?anche in foundamental c’era un cd aggiunto giusto? sono da ascoltare o gli avanzavano i cd vuoti?

  57. caramelleamare marzo 24, 2009 a 5:53 pm #

    Antti, detto Antti-gelo perché anche a dcembra andava in giro in tenuta da calcetto. Ridete, vi prego.se mi si chiude la bocca dello stomaco va bene lo stesso?

  58. caramelleamare marzo 24, 2009 a 5:57 pm #

    Ecco QUI cosa succede se metti un cellulare nel microonde.se è vero, è quasi imposssibile resistere al farlo

  59. caramelleamare marzo 24, 2009 a 7:16 pm #

    ma babalot ce l’ha un blog?

  60. acidshampoo marzo 24, 2009 a 7:17 pm #

    > acid sto ascoltando YES dei PetShopBoys, quello che ho scaricato c’ha un cd in aggiunta  (etc). va bene? nche in foundamental c’era un cd aggiunto giusto? sono da ascoltare o gli avanzavano i cd vuoti?Gli album da Nightlife in poi sono usciti già dall’inizio in due versioni, quella normale e quella speciale a doppio cd. Nel secondo cd ci sono sempre b-side che sono quelle che verranno pubblicate sui singoli successivi e remix. Questo più o meno, perché poi se sommi la roba dei singoli è sempre di più e comunque nel cd bonus c’è anche roba che su singolo resta inedito. Il cd bonus di Yes conta che è quasi tutto di remix, l’unica b-side in studio è la prima. Fossi in te, masterizzerei il primo cd con la prima canzone del secondo in coda.Piuttosto: speriamo che escano le ristampe special anche di questi ultimi quattro album, come quelle splendide, filologiche, uscite anni fa per i primi sei e che racchiudevano proprio tutto-tutto.Si capisce che con queste special edition all’uscita tentano di offrire un prodotto simile alle ristampe special, ma poi c’è sempre roba che resta fuori.Comunque Yes è bello eh, per me meglio degli ultimi due: Fundamental e Release.

  61. acidshampoo marzo 24, 2009 a 7:19 pm #

    > ma babalot ce l’ha un blog?No, però c’è su Facebook. E questo è il suo sito.

  62. fox in the snow marzo 24, 2009 a 9:14 pm #

    >quando poi scoprendo gli altarini si arriva a QUESTE assurdità, per offrire al pubblico una morte tutta da gustarsi al rallentatoreLa morte nei reality c’è fin dall’inizio. Nel primo reality che ho visto, Real TV di Mtv del 1994, Pedro, omosessuale malato di AIDS, alla fine del programma muore (ma non erano ancora al livello di filmarlo mentre moriva).

  63. caramelleamare marzo 24, 2009 a 9:26 pm #

    No, però c’è su Facebook. E questo è il suo sito.mi pare che il forum sia morto. Ma i due cd suoi, ce l’hanno una copertina? cioè sono usciti incisi da qualche casa discografica o sono roba fatta in casa da lui?gli volevo chiedere che immagine ci devo mettere

  64. acidshampoo marzo 24, 2009 a 9:42 pm #

    Le copertine dei cd di Babalot sono QUESTE. Cliccaci per vederle ingrandite.

  65. caramelleamare marzo 25, 2009 a 7:22 pm #

    stampate, grazie.ma te i cd di babalot ce l’hai originali o l’hai scaricati?

  66. acidshampoo marzo 26, 2009 a 1:26 pm #

    > ma te i cd di babalot ce l’hai originali o l’hai scaricati? Originali. Quando li acquistai te lo chiesi anche a te, venivano 10 euro l’uno comprese le spese di spedizione, e l’Ep Doppelganger non me l’hanno fatto pagare.

  67. chiara marzo 27, 2009 a 9:25 am #

    Ecco QUI cosa succede se metti un cellulare nel microonde.eh, l’ho sempre pensato che il microonde fa male…ma non credevo fino a questo punto.arrivo in ritardo; comunque bel post! Se nel cercarla doveste trovare una bottiglia d’acqua già tappata e buttata via da qualche individuo, non state a impazzirci e prendete quella. Se avete sudato, riposatevi. c’avrei giurato in questo finale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: