41 bis – Zuppa alla verza di suor Germana (da giovane)

27 Nov

Ingredienti
per quattro persone:

1
grossa palla di verza, quella ricciolina verde scura

1 cipolla bianca grande

16 patate novelle (o q.b.)

1 confezione di panna da cucina

200 gr. pancetta affumicata a dadini piccoli

pepe nero, da macinare al momento

cumino (QUI per distinguerlo da spezie simili)

sale

olio d’oliva

acqua

se disponibile, un wok (padella cinese)

Preparazione:

Questa minestra ha un sapore inusitato e fa assai gradita comparsa in tavola
pel desinare delle buie sere invernali, e vedendola usata non di rado ne’
pranzi di gusto straniero, in particolar modo in quelli all’uso germanico, ve
la descrivo. Certi cuochi, per darsi aria, strapazzano il frasario dei nostri
benevoli concittadini d’Europa con nomi che non dicono nulla, quindi, secondo
loro, questa che sto descrivendo, avrei dovuto chiamarla com’è costume
teutonico rheinländische Wirsingsuppe. Se per dar nel gusto a coloro e a quei
tanti che si mostrano servili alle usanze straniere, avessi infarcito il mio
libro di esotiche e scorbutiche voci, chi sa di quale prestigio maggiore
avrebbe goduto! Ma io, per la dignità di noi stessi, sforzandomi a tutto potere
di usare la nostra bella ed armoniosa lingua paesana, m’è piaciuto di chiamarla
col suo nome semplice e naturale, che pure serba memorie liete dei giorni del
ginnasio, ove Alessandro mi affibbiò lo scherzoso nomignolo che compare nel
titolo. Questa zuppa m’è stata raccontata dalla gentile signorina Miriam
Volkmann, la quale me la fece assaggiare durante un mio soggiorno nella
cittadina di Langendreer presso il fiume Ruhr, famoso per l’omonimo bacino
industriale e gl’altiforni. Io poi l’ho rifatta nella mia cucina per prova,
quindi della sua legittimità garantisco. Ma non garantisco di farvela ben
capire:

Che non è impresa da pigliare a gabbo

Descriver bene questo grande intruglio

Ne’ da lingua che chiami mamma e babbo

***

Per quattro persone crederei sufficiente una grossa palla di verza quella
ricciolina. Nettatela dalle foglie esteriori a grosse costole e tagliatela, in
quattro spicchi, cominciando dal gambo. Lavateli bene nell’acqua fresca e poi,
con un coltello lungo e ben affilato, tagliateli per traverso a striscioline
ben sottili come fareste pei tagliolini, e allontanate le costole più grosse e
il principio del gambo. Ridotto il cavolo a questo modo, ponetelo in uno di
quei tegami d’origine orientale denominati wok, o più semplicemente in una
padella di dimensioni considerevoli. Non temete: il cavolo, cocendo lentamente,
si sgonfierà e avrà poi bisogno di meno spazio. Al principio andrà fatto
cuocere col coperchio a fuoco bassino con una mistura d’acqua poco salata e
d’olio, a non fargli mai toccare il fondo del tegame se questo non sia almeno
un po’ bagnato, girandolo con garbo di tanto in tanto. Questo, perché, se
s’asciuga, s’impregnerebbe d’uno sgradevole odore di bruciato, che dalla verza
è assai difficoltoso eliminare. Mentre la verza cuoce, affettate una cipolla
bianca grandicella a striscioline sottili, o se volete anche a quadretti, e
mettete a bollire almeno una dozzina buona di patate novelle. Lasciate
soffriggere con un po’ d’olio la cipolla e quando sarà trasparente e lievemente
dorata aggiungete almeno 200 grammi di pancetta affumicata tagliata a dadini
minuti, la quantità di questa potrete sceglierla personalmente, essendo il
sapore di pancetta per alcuni un accessorio gradevole ma pur sempre accessorio
al sapore schietto del cavolo. La verza è pronta quando sarà al dente e non
troppo floscia, avendo voi fatto in modo che il liquido sotto di essa sia stato
sempre presente ma mai sovrabbondante, le patate sono pronte quando
s’infilzeranno agevolmente con un coltellino puntuto, la pancetta e le cipolle
nel tegame vanno soffritte sin ché la pancetta assuma un aspetto croccante ma
non bruciacchiato. A questo punto aggiungete alla pancetta un bicchiere di
panna, fate insaporire e girate bene, e spolverate in abbondanza con il cumino,
una polverina marrone dal sapore inconfondibile e fresco, un po’ sciapa se
assaggiata da sola. Provate ora un cucchiaio del sugo al cumino così ottenuto,
e sentite di già che delizia! Versate il contenuto del tegame direttamente
sulla verza e lasciate impregnare ancora qualche minuto a fuoco basso,
macinandovi sopra il pepe nero e aggiustando di sale o di cumino se necessario,
indi servite insieme alle patate pelate della buccia, spargendo la zuppa su di
esse o mettendola in un coccio con le patate a parte come più v’aggrada.

Infrarosa

Advertisements

79 Risposte to “41 bis – Zuppa alla verza di suor Germana (da giovane)”

  1. caramelleamare novembre 27, 2007 a 9:15 am #

    a me le verdure non mi piacciono. il cavolo poi l’ho sempre particolarmente rifiutato fin da bambino. sia odore che consistenzae questa ricetta non mi fa cambiare idea, pero fa m’ha fatto venire voglia di spaghetti alla matricianapoi non mi piacciono neanche i funghi, le salse strane, i mangiari strani, il pesce tutto, i sughi per la psta strani e la frutta non la mangio per pigrizia.

  2. ilmarinaio novembre 27, 2007 a 9:42 am #

    Molto interessante la ricetta, anche se non proverò mai a farla, perché
    in cucina so fare solo due cose:  cuocere gli spaghetti, cuocere
    le fettine.  Anche la citazione dantesca ci stava.
    La verza sarebbe quella pianta con cui ci fanno i crauti, giusto?  che serebbero verza trattata, tipo messa in salamoia..
    Discutendo coi rumeni che lavorano con me ci si chiedeva, senza
    arrivare a una risposta definitiva:  ma in italiano si dice vérza
    o vèrza?  Perché da noi è una pianta che si mangia poco e si
    nomina ancora meno.
    Consiglio comunque la cucina rumena:  questi mi invitarono a cena
    e mi fecero delle cose buone (e pesanti):  la ciorba (che però
    mangiai senza metterci l’aceto), il pastrame, il sarmale, l’insalata
    russa con la carne, il pollo ripieno.

  3. pepita novembre 27, 2007 a 11:28 am #

    Che schifo la verza! Ho sempre pensato: se ha un odore e una faccia così pessimi un motivo ci sarà! E’ come per i ragni o i serpenti pericolosi. Quella puzza ci dice: non mangiatemi, non ne vale la pena! BLEAH…(Però in cucina sono un fenomeno eh!)

  4. acidshampoo novembre 27, 2007 a 1:08 pm #

    Ma dai! E’ questo il modo di accogliere la ricetta dell’Infrarosa? Dovrebbe almeno mettere curiosità! Magari, se ce l’aveste davanti, vi sorprendereste e ne vorreste una scafarda.Io non spasimo per la verdura, ma per quanto mi riguarda il piatto in questione è forse il mangiare che mi piace più al mondo. Alla pari con la crema catalana, ma no, quest’ultima la metto per seconda.E lo so che la base è di verza, ma la pancetta, la panna, le patate e il cumino  faranno la differenza no? E poi che c’avete contro la verza? Ma pora verza!

  5. lozissou novembre 27, 2007 a 2:50 pm #

    Ma con la verza (in effetti, bravo Marinaio, vérza o vèrza?) ci si fanno i crauti? O quella è tutt’altra storia?E la cavolella che è allora?
    A te la palla, Infrarosa germanistica!

  6. caramelleamare novembre 27, 2007 a 3:01 pm #

    E poi che c’avete contro la verza? Ma pora verza!nono io contro la verza non c’ho niente, è che non reggo l’infrarosa

  7. pepita novembre 27, 2007 a 3:10 pm #

    Mo va a finire che è pure buona… E allora come mai nel titolo è associata al carcere duro??

  8. chiara novembre 27, 2007 a 9:08 pm #

    un libro di cucina con le ricette scritte al modo di Infrarosa sarebbe meraviglioso…con tale garbo e cura nei dettagli, nei gesti…e l’acquolina in bocca comincia a salire da subito.
    pensavo che il cumino fosse una spezia dall’odore e dal sapore pungente…haimè mai l’ho sentita.
    comunque la verza cotta in queste maniere l’è molto buona, io la uso per fare il cous-cous…ma è ottima pure per gli involtini di carne e riso (le foglie della verza fanno da fagottino)…ricette imparate dalle tradizioni rom.
    infrarosa…prenoto una copia del tuo libro, eh! o magari si potrebbe fare una cena e rimpizzarci di delizie culinarie belle fumanti!
    (sono digiuna da stamani…si nota?!)
    _Chiara_
     

  9. Nicola novembre 27, 2007 a 9:49 pm #

    Secondo me è buono, ma non l’assaggero’ mai perchè nn so cucinare per un cazzo e perchè sono sicuro che nei ristoranti non la fanno. Cmq, una bel post mi è piaciuto lo scrivere, e mi piace pensare alla nofri mentre cucina… mmm ma sarà capace o è solo impostazione culturale? Per me la cucina è una cosa seria, parecchio seria: o vado al ristorante o se in casa non devo vedere chi cucina mentre prepara i piatti, nn li mangerei, mi fanno subito schifo. L’ideale per me sarebbe che cucinasse un robot con i guanti di lattice.

  10. acidshampoo novembre 27, 2007 a 10:03 pm #

    > L’ideale per me sarebbe che cucinasse un robot con i guanti di lattice.E che magari i guanti di lattice li tira e te li schiocca sulle chiappe!

  11. chiara novembre 27, 2007 a 11:29 pm #

    è tutta salute Nicola…una cucina asettica perde di sapore…ehehe ehehe.

  12. infrarosa novembre 27, 2007 a 11:57 pm #

    chiara, perché non si cucina io e te per uno sgargaraduno durante le feste, se il gori ci invita?

  13. infrarosa novembre 27, 2007 a 11:59 pm #

    grazie dei commenti e grazie al gori che ha apprezzato la mia zuppa e ne canta le virtù! la verza però non è assolutamente quella dei crauti (sauerkraut in tedesco). usano invece il cavolo bianco (weisskohl, Brassica oleracea var. capitata f. alba, dice wikipedia), che insomma è un altro dei milioni di tipi di cavolo. io dico vÉrza perché per purezza linguistica le vocali germaniche “i” (wIrzing) che vengono italianizzate diventano quasi sempre “e” chiuse, le “e” apÈrte compaiono altrove. comunque lo stile non è tutto roba mia, ma di un grande libro di cucina che sicuramente il palazzi apprezza (niente-popodi-meno che Pellegrino Artusi di forlim-popodi-popoli), specie se le cose ivi descritte gli vengono servite nell’anonimato perché sono tutte ricette rustiche miste a forfora e capelli che viste da dentro la cucina lo inorridirebbero. ora caramelle dopo questa spiegazione mi reggerà sicuramente molto meglio, posso respirare. scherzi a parte, è mangiare bono, giuro!

  14. infrarosa novembre 28, 2007 a 12:01 am #

    ps gori preparati, presto mi rimetto in pari con nip tuck, avevo problemi di spftware… non vedo l’ora

  15. acidshampoo novembre 28, 2007 a 5:33 am #

    > ps gori preparati, presto mi rimetto in pari con nip tuck, avevo problemi di spftware… non vedo l’oraEh però mica va bene che tu ripigli direttamente dalla quinta. Te hai visto per bene la quarta stagione, ma delle prime tre hai visto giusto qualche puntata. Fossi in te ripiglierei la serie dall’inizio. E guarda che ci sono anche altre serie che ameresti. Inizia a scaricare le puntate pilota di: The Riches, Rescue Me e Dexter.

  16. infrarosa novembre 28, 2007 a 12:24 pm #

    mi piacerebbe, ma nella mia vita mancano sia parecchi giga di spazio (problema risolvibile) che soprattutto ore di tempo (problema non sempre risolvibile), però nip tuck pian piano lo vedrò tutto e almeno le prime puntate dei tuoi consigli, per decidere cosa verrà poi 🙂 ps PEPITA la verza è questa: http://www.fruechteadam.com/img/Wirsing.jpg o come fai a dire che è brutta?!

  17. pepita novembre 28, 2007 a 5:07 pm #

    o come fai a dire che è brutta?!Effettivamente da cruda è fotogenica.E scherzi a parte la ricetta è scritta benissimo, e incredibilmente la fa sembrare accattivante!Ma, davvero, perchè c’è scritto 41 bis?

  18. caramelleamare novembre 28, 2007 a 5:15 pm #

    Per me la cucina è una cosa seria, parecchio seria: o vado al
    ristorante o se in casa non devo vedere chi cucina mentre prepara i
    piatti, nn li mangerei, mi fanno subito schifo.palazzi, forse ti sfugge che in cucina, nei ristoranti, ci passa anche gente come me. senza considerare che spesso il piatto passa fra piu mani e nessuna coi guanti. e se sono donne sono tutte ciccione, terrone e unte. e gli uomini ci sta anche che scureggino col sorriso sulla bocca

  19. Nicola novembre 28, 2007 a 7:16 pm #

    > palazzi, forse ti sfugge che in cucina, nei ristoranti, ci passa anche gente come me.lo so benissimo, ma finchè mi portano il piatto ben servito in un  posto comodo per me va bene, mica ti vedo in cucina: per me di là ci sono solo belle fighe e cuochi gentilissimi, puliti e un igiene da paura.

  20. Oleandro novembre 28, 2007 a 7:27 pm #

    >E che magari i guanti di lattice li tira e te li schiocca sulle chiappe!
    Sei il solito buongustaio..

  21. acidshampoo novembre 28, 2007 a 7:54 pm #

    > Sei il solito buongustaio..Eh beh, si fa quel che si puole!

  22. acidshampoo novembre 28, 2007 a 7:56 pm #

    >  lo
    so benissimo, ma finchè mi portano il piatto ben servito in un  posto
    comodo per me va bene, mica ti vedo in cucina: per me di là ci sono
    solo belle fighe e cuochi gentilissimi, puliti e un igiene da paura.Ma guarda che la cucina di Rocco è praticamente a vista. Come la mettiamo allora? Ti giri dall’altra parte?
    E
    poi io ricordo il Palazzi che, qualche settimana fa, si è accontentato
    dei un rifresco DA MINORATI MENTALI solo perchè fatto “per gente alla
    buona”. Io sono gente alla buona, ma quel rinfresco è stato un incubo a
    cielo aperto, con una vecchina con l’alzheimer che portava un dolce
    Montebovi alla volta.

  23. acidshampoo novembre 28, 2007 a 7:59 pm #

    > Ma, davvero, perchè c’è scritto 41 bis?
    M’accodo alla domanda di Pepita.

  24. acidshampoo novembre 28, 2007 a 8:01 pm #

    > pensavo che il cumino fosse una spezia dall’odore e dal sapore pungente…haimè mai l’ho sentita.Ecco, qua Chiara non sai cosa ti perdi. Il cumino è la fine del mondo. Però quello della Cannamela non gli rende tanto giustizia.

  25. Daiana novembre 28, 2007 a 8:57 pm #

    Il mio bagaglio esperenziale mi ricorda che nonostante l’aspetto, l’odore o l’immaginazione, le pietanze che provengono dalla tedeschia stupiscono sempre in meglio. Io ci sono rimasta malissimo mangiando i crauti a stoccarda o le zuppe di Kitzbuel (austria). Se c’era una cosa di cui ero sicura nella mia vita era che non avrei mai mangiato crauti e invece quel giorno l’ho fatto e mi sono anche piaciuti parecchio per cui mi fido del Gori e di Infrarosa secernendo acquolina. Cmq l’esperienza mi ha insegnato anche che alcune pietanze è bene mangiarle nel paese di origine perchè gli ingredienti non sono uguali in tutte le parti del mondo. I crauti in Italia non li fanno buoni per niente.

  26. Daiana novembre 28, 2007 a 9:07 pm #

    Per me la cucina è una cosa seria, parecchio seria: o vado al
    ristorante o se in casa non devo vedere chi cucina mentre prepara i
    piatti, nn li mangerei, mi fanno subito schifo.Ma Palazzi! Non esisterebbe cucina senza amore, passione e vera dedizione. Sono parole forti lo so ma senza queste ci si nutrirebbe e basta con un menu’ completo fatto di pasticche.La cucina è cosa istintiva e primordiale non la si può mica fare con il preservativo…. e poi ricordati che la cottura sterilizza e che in corpo c’è buio.

  27. infrarosa novembre 29, 2007 a 12:39 am #

    diana: “la cottura sterilizza e in corpo c’è buio” m’è piaciuta!!! *** acid: ho visto nip tuck fino alla 05.04. e cazzo cazzo cazzo che spettacolo. ATTENZIONE SPOILER madonna già non riesco ad aspettare le puntate dopo. gori come mi devo pentire di averti criticato quella sera. potrei fare un elenco di tremila cose spettacolari, e anche se prevedibili non me ne frega niente. la cosa che avevo capito al volo era il discorso di mat e kimber che sono crack-heads, si vedeva da un miglio, da quelle parti per gente del genere è la droga del momento, va parecchio di moda. la storia lesbica di julia mi ha sorpreso parecchio ma la giustifico benissimo. e soprattutto il suo lasciare il letto di troy in quel modo mi ha sorpreso, ci sono rimasta amareggiata, troy è sempre più cittino ma al tempo stesso disperato, c’ha come un nodo in gola a volte e lo fa venire anche a me. e sean è incantevole. julia mi piace sempre ma parla così lenta che non si regge. e il servizio gay di troy? ma che spettacolo! con la fotografa italiana che lo piglia in giro!!! stendo un velo pietoso su eden, perché di veline in italia ne abbiamo abbastanza.

  28. infrarosa novembre 29, 2007 a 2:21 am #

    ah dimenticavo: 41 bis perché IO SO SSSTRAAAANAA! (ce-dici, captcha in aretino puro, frase che a me non viene detta mai, chissà perché…)

  29. acidshampoo novembre 29, 2007 a 5:12 am #

    Un video bell’assaie:http://www.youtube.com/watch?v=EURF2PlIqtE

  30. acidshampoo novembre 29, 2007 a 5:23 am #

    Infrarosa, guarda che nella nuova stagione di Nip/Tuck il personaggio di Eden è a dir poco spettacolare.
    Non snobbarla, non dedicargli uno sguardo distratto e poco convinto per
    poi classificarla come una delle tante veline, perché non è affatto così e non è da te appiattire le differenze. E’ a
    suon di sfumature che ci si distingue dalla categoria in cui sarebbe facile essere inseriti. Murphy mica l’ha creata a
    caso così, mica voleva una Fabiani o una Gregoraci a casaccio. Eden, al
    contrario delle “veline” (brrr), è MAGNETICA. E’ un gran personaggio e
    sarà un villain stupendo, che credo che finiremo addirittura per amare un po’. La tensione fra lei e Sean è spettacolare e
    mi chiedo fra quanto verrà coinvolta in questa situazione anche la
    nuova donna di Sean.Il fatto che ti penti del teatrino che imbastisti a casa mia, che
    spacciavi per sentito ma era solo per fare scena, sappi che lo pagherai presto o tardi con un post acconcio.
    Ai tre telefilm che ti ho segnalato perchè tu veda le puntate pilota, aggiungi anche Six Feet Under e Big Love.

  31. infrarosa novembre 29, 2007 a 9:28 am #

    su eden tornerò. l’hai vista la 05.05?

  32. infrarosa novembre 29, 2007 a 12:32 pm #

    six feet under lo volevo scaricare da sempre e anche big love, sarà fatto 🙂

  33. infrarosa novembre 29, 2007 a 12:52 pm #

    però è un casino, si trova o la serie completa o niente e io non ho posto…

  34. pepita novembre 29, 2007 a 12:56 pm #

    Un video bell’assaie:Delizioso!(ce-dici, captcha in aretino puro, frase che a me non viene detta mai, chissà perché…)Cioè??PS: pepita è un nome comune di pallina, mica va maiuscolo!

  35. infrarosa novembre 29, 2007 a 1:08 pm #

    ce dici…? = puoi forse raccontarci…? – ovvio che ciò non viene mai detto a me perché di solito parlo troppo, anche se è vero che parlare troppo è utilissimo a non farsi fare le domande a cui non si vuole rispondere.

  36. acidshampoo novembre 29, 2007 a 4:14 pm #

    Domani esce il film più bello della stagione, questo: http://www.youtube.com/watch?v=q0J-7hWJGzsTutti a vederlo, eh!

  37. infrarosa novembre 29, 2007 a 7:02 pm #

    acid, che abbia finito col darti ragione non vuoldire che il teatrino non fosse sentito. e anche il”fare scena” era sentito, perché ero così disperata daessere ridotta a quelle bassezze, e non solo a casatua. anche te sei capace di cose simili. non tiprendere gioco di chi sta nella merda. non che adessone sia uscita, ma ho scoperto più o meno come possonuotarci alla meno peggio. ben venga il post se sipossono fare due risate, io su di me ci ridovolentieri, ma, una volta per tutte: quando la gentesi comporta in modo basso, meschino, o per attirarel’attenzione, oltre che “parina” c’è da dire pocoaltro. io personalmente non ne sono mica contenta, diabbassarmi così tanto a volte. non ne vado mica fiera,come tutti dicono proprio a nip/tuck, ma siamo personee a volte la meschinità o il bisogno d’attenzione ètutto quello che resta.

  38. acidshampoo novembre 29, 2007 a 7:37 pm #

    > su eden tornerò. l’hai vista la 05.05?
    Non ancora, credo che fino a domani (almeno) non usciranno i sottotitoli in italiano.

  39. caramelleamare novembre 29, 2007 a 10:01 pm #

    e la 4.09 di dexter l’hai vista?!?! ora come ora è il telefilm che aspetto di piu. anche se devo dire che della nove no ho visto l’ultima mezzora perche praticamente dormivo. e poi c’era puntino rosso buffo che mi distraeva.cmq non vedo l’ora d’avere fra le mani la dieciil film di bentivoglio ispira a partire dal cast

  40. acidshampoo novembre 30, 2007 a 1:36 am #

    Sì sì, vista e all’altezza delle aspettative. Il cliffhanger finale non ha veramente pietà dello spettatore! Io ho amato la prima stagione di Dexter, ma ero sicuro che questa seconda sarebbe stata migliore e avrebbe avuto più anima. La metto come quarta serie preferita, al momento, dopo Nip/Tuck, Rescue Me e The Riches.

  41. infrarosa novembre 30, 2007 a 1:19 pm #

    ho visto la pilota di dexter, anche se non me ne sono innamorata mi è piaciuto tantissimo. i colori e la fotografia sono davvero perfetti, l’attore protagonista è fin troppo credibile, la storia troppo interessante, e bello il giocare con la nostra complicità con dex, che in teoria dovrebbe repellerci. bello bello.

  42. caramelleamare novembre 30, 2007 a 3:38 pm #

    Domani esce il film più bello della stagione, questo: http://www.youtube.com/watch?v=q0J-7hWJGzsTutti a vederlo, eh!eccheccazzo, a montevarchi non ariva manco questo, cosi come non è arrivato avatia proposito, sai mica se pupi avati rimane anche questa settimana ad arezzo?

  43. caramelleamare novembre 30, 2007 a 3:40 pm #

    certo che la gente si sceglie dei titoli che sembrano fatti apposta per essere odiati a priori: guardavo la lista dei film e ho trovato questo: Lezioni Di Cioccolato…alla merda, un buonissimo cioccolatino di merda, l’erotismo che dilaga, ma di quello dolce e sensibile pero, che noi siamo gente coi problemi

  44. acidshampoo novembre 30, 2007 a 5:21 pm #

    > certo che la gente si sceglie dei titoli che sembrano fatti apposta per
    essere odiati a priori: guardavo la lista dei film e ho trovato questo:
    Lezioni Di Cioccolato…alla
    merda, un buonissimo cioccolatino di merda, l’erotismo che dilaga, ma
    di quello dolce e sensibile pero, che noi siamo gente coi problemiInsopportabile! Che poi ormai è una moda associare sensualità, new-age e cioccolato: Come L’Acqua Per Il Cioccolato, Chocolat, Grazie Per La Cioccolata e ora questo Lezioni Di Cioccolato Alla Merda. Ed è un tripudio di cioccolati di tutti i gusti e cioccolaterie. E l’immagine della Frank con la bocca sbaffata di cioccolato dopo aver bevuto una tazzona di cioccolata calda all’arancia al tavolino di qualche caffè letterario, mentre sfoglia un libro fotografico di archittettura e fuori c’è la neve.

  45. acidshampoo novembre 30, 2007 a 5:21 pm #

    Caramelle, quanto ci butti giu che la Nofri vedrà il pilot di Rescue Me e dirà che non le ha detto niente e butterà là due o tre aggettivi di chi pensa di aver capito già tutto, ma cannando clamorosamente?

  46. acidshampoo novembre 30, 2007 a 5:25 pm #

    Il Nascondiglio ad Arezzo c’è stato due settimane ma da oggi non c’è più. Un film che mi fa paura è Il Diario Di Una Tata. A favore ha i due registi dello spendido American Splendor, a sfavore Scarlett Johansson. Sarà da rischiare?

  47. infrarosa novembre 30, 2007 a 6:06 pm #

    oh perché, su dexter ho cannato clamorosamente? che en so, io ho visto solo la prima… ma rescue me, non riesco a trovare la pilota, solo la stagione completa che per me è troppo grossa…

  48. acidshampoo novembre 30, 2007 a 6:31 pm #

    No no, su Dexter non hai sbagliato affatto. Ma conoscendo come le mie tasche le tue semplicissime sinapsi mentali, sono convinto che cannerai clamorosamente su Rescue Me.

  49. caramelleamare novembre 30, 2007 a 7:21 pm #

    E l’immagine della Frank con la bocca sbaffata di cioccolato dopo aver
    bevuto una tazzona di cioccolata calda all’arancia al tavolino di
    qualche caffè letterario, mentre sfoglia un libro fotografico di
    archittettura e fuori c’è la neve.dio che orrore!! lei li che cerca l’amore perfetto da titillare con avarizia e non sa che sotto casa l’aspetta una gang bang di camionisti. magari fosse cosi giusto il destino!!!

  50. caramelleamare novembre 30, 2007 a 7:22 pm #

    se entravi poco fa nella casa qua alla cicogna, potevi sentire la daiana che cantava tutta gasata i velvet underground e faceva le mosse sexy allo specchio perche credeva d’essere sola.in compenso oggi gni è arrivato un messaggio da parte di un suo ex e scusatemi in anticipo se vomiterò mentre scrivo… il messaggio recitava cosi: “questa notte sei stata nei miei sogni, eri bellissima”

  51. acidshampoo novembre 30, 2007 a 7:26 pm #

    Voglio assolutamente sapere che canzone cantava dei Velvet Underground. Fino che è Sunday Morning o Stephanie Says passi, ma se urlava I’m Waiting For The Man arrivo coi naziskin.Sull’sms: ma ‘sta gente non si interroga su quanto è banale, prevedibile, imbarazzante e fatto con lo stampino quello che scrive? Quel messaggio potrebbe essere nei primi tre posti fra i predefiniti di ogni telefonino. Poi massimo rispetto per l’ex della Daiana, che non conosco ma che so fu picchiato dal Serboli (!).

  52. caramelleamare novembre 30, 2007 a 7:26 pm #

    Caramelle, quanto ci butti giu che la Nofri vedrà il pilot di Rescue Me
    e dirà che non le ha detto niente e butterà là due o tre aggettivi di
    chi pensa di aver capito già tutto, ma cannando clamorosamente?una cosa è certa, che lei non è capace di dire tipo che non sa bene, boh, forse, un po si e un po no, magari vedo in seguito. no alla prima deve avere gia una sparata grossa. se non gli viene naturale se l’inventa

  53. lozissou novembre 30, 2007 a 9:20 pm #

    Lezioni di cioccolato: titolo in effetti orrido. Ma il film non so, è un esordiente italiano, quantomeno mi incuriosisce.
    Sms: mammamia! Fuori dai sogni però (con tutto il rispetto per lei) la Daiana gli appariva come? Per sapere eh!
    Il diario di una tata è esile ma molto ben fatto e carina: a me piacque, tu credo che faresti meglio a evitarlo però. Credo solo eh… Per curiosità: Mary Poppins ti piace? L’hai mai visto?
     

  54. Daiana novembre 30, 2007 a 11:15 pm #

    la daiana che cantava tutta gasata i velvet underground e faceva le mosse sexy allo specchio perche credeva d’essere sola.Per precisare: uno. io non canto tutta gasata i velvet underground perchè ne conosco solo poche canzoni e tutte per caso, semmai potrei sbilanciarmi con Guccini ma coi velvet proprio no. due. le mosse sexy non le faccio e non le ho mai fatte in vita mia perchè credo che non ci sia niente di più imbarazzante che vedersi allo specchio mentre si cerca di essere sexy.tre. io non ballo mai da sola perchè che gusto c’è a fare gli scemi se non c’è nessuno che possa riderne?!

  55. acidshampoo novembre 30, 2007 a 11:27 pm #

    > Per curiosità: Mary Poppins ti piace?Se mi conosci almeno per una molecola, così a occhio e croce, TU CHE DICI?!?!

  56. Daiana novembre 30, 2007 a 11:31 pm #

    Poi massimo rispetto per l’ex della Daiana, che non conosco ma che so fu picchiato dal Serboli (!).E qui ti sbagli Gori perchè quello che stava per fare a botte con il serboli era un altro ex, chiamiamolo F, che fra l’altro si è rifatto vivo proprio in questi giorni dopo 4/5 anni e sicuramente usando frasi non meno banali. No questa volta era il mio ex M che poverino a cominciato a lavorare come imbianchino dopo la terza media e non aveva mai acceso un computer prima di conoscere me  quindi magari c’è anche un pò da capirlo.Sono la prima a giudicare i tentativi di approccio di certa gente anche e soprattutto se si tratta dei miei ex dai quali gradirei una certa ricerca di originalità. Ma d’altronde non tutti hanno la sagacia e il piglio di caramelle e io non me la sento di metterli in croce solo perchè si esprimono con concetti banali e patetici laddove  come persone hanno  dimostrato di essere migliori… li accetto per quello che sono, ex.

  57. Daiana novembre 30, 2007 a 11:33 pm #

    Fuori dai sogni però (con tutto il rispetto per lei) la Daiana gli appariva come?Con tutto il rispetto per te …..ma che domande sono?

  58. pepita dicembre 1, 2007 a 1:39 am #

    ma ‘sta gente non si interroga su quanto è banale, prevedibile, imbarazzante e fatto con lo stampino quello che scrive?Terribili quelli che tentano di appassionarti ai loro sogni, soprattutto quando sono surreali, e quello che te lo racconta si affoga a spiegarti quello che gli trasmetteva il cammello parlante di turno(segue descrizione dell’accento del cammello, turco), mentre andavano in elicottero (segue descrizione di come l’elicottero si trovasse lì) a spegnere un incendio, e di certo erano a Sparta, che c’erano gli iloti (segue descrizione dettagliata dell’abbigliamento ilotico). Ancora peggio sono i sogni ridotti a un semplice flash, e tu appena sveglia stai ancora lì col tuo caffè che era caldissimo e tra poco sarà tristemente tiepido ad ascoltare con un abbozzo di sorriso quello che avanza di una sensazione istantanea che è solo l’avanzo di un attimo di un sogno e che non è mai esistita per nessuno, ma era intensa eh! Tanto che a descriverla possono volerci diversi minuti. Un odore, una paura, un friccico ner core. Mi capita quasi ogni mattina con mia madre, inguaribile sognatrice, e ogni volta subisco in silenzio, e mi ripeto che è una tassa che nessuno mai dovrebbe pagare!Però è la mamma, dai…

  59. acidshampoo dicembre 1, 2007 a 4:06 am #

    Pepita, tutto il mio appoggio! I racconti dei sogni sono roba a dir poco micidiale, sono una sorta di tisi velocizzata e in presa diretta. In un’intervista anni fa ho sentito che anche Dario Argento non li sopporta e lì mi sono sorpreso e il regista mi è rimasto bene per la prima volta nella vita. Aggiunse anche che per lui è un atteggiamento da malati, da pazzi. Ecco, non si trattenne di fare il personaggio, glie possino.Personalmente tollero quei racconti solo se:1) semplificati2) corretti e resi plastici per una resa da cortometraggio3) c’è un camionista idrofobo e sieropositivo fra i personaggiIl momento peggiore è quando chi ti racconta il sogno si blocca per minuti alla ricerca di un particolare o per rendere veramente perfetta la descrizione di quell’elicottero per com’era davvero.

  60. acidshampoo dicembre 1, 2007 a 4:10 am #

    > No questa volta era il mio ex M che poverino a cominciato a lavorare
    come imbianchino dopo la terza media e non aveva mai acceso un computer
    prima di conoscere me  quindi magari c’è anche un pò da capirlo.Daiana, e ci mancherebbe che io pensi di giudicare all’impronta uno dall’sms che t’ha mandato. Sono mica Caramelle io! Mi ricordo che una volta lo trovai con una sua ragazza, in lacrime, e lui le urlava: “Troia! Sei una troia!”. Poi mi spiegò che stava cercando solo di tirarla un po’ su.

  61. lozissou dicembre 1, 2007 a 9:24 am #

    >Se mi conosci almeno per una molecola, così a occhio e croce, TU CHE DICI?!?!
    Fiuuu, meno male: pensavo che manco questo ti piacesse.

  62. infrarosa dicembre 1, 2007 a 12:25 pm #

    oh acid, c’avrei scommesso che non spportavi i racconti dei sogni, proprio mentre pensavo che a me interessano quelli degli altri e soprattutto che io di solito costringo gli altri ad ascoltare ogni particolare dei miei! ma chi non sogna non sa la catarsi del momento, non si vuole un ascoltatore attento davanti a sé, anche un robot che fa sì sì e no no andrebbe bene… come se quando ci si sveglia la realtà fosse più vera, alò!

  63. infrarosa dicembre 1, 2007 a 12:32 pm #

    laaaaa cattedraaaleee, qual simboooldamoooor, ti daaaa il benvenuuu toalmattin. c’èuna buoooooona vecchieettaa, che chieeedeeaaltuoocuooooor, due pennypeeer gliuccelliiin! questeee creatuuurecheeee non puoinoooonaamaaaaar treepiiiiidiiaspeeettaaaan lassuuuuù i piiiiccoli al nidooo potrannoo sfamaaar sequalcooosa *offri*ancheee tuuuuuuu.

  64. ilmarinaio dicembre 1, 2007 a 12:53 pm #

    A me personalmente non mi è mai capitato che qualcuno mi abbia
    assillato con racconti interminabili e particolareggiati di sogni.
    Quello che mi piace, quando me li raccontano è:
    – se fanno ridere
    – se hanno particolari interessanti (una mia amica sognò per tutta una notte maiali in tuta da sub)
    – se hanno riferimento con la situazione in cui la persona è
    – se la loro trama, soprattutto, condensabile in qualche passaggio, ha un senso, una struttura, un perché.

  65. pepita dicembre 1, 2007 a 2:30 pm #

    I racconti onirici li tollero solo se dentro ci sono anch’io che faccio qualcosa di epocale, o comunque se faccio bella figura…Però raccontarli mi piace. Ma tanto non me li ricordo MAI…(Una volta però ho sognato un intero film western, in bianco e nero, primo e secondo tempo. Si intitolava “Charlie e il suo cavallo”. AIUTO!)

  66. Daiana dicembre 1, 2007 a 8:04 pm #

    Mi ricordo che una volta lo trovai con una sua ragazza, in lacrime, e
    lui le urlava: “Troia! Sei una troia!”. Poi mi spiegò che stava
    cercando solo di tirarla un po’ su.So perfettamente a cosa ti riferisci. Io una volta in preda alla disperazione gli scrissi: “sto male, ti devo parlare” e lui mi rispose “non ora”. Probabilmente stava giocando Federer.

  67. Daiana dicembre 1, 2007 a 8:13 pm #

    Daiana, e ci mancherebbe che io pensi di giudicare all’impronta uno dall’sms che t’ha mandato.eh lo so ma cmq è vero che un sms del genere lascia sperare poco. Di sicuro chi lo manda non ottiene l’effetto desiderato. Un pò di “gnegnero” cazzo. E’ lo stesso tipo che per conquistarmi mi voleva portare alle terme e io ero restia e dopo che l’ho lasciato ridai che mi voleva far cambiare idea portandomi alle terme.  Bisogna dire che la fantasia e la  varriabilità non erano il suo forte.  Però faceva dei muri bianchissimi.

  68. caramelleamare dicembre 2, 2007 a 1:09 am #

    Però faceva dei muri bianchissimi.nel senso che sborrava parecchio?

  69. chiara dicembre 2, 2007 a 12:19 pm #

    infrarosa: chiara, perché non si cucina io e te per uno sgargaraduno durante le feste, se il gori ci invita?
    bhè…come dire No alla tua proposta!
     
    …una delle cose peggiori dei sogni è quando la mente non si accontenta di “fantasticare” tra sè e sè ma coinvolge altri muscoli…ecco che allora partono calci o menate o peggio …i farfugliamenti … è la volta buona che o ti sputtani mentre dormi o comunque non fai dormire chi ti sta accanto.
    ma la peggiore delle cose mentre si dorme è in assoluto il sonnambulismo. un mio amico ne è vittima, mi ha raccontato che durante una notte s’è alzato, è andato in cucina e s’è messo a fare la pipì ad una tenda, è scesa sua madre che gli si è avvicinata  e lui le ha detto “cosa vuoi, troia!”…la mamma che ben conosce quello che gli capita di notte, se n’è tornata a letto e la mattina dopo c’era una bella pozzanghera da lavare.
    non so come faccia il suo ragazzo che se per caso si sveglia durante la notte molto spesso se lo vede girato di fianco con la testa alzata e gli occhi sbarrati che lo fissano…P-A-U-R-A!!!
    _Chiara_
     

  70. frank dicembre 2, 2007 a 1:08 pm #

    Non vedevo l’ora che Infrarosa pubblicasse questa ricetta, per come l’ha decantata ogni fortunato che l’ha assaggiata. E in effetti pare buona anche solo a leggerla.Aggiungici poi, Infrarosa, che io ho scoperto il cavolo verza (che però ho sempre trovato verde chiaro) solo di recente, e di solito lo mangio crudo, o in insalata con l’arancia, o al più scottato magari col balsamico. E che ho un wok sottoutilizzato che non chiede altro che una ricetta tutto per lui.Sarà mio impegno provarla à-la-Suorgermana alla prossima occasione, e farla capitare presto.

  71. acidshampoo dicembre 2, 2007 a 2:49 pm #

    > ho scoperto il cavolo verza (che però ho sempre trovato verde chiaro)
    solo di recente, e di solito lo mangio crudo, o in insalata con
    l’aranciaCincinelli.

  72. caramelleamare dicembre 2, 2007 a 5:47 pm #

    è scesa sua madre che gli si è avvicinata  e lui le ha detto “cosa vuoi, troia!”è successa la stessa cosa anche a me, solo che io ero sveglio

  73. acidshampoo dicembre 2, 2007 a 6:13 pm #

    > non so come faccia il suo ragazzo che se per caso si sveglia durante la
    notte molto spesso se lo vede girato di fianco con la testa alzata e
    gli occhi sbarrati che lo fissano…P-A-U-R-A!!!
    _Chiara_Non ho ben capito. Parli di un tuo amico, poi dici “il suo ragazzo”. Non mi torna.

  74. chiara dicembre 2, 2007 a 6:54 pm #

    caramelleamare…quando l’ho scritto mi sei venuto in mente, guarda, ci avrei scommesso che quel “cosa vuoi,troia” ti sarebbe suonato familiare.
    comunque, torna tutto acid…sono una coppia gay.
    io però non ci starei con un tipo che di notte…come dire…”prende vita senza esserne cosciente”…inquietante!
    tra l’altro, diversi anni fa, su LA7 vidi un programma dove ricostruivano la scena di un omicidio…e la difesa dell’assassino cercava di dimostrare che era stato compiuto durante uno stato di sonnambulismo…MHA!!!
    _Chiara_
    vado a magnà…
    _Chiara_

  75. acidshampoo dicembre 2, 2007 a 7:48 pm #

    > comunque, torna tutto acid…sono una coppia gay.Si fa presto a dire “coppia gay”! Che intendi per coppia gay? Un uomo e una donna?

  76. Nicola dicembre 3, 2007 a 9:38 pm #

    > Sono parole forti lo so ma senza queste ci si nutrirebbe e basta con un menu’ completo fatto di pasticche.allora meglio le pasticche, ma solo come secondo.

  77. chiara dicembre 4, 2007 a 8:04 pm #

    acid scrive: Si fa presto a dire “coppia gay”! Che intendi per coppia gay? Un uomo e una donna?
     
     
    ….SGRUNT!

  78. caramelleamare dicembre 5, 2007 a 9:56 pm #

    > ho scoperto il cavolo verza (che però ho sempre trovato verde chiaro)solo di recente, e di solito lo mangio crudo, o in insalata conl’aranciaCincinelli.non c’era bisogno che me lo facessi notare gori. appena ho letto sta frase ho fatto copia incolla per rispondegli senza manco finire di leggere quel che aveva scritto. ovviamente per la daiana era tutto apposto, mica gli è scappato da vomitare come a qualsiasi persona sana di mente! ah si, l’insalata all’arancia certo, che c’è di strano, è buonissima.Cmq tutto torna, una persona che frequenta i caffe letterari e beve le cioccolatine al peperoncino, non puo mangiare altro che l’insalata all’arancia. figiriamoci se si fa du patatine fritte. immagino che prelibatezza.ma t’immagini due che si conoscono in un caffe letterario e si scambiano l’erotismo parlando di cioccolata tropicale e insalata all’arancia? ma poi per fare che? per fare la gara a chi dei due è piu intrigante?! …è davvero notevole come la gente si riempie di niente senza accorgesene

  79. caramelleamare dicembre 7, 2007 a 6:10 pm #

    scusate, m’è uscito un messaggio piu cattivo di quel che volevo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: