Manco li cani

7 Mar

cinema1_306

Senza se e senza ma, ecco il cinema che non patisco:

  • I blockbuster americani da 200 milioni di dollari
  • I film da cineforum
  • I blockbuster americani da 100 milioni di dollari
  • La nouvelle vague
  • La neo-nouvelle vague
  • Il cinema spagnolo frocio
  • Il cinema spagnolo
  • Eventuali film di Almodovar di produzione non ispanica
  • Ozpetek che fa Almodovar
  • I film con Jack Nicholson, Sean Penn, Jim Carrey e Giuseppe Battiston
  • La commedia demenziale americana
  • I cartoni animati della Pixar
  • I film con “cioccolato” nel titolo
  • I film horror senza divieti
  • I “thriller dell’anima”
  • I film con “the beginning” come sottotitolo
  • I film con cornice processuale
  • I blockbuster francesi da 50 milioni di euro
  • Il genere “Bukowsky light”
  • I film di fantascienza
  • I film biografici
  • I film con Morgan Freeman che fa il vecchio saggio
  • I film con Robin Williams con la sindrome di Peter Pan
  • I film “carini”
  • Le “cazzate divertenti”
  • I film in cui il cibo è sensuale
  • I film con la colonna sonora di Hans Zimmer
  • I film in cui cercano di aggirare la password
  • I gialli senza colpevole
  • I gialli con tutti colpevoli
  • I film per tutta la famiglia
  • I film drammatici “ma senza prendersi troppo sul serio”
  • I film con le prostitute allegre
  • I film impegnati di destra
Annunci

88 Risposte to “Manco li cani”

  1. acidshampoo marzo 7, 2008 a 1:32 am #

    QUI l’ultimo saluto di Forum a Tina Lagostena Bassi.

  2. acidshampoo marzo 7, 2008 a 1:34 am #

    Prime foto ufficiali dal film di The Watchmen, di Zack Snyder (che sarà una puttanata di certo): QUI. Bello il Comico.

  3. acidshampoo marzo 7, 2008 a 1:59 am #

    Allora, questa è la serie dell’anno e mi ci gioco tutto senza averne vista una sola puntata. Parlo di Swingtown,che debutterà il prossimo 29 maggio. Si parla di anni ’70, rivoluzionesessuale e scambismo. M’aspetto cose enormi, spero solo che sia unaserie per adulti e con toni anche cupi. QUESTO il bellissimo trailer. Si respira un’atmosfera fra Boogie Nights e The Ice Storm, non potrei chiedere di meglio.

  4. infrarosa marzo 7, 2008 a 3:09 am #

    acid quante somiglianze… concordo con:I blockbuster americani da 200 milioni di dollari I film da cineforum (a volte) I blockbuster americani da 100 milioni di dollari I film con Jack Nicholson La commedia demenziale americana I cartoni animati della Pixar I film con “cioccolato” nel titolo (spesso) I film con “the beginning” come sottotitolo I film con cornice processuale (maaa questo è un mio odio da secoli!) I film con Robin Williams con la sindrome di Peter Pan (stucca) I gialli senza colpevole I gialli con tutti colpevoliperò hai mai visto “eternal sunshine of the spotless mind”? lì forse jim carrey ti potrebbe piacere. per me è un film bellissimo. 

  5. ilmarinaio marzo 7, 2008 a 7:22 am #

    In base a queste caratteristiche si potrebbe costruire il perfettofilm  che odieresti.   potrebbe essere una coproduzioneispano-franco-americana, che vuol coniugare effetti speciali a unmessaggio di impegno da destra.  Jim Carrey è un cuoco-checcache  fantastica su un suo amore impossibile col pasticcere RobinWilliams, che nel frattempo è in cura dallo psichiara Jack Nicholsonper una non meglio diagnosticata “sindrome di peter pan”.  Carreysi sfoga parlando coi suoi pasticcini e bignè, che prendono vita(sequenze di cartone animato).  c’è il simpatico babà, lasfortunata meringa, ma anche la parte horror, con la morte della pastaalla crema chantilly.  si sfoga anche con le sua amiche,prostitute allegre che indagano su una giallo senza colpevoli. alla fine Morgan Freeman, il nonno di Carrey, gli dice di lasciarperdere Williams, perché nella vita bisogna crescere.  colonnasonora di Zimmer.  Il titolo è:  “Come il cioccolato per ilcioccolato.  The beginning”

    • LukiSkyWalker88 gennaio 31, 2013 a 5:52 pm #

      Peccato non posso mettere “mi piace” al commento de ilMarinaio come su facebook… 😦
      L’idea comunque è encomiabile!

  6. Nicola marzo 7, 2008 a 7:36 am #

    che spettacollo la trama del marinaio! Gori, il post è ganzo ma l’elenco ti fa un pò gattina (checca) 18-enne.

  7. rezio marzo 7, 2008 a 8:43 am #

    non hai mai visto man on the moon, ma anche il primo ace ventura piuttosto che the mask(blockbuster sano) o il già citato eternal sunshine of the spotless mind tradotto “se mi lasci ti cancello” che manco li cani! esistono film impegnati di destra? i film in cui il cibo è sensuale, la mia ex mi ha portato a vedere ciocolat con jhonny deeep, il giorno dopo ci siamo lasciati consensualmente non sei l’unico cui non piace la fantascienza purtroppo, di pellicole del genere “puro” non ne fanno quasi più.. robin williams vaffanculo!

  8. frank marzo 7, 2008 a 8:53 am #

    Ahahah bel post!Quali sottoscrivo di cuore – ma forse se mi concentro me ne vengono alcuni tutti miei:I film con “cioccolato” nel titoloIl genere “Bukowsky light”I film con Morgan Freeman che fa il vecchio saggioI film con Robin Williams con la sindrome di Peter Pan I film in cui cercano di aggirare la passwordQuanto a Robin Williams, toglici pure la sindrome di Peter Pan: io quando vedo Williams in qualunque manifestazione scappo e mi dileguo; lui e il suo stracazzo di doppiatore. Quanto a Jack Nicholson, è diventato un marchio di qualità – al contrario però – e spero diventi inabile al cinema molto presto; molto bello come lo dipingono in Futurama.E perché il film in cui convergono Vecchio Freeman e Vecchio Nicholson? Se ci avessero messo Williams che li cura col sorriso e Carey che fa l’assisente pasticcione, avrebbero creato la vera arma di distruzione di massa.E perché i film con l’ipnosi?? 

  9. frank marzo 7, 2008 a 9:01 am #

    >In base a queste caratteristiche si potrebbe costruire il perfettofilm  che odieresti.[…]Il titolo è:  “Come il cioccolato per ilcioccolato.  The beginning”Grande Marinaio! Facciamolo un film così, sai che incassi. Acidshampoo però implode di irritazione alla prima visione, e poi addio Sgargabonzi.

  10. frank marzo 7, 2008 a 9:03 am #

    >Prime foto ufficiali dal film di The Watchmen, di Zack Snyder (che sarà una puttanata di certo): QUI. Bello il Comico.Non posso fare a meno di aspettarmi grandi cose, avendo molto amato il fumetto. Di primo impatto: ottimo Comico; inopportuno Ozymandias che pare Peter Parker; Nite Owl spero sia più bolso e stanco di come sembra nel costume; vada per Silk Spectre;  Mahnattan?, mica sarà tutto computergrafica?; e se mi rovinano Rorschach – che è tutto “script” e non dipende dal carisma dell’attore – li ammazzo tutti; se poi si toglie la maschera ed è un fighetto, faccio un casino della madonna.Il problema, non ci sarebbe bisogno di dirlo, è che Watchmen porta all’esasperazione le caratteristiche dei supereroi, tutte facce dell’americanità, fino a svuotarle, rovesciarle, e torcerle contro di loro, e senza sconti, senza acqua di rose; se Zac Snyder li tiene “al di qua” del punto di rottura, cosa lo fa a fare il film?

  11. frank marzo 7, 2008 a 9:07 am #

    >Gori, il post è ganzo ma l’elenco ti fa un pò gattina (checca) 18-enne. Ti piacerebbe, Nicola, ti piacerebbe.

  12. pepita marzo 7, 2008 a 11:25 am #

    La prima cosa che ho pensato scorrendo l’elenco è che secondo mebisognerebbe cercare di concentrarsi sulle cose che si amano, non suquelle che non si tollerano, sennò si finisce col vivere male. Dettoquesto, nella mia vita ho visto circa 7 film, uno più, uno meno, ma JimCarrey è il mio attore preferito. Non tanto quello di “Se mi lasci ticancello”, bel film ma tutto tommaso sopravvalutato da tutti quelli concui ne ho parlato, quanto l’impareggiabile Ace Ventura, e la sua irresistibile faccia gommata…So che ho un senso dell’umorismo da demente, ma che ci posso fare? Per me è un fenomeno!

  13. acidshampoo marzo 7, 2008 a 12:05 pm #

    > però hai mai visto “eternal sunshine of the spotless mind”? lì forsejim carrey ti potrebbe piacere. per me è un film bellissimo. Bellissimo come tutti i film sceneggiati da Charlie Kaufman. E poi avevo già amato Michel Gondry in Human Nature. Abbastanza bravo Carrey, vero, ma risalta giusto perché usato controparte. Ma siamo sempre lì: se c’era Nicholas Cage (prima scelta per quel ruolo) era molto meglio. Basti pensare a quanto Cage ha dato ad Addiction (Il Ladro Di Orchidee), altro film da una storia di Kaufman.

  14. acidshampoo marzo 7, 2008 a 12:05 pm #

    > E perché i film con l’ipnosi?? Va là che Storytelling è stupendo!

  15. acidshampoo marzo 7, 2008 a 12:08 pm #

    > che spettacollo la trama del marinaio! Gori, il post è ganzo ma l’elenco ti fa un pò gattina (checca) 18-enne.Io almeno, per vedere se ho le unghie lunghe, apro la mano e la guardo col dorso in sù. Te invece la tieni palmo in sù e pieghi le dita. Inoltre non dico “deliziosa” per commentare una fetta di torta. Allora, chi è più gattina?

  16. acidshampoo marzo 7, 2008 a 12:12 pm #

    Marinaio, bellissima la tua trama! Maro’, piuttosto che vedermi un film del genere me faccio frate. Potremmo inaugurare una nuova sezione. C’hai presente nella settimana enigmistica quei quadretti in cui sono disegnate poche linee e sta al lettore comprenderle in un disegno con un senso? Ecco, tipo che io butto là una serie di frasi bislacche e tu ci costruisci un racconto sensato. Capitava di farlo con Caramelle e venivano robe ad altissimo tasso di lisergia.

  17. acidshampoo marzo 7, 2008 a 12:13 pm #

    > So che ho un senso dell’umorismo da demente, ma che ci posso fare? Per me è un fenomeno!Pepita, quando fai la parodia del tamarro mi fai troppo morire. Ti ci vedo troppo: tu lo detesti Jim Carrey ma fai il verso a chi ci impazzisce.

  18. ilmarinaio marzo 7, 2008 a 12:27 pm #

    Ecco, tipo che io butto là una serie di frasi bislacche e tu cicostruisci un racconto sensato. Capitava di farlo con Caramelle evenivano robe ad altissimo tasso di lisergia.Francesco Rivolta è a disposizione per le interpretazioni di qualunque cosa, basta proporgliele.Perquanto riguarda i film, un film che invece è la summa di quanto odiereiio sarebbe una storia del genere:  Tom Cruise fa il pilota d’aereoda combattimento, ma dimostra all’occorrenza un aspetto dolce esensibile con la fidanzata Cameron Diaz.  Passa le sue serate incompagnia dell’amico del cuore, interpretato da Robbie Williams, e diun’allegra combriccola tra la quale spiccano, come ruoli comici, Boldi,De Sica e i Fichidindia.  Allegramente si drogano e picchiano ibarboni.  Tom Cruise un giorno riceve un colpo in testa da unapalla da bowling, e diventa un genio all’improvviso.  Si scopreperò che un effetto collaterale è che gli rimangono poche settimane divita (l’intelligenza è sempre pericolosa).  Allora scappa dallacittà e si rifugia in Messico, dove sventa congiure rivoluzionarie(poco chiare, rodrigueziane), e alla fine fa partorire una donnamessicana in diretta salvandole la vita.

  19. pepita marzo 7, 2008 a 12:41 pm #

    Marinaio, ti prego, mi dai il numero del tuo pusher??

  20. pepita marzo 7, 2008 a 12:43 pm #

    > Pepita, quando fai la parodia del tamarro mi fai troppo morire. Ti civedo troppo: tu lo detesti Jim Carrey ma fai il verso a chi ciimpazzisce.Capisco Gizmo, è troppo per il tuo povero cuore, ma è più forte di me: vedo tutti quei denti e quella faccia di pongo e mi torna il buonumore!

  21. frank marzo 7, 2008 a 12:47 pm #

    >> E perché i film con l’ipnosi?? >Va là che Storytelling è stupendo!Non ci ripensavo. Ma mi riferisco all’ipnosi passe-partout, alla psicanalisi usata come la magia nera, non certo a quell’esplicitamente assurda trovata in Storytelling… che penso faccia parte del giochino di Solondz fra fiction e non-fiction.

  22. frank marzo 7, 2008 a 12:57 pm #

    Guarda che Pepita è seria.Marinaio, i pestaggi di barboni salviamoli, sennò Arancia Meccanica non avrebbe protagonisti… 

  23. ilmarinaio marzo 7, 2008 a 1:08 pm #

    Marinaio, ti prego, mi dai il numero del tuo pusher??Il mio pusher si chiama schizofrenia paranoide, bambola.  

  24. Pinxor marzo 7, 2008 a 1:58 pm #

    >I film con Jack Nicholson, Sean Penn o Jim CarreyMa “Qualcuno volò sul nido del cuculo”, “Shining”, “Chinatown” “conoscenza carnale”?”The assassination”?? “carlito’s way”??”il mio nome è sam”? “noi non siamo angeli?” (vabbeh, questi qui al cesso, sì)  

  25. pepita marzo 7, 2008 a 4:25 pm #

    > Guarda che Pepita è seria.Grazie Frank! Sai che non me l’aveva mai detto nessuno??> Il mio pusher si chiama schizofrenia paranoide, bambola.  Benone, mi dai il suo numero??  

  26. Ferguson marzo 7, 2008 a 4:51 pm #

    Scusa, ma quali sono i film impegnati di destra? Anche certi film impegnati di sinistra, però… Alla tua lista aggiungo: i polpettoni romantici per mamme frustrate con sesso edulcorato sennò è peccatoi film ambientati in spiaggia, specialmente a Riminii film che per essere realistici gli attori devono avere i capelli sporchii film americani con le arti marzialii film (e i cartoni) con gli accenti fintii film con i fratelli Baldwin (tranne quelli di vampiri)i film con i travestimenti (tranne Tootsie)i film con e senza Steve Martin sulle spose e il matrimonioi film con STEVE MARTIN!!!!!

  27. frank marzo 7, 2008 a 5:11 pm #

    E io ci metto i film con Eddie Murphy, altro che Steve Martin.Quanto ai polpettoni romantici, Pepita, non so perché ma quelle scene di sesso edulcorato, o semplicemente i baci appassionati, mi disturbano molto di più del sesso esplicito (che già mi dà abbastanza fastidio). Mi pare che in America questi film li chiamino “girls’ flick” e credo che voglia dire che si rivolgono alle ragazze come i film porno si rivolgono ai ragazzi… e in effetti…

  28. acidshampoo marzo 7, 2008 a 5:17 pm #

    > esistono film impegnati di destra?Come no, Rezio! Tutti i film di Renzo Martinelli (Porzus, Vajont, Piazza Delle Cinque Lune). Ma mettici pure Franco Zeffirelli, Pasquale Squitieri e Giuseppe Ferrara.Al di là dell’appartenenza politica, è incredibile come questi quattro siano, quanto a talento, fra i massimi cani del cinema italiano.

  29. acidshampoo marzo 7, 2008 a 5:19 pm #

    Ecco un film, Farmhouse, che potrebbe non essere niente male. QUI il trailer.

  30. acidshampoo marzo 7, 2008 a 5:24 pm #

    Pinxor, Sean Penn in The Assassination non m’è piaciuto, specie dopo che si taglia i baffi e tira fuori le facce da matto. E’ il film che è bello, non tanto la sua prova di protagonista. Di film in cui non m’ha dato noia mi vengono in mente giusto U-Turn e Carlito’s Way. Nicholson è peggiorato invecchiando, i suoi film vecchi non mi disgarbavano. Ma anche la sua prova recente ne La Promessa (regia di Sean Penn!) non m’ha fatto disdoro, e non a caso lì recitava un ruolo per lui insolito.

  31. acidshampoo marzo 7, 2008 a 5:26 pm #

    > Guarda che Pepita è seria.Purtroppo. ‘Anfatti ero ironico nella mia replica.

  32. acidshampoo marzo 7, 2008 a 5:37 pm #

    Ferguson, alcune note.> i film ambientati in spiaggia, specialmente a RiminiAllora Rimini Rimini e Rimini Rimini Un Anno Dopo?! Dove li mettiamo? Nel primo c’era pure “Rimini Splash Down” dei Righeira, che io amavo. “E’ la peggior canzone che abbiamo mai scritto, te la ricordi solo te”, così mi risposte Johnson Righeira quando vennero a cantare alla festa di Alberoro.> i film che per essere realistici gli attori devono avere i capelli sporchiE’ peggio il contrario: film d’azione, con tanto di passaggi fra paludi e pultricchi, ma personaggi sempre col capello giusto e il sudicio artisticamente shpalmato.> i film (e i cartoni) con gli accenti fintiA parte che quei cartoni li odio in generale. Ma sentire una talpa doppiata in napoletano è un aggravante.> i film con i fratelli Baldwin (tranne quelli di vampiri)Tranne Alec! Per favore facciamo dei distinguo: tranne Alec! Non a caso era l’uomo di Ava Moore (Nip/Tuck) ed è STRATOSFERICO nella serie televisiva (di suo dimenticabile) 30 Rock.> i film con i travestimenti (tranne Tootsie)Calmi, salverei anche Belli Freschi, l’ultimo film di Banfi (e De Sica) dopo il suo addio al cinema (ma c’ha ripensato quest’anno).> i film con STEVE MARTIN!!!!!Steve Martin è ‘nammerda, concordo. Ma fra i comici americani c’è di peggio, uno per tutti: Rob Schneider

  33. pepita marzo 7, 2008 a 6:23 pm #

    > Quanto ai polpettoni romantici, Pepita, non so perché ma quelle scenedi sesso edulcorato, o semplicemente i baci appassionati, mi disturbanomolto di più del sesso esplicito (che già mi dà abbastanza fastidio).Frank, lo dici a me perchè ormai mi consideri una seria e vuoi fare bella figura?? Comunque quelle scene mi danno fastidio soprattutto se ho vicino i miei, in particolare papino (ebbene sì, seria e pure inibita!!). Guardo e non guardo, ostento indifferenza ma non troppo, che ho paura di dare ancora di più nell’occhio, mentre cerco di contrastare la sudarina alle mani…

  34. infrarosa marzo 7, 2008 a 7:55 pm #

    i film con i travestimenti (tranne Tootsie) e “A qualcuno piace caldo”, dove lo mettiamo? È un capolavoro!!!

  35. caramelleamari marzo 7, 2008 a 9:13 pm #

    ragazi sono completamente sbronzo

  36. infrarosa marzo 7, 2008 a 10:06 pm #

    beatp te

  37. caramelleamare marzo 7, 2008 a 11:31 pm #

    ciao infrarose vogli beni

  38. pepita marzo 8, 2008 a 2:16 am #

    Senza dubbio, comunque, la miglior cosa di questo post è il titolo. Spettacolo!

  39. acidshampoo marzo 8, 2008 a 1:46 pm #

    Finalmente online (QUI) l’atteso trailer di Righteous Kill, il film che vede Robert De Niro e Al Pacini protagonisti, a tredici anni da Heat. E questa volta saranno fianco a fianco per tutto il film. Potrebbe essere il ritorno di De Niro al cinema di qualità (da dove manca dai tempi di Heat e Casinò), ma secondo me il trailer non lascia presagire niente di buono.

  40. Quadrilatero marzo 8, 2008 a 1:50 pm #

    Quali sono i film impegnati di destra?

  41. acidshampoo marzo 8, 2008 a 7:18 pm #

    Quadrilatero, i primi due film italiani impegnati di destra che mi vengono in mente: Porzus (ovvero: tutti i partigiani sono cattivi), Il Mercante Di Pietre (ovvero: tutti gli islamici sono terroristi). Entrambi di Renzo Martinelli ma, come dicevo sotto, è in buona compagnia.

  42. renero marzo 9, 2008 a 1:54 pm #

    come sarebbe a dire “steve martin è un pirla”? non scherziamo sulle cose serie neh.

  43. frank marzo 9, 2008 a 8:33 pm #

    OFF-TOPICChi ha letto l’ultimo Dampyr (‘La Porta Degli Incubi’)? L’ho trovato molto anomalo, molto diverso dai soliti Dampyr, di sicuro bello, tanto da riconciliarmi definitivamente con Cajelli (anzi ora avanza un po’ di credito). Baggi, che mi piace ovviamente tanto e che ultimamente avevo un po’ “ristudiato”, qui m’è sembrato strano… non ho capito se ha tirato via o se voleva fare quel che ha fatto… voglio vedere che ne avete pensato voialtri, specie i consueti lettori tipo Marinaio Daiana e Caramelle, prima che Acid dica la sua condizionandomi definitivamente il giudizio.

  44. rezio marzo 10, 2008 a 7:09 am #

    Ma mettici pure Franco Zeffirelli secoli fà mi era piaciuto l’amleto con mel gibson che , se non avesse abbandonato la carriera da attore, sarebbe da aggiungere alla lista..

  45. caramelleamare marzo 10, 2008 a 11:56 am #

    Ma mettici pure Franco Zeffirelli come regista non lo conosco ma c’ha una fama che mi sta sulle palle perche so sicuro che è piu fuffa che altrocome persona l’ho visto una domenica ospite a quelli che il calcio e non m’è piaciuto tanto. il cervello gli funziona, ma c’ha degli standard che non mi convincono

  46. caramelleamare marzo 10, 2008 a 12:03 pm #

    a proposito: ma due domiche fa a quelli che il calcio, nessuno ha visto in chiusura chi era ospite? i baustelle. dalla ventura. hanno cantato in playback charlie fa surf.il bianconi non si guarda in faccia. c’aveva una barba mai vista prima e delle basettelunghissime e capelli che gli coprono praticamente tutto il muso lasciando libera la sua boccuccia di culo.la cosa peggio pero è stata la risposta all invito della ventura a parlare di amen.la ventura ha detto che era un album un po cupo rispetto alla media dei gruppi pop e il bianconi ha continuato dicendo “beh si, in quest’album ci siamo andati giu pesante, pero c’è spazio anche per una speranza che negli non c’era”ecco, io dopo il “ci siamo andati giu pesante” mi so lettarlamente vergognato per loro e per me e per tutti a quelli ai quali l’ho consigliati.chissà che idea s’è fatta la gente di me dopo st’uscita di quel frocio deficiente del bianconi

  47. rezio marzo 10, 2008 a 12:37 pm #

    non sarei così severo con il buon francesco,  a tutti capita di dire stronzate, ribadisco amen nonostante pecche a livello di scrittura e arrangiamenti resta un’album nettamente superiore alla media, direte: è fatto per vendere, ma tutti gli album dei baustelle sono fatti per vendere(alfredo, il pezzo che ad un primo ascolto avevo accantonato tra i top dell’album, lo rivaluto come un capolavoro assoluto) ora basta perchè scrivo di fretta e faccio un mucchio di errori:-)

  48. Daiana marzo 10, 2008 a 1:57 pm #

    voglio vedere che ne avete pensato voialtri,per quanto mi riguarda mi dispiace ma non posso risponderti in quanto sono paurosamente indietro con la serie di Dampyr. L’ho iniziata da un anno e mezzo e sono soltanto al numero 39…. fra l’altro ultimamente l’ho un pò tralasciato perchè la mancanza di continuità in dampyr mi fa preferire la lettura di magico vento. Anche Julia ultimamente mi sta pigliando parecchio.

  49. Daiana marzo 10, 2008 a 2:02 pm #

    A proposito dei Baustelle…. oggi ho riascoltato Amen e mi sono accorta che oltre alle due gaffe di Rachele c’è un’altra canzone che a me proprio non mi piglia, addirittura mi viene di mandarla avanti: L. Sinceramente non lo so cosa che c’è che non va in questa canzone ma mi rimane proprio piatta come mai mi succede con i baustelle.

  50. frank marzo 10, 2008 a 3:22 pm #

    >c’aveva una barba mai vista prima e delle basette lunghissime e capelliche gli coprono praticamente tutto il muso lasciando libera la suaboccuccia di culo.E gli occhini tondi e lucidi e tutti neri. A me Bianconi mi ricordava un cane, più qualcun altro che a tutt’ora non m’è venuto in mente. 

  51. infrarosa marzo 10, 2008 a 4:11 pm #

    va beh, almeno ora la mi’ sorella smetterà di dire: “vol fare troppo il bono”.

  52. caramelleamare marzo 10, 2008 a 6:18 pm #

    va beh, almeno ora la mi’ sorella smetterà di dire: “vol fare troppo il bono”. eh no, quello che lo rende ridicolo anziche simpatico è proprio questo: lui VUOLE fare il bono. pero poi si concia da cane come ha giustamente detto la lupo, nota troia di stroppiello

  53. frank marzo 10, 2008 a 6:26 pm #

    Zitto calamare noto figlio di oceanica zoccola

  54. ilmarinaio marzo 10, 2008 a 8:15 pm #

    Chi ha letto l’ultimo Dampyr (‘La Porta Degli Incubi’)?Ame in genere non mi garba tanto Baggi.  Riconosco che è originale,anzi, mi piacerebbe che ci fossero nella Bonelli anche più disegnatoricon un loro stile così riconoscibile (come su Napoleone eraBacilieri).  Qui lo trovo comunque in forma (le espressioni diHarlan, lo scrittore coi capelli alla Little Tony, Marsden ben reso,male invece nelle scene di lotta).  Però in genere non mi dice ungranché, e questi pesci e mostri mi vengono a noia.  Il nemico diHarlan sono i Maestri della Notte, non le trote!!!  Cajelli: neanche questo mi garba tanto.  Lo speciale numero 3 non m’ègarbato, il numero col maestro Mhorag aveva delle lacune…  Inquesto numero, sono meglio i disegni della storia.  Specie nellafine.  Comunque nel complesso un numero non sotto la media.

  55. frank marzo 11, 2008 a 6:44 am #

    >male invece nelle scene di lottaAh, non me lo sono sognato allora. Ma anche in certe facce… Harlan somiglia più a Baggi autoritratto che a sé stesso – anche se in teoria non avrei niente in contrario a de-hollywoodizzarlo un po’.Io in questo caso ho preferito la storia ai disegni, e sulla carta non l’avrei mai detto. Quei discorsi riflessivi sullo scrivere, questa esplorazione del delirio di un cattivo scrittore, dal patito di pulp Cajelli non me li sarei aspettati.Ora che ci penso c’è uno snodo che non mi torna (ma magari lo rileggerò) e un’intera frase che non mi spiego: [SPOILER] a pag.94 il trota si riferisce a Klupp e al mostro appena ucciso con una frase che non mi torna. A meno che non intenda che lo scrittore l’aveva creato osservando Klupp. Ma nella lotta concitata, frase più legnosa non la poteva mettere.

  56. acidshampoo marzo 11, 2008 a 11:17 pm #

    Per Baggi ho un’autentica venerazione. Un disegnatore fuori dai canoni alla pari con Bacilieri, uno che divide assolutamente il suo pubblico. Per me nessuno come lui sa creare vertigine, stordimento, caos, nessuno come lui sa far recitare gli spazi, le carte da parati, figurare l’infinitamente piccolo contro l’infinitamente grande, l’entropia e l’uomo solo e perso nell’inganno dell’esistenza. Davvero uno dei pochi artisti del fumetti il cui stile è tutto da interpretare. Ai tempi gli dedicai pure una poesia (che misi pure qui): Bugie. Certo che ho un desiderio rimasto inesaudito: poter leggere una storia di Napoleone coi disegni di Baggi. A questo punto lo pretendo su Jan Dix. Tra l’altro ai tempi scrissi ad Ambrosini che ha avrei voluto Baggi e Giez nel team di Napoleone, e scopro ora che Giez è stato acquisito in quello di Jan Dix! Sono contentissimo!

  57. acidshampoo marzo 11, 2008 a 11:22 pm #

    Al concerto di Montepulciano, su quell’affolato palco, il Bianconi e Brasini sono stati indubbiamente superiori a tutti. Davvero niente da eccepire. Per tutti gli altri cinque, era una gara a chi era più esagitato. Rachele in prima fila, la diva che accendeva cori da stadio nella sua Montepulciano, non si è risparmiata una posa che fosse una. Senza parlare del nuovo poli-strumentista, che faceva il bono/pazzo/artista/rocker ed era da fumenti al vetriolo ogni tre per due. E non cito nemmeno il tastierista Ettore Bianconi (fratello di Francesco), che all’inizio era tutto chiotto, mentre ora ostenta il fatto che muore di rock nel rock col rock nel sangue. Francesco Bianconi e Claudio Brasini, ovvero il front-man e il chitarrista, da cui t’aspetteresti l’esagitanza, erano i più tranquilli, sobrii e decenti su quel palco. Loro sì veramente stimabili. Ah, nel palco usano pure, come portafortuna, il teschio che regalai a Bianconi nel lontano 2001!

  58. acidshampoo marzo 12, 2008 a 12:24 am #

    Mato, grazie per la segnalazione! Io non leggo libri, ma questo non me lo perdo assolutamente.

  59. frank marzo 12, 2008 a 9:03 am #

    >Per Baggi ho un’autentica venerazione.Condivido quello che hai detto su Baggi, però dopo letto l’ultimo Dampyr dimmi che impressione t’ha fatto.

  60. frank marzo 12, 2008 a 9:12 am #

    >Il nemico di Harlan sono i Maestri della Notte, non le trote!!!Marinaio, faccio mia una frequente risposta di Boselli ai lettori che la pensano come te: se incontrasse sempre solo vampiri e maestri della notte, sai che due coglioni. Ciò detto, effettivamente quest’albo era più un Dylan Dog che un Dampyr, e forse il titolo stesso lo dichiarava.

  61. ilmarinaio marzo 12, 2008 a 12:47 pm #

    Per me nessuno come lui sa creare vertigine, stordimento, caos, nessuno come lui sa far recitare gli spaziperòfa dei tagli di capelli che non li reggo, con questi ciuffi… per me itre peggio disegnatori di capelli sono lui, Piccinno e Stefano Casinise incontrasse sempre solo vampiri e maestri della notte, sai che due coglioni.Frank,ma a me mi sta benissimo che i nemici non siano tutti Maestri. anzi,storie come quella di Loch Torridon, delle ombre, delle altredimensioni, dei ghost hunter, sono tra le meglio.  solo che senelle storie di Baggi ci sono sempre questi pesci e trote, io vorreisolo sapere una cosa:  perché proprio i pesci?  cidovrebb’essere un motivo narrativo che va oltre lo stile di Baggi, mariconduce all’universo di Dampyr e alle sue regole.

  62. acidshampoo marzo 12, 2008 a 1:53 pm #

    > però fa dei tagli di capelli che non li reggo, con questi ciuffi… per me itre peggio disegnatori di capelli sono lui, Piccinno e Stefano CasiniStefano Casini, che a me piace molto, su Nathan Never fa dei tagli di capelli che più da americano reazionario non si puole.

  63. acidshampoo marzo 12, 2008 a 1:55 pm #

    > secoli fà mi era piaciuto l’amleto con mel gibson che , se non avesseabbandonato la carriera da attore, sarebbe da aggiungere alla lista..Però Apocalypto e La Passione, al di là dei riferimenti politici, per me meritano da matti. Uno stile estremo, mai mediato, che ti si scolpisce il testa e a cui non frega nulla di essere popolare. Averne di artigiani così.

  64. acidshampoo marzo 12, 2008 a 1:56 pm #

    > come sarebbe a dire “steve martin è un pirla”? non scherziamo sulle cose serie neh.Renero, è più forte di me, 9/10 dei comici americani stile Saturday Night Live mi stanno sul culo che di più non si puole, Belushi compreso. Con qualche eccezione, tipo Chavy Chase e Will Ferrell.

  65. frank marzo 12, 2008 a 2:00 pm #

    Nella mia beata ingenuità, pensavo che fosse da ascrivere allo sceneggiatore la descrizione di massima delle scene e dei personaggi. A Cajelli piacciono le facce da ghiozzo, pensavo, che ce voi fa’?

  66. Giepi marzo 12, 2008 a 3:34 pm #

    Conosco Will Ferrell per i film della Pat Frak * che non ho visti tutti a essere sincero, solo i migliori, tipo quel capolavoro di Zoolander * e devo dire che non è male. Non sapevo facesse pure il comico stile Comedy Central.Concordo che l’umorismo americano sia cagoso di norma, ma quando spacca, spacca… Come nel caso di Jeff Dunham (Cliccami Tutto)

  67. acidshampoo marzo 12, 2008 a 5:29 pm #

    Giepi (bene che hai preso a scrivere), con Will Ferrell non ho visto i film più ‘gnoranti, d’altronde la commedia demenziale americana la evito come la peste. Però mi ha letteralmente folgorato in Melinda & Melinda, di Woody Allen, dove l’ho trovato divertente, stralunato e tenero come il Renato Pozzetto degli anni ’70. Se non l’hai visto te lo straconsiglio. Mi è piaciuto anche in Elf. Il film era niente di chè, ma lui regalava un sacco di bei momenti.

  68. acidshampoo marzo 12, 2008 a 8:20 pm #

    > Condivido quello che hai detto su Baggi, però dopo letto l’ultimo Dampyr dimmi che impressione t’ha fatto. A me è piaciuto molto, come sempre. Storia visionaria e particolarmente sulle sue corde, così come per altri versi lo era La Miniera Di Zyarne, la precedente prova di Cajelli+Baggi. La terza collaborazione loro sarà una storia alchemica, che Cajelli ha descritto come un vero e proprio manuale d’alchimia. So che ci stanno lavorando da parecchio. Ogni volta dovrebbe uscire, poi ne esce un’altra.

  69. acidshampoo marzo 12, 2008 a 8:30 pm #

    > Il nemico di Harlan sono i Maestri della Notte, non le trote!!!Ma c’è pure Lord Marsden in questa storia, che vuoi di più? Anzi, io proprio la presenza di un Maestro (e che Maestro!) in questa vicenda così intimista, l’ho trovata una nota stonata (l’unica). Per il resto, anche se gli albi coi Maestri sono i più ghiotti, le variazioni, anche e soprattutto le più azzardate, le apprezzo sempre. Che poi era la filosofia di Sclavi, che ha reso memorabili storie aliene alla serie come per esempio Dopo La Mezzanotte. Poi conta che per i prossimi otto numeri sarà tutto un: Draka, Lupi Grigi, Erlik Khan, Vera Bendix, Nergal e chissà chi altro.

  70. Giepi marzo 13, 2008 a 12:43 am #

    E vediamo di scar… acquistare a buon prezzo sto filmetto… anche perchè sono uno dei pochi eretici a non avere ancora visto nulla di Woody Allen .-P Preferisco troppo Mel Brooks! P.S. Grazie del caloroso benvenuto! 

  71. frank marzo 13, 2008 a 10:22 am #

    Stai tranquillo Giepi, Woody Allen ne ha fatti tanti e per tutti i gusti, anch’io ne ho vista solo una minor parte nonostante lui mi piaccia molto. Ma dopo averne visto uno non ti verrà più da dire “preferisco troppo Mel Brooks”, perché non c’entrano proprio niente l’uno con l’altro. La tua preferenza a priori per Mel Brooks non ne sarà intaccata, insomma, semplicemente diventerà una preferenza a ragion veduta.

  72. acidshampoo marzo 13, 2008 a 5:58 pm #

    > Ma dopo averne visto uno non ti verrà più da dire “preferisco troppoMel Brooks”, perché non c’entrano proprio niente l’uno con l’altro.Mica vero! I primi cinque film di Woody Allen avevano in Mel Brooks un parente stretto più di chiunque altro. Da Prendi I Soldi E Scappa ad Amore E Guerra, dico. Che poi non sono certo i migliori Woody Allen, ma per quel che mi riguarda si mangiavano Mel Brooks a colazione. Che poi Mel Brooks è un regista che ho sempre trovato sopravvalutatissimo, alla pari con John Landis.

  73. Giepi marzo 15, 2008 a 12:52 pm #

    Beh chi proverà, vivrà :)Sinceramente Spaceballs resta uno dei miei film preferiti! 

  74. kris marzo 31, 2009 a 3:40 am #

    ah ah ah, della tua death wishlist ne condivido molti che manderei al macero e vieterei, altri invece li difenderei fino alla morte… comunque io non ci ho mai creduto ai film per tutta la famiglia…   

  75. acidshampoo marzo 31, 2009 a 4:12 am #

    Sono curioso di sapere quali di questa lista difenderesti fino alla morte.Occhio.

  76. kris marzo 31, 2009 a 9:07 pm #

    ma che domande? ovviamente i film in cui cercano di aggirare la password! 🙂

  77. acidshampoo aprile 1, 2009 a 3:18 am #

    Ecco, e te pensa che io temevo il peggio: avrei detto che ti piaceva Almodovar e i cartoni della Pixar!

  78. kris aprile 1, 2009 a 7:18 pm #

    a quando una wishlist sui film che ti piacciono??? 🙂 inizio io: film sulla neve…

  79. acidshampoo aprile 2, 2009 a 5:06 am #

    E’ un sottogenere che piace da matti anche a me. Se so che un film ha ambientazione innevata, mi parte avvantaggiato a prescindere (non so nemmeno io perché).Little Odessa, di James Grey.Affliction, di Paul Schraeder.Fargo, dei fratelli Coen.Soldi Sporchi, di Sam Raimi.Tra l’altro film molto vicini anche per tematiche.

  80. lozissou aprile 2, 2009 a 6:15 am #

    ll contrappunto armonico della neve, la tetralogia nivea… che ricordi sontuosi!

  81. kris aprile 3, 2009 a 2:24 am #

    insomnia, the big white…continuo:film da dipendenza (tossica, da droghe di ogni genere e tipo, alcool, devianze varie, meglio se accompagnata da storie maledette tragicamente destinate ad una sad end che già lo sai dall’inizio, con peccati vari e capitali and so on, catartici tanto quanto basta per farsi del male…) film con atmosfere da sud del mondo, calde, slum e favelas polverose: city of ghosts, ma anche city of god (che ti fa innamorare della fotografia)…film claustrofobici (unica ambientazione, o quasi, favorite le prigioni, come animal factory), ma anche i più psicopatici, (come the cube, the experiment) film da tutto in una notte (l’odio del beneamato kassovitz, prima di mezzanotte) film che attraversano una città (lisbon story, 25 ora) film credenti (the believer, american history x, semplicemente bellissimi…) film in cui una singola scena riesce puntualemnte a farti versare una lacrima (funerale del pinguino in batman, morte del papà di hellboy…)  film per cu la musica è tutto: almost famous, e morì con un felafel in mano, garden state, singles, into the wild… ma anche out of sight, la sposa turca, immortal ad vitam (e apriamo un capitolo sull’animazione), from hell, e altri trasversamente classificabili…comunque te lo confesso e rimanga tra noi: ho un debole per i fil mcatastrofici, e tra i disastri naturali (maremoti, terremoti, uragani) i miei preferiti sono senza dubbio quelli nello spazio da cui non torna nessuno:l’ultimo piaciutomi sunshine dimenticavo: film da rapina (9 regine) to be continued…

  82. acidshampoo aprile 3, 2009 a 2:39 am #

    Abbiamo in comune diverse sottospecie. I film claustrofobici con una stessa ambientazione dall’inizio alla fine, vedi The Cube, uno dei film più disturbanti che abbia mai visto (coi suoi difetti nella seconda parte, va detto), ma pure film d’assedio come Funny Games o Zombi. Poi i cosidetti heist-movie, film di rapina, ma non come Quel Pomeriggio Di Un Giorno Da Cani, che i rapinatori non fanno un solo morto in tutto il film. Poi i film da tutto in una notte, da Regalo Di Natale a La Casa. Anche io amo i film catastrofici, ma solo quelli che ancora non sono stati diretti. Quando si parla di fine del mondo, non c’è film che stia sotto ai 100 milioni di dollari. Ma è concepibile un film sulla fine del mondo che sia d’autore e non una merda di blockbuster? Ah sì, mi piacciono anche i bodycount nello spazio, ed è forse l’unico modo per farmi vedere un film di fantascienza. Di quel sottogenere, un titolo niente male e piuttosto angosciante è Red Planet. Infine, t’avverto che la splendida fotografia di City Of Gods ècompletamente rovinata nell’edizione dvd della Cecchi Gori, pixellosa,slavata e marroncina quando tendeva ad un vivo arancione.

  83. acidshampoo aprile 3, 2009 a 2:40 am #

    > ll contrappunto armonico della neve, la tetralogia nivea… che ricordi sontuosi!Non mi ricordo qual’era la tua classifica della tetralogia nivea. Rammentamela un po’.

  84. Facili Entusiasmi novembre 13, 2010 a 10:18 am #

    >I film con “cioccolato” nel titoloAhahahah!Ma il cibo E’ sensuale!  Concordo con I film in cui cercano di aggirare la password’! 

  85. acidshampoo novembre 13, 2010 a 11:58 am #

    Il cibo può essere sensuale solo dopo che s’è trasformato in polifosfati organici.

  86. caramelleamare novembre 13, 2010 a 12:21 pm #

    La merda?

  87. acidshampoo novembre 13, 2010 a 12:27 pm #

    Lei.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: