Risate a denti radi

4 Gen

cagnacci2_266

UOMO CAFFE’ SPLASH

Un uomo entra in un caffè: “Splash!”

Un uomo entra in un bar: “Splash!”

Un uomo entra in un bar dove però ci sono anche i biliardi: “Splash!”

Un uomo si tuffa nel caffè: “Splash!”

Un uomo entra al Caffè Splash: “Splash!”

Un uomo entra in un caffè e gli lanciano dei gavettoni: “Splash!”

Un uomo entra in un caffè, non nel senso di bevanda ma di esercizio commerciale: “Splash!”

Un uomo entra in un caffè commerciale e di tutte le cose che possono succedergli, di certo non ce n’è una che faccia splash: “Splash!”

Un uomo entra allo Splash e ordina: “Caffè!”

Il caffè entra in un uomo tramite clistere: “Sflush!”

Un catino d’acqua fredda buttato sul cadavere di Giovanni Falcone: “Splash!”

L’uomo-caffè entra e cade: “Splash!”

L’uomo dei caffè li fa cadere tutti: “Splash!”

Caffè esce da un uomo: “Flosh!”

Il chitarrista dei Guns’N’Roses entra in un caffè e tutti lo riconoscono: “Slash!”

Stefano Borgonovo entra in un caffè: “SLA!”

Annunci

111 Risposte to “Risate a denti radi”

  1. ilmarinaio gennaio 4, 2009 a 8:55 pm #

    un uomo viene risucchiato da un’idrovora:  “Fluuush!”un elefante entra in un uomo tramite clistere:  “Sguosh!”Maurizio Nichetti cade, e fa un rumore che viene coperto dal passaggio di un aereo supersonico.  arriva il Brasini dello Storyville e gli chiede:  “Ma che rumore hai fatto? scusa ma non l’ho sentito”.  Nichetti:  “Ho fatto Splash”.  

  2. acidshampoo gennaio 4, 2009 a 9:22 pm #

    QUI nuovo trailer di Two Lovers, il nuovo film di James Gray che dovrebbe essere anche l’addio al cinema di Joaquin Phoenix.

  3. l'idiota gennaio 5, 2009 a 12:34 am #

    hey acid, sto guardando suspiria di darietto argento…l’hai visto? che ne pensi? A me non mi fa paura pe una sega, penso che è solo grezzo e rudimentale, però da piccolo mi facevano paura (appunto crea un tipo di situazioni nelle quali per come la vedo io ci può “cascare” nel senso di avere paura solo un bambino). e allora niente a volte mi diverto a riguardare ste troiate per in un certo qual modo esorcizzare…

  4. acidshampoo gennaio 5, 2009 a 2:47 am #

    Ciao L’Idiota! Sappi che io non spasimo per Dario Argento, uno di quelli che, tra le altre cose, non tocca le corde delle mie paure. Apprezzo certe sue intuizioni visionarie, ma anche nei film migliori tira fuori personaggi stereotipati, trame per nulla credibili e soprattutto dialoghi che gridano vendetta. E per me i dialoghi fanno sempre la differenza, tanto in un film quanto in un fumetto. Senza impazzirci, Suspiria è il suo film che preferisco insieme a Tenebre, per la visionarietà e per la bravissima Jessica Harper protagonista (che ho amato ne Il Fantasma Del Palcoscenico). Ma lo sai che, essendo molto più grande della ragazzina che interpreta, Argento ebbe l’intuizione di alzare le maniglie alle porte per farla più “piccola”? Purtroppo però, anche lì, dialoghi tremendi (poi però avrebbe fatto di peggio).Ma a proposito di gialli italiani degli anni ’70, hai mai visto La Casa Dalle Finestre Che Ridono, di Pupi Avati? Ecco, quello l’ho amato da matti.

  5. acidshampoo gennaio 5, 2009 a 3:41 am #

    Recentemente si è celebrato il centenario della nascita di Gian Luigi Bonelli. QUI un’intervista a Sergio Bonelli per l’occasione. Notare il pessimismo di certi passaggi…

  6. Daiana gennaio 5, 2009 a 10:20 am #

    Sono tornata dal mare… ora cerco seriamente lavoro!

  7. acidshampoo gennaio 5, 2009 a 12:53 pm #

    > Sono tornata dal mare… ora cerco seriamente lavoro!Fallo con la stessa ostinazione con cui da trent’anni sai fare stare male agli altri, e vedrai che nel giro di poco troverai il miglior impiego della mediterraneo.

  8. acidshampoo gennaio 5, 2009 a 1:11 pm #

    Dio come la odio…Criticata Mariah Carey: sbagliato il titolo del suo ultimo albumUn matematico ha criticato Mariah Carey per il titolo del suo ultimo album, “E=MC2”. L’accademico, il Dr. David Leslie, ha riferito alla BBC d’essere inorridito qualndo ha sentito la Carey spiegare il titolo del disco: la cantante, illustrando la celebre formula di Einstein, aveva infatti detto “Emancipazione uguale a Mariah Carey per due”. Il matematico (ma forse sarebbe bastato uno studente delle medie) ha spiegato: “Il 2 dell’equazione significa alla seconda, non moltiplicato per due. Occorre leggere E=MCC, quindi forse la Carey avrebbe dovuto intitolarlo ‘Emancipazione uguale a Mariah Carey Carey'”. Curiosamente il disco è stato il primo di Mariah, da “Daydream” del 1995, a trascorrere 2 settimane di fila al primo posto nella classifica USA. (Fonte: RockOl)

  9. acidshampoo gennaio 5, 2009 a 1:21 pm #

    Da noi non esce al cinema (non avendo trovato un distributore), ma direttamente in televisione. “W.”, il graffiante bio-pic su George W. Bush firmato da Oliver Stone, sarà trasmesso in prima serata su La7 il prossimo 19 gennaio. QUESTA un’intervista al regista. Fosse anche solo perché Bush lo fa Josh Brolin, un s’ha da perdere.

  10. anfiosso gennaio 5, 2009 a 1:58 pm #

    Il luminare ha toppato alla grande: la formula di Einstein sarà coll’emmeccì quadro, quella di Mariah Carey è emmeccì per due: l’ha anche spiegato!Ciò non impedisce di odiare Mariah Carey per due, alla seconda, fino all’esinaninimento.

  11. anfiosso gennaio 5, 2009 a 1:59 pm #

    Né implica una conoscenza diretta di Mariah Carey, ovviamente: io per esempio so manco chi cazz’è. Ma era tanto per rimanere aderenti alla lettera testuale.

  12. lozissou gennaio 5, 2009 a 2:34 pm #

    Perché addio al cinema di Joaquin Phoenix? E’ una risata a denti radi che io non ho capitolash, vero?

  13. l'idiota gennaio 5, 2009 a 2:42 pm #

    …ieri quando t’ho scritto avevo guardato solo i primi 20 minuti, poi in effetti alla fine s’è rivelato parecchio meglio se non altro di quelli dagli anni’80 in poi…di pupi avati ho visto un horror qualche mese fa al cinema, il nascondiglio,secondo me cazzata clamorosa eccezion fatta per le scene finali che so belle potenti…cmq lo guarderò quello che dici te

  14. acidshampoo gennaio 5, 2009 a 3:00 pm #

    > Perché addio al cinema di Joaquin Phoenix? E’ una risata a denti radi che io non ho capitolash, vero?Non è una battuta, ma una notizia di un paio di mesi fa. Eccola QUA.

  15. acidshampoo gennaio 5, 2009 a 3:05 pm #

    L’Idiota, ti dico: Il Nascondiglio a me è piaciuto, sarà per la mia affezione per il regista emiliano e i suoi film gotici. Affezione che mi fa passare sopra a certi difetti. Effettivamente gli riconosco un ritmo piuttosto blando, burocratico (è tutto un parlare con questo e con quell’altro della protagonista), e se l’avesse ambientato nella bassa padana come gli altri suoi horror c’avrebbe guadagnato in carisma. Però ha una trovata veramente morbosa e inquietante, come solo dal Pupi t’aspetteresti. E poi c’è Venanto Venantini nella parte dell’elettricista, che tra le altre cose fu il babbo di Massimo Conti ne I Ragazzi Della Terza C (gran serie!), te paresse poco!

  16. lozissou gennaio 5, 2009 a 3:59 pm #

    >Non è una battuta, ma una notizia di un paio di mesi fa. Eccola QUACome no, le solite cazzate che si sussurrano e che i giornalisti ingigantiscono e danno come oro colato; tanto più che, da una frase dell’articolo, sembra solo che Phoenix voglia lasciare Hollywood nel senso che si vuole trasferire. Magari passa alla San Fernando Valley….

  17. acidshampoo gennaio 5, 2009 a 4:17 pm #

    Non so dirti Lozissou, anche a me parrebbe strano che Phoenix desse forfait. Però la notizia ha fatto un po’ il giro del mondo, l’ha confermata pure lui e il manager. Ma pure Barbara Straisand è dal ’76 che fa concerti d’addio.

  18. l'idiota gennaio 5, 2009 a 5:08 pm #

    però dai se levi la fine il nascondiglio è quasi soporifero, poi le prime scene con cui si manifesta il fatto che c’è il soprannaturale nella casa fanno praticamente ridere…(tipo mi ricordo qualche manifestazione quanto la morante è in cucina), poi si il finale oltre a essere una bella idea anche a me ha creato effettivamente angoscia. anche suspiria la morte dell’amica sara e l’ultima scena mi so gasato… 

  19. l'idiota gennaio 5, 2009 a 5:14 pm #

    ah già non era soprannaturale, era quella li sempre viva….comunque all’inizio uno non lo sa e sembra che si voglia far credere quello

  20. acidshampoo gennaio 5, 2009 a 8:03 pm #

    L’Idiota, invece dovresti apprezzare un film dell’orrore vecchia maniera e tranquillamente fuori moda come Il Nascondiglio, che sa di caldo artigianato in anni in cui gli horror sono tutti metalizzati, translucidi e griffati MTV. I suoi difetti ce li ha, non voglio dire, però preferisco un film “personale” e pieno di sbagli che tante ben riuscite mediocrità fatte con lo stampino. Dai retta, o ti chiudo in una bara con Mengacci!

  21. andrea gennaio 5, 2009 a 8:24 pm #

    un uomo, prima di essere dato in pasto ai pescecani, esprime un ultimo desiderio. “un caffè”. “Splash!”

  22. acidshampoo gennaio 6, 2009 a 1:40 am #

    Bella Andrea! Ma anche:Un uomo, prima di essere dato il pasto ai pescecani, racconta una barzelletta: “un uomo, prima di essere dato in pasto ai pescecani, esprime un ultimo desiderio. “un caffè”. “Splash!””. Splash!

  23. l'idiota gennaio 6, 2009 a 2:39 am #

    va bè, ma che c’entra translucido e griffato mtv, io dico che in certi punti vuole creare tensione e invece riesce solo a farmi ridere…ci sono tanti film horror non translucidi ne griffati mtv dove non c’è nemmeno un momento in cui gli tirerei 2 monetine a mo di elemosina, poi sono d’accordo che il finale ritira su il giudizio globale… o ma vuoi fa a botte?

  24. l'idiota gennaio 6, 2009 a 2:46 am #

    comunque si ti do ragione sul fatto che tra i film contemporanei dello stesso genere è decisamente sopra la media, perchè si parla di un genere dove il film guardabile è un’eccezione…non si fa a botte

  25. acidshampoo gennaio 6, 2009 a 9:26 am #

    No, non voglio fare a botte su Il Nascondiglio. E’ un Avati minore, non ci tengo particolarmente. Quando però avrai da dirmi cotica su: Le Strelle Nel Fosso, Regalo Di Natale, Festa Di Laurea o Una Gita Scolastica, allora sì che saranno ganci, jab, diretti e arriuchèn!Comunque se vuoi un bell’horror teso, cicciuto e non translucido, ti consiglio Le Colline Hanno Gli Occhi. Non la versione di Craven degli anni ’70, ma quella di Alexandre Aja di un paio di anni fa. E come non citare The Descent, di Neil Marshall? Mammamia che film, un horror adultissimo.

  26. acidshampoo gennaio 6, 2009 a 9:27 am #

    L’Idiota, sparami i tuoi 10 film horror preferiti, poi ti dico i miei…

  27. acidshampoo gennaio 6, 2009 a 11:10 am #

    Le sbarbine devono morire. Vah che roba QUA.

  28. l'idiota gennaio 6, 2009 a 3:19 pm #

    sicuramente a 10 non c’arrivo, non perchè non ce ne siano, ma perchè non guardo tanti film, comunque te ne cito qualcuno che mi viene in mente, sempre che tra gli horror ci si possano mettere anche i thriller, io li identifico nella categoria più generale di film “di paura”. i film di paura che mi sono piaciuti nel senso che oltre ad aspetti da criticare ho trovato aspetti da lodare, sono stati: di darietto profondo rosso e suspiria,anche opera(unico dagli anni 80 in poi) non m’ha lasciato indifferente. Anche i primissimi sempre di darietto non mi sono disgarbati ma quelli li vedo piu come gialli che come film di paura(il gatto anove code etc..). il primo saw m’è piaciuto, m’è piaciuto ma non mi ricordo il titolo quello americano che parla di quel matto ex macellaio che comincia a macellare le persone e cucirsele addosso,i nightmare mi piacevano ma l’ultima volta che l’ho visti c’avevo 10 anni, poi psyco, anche rosemary baby l’ho guardato abb volentieri ,poi quando mi vengono in mente altri te li dico

  29. caramelleamare gennaio 6, 2009 a 4:39 pm #

    m’è piaciuto ma non mi ricordo il titolo quello americano che parladi quel matto ex macellaio che comincia a macellare le persone ecucirsele addossoforse dici “Non aprite quella porta” se è quello condivido perche anche a me m’è piaciuto molto. Secondo me pero un altro che ti dovrebbe piacere è “Alta tensione” sempre di Lexandre Aja, lo stesso regista che t’ha consigliato prima acid suggerendoti “Le colline hanno gli occhi”

  30. caramelleamare gennaio 6, 2009 a 4:45 pm #

    L’Idiota, sparami i tuoi 10 film horror preferiti, poi ti dico i miei…I miei invce sono: Tombola, La morte Gialla, Non aprite quella porta, L’almanacco della paura, Non si sevizia un paperino, M’hai provocato? e mo me te magno, Cinico tv, Urban kid, Madamoiselle boyfriend, Risyko

  31. andrea gennaio 6, 2009 a 4:56 pm #

    il silenzio degli innocenti è uno dei più belli che abbia mai visto.nonostante sia un’opera cristiana e non ne condivida minimamente il significato, il modo in cui è confezionato è perfetto

  32. acidshampoo gennaio 6, 2009 a 5:11 pm #

    L’Idiota, vai sul classico! Però Opera non te lo consento, è il primo Argento brutto senza riserve per me. Oddio, oggi Argento fa di molto peggio eh. Su Psycho bestemmierò ma ti dico: a me è piaciuto più Psycho II (ne hanno fatti 4 in totale), dove la figura di Norman Bates è umanizzata e assolutamente centrale rispetto all’intrigo thrilling. Non Aprite Quella Porta è un film che ho amato anch’io, nonché l’unico film bello di Tobe Hooper. Spero tu ti riferisca alla sua versione degli anni ’70, e non al remake translucido di qualche anno fa. Oh, un film che te ameresti è Funny Games (il primo, non il remake dell’anno scorso!). E’ il tuo film! Nei racconti delle gesta di te e Caramelleamare, ci vedo parecchio quelle della coppia Peter & Paul di Funny Games. Ora non posso spiegarti come e cosa, perché devo scappare ché mi scade lo yogurt, però fidati e m’ardirrai se per un film del genere ci impazzisci o qualcosa meno.Comunque la mia dozzina abbondante di horror della vita:- Creepshow (di George A. Romero)- La Casa (di Sam Raimi)- Non Aprite Quella Porta (di Tobe Hooper)- Funny Games (di Michael Haneke)- Society (di Brian Yuzna)- Hostel (di Eli Roth)- The Descent (di Neil Marshall)- La Casa Dalle Finestre Che Ridono (di Pupi Avati)- Scream (di Wes Craven)- Basket Case (di Peter Jackson)- Grillone, Un Uomo Col Pallone (di Alan J. Sedaka)- La Casa Del Diavolo (di Rob Zombie) – Zombi (di George A. Romero)

  33. acidshampoo gennaio 6, 2009 a 5:13 pm #

    > nonostante sia un’opera cristiana e non ne condivida minimamente il significato, il modo in cui è confezionato è perfettoPensa che io ho gusti così blasfemi e senza vergogna che Il Silenzio Degli Innocenti mi è piaciuto, ma Hannibal m’ha stregato. Red Dragon però non m’ha detto niente e l’ultimo non l’ho visto.

  34. lozissou gennaio 6, 2009 a 5:31 pm #

    Grillone è sicuramente fra i miei preferiti. Quando la verginella di turno gli tira giù i calzoni ed esce fuori un Grillo Parlante Cialtrone… goff, che paura. Il secondo tempo però è altalenante e, tutto sommato, un po’ pallone.

  35. acidshampoo gennaio 6, 2009 a 5:48 pm #

    > Grillone è sicuramente fra i miei preferiti. Quando la verginella diturno gli tira giù i calzoni ed esce fuori un Grillo ParlanteCialtrone… goff, che paura. Il secondo tempo però è altalenante e, tutto sommato, un po’ pallone.Anche il titolo del film di Zappa sapevi, anche quello… La prossima volta ti interrogo sulla saga di Grillone.

  36. lozissou gennaio 6, 2009 a 6:03 pm #

    Soprattutto quello però. Non vorrei dire una castroneria però, beh, insomma… massì via: io sono il cinema. Aaah, l’ho detto.

  37. ilmarinaio gennaio 6, 2009 a 6:44 pm #

    Pensa che io ho gusti così blasfemi e senza vergogna che Il Silenzio Degli Innocenti mi è piaciuto, ma Hannibal m’ha stregato. Red Dragon però non m’ha detto niente e l’ultimo non l’ho visto. L’ultimo non è male, l’ho anche recensito da me, se a qualcuno gliene importasse.  Red Dragon secondo me non era male, lo vidi al cinema e mi garbò.  Per una volta avevo visto un serial killer rappresentato non come un supereroe cattivo dei fumetti, onnipotente e furbissimo, ma come un essere umano!  Però a una visione successiva mi ha perso, in favore di Hannibal.  – Grillone, Un Uomo Col Pallone (di Alan J. Sedaka)per chi non lo sapesse è tratto da una storia vera, quella del calciatore Franco Grillone, nella formazione del Padova 1951-52 (vedi wikipedia). (campo chaccha:  “5caffe”)

  38. lozissou gennaio 6, 2009 a 6:53 pm #

    Che poi si fa tutto un bailamme e magari, fuori dalla Toscana, grillone non vuol dire altro che cazza.

  39. acidshampoo gennaio 6, 2009 a 7:11 pm #

    Porca puttana! C’hai ragione Marinaio, Grillone giocatore di pallone esiste davvero (QUI). Infatti ricordo che nell’horror di Sedaka a lui dedicato, Grillone doveva giocare una partita di calcio all’inferno, contro una squadra di demoni, per riportare in vita i giocatori della Grande Torino periti nella tragedia di Superga.

  40. l'idiota gennaio 6, 2009 a 7:21 pm #

    Anche io penso che opera faccia parte del darietto piu brutto che si concentra ormai solo sugli ammazzamenti piu splatter possibile trascurando tutto il resto, però non m’è rimasto indifferente nel senso che secondo me negli ammazzamenti li proposti riesce a sprigionare una notevole dose di cattiveria e disprezzo per l’essere umano, sarà che cmq l’ho visto a 11 anni ci stetti male qualche giorno…si caramelle il film era non aprite quella porta, l’ho googolato e ho visto che hanno fatto un botto di remake. Sicuramente ho visto un remake forse quello del 2003 (ho visto ce n’è uno anche del 2006), ora sono parecchio curioso di vedere l’originale.ora il materiale di films horror non mi manca grazie-se non altro è il genere di films che mi tiene sveglio-e per me non è poco 

  41. fox in the snow gennaio 6, 2009 a 7:23 pm #

    Ciao L’idiota, benvenuto! Se ti dovesse interessare, consiglio a te (e a tutti), come horror classico, di guardare “Audrey Rose”. Non dovrebbe essere difficilissimo da trovare, io lo pescai anni fa in un normale Blockbuster. Sono io l’unica (che pure l’horror, il thriller, ecc., li apprezzo) a non amare Il silenzio degli innocenti? Ci ho pure letto il libro. E’ che sia il film che il libro mi sembrano un po’ sempliciotti.

  42. fox in the snow gennaio 6, 2009 a 7:33 pm #

    Ah, dimenticavo, un altro classico horror che mi ha perseguitata da piccola: “Che fine ha fatto Baby Jane”? E “Chi giace nella culla della zia Ruth”. Ma questi non so se è facile procurarseli. All’epoca li davano in televisione. Bei tempi.

  43. fox in the snow gennaio 6, 2009 a 7:47 pm #

    Cazzo, ma guardate che scena questa. Grandissima Joan Crawford.

  44. lozissou gennaio 6, 2009 a 7:49 pm #

    >Ma questi non so se è facile procurarseli.Io posso. (pausa tattica.) Baby.

  45. acidshampoo gennaio 6, 2009 a 7:56 pm #

    Lozissou, te che sei un giramondo, QUI ci sei mai stato?

  46. acidshampoo gennaio 6, 2009 a 8:01 pm #

    > Grandissima Joan Crawford.Attrice nella media, niente di ché. Nel film in questione poi c’è un abisso fra lei e la Davis.Tra l’altro la Crawford era una notissima troia nella vita. Basta vedere il film Mammina Cara (QUI), tratto dal libro di sua figlia, che ne denuncia gli abusi e le violenze.

  47. lozissou gennaio 6, 2009 a 8:02 pm #

    Sì, quando avevo due anni e mezzo mi ci feci fare un trapianto. Di che ti dirai? Di pianto. Sì, presi il pianto di un altro perché io non avevo già lacrime e quelle poche che avevo non erano abbastanza sdilinquevole. Invece secondo me il pianto deve struggere – come lo strutto – chi lo subisce, che so farlo sentire un pochino in colpa. Quanto basta però, non di più.

  48. fox in the snow gennaio 6, 2009 a 8:09 pm #

    >Nel film in questione poi c’è un abisso fra lei e la Davis.Sarà, ma in questo film a me sembra il contrario. Bette Davis fa la pazza in modo un po’ stereotipato, credo. La trovo molto più immobile, poco plastica, in questo film.

  49. Daiana gennaio 6, 2009 a 8:10 pm #

    Dai retta, o ti chiudo in una bara con Mengacci!Chissà come reagirebbe il razionale di caramelle…

  50. acidshampoo gennaio 6, 2009 a 8:14 pm #

    L’Idiota, concordo sulle morti di Opera. Ma anche nei film più brutti, Argento riesce a tirar fuori delle trovate d’isteria notevole. Vedi la macchina ammazzatopi ne Il Fantasma Dell’Opera (una genialata nel suo film più tremendo).Un po’ di ordine sulla saga di Non Aprite Quella Porta, grazie! L’originale è quello del 1974 di Tobe Hooper (guardalo!). A cui il regista ha dato un seguito nel 1986. Un seguito dalle caratteristiche opposte all’essenzialità dell’originale, ne è uscita una baracconata anni ’80 che di più non si puole. Nel 90 è uscito un terzo capitolo con tale Jeff Burr alla regia, con Viggo Mortensen protagonista. Nemmeno malaccio a dire il vero. Letale il quarto capitolo, del 1994, diretto da Kim Henkel, la sceneggiatrice del film originale. Fra i protagonisti: due giovanissimi Renee Zellweger e Matthew McConaughey. Poi nel 2003 è uscito il remake dell’originale (remake di nome, visto che poteva essere pure un seguito), diretto da Marcus Nispel. Patinato, annacquato, prodotto da Michael Bay, niente di ché. E nel 2006 è uscito il prequel del remake, appena migliore.Al momento attuale, sono in lavorazione i remake di Venerdì 13 (di prossima uscita) e di Nightmare (ancora in fase di pre-produzione). Purtroppo prodotti entrambi da Michael Bay. Ah, come nuovo Freddy Kruger io voglio un attore e uno solo! QUEST’UOMO!

  51. acidshampoo gennaio 6, 2009 a 8:23 pm #

    Fox, se ti piace Che Fine Ha Fatto Baby Jane?, devi vedere anche Piano Piano Dolce Carlotta. Sempre diretto da Robert Aldrich, sempre da un romanzo di Hendy Farrell, sempre sceneggiato da Lukas Heller, sempre con la Davies protagonista. E la Crowford? Niente, all’ultimo momento la dovettero sostituire con la Olivia De Havilland. Però chi ama Baby Jane ama anche Carlotta, quindi te lo consiglio. QUESTO il trailer.

  52. acidshampoo gennaio 6, 2009 a 8:24 pm #

    > Chissà come reagirebbe il razionale di caramelle…Capocciate nel legno per cercare di stare svenuto più tempo possibile. “Evvai, un’altra ventina di minuti sono passati!”

  53. acidshampoo gennaio 6, 2009 a 8:26 pm #

    > Invece secondo me il pianto deve struggere – come lo strutto – chi lo subisce, che so farlo sentire un pochino in colpa. Infatti ho questa immagine che mi tocca troppo il cuore: Lozissou che piange perché il babbo gli ha ammazzato i gattini e lui poverino li voleva affogare lui li voleva…

  54. fox in the snow gennaio 6, 2009 a 8:34 pm #

    Acid, ma tu ce l’hai Piano piano ecc.? Ma è quello in cui buttano un uomo in uno stagno con tutta la macchina, o mi confondo?

  55. acidshampoo gennaio 6, 2009 a 8:39 pm #

    > Acid, ma tu ce l’hai Piano piano ecc.? Ma è quello in cui buttano un uomo in uno stagno con tutta la macchina, o mi confondo?Non so se è quello, né ce l’ho. Io chiacchiero chiacchiero, ma dei film in bianco e nero non me ne intendo. Per me il cinema esiste dai ’70 in poi.

  56. lozissou gennaio 6, 2009 a 8:43 pm #

    >Acid, ma tu ce l’hai Piano piano ecc.? Ma è quello in cui buttano un uomo in uno stagno con tutta la macchina, o mi confondo?Ce l’ho io, ce l’ho-oh. C’ho tutto. Anche per me è più bello. >Lozissou che piange perché il babbo gli ha ammazzato i gattini e lui poverino li voleva affogare lui li voleva…Questo mai! Non ti permettere mai più. Vai, legata al dito questa.

  57. acidshampoo gennaio 6, 2009 a 8:44 pm #

    CANNAVARO: GOMORRA? NON GIOVA ALLA NOSTRA IMMAGINE.Capitanodella nazionale di calcio, campione del mondo e pallone d’oro. Titoliche probabilmente hanno dato alla testa a Fabio Cannavaro, intervistatoda Chi a 360°. Dopo aver detta la sua sulla politica Zapateriana,etichettandosi orgogliosamente “italiano” per giustificare il suo no aimatrimoni gay, Cannavaro si è anche ‘vestito’ da criticocinematografico, dicendo la sua su Gomorra.“Per il cinema italiano spero che “Gomorra” vinca l’Oscar. Manon penso che gioverà all’immagine dell’Italia nel mondo. Abbiamo giàtante etichette negative. È facile che un problema locale vengageneralizzato. Ancora oggi un mio compagno di squadra mi ha detto:“Italiano? Mafioso“. A quanto pare il nostro Capitano preferiscel’etichetta “Italiano? Orgogliosamente Razzista!”, tanto da permettersigiudizi su un film che sta ottenendo premi e riconoscimenti ovunque.

  58. fox in the snow gennaio 6, 2009 a 8:47 pm #

    >CANNAVARO: GOMORRA? NON GIOVA ALLA NOSTRA IMMAGINE.Non è il primo da cui sentiamo commenti del genere, no? Chissà se l’ha visto il film. Letto il libro, neanche a chiederlo. Eh, la verità fa male. Chissà come mai la gente intelligente che conosco io di napoli e dintorni o ha letto il libro/visto il film o lo vuole fare. Poi il film/libro può anche non piacere, ma che cosa bisognerebbe fare? Nasconderlo sotto il tappeto perché i panni sporchi si lavano in casa propria? ne facciamo di figuracce nel mondo… A partire dal calcio. Figuracce tipo le capocciate, intendo. Ai mondiali! Non è anche quello un modo di comportarsi da camorrista?

  59. fox in the snow gennaio 6, 2009 a 8:51 pm #

    >Ce l’ho io, ce l’ho-oh. C’ho tutto. Anche per me è più bello. Una volta o l’altra si può guardare insieme?

  60. lozissou gennaio 6, 2009 a 8:53 pm #

    Toh, voglia te. Me lo ricordo anche poco.A proposito di isterie violente: Aldrich già negli anni ’60 anticipava la scena cult di Tenebre come se niente anfusse.

  61. Fabio Cannavaro gennaio 6, 2009 a 9:00 pm #

    Io non ironizzerei sulle mie dichiarazioni.  L’italia sta passando un periodo di grossa crisi, e certo al nostro commercio nel mondo non fa bene la brutta immagine che un film come gomorra da.  Noi italiani si sa, siamo gente molto in gamba, ma bisognerebbe saper valorizzare le cose belle che si hanno, non quelle brutte.  Per esempio, siamo un paese con pochissimi ricchioni, pochi negri, dove le mamme fanno tanta buona pastasciutta ai loro figli.  Tantissima buona pastasciutta.  Certo ragazzi di cose buone ce ne sono nel mondo ma la pastasciutta come sarà!  Io per esempio, un piatto di pastasciutta che mi fa la mamma mia, un bicchierino di vino rosso, due scorregge, una trombata e poi dormo come un papa.  No?  Ho detto male?

  62. acidshampoo gennaio 6, 2009 a 9:03 pm #

    Io piuttosto voglio assolutamente trovare QUESTO z-movie qua in italiano. Il trailer è di una follia da innamorarsene. Ma sarà mai stato distribuito qua? Te Lozissou ne sai niente?

  63. acidshampoo gennaio 6, 2009 a 9:07 pm #

    Ciao Cannavaro, mi viene da darle ragione, anche a livello di cannavacci. Sulle cose belle della vita non sottovaluterei comunque i fischiotti. Certo come saranno anche i fischiotti? I cosidetti fischiotti, che sono una sorta di pasta per la minestra che si basa su un paradosso spaziale: sono tipo lunghi 1/3 dei cannellini. Sono tipo dei cannellini striciolati, concetto che mi rimanda ai “funghi trifoidali” e ad altri tipi di berlina.

  64. lozissou gennaio 6, 2009 a 9:33 pm #

    Ah nono, avevo visto già prima. Mai sentito prima né tantomeno visto. Peccato però. Secondo me però su emule o play.com si trova.

  65. andrea gennaio 6, 2009 a 9:36 pm #

    a chi può interessare, ho visto che il nuovo ciclo del cineforum di arezzo è dedicato alla paura e al desiderio.non mi perderò sicuramente la proiezione di Denti,  che se non sbaglio è il 10 febbraio. 

  66. lozissou gennaio 6, 2009 a 9:41 pm #

    Io ci sarò di sicuro. Come ce s’arconosce? Mica avevo capito che eri de ‘Rezzo, Andrea. Ti pensavo della Brianza. Quanto so’ ghiozzo.

  67. andrea gennaio 6, 2009 a 9:58 pm #

    Io ci sarò di sicuro. Come ce s’arconosce? Mica avevo capito che eri de’Rezzo, Andrea. Ti pensavo della Brianza. Quanto so’ ghiozzo.cazzo, no! la brianza no!per non attirare l’attenzione, direi di recarci al cinema nudi.

  68. ??? gennaio 6, 2009 a 10:07 pm #

    I brianzoli sono una razza inferiore?Proponi una bella pulizia etnica?

  69. lozissou gennaio 6, 2009 a 11:12 pm #

    >direi di recarci al cinema nudiNo alò, le mi’ chiappine al vento di febbraio no. Se era giugno, tanto tanto.E se poi ci fosse qualche angina pectoris e qualche vagina addentellata? Se i brianzoli sono inferiori non lo so, però so che sono tanto diomenescampieliberi.

  70. ? gennaio 6, 2009 a 11:33 pm #

    eh sì certo… non ci sono più le mezze stagioni, meglio un morto in casa che un pisano all’uscio e la frutta non ha più lo stesso sapore. Ah nelle fogne di New York ci sono i coccodrilli.Andiamo avanti così!

  71. acidshampoo gennaio 7, 2009 a 1:58 am #

    > Non è anche quello un modo di comportarsi da camorrista?Senza contare il fatto che anche Saviano, se non sbaglio, è un ex camorrista.

  72. acidshampoo gennaio 7, 2009 a 2:00 am #

    QUI il trailer di “…of the dead”, il nuovo film di George A. Romero.

  73. acidshampoo gennaio 7, 2009 a 2:06 am #

    Roba da matti. Apprendo ora di una fiction su Vanna Marchi uscita in giappone. Guardate QUA e QUA.

  74. fox in the snow gennaio 7, 2009 a 7:34 am #

    Curioso. Quindi se ho capito bene la fiction serve solo a far capire la storia nell’ambito di una trasmissione. Però non sarebbe male farla noi in Italia, una fiction sul caso Marchi, che in fondo è avvincente. Ma non dai RaiFiction, però! Ne verrebbe fuori una cosa blanda in cui non si capisce niente.

  75. Daiana gennaio 7, 2009 a 11:40 am #

    Mi manca da vedere l’ultima puntata della seconda stagione di mad men… ma ce ne sarà una terza vero?! Dalle premesse ho l’impressione che non si concluderà con la prossima puntata. Cmq davvero una bella serie e anche il personaggio di Don secondo me è molto meno peggio di come lo giudicate te e caramelle.

  76. acidshampoo gennaio 7, 2009 a 12:09 pm #

    > I brianzoli sono una razza inferiore?Te lo dirò quando avrò visto “Cav. Costante Nicosia Demoniaco: Ovvero Dracula In Brianza”, di Lucio Fulci, con Lando Buzzanca protagonista. Comprato tempo fa.Tra l’altro la padrona del mio bar/pub preferito di Milano Marittima è brianzola.

  77. acidshampoo gennaio 7, 2009 a 12:12 pm #

    > Mi manca da vedere l’ultima puntata della seconda stagione di mad men… ma ce ne sarà una terza vero?!Nel progetto dell’autore, devono essercene cinque. La terza comunque è già confermata.Oh, ti ricordo che ieri hanno trasmesso la nuova di Nip/Tuck eh!

  78. caramelleamare gennaio 7, 2009 a 1:22 pm #

    Poi il film/libro può anche non piacere, ma che cosa bisognerebbe fare?Nasconderlo sotto il tappeto perché i panni sporchi si lavano in casapropria? ne facciamo di figuracce nel mondo… A partire dal calcio.Figuracce tipo le capocciate, intendo. Ai mondiali! Non è anche quelloun modo di comportarsi da camorrista?madonna fox che commenti ridicoli che fai? ma veramente sono questi i tuoi pensieri? cioè proprio con questo ordine di parole? se è cosi è veramente deprimente.per carità, tutto corretto, tutte cose giuste nella sostanza, eppure chissa come mai una persona che dice ste cose io non la reggo. è difficile da spiegare, ma preferisco un analfabeta rispetto a uno a cui in testa gli si formano queste frasi, questi percorsi sintattici cosi rotondi, banali e perfettamente ovvi e non se ne vergogna neanche.Boh non lo so, forse in prima elementare si ragiona in questi termini, o dalla defilippi

  79. fox in the snow gennaio 7, 2009 a 1:38 pm #

    In effetti non c’è niente di originale in quello che ho scritto. Che ci posso fare? In questo e in tante altre cose penso senza sfumature, in questo caso che gli italiani sono imbroglioni quando non criminali, perbenisti e superficiali. Lo so, è banale e pressappochista, vorrà dire che sono banale e pressappochista. E anche un po’ moralista. Se me lo spiegavi così ti davo ragione. Siccome non lo sai spiegare, invece, penso che il tuo nei miei confronti sia semplice pregiudizio. E fra l’altro sarebbe stato interessante se tu avessi detto la tua sull’argomento, piuttosto che commentare quello che ho commentato io. Saresti un ottimo accademico.

  80. fox in the snow gennaio 7, 2009 a 1:54 pm #

    Chivu: “In Italia c’è tanto razzismo” Il difensore dell’Inter. “Mi gridano: Zingaro, vai a fare il muratore” Roma – 2 dicembre 2008 – “Smettiamola di nasconderci, in Italia c’è tanto razzismo”. Parola del  calciatore Cristian Chivu, passaporto romeno e maglia interista, che negli stadi italiani ha sentito tanti insulti. “Mi gridano: “Zingaro, vai a fare il muratore”. Di tutto”, racconta in un’intervista pubblicata oggi dal mensile GQ. “Credi che mi dia fastidio? Là dietro i palazzoni dove sono cresciuto c’erano tanti ragazzi rom. Mi sono sempre trovato benissimo con loro, “zingaro” per me non è un’offesa”. “L’etichetta che ci appiccicate addosso” è l’aspetto dell’Italia che meno piace a Chivu. “Ti pare possibile che i romeni siano solo delinquenti? È facile catalogare un intero popolo per colpa di qualche mela marcia, che c’è ovunque. Quando qualcosa va storto e c’è di mezzo un romeno, il titolo è solo per lui”.Secondo il calciatore, “l’elezione di Obama e la vittoria di Hamilton in F1” sono segnali che si può combattere l’intolleranza. “Ma è un processo lungo, che riguarda tutti. In Olanda hanno i marocchini, in Francia i tunisini. Bisogna avere il coraggio di affermare che il razzismo esiste, altrimenti non lo si può combattere”.

  81. acidshampoo gennaio 7, 2009 a 2:20 pm #

    > In questo e in tante altre cose penso senza sfumature, in questo casoche gli italiani sono imbroglioni quando non criminali, perbenisti esuperficiali.D’altronde è anche una storica frase di Andreotti, che i panni sporchi si lavano in casa. Dopo 60 anni evidentemente non è cambiato niente. E’ lo stesso pensiero che motiva chi vorrebbe l’istituzione di quartieri a luci rosse, per “pulire” le strade (leggi: nascondere la spazzatura sotto i tappeti). Se quello di Cannavaro qualcuno lo definirebbe amor di patria, io alla patria ci sputo volentieri sopra, non me ne frega niente e se in altri paesi più civili conoscono e inorridiscono allo schifo a cui noi invece ci siamo assuefatti, io non posso che esserne strafelice.

  82. ilmarinaio gennaio 7, 2009 a 8:51 pm #

    una notizia che farà piacere a tutti:  Pau dei Negrita condannato per aggressione. (l’episodio è avvenuto nel 2000 a Talzano, all’allora El sol) Ilcantante dei Negrita Pau Bruni è stato condannato al pagamento di unamulta di 600 euro ed delle spese processuali dal Tribunale Penale diArezzo: il frontman della rockband toscana ha patteggiato la pena inoccasione della prima udienza, tenutasi lo scorso 15 ottobre. Lasentenza segue la vicenda che aveva visto coinvolti lo stesso vocalisted il giornalista Andrea Scanzi, protagonisti di una movimentata seratain una discoteca aretina nell’aprile del 2000 (vedi News): lecontroparti, per ora, non hanno rilasciato commenti.(fonte :  Rockol.it) 

  83. ilmarinaio gennaio 7, 2009 a 8:52 pm #

    segue, sempre da Rockol:Paolo Bruni, meglio conosciuto come Pau, frontmandei Negrita, è stato condannato in via definitiva dal Giudice UnicoAlessandra Guerrieri al pagamento dei danni biologici, morali epatrimoniali nei confronti del giornalista Andrea Scanzi, col quale ilcantante ebbe un diverbio sfociato poi in rissa in una discotecaaretina nel 2000. Nessuna delle parti in causa ha rilasciato commenti.

  84. acidshampoo gennaio 7, 2009 a 9:02 pm #

    Non ci speravo che quella vicenda avesse questi sviluppi! Evvai!!!

  85. l'idiota gennaio 7, 2009 a 10:20 pm #

    anche io ci sputo sopra volentieri alla nazione, però non mi offendete la città dove so nato se no spacco tutto dio cane!

  86. acidshampoo gennaio 8, 2009 a 1:39 am #

    L’Idiota, sappi che io ho sempre pensato al paradiso come a Grosseto, solo tre volte più grande.

  87. andrea gennaio 8, 2009 a 6:50 am #

    non capisco tutto questo accanirsi contro wanna marchi, che è il simbolo dell’economia creativa.non ha fatto altro che riportare al nord un po’ di soldi.io sarò cinico, ma chi paga quelle cifre un kilo di sale, merita il peggio che la vita gli può offrire.

  88. acidshampoo gennaio 8, 2009 a 12:14 pm #

    Andrea, a questo giro non potrei essere più in disaccordo. Per me che ci si approfitti di gente di modesta cultura e/o credulona e/o fragile, è solo un’aggravante e non da poco. E’ proprio per la tipologia di persone che hanno plagiato e truffato che io spero nel peggio del peggio del peggio per la Wanna Marchi e la su progenie.

  89. fox in the snow gennaio 8, 2009 a 1:46 pm #

    Andrea, che ti frega che la Marchi riporti un po’ di soldi al Nord? Al Nord dove, in Romangna? Spero che stai scherzando. Te non sei del Centro? Guarda che per loro sei terrone pure tu. E poi, al Nord? A se stessa, semmai. Al di là del fatto che lei e la figlia si sono appofittate di persone non solo ignoranti e superstiziose, ma in situazioni familiari, economiche, di salute, ecc., che le avrebbero fatte sperare in chiunque, le hai sentite le telefonate della figlia? Non so tu ma le persone così aggressive e prepotenti secondo me meritano di raccogliere quello che seminano.

  90. caramelleamare gennaio 8, 2009 a 10:32 pm #

    io sarò cinico, ma chi paga quelle cifre un kilo di sale, merita il peggio che la vita gli può offrire.pienamente d’accordo. certa gente è bene che patisca quel che patisce. c’avessi la faccia non avrei problemi a metterlo nel culo a certi cerebrolesi che ancora credono a cose del genere. la marchi è una cretina sicuramente, ma quelli che non reggo sono lagente che la cerca. gli auguro il peggio a tutti loro

  91. acidshampoo gennaio 8, 2009 a 10:38 pm #

    Caramelle, stai spostando il tuo essere da “immorale” ad “amorale”. Occhio che ci perdi in carisma.

  92. caramelleamare gennaio 8, 2009 a 10:49 pm #

    una notizia che farà piacere a tutti:  Pau dei Negrita condannato peraggressione. (l’episodio è avvenuto nel 2000 a Talzano, all’allora El sol) sto coglione me lo trovato spesso a sedere in qualche tavolo vicino quando, ancora adolescente andavo da solo a mangiare la pizza, l’antipasto, il primo, il secondo e il dolce in un posto a capolona, vicino a subbiano. So che lui infatti cosi come credo almeno un paio degli elementi che componevano il gruppo inizialmente erano di quelle parti. lo stesso posto dove diverse volte siamo stati insieme acid, il sudicio. quello vicino a casa mia. spesso ci so andato anche col deglinnocenti che ai abitava li davanti fanno un calzone ottimo, uno dei migliori che mi ricordi, insieme a quello del RossoBlu, pizzeria malvista dagli aretini. probabilmente perche la strada per arrivarvci è asfaltata, ma non benissimo. è accanto ad arezzo, zona dietro al mazzi distributore

  93. caramelleamare gennaio 8, 2009 a 10:51 pm #

    Caramelle, stai spostando il tuo essere da “immorale” ad “amorale”. Occhio che ci perdi in carisma.scusa

  94. acidshampoo gennaio 8, 2009 a 11:06 pm #

    > scusa A me non me ne viene niente, anzi s’alzano le mie quotazioni!

  95. acidshampoo gennaio 8, 2009 a 11:10 pm #

    > insieme a quello del RossoBluC’ho passato tutti i capodanno della mia infanzia! C’andavo coi miei dopo il cinema.Però il miglior calzone lo mangiavo al New Black Cat.

  96. caramelleamare gennaio 9, 2009 a 11:11 pm #

    Però il miglior calzone lo mangiavo al New Black Catnon lo conosco, ma esiste ancora?

  97. acidshampoo gennaio 9, 2009 a 11:45 pm #

    > non lo conosco, ma esiste ancora? Sì, è quello davanti alla Luna 4. Però da allora avrà cambiato gestione sette volte…

  98. caramelleamare gennaio 10, 2009 a 3:28 pm #

    ah ho capito qual’è. se non mi sbaglio c’ha un ingresso a tunnel o cmq qualcosa che viene in fuori. il luna4 oltretutto secondo me fa una nutella notevolissima. gli altri gusi me li ricordo poco, ma credo che sia un ottima gelateria. era di strada per andare a casa della bernardi

  99. acidshampoo gennaio 10, 2009 a 3:46 pm #

    Ecco, a me il gelato della Luna 4 piace poco, anche se sempre più della Violetta. Troppo liscio e cremoso, colore pastello, poco artigianale. Lo salvo giusto in quei gusti che mi danno più nell’occhio. Mentre le mie gelaterie preferite sono Il Gelatone di Pescaiola e quella al piano superiore del Magnifico. Sì, il New Black Cat è quello col tunnel della droga davanti.

  100. Nicola gennaio 11, 2009 a 1:59 pm #

    Per la cronaca, la mia gelateria preferita, il “la panna cotta” si è spostata in un locale più grande e luminoso, dove la propietaria fa anche i bocchini a tortiglione! Il calzone del new black è ottimo, i problemi sono il cameriere propietario che suda come un pazzo e il tavolo vicino alla porta d’ingresso. Per il resto provatela.

  101. caramelleamare gennaio 12, 2009 a 2:19 am #

    i problemi sono il cameriere propietario che suda come un pazzo e iltavolo vicino alla porta d’ingresso. Per il resto provatela.io ce l’avevo alle elementari una che gli sudavano le mani da fare schifo. Per questo l’ho sempre odiata anche se lei era innamorata di me. Appena finite le elementari gli ho tolto il saluto. E quando l’ho rivista a una festa che s’era rifatta il mento gli ho detto: “ma non ti potevi togliere quello schifo di sudore dalle mani!?”Il su citto m’ha spaccato il muso, pero che soddisfazione

  102. infrarosa gennaio 15, 2009 a 10:38 pm #

    una notizia che serve da modello per la perfezione della lingua italiana: “ho fatto splash”! QUI: http://www.corriere.it/cronache/09_gennaio_15/usa_areo_precipita_fiume_b0018376-e346-11dd-abc2-00144f02aabc.shtml  (acid me lo rilinki te io non posso 😦  …?)

  103. infrarosa gennaio 15, 2009 a 10:52 pm #

    gente ma in che città abitate? new black cat? luna 4? rossoblu? ma dove sono sti posti? comunque la “panna cotta” nonostante i locali luminosi areati e anche meno attraenti di prima fa sempre il gelato più buono del mondo. la pizza a me mi piaceva il serpentone del merda.

  104. frank gennaio 16, 2009 a 10:14 am #

    >Il calzone del new black è ottimo, i problemi sono il camerierepropietario che suda come un pazzo e il tavolo vicino alla portad’ingresso. Per il resto provatela.Io insisto a dire che Nicola dovrebbe curare una rubrica di nightlife, lifestyle, recensioni di locali e di persone.

  105. frank gennaio 16, 2009 a 10:16 am #

    >RossoBlu, pizzeria malvista dagli aretiniAlla faccia, quando ero piccola s’era sempre lì, coi miei. Lì e a Buon Riposo, pizza atroce a ripensarci ma videogiochi bellissimi. Il Rossoblu fra l’altro è attaccato a casa della Stocchi, e con la figliola dei proprietari s’era anche amiche.

  106. acidshampoo gennaio 16, 2009 a 1:24 pm #

    > comunque la “panna cotta” nonostante i locali luminosi areati e anchemeno attraenti di prima fa sempre il gelato più buono del mondo.Uno schifo, seconda solo al gelato della Premiata Gelateria Rosetta. Il tipo gelato liscio liscio, cremoso, tutta base e poco gusto.Il mio preferito è di gran lunga il Gelatone, ma ci metto secondo, quasi alla pari, la gelateria del Magnifico.

  107. acidshampoo gennaio 16, 2009 a 1:28 pm #

    > Il Rossoblu fra l’altro è attaccato a casa della Stocchi, e con la figliola dei proprietari s’era anche amiche.Io mi ricordo il figlio dei proprietari, che assomigliava a Zucchero e diventò parecchio tecchio. E la gente d’Arezzo sconvolta diceva: “è diventato grasso perché dice che mangia una pizza al giorno!”E’ incredibile quanto poco ci voleva per sconvolgere la gente vent’anni fa. Ricordo anche che il New Black Cat, faceva scalpore per il nome azzardato! Senza parlare dei primi ristoranti cinesi: “la mi cognata ha mangiato le cavallette al vapore, le cosce delle nutrie e il magma fritto”.

  108. ilmarinaio gennaio 16, 2009 a 2:05 pm #

    una notizia che serve da modello per la perfezione della lingua italiana:eccolo qui: NEW YORK – Un aereo dell’Us Airways, decollato dall’aeroporto LaGuardia, uno degli aeroporti newyorchesi, alla volta di Charlotte inNorth Carolina, è finito nell’Hudson, il fiume che costeggia New Yorkad ovest di Manhattan. L’aereo ha tentato, riuscendovi un ammaraggio.Così mentre galleggiava, intorno alla carlinga, diversi traghetti hannopotuto prestare i primi soccorsi.

  109. ilmarinaio gennaio 16, 2009 a 2:08 pm #

    Rosso Blu: mai stato.  Un annetto fa della gente che poi non ho rivisto mic i portò, che lo frequentavano, ma si trovò chiuso.New Black Cat:  buona la pizza colla bufala.  comunque hanno una fretta esagerata, è la seconda volta che mi succede che mi portano la pizza a metà antipasto.  il Marinaio consiglia:  ordinare un piatto per volta.Buon Riposo:  anch’io ci andavo sempre, mi ricordo certi piatti di mare, la televisione in un angolo (mi ricordo in particolare, chissà perché, una volta che trasmetteva gli Specchio.  chissà che fine hanno fatto). nessuno di voi è mai stato a Indicatore, al Grand Prix? e dietro lo stadio, al bocciodromo, dove fanno la pizza?  e a mangiare a Montione? 

  110. frank gennaio 16, 2009 a 5:54 pm #

    >Ricordo anche che il New Black Cat, faceva scalpore per il nome azzardato!Come no! Io da piccina ero già dura come le pine, e secondo una ferrea logica tutta mia chiedevo sempre ai miei: “che vuol dire new? e black? e cat? ma allora c’è un’altra pizzeria che sia chiama black cat?” e ogni volta che ci passavo davanti aridanghete… >e a mangiare a Montione?dove intendi?

  111. infrarosa gennaio 17, 2009 a 1:48 pm #

    a montione io credo dopo il ponte a destra, una volta facevano dei panini fotonici lì

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: