Novembre 2008: fioccano bonellidi!

22 Nov

m_lilith_034_300

DAVID MURPHY 911 – “Nel peggiore dei casi”

Sceneggiatura: Roberto Recchioni
Disegni: Matteo Cremona
Copertina: Gabriele Dell’Otto
Edito da Panini Comics, 96 pp., b/n
Miniserie in 4 numeri, mensile, 2,90 € cad., i
n edicola dal 7 novembre

E’ il primo lavoro di Recchioni (John Doe, Detective Dante) che mi convince senza riserve. A partire dal protagonista, che non dico che c’andrei insieme al Dopolavoro Ferroviario, ma per una volta tanto non ti rompe i coglioni ad ogni pagina. David Murphy 911 è un tributo al cinema d’azione anni ’80 (il peggior genere della peggior decade), grazie anche a tavole spettacolari ad opera di Matteo Cremona. Recchioni dice di averlo scelto “perché quando apro un suo albo, parte il THX”. E c’ha ragione. Un albo che si fa bere e che ti lascia con la voglia di continuare la corsa, anche per il cliffhanger da cuore in gola con cui si chiude. Bello il montaggio alternato, fra presente e passato, che ci porta a conoscere la genesi dell’eroe e il motivo per cui sarà sempre l’uomo giusto nel posto sbagliato. Originali i redazionali e incisivo l’incipit in medias res. Poi certo, si resta dalle parti dell’intrattenimento più cazzone e disimpegnato, e i fan di Giacomo Leopardi potrebbero restarne seriamente delusi.
QUI, intervista a Roberto Recchioni. QUA, tavole in anteprima.

LILITH – “Il segno del Triacanto”

Sceneggiatura: Luca Enoch
Disegni: Luca Enoch
Copertina: Luca Enoch
Edito da Sergio Bonelli, 128 pp., b/n
Miniserie in 20 numeri, semestrale, 3,50 € cad., in edicola dal 21 novembre

Chi temeva che Lilith fosse Gea con meno carisma, stesse tranquillo: qua siamo proprio da tutt’altra parte. Un’opera più matura, meno ammiccante, per nulla scanzonata, ma emotivamente tesa e dal peso specifico notevole. Enoch è un perfezionista, crea un mondo e te lo fa percepire tutto, anche perché ha in testa idee perfettamente a fuoco. La protagonista è interessante, magnetica, pure arrapante, e si mangia a colazione la mocciosa fotofobica bassomunita mistress di paraplegici. Lilith (anzi Lyca) è anche un personaggio che ti ci voglio a gestirlo in un fumetto popolare, sia perché se ne sta chiappe al vento per gran parte dell’albo, sia perché è capace di fare il peggio anche ai meglio. Il lavoro di Enoch comprende una ricerca storica molto approfondita eppure mai ostentata. L’antica Grecia che fa da teatro alle vicende di questo numero non ha bisogno di snocciolare citazioni e folklore per arrivarci come credibile e immersiva. Uno dei migliori albi d’esordio per una serie Bonelli. Forse lo zenith, fino ad oggi, dell’autore completo Enoch.
QUI, intervista a Luca Enoch. QUA, tavole e studio dei personaggi.

TRIGGER – “I messaggeri”

Sceneggiatura: Ade Capone
Disegni: Matteo Mosca, Elia Bonetti, Ivan Vitolo, Sergio Gerasi, Stefano Santoro
Copertina: Matteo Mosca
Edito da Starcomics, 96 pp., b/n
Miniserie in 6 numeri, bimestrale, 2,70 € cad., in edicola dal 26 novembre

Anche Ade Capone tradisce la fascinazione per Lost. E aggiungerei: dio d’un dio! Questo albo ne è purtroppo l’evidente dimostrazione. Quattro protagonisti, una ministoria di 24 pagine per ciascuno. I quattro albi successivi saranno dedicati ognuno ad un personaggio. E l’ultimo? Ovviamente sarà corale e incrocerà le varie storie. Il genere è uno di quelli che non augurerei neanche ai peggio nemici: “fantascienza col dna di mezzo”. E’ un esordio solido per chi ama Capone, ma molto di pragmatica, poco sorprendente e che non lascia grande interesse dopo la lettura. In effetti la seriosa e testosteronica poetica dell’autore sembra bloccata a Lazarus Ledd, nei pregi e nei difetti. Qua sembra contare più la storia che i personaggi, che non escono dalla pagina disegnata. E non è che la storia paia così imprescindibile. Per certi versi ricorda l’esordio di Nemrod dell’anno scorso, poi rivelatasi una saga pesante e manichea. Certo, è un piatto sicuro per chi ama gli intrighi di Capone, ma gli altri potrebbero restare delusi da questo albo. Lo stesso Alfredo Rampi, nel pozzo, non avrebbe saputo che farsene.
QUI, intervista ad Ade Capone. QUA, il numero zero.

Annunci

90 Risposte to “Novembre 2008: fioccano bonellidi!”

  1. andrea novembre 22, 2008 a 8:08 am #

    david murphy lo cerco sicuro, non lo avevo proprio visto. jon doe è l’unico fumetto italiano che mi piace senza riserve e il cinema d’azione anni 80 farà schifo, non lo metto in dubbio, però mi ha cresciuto. lilith sembra interessante.di trigger avevo letto un numero 0 gratuito e mi puzzava tanto di cagata pazzesca.

  2. andrea novembre 22, 2008 a 8:15 am #

    a proposito, ci sei mai andato a vedere la fumetteria che ti dicevo?

  3. caramelleamare novembre 22, 2008 a 8:59 am #

    No no, uno che la pensa come te sempre è facile etichettarlo come uno senza un pensiero suo. fox non essere grossolana, ti spiego come sta: io ho un pensiero mio, che guarda un po 7 volte su dieci è come quello di acid pero un bel po piu grezzo. E’ normale che nel momento in cui lui sbobina quello che pensa farcendolo di tutte le sfumature alle quali non avevo pensato perhce per natura sono superficiale, le approvi e anzi, m’aiutano ad affinare il concetto in questione. Due volte su dieci invece piu o meno si pensa proprio identicaE una volta su dieci acid sbagliaPoi ci sono tante cose sulle quali io non ho un idea mia e acid mi risparmia la fatica passandomela gia con tutte le sfumature al posto giuste e le istruzioni per il montaggio.Non vedo perche dovrei dargli ragione a priori senza che quello sia realmente cio che sento anche io, anche se lo scopro in quel secondo esatto.cmq sei libera di pensarla come vuoi, non sei l’unica a pensarla cosi. qualcuno potrebbe addirittura azzardare l’ipotesi che non hai un pensiero tuo e segui quello del donati, per esempio

  4. caramelleamare novembre 22, 2008 a 9:13 am #

    ho fatto casino coi messaggi, questo sotto puoi toglierlo che è gia nell’altro posttrigger c’ho lo xero ma non faro la seie, mentre faccio murphi su suggerimento di acid

  5. frank novembre 22, 2008 a 9:23 am #

    ‘David Murphy 911′ l’ho letto, non male! Lo continuerò. Insisto, i cazzutismi ci sono e si vedono ma almeno nonsono appiccicati al niente.’Lilith’ mi attira un sacco!! Ogni dettaglio che mi riveli me la fa piacere di più. Come la cosa che lei viene scaraventata nuda e disarmata in un mondo di cui non sa nemmeno la lingua. Ooohh! Finalmente un po’ di cruda coerenza!! La prenderò lunedì.’Trigger’ invece lo salto…

  6. frank novembre 22, 2008 a 9:24 am #

    A proposito di cose serie: googlemail ha inventato i “temi” e io ne ho messo uno che cambia a seconda di che tempo fa ad Arezzo. Ieri sera pioveva sulle varie finestrelle aperte. Oggi ci batte il sole.

  7. caramelleamare novembre 22, 2008 a 10:05 am #

    io ero indeciso fra “tramonto” che poi non si si sa perche sia di un bel marrone rosso mattone, e “ninja” che a sorpresa m’è piaciuto. per ora tengo ninja che m’armane molto simpatico.non parlo e tolgo il saluto alle persone che mettono caramella, fermata autobus ed oceano estivo

  8. ilmarinaio novembre 22, 2008 a 10:16 am #

    ho letto solo Lilith:  spettacolare davvero.  ricostruzione storica molto interessante, si evita la banalizzazione e il ‘già sentito’:  non viene copiata l’Iliade, ma viene reinterpretata.  mica facile!  poi è parecchio interessante l’interrogativo di base.  il famoso “uccideresti Adolf Hitler da bambino per evitare la seconda guerra mondiale?”.  alla perfezione ci manca poco, io avrei cambiato solo qualcosa.  le scene d’azione le avrei fatte un po’ più drammatiche, anche figurativamente, i volti dei personaggi a volte non mi sono piaciuti.. però siamo a livelli molto alti

  9. ilmarinaio novembre 22, 2008 a 10:22 am #

    vedo che Santoni ha pubblicato un ‘personaggio precario’ mio (anche se ha cambiato la forma).  questo citto sembrerebbe parecchio alla mano.

  10. gayttt novembre 22, 2008 a 12:37 pm #

    mancavo da un po’ e mi viene dal cuore. Quanto siete sfigati. E ora scompaio di nuovo per non contaminarmi.

  11. acidshampoo novembre 22, 2008 a 1:33 pm #

    > mancavo da un po’ e mi viene dal cuore. Quanto siete sfigati. E ora scompaio di nuovo per non contaminarmi.Pensare che ci leggi ossessionato nella tua stanzetta e ti occupiamo i tuoi pochi e stanchi neuroni è una delle soddisfazioni della vita!

  12. acidshampoo novembre 22, 2008 a 1:38 pm #

    > ‘David Murphy 911’ l’ho letto, non male! Lo continuerò. Insisto, icazzutismi ci sono e si vedono ma almeno nonsono appiccicati al niente.La differenza con John Doe e Detective Dante è che qua i cazzutismi sono molto più contestualizzati e di conseguenza molto meno patetici.

  13. Daiana novembre 22, 2008 a 1:59 pm #

    A proposito di cose serie: googlemail ha inventato i “temi” e io ne ho messo uno che cambia a seconda di che tempo fa ad ArezzoScusa Frank ma come si chiama il tema che hai messo te??

  14. acidshampoo novembre 22, 2008 a 2:49 pm #

    C’avete presente lo spot antipirateria che martella i coglioni tanto al cinema quanto nei dvd, prima che il film inizi? Eccone QUI una parodia.

  15. acidshampoo novembre 22, 2008 a 3:08 pm #

    > vedo che Santoni ha pubblicato un ‘personaggio precario’ mio (anche se ha cambiato la forma).  questo citto sembrerebbe parecchio alla mano.Bella intuizione (che m’avevi anticipato)! Ma il nome proprio è quello che hai deciso te o gliel’ha dato lui?

  16. acidshampoo novembre 22, 2008 a 3:13 pm #

    > non viene copiata l’Iliade, ma viene reinterpretata.  mica facile! Segue SPOILERGeniale poi l’interpretazione di chi era omero, nel finale.

  17. andrea novembre 22, 2008 a 3:23 pm #

    stamattina ho acquistato lilith e ho girato mezza arezzo per trovare david murphy 911 ma ce l’ho fatta.david murphy mi è piaciuto, carina l’idea di fondo che è meno lineare di quello che può sembrare in superficie, difatto già ci è stata presentata una doppia chiave di lettura. il protagonista ricorda molto bruce willis in die hard, cazzuto, forte ma allo stesso tempo autoironico e un po’ ignaro di quello che gli succede intorno; suo padre invece lo paragonerei a john wayne. le tavole sono belle, la sceneggiatura scorre bene e le scene di azione son ben dosate. in più il montaggio alternato di cui già parlava il Gori ci permette di non avere metà albo di solo chiacchiere e metà di solo cazzotti, amalgamando bene il tutto.lilith si legge bene, l’idea è carina ma non so dove potrebbe arrivare “lasciando rotolare il masso”, nel complesso mi ha lasciato un punto interrogativo. le scene di azione sono montate in maniera pessima, risultato statiche e fredde e molte tavole sono trascurate. nel complesso, sospendo il giudizio aspettando di vedere di più. tiè Gori. che non si dica che non contribuisco.

  18. acidshampoo novembre 22, 2008 a 4:11 pm #

    > a proposito, ci sei mai andato a vedere la fumetteria che ti dicevo?Devo ancora andarci, ma ce l’ho ben appuntato in mente. Dopo la chiusura del Falchi, quella è l’unica speranza. Ho rimandato mica per altro, è che devo farmi la lista dei Bonelli che mi mancano delle mie serie “quasi” complete.

  19. acidshampoo novembre 22, 2008 a 4:14 pm #

    > lilith si legge bene, l’idea è carina ma non so dove potrebbe arrivare”lasciando rotolare il masso”, nel complesso mi ha lasciato un puntointerrogativo. le scene di azione sono montate in maniera pessima,risultato statiche e fredde e molte tavole sono trascurate. nelcomplesso, sospendo il giudizio aspettando di vedere di più.Ma come fai a dire che certe tavole sono tirate via? Per me Luca Enoch ha fatto l’ennesimo lavoro da perfezionista qual’è. Sono altri i disegnatori che iniziano un albo al massimo e lo finiscono in corsa (vedi Matteoni su Dragonero). E anche le scene d’azione… io le ho trovate tese, efficaci e valorizzate da una tavola composta sempre molto liberamente, affrancandosi spesso dalla consueta griglia Bonelliana.

  20. andrea novembre 22, 2008 a 4:31 pm #

    mi ero preparato lla tua risposta e tiro fuori un paio di conigli dal cappello.pagina 12 vignetta 1: le proporzioni della fronte di lei non sono logiche.pagina 24 vignetta 3: tutto ad un tratto la protagonista è stata sostituita da Slot dei Gooniespagina 38 : le vignette che raffigurano lei sono dettagliate e ben realizzate, mentre il volto del vecchio col cappello a fungo è a dir poco un gomitolo di linee buttate lì a caso. la vicinanza delle due tavole ben realizzate enfatizza la scarsità di questa e fa riflettere sul fatto che il lavoro sia stato tirato via.pagina 70 vignetta 4: adesso la protagonista è stata sostituita da robert de niro.pagina 89 : la prima sequenza di battaglia che non sia solo una fotografia a cose avvenute, la regia è a dir poco imbarazzante.mi sono fermnato solo sughli errori più grossolani, andare più a fondo non sarebbe rispettoso del lavoro dell’autore, che comunque è un egregio disegnatore; ti ripeto, infastidisce vedere che è capace di disegnare in un certo modo e poi ti tira fuori delle cacate pazzesche, fa sentire un po’ presi per il culo.nel complesso, il giudizio è sospeso.

  21. ilmarinaio novembre 22, 2008 a 5:09 pm #

    Ma il nome proprio è quello che hai deciso te o gliel’ha dato lui?gliel’ho messo io, non me ne voglia Aristide.

  22. acidshampoo novembre 22, 2008 a 5:21 pm #

    Ok, ti dico la mia, nel dettaglio, anche se non spacco in quattro il capello come te, incontentabile ch’un sei altro. Che il “tirato via” che dà noia a me non sta in vignette sbagliate, quanto in una disomogenità di dettagli da tavola a tavola, senza che una scelta cosciente dietro.> pagina 12 vignetta 1: le proporzioni della fronte di lei non sono logiche.Qui sono d’accordo. > pagina 24 vignetta 3: tutto ad un tratto la protagonista è stata sostituita da Slot dei GooniesPotrà non piacerti, ma qui è voluto! E’ Lyca bambina disegnata super-deformed, cosa che in Gea succedeva una vignetta su due.> pagina 38 : le vignette che raffigurano lei sono dettagliate e benrealizzate, mentre il volto del vecchio col cappello a fungo è a dirpoco un gomitolo di linee buttate lì a caso. la vicinanza delle duetavole ben realizzate enfatizza la scarsità di questa e fa rifletteresul fatto che il lavoro sia stato tirato via.E ci credo che il vecchio non ti convince: è una vecchia! Qui proprio non sono d’accordo, io la trovo caratterizzata bene. > pagina 70 vignetta 4: adesso la protagonista è stata sostituita da robert de niro.Ma ci sta! E’ posseduta!> pagina 89 : la prima sequenza di battaglia che non sia solo una fotografia a cose avvenute, la regia è a dir poco imbarazzante.La terza vignetta in effetti illustra male un momento difficile da rendere, risultando bidimensionale.

  23. acidshampoo novembre 22, 2008 a 5:34 pm #

    Nuovo progetto per Paul Sheuring, il mentore di Prison Break:Paul Scheuring, il creatore di Prison Break, e Thomas Schlamme, produttore di The West Wing  e Studio 60 on the Sunset Strip, sono al lavoro su di una nuova serie pensata per la rete via cavo F/X. Il nuovo show si intitola AR2, acronimo di “American Revolution 2”. Il telefilm seguirà le vicende di un gruppo di giovani abitanti dello stato del Michigan che danno il via ad una nuova rivoluzione sul suolo americano. Uomini comuni che decidono di battersi contro le multinazionali e l’establishment politico che sembrano non essere in grado, o forse non vogliono farlo di proposito, di aiutare la popolazione. Il soggetto della serie rischia davvero di essere incendiario, per questo motivo i due produttori hanno deciso di proporre la realizzazione del programma ad una rete via cavo che ha già al suo attivo show coraggiosi come Nip/Tuck, Damages  ed il recente Sons of Anarchy.Fonte: TvEffe

  24. acidshampoo novembre 22, 2008 a 5:38 pm #

    Oh, vi segnalo che domani, domenica 23, da Fazio a Che Tempo Che Fa c’è ospite nientemeno che Roman Polanski. Un s’ha da perdere.

  25. frank novembre 22, 2008 a 6:55 pm #

    >Scusa Frank ma come si chiama il tema che hai messo te??“Albero”. In un altro account ho messo “pianeti” e anche lì dice che varia con la località. Come?!

  26. andrea novembre 22, 2008 a 7:41 pm #

    >”Albero”. In un altro account ho messo “pianeti” e anche lì dice che varia con la località. Come?! in base al pianeta da cui ti connetti. semplice no?

  27. frank novembre 22, 2008 a 7:49 pm #

    E’ comparso Saturno infatti.

  28. acidshampoo novembre 22, 2008 a 7:57 pm #

    Ti è comparso Saturno perché è scomparso Saturnino. L’ho appreso ora da RockOl. 😦

  29. frank novembre 22, 2008 a 8:53 pm #

    :….-(

  30. caramelleamare novembre 22, 2008 a 11:17 pm #

    ….:)

  31. Quadrilatero novembre 23, 2008 a 11:37 pm #

    Da fan di Giacomo Leopardi, a me DM911 ha lasciato indifferente. Simpatico fin che vuoi, divertente, ma non m’ha conquistato.Lilith uno spettacolo. Non posso fare paragoni con Gea perché non l’ho mai letta. Questa però è decisamente più figa.Trigger forse lo salto, ma solo perché non lo riesco a trovare da nessuna parte.

  32. acidshampoo novembre 24, 2008 a 3:31 am #

    WOW! Qui un’infornata di ben otto promo dei nuovi episodi di Nip/Tuck, che riprenderà dal 6 gennaio prossimo. Si vede anche il nuovo villain!

  33. acidshampoo novembre 24, 2008 a 3:37 am #

    Quadrilatero, occhio che Trigger non l’hai trovato perché ancora non è uscito. Dovrebbe uscire dopodomani. Io l’ho preso a Lucca Comics.David Murphy in senso assoluto non ha entusiasmato nemmeno me, ma più che altro per il fatto che un fumetto di questo tipo, con questi riferimenti e queste ambizioni, non potrà mai prendermi più di tanto. Però ho apprezzato il fatto che non m’ha dato fastidio come John Doe o Detective Dante. I dialoghi sono meno seriosamente cazzuti o comunque è un cazzutismo più contestualizzato e ironico. Quindi, a questo giro, almeno non suona patetico.Ma della miniserie di Serra si sa niente? A questo punto uscirà a maggio?

  34. Miranda novembre 24, 2008 a 1:21 pm #

    Oi, ragazzi, quanto mi sento figa oggi!

  35. Daiana novembre 24, 2008 a 1:33 pm #

    Dopo aver letto queste ottime recensioni devo dire che sono molto incuriosita e motivata da Lilith che te mi descrivi meglio di Gea e che a me è piaciuta molto per cui lo leggerò presto…. peccato però che ci vorrà una vita per vederne la fine!Degli altri due non sono particolarmente entusiasta, credo che leggerò il primo di David Murphy ma non mi aspetto che mi entusiasmi particolarmente… cedremo.

  36. caramelleamare novembre 24, 2008 a 5:51 pm #

    secondo te io rimarrò in pari con lilith o, nonostante la semestralità e dieci anni di tempo, rimarrò indietro?considera che del primo numero n’ho gia lette ben 62 pagine, quindi in quattro giorni ho letto il 50% di quello che dovrei leggerne in 180

  37. acidshampoo novembre 24, 2008 a 6:19 pm #

    Marinaio, esce un film che potrebbe interessarti, visto che è sul medioevo. Trattasi di Mala Tempora, e la cosa curiosa è che è un film italiano. QUESTO il trailer. Però secondo me è abbastanza trash. L’anno scorso ce n’era un altro, L’Anno Mille (QUI), con Franco Oppini dei Gatti Di Vicolo Miracoli nel ruolo del cattivo.

  38. acidshampoo novembre 24, 2008 a 6:20 pm #

    > secondo te io rimarrò in pari con lilith o, nonostante la semestralità e dieci anni di tempo, rimarrò indietro?Se t’ostini a colorare le tavole con le matite a cera come hai fatto con Gea, col cazzo che ce la fai.Ma per ora come t’è parso?

  39. acidshampoo novembre 24, 2008 a 6:27 pm #

    > Oi, ragazzi, quanto mi sento figa oggi!Miranda a tutta randa! Forza, via la mutanda!

  40. andrea novembre 24, 2008 a 9:42 pm #

    volevo segnalarvi unìintervista a tinto brass ma non riesco nè a ricordare come si chiama il programma, nè a trovarla su internet.

  41. andrea novembre 24, 2008 a 9:46 pm #

    l’intervista gli è stata fatta a Sottovoce di Marzullo, ma non riesco a reperirla in rete. pardon.

  42. acidshampoo novembre 24, 2008 a 10:04 pm #

    Brass fu anche intervistato dall’amico Pinxor per il suo documentario sul cinema erotico, La Sottile Linea Rosa. Io ne vidi il making of, sicchè si vide che dopo l’intervista a mezzo busto Brass s’alzò e si tirò su i calzoni. Praticamente se li era sganciati perché gli tiravano la buzza. Dice che volle anche dei soldi.Comunque è un regista che mi sta sui coglioni come pochi, ha una visione della trasgressione che più sempliciotta e ostentatamente solare non si può. Ci condivido solo la passione per i lati b. L’unico suo film erotico che per me valga qualcosa è Salon Kitty.

  43. andrea novembre 24, 2008 a 10:18 pm #

    pinxor è un frequentatore di questo blog?neanche a ne sta simpatico brass, ma l’intervista era interessante.

  44. Daiana novembre 25, 2008 a 11:34 am #

    torta di mele o crostata alla marmellata?!

  45. acidshampoo novembre 25, 2008 a 1:03 pm #

    > torta di mele o crostata alla marmellata?!Potendo scegliere, la prima.

  46. acidshampoo novembre 25, 2008 a 2:30 pm #

    Una buona e una cattiva. Little Britain USA avrà una seconda stagione, Dirty Sexy Money è con ogni probabilità cancellato.

  47. acidshampoo novembre 25, 2008 a 2:42 pm #

    > l’intervista gli è stata fatta a Sottovoce di Marzullo, ma non riesco a reperirla in rete. pardon.Tra l’altro ieri da Marzullo vedo Sandro Curzi. Dico: ecco un grande vecchio a cui auguro lunga vita. Poi vedo che era un’intervista di qualche anno fa, tirata fuori per l’occasione per omaggio a Curzi, morto un paio di giorni fa.

  48. Daiana novembre 25, 2008 a 8:03 pm #

    Dirty Sexy Money è con ogni probabilità cancellato.A me questa notizia non fa troppo dispiacere anche perchè questa serie, a pelle non mi attiva per niente.

  49. andrea novembre 25, 2008 a 9:02 pm #

    ehi Gori, l’altra sera ho rivisto “il mio nome è Earl” su sky, la prima stagione.anni fa lo vidi saltuariamente. ero curioso di sapere cosa ne pensi.

  50. fox in the snow novembre 25, 2008 a 10:21 pm #

    >torta di mele o crostata alla marmellata?!Crostata di zucca!

  51. acidshampoo novembre 25, 2008 a 10:57 pm #

    Andrea, My Name Is Earl lo seguo da anni, è una perla di scrittura, regia e recitazione. Ha più di un punto in comune con i Coen di Arizona Dream, però dai retta che va visto in lingua originale, ché doppiato perde troppo. Io sto seguendo ora la quarta stagione e non ha perso niente in freschezza nè in qualità delle idee (anche se non patisco più il personaggio di Joey). Poi, un’indole personale, mi porta a preferire altri telefilm, però My Name Is Earl lo seguo sempre volentieri. Di telefilm “umoristici” da 20 minuti e andare, ti consiglio anche Lucky Louie, il protagonista è un rosso malpelo da quanto te. E The Office, rigorosamente nella versione inglese e non nel remake a stelle e strisce.

  52. Pinxor novembre 25, 2008 a 11:28 pm #

    > pinxor è un frequentatore di questo blog? “Sì, sono Pinxor e anche io ascolto lo Sgargabonzi.” Però per una patologia tropicale posto poco e quasi sempre per rompere le palle sul cinema. 

  53. caramelleamare novembre 26, 2008 a 10:35 pm #

    torta di mele o crostata alla marmellata ?!Crostata di zucca !  madonna fox che pesantezza che hai adosso!!me la puoi spiegare questa battuta?

  54. fox in the snow novembre 26, 2008 a 10:39 pm #

    Nessuna battuta. Ho assaggiato per la prima volta la crostata di zucca ed è la più buona!

  55. frank novembre 26, 2008 a 11:14 pm #

    Sì però Pinxor quando posti fai la differenza e mi garba sempre come scrivi. Così, te lo volevo dire. Ora arriva Caramelle: “la Frank la dààààà!!!”

  56. ilmarinaio novembre 27, 2008 a 1:09 pm #

    a me mi garba anche la marmellata di pomodori verdi.  anche per un domani…

  57. andrea novembre 27, 2008 a 2:29 pm #

    niente, quando il Gori ha parlato di documentario sul cinema hard, mi è venuto in mente un episodio di circa 10 anni fa a fumettopoli, magari potevi essere tu il protagonista. Gori, SCRUBS ti piace? io lo adoro.

  58. acidshampoo novembre 27, 2008 a 4:22 pm #

    Mai frequentato Fumettopoli, quindi mi rincresce deluderti ma mi sa che non sono io. Però racconta!

  59. fox in the snow novembre 27, 2008 a 9:38 pm #

    Parodia troppo bella QUI

  60. andrea novembre 27, 2008 a 11:10 pm #

    non tu, ma tale pinxor.diciamo che rimembro codesto regista amico di angelo, che ai tempi stava preparando un documentario sul cinema hard.e angelo presentò a cotesto suo amico un nostro vecchio amico, che qui chiamerò, per convenzione MARCO(…) che ai tempi si autoproclamava esperto di David Lynch.al che, il regista cominciò a snocciolare titoli di film di lynch, all’epoca non tradotti in italiano(mi restò in mente “the cowboy and the frenchman”, nonostante non abbia mai visto un film di Lynch)…. MARCO lo guarda impallidito, evidentemente colto alla sprovvista, si scusò col dire che non sapeva l’inglese e che quindi “non valeva” tirare fuori film non tradotti…insomma, è chiaro no che MARCO è un nome fittizio no? 😀

  61. frank novembre 28, 2008 a 9:42 am #

    Ma chi, il Guccione?

  62. acidshampoo novembre 28, 2008 a 7:18 pm #

    Non so chi sia, ma secondo me il Marco del racconto di Andrea è lo stesso che, tutte le volte che lo incrocio, tutto tronfio mi fa “oh, fra poco sarà online il mio sito di Lynch!”. Questo da circa dodici anni, come se aprire un sito fosse chissà ché. Io nel frattempo ho riempito questo blog di cazzate e fatto diverse altre cose, ma senza farla tanta lunga. Ma quanto sia sentita la sua passione per Lynch, e non un mezzuccio noioso per darsi un noioso stile, lo dice un episodio avvenuto nel lontano 1997. In tempi in cui il p2p era ben lontano dal venire, Pinxor mi prestò la videocassetta del primo film di Lynch, invisibile in tv: Eraserhead. Me lo prestò per una sera, e quella sera c’era pure il suddetto Marco, che quel film non l’aveva mai visto ma da una vita diceva che lo bramava. Quando glielo proposi, la sua risposta fu: “No… se è in lingua originale coi sottotitoli in italiano non mi ispira… stasera preferisco andare a bere una Tourtel chiara al Dinky”. 

  63. andrea novembre 28, 2008 a 9:04 pm #

    comunque l’episodio i fa sganasciare ancora a distanza di anni.era il periodo in cui uscì lost highway e marco, quotidianamente, ci propugnava le sue interpretazioni, soluzioni, esegesi.e poi, vedere che neanche conosceva la metà dei film di lynch solo perchè non tradotti…

  64. acidshampoo novembre 29, 2008 a 3:50 pm #

    > e poi, vedere che neanche conosceva la metà dei film di lynch solo perchè non tradotti… Dai, è un piccolo neo in una persona altresì squisita come ‘na palata de concio.Comunque tutto quello che ho da dire su David Lynch lo trovi QUI.

  65. caramelleamare novembre 30, 2008 a 11:12 am #

    “”Parodia troppo bella QUI “”  Parodia troppo bella un cazzo!! fa schifo. non si capisce un cazzo , e anche a capirlo si vede che fa schifo lo stesso. e io che ci perdo tempo a vederla, tanto funzionasse bene l’adsl qua.

  66. caramelleamare dicembre 3, 2008 a 9:47 am #

    il montaggio del trailer mi ricorda da vicino quello per l’ultimo shayamalan. non so perche l’hanno fatto sembrare quasi un horror, immagino che il film sia altro. in effetti fa pensare a un bel film e invita a vederlo. ma il vecchio, protagonista e il padre di tutti quei bambini giapponesi, è clin tistud?

  67. caramelleamare dicembre 3, 2008 a 9:51 am #

    a parte david linch, uno che in privato deve essere molto piu miserello di quello che vuol far credere e del personaggio che s’è costruito, secondo me è aci..cioè no, cioè volevo dire Battiato

  68. andrea dicembre 3, 2008 a 11:25 am #

    io di cinema non so un cazzo, però credo di pensarla come te.cioè, boh, uno che cancella la divisione in capitoli dal dvd mi sa tanto di checca isterica in piena crisi di nervi.

  69. acidshampoo dicembre 3, 2008 a 1:11 pm #

    > cioè, boh, uno che cancella la divisione in capitoli dal dvd mi sa tanto di checca isterica in piena crisi di nervi.Preciso. Forse si crede di aver realizzato una sinfonia lasciata incompiuta di Bethowen, che o l’ascolti dall’inizio o nisba. Invece ha diretto solo l’episodio pilota di una serie televisiva poi abortita, quindi compicciato per diventare film e rientrare nelle spese. Questa è la genesi di Mulholland Drive, che secondo me è pure riconoscibilissima. E allora mi chiedo: perché non ha preteso che non ci fossero divisioni in capitoli anche nel film successivo, Inland Empire? Non oso immaginare che ragioni alte ci siano.Comunque nel 2009 dovrebbe uscire la director’s cut di Fuoco Cammina Con Me, con il reintegro di 17 scene tagliate dalla produzione.

  70. acidshampoo dicembre 3, 2008 a 1:16 pm #

    > a parte david linch, uno che in privato deve essere molto piu miserellodi quello che vuol far credere e del personaggio che s’è costruito,secondo me è aci..C’è anche gente che dice di giocare bene a tennis, poi la vedi e… mah. Poi dici: ma che ne so io? Non me ne intendo! Poi guardi il Boni e… tutta un’altra camminata, ragazzi. Un grande il Boni, specie quando si incazzava e bofonchiava madonne per il fatto di essere stato lasciato ventiquattro anni fa dalla ragazza di cui era pazzo. Se solo sapesse che oggi, quella ragazza, su tre frasi che dice nel dopocena due sono: “O Nilo ma quanto tu scureggi?”

  71. caramelleamare dicembre 4, 2008 a 10:20 am #

    Se solo sapesse che oggi, quella ragazza, su tre frasi che dice nel dopocena due sono: “O Nilo ma quanto tu scureggi?” giustizia è fatta. l’hai notato anche te. ovviamente quando giorni prima gli ho fatto notare che, dato l’argomento, mi dava noia che ogni volta ogni, che succedeva lei commentasse la cosa senza farsi mancare varie risate s’è incazzata perche non è vero che è tutte le volte e sono io che sono uno stronzo figlio di puttana insensibile se ho l’urgenza di far notare questa cosa.

  72. Daiana dicembre 4, 2008 a 10:26 am #

    giustizia è fatta. l’hai notato anche te.si in effetti hai ragione non sei uno stronzo e insensibile, lo siete tutti e due!Cmq Faccio notare che quando c’era il Gori qua era lui che ogni tre per due si lamentava dei puzzi del povero Nilo che suo malgrado ospita in pancia qualche oscuro parassita. Ma ora ci penso io, gli dò la pasticca e vedrai che fra un pò cacherà saponette.

  73. acidshampoo dicembre 4, 2008 a 12:28 pm #

    > si in effetti hai ragione non sei uno stronzo e insensibile, lo siete tutti e due!Sei te che sei un’irrazionale del cazzo. > CmqFaccio notare che quando c’era il Gori qua era lui che ogni tre per duesi lamentava dei puzzi del povero Nilo che suo malgrado ospita inpancia qualche oscuro parassita. Ma per me era una novità e, come minimo, reinventavo la notifica! Con te invece ogni tre per due parte quella frase, sempre la stessa, e la risatina subito dopo, sempre la stessa! E bastala un po’ eh! Ma davvero sono questi i tuoi valori? Le scuregge dei gatti? Complimenti!Ora capisco perché la gente che ti sta intorno diventa triste della vita.

  74. Daiana dicembre 4, 2008 a 2:28 pm #

    Con te invece ogni tre per due parte quella frase, sempre la stessa, e la risatina subito dopo, sempre la stessa!Il mio ero un ridere per l’imbarazzo perchè io sono una persona col senso del pudore, IO! E non nascondo la testa sotto la sabbia come caramelle che fa omertà.Chiedilo ai miei amici di facebook se stando con me sono diventati più tristi o se invece li ho resi enormemente più entusiasti… almeno fino a che erano con me.

  75. acidshampoo dicembre 4, 2008 a 3:35 pm #

    > Chiedilo ai miei amici di facebook se stando con me sono diventati piùtristi o se invece li ho resi enormemente più entusiasti… almeno finoa che erano con me.Mah, non conosco i tuoi amici… io ne vedo solo uno, com’era prima quando inseminava gioiosamente a zonzo e come è ora, mentre fa i soppalchi per placare la furia di una baciacrofissi bacchettona che lo matupisce volendo l’esclusiva su qualsiasi cosa. E allora ti dico: ripassati Stato Di Necessità di Carmen Consoli. “L’album in cui diceva che vuole il cazzo…” Brava Daiana, belle parole.

  76. caramelleamare dicembre 5, 2008 a 12:34 am #

    E non nascondo la testa sotto la sabbia come caramelle che fa omertà.intendi di cognome? cmq sto tirando su un soppalco che è un capolavoro. secondo me non regge e si spacca la casa, pero è bello da vedere.oggi s’ho passato nella casa di la mentre facevo un buco. la vicna per telefono mi ha intimato di presentarmi sdomani mattina a casa sua alle nove per riparare. nel finale ha poi aggiunto che oltre agli attrezzi necessari devo prtare anche un metro di corda, nilo, e un coltello seghettato

  77. Daiana dicembre 5, 2008 a 12:41 am #

    baciacrofissi bacchettona che lo matupisce volendo l’esclusiva su qualsiasi cosa.Baciacrocifissi dillo a tua sorella!… per il resto mi sembra il minimo, non sono mica una qualunque!

  78. acidshampoo dicembre 5, 2008 a 1:34 am #

    > Baciacrocifissi dillo a tua sorella!…Sì sì, sei una beghina delle peggio. Te e i tuoi dirizzoni surreali, a capate e senza riflettere, di quelli che però non fanno prigionieri e richiedono un tributo di sangue per essere placati. Poro chi ti sta accanto.

  79. acidshampoo dicembre 5, 2008 a 1:35 am #

    Caramelle, è vera la cosa della vicina (Nilo a parte)? E che il soppalco non regge?

  80. Daiana dicembre 5, 2008 a 11:00 am #

    Caramelle, è vera la cosa della vicina (Nilo a parte)? E’ vero, anzi ora vogliono venire a vedere i lavori perchè vogliono decidere loro se possiamo farlo oppure no. Per cui, teoricamente, potrebbero anche dirci che dobbiamo smontare tutto perchè a loro gli viene la ritrosa in testa… Il soppalco cmq regge benissimo!

  81. caramelleamare dicembre 5, 2008 a 12:16 pm #

    sisi è vero, peccato perche era l’ultimo lavoro che interessava i muri, e tonfa preciso il danno. chiunque ha visto i lavori ha detto che il soppalco va benissimo, e ti ricordo che il progetto c’è stato consigliato da un ingegnere edile che è venuto a casa a vedere com’era la stanza. l’ha fatto gratuitamente e senza niente di ufficiale, ma nn penso che avrebbe mai detto vai tranquillo se ci fosse stato anche il minimo rischio.preciso i due che abitano di la sono due geometri. se gli gira di farci girare i coglioni è un casino perche noi siamo senza pratiche ufficializzate.io gli ho spiegato com’è stato fatto il soppalco, e le cose che secondo loro potevano essere rischiose non ci sono nel progetto- cmq la settimana prossima vengono a vederlo perche vogliono essere sicuri.sono una coppia sposata, oppure fratello e sorella. guarda un po lui smorzava leggermente i toni e non ha mai chiamato in causa la legalità e le pratiche ma si interessava solo alla struttura. lei fin dall’inizio voleva sapere se era abusivo, chi era il geometra, l’ingegnere, il proprietario della casa, e diceva che si è anche sentita un po invasa nonstatnte che ci tenesse ad essere in buoni rapporti con i vicini questo per dire che io le donne le odio nel profondo

  82. acidshampoo dicembre 5, 2008 a 2:13 pm #

    Comunque il via libera per lavorare al soppalco devono darvelo! Diteglielo: “Datecelo, vi prego! Altrimenti ci tocca lavorare in silenzio per non farvi accorgere che lo stiamo costruendo, ed è un casino”. Poi nel caso i silenziatori per i trapani quanto costano? Nel senso: che prezzo dovete rubare da Bricò? E se compraste un soppalco gonfiabile auto-adattante? La Sgonfiareally li fa.Comunque sul discorso donne concordo sempre di più. Pensa ad esempio alla tavolata di una settimana fa. Io, te, la Daiana, il Cappelletti e il Brachini. Chi dei cinque non c’entrava un cazzo? Il Cappelletti forse, perché è l’unico che si è messo gli occhiali quando s’è visto Il Divo.

  83. Daiana dicembre 5, 2008 a 8:05 pm #

    Chi dei cinque non c’entrava un cazzo? A occhio e croce direi il Gori, l’unico che indossava un cappello e aveva un tono “aggressivo”. Cmq  sicuramente non io! La discussione più interessante di tutta la serata è stata fra me e te guarda un pò. E poi io fra uomini mi mimetizzo bene sappilo. Se non mi volete voi ti assicuro che ne trovo tanti che mi accoglierebbero entusiasti e positivi come i miei amici di sempre, il mio vecchio gruppo, fatto solo di uomini tanto perchè tu lo sappia!

  84. caramelleamare dicembre 6, 2008 a 11:01 pm #

    sappilo. Se non mi volete voi ti assicuro che ne trovo tanti che mi accoglierebbero entusiasti e positivi come i miei amici di sempre, il mio vecchio gruppo, fatto solo di uomini tanto perchè tu lo sappiate li spiego io: un gruppo di ragazzi che per carità c’è sicuramente di peggio, ma che esauriscono tutto il loro potenziale nei primi dieci minuti. passati quelli li puoi tranquillamente archiviare come “gia visti” e continuare a pensare alla bastitina dei tuoi sogni.

  85. infrarosa dicembre 7, 2008 a 3:37 am #

    a proposito di VIPS, in islanda ho fatto amicizia (per dire) con uno dei produttori di lynch, questo qui

  86. acidshampoo dicembre 7, 2008 a 3:59 am #

    > a proposito di VIPS, in islanda ho fatto amicizia (per dire) con uno dei produttori di lynch, questo qui La baffina gliel’hai data?

  87. acidshampoo dicembre 7, 2008 a 5:18 am #

    > Cmq  sicuramente non io! La discussione più interessante di tutta la serata è stata fra me e te guarda un pò. Perché eri te eh! Ringrazia che eri te! Ché se eri un’altra ti mangiavo in capo. Sei una delle persone che stimo più al mondo etc. etc.> E poi io fra uomini mimimetizzo bene sappilo. Se non mi volete voi ti assicuro che ne trovotanti che mi accoglierebbero entusiasti e positivi come i miei amici disempre, il mio vecchio gruppo, fatto solo di uomini tanto perchè tu losappia!Qualsiasicerchia di maschi eterosessuali non vede l’ora di accogliere unaragazza con un dubbio passato in Costarica, che non s’è fatta mancareniente in Messico, che mangiava banane a comando a San Giovanni e che è stata ben pubblicizzata sessualmente dai racconti in giro di Pizzolato. Sepoi quella stessa c’ha i capelli neri, e se li lava con LE MORE permantenerli neri… eh allora è il massimo!

  88. frank dicembre 7, 2008 a 11:25 am #

    >guarda un po lui smorzava leggermente i toni e non ha mai chiamato incausa la legalità e le pratiche ma si interessava solo alla struttura. leifin dall’inizio voleva sapere se era abusivo, chi era il geometra,l’ingegnere, il proprietario della casa, e diceva che si è anchesentita un po invasa nonstatnte che ci tenesse ad essere in buonirapporti con i vicini questo per dire che io le donne le odio nel profondo Come darti torto? Questa situazione è tipica. Chissà perché è sempre la femmina quella che ha l’ansia di protestare perché gli hai pestato i piedi, l’ansia di pisciare sul territorio coi vicini, l’ansia di fartela pesare, l’ansia di metter contro i fratelli per la divisione delle eredità. Vuoi mettere con l’indifferenza gigiona e con l'”alò che voi che sia” tipico uominale? Accident’a chi c’ha liberato.

  89. fox in the snow dicembre 9, 2008 a 9:00 am #

    Stimolata da Acid, confesso (io me lo sarei tenuto per me) che Lilith non m’è piaciuto. Cioè, non mi dice niente. Volto Nascosto m’emozionava, Lilith no.

  90. caramelleamare dicembre 10, 2008 a 10:36 am #

    Stimolata da Acid, confesso (io me lo sarei tenuto per me) dovrebbe interssare a qualcuno? Vuoi mettere con l’indifferenza gigiona e con l'”alò che voi che sia” tipico uominale? Accident’a chi c’ha liberato.  ah guarda io non lo so, probabilmente c’entra anche una vita passata a ricoprire ruoli che evidentemente non sono proprio (che stessero al loro posto e allargassero le gambe a comando ebbasta!) nel dna femminile.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: