Premiata Gelateria Rosetta

9 Nov

gelato21_264

La città di Compiobbi è ricca di gelaterie come poche altre metropoli d’Italia. Quella che preferisco è il Pistikkio in via Fiorentina, ma la medaglia d’argento spetta indubbiamente alla Premiata Gelateria Rosetta di Lanfranco D’Ascenzi e Rosetta Nocentini. Tale gelateria è sita in viale Donatello di fronte al parcheggio dell’Edelweiss, che quando è gratuito viene comodissimo per lasciare la macchina ed andare a gustarsi un ottimo gelato. Che la Rosetta sia una gelateria eccellente non sono l’unico a pensarlo, ma è opinione ampiamente condivisa e dimostrata da tutta una serie di coppe, diplomi, attestati ed encomi che i proprietari hanno appeso al muro. Quando entri lì dentro, sei immediatamente rapito dalla fragranza delle loro creme, dalla musica ricercata, nonché dalla varietà dei gusti offerti, tutti squisiti e particolari, a tema e stagionali, che siano creme o gusti alla frutta. E sei colpito quando li assaggi, poiché regalano al palato un sapore convincente che mai stucca o lega la bocca. Il tutto ad un prezzo modesto per la qualità che offrono.
D’estate, la gelateria Rosetta è sempre stracolma di gente e invita a passare lì un paio d’ore di relax, tra il fresco della città e il profumo di latte e zucchero. Va detto che per gestire al meglio la loro nutrita clientela, i proprietari hanno posizionato un comodo dispenser con cartoncini numerati, della stessa tipologia di quelli che si possono trovare al banco alimentari del supermercato o in farmacia. I gusti che servono, ricercatissimi come gli ingredienti che li compongono, sono sempre originali e carismatici, come la famosissima e blasonatissima “crema regale”, nonché la “crema dei Medici”, che ricorda il rinascimento fiorentino, poi il tradizionale e primaverile “cacio con le pere”, quindi la “merenda del tempo che fu”, l’artistico “tempo di Pietro”, dedicata all’Aretino, e i classici di sempre come cioccolato, pistacchio, nocciola e stracciatella. Periodicamente i gelatieri migliorano il banco proponendo un gusto particolare, magari in onore dell’avvenimento del momento. Un esempio tra tutti: per la promozione del Compiobbi in eccellenza, i due maestri hanno pensato di offrire “gloria amaranto”, gusto che purtroppo è sparito troppo velocemente, stranamente non riscuotendo il meritato successo tra la clientela. Mai stanchi, i due maestri artigiani puntualmente organizzano premi letterari a tema del gelato. Sulle pareti sono appese le poesie degli anziani ospiti dell’ospizio del Chionta, che descrivono quanto fosse difficile e ambito, tra i sacrifici di un tempo, riuscire ad assaggiare il prelibato alimento. Chissà se Lanfranco o Rosetta hanno mai regalato ai vecchietti il loro gelato? Secondo me no, glielo raccontano e li fanno piangere dalla disperazione perché, mentre prima non se lo potevano permettere, adesso che ne avrebbero modo sono infermi a letto e non possono acquistarlo.
Ma sarebbe poca cosa se i piaceri della gelateria Rosetta si limitassero ai prodotti del frigo. Per quel che mi riguarda, il gusto vero è entrare lì per vedere quegli stronzi dei proprietari: Lanfranco D’Ascenzi e Rosetta Nocentini. Il loro ego e la loro personalità sono talmente forti da indorare tutti i clienti. Lei è una donnina mora, bassina e che non ride mai, che se gli chiedi per caso quali ingredienti ci sono in quel gusto, non ti risponde e ti infila a forza un cucchiaino in bocca per fartelo assaggiare, troia. Sicuramente stitica, ha le guance paffute e la testa tonda tonta, giovane nell’aspetto, meno nei movimenti, nei comportamenti e anche, ne sono sicuro, nel pensiero. Ultimamente le ho notato qualche chilo in più, che la rende ancora più schifosa, purtroppo (per il mio ludibrio, non per lei) non ha messo su qualche chilo sano, ma qualche chilo marcio per probabile uso di cortisone. Lui invece è un signore sulla cinquantina, tratti terroni, camicia leggermente scollacciata con un filo di pelo sotto, ciglia scure, viso maschio, capelli impomatati da Garbatella anni ‘60, basette lunghe e fisico da attore pornografico dei bei tempi andati: robusto e con la pancia tonda da magnaccia. Lanfranco credo che sia, ma posso sbagliarmi, la vera mente della premiata gelateria Rosetta. I due stronzi sono lì da alcuni anni, essendosi trasferiti da Castelluccio ad Arezzo, città che indubbiamente è più in grado di accogliere la loro offerta e le loro perversioni.
Io non vado lì per i gusti o per le altre cazzate, ma ovviamente per immaginarmeli mentre scopano tra glasse e crepes alla Nutella. Lui, col fisico gagliardo, sopra di lei minuta e con le chiappe sporche di merda, mentre lo prende dentro pensando al nuovo gusto frutto del loro amore. Quei due stronzi non sono solo maestri gelatai, ma sono soprattutto maestri di pratiche erotiche e sessuali sublimi. Pratiche che, al contrario delle lodi ricevute per il gelato, non rendono pubbliche ma nascondono alla clientela nella tristezza del loro sterile amore. Rosetta è solita prenderlo in bocca insieme ad una boccata di gusto pistacchio ed ama sentirselo venire duro nel palato, gelandolo poi con la stracciatella prima di prenderselo dentro. Il loro amplesso è brutale, il pube di lei è un maron glacé, il cazzo di lui che la martella una cialda. La fica di Rosetta si bagna di piacere secernendo “tempo di Pietro” e macchia di fragoline di bosco le lenzuola di seta ricamate con i loro nomi del cazzo: “Lanfranco e Rosetta per sempre insieme”. Lanfranco a volte interrompe la penetrazione e si dedica a solleticarle i capezzoli con le palette dei gelati piene di Nutella, mentre con le dita dell’altra mano le titilla la fica immergendola in un tripudio di bacio e fior di latte. Il lungo sessantanove regala gemiti di piacere ad entrambi, ma in particolare lui è abilissimo nel leccare il clitoride con la bocca piena di yogurt. Questo virtuosismo sessuale dona a Rosetta brividi di intenso piacere, prolungati all’infinito da un caldo e sensuale clistere di guarnizione Toschi al caramello. Poi Lanfranco riprende a scoparla, umido la trapana a cane sudando “cacio con le pere” e scorreggiando granella di mandorla, mentre lei gode paurosamente titillandosi il grilletto con le arance candite. Lui la sculaccia con le palette sporche di cioccolato e nocciola del Piemonte. “Aaahhh…” Il piacere sublime ha pervaso il corpo di entrambi, Lanfranco gode e sborra finalmente nella fica e nella faccia di lei uno schizzo di “crema regina”, lei poi lecca la crema e caga sul letto merda e “merenda del tempo che fu”. Infine esausti, culminano il gesto del loro amplesso magico e privatissimo, leccando i resti del piacere misto di merda, piscio, sperma, “cacio con le pere”, “tempo di Pietro” e “crema regale”. Chissà se il prossimo inverno ci stupiranno ancora con qualche inedita ed esotica prelibatezza che ha valso le lodi di sopraffini gourmet.

Nicola

Advertisements

110 Risposte to “Premiata Gelateria Rosetta”

  1. frank novembre 9, 2008 a 9:11 am #

    Nicola aspettavo questo post da un sacco di tempo! Finalmente!! E mi aspettavo sì una descrizione isterico-morbosa delle tue, ma non una tale deriva del cattivo gusto. Ti sei veramente superato!Mi pare di vederti lì, in fila in quella botteguccia, che te li guardi intensamente e ti immagini tutta la roba che fanno, e per far durare di più questo momento cedi il tuo numero ai nuovi arrivati, e passi anche da filantropo (scemo ma filantropo). E loro due in privato invece che riconoscerti come “quello gentile” si riferiscono a te come “quello lento con lo sguardo da maniaco”. Ah se sapessero!!

  2. ilmarinaio novembre 9, 2008 a 12:52 pm #

    Il post è veramente delizioso, mi aspettavo qualcosa del genere ma non così fine.  bene, sono contento vedendo qua a lato anche te, spero che finalmente ti deciderai a mettere il lavoro in secondo piano e sfornare più articoli come questo sopra.  una curiosità, per te che te ne intendi:  ma il verbo “venire” secondo te può essere reso con “trionfare”?  (esempio:  “sopra il corpo di Gina, Peppino trionfava!!”)  no, perché m’è sembrato qualche volta di avere sentito in questo senso questa parola.  sarebbe spettacolare, un verbo di forte connotazione ecclesiastica-ottocentesca-contadina-soprannaturale.

  3. aristide1981 novembre 9, 2008 a 12:58 pm #

    La perversione di questo post è spaventosa. Ecco perché d’estate vuoisempre andare al “Rosetta”. Sotto i tuoi modi colti e raffinati sinasconde un mostro…

  4. acidshampoo novembre 9, 2008 a 1:57 pm #

    Questa è interessante e mi garberebbe la vostra opinione di lettori Dampyriani. La serie Dampyr è stata pubblicata anche in Germania e negli Usa, sotto forma di miniserie. Però è evidente che c’è qualcosa che non torna nemmeno all’editore con questo discusso (pare solo dai lettori) Enea Riboldi, visto che per l’occasione hanno pensato bene di cambiare tutte le copertine (e pure il logo, tra l’altro)!Nella versione tedesca, le copertine di ogni albo sono opera del disegnatore della relativa storia e le potete vedere QUA.QUESTE invece sono quelle dell’edizione americana, ad opera di un disegnatore dei loro.Vi piacciono o preferite Enea?

    • LukiSkyWalker88 gennaio 29, 2013 a 10:15 pm #

      Non riesco a visualizzare le copertine di cui parli: potresti aggiornare i link?

  5. acidshampoo novembre 9, 2008 a 2:03 pm #

    QUESTA è grossa. Un motivo in più per attendere Inglorious Basterds, il nuovo di Tarantino.

  6. acidshampoo novembre 9, 2008 a 2:42 pm #

    Ancora incerto il futuro della serie Swingtown. Di certo non resterà alla CBS. Probabilmente sarà cancellata, ma c’è una remota possibilità che venga rilevata dalla Showtime, la controparte via cavo della CBS (e quella sì che sarebbe un’ottima collocazione, per una serie adulta come Swingtown).QUI la petizione per salvare la serie.

  7. acidshampoo novembre 9, 2008 a 2:49 pm #

    Nicola, non so se segui L’Isola Dei Famosi, ma QUI sono venuti fuori dei vecchi scatti osè di Rossano Rubicondi, il marito di Ivana Trump, che potrebbero regalarti del turgore.

  8. acidshampoo novembre 9, 2008 a 2:55 pm #

    L’arteriosclerosi di Fede, QUI. BELLISSIMO!

  9. ilmarinaio novembre 9, 2008 a 3:46 pm #

    Questa è interessante e mi garberebbe la vostra opinione di lettori Dampyriani.Copertine tedesche:  ok, per me vanno bene.  Però alla fine preferisco quelle italiane, più movimentate, con più azione.  Magari se in Italia facessero un Harlan meno assomigliante a Ligabue, o altri errori, sarebbe meglio.  Però va bene così, il copertinista lo terrei. Per me restano spettacolari le copertine con estetica retrò:  tipo la 55 o la 83.   Copertine americane:  parecchio brutte, con un Harlan-Grignani che fa i versacci, una Tesla pornograficizzata, un tratto troppo sporco.  Ma chiaramente è un modo di avvicinare una certa fetta di mercato, sicché magari fanno bene.

  10. ilmarinaio novembre 9, 2008 a 4:04 pm #

    L’arteriosclerosi di Fede, QUI. BELLISSIMO!concordo.  questo Fede che, in modo lampante, dentro di sè prega avvenga uno stupro in diretta, una scena di spaccio, qualcosa.  questo povero vecchio, sperso in un mondo pieno di insidie, che lui si immagina anche peggio di quel che è.  questo tepore nella voce, come se una velina polacca gli stesse facendo un pompino mentre commenta le scene.  da notare due momenti particolari (cito approssimativamente):  “sta entrando, ma lì non c’è un portone.. strano, è entrato, ma sembra che lì non ci sia nessuna abitazione” e “le luci riflettono le ombre”. 

  11. acidshampoo novembre 9, 2008 a 4:08 pm #

    In quelle italiane ci sarà sì più azione (per quanto molto impacciata nel 90% dei casi), ma secondo me manca veramente tutto il resto. Ai miei occhi, Dampyr non potrebbe avere copertine più scarse, cialtronesche e dal look dilettantesco (e sì che il Riboldi disegnatore rende decisamente meglio), con un senso spesso ridicolo della fisionomia e un Harlan puntualmente inguardabile. Quelle tedesche le preferirei di certo, anche se continuo a prediligere una sola firma per le cover, infatti pagano un po’ un’eterogeneità non tanto nello stile quanto proprio nella “regia”. Però sono belle, indubbiamente. Quelle americane tradiscono lo spirito bonelliano del fumetto, sono troppo ostentatamente artistiche, da graphic-novel fighetta, ma ti dico: per me anche un calcio nelle palle è meglio di Riboldi.Anche i loghi, in entrambi i casi, li trovo migliori dell’anonima controparte italiana. Dovrebbero essere corretti però. Quello tedesco ha un che di pacchiano con quel bianco sparato e quell’alone dorato intorno, mentre quello americano è evidentemente pensato dall’autore delle copertine e ha senso solo con quello stile.

  12. acidshampoo novembre 9, 2008 a 4:11 pm #

    > “sta entrando, ma lì non c’è un portone.. strano, è entrato, ma sembrache lì non ci sia nessuna abitazione” e “le luci riflettono le ombre”. Ti dico, dopo averlo sentito in deliri come questo che hai riportato, per me Fede potrebbe essere un ottimo sceneggiatore per una storia praghese di Dampyr!

  13. ilmarinaio novembre 9, 2008 a 4:16 pm #

    per me Fede potrebbe essere un ottimo sceneggiatore per una storia praghese di Dampyr!stessa cosa che ho pensato io!   chissà però che storia ne verrebbe fuori.  probabilmente i vampiri sarebbero tutti algerini, comunisti, e spaccerebbero.

  14. acidshampoo novembre 9, 2008 a 4:29 pm #

    > stessa cosa che ho pensato io!   chissà però che storia ne verrebbefuori.  probabilmente i vampiri sarebbero tutti algerini, comunisti, espaccerebbero.In effetti sarei curioso, ne uscirebbe un numero sui maestri della notte, scritto da un maestro della notte. O, come minimo, dal Glovno di qualcun’altro.

  15. frank novembre 9, 2008 a 4:34 pm #

    >Nella versione tedesca, le copertine di ogni albo sono opera del disegnatore della relativa storia e le potete vedere QUA. QUESTE invece sono quelle dell’edizione americana, ad opera di un disegnatore dei loro. Vi piacciono o preferite Enea?Domanda oziosa: mi piacciono queste altre in entrambi i casi. Sia l’ignoto americano, che si distanzia molto dallo stile delle tavole ma crea un’atmosfera sua ed eleva l’albo, che la maniera tedesca in cui l’effetto è discontinuo ma vivace e piacevole. Tutti i disegnatori guadagnano un quid nel fare le copertine. Quello che ci guadagna meno è Majo, ma è sempre anni luce sopra Riboldi.

  16. frank novembre 9, 2008 a 4:55 pm #

    Ps. per “eleva l’albo” intendo che lo fa notare a un pubblico più ampio e di altra provenienza, e che interpreta diversamente l’horror di Dampyr. Non so in che misura ne tradisce il contenuto, ma se serve a diffonderlo ben venga. Bisognerebbe chiedere a Boselli che ne pensa…

  17. acidshampoo novembre 9, 2008 a 4:57 pm #

    > Quello che ci guadagna meno è Majo, ma è sempre anni luce sopra Riboldi.Majo, tra l’altro, nel progetto originario avrebbe dovuto essere il copertinista di Dampyr. Ovviamente in quel caso non sarebbe stato uno dei disegnatori regolari, vista la sua lentezza direttamente proporzionale al suo perfezionismo. Comunque la sua copertina che non mi piace, fra le tedesche, è solo la 5, un tentativo indeciso e ben poco riuscito di sovrapporre due immagini (riuscendo solo a confondere la prospettiva). La 8 poi non è male, ma la numero 1 è veramente bellissima (a dir poco). Ah, notare come i numeri tedeschi contengano due storie ciascuno, associate per disegnatore. Curiosa questa cosa.Le cover americane le apprezzo rispetto a quelle italiene, ma non mi piacciono. Te dici che elevano l’albo, secondo me no. Ne tradiscono il contenuto e rendono americanofilo un fumetto che più italiano non si può. Dampyr non ha bisogno di uno stile fighetto o modaiolo, presuntuoso senza poterselo permettere, fatto per impressionare ma vuotissimo. Nelle copertine di Dampyr vorrei qualcosa che sia all’altezza del contenuto dell’albo. Certo, questo americano ci si avvicina più del nostro Riboldi, quello è indubbio.

  18. acidshampoo novembre 9, 2008 a 5:06 pm #

    > Ps. per “eleva l’albo” intendo che lo fa notare a un pubblico più ampioe di altra provenienza, e che interpreta diversamente l’horror diDampyr. Lo sdoganerebbe meglio in fumetteria, se mai la Bonelli distribuisse in fumetteria. Magari accattiverebbe qualche anti-Bonelliano, ma in edicola (dove lo sperimentalismo non paga) credo che Riboldi faccia il suo sporco lavoro, d’altronde Dampyr è una serie che vende bene, sulle 50.000 copie mensili (la quinta dopo Tex, Dylan Dog, Nathan Never e Julia). Certo, lo sporco lavoro di Riboldi lo farebbe – meglio – quasi qualsiasi altro disegnatore classico della Bonelli.> Non so in che misura ne tradisce il contenuto, ma se serve adiffonderlo ben venga. Bisognerebbe chiedere a Boselli che ne pensa…Però aspetta, io preferisco un pubblico più ristretto ma delle cover che non sento estranee al tutto, appiccicate lì giusto come un’esca per farsi notare dai fan di Mike Mignola.Per il resto, a Boselli piacciono molto le cover di Riboldi. Ma hai letto, nel thread precedente, l’uscita di Boselli sul nuovo fumetto di Recchioni?

  19. frank novembre 9, 2008 a 5:11 pm #

    Sì sì ho appena controcommentato di là – per rigore e per alzare il counter sotto il “mio” thread.

  20. acidshampoo novembre 9, 2008 a 5:20 pm #

    Un copertinista che mi sarebbe piaciuto per Dampyr è anche, ovviamente, Alessandro Baggi. QUESTA la copertina di uno dei due numeri zero che uscirono prima della serie. Copertina che a me stregò subito (ma dal vivo rende decisamente di più). QUESTA dell’altro numero zero, disegnata da Piccininno.Poi ci sono un paio di storie speciali. QUESTA la cover di Notte A Narni, disegnata da Andreucci. QUESTA invece di Vampiri Di Sabbia (il seguito di Fantasmi Di Sabbia), ad opera di Dotti.

  21. frank novembre 9, 2008 a 5:25 pm #

    >L’arteriosclerosi di Fede, QUI. BELLISSIMO!Ma che è?! Ma roba da matti!! Andrebbe sbobinato, non dice assolutamente niente e lo dice pure scoordinato. E poi, quelle immagini di Venezia che lui vorrebbe spacciarmi per paurose, sono invitanti e pacifiche come poche. Lo odio questo coglione. Quanto biogas si ricaverebbe dalla massa cerebrale di Fede? Io dico tanto, e dico di verificarlo subito. Quando alla fine si arrende alla sua stessa incompetenza, non può fare a meno di “interrompere” il filmato come se stesse per succedere qualcosa di grossissimo, il colpo di coda di un cretino. E spero che quel signore che abita sotto alla farmacia lo denunci per violazione della privacy.Parafrasando Primo Levi, se questo è un giornalista…

  22. acidshampoo novembre 9, 2008 a 5:28 pm #

    QUIla prima cover di Dampyr mai apparsa, quella che avrebbe dovuto essere la copertina del primo numero (si vede dalla presenza di Gorka e dalle rovine). E’ di più di un anno prima dalsuo debutto in edicola, quando la fanzine Nuvole pubblicò un’intervistaa Boselli. L’autore è Majo che, appunto, a quel tempo avrebbe dovuto essere ilcopertinista.

  23. fox in the snow novembre 9, 2008 a 6:28 pm #

    Nicola, un testo degno dei migliori scrittori. Un incipit di contesto che crea delle aspettative, e poi la sorpresa nella seconda parte. Se fosse una sorpresa un po’ meno volgare non mi dispiacerebbe, però. Comunque trovo tenero che pensi che questi cinquantenni sposati chissà da quanto facciano ancora quelle robe lì. Solo a te poteva venire in mente.

  24. caramelleamare novembre 9, 2008 a 6:58 pm #

    a prima cover di Dampyr mai apparsa, quella che avrebbe dovuto esserela copertina del primo numero (si vede dalla presenza di Gorka e dallerovine).dilandogghianacmq sono molto meglio quelle di riboldi. quella di majo è anche tutta sbiadita.se non c’ha i soldi per comprarsi dei jumbo nuovi, che stia a casina sua

  25. caramelleamare novembre 9, 2008 a 7:12 pm #

    questo racconto nicola è ben diverso dagli altri. non tanto nello stile quanto per il fatto che se gli altri erano bellissimi, questo nocome ci sei rimasto appena hai letto questa cosa?

  26. caramelleamare novembre 9, 2008 a 8:43 pm #

    madonnaccia schifosa, mi so perso gli oasis da fazio, l’ho acceso preciso che avevano finito.m’è passato di mente per colpa di cinque gatti idrofobi dimmerda alloggiano sotto la loggia di casa della daiana., perche avevo fame ma ancora c’era da fare la pizza per colpa loro e perche domani vado a rovinarmi i nervi per 5 euro l’ora senza motivooasis dimmerda anche voi, potevi aspettare pero eh

  27. caramelleamare novembre 9, 2008 a 8:44 pm #

    m’è passato di mente per colpa di cinque gatti idrofobi dimmerda che da oggi per due mesi alloggiano sotto la loggia di casa della daiana

  28. fox in the snow novembre 9, 2008 a 9:26 pm #

    Mi sono molto piaciuti gli Oasis stasera. Ma fazio, per quanto di solito mi piaccia, non si regge. Sempre con queste domande insipide pseudointellettuali, mai che gli faccia quelle giuste. Secondo me poi l’interprete tutte le sere gli fora le gomme. Qualcuno glielo dovrebbe dire che i giochi di parole non si traducono da lingua a lingua. Tutto ‘sto discorso sul tempo atmosferico che è come il tempo cronologico, si capisce solo lui, mah. Come quando con Sting si fissò sulla differenza fra “malinconia” e “melanconia” che tanto in inglese si dice uguale e quindi Sting non capì un cazzo.

  29. fox in the snow novembre 9, 2008 a 9:29 pm #

    Melancolia. Molto bella anche la canzone tratta dall’ultimo album, “I’m out of time”, che gioca anch’essa su un gioco di parole: sono fuori dal tempo, ma anche non ho più tempo.

  30. Daiana novembre 9, 2008 a 10:30 pm #

    A me piacciono molto di più le copertine non originali rispetto a quelle di Riboldi che per sono davvero insignificanti. Se lo dovessi giudicare dalla copertina Dampyr mi sembrerebbe un giornaletto superficiale disegnato da un cittino. Le altre copertine sono molto meglio. Quelle americane simulano un pò il cazzutismo di john Doe ma sempre meglio delle nostre.

  31. Daiana novembre 9, 2008 a 10:41 pm #

    A proposito, sto ospitando e svezzando 5 gattini che definirei belli come non ce ne sono, … se qualcuno fosse interessato fatemelo sapere che meritano una cifra… altro che Oasis!E cmq a me Fazio piace…. altro che Oasis. Anxhe i Suede mi sono piaciuti più degli Oasis!!

  32. acidshampoo novembre 10, 2008 a 12:07 am #

    > dilandogghiana cmq sono molto meglio quelle di riboldi. quella di majo è anche tutta sbiadita. se non c’ha i soldi per comprarsi dei jumbo nuovi, che stia a casina sua Certo come sarai? So benissimo che sei il massimo detrattore delle cover riboldiane. Un tempo la tua priorità, in un intervento simile e anche nel momento in cui vuoi fare il coglione, sarebbe non farsi scambiato per uno a cui piacciono quelle cover. Ora invece la tua priorità è fare il cretino, a prescindere.

  33. acidshampoo novembre 10, 2008 a 12:09 am #

    > Melancolia. Molto bella anche la canzone tratta dall’ultimo album, “I’mout of time”, che gioca anch’essa su un gioco di parole: sono fuori daltempo, ma anche non ho più tempo.Scritta da Liam, tra l’altro. A me piace il verso in cui fa: “If I’m to fall / would you be there to applaud / or would you hide behind them all?”

  34. acidshampoo novembre 10, 2008 a 12:11 am #

    > questo racconto nicola è ben diverso dagli altri. non tanto nello stilequanto per il fatto che se gli altri erano bellissimi, questo noLeggi quel che ho scritto due miei commenti fa. Vale anche qui.

  35. acidshampoo novembre 10, 2008 a 1:59 am #

    > Mi sono molto piaciuti gli Oasis stasera.Anche a me, con Noel veramente simpatico e con camicia da boscaiolo. Bello quando, parlando di I’m Outta Time, Fazio ha chiesto a Liam che significato avesse per lui il passare del tempo, e Noel gliel’ha tradotto come: “Vuole sapere perché questa canzone non è bella come le mie”. Poi Fazio ha ribattuto sul significato per Liam del testo di I’m Outta Time, e Noel: “Vuole sapere che ore sono”.

  36. acidshampoo novembre 10, 2008 a 5:35 am #

    Che nervi. Ero tutto contento che il 14 giugno, giorno in cui sono nato, avesse dato la luce anche a gente del calibro di Ernesto Che Guevara e Francesco Guccini (e ok, anche la Nannini e Bonolis). Ora vengo a scoprire che il 14 giugno è nata anche l’ultima persona che avrei mai voluto: il prof. Alois Alzheimer. E sì, pure Francesco Rutelli.Ah Frank, grasse risate: te sei nata quando Mediana Mallmann, Emmanuel Milingo e Michele Zarrillo. Oltre alle gemelle Olsen che già ti dissi. Cioè, veramente non c’è partita. Giusto Fernando Pessoa ti ritira su.Ah Caramelle: te quando Pablo Picasso, Georges Bizet, Primo Carnera e Don Gnocchi. In effetti l’eredità spirituale di Don Gnocchi te la sei presa tutta.

  37. acidshampoo novembre 10, 2008 a 5:41 am #

    Grosse disparità anche fra i miei. Il mi babbo è nato quando Gigi D’Alessio e Luca Mercalli (il metereologo di Che Tempo Che Fa). Mentre la mi mamma è nata quando Elvis Presley, Madonna, Bela Lugosi e Charles Bukowski!

  38. caramelleamare novembre 10, 2008 a 7:56 am #

    Ora invece la tua priorità è fare il cretino, a prescindere.non è vero perche c’ho messo una punta di saccenza: dilandogghianaunlo legge e dice “ah cazzo questo se ne intende” poi continua a leggere e dice “ah cazzo questo è anche simpatico”

  39. caramelleamare novembre 10, 2008 a 8:01 am #

    > questo racconto nicola è ben diverso dagli altri. non tanto nello stilequanto per il fatto che se gli altri erano bellissimi, questo noLeggi quel che ho scritto due miei commenti fa. Vale anche qui.questa invece era seria. e se non è seria è cmq serve come preparazione per la frase che viene dopo. tutt’altro spirito rispetto a quello di fare il cetino.ma io so… so perche te la sei presa tanto

  40. frank novembre 10, 2008 a 9:50 am #

    >Ah Frank, grasse risate: te sei nata quando Mediana Mallmann, […] Giusto Fernando Pessoa ti ritira su.Detto “il martellata” per la simpatica leggerezza dei suoi scritti. Ma un altro no eh?

  41. Daiana novembre 10, 2008 a 10:50 am #

    Bello il post e il delirio annesso Nicola ma credo che non mangerò gelato per un pò di tempo, in questo momento il solo pensiero mi fa ribrezo ma vedrai che dimenticherò in fretta e rimarrà solo il tepore delle tue parole 🙂

  42. Daiana novembre 10, 2008 a 10:58 am #

    17/05: Mario Biondi, MassimoCrippa, Mauro Di Francesco, Enya, Corrado Guzzanti, Dennis Hopper,Claudia Koll, Gianni Minà, Francesco Nuti, Debra Winger.Per il mio compleanno sono nate queste persone qui invece… il meglio è NUti ovviamente.

  43. acidshampoo novembre 10, 2008 a 12:21 pm #

    > Bello il post e il delirio annesso Nicola ma credo che non mangerò gelato per un pò di tempoSe unisco i concetti “gelato” e “Daiana”, mi vengono fuori solo brutti ricordi. Accidenti a te e al Monni.

  44. acidshampoo novembre 10, 2008 a 12:32 pm #

    > Per il mio compleanno sono nate queste persone qui invece… il meglio è NUti ovviamente. Nuti è un uomo pizzolato, molto pizzolato. Proprio stanotte davano un suo film, Son Contento.Ho visto l’inizio e devo dire che mi stava garbando (e poiBarbara De Rossi m’è sempre piaciuta da matti, come attrice e comedonna). Quando vado a vedere Benvenuti a teatro, giuro che lo piglioper il cravattino perché sputi fuori la verità su Nuti, su come sta ecome non sta. E se poi piange, sai che ti dico? CAZZI SUOI! No perchè arriva un momento che…

  45. ilmarinaio novembre 10, 2008 a 1:03 pm #

    io sono nato lo stesso giorno di:  Sofia Coppola, Valeria Marini, Tim Roth, David Byrne, ma soprattutto Scialpi.  e anche del non-morto Bondi (sigh!).  è anche la data di quando Israele si dichiarò stato indipendente, e della stipulazione del Patto di Varsavia, nonché  della nascita del gruppo terroristico Rote Armee Fraktion in Germania.

  46. acidshampoo novembre 10, 2008 a 2:29 pm #

    Ah, poi mi direte se non trovate l’ultima tavola veramente ma veramente ma veramente trash (sia nella regia, sia in quel che va a significare). Però a me non è dispiaciuta, lascia un bel sapore di feuilleton e dà ulteriore carattere alla serie.

  47. acidshampoo novembre 10, 2008 a 3:08 pm #

    E’ uscito l’ultimo numero di Volto Nascosto. Senza spoilerare, dicosolo: un albo cicciuto (per gli eventi) e coraggioso, un epilogo chesono sicuro dividerà i lettori. Penso che questa serie mi mancherà parecchio. Quando l’avete letto, se ne parla.

  48. Daiana novembre 10, 2008 a 3:20 pm #

    “Nuti è un uomo pizzolato, molto pizzolato. Gli garberebbe a un pizzolato essere come Nuti, altrochè se gli garberebbe! Se fosse davvero come dici non staremmo qui a parlarne.”

  49. frank novembre 10, 2008 a 4:37 pm #

    Qui il Padrino (Maurizio Crozza) incontra il Casalese (un sorprendente Pierfrancesco Favino). Bellissimo sketch, finale col botto.

  50. Nicola. novembre 10, 2008 a 9:21 pm #

     Grazie a tutti, ci tengo al vostro parere, tanto che quando ho letto che al cincinelli gli è piaciuto meno delgi altri mi sono messo a piangere. Devo fare di meglio allora per fartelo piacere di più. Il tuo giudizio è quello più importante. Sei contento brutto stronzo che mi hai ferito. Per i gatti, sto cercando di convincere la mi mamma, ma non prometto niente.

  51. frank novembre 10, 2008 a 11:15 pm #

    Lo so che non c’è niente da ridere ma… Torino | 10 novembre 2008Incendio al reparto grandi ustionati del Cto di Torino Trascorreranno la notte nei letti della rianimazione gli otto pazienti che sono stati spostati dalreparto grandi ustionati dell’ospedale Cto, dove oggi pomeriggio si e’ sprigionato un incendio. Intanto e’ tornato pienamente in funzione il pronto soccorso grandi traumi dove gli otto degenti erano stati trasferiti in un primo momento. Il carrello da cui si soono sprigionate le fiamme era di quelli utilizzati per trasportare i detersivi e i materiali per le pulizie. Si trovava appena fuori l’ingresso del reparto, chiuso con porte a tenuta stagna. Le fiamme non si sono propagate alle camere dei degenti.Il terzo piano del Cto resta chiuso. Nelle prossime ore i tecnici dell’azienda ospedaliera effettueranno nuovi sopralluoghi per definire la tempistica per la riapertura dei locali.L’addetta alle pulizie ha spiegato di aver lasciato il carrello vuoto in un corridoio, nel posto consueto, senza notare niente di sospetto. L’allarme e’ scattato quando due infermiere, uscendo dall’ascensore, hanno visto le fiamme.Sul posto sono accorse tre squadre di vigili del fuoco con il supporto di due autoscale. Degli otto pazienti trasferiti, tre erano intubati. 

  52. Daiana novembre 11, 2008 a 12:15 am #

    Sei contento brutto stronzo che mi hai ferito.si, ma darmi dello stronzo mi pare eccessivo

  53. acidshampoo novembre 11, 2008 a 2:44 am #

    > Qui il Padrino (Maurizio Crozza) incontra il Casalese (un sorprendente Pierfrancesco Favino). Bellissimo sketch, finale col botto.Veramente bello, specie il geniale e caustico finale. E Favino lo conosco bravo fin dai tempi de L’Ultimo Bacio… ma mica a questi livelli. Veramente pare un autoctono di Casapesenna e sì che lui è un romanaccio dei peggio. Spettacolare veramente.Per comodità, il video è visibile anche su YouTube QUI.

  54. anfiosso novembre 11, 2008 a 8:32 am #

    Ebbravo Nicola.

  55. ilmarinaio novembre 11, 2008 a 8:45 am #

    Concordo, spettacolari Favino/Crozza.  mi garberebbe un film intero così.sempre su youtube, mi segnalano (e io segnalo per dovere di cronaca, ma vergognandomi un po’) i video del Nonno Fiorucci.  questo nonno, verso Perugia, era/è angheriato dai nipoti che gli fanno scherzi per riprenderlo col telefonino mentre bestemmia.  è vero che bestemmia in un modo spettacolare, ma certo se un giorno pigliava il fucile e sparava ai nipoti, per me, male male non faceva. 

  56. Daiana novembre 11, 2008 a 9:49 am #

    Non mi piacciono per niente questi video di Nonno Fiorucci… come insegna dexter e anche il Gori: ci vuole anche nell’essere maligni e questo codice è “mai agli anziani”. Lo so che rischio di sembrare patetica ma non mi ha fato ridere per niente questo filmato.

  57. Daiana novembre 11, 2008 a 9:55 am #

    A proposito di Dexter, siamo arrivati alla 03 02 e devo dire che ora la serie ha ripreso parecchio rispetto alla prima puntata. Questo nemico in casa che gli sta addosso come una mignatta mi fa venire un’ansia spettacolare. Certo che SPOILERDexter babbo non lo si puol proprio vedere, fa un pò brutto sinceramente. Soprattutto nei momenti in cui sembra pigliarla un pò meglio e da corda ai deliri di Rita che gli chiede di trasmettere le intenzioni positive… ah Rita ma vai a giocare in austrada vai.Cmq l’ultima vittima, il pedofilo che guardava le foto della bambina, mi ha ricordato un pò caramelleamare però un pò più ingenuo.

  58. Daiana novembre 11, 2008 a 10:00 am #

    ho finito di leggere l’albo n.17 di strangers in paradise: madonna come è diventato peso! Mi è sempre piaciuto abbastanza questo fumetto anche se dovevo tapparmi il naso in certi momenti in cui è un pò troppo patetico e “femminile” nel senso peggiore, ma ora non si regge. C’è un intreccio principale che logicamente è quello che interessa il lettore e te ne danno un assaggino in mezzo ad altre tante storie infilate nel mezzo che non significano niente e per le quali il lettore non ha nessun empatia come per annacquare (allungare e complicare) una storia di per seè molto semplice e bella per la sua semplicità. Un pò come un film in cui ogni 5 min te ne mettono 10 di pubblicità. Visto in un fumetto questo sdilungamento sa proprio di “lo famo strano?!”

  59. acidshampoo novembre 11, 2008 a 12:51 pm #

    > A proposito di Dexter, siamo arrivati alla 03 02 e devo dire che ora laserie ha ripreso parecchio rispetto alla prima puntata. Questo nemicoin casa che gli sta addosso come una mignatta mi fa venire un’ansiaspettacolare.Ehehehe, se ne riparla fra qualche puntata! Comunque il comprimario di questa stagione è SPETTACOLARE, anche meglio di Lyla in quella scorsa. Che poi Jimmy Smiths l’ho sempre trovato un bravo attore ingabbiato in parti che più convenzionali non si può, e qui è il primo ruolo degno di lui. Era il protagonista di Cane, tra l’altro.> ah Rita ma vai a giocare in austrada vai.Da tempo immemore Rita m’è venuta sui coglioni al livello che mi da fastidio fisico vederla, stessa cosa per la Joy di My Name Is Earl e ci siamo vicinissimi per Debra Morgan.

  60. acidshampoo novembre 11, 2008 a 1:14 pm #

    > Non mi piacciono per niente questi video di Nonno Fiorucci… comeinsegna dexter e anche il Gori: ci vuole anche nell’essere maligni equesto codice è “mai agli anziani”.Quello fu il primo passo per trasformare Caramelle da antisociale ad antisociale light.Comunque secondo me è Nonno Fiorucci l’artefice di quei video, si vede che c’è una consapevolezza nella “belva” (nel senso della besteggna). E poi non disdegna giovanismi come “aete rotto’l cazzo”, ci manca solo il “MADAFFACCA!” che era l’insulto peculiare di Caramelle nel suo periodo “gangasta” (primavera ’94) che anticipò il periodo “gangbang con lui al centro” (estate-autunno ’94).BRACHINI SE LEGGI QUESTE PAROLE: IO TI SPACCO IL MUSO, COGLIONE!!!

  61. ilmarinaio novembre 11, 2008 a 1:16 pm #

    Non mi piacciono per niente questi video di Nonno Fiorucci… infatti, guarda, anch’io mi riconosco 1000 volte più nel nonno che nel nipote, odioso, palestrato, con quei capelli a topo e la voce incarognita.   chissà se qualche volta, girando, ci se lo trova davanti senza sapere chi è

  62. Daiana novembre 11, 2008 a 1:59 pm #

    stessa cosa per la Joy di My Name Is Earl e ci siamo vicinissimi per Debra Morgan.Debra Morgan è dalla prima puntata che ti dico che non si regge ma te duro non ci vuoi credere. Joy invece a me ancora non ha infastidito.. sarà perchè non sto guardando la quarta serie e cmq il suo modo di fare essendo “negativo ” e diretto tende a stancare molto meno anche se alla lunga magari diventa banale.

  63. acidshampoo novembre 11, 2008 a 2:06 pm #

    QUI il nuovo trailer de La Fidanzata Di Papà, il nuovo film con Boldi, la Ventura, Izzo e i Fichi D’India in uscita venerdì.Non avrei mai voluto dirlo, ma dal trailer pare (forse) il film più bello di sempre.

  64. acidshampoo novembre 11, 2008 a 2:10 pm #

    QUI info sul nuovo film di Avati, in uscita ad Aprile. Meno male che il titolo originario, Nel Tepore Del Ballo, è stato cambiato. Il cast del film è molto interessante e il progetto sa molto dell’Amarcord felliniano se va bene, di Radio Freccia se va medio, di Jolly Blue se va male.Non capisco come in queste news ancora non abbiano capito che il Cesare Cremonini che compare puntualmente nei credits dei film del regista bolognese, non sia il cantante pop ma un omonimo anziano jazzista.

  65. acidshampoo novembre 11, 2008 a 2:21 pm #

    >Debra Morgan è dalla prima puntata che ti dico che non si regge ma teduro non ci vuoi credere. Vabbè, comunque avevi troppa fretta di darle un giudizio negativo. T’è andata bene che c’hai preso, ma con la stessa fretta chissà quante altre volte hai cannato il giudizio, nel bene o nel male.> Joy invece a me ancora non ha infastidito..sarà perchè non sto guardando la quarta serie e cmq il suo modo di fareessendo “negativo ” e diretto tende a stancare molto meno anche se allalunga magari diventa banale. A me è quella che ha rotto di più le palle. Sempre la stessa, una caratterizzazione che più stucchevole e noiosa non si può, è quella che mentre gli altri protagonisti si sperticano in finezze, le scippa le risate facili e grossolane e impalla tutti gli altri. Mettiamola così: Earl sta al penna come lei sta al Lisi.Sai chi è l’unica che, entrata nel baratro del “non la reggo più”, ne è poi uscita e ora è vaccinata? La Susan Mayer di Desperate Housewives.

  66. Daiana novembre 11, 2008 a 2:27 pm #

    Sai chi è l’unica che, entrata nel baratro del “non la reggo più”,ne è poi uscita e ora è vaccinata? La Susan Mayer di DesperateHousewives.Si è vero in questa stagione è molto più contenuta, l’hanno capito che andava ridimensionata… ma cmq ogni tanto se ne viene fuori con una delle sue eh!  Per Debra l’ho visto da subito che non c’era speranza è inutile che cerchi di generalizzare, in quanto a donne un pò di fiuto ce l’ho, infatti anche quella Fox secondo me….. e non dico altro eh.

  67. acidshampoo novembre 11, 2008 a 2:39 pm #

    Comunque l’uscita di Susan dal tunnel non è cosa recente. Io non la pativo nella seconda stagione, già nella terza era vaccinata, salvo poi scegliere Mike Delfino fra i due pretendenti, ma che vuoi aspettarti… Anche Mike Delfino è molto meglio che nella prima stagione. Ripeto: nessuno dei due mi piace, ma come minimo non mi danno noia. Comunque la McKlusky se li magna tutti a colazione.

  68. Daiana novembre 11, 2008 a 8:31 pm #

    Si la McKlusky è proprio una diavola… ora poi che si è messa a fare i giochetti subdoli con la sorella è spettacolare!

  69. acidshampoo novembre 11, 2008 a 9:24 pm #

    Jan Dix getta la maschera: è Napoleone in incognito!Già la trama del secondo albo era molto Napoleonica, ma QUESTA del numero di gennaio lo è che più spudoratamente non si puole.Non che sia un difetto eh!

  70. acidshampoo novembre 11, 2008 a 9:30 pm #

    QUI un’intervista a Giancarlo Berardi (Julia, Ken Parker), con foto.

  71. acidshampoo novembre 11, 2008 a 9:34 pm #

    Daiana, visto che l’hai letto di recente, ti segnalo questa interessante recensione “metanarrativa” del numero 45 di Julia. Ai tempi mi colpì. La recensione eh, non la storia (“Una cara carissima amica”), che invece non mi piacque per niente.

  72. caramelleamare novembre 11, 2008 a 11:51 pm #

    infatti, guarda, anch’io mi riconosco 1000 volte più nel nonno chenel nipote, odioso, palestrato, con quei capelli a topo e la voceincarognita.marinaio non c’hai capito un cazzo di quello che hanno detto

  73. ilmarinaio novembre 12, 2008 a 7:31 am #

    si che ho capito:  hanno detto che il nonno doveva affettare il progiutto duretto più di lato, mentre il nipote non voleva;  il nipote doveva tirare più bucce di fichi al nonno, mentre questo voleva essere tirato più padellate con le racchette.  il nipote che bestemmia, e contemporaneamente il nonno che besteggna.  di quello che hanno detto  nel suo periodo “gangasta” il suo modo come una mignatta di in quanto a donne un pò di fiuto ce l’ho fare Questo nemico in casa   essendo “negativo ” e diretto mi colpì. La recensione eh che gli sta addosso Nonno Fiorucci è Napoleone in incognito!

  74. acidshampoo novembre 12, 2008 a 10:23 am #

    Marinaio, è appena uscito il trailer di Book Of Blood, il film a episodi ricavato dall’opera di Clive Barker. Eccolo QUI. Chettenepare?

  75. acidshampoo novembre 12, 2008 a 10:53 am #

    QUINTA STAGIONE POSSIBILE PER PRISON BREAK?Dal sito TV By The Numbersarriva la notizia secondo cui Prison Break sarebbe passata dalla listadi possibile cancellazione a quella di possibile rinnovo per lastagione televisiva 2009/10. Le motivazioni sono dovute ad un leggeroaumento di ascolti e al fatto che ben o male ultimamente diverse seriedella Fox non facciano grandi prestazioni (parlando sempre in termini di ascolti).

  76. ilmarinaio novembre 12, 2008 a 1:04 pm #

    Marinaio, è appena uscito il trailer di Book Of Blood, il film a episodi ricavato dall’opera di Clive Barker. Eccolo QUI. Chettenepare?dalla descrizione sembra che il film tratterà tutti i racconti del primo libro;  ma nel trailer vedo solo la storia che fa da cornice, che nell’antologia è poco significativa, ed è quasi solo una scusa per tenere insieme i racconti (appare in un mezzo racconto che apre il primo libro, e un mezzo racconto che chiude il sesto e ultimo).  di veramente barkeriano ci vedo il “golfino” finale.  Barker comunque ultimamente, in generale, col cinema ci chiappa poco. chissà com’è “Midnight meat train”, bisognerà vederlo.Gori, se hai tempo e voglia vieni nel mio blog, si discute di film splatter (commenti al post del 9 Novembre), ho buttato giù una classificazione, mi garberebbe dicessi la tua.

  77. ilmarinaio novembre 12, 2008 a 1:08 pm #

    a proposito, dice wikipedia che il regista, John Harrison, ha collaborato al falso trailer “Giorno del ringraziamento” in “Grindhouse”.

  78. ilmarinaio novembre 12, 2008 a 1:13 pm #

    rettifico, parlava solo della colonna sonora di quel trailer

  79. anfiosso novembre 12, 2008 a 1:17 pm #

    I “gag” di nonno Fiorucci farebbero vomitare dal culo anche un azteco. Fortuna che è morto (a quel che pare), così hanno finito di martirizzarlo.Ma povero vecchio, gli sono andati anche a passeggiare sull’allucione, fanno proprio ribrezzo ai popoli del mondo.

  80. acidshampoo novembre 12, 2008 a 2:43 pm #

    Paris Hilton nel prossimo film di Todd Solondz! Spettacolo! Notizia QUI.

  81. acidshampoo novembre 12, 2008 a 2:50 pm #

    QUI il primo trailer di Giallo, il nuovo film americano di Dario Argento. Devo dire che come trailer è bruttarello forte. Quelli che dovrebbero essere i protagonisti poi, Brody e la Seigner, si vedono appena.QUI invece quello, in italiano, di Revolutionary Road, il nuovo film di Sam Mendes. Veramente da pelle d’oca. M’aspetto un capolavoro.

  82. Nicola. novembre 12, 2008 a 8:07 pm #

    Ho spesso problemi di secchezza vaginale, ho usato lubricream ma ha funzionato solo all’inzio poi l’effeto è scemato. La Chicca della farmacia di Badia mi mi ha consigliato vagisoap ma quello mi irrita ancora di più. Che mi consigliate?

  83. fox in the snow novembre 12, 2008 a 11:31 pm #

    >Da tempo immemore Rita m’è venuta sui coglioni al livello che mi da fastidio fisico vederla, stessa cosa per la Joy di My Name Is Earl e ci siamo vicinissimi per Debra Morgan.Mai potuta vedere Rita. Debra per me accettabile ma Joy insuperabile. Troppo simpatica (e l’attrice è bravissima). Colgo l’occasione per rispondere alla Frank di qualche thread fa. Ho rivisto l’ultima puntata della seconda serie di Dexter. Bellissima puntata, forse la più bella della serie. Ho visto cose che non mi ricordavo per niente o non avevo notato. Non ci ho rivisto quello che dicevi te, che cioè sembrava che Dexter si ridimensionasse e che poi invece avesse un’alzata di testa innaturale. Per me il bivio è a metà puntata, cioè quando viene ritrovato il corpo di Dokes e il caso viene archiviato, ma in realtà il resto dopo fluisce troppo bene, e troppo bella la trovata di parodiare la sigla iniziale per segnare un nuovo inizio. Insomma non mi sembra forzato.

  84. frank novembre 13, 2008 a 11:18 am #

    E’ uscito l’ultimo numero di Volto Nascosto. Senza spoilerare,dicosolo: un albo cicciuto (per gli eventi) e coraggioso, un epilogochesono sicuro dividerà i lettori. Penso che questa serie mi mancheràparecchio. Quando l’avete letto, se ne parla.Ora l’ho letto anch’io. [SPOILER VARI] Parere contrastato: c’erano diverse sottotrame da finire, e di quasi tutte mi è piaciuto il finale. E inoltre, di ogni filo si è data soluzione senza squilibri di tempo o spazio: mica facile!! Ottimo il finale di Matilde e Vittorio: non solo ottimo finale, ma bellissima la loro storia. Nel senso che è la più verosimile e la meglio narrata di tutto. Lo stesso non si può dire dell’amore di Ugo per Matilde! Ora che è tutto finito, ancora stento a immaginarmi un Ugo in eterno struggimento per lei. Ottimo il finale di Matilde, da melodramma ma benissimo gestito. Apprezzo molto che Sandra e Ugo non finiscano insieme a mo’ di contentino, la cosa mi avrebbe fatto incazzare da matti qualunque fosse la configurazione che li portava insieme. Un po’ più sconcertante l'”ultimo atto” del personaggio Ugo Pastore: mai mi sarei aspettata da lui tale decisione. E l’ultimissimo atto, in ultima pagina? Che tamarro!! [SPOILERONE] per quanto riguarda l’identità del secondo Volto Nascosto… beh, a posteriori mi rendo conto che c’erano tutti gli elementi per sospettarlo, se solo si è dei lettori attivi e attenti (cosa che io sono solo sul breve termine). Insomma aio non c’ero minimamente arrivata. E logisticamente torna tutto, e Manfredi ha gestito in maniera eccellente la disseminazione e dissimulazione degli indizi. Quello che non mi soddisfa è il “movente” con cui il personaggio in questione viene convinto a prendere la maschera e impersonare VN: continua a non convincermi.Insomma, ottima prova e coraggiosa di Manfredi.

  85. Daiana novembre 13, 2008 a 12:01 pm #

    Ho spesso problemi di secchezza vaginale, Il suo problema signora Nicola non è la secchezza vaginale ma semmai la menopausa.

  86. Daiana novembre 13, 2008 a 12:05 pm #

    Debra per me accettabileMa come fai a sopportare quel gergo gratuitamente scurrile e cazzuto che si porta dietro dalla prima puntata immutato. QUel personaggio per menon ha avuto nessun tipo di crescita nè di spessoredall’inizio a ora. La Debra della prima puntata è uguale identica a quella dell’ultima, e questo per me non è un pregio.

  87. acidshampoo novembre 13, 2008 a 3:38 pm #

    > La Debra della prima puntata è uguale identica a quella dell’ultima, e questo per me non è un pregio. Vabbè, non è quello il problema. La gente non cambia nella realtà, perché dovrebbe farlo in un telefilm? Ryan Murphy con Christian Troy ha capito tutto.Il problema di questi personaggi è che ti stanno sul cazzo ma dici: c’è qualcosa di loro che devo conoscere e che me li farà vedere sotto un’altra lente. Poi scopri che non c’è niente da scoprire, ma solo cose per confermare e amplificare la prima pessima impressione. Debra ha rotto i coglioni, così come tutti i personaggi “resi duri dalla vita” (sbadiglio), di quelli che siamo portati in automatico a dire: “invece sotto sotto è più sensibile di tutti”. Sensibile un cazzo, Debra è una troia e basta.

  88. fox in the snow novembre 13, 2008 a 3:42 pm #

    >Ma come fai a sopportare quel gergo gratuitamente scurrile e cazzuto che si porta dietro dalla prima puntata immutato. QUel personaggio per menon ha avuto nessun tipo di crescita nè di spessoredall’inizio a ora. La Debra della prima puntata è uguale identica a quella dell’ultima, e questo per me non è un pregio. Sono d’accordo sia sul gergo che sul fatto che non sia cambiata, e che non possa cambiare. Ma non so, il gergo penso che possano averlo messo per farla sembrare più mascolina, la ragazzina che cercava sempre di fare colpo sul padre che però le preferiva il fratello maschio. Sul fatto che sia cazzuta non vedo proprio dove sia cazzuta. Solo sul lavoro o per diferendere i suoi cari, e non vedo come possa essere un male. Sul fatto che sia troia, Acid, dove la vedi troia? Guarda che non è una persona reale.

  89. frank novembre 13, 2008 a 3:59 pm #

    Anzi, era chiaro dalla puntata pilota che faceva la cazzuta, e più doveva fare la dura più le tremava la voce e più aumentava il turpiloquio. Inutile dire che mi ci rivedo un sacco… E comunque è da sempre un efficace contrappunto a Dexter (come quasi tutti in quella serie)

  90. acidshampoo novembre 13, 2008 a 4:22 pm #

    Nicola, ecco QUI il trailer di uno di quei film italiani indifendibili che piacciono tanto a te e alla Rossi e che è in uscita. Che con la scusa che “non si sapeva dove andare” non ve ne perdete uno.

  91. Daiana novembre 13, 2008 a 9:56 pm #

    Vabbè, non è quello il problema. La gente non cambia nella realtà, perché dovrebbe farlo in un telefilm? No non è assolutamente quello il problema ma per me è un punto che non va a suo favore. Come la gente non cambia nella vita, alla faccia! Chiunque, anche il cincinelli, andando avanti con gli anni subisce un cambiamento, una maturazione. Non dico che cambi profondamente ma che almeno ci sia una crescita come c’è in tanti personaggi. Di Cristian Troy e di tommy Gavin non ce ne sono pochi e Debra non è nemmeno sullo stesso pianeta.

  92. Daiana novembre 13, 2008 a 9:59 pm #

    Sul fatto che sia cazzuta non vedo proprio dove sia cazzuta.Mi riferisco al fatto che “fa la cazzuta”… a me è un atteggiamento che mi sta un pò peso così comeil gergo mascolino per piacere di più al padre. Lo trovo patetico oh sparatemi che vi devo dire?! Non dico assolutamente che non stia bene nella serie, parlo del personaggio in sè, insomma io con una come lei non credo che potrei uscirci spesso.

  93. Daiana novembre 13, 2008 a 10:01 pm #

    Anzi, era chiaro dalla puntata pilota che faceva la cazzuta, e più doveva fare la dura più le tremava la voce e più aumentava il turpiloquio.Ecco appunto io mi aspetto che alla terza serie abbia imparato che non essendo cazzuta per niente forse sarebbe il caso di cambiare atteggiamento.

  94. acidshampoo novembre 13, 2008 a 10:12 pm #

    > Chiunque, anche il cincinelli, andando avanti con gli anni subisce un cambiamento, una maturazione. Appunto. Nella vita c’è tempo per correggere il tiro e per peggiorare, ma cambiare è un’altra cosa. Ora, non so qual’è per te il range di evoluzione possibile del personaggio di Debra, ma è realisticamente impossibile che diventi un personaggio positivo.

  95. Daiana novembre 13, 2008 a 10:28 pm #

    Cmq Fox io nel mio commento ho parlato di gergo cazzuto non di persona cazzuta. 

  96. Daiana novembre 13, 2008 a 10:28 pm #

    Ora, non so qual’è per te il range di evoluzione possibile delpersonaggio di Debra, ma è realisticamente impossibile che diventi unpersonaggio positivo.No infatti mica pretendo che diventi positiva ma che almeno moderi il suo modo di fare insopportabile fin dall’inizio. Nemmeno la storia d’amore con un serial killer l’ha fatta diventare meglio di così… più duri di cos’ direi che si muore.

  97. Nicola novembre 13, 2008 a 11:02 pm #

    C’è il caso che ci andremo a vedere il film. si combina insieme?

  98. fox in the snow novembre 13, 2008 a 11:34 pm #

    >Cmq Fox io nel mio commento ho parlato di gergo cazzuto non di persona cazzuta.  Infatti mi riferivo al commento di Acid che la dipinge come una dura.

  99. fox in the snow novembre 13, 2008 a 11:35 pm #

    Anzi più della frank.

  100. fox in the snow novembre 13, 2008 a 11:40 pm #

    >[…] peso così comeil gergo mascolino per piacere di più al padre. Lo trovo patetico oh sparatemi che vi devo dire?!Daia’, e chi ti vuole sparare? Dico solo che quel suo modo di essere così ha un senso. Peraltro ne conosco un sacco di così.

  101. fox in the snow novembre 13, 2008 a 11:44 pm #

    >è realisticamente impossibile che diventi un personaggio positivo.Che cosa intendi per “personaggio positivo”? Se intendi un personaggio che fa funzionare la storia in meglio, secondo me lo è. Ma ripeto a me mi rimane “media”, neanche la voglio stare a difendere più di tanto. Ma non lo trovo un personaggio brutto o scontato, ecco.Dexter invece ad esempio è cambiato, no?

  102. caramelleamare novembre 14, 2008 a 12:01 am #

    Ma non so, il gergo penso che possano averlo messo per farla sembrarepiù mascolina, la ragazzina che cercava sempre di fare colpo sul padreche però le preferiva il fratello maschiofox veramente non capisci un cazzoSul fatto che sia cazzuta non vedo proprio dove sia cazzuta. ma proprio un cazzo di niente Solo sul lavoro o per diferendere i suoi cari, e non vedo come possa essere un male.  qui ti sei ripresaSul fatto che sia troia, Acid, dove la vedi troia? Guarda che non è una persona reale.ti vedo bene con pasquale del grande fratello, o con quello di forum

  103. fox in the snow novembre 14, 2008 a 12:06 am #

    >ti vedo bene con pasquale del grande fratello, o con quello di forum in effetti Victoria non mi stava antipatica (lui da morire). Quello di Forum non so chi sia, lo seguo solo quando sono dai miei nonni a quell’ora lì.

  104. frank novembre 14, 2008 a 8:56 am #

    >Anzi più della frank.Cosa?

  105. caramelleamare novembre 14, 2008 a 9:35 am #

    in effetti Victoria non mi stava antipatica (lui da morire). Quello diForum non so chi sia, lo seguo solo quando sono dai miei nonni aquell’ora lì.io invece non l’ho mai guardato in vita mia pero lo so. penso che chiunque sappia dell’esistenza di forum, conosce pasquale. ma lei no, deve fare per forza quella del sudE’ Pasquale Scognatelli, quello che faceva “I Ragazzi Del Terzo C”da solo, li interpretava tutti, tipo Benvenuti a teatrocome mi sei simpatica fox, tu sapessi come

  106. caramelleamare novembre 14, 2008 a 9:39 am #

    >Anzi più della frank.Cosa? la maiala frank, la troia Anzi, era chiaro dalla puntata pilota che faceva la cazzuta, epiù doveva fare la dura più le tremava la voce e più aumentava ilturpiloquio. Inutile dire che mi ci rivedo un saccol’idea (attenzione gente ho detto idea, non Ikea…:))) ehehe, che ti rivedi in debra per quanto mi riguarda è pressocche nauseante. ti prego di smentirla quanto prima

  107. acidshampoo novembre 14, 2008 a 3:01 pm #

    > Che cosa intendi per “personaggio positivo”? Se intendi un personaggioche fa funzionare la storia in meglio, secondo me lo è. Ma ripeto a memi rimane “media”, neanche la voglio stare a difendere più di tanto. Manon lo trovo un personaggio brutto o scontato, ecco.E chi ha detto che è brutto o scontato? Dexter è una splendida serie e nessuno gli dice cotica. Nella storia Debra funziona e va bene che ci sia, intendo dire che è un personaggio che trovo insopportabile, che mi sta sul cazzo e che mi viene da augurargli il male. E quanto gli capita il male, sento che mi si liberano endorfine.> Dexter invece ad esempio è cambiato, no?Diciamo che ha acquisito maggior coscienza, ma è l’esatto Dexter della prima puntata. E’ un personaggio che seguo volentieri, ma non m’ha mai emozionato neanche alla lontana. Il suo benessere o il suo malessere non mi tangono, ne seguo solo lo sviluppo con interesse. Questo non vuol dire che la serie sia scritta male, tutt’altro.

  108. ilmarinaio settembre 12, 2009 a 10:10 am #

    Palazzi, sappi che stamattina per caso ho riletto questo post e ho pianto dal ridere

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: