Tempi moderni

20 Gen

future_city_downtown1_384

Viviamo in un’epoca moderna, eccetera. Oggi per telefonare non è più come una volta, non c’è più bisogno di cercare un telefono in un bar o in una cabina telefonica. Basta frugarsi in tasca e come d’incanto troverete lui: telefonino. Infatti il telefonino oggi è lo status symbol. E se non possiedi almeno un telefonino, sei considerato fuori, out, uno sfigato. Un tempo per comprare gli acquisti natalizi bisognava uscire con la neve e andare in giro per negozi, sperando di trovare quello che si cercava, che tanto non c’era mai e quindi farselo ordinare e poi tornarci e fare ancora la fila e tanto ancora non è arrivato. Ora non più. Oggi c’è questo famoso “internet”, col quale è possibile ordinare libri e statuine metereologiche in ogni parte del mondo, e farsele recapitare direttamente a casa propria. Fino a pochi anni fa, per vedere un film o andavi al cinema o passavi giorno e notte davanti alla televisione pregando che prima o poi lo trasmettessero. Ma ora ci sono le videocassette, così il film te lo compri e te lo guardi quando ti pare e piace.
Questa è l’età moderna: comoda, garbata, funzionale. Ma sono un pazzo a sentire ogni tanto la nostalgia di quando queste comodità non c’erano? Quanto mi piacerebbe che il progresso fosse anche fare due passi indietro quando è il caso, diminuire in velocità per lasciarci assaporare meglio le cose. Quanto sarebbe bello se d’improvviso tornasse di moda l’analogico, se il nostro futuro fosse parente di quello immaginato negli anni ’60, coi micro-mangiadischi, il moplén ovunque e i motori a reazione. Come vorrei che ogni giorno una sorpresa vintage fosse lì a stupirci. Prendi la ricercatrice Rita Levi Montalcini. Ha appena compiuto 100 anni, quindi non ci rimarrebbe strano sapere, un domani, che la studiosa ci ha lasciati. E ci verrebbe naturale pensare che è morta di vecchiaia. E invece quanto sarebbe bello venire a sapere che è morta di… pellagra! Sarebbe una lietissima sorpresa. Eh sì, Rita Levi mangiava solo farinacei.

Annunci

86 Risposte to “Tempi moderni”

  1. frank gennaio 20, 2009 a 8:24 am #

    Bel post! Mi piace un sacco l’atmosfera che hai creato all’inizio descrivendo la modernità. Io sarei andata anche oltre… che ne so, descrivendo la suggestione che provo ogni volta a usare il bancomat o il libretto sanitario magnetico; ad andare alle poste che sono diventate una catena gialla e blu di stupido merchandising; a usare un detersivo piatti ai carboni attivi o all’aceto; o ancora ad avere una lavatrice a riconoscimento di carica, e magari… un’asciugatrice. Che tempi, quelli moderni, che tempi.

  2. rezio gennaio 20, 2009 a 8:37 am #

    vorrei fare a meno dell’automobile che mi costa un sacco in assicurazione e mantenimento ma sarei stato considerato uno sfigato già negli anni 60…alla montalcini auguro di campare altri 100 anni alimentandosi a fave e carrubi

  3. frank gennaio 20, 2009 a 8:59 am #

    Rezio tocchi un tasto! Senza automobile si può fare eccome… a meno che tu non viva in cima a un colle isolato e dimenticato da dio. Se sei in città, fra mezzi pubblici car sharing bicicletta e autonoleggio puoi fare quel che vuoi… più che sfigato, furbo.

  4. rezio gennaio 20, 2009 a 9:56 am #

    non posso stare senza fottuta auto..altrimenti l’avrei già fatto credimi

  5. kreisky gennaio 20, 2009 a 10:32 am #

    oggi vado sul tecnico… sostenitore dell’analogico da almeno un decennio, con il digitale si guadagna in velocità, funzionalità, si trasporta ovunque e prende meno spazio però se leggi un pò di critiche a macchine fotografiche o lettori CD, troverai che nel migliore dei casi con apparecchi che costano tipo 5000euro “ci ricorda l’analogico”. Per quanto riguarda i giradischi ad esempio si arrivano a riprodurre frequenze fino a 50KHz. Che ce ne facciamo di 50KHz se il nostro orecchio sente al massimo fino a 20KHz? In realtà a partire da 30 anni al max si sentono i 16KHz… Il fatto è che tutti le frequenze superiori influenzano per interferenza quelle inferiori e così anche se non le sentiamo direttamente ne percepiamo gli effetti sulla banda udibile. Ora i CD sono stati, fino ad oggi, registrati con la frequenza di campionamento di 44KHz il che vuol dire, per un certo teorema, che riproducono al massimo fino alla metà … 22Khz. Così ci siamo fottuti i 30Khz superiori, ci siamo abituati e ci sembra normale e siamo felici.Franck sei ufficialmente invitata per un weekend a parigi a base di ristoranti e porcherie, discretamente. 

  6. acidshampoo gennaio 20, 2009 a 1:25 pm #

    Non l’avrei detto, ma guardate QUA quanto rende il trailer dell’ultimo numero di Jan Dix, Una Tragedia Americana. Merito delle tavole straordinarie del bravissimo Mammucari.

  7. acidshampoo gennaio 20, 2009 a 1:36 pm #

    Certo Berlusconi, a volte, quanto verrà la accarezzargli le gote? A me personalmente spesso. Eccolo QUA mentre telefona a Biscardi per dirgli che Kakà non passa al Manchester City, ma resta al Milan. E meno male, perché il Manchester City è la squadra dei Gallagher e Kakà mi sta sui coglioni, ma fa media con quanto mi stia sui coglioni il calcio.

  8. ilmarinaio gennaio 20, 2009 a 1:46 pm #

    e certo, come saranno queste videocassette, questi strani oggetti che ancora non siamo abituati a usare… la pellagra effettivamente è molto vintage.  sarebbe ganzo anche vedere qualcuno con lo scorbuto, anche persone non antipatiche, tipo Carlo Conti o Silvio Orlando

  9. fox in the snow gennaio 20, 2009 a 2:21 pm #

    L’invenzione piu’ stupefacente e piu’ inutile del 2008: una pattumiera a fibra ottica che si apre da sola quando ti avvicini per la monnezza. Ma anche quando ti avvicini e basta, oppure quando passi per andare al lavandino, quando passi per prendere il sale, oppure per andare alla lavastoviglie. Lei si apre sempre.I disegni di Mammucari non mi sono piaciuti.Marinaio che dici? Carlo Conti simpatico? Il presentatore piu’ antipatico della storia dopo Mike Bongiorno.

  10. acidshampoo gennaio 20, 2009 a 2:30 pm #

    > I disegni di Mammucari non mi sono piaciuti.Perché, di grazia?A parte il fatto che di fumetti capisci un cazzo, visto che non t’è piaciuto Lylith perché “troppo fantascientifico!” e l’ultimo numero di Volto Nascosto perché “troppo confusionario!” e i disegni di Bacilieri sono realistici o psichedelici? “Beh, a me sembrano molto realistici!” E John Doe è così cazzuto che ti ricordi perfettamente di averci trovato un “succhiamelo, baby!” nell’unico numero che hai letto.

  11. fox in the snow gennaio 20, 2009 a 2:37 pm #

    Non è che bisogna capirne, per apprezzare un disegno o no. Bo, mi sembra niente di speciale. Mentre altri capisco pure io che hanno uno stile inconfondibile, tipo Bacilieri, questo qui lo trovo, come dire, confondibile.

  12. acidshampoo gennaio 20, 2009 a 2:52 pm #

    Marinaio, una cosa… sul forum di Dampyr un lettore a chiesto a Boselli: “quando sarà svelato chiaramente l’identità del misterioso avversariodietro “La casa sull’orlo del mondo”? O dobbiamo farci bastare gliindizi seminati nell’ultima storia francese per dedurlo?”E Boselli ha risposto: “La deduzione è ammessa e probabilmente esatta, ma la storia è prevista.”Quindi capisco che il nemico in questione l’abbiamo già conosciuto e la sua identità è abbastanza prevedibile. Ma io non me ne ero fatta la minima idea. E te lo chiedo: secondo te chi è? L’onnipresente Marsden? Nergal? Thorke? Il Signore Oscuro delle ultime due storie di Colombo? Che indizi abbiamo?

  13. acidshampoo gennaio 20, 2009 a 2:58 pm #

    > Mentre altri capisco pure io che hanno uno stile inconfondibile, tipo Bacilieri, questo qui lo trovo, come dire, confondibile.Ti sbagli. E poi non è che la mancanza di “confondibilità” sia sinonimo di qualità. I disegnatori cani danno nell’occhio più di quelli bravi.

  14. ilmarinaio gennaio 20, 2009 a 4:27 pm #

    E te lo chiedo: secondo te chi è? L’onnipresente Marsden? Secondo me è lui.  anche perché, con Draka, è quello che si spartisce il controllo sui mondi paralleli.  Poi il problema è un altro:  Draka (spoilers per chi non è arrivato a Dampyr 100) vuole soprattutto figliare, ma Marsden che vuole?  Uno direbbe:  vuole il controllo dei mondi, vuole potere.  Ho capito, ma in un multiverso come quello di Dampyr, in cui si fronteggiano due imperi galattici, due superpotenze, come fa?  Nergal ha scelto chiaramente, ma di lui mica si sa niente di affiliazioni, vero?  Perché se vuole ottenere potere senza accordi con Iblis, è come se San Marino ai tempi della guerra fredda si fosse presentato come terza superpotenza.  Due ipotesi:1.  vuole impedire a Draka di figliare, o lo vuole sotterrare, o comunque ce l’ha con lui2.  vuole semplicemente girare e vedere il mondo

  15. ilmarinaio gennaio 20, 2009 a 4:32 pm #

    Marinaio che dici? Carlo Conti simpatico? Il presentatore piu’ antipatico della storia dopo Mike Bongiorno. sarà la toscanità, sarà che me lo ricordo in Aria Fresca, ma a me mi rimane bene.  mi rimaneva peggio Amadeus, lo vedevo come un D’Annunzio, uno yuppie degli anni ’80 cresciuto.  mi domandavo guardandolo a “L’eredità” (praticamente la sola cosa che guardo in tv):  chissà quanta coca, quante sfitinzie, quanta palestra, quante lampade, quante modelle ammazzate con la motosega, ai bei tempi.  poi invece dopo un po’ mi rimase bene anche lui.  Bonolis lo odiavo a Ciao Darwin, dove trorturava vecchietti e casalinghe, lo amai ai pacchi.  Fiorello è bravo, etc., ma mi sta sui coglioni

  16. ilmarinaio gennaio 20, 2009 a 4:34 pm #

    il peggio del peggio, ora che ci penso è Jerry Scotti. 

  17. acidshampoo gennaio 20, 2009 a 5:29 pm #

    Però se è Lord Marsden devo dire che non è che vado pazzo per come è utilizzato. Pare lo Stanislao Mulinsky di Nick Carter, che quando c’è bisogno di un colpo di scena dopo l’arresto di un colpevole, quest’ultimo si toglie la maschera e si scopre che era lui! Come Gommeflex e Arsenico Lupòn in Alan Ford. Mi pare che Marsden sia troppo il nemico di comodo, mi piacerebbe riconoscerci dietro una struttura più solida che me lo facesse percepire di più, ma probabilmente è un mio difetto di lettura. Una lamentela la faccio su Marsden e Nergal insieme: troppo “autoconclusivi” gli scontri dei nostri con lui.

  18. acidshampoo gennaio 20, 2009 a 5:36 pm #

    Sul sito di Sergio Bonelli è online la seconda mandata di anticipazioni(senza spoiler) sul 2009 bonelliano. Questa volta tocca a Dampyr, Jan Dix e Tex. Notareche per Dampyr ci sono le prime info sul prossimo Maestro della Notte, pure una tavola in cui compare. A me già me ne parlò Cajelli a Lucca Comics del 2007, la storia in cui compare sarà la sua.Trovate il tutto QUI.

  19. fox in the snow gennaio 20, 2009 a 7:10 pm #

    Marinaio ti prego: guarda l’Eredità e poi mi dici. Sta in continuazione a sfottere, ma sfottere da bullo, sia le ballerine che i concorrenti. Cioè, una volta si è presentato uno bruttino che si chiamava Bellomo o qualcosa del genere, immagina le peggio battute che potesse fare, e stà sicuro che le ha fatte. L’altra sera il fidanzato di una concorrente era di colore e lo ha salutato con un “Ciao fratello!” anche se poi quello aveva un fortissimo accento veneto. Frizzi, quello sì che un presentatore simpatico.

  20. acidshampoo gennaio 20, 2009 a 8:06 pm #

    > Frizzi, quello sì che un presentatore simpatico.E’ uno dei pochissimi che sta in televisione fin da quando ero piccino (Tandem) e m’è sempre piaciuto parecchio e non s’è mai snaturato né venduto. Inoltre è uno sì simpatico e “buono”, ma è anche uno che non le manda a dire. E poi sa suonare il piano, canta ed è pure un bravo attore.Altro presentatore che amo: Cesare Cadeo. Peccato che sia di Forza Italia, addirittura assessore alla cultura della provincia di Milano.Conti non lo potevo vedere nemmeno ai tempi di Vernice Fresca e Aria Fresca, ha tutto un Pieraccioni-world al suo interno che mi da troppo noia.

  21. acidshampoo gennaio 20, 2009 a 8:17 pm #

    > il peggio del peggio, ora che ci penso è Jerry Scotti.  In compenso io ho appena comprato un album di un altro Jerry. Dice: Jerry Lee Lewis? Mungo Jerry? No: Jerry Calà. Anzi, “Jerry Calà e la sua band”. Si intola “Gran Calà” ed è un revival anni ’60 dei peggio, da Maracaibo a Verona Beat, con basi peggio del karaoke. Roba mentre l’ascolto in camera m’aspetto che da un momento all’altro spunti da dietro alla poltrona Umberto Smaila che mi coinvolge in un trenino. E non so se hai visto i manifesti di Calà al Grace questo sabato, con tantro di titolone: “Torno al Grace da solo!!!”. Lipìdo! Doppio lipìdo!

  22. acidshampoo gennaio 20, 2009 a 8:47 pm #

    Non sapevo che Emmanuelle Seigner avesse tirato fuori un disco. Ecco QUA una canzone: Sing Sing.

  23. caramelleamare gennaio 21, 2009 a 12:26 am #

    autonoleggiol’autonoleggio mettitelo nel culo kreisky: nessuno t’ha cacato ma io l’ho capito e letto con attenzione il tuo monologo sulle onde sonore. l’abbassamento della qualità col passare del tempo è ormai lo standard di ogni avanzamento. tranne che nello sgargabonzi

  24. caramelleamare gennaio 21, 2009 a 12:30 am #

    Certo Berlusconi, a volte, quanto verrà la accarezzargli le gote? A me personalmente spesso. Eccolo QUA mentre telefona a Biscardi per dirgli che Kakà non passa al Manchester City, ma resta al Milan.questa non l’avevo sentita, ma dato come s’è conclusa la faccenda, cioè in modo plateale ma soprattutto che nessun cretino puo credere a certe dichiarazioni, semplicemente perche i fatti dimostrano il contrario. e non sono interpretabili, sono quelli e basta….insomma dicevo, il presidente del napoli, de laurentis, ha avuto l’ardire di dire che questa cosa di kaka è perlo piu una pagliacciata per come è stata montata, indipendentemente da quale sia la base di realtà. e che non è sorpreso che uno come berlusconi sfrutti un’occasione del genere per fare politica, visto che ormai sappiamo tutti com’è. bravo terrone

  25. acidshampoo gennaio 21, 2009 a 3:01 am #

    Sul fazioso doppiaggio italiano di The Millionaire: QUI. La cosa urta i nervi non poco.

  26. fox in the snow gennaio 21, 2009 a 9:02 am #

    Incredibile. Anch’io quando ho visto The Millionaire al cinema mi sono meravigliata della scena in cui salim prega sul tappetino alla musulmana. Ma mi ero data la spiegazione che passando a lavorare con il gangster del quartiere avesse abbracciato la religione di quest’ultimo. E invece mi sa che questo blog c’ha ragione, torna tutto. Non avevo dato molta importanza all’attacco che nella traduzione italiana è diventato un attacco musulmano, so che in India effettivamente succede, ma se lo hanno cambiato apposta è veramente grave. Se non altro, perché non rispetta l’intenzione del regista e svia completamente la comprensione del film. Insomma un fallimento completo dal punto di vista della traduzione.

  27. nat?lia gennaio 21, 2009 a 9:54 am #

    solo per lasciarti un bacio.

  28. natlia gennaio 21, 2009 a 9:56 am #

    solo per lasciarti un bacio.

  29. caramelleamare gennaio 21, 2009 a 12:02 pm #

    quindi due

  30. Daiana gennaio 21, 2009 a 1:01 pm #

    Certo Berlusconi, a volte, quanto verrà la accarezzargli le gote?Guarda mi stupisce ogni giorno di più! Riesce a essere la persona più viscida e ipocrita sulla faccia della terra e sì cheio ci vivo in mezzo agli ipocriti!

  31. Daiana gennaio 21, 2009 a 1:07 pm #

    a anche quando ti avvicini e basta, oppure quando passi per andare allavandino, quando passi per prendere il sale, oppure per andare allalavastoviglie. Lei si apre sempre.Chissà che  puzzo a forza di aprirsi e chiudersi!

  32. Daiana gennaio 21, 2009 a 1:09 pm #

    A me sarò banale ma la cosa che più mi manca è proprio la cabina telefonica e il dover telefonare agli amici al telefono di casa e dire: “c’è mariolino?!” così senza nemmeno dire “ciao” alla persona che risponde. Io sinceramente l’ho capito tardi che era maleducazione fare così, la mia era più che altro timidezza.

  33. Daiana gennaio 21, 2009 a 1:11 pm #

    A parte il fatto che di fumetti capisci un cazzo, visto che non t’è piaciuto Lylith perché “troppo fantascientifico!” Ma a me sinceramente più che “fantascientifico” è sembrato “fantasy” … e di un tipo parecchio interessante e ben fatto senza essere troppo evanescente o inconcludent.

  34. Daiana gennaio 21, 2009 a 1:14 pm #

    L’altra sera il fidanzato di una concorrente era di colore e lo hasalutato con un “Ciao fratello!” anche se poi quello aveva unfortissimo accento veneto.iO NONho nessuna simpatia per conti ma non ho capito che c’è di male in questa frase che ha detto? Era una battuta (discutibile per qualità) sul fatto che lui viene sempre sfottuto perchè è scuro di pelle.

  35. Daiana gennaio 21, 2009 a 1:47 pm #

    La 05 16 di nip tick per me è stata fenomenale! Un’ intensità unica, alla fine mi sembrava di avere visto un film da un’ora e mezzo. Ma la 17 non la danno?!

  36. acidshampoo gennaio 21, 2009 a 2:04 pm #

    Bellissima la 5.16! Con diversi apici emozionali, nella scena di Kimberly, poi della prostituta, per arrivare alla scena con Liz. La sottotrama di Troy è eccezionale e spero che non finisca con la prossima. Ah, in questa puntata è McNamara a non farci mancare il proprio culo da ogni angolazione. E i pazienti più inquietanti mai visti nella serie sono in questa puntata qua.La 5.17 la trasmetteranno la settimana prossima. Saltano di una. Brutta notizia: le 22 puntate di Rescue Me (che dovrebbe iniziare a Marzo) andranno in onda in due blocchi diversi. Ci sta che ne facciano due diverse stagioni (14+8) come per quest’ultima di Nip/Tuck, cazzo. Non erano questi i patti!

  37. acidshampoo gennaio 21, 2009 a 2:06 pm #

    > Ma a me sinceramente più che “fantascientifico” è sembrato “fantasy”… e di un tipo parecchio interessante e ben fatto senza essere troppoevanescente o inconcludent.Per Lilith il termine “fantasy” non evochiamolo neanche, per favore! Per me è ormai sinonimo della peggio merda, da Tolkien in là. Mondi di significati di cui non me ne frega niente, che trovo noiosissimi, irritanti e da sfigati. Dice: ma te non ti senti uno sfigato? Risposta: per niente.

  38. acidshampoo gennaio 21, 2009 a 2:17 pm #

    Kreisky, io non posso aggiungere niente al tuo post sull’analogico vs. digitale, che non me ne intendo, però sappi che leggo e apprezzo. L’unica cosa con cui posso ricambiare è un consiglio per migliorare l’acustica di una stanza: cospargere il pavimento di borotalco e ridere. Così facendo si elimina la maggior parte delle onde stazionarie. Niente, è un consiglio gratuito, non mi devi niente.Vediamo se la Frank coglie il tuo invito in fondo al commento. Dovevi metterlo all’inizio, che magari non ha letto il tuo post perché parlava di cose analogiche (e lei odia gli imbuti).

  39. fox in the snow gennaio 21, 2009 a 5:47 pm #

    >Era una battuta (discutibile per qualità) sul fatto che lui viene sempre sfottuto perchè è scuro di pelle. Quando andavo all’università c’era un ragazzo di colore adottato fin da piccolo da una famiglia italiana e quindi italiano. Oh, tutte le volte che andava all’ufficio diritto allo studio davano per scontato che fosse un “fuori sede”. E lui che si sgolava “na, na, sciono in sede” (aveva accento romagnolo). Non so, nel caso di Conti, lo trovo un po’ arretrato associare una persona di colore al “gimme five” e al “ciao, fratello” dei giocatori di basket neri americani, anche se in questo caso si tratterebbe di pregiudizio positivo. non credo che fosse una battuta sul fatto che lui è scuro. Infatti dopo ha continuato a battere come fa sempre sull’aspetto “strano”, con frasi tipo “Be’, è bello avere… sì insomma avere gente come te”. Perché poi, non si sa.

  40. ilmarinaio gennaio 21, 2009 a 8:02 pm #

    Per Lilith il termine “fantasy” non evochiamolo neanche, per favore!Per me è ormai sinonimo della peggio merda, da Tolkien in là. Mondi disignificati di cui non me ne frega niente, che trovo noiosissimi,irritanti e da sfigati.Concordo al 95%. Tolkien non lo reggo neanch’io, nè reggo per esempio i gruppi Metal con riferimenti fantasy.  Spesso il genere si riduce a una fuga dalla realtà.  Però (5%) ci sono alcuni tipi di fantasy che salvo.  Penso al fantasy che va contro le convenzioni del genere, che non presenta né orchi né gnomi, ma per esempio viaggi in altri mondi, da Carroll a Clive Barker (Imajica, Apocalypse, Everville).

  41. Daiana gennaio 21, 2009 a 8:02 pm #

    non credo che fosse una battuta sul fatto che lui è scuro.Te lodico perchè io aria fresca lo guardavo spesso e ti assicuro che ogni puntata si sprecavano le battute sullo scuro della pelle di conti, chiamato anche calimero… Pwer cui mi sembra ovvio che davanti a unragazzo di colore dica “ciao Fratello”.. poi magari mi sbaglio.

  42. ilmarinaio gennaio 21, 2009 a 8:05 pm #

    non credo che fosse una battuta sul fatto che lui è scuro. no, per me è così, ci insiste, se ne vanta.  ieri, per l’insediamento di Obama, non so se è stata una mia impressione ma mi è sembrato più scuro del solito.  però ammetto che non è una battuta di buon gusto, sicuramente io non la farei.  se fossi nero non mi garberebbe per niente che uno che non conosco mi apostrofasse con uno “ciao fratello”.  

  43. fox in the snow gennaio 21, 2009 a 8:09 pm #

    >Te lodico perchè io aria fresca lo guardavo spesso e ti assicuro cheogni puntata si sprecavano le battute sullo scuro della pelle di conti,chiamato anche calimero… Pwer cui mi sembra ovvio che davanti aunragazzo di colore dica “ciao Fratello”.. poi magari mi sbaglio.Sì sì, questo genere di battute continuano tutt’ora, però non so, siccome non si è fermata lì, ma ha insistito su questo fatto del colore, non so, magari c’erano tutte e due le cose. In ogni caso non si giustificherebbero le sue battutine sulla bellezza dell’altro concorrente o sul fatto che ridicolizza le ballerine. Sempre meglio di chi fa il cascamorto con le ballerine, comunque.

  44. kreisky gennaio 22, 2009 a 12:11 am #

    salve! mi piacerebbe fare sempre interventi completamenti trascurati e per di più pieni di verità inoppugnabili, tecniche o di qualsiasi altro genere, ma che insomma non lascino alcun segno. La franca chiedeva discrezione e io ho posposto sapendo che nessuno sarebbe arrivato in fondo a men che non fosse sorretto dallo spirito d’ammore.grazie per il consiglio del talco, ne terrò conto. comunque stò progettando un maxi sistema che vedrà vita tra 3-5 anni se campo fin là. poi se vuoi ti ci faccio ascoltare una canzoncina di claudio baglioni.

  45. Daiana gennaio 22, 2009 a 1:42 am #

    Per Lilith il termine “fantasy” non evochiamolo neanche, per favore!ok va bene prendiamone le distanze, ma resta il fatto che il termine giusto per me è “fantasy”.

  46. acidshampoo gennaio 22, 2009 a 1:57 am #

    > ok va bene prendiamone le distanze, ma resta il fatto che il termine giusto per me è “fantasy”. Ok, e per me il termine giusto è “sei una deficiente”, va bene?

  47. acidshampoo gennaio 22, 2009 a 2:15 am #

    > Concordo al 95%. Tolkien non lo reggo neanch’io, nè reggo per esempio igruppi Metal con riferimenti fantasy.  Spesso il genere si riduce a unafuga dalla realtà. Ma anche io mi riferisco a quei fantasy lì, con hobbit che ballano, cantano, bevono grog e fumano erba pipa. E poi ci sono gli elfi, i troll, i nani e gli halfling. E storie epiche di onore, gloria, lealtà e sacrificio. Ecco, in queste ultime due frasi che ho scritto una parola su due mi fa schifo e l’altra non mi dice niente. Questo il mio rapporto con quel fantasy là.

  48. acidshampoo gennaio 22, 2009 a 2:21 am #

    Seriamente Kreisky, ma te della Frank sei innamorato sul serio o scherzi? La prenderesti in braccio, nel senso di lei gnuda e seduta su una tua coscia, con una chiappa da una parte e una dall’altra, e intanto parlate di Janis Joplin? E se quando si alza trovi sulla tua gamba un asterisco marrone cosa pensi? Che le si è staccato un tatuaggio trovato sulle patatine?

  49. frank gennaio 22, 2009 a 7:28 am #

    >solo per lasciarti un bacio.grazie nat. un bacio anche a te.

  50. frank gennaio 22, 2009 a 7:29 am #

    >>Sul fazioso doppiaggio italiano di The Millionaire: QUI. La cosa urta i nervi non poco.>se lo hanno cambiato apposta è veramente grave.Secondo me non l’hanno cambiato allo scopo di infamare i musulmani, ma per ignoranza e grettezza, convinti cioè che il significato originale fosse incoerente e impossibile da capire, prima di tutto per i traduttori stessi e quindi per il pubblico italiano. Trovo la cosa di una gravità allucinante, possibile che non sentano un minimo di responsabilità? E che nessuno controlli? A Danny Boyle nessuno fa la spia? Sono tentata di cercare di segnalare la cosa alla produzione, ma come si fa?

  51. frank gennaio 22, 2009 a 7:37 am #

    >Franck sei ufficialmente invitata per un weekend a parigi a base di ristoranti e porcherie, discretamente.Prima ho delle domande, sempre in discrezione:- “porcherie”?! ma nel senso che dopo il ristorante si va a mangiare da macdonald?- somigli al tu’fratello?- hai manie nascoste tipo nascondere gli orologi negli armadi prima di dormire? Puoi farmi delle domande anche te

  52. frank gennaio 22, 2009 a 7:47 am #

    >E se quando si alza trovi sulla tua gamba un asterisco marrone cosa pensi?Acid, parliamone.Innanzitutto volevo tranquillizzarti: il buco del culo ce l’hai anche te, e non devi sognare asterischi e timbrini altrui, puoi farne quanti ne vuoi, a iosa proprio. Uno per ogni strappo di carta igienica, oppure tanti sovrapposti di sfumature diverse a effetto nevicata. Il tuo asterisco in particolare me lo immagino un po’ più grandicello della media, coi raggi tozzi ma senza pallino centrale.Seconda cosa: visto anche l’incipit che hai scritto per ‘La triste storia di Gnaccarino P.’, ti chiedo: ma perché l’area riproduttivo/intrattenitiva della lupo viene menzionata così spesso, più di altre? E magari accostata volentieri a cose in cui “passo bene” in senso ampio?Terza cosa: non è che stai sostituendo il “lupo troia” col “lupo cacca lupo piscia”? Se la risposta è sempre la solita, cioè che degradare me con l’immaginazione dà più soddisfazione che degradare altri, ti rispondo sempre uguale, cioè che io non mi vedo così e che nella mia testa non ho nessun bisogno di essere degradata… sempre con l’immaginazione, chiaro.

  53. fox in the snow gennaio 22, 2009 a 9:01 am #

    >il significato originale fosse incoerente e impossibile da capire,prima di tutto per i traduttori stessi e quindi per il pubblicoitaliano.Ma dai Frank non è così. Ti darei ragione se fosse un semplice errore di traduzione. Ma qui hanno anche cambiato il genere della voce che dice quella frase, qua c’è una precisa direttiva della direzione del doppiaggio!

  54. kreisky gennaio 22, 2009 a 11:19 am #

    >Seriamente Kreisky, ma te della Frank sei innamorato sul serio o scherzi? La prenderesti in braccio, nel senso di lei gnuda e seduta su una tua coscia, con una chiappa da una parte e una dall’altra, e intanto parlate di Janis Joplin? E se quando si alza trovi sulla tua gamba un asterisco marrone cosa pensi? Che le si è staccato un tatuaggio trovato sulle patatine? sai bene che la scatologia non fa parte delle mie innumerevoli perversioni,però se proprio devo… >”porcherie”?! ma nel senso che dopo il ristorante si va a mangiare da macdonald? no, mi dispiace deluderti… per porcherie intendevo dirsi le parolacce mentre mangiamo al ristorante con i diti unti di anatra. >somigli al tu’fratello?  abbastanza, ma sono un pò più sportivo. > hai manie nascoste tipo nascondere gli orologi negli armadi prima di dormire? no, gli orologi li travento direttamente fuori dalla finestra, poi mi metto i tappi negli orecchi. Le coperte devono essere dritte perfette e rincalzate a dovere. Io dormo a sinistra. Io solo posso emettere peti e tu, se davvero mi ami, devi ridere. Una volta,giuro, con una mia fidanzata che era giovane, illibata e di buona famiglia, mi misi a gridare “passami l’accendino pasami l’accendino!!!” poi feci una flautolenza che si infiammò magistralmente. Non ci sono più riuscito ma ci vorrei riprovare.Ti togli tutti gli anelli collane orologi oppure fai all’amore agghindata? Sai cucinare?A chi ti assomigli?discrezione massima

  55. acidshampoo gennaio 22, 2009 a 1:25 pm #

    Frank, rilassati, sei fra amici. Visto che sono uno dei tre pervertiti del blog (gli altri due sono Caramelle e Nicola), per me parlare di culo e asterischi non è degradare manco per un cazzo. Se detto a una donna ovviamente, non se detto a Berlusconi. Se questo lo associ ad un tentativo d’offenderti è una percezione tua, ma non c’entra proprio niente di niente. Figuriamoci se voglio complicarmi la vita ad offenderti in qualcosa. Io ti dico sinceramente come la intendo io, se ti dà noia, si depenna pure questa.Comunque la tua descrizione del mio ipotetico asterisco m’ha messo una tristezza unica. Pare quello di Borghezio.

  56. acidshampoo gennaio 22, 2009 a 6:18 pm #

    Ecco QUI decise le nomination per gli Oscar 2009. Deludentissime.Si torna ai vecchi grandi numeri: 13 nomination per il film di Danny Boyle, 10 per quello di David Fincher, 8 per quello di Gus Van Sant, 5 per Frost/Nixon. The Wrestler nominato solo per l’attore protagonista, Mickey Rourke, nessuna candidatura per Burn After Reading e 3 misere nomination minori per il nuovo film di Sam Mendes, Revolutionary Road, ignorato Funny Games. E Deep Water fra i documentari ci sarebbe stato tutto. Prevedibile candidatura postuma per Heath Ledger. Un bel po’ di passi indietro rispetto all’anno scorso…

  57. fox in the snow gennaio 22, 2009 a 6:31 pm #

    Carino il film di Danny Boyle ma non so se merita tutte ‘ste nomination. Speriamo per Rourke. Ancora non l’ho visto, ma lo so che si è immortalato!

  58. fox in the snow gennaio 22, 2009 a 6:58 pm #

    Bollettino Carlo Conti. Se guardate ora L’eredità noterete una persona evidentemente anoressica. E come può averla mai salutata il nostro simpatico presentatore? “Magrissima, in formissima!”

  59. acidshampoo gennaio 22, 2009 a 6:59 pm #

    QUI alcune dichiarazioni di Denis Leary sulla nuova stagione di Rescue Me.

  60. lozissou gennaio 22, 2009 a 7:29 pm #

    Terribili nomination, e inconcepibile come un filmetto mediocre e senza personalità (oso dire: come tutto il cinema di Danny ‘sempre sopravvalutato’ Boyle) come The Millionaire possa incantare e fregare tanta e quale gente.

  61. acidshampoo gennaio 22, 2009 a 8:25 pm #

    > Terribili nomination, e inconcepibile come un filmetto mediocre e senzapersonalità (oso dire: come tutto il cinema di Danny ‘sempresopravvalutato’ Boyle) come The Millionaire possa incantare e fregaretanta e quale gente.Più che altro non capisco questa mania pacchiana e tutta americana di creare questi scontri fra Gozilla e Gamèra. In maniera molto calcolata, ogni anno, sono due film che si contendono la maggior parte delle nomination. E quasi sempre, alla fine ce ne sarà uno che prevarrà nettamente sull’altro. Ma chi li organizza gli Oscar? Michael Bay?

  62. acidshampoo gennaio 22, 2009 a 8:29 pm #

    QUI invece i film del Golden Globe 2009, premiati la settimana scorsa. QUI invece i Golden Globe per le serie televisive.

  63. caramelleamare gennaio 22, 2009 a 11:18 pm #

    Se guardate ora L’eredità noterete una persona evidentementeanoressica. E come può averla mai salutata il nostro simpaticopresentatore? “Magrissima, in formissima!”o basta fox, cresci A chi ti assomigli?kreisky, a chi assomiglia non lo so pero farebbe carte false per essere come odri ebburn

  64. acidshampoo gennaio 23, 2009 a 12:48 am #

    > Se guardate ora L’eredità noterete una persona evidentementeanoressica. E come può averla mai salutata il nostro simpaticopresentatore? “Magrissima, in formissima!”Il fatto è che Bonolis ha fatto scuola sullo sfottò a oltranza dei tipi umani. Adolescenze di merde che sono diventate vite di merda, e lui riassume tutto in uno sfottò ad altranza, il tempo di esaurire i pacchi in diretta televisiva. A gente come lui auguro il cancro.Sogno che qualcuno gli risponda aggettivando il tipo umano che è lui: un cinico arrivista prezzolato. Ma se ce ne fosse solo uno che s’azzardasse a tutto spiano, sarebbe fischiato a tutto spiano dal pubblico. Mentre Bonolis può dire quello che cazzo vuole, avrà sempre i suoi lacché.

  65. frank gennaio 23, 2009 a 9:19 am #

    >kreisky, a chi assomiglia non lo so pero farebbe carte false per essere come odri ebburn Chi te l’ha detto?! E’ vero!! E comunque ho una giacca come lei. Comunque più di tutti somiglio alle mie foto sullo Scaramacai. E no, non sono su Facebook e non ci sarò mai.

  66. frank gennaio 23, 2009 a 9:22 am #

    >QUI alcune dichiarazioni di Denis Leary sulla nuova stagione di Rescue Me.Ora lo riconosco! “he said that the first six episodes of the new season are some of thebest written stuff the show has ever had. Leary was mute at the timewhen it came to plots, except to say that the premiere has a prettyamazing fire scene.“Com’è che non c’ho bisogno di vederlo in faccia per sapere che era sarcastico? Grazie al cazzo che c’è una scena di incendio!! Madonna, non vedo l’ora che cominci la stagione 5…

  67. frank gennaio 23, 2009 a 9:35 am #

    >Ti togli tutti gli anelli collane orologi oppure fai all’amore agghindata? Non porto anelli collane e orologi. Magari gli orecchini, e in quel caso dipende. Se mi lasci il tempo e la lucidità di toglierli, allora hai sbagliato qualcosa.>Sai cucinare?Sì, anche piuttosto bene, ma solo cose semplici. Cavalli di battaglia: tiramisù, primi di pesce/verdure, zuppe.Ora tocca a te: sai cucinare? Quante lingue sai? Ti piacciono i musei? Ti diverte ballare e se sì cosa? I soldi ce l’hai?

  68. fox in the snow gennaio 23, 2009 a 10:07 am #

    Kreisky, forse questo t’interessa: Un’agenzia ha bisognodi figuranti/ attori non professionisti di lingua italiana per un filmdi Olivier Assayas, il “tournage” è a Parigi, si svolgerà nel mese di febbraio ed è ovviamente pagato.Nel caso qualcunoavesse velleità nella settima arte può mandare il CV con foto alseguente indirizzo info@italie-france.com con l’oggetto: Cinema Paris.

  69. caramelleamare gennaio 23, 2009 a 10:09 am #

    lupo, una domanda: sei troia?

  70. acidshampoo gennaio 23, 2009 a 3:23 pm #

    Ecco QUI il trailer di The Great Buck Howard, un film che potrebbe essere parecchio interessante. John Malkovich sarà anche antipatico, ma nei ruoli comici, dopo Essere JM e Burn After Reading, è veramente uno spasso.

  71. acidshampoo gennaio 23, 2009 a 3:27 pm #

    QUI recensione di The Wrestler, in uscita da noi il 6 marzo.

  72. l'idiota gennaio 23, 2009 a 4:54 pm #

    Per quanto mi riguarda, il rapporto tra me e la globalizzazione è andato nel modo seguente: sono nato nel 78 e fino a un certo punto mi sentivo perfettamente dentro alla mia epoca, cioè non c’era niente che sentivo come troppo avanzato. Poi verso la metà degli anni 90 è come se i tempi hanno iniziato ad andare troppo veloce e sono rimasto dietro, cioè da diciamo 97-98 ho iniziato a andare più lento rispetto al progresso dei tempi con la sensazione di diminuzione progressiva del senso di appartenenza alla mia epoca. Cioè,fino a quando l’unico rapporto col computer erano i giochi dell’amiga 500 e quando dovevi telefonare a un tuo amico lo chiamavi dal fisso di casa(sempre che quelle puttane delle sorelle non tenessero il telefono occupato) e dovevi dire ai genitori “buona sera sono andrea, c’è…” mi sentivo di appartenere al mio tempo storico, poi quando è arrivata l’era della play station del cellulare e dell’uso avanzato di internet come scontato e necessario, ecco che c’è stato lo scollamento tra l’idiota e l’epoca che viveva. Ma poi dai, voglio di, il cellulare rovina i rapporti con le persone a cui vuoi più bene, è come un cerca persone che può suonare in qualsiasi momento e mica è detto che sei sempre felice e contento..ci sta che in quel momento ti possano girare i coglioni e allora la tua voce sarà sfavata, però mi dispiace…Non era meglio prima quando era tutto più lento e a misura d’uomo? per me decisamente si.  Gli anni che ricordo con più affetto e nostalgia sono il 1993 e il 1994

  73. rezio gennaio 23, 2009 a 7:26 pm #

    un discorso qualunquistico da idiota che mi trova completamente non in accordo, ma in sintonia…si può quotare in questo blog? ma aggiungerei: con questa molteplicità di mezzi per poter comunicare tra noi anch e soprattutto a distanza molti si trovano ad essere invece più soli è la misura d’uomo che è andata afarsi friggere..poi dicono che è bello vivere nelle grandi città

  74. caramelleamare gennaio 23, 2009 a 7:54 pm #

    rezio io ce l’ho un po’ con te perchè nel post “buttarlo in query” che ho scritto con acidshampoo non m’hai fatto i complimenti e le coccole che mi sarei aspettato, ma hai lasciato un commento breve e basta. avresti il coraggio di dire che non t’è piaciuto?

  75. rezio gennaio 23, 2009 a 9:20 pm #

    rezio io ce l’ho un po’ con te perchè nel post “buttarlo in query” che ho scritto con acidshampoo non m’hai fatto i complimenti e le coccole che mi sarei aspettatonon ho fatto i complimenti perchè il leccaculismo non mi piace e mi hanno accusato di ciò già in altre occasioni, capisco… dici questo per risollevarmi dalla solitudine della metropoli ma ti dico solo che di “buttarlo in query” mi sono fatto un copia incolla in formato word e ogni spesso me lo rileggo, tra l’altro mi sono riconosciuto nel protagonista..ma quante idee, quante idee! impossibile elencarle tutte senza parafrasare…quel post è un capolavoro devo dirlo io?se un post non mi convince come successo di recente non dico nulla, mi astengo anche se posso aprezzare il tentativo di sperimentare a volte riuscito a volte menoper esempio la saga di paperino la trovotroppo concettuale..sarò gnola o strano..buttarlo in query è un classico fottuto capolavoro ripeto e sottoscrivo, me ne auguro altri di tale qualità 

  76. caramelleamare gennaio 23, 2009 a 9:42 pm #

    rezio ti ringrazio. però capisci che se non lo dicevi, io che ne sapevo di quella cosa del copia/incolla e che te lo sei riletto più di una volta? ora lo so ed è una giusta ricompensa per uno sforzo creativo immane soprattutto da parte mia, che ha dato esito al capolavoro della storia del blog, dei blog in generale e dei romanzi rilegati. perchè se non si è capito questo blog sarà di acid, ma nove persone su dieci vorrebbero che fossi io a prenderne le redini ma non hanno il coraggio di dirglielo perchè è pelato. ora vi saluto che c’è una di questo blog che mi sta aspettando di là per fare l’amore. ci si risente dopo, vi dico come è andata, fate il tifo per me!!!!!!!

  77. acidshampoo gennaio 23, 2009 a 10:11 pm #

    > ora vi saluto che c’è una di questo blog che mi sta aspettando di làper fare l’amore. ci si risente dopo, vi dico come è andata, fate iltifo per me!!!!!!!Sei ancora “in action”?!?! FORZA CARAMELLE!!! SPACCALA QUELLA LI’!!!!! In bocca al lupo, anche da parte dei miei genitori!

  78. caramelleamare gennaio 23, 2009 a 10:57 pm #

    Le donne ragazzi… Se non ci fossero bisognerebbe gonfiarle.

  79. fox in the snow gennaio 23, 2009 a 11:18 pm #

    >Le donne ragazzi… Se non ci fossero bisognerebbe gonfiarle.Deduco che t’è andata male.

  80. acidshampoo gennaio 24, 2009 a 4:27 am #

    L’Idiota, anche io ho un rapporto pessimo col telefonino di merda. La cosa che odio di più: gli sms, quando non sono di mero servizio. Specie quando uno li subisce, nel senso che dall’altra parte c’è la volontà di chiacchierare in sms o peggio ancora litigare. O le situazione in cui, come raccontava il Marinaio, chiedi a uno “dove sei?” e quello ti risponde “sto male”. E l’idea che uno deve impazzire a masturbare quella tastierina di merda per fare entrare in 200 caratteri il proprio concetto complessissimo, la propria visione del mondo, dei rapporti, il proprio concetto di “noumeno”. Io poi non ho mai usato questo famoso “perché non usi il T9?”, che sarà più veloce, ma non è lineare per un cazzo e io voglio poter scrivere un sms senza guardare il display. POTRO’ AVERE LA SODDISFAZIONE A TRENT’ANNI DI SCRIVERE UN SMS SENZA GUARDARE IL DISPLAY?

  81. caramelleamare gennaio 24, 2009 a 10:07 am #

    Deduco che t’è andata male. e perche? questa frase disolito si usa con un inclinazione positivia. tipo mmmhhhh che buono ilcioccolato, se non ci fosse bisognerebbe inventarlo.m’è andata benissimo invece, ho fatto l’amore anche nel sedere. e hogoduto cosi tanto che da ora in poi non accetterò ma piu nessun rifiuto da parte di una donna a buttarglielo inculo

  82. acidshampoo gennaio 24, 2009 a 12:30 pm #

    > ho fatto l’amore anche nel sedere. e ho goduto cosi tanto che da ora in poi non accetterò ma piu nessun rifiuto da parte di una donna a buttarglielo in culoCom’è che ancora lei non ha riscritto? L’hai massacrata, ammettilo! Sono proprio curioso di leggere quello che scriverà quando interviene di nuovo.Ma l’avete fatto col gilet o senza? Perché lei, se hai notato, quando ha quel gilet si sente di poter spaccare il mondo, sicché facevi bene a metterlo te, ti dava quell’energia in più che serve per spaccare.

  83. lozissou gennaio 24, 2009 a 2:44 pm #

    Siete degli sporcaccioni, il gilet serviva anche per restare più intonsi e puri in caso di squirting disperati (che, sono sicuro, saranno avvenuti a iosa, vero caramelle?; ma anche dal culo?).

  84. caramelleamare gennaio 24, 2009 a 3:01 pm #

    Lozissou io quando vedo quel gilet del garden penso a te, a come ti renderebbe scatenato nei tuoi affondi violenti dentro il mio buco del culo. chiaramente il culo lo depilerei prima per te, in modo che quando mi sculacci poi fa dei chiocchi spettacolari! sono la tua bambina cattiva!!!!!!

  85. caramelleamare gennaio 26, 2009 a 1:51 pm #

    >Le donne ragazzi… Se non ci fossero bisognerebbe gonfiarle.cmq questa è una battuta del grandissimo michele foresta, al secolo michele

  86. Daiana gennaio 26, 2009 a 10:59 pm #

    Guardate Qui che cose belline che trovo su facebook 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: