Berlusconi: benefattore o santo?

4 Apr

berlusconi1_288

La persona che vedete in questa foto si chiama Silvio Berlusconi.
Egli è un industriale di spicco, proprietario di tre reti televisive, una squadra di calcio, una casa editrice e l’appendice di una nota città lombarda. Quest’uomo, anni fa, decise di scendere in politica, e fu da dietro la propria scrivania che fece il suo proclama. Nello spot elettorale, l’inquadratura fissa (formato 4:3) descriveva un rettangolo di un metro e venti di base per novanta centimetri d’altezza, con l’uomo Berlusconi al centro. Il cavaliere ha detto cose tutte giuste e oggettivamente condivisibili, come di arricchire i ricchi non perché sono più simpatici, ma perché se sono contenti e rilassati, ci sta anche che diano il lavoro ai poveri. Poi ha detto che le persone di colore dovevano stare a casa loro. O meglio: aiutarli sì, ma però a casa loro, non che vogliono venire qua e comandare pure, ma stiamo scherzando? Inoltre s’era incapricciato di abolire la tassa di successione, perché non è giusto che, se tuo cognato muore e ti lascia una confezione di Cluedo, lo stato si prenda la signora Pavone e il candeliere. Tutte cose giuste, belle, educate. Ad ogni modo è utile, talvolta, utilizzare uno strumento prezioso in democrazia: il dubbio. Di quest’uomo ci fu dato conoscere una specifica porzione, definita dal rettangolo dell’inquadratura. Avrebbe potuto mostrarci altro, ma ci ha mostrato questo. Cosa abbiamo visto entro i confini del suddetto rettangolo? Un uomo distinto, abbronzato, sorridente, sereno e rassicurante. Un punto per Berlusconi. E dietro di esso dei libri, quindi probabilmente colto. Avrebbe potuto mostrare una susina o una blisteratrice, invece ha scelto dei libri sulla pesca. E sotto i libri? Delle mensole per reggerli, quindi una persona con buone abilità logiche. Osserviamo poi che sfoggia una camicia azzurra, ciò fa supporre che abbia fatto l’autista di pullman per la Cat. Appare rilassato, quindi è fresco di masturbazione. Ancora punti per lui. Tutte cose belle, giuste, financo educate. Tuttavia non ci è dato conoscere cosa esiste, realmente, oltre la sezione a noi visibile. Potremmo IMMAGINARE che, mentre quest’uomo ci parla rilassato, alla sua destra, legata ad un tavolo con dei cavi elettrici, c’è una dodicenne polacca nuda e imbottita di eroina, che quest’uomo ha appena stuprato con una protesi di gomma e a cui, dopo il proclama, trapanerà il cranio per estrarre la ghiandola pineale e farne fiero pasto. Non lo sapremo mai ma, lavorando di fantasia, quest’uomo potrebbe essere nudo sotto al mezzobusto, col pene ancora sporco della materia fecale di Mario Borghezio, magari in una debole erezione residua. Forse è seduto su un water nell’atto del defecare. O seduto su uno scatolotto artigianale aperto nel lato superiore, con dentro la testa di un’Alida Valli morente che, sdraiata, guarda in su malinconica, pensando a quanto era bello lavorare con Orson Welles e Carol Reed, mentre si prende in faccia lo sterco avana del cavaliere (con incastonate carotine mal digerite). Tutto questo è lecito immaginarlo, financo ponderarlo, ma sono solo fantasie stupide, ignoranti e faziose. Penso che nel mondo non esista uomo più lontano di Silvio Berlusconi dall’essere una persona così deteriore.

Advertisements

188 Risposte to “Berlusconi: benefattore o santo?”

  1. infrarosa aprile 4, 2008 a 3:43 am #

    gori, quanto ti voglio bene

  2. Fotone aprile 4, 2008 a 9:17 am #

    Naggia il Quirinale: deteriori son tutti gli altri, noi compresi. Non lui. Lui proprio no. Bravo Gizmo!!! Ma secondo me non si è ancora masturbato. Lo dimostra una caratteristica che in pochi conoscono (e che nella foto sta indicando con il dito): Silvio ha uno sfiatatoio posto al centro del cranio, dal quale eiacula liquido seminale di color Cluedo. Sennò avrebbe la gola e la camicia insozzati di Mustard.    

  3. chiara aprile 4, 2008 a 9:33 am #

    ma che bella faccia! avevo un residuo di sonno e s’è dissolto all’istante!però ‘sta foto non gli rende giustizia…è venuto un po’ sciupatino, sembra serio, addirittura un po’ preoccupato! vabbè, s’accosta bene a ‘sto periodo, dicono i giornali che appaia un po’ stanco, quasi che il giochetto “sfasciaLitaliaSecondoLeRegoleP2” non lo diverta più.vorrei ridere di questo imbecille, ma la sua popolarità-benevolenza-impunità  mi hanno portato ad avere problemi con l’alcool._Chiara_

  4. Daiana aprile 4, 2008 a 10:05 am #

    Ho letto il post e mi ha fatto scompisciare poi ho rivisto quella faccia e mi è venuto il nervoso a diecimila per l’ennesima volta. Non me lo dovevi far vedere Gori, io non lo voglio sapere che esiste. Posso fare a cambio con Babbo Natale?

  5. frank aprile 4, 2008 a 11:07 am #

    Bel post!! Vedo che ogni volta che si avvicinano delle elezioni ti sensibilizzi alla politica e produci post scorrettissimi. Luttazzi sarebbe fiero di te. Parker e Stone (quelli di South Park) sarebbero fieri di te. Qualche grande autore di satira del passato, se ne conoscessi uno, sarebbe fiero di te.E bella foto. Dalla cravatta direi che è abbastanza recente: il suo periodo blu-a-pois è cominciato da poco, da novembre scorso circa. Che uomo, che stile, che sicurezza. 

  6. Oleandro aprile 4, 2008 a 2:07 pm #

    Titolo originale: Il passaggio della lineaNazione: ItaliaAnno: 2007Genere: DocumentarioDurata: 60’Regia: Pietro MarcelloSito ufficiale: Cast: Produzione: Indigo FilmsDistribuzione: Data di uscita: Venezia 2007Ho conosciuto il regista in treno. Un tipo veramente interessante.

  7. acidshampoo aprile 4, 2008 a 3:23 pm #

    > Ho conosciuto il regista in treno. Un tipo veramente interessante.Occhio a dire cose del genere in un blog frequentato dal Donati. Poi te s’attacca, te lo dico, non lo schiodi nemmanco col Vape Magic.

  8. acidshampoo aprile 4, 2008 a 3:58 pm #

    Visto ieri Tutta La Vita Davanti. Giudizio lapidario: mi dispiace per i Coen.

  9. pepita aprile 4, 2008 a 4:26 pm #

    A me era piaciuto molto, ma dai commenti ho capito che forse non l’ho capito.Lo chiedo a te, Giz: è possibile che sto post io l’abbia capito e che mi sia piaciuto, oppure me l’hai scritto per dispetto?  

  10. acidshampoo aprile 4, 2008 a 6:57 pm #

    Dopo Ragazzi Perduti e War Games, un altro CULT degli anni ’80 avrà il suo rifacimento. Leggete QUI.

  11. acidshampoo aprile 4, 2008 a 7:13 pm #

    > Lo chiedo a te, Giz: è possibile che sto post io l’abbia capito e che mi sia piaciuto, oppure me l’hai scritto per dispetto?Nessun dispetto, ci mancherebbe. E’ ovvio che devi leggere questo post come sarcastico nei confronti del protagonista. Per capirsi: ha la forma di un’attestato di stima, ma è l’esatto contrario. Quando dico “non c’è nessuno più lontano di lui dall’essere una persona così deteriore”, io intendo l’esatto opposto! Insomma nessun dispetto nei tuoi confronti, compagna Pepita!

  12. pepita aprile 4, 2008 a 9:13 pm #

    > E’ ovvio che devi leggere questo post come sarcastico nei confronti del protagonista. Ah, io credevo fosse un discorso generico, studiato in modo da potersi attagliare con poche modifiche a uomini di ogni schieramento. Ma forse era chiedere troppo…

  13. infrarosa aprile 4, 2008 a 9:36 pm #

    con poche modifiche: una piegolina sopra le orecchie, qualche extension, qualche trapianto, qualche etto di grasso aspirato, un cuscino… basta poco! *** (infrarosa sa essere meno banale di così ma mi è venuto spontaneo stavolta)

  14. ilmarinaio aprile 4, 2008 a 10:05 pm #

    Comunque in questa campagna elettorale secondo me il vincitore morale èCasini.  Anche se fino a ieri era in simbiosi con il cittounticcio qua sopra, ha fatto un salto non indifferente.  Parla dimeritocrazia, dice che è una vergogna che un premier giustifichi il nonpagare le tasse… Mi congratulo con lui, anche se non lo voterò mai invita mia.

  15. acidshampoo aprile 4, 2008 a 10:07 pm #

    > Ah, io credevo fosse un discorso generico, studiato in modo da potersi attagliare con poche modifiche a uomini di ogni schieramento.Quelloche ho scritto è personale, se lo vuoi adattare ad altri fai pure, maqueste immagini sono quanto a me ispira – preciso preciso – il tizionella foto. Per dirti: Fabrizio Corona me ne ispirerebbe altre, WannaMarchi pure, Mario Borghezio altre ancora. Il Male ha stile multiforme.Una prova per capire l’idea che ho di qualcuno checonosco: me lo immagino come un barbiere e io il cliente. Da chi tifaresti radere? Chi ti farebbe schifo che ti pastrugnasse in faccia? Iosotto le mani paciocche, sugnose, viscide, laide e unticce del cavaliere credoandrei in embolia.

  16. infrarosa aprile 4, 2008 a 10:22 pm #

    aiuto gori come farò più tardi a dormire ed evitare l’incubo di berlusconi che mi depila…? maronna che schifooooooooo

  17. pepita aprile 5, 2008 a 1:44 am #

    > Quelloche ho scritto è personale, se lo vuoi adattare ad altri fai pure, maqueste immagini sono quanto a me ispira – preciso preciso – il tizionella foto.Chiarissimo, grazie. Speravo in qualcosa di più, uno spiraglietto sul mondo, ma alla fine anche noi liberali ci accontentiamo.

  18. pepita aprile 5, 2008 a 1:54 am #

    (Certo che cazzo, forse non sarà un dispetto, ma mi privi di ogni stimolo a scrivere…)

  19. acidshampoo aprile 5, 2008 a 4:48 am #

    Pepita, non capisco. Perché sei infastidita? Guarda che le mie replicheerano tranquille e divertite, rileggimi. Al limite mi parevano appenaun po’ piccate le tue, ma comunque non di un cattivo tenore. E su Berlusconi non dobbiamo per forza pensarla allo stesso modo.Oh, se vogliamo essere speculari, potrei dire lo stesso io: “certo che mi privi di ogni stimolo a replicarti”. Ma non è così! Anche perché qui dentro, diciamocelo, sei la mia preferita. E infatti ti premio con QUESTA immagine.

  20. JONAS aprile 5, 2008 a 6:36 am #

    QUI A BUENOS AIRES SIAMO ALMENO IN DUE AD ASPETTARE CON IMPATIENTIA LE PROSSIME LETTERE AD OSAMA.INTANTO CI S’ACCONTENTA DEL BERLUSCONI DEFECARE A PIOGGIA NEL CRANIO VUOTO DELL’ORMAI MORTA ALIDA VALLI.

  21. pepita aprile 5, 2008 a 10:38 am #

     > Anche perché qui dentro, diciamocelo, sei la mia preferita. E infatti ti premio con QUESTA immagine.Irresistibile! Ti perdono!

  22. ILARINA aprile 5, 2008 a 12:31 pm #

    E ti dirò caro…io LO VOTO!!! è un grande quest’uomo…. ed è uno dei pochi che fa incazzare i comunisti come pochi e sai perchè???? perchè avrebbero voluto averlo con sè…. invece nulla!!!! Lui sta con noi… A voi lasciamo il gruppo Agnelli, i Della valle, Malagò… De benedetti… tutti ricchi e famosi ma accettabili perchè hanno dichiarato la loro appartenenza al PD e allora…ognuno il suo… noi ci teniamo il Silvio… e voi i satelliti di Silvio… un abbraccio caro collega e ancora auguri per la brillante performance alla Torretta…

  23. ilmarinaio aprile 5, 2008 a 1:47 pm #

    fa incazzare i comunisti come pochi e sai perchè???? perchè avrebbero voluto averlo con sè….Infatti,hai centrato in pieno.  Per esempio io vorrei averlo con me eportarmelo sempre dietro, ma dopo averlo parzialmente lobotomizzato, eal guinzaglio

  24. acidshampoo aprile 5, 2008 a 2:17 pm #

    > un abbraccio caro collega e ancora auguri per la brillante performance alla Torretta… Oh Ilarina, non essere ambigua! Messa così sembra che abbia fatto un film porno. Diciamolo che la via della Torretta è la sede dell’università di psicologia e quella a cui ti riferisci è la mia laurea, finalmente conseguita un paio di mesi fa (ma per quanto me ne frega, io avrei aspettato ancora), con una tesi dal titolo Internet Addiction che ha fatto il culo a tutti.Ilarina, è una vita che non ci si vede, bisogna trovarsi qualche volta, magari in quel di Firenze.

  25. acidshampoo aprile 5, 2008 a 2:27 pm #

    SI AVVICINA IL REALITY RURALE DI MICHAEL JACKSON?Pare avvicinarsi il momento in cui tutta lafamiglia Jackson, compresi Michael ed i genitori della nidiata, Josephe Katherine, si trasferirà presso la cittadina britannica diBarnstaple, North Devon, per girare un reality che andrà in onda suChannel 4 nella seconda metà dell’anno. Le prime fonti che hanno datola notizia, peraltro anticipata nelle sue linee essenziali da Rockolgià lo scorso 23 marzo, curiosamente definiscono Barnstaple “unvillaggio di pescatori”: in realtà si tratta di una cittadina da 34.000abitanti con tanto di vari supermarket, un teatro e numerose banche.L’arrivo dei Jackson viene dato per il prossimo maggio; indagando siscopre però che il solo “fisso” sarebbe Tito, il quale peraltro perimpegni di lavoro in questo periodo è a Londra, mentre il resto dellafamiglia si darebbe il cambio. Scopo del reality, vedere come –especialmente se- Jacko e gli altri riusciranno ad amalgamarsiall’interno della comunità locale. La troupe televisiva dovrebbeseguire anche il trasloco dei Jackson dalla California al cottage diBarnstaple.(fonte: RockOl)

  26. acidshampoo aprile 5, 2008 a 2:34 pm #

    > INTANTO CI S’ACCONTENTA DEL BERLUSCONI DEFECARE A PIOGGIA NEL CRANIO VUOTO DELL’ORMAI MORTA ALIDA VALLI.Defecare a pioggia è proprio il termine giusto, perchè lo sterco del cavaliere me lo immagino prendere forma in violente spruzzate color cappuccino, il cui gusto possa ricordare un cappuccino corretto al cacao corretto alla merda. E poi non capisco questa fissa di dover defecare proprio su Alida Valli, ieri che era viva come oggi che è morta. Se fosse stato uno di sinistra a incaponirsi in tal senso, ci sarebbe stato un vespaio che non finiva più (anche comprensibile, secondo me).Benvenuto nel blog, Jonas. Mo’ non andartene e scrivi eh!

  27. pu-ragno aprile 5, 2008 a 2:38 pm #

    Attento Acid, che per robe simili hanno licenziato Luttazzi. Comunque troppo bello il finto manifesto elettorale fatto vedere ieri sera da Bartolino con Berlusconi-pugile che dice “Rialzati, Italia! Che non te ne ho date abbastanza”… o qualcosa del genere. Troppo bello anche questo post.

  28. infrarosa aprile 5, 2008 a 3:44 pm #

    per robe simili hanno licenziato Luttazzi – e qui lo si vendica!

  29. ilmarinaio aprile 5, 2008 a 7:06 pm #

    che dici Gori di quest’ultimo Dampyr?  a me è piaciuto parecchio,ci sono diverse storie che si intrecciano, tutte interessanti… mi aspetto grandi cose dalla seconda parte, dove tornerà sicuramenteErlik Khan.  anche se, questa seconda parte avrà una dellecopertine più brutte della serie.

  30. acidshampoo aprile 6, 2008 a 5:15 am #

    > E bella foto. Dalla cravatta direi che è abbastanza recente: il suo periodo blu-a-pois è cominciato da poco, da novembre scorso circa. Che uomo, che stile, che sicurezza. Io ci sono incocciato – nonvolendo – a Roma nel febbraio scorso. Look giovanilistico con cravatta degagè grigio scura, giacca stessa tinta, camicia blu notte. Ci mancava solo che si presentasse come pierre del Grace.

  31. acidshampoo aprile 6, 2008 a 5:21 am #

    > che dici Gori di quest’ultimo Dampyr? Bellissimo! Questa di sei albi sarà una gran saga, lo sento. Che poi è evidente da questo primo numero come vogliano tirare certe fila del discorso, vedi i continui riferimenti a momenti chiave della serie e l’idea di fare un po’ un sunto del tutto. Ho apprezzato il carattere totalmente e schiettamente introduttivo di questo numero, con nessun personaggio che rischia la vita ma solo una discussione fra amici e la preparazione di quel che sarà (e la vedo male per i De Vere). Hai notato l’errore? Harlan dice di aver fatto fuori due alleati di Marsden: il Condor e Vathek. Ma Vathek che c’entra? Doveva dire Ixtlan! La prossima copertina è qualcosa di tremendo. Tra l’altro ho scoperto che Riboldi copertinista l’ha voluto Bonelli, che Boselli ci voleva Majo. Stessa cosa per Magico Vento, che ebbe Venturi come primo copertinista, ma Manfredi voleva Sicomoro.

  32. acidshampoo aprile 6, 2008 a 5:34 am #

    DA BRIVIDO! Guardate come si chiamava Padre Pio (QUI)! Marinaio, come me la spieghi questa cosa? GIURO CHE NON LO SAPEVO! Cos’è? Un miracolo, metempsicosi, mesmerismo, rabdomanzia?

  33. acidshampoo aprile 6, 2008 a 5:47 am #

    Esce Surveillance, il nuovo film di Jennifer Lynch (figlia di David), a 15 anni dal suo esordio con l’orripilante (ma a Kreisky non dispiacque) Boxing Helena. QUI il trailer.

  34. ilmarinaio aprile 6, 2008 a 9:18 am #

    DA BRIVIDO! Guardate come si chiamava Padre Pio (QUI)! Marinaio, come me la spieghi questa cosa? GIURO CHE NON LO SAPEVO! Cos’è? Un miracolo, metempsicosi, mesmerismo, rabdomanzia? Per un attimo m’è preso male.  In realtà è un errore di stampa di quel sito:  il vero nome di Padre Pio è Francesco Forgione.  Nome tra l’altrodel Presidente della Commissione parlamentare antimafia, e deputato diRifondazione.  Però sarebbe stato bello, una cosa che avreiraccontato per tutta la vita.  Però vai, si può raccontare anchecosì, come equivoco.

  35. ilmarinaio aprile 6, 2008 a 9:21 am #

    Hai notato l’errore? Harlan dice di aver fatto fuori due alleati diMarsden: il Condor e Vathek. Ma Vathek che c’entra? Doveva dire Ixtlan!Minchia! è vero, non ci avevo fatto caso.  Ora si va a tirargli l’orecchie,e si obbligano a disegnare un cartellone da appendere sul muro contutti i nomi dei maestri 

  36. frank aprile 6, 2008 a 11:40 am #

    >Titolo originale: Il passaggio della lineaOleandro, che è? Una cosa sulla liberazione dai tedeschi? O sulla costruzione della TAV?

  37. pu-ragno aprile 6, 2008 a 11:40 am #

    >Marinaio, come me la spieghi questa cosa?Perché Marinaio è un esperto di Padre Pio? 

  38. frank aprile 6, 2008 a 11:51 am #

    >DA BRIVIDO! Guardate come si chiamava Padre Pio (QUI)!Aaaah! Che spettacolo!! Ma direi che è un errore, e che effettivamente si chiamava Forgione, nome che mi ricorda la bambina ninfomane che compariva in un libro di Giobbe Covatta (‘Pancreas’?). Parlando di Padre Pio, ieri viaggiando in autostrada mi chiedevo: ma questi nuovi camion che impazzano, che hanno il megasantino di PP stampato sul portellone didietro, hanno qualche caratteristica particolare? Che ne so, fanno meno incidenti? Oppure, fanno incidenti mortali per tutti tranne che per il conducente? Oppure, garantiscono il paradiso immediato a chi li urta violentemente? Che nervi.

  39. frank aprile 6, 2008 a 12:06 pm #

    Leggo che oggi si festeggia San Notkero il Balbuziente.

  40. frank aprile 6, 2008 a 12:10 pm #

    >Tra l’altro ho scoperto che Riboldi copertinista l’ha voluto Bonelli,che Boselli ci voleva Majo. Stessa cosa per Magico Vento, che ebbeVenturi come primo copertinista, ma Manfredi voleva Sicomoro.Ora, si sa che io non ne capisco un cazzo, ma la maggior parte delle copertine di Riboldi non mi piacciono, e mi paiono tirate via. C’è sempre qualcosa che mi urta, quando la faccia di Harlan, quando la maniera di dare il colore con la matita. Sembrano tavole piccole ingrandite, anziché il contrario come dovrebbe essere.

  41. ilmarinaio aprile 6, 2008 a 1:11 pm #

    Perché Marinaio è un esperto di Padre Pio? Io sono uno storico cinquantenne, e mi occupo praticamente da sempre di Storia della Chiesa.  Tu sapessi quante n’hanno combinate.

  42. hiss aprile 6, 2008 a 1:53 pm #

    Io ci sono incocciato – nonvolendo – a Roma nel febbraio scorso.Ah, sì? Vieni a Roma e non mi dici nulla? E vieni appositamente e solo per vedere e ascoltare il padrone di Italia Uno? Ma bene, ma bravo! 

  43. pu-ragno aprile 6, 2008 a 2:20 pm #

    sì ma noi non siamo molto meglio di così

  44. Giepi aprile 6, 2008 a 2:53 pm #

    Questa notte ho sognato il faccione di Berlusconi che parlava in quel formato di inquadratura della foto… Questo sito è drogante O_O

  45. acidshampoo aprile 6, 2008 a 4:19 pm #

    > Ora, si sa che io non ne capisco un cazzo, ma la maggior parte dellecopertine di Riboldi non mi piacciono, e mi paiono tirate via. C’èsempre qualcosa che mi urta, quando la faccia di Harlan, quando lamaniera di dare il colore con la matita. Sembrano tavole piccoleingrandite, anziché il contrario come dovrebbe essere.Le copertine di Dampyr sono le peggiori mai sfornate in Bonelli. Enea Riboldi è un buon disegnatore, ma un copertinista pessimo. A parte il fatto che sembrano immagini ingrandite, non ha proprio il senso della composizione dell’immagine, per non parlare della faccia di Harlan o delle anatomie. Ma questo poi c’entra poco, anche l’ottuagenario Gallieno Ferri non è un maestro delle anatomie, ma le sue copertine di Zagor continuano ad essere le mie preferite, per calore, fantasia e gusto pop.Enea Riboldi, in cento copertine, per me ne ha azzeccate solo poche: i numeri 1, 22, 33, 34 e poche altre.Invece un copertinista fantastico sarebbe stato Alessandro Baggi, basti vedere la cover del primo numero 0 di Dampyr.

  46. acidshampoo aprile 6, 2008 a 4:22 pm #

    > Ah, sì? Vieni a Roma e non mi dici nulla? E vieni appositamente e soloper vedere e ascoltare il padrone di Italia Uno? Ma bene, ma bravo! Ma no, ero lì mordi e fuggi. Ma se mi inviti te, ci vengo! Che poi la Hisshouse ancora devo vederla.

  47. acidshampoo aprile 6, 2008 a 4:26 pm #

    Sulla cosa di Padre Pio: non ce voleva! C’avevo fatto la bocca che fosse davvero un Frognone stagionato e animato dallo spiritossandokaaaaaan. Come diceva Svetonio: “ulla vulivo avessa puta”.

  48. pu-ragno aprile 6, 2008 a 4:33 pm #

    Ben svegliato, Acid! vado a correre.

  49. acidshampoo aprile 6, 2008 a 4:44 pm #

    > Ben svegliato, Acid! vado a correre.Che ne sai Pu-ragno che mi sono svegliato ora? In realtà sono sveglio da stamattina presto ma ero per funghi.

  50. acidshampoo aprile 6, 2008 a 4:48 pm #

    > Questa notte ho sognato il faccione di Berlusconi che parlava in quelformato di inquadratura della foto… Questo sito è drogante O_OMa ti sei svegliato troppo presto, perchè se il sogno continuava, l’inquadratura si allargava e si scopriva che era stato sezionato come un bove, c’era solo il mezzobusto animato col voodoo.

  51. acidshampoo aprile 6, 2008 a 7:54 pm #

    YOUSSOU N’DOUR HA PLAGIATO “BARCAROLO”?Sta nascendo un caso attorno ad una delle canzoni storiche della tradizione romana,“Barcarolo”, composta nel 1926 da Romolo Balzani su versi di Pio Pizzicaria, famosa soprattutto nell’interpretazione di Lando Fiorini. Youssou N’Dour ha inciso tempo fa un canzone, “Borom gal”, praticamente identica per melodia e testo (tradotto in senegalese) alla canzone. Commenta Giorgio Assumma: “Sembra un caso accademico di doppio plagio, letterario e musicale” .(Fonte: Il Messaggero)

  52. Xtiana aprile 6, 2008 a 8:02 pm #

    Qua si ride per non piangere. Cmq la battuta su Alida Valli è semplicemente GENIALE!!!

  53. acidshampoo aprile 6, 2008 a 8:11 pm #

    Ciao Xtiana e grazie! Una domanda c’ho sempre avuto, che mi venne da una cosa che scrivesti sul blog di FontinaBoy: ma noi ci conosciamo? Mi pare che discesti che sei d’Arezzo, hai fatto il classico e sei del ’78. Io pure, sicchè…

  54. Xtiana aprile 6, 2008 a 10:43 pm #

    @ Acid:Veramente sono del ’72, e nata a Salerno per giunta!Mi sa che hai per le mani troppe femmine… Attento a non fare confusione.

  55. acidshampoo aprile 6, 2008 a 11:29 pm #

    Xtiana, ora ricostruisco: fu Lozissou a dirmi che eri di Arezzo e avevi fatto il classico.Comunque è vero che ho tra le mani tante femmine, ma sotto forma di cadaveri malconci.

  56. acidshampoo aprile 7, 2008 a 2:00 am #

    Ecco QUI il video di un interessante backstage della trasposizione filmica di Watchmen, ad opera di Zack Snyder. Buona cosa il fatto che, al contrario che in 300 e Sin City, qua ci siano anche set veri e propri e non solo blue screen. Il budget è di quelli tosti (brutto segnale): 150 milioni di dollari.

  57. acidshampoo aprile 7, 2008 a 2:22 am #

    Frank, ti segnalo che è da qualche giorno uscito il nuovo romanzo della tua amica Paola Barbato, “A Mani Nude”. QUESTO il suo blog “professionale”, che quello privato coi monologhi della spirale è per pochi eletti. Sempre simpatica come una legnata nei coglioni la Paoletta.

  58. chiara aprile 7, 2008 a 9:05 am #

    santo, santo subito…!!! meglio morto e reso santo…che ancora vivo e creduto un benefattore. d’altra parte lo stesso Gesù, suo parente stretto, l’è stato compreso (o quasi…dipende dai punti di vista) dalla folla solo dopo esser stato inchiodato alla croce…è un destino di famiglia (santa) ovvia…volesse mai una mano… altra cosa che non c’entra niente: a qualcuno per caso risulta l’esistenza di una canzone anni ’60…’70 max ..cantata da una giovanissima Ornella Vanoni che dovrebbe intitolarsi all’incirca “una casa bianca”…qualora esistesse per davvero e se c’è qualcuno che mi può dare qualche informazione…grazie in anticipo. buona giornata… _Chiara_  

  59. chiara aprile 7, 2008 a 9:17 am #

    (ovvìa)

  60. infrarosa aprile 7, 2008 a 10:15 am #

    gori è uscito qui in germania un libro che si intitola “feuchtgebiete” (“wet areas”, in italiano una cosa ambigua tipo “zone umide”) e che (anche se so che non leggi) DIVORERESTI. comincia con una ragazza ricoverata all’ospedale perché si è fatta male radendosi. non è accattivante ne’ “nudo nel mondo”, ti piacerebbe moltissimo, e anche ad altri piacerebbe credo. mi offrirò come traduttrice, chissà se l’autrice mi ascolta.

  61. Xtiana aprile 7, 2008 a 10:40 am #

    IMPORTANTE ATTENTI AL VIRUS:Collegandomi al sito di Paola Barbato segnalato nei commenti il mio avast ha riconosciuto un malware java che cercava di infettarmi. Fate attenzione, contattate l’autrice e consigliatele di ripulire il suo html.E nel frattempo amatemi e adoratemi come una Dea Geek ;-)))

  62. infrarosa aprile 7, 2008 a 10:40 am #

    niente, i tedeschi rispondono subito ma non fanno illusioni. mi dicono dalla casa editrice che gli italiani per quel libro hanno “i loro traduttori” – aggiungo io: che vivono in italia, verranno pagati da fame, cambieranno del tutto il tono del libro (lo so già), e quindi non se ne fa di nulla. peccato.

  63. frank aprile 7, 2008 a 11:51 am #

    Xtiana, “contattate l’autrice e ditele di ripulire il suo html” è una parola, trattandosi di Paola Barbato. Provaci te, lei è capace di dare in escandescenze e offendersi perché insinui che abbia un malware, e di ribatterti che nessuno ti ha obbligato a visitarla, e che se hai qualcosa da ridire puoi andartene. E’ la volta che chiude al pubblico anche questo sito.

  64. caramelleamare aprile 7, 2008 a 1:17 pm #

    Dalla cravatta direi che è abbastanza recente: il suo periodoblu-a-pois è cominciato da poco, da novembre scorso circa. Che uomo,che stile, che sicurezza. lupo sarai mica una di quelli che si sono infilati il convertitore nel culo per sentirsi piu vicino a lui quando li regalò?! 

  65. caramelleamare aprile 7, 2008 a 1:17 pm #

    a me mi sarebbe piaciuto che questo post durasse ancora un po. nel senso che mi dava soddisfazione leggere tutto quello che lui non avrebbe mai e poi mai fatto a nessuno. 

  66. caramelleamare aprile 7, 2008 a 1:24 pm #

    Sempre simpatica come una legnata nei coglioni la Paoletta.lei e quell’altro, il recchionia 15 anni dal suo esordio con l’orripilante (ma a Kreisky non dispiacque) Boxing Helena.non so se ti ricordi che appena visto piacque anche a me. ormai da tempo pero non lo stimo piu niente

  67. caramelleamare aprile 7, 2008 a 1:26 pm #

    aggiungo io: che vivono in italia, verranno pagati da fame, cambierannodel tutto il tono del libro (lo so già), e quindi non se ne fa dinulla. peccato.brava, dagliele secche e non farti metere sotto da questi burocrati italo-tedeschigori è uscito qui in germania un libro che si intitola “feuchtgebiete”(“wet areas”, in italiano una cosa ambigua tipo “zone umide”)vai, l’ho già preso e letto

  68. acidshampoo aprile 7, 2008 a 2:05 pm #

    > altra cosa che non c’entra niente: a qualcuno per caso risulta l’esistenza di una canzone anni ’60…’70 max ..cantata da una giovanissima Ornella Vanoni che dovrebbe intitolarsi all’incirca “una casa bianca”…qualora esistesse per davvero e se c’è qualcuno che mi può dare qualche informazione…grazie in anticipo. Casa Bianca è un celebre pezzo di Don Backy, ma la Vanoni l’ha cantata nei primi anni ’70 e compare nell’album “L’Appuntamento”. Io sono un Vanonologo e della Ornella c’ho tutto, faccio l’mp3 e te lo mando.

  69. acidshampoo aprile 7, 2008 a 2:08 pm #

    QUI notizie drammatiche sul film dedicato a Dylan Dog.

  70. pu-ragno aprile 7, 2008 a 2:22 pm #

    Come si fa a trasformare un wmp in mp3?

  71. infrarosa aprile 7, 2008 a 2:40 pm #

    si trasforma la w in un 3 e si mette in fondo?

  72. Daiana aprile 7, 2008 a 2:48 pm #

    Questo Brandon Routh non si puol vedere, ma che è?? di plastica?? Io non sapevo neanche che fosse in programmazione un fil su dylan dog ma se qualcuno deve per forza essere lui in carne e ossa quello è solo Rupert Everett. Non conosco il regista per cui non so ma leggendo quelle poche righe del trafiletto ho già avuto la sensazione che faranno un americanata inguardabile. Mi sbaglio Gori? Dimmi di si.

  73. acidshampoo aprile 7, 2008 a 2:51 pm #

    Pu-ragno, prova con QUESTOdBpoweramp Music Converter, che è pure freeware.

  74. pepita aprile 7, 2008 a 2:54 pm #

    > Diciamolo che la via della Torretta è la sede dell’università dipsicologia e quella a cui ti riferisci è la mia laurea, finalmenteconseguita un paio di mesi fa (ma per quanto me ne frega, io avreiaspettato ancora), con una tesi dal titolo Internet Addiction che hafatto il culo a tutti.CIOE’: tu ti laurei brillantemente e non ne fai parola qui? A saperlo per tempo come minimo ti avrei regalato una radiosveglia! Tra l’altro l’IAD mi ha sempre incuriosita, dovresti mandarmi una copia del tuo lavoro…

  75. acidshampoo aprile 7, 2008 a 2:56 pm #

    Daiana, ti dico solo che il film sarà ad alto budget, che i produttori hanno detto che sarà molto “action” e che vedrà Dylan Dog alle prese con un vortice interdimensionale che traghetta sulla terra creature malvage da altri mondi. Che dire? Una tipica storia Sclaviana, come no?!Il primo regista scelto era ancora peggio di questo, era coso, come si chiama, cosino lì, mi sfugge il nome ma quello di Snakes On A Plane (un anonimo filmaccio nascosto da un gran titolo stile grindhouse).

  76. acidshampoo aprile 7, 2008 a 2:59 pm #

    E dimenticavo: Groucho, per problemi di diritti sulla figura di Groucho Marx, non avrà nulla del Groucho che conosciamo. Già nei fumetti di Dylan Dog distribuiti dalla Dark Horse negli USA, Groucho era stato ritoccato, nel senso che era calvo, senza baffi e si chiamava Felix.

  77. acidshampoo aprile 7, 2008 a 3:04 pm #

    Pepita, a parte che te lo sapevi e sei stata pure invitata a laurea, pranzo e cena, il fatto è che ogni tanto (sempre più spesso) preferisco tenere distinto il Gori da Acidshampoo. Ma una radiosveglia d’oro dovrei regalartela io, altrochè.

  78. Xtiana aprile 7, 2008 a 3:26 pm #

    @ Frank:Minchia e chi è ‘sta tipa? Crudelia Demon?Scrivere mica impedisce di farsi una bella risata. O no? 

  79. pepita aprile 7, 2008 a 3:56 pm #

    Mi sono trovata per caso su internet. INQUIETANTE!

  80. frank aprile 7, 2008 a 4:45 pm #

    >Minchia e chi è ‘sta tipa? Crudelia Demon?Guarda,non ho esagerato tanto. “Questa tipa” è una scrittrice ormai famosa,prima di tutto sceneggiatrice autodidatta di Dylan Dog, e poiscrittrice di libri e ora anche sceneggiatrice di cinema (giustoAcid?). Hai presente la pubblicità della pasticca contro i dolorimestruali, in cui una commessa di libreria fa cadere una piramide dilibri gialli intitolati profeticamente ‘Bilico’? Ecco, quel libro èsuo, e credo che gli autori dello spot non sapessero quanto le siaaddica la situazione.Comunque, tornando al punto, all’inizioquesta Paola Barbato mi piaceva molto e quando seppi che aveva apertoun blog ne fui felice. Tempo due post e la odiai. Odiavo come scriveva,l’immagine neofemminista che vendeva di sé, il vittimismo aggressivo esordo con cui rispondeva nei commenti a chi la criticava (ancheaffettuosamente, anche in mezzo a 1000 elogi). Ti faceva passare lavoglia di leggerla, e così fu. Lo scrissi in un commento su questoblog, e generai un SUO intervento incazzatissimo e fuori luogo, seguitodopo poco (non certo per causa mia, MAGARI!) dalla chiusura del suoblog agli “estranei”. Una scrittrice che chiude incazzata il blog alsuo pubblico: il massimo della pochezza mentale, e della boria.

  81. frank aprile 7, 2008 a 4:58 pm #

    >QUESTO il suo blog “professionale”, che quello privato coi monologhi della spirale è per pochi eletti.Se professionale è un blog fatto di post in cui si elencano le recensioni positive ricevute, e si fotografano le pile dei propri libri in libreria… Comunque se lo apri ora, il primo post in cui ti imbatti è di nuovo un elenco di divieti ai lettori, in cui si dice esplicitamente che non si vogliono critiche. E per favore, smettete di infastidirla con domande sul suo controverso Dylan Dog, altrimenti scatena cani avvocati e bodyguard.

  82. Xtiana aprile 7, 2008 a 5:45 pm #

    @ Frank: e checcacchio!!! Sarà pure famosa (mi pare che abbia fatto qualcosa pure con la Coniglio Editore, dove ho pubblicato anche io) ma da come la descrivi sembra piena di Anti-Fan. Forse è stato uno di loro a mandare il malware.Personalmente non la conosco, non ho letto niente di suo, e non posso giudicare. Ma il divieto ai lettori mi pare forzato. Se si è così fragili bastava disabilitare i commenti.Ps: sei simpatico Frank. Salta sul mio blog ogni tanto. Non metto veto, lo prometto :-))) 

  83. acidshampoo aprile 7, 2008 a 6:33 pm #

    Io, ecceziona fatta per certi numeri (come Necropolis), non ho mai spasimato nemmeno per il Dylan Dog della Barbato. Le sue storie hanno sì personalità, ma è evidente che di Dylan Dog non gliene importa una sega e che, pure lei come qualcun’altra, è evidentemente annoiata (e forse un po’ delusa) da tutti tranne che da se stessa. Rileggi le sue storie dopo aver frequentato il suo blog no-professional, quello dove si caca intimismo e aggressivo vittimismo, coi commenti codificati della serie “questa la capiamo solo in due”, un blog uguale a quello di cento milioni di quattordicenni sbarbine nel mondo. Ecco, se poi incocci in una sua storia, ci troverai tutto il suo mondo vaporizzato fra vignette e balloon. Letteralmente insostenibile.

  84. acidshampoo aprile 7, 2008 a 6:35 pm #

    Pepita, ma quella del cartoon non assomiglia nè a Geppi Cucciari nè a Massimo Cacciari, che hai sempre identificato come tuoi sosia.

  85. pepita aprile 7, 2008 a 7:16 pm #

    > Pepita, ma quella del cartoon non assomiglia nè a Geppi Cucciari nè aMassimo Cacciari, che hai sempre identificato come tuoi sosia.A Massimo Cacciari ci assomiglia tua madre, io da piccola ero Vanessa Robinson, la figlia di Cliff e Clair, ora sono uguale a Geppi Cucciari, strabismo compreso, ma anche un po’ a Flavia D’Angeli, la candidata premier della sinistra critica, però prima che si togliesse i baffi…

  86. Daiana aprile 7, 2008 a 9:03 pm #

    Groucho, per problemi di diritti sulla figura di Groucho Marx, non avrànulla del Groucho che conosciamo. Già nei fumetti di Dylan Dogdistribuiti dalla Dark Horse negli USA, Groucho era stato ritoccato,Il problema è soltanto di diritti o anche in qualche modo politica? No perchè mi ricordo che nella trasposizione cinematografica di V for Vendetta erano stati fatti dei ritocchini puramente “etici” perchè non si può fare un film colossale osannando l’anarchia, sia mai che tutto il mondo decida d’insorgere all’unisono.

  87. Daiana aprile 7, 2008 a 9:05 pm #

    Ps: sei simpatico Franksi, e anche molto carino devo dire 

  88. acidshampoo aprile 7, 2008 a 9:17 pm #

    Non credo che c’entri la politica, d’altronde non c’è continuità nè parentela fra il comico Groucho Marx e il filosofo Karl Marx.V For Vendetta dovrò decidermi a vederlo, già ho il fumetto (che te mi volevi regalare la prima volta che ci si vide!), poi il Marinaio me ne parla bene assaie…

  89. chiara aprile 7, 2008 a 9:22 pm #

    Mp3 ricevuto…grazie acid! quel genere di canzoni di quegli anni là mi garba parecchio…visto che mi pareva di ricordare tu fossi un Vanonologo magari potresti instradarmi sugli album suoi di quel periodo…anzi, in sett dovrei capitare per quel di Arezzo…quindi a tu per tu ne discutiamo un po’, eh!? ma Don backy è quell’autore (pure cantante?!) che ha avuto divergenze con Celentano?! _Chiara_

  90. acidshampoo aprile 7, 2008 a 9:40 pm #

    Preciso Chiara! E’ lui. Fa pure uno dei cattivi nel cult movie di Mario Bava Cani Arrabbiati (Daiana scarica).Comunque della prolificissima Vanoni ho quasi tutto, ovvero una quarantina di album e qualche racconta. Il più bell’album di quel periodo per me è Dettagli. E due canzoni che devi proprio ascoltare sono Quei Giorni Insieme A Te e Pazza D’Amore.Tra l’altro, per la cronaca, è una delle due cantanti a cui dice di ispirarsi la Rachele dei Baustelle. L’altra è Dolores O’Riordan dei Cranberries.

  91. acidshampoo aprile 7, 2008 a 9:44 pm #

    > A Massimo Cacciari ci assomiglia tua madreMa come ti permetti?!Guarda che fosti tu a dire di somigliare a Cacciari e ne ho la prova provata e inconfutabile, eccotela: “assomiglio un po’ a Cacciari”.Comunque a Vanessa dei Robinson spero non assomigliassi anche come indole, perché non si reggeva (complice il doppiaggio). Ma peggio ancora era Rudy, da farle i fumenti col vetriolo. Il migliore era Teo, anzi no: Scarafaggio, il suo amico. Ma quella che mi infojava invece era Claire, la moglie di Cliff.

  92. caramelleamare aprile 7, 2008 a 10:39 pm #

    ho visto juno. stupendo bellissimo. e qui si che lei, ellen page m’è piaciuta!m’è piaciuta ellen e m’è piaciuta juno. certo che il regista s’è impegnato per dirigerla cosi male in un film come “Hard Candy” dove lei, che in vece è bravissima e c’ha il suo che, diventa patetica e a volte imbarazzante per chi guarda il film. ma soprattutto poco credibile come personaggio e per le scelte che fa.a questo punto è evidente che la colpa non è sua, anzi lei ha fatto anhe troppo. è la scrittura dei personaggi che in hard candy non va funziona come vorrebbe

  93. Daiana aprile 7, 2008 a 10:40 pm #

    confermo

  94. David Slade aprile 7, 2008 a 10:41 pm #

    confermo

  95. pu-ragno aprile 7, 2008 a 10:47 pm #

    confermo

  96. Xtiana aprile 7, 2008 a 10:53 pm #

    Frank=Francesca.Ho fatto una gaffe, vero? 

  97. pu-ragno aprile 7, 2008 a 10:56 pm #

    dipende. solo se ci stavi provando 😉

  98. acidshampoo aprile 7, 2008 a 11:00 pm #

    Pu-ragno, Caramelle (cretino!) e Daiana, preparatevi ad una frase che arriva fra poco, che di certo non vi farà stare bene. Vi assicuro che risognerete i tempi innocenti in cui stavate leggendo la frase “vi assicuro che risognerete i tempi innocenti in cui stavate leggendo la frase”. Ecco che la frase arriva dopo i seguenti due punti: due punti: di Hard Candy e della sua protagonista non c’avete capito un cazzo, pezzi di merda.Pinxor, fagli il culo per favore a questi tre coglioni. (Daiana, che caduta)

  99. acidshampoo aprile 7, 2008 a 11:05 pm #

    > dipende. solo se ci stavi provando 😉Che peperino!

  100. pu-ragno aprile 7, 2008 a 11:07 pm #

    attenzione: io concordavo solo sul fatto che Juno è un gran film. Anche Hard Candy lo è, anche se è vero che il personaggio di lei non è secondo me patetico, ma a volte un po’ eccessivo e quindi antipatico. Alla fine mi fa pena il tipo, non riesco a stare fino in fondo dalla parte di lei.

  101. acidshampoo aprile 7, 2008 a 11:14 pm #

    Pu-ragno: già meglio. Non completamente salvo, ma già meglio.Comunque lo straordinario Patrick Wilson lo ritroverai nel bellissimo Little Children (prossimamente su questo schermo) e nel ruolo delicatissimo di Nite Owl nella trasposizione cinematografica di Watchmen (fumetto cult di Alan Moore).Ellen Page invece sarà protagonista dell’esordio alla regia di Drew Barrymore.

  102. pu-ragno aprile 7, 2008 a 11:17 pm #

    come su questo schermo?

  103. caramelleamare aprile 8, 2008 a 12:03 am #

    nel senso che lo facciamo vedere su questa televisione qui, quella che ora stai guardando. una normalissima televisione

  104. caramelleamare aprile 8, 2008 a 12:19 am #

    di Hard Candy e della sua protagonista non c’avete capito un cazzo, pezzi di merda.io ho capito benissimo tutto e apprezzo l’intenzione, il risultato estetico, la regia, quasi tutto. tranne il personaggio di lei, che guarda un po è il personaggio chiave. per me è sbagliata la misura. anzi non per me: lo è. è eccessiva, dovrebbe dare qualcosa in piu, e invece toglie. perche la sua recitazione enfatizzante distrae dalla tensione full-immersion con la quale il film vuole catturarti. non ce n’era bisogno, bastava molto meno. e invece no, giu con quelle facce da cattivissima che non se posson vedere. ha 14 anni e c’ha una spavalderia e una sicurezza che pare un serial killer. sicurezza e cattiveria che secondo me non è neanche in grado di sostenere come presenza fisica e mimica facciale. si vede che quel personaggio non è su misura lontano un miglio. insomma che dire: proprio una scelta di direzione sbagliata che sciupa un per altro bellissimo film. peccato che sia andata cosi

  105. acidshampoo aprile 8, 2008 a 12:51 am #

    Per me Ellen Page regge benissimo il personaggio di Hard Candy. Se le è stato costruito addosso non lo so, ma di certo l’ha fatto suo. Non è improbabile come il Bianconi e i suoi look storici, non fa passivamente “la sua mossa” come molti attori regazzini ad ogni riga di dialogo (oddio, lei c’aveva 18 anni) e nemmeno parla di quello che non sa. La Page conferisce presenza al suo personaggio e peso scenico. Non recita, semplicemente quella lì è lei, così come è esattamente lei in Juno.Comunque Caramelle, io penso che una persona come te non meriti la vita. Detto questo, sul mai risolto affare Hard Candy, ti invito: dai,continua pure a farmi incazzare! Sappi che per ogni parola che tu haiscritto e che scriverai non me la prenderò con te (che tanto non tiscomponi), ma con lei: DAGLIANHNA!

  106. acidshampoo aprile 8, 2008 a 12:52 am #

    > come su questo schermo?Nel senso dei sottotitoli. Fra poco capirai.

  107. pu-ragno aprile 8, 2008 a 1:07 am #

    >Non recita, semplicemente quella lì è leiSe così fosse non ci sarebbe nessuna bravura a fare se stessi. Ma invece non è così, lei è brava, solo che vorrei vederla in un ruolo un po’ diverso, sennò troppo facile, eh!  Per esempio: Harry Winkler è bravo perché sa fare anche altro che Fonzie…

  108. frank aprile 8, 2008 a 9:39 am #

    >Frank=Francesca. Ho fatto una gaffe, vero? Nessuna gaffe. Se una si mette un soprannome maschile, se lo aspetta che di primo impatto si pensi che è un omo. Così come Caramelle si aspetta di essere ciucciato.

  109. frank aprile 8, 2008 a 9:47 am #

    >tranne il personaggio di lei, che guarda un po è il personaggio chiave. per me è sbagliata la misura. anzi non per me: lo è. è eccessiva, dovrebbe dare qualcosa in piu, e invece toglie.Credo sia un caso di impressioni a pelle, in cui l’hai presa in antipatia e non te la levi più. Niente di male, ma devo dire la mia: a me personalmente non solo m’è piaciuta, ma se anche mi desse fastidio l’inverosimiglianza della situazione e del comportamento del personaggio, direi che rientra tutto nella chiave con cui il regista rappresenta la realtà. Ti sarai reso conto che è tutto abbastanza astratto, sospeso, estraniante. Mi pare chiaro che il film è il “sogno a occhi aperti” di chiunque si immedesimi nelle vittime (reali) degli abusi, e in questa chiave ci sta anche che lei esageri, abbia superpoteri, conquisti il mondo. Ma se parli semplicemente della qualità della recitazione, io semplicemente dissento…

  110. chiara aprile 8, 2008 a 3:54 pm #

    …la Rachele si ispira alla Vanoni?ah, però… che poi i Baustelle mi garbano parecchio eppure di interviste ne ho lette solo 1 o 2, 3anni fa…non ho ancora guardato l’intervista “famosa” dove c’è la Rachele che sguazzetta in piscina…(?!) invece, questo “Juno”…non stucca?è realistico?rimane bene o lascia quella sensazione (tremenda, tremenda!) di scioccheria, facileria, allegria forzata!? sarà che quando è uscito ne hanno parlato tutti un gran bene… l’è caduto però in questo periodaccio no-194…e il dibattito allora s’è fatto più complesso… per adesso ho rimandato solo perchè ho cominciato a dubitare che fosse un film “serio-sensibile-attento” al tema centrale, la ragazzetta che sceglie di portare avanti la gravidanza… (cosa che mi urterebbe i nervi…già sfibrati dalle campagne reazionarie di questi tempi) qualcuno ha visto per caso il nuovo film di Virzì? _Chiara_

  111. Pinxor aprile 8, 2008 a 3:59 pm #

    Invocato dal Gori mi sento in dovere di intervenire nella querelle “Hard Candy”: per me la performance di Ellen Page è ottima in quel film. Innanzitutto è credibile come teenager, non sembra affatto un’attrice ultraventenne riciclata in dodicenne come spesso capita. Detto questo, io non ho sentito affato come eccessiva la sua recitazione (per eccessiva intendo gigioneggiante o bozzettistica); il fatto che invece si mantenga realistica e sobria come recitazione non è una scelta scontata nè così semplice da ottenere come sembra. Secondo me il film funziona soprattutto grazie a lei e non potrebbe essere altrimenti dato che ci sono 2 attori e una stanza per il 95% del film. E la parte del leone la fa lei decisamente. Questo secondo la mia opinione, però non è che mi debba scagliare veementemente contro i miscredenti anti-Ellen Page. A me pero – oh – è piaciuta molto in Hard Candy. Comunque, de gustibus…

  112. pu-ragno aprile 8, 2008 a 4:07 pm #

    >già sfibrati dalle campagne reazionarie di questi tempimm… chissà che ne pensano di Juno, visto che cerca genitori per il feto dagli annunci di giornale…

  113. acidshampoo aprile 8, 2008 a 4:19 pm #

    Chiara, per me Tutta La Vita Davanti è la conferma che il cinema italiano, quando c’azzecca, resta il più bello del mondo. E’ assolutamente il film dell’anno, per me, superando pure l’ultimo dei Coen (Non E’ Un Paese Per Vecchi). Tutta La Vita Davanti è un film enorme per anima, cuore, umanità. Io ho riso e soprattutto mi sono commosso dall’inizio alla fine, anche quando non c’era un motivo diretto, per un substrato di percepibile umanità che fa da leit motiv a tutto il film. Devi vederlo assolutamente.Juno mi ha sorpreso positivamente. E’ un film con un look da Sundance, ma al contrario di tanti prodotti del genere studiati a tavolino (vedi Little Miss Sunshine), qui c’è motivazione, personalità, sincerità e personaggi che senti vicini e a cui in qualche modo di affezioni. E poi c’è Schillinger, il capo degli ariani di Oz, nella parte del padre comprensivo.(segue spoiler, non leggere se non hai visto il film)Alcuni hanno tacciato questo film di essere di propaganda anti-abortista. E sticazzi, volevate che la protagonista, dopo un’ora e mezzo di QUESTO film, abortisse? Che  sceneggiatura cretina e che film di merda sarebbe stato.

  114. chiara aprile 8, 2008 a 4:31 pm #

    ….eh… bene…….ecco…in un film come Juno ho bisogno di percepire un senso di “realtà”…tutto qua. nei personaggi, nelle loro emozioni, scelte e  reazioni… la buffonata o la pacioccosità  in questo genere di argomenti non le reggo per niente. 

  115. acidshampoo aprile 8, 2008 a 4:37 pm #

    Chiara, io le reggo forse anche meno di te, quindi puoi fidarti. Juno non è Amelie nè A Mia Madre Piacciono Le Donne nè Little Miss Sunshine.Ma ripeto: ti consiglio di dare la precedenza a Tutta La Vita Davanti, quello sì realmente imperdibile.

  116. chiara aprile 8, 2008 a 4:39 pm #

    poi…è stato ripetuto a profusione che la scelta della ragazzina non è affatto un mess “anti-aborto”…sigh credo che questo genere di spiegaz i produttori si siano ritrovati a darle solo qua in Italia……è un po’ come quella questione “anti-sesso” per Caos Calmo…che ha visto sacerdoti e superiori vari affermare che non “s’aveva da fare” perchè non era una scena d’amore (ma per quella storia non avrebbe avuto senso che i 2 personaggi facessero i “pucci-pucci”)_Chiara_

  117. acidshampoo aprile 8, 2008 a 5:06 pm #

    Che poi non capisco la storia del Clero Vs. Caos Calmo. Eccheccazzo, fosse l’unico film in cui ci sono due che scopano o che ci sia una scena di sesso anale. Addirittura una volta io vidi un film in cui, da tutto un giro di parole, si capiva che due uomini dello stesso stesso (uomo) si erano fornicati addosso reciprocamente in precedenza. Come la piglierebbe il Clero a riguardo? E voi vedere l’ecumenico solco di pesca di Nanni Moretti, spuntare dalla camicia… veniva troppo da percorrerlo con un cantuccino e fare fiero pasto di quest’ultimo.

  118. pepita aprile 8, 2008 a 7:45 pm #

    > Che poi non capisco la storia del Clero Vs. Caos Calmo. Eccheccazzo,fosse l’unico film in cui ci sono due che scopano o che ci sia unascena di sesso anale.L’argomento è quanto mai attuale, e QUI affrontato in modo raffinatizzimo! 

  119. Quadrilatero aprile 9, 2008 a 12:37 am #

    “Frank, ti segnalo che è da qualche giorno uscito il nuovo romanzo della tua amica Paola Barbato, “A Mani Nude”. QUESTOil suo blog “professionale”, che quello privato coi monologhidella spirale è per pochi eletti. Sempre simpatica come una legnata neicoglioni la Paoletta.”Anch’io seguo ogni tanto, ma i contenuti sono poco interessanti per i fan.Il tipo che nell’ultimo post chiede lumi sul dialer sono io. Solo lei ha i contatori violenti… chissà come mai.Sul contenuto del tuo post non ho niente da dire se non che è tutto falso. Non è un santo, è Brama, Shiva e Visnu tutti insieme, la Trimurti, o Tremonti se preferisci.

  120. caramelleamare aprile 9, 2008 a 12:40 am #

    a me personalmente non solo m’è piaciuta, ma se anche mi desse fastidiol’inverosimiglianza della situazione e del comportamento delpersonaggio, direi che rientra tutto nella chiave con cui il registarappresenta la realtà ora mi fate incazzare:  per me lei è bravissima anche in hard candy. gli hanno chiesto di recitare in quel modo quella parte e lei lo fa nel modo migliore possibile. non si discute. io dico che per me è sbagliata la linea di recitazione che gli fanno tenere.lei sarà pure nel personaggio, lo sente e sentirebbe esattamente le stesse cose nella realtà, ma quegli attegiamenti mi stonano. mi stonano con l’idea generale, mi stonano rispetto a lui e un po anche rispetto a come i immagino che sia ellen page nell’anima (posso sbagliare)Ti sarai reso conto che è tutto abbastanzaastratto, sospeso, estraniante.non m’ha dato noia che lei sia una ragazzina sopra le righe. m’ha dato noia che lei pare piu una “donna” sopra le righe. atteggiamenti, dialoghi che per me non stanno bene in bocca a una quattordicenne. non rendono quello che dovrebbero.

  121. caramelleamare aprile 9, 2008 a 12:46 am #

    Detto questo, io non ho sentito affato come eccessiva la sua recitazione (per eccessiva intendo gigioneggiante o bozzettistica);come avrai capito, nemmeno io. anzi lei la amo da matti in hard candy. credo che sia la prova da attrice piu emozionante che abbia mai visto e non me la potro mai piu scordare per tutta li vita perche io la amo e amo hard candy come il mio film prediletto di sempre. e amo anche voi che lo so che mi volete bene e per questo siamo qui a chiaccherare e ridere e scherzare tutti insieme davanti a un boccale di vino di chaffoue. tutto cio grazie ad un film che ci unisce tutti noi in unico solo grande pensiero della sua super bellezza nei secoli, per me

  122. acidshampoo aprile 9, 2008 a 4:45 am #

    > Se così fosse non ci sarebbe nessuna bravura a fare se stessi. Mainvece non è così, lei è brava, solo che vorrei vederla in un ruolo unpo’ diverso, sennò troppo facile, eh!  Per esempio: Harry Winkler èbravo perché sa fare anche altro che Fonzie…Non è questione di recitare sè stessi, ma ogni attore per essere davvero convincente deve tirare sempre fuori una parte di sè. Fare proprio un personaggio, vuol dire indossarlo, fonderlo con noi stessi e le nostre codifiche. Mi chiedo sempre come faccia uno sceneggiatore di fumetti a dare voce e dialogo a personaggi tanto diversi da se stesso. Berardi lo disse chiaro e tondo: si appella alla sua parte femminile per dare voce a Julia, all’assassino che è in lui per Myrna Harrod e così via.Quando un attore non recita ANCHE se stesso, il risultato è mediocre, freddo, discontinuo, poco percepibile, poco appassionante. Mi viene in mente il Brad Pitt nel ruolo di Jesse James, che coi suoi sguardi liquidi e le pose studiate per me ha rovinato un film altrimenti notevole ed è stato scandalosamente premiato con la coppa Volpi a Venezia.

  123. acidshampoo aprile 9, 2008 a 5:17 am #

    Quadrilatero, in che senso il blog della Barbato ha i contatori violenti? Nel senso che ha il conta-utenti falsato? Visto il soggetto che è, non mi parrebbe strano.

  124. frank aprile 9, 2008 a 10:35 am #

    >siamo qui a chiaccherare e ridere e scherzare tutti insieme davanti a un boccale di vino di chaffoueAhahah!! (Menomale, l’hai buttata in vacca al momento giusto) (no, lo so che era un attacco isterico, ma è troppo bello)

  125. Pinxor aprile 9, 2008 a 11:50 am #

    >tutto cio grazie ad un film che ci unisce tutti noi in unico solo grande pensiero della sua super bellezza nei secoli, per meEvviva! Finalmente possiamo riunirci tutti per essere seppelliti nel mausoleo di villa Arcore e rinascere felici insieme. 

  126. acidshampoo aprile 9, 2008 a 12:16 pm #

    > (no, lo so che era un attacco isterico, ma è troppo bello)Non credo che possa permettersi un attacco isterico la persona che, qui dentro, ha rovinato la salute a tutti.

  127. Quadrilatero aprile 9, 2008 a 2:18 pm #

    > Quadrilatero, in che senso il blog della Barbato ha i contatori violenti? Nel senso che il mio antivirus rileva un file exe ritenuto dannoso. Mi hanno detto che non è nulla di che ma è solo il contatore del sito. Io per sicurezza tengo la guardia alta.

  128. Xtiana aprile 9, 2008 a 2:38 pm #

    @ Quadrilatero: Avast quel cosetto me lo classifica MALWARE JAVA. Infatti chiede il permesso di downloadare. Inoltre blogger.com è famoso per le sue infezioni Tieni la guardia altissima!

  129. infrarosa aprile 9, 2008 a 10:50 pm #

    ah dimenticavo di dire la mia su hard candy. concordo su lei ottima attrice, le facce incazzatissime strafottenti a occhi semichiusi mi hanno proprio annoiato però. spero che questa attrice non faccia la fine che con me ha fatto nicolas cage. uno che secondo me è un grande sia nella recitazione che nella scelta dei film, ma che non riesco più a guardare in faccia. quanto a patrick wilson, è un esempio raro di ficodellamadonnabiondoocchiblu che recita come un ficodellamadonnabiondoocchiblu spesso non fa. un altro esempio di attore fico che recita ottimamente secondo me è jude law, chi ha visto il bellissimo FINAL CUT? è uno dei film più interessanti costati poco che ho visto ultimamente…

  130. caramelleamare aprile 9, 2008 a 11:03 pm #

    Non credo che possa permettersi un attacco isterico la persona che, qui dentro, ha rovinato la salute a tutti.gori hai ampiamente rotto er cazzo. io posso permettermi quello che mi pare. capita a tutti di sbagliare. dopotutto è la prima volta da quando ti conoscoche toppi completamente un giudizio su un film…che vuoi che sia.e poi volevo dire che, senza offesa per gesù, anche la vita non è che fa tanto per meritarmi. tanto per dirne una, federer quest’anno ancora non ha vitno manco un torneo

  131. caramelleamare aprile 9, 2008 a 11:07 pm #

    uno che secondo me è un grande sia nella recitazione che nella scelta dei film, ma che non riesco più a guardare in faccia.ahahhaha. nofri sei incredibile. io non credo che fa gi attori bravi ce ne sia uno solo nella storia del cinema che si sia scelto film peggiori di nicolas cage. considerando appunto il suo potenziale. cioè hai beccato proprio quello che a lezione di cinema si prende come esempio per dire l’esatto contrario di quello che hai detto te. idiota

  132. infrarosa aprile 9, 2008 a 11:10 pm #

    va bene, allora ammetto. io di film con lui ne ho visti uno e mezzo e mi sembravano scelti bene, quindi pensavo che anche il resto lo fosse. poi come ho detto non riesco a guardarlo più. e mi sono dimenticata di dire su hard candy che però non mi piace l’idea di far pensare allo spettatore che un pedofilo omicida deve morire così e gli sta bene in un certo senso. io penso che tutti quelli che diprezzano i pedofili e ne parlano con tanto sdegno e voglia di vendetta non ne hano mai conosciuto uno davvero. che poi gli stati uniti sono il paese della vendetta fatta da soli, è nelle loro radici. uff.

  133. infrarosa aprile 9, 2008 a 11:28 pm #

    gori c’ho un’idea per un post, nulla di originale ma se hai tempo e spazio prima o poi fammi sapere. è sui “luoghi comuni” – circa.

  134. ilmarinaio aprile 9, 2008 a 11:34 pm #

    io penso che tutti quelli che diprezzano i pedofili e ne parlano contanto sdegno e voglia di vendetta non ne hano mai conosciuto unodavvero.Ionon sono a favore della pena di morte per i pedofili, eppure penso chenon se ne possa parlare se non col massimo sdegno possibile e colmassimo disprezzo.  E’ vero, spesso hanno storie bruttissime allespalle, ma alla fine hanno lasciato che la loro perversione sessualeprevalesse, che venisse fuori, anche sapendo di creare dannipsicologici e traumi.  In queste cose, scusate, ma sono uncomportamentista.  Indipendentemente da quello che uno ha dentro,chi non fa una cosa si salva, chi la fa sbaglia.  Non ho maiconosciuto un pedofilo, ma una ragazza che era stata abusata si; cercava di far finta di niente, di crearsi un guscio portettivo, ma inpratica la sua vita era partita con un handicap grandissimo. Perché te, Infrarosa, hai mai conosciuto qualche pedofilo?  

  135. infrarosa aprile 9, 2008 a 11:39 pm #

    di questo cose sul blog non scrivo. sono d’accordo con te, ma il giustizialismo non mi piace mai, nemmeno nei film (a meno che non sia irreale o sublimato) e quindi penso banalmente che persone del genere devono essere curate o semplicemente, se hanno commesso crimini gravi, arrestate, tutto qui.

  136. pu-ragno aprile 9, 2008 a 11:59 pm #

    Infrarosa: al di là del giudizio che si può dare sui pedofili, a me il film ha fatto l’effetto opposto che ha fatto a te, come ho scritto anche sotto. Cioè, questo pedofilo completamente vittima, che alla fine soccombe, non può che suscitare comunque la nostra simpatia, e forse era proprio questo il messagio del regista, il capovolgimento dei ruoli: una potenziale vittima che si ribella e il pedofilo che da carnefice diventa vittima. Secondo me al posto del pedofilo poteva esserci, che so, un serial killer, e al posto della ragazzina ci poteva essere una parente di una vittima, e il film sarebbe stato esattamente lo stesso.

  137. Daiana aprile 10, 2008 a 12:00 am #

    Sono daccordo con caramelleamare… e quindi con tutti voi che il film “hard candy” fa schifo,… però lei recita che è veramente spettacolare!Va bene così Acid?

  138. infrarosa aprile 10, 2008 a 12:20 am #

    pu-ragno, io fino a un certo punto ho pensato esattamente come te (ruoli ribaltati etc), ma alla fine lo scoprire che “la ragazzina cazzo c’aveva raggione” mi è parso un modo di giustificare la sua brutalità in un certo senso, da qui il mio giudizio.

  139. acidshampoo aprile 10, 2008 a 12:22 am #

    Infrarosa non so se il tuo drammatico “di queste cose sul blog non scrivo” (brrrr! che paroloni!) vale anche per altri argomenti, ma te lo chiedo: per caso la tua fichetta si inumidisce a coprirti così di ridicolo?

  140. infrarosa aprile 10, 2008 a 12:23 am #

    no gori ero seria, se l’avessi detto a voce avresti capito. alò!

  141. acidshampoo aprile 10, 2008 a 12:23 am #

    Ecco la nuova battaglia della Infrarosa, a casaccio e coi suoi poverimezzi, tanto per farsi notare. Prima metti al bando Nip/Tuck perchépromuoverebbe (!!!) la chirurgia plastica. Poi ancora al bando Nip/Tuckperché “malo faresti vedere anche alla Lupo? Anche se lo vuole lei? Anche sefosse incinta e magari si impressiona e il bambino muore?”. Poi di nuovo al bando Nip/Tuck perché perde tempo a schierarsi contro Scientology “e non contro cose più importanti…”. E lì pensai che tu tirassi in ballo l’Africa o la pena di morte. E invece no, l’originalità prima di tutto: “…importanti come le pessime condizioni igieniche di tanti dentisti nell’europa dell’est”. Poi improvvisamente: “il cannibalismo consenziente è giusto, bellissimo e mi commuove tanto!” Poi ancora: “viva i ragazzi che VIVA LA FICA!”Ora è il momento della fluffer dei pedofili, contro il giustizialismoamericano. MA DOVE CAZZO LO VEDI IN QUESTO FILM?! Ma hai le capacità dibase per capire quello che hai davanti o sei una minus habens anche inquesto? E che Hard Candy sarebbe un film di propaganda giustizialista?Eh, come no! Talmente tanto che la regazzina mi è stata insopportabiledopo pochissimo e io tifavo tranquillamente per lui, senza alcun sensodi colpa (e non perchè “sono strano io”). In definitiva il film mi èpiaciuto da matti, proprio perché in questo psicodramma asciutto etesissimo non c’era spazio per nessuno sguardo reazionario. La minimaimpronta in tal senso m’avrebbe infastidito, come è successo in molti”capolavori del cinema” per i quali non ho alcun rispetto nè affetto.

  142. infrarosa aprile 10, 2008 a 12:25 am #

    gori, le citazioni falle accurate se devi proprio fare il pignolo! e ricorda che di tutti i tuoi ruoli quello pignolo ti sta il meno bene secondo me ma visto che devo stare zitta vado a letto. la storia che mi ha fatto scrivere la frase epocale te la racconterò e poi mi dirai.

  143. acidshampoo aprile 10, 2008 a 12:31 am #

    > Va bene così Acid?Buona! Ora però me la rifai meno recitata. CIAAAAAAAK!p.s. Ma poi il film di Virzì l’avete visto?

  144. pu-ragno aprile 10, 2008 a 12:35 am #

    >lo scoprire che “la ragazzina cazzo c’aveva raggione”scusa, non ho capito questa frase: chi la dice a chi? 

  145. infrarosa aprile 10, 2008 a 12:39 am #

    mi sono immaginata che tante persone, man mano che si scoprono le prove della pedofilia di lui, hanno detto a sé stesse una specie di “aaaaaah ecco perché tanta rabbia” e si sono sentite in colpa per aver simpatizzato con lui. oddio non so se riesco a spiegarmi.

  146. Quadrilatero aprile 10, 2008 a 12:49 am #

    > Tieni la guardia altissima!Vero, quel cosetto non sembra pericoloso, però ora che mi ricordo… una volta da quel sito è partito un vero e proprio dialer. Dovrei farglielo presente e dirgli che non è solo il contatore, ma in fondo chissene…

  147. acidshampoo aprile 10, 2008 a 12:49 am #

    Guarda Infrarosa che io non faccio il pignolo nè spacco il capello in quattro. E t’assicuro che te non metti mai nessuno in quella situazione! Avere te dall’altro lato della contesa è una soddisfazione – magari se nella la vita fosse sempre così! – è come fare una gara di corsa cotro un tetraplegico. Le puttanate che dici sono sempre così monumentali, grossolane e fuori misura, che mostrano la corda dopo mezzo rigo e tutto c’è da usare meno che il pennellino del restauratore pignolo. Infatti non mi trovo mai a non sapere dove attaccare i tuoi discorsi da subnormale, ma se mai ad essere completamente scoraggiato dal farlo visti gli infitini punti d’attacco delle tue sgangerate tesi da seienne malnata.Sulle citazioni accurate: quelle letterali sono più ridicole e patetiche del sunto che ne ho fatto io, visto che devi detrarci ogni conato di caricatura. Dammi retta: stacci.

  148. acidshampoo aprile 10, 2008 a 12:50 am #

    > oddio non so se riesco a spiegarmi.Oddio non sa se riesce a spiegarsi!

  149. infrarosa aprile 10, 2008 a 12:51 am #

    sgangerate tesi da seienne malnata – con questa ti perdono, è troppo vera… bona!

  150. acidshampoo aprile 10, 2008 a 12:53 am #

    Anche a me Avast m’avverte del fattaccio. Comunque secondo me quel virus non è altro che la personalità peperina della poetessa della spirale Paola Barbato che ha preso byte.

  151. acidshampoo aprile 10, 2008 a 12:55 am #

    > spero che questa attrice non faccia la fine che con me ha fatto nicolascage. uno che secondo me è un grande sia nella recitazione che nellascelta dei filmQuesta m’era sfuggita. Mi viene da piangere.Infrarosa, perché sei così?

  152. pu-ragno aprile 10, 2008 a 9:29 am #

    >mi sono immaginata che tante persone, man mano che si scoprono le provedella pedofilia di lui, hanno detto a sé stesse una specie di “aaaaaahecco perché tanta rabbia” e si sono sentite in colpa per aversimpatizzato con luise lo dicono vuol dire che non hanno capito un cazzo del film. Il punto di vista del regista è nettamente dalla parte del pedofilo. 

  153. Daiana aprile 10, 2008 a 1:51 pm #

    p.s. Ma poi il film di Virzì l’avete visto?p.s. Ma poi il film di Virzì l’avete visto?Bellissimo e pienissimo! Mi ha preso tantissimo dall’inizio e tutti i personaggi sono fortemente caratterizzati e emotivamente pieni. Mi è piaciuta la Ferilli in un ruolo in cui non l’avevo mai vista e che mi ha intenerito, Elio Germano (sempre più il mio attore preferito) che dall’inizio dell’film c’aveva una carica che mi metteva tensione ogni volta che era in scena, della serie “oddio ora cosa gli succederà”. Il personaggio di Sonia è di una fragilità disarmante per cui non riuscivo a odiarla nonostante odiassi il modo in cui ignorava l’esistenza della bambina. Anche la bambina è riuscita a piacermi e invece io dai bambini nei film a volte mi aspetto che venga tirato fuori il peggio. E poi c’è Marta che mi ci rivedevo troppo, con quella personalità lì a stare in mezzo alla massa più becera e sempliciotta. Lei mica la giudica male anzi, cerca di integrarsi, ma il risultato è sempre quel mezzo sorriso poco convinto e quei gesti forzati che denotano un disagio proprio di base.Mi sembrava di rivedermi quando alla festa mondiale della ginnastica tutti noi atleti eravamo dentro uno stadio e dovevamo ballare e cantare una coreografia collettiva, e io ero lì nel mezzo, rossa di vergogna come un peperone.”gi gi ginnastica, ohohoho, insieme a noi” 

  154. Daiana aprile 10, 2008 a 1:56 pm #

    Cmq a proposito di somiglianze La Ramazzotti (Sonia nel film) mi sembra proprio che c’abbia un chè si Angelina Jolie.

  155. acidshampoo aprile 10, 2008 a 4:49 pm #

    Per me l’unico appunto che posso fare a Tutta La Vita Davanti è nella scelta (ottima) della protagonista. La Ragonese è bravissima (alla pari con tutto lo strepitoso cast), ma fa un personaggio troppo intelligente e quindi “protetto” rispetto agli altri, nonché in fin dei conti un po’ poco emotivo per appassionarmi sul serio. A volte l’ho trovata addirittura impietosa (specie nei confronti del bel personaggio di Sonia). Mi ha disgustato quando trova la sua amica a battere e l’unica cosa a cui pensa – e con che sentimento! – è alla figlia di lei. E’ un personaggio che guarda la realtà attorno dall’alto, giustamente superiore alle altre figure (tutte piuttosto patetiche). E’ un po’ Caterina (di Caterina Va In Città), che sai benissimo che quel non essere al proprio posto è solo un passaggio della sua vita e che fra 10 anni sarà messa meglio di tutte le altre. Insomma, avrei voluto un protagonista un po’ più vulnerabile a lungo termine, che Marta lo è solo nell’immediato. Unica nota stonata, per me, di un film strepitoso.

  156. caramelleamare aprile 10, 2008 a 7:15 pm #

    Ora è il momento della fluffer dei pedofili, contro il giustizialismoamericano. MA DOVE CAZZO LO VEDI IN QUESTO FILM?! Ma hai le capacità dibase per capire quello che hai davanti o sei una minus habens anche inquesto? E che Hard Candy sarebbe un film di propaganda giustizialista?menomale che c’hai pensato te, ieri sera ero in crisi perche a ogni messaggio che scrivel’infrarosa ci sarebbe da digliene il doppio. n’avesse pensata una giusta nell’ultimo mese! nienteio la facevo un po meglio di cosi, mah

  157. caramelleamare aprile 10, 2008 a 7:16 pm #

    > oddio non so se riesco a spiegarmi.Oddio non sa se riesce a spiegarsiahahahahaha, perfetta

  158. acidshampoo aprile 10, 2008 a 7:18 pm #

    In effetti mi sarebbe piaciuto parecchio vedere lo stesso film, dallo sguardo di Sonia o di quel personaggio straordinario che è Lucio 2.Comunque per me uno dei momenti più toccanti è Ghini al telefono con la figlia. Lei che lo chiama solo perché vuole i soldi per rifarsi il seno, lui che pende dalle sue labbra, la asseconda in tutto e la prega di parlare bene di lui al fratello. Ero in lacrime.

  159. caramelleamare aprile 10, 2008 a 7:19 pm #

    Infatti non mi trovo mai a non sapere dove attaccare i tuoi discorsi dasubnormale, ma se mai ad essere completamente scoraggiato dal farlovisti gli infitini punti d’attacco delle tue sgangerate tesi da seiennemalnata.preciso pari paritroppo, veramente nofri, troppo

  160. caramelleamare aprile 10, 2008 a 7:20 pm #

    se lo dicono vuol dire che non hanno capito un cazzo del film. Il puntodi vista del regista è nettamente dalla parte del pedofilo. puragno ma che cazzo dici porco dio!!!ma che c’avete nel cervello?!

  161. caramelleamare aprile 10, 2008 a 7:24 pm #

    Lei mica la giudica male anzi, cerca di integrarsi, ma il risultato èsempre quel mezzo sorriso poco convinto e quei gesti forzati chedenotano un disagio proprio di base.in un certo senso è stato sempre anche il mio modo d’affrontare la vita le persone, credo

  162. acidshampoo aprile 10, 2008 a 7:32 pm #

    > menomale che c’hai pensato te, ieri sera ero in crisi perche a ognimessaggio che scrivel’infrarosa ci sarebbe da digliene il doppio.n’avesse pensata una giusta nell’ultimo mese! niente io la facevo un po meglio di cosi, mahSì ma infatti è incredibile, te le toglie proprio dalle mani. Che fa queste tirate di solennità e poi, disinvolta da far schifo, motiva il suo aver detto quel che ha detto con qualche cosa psicologica sua che noi insensibili non avremmo capito (vedi la storia dei ragazzi che viva la fica). Comunque secondo me è tutta una cosa sessuale. Sceglie di dire la cosa che più la dipinga di ridicolo, e poi inizia a masturbarsi già in attesa degli insulti che verranno.Infrarosa, fai la brava su.

  163. Daiana aprile 10, 2008 a 7:47 pm #

    ma fa un personaggio troppo intelligente e quindi “protetto” rispetto agli altri, nonché in fin dei conti un po’ poco emotivo per appassionarmi sul serio. E’ vero anch’io c’ho avuto un pò questa sensazione ma io non riesco a essere razionale e a scindere le impressioni di quello che ho visto e rischio di generalizzare. Cmq nella scena in cui trova la sua amica a battere secondo me è giusto che prima pensi alla bambina che è vittima più di tutti in quella situazione anche di una mamma troppo fragile eh. Poi magari nella realtà ci sta di mettersi con calma a cercare di salvare la madre ma dopo.  Ma quella scena viene prima o dopo che gli ha soffiato la presunta storia con Mastandrea? No perchè sennò ci potrebbe essere anche un pò di sordida invidia la femminile.

  164. Daiana aprile 10, 2008 a 7:50 pm #

    che sai benissimo che quel non essere al proprio posto è solo unpassaggio della sua vita e che fra 10 anni sarà messa meglio di tuttele altre. Insomma, avrei voluto un protagonista un po’ più vulnerabilea lungo termine, che Marta lo è solo nell’immediato. Unica notastonata, per me, di un film strepitosoSono pienamente daccordo.

  165. acidshampoo aprile 10, 2008 a 7:57 pm #

    > Cmq nella scena in cui trova la sua amica a battere secondo me è giustoche prima pensi alla bambina che è vittima più di tutti in quellasituazione anche di una mamma troppo fragile eh. Poi magari nellarealtà ci sta di mettersi con calma a cercare di salvare la madre madopo. Dopo che ha finito la scopata?! No, il Dylan Dog di Sclavi non avrebbero mai resistito. Avrebbe dato subito in escandescenze e avrebbe aggredito i due puttanieri, probabilmente prendendole pure. Io avrei fatto lo stesso. Per quel che riguarda Marta, per ciò che ci viene mostrato, ce ne vuole di immaginazione per intuire chissà quale affetto nei confronti di Sonia. In tal senso io c’ho visto veramente pochino.

  166. Daiana aprile 11, 2008 a 12:44 am #

    Dopo che ha finito la scopata?! No, il Dylan Dog di Sclavi nonavrebbero mai resistito. Avrebbe dato subito in escandescenze e avrebbeaggredito i due puttanieri, probabilmente prendendole pure. Io avreifatto lo stesso.Hai ragione ma non posso fare a meno di pensare che, parlando in senso assoluto, il fatto di essere maschio o femmina cambia totalmente la reazione alla situazione che ci si trova davanti.Il maschio si precipita a salvare la femmina che vede debole e indifesa mentre la femmina che si sente allo stesso pari della vittima pensa alla figlia che per lei è la parte più debole. E ‘ un fatto istintivo non è che io rimanga indifferente di fronte alla violenza che subisce lei, è una questione di priorità.Se poi mi dici che in effetti Marta nel film non da mai la sensazione di nutrire affetto per Sonia ti do ragione, in effetti in questo senso se ne sente la mancanza.

  167. infrarosa aprile 11, 2008 a 2:34 am #

    “Sceglie di dire la cosa che più la dipinga di ridicolo, e poi inizia a masturbarsi già in attesa degli insulti che verranno” – no gori, quello funziona solo con il nuovo album di toto cutugno

  168. acidshampoo aprile 11, 2008 a 4:36 am #

    > no gori, quello funziona solo con il nuovo album di toto cutugnoFosse anche solo per il fatto che una sua canzone si intitola “Sara”.Ma l’ultimo l’hai scaricato tutto? Ma quanto è kitsch?! Qual’è la più che ti piace? Visto che puoi apprezzare: ti consiglio anche Zucchero Filato Nero di Mauro Repetto, tremendo ma divertentissimo.

  169. pu-ragno aprile 11, 2008 a 3:19 pm #

    Cmq a proposito di somiglianze La Ramazzotti (Sonia nel film) mi sembra proprio che c’abbia un chè si Angelina Jolie. Vero, ma secondo me somiglia di più alla protagonista bionda di American Beauty. Per quanto riguarda il personaggio di Marta sarà anche “protetta” perché più intelligente delle altre (ma lo è?), ma la trovo comunque realistica. Conosco un sacco di gente laureata (e intelligente) che lavora nei call center. Anch’io ci vedo dell pecche, tipo che non ha difeso la sua amica, licenziata con figlia a carico, per quello che poteva servire (però la vera “infame” era stata lei!) , ma anche per questo è realistica.

  170. pu-ragn aprile 11, 2008 a 3:21 pm #

    Non conoscendo da dentro il mondo dei call center, non so quanto del film sia verosimile e quanto esagerato. Comunque ho conosciuto una una volta che si vantava di avere una posizione privilegiata all’interno di un call center della TIM perché il suo compito era quello di ascoltare di nascosto le telefonate delle sue colleghe e segnalare quelle che non vendevano abbastanza… Brividi.

  171. acidshampoo aprile 11, 2008 a 5:48 pm #

    Ma infatti, Pu-ragno, non ho mica detto cotica. Non ho detto che quella protagonista sia poco realistica: la scelta è perfetta. Tuttavia, per le mie corde, tendo ad emozionarmi meno con una protagonista del genere rispetto ad un’altra più emotiva, con meno capacità critiche e meno protetta. Avrei preferito, per dire, vedere tutto il film filtrato dallo sguardo di Sonia.

  172. pu-ragno aprile 11, 2008 a 11:29 pm #

    ASPETTIAMO CONTRIBUTI DEI FORZISTI/forziste di questo blog sull’exploit di Berlusconi di stasera. Forza, vediamo come lo giustificate!

  173. caramelleamare aprile 12, 2008 a 12:16 am #

    perche che ha fatto?

  174. frank aprile 12, 2008 a 2:35 pm #

    >>io penso che tutti quelli che diprezzano i pedofili e ne parlano con tanto sdegno e voglia di vendetta non ne hano mai conosciuto uno davvero.>Io non sono a favore della pena di morte per i pedofili, eppure penso che non se ne possa parlare se non col massimo sdegno possibile e col massimo disprezzo. E’ vero, spesso hanno storie bruttissime alle spalle, ma alla fine hanno lasciato che la loro perversione sessuale prevalesse, che venisse fuori, anche sapendo di creare danni psicologici e traumi.[…]Sottoscrivo il più ragionato commento del Marinaio, è la posizione a cui mi sento più vicina. Anche volendo concedere tanta empatia al tormento interiore di un pedofilo, e volendo concedere all’Infrarosa che non ho mai ricevuto le confidenze di uno di essi, cazzo, siamo diversi dalle bestie proprio perché possiamo SCEGLIERE, e chi ha patito sulla propria pelle più di ogni altro ha il dovere morale di rompere il circolo vizioso. E che non sia uno dei mille casi in cui, conquistandosi l’etichetta di “malato”, si giustifica qualunque porcata. Quello che nella vita normale fa lo stronzo che ti fa un torto e poi fa spallucce: “eh, io sono fatto così”, “ma io sono sincero” e “sei tu che ti sei messo nelle condizioni di subirmi”.

  175. chiara aprile 14, 2008 a 9:43 am #

    concordo anche io…sul fatto che per coloro che causano traumi e devastazioni a vite altrui non debbano esistere giustificazioni…vanno considerati per quello che sono; un pericolo sociale. non voglio fare la giustizialista, cerco d’esser obiettiva. è che ci vuole un niente per arrivare a giustificare qualsiasi cosa e io non ci sto. non è vendetta, è questione di difesa semmai. chissà uno come Lele Mora cos’avrà mai vissuto da piccolo? o Previti? dell’Utri? ma scadiamo pure sul banale, uno come Hitler? o come quei soldati americani (e britannici) che con sadismo eccellente torturarono quei disgraziati iracheni ad abu ghraib? … se devo pensare a quello che può frullare in testa a persone simili (pedofili..) c’è da pensare anche ai pensieri di un bambino quando ha la disgrazia di imbattersi in orchi simili…sensi di colpa, desiderio di morte, vergogna…pensieri e sentimenti che con molta probabilità si porterà dietro per tutta la vita, e che ovviam ne avrebbe fatto volentieri a meno. e quel bambino dovrà rifare tutto da capo? forse che presentandoci al pedofilo affermando “non ti giudico, vengo in pace, poverino quanto hai sofferto…”, andandogli incontro a braccia aperte (farà maggior effetto se anche con qualcos’altro di aperto?!? gradirà una fichetta già scopata?) si sentirà finalm amato e il suo cuore si scioglierà e tornerà bianco come un giglio? (segue sopra)

  176. chiara aprile 14, 2008 a 9:45 am #

    è vero che la struttura carceraria così com’è funziona poco da noi … ma se fosse organizzata diversam (e ci sono in atto dei progetti) con un maggior numero di operatori specializzati a livello medico-psichiatrico-sociale, il carcere diverrebbe un luogo dove prendere coscienza di sè (soprattutto) lavorando parecchio e duram a livello di testa. adesso prevalentem resta un luogo dove marcire, senza un altro sostanzioso fine. purtroppo. è un grosso limite. per i pedofili, gli stupratori, i mafiosi, gli sfruttatori di prostitute, di clandestini,  di bambini; in generale: per chi è capace di devastare la vita degli altri ( come se fosse il Nulla) per i propri interessi… non trovo giustificaz di alcun genere; che si curino, che lavorino, che comprendano i loro problemi e i loro orrori…ma rimanendo in un luogo protetto per loro stessi…ma soprattutto per gli altri. _Chiara_

  177. pu-ragno aprile 14, 2008 a 10:32 am #

    >o come quei soldati americani (e britannici) che con sadismo eccellente torturarono quei disgraziati iracheni ad abu ghraib?hai sentito che Bush ha finalmente ammesso che sapeva delle torture? Pare che si tenessero delle riunioni alla Casa Bianca, presenti Condy e Colin, dove si decideva quali e quante torture fare e a chi. La testa nell’acqua sì, le frustate no. Cioè, probabilmete, torture che non lasciano segni sì, torture che lasciano segni no. Ora voglio proprio vedere cosa succede. Cazzo, Clinton, l’hanno messo alla gogna perché si è fatto fare un pompino, Bush probabilmente gli daranno una medaglia. Che ipocriti di merda.

  178. chiara aprile 14, 2008 a 5:33 pm #

    gli americani sono l’incarnaz dell’Ipocrisia…nel bene e nel male, ma quando gli “affaracci” tenuti sotto le coperte vengono fuori, bhè ecco che parte la sete di onore o di una parvenza di coscienza (che tra l’altro fa parte appunto dell’ipocrisia) e allora partono le lettere di dimissioni (vedi Clinton, ultimam era toccato pure al sindaco di NewYork?) o lunghi anni in carcere (vedi casi di falso in bilancio…quella cosuccia che oltreoceano viene punita col max della pena ma che da noi è proprio sparita tra i reati?). comunque mi pare che Bush non sia ad oggi tanto ben voluto, ne ha collezionati parecchi di motivi per essere odiato o disprezzato, ha affermato bugie in seguito sbugiardate, e per di più nelle menzogne ha mandato a morire migliaia di ragazzi “al fronte”. c’ha una faccia…da perfetto imbecille. vediamo i’cche succede…non sono sicura che gli americani siano più di tanto disposti a credere a un individuo che continua a creare sentimenti di pericolo verso l’esterno al fine di distogliere la gente dalla sua totale inefficienza per quanto riguarda il suo operato. non so…questa è la mia impressione… _Chiara_

  179. pu-ragno aprile 14, 2008 a 5:56 pm #

    più che altro ora non importa più perché ha finito i suoi due mandati. Magari fra un po’ ci troveremo fra le balle una (o entrambe) le sue figlie gemelle ubriacone. Tanto per continuare la dinastia. Mi viene lo schifo.

  180. chiara aprile 23, 2008 a 10:53 pm #

    ho visto Juno…e m’è piaciuto parecchio; e quando dico “m’è piaciuto parecchio” in realtà vorrei dire una complessità di pensieri e sensazioni che però, come mio solito, tendo a coagulizzare in poche parole._Chiara_  

  181. acidshampoo aprile 23, 2008 a 11:41 pm #

    Chiara: e ardai: Tutta La Vita Davanti?!

  182. chiara aprile 24, 2008 a 8:27 am #

    eheeh ehehehe…la prossima settimana, Acid, la prossima settimana!Virzì resiste stoicam per altri 7 gg a Firenze!!!_Chiara_

  183. chiara aprile 24, 2008 a 8:30 am #

    (ierisera ho scritto “coagulizzare”???) devo smetterla con i bicchierini serali di Gin Tonic. 

  184. Wen Jiabao febbraio 19, 2013 a 9:50 pm #

    Trovo questo post in sorprendente contrasto con gli scritti pregni d’entusiasmo che lo stesso autore produsse sull’argomento nel 1986. In attesa di un’auspicabile edizione critica dei “Quaderni del Gori”, – mi hanno detto a cura di Roberto de Nobili, giusto?

    • sgargabonzi febbraio 20, 2013 a 4:07 am #

      E’ vero che alle elementari sognavo di essere Berlusconi e feci pure un tema acconcio, ma a mia discolpa posso dire che si trattava di Paolo Berlusconi, il fratello minore, lo scapigliato, l’anarchico.

      • wen jiabao febbraio 20, 2013 a 3:13 pm #

        che comunque in quanto a pranzi e servitori si trattava bene!

        • sgargabonzi febbraio 21, 2013 a 4:30 am #

          Ettecredo! Aveva al suo soldo “Franz Philips, il cuoco francese”!

          • Wen Jiabao febbraio 22, 2013 a 7:07 pm #

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: