In cura

24 Lug

freud1_350.

Metti che, dopo anni di strenui sacrifici, sei stato laureato con formula piena e ti accingi a fare di mestiere il psicologo rispettato. Metti che hai fatto tutto quello che si deve fare in casi d’emergenza come questo: il tirocinio, il master, l’esame di stato, il curriculus, le cose. Metti che sei diventato un dottorino che l’ha ringoiata diverse volte. Metti che sei di stanza in un’Azienda Sanitaria Locale frequentata da alcune persone pazze pazze pazze. Ce n’è uno in particolare, Nikolaj Jalokin, un karateka palindromo affetto da sindrome di Tourette. Metti che tu sei il primo arrivato e le alte sfere della A.S.L. nicchiano, tentennano, titillano, non sanno se assegnarlo a te o no. Pensano che tu lo possa curare, ma chissà. Alla fine te lo assegnano.
Tu ne avevi già parlato a casa, e quel giorno rientri felicissimo di dare la notizia ai tuoi. Spumante alla mano, lo appoggi sul tavolo del tinello, quindi corri a squarciagola verso tuo padre con un sorriso a larghe falde, poi lo travolgi in un abbraccio e, riferendoti a Nikolaj, urli felice: “L’ho preso in cura! L’ho preso in cura!”. “Babbo babbino, l’ho preso in cura!”. “Sì, me l’hanno messo in cura!” .”Sono troppo felice di pigliarlo in cura!”

La domanda è: TUO PADRE SAREBBE FELICE DI QUESTA TUA FELICITA’?

Esistono due risposte a questa domanda, una digitale e l’altra analogica. La prima dice: “sì”. La seconda dettaglia la prima: “fino a un certo punto”.
Anche la persona che ti ha creato, attraverso un utilizzo mirato e maturo della cosidetta “sborra”, può manifestare un’indecisione nel momento in cui ci si aspetterebbe che esprima gioia, riflettendo quella del figlio. Posso sembrare retrogrado, ma ritengo che questa reazione sia in parte comprensibile. E’ vero che avere un paziente e pigliarlo in cura è una cosa bella, però questo “pigliare in cura” può ricordare cose molto meno belle, che non sto qui ad elencare. Anche nel momento in cui quel padre ha compreso perfettamente il senso vero di quella frase (avere qualcuno in terapia), può comunque manifestare un disagio. Specie nel momento in cui se la sente ripetere, anche a tavola, mentre si festeggia con i fagiolini di sant’anna e il rigatino, può essere sempre più infastidito e comunque non gioire come la progenie si sarebbe aspettata e come forse anche il patriarca avrebbe voluto. Anche il rigatino, che appariva tanto buono, alla fine diventa un’occasione sprecata, perché quel padre se lo mangia sì, ma intanto pensa ad altro. Pensa agli uomini sensuali che si pigliano in terapia reciprocamente. E nel momento in cui cerca di distogliere il pensiero, ecco che il figlio rinforza: “L’ho preso in cura! Me l’hanno infilato dentro la cura! M’hanno messo a pecora e me l’hanno introdotto a forza all’interno della cura!”. No, quel padre non riesce in alcun modo a gustarsi la consistenza grassina tipica di quell’inseccato pepato, il rigatino. Forse, ad averlo saputo, era meglio una scamarritina di seconda e via andare.

Advertisements

116 Risposte to “In cura”

  1. infrarosa luglio 24, 2008 a 9:21 am #

    io questo post l’ho letto come sempre volentieri ma non l’ho capito tanto… magari padre-figlia è diverso da padre-figlio e quindi non ci arrivo?

  2. anfiosso luglio 24, 2008 a 9:30 am #

    Et chi troppo assotiglia si scavezza (come dicono ad Arezzo, tra l’altro).Io non ho capìto solo “scamarritina”, l’ho anche cercato invano con gùgol.

  3. anfiosso luglio 24, 2008 a 9:34 am #

    Ah, per forza, era un’alterazione: della scamarrita, che è il muscolo del collo del majale, si parla per esempio qui (http://www.piattitoscani.it/ita/ricettetoscane/carne/Maiale%20con%20le%20mele/356.html). Dal nome sembrava un’infezione dello scroto.

  4. acidshampoo luglio 24, 2008 a 12:31 pm #

    > io questo post l’ho letto come sempre volentieri ma non l’ho capitotanto… magari padre-figlia è diverso da padre-figlio e quindi non ciarrivo?La madonna, Infrarosa. Lama donna.

  5. ilmarinaio luglio 24, 2008 a 12:35 pm #

    ma dai, ma dovrebbe essere facile da capire.  a proposito, Infrarosa, ma te hai mai preso in cura qualcuno?

  6. acidshampoo luglio 24, 2008 a 12:42 pm #

    JARVIS COCKER SCRIVERA’ LA COLONNA SONORA DEL PROSSIMO FILM DI WES ANDERSONL’ex leader dei Pulp, Jarvis Cocker, sarà l’autoredel commento sonoro per il prossimo film di Wes Aderson, “Fantastic Mr.Fox”, adattamento del libro di Roald Dahl realizato con la tecnica stop-motion.”Ho già scritto tre, quattro canzoni e qualche musica che potrebbeessere inserita nella colonna sonora”, ha dichiarato Cocker, il quale,in passato, aveva attaccato la Disney con una canzone (“Disney time”,contenuta nel primo album dei Pulp). “Il prossimo passo sarà quello dimigliorarmi: ho la possibilità di corrompere le giovani menti”.We Anderson è il regista di film come “I Tenembaum” e “Il treno per Darjeeling”.(da Rockol)

  7. sora_frank luglio 24, 2008 a 12:51 pm #

    Eheheh… solo te riesci a fare di un gioco di parole (piuttosto nerd in apparenza) un post divertente, e per niente banale. Quanto alla promettente comparsa Nikolaj Jalokin karateka palindromo affetto da Tourette, me lo terrei buono per futuri ingaggi.

  8. sora_frank luglio 24, 2008 a 12:57 pm #

    >io questo post l’ho letto come sempre volentieri ma non l’ho capitotanto… magari padre-figlia è diverso da padre-figlio e quindi non ciarrivo?Infrarosa, cosa non hai capito? Il problema che intercorre fra i due? Allora ecco qui la spiegazione banalizzante: “papà l’ho preso in cura!” suona come “papà l’ho preso in culo”. Per cui più il figlio lo ripete gioioso, più il padre si adombra al pensiero del figlio che lo piglia in culo. Sì, lo sa anche lui come noi che il figlio non lo piglia in culo, ma la sola assonanza lo ha fatto immaginare la scena, e per lui non è bello, per noi invece è ucuale. E sì, poteva intercorrere anche fra madre e figlia. Proviamo: “mamma l’ho preso in cura”. Meglio ancora.Madonna, mi so’annoiata da sola. 

  9. Daiana luglio 24, 2008 a 1:15 pm #

    Bello questo flusso di pensiero Acid, come tutti gli altri del resto. Ho notato che la quantità di parolacce qui è davvero misera. NOn vorrei sbagliare ma mi sembra che ce ne sia solo una e mi sembra assolutamente necessaria.

  10. Daiana luglio 24, 2008 a 1:21 pm #

    Ah, per la cronaca: Due giorni fa sono caduta su un cactus e mi sono rovinata il ginocchio destro. Oggi sono caduta dallo scooter a causa sembra di una macchia di olio per terra e mi sono sfregacciata il ginocchio sinistro. Prevedo giorni difficili.

  11. ilmarinaio luglio 24, 2008 a 1:26 pm #

    vabbé, Daiana, vedila così:  almeno non è lo stesso ginocchio

  12. caramelleamare luglio 24, 2008 a 2:06 pm #

    spettacolare!! o quantomeno bello!!!!questi inghippi semantici riflettono tutto un mondo che vuol dire che vivere è complicatissimo. e su questi ci si capisce al volo.cmq la daiana cammina ora come se avesse du stecchi al posto delle gambe.in particolare è parecchio buffo guardarla mentre sale le scale perche ho lasciato di sopra la pallina celeste

  13. acidshampoo luglio 24, 2008 a 2:35 pm #

    Anfiosso, la scamarrita è un taglio troppo sottovalutato. E’ il corrispettivo aretino dell’altresì detto “capocollo”. Va cucinata con la salsa barbeque, che è la morte sua. DA NON CONFONDERSI CON LO SCAMONE EH!

  14. Daiana luglio 24, 2008 a 2:47 pm #

    Cmq questa foto non si può guardare…. a me mi fa un pò schifo la situazione che suggerisce. Sarò strana!

  15. infrarosa luglio 24, 2008 a 3:18 pm #

    ecco io dico solo questo sulla mia misera capacità intuitiva: se la lupo non mi spiegava l’assonanza, io da sola non ci arrivavo. a volte capita. comunque marinaio, ho preso in cura qualcuno in che senso? nel senso di sciropparmi le loro seghe mentali? allora sì: chi la fa l’aspetti, no? però non al punto di poter raccontare al mondo “l’ho preso in cura”. grazie frank di aiutare i ritardati come me!

  16. Nicola. luglio 24, 2008 a 7:54 pm #

    Il post non l’ho capito, però lo commento per inserirmi nel gruppo. In compenso sto avendo un’erezione per la foto in bianco e nero, sarà la foto o la prostata? Lo spicologo mi sarebbe piaciuto farlo, farmi raccontare dalle donne i cazzi che hanno preso da fanciulle e motivare in base al numero e al posto dove l’hanno preso il disagio o la malattia che porvano adesso e poi fare il test perizoma: se lo porti sei una che la da facile, se non lo porti hai problemi con il sesso, se lo porti colorato sei una troia.

  17. fox_in_the_snow luglio 24, 2008 a 8:50 pm #

    E che c’è da capire? E’ una geniale e patafisica infilata di giochi di parole che girano intorno alla “cura” nel senso di “prenderlo in cura”. Vero Acid? Degno del miglior Queneau.

  18. fox_in_the_snow luglio 24, 2008 a 8:55 pm #

    >JARVIS COCKER SCRIVERA’ LA COLONNA SONORA DEL PROSSIMO FILM DI WES ANDERSONA proposito di Jarvis Cocker, sapevi che ha partecipato al documentario su Leonard Cohen? (Parte il pianto)

  19. fox_in_the_snow luglio 24, 2008 a 8:58 pm #

    >Cmq questa foto non si può guardare…. a me mi fa un pò schifo la situazione che suggerisce. Sarò strana!No no, io approvo, e io non sono strana pe’nniente. 

  20. ilmarinaio luglio 24, 2008 a 9:46 pm #

    Gori, ti ricordi quello che cantando trasformò “Sfigurategli il volto/ con la mazza da golf..” in “Ammazzàmoli tutti/ con la mazza da boxe..”?Oggi mi ci sono ingarellato.  E’ venuto fuori questo:”Muoio dentro un tramio meno sotto il lettorimani sul direttoa far l’amore coooooooon Gesù”. poi ne è venuta fuori anche un’altra, ma questa siccome non l’ho capita subito, per ora te la lascio come interrogativo.  da che canzone viene?  la strofa è questa:”Strimbellà, strimbellà, cacà!”

  21. fox_in_the_snow luglio 24, 2008 a 9:48 pm #

    Per il marinaio (e infrarosa): questi fanno concorrenza ai Trio…

  22. ilmarinaio luglio 24, 2008 a 10:17 pm #

    molto interessanti, anche come movenze e come look.  invece una delle mie ultime scoperte sono i Tokyo Ska Paradise Orchestra.

  23. ilmarinaio luglio 24, 2008 a 10:21 pm #

    poi naturalmente ci sono loro, che penso di essere l’unico estimatore italiano, sicché ogni tanto li rinomino per faje n’po’ pubbricità.

  24. fox_in_the_snow luglio 24, 2008 a 10:23 pm #

    Io veramente dicevo per ridere. Invece i tuoi sì che sono seri. Molto meglio del solito ska.

  25. Pinxor luglio 24, 2008 a 11:13 pm #

    Purtroppo i miei commenti sono quasi ed esclusivamente rivolti a sterili polemiche o a sterili “mi piace/apprezzo”. Questo si rifà alla seconda categoria, anche se mi fa troppo fatica esprimere un perchè. Però apprezzo, che si sappia

  26. pu-ragno luglio 25, 2008 a 12:43 am #

    Lo sapevate che 1 milione di persone ha marciato contro i rapimenti e le sparizioni in Colombia questa settimana? Sbaglio o non l’ha detto nessuno?

  27. caramelleamare luglio 25, 2008 a 1:00 am #

    anche io apprezzavo molto questo post. che di suo rimane bellissimo.il problema è che nicola non l’ha capito. m’ha fatto cadere le palle perche lo conosco da tanto e ci so rimasto male. per colpa di questa cosa ora mi piace un po meno di prima anche pigliarlo in cura

  28. caramelleamare luglio 25, 2008 a 1:02 am #

    Lo sapevate che 1 milione di persone ha marciato contro i rapimenti e le sparizioni in Colombia questa settimana? Sbaglio o non l’ha detto nessuno?ecco, questo potrebbe essere un commento tipo fox in the snow. che poi sinceramente m’avete anche un po rotto i coglioni con questi messaggi sugli aiuti umanitari o ittici che dir si voglia

  29. infrarosa luglio 25, 2008 a 1:04 am #

    los fabulosos cadillacs, marinaio, grande!!! anni fa ho suonato MATADOR in un gruppo di sambareggae!

  30. infrarosa luglio 25, 2008 a 1:05 am #

    comunque quanto alle informazioni, basta andare sul sito di internazionale o che ne so, a volersi informare non in tv si vengono a sapere, queste cose…

  31. pu-ragno luglio 25, 2008 a 1:26 am #

    >ecco, questo potrebbe essere un commento tipo fox in the snowNo, questa potrebbe essere una cosa tipo fox in the snow. 

  32. acidshampoo luglio 25, 2008 a 1:47 am #

    E meno male che il fumetto è in crisi. Guardate un po’ QUI quanto ha incrementato i guadagni la Bonelli nel 2007. Inutile dire che c’ho piacere.

  33. acidshampoo luglio 25, 2008 a 2:00 am #

    Ultima STUPENDA parte del primo episodio di Italian Spiderman: QUI.

  34. acidshampoo luglio 25, 2008 a 2:09 am #

    La D’Eusanio recupera un’altra starlet della nostra commediaccia scollacciata anni ’70: l’americana Nadia Cassini. QUI la prima parte. QUI la seconda.

  35. acidshampoo luglio 25, 2008 a 2:12 am #

    > anni fa ho suonato MATADOR in un gruppo di sambareggae!Non avevo dubbi, Nofri.

  36. acidshampoo luglio 25, 2008 a 2:19 am #

    QUI intervista all’uomo più entuasiasta e infojato del mondo: Andrea Aromatico, creatore di Nemrod.

  37. fox_in_the_snow luglio 25, 2008 a 7:44 am #

    >>ecco, questo potrebbe essere un commento tipo fox in the snow>No, questa potrebbe essere una cosa tipo fox in the snow.Ao’!!!!!! 

  38. ilmarinaio luglio 25, 2008 a 8:42 am #

    Ultima STUPENDA parte del primo episodio di Italian Spiderman: QUI.in realtà è QUI. fantastico, specie la scena erotica, molto più erotica di tante viste nei film ad alto budget e con intenzioni più serie.

  39. infrarosa luglio 25, 2008 a 10:16 am #

    gente pensavo una cosa: ma quanto sarebbe bello se sul blog si potessero lasciare dei commenti vocali? come i messaggi in segreteria, sarebbe una favola. tipo il “non avevo dubbi nofri” fa la storia, sembra “elementare watson”, che darei per averlo sentito pronunciato! e le voci di tutti… va beh magaru in futuro si potrà.

  40. acidshampoo luglio 25, 2008 a 1:57 pm #

    GLEE – LA NUOVA SERIE DI RYAN MURPHY L’autore di Nip/Tuck è stato ingaggiato dalla rete FOX per lo sviluppodi un nuovo show dal titolo Glee, in onda il prossimo marzo. Comesuggerisce il titolo, la serie sarà incentrata sui glee clubs, ovveroquei gruppi di ragazzi che cantano nei cori delle scuole. L’intentodella rete è quello di programmare lo show in accoppiata con ilseguitissimo American Idol, facendoci capire che probabilmente sitratterà di un progetto molto importante, nonostante l’idea sembrionestamente poco interessante. Il protagonista sarà Will, un insegnantespagnolo chiamato a guidare il coro di una scuola del Midwest,conosciuta come la peggiore della nazione. La musica sarà un elementofondamentale della serie, tanto che secondo le prime informazionisembra saranno cantati almeno quattro brani popolari in ogni episodi.Al momento la rete ha commissionato quattro episodi oltre al pilota.Nei lavori di produzione, Murphy sarà affiancato dai colleghi BradFalchuk e Ian Brennan.

  41. acidshampoo luglio 25, 2008 a 2:00 pm #

    > Lo sapevate che 1 milione di persone ha marciato contro i rapimenti e le sparizioni in Colombia questa settimana? Sbaglio o non l’ha detto nessuno?Guarda, ti dico solo: Caramelle è da ieri che non fa che riperterlo. Du palle!

  42. acidshampoo luglio 25, 2008 a 2:03 pm #

    > malattia che porvano adesso e poi fare il test perizoma: se lo portisei una che la da facile, se non lo porti hai problemi con il sesso, selo porti colorato sei una troia.Allora te sei un troione.

  43. acidshampoo luglio 25, 2008 a 2:05 pm #

    > gente pensavo una cosa: ma quanto sarebbe bello se sul blog si potessero lasciare dei commenti vocali?In qualche piattaforma si può. Tempo fa incocciai in un blog che aveva questa opzione. Comunque credo che basterebbe installare una plug-in apposita, ce ne saranno di sicuro…

  44. acidshampoo luglio 25, 2008 a 2:33 pm #

    MA NICOLA IL POST L’HAI CAPITO O SEI DURO COME LE PINE VERDI? CARAMELLEAMARE TE L’HA PURE SPIEGATO ED ERA GNUDO MENTRE LO FACEVA. ERA GNUDO PER TE,  LO CAPISCI?!?!

  45. frank luglio 25, 2008 a 3:48 pm #

    >da che canzoneviene?  la strofa è questa: “Strimbellà, strimbellà, cacà!”Marinaio è tutta la notte e mezza gioranata che ci penso e non mi viene in mente. Lo voglio sapere assolutamente, vedi di scoprirlo al più presto.

  46. frank luglio 25, 2008 a 3:53 pm #

    > gente pensavo una cosa: ma quanto sarebbe bello se sul blog si potessero lasciare dei commenti vocali?Non per fare la rompicoglioni, ma quest’opzione non m’attirerebbe per niente. Forse perché me li immagino direttamente tutti beceri e sciatti.

  47. infrarosa luglio 25, 2008 a 5:24 pm #

    notare il “verrebbero” (voluto) e il “pornunciate” (involontario)

  48. infrarosa luglio 25, 2008 a 5:24 pm #

    io invece me li immagino come i commenti veri, i commenti vocali, però più autentici, meno pensati, con più errori ma a tempo stesso più comprensibili perché anche se le parole non verrebbero bene si capirebbe il tono con cui vengono pornunciate, lÄassenza del quale crea spesso malintesi. oddio, a volte proprio i malintesi sono interessanti, ma altre volte sarebbe utile sentirla, la voce. e comunque marinaio: io le tue canzoni non le ho capite entrambe. mi illumini?

  49. Oleandro luglio 25, 2008 a 5:50 pm #

    Datemi una scamarrita fatta in padella col rosmarino (ramerino, lo-smarrino) e vi potete tenere il perizoma. Anzi, aspé. La scamarrita puo’ essere filaccicosa. Rettifico: mi serve anche il perizoma.

  50. infrarosa luglio 25, 2008 a 6:06 pm #

    off topic: ma quanto era carino! www.youtube.com/watch?v=sY6i3zqUDl0&feature=related

  51. ilmarinaio luglio 25, 2008 a 9:29 pm #

    Marinaio è tutta la notte e mezza gioranata che ci penso e non mi vienein mente. Lo voglio sapere assolutamente, vedi di scoprirlo al piùpresto.ma io la so la soluzione, dopo un po’ ci sono arrivato.  volevo vedere se qualcun altro ci arrivava.  oggi si è evoluta ulteriormente:  “Strimbellà, strimbellà, và a cacà!”  tenete presente che era una canzone  che canticchiavo io.  non è italiana. 

  52. ilmarinaio luglio 25, 2008 a 9:33 pm #

    > gente pensavo una cosa: ma quanto sarebbe bello se sul blog si potessero lasciare dei commenti vocali?non lo fate mai:  io mi vergognerei come un ladro

  53. ilmarinaio luglio 25, 2008 a 9:33 pm #

    e comunque marinaio: io le tue canzoni non le ho capite entrambe. mi illumini?diciamo che ogni tanto passo del tempo con una persona con parecchi problemi mentali.  se io canto una canzone mentre faccio altre cose, questo le ricanta con parole sue.  da “Charlie fa surf” venne appunto l’invenzione della “mazza da boxe”, che se ci penso io una vita intera non mi viene.  il giochino sta nell’inovinare la canzone reale che ha originato “Strimbellà”.

  54. infrarosa luglio 25, 2008 a 10:09 pm #

    marinaio, fin lì addirittura ci sono arrivata anche io, ma è anche quella del tram che non avevo e ancora non ho capito… comunque guardate la puntata numero 4 del link che ho segnalato sotto, è troppo bella… se penso a cosa era capace di partorire un tempo l’italico genio mi viene da piangere!

  55. ilmarinaio luglio 25, 2008 a 10:18 pm #

    quella del tram va cantata con la musica di:  Irene Grandi, “Bruci la città”

  56. Daiana luglio 25, 2008 a 11:59 pm #

    UDITE UDITE:oggi quattro membri dello sgargabonzi hanno salvato un agnellino da morte certa. Il tale agnellino si era perso lungo le rive di un fiume, ha vagato per tre notti e tre giorni senza cibo né acqua lottando contro cinghiali e talponi. Poi ad un certo punto ha incrociato la nostra strada e ci siamo prodigati nella ricerca del suo gregge. Non ci crederete ma cammina cammina, noi quel gregge s’è trovato e s’è riportato l’agnellino alla signora pastoraia che per ringraziarci con tutto il suo cuore ci ha offerto due caffè avariati.

  57. caramelleamare luglio 26, 2008 a 3:13 am #

    io invece me li immagino come i commenti veri, i commenti vocali, peròpiù autentici, meno pensati, con più errori ma a tempo stesso piùcomprensibili perché anche se le parole non verrebbero bene sicapirebbe il tono con cui vengono pornunciateinfrarosa vai a stroncartelo nel culo te e le tue idee del cazzomi chiedo come tu faccia a credere in cere merdate come questa…mah!

  58. frank luglio 26, 2008 a 8:47 am #

    No scusa, ero io che ho firmato per sbaglio caramelleamare.

  59. caramelleamare luglio 26, 2008 a 8:47 am #

    >”Strimbellà, strimbellà, và a cacà!”Ci sono: “riderà, riderà, rideraaaaaà!”>non è italiana.Niente, siamo daccapo. 

  60. frank luglio 26, 2008 a 12:46 pm #

    >oggi quattro membri dello sgargabonzi hanno salvato un agnellino damorte certa[…]s’èriportato l’agnellino alla signora pastoraia che per ringraziarci contutto il suo cuore ci ha offerto due caffè avariati.Era una signora con un naso enorme e coi capelli anche lei da pecora. Quando esploravamo i dintorni del fiume per trovare l’ovile, man mano che ci avvicinavamo abbiamo trovato i seguenti indizi: cacchine a pallini lungo il sentiero, sempre più cacca e meno erba; un teschio di pecoro maschio in mezzo a una distesa di girasoli morti; belati, abbaiar di cani, e la voce della signora e del nipote. Che dicevano? “Nonna guarda, sono nel pollaio, sono diventato un pollo!” e lei: “occhio che io ai polli gli tiro il collo!”. Ditemi se non sembra una fiaba…

  61. acidshampoo luglio 26, 2008 a 1:03 pm #

    Caramelle e io s’era per non riportarlo quell’agnello, ma la Frank e la Daiana si sono volute agarare. Penso che stesse meglio dov’era, magari diventava la mascotte del bosco o comunque una pecora selvatica di quelle che sono cazzi per tutti. Avevo il dubbio che nella fattoria non c’avrebbero ricavato la lana o i formaggi, ma l’avrebbero tritato. Però la Frank non ha voluto sentire ragione: “Se hai rispetto per gli animali, non devi umanizzarli, ma li devi trattare da animali. Ovvero li devi tritare, t’assicuro che loro sono contenti così”.

  62. acidshampoo luglio 26, 2008 a 1:10 pm #

    > La scamarrita puo’ essere filaccicosa.Infatti torna bene anche come spezzatino. Però la morte sua è cucinarla con la salsa barbeque. Te dico solo tre parole: cefa rebbil tonfo.

  63. frank luglio 26, 2008 a 1:23 pm #

    Continuo a sostenere che come ragionamento non fa una piega. Chiedi a Mister Agnello e senti che ti risponde. (e che nessuno s’azzardi a fare battute trite sulla lupo e l’agnello, ché c’ho già pensato da me)

  64. Daiana luglio 26, 2008 a 1:30 pm #

    occhio che io ai polli gli tiro il collo!”. No Frank ti sbagli, ha detto “lo sai che gni fo ai polli io, li spenno”…. il che è ancora più inquietante perchè prima di realizzare e immaginarti il pollo morto c’hai quei secondi in cui accenni un sorriso ottimista che poi ti muore pure lui, sulle labbra. 

  65. frank luglio 26, 2008 a 1:39 pm #

    >Penso che stesse meglio dov’era, magari diventava la mascotte del bosco o comunque una pecora selvatica di quelle che sono cazzi per tutti.E ti ricordi che ha detto caramelleamare quando hai proposto l’opzione pecora selvatica? “Sì sì, la pecora simpatica sì!”

  66. caramelleamare luglio 26, 2008 a 1:54 pm #

    E ti ricordi che ha detto caramelleamare quando hai proposto l’opzione pecora selvatica? “Sì sì, la pecora simpatica sì!”allora: troia: prima cosa: non è la daiana che ha proposto la pecora selvatica, ma se ne parlava io e acid e io poi l’ho riferito alla daiana.secondo era gia stato chiarito che io avevo detto che la pecora selvatica era simpatica. e non che avevo sovrapposto le due parole.frank, ma te delle cose che cazzo ci capisci?

  67. frank luglio 26, 2008 a 2:11 pm #

    Ma che dici?!, io ho risposto ad Acid. E nella mi’testa, te per sempre avrai voluto la pecora simpatica, perché ho deciso così.

  68. acidshampoo luglio 26, 2008 a 2:21 pm #

    > “Nonna guarda, sono nel pollaio, sono diventato un pollo!” e lei:”occhio che io ai polli gli tiro il collo!”. Ditemi se non sembra unafiaba…Una gitarella al fiume, noi quattro in questo paesaggio bucolico e bucaiolo, la frank e la daiana in topless, un piccolo bove sperduto, una fattoria dietro le frasche, un uomo travestito da contadina, il su figliolo con la salopette e una manciata di cromosomi in meno. Insomma un rape & revenge perfetto.

  69. Daiana luglio 26, 2008 a 3:41 pm #

    > “Nonna guarda, sono nel pollaio, sono diventato un pollo!” e lei:”occhio che io ai polli gli tiro il collo!”. Ditemi se non sembra unafiaba…Più che altro sembrava proprio che da un momento all’altro ci scappasse il morto come in un perfetto film horror. Chi sarebbe stata la prima vittima?! Sicuramente non io che impersonificavo la volontà di salvare l’animale e la causa del fatto che noi eravamo lì.Forse la Frank che è quella che si era esposta di più avvicnandosi alla casa il più possibile per chiamarne gli abitanti.

  70. ilmarinaio luglio 26, 2008 a 5:42 pm #

    Questa storia dell’agnello è molto interessante.. più che da horror ‘rape and revenge’ l’ho vista alla Stand by me.  io in genere salvo i ragni che trovo dentro la vasca da bagno, ma animali grossi non ne ho mai salvati.  per i ragni e le api, o animali del genere ho un metodo apposta:  prendo due bicchierini di carta, lo faccio entrare in uno, lo tappo con l’altro, poi vado fuori e lo libero.  una volta, in vacanza in Garfagnana, la donnina padrona di casa andò in paranoia per un’ape.  la voleva raccattare con un piattino da sottotazza del caffé.  meno male c’ero io, che ho fatto lo scientifico.  animale picino mitico:  il cervo volante, soprattutto per la sua simbologia dentro il fumetto Napoleone.

  71. ilmarinaio luglio 26, 2008 a 5:45 pm #

    soluzione di “Strimbellà, strimbellà, cacà”.  le parole originali sono: “Ichliebedichnicht duliebstmichnicht aha”.  Trio, “Da da da”.

  72. L'agnello luglio 26, 2008 a 5:51 pm #

    Vi ringrazio enormemente per il vostro prezioso intervento;  mi avete altroché scampato da una situazione incresciosa.  Colgo l’occasione per salutarvi e invitarvi per un brunch presso l’Agriturismo IL CASALE, via Monferrato 47 Valdarno superiore (AR).  E’ gradito lo smoking.  Dopo il brunch, verranno suonati alcune produzioni concertistiche di Haydn e Schubert.

  73. L'agnello luglio 26, 2008 a 5:53 pm #

    Perdonate il refuso:  leggasi “verranno suonate alcune produzioni…” in luogo di “verranno suonati”.  Grazie per l’attenzione, e scusate.

  74. frank luglio 26, 2008 a 6:29 pm #

    >Più che altro sembrava proprio che da un momento all’altro ci scappasseil morto come in un perfetto film horror. Chi sarebbe stata la primavittima?!C’è una legge mai scritta che vuole che nei film il primo a morire sia il negro. Quindi così a occhio, il primo a cadere sarebbe stato Caramelle.>per i ragni e le api, o animali del genere ho un metodo appostaEcco, vorrei che qualcuno mi insegnasse un metodo per i gechi. Animalini bellini e per niente fastidiosi, che però ad alcuni sono repellenti a livello di urlo sguaiato. Di solito li spavento spingendoli nella direzione giusta, prima che la gente in isteria li uccida a scopettate. D’altro canto, io potrei dare di matto per un ragno un po’ corpulento, o per uno scorpioncino. Ai tropici non reggerei una notte.

  75. frank luglio 26, 2008 a 6:34 pm #

    Ciao Agnello e benvenuto su queste rive, dopo quelle del mitico fiumiciattolo. Speravo proprio che il nostro invito sul blog non andasse perduto. Posso farti delle domande personali? Eccole: tua madre ha poi ripreso ad allattarti? E quell’altro agnello nero grande, tuo cugino insomma, andate d’accordo o ti nonnizza? E che balsamo usi, quando ti lavi, visto che eri di un morrrbido mai visto? Ti saluto.

  76. L'agnello luglio 26, 2008 a 8:15 pm #

    Cara Frank, con me sei stata molto gentile, soddisferò immantinente le tue domande.  Mia madre si è rifiutata di allattarmi, ma d’altronde è molto tempo che i nostri rapporti sono solo una patina formale, sotto la quale si cela una completa indifferenza.  Lei mi vorrebbe impiegato al Ministero, mentre io mi rifiuto di pensare a cose che non siano clavicembali (o al limite controfagotti e cornamuse):  da quando sono piccolo voglio fare il polistrumentista.  L’agnello nero grande è purtroppo il mio più grande cruccio:  nella sua spensierata imbecillità si diverte a darmi cornate, pestoni, arrivando anche a morsicarmi le orecchie.  Di notte ascolta ad alto volume musica techno, bela, non mi fa dormire.  E’ un pessimo soggetto, sono costretto a elaborare nei suoi confronti una strategia per fare in modo che mi lasci stare.  Purtroppo ancora non sono arrivato a una soluzione, ho paura che i rapporti tra noi si deteriorino sempre di più.  Del resto, come potrai immaginare, la vita in un ovile non è facile.  Non uso balsamo ma del semplice “Baby Shampoo Johnson”.  Il mio pelo è morbido per natura.

  77. Daiana luglio 27, 2008 a 10:41 am #

    Ecco, vorrei che qualcuno mi insegnasse un metodo per i gechi.Animalini bellini e per niente fastidiosi, che però ad alcuni sonorepellenti a livello di urlo sguaiatoPer i gechi non c’è rimedio, sono imprendibili, cmq basta provare a prenderli per farli sparire dietro qualsiasi  pertugio. E poi i gechi sono bellini e funzionano come gli zampironi senza imitarne il puzzo. Lunga vita ai gechi!

  78. L'agnello luglio 27, 2008 a 12:28 pm #

    Con tutto il rispetto per il topless della daiana, è da quando v’ho incontrati che ripenso a quello della frank. Che voglia di aguantare con la bocca quei pucciulini. Che poi dal capezzolo buttavano pus bianchissimo. Buttavano che era una meraviglia…

  79. Nicola. luglio 27, 2008 a 5:53 pm #

    OFF TOPICE’ da qualche giorno che ci penso e vorrei sottoporvi la cosa anche a voi. SE muore una ragazza giovane 20 – 30 anni, come la vestono? in genere i vestiti sono tutti da vecchia con il velo, le scarpe nere etc… ma per una ragazza la cosa farebbe ridere, non possono neanche vestirla da giovane, tipo con i sandali, polo Ralph Lauren e jeans, insomma che gli mettono? 

  80. caramelleamare luglio 27, 2008 a 6:33 pm #

    le ragazze morte giovani le vestono cosi: le stendono nude sulla bara e aspettano che il fidanzato e ed il padre le ricoprano di escrementi. poi livellano bene con la mestola e poco prima di sigillare la bara decorano con Smarties assortiti

  81. ilmarinaio luglio 27, 2008 a 8:25 pm #

    per me le ragazze morte giovani le vestono “da matrimonio”, non nel senso di spose, ma di invitate:  giacca, gonna al ginocchio.  insomma, le vestono serie, non con vestiti estivi ma invernali.  anch’io sono sicurissimo che se muoio mi mettono quella giacca a righe da mafioso che ho nell’armadio.  ma se rinasco come zombie, voglio blue jeans e maglietta bianca.

  82. Daiana luglio 28, 2008 a 12:57 am #

    madonna che tristezza ragazzi….

  83. acidshampoo luglio 28, 2008 a 12:09 pm #

    Uscito il promo della terza stagione di Dexter, QUI. Spettacolare l’ingresso di Valerie Cruz, la psicologa Grace Santiago nella prima serie di Nip/Tuck. Ma ci saranno anche Jimmy Smith e Kristin Dattilo.Intanto sono uscite le action figure della serie, eccole QUIVI. Troppo del genere “super deformed” però.

  84. infrarosa luglio 28, 2008 a 2:27 pm #

    se morissi io spero che mi mettano il burka o che mi coprano parecchio, perché a me la gente che mi veda morta appena sono morta mi va bene, ma che io venga proprio esposta e che tutti mi possano guardare a piacimento mi fa incazzare come una bestia. soprattutto se mi vestono e atteggiano non secondo la mia volontà, ormai inesistente, ma secondo i gusti e il parere di chi non mi conosce. e poi questa storia del funerale in chiesa e del sotterrare, fatti entrambi per default mi fa incazzare anche di più. un vecchino amico dei miei è riuscito chissà come a sottrarsi. non alla morte, ma al default.

  85. Nicola luglio 28, 2008 a 2:33 pm #

    Cincinelli sarebbe spettacolare, ma inapplicabile. Per la cronaca, i morti non mi eccitano per nulla, anche se la morta forre vestita da sciamano con le mani, i piedi e i denti curati, non mi ecciterebbe, neanche un po’. Per il fatto del burka, Nofri, non mi pare adatto, preferirei un vestito da suora o da sposa che strappa le lacrime ancor di più. A te Nofri ti vedrei bene in tallier blu, mani giunte con rosario annesso e scarpe nere con i tacchi alti. Il velo, se non sei sciupata meglio di no.

  86. acidshampoo luglio 28, 2008 a 2:41 pm #

    La redazione di Bloody-Disgusting ha parlato con Alexandre Aja (Alta Tensione, Le Colline Hanno Gli Occhi), attualmente impegnato nel montaggio di Mirrors, e sono riusciti a farlo parlare un po’ anche di Piranha“PIRANHA is going to be SUPER GORY. I think we can do something really scary and fun at the same time.””Thesubject and plot is very simple, an earthquake releases prehistoricpiranha into a lake at spring break time. It’s really about fishkilling stupid drunk college kids. Yes it’s fun, it’s like revenge ofthe piranha, and they mess with nature and nature fights back. Whilestaying within a tense, scary and horrific situation. It’s the oppositeof MIRRORS.”“We were on the set of P2 talking about how excitedwe all were for AVATAR, when we started talking about how a trueR-rated horror film in 3-D would be the ultimate experience, andimmersion into a nightmare. We are hoping to use the same company thatAVATAR is using to get the best possible 3-D around, and then using acombination of CGI practical and live effects to make it not look likea cartoon and fake. We are doing this on a big budget, the biggest wehave ever had, and it’s going to be a fun ride.””We were hopingto be the first full blown 3-D horror film, but FINAL DESTINATION 4 iscoming first. I sincerely hope that they make the mistake of releasingit as PG-13.”(fonte: Nocturno)

  87. acidshampoo luglio 28, 2008 a 2:54 pm #

    > se morissi io spero che mi mettano il burka o che mi coprano parecchio,perché a me la gente che mi veda morta appena sono morta mi va bene, mache io venga proprio esposta e che tutti mi possano guardare apiacimento mi fa incazzare come una bestia.C’è un bellissimo monologo su questo tema nel film Lo Sbirro, Il Boss E La Bionda di John McNaughton. Lo fa lo sbirro De Niro, che racconta una particolare sfaccettatura dell’orrore dovuto al ritrovamento del corpo nudo di una ragazza nel parco. I poliziotti le passano attorno, scavalcano il suo corpo, il coroner si inchina per fare rilevamenti, un fotografo scatta delle foto e poi si mette a parlare del tempo con qualcuno, tutti fanno quello che devono fare, cose pratiche e logistiche, e quel corpo è lì, chiunque può buttarci uno sguardo in ogni momento e tornare a parlare del tempo. Ma quella ragazza non vorrebbe essere vista così. Se potesse non starebbe lì, forse si rannicchierebbe per coprirsi, si pulirebbe dalla terra, assumerebbe un’altra espressione, un’altra posa, risponderebbe agli sguardi e li farebbe abbassare, magari scapperrebbe. Ma quella ragazza è solo un corpo morto, vulnerabile allo sguardo di tutti.

  88. acidshampoo luglio 28, 2008 a 2:58 pm #

    Non vedo l’ora che finisca il revival di questi anni ’80, il decennio più del cazzo di sempre (tranne per i cartoni giapponesi e per i Pet Shop Boys). Dopo i seguiti/remake di War Games, Ragazzi Perduti, Nightmare, Halloween e Venerdì 13, è notizia fresca che usciranno Top Gun 2 (pur senza Cruise) e soprattutto Robocop 2010, con la regia di Darren Aronosfky (!).

  89. ilmarinaio luglio 28, 2008 a 3:37 pm #

    Non vedo l’ora che finisca il revival di questi anni ’80, il decennio più del cazzo di sempreperfettamente d’accordo. mi ricordo la vignetta, mi sembra fosse di Altan:  “Dopo il freddo degli anni di piombo godiamoci il calduccio di questi anni di merda”. degli anni ’80 si salvano i cartoni animati, ma anche i primi viedogames, qualche telefilm (Manimal, Magnum P.I., Ralph Supermaxieroe).  Films:  Il grande freddo, La mosca, Harry ti presento SallyMad max (in realtà del 1979), Bomber, Una poltrona per due, Spie come noi, e soprattutto Top secret! (quello demenziale con Val Kilmer).  in quanto a Top gun, che le ragazzine di ieri e di oggi esaltano, io avevo capito già a nove anni che uno che pilota cacciabombardieri nel cuore può avere solo una montagna di merda.  ricordo che Tom Cruise, che da alcune donne è preferito al sottoscritto, crede fermamente che Xenu, un imperatore galattico di 75 milioni di anni fa, abbia confinato le nostre anime sulla terra torturandole alle Hawaii e facendo loro introiettare perversioni sessuali e autolimitazioni.  sono convinto che su queste cose Cruise ci scommetterebbe le palle.  per il resto, fa una vita apparentemente normale.  (vedi voce Wikipedia su Scientology).

  90. ilmarinaio luglio 28, 2008 a 3:49 pm #

    se penso agli anni ’80 come decennio:  Craxi, il Drive in, manager di wall street incravattati che sniffano cocaina, metallari, ragazzine coi jeans strappati e scritti a penna che impazziscono per quei cimbelloni dei Duran Duran,  sessismo, gel nei capelli, radio Dee Jay, forme di tamarraggine urbana, Uan su Italia uno.  Le lotte operai-mondo padronale si fermano per la prima volta dagli anni ’50, sembra che il mondo intero si fermi.  In effetti, mi sembra che questo decennio 2000-2010 sarà un nuovo periodo ’80, magari solo con qualche differenza.  Gli anni ’10 invece saranno tremendi, preparatevi.

  91. acidshampoo luglio 28, 2008 a 3:53 pm #

    Marinaio per favore, NON PARLARE MALE DI SCIENTOLOGY, altrimenti la Infrarosa si infervorerà per il fatto che perdi tempo a parlare male dei seguaci di Ron Hubbard invece di parlar male delle condizioni igieniche di certi studi dentistici della melanesia (vedi cosa disse ai tempi della quarta stagione di Nip/Tuck, che proprio contro Scientology si schierava). So che questa cosa l’ho già ripetuta più volte, ma non mi stancherò mai di ricordarla. Così come non mi abituerò mai all’idea che la Infrarosa sia seguace di Scientology.Altra cosa da salvare degli anni ’80 è il cinema di Nanni Moretti, la cosa più lontana dal mood del periodo. Bianca, Sogni D’Oro e La Messa E’ Finita sono tre film per cui vivere.

  92. ilmarinaio luglio 28, 2008 a 6:58 pm #

    Marinaio per favore, NON PARLARE MALE DI SCIENTOLOGYma io ne parlavo in toni assolutamente neutri, non mi permetterei mai… se uno vuol credere a Xenu o a Xena, che gli devo dire io?  un altro discorso è quello su Tom Cruise come persona:  è una vita che sogno di inseguirlo con una roncola in mano. Altra cosa da salvare degli anni ’80 è il cinema di Nanni Moretti, la cosa più lontana dal mood del periodo.mi sa infatti che si salvano più che altro le cose in controtendenza:  Andrea Pazienza, Andrea De Carlo, Gesualdo Bufalino.  nei quali, comunque, si riverbera ogni tanto la disperazione, il nichilismo, a volte, del decennio.

  93. acidshampoo luglio 28, 2008 a 7:44 pm #

    > mi sa infatti che si salvano più che altro le cose incontrotendenza:  Andrea Pazienza, Andrea De Carlo, Gesualdo Bufalino. nei quali, comunque, si riverbera ogni tanto la disperazione, ilnichilismo, a volte, del decennio.Senza contare, ma qui si va sul facile, American Psycho di Brett Easton Ellis, anche se è del 1991. Nel crepuscolo dello yuppismo, un ritratto vivido, lucido e senza sconti di quell’era. Sarebbe stato molto più semplice scriverlo dieci anni dopo.

  94. fox in the snow luglio 28, 2008 a 8:17 pm #

    >se morissi io spero che mi mettano il burka o che mi coprano parecchio, perché a me la gente che mi veda morta appena sono morta mi va bene, ma che io venga proprio esposta e che tutti mi possano guardare a piacimento mi fa incazzare come una bestia. soprattutto se mi vestono e atteggiano non secondo la mia volontà, ormai inesistente, ma secondo i gusti e il parere di chi non mi conosce. e poi questa storia del funerale in chiesa e del sotterrare, fatti entrambi per default mi fa incazzare anche di più. un vecchino amico dei miei è riuscito chissà come a sottrarsi. non alla morte, ma al default.Infrarosa, se dovessi rispondere a questo commento non saprei da dove cominciare. Ma soprattutto “un vecchino amico dei miei è riuscito chissà come a sottrarsi. non alla morte, ma al default.” Se poi “dei miei” lo interpreti come “uno dei miei amici”… Comunque il vestito te lo puoi scegliere (come fanno tanti anziani), come anche le esequie o non-esequie. Oppure puoi anche fregartene, visto che sarai morta.

  95. Pinxor luglio 28, 2008 a 8:45 pm #

    >e soprattutto Top secret! Sottoscrivo in pieno Marinaio, una delle poche buone cose che ha fatto Italia1 è di averlo replicato annualmente per un sacco di tempo. Strapieno di gag e con riferimenti al cinema classico che ho colto solo dopo decenni (tipo le scene bacio-focolare). Quello sì che era del superbo cinema demenziale, altro che Scary movies e merdine simili.  Io comunque negli anni ’80 ci metterei di buono almeno “Ritorno al futuro”, i primi Coen e “Velluto Blu”. Ma sono sicuro che ci sono un bel po’ di altre cose buone, setacciando la merda.

  96. Daiana luglio 28, 2008 a 9:43 pm #

    Io non ce la faccio a pensare come mi vestirò quando sarò morta anche perchè penso che non morirò. Cmq se proprio dovesse succedere questo fatto increscioso mi raccomando, guai a voi se mi vestite da signorina!

  97. Daiana luglio 28, 2008 a 9:53 pm #

    Al limite potrebbe andare bene il costume della mia eroina preferita, che è rimasto un sogno irrealizzato per motivi contingenti: allora perchè mi mancavano gli attributi e ora perchè mi vergogno troppo. Magari da morta potrei avere il coraggio di vestirmi da Wonder Woman.

  98. acidshampoo luglio 28, 2008 a 11:30 pm #

    Pur apprezzandoli, non sono mai andato pazzo per i film del trio Zucker-Abrahms-Zucker (sempre meglio di quelli di Mel Brooks però). C’è da dire che il primo Aeroplano Più Pazzo Del Mondo è invecchiato molto peggio dello splendido sequel spaziale, che però non portava la loro firma.Classici film comici americani targati ’80 che ho sempre amato sono National Lampoon’s Vacation e sopratutto il suo seguito National Lampoon’s European Vacation (Ma Guarda Un Po’ Sti Americani, da noi), dove figura pure Moon Zappa, la figlia di Frank. Chevy Chase per me è il Renato Pozzetto americano e Beverly D’Angelo è una delle poche attrici tanto attraenti quanto divertenti.

  99. acidshampoo luglio 29, 2008 a 12:10 am #

    QUI un interessante dossier di UBCfumetti sui personaggi principali di questi 100 numeri di Dampyr.

  100. acidshampoo luglio 29, 2008 a 1:15 am #

    QUI il trailer de Il Papà Di Giovanna, il nuovo film di Pupi Avati in uscita il 5 settembre. Il trailer è STUPENDO.

  101. fox_in_the_snow luglio 29, 2008 a 9:01 am #

    A me invece gli anni 80 piacciono un sacco, più degli anni Novanta comunque, che associo al grunge, alla depressione e ai suicidi. Musica: i grandi inizi della musica British! Gli Smiths, i Clash, ecc.Letteratura: alcuni dei meglio libri di Stephen King…Film: Blade Runner, Brazil. Fra i migliori film fantasy della storia: La storia infinita, Legend, Labyrinth, Ladyhawk, ecc. Film d’avventura: I Goonies, War Games, ecc. Ma soprattutto, i teenager movies, genere che non è mai più stato lo stesso: tutti i film con Molly Ringwald (Un compleanno da ricordare), e il grandissimo The Breakfast Club, dello stesso regista John Huges (sceneggiatore di National Lampoon’s Vacation e del seguito, che però è lo stesso sceneggiatore di Mamma ho perso l’aereo, Beethoven, Birba, ecc.)!

  102. ilmarinaio luglio 29, 2008 a 10:01 am #

    a parte il grunge, che è argomento controverso, negli anni ’90 accendendo su mtv-videomusic si vedevano video italiani come questi  tre  qua, che non è roba da poco.   insomma, io difendo i ’90, sarà anche che ero più spensierato.

  103. ilmarinaio luglio 29, 2008 a 10:10 am #

    ieri invece mi sono beccato Andy Milonakis.  non l’avevo mai visto, è abbastanza ganzo, ma alla fine viene a noia. qua e qua.

  104. acidshampoo luglio 29, 2008 a 10:10 am #

    > e il grandissimo The Breakfast Club, dello stesso regista John Huges(sceneggiatore di National Lampoon’s Vacation e del seguito, che però èlo stesso sceneggiatore di Mamma ho perso l’aereo, Beethoven, Birba,ecc.)!John HUGHES! Tra l’altro non devi aggiungere “che però è lo stesso sceneggiatore di” come se fosse un difetto. Mamma Ho Perso L’Aereo e il suo seguito sono due perle assolute, due film che ho sempre amato. Scopro ora che anche Un Biglietto Per Due è suo.

  105. ilmarinaio luglio 29, 2008 a 10:16 am #

    e qua.

  106. Nicola luglio 29, 2008 a 10:19 am #

    A me mi sono piaciuti sia gli anno 80 che avevo dieci anni, sia glianni 90 che avevo 20 anni. Degli anni 90 mi ricordo gli album dellefigurine delle sporcaccione, i bicchieri di palstica dura e colorata,le canzone brasiliana “sympathy” al carnevale di Rigutino! I tamarri conla vespa tra cui il citto della de palma, la de palma, le medie e pistaalla televisione (alla fine degli 80).

  107. acidshampoo luglio 29, 2008 a 10:30 am #

    > A me invece gli anni 80 piacciono un sacco, più degli anni Novantacomunque, che associo al grunge, alla depressione e ai suicidi.Io alle grucce, alla Grande Depressione e ai sudici.

  108. acidshampoo luglio 29, 2008 a 10:32 am #

    A proposito di anni ’80, ecco QUI cosa potrebbe tornare in tv in una nuova versione.

  109. Pinxor luglio 29, 2008 a 2:32 pm #

    >Blade Runner, BrazilGrande Fox! Vedi che perle mi scordavo? Qui sì che ci siamo. E poi Scorsese ha fatto degli ottimi film negli anni ’80, senza contare Woody Allen.

  110. ilmarinaio luglio 29, 2008 a 6:05 pm #

    a proposito di telefilm, Gori, su Carmilla parlano bene di The L word, con un’intervista a Jennifer Beals.  l’hai visto te? che te ne pare? merita?

  111. fox_in_the_snow luglio 29, 2008 a 6:08 pm #

    L word: io ne ho visto una puntata e neanche intera, però mi è sembrato noioso. In compenso oggi ho scoperto che c’è chi fa collezione di etichette di vino.

  112. acidshampoo luglio 29, 2008 a 6:14 pm #

    L-Word è tremendo. E’ uno di quei telefilm di “trasgressioni per zitelle”, come Sex & The City o Dirt. Anzi, forse è pure peggio di Sex & The City, visto che pure la Frank non lo sopporta. Un specchietto per le allodole, programmatico e ruffiano. So che fra un po’ partirà la sesta e ultima stagione. Piuttosto: dopodomani inizia la seconda stagione di Mad Men, non vedo l’ora! Stai vedendo la prima, Marinaio? Chettenepare?

  113. acidshampoo luglio 29, 2008 a 6:15 pm #

    E qui lo dico: non ho mai visto Brade Runner. Grave?

  114. fox_in_the_snow luglio 29, 2008 a 6:17 pm #

    >Vedi che perle mi scordavo?Blade Runner lo vidi che era uscito da poco. Ero piccola e lo diedero a un cinema gratuito all’aperto al mio paese d’estate. A me piacque, mio padre invece disse “di ‘sto film non si capisce niente”. E in effetti lo capii un po’ meglio quando lo riguardai all’università 🙂 

  115. ilmarinaio luglio 30, 2008 a 9:27 am #

    di Mad men sono quasi a metà della prima.  coinvolge, ma in modo diverso da altre serie.  la ricostruzione storica secondo me è perfetta, le psicologie pure.  all’inizio pensavo che ci fossero molti “shock”, differenze rispetto alla modernità, (vedi il cameriere nero che deve stare in secondo piano, la gente che negli uffici fuma e beve whisky) ma per ora solo la prima, o al massimo le prime due puntate sono giocate su questi shock, il resto sembra prendersi molto respiro, approfondire molto i personaggi.. in effetti succede poco, ma non per questo la serie non è interessante.  sono curioso di come Draper diventerà un hippie.  di quali sarà, di quelli impegnati contro il Vietnam, di quelli degli acidi, di quelli letterari?  secondo me, a occhio, un candidato perfetto per andare in Vietnam è Vincent Kartheiser/ Pete Campbell.

  116. acidshampoo luglio 30, 2008 a 11:42 am #

    Infatti lo stile di Mad Men è molto introspettivo e, qui più che in ogni altra serie, quello che conta sono i personaggi e le relazioni fra di loro, ben di più della storia. Non c’è una rinuncia alla storia in quanto tale, ma di certo c’è una rinuncia ad una sceneggiatura con colpi di scena calcolati e doverosi. Comunque ci saranno degli scossoni emotivi, te lo anticipo. Mad Men è una serie veramente raffinata, che mai e poi mai avrei pensato portasse la firma di uno dei creatori de I Soprano, serie grossolana e autocompiaciuta che non ho mai patito. Gli auguro tutta la fortuna possibile (la prima serie ha vinto un sacco di premi), anche perché è l’unico telefilm di una piccola rete televisiva americana, quando le altre serie sono tutte targate ABC, CBS, Fox, NBC etc.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: