Risate a denti radi

8 Ott

cagnacci2_266

INCIDENTI STRADALI IN STRADA SAPUTI DA MILITARI  FRAINTENDENTI

Incidente #1

Il brigadiere  Gargiulo, vedendo il tenente piangere, gli si avvicina e gli chiede: “Ehi…  che cosa le è successo?” “Non hai saputo?– dice il tenente – “E’  morto il brigadiere Tusi!” “Ma se era qui dieci minuti fa!”,  replica Gargiulo. “No, sul giornale c’è scritto… grave  incidente… sniff… sulla A1… sigh… dieci feriti, sette morti, otto  contusi”.

Incidente #2

Il brigadiere  Gargiulo, vedendo il tenente piangere, gli si avvicina e gli chiede: “Ehi…  che cosa le è successo?” “Non hai saputo?” – dice il tenente – “E’  morto il brigadiere Tusi!”. “Ma se era qui dieci minuti  fa!”, replica Gargiulo. “No, sul giornale c’è scritto… grave  incidente… sniff… sulla A1… sigh… dieci feriti, sette morti, otto  contusi”. E il brigadiere: “Ma no! ‘Contusi’ tutto  attaccato, nel senso di acciaccati!” Il tenente allora tira un sospiro di sollievo.
Poi,  scorrendo la lista dei sette morti, trova proprio il nome del brigadiere Alfonso  Tusi.

Incidente #3

Il brigadiere Gargiulo,  vedendo il tenente piangere, gli si avvicina e gli chiede: “Ehi… che cosa  le è successo?” “Non hai saputo?” – dice il tenente – “E’ morto il brigadiere Tusi!”. “Ma se era qui dieci minuti fa!”, replica Gargiulo. “No, sul giornale è scritto… grave incidente… sniff… sulla  A1… sigh… dieci feriti, sette morti, otto contusi”. “Contusi tutto  attaccato…”, lo corregge Gargiulo. “No! Con Tusi,  staccato”. “Vabbè, ma chi ha detto che sia proprio Alfonso Tusi?”  E il tenente: “Anche questo è vero…”

Incidente #4

Il tenente Caruso e i brigadieri Tusi e Gargiulo sono in macchina per una trasferta in quel di Bressanone (BZ). Per ammazzare il tempo, il tenente racconta agli altri una barzelletta: “Il brigadiere Gargiulo, vedendo il tenente piangere, gli si avvicina e gli chiede: “Ehi… che cosa le è successo?” “Non hai saputo? E’ morto il brigadiere Tusi!” “Ma se era qui dieci minuti fa!” “No, sul giornale c’è scritto… grave incidente… sniff… sulla A1… sigh… dieci feriti, sette morti, otto contusi””. Il brigadiere Tusi scoppia così in una risata talmente fragorosa che perde il controllo della vettura invadendo l’altra corsia. Il giorno dopo il giornale titola: “Grave incidente sulla A1, dieci feriti, sette morti, otto contandoci dentro anche Tusi”.

Incidente  #5

Il brigadiere Gargiulo, vedendo il tenente piangere, gli si  avvicina e gli chiede: “Ehi… che cosa le è successo?” “Non hai  saputo?” – dice il tenente – “E’ morto il brigadiere Tusi!”“Ma guarda che il brigadiere Tusi sei tu”. Il tenente: “Oddio, è  vero…”. Poi il brigadiere Gargiulo si toglie la maschera ed è lui il  tenente. Intanto fuori, il sole diventa verde.

Advertisements

125 Risposte to “Risate a denti radi”

  1. Fotone ottobre 8, 2008 a 4:06 am #

    Per cose come questa qui quasi che mi commuovo dalla beltà.Bella Gizmo!!! 

  2. ilmarinaio ottobre 8, 2008 a 8:11 am #

    Il meglio è l’incidente 5.Pensa se in una barzelletta ci fosse una ragazza chiamata Della di nome e Tusi di cognome:  avrebbe il destino segnato.

  3. rezio ottobre 8, 2008 a 8:35 am #

    olèil meglio è l’incidente 4

  4. fox_in_the_snow ottobre 8, 2008 a 10:19 am #

    >Il meglio è l’incidente 5.Concordo. Più il 4. Scusa marinaio, mi spieghi? Dieci feriti, sette morti, otto con Della Tusi. ?

  5. frank ottobre 8, 2008 a 10:25 am #

    No no il mio preferito è l’incidente 5, senza dubbio. Bravo!

  6. ilmarinaio ottobre 8, 2008 a 12:14 pm #

    Scusa marinaio, mi spieghi? Dieci feriti, sette morti, otto con Della Tusi. – Mamma, mamma è morta Della! – Si, è mortadella, ok…- No mamma!  è morta!  è morta Della, ci sono sette morti, otto con Tusi Della! – contusi della che?- Mamma, ti ripeto:  è morta Della, manda Rino!  A proposito:  su, Zuki! cava Saki da quella buca per terra! – ok, ora scrivo un telegramma alla nostra parente:  “Cara Mella, Morta Della. Manda Rino”. (etc.)

  7. fox_in_the_snow ottobre 8, 2008 a 12:18 pm #

    Ah ok.

  8. acidshampoo ottobre 8, 2008 a 12:18 pm #

    QUI alcuni video-documentari dei Baustelle in germania, dove stanno girando un (altro) documentario sulla scia di Comizi D’Amore di Pierpaolo Fagiolini.

  9. acidshampoo ottobre 8, 2008 a 12:41 pm #

    > Per cose come questa qui quasi che mi commuovo dalla beltà.Bella Gizmo!!! Grazie Fotone. Nello scrivere questo post m’è tornata in mente proprio la posta di Zeta. In un numero ricordo che misi un richiamo per i lettori, di spedire la loro barzelletta più divertente, alla stregua de “15.000 lire per una barzelletta” della Settimana Enigmistica. Questo perché avevo in mente di pubblicarne di decostruire le barzellette più celebri e renderle tristissime, poi spacciarle per divertenti dicendo che le avevo ricevute dai lettori. Ricordo che uno a cui non piaceva la Z-Mail commentò: “A questo siamo arrivati?”

  10. acidshampoo ottobre 8, 2008 a 12:46 pm #

    Marinaio, il tuo collage di barzellette è riuscitissimo! Però me lo dovevi suggerire in un orecchio, così l’avrei fatto mio. Ma vediamo se risolvi questa sfida. Ti dico l’inizio della barzelletta, te se vuoi la puoi continuare.”Ci sono un inglese, un francese, un italiano, Pierino, due carabinieri, due matti, un genovese.”(non sono ammessi trucchi tipo “scivolano su una buccia di banana e muoiono tutti”).

  11. ilmarinaio ottobre 8, 2008 a 1:13 pm #

    soluzione n.1:in realtà i personaggi si riducono.  perché i due carabinieri sono anche i due matti, uno di loro si chiama Pierino, ed è sia italiano che genovese.  l’altro è francese di origine.  arriva un turista inglese e dice ai due:   “sapete, quella quercia a cui state sotto è una quercia maschio!”.  I due, sopresi:  “E come hai fatto a capirlo?”.  “Perchè sotto ha due coglioni!” risponde ridendo il britannico.  I due carabinieri vanno a controllare sotto l’albero e in effetti ci sono attaccati due piccoli testicoli di legno.

  12. ilmarinaio ottobre 8, 2008 a 1:26 pm #

    soluzione n.2Pierino è un bambino molto sfortunato, che ha uno zio genovese avaro che lo sfrutta, facendolo lavorare come fiammiferaio.  un inglese (Dickens) lo vede e ci scrive un romanzo sopra. un francese (Hugo) ci scrive un altro romanzo.  i due entrano in competizione, finché un critico letterario italiano (Francesco De Sanctis) dà la palma della vittoria al francese.  il francese va a festeggiare a Saint tropez, in mezzo alle ballerine.  l’inglese, roso dalla vergogna, assolda due matti (il Dottor Jekyll e Mister Hyde) per ammazzare il francese, ma i suoi piani vengono fermati da due carabinieri (Carlo Verdone ed Enrico Montesano). a questo punto l’inglese ruba il premio, già progetta in quale angolo del camino posizionarlo, quando arriva Pierino a capo di una banda di predoni arabi, uccide l’inglese, rade al suolo Saint-Tropez e sparge il sale sulle rovine

  13. acidshampoo ottobre 8, 2008 a 1:27 pm #

    Marinaio, t’avrei dato il cartellino giallo per la furbizia di ridurre i protagonisti, ma la risoluzione è troppo spettacolare, con tanto di rilancio surreale nel finale. Sei un drago!Scusa ma allora ci prendo gusto e te la faccio difficile: vediamo se riesci a coniare una barzelletta che contenga le seguenti parti (senza trucchi stavolta eh!):- “Gagliaffore! Gagliaffore!”– Purtroppo il masticone non spostava il cabinato.- “Valvassori non lo saremo mai più, procrastiamolo!”– Ma non si riferiva a quel pergolato, bensì a quello col Bencivenga al suo internKRRAAHHH!!!- “Non riuscivo a venire! Non riuscivo a venire!”

  14. acidshampoo ottobre 8, 2008 a 1:40 pm #

    CHI SI VOLESSE PRENOTARE PER IL CONCORSO “5 FRASI PER UNA BARZELLETTA” LO FACCIA SCRIVENDO QUI. E CONIERO’ CINQUE FRASI PER LUI, SU CUI COSTRUIRE LA BARZELLETTA PIU’ DIVERTENTE DEL MEDITERRANEO. PRIMO PREMIO: IL PERMANGANATO. VENGHINO SIORI.

  15. acidshampoo ottobre 8, 2008 a 1:40 pm #

    Per la Frank:- la canizie non riusciva a reintrodurre la dattero-filia nell’enciclica.- “Portatemi un cartello con scritto portatemi un cartello coscritto”.- che non sarebbe mai riuscito a snaturare il bulbo Gnaccarino.- “Non mangiate i vinai! Non mangiate i vinai!”e il sensato finale-shock deve essere:- un paletto di Frassica nel cuore… PECCHIOLI!!!

  16. acidshampoo ottobre 8, 2008 a 1:51 pm #

    QUI il bellissimo trailer de La Fidanzata Di Papà, con Massimo Boldi e Simona Ventura. Ditemi se il finale non è da film horror.

  17. ilmarinaio ottobre 8, 2008 a 2:04 pm #

    mi arrendo, hai vinto!  so’ schiantato!!

  18. acidshampoo ottobre 8, 2008 a 2:33 pm #

    > mi arrendo, hai vinto!  so’ schiantato!!Era una sfida ardua, bisogna ammetterlo, però la frase finale già suggetiva il protagonista.Passo questa sfida a Caramelleamare, che ai tempi coniò la barzelletta *perfetta*, quella sul vescovo, le case popolari e il solfato di potassio.

  19. Pinxor ottobre 8, 2008 a 2:43 pm #

    Gran buon post. Questa traslitterazione di barzelletta mi ricorda un racconto di Buzzati che potresti aver assimilato per osmosi. Il finale del trailer del film di Boldi è veramente inquietante. Ma pare a me o si peggiora addirittura di anno in anno?

  20. acidshampoo ottobre 8, 2008 a 2:58 pm #

    > Il finale del trailer del film di Boldi è veramente inquietante. Ma pare a me o si peggiora addirittura di anno in anno? Lui forse sì! Ma Christian De Sica è pronto per il grande salto autoriale. Leggi QUI e pure QUI.

  21. acidshampoo ottobre 8, 2008 a 5:52 pm #

    I fan di Rescue Me si procurassero la puntata 2 della stagione 20 dei Simpson, trasmessa l’altro ieri e già tradotta. Denis Leary ne è co-protagonista.

  22. Daiana ottobre 8, 2008 a 8:01 pm #

    Dico solo una cosa; da ieri pomeriggio sono in full immersion del natale perchè hanno detto che gli serve un aiuto….. “sennò non ce la fanno” ^__^…. non potete capire la soddisfazione!

  23. andrea ottobre 8, 2008 a 8:28 pm #

    CHI SI VOLESSE PRENOTARE PER IL CONCORSO “5FRASI PER UNA BARZELLETTA” LO FACCIA SCRIVENDO QUI. E CONIERO’ CINQUEFRASI PER LUI, SU CUI COSTRUIRE LA BARZELLETTA PIU’ DIVERTENTE DELMEDITERRANEO. PRIMO PREMIO: IL PERMANGANATO. VENGHINO SIORI. ma il permangato di sodio o quello di stronzio, perchè ‘è una bella differenza sa.è un po’ come confondere i sarchiaponi asiatici con quelli sudameriani.

  24. acidshampoo ottobre 8, 2008 a 8:31 pm #

    Daiana, ho trovato un tuo ex su Youtube! Guarda QUA!

  25. Nicola ottobre 8, 2008 a 8:44 pm #

    Belle le barzellette, la mia preferita è la quinta, ma senza il finale del sole verde. Mi piaceva di più se la lasciavi così.

  26. acidshampoo ottobre 8, 2008 a 8:47 pm #

    > ma il permangato di sodio o quello di stronzio, perchè ‘è una bella differenza sa.C’hai ragione, sono stato poco specifico. Ovviamente mi riferivo al permanganato di cromo, ma emulsionato col campionato di calcio.

  27. acidshampoo ottobre 8, 2008 a 8:52 pm #

    > Belle le barzellette, la mia preferita è la quinta, ma senza il finale del sole verde. Mi piaceva di più se la lasciavi così. Avrei voluto scrivere “Intanto fuori piovono mufloni“. Comunque è ovvio che la migliore è la quinta. Non sono barzellette autoconclusive ma è la graduale esasperazione di una stessa, medesima, recalcitrante barzelletta oriunda.

  28. caramelleamare ottobre 8, 2008 a 9:09 pm #

    daiana mi sa che c’hai il cellulare spento. ti scrivo da un internet point che magari leggi qui. sono ancora a prato, s’è finito di lavorare ora e rientro più fra un’ora circa. per quando arrivo fammi le formaggelle

  29. ilmarinaio ottobre 9, 2008 a 8:08 am #

    Daiana, ho trovato un tuo ex su Youtube! Guarda QUA!O questo?  Comunque ha un bel sito internet, anche se un po’ troppo complicato per i miei gusti:  questo. mi ha ricordato un gruppo di Stia che ho sentito alla Festa della birra a Pratovecchio, e che ora mi faccio portare in cd, i MustangQui regalano cazzi di pane al pubblico, e la canzone inizia “Se ho un disturbo/ un motivo c’è/ io mi travaglio/ pensando a te…”;  qui invece una canzone dal testo più sobrio.

  30. anfiosso ottobre 9, 2008 a 8:53 am #

    Sono del colore di quel sole, dall’invidia. Glorioso.

  31. frank ottobre 9, 2008 a 10:42 am #

    >Daiana, ho trovato un tuo ex su Youtube! Guarda QUA!Anch’io ho un ex con cui eravamo così simili da sembrare parenti. Sensazione strana, eh Daiana?

  32. frank ottobre 9, 2008 a 11:54 am #

    Roma | 8 ottobre 2008La matrioska mafiosa su ebayUna matrioska mafiosa, con tanto di lupara, e’ in vendita sul portale di aste on-line e-bay. La matrioskaconsiste in “un originale Mafioso siciliano scomponibile in 4 pezzirealizzato in robusto legno decorato, alto cm 14,5, con la classicalupara imbracciata”. All’interno si trovano sempre più piccoli, il brigante calabrese,il gangster americano e il guappo napoletano. Il tutto al modico costodi 9,9 euro. Sullo stesso portale, spendendo solo 14,50 euro,si puo’ acquistare anche una maglietta ‘modello mafia, nuova collezione2009’ con l’immagine del Padrino e la scritta ‘Mafia made in Italy’. Asegnalare gli insoliti oggetti e’ il Telefono antiplagio e antiebay chedenuncia l’effetto negativo di queste inserzioni sull’immagine delPaese e chiede un intervento delle autorita’ su e-bay per far rimuoverequesti annunci. Commento mio: lo so che è politicamente scorretta, ma io la comprerei. Osservazione: esiste un “Telefono Antiebay”?! Ma vaff******…

  33. rezio ottobre 9, 2008 a 12:33 pm #

    lutto mi è morto il gatto e sarah connor cronichles stà per essere cancellato alla seconda stagione, peccato peccato era una serie  davvero appassionante

  34. acidshampoo ottobre 9, 2008 a 1:14 pm #

    > lutto mi è morto il gatto e sarah connor cronichles stà per esserecancellato alla seconda stagione, peccato peccato era una serie davvero appassionanteMi dispiace per il tuo gatto, Rezio. Da quanto tempo l’avevi? Anche io ho avuto un gatto, per sedici anni, si chiamava Liquirizia e morì nel ’99 sotto una macchina.Ora che è finito Sarah Connor Cronichles puoi traghettarti in corsa in una delle serie appena iniziate che meritano: Sons Of Anarchy e True Blood. Sono entrambe alla quinta puntata. Sarebbe ganzo guardarle in contemporanea e discuterne qua. Le seguono pure il Marinaio e la Frank.

  35. frank ottobre 9, 2008 a 1:16 pm #

    Rezio, condoglianze per il gatto.

  36. acidshampoo ottobre 9, 2008 a 1:16 pm #

    > Dico solo una cosa; da ieri pomeriggio sono in full immersion delnatale perchè hanno detto che gli serve un aiuto….. “sennò non ce lafanno” ^__^…. non potete capire la soddisfazione!C’avrei scommesso che la cresta gli s’abbassava nel giro di poco. Secondo me ce li hai in pugno e hai acquisito potere contrattuale. E poi loro col cazzo conoscono la disposizione giusta per far funzionare il villaggio dei nani. Quest’anno Daiana voglio il nano con l’alzheimer in prima fila, alla pari con quello affetto da parlantina. E vedi di rifornire il negozio di nuovi inediti dvd.

  37. ilmarinaio ottobre 9, 2008 a 1:18 pm #

    QUI Wu Ming 1 parla di Medium di Genna, Gomorra, di Peter Kolosimo, del concetto di “perturbante” e di “asimbolia del dolore”.  Tra l’altro nel finale cita una scrittrice che non conoscevo, che potrebbe essere interessante (tale Goliarda Sapienza, nome vero, anche attrice teatrale e cinematografica).

  38. frank ottobre 9, 2008 a 1:24 pm #

    >Sons Of Anarchy e True Blood. Sono entrambe alla quinta puntata.Sarebbe ganzo guardarle in contemporanea e discuterne qua. Le seguonopure il Marinaio e la Frank.La frank però è indietro, causa problemi tecnici di connessione… Pare che tutti i Fastweb siano nella mia condizione. Comunque, intanto ho finito la 2nda stagione di Dexter che mi è piaciuta ma mi ha lasciato un po’ freddina. Possibili cause: interruzione di 10 giorni fra la puntata 2×09 e la 2×10, in pieno climax; [SPOILER] piccola delusione per il salto carpiato del finale, in cui Dexter pare soccombere a una crisi d’identità totale e imprescindibile, salvo poi ricomporre la propria scissione in 2 minuti davanti a una bistecca con Debra. Sarebbe stato più difficile e coraggioso far arrivare il personaggio fino in fondo a questa crisi. Acid, che ne pensi? Marinaio, Fox?

  39. acidshampoo ottobre 9, 2008 a 1:34 pm #

    Anfiosso grazie! Ma t’assicuro che ci vuole ben poco talento a decostruire una barzelletta e renderla non divertente. E’ troppo facile così! Senza contare il torto fatto ogni volta a Gino Bramieri che si rivolterà nella cellula criogenica. Senza che questo suoni come un freddo scambio di cortesie, ricambio la stima e l’ammirazione per quello che scrivi te (tra cui le tue poesie perfette). Pur avendo visto i film di Pasolini (e amato Salò, chettelodicaffare), non l’ho mai letto le sue opere eppure di solito in queste cose c’azzecco. Questo per dirti che quando ti leggo mi viene sempre da dire: Pasolini, secondo me, se oggi avesse un blog scriverebbe così.

  40. ilmarinaio ottobre 9, 2008 a 1:43 pm #

    Sarebbe stato più difficile e coraggioso far arrivare il personaggiofino in fondo a questa crisi. Acid, che ne pensi? Marinaio, Fox?Dexter è una serie pesa dal punto di vista sia delle tematiche che delle immagini (lui da bambino che piange immerso nel sangue).  la storia però prosegue non sempre in modo realistico [SPOILERS]:  vedi per esempio quando, per non insospettire la bionda, le fa credere di avere una dipendenza.. ma uno furbo come lui, non si sarebbe potuto inventare qualcos’altro?  nella realtà la finzione della dipendenza sarebbe stato il primo passo falso che l’avrebbe portato alla sedia elettrica.  per esempio, in Prison Break (almeno la prima serie, che ho visto) gli avvenimenti mi sono sembrati sempre al limite, con una suspance continua, ma più coerenti.  se comunque Dexter arrivava in fondo alla crisi, la serie sarebbe probabilmente finita.  il personaggio di Dexter comunque mi sembra meno tridimensionale e coerente di quelli di altre serie (Nip/Tuck in testa), è un personaggio dalle contraddizioni interessanti come simbolo, ma non si può pretendere che sia troppo credibile..

  41. acidshampoo ottobre 9, 2008 a 1:49 pm #

    > La frank però è indietro, causa problemi tecnici di connessione… Pareche tutti i Fastweb siano nella mia condizione. Non c’era manco il bisogno di dirlo: già lo sapevo. Comunque sono puntate che con Torrent si scaricano in venti minuti di numero, mi pare impossibile che non riesca a tirartele giu proprio. Fosse pure con Emule eh.> Comunque, intanto hofinito la 2nda stagione di Dexter che mi è piaciuta ma mi ha lasciatoun po’ freddina. Possibili cause: interruzione di 10 giorni fra lapuntata 2×09 e la 2×10, in pieno climax; Se basta un’interruzione di 10 giorni per rovinarti la fruizione e renderti fredda la percezione di una serie, allora o sei attaccata con lo sputo o più probabilmente sei il Cincinelli. Io, seguendole in diretta, devo sempre attendere una settimana da una puntata all’altra. A volte anche mesi, se c’è la solita pausa fra le prime tredici puntate e le ultime nove. E questo non raffredda niente, anzi, l’esatto contrario. Rende molto più “importante” ogni puntata.> [SPOILER] piccola delusioneper il salto carpiato del finale, in cui Dexter pare soccombere a unacrisi d’identità totale e imprescindibile, salvo poi ricomporre lapropria scissione in 2 minuti davanti a una bistecca con Debra. Sarebbestato più difficile e coraggioso far arrivare il personaggio fino infondo a questa crisi. Acid, che ne pensi? Marinaio, Fox?Quello in effetti è vero, ma non è detto che mostrare una crisi di questa portata sarebbe stato nel carattere del personaggio. Capisco che la ricomposizione di quello status quo nel finale sa molto di chiusa da albo Bonelliano, però non è detto che corrisponda ad una risoluzione interiore del protagonista.

  42. acidshampoo ottobre 9, 2008 a 2:11 pm #

    > se comunque Dexter arrivava in fondo alla crisi, la serie sarebbeprobabilmente finita.  il personaggio di Dexter comunque mi sembra menotridimensionale e coerente di quelli di altre serie (Nip/Tuck intesta), è un personaggio dalle contraddizioni interessanti comesimbolo, ma non si può pretendere che sia troppo credibile..Ai miei occhi, se si parla di credibilità, nessuna serie ne ha meno di Nip/Tuck e dei suoi protagonisti. Che poi è un suo pregio, visto che questo porta l’autore a spaziare in completa libertà, sorprendere lo spettatore, aggredirlo e offrirgli sempre un piatto estrememente succulento, come altrove non ce n’è. Sean e Christian hanno una loro coerenza giusto nello psichedelico circo che è quella serie, lì dentro sono percepibili e coerenti, ma in senso assoluto sarebbero dei personaggi assolutamente deliranti. Di certo hanno maggior carisma rispetto a Dexter. La serie di Dexter è molto più composta, classica e rotonda. Per la materia che tratta potrebbe sembrare rivoluzionaria, ma si muove pur sempre dentro determinati paletti, pure abbastanza ravvicinati. Da lì, non può che uscirne un ottimo personaggio, sapientemente scritto, ma che sarà sempre diversi passi indietro alle eccellenze di Nip/Tuck e Rescue Me.Detto questo, Dexter resta comunque una serie ottima. Nella mia classifica personale sta sotto Mad Men e sopra Big Love.

  43. frank ottobre 9, 2008 a 3:24 pm #

    >mi pare impossibile che non riesca a tirartele giu proprio. Fosse pure con Emule eh.Non so di quale natura sia il problema tecnico, ma non è la velocità che ne risente. Ad esempio, le connessioni ai server mi saltano ogni 10 minuti massimo (una settimana fa, ogni 2 minuti!), e le ricerche sia su Kad che sui server danno spesso risultato nullo. Se becco il momento finestra in cui la ricerca file funziona, dopo scarico quasi normalmente.

  44. acidshampoo ottobre 9, 2008 a 3:34 pm #

    Cioè, nelle ultime settimane, se cerchi “sons of anarchy” e “true blood” non ti esce niente di niente? Quante volte li hai cercati, per curiosità?Comunque ripeto: prova BitTorrent (lo scarichi QUI). Per le cose appena uscite o di grande diffusione non ha eguali e non è rognoso come Emule. Tra le altre cose, non ha bisogno di nessuna impostazione.

  45. frank ottobre 9, 2008 a 3:35 pm #

    >Se basta un’interruzione di 10 giorni per rovinarti la fruizione erenderti fredda la percezione di una serie, allora o sei attaccata conlo sputo o più probabilmente sei il Cincinelli.🙂 Il problema è cosa accade in quei 10 giorni: se do un esame, consegno un lavoro e parto per un viaggio ci sta che perda un po’ la sintonia col telefilm, che perda quel quid che me lo faceva guardare 2 volte al giorno. Comunque l’ho già detto, che mi piace guardare le puntate a 2 per volta e vederle nell’arco di poco tempo.>non è detto che mostrare una crisi di questa portata sarebbe stato nel carattere del personaggio.Vero. Ma per quanto “di finzione” fosse il personaggio di Dexter, il suo percorso mi scorreva fluido, con una coerenza totale. E’ che stava andando in costante accelerazione verso un’apertura di sentimenti e una chiarezza con sé stesso che potevano portare solo a un’implosione o a un’esplosione, e poi non ci sarebbe stata una 3za serie. Invece la serie finisce con lui che [SPOILER] insiste con la tiritera che lui non ha sentimenti, non sente niente, finge tutto. Accetto il compromesso senza problemi, e ripeto che mi è piaciuta molto. Mi ha solo emozionato di meno. >Capisco che la ricomposizione di quello status quo nel finale sa moltodi chiusa da albo Bonelliano, però non è detto che corrisponda ad unarisoluzione interiore del protagonista.Beh, speriamo!! [SPOILER] Il bello dell’intera vicenda-Lila era l’incrinarsi di questa struttura. La stessa distruzione del ricordo e dell’autorità di Harry m’è parsa sì traumatica, ma verosimilissima e bellissima. >[SPOILERS]:  vedi per esempio quando, per non insospettire la bionda,le fa credere di avere una dipendenza.. ma uno furbo come lui, non sisarebbe potuto inventare qualcos’altro?  nella realtà la finzione delladipendenza sarebbe stato il primo passo falso che l’avrebbe portatoalla sedia elettrica.Ci ripensavo guardando la season finale. Se Dexter non avesse cacciato quella balla frettolosa, che non è da lui e che NON ERA NECESSARIA, non gli sarebbe successo niente di personale. Ci sarebbe stata la caccia al Macellaio, e niente Lila, niente rottura con quel dito in culo che è diventata Rita (e pensare che mi piaceva tanto nella stagione 1),etc.>il personaggio di Dexter comunque mi sembra meno tridimensionale ecoerente di quelli di altre serie (Nip/Tuck in testa), è un personaggiodalle contraddizioni interessanti come simbolo, ma non si puòpretendere che sia troppo credibile..Ingenuità mia, ma lo trovo credibilissimo e verosimile più di tanti…Togli pure la componente “serial killer”, non si riduce a una mera allegoria dell’uomo contemporaneo…

  46. frank ottobre 9, 2008 a 3:38 pm #

    >Cioè, nelle ultime settimane, se cerchi “sons of anarchy” e “trueblood” non ti esce niente di niente? Quante volte li hai cercati, percuriosità?Almeno un paio di volte al giorno, nelle ultime 2 settimane. Però ieri ho trovato quello che cercavo, oggi ho guardat SOA 1×03 e sto scaricando TB 1×03-05. Te l’ho detto, si sta ricomponendo il problema. Però sarebbe l’ora che lasciassi la pigrizia e imparassi Bittorrent. Mo’ lo scarico.

  47. frank ottobre 9, 2008 a 3:48 pm #

    Per dire, ieri dopo che ha segnalato l’episodio 20×02 dei simspon ho provato a cercarlo. NIENTE. “simpson”, “simpson 20”, “simpson s20” etc. Oggi c’è. Ripeto, problemi di Fastweb confermati dall’azienda.

  48. acidshampoo ottobre 9, 2008 a 4:17 pm #

    > ci sta che perda un po’ la sintonia col telefilm, che perda quel quidche me lo faceva guardare 2 volte al giorno. Eh ma c’è una bella differenza! Una cosa è perdere un quid, una cosa è che basti questo per percepire “freddina” tutta una stagione o gli episodi dopo lo stacco. > Comunque l’ho già detto,che mi piace guardare le puntate a 2 per volta e vederle nell’arco dipoco tempo.Peccato, molto Lozissou-style questo atteggiamento. Invece io penso che non ci sia niente di più stimolante ed entusiasmante che attendere la nuova puntata di una serie che ami, come fosse un piccolo evento. Voler vedere la successiva, ma dover attendere per il fatto che, logisticamente, non ce l’hai lì perché la stanno ancora montando. T’assicuro che in questo modo gli dai il peso che merita ed è tutto un altro peso. Senza contare l’interattività che c’è nello scambio di opinioni, in corso d’opera, con altri appassionati.Non è necessario, ma di certo è un gran valore aggiunto seguire una serie in diretta. Pensa alla sacralità di quando, alle superiori, aspettavi la nuova puntata di Avanzi o Tunnel. Penso a cosa sarebbe, per me, scoprire oggi gli Oasis con sette album alle spalle, o aver vissuto ogni volta l’attesa dell’album successivo. Non c’è paragone.

  49. acidshampoo ottobre 9, 2008 a 4:19 pm #

    > Invece la serie finisce con lui che [SPOILER] insiste con latiritera che lui non ha sentimenti, non sente niente, finge tutto.Sì ma non bisogna dimenticarsi che lui non è un narratore neutrale. Ilfatto che spesso se la racconti, è qualcosa che non sfugge al pubblico.Comunque ti anticipo che non impazzirai per l’inizio della terzastagione.> con quel dito in culo che è diventata Rita (e pensare che mi piaceva tanto nella stagione 1),etc.Personaggio insopportabile in questa seconda stagione, concordo, condelle faccette di cazzo storiche. Me la sono ritrovata anche vicino a John Rambo nell’ultimo film della saga. E invece Lila mi piaceva parecchio.Ah, gossip: Michael C. Hall s’è fidanzato con Jennifer Carpenter, ovvero la su sorella in Dexter.

  50. acidshampoo ottobre 9, 2008 a 4:27 pm #

    > Però sarebbe l’ora che lasciassi la pigrizia e imparassi Bittorrent. Mo’ lo scarico.Non c’è niente da imparare. Inoltre non si basa sulla condivisione di un archivio, ma sullo scambio di singoli pezzi del file fra gli utenti che lo stanno scaricando in quel momento. Scambio che finisce una volta che il file t’è arrivato al 100% e lo togli dalla lista.Praticamente, se vuoi provare BitTorrent: lo scarichi, lo installi, poi vai QUI ogni volta a cercare il torrent (un file di pochi k) con più seeds (importante!) che ti serve per far partire il download che vuoi te. Non c’è niente da settare.I file poi te li scarica a cascata, prima piano e poi sempre più veloce, ma senza mai interrompersi. Per chi ha una linea normale, è una differenza che si sente da matti, te ovviamente la sentirai meno perché sei abituata a Fastweb.

  51. ilmarinaio ottobre 9, 2008 a 5:01 pm #

    Ai miei occhi, se si parla di credibilità, nessuna serie ne ha meno di Nip/Tuck e dei suoi protagonisti.Intendevo coerenza emotiva, il fatto che i personaggi siano molto percepibili, al punto di diventare anche dei simboli.  Si può dire, o pensare, una frase come:  “Quello è il Christian Troy di Subbiano”, ma non “Quello è il Dexter di Subbiano”.  (Ieri tra l’altro ho visto la 3×12, forse una delle più belle della serie).  Da Christian Troy per esempio mi aspetto di tutto, ma non che inventi una bugia apparentemente senza ragione, o che faccia tiritere (tipo appunto “non ho sentimenti..”).  Se va in crisi fa come tutti:  o la supera, o va un anno in depressione (mi immagino).

  52. acidshampoo ottobre 9, 2008 a 5:16 pm #

    Buone e cattive notizie sullo stato di diverse serie interessanti:- True Blood è già confermato per una seconda stagione.- The Riches è ufficialmente cancellato.- La CBS ha cancellato Swingtown, che però forse sarà comprato dallaShowtime e proseguirà via cavo (che era la sua giusta collocazione).- Visto il grosso calo di audience, sembra che Prison Break verràcancellato dopo le prime 13 puntate delle 22 previste per questastagione. Probabilmente la serie, dopo quattro anni di trasmissione,rimarrà senza un finale (non ho parole).- Sons Of Anarchy è già confermato per una seconda stagione.- La stagione appena iniziata di ER (la quindicesima) sarà l’ultima, con diversi ritorni a sorpresa.

  53. acidshampoo ottobre 9, 2008 a 5:28 pm #

    Marinaio, guarda che i protagonisti di Nip/Tuck di tiritere ne fanno parecchie, ma è insito nella natura da soap della serie. E anche lì c’è una strizzata d’occhio dell’autore al pubblico, che ha modo di vederli sfilare a braghe calate e con tutte le loro ipocrisie, solenni ai loro occhi ma patetici ai nostri. Questa cosa non succede in Dexter, dove non c’è mai – scelta legittima – l’intenzione di far apparire il protagonista piccolo e ridicolo (che è ben più coraggioso che quel “negativo” che fa tanto cool). Sulle bugie apparentemente senza motivo, a volte sono soltanto goffe o mal gestite, come nella vita.Per me Nip/Tuck e Rescue Me, e i loro protagonisti, sbaragliano il resto (Dexter compreso) anche su un’altra cosa: la capacità di smuovere qualcosa dentro a chi guarda. La Frank dice che quel finale “l’ha emozionata meno”. Ecco, io penso che Dexter non m’ha mai emozionato. La trovo una bellissima serie, che dall’inizio m’ha coinvolto e interessato e che sempre seguirò, ma è sempre stata molto lontana dallo smuovermi qualcosa nella pancia, anche quando c’era il tentativo di farlo, cosa che invece mi succede regolarmente per le due eccellenze di cui sopra.La dodicesima puntata è quella dell’incidente aereo, giusto? L’ho rivista di recente. Realmente bellissima e con una Julia stratosferica.

  54. acidshampoo ottobre 9, 2008 a 6:11 pm #

    Letto l’ultimo numero di Volto Nascosto, disegnato da un superbo Simeoni (Gli Occhi E Il Buio), il cui stile molto pittorico mi piacerebbe ritrovarlo su Jan Dix. Sul finire del numero scorso ero preoccupato che Manfredi fosse arrivato lungo al finale, probabilmente anche perché, dopo le battaglie, la fase della prigionia aveva occupato veramente tanto spazio. Non so se avrò quest’impressione anche a serie conclusa, ma questo penultimo numero è giocato ottimamente, incentrato com’è sul personaggio di Matilde. E che il prossimo numero sia l’ultimo ora non appare più così fuori luogo. [SPOILER] Tra l’altro mi pare ormai ufficiosamente svelato chi ci sarà dietro la maschera d’argento. Quando Vittorio stordisce lanciandogli una pietra (prima di ucciderli, ‘sto bastardo) i due vecchietti di guardia al covo di Verruca, nello stile di Muhammed, e Ugo gli chiede come abbia fatto a impararlo durante la prigionia, Vittorio risponde che non c’è tempo e che gli spiegherà poi. A questo punto mi pare evidente che l’altro Volto Nascosto non è altri che lui e mentre noi lo pensavamo in prigionia lui era in piena attività. Ricordo la Taitù quando cicchettò Volto Nascosto perché le si avvicinava troppo e non mostrava rispetto: lì dietro c’era di sicuro il De Cesari.Bello il personaggio di suor Clelia, in certe sue uscite mi ha ricordato molto la Frank.

  55. Daiana ottobre 9, 2008 a 6:23 pm #

    Daiana, ho trovato un tuo ex su Youtube! Guarda QUA!Accidenti che bel personaggino! Bhè lo devo ammettere in quanto a fidanzati io so scegliere bene!

  56. Daiana ottobre 9, 2008 a 6:44 pm #

    “Quello è il Dexter di Subbiano”Hai beccato preciso il soprannome di caramelleamare

  57. acidshampoo ottobre 9, 2008 a 6:46 pm #

    Sì però ora Daiana parla di qualcosa a cui ti si possa rispondere: telefilm, film, fumetti, Lidl, musica o il cazzo che ti pare. Sii proattiva (e riattiva anche Caramelle). Di che si parla? Che mi racconti? Va bene anche parlare di lavoro. Hai mai letto Pasternak? Io mai, credi che dovrei?

  58. acidshampoo ottobre 9, 2008 a 6:49 pm #

    Sondaggio: scocciare può stuccare?PARLIAMONE

  59. hiss ottobre 9, 2008 a 8:16 pm #

    Mammamia Acid!Queste barzellette sono davvero una specialità della casa; che goduria leggerle dopo una dura giornata di lavoro…

  60. acidshampoo ottobre 9, 2008 a 8:16 pm #

    QUI scaricabile il numero zero di Trigger, la miniserie di Ade Capone in uscita a novembre, con intervista e sketchbook. Saranno 6 numeri a cadenza bimestrale.

  61. hiss ottobre 9, 2008 a 8:32 pm #

    Mah! Penso proprio di no. A meno che, dopo che ti hanno rullatoper benino, a mummia, con lo scoch, tu non gli stia così simpatico (aGargiulo e Tusi) da tramutarti in colonna umana portante riempiendotidi stucco e inverniciandoti di rosso.

  62. hiss ottobre 9, 2008 a 8:36 pm #

    >Sondaggio: scocciare può stuccare?Mah! Penso proprio di no. Ameno che, dopo che ti hanno rullato per benino, a mummia, con lo scoch,tu non gli stia così simpatico (a Gargiulo e Tusi) da tramutartiin colonna umana portante riempiendoti di stucco e inverniciandoti dirosso.

  63. acidshampoo ottobre 9, 2008 a 8:37 pm #

    > Queste barzellette sono davvero una specialità della casa; Occhio che ora ne so diverse anche sugli avvocati!Qual’è il colmo per un avvocato? Dover curare una causa semplicissima e non sapere veramente da che parte farsi, anzi magari andare a consultare un altro avvocato per chiedere consigli.Con questa c’ho vinto la simmenthal al “Salone Dell’Umorismo” di Lione!

  64. Daiana ottobre 9, 2008 a 9:11 pm #

    Sì però ora Daiana parla di qualcosa a cui ti si possa rispondere:non c’ho molto tempo ultimamente quindi sarò sintetica:- desperate housewives ho visto la prima puntata della 5 serie e mi è piaciuta moltissimo. Questo salto in avanti di 5 anni mi ha proprio rinnovato l’interesse.-Dexter ho visto la prima della 3 e non mi ha entusiasmato granchè ma staremo a vedere il resto. Cmq secondo me le prime due stagioni sono state fatte benissimo e non ho avvertito una mancanza di credibilità. – Californication ho visto la prima della 2 stagione e se possibile mi è sembrato peggio della prima serie.- Prison break sono arrivata alla 5 puntata e nonostante questa stagione sia meglio della terza  sinceramente non mi prende molto. Ho la sensazione che ci siano un pò troppe forzature e poca credibilità.- Con mad men non si riesce ad andare avanti… e dire che c’ho un sacco di aspettative!- Ho finito Swingtown e tirando le somme dico che mi è risultata una serie davvero godibile e sinceramente vorrei anche una seconda stagione… la faranno?!- Pasternak non l’ho mai letto quindi secondo me dovresti leggerlo almeno mi dici se ne vale la pena.- Per togliere le erbacce bisogna zappettare per bene e ribaltare la terra cercando di tirare via più radici possibile.- Non basta una serrettina fatta bene per proteggere le piante dal gelo, occorre cmq coprire il telo della serra con un apposito telo “antigelo”. Chiamato anche “tessuto-non tessuto”  

  65. frank ottobre 9, 2008 a 9:41 pm #

    >Sondaggio: scocciare può stuccare?Non quanto caramellare.

  66. frank ottobre 9, 2008 a 9:43 pm #

    Ah, gossip: Michael C. Hall s’è fidanzato con Jennifer Carpenter, ovvero la su sorella in Dexter.Ma se te l’ho detto io qualche post fa! Te non mi ascolti mai.Una cosa è perdere un quid, una cosa è che basti questo per percepire”freddina” tutta una stagione o gli episodi dopo lo stacco.Ma ho detto che mi ha lasciata freddina, e ho ipotizzato che fosse per la rottura del ritmo con cui lo guardavo o per i contenuti del finale. >Peccato, molto Lozissou-style questo atteggiamento.Tua sorella.>Invece io penso chenon ci sia niente di più stimolante ed entusiasmante che attendere lanuova puntata di una serie che ami, come fosse un piccolo evento.Sì, ed è così, e concordo! Vale per i Dampyr, per Decameron, per Sons Of Anarchy, per Volto Nascosto, per Dexter stagione 3! Solo che le ho tutte qua impacchettate le serie, e sono abituata a guardarmele tutte in fila, così tanto che i protagonisti si mischiano ai volti familiari della vita vera, così tanto che una sera in un ristorante incontrai un uomo che credevo di conoscere e dopo un po’ capii che somigliava al Michael Gavin di ‘Rescue Me’. >Questa cosa non succede in Dexter, dove non c’è mai – scelta legittima- l’intenzione di far apparire il protagonista piccolo e ridicoloNon succede sistematicamente cone in N/T. Ma ricordo più di un momento di figura di merda di Dexter, in cui non c’era proprio niente di cool nel suo essere diverso o fuori luogo. Ma per carità, altro genere, altri topos.

  67. Pinxor ottobre 9, 2008 a 9:49 pm #

    >Tra l’altro nel finale cita una scrittrice che non conoscevo, che potrebbe essere interessante (tale Goliarda Sapienza)Ho letto il libro “L’arte della gioia”, libro denso e d’impatto, che prima era venduto con la dicitura “romanzo anticlericale”. Te lo consiglio. Sesso rosari & rock’n roll (ma meno rock’n roll) Fuori tema, un filmato che speri risulti gradito a tutti quelli quelli che come Acid amano la Disney e il porno: http://keepbusy.net/play.php?id=safe-for-work-porn (i bimbi lo adoreranno)

  68. caramelleamare ottobre 9, 2008 a 10:05 pm #

    altro sondaggio:secondo voi il cincinelli passa?sinonon so

  69. zephiro73 ottobre 9, 2008 a 10:08 pm #

    >secondo voi il cincinelli passa?sìdalla cruna del suo stesso ano

  70. acidshampoo ottobre 9, 2008 a 11:13 pm #

    > Ma se te l’ho detto io qualche post fa! Te non mi ascolti mai.Dal tuo post avevo capito che s’era messo con sua sorella vera, quella nella vita, che se l’era slinguata.> Ma ho detto che mi ha lasciata freddina, e ho ipotizzato che fosse per la rottura del ritmo con cui lo guardavo o per i contenuti del finale. Appunto. Spero sia per i contenuti del finale, altrimenti sei una merda te.> Sì, ed è così, e concordo! Vale per i Dampyr, per Decameron, per Sons Of Anarchy, per Volto Nascosto, per Dexter stagione 3! Ma che sbotti? Ti brucia la fichetta? Se t’ho scritto quella precisazione, l’ho scritta perché eri stata assoluta e definitiva nel tuo commento. Le eccezioni le scrivi ora. Rileggiti: “Comunque l’ho già detto, che mi piace guardare le puntate a 2 per volta e vederle nell’arco di poco tempo.” Letto questo, ti proponevo un punto di vista diverso. Mettitelo in culo.> Non succede sistematicamente cone in N/T. Ma ricordo più di un momentodi figura di merda di Dexter, in cui non c’era proprio niente di cool nel suo essere diverso o fuori luogo. Ma per carità, altro genere, altri topos. Secondo me sono similitudini solo nominali. In Nip/Tuck hai visto Sean scopare con una real-doll in una scena girata nella maniera più lirica e seria concepibile, hai visto Troy a pecora col Macellaio che se lo incula, hai visto la donna di Sean avere la diarrea durante un romantico idromassaggio e il loro rapporto che da lì entra in crisi, hai visto una scena tesissima in cui Christian si fa visitare l’ano dal suo miglior amico Sean.Dexter che fa cilecca con Rita o cose del genere, sono poco rispetto a “cosa” vedi in Nip/Tuck (e quello ci sta), ma soprattutto sono niente rispetto a “come” Ryan Murphy te le racconta. Proprio due pianeti diversi. In quello, Dexter si colloca nella media di tutte le serie da tv via cavo, nè più nè meno, da The Riches a Californication passando per Big Love. Nip/Tuck è su un altro pianeta rispetto a tutti in questo. E ripeto, non per quello che mostra (sarebbe troppo facile) ma per “come” lo mostra.

  71. acidshampoo ottobre 9, 2008 a 11:16 pm #

    > altro sondaggio: secondo voi il cincinelli passa?Ricordo come te l’annunciò il prof. Martinelli durante una delle ultime lezioni d’inglese “Cincinelli, lo sai qual’è la differenza fra te e una rosa? Che la rosa sboccia…” Non ebbe nemmeno bisogno di finirla.

  72. andrea ottobre 9, 2008 a 11:23 pm #

    Ricordo come te l’annunciò il prof. Martinelli durante una delle ultime lezioni d’inglese “Cincinelli, lo sai qual’è la differenza fra te e una rosa? Che la rosa sboccia…” Non ebbe nemmeno bisogno di finirla.no, il martinelli no.non me lo nominare.

  73. acidshampoo ottobre 9, 2008 a 11:32 pm #

    Daiana.Iniziata a vedere anch’io la quinta Desperate Housewives. Impeccabile come sempre, fruizione fluidissima e situazioni intriganti una via l’altra (bello il villain di quest’anno), ma per me questa serie ha rivelato la posizione dei paletti già da un paio di stagioni e ora, anche quando ispiratissima, mi suona di maniera. Sarà per il fatto che ha collezionato troppi precedenti di ogni cosa.Le prime due della seconda di Californication invece devo dire che mi sono piaciute. Non m’aspetto granchè da questa serie, che rivela troppo il target che cerca di conquistare, ma non nascondo che sia gradevole e si segua bene.Sto vedendo la seconda stagione di Mad Man e se li mangia tutti a colazione. Questa serie è fantastica. Bellissimo il personaggio di Betty, la moglie di Don Draper. Come mai non riuscite ad andare avanti? Concordo su Prison Break. La quarta serie è molto meglio della precedente, ma si sente che qualcosa s’è rotto per sempre, inoltre va avanti un po’ col freno a mano tirato anche nelle situazioni teoricamente più tese (sarà che ne abbiamo viste troppe?), e sembra pure girata al risparmio rispetto a come meriterebbe, visto che è dinamica quasi quanto la seconda.Swingtown l’ho trovata parecchio piacevole e spero che la Showtime se la compri e che la faccia proseguire via cavo, visto che la CBS l’ha mollata (senza averci investito molto, secondo me, visto che l’ha trasmessa a fine stagione).Sulla cosa della serra: Bruno mica lo devo serrare?

  74. acidshampoo ottobre 9, 2008 a 11:36 pm #

    > no, il martinelli no. non me lo nominare. Eddai, là dentro era il meglio. Che t’ha fatto Massimo?

  75. zephiro73 ottobre 9, 2008 a 11:37 pm #

    “Cincinelli, lo sai qual’è la differenza fra te e una rosa? Che la rosa sboccia…”Veramente?! Che battuta stupendamente loffia!

  76. acidshampoo ottobre 9, 2008 a 11:41 pm #

    > Veramente?! Che battuta stupendamente loffia! Zephiro su, fai il bravo. E certo che la battuta era loffia! Ma era la situazione che era tanto tesa quanto esilerante. Chi c’era se la ricorda…

  77. frank ottobre 10, 2008 a 12:04 am #

    Cazzo, peccato che io facevo tedesco e non c’ero.>I fan di Rescue Me si procurassero la puntata 2 della stagione 20 deiSimpson, trasmessa l’altro ieri e già tradotta. Denis Leary ne èco-protagonista.Vista ora. Mi aspettavo un Denis Leary incazzoso, sboccato e in mutande: è rimasto coi vestiti addosso per tutta la puntata (incredibile!), ma per il resto era lui! Notare la zazzera che gli hanno disegnato. E lo hanno fatto antipaticissimo, montato e stronzo. E lui s’è prestato in pieno! Spettacolare.

  78. acidshampoo ottobre 10, 2008 a 12:36 am #

    Ops Zephiro, avevo letto “stupidamente” invece che “stupendamente”.

  79. frank ottobre 10, 2008 a 10:57 am #

    Concordo con Zephiro73 (a proposito benvenuto? o bentornato?). E per chi conosce il Martinelli di faccia, tutto assume un senso. E’ una specie di incrocio fra Peter Sellers e un altro Martinelli che abitava nel mio stesso paese. Insomma io non c’ero ma mi pare di sentirgliela dire, una battuta così. E mentr ein bocca a un altro sarebbe stata loffia e acida, detta da lui mi ci suona un minimo di complicità. E’ così Acid?

  80. rezio ottobre 10, 2008 a 11:01 am #

    Mi dispiace per il tuo gatto, Rezio. Da quanto tempo l’avevi?13anni, si chiamava pinocchio e quando era in salute era una tigre di 7kg..nel suo territorio non ci entravano manco i cinghiali, più che altro è per la mia mammetta ci era tanto affezionata..sarah connor ha davanti ancora una quindicina di puntate sicure..non è ancora sicura la chiusura dello show tutto dipenderà dagli acolti delle prossime puntate; ha un grosso seguito di fans solo che nessuno si sintonizza all’ora della trasmissione, se la scaricano tutti dalla rete sti cialtroni

  81. frank ottobre 10, 2008 a 3:34 pm #

    Londra | 9 ottobre 2008Il regista di Gomorra al Times: “Vi spiego perché a Napoli vince la camorra”Matteo Garrone, regista di Gomorra,tratto dal romanzo di Roberto Saviano, ha raccontato al giornaleinglese “Times” i mesi trascorsi a Napoli per girare il film. Il cineasta ha spiegato che la camorra ha successo nel capoluogo campanoperché “nessuno si fida delle istituzioni”, “il governo è del tuttoassente”, mentre “le persone che appartengono alla camorra vivono sulterritorio e parlano la stessa lingua di chi vi abita”. Ma ha ancheraccontato di aver avuto il sostegno della gente durante le riprese:”Avevo sempre 40 o 50 persone dietro al monitor che guardavano il film.Per me, è stato stato il primo pubblico della mia pellicola”. Il ‘Times’ definisce il film “un’ agghiacciante saga criminale”. Ilcineasta romano racconta di aver trascorso sei mesi a Napoli 2percomprendere il mondo della camorra” sottolineando che, “se davvero sivuole risolvere il problema”, ‘bisogna partire dall’interno’. Matteo Garrone ha anche  aggiunto: ‘Occorre considerare il problema delladisoccupazione, dell’educazione,la relazione fra la gente e leistituzioni’.L’incontro si chiude con un riferimento al cult movie ‘Il padrino’di Martin Scorsese, che Garrone afferma di avere considerato come puntodi partenza per il suo film anche se, “leggendo il libro di RobertoSaviano, ho scoperto che c’ era la possibilità di cambiare laconcezione del film di mafia. Mi sembrava molto interessante – haconcluso Garrone – andare nella direzione opposta rispetto al modello”.

  82. Daiana ottobre 10, 2008 a 3:48 pm #

    Sto vedendo la seconda stagione di Mad Man e se li mangia tutti acolazione. Questa serie è fantastica. Bellissimo il personaggio diBetty, la moglie di Don Draper. Come mai non riuscite ad andare avanti?Perchè qualcuno, ogni volta, cade dal sonno già dopo i primi 10 minuti.Non ti preoccupare per Bruno, è un albero giovane e forte e ha già passato i momenti peggiori.Per i dvd anch’io sto aspettando con ansia che arrivi il nuovo carico e credo che oramai manchi poco. 

  83. Daiana ottobre 10, 2008 a 3:49 pm #

    Ho letto il numero 56 di dampyr “I vampiri della città fantasma”. Un’altra storia moscia e con disegni che non mi entusiasmano per niente. O come mai dampyr ha così tanto alti e bassi?!

  84. acidshampoo ottobre 10, 2008 a 4:16 pm #

    > Ho letto il numero 56 di dampyr “I vampiri della città fantasma”.Un’altra storia moscia e con disegni che non mi entusiasmano perniente. O come mai dampyr ha così tanto alti e bassi?!Dampyr ha solo alti, e qualche basso ogni tanto. Detto che Boselli non mai scritto una storia brutta (non ci riuscirebbe neanche a volerlo, credo), quella a cui ti riferisci è una storia di Mignacco, già autore dell’oscida I Sotterranei Di Parigi. Per me I Vampiri Della Città Fantasma è forse l’albo meno riuscito della serie. In particolare, vengono tradite le caratteristiche precipue dei nostri fantastici ragazzi, resi dei ruvidi giustizieri nemmanco fossimo in John Doe. Vedi la scena del vampiro lasciato al sole e la vampira giustiziata nel finale. Quelli non sono Harlan, Tesla e Kurjak, c’è poco da fare.Comunque, dopo questa storia Mignacco non realizzerà più storie brutte e anzi, ce ne sarà una particolarmente bella (La Spada Senza Tempo). Da qui in poi, di storie particolarmente sotto tono me ne vengono in mente giusto tre: i numeri 63, 68 e 79.E ora preparati alla storia (doppia) che amo di più di tutta la serie, quella che più m’ha tolto il fiato e che più volte ho riletto. Poi fammi sapere come t’è parsa.

  85. acidshampoo ottobre 10, 2008 a 4:20 pm #

    > L’incontro si chiude con un riferimento al cult movie ‘Il padrino’ di Martin ScorseseUUUAAARRRGGGHHH!!!

  86. acidshampoo ottobre 10, 2008 a 4:32 pm #

    Rezio, lo scaricaggio delle serie col p2p nonché l’ingresso di TiVo nelle case americane, sta mettendo in difficoltà diverse serie. Basti pensare che Prison Break è una delle serie meno viste della Fox ma è la più scaricata. Come Prison Break, anche Sarah Connor Chronicles ha lo svantaggio di andare in onda in una rete generalista, quindi ha bisogno di alti numeri di audience per sopravvivere.Comunque c’è un altra serie alle porte che, come Sarah Connor Chrinicles, riprende un cult degli anni ’80. Parlo de I Visitors, che è in fase di preproduzione e dovrebbe esordire la prossima stagione. Magari può interessarti…Nella tua descrizione di Pinocchio rivedo la mia gatta Liquirizia, una persona rara. Anche lei era un tigre di 7 kg (anzi un puma, visto che era nera) che avrebbe messo in fuga anche un cinghiale e al contempo era sensibilissima, legatissima a mio nonno in particolare e di un’intelligenza che se avesse avuto la parola avrebbe potuto insegnare a tutti.

  87. acidshampoo ottobre 10, 2008 a 5:07 pm #

    QUI il nuovo cortometraggio di Mirko Aretini.

  88. andrea ottobre 10, 2008 a 9:36 pm #

    Eddai, là dentro era il meglio. Che t’ha fatto Massimo?probabilmente se lo avessi conosciuto fuori all’ambiente scolastico, saremmo diventati amiconi.ma la sua completa ignoranza della lingua inglese e l’effetto distorcente che quella scuola aveva sul mio cervello, ha fatto sì che diventassi il principio del suo esaurimento nervoso.

  89. acidshampoo ottobre 10, 2008 a 10:12 pm #

    QUI un critico di UBCFumetti scrive una delusa lettera a Sergio Bonelli. Le critiche possono essere pure legittime, ma il tono che ostenta è qualcosa di insopportabile.

  90. acidshampoo ottobre 10, 2008 a 10:18 pm #

    > ma la sua completa ignoranza della lingua inglese e l’effettodistorcente che quella scuola aveva sul mio cervello, ha fatto sì chediventassi il principio del suo esaurimento nervoso.Ma infatti mi dà l’idea che tu abbia fatto immattire anche i santi! Poro Massimo.E non è vero che era un professore scarso, come molti dicono. Dipende dai punti di vista. Io, per dire, ho rimosso volentieri ogni nozione di greco e filosofia (le due materie che meno sopportavo), ma ricordo perfettamente le sue lezioni su Emily Dickinson, Walt Witman, Arthur Miller, John Osborne… E poi ci fece scoprire i Beatles e i Queen, mica seghe. Anche a voi?

  91. caramelleamare ottobre 10, 2008 a 11:16 pm #

    ma soprattutto sono niente rispetto a “come” Ryan Murphy te leracconta. Proprio due pianeti diversi. In quello, Dexter si collocanella media di tutte le serie da tv via cavo, nè più nè meno, da TheRiches a Californication passando per Big Love. Nip/Tuck è su un altropianeta rispetto a tutti in questo. E ripeto, non per quello che mostra(sarebbe troppo facile) ma per “come” lo mostra.io non avevo voglia di rispndergli, pero a sto punto mi accodo. anche secondo me è esattamente cosi.

  92. caramelleamare ottobre 10, 2008 a 11:26 pm #

    Le prime due della seconda di Californication invece devo dire che misono piaciute. Non m’aspetto granchè da questa serie, che rivela troppoil target che cerca di conquistare, ma non nascondo che sia gradevole esi segua bene.sul fatto che si segua bene ci posso stare. ma il succo del concetto oltre a essere sempre ma sempre il solito, è spesso tradotto in scene e personaggi che piu scontati e targhettati non si puo. sembra fatto apposta per adolescenti che nn hanno ancora la tessera per i dvd porno. insomma gira tutto tuttissimo intorno al sesso, sempre e cmq. e nelle scene che piu contano per me viene fuori il peggio Concordo su Prison Break. La quarta serie è molto meglio dellaprecedente, ma si sente che qualcosa s’è rotto per sempre, inoltre vaavanti un po’ col freno a mano tirato anche nelle situazioniteoricamente più tese (sarà che ne abbiamo viste troppe?)secondo me no, risolve situazioni da cinque puntate in dieci minuti. è giusto e naturale uno sveltimento dei tempi narrativi, ma qui siamo vicini alla lista della spesa dove invece del pane raffermo o dei riccioli c’è il rischiare la vita epiani impossibili realizzati in un attimo

  93. caramelleamare ottobre 10, 2008 a 11:27 pm #

    Ricordo come te l’annunciò il prof. Martinelli durante una delle ultime lezioni d’inglese “Cincinelli, lo sai qual’è la differenza fra te e una rosa? Che la rosa sboccia…” Non ebbe nemmeno bisogno di finirla.ah gia, me ne dimentico sempre di questa scena. che poi secondo me come battuta è loffia loffia. come tutte le sue. era lui che rimaneva beneale superiori i professori non mi davano un lira. secndo loro ero un fallito. ma se mi vedessero ora che rubo, abito in un camper, non voglio lavorare e faccio colazione col vomito di un barbone, chissa che faccia farebbero

  94. acidshampoo ottobre 11, 2008 a 12:55 am #

    > insomma gira tutto tuttissimo intorno al sesso, sempre e cmq. e nelle scene che piu contano per me viene fuori il peggio L’amico pelato (già comparso in Lost) del protagonista è il peggio di tutti, non si regge. La missione simpatia dei video in cui si fa le seghe, i versi che fa, immagino nei forum dedicati come c’andranno pazzi… Lo stanno dando su Italia 1, subito dopo Nip/Tuck. Roba da matti! E’ come leggere un Dylan Dog di Sclavi, e subito dopo un numero del suo emulo Dick Drago. E poi possono, quanto al sesso, possono fare i torbidi quanto vogliono, ma sarà sempre un torbido plastificato, innocuo e calcolato. Nip/Tuck è su un altro pianeta, non ti fa dormire la notte. Però Californication lo seguo volentieri comunque, diciamo che lo colloco nella fascia bassa dei telefilm che seguo, alla pari con 30 Rock.> secondo me no, risolve situazioni da cinque puntate in dieci minuti.Non mi riferivo a questo, ma al “controllo della tensione”. Mi pare che le situazioni thrilling siano sempre depotenziate, una spanna sotto agli ingranaggi perfetti delle prime due stagioni. Ma ripeto, secondo me c’entra il fatto che ormai ci sono troppi precedenti nella serie.

  95. acidshampoo ottobre 11, 2008 a 1:11 am #

    > ah gia, me ne dimentico sempre di questa scena. che poi secondo me comebattuta è loffia loffia. come tutte le sue. era lui che rimaneva beneRicordo che l’ultimo anno rischiasti seriamente di entrare nel guinness dei primati per le volte che il Martinelli ti mandò fuori. Te ti ricordi quante? Io le contai: 16 volte in un’ora. Ricordo che all’uscita mi si avvicinò Piero serissimo: “Ma che è successo?”.

  96. rezio ottobre 11, 2008 a 9:24 am #

    Le prime due della seconda di Californication invece devo dire che misono piaciutegià il pilot rivelava la pochezza della serie che ruota tutta attorno al narcisismo sessuale del protagonista, che tra l’altro si chiama hank, hanno voluto indegnamente omaggiare il grande bukowsky, a proposito ho appena visto barfly film tratto da un suo romanzo del 1987, mentre un paio di anni fà uscì factotum altra pellicola ispirata alla vita dello scrittore..tra i due preferisco quest’ultima, ha un punto di vista per ovvie ragioni più contemporaneocomunque può darsi che californication sia gradevole come serie, a mio parere dal poco che ho visto risulta di scarso spessore e poco originale, troppo gigiona ed ammiccante

  97. frank ottobre 11, 2008 a 10:05 am #

    >comunque può darsi che californication sia gradevole come serie, a mioparere dal poco che ho visto risulta di scarso spessore e pocooriginale, troppo gigiona ed ammiccante Ecco, concordo pari pari con Rezio su Californication. Se togli la componenete “prurito” da scandalosi della domenica non ci rimane niente. Il protagonista mi dice poco, le storie anche meno. Acid, cosa te lo fa seguire?Comunque l’agente oltre che in Lost era in Sex & The City. Fa l’avvocato divorzista e salva una delle protagoniste da un mondo di fighetti, trascinandola in un vortice di passssione per lui, grasso maldestro e sempre sudaticcio. Alla fine si sposano.

  98. acidshampoo ottobre 11, 2008 a 12:49 pm #

    > Ecco, concordo pari pari con Rezio su Californication. Se togli lacomponenete “prurito” da scandalosi della domenica non ci rimaneniente. Il protagonista mi dice poco, le storie anche meno. Acid, cosate lo fa seguire?Ma è così scandaloso che io segua questa serie? Fui io a parlarne male per primo, quando la Infrarosa la idolatrò, ed è tutto vero: è ammiccante, di scarso spessore e non vale un centesimo di Nip/Tuck. E’ anche vero che ha ottimi dialoghi, una libertà narrativa invidiabile (anche qui, come in Swingtown, non c’è contrapposizione drammatica), le puntate durano 27 minuti, è un telefilm via cavo e per fortuna si vede, Duchovny usato controparte rende bene e ha una gran quantità di culi gnudi e situazioni di sesso promiscuo, con uno sguardo tutto diverso rispetto a quello di Sex & The City o The L-Word. Diciamo che non è la fine del mondo, diciamo anche che la stragrande maggioranza delle serie televisive per me gli sta tranquillamente sotto. Io ne seguo una decina, e questa ci rientra. E’ nella mia fascia bassa, vicino a 30 Rock e Dirty Sexy Money.

  99. frank ottobre 11, 2008 a 2:37 pm #

    >Ma è così scandaloso che io segua questa serie?No no: se nei blog potesse apparire il tono della voce di chi scrive, avresti inteso che te lo chiedevo proprio sul serio e non per retorica. E’ che gli elementi che elenchi non mi sono sufficienti. Sti gran dialoghi non li ho notati (ma non ho visto più di tre puntate sparse in tv). Ammetto che Duchovny in quel personaggio rende molto bene. Ehai tirato in ballo ottimi paragoni: ‘The L Word’ se gli togli la pruderie e l’elemento L (esbo) non ci rimane niente. Il nostro vituperato ‘Sex & The City’ a me piaceva nonostante l’elemento “scandalosetto” e quello glam che all’esordio me lo fece odiare senza averlo visto, perché al di là di quello mi piacevano le storie e la protagonista e 2 delle 3 comprimarie. Sputami, ma a me quello che dice la voce narrante di Carrie 9 volte su 10 mi piace.

  100. andrea ottobre 11, 2008 a 3:10 pm #

    Ma infatti mi dà l’idea che tu abbia fatto immattire anche i santi! Poro Massimo.Enon è vero che era un professore scarso, come molti dicono. Dipende daipunti di vista. Io, per dire, ho rimosso volentieri ogni nozione digreco e filosofia (le due materie che meno sopportavo), ma ricordoperfettamente le sue lezioni su Emily Dickinson, Walt Witman, ArthurMiller, John Osborne… E poi ci fece scoprire i Beatles e i Queen,mica seghe. Anche a voi?di letteratura ne sapeva e mi fece scoprire edgar lee masters.addirittura ci portò da sentire in classe non al denaro, all’amore o al cielo di de andrè.aveva una bella cultura letteraria, ma restava una pippa in inglese.

  101. andrea ottobre 11, 2008 a 3:19 pm #

    ale superiori i professori non mi davano un lira. secndo loro ero unfallito. ma se mi vedessero ora che rubo, abito in un camper, nonvoglio lavorare e faccio colazione col vomito di un barbone, chissa chefaccia farebbero beh, non ti è andata male.sempe meglio che lavorare.

  102. acidshampoo ottobre 11, 2008 a 3:43 pm #

    Ma Andrea, è vera la storia che pigliasti per il cravattino il prof di filosofia? Che poi era diverso da quello che ci s’aveva noi, ma a me m’è sempre stato sulle palle. Ma a quel corrotto nepotista del preside gliel’hai fatta passare liscia?

  103. acidshampoo ottobre 11, 2008 a 4:06 pm #

    > Sti gran dialoghi non li ho notati (ma non ho visto più di tre puntate sparse in tv).Non sono dialoghi che risolvono il problema del buco nell’ozono, ma è evidente che c’è una scrittura molto vispa, fluida e accattivante, mai legnosa nè anononima. A me questo già fa la differenza. In una serie con questi connotati, è facile intuire un autore che fa il passo più lungo della propria gamba, vedi per esempio quell’aborto Dirt. Non è così per Californication, che non è niente di epocale, ma di certo non sciupa il palinsesto. E’ questione di sfumature: ci vorrebbe poco per farmelo stare sulle palle, eppure non mi ci sta. In definitiva, dove Nip/Tuck e Rescue Me si prendono un 10 e lode, a Californication un onesto 6 e mezzo non glielo toglie nessuno.E poi, quello che conta, al di là dei motivi che posso elaborare per te, è la voglia che hai a pelle di vedere la puntata e la stagione che verrà. Niente di ché per Californication, ma nemmeno mi fa fatica. Big Love lo ritengo di certo migliore, ma mi attiva meno a cliccare sul file della puntata dopo. Te poi hai parecchio da chiacchierare, visto che guardi le peggio merde, da JAG a Grey’s Anatomy. “Li guardo perché li danno in televisione mentre mangio”. E ‘sticazzi! Guardati un dvd o un qualsiasi altro programma. Pesca un canale a caso: non puoi che migliorare.

  104. acidshampoo ottobre 11, 2008 a 5:56 pm #

    QUI una serie di raffronti fra la canzone Colombo, dei Baustelle, e l’omonimo cult televisivo.

  105. frank ottobre 11, 2008 a 6:03 pm #

    Ecco, Colombo è stata la ri-scoperta culto di quest’anno. Sono partita dal cofanetto che mi hai regalato te, poi mi sono procurata i divx delle prime altre stagioni. Dal numero delle fonti su eMule e dall’ordine pulito con cui sono scritti i nomi dei file, si capisce che noi fan di Colombo siamo gente scelta,  col pedigree e la caramella all’occhio. E siamo del Club degli Intelligenti, come in un certo episodio della serie…

  106. frank ottobre 11, 2008 a 6:03 pm #

    Con ordine: mentre mangio porto avanti i telefilm che meritano, a costo di mangiare appollaiata davanti al pc, immagine che se mi guardo dall’esterno mi faccio schifo da me.Gli indifendibili JAG, Grey’s Anatomy, ma anche, Stargate, Lost etc li “guardo” nel senso che la tv ci rimane sintonizzata mentre faccio le faccende, o studio o che ne so. I Soprano, Dirt, Californication, Skin, The L Word, etc mentre cerco di prendere sonno. JAG e Grey’s Anatomy non ho parole per definirli. Grey’s Anatomy LO ODIO con tutta me stessa (la me stessa televisiva), per quei dialoghi imbarazzanti, quella protagonista snervante, quella doppiatrice gattamorta PERFETTA per lei, quegli intrecci amorosi scritti col culo, quegli sguardi!, quei “casi clinici” assurdi scritti col medesimo culo, il tutto con in mente un target preciso da sottostimare e abbindolare. AAARGH

  107. frank ottobre 11, 2008 a 6:04 pm #

    >QUI una serie di raffronti fra la canzone Colombo, dei Baustelle, e l’omonimo cult televisivo.Che spettacolo! Confermo tutto!Io so dov’è l’aragosta a colazione! Dove devo scrivere per dirglielo?

  108. acidshampoo ottobre 11, 2008 a 6:18 pm #

    > Conordine: mentre mangio porto avanti i telefilm che meritano, a costo dimangiare appollaiata davanti al pc, immagine che se mi guardodall’esterno mi faccio schifo da me. Gli indifendibiliJAG, Grey’s Anatomy, ma anche, Stargate, Lost etc li “guardo” nel sensoche la tv ci rimane sintonizzata mentre faccio le faccende, o studio oche ne so.Che mi racconti di nuovo con questo commento? Ti ci sintonizzi passivamente, mentre sbrighi le faccende (io ho messo mentre mangiavi, ma non cambia il senso), e ci butti un occhio e un orecchio distratto come una massaia segue Grecia Colmenares.Ripeto il consiglio: cambia canale, non puoi che migliorare. Anche l’Italia Sul Due è meglio, tanto di Jag e compagnia, quanto di questo tipo di fruizione di anche la peggior puttanata di telefilm.

  109. frank ottobre 11, 2008 a 6:40 pm #

    Non mi pareva così grave, così esistenziale. Mi segno il consiglio, e la prossima volta che mi distraggo televisivamente cambio su quello che dici te.

  110. rezio ottobre 11, 2008 a 7:45 pm #

     Club degli Intelligenti, come in un certo episodio della serieil miglior episodio della serie, la sequenza finale è da antologiaQUI una serie di raffronti fra la canzone Colombo, dei Baustelle, e l’omonimo cult televisivo.:-))))

  111. acidshampoo ottobre 11, 2008 a 8:04 pm #

    L’altra settimana rivedevo Fargo, uno dei tanti capolavori dei Coen. E’ evidente quanto anche loro, come Tiziano Sclavi e Francesco Bianconi, c’abbiano stima del tenente Colombo. Quel film ne è proprio un tributo e il personaggio di Frances McDormand è, pari pari, la controparte femminile del tenente. Gentile, amichevole, accomodante, furbamente sottotono, vestita goffamente, ma acuta osservatrice, perspicace e pervicace. Talmente tanto che anche questa volta, come nella serie tv, il colpevole ne è letteralmente sfiancato. E poi anche in Fargo c’è quella contrapposizione morale fra la coppia semplice, affiatata e che paga l’affitto, e le losche trame nel villone della famiglia ricca.

  112. acidshampoo ottobre 11, 2008 a 8:28 pm #

    E’ morto Carlos Santana. Non lo conoscevo, ma mi rimase bene quando ci suonò insieme Cesareo.

  113. caramelleamare ottobre 11, 2008 a 11:09 pm #

    io invece non l’ho mai sopportato, meglio che sia mortio mentre mangio guardo solo quelli in italiano, con persone finte, gialle, e le macchine roa e arancione.sono a poco meno di metà della diciottesima stagione e tra la 15esima e la 17esima stagione la voce di homer è cambiata eccome. ma ancora di piu quella di lisa. poi ci sono un po di personaggi che proprio hanno cambiato doppiatore: otto, moe e nelson di sicurodi futurama n’ho guardate o tre o quattro stagioni, credo quattro

  114. andrea ottobre 12, 2008 a 5:35 am #

    non trovo conferma della notizia della morte di santana.sempre che acidshampoo non abbia dei canali più informata dell’ansa.

  115. caramelleamare ottobre 12, 2008 a 12:43 pm #

    qualche ora fa è morto santana

  116. caramelleamare ottobre 12, 2008 a 12:48 pm #

    è notizia freschissima: “è morto anche cesareo”

  117. Daiana ottobre 12, 2008 a 1:50 pm #

    Belle queste barzellette Acid cmq te lo devo dire, fra tutte la prima è quella che t’è venuta meglio!

  118. acidshampoo ottobre 16, 2008 a 12:56 am #

    > Belle queste barzellette Acid cmq te lo devo dire, fra tutte la prima è quella che t’è venuta meglio!Ora però basta, dai…

  119. Daiana ottobre 17, 2008 a 10:47 am #

    Ora però basta, dai…guarda che sono sincera. Io non lo sapevo che la prima era una barzelletta vera. Me lo ha spiegato caramelle quando gli ho detto che mi piaceva più di tutte.

  120. fox_in_the_snow ottobre 19, 2008 a 3:30 pm #

    >Sarebbe stato più difficile e coraggioso far arrivare il personaggiofino in fondo a questa crisi. Acid, che ne pensi? Marinaio, Fox?Scusa Frank, mi sono accorta solo ora che sono stata chiamata in causa. Mi riguardo l’ultima puntata e ti faccio sapere.

  121. Quadrilatero ottobre 19, 2008 a 4:14 pm #

    Risate sguaiate, altroché.

  122. bua novembre 4, 2008 a 10:41 pm #

    Bello il #5.:)

  123. acidshampoo novembre 5, 2008 a 12:44 am #

    Grazie Bua per l’apprezzamento, anche da parte dei miei genitori.

  124. lukes novembre 6, 2008 a 4:29 pm #

    Realmente fantastiche, bella l’idea della stessa scena rivista in diversi modi. Bravo.

  125. acidshampoo novembre 6, 2008 a 6:53 pm #

    Grazie Lukes e ben ritrovato! Ora sto tentando di rielaborare la famosa barzelletta del Caffè Splash.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: