[REC] Julia 117 – I misteri di Smiling Lake

22 Giu

julia0117_323_01

L’ultimo albo di Julia è la perfetta sintesi di pregi e difetti della serie. La vicenda narrata è un tipico sottogenere delle detective story: un mistero che sembra sconfinare nel paranormale ma che, appunto, “sembra”. Aggiungiamoci poi un gruppo di assortiti personaggi chiusi in una villa fuorimano, quindi un burattinaio nell’ombra: il gioco è fatto. Un soggetto piuttosto ovvio e prevedibile dà sfoggio di sè sulle pagine della serie gialla di Giancarlo Berardi. E non è neanche la prima volta, perché la stessa storia, con poche variazioni, si era già letta nel numero 32, dal titolo L’Uomo Ombra.
Un albo come questo, è anche la cartina tornasole di cosa è diventata Julia a quasi dieci anni dalla sua nascita editoriale. Ai tempi i toni della serie erano neri, adulti, poco rassicuranti e ancor meno confortevoli. Basti pensare alla trilogia di albi con cui Julia esordì, quelli dedicati a Myrna Harrod, assassina seriale nonché nemesi della criminologa. Ma anche storie sconvolgenti – è davvero il caso di dirlo – come Jerry E’ Sparito, Lo Specchio Infranto o Il Ritmo Nel Sangue. Oggi purtroppo Julia è mutata in una classica serie di gialli stile Miss Marple, dal gusto rotondo e ad alta digeribilità. Non è scemata troppo l’ispirazione, ma di certo Berardi dimostra priorità diverse. E il cambio dell’immagine a frontespizio di ogni albo dichiara a chiare lettere questo programmatico ammorbidimento dei toni, probabilmente voluto da Sergio Bonelli stesso. Certo, qualche eccezione resta, vedi le ricomparse di Myrna, ma la Julia odierna è distante mille miglia da quella degli esordi, dove tra le altre cose prevaleva uno stile di disegno dalla linea scura e sporco, al contrario di adesso, che di inchiostro, notte, sangue e cantine-prigioni ce ne sono sempre meno. Vedi per esempio la prova come sempre “corretta” di Ernestino Michelazzo in quest’ultimo numero, un disegnatore di buon talento ma dello stile puntualmente subordinato ad una imprescindibile leggibilità.
Va detto che, se il lavoro non convince a lungo termine, nello specifico risulta però impeccabile. Berardi sa raccontare storie come pochi altri, tratteggiando in maniera convincente e spesso sfaccettata ogni personaggio, anche con pochi tratti. Basta vedere, in questa storia, come gestisce la relazione fra Julia e il fidanzato Jeff, e come riesca a far sì che Julia reciti sè stessa, una donna nella propria complessità, in maniera tanto naturale e convincente. Per un uomo è difficile sceneggiare una donna e inventargli dei dialoghi realistici, restituirne la complessità e, appunto, una femminilità fuori dai cliché. Giancarlo Berardi in ciò è un maestro indiscusso dai tempi de La Ballata Di Pat O’Shane.
Ma visto che la vita non è infinita, ci si chiede: cosa resterà di questi dieci anni che Berardi ha dedicato integramelmente alle avventure autoconclusive di una criminologa? Una serie scritta in maniera perfetta, certamente, un esercizio di stile ammirabile e replicato ogni mese. E’ banale e risaputo dirlo, ma l’ombra di Ken Parker continua a pesare su ogni pagina di questo fumetto tanto piacevole quanto inoffensivo. A tanti piacerebbe che questa energia e il talento unico di Berardi fossero sprecati per qualcosa di meno seduto e sicuro.

Annunci

81 Risposte to “[REC] Julia 117 – I misteri di Smiling Lake”

  1. frank giugno 22, 2008 a 5:48 am #

    Lettura piacevole questo numero. Avendo letto numeri sparsi di Julia, non posso confermare scientificamente la tua tesi, ma mi torna. Confermo che anche per una lettrice è sorprendente la bravura di Berardi a scrivere di una donna. Julia è profonda, verosimile e originale insieme. Tante scrittrici finto-femministe dovrebbero prendere lezioni dalla Giancarla in questione…Quanto al rassicurante appiattimento della serie, devo dire che non mi ci sarei mai affezionata se non per la trilogia di Myrna e per gli altri numeri “scomodi” che ho letto. Insomma, vieni per il sangue resti per le chiacchiere. Una seduzione al ribasso, al contrario che in Ken Parker, se vogliamo fare l’immancabile paragone.

  2. frank giugno 22, 2008 a 5:54 am #

    Ed ecco una notizia di cronaca più banale di un giallo stravisto:Skopje | 21 giugno 2008Macedonia, arrestato il giornalista killerLa polizia macedone ha arrestato un cronista di “nera” sospettato di avere ucciso almeno tre donne.E’ stato tradito dalla precisione con cui descriveva il crimine, dando particolari che gli inquirenti non avevano reso noti.Gli esami del dna hanno fugato ogni dubbio. Vlado Taneski, 56 anni,giornalista del ‘Nova Makedonija’, la piu’ antica testata del Paese, edi un altro giornale di Skopje, e’ accusato di avere rapito e stupratole tre donne nella cittadina sudoccidentale di Kicevo, per poiucciderle, tagliarle a pezzi e gettarle in sacchi di plastica in luoghidiversi. Lo ha riferito il portavoce della polizia, Ivo Kotevski. Gliomicidi sono stati commessi tra il 2003 e il 2008.Taneskisceglieva le vittime in base alla somiglianza con la madre, con laquale aveva una relazione tormentata. Almeno un’altra donna scomparsapotrebbe essere stata una vittima del giornalista gia’ bollato dallastampa locale come il “mostro di Kicevo”.

  3. pu-ragno giugno 22, 2008 a 6:59 am #

    Mai letto ma mi sa che questo numero lo prenderò.

  4. frank giugno 22, 2008 a 7:05 am #

    Pu-ragno, t’hanno svegliato le zanzare anche a te?

  5. Daiana giugno 22, 2008 a 10:42 am #

    Mai letto ma mi sa che questo numero lo prenderò.Vabbè ma se devi prendere qualche numero di Julia, anche solo uno, cerca in qualche fumetteria uno dei numeri vecchi…. su quelli garantisco anche io che sono intorno al numero 40 e la serie mi piace tantissimo. A livello di qualità per me è la migliore, naturalmente insieme a Ken Parker.

  6. Daiana giugno 22, 2008 a 10:45 am #

    Cmq io penso di essere l’eccezione che conferma la regola, quella che non è rimasta particolarmente colpita dall’inizio della serie con Myrna ma che ci si è affezionata a poco a poco nel proseguo delle storie colpita soprattutto dall’umanità che vi ha trovato via via leggendo e a volte al di là della storia stessa.

  7. Daiana giugno 22, 2008 a 10:47 am #

    A me mi ha svegliato un grosso calabrone, di quelli gialli.

  8. frank giugno 22, 2008 a 10:57 am #

    Sarà stata una scureggia di Caramelleamare. Più esattamente, una “scureggialla”.

  9. acidshampoo giugno 22, 2008 a 11:58 am #

    > Mai letto ma mi sa che questo numero lo prenderò.Ci sono un paio di bei volumi della Mondadori che raccolgono tre storie ciascuno. Uno in particolare, dei due, ti consiglio. E’ quello con la trilogia iniziale di Myrna Harrod. Questo numero lascialo dov’è. Se ne prendi uno a caso, ti viene meglio di questo.

  10. caramelleamare giugno 22, 2008 a 1:27 pm #

    essendo che i baustelle non hanno mai fatto un video per le vacanze dell’83, l’estate scorsa l’ho fatto io mentre col brachini e il cappelletti si andava a castiglione della pescaia. guardatelo e ditemi che ne pensate, specialmente il cappe fa schiantare nel finale quando fa quei versi. fox mi interessa la tua opinione specialmenteECCHELO 

  11. acidshampoo giugno 22, 2008 a 5:09 pm #

    Usciti i sottotitoli per la terza di Swingtown!

  12. acidshampoo giugno 22, 2008 a 6:50 pm #

    QUI informazioni sul prossimo film di Quentin Tarantino.

  13. fox in the snow giugno 22, 2008 a 9:14 pm #

    Interpellata rispondo. Ma non l’avevi già segnalato questo video? No no, comunque eccellente modo di passare il tempo in coda in autotrada. Grande video.

  14. Primo giugno 23, 2008 a 12:09 am #

    Buonasera a tutti! Dico la mia, come sempre richiesto dal padrone del blog con cortesia (finta?). Per scrivere recensioni di fumetti, occorre essere esperti. Qua dentro si mischiano sacro e profano (e questo potrebbe essere un pregio). A patto che il sacro sia trattato con le dovute misure di giudizio. Il caporione de “Lo Sgargabonzi” commenta serie tv, film, fumetti, cd musicali. Mi chiedo: fa il critico nella vita? E con che titoli? Quale eperienza? Quale buon (o cattivo) gusto? Mi permetto un consiglio (d’anzianità): Torni pure a scrivere ipotenuse et similia, egregio Sig. Acidshampoo. Le vengono molto meglio. Si giudica gli altri per non giudicare se stessi. Vorrei vedere lei a scrivere fumetti. O a disegnarli o inchiostrarli. Da qui si capisce come sia meglio giudicare. Una paginetta di Word e giù a dormire con la coscienza alleggerita, vero? Preferisco glissare sui commenti della gente: Julia come Ken parker (Daiana); le esalazioni intestinali di un lettore (Frank). Non me ne vogliate, ma per gente che sostiene di non curare il cancro siete un pò troppo caustici, castranti e taglia-gambe. Spesso senza motivi, e sempre senza mezzi reali per giudicare.Porgo distinti saluti

  15. Primo giugno 23, 2008 a 12:10 am #

    Buonasera a tutti! Dico la mia, come sempre richiesto dal padrone del blog con cortesia (finta?). Per scrivere recensioni di fumetti, occorre essere esperti. Qua dentro si mischiano sacro e profano (e questo potrebbe essere un pregio). A patto che il sacro sia trattato con le dovute misure di giudizio. Il caporione de “Lo Sgargabonzi” commenta serie tv, film, fumetti, cd musicali. Mi chiedo: fa il critico nella vita? E con che titoli? Quale eperienza? Quale buon (o cattivo) gusto? Mi permetto un consiglio (d’anzianità): Torni pure a scrivere ipotenuse et similia, egregio Sig. Acidshampoo. Le vengono molto meglio. Si giudica gli altri per non giudicare se stessi. Vorrei vedere lei a scrivere fumetti. O a disegnarli o inchiostrarli. Da qui si capisce come sia meglio giudicare. Una paginetta di Word e giù a dormire con la coscienza alleggerita, vero? Preferisco glissare sui commenti della gente: Julia come Ken parker (Daiana); le esalazioni intestinali di un lettore (Frank). Non me ne vogliate, ma per gente che sostiene di non curare il cancro siete un pò troppo caustici, castranti e taglia-gambe. Spesso senza motivi, e sempre senza mezzi reali per giudicare.Porgo distinti saluti

  16. acidshampoo giugno 23, 2008 a 1:45 am #

    Ciao Primo e benvenuto. Non ho ben capito se ci conosciamo personalmente o se ti ho invitato a scrivere rispondendo ad un tuo commento su queste pagine. Chiedo a te lumi. > Il caporione de “Lo Sgargabonzi” commenta serie tv, film, fumetti, cd musicali. Mi chiedo: fa il critico nella vita? Mi chiedo: fa il critico nella vita? E con che titoli? Quale eperienza?No, non faccio il critico, e t’assicuro che mai vorrei farlo nella vita. Ma non penso che bisogna “fare i critici” per poter esprimere aggràtis le proprie opinioni.Poi fammi sapere cosa serve per “fare i critici” e quindi avere la tua approvazione. Se poi quello che ti interessa è solo un “titolo” e a quel punto ti senti rassicurato, allora devi sapere che sono diplomato alle Belle Arti con una tesi su Fassbinder e da diciannove anni scrivo su La Stampa con responsabilità crescenti. Nel tempo libero sono bidello.> Si giudica gli altri per non giudicare se stessi.Sul maturare giudizi, io sono molto più rilassato di così. Lo faccio con me stesso, perché non posso farlo con gli altri? Contando poi che con me stesso sono severissimo, mentre con gli altri molto meno.Va da sé che non ho nessuna stima di quelli che “aahh io non giudico!” Di regola se la raccontano. E se esiste uno che non giudica sul serio… beh allora quello è davvero il peggio di tutti.[CONTINUA]

  17. acidshampoo giugno 23, 2008 a 1:48 am #

    [/CONTINUA] > Vorrei vedere lei a scrivere fumetti. O a disegnarli o inchiostrarli.Ma è un appunto così debole che si risponde da solo! Visto che nonsaprei costruire un’automobile, non posso avere dei gusti in fatto diautomobili? Visto che non so disegnare, non posso maturare dei gusti infatto di arti figurative?> Preferisco glissare sui commenti della gente: Julia come Kenparker (Daiana); le esalazioni intestinali di un lettore (Frank).Ma perché vuoi glissare? Dici!> Una paginetta di Word e giù a dormire con la coscienza alleggerita, vero?Ma perché, Primo? Non dare per scontato che tutti facciano le cose che forse fai tu. Sottolineo forse.> Torni pure a scrivere ipotenuse et similia, egregio Sig. Acidshampoo. Le vengono molto meglioMi hai convinto, a patto che tu non mi dia del lei.O Primo, grazie per essere qui e spero di rileggerti e continuare aragionare, anche di cose belle tipo le torte e stare seduti sulle sedie.

  18. acidshampoo giugno 23, 2008 a 1:52 am #

    QUI primo mini-trailer della quarta stagione di Prison Break.

  19. frank giugno 23, 2008 a 8:50 am #

    >Preferisco glissare sui commenti della gente: […] le esalazioni intestinali di un lettore (Frank).Eeeh? Ah, la mia stronzata sulle scuregge di Caramelle. Ho scritto anche altro in questo thread, sa? Ma credo che Le piacerebbe ancor meno, signor Primo, e che ancor meno avrebbe materiale per contestarlo. Ora vogliamo le Sue, di referenze. Ma ho come la sensazione che non scriverà mai più, qui, e non risponderà, come tutti i conigli del Suo tipo.

  20. frank giugno 23, 2008 a 9:31 am #

    >QUI primo mini-trailer della quarta stagione di Prison Break.Ma loffio… “incredibile, Scofield si veste!” “Scofield accetta un bicchiere di champagne da una cameriera!” “Scofield si vendica!”. Non resisto.

  21. caramelleamare giugno 23, 2008 a 9:34 am #

    A livello di qualità per me è la migliore, naturalmente insieme a Ken Parker. ma che cazzo dici daiana?! e magico vento? e napoleone? e “insieme” che vuol dire, della stessa qualità?per me julia è di buona qualità e piacevole da leggere, ma vuoi mettere lo spessore di altre serie?!Sarà stata una scureggia di Caramelleamare. Più esattamente, una “scureggialla”.lupo solo una cosa: mi rimanevi meglio prima

  22. caramelleamare giugno 23, 2008 a 9:36 am #

    oggi inizia wimbledon.Primo, ciao.

  23. rezio giugno 23, 2008 a 10:40 am #

    oggi inizia wimbledon.fovoriti? che ci voglio scommettere

  24. acidshampoo giugno 23, 2008 a 11:39 am #

    Non ho mai visto Wimbledon, ma dopo una breve ricerca su internet, ho deciso di puntare tutto quello che ho su Haas e Gasquet. A livello di cognome, mi pare che ci prendano.

  25. caramelleamare giugno 23, 2008 a 11:51 am #

    rezio aspetta, ma te vuoi i favoriti o vuoi delle possibili sorprese in modo che siano quotate bene?perche i favoriti sono quelli che chiunque ti puo dire. in ordine percentuale: federer, nadal, djokovic. con federer e nadal abbastanza vicini e djokovic sotto.senno se vuoi guardo il tabellone e ti dico possibili sorprese che immagino saranno quotate bene

  26. ilmarinaio giugno 23, 2008 a 12:40 pm #

    Non me ne vogliate, ma per gente che sostiene di non curare il cancro siete un pò troppo caustici, castranti e taglia-gambe.Sinceramente,Primo, non mi sembra che l’articolo qua sopra sia una stroncaturaimmotivata, o sia inteso a tagliare gambe o organi genitali agli autoridel fumetto.  Su Julia non mi posso esprimere, perché nonne ho letto neanche uno.  Mi fido però della limpidezza digiudizio del Sig. Acidshampoo, perché, in fatto di fumetti, l’ho vistaapplicata ad altre serie che conosco (Dylan Dog, Dampyr, Napoleone,Nathan Never, Gea, Magico Vento, Volto Nascosto,…).  Questoarticolo, dunque, mi invoglia semmai ad approfondire, a provare anche Julia,per confrontare le mie impressioni con quelle che leggo sopra. Quello che invece non capisco è come si possa parlare di un fumetto, unfilm, un libro, senza dirne anche i difetti.  Se uno a una materiao un mezzo espressivo si appassiona, mi sembra impossibile elogiaretutto, bere tutto come oro colato.  Comuqnue sono curioso: tu hai mai letto Julia?  o un altro Bonelli? che ne pensi? Certo, se intervieni però abbandona quel tono del cazzo, per favore.

  27. frank giugno 23, 2008 a 12:48 pm #

    A proposito di toni del cazzo: ITASA. Primo si troverebbe proprio bene lì.

  28. ilmarinaio giugno 23, 2008 a 1:21 pm #

    ecco che ora mi sento quasi in colpa per quel “toni delcazzo”.  ma lo motivo subito, perchè è una cosa che si percepisceistantaneamente:  l’uso delle parentesi. Dico la mia, come sempre richiesto dal padrone del blog con cortesia (finta?)eccoche qui, invece che scegliere tra un ingresso in buona fede e uno incattiva fede, li sceglie tutti e due.  così, se sarà trattatobene, potrà dire di aver esordito senza offendere nessuno, ma se saràtrattato male potrà dire “lo sapevo!”.si mischiano sacro e profano (e questo potrebbe essere un pregio)infatti, potrebbe.  ma:  è o non è?  si capisce che il sottotesto è:  qui, in questo blog, no. Quale buon (o cattivo) gusto?e ridai..Mi permetto un consiglio (d’anzianità):eanche qui le parentesi, invece di mettere in secondo pianoun’affermazione, la mettono in primo piano.  lei, caro Primo, silasci dire solo una cosa:  è un gran democristiano.  notibene che glielo dico senza parentesi e senza virgolette.

  29. rezio giugno 23, 2008 a 1:22 pm #

    seguivo il grande slam ai tempi delle telecronache di tommasi e clerici, da qualche anno ho perso il filo però qualche scommessa in occasione dei grandi eventi la faccio sempre..con l’esperienza ho scoperto che ci si azzecca di più nelle prime eliminatorie, ciè il guadagno migliore lo si fà in quelle sezioni..comunque per dire mi interessano i favoriti assoluti…in ordine decrescente

  30. caramelleamare giugno 23, 2008 a 1:55 pm #

    non so cosa intendi con il grande slam.i tornei dello slam sono quattro, e wimbledon è uno di questi. ufficialmente non ha niente il piu o in meno degli altri tre.vuoi dire che te seguivi solo questi quattro?se ti interessa cmq sappi che clerici e tommasi tutt’ora imperversano su skysport3 commentando il tennis. sia tornei dello slam che tornei minori.di commentatori in gamba cmq ce ne sono diversi in giro oltre a loro che hanno il pregio di essere spesso ironici e sopra le righe.per le scommesse non si puo uscire dai tre che t’ho detto prima. 60% federer, 30% nadal, 10% djokovic.

  31. frank giugno 23, 2008 a 3:04 pm #

    Marinaio, disamina e commento molto intelligenti e corretti nei confronti di Primo. Il quale non passerà di qui a leggerli.

  32. Daiana giugno 23, 2008 a 3:38 pm #

    Julia come Ken parker (Daiana)Egregio Sig. Primo, il suo intervento è molto gradito in queste lande ma mi chiedo: Perchè mai tanto risentimento per delle recensioni? Il nostro Acidshampoo scrive di fumetti, musica o cinema in quanto super appassionato di questi, tanto da aver dedicato la sua seppur ancora giovane vita alla fruizione di essi. Chi meglio di un vero appassionato può avere diritto di parlare di qualcosa?! Che c’entra che lui non scrive o non disegna fumetti?! Quando si parla di “fare” è ovvio e giusto che ognuno si esprima coi propri mezzi ma non bisogna certo avere la targhetta da “critico” per valutare e analizzare in piena libertà e tranquillità l’operato di qualcun’altro, o no?! Che poi questo suo intervento fa capire che lei non condivide quanto scritto in questo post su Julia…. e allora ci dica perchè, dica come la pensa e in cosa acidshampoo si sarebbe così clamorosamente sbagliato da togliergli addirittura la possibilità di analizzare ancora…. motivi il tutto insomma che noi siamo gente che ci garba discutere in maniera costruttiva.Ah cmq io non ho assolutamente detto che Julia e Ken Parker sono la stessa cosa, ho solamente suggerito in modo molto modesto perchè qui dentro non sono certo io l’appassionata che fra tutti i fumetti che leggo, e non sono due o tre, questi due mi risultano quelli che si leggono meglio. Quelli che quando inizio un albo sò già che, per come è scritto, non mi farà nessuna fatica leggerlo. Non so forse a me che ero più abituata a leggere libri lo stile di Berardi risulta più fruibile ma ripeto è solo una mia personalissima opinione che nessuno fra l’altro ha condiviso.

  33. acidshampoo giugno 23, 2008 a 11:55 pm #

    E’ uscito in edicola il primo albo di Unità Speciale, la nuova miniserie a fumetti targata Eura (John Doe, Dago) e prodotta in collaborazione con l’arma dei Carabinieri (sic!). La cadenza delle uscite sarà mensile. QUI qualche tavola in anteprimka.

  34. caramelleamare giugno 24, 2008 a 12:09 am #

    a vedella cosi fa schifo e manco poco.oh gente ma s’ascrivere o no!?!

  35. frank giugno 24, 2008 a 12:29 am #

    Con tutto il rispetto per i Carabinieri, ma non sembra una gran premessa per il fumetto. E l’anteprima sembra un extended play del Calendario dei Carabinieri, già bruttino. Acid, lo comprerai?

  36. Daiana giugno 24, 2008 a 12:53 am #

    Con tutto il rispetto per i Carabinieri,Questa premessa te la potevi anche risparmiare. 

  37. Daiana giugno 24, 2008 a 12:59 am #

    ah stamani sono andata a lavoro dimenticando che oggi era il giorno dopo, il giorno dopo l’uscita dell’italia dagli europei e ho trovato tre donne (colleghe) che litigavano nemmeno fosse il processo di Biscardi…. Il punto più alto della discussione è stato: “mi vergogno di essere italiana”. Che bello il mondo!

  38. acidshampoo giugno 24, 2008 a 1:35 am #

    > Con tutto il rispetto per i Carabinieri, ma non sembra una granpremessa per il fumetto. E l’anteprima sembra un extended play delCalendario dei Carabinieri, già bruttino. Acid, lo comprerai?Sì, solo per l’aurea regola “conosci in nemico”, ma il giudizio è già a prescindere: chiavica eccezionale. Basti vedere le copertine al cui confronto quelle di Riboldi per Dampyr sono capolavori di dinamismo e senso dell’anatomia. Per non parlare di quelle tavole da giallo della settimana enigmistica. Nella penultima vignetta della terza tavola, c’è uno che drammaticamente afferra per una spalla l’altro e pare che gli dica: “Non fare’l matto, Nunzio”.

  39. rezio giugno 24, 2008 a 7:58 am #

    vuoi dire che te seguivi solo questi quattro?sequivo solo questi quattro ai fini delle scommesse perchè in questi tornei si è sicuri chwe i giocatori diano il 100%, negli altri molti dei primi vanno solo per ritirare il premio presenza..

  40. rezio giugno 24, 2008 a 8:09 am #

    che ne pensate del documentario girato dai bau a catania che ha come tema “a cosa serve vivere”…su you tube ci sono parecchi spezzoni, ne sono uscite opinioni un bel pò coinvolgenti, bianconi con occhiali stile pasolini in questo caso anche educatore delle nuove generazioni, e dio sà quanto ce ne sia bisognoqual’è il problema delle rece, il blog non è di gori? santa vergine lasciateci un pò di libertà, tra l’altro se non fosse stato per acid certi film che mi sono un bel pò piaciuti non li avrei mai visti..

  41. frank giugno 24, 2008 a 8:42 am #

    >>Con tutto il rispetto per i Carabinieri,>Questa premessa te la potevi anche risparmiare.Necessaria,visto che sennò sfuma in secondo piano il giudizio negativo suquest’operazione fumetto. E uscendo dall’argomento fumetto, mipiacciono i distinguo e non mi piacciono le generalizzazioni da centrosociale. Non che possa raccontare episodi edificanti dei Carabiniericon cui ho avuto a che fare io…

  42. caramelleamare giugno 24, 2008 a 11:38 am #

    negli altri molti dei primi vanno solo per ritirare il premio presenza..se per primi intendi i primi trenta forse puo anche succedere a volte che un giocatore faccia presenza e basta. ma è molto raro ormai. e puoi escludere da questo meccanismo i primissimi al 100%. hanno il loro calendario di 18-20 tornei all’anno e quelli li fanno al massimo.da questi ragionamenti deduco quindi che te sei lo scommettitore del tipo “j”: scommettere piccole somme sicure senza rischiare.poi un altra cosa: ad oggi oltre al circuito slam è molto importante anche quello dei master series, che sono nove tornei. se ti interessa anche su questi puoi andare tranquillo, sono ambitissimi 

  43. rezio giugno 24, 2008 a 12:16 pm #

    da questi ragionamenti deduco quindi che te sei lo scommettitore del tipo “j”: scommettere piccole somme sicure senza rischiarescommetto piccole somme, ma rischio perchè faccio delle multiple chilometrichesugli altri tornei non ci metterei comunque la mano sul fuoco..c’è molta tatticaq da parte dei giocatori

  44. acidshampoo giugno 24, 2008 a 2:10 pm #

    Marinaio, la tua dissertazione sulle parentesi e sul cerchiobottismo spesso insito nelle stesse è a dir poco GENIALE. Che poi è una cosa che ho sempre avvertito a pelle anche io, ma non mi sarebbe mai riuscito metterlo a parole in maniera tanto lucida.

  45. acidshampoo giugno 24, 2008 a 2:17 pm #

    QUI (finalmente) un po’ di info sui creatori di Italian Spiderman. QUI invece uno speciale televisivo in cui compaiono anche loro. Ah, sono australiani.

  46. caramelleamare giugno 24, 2008 a 2:25 pm #

    sugli altri tornei non ci metterei comunque la mano sul fuoco..c’è molta tatticaq da parte dei giocatorispiegati meglio. parli dei master series? e che intendi per tatticaq, sarebbe la tattica? se si, cosa intendi per tattica?

  47. rezio giugno 24, 2008 a 2:51 pm #

    spiegati meglio. parli dei master series? e che intendi per tatticaq, sarebbe la tattica? se si, cosa intendi per tattica? non mi sono spiegato’ calcolano molto quanto valga la pena sbattersi, magari preferiscono perdere piuttosto che trascinarsi al quinto set..non dico che questo valga anche per i master, ma per molti tornei è così, l’esempio di roma è lampante…ho visto lì qualche anno fà agassi al culmine della carriera, sembrava in spiaggia a prendere il sole..

  48. frank giugno 24, 2008 a 3:25 pm #

    >QUI (finalmente) un po’ di info sui creatori di Italian Spiderman. QUI invece uno speciale televisivo in cui compaiono anche loro. Ah, sono australiani.Ancora più intrigante. Mi torna che in origine fosse il trailer e che dopo il sucesso abbiano inventato la serie, questo secondo me si vedeva. Mi fa strano e mi dispiace che non ci sia nessun italiano di mezzo (quanto è italiano questo Dario Russo che l’ha inventato? Non si sa), perché sono troppo coloriti sia i dialoghi in itagliese che le lunghe false biografie comparse su Myspace e Youtube. Il mistero resta: chi è Franco Franchetti?

  49. frank giugno 24, 2008 a 3:28 pm #

    Ps. degli australiani di origine italiana si sono offesi? Che palle. Bisognerebbe dirglielo a questi ragazzi che gli italiani veri si spaccano dal ridere a vedere questa parodia/omaggio.

  50. acidshampoo giugno 24, 2008 a 3:49 pm #

    > Mi torna che in origine fosse il trailer e che dopo il sucesso abbiano inventato la serie, questo secondo me si vedeva.No, per niente! Se l’hanno detto, è una cazzata. Il trailer è fatto di sequenze che ritroviamo, pari pari, negli episodi settimanali. E’ un trailer fatto con diversa roba giù girata, questo è evidente.

  51. acidshampoo giugno 24, 2008 a 4:07 pm #

    > Mi fa strano e mi dispiace che non ci sia nessun italiano di mezzo (quanto è italiano questo Dario Russo che l’ha inventato?Ma anche a me, i dialoghi in itagliese sono troppo perfetti e professionali. Sembrano quelli di laser game anni ’90 da sala giochi tipo Mad Dog McCree.

  52. frank giugno 24, 2008 a 6:03 pm #

    >> Mi torna che in origine fosse il trailer e che dopo il sucesso abbiano inventato la serie, questo secondo me si vedeva.>No,per niente! Se l’hanno detto, è una cazzata. Il trailer è fatto disequenze che ritroviamo, pari pari, negli episodi settimanali.Sarà discutibile, ma è spiegabile: fai il trailer, poi lo spezzetti (e ripeschi il girato) e ci costruisci il film intorno. Ho sempre pensato che il trailer fosse più denso e rotondo, e a novembre quando uscì non si parlava di nessun film di Spiderman in uscita (no, o mi sbaglio? devo ripescare i commenti fatti qui). La tempistica conferma quello che hanno dichiarato. Che poi possano continuare a sparare balle, è più che un velato dubbio.

  53. acidshampoo giugno 24, 2008 a 6:43 pm #

    Frank, non essere ingenua! E’ chiaro che questi due sono tipi svegli, furbi e che sanno il fatto loro. Se io fossi nei loro panni, avrei detto lo stesso: che l’idea era il trailer, mentre gli episodi sono venuti solo dopo il successo “sorprendente” del trailer. Questo  avrei detto comunque, anche se ovviamente avessi avuto in mente di girare episodi fin dall’inizio e avessi già iniziato a girarli ben prima di montare il trailer. E’ chiaro che uno che fa le cose con tanta passione e professionalità, è più avanti con la testa di quanto dica. > Sarà discutibile, ma è spiegabile: fai il trailer, poi lo spezzetti (e ripeschi il girato) e ci costruisci il film intornoEcco, questo può suonare bene solo a scriverlo, non a farlo. Sarebbe difficile, completamente insensato e minimamente divertente. Che gli episodi siano fatti per girare esattamente intorno a quelle scenette di tre secondi che si vedono nel trailer è a dir poco surreale. Ripeto: quando hanno montato il trailer, avevano già diverso materiale girato e montato e comunque un progetto in testa in via di sviluppo.

  54. frank giugno 24, 2008 a 7:05 pm #

    Ba io sooooono ingèèèèèènua

  55. acidshampoo giugno 24, 2008 a 9:53 pm #

    QUI l’intervista ad Abel Ferrara a Sottovoce. Se non parte dopo un po’, ricaricate la pagina.

  56. frank giugno 25, 2008 a 1:14 am #

    Ah già avevo detto che controllavo io se lo mettevano online. Andiamo bene. “Ci penso io!”

  57. acidshampoo giugno 25, 2008 a 2:27 am #

    QUI prime informazioni ufficiali e titolo del nuovo album degli Oasis.

  58. Junkpuppet giugno 25, 2008 a 2:05 pm #

    Caro Acid, ti faccio tanti auguri in ritardo, per altri 300. Meglio di questi.Il vero augurio te l’ho fatto nella mia seconda casa (I*P) e scusa se son così latitante da questo lido che adoro. Un grande abbraccioProsit

  59. acidshampoo giugno 25, 2008 a 2:18 pm #

    QUI recensione della prima puntata di Pretty/Handsome, la nuova serie di Ryan Murphy (Nip/Tuck).QUI recensione della puntata pilota di True Blood, la nuova serie di Alan Ball (Six Feet Under).

  60. acidshampoo giugno 25, 2008 a 2:29 pm #

    Grazie mille Junk, sempre bello quando spunti fuori (fallo di più!). Ma la tua seconda casa qual’è? L’Italia o il Portogallo?Comunquedi 300 post meglio di questi è il caso di non scriverli. Anche perchéquando un impero è al suo apice, è già iniziata la decadenza. Quindipreferisco mantenere un basso profilo, facendo mia la lezione di MarioSegni.A proposito, anche se ormai sei apolide, hai avuto modo di vedere i Baustelle in qualche data di questo tour? Se sì, chettenepare?

  61. acidshampoo giugno 25, 2008 a 3:15 pm #

    QUI recensione in anteprima di Un’Estate Al Mare, il primo cine-cocomero, firmato dai Vanzina. Il film esce dopodomani in 700 sale.

  62. frank giugno 25, 2008 a 6:20 pm #

    >QUI l’intervista ad Abel Ferrara a Sottovoce. Se non parte dopo un po’, ricaricate la pagina.Partire parte, ma ci dev’essere un problema di codec e lo vedo coi colori falsati. Altre volte ho risolto facendo aprire lo streaming al Vlc anziché al Windows Media Player, ma stavolta non lo riconosce. Maledetta Microsoft. L’audio però funziona, perciò se non risolvo altrimenti me la guardo tutta in versione allucinogena.

  63. ilmarinaio giugno 25, 2008 a 8:26 pm #

    Qui il sesto Italian spiderman… l’intreccio si infittisce.

  64. ilmarinaio giugno 25, 2008 a 8:27 pm #

    no:  Qui

  65. acidshampoo giugno 25, 2008 a 9:05 pm #

    Un buon sesto episodio ma, insieme al quinto, è quello che mi ha convinto meno. Entrambi giocati sulla gag fisica, meno raffinati dei precedenti, con quei fondali a simulare la corsa in moto o la surfata a rendere il tutto ostentatamente da z-movie. Ma mi consolo pensando che la qualità resta comunque alta e questi due momenti saranno parte integrante di un tutt’uno.

  66. frank giugno 25, 2008 a 9:48 pm #

    Anche meno denso di idee, ma comunque ganzissimoo: bella l’idea base di mandarli sulla spiaggia, belle le riprese acquatiche, bella l’idea dei pinguini.Qui, lo stesso episodio in alta qualità, per chi come me ha una connessione della madonna. 

  67. fox in the snow giugno 26, 2008 a 8:53 am #

    I pinguini negli occhi? Un assoluto colpo di genio!

  68. frank giugno 26, 2008 a 7:14 pm #

    Ma le pensi ancora queste brutte cose?

  69. acidshampoo giugno 26, 2008 a 7:16 pm #

    Frank, ti dirò: se le storie storie sono peggiorate col tempo, la protagonista è migliorata.

  70. caramelleamare giugno 27, 2008 a 9:04 am #

    ma quando smetterai di difenderli i vanzina?a leggere certe notizie mi stanno sulle palle.che poi mi pare sia diverso tempo che non fanno qualcosa di difendibile, o sbaglio?

  71. frank giugno 27, 2008 a 9:54 am #

    Illuso, ora ti fa un gran ragionamento in cui torna che i Vanzina siano una cosa positiva.

  72. caramelleamare giugno 27, 2008 a 5:50 pm #

    Illuso, ora ti fa un gran ragionamento in cui torna che i Vanzina siano una cosa positiva.sisi lo so, è quello che voglio. mi ci vuole perche io quel ragionamento non me lo ricordo piu

  73. acidshampoo giugno 27, 2008 a 6:09 pm #

    I Vanzina hanno fatto diversi film brutti (e lo sanno), diversi gradevoli, qualcuno decisamente gradevole e almeno un capolavoro (Frank scaricalo): Luna Di Miele In Tre.La cosa che mi fa incazzare è che per la gente sono “quelli dei cinepanettoni” di De Laurentiis, quando loro di cinepanettoni ne hanno girati abbastanza pochi e comunque i migliori. Per i più, “i film dei Vanzina” sono in realtà i film di Neri Parenti, lui sì un cane di regista. I Vanzina, pur con risultati discutibili, sono sempre stati più ambiziosi, vivaci e molto attenti al costume. E se Carlo Vanzina è un regista abbastanza mediocre, Enrico Vanzina è uno sceneggiatore con le palle (basta vedere quella perla che è I Ragazzi Della Terza C).Ah, si sappia che Neri Parenti sta per dirigere il remake di Amici Miei, ambientato nel 1400.

  74. frank giugno 27, 2008 a 6:38 pm #

    Visto? Convincente.

  75. Junkpuppet giugno 27, 2008 a 6:43 pm #

    Vita reale, prima casa Lisbona, seconda provincia Reggio Calabria. Non so perché parli di Italia :DNel mondo virtuale, prima casa il blog, seconda casa Ice*Pink (sul quale dovresti venire anche tu piu’ spesso!)

  76. Junkpuppet giugno 27, 2008 a 6:46 pm #

    Non li ho visti, e da quello che raccontano non ne ho nessuna intenzione!Live, poi, son sempre stati scarsi. Raccontano di una deriva truzza che nemmeno i ganzenrosis. Non mi stuzzica molto, poi, cantare le vacanze dell’83 con una orda di 18enni intorno.Poi il cantante principale del mio paese, il nostro guru, il nostro david bowie, ha detto che il suo album preferito dei bau è la malavita… Insomma… Qualcosa si sta rompendo, e non parlo di rapporti e/o sentimenti e nemmeno di uova nel paniere…Parlavo di 300 anni! 🙂 I post saranno 3000…

  77. acidshampoo giugno 27, 2008 a 7:26 pm #

    > Live, poi, son sempre stati scarsi. Junk, ti dico, per me il problema dei Baustelle oggi è l’esatto opposto. Quando suonavano non-un-granché, quando il Bianconi steccava e la Rachele c’aveva il reffreddore, a me arrivava il feedback di un gruppo “caldo”, genuino e t’assicuro che mi piaceva da matti e non desideravo altro. Non stavo a fare il conto degli errori, perché quegli errori sapevano di umanità e passione e a me questa cosa incantava. Ora vedo un gruppo tecnicamente  molto migliore, come che fa suonare le canzoni come “devono” suonare, con una Rachele Bastreghi insopportabilmente scatenata sul palco, diva come se non ci fosse domani e come “si deve fare”. Ecco, non mi si potrà dire che mi lamento di qualcosa che prima speravo, perché io questo davvero non l’ho mai voluto. Poi, per carità, in questo tour me li sono visti già tre volte, ma per dirla coi Pulp: “something changed”.Una curiosità, Junk: Amen, a distanza di tutti questi mesi, come ti suona?

  78. caramelleamare giugno 28, 2008 a 11:32 pm #

    Visto? Convincente.ma per niente. praticamente ha ammesso che i vanzina fanno cacare, solo visti col bicchiere un quarto pieno invece che tre quarti vuoto. ormai li deve difendere per fare lo strano e amplifica i pochissimi pregi sminuendone i difetti. cmq meglio di chi gli sputa addosso a priori

  79. acidshampoo giugno 29, 2008 a 12:15 am #

    > ma per niente. praticamente ha ammesso che i vanzina fanno cacare,solo visti col bicchiere un quarto pieno invece che tre quarti vuoto.ormai li deve difendere per fare lo strano e amplifica i pochissimipregi sminuendone i difetti. cmq meglio di chi gli sputa addosso a prioriSenti coglione, se devo “difendere” qualcuno, difendo geni incompresi come gli Squallor. Dei Vanzina t’ho detto solo quello che penso e di come siano il capro espiatorio di un certo tipo di cinema. Poi te costruiscici attorno tutte le cornici che vuoi, ma il mio intervento rimane quello che è, nè più nè meno, e tu rimani il poveraccio che sei.

  80. frank giugno 29, 2008 a 8:47 am #

    oooOOOoooh!

  81. caramelleamare giugno 29, 2008 a 2:21 pm #

    lupo, ma almeno lo paghi il biglietto?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: