[REC] Lonesome Jim

6 Mag
lonesome1_306

LONESOME JIM

(USA, 2005)Diretto da Steve Buscemi

Interpreti:
Casey Affleck
Liv Tyler
Kevin Corrigan
Mary Kay Place
Seymour Cassel


Jim torna a casa, nell’Indiana, dopo aver tentato la fortuna tra i grattacieli di Manhattan, dove si manteneva a stento come dog-sitter. Trova ad accoglierlo una madre fin troppo premurosa, un padre, ed un fratello divorziato che vive con i genitori. Apatico e disilluso, il giovane è costretto ad immergersi nuovamente nella monotona realtà provinciale che aveva tentato di lasciarsi alle spalle. Vagando per pub semideserti incontra Anika, giovane infermiera, con cui comincerà una relazione in cui non crede. In una reazione a catena involontaria, il pessimismo del giovane influenzerà la sua vita e quella dei propri cari, costringendolo a riconsiderare se stesso ed i rapporti con gli altri.
 

E’ tipico di tanti registi che non sceneggiano sempre le proprie opere, quello di tracciare una filmografia di discontinua qualità. L’attore-regista Steve Buscemi è uno di questi. Il suo esordio, Mosche Da Bar (da lui diretto, interpretato e sceneggiato), era un film delizioso, dal feeling indipendente ma neppure troppo, con un’irresistibile atmosfera indolente, dialoghi perfetti e, ovunque, ioni dei fratelli Coen. Per il suo secondo lavoro, Buscemi non firmò la sceneggiatura e Animal Factory, pur apprezzabile, non potè dirsi altrettanto riuscito. Sorprendentemente, Buscemi aveva diretto un film di genere (carcerario, in questo caso) interessante e piacevole, ma che si portava appresso troppi luoghi comuni, senza mostrare particolari guizzi e penalizzato da un look piuttosto televisivo.
Lonesome Jim
è una sorta di aggiornamento dell’opera prima di Buscemi, ma di cui lui questa volta è solo regista. Un film minimalista, dal feedback estremamente indie, girato con pochissimi mezzi e in soli diciotto giorni. Tuttavia è evidente che molte di quelle che erano le intenzioni, non si sono impresse su pellicola con particolare efficacia. La non-storia raccontata dovrebbe essere di caustico umorismo e indolente malinconia, ma fallisce in entrambi i toni. Buscemi prende più di qualcosa in prestito da Buffalo ’66, il capolavoro di un altro attore-regista, Vincent Gallo.
Dalla monotona provincia americana ai personaggi monocorde a tutti cliché del “ritorno a casa” (praticamente un sottogenere). Ma i personaggi in scena non mostrano niente di memorabile per cui valga la pena raccontare proprio le loro storie e non quelle di chiunque altro. Lo stesso protagonista, interpretato dal sempre narcotico Casey Affleck, è privo di qualsiasi interesse, ma anche scevro da qualsiasi non-interesse. Stessa cosa per l’anonimo e piatto personaggio interpretato da Liv Tyler (con cui Casey Affleck flirta nonostante sia stata la fidanzata di suo fratello Ben). Insomma, non c’è un solo appiglio che renda in qualche modo vivace la visione di un film che, volutamente e fieramente, è tutt’altro che vivace. Lonesome Jim è una di quelle opere in cui dici: “Bel film… brutto film… non lo so, ma di questa gente non me ne frega un cazzo”. La mia prova del nove è la presenza nel cast di Mark Boone Jr., che incontro sempre in queste sottoproduzioni americane in linea col cinema di Jarmush e che non patisco mai. Lo stile di Lonesome Jim è l’insopportabile “Bukowsky light”. Lo sceneggiatore James C. Strouse c’è da immaginarselo come uno di quei sedicenti artisti con ovvie poetiche da crema di whiskey e smooth jazz, alieni a tutto ciò che non nasca dai loro poveri mezzi, quelli che hanno la presunzione di pensare geniale e imperdibile un umorismo che vorrebbero naif ma che è solo terra terra. E’ da questo equivoco che nascono cortometraggi allungati che per raccontare storie che valgono cinque minuti d’attenzione, ce ne impiegano male novanta e pensano pure di averti regalato qualcosa. Ma il problema più grave di quest’opera è che non tiene conto di un sacro dogma dell’arte cinematografica. Un dogma che dice che se puoi comunicare commozione commovendo il pubblico, se puoi trasmettere ansia rendendolo ansioso, per nulla al mondo puoi comunicare noia annoiandolo chi ti degna d’attenzione.
Che poi questo mediocre film indipendente valga più di qualsiasi blockbuster da 200 milioni di dollari, beh quello non sto nemmeno a dirlo, sarebbe ridondante.

Annunci

57 Risposte to “[REC] Lonesome Jim”

  1. acidshampoo maggio 6, 2008 a 2:01 pm #

    QUI un nuovo trailer per Il Divo, il film su Andreotti diretto da Paolo Sorrentino. QUI una notevolissima scena eliminata.Caramelleamare freddo sul trailer del film: “Niente di ché”.

  2. acidshampoo maggio 6, 2008 a 2:01 pm #

    Niente, giusto per farvelo sapere. Oggi compie gli anni Nicola detto il Palazzi. Della serie: 30 e non sentirli.Auguri Nicola! Hai tutta la vita davanti (meno trent’anni).

  3. acidshampoo maggio 6, 2008 a 4:03 pm #

    Frank, fai sapere al cantante dei Norge questa cosa perché non mi sta punto bene alle mani:ROBERT PLANT SNOBBA LIAMLiam Gallagher, dopo il concerto dei Led Zeppelin, è andato a farvisita alla dressing room di Robert Plant  per complimentarsi con lui, ma l’ormai anziano Plant ha avuto la saggia idea dicacciarlo fuori.”Gallagher è entrato nella mia dressing room e hacominciato a farmi molti complimenti, ho ringraziato e gli ho rispostoche so di essere un grande ecc… ma poi gli ho detto che poteva pureuscire … “

  4. chiara maggio 6, 2008 a 4:07 pm #

    a parte il fatto che c’è Liv Tyler…una personcina  che non riesco a farmi stare simpatica, non lo so perchè…credo che vedrò questo “mediocre film indipendente“, giusto per “conoscere” un nuovo regista (Steve Buscemi non l’avevo neppure mai sentito nominare…immagino sia grave)..ah, CONGRATULAZIONI VIVISSSSIME NICOLA!!! può suonare male, lo so…ma fare gli Auguri per il giorno di compleanno mi suona ancora peggio._Chiara_

  5. ilmarinaio maggio 6, 2008 a 6:26 pm #

    Palazzi, auguri!  Non ti far spaventare dal numero 30.. iventenni sono gente che non capiscono.  Dai, qualche giorno ci sitrova tutti insieme, si organizza una finocchiata! 

  6. ilmarinaio maggio 6, 2008 a 6:32 pm #

    Appena letto l’ultimo Dampyr:  molto bello, anche se la partefinale d’azione è un po’ poco chiara, rocambolesca.  Spettacolareinvece la parte nella fortezza di Kongsberg, che mi ha ricordato Il giovane Torless, non so se qualcheduno l’ha letto.Confermo inoltre la data del concerto:  i Baustelle a Indicatore il 15 Giugno.  Qua,a proposito, la reclame autoprodotta del concerto di anno scorso conSilvestri.  Caprettino è quello con la maglietta rosa e la vocecontraffatta. Passo e chiudo.

  7. ilmarinaio maggio 6, 2008 a 7:04 pm #

    Ah, e ho sentito che uscirà una serie Tv da Quo Vadis, baby?, con supervisione di Salvatores.  Mica male!  Wikipedia dice saranno 6 episodi, su Sky, apartire dal 15 Maggio.

  8. Daiana maggio 6, 2008 a 7:47 pm #

    Auguri Nicola! Non sapevo che tu fossi contorello anche te… In effetti notavo una certa affinità soprattutto nei toni….

  9. Nicola. maggio 6, 2008 a 8:17 pm #

    Ragazzi, che ve dico? Grazie! Purtroppo li sento eccome, mi è venuta la pancia da qualche settimana e non riesco a buttare giù tre chili, maremma maiala!

  10. fox in the snow maggio 6, 2008 a 9:41 pm #

    Sì auguri Nicola, e pazienza per la pancetta (che tanto non si vede). Servirà per i tempi bui!

  11. caramelleamare maggio 6, 2008 a 10:46 pm #

    Che poi questo mediocre film indipendentevalga più di qualsiasi blockbuster da 200 milioni di dollari, behquello non sto nemmeno a dirlo, sarebbe ridondante.questa sembra che tu l’abbia aggiunta precisa per evitare che il donati facesse il suo intervento scontato. cosi, tanto per sottrarre qualcosa alla recensione come fa spesso lui

  12. caramelleamare maggio 6, 2008 a 10:51 pm #

    ROBERT PLANT SNOBBA LIAMche soddisfazione! quel coglionazzo degli oasis ha avuto quel che merita.fai il tuo bravo concertino e levati dalle palle! che stai li a farti i complimenti con chi manco conosci. almeno plant è stato sincero: non gliene fregava niente e glielo ha detto.magari robet c’aveva i suoi problemi e voleva stare da solo e questo entra nel camerino che manco fossero amici intimi. mah!

  13. acidshampoo maggio 6, 2008 a 11:21 pm #

    SEGNALAZIONEE’ uscito il edicola il primo numero di Cornelio, la miniserie a fumetti edita dalla StarComics e scritta da Carlo Lucarelli e Giuseppe Di Bernardo. Saranno 6 uscite in totale, a cadenza bimestrale.QUI trovate un’anteprima.

  14. acidshampoo maggio 6, 2008 a 11:24 pm #

    QUI una breve ma interessante intervista a Matteo Garrone sul suo film Gomorra (in uscita il 16 maggio).

  15. Daiana maggio 6, 2008 a 11:41 pm #

    Nicola, falla finita di fare la teenager! Te la pancetta non ce l’hai! Possibile che te lo devo ripetere tutte le volte?! Sei rachitico…. mangia dio santo

  16. acidshampoo maggio 6, 2008 a 11:43 pm #

    > a parte il fatto che c’è Liv Tyler…una personcina  che non riesco afarmi stare simpatica, non lo so perchè…Eh ma occhio che la Liv è eccezionale in almeno un film, che poi è uno dei film più belli che abbia mai visto: Dolly’s Restaurant, l’opera prima di James Mansgold.> credo che vedrò questo “mediocre film indipendente“, giusto per “conoscere” un nuovo regista (Steve Buscemi non l’avevo neppure mai sentito nominare…immagino sia grave)..Se proprio vuoi vedere un film diretto da Steve Buscemi, recupera il suo esordio, Mosche Da Bar, quello sì realmente imperdibile.A proposito, poi t’è garbato Tutta La Vita Davanti?

  17. acidshampoo maggio 6, 2008 a 11:47 pm #

    > Nicola, falla finita di fare la teenager! Te la pancetta non ce l’hai!Possibile che te lo devo ripetere tutte le volte?! Sei rachitico….mangia dio santoRicordo una volta che Nicola aveva i fusò e si contorceva per guardarsi il culo, perché pensava di avercelo ingrassato. Aveva il morale a pezzi. Poi mi ricordo il sospiro di sollievò che tirò quando s’accorse che s’era solo cacato addosso. Iniziò a saltare come un matto!

  18. acidshampoo maggio 7, 2008 a 8:56 am #

    QUI una nuova anteprima di Jan Dix, la miniserie a fumetti di Carlo Ambrosini che esordirà in edicola questo sabato.

  19. hiss maggio 7, 2008 a 9:10 am #

    Auguri Nicola! Consolati, chè anch’io sono trapassata nella bolgia dei trentenni una decina di giorni fa.. un mio gentilissimo amico mi ha pronosticato l’inizio della decadenza fisica solo dai 34 in poi…dai che abbiamo ancora 4 anni da sballo!

  20. Daiana maggio 7, 2008 a 1:58 pm #

    un mio gentilissimo amico mi ha pronosticato l’inizio della decadenza fisica solo dai 34 in poiMi sarei sentita meglio se avessi omesso l’aggettivo “gentilissimo”. Se mi dicevi che lo aveva detto caramelleamare ero più contenta.

  21. hiss maggio 7, 2008 a 3:41 pm #

    >Mi sarei sentita meglio se avessi omesso l’aggettivo “gentilissimo”. Se mi dicevi che lo aveva detto caramelleamare ero più contenta.Eh, ma non me l’ha detto caramelleamare, bensì un romano de’ Roma, trentenne intermedio, sempre in cerca di <<veline>> ventenni, belle, magre e con un seno molto prosperoso (alla scusa ma ti chiamo amore, per intenderci). Chissà come mai da un po’ di tempo a questa parte è stato costretto ad abbassare notevolmente il  target, tanto che, parole sue, si accontenterebbe anche di quelle “con la retromarcia”. 😉 

  22. frank maggio 7, 2008 a 4:04 pm #

    >Niente, giusto per farvelo sapere. Oggi compie gli anni Nicola detto il Palazzi. Della serie: 30 e non sentirli.Scusa il ritardo Nicola, ieri ero con la testa fra le nuvole. Auguri!!

  23. ilmarinaio maggio 7, 2008 a 8:51 pm #

    ragazzi, non so se nessun’altro ha notato questa cosa:  che alto momento di cinema sia, in questacanzone, l’inquadratura ai 01:27, quando il cantante apre la bocca inquella maniera, ripreso dal basso.  sembra quasi Tognazzi. io è da stamattina che canto “HA- bbandoniamo……”

  24. infrarosa maggio 8, 2008 a 9:23 am #

    anche se in ritardo, auguri nicola!

  25. Daiana maggio 8, 2008 a 9:57 am #

    Ieri a lavoro ho conosciuto un omino che si chiama Euro…

  26. frank maggio 8, 2008 a 10:34 am #

    Bella recensione. Immagino che sia piucchealtro un sano pretesto per descrivere quel mondo alla “Bukowski light” come giustamente lo etichetti, e la descrizione è calzantissima. Per carità, a volte si tratta solo di intesa mancata fra regista e spettatore (perché sicuramente ci sarà gente altrettanto annoiata dalle sottigliezze e dai non-detti di ‘Dolly’s Restaurant’ e ‘Buffalo 66’), ma spesso ho l’impressione che ci sia chi, per il solo fatto di impugnare una macchina da presa, si senta in credito col proprio pubblico, e così ha “la presunzione di pensare geniale e imperdibile un umorismo che vorrebbero naif ma che è solo terra terra.

  27. frank maggio 8, 2008 a 10:46 am #

    >ROBERT PLANT SNOBBA LIAMLiam Gallagher, dopo il concerto dei Led Zeppelin, è andato a far visita alla dressing room di Robert Plant  per complimentarsi con lui, ma l’ormai anziano Plant ha avuto la saggia idea di cacciarlo fuori.mmmmh come ce lo vedo! Il vero inavvicinabile, il golden god, la più invasata delle star, che snobba il pivellino… Ma se era una bella fiha sono sicura, anziano o no, che se la teneva. Comunque, di tutte queste megastar che ormai per smuovere folle e incassare basta che esistano, Plant è uno dei pochi che continuano a giocarsi il piatto, e suona le sue cosine sempre con la passione di un novizio e la professionalità dell’anziano… E canta pure meglio di 30 anni fa.

  28. frank maggio 8, 2008 a 11:02 am #

    >Appena letto l’ultimo Dampyr:  molto bello, anche se la parte finale d’azione è un po’ poco chiara, rocambolesca.  Spettacolare invece la parte nella fortezza di Kongsberg, che mi ha ricordato Il giovane Torless, non so se qualcheduno l’ha letto.Letto anch’io, ieri. Credo che sia poco chiara solo perché funzionale a cose che stanno per succedere, e perché mette parecchia carne al fuoco… Il che fa passare in secondo piano momenti che altrove sarebbero stati intensi (come il comportamento di Tesla e Kurjak quando temono per la vita dell’altro). Continua a piacermi moltissimo l’ambientazione, anche perché è impossibile non avere la sensibilità acuita, quando si parla di II Guerra Mondiale e persecuzioni naziste, e stavolta mi ha ricordato un film che ci propinarono a scuola, ‘Europa Europa’; Erlik Khan è il Maestro della Notte che mi piace di più, e lui e la sua armata sono forse l’invenzione più bella e impressionante in Dampyr.Ps. No, non l’ho letto Torlez. Marinaio, troppi libri, vai a pigliare un po’ di sole. 

  29. frank maggio 8, 2008 a 11:05 am #

    >un mio gentilissimo amico mi ha pronosticato l’inizio della decadenza fisica solo dai 34 in poi…Una mia gentilissima amica invece disse che passati i 25 è un malanno via l’altro a valanga. Era serissima, e si riferiva alla salute. Ma vaffanculo, va’! Esattamente la disposizione d’animo perfetta per far attecchire la sventura.

  30. caramelleamare maggio 8, 2008 a 11:41 am #

    Scusa il ritardo Nicola, ieri ero con la testa fra le nuvole. Auguri!che spettacolo, dev’essere come andare in aereo

  31. acidshampoo maggio 8, 2008 a 12:07 pm #

    > Una mia gentilissima amica invece disse che passati i 25 è un malanno via l’altro a valanga.Anche in The Descent fissano l’inizio del decadimento ai 25. Comunque sembra che dopo i 50 si ringiovanisca come dei matti!

  32. acidshampoo maggio 8, 2008 a 12:32 pm #

    > quando il cantante apre la bocca in quella maniera, ripreso dal basso.  sembra quasi Tognazzi. io è da stamattina che canto “HA- bbandoniamo……”MADONNA! Sarcina Comecazzosechiama non se regge! In quel momento lì, più che A-BBA-ndoniamo pare dica “broccione”. Che poi con quel look che c’ha, qualla barbina di merda tipo “band di significati”, i vestiti ostentatamente anni ’60 (in altre apparizioni)… e poi quelle canzoni da latte ai coglioni, da sbarbine delle peggio. Si crede meglio di Cremonini, ma il Cremone se lo beve a colazione, vorrebbe essere Bianconi, ma te saludi…

  33. acidshampoo maggio 8, 2008 a 1:33 pm #

    QUI una notevole scena da Gomorra!Quando posto queste cose, ho come già nell’orecchio la Frank o altri che fanno “No ma io preferisco non guardare una scena così fuori contesto, estrapolata dall’opera, preferisco aspettare che esca il film”. STRONZATE PURISTE! Il cinema è anche gioco e questi sono appetizer che ti fanno venir voglia di correre al cinema, anzi alla Fandango a rubare le pizze di Gomorra.

  34. acidshampoo maggio 8, 2008 a 2:15 pm #

    > che soddisfazione! quel coglionazzo degli oasis ha avuto quel che merita.Ti ricordo che stiamo parlando del cantante degli Oasis, il tuo prossimo gruppo preferito.

  35. frank maggio 8, 2008 a 5:03 pm #

    Daiana, è mezz’ora che frugo il blog cercando dov’è che dicesti quando compi gli anni, perché mi pareva fosse oggi. Ora entra Caramelleamare e dice oddiiiio ma amiche, ora fanno lo zaino e partono insieme con l’atlante in mano cantando le sigle dei cartoni. Non è amicizia, è che dormo male da quando ti detti di troia, e volevo farti gli auguri per prima per fare pari. Insomma, è oggi?

  36. frank maggio 8, 2008 a 5:06 pm #

    >Quando posto queste cose, ho come già nell’orecchio la Frank o altri che fanno “No ma io preferisco non guardare una scena così fuori contesto, estrapolata dall’opera, preferisco aspettare che esca il film”.STRONZATE PURISTE! Il cinema è anche gioco e questi sono appetizer cheti fanno venir voglia di correre al cinema, anzi alla Fandango a rubarele pizze di Gomorra.Ma chi te le caca le tue scene estrapolate!, ma chi ti dice niente! E comunque se mai ruberò qualcosa alla Fandango sarà Garrone in persona. Lozissou, mannaggia a te che ce l’hai avuto fra le mani ma sei troppo etero per capire.

  37. Daiana maggio 8, 2008 a 8:19 pm #

    Non è amicizia, è che dormo male da quando ti detti di troia, e volevofarti gli auguri per prima per fare pari. Insomma, è oggi?Tranquilla al mio compleanno manca ancora qualche giorno… strano però mi ricordavo che mi avevi dato della puttana non della troia. Cmq considera che io l’altra sera, prima che tu arrivassi, dicevo che te non sei simpatica. Intelligente, interessante si ma non simpatica e invece poi mi sono ricreduta per cui siamo pari.

  38. ilmarinaio maggio 8, 2008 a 8:46 pm #

    Marinaio, troppi libri, vai a pigliare un po’ di sole. Magari! te non sai quanta voglia ce n’avrei!  purtroppo se stessi troppoal sole lo so come andrebbe a finire, che comincio a tremare, mi sicretta la pelle, divento grigio, mi butto per terra e esplodo.

  39. ilmarinaio maggio 8, 2008 a 8:47 pm #

    più che A-BBA-ndoniamo pare dica “broccione”.ma certoche è un broccione, è questo il bello.  pensa però cheincipit:  io con un incipit così ci voglio iniziare più frasipossibili, durante le mie giornate.   infilandomi ilcappotto:  “HA-bbottoniamoci il cappotto e usciamo…”;  albar:  “HA-vete mica da cambiarmi cinque euro?  ..HA-pprestatemi un caffè, grazie, appena potete…”;  dalfornaio:  “HA-ffastellatemi delle schiacciate in questa busta…”

  40. acidshampoo maggio 8, 2008 a 9:24 pm #

    > Ma chi te le caca le tue scene estrapolate!, ma chi ti dice niente! Ecomunque se mai ruberò qualcosa alla Fandango sarà Garrone in persona.Lozissou, mannaggia a te che ce l’hai avuto fra le mani ma sei troppoetero per capire.Ok, allora il mio era un pregiudizio. Detto questo, estrapola questa scena da Gomorra ed estrapola l’esibizione di Giusy da X-Factor e fammi sapere, di entrambe, che ne pensi.

  41. frank maggio 8, 2008 a 10:27 pm #

    >estrapola questa scena da Gomorra […] e fammi sapere che ne pensi.AAAH! CHE STOLZO. (Bellissima) 

  42. acidshampoo maggio 8, 2008 a 11:56 pm #

    > AAAH! CHE STOLZO. (Bellissima) Brava. Ora estrapola QUESTA esibizione di Giusy (che rischia di vincere X-Factor) e fammi sapere che ne pensi. E’ la quarta/quinta volta che te lo dico, dammi ancora picche e la prendo sul personale.

  43. frank maggio 9, 2008 a 12:54 pm #

    Cazzo!! Il vero trash inconsapevole! Allora: guardo questa benedetta clip di Giusy, tutto ok finché non canta. Anzi, a sentirla parlare ti fa ben sperare. Poi l’esibizione, e crolla il castello. Allora: poteva essere molto interessante e divertente l’idea di far convergere Patty Pravo e Amy Winehouse, ma è inevitabilmente trash il risultato se misurato con l’impegno profuso nello scopo, perché le intenzioni erano evidentemente serie e non autoironiche. Passi per il look, ma arrangiamento e cantato restano tutto sommato mediocri, e intendo dire che a parità di idee e mezzi si può fare molto ma molto meglio. Cioè, era una bella cosa se era uno sketch di Mai Dire Martedì (a sua volta funestato da una becerissima imitazione della Winehouse), o se nata spontaneamente durante un cazzeggio chitarra e voce (come Sagi Rei per capirsi, stessa sopravvalutazione e assenza di ironia, per cui nel migliore dei casi raggiungi un’onesta sufficienza da artigiano delle note). Ma qui mi pare di capire che fanno sul serio, e mi cascano le braccia.Ah, la Ventura saprà anche cosa piace al pubblico, ma qui ha perso tutta la credibilità residua e spero che Morgan le abbia aperto dialetticamente il culo.

  44. caramelleamare maggio 9, 2008 a 6:44 pm #

    Anche in The Descent fissano l’inizio del decadimento ai 25. Comunque sembra che dopo i 50 si ringiovanisca come dei matti!dopo i trenta invece il metabolismo basale diminisce del 10% la propria funzionalità. in poche parole bisgonerebbe dare un apporto energetico del 10% inferiore rispetto a come siamo abituati. in poche parole bisognerebbe mangiare il 10% in meno di energie. questo è uno dei motivi per cui, arrivati ad una certa età, si ingrassa apparente senza motiv. ovviamente col tempo diminuisce sempre piu. dopo gli 85 anni sei te che cedi energia al sistema anche senza nutrirti. te la pagano un sasso per elettrone

  45. Daiana maggio 9, 2008 a 7:37 pm #

    si cmq a me oggi, in farmacia, mi hanno dato della ventenne….

  46. acidshampoo maggio 9, 2008 a 8:31 pm #

    Frank, m’hai ridato un po’ di anni di vita. Dovevo condividere con qualcuno, meglio se “del campo” come te, l’epilessia che mi suscita questa Giusy, ormai idolatrata da pubblico e critica di XFactor e pure dalla Bertè. L’ascolto e devo tenermi la lingua per non inghiottirla e subito dopo devo rifarmi la bocca ascoltando qualunque cosa, pure Mondo Marcio e Negramaro. Difficilmente m’è capitato di incocciare con una voce e uno stile che a me personalmente risulta tanto insopportabile, inascoltabile, atroce e senza nessun senso del ridicolo. Senza contare che l’altra sera c’ha arfatto, Winehousizzando anche Luigi Tenco, nella sua Che Cosa C’E’ (QUI) con tanto di coreografia ignobile con vilige urbano come valore aggiunto.

  47. acidshampoo maggio 9, 2008 a 8:36 pm #

    > Dai, qualche giorno ci si trova tutti insieme, si organizza una finocchiata!Qui m’hai fatto butolare! Occhio a fare queste offerte, che poi Nicola ti piglia in parola e ovviamente vorrà stare davanti.

  48. acidshampoo maggio 9, 2008 a 8:39 pm #

    > si cmq a me oggi, in farmacia, mi hanno dato della ventenne….Giusto per farti stare anche qui sul chi va là, come per la doccia in Final Destination, ti consiglio il film Avere Vent’anni, di Fernando Di Leo. Poi vedi quello che capita ad avere vent’anni a questo mondo…

  49. frank maggio 9, 2008 a 9:38 pm #

    >Senza contare che l’altra sera c’ha arfatto, Winehousizzando anche Luigi Tenco, nella sua Che Cosa C’E’ (QUI)Per quando ci si rivede preparo l’imitazione. “Che ccòssa ccèmmmmm…” Cazzo, ma se ne rendono conto che è una caricatura malriuscita? Di nuovo, approvo con entusiasmo il crossover fra i “uònderful sìcstis” italiani e il “neo-soul” alla Winehouse. Ma questa citta è ridicola senza saperlo… e la Ventura che fa l’emozionata – n.b. non con delle cuffie qualunque addosso, ma con le Sennheiser dei professionisti… quanto spreco.

  50. acidshampoo maggio 9, 2008 a 9:50 pm #

    > Ah, e ho sentito che uscirà una serie Tv da Quo Vadis, baby?, con supervisione di Salvatores.  Mica male!  Wikipedia dice saranno 6 episodi, su Sky, apartire dal 15 Maggio.Sì, sarà la prima serie televisiva prodotta da Sky. A settembre partirà una miniserie su Romanzo Criminale, che spero renda giustizia a quella saga dal grande potenziale ma appiattita nel film di Placido. Sulla serie di Quo Vadis Baby? ho un solo dubbio: Guido Chiesa alla regia che c’azzecca? Non ce lo vedo proprio. Vero è che registi mediocri al cinema, hanno dato ottime prove televisive. Comunque seguirò questa serie, fosse solo per quanto mi piace Angela Baraldi nel ruolo di Giorgia Cantini. So già che mi starà sul cazzo il personaggio interpretato da Bebo Storti: Johnny Riva, un ex pornodivo appassionato di cucina che dispensa saggezza fra un piatto di tortellini e un sangiovese. I brividi. Mi dispiace anche che il commissario nel film interpretato dall’ottima Andrea Renzi, qua cambi attore (Thomas Trabacchi).

  51. caramelleamare maggio 10, 2008 a 12:00 pm #

    Auguri Nicola! Hai tutta la vita davanti (meno trent’anni).che spettacolo siamo praticamente a metà

  52. caramelleamare maggio 10, 2008 a 12:02 pm #

    Sulla serie di Quo Vadis Baby? ho un solo dubbio: Guido Chiesa allaregia che c’azzecca? Non ce lo vedo proprio. Vero è che registimediocri al cinema, hanno dato ottime prove televisive.sarai bravo tutto te!anch’io ho visto svariate volte la pubblicita su sky di questa serie con l’arrapantissima baraldi mezza nuda. anzi tutta nuda!nel film l’avevo sottuvalutata, non come attrice pero

  53. acidshampoo maggio 10, 2008 a 12:29 pm #

    > dopo i trenta invece il metabolismo basale diminisce del 10% la propria funzionalità. Ricordo da chi imparasti questa cosa: da Nip/Tuck. Il giovane e fisicato dottor Lopez lo dice a Troy all’inizio della quarta serie, sotto le docce della palestra. E Troy si da alle liposuzioni.

  54. Daiana maggio 10, 2008 a 1:37 pm #

    >Senza contare che l’altra sera c’ha arfatto, Winehousizzando anche Luigi Tenco, nella sua Che Cosa C’E’ (QUDopo ripetuti solleciti l’ho guardata anch’io laperformance di questa Giusy… è inguardabile da quanto è ridicola. Sentendola cantare c’ho quasi la sensazione che ce l’abbiano messa per fare uno scherzo. 

  55. caramelleamare maggio 11, 2008 a 9:39 am #

    Ricordo da chi imparasti questa cosa: da Nip/Tuck. Il giovane efisicato dottor Lopez lo dice a Troy all’inizio della quarta serie,sotto le docce della palestra. E Troy si da alle liposuzioni.menomale che te lo ricordi te, senno a me non m’artornava in mente. gia avrei detto che l’avevo imparata da mirabella.io in quei giorni iniziai a mangiare il  10% meno per abituarmi all’anno venturo.

  56. caramelleamare maggio 11, 2008 a 9:41 am #

    anche io ovviamente mi so guardato sta giusy: assurda, sta donna dei miei coglionisecondo me cerca di imitare la parlata perugina pero con un fungo in gola. sara banale dirlo, ma è veramente ridicola

  57. chiara maggio 12, 2008 a 9:09 am #

    io non c’ho Sky, e che cacchio!su Venerdì di Repubblica ho visto la pubblicità della serie “quo vadis, baby?” (tra l’altro, film che a me è piaciuto molto, tanto da rivederlo per 5volte)…non è tanto convincente, mi lascia un po’ perplessa…ma il solo fatto che c’è lei, A. Baraldi, mi impedisce di ignorare la serie in uscita._Chiara_

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: