[REC] Prison Break – Ep. 4.01-02

5 Set

pb41_320

Chi più chi meno, la terza stagione di Prison Break ce la vogliamo dimenticare tutti. Estranea come è stata a questa splendida saga, nonché arrangiata alla bellemeglio a causa dello sciopero degli sceneggiatori (che l’ha accorciata a tredici episodi) e per la defezione di un membro importante del cast. E in effetti la volontà che traspare dai primi due episodi di questa quarta stagione è proprio quella di un ritorno sui binari della serie che abbiamo amato. Alla season premiere è toccato il lavoro sporco di fare pulizia e rimettere le cose al loro posto (o ad un posto decente). Un inutile personaggio della stagione precedente, che allora ci spacciavano per indispensabile, viene fatto fuori senza tanti complimenti dopo pochi minuti. Inoltre c’è una gran fretta di far rientrare già da subito Sara Tancredi nel cast fisso, pagando il pegno di sputtanarsi così qualsiasi climax. Ebbene sì, la dottoressa è viva! La giustificazione retroattiva ha del surreale: Susan B. racconta a Scofield che Sara era riuscita a scappare, e che questa notizia gli era stata celata per non giocarsi la sua collaborazione. Scofield giustamente chiede lumi al fratello, che di Sara aveva ricevuto la testa tagliata e inscatolata. Lincoln se la cava dicendo che nel garage c’era buio e forse non aveva guardato bene nella scatola. Tutto naviga talmente tanto contro ogni progressione drammatica, che quando Scofield rivede viva la sua Sara, fa una faccia che pare che abbia rivisto il suo benzinaio. Roba da matti. Per ultimo, ci viene fatto disinvoltamente sapere che al carcere di Sona è scoppiato un incendio e che T-Bag è riuscito a fuggire. Comodo eh! Ma va bene, basta che serva a far sì che le storyline taglino i ponti con quel ridicolo carcere di cartongesso, vero protagonista di quella immobile sit-com che è stata la terza stagione.
Dopo questi spudorati salti dello squalo, c’è anche il tempo per costruire qualcosa di indubbiamente intrigante e promettente. Per inciso: i nostri smettono di evadere/scappare, e si ingegnano su come vendicarsi della Compagnia (era ora). E’ o non è la naturale prosecuzione della seconda stagione, forse quella che Paul Scheuring voleva ma gli fu bocciata dai produttori perché “una serie che si intitola Prison Break deve essere sempre ambientata in qualche prigione”? Si forma così una sorta di Ocean’s Six, composto dai due fratelli, Sara, Sucre, Bellick (ben accetto nel gruppo per aver salvato la vita a Sucre) e Mahone (a cui Lincoln ricorda, ogni tre per due, che la resa dei conti fra loro è solo rimandata). Sei elementi che dovranno recuperare sei diverse chiavi per accedere ai dati scottanti della Compagnia, ognuna posseduta da un membro diverso della stessa. Un po’ LibroGame, ma non fa disdoro. E’ facile prevedere una stagione dai toni vicini a quelli della seconda (la migliore): dinamica, tesa, con un impietoso bodycount dei protagonisti, generosa di tradimenti, segreti, doppi giochi e torture col ferro da stiro (come mi manca Kellerman). Come nelle stagioni precedenti, anche questa volta esordiscono un paio di nuove facce. Il roscio Michael Rapaport (The War At HomeMy Name Is Earl) sarà Donald Self, un agente dell’FBI che copterà i nostri per demolire la Compagnia. Bravissimo attore ma faccia troppo da bonaccione, spero di ricredermi. Il nuovo villain sarà invece il gigante nero Cress Williams (ER, Close To Home), che vestirà i panni di Wyatt, freddo sicario per conto della Compagnia. Speriamo che si dimostri un po’ più carismatico e temibile di quella Susan B. che, fin’ora, c’ha solo offerto un campionario di smorfie da stronza. Ah, c’è pure un muso giallo hacker testa di cazzo.
E’ nell’aria che questa stagione di 22 episodi dovrebbe concludere la saga. Gli ascolti sembrano incoraggiare questa scelta, visto che la serie ha perso un milione di telespettatori ad ogni stagione, passando dai 9.5 milioni della prima ai 6.5 di questa season premiere. Beh, se i due fantastici fratelli riusciranno ad avere la meglio sulla Compagnia una volta per tutte, non ci lamenteremo. Speriamo solo che la stretta finale abbia almeno la qualità certa di questi due episodi e che non ci venga fatto sapere che Sara Tancredi era davvero morta, e questa qui è un droide fatto infiltrare dalla Compagnia. Un droide programmato per spiare, sabotare e limonare da Dio.

Advertisements

60 Risposte to “[REC] Prison Break – Ep. 4.01-02”

  1. frank settembre 5, 2008 a 9:10 am #

    Concordo, il trittico si completava con una vendetta, e l’unica alternativa a queste pezze frettolose delle 4x01e02 era una stagione 3 “author’s edition” che prescindesse del tutto dalla 3 già trasmessa. Il piccolo trailer che linkasti giorni fa però m’ha stuzzicato poco, perché poco ci vuole a perdere una certa magia, un certo affetto nei personaggi.ps. “salti dello squalo”?! Ma lo squalo mica salta.

  2. frank settembre 5, 2008 a 9:28 am #

    Stanotte ho sognato che tornava Prussia e ci ammorbava un altro paio di thread. Forse a una parte di me, manca Guido Prussia. Non so voi ma a me m’ha dato materia per intrattenere diversa gente, in vacanza. Nessuno lo aveva mai sentito nominare, prima che gli raccontassi io di questo non-vip che si era offeso per una stronzata e ci aveva eletto a nemici number one… Ah, bei tempi.

  3. Daiana settembre 5, 2008 a 10:01 am #

    Perfetta la recensione Acid, concordo in pieno. E ribadisco il concetto che con quanto fatto nella terza stagione ho riscontrato un certo infreddolimento emotivo da parte mia nei confronti della serie, soprattutto per il rientro di Sara. Cmq queste prime due puntate mi sono piaciute e conto di riaffezionarmi in fretta se questo è l’andazzo.

  4. Daiana settembre 5, 2008 a 10:07 am #

    Stanotte ho sognato che tornava Prussia e ci ammorbava un altro paio di threadPensa io invece ho sognato che mi regalavano 200.000 euro sull’unghia. Ma era un sogno davvero realistico tanto che avevo fatto i miei progetti concreti e ponderati: pagare la casa, cambiare le ruote alla macchina e magari far costruire una piscina in giardino.. che risveglio del cazzo.

  5. acidshampoo settembre 5, 2008 a 12:56 pm #

    Frank, si dice che una serie “salta lo squalo” nel momento in cui perde ogni credibilità. Deriva da una scena da una delle ultime stagioni di Happy Days, col cast ormai dimezzato, quando Fonzarelli salta uno squalo facendo sci acquatico.In questo sito ci sono i momenti jumping the shark di parecchie serie tv. Molti pensano che il salto dello squalo per Nip/Tuck (SPOILER) sia avvenuto quando Julia s’è messa col nano. Ma perché? Peter Dinklage (QUI) ha carisma da vendere.

  6. acidshampoo settembre 5, 2008 a 1:41 pm #

    > Concordo, il trittico si completava con una vendetta, e l’unicaalternativa a queste pezze frettolose delle 4x01e02 era una stagione 3″author’s edition” che prescindesse del tutto dalla 3 già trasmessa.Meglio ancora: che Scheuring rigirasse le ultime tre puntate della seconda stagione come voleva lui e la saga finisse lì, come aveva in mente dall’inizio. Quelle tre puntate famose suonavano già male e infatti danno via alla terza stagione a tutti gli effetti.

  7. acidshampoo settembre 5, 2008 a 1:51 pm #

    Fan degli anni ’80 gioite (a me però gli originali facevano schifo):La Sony ha ufficialmente iniziato le trattative per l’approvazionedello script riguardante il terzo sospirato episodio della saga suifantasmi, iniziata nel 1984. Il film sarà live, e comporterà il ritorno completo del cast originale (anche se non si è parlato del ritorno della Weaver). L’idea delloscript è vecchia di anni e anni, e probabilmente sarà proprio quellache farà da sfondo al nuovo film: una New York alternativa e infernale.

  8. acidshampoo settembre 5, 2008 a 1:53 pm #

    Le mamme delle baby star non cambiano mai: QUI. Britney Spears (la figlia) invece mi rimane sempre meglio, e non è un caso che Parker & Stone, invece di massacrarla su South Park come fanno con tutti, abbiano confezionato per lei una figura a dir poco toccante (cosa più unica che rara, su South Park).

  9. Quadrilatero settembre 5, 2008 a 3:46 pm #

    Maldido!!! Io ho praticamente visto la fine della terza qualche giorno prima della messa in onda su Ita1. Certo, nulla al confronto con gli anni precedenti e soprattutto una fuga ridicola. Però nel complesso non è stata malaccio. Non leggerò nulla di quel che hai scritto per ovvie ragioni.

  10. acidshampoo settembre 5, 2008 a 4:22 pm #

    Ciao Quadrilatero e ben trovato! La terza stagione non è niente di scandalosamente brutto di per sè, se paragonata ad altre serie. Ma facendo parte di quel capolavoro che era stato fino ad allora Prison Break, per me è stata una bella delusione. Forse avrai percepito come sia nata sotto una cattiva stella e che appaia piuttosto fozata. Scheuring voleva concludere con le prime due stagioni (aveva il plot in mente dall’inizio), ma i produttori hanno voluto che ripensasse totalmente le ultime tre puntate, per dare il via a nuovi intrighi per gli anni a venire. Scheuring ha allora pensato ad una storyline in cui i nostri si sarebbero vendicati della Compagnia, ma i produttori hanno reputato lo script troppo costoso (troppe location) e voluto che la nuova stagione fosse ambientata tutta in una nuova prigione, anche perché la prima stagione “carceraria” aveva avuto più ascolti della seconda “on the road”. Inoltre la Tancredi ha dato forfait, poi ci si è messo lo sciopero degli sceneggiatori che l’ha accorciata da 22 a 13 episodi… Insomma, manco il Don Chisciotte di Terry Gilliam fu tanto funestato!Hai letto l’ultimo Dampyr? Chettenepare?

  11. Daiana settembre 5, 2008 a 7:15 pm #

    Forse a una parte di me, manca Guido Prussia. Pensandoci bene io una soluzione ce l’avrei… se vuoi ti posso dare il suo indirizzo msn così ci puoi parlare un pò.

  12. fox_in_the_snow settembre 5, 2008 a 7:18 pm #

    >Le mamme delle baby star non cambiano mai: QUI.Miente di strano per un’americana. Comunque le mamme sono proprio deleterie.

  13. caramelleamare settembre 5, 2008 a 7:30 pm #

    Bravissimo attore ma faccia troppo dabonaccione, spero di ricredermi. Il nuovo villain sarà invece ilgigante nero Cress Williams (ER, Close To Home), che vestirà i panni di Wyatt, freddo sicario per conto della Compagnia. Speriamo che si dimostri un po’ più carismaticosu questi ho avuto le stesse identiche sensazioni, poi mi so addormentato quindi sul resto non saprei che dire

  14. acidshampoo settembre 5, 2008 a 7:42 pm #

    QUIla recensione di The Wrestler, il nuovo film del genio Darren Aronofskypresentato oggi a Venezia. Pare avere molto dello Scorsese di ToroScatenato e dalla recensione si intuisce un film bellissimo.Intantodicono che Silvio Orlando potrebbe vincere il Leone per il migliorprotagonista e il film di Bechis quello per la miglior regia. Miyazakiè invece in predicato per il Leone d’oro.

  15. frank settembre 6, 2008 a 7:46 am #

    >>Forse a una parte di me, manca Guido Prussia.>Pensandoci bene io una soluzione ce l’avrei… se vuoi ti posso dare il suo indirizzo msn così ci puoi parlare un pòSfortunatamente, quella parte di me che ha saudade di Prussia è una parte minoritaria e non detiene il controllo delle mani né quindi della tastiera del pc. Peccato.

  16. frank settembre 6, 2008 a 7:56 am #

    >Le mamme delle baby star non cambiano mai: QUI.Bella roba. Mettendo anche che fossero vere le sue diffamazioni, cioè che la figlia ha cominciato a bere a 13 anni etc, che trovo parecchio improbabili, che cazzo pretendono da una ragazzina costretta da sempre a lavorare come un adulto e aconciarsi come una donna fatta? Per me non porta a niente di buono. Guardino qui, siore e siori, mi hanno sempre fatto paura ste scene.

  17. caramelleamare settembre 6, 2008 a 8:31 am #

    se l’altra volta dovevo ringraziare la mara per il dolce, che è l’elemento di una cena che serve piu di tutti a lasciarti soddisfatto ed avere un bel ricordo di quel pasto, questa volta oltre che per la qualità la ringrazio soprattutto per la quantità. una quantità cosi risicata che mi ha risparmiato a forza i sensi di colpa di quando uno mangia troppo. grazie, alla fine in una cena conta questo

  18. rezio settembre 6, 2008 a 8:34 am #

    si dice che una serie “salta lo squalo” nel momento in cui perde ogni credibilità. Deriva da una scena da una delle ultime stagioni di Happy Days, col cast ormai dimezzato, quando Fonzarelli salta uno squalo facendo sci acquatico.ma quante ne sai!

  19. frank settembre 6, 2008 a 9:13 am #

    >mi ha risparmiato a forza i sensi di colpa di quando uno mangia troppoNon parlare delle cose che non conosci. Sensi di colpa?!

  20. frank settembre 6, 2008 a 9:15 am #

    Rezio, concordo. Fra l’altro quella scena me la ricordo benissimo, il che significa che guardavo Happy Days da bambina, il che non è bene. Ma è sempre meglio che cantare con la voce della Minnelli a 4 anni, come la Britney Spears.

  21. Daiana settembre 6, 2008 a 9:41 am #

    il che significa che guardavo Happy Days da bambina, il che non è bene.Perchè questo “che” non  dovrebbe essere bene? Cmq anch’io lo guardavo e mi piaceva un saco.

  22. frank settembre 6, 2008 a 9:42 am #

    Senza nulla togliere a te che lo guardavi, come tutti, rivisto oggi Happy Days non mi piace per niente, né come qualità né come messaggi. Promuovo solo Fonzarelli.

  23. caramelleamare settembre 6, 2008 a 12:36 pm #

    Frank, si dice che una serie “salta lo squalo” nel momento in cui perdeogni credibilità. Deriva da una scena da una delle ultime stagioni diHappy Days, col cast ormai dimezzato, quando Fonzarelli salta unosqualo facendo sci acquatico.mmmm…secondo me no

  24. caramelleamare settembre 6, 2008 a 1:02 pm #

    io non solo so freddo nei confronti della coppia fish tancredi, ma proprio mi stanno sulle palle quando si scambiano amore. che poi parliamoci chiaro, questi due si parlati si e no tre volte, non sono mai stati insieme piu di dieci minuti, non hanno mai abbracciato un albero insieme, e fanno come se fosse l’amore piu grande del mondo. ma andate a stroncarvelo nel culo deficienti! è una storia sensa senso e spera finisca il prima possibile

  25. fox_in_the_snow settembre 6, 2008 a 4:35 pm #

    Mettendo anche che fossero vere le sue diffamazioni, cioè che la figliaha cominciato a bere a 13 anni etc, che trovo parecchio improbabili,che cazzo pretendono da una ragazzina costretta da sempre a lavorarecome un adultoChe c’è di strano? Purtroppo questo è l’andazzo degli adolescenti americani. Gli adolescenti-star poi… Il fatto che la Spears ha una carriera iniziata fin da piccola si sapeva (per questo, ad esempio, non ha mai preso la maturità), e la sua è una storia comune a molti altri, ad esempio, all’epoca Drew Barrimore finì in guai leati alla droga. Quello che mi sorprende è che un’abitudine al lavoro nello spettacolo non l’abbia attrezzata a reagire meglio allo stress, e tutti i problemi legati a quel mondo. Comunque speriamo che, come la Barrimore, si rimetta effettivamente in piedi estia bene.

  26. caramelleamare settembre 6, 2008 a 7:39 pm #

    Comunque speriamo che, come la Barrimore, si rimetta effettivamente in piedi estia bene. ah, non sapevo che foste cosi amiche

  27. acidshampoo settembre 6, 2008 a 9:41 pm #

    Spettacolo! E’ uscita in preair un mese prima della trasmissione in tv, la prima puntata della terza serie di Dexter. Hanno già fatto i sottotitoli.

  28. caramelleamare settembre 6, 2008 a 9:54 pm #

    apprendo stasera che a Stefano Borgonovo gli è toccata la SLA, che come malattia è anche bella pero devi saperla prendere bene

  29. caramelleamare settembre 6, 2008 a 9:58 pm #

    gente leggete QUESTO POST perche è veramente bellissimo !!!!

  30. acidshampoo settembre 7, 2008 a 12:48 am #

    QUI i film oggi premiati a Venezia. Si sappia solo che The Wrestler, il film di Aronofsky, ha vinto il Leone D’Oro, mentre Silvio Orlando ha vinto la Coppa Volpi come miglior attore protagonista de Il Papà Di Giovanna di Pupi Avati. Posso dirmi soddisfatto.

  31. fox_in_the_snow settembre 7, 2008 a 1:03 am #

    Cincinelli, non farebbe per te un lavoro del genere? C’ho idea ce avrebbe un sacco di tempi morti.

  32. frank settembre 7, 2008 a 10:02 am #

    Di sicuro c’avrebbe la discrezione, ma mi immagino che tatto coi parenti in lutto. O qualche inconsolabile avventore assiduo. O peggio ancora una morte famosa, coi bigliettini sulla tomba, i pupazzetti di peluche, le telecamere…

  33. frank settembre 7, 2008 a 10:08 am #

    >io non solo so freddo nei confronti della coppia fish tancredi, ma proprio mi stanno sulle palle quando si scambiano amoreSottoscrivo! Nella prima stagione non avevo questo problema, poi ho avuto i brividi brutti quando sono passati dagli sguardi al contatto. Nella stagione 2 si danno finalmente un bacio appassionato in treno… e io avrei voluto scappare dalla stanza in quel momento. E”fish” come soprannome gli sta troppo bene, viscido com’è.

  34. frank settembre 7, 2008 a 10:26 am #

    >Spettacolo! E’ uscita in preair un mese prima della trasmissione in tv,la prima puntata della terza serie di Dexter. Hanno già fatto isottotitoli.Io sono arrivata alla 1×04 (“Let’ give the boy a hand”). Mi sta piacendo come da aspettativa, mi piacciono tutte le piccole sfumature del personaggio, e mi piace come ampliano il libro, aggiungendo necessariamente al romanzo di Lindsay diversi episodi e sottotrame, ma rimanendo perfettamente in linea. La serie tv ha un sacco di spazio in più per tutte queste finezze, se scritta bene. E Michael C. Ball è un Dexter perfetto.

  35. frank settembre 7, 2008 a 10:32 am #

    >Quello che mi sorprende è che un’abitudine al lavoro nello spettacolo non l’abbia attrezzata a reagire meglio allo stressNon riesco nemmeno a immaginare come sia una vita così. Però non mi sembra strano che a un certo punto il giocattolo si rompa. L’esempio più estremo secondo me è Michael Jackson. Fare successo in quanto bambini, ma non avere un’infanzia. Come cresci? Che relazioni hai per tutto il resto della vita? Quali sono i tuoi riferimenti, tolti i genitori/manager e il gradimento del pubblico? Io la vedo balorda.Poi anche intorno alla Spears c’è un’amplificazione morbosa delle sue cadute, più che delle sue ascese: la famosa performance loffia agli MTV awards, per esempio: 1) non era così “fuori forma”, aveva solo un filo di pancetta e ballava meno energicamente 2) fino al giorno prima pareva che fosse buttata in una clinica in condizioni pietose 3) vuoi che quelli di MTV non abbiano un controllo totale dello show? Se per loro quella era una performance loffia, lo era anche nelle prove, e la si sostituiva. No, meglio una Britney con la pancetta su cui poter chiacchierare per gli anni a venire. Vende di più, sicuramente. Etc etc

  36. frank settembre 7, 2008 a 11:53 am #

    Texas | 6 settembre 2008Usa, condannato a morte vuole diventare cibo per pesciGeneHathorn, autore del libro «Dead man walking”, condannato a morte inTexas ha un ultimo desiderio: diventare cibo per pesci. Hathorn, 47anni, condannato a morte nel 1985 perché ha ucciso suo padre, la suamatrigna e il suo fratellastro, nel processo aveva sostenuto di averesubito abusi sessuali dai familiari. Hathorn ha scritto nel suo testamento di volere che il suo corpo diventi un’installazione artistica. Hagià preso contatti con l’artista cileno, Marco Evaristi cheattualmente  vive in Danimarca, a patto che sia congelato ed usato pernutrire i pesci di un acquario.“Ho scelto di diventare cibo per pesciperche’ il tribunale che mi ha condannato a morte mi ha trattato comefeccia umana”, ha affermato il detenuto. Evaristi ha detto diessere pronto ad esaudire il desiderio del condannato ma alcuni espertilegali hanno espresso dubbi sulla validita’ di un testamento delgenere. La sua è una provocazione, Hathorn sta per fare ladomanda di grazia per la terza volta, e vorrebbe che si aprisseun’indagine su alcune circostanze della sua storia che non sono stateprese in considerazione durante il processo, come la presunta appartenenza del padre al Ku Klux Klan.

  37. ilmarinaio settembre 7, 2008 a 5:01 pm #

    oggi ho visto una mosca

  38. frank settembre 8, 2008 a 9:44 am #

    Compleanno del compianto Peter Sellers! Auguri Acid!

  39. ilmarinaio settembre 8, 2008 a 1:33 pm #

    oggi, fino a ora, non ho visto mosche.  vi aggiorno verso le 20.00, se volete

  40. frank settembre 8, 2008 a 5:18 pm #

    Sì marinaio, te ne prego. Ma le cerchi nel deserto, suppongo?

  41. frank settembre 8, 2008 a 5:33 pm #

    Qui Roberto Saviano, al festival della letteratura di Mantova, che parla proprio come scrive (e probabilmente scrive come mangia). Non te ne accorgi, ma subito dopo cominci. A scrivere. Come lui. Cazzate a parte, le sue apparizioni sono rare e preziose visto che vive sotto scorta, e questo video vorrei fosse più lungo e completo.

  42. acidshampoo settembre 8, 2008 a 6:47 pm #

    Che spettacolo! Ieri, ad un concerto canadese degli Oasis, un fan è salito sul palco e ha steso Noel Gallagher. Liam poi gli voleva dare. QUI il video del fattaccio.Sul principale fan-site italiano degli Oasis, così è stata riportata la news: “Siamo ancora scioccati anche noi dalla notizia ma Noel ieri sera alToronto festival è stato attaccato sul palco da un cretino di merda cheha fatto cadere Noel durante Morning Glory e smebra gli abbia sferratoun pugno dalla spalle come potete vedere dal video  …. e il concertoè stato bloccato per un po di tempo ..”A parte le sgrammaticature, non potevano semplicemente scrivere che Noel è stato attaccato da “uno del pubblico”? No, un signor Chiunque hanno toccato i loro Gallagherini belli, quindi anche in una fredda news di servizio devono riportare che il tipo è un “cretino di merda”.Un modo perfetto per iniziare a farmi stare sul cazzo gli Oasis.

  43. acidshampoo settembre 8, 2008 a 6:56 pm #

    (ANSA) – LOS ANGELES, 7 SET – Tom Cruise fara’ un film sul mostro diFirenze. Il protagonista di Mission Impossible ne ha infatti acquisitoi diritti. Portera’ sul grande schermo un adattamento del libro ‘Themonster of Florence’, scritto dal giornalista Mario Spezi e delgiallista Douglas Preston, che ripercorre la cronaca della storia degliomicidi compiuti negli anni Novanta dai ‘compagni di merende’ diMercatale. In Italia invece e’ Brando de Sica a aver annunciato un filmsu ‘Il mostro’.

  44. acidshampoo settembre 8, 2008 a 7:04 pm #

    Aggiornamento situazione-Noel, sempre dal fan-site Oasis Italia. Il tono è patetico. Io avrei detto: “Gli Oasis sono dei grandi, ma ogni tanto è il caso che tornino coi piedi per terra” oppure “Grazie sconosciuto, c’hai reso il concerto memorabile!”.Oasisinet ha comunicato tramite il sito che Noel alla fine del concertoè stato portato in ospedale e sembra ci possa essere una frattura allacostola e un danno ai legamenti … tutto questo dopo che il cretinoassalitore gli ha dato una forte spinta infame (scusate ma ci vuole )da dietro e ha fatto cadere Noel sulle casse spie di fronte a lui sopraanche la sua chitarra . L’aggressore per ora è detenuto nella polizia locale .

  45. frank settembre 8, 2008 a 7:47 pm #

    Come Frank Zappa!! Uno del pubblico lo spinse giù dal palco, lui si spezzò qualcosa nel collo, stette sei mesi ingessato e quando guarì aveva la voce più bassa di mezza ottava, il che gli piaceva. Chissà come gli diventa la voce a Noel Gallaghers

  46. ilmarinaio settembre 8, 2008 a 7:54 pm #

    ragazzi, è record!  un giorno intero senza vedere una mosca!  sono emozionatissimo.  pensateci bene:  le ho cercate do-vun-que!!!  non c’erano!!!

  47. ilmarinaio settembre 8, 2008 a 7:55 pm #

    frank, lo so che sei venuta apposta per sentire gli aggiornamenti.. grazie, grazie.. che spettacolo tra poco le 20.00 e nessuna mosca.. sono l’uomo più felice della terra…

  48. ilmarinaio settembre 8, 2008 a 7:57 pm #

    vai, ne è passata una ora.  madonna che rabbia… 😦

  49. fox_in_the_snow settembre 8, 2008 a 9:21 pm #

    >E Michael C. Ball è un Dexter perfettoE’ vero è propriobravo. E pensare che invece io appena l’ho visto ho detto “Ma che devefare questo qui con la faccia di cartone”. E invece no.

  50. fox_in_the_snow settembre 8, 2008 a 9:27 pm #

    >Chissà come gli diventa la voce a Noel GallaghersSicuramente meglio di quella che c’ha ora (aiuto Daiana!)

  51. ilmarinaio settembre 9, 2008 a 12:11 pm #

    l’altro giorno parlavo con uno che lavora con me che ho scoperto appassionato di horror.  dice che il meglio film horror recente è August Underground, che vedo su internet essere una specie di simulazione di snuff-movie, facente parte di una trilogia.  dice:  parecchio parecchio disturbante.  te Acid ne sai qualcosa?la mia risposta è stata:  ok che è disturbante, ma a me interessa se sia un bel film o meno, con una storia interessante, un senso, sennò diventa pornografia horror, che è un’altra cosa.qui comunque lo danno tra i dieci film più “malati” mai girati, e al primo posto!  quarto Cannibal holocaust, settimo Ichi the killer, ottavo Salò.  per me comunque Ichi non è tanto disturbante, è sempre ironico

  52. ilmarinaio settembre 9, 2008 a 12:21 pm #

    personale classifica di film disturbanti (che non vuol dire i film più belli):1.  Salò di Pasolini2.  episodio Masters of Horror Sulle tracce del terrore, girato da Takashi Miike 3.  Funny games4.  La casa dei 1000 corpi, Rob Zombie 5.  Le colline hanno gli occhi, Aja 6.  Primo amore, Matteo Garrone 7.  Vita smeralda, Jerry Calà

  53. acidshampoo settembre 9, 2008 a 1:33 pm #

    Marinaio, non conosco il film che t’hanno segnalato, ma oggi il cosidetto “porno-torture” tira sia nel cinema più di consumo (vedi Hostel I e II, Rovine, Wolf Creek…) che nell’horror indipendente. Per quanto riguarda quest’ultimo, ti segnalo la serie Guinea Pig, veramente ma veramente disturbante. E fra i film con le scene più scioccanti, ci metto di sicuro il vecchio Man Behind The Sun. Ah, tra l’altro Ruggero Deodato sta girando il seguito (trent’anni dopo) del suo Cannibal Holocaust.Inoltre c’è QUESTO libro, che mi pare davvero ispirevole.

  54. ilmarinaio settembre 9, 2008 a 2:16 pm #

    Però i film della serie Hostel non sono semplici collage di scene di tortura, c’è una tensione che viene costruita, dei personaggi, fughe, inseguimenti, un intreccio.  E quindi fa parte dell’horror che mi piace.  Mentre se mi piaccia o no August Underground non lo so… ma a dire il vero non ho neanche tanta voglia di saperlo.  Non mi attira tanto come idea

  55. acidshampoo settembre 9, 2008 a 4:52 pm #

    Ah ok, sì ovviamente c’è da fare un distinguo fra i film con una trama e quei progetti che hanno senso unicamente come la simulazione di uno snuff movie. I Guinea Pig fanno parte di quest’ultima categoria. Sono validi come tributo agli effetti speciali in lattice, fanculo alla computer grafica.Una fumetto che ti straconsiglio è il notevolissimo Psycopathia Sexualis, di M. A. Martin. QUI una recensione.

  56. Pinxor settembre 9, 2008 a 8:16 pm #

    Io tra i film più disturbanti ci aggiungerei anche “audition” sempre di Takashi Miike, che comunque mi divertì abbastanza. Guinea Pig invece mi sembra un prodotto tipico per le perversioni dei giapponesi; immagino che si trovi nei negozi di Tokyo nello scaffale accanto a alle confezioni di mutandine usate delle studentesse.

  57. fox_in_the_snow settembre 9, 2008 a 9:27 pm #

    >Però i film della serie Hostel non sono semplici collage discene di tortura, c’è una tensione che viene costruita, dei personaggi,fughe, inseguimenti, un intreccio.Inoltre c’è da dire che Hostel gioca proprio sul gusto per il porno-torture di chi paga per torturare (e per vedere il film)?

  58. acidshampoo settembre 10, 2008 a 10:58 am #

    > Io tra i film più disturbanti ci aggiungerei anche “audition” sempre di Takashi Miike, che comunque mi divertì abbastanza.Ne ho sempre sentito parlare sul forum di Nocturno e m’ha sempre incuriosito, mi sa che gli concederò una visione nonostante sia un film nippone, anche perché il suo episodio di Masters Of Horror m’è piaciuto da matti. Niente contro i nipponi, solo che questi attori con gli occhi pisciati…

  59. Quadrilatero settembre 10, 2008 a 8:57 pm #

    Quello che ha spinto Noel è e rimane un cretino di merda.Cazzo, avevi Liam di fronte e vai a spingere Noel?! Ma sei deficiente! “Hai letto l’ultimo Dampyr? Chettenepare?” Affrettato ma una digata, come dice il mio t9. Ci stava bene una storia doppia, forse. O forse no. E’ solo che quando muore la gente su dampyr, non c’è mai abbastanza pathos. Boselli non sa far morire la gente.

  60. acidshampoo settembre 10, 2008 a 9:19 pm #

    Quadrilatero, anche io avrei scelto di spintonare Liam fra i due. Non si regge: guarda come parte in quarta, come la più patetica teppa, a voler menare il tipo. ‘Sto tamarretto del cazzo. Detto questo: viva però gli Oasis (il 5 ottobre esce l’album nuovo).Sì, quest’ultima storia di Dampyr veniva bene se shhhpalmata su un albo doppio. No, decisamente c’è poco pathos nella morte di chi sappiamo. Ma Boselli lo ha sempre dichiarato che gli piacciono i prologhi lunghi e i finali sintetici. Comunque vogliamo scommettere che nel numero prossimo muore Victor? E’ il personaggio che mi sta più sulle palle. Alla sua morte ci spero da quando Boselli disse che avremmo visto, nei mesi a venire, due buoni fatti fuori. Uno dei due è il francese, ci scommetto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: