Dio c’è

26 Set

Nella vita, ho sempre sperato di inciampare in almeno un accadimento di sfacciata paranormalità, che mi facesse rimettere in discussione quella mia secolare agnosi che tanto fa discutere. Qualcosa che fosse lì, crudo e spogliato, a dirmi che quel giorno non spariremo nella troposfera come ioni alcalinici, ma che un Dio esiste e con esso la vita eterna. Non mi hanno mai convinto i racconti degli altri su eventi paranormali vissuti in prima persona, essenzialmente per il fatto che gli altri alla fine della fiera non mi convincono mai, anche quando faccio l’espressione di chi ci crede. Hanno l’ansia di dire, di stupire, di suggestionare e suggestionarsi. Di solito gli altri sono crogiuoli irrisolvibili di manie e fobie mai codificate, individui con una consapevolezza di loro stessi pari a zero.
Finché un episodio è successo a me e, da sempre irriducibile scettico, ho dovuto questa volta arrendermi all’evidenza. Per la prima volta lo racconto e vi invito a credere alla mia parola, per quanto possiate trovare sconvolgente l’accaduto. Era un venerdì pomeriggio dello scorso mese di maggio, mi trovavo in treno, di ritorno da un giro a Firenze. Me ne stavo da solo, annoiato, a giocherellare per inerzia con una vecchia moneta da cento lire. Oziosamente l
a lancio, la riprendo, apro il palmo e vedo che è uscita testa. Non mi stupisco più di tanto, d’altronde era una probabilità su due. Così la lancio di nuovo: ancora testa. Quindi la lancio per una terza volta: per la terza volta esce testa. Non ci posso credere. Mi strofino gli occhi come per svegliarmi, ma la moneta è sempre lì, sul mio palmo, con il simbolo della testa sulla faccia scoperta.
Poi, vabbè, la lancio ancora ed esce croce, poi testa, testa, croce, testa, croce, croce e via dicendo. Ma per tre volte consecutive quella moneta è caduta con in sù il simbolo della testa – tutte e tre le volte! – e questo sovverte ogni scienza possibile, financo la quantistica. Se la matematica non è un opinione, al primo lancio la moneta aveva metà probabilità (50%) di uscire con testa e metà con croce. Ma una volta ottenuto un simbolo, era altamente probabile che nel secondo lancio uscisse l’altro. E anche nel caso infinitesimale in cui quel simbolo fosse uscito per due volte di seguito, una cosa era certa: non sarebbe uscito la terza volta. O meglio: c’era una probabilità su miliardi di miliardi. E invece eccolo anche al terzo lancio.
Ieri ero un uomo disperato, perso nella paura di chiudere gli occhi e non svegliarmi più, oggi invece ho fede che questa vita sia solo l’inizio e che il bello venga dopo, con la vita eterna e la contemplazione della luce celeste. Oddio quant’è bella la luce celeste…

Advertisements

97 Risposte to “Dio c’è”

  1. Daiana settembre 26, 2007 a 10:14 am #

    Il problema grosso della luce celeste è che, ammesso che esista (e sarebbe la migliore delle ipotesi) da l’idea di un qualcosa che è di una noia mortale. Te la immagini tutta l’eternità in pace e armonia immerso nella luce celeste, che palle! Ecco questo mi sembra un problema grosso insomma.

  2. frank settembre 26, 2007 a 10:48 am #

    Questa è vecchiaia, Acidshampoo! Non sai quanti ne ho visti cedere alle
    lusinghe della fede, all’oblio dell’abbraccio di quel superbabbo che
    sarebbe dio, dopo una vita di severo agnosticismo solo per le seguenti
    ragioni: paura della morte; debolezza senile; verginità protratta;
    lutto familiare; coda in autostrada sotto il sole; scampata morte;
    passato l’esame di … (ognuno ha il suo mostro); psicosi; suggestivi
    inni a dio sentiti sulla spiaggia di notte con la chitarra; torture
    subite; trovata/o casa/lavoro. Da oggi, aggiungo alla lista “vinto a
    testa o croce”.

  3. caramelleamare settembre 26, 2007 a 1:50 pm #

    la cosa bella è che se lo chiedi in giro, tantissimi sono mossi da certezza quasi matematica nell’ affermare quanto segue: “nono te lo giuro, esce piu volte testa”. dio che nervi!
    che poi te lo sai quanto so agnostico anche io. ma preciso qualche tempo fa una persona di nostra conoscenza (da scegliere fra me, te, e la daiana) m’ha raccontato che da ragazza lei e quelli del suo gruppo conoscevano una donna molto strana (guarda caso non un muratore), che tenendo un cucchiaino fra pollice e indice lo faceva piegare da quanto c’aveva calde le mani. io non so come ma so riuscito a fargli capire che non ci credevo nonostante che fosse lei/lui a raccontarmelo, senza essere cattivo. pero che fatica! come si fa a non essere cattivi in questi casi? boh.
    per me la soluzione migliore rimane quella del fogliolino con scritto “se rispondi sbagliato muori” e la domanda è “questa donna è qui e prende un cucchiaio di ferro in mano senza trucchi e senza fare forza: secondo te lo piega?”….vorrebbi proprio vedere ndo mettono la crocettina

  4. acidshampoo settembre 26, 2007 a 3:15 pm #

    Caramelle, taci o mi rubi una idiosincrasia in fieri. Che rimando da tempo perchè è parecchio specifica e mi incarto nell’italiano per spiegarla bene. Cambiando discorso: ma le prime due della terza di Prison Break me l’avete viste?

  5. acidshampoo settembre 26, 2007 a 3:36 pm #

    – da prisonbreakmanhunt -NICK SANTORA* TRIES TO END THE SARA TANCREDI DEBATE(*sceneggiatore di Prison Break)Here’s what Nick Santora has to say about Sara’s possible return: “I am glad you are all enjoying the show and that it reminds you of the action of Season 1. As for requests that we clarify what is going on with Dr. Tancredi … we will … through the show. Not through the press. Not through the internet. Our job as writer/producers is to make a great story and present it. If we were to tell viewers what was going to happen, out of order, it would defeat the entire purpose of making the show. Not a single writer on the show wants to spend 15 hours a day breaking stories, making sure they are as good as they can be, writing and re-writing, to just turn around and reveal what is going to happen before anyone watches it. Imagine you spend months planning a surprise party for someone — everything is perfect — balloons, gifts, decorations, guests — would you, on the way into the party room, turn to your friend and say: “Oh yeah, I’ve been working really hard on a surprise for you — and this is it — there is a party for you on the other side of the door.” No one would do that. So we sure won’t. It’s not because we aren’t “nice” as has been suggested. We are very nice people. We just don’t have the desire to ruin what we have created by revealing it out of order. It is a story. You don’t read the last page of the book when you are on a middle chapter. And then there is this other issue — we’d all lose our job if we divulged anything. So please, for the sake of ending this debate forever, if you watch the show you will find out where the Dr. Tancredi character is, has been, and what, if anything, happens to her. And whatever that information is, the show will still kick ass. So please, sit back, relax and enjoy the show. We appreciate all of you guys, all of the fans of PB, and we work hard to entertain you. We hope you continue to enjoy Season 3 as much as you have been enjoying it so far.”

  6. Toscana Jones settembre 26, 2007 a 3:45 pm #

    La moneta da 100 lire è un potente link al mondo dell’infanzia, a quando con quella moneta si poteva optare tra una partita a flipper o una spuma grande, ai pomeriggi passati in cortile a calciare il SuperTele contro le saracinesche chiuse e, in definitiva, al “si stava meglio quando si stava peggio”… l’ossessiva ripetitività “testa! testa! testa!” mi riporta a un film dei primissimi anni Novanta, “Rosencrantz e Guildenstern sono morti” (Leone D’Oro alla Mostra del Cinema di Venezia 1990).Per il resto, se la statistica fosse una prova dell’esistenza di Dio, i bookmaker dovrebbero essere i nuovi profeti e le numerose televisioni che propongono le previsioni del lotto sarebbero la Bibbia

  7. infrarosa settembre 26, 2007 a 4:46 pm #

    nono gori, non me la fai, te sei come san tommaso, hai creduto solo perché hai visto, bella roba! la vera fede è credere e sapere che SICURAMENTE esce testa PRIMA di lanciare la monetina!!! o, per farla alla pascal, scommettere che esce testa, perché metti caso ci azzecchi, sai che culo!!! il mi’ babbo quando facevo le elementari aveva diviso per piatto cento lire e saldato du’ teste insieme, mi c’ha fatto credere per quasi tre minuti interi. la mi’ sorella invece era scettica fino all’osso praticamente prima di leggere e scrivere.

  8. RuMiKa settembre 26, 2007 a 4:56 pm #

    io mi sono fermata a “un’episodio”.

  9. Rouge settembre 26, 2007 a 6:40 pm #

    Ragazzi, conoscete un buon sito dove trovare i file .torrent delle serie di telefilm?

  10. Dillydoll settembre 26, 2007 a 8:49 pm #

    Grazie per la recensione di RM!L’ho già aggiunta e ti ho linkato 😉

  11. hiss settembre 26, 2007 a 9:02 pm #

    Mi sa che sei stato troppo tempo a rimirare fisso il faro della lampada scialitica a luce fredda del dentista…e questi sono i risultati…

  12. acidshampoo settembre 26, 2007 a 10:09 pm #

    Rumika, c’hai ragione, ma era un gesto voluto per combattere il conformismo della percezione.

  13. Nicola settembre 26, 2007 a 11:05 pm #

    Il Gori c’ha i poteri, e questo non è una novità. Anni fa, parlo di almeno 12 13 anni fa eravamo a cna a casa mia e il gori, nn mi ricordo perchè, provò, di punto in bianco, ad alzare il telefono e a dire pronto, il telefono non aveva squillato, ma di là c’era veramente qualcuno che disse “Pronto sono Pasquale,  c’è Silvano…” il gori ci rimase mailissimo e riattacco’ di botto.  Noi non sentimmo niente (Pasquale mi confermo’ dopo che era vero), e il gori continuava a dire che non stava scherzando… allora per sfida disse ora riprovo… e icredibile nel frattempo Pasquale aveva richiamato, nessuno squillo come prima e di là uno che diceva pronto conteporaneamente a quando lui alzava il telefono. Da allora non è più lo stesso.

  14. acidshampoo settembre 26, 2007 a 11:53 pm #

    Rouge, io ti consiglio http://www.torrentspy.com/ . E’ assolutamente il meglio sulla piazza, perché è pure un meta-searchengine fra diversi siti di torrent.

  15. acidshampoo settembre 27, 2007 a 10:55 am #

    > Grazie per la recensione di RM!L’ho già aggiunta e ti ho linkato ;-)Grazie, e ti ricordo che la prossima sarà di The Job!

  16. acidshampoo settembre 27, 2007 a 10:57 am #

    > Mi sa che sei stato troppo tempo a rimirare fisso il faro della lampada scialitica a luce fredda del dentista…e questi sono i risultati…No, in realtà non fissavo la lampada, ma ero incantato dai mille giochi di parole possibili fra “dentista” e “ben ti sta”.

  17. ilmarinaio settembre 27, 2007 a 12:07 pm #

    il mi’ babbo quando facevo le elementari aveva diviso per piatto cento
    lire e saldato du’ teste insieme, mi c’ha fatto credere per quasi tre
    minuti interi.
    ahahah! credo che una cosa del genere, in tutta la storia dell’umanità,
    sia stata pensabile e realizzabile solo nello spaziotempo
    dell’Indicatore anni’80.

  18. pepita settembre 27, 2007 a 12:18 pm #

    Io spero proprio che sto dio non ci sia. Perchè se c’è non mi piace, e se lo incontro gli spacco il muso.

  19. chiara settembre 27, 2007 a 12:28 pm #

    quest’estate ho conosciuto uno stregone di magia bianca…
    niente annunci nelle Tv locali o sui giornalini…fa il prof universitario di lettere filosofia e coltiva per conto proprio da qualche decennio la passione dell’esoterismo…quando l’ho incontrato mica lo sapevo, e sono stata mezzo pomeriggio a parlargli della Torino-magica che mi incuriosiva parecchio e che mi divertivo a cercare i luoghi ai quali erano attribuiti simboli e significati particolari.
    davanti a una tazza fumante di tisana digestiva m’ha spiegato qualche cosa…l’Energia, l’Aura, i Chakra, le religioni…le sedute spiritiche che non s’hanno da fare, no no!
    a tal proposito m’ha raccontato un aneddoto su una tipa che assolutam non credeva in niente, ma che aveva un assoluto bisogno di mettersi in contatto con un suo caro defunto.
    contatta perciò un sensitivo abbastanza conosciuto e viene organizzata la seduta spiritica assieme ad altre persone.  quando formano il cerchio tenendosi per mano, dopo poco accade che va via la luce (pioveva e probabilm è stato un fulmine) qualcuno si spaventa e il cerchio si rompe…c’era però uno spiritello che intanto era accorso a quel canale aperto dal cerchio e praticam s’è insinuato nel corpo di questa tipa, la quale ha cominciato a sentire un  gelo tremendo ai piedi che piano piano saliva, saliva…fino alla testa…lei non riusciva più a muoversi, nel frattempo era scoppiato il panico tra quella gente, il sensitivo ha cercato di mantenere un po’ di controllo e ha convinto i partecipanti a riformare il cerchio…lui diceva le sue fornule, e gli altri dovevano pregare…la tipa congelata…pregava anche lei, eccome se ha pregato…piano piano ha sentito il gelo scivolare via, finchè tutto è tornato a posto!
    io so solo che spesso, troppo spesso, mi trovo a invidiare chi riesce a trovare e tenersi ben strette le certezze sul tal Dio o tal’altro.
    _Chiara_

  20. infrarosa settembre 27, 2007 a 4:31 pm #

    chiara, fino a questo commento mi stavi simpatica

  21. caramelleamare settembre 27, 2007 a 5:26 pm #

    Torino-magica che mi incuriosiva parecchio e che mi divertivo a cercare i luoghi ai quali erano attribuiti simboli e significati parti
    ma per caso gori dampyr, oltre che a venezia e napoli, è stato a anche a torino? e soprattutto a venezia c’è stato vero? a napoli so sicuro

  22. caramelleamare settembre 27, 2007 a 5:40 pm #

    gori perche su torrentspy se cerco prison break s03 non me da niente?

  23. acidshampoo settembre 27, 2007 a 6:05 pm #

    > chiara, fino a questo commento mi stavi simpaticaInfrarosa, sei oppurtuna come una mazza chiodata nei coglioni. Falla finita.Conosco Chiara da un pezzo ed è parecchio stimabile e altrettanto timida.

  24. acidshampoo settembre 27, 2007 a 6:07 pm #

    > gori perche su torrentspy se cerco prison break s03 non me da niente?Come per Emule: spesso non trova se cerchi un frammento di una parola più lunga (in questo caso s03).Ma per i telefilm appena trasmessi è facile, basta il nome e “hdtv”, poi nella lista che ne esce è fra quelli con più seeds.

  25. acidshampoo settembre 27, 2007 a 6:12 pm #

    > Io spero proprio che sto dio non ci sia. Perchè se c’è non mi piace, e se lo incontro gli spacco il muso.Come disse Papa Wojtyla: “Dio c’è, ma è malvagio”.

  26. acidshampoo settembre 27, 2007 a 6:15 pm #

    > Torino-magica che mi incuriosiva parecchio e che mi divertivo a cercare i luoghi ai quali erano attribuiti simboli e significati parti ma per caso gori dampyr, oltre che a venezia e napoli, è stato a anche a torino? e soprattutto a venezia c’è stato vero? a napoli so sicuroSì, nella storia di Ruju ambientata nel museo egizio di Torino: “La Dea Egizia” (che avrà presto un seguito).Dampyr è stato a Napoli, in Sardegna, a Torino, a Venezia, in Friuli e nella Val Padana.

  27. acidshampoo settembre 27, 2007 a 6:20 pm #

    > io so solo che spesso, troppo spesso, mi trovo a invidiare chi riesce a trovare e tenersi ben strette le certezze sul tal Dio o tal’altro. _Chiara_Chiara, ognuno ha i suoi modi. Pensa che l’ultimo libro che ho comprato si intitola “Le Prove Scientifiche Della Vita Dopo La Morte” (di G. & J. Salomon). Non lo leggo perchè non leggo libri, però lo tengo lì, ce l’ho, solido e sicuro, atto alla bisogna. Il titolo lo dice chiaro: lì dentro ci sono le prove scientifiche che non si muore. Io non voglio saperne di più, mi fido del titolo e dei cugini Salomon. Non penso che avrebbero intitolato un libro in quel modo se dentro ci fossero cazzate. Al limite avrebbero aggiunto un “forse”, ma io il titolo me lo sono letto benissimo: IL “FORSE” NON C’E’!!! Ecco, questo è il mio modo per rassicurarmi.

  28. ilmarinaio settembre 27, 2007 a 8:53 pm #

    Un grande guerriero giapponese che si chiamava Nobunaga decise di
    attaccare il nemico sebbene il suo esercito fosse numericamente
    soltanto un decimo di quello avversario.  Lui sapeva che avrebbe
    vinto, ma i suoi soldati erano dubbiosi.
    Durante la marcia si fermò a un tempio shintoista e disse ai suoi
    uomini: “Dopo aver visitato il tempio butterò una moneta.  Se
    viene testa vinceremo, se viene croce perderemo.  Siamo nelle mani
    del destino”.
    Nobunaga entrò nel tempio e pregò in silenzio.  Uscì e gettò una
    moneta.  Venne testa.  I suoi soldati erano così impazienti
    di battersi che vinsero la battaglia senza difficoltà.
    “Nessuno può cambiare il destino” disse a Nobunaga il suo aiutante dopo la battaglia.
    “No davvero” disse Nobunaga, mostrandogli una moneta che aveva testa su tutt’ e due le facce.
    Da 101 storie zen, a c. di N. Senzaki e P. Reps, Adelphi, 2002, pp. 74-75

  29. Daiana settembre 27, 2007 a 9:04 pm #

    ma preciso qualche tempo fa una persona di nostra conoscenza (da scegliere fra me, te, e la daiana) Confermo tutto. Quella adolescente ero io. Ci credevo e ci vorrei credere tutt’ora.  Io vorrei credere a tutto quello che mi possa spodestare l’idea che tutto finirà in questa vita. Purtroppo  però non mi riesce più e non è meglio. E’ facile per uno come caramelle non aver bisogno di credere a qualcosa, lui non si preoccupa di niente che vada oltre i prossimi cinque minuti.

  30. infrarosa settembre 28, 2007 a 1:57 am #

    come una mazza chiodata nei coglioni – non t’azzardare

  31. infrarosa settembre 28, 2007 a 1:58 am #

    lui non si preoccupa di niente che vada oltre i prossimi cinque minuti – vorrei anche io essere così, secondo me se è davvero così ha capito tutto, ma davvero così lo sono in pochi pochi pochi

  32. infrarosa settembre 28, 2007 a 2:04 am #

    comunque, per spiegarmi meglio con chiara: le persone superstiziose e i racconti superstiziosi mi suscitano antipatia perché mi hanno sempre rovinato o sciupato un po’ la vita fino ad ora, io non credo a niente proprio perché non ho mai creduto al diavolo o al paradiso o a robe così, nemmeno da bambina, anzi mi da noia sentirne anche parlare come se fossero cose vere. scusa, non c’entri te, ma le mie esperienze personali.

  33. frank settembre 28, 2007 a 7:34 am #

    >io mi sono fermata a “un’episodio”.
    Rumika, secondo me questo è il classico refuso di quando cominci una
    frase e la cambi in corsa e ti scordi di riconiugare tutto quello che
    hai scritto prima. Secondo me, stava per scrivere “un’apuntata”.

  34. frank settembre 28, 2007 a 7:34 am #

    >Ragazzi, conoscete un buon sito dove trovare i file .torrent delle serie di telefilm?
    Sì!

  35. frank settembre 28, 2007 a 7:38 am #

    >Io spero proprio che sto dio non ci sia. Perchè se c’è non mi piace, e se lo incontro gli spacco il muso.
    Pepita, ora che ci penso sono proprio d’accordo con te. Però prima di
    partire per la crociata intendiamoci: te ce l’hai col dio della
    monetina di acidshampoo o con quello che ha inventato le zanzare e la
    leucemia fulminante?

  36. frank settembre 28, 2007 a 7:46 am #

    >m’ha raccontato un aneddoto su una tipa che assolutam non credeva in
    niente, ma che aveva un assoluto bisogno di mettersi in contatto con un
    suo caro defunto.
    Chiara, credo a tutto ma a questo presupposto proprio no. Se
    incontrassi questo professore, più che domande sull’aldilà avrei
    urgenza di porgli domande su questaquì e sul suo spirito. Per dire,
    come concilia lo scetticismo con la richiesta di fare una seduta
    spiritica? Quale bisogno assoluto può
    spingere una totale scettica a ricercare un totale defunto, chiedergli
    dove aveva nascosto le bollette pagate? E il dolore di un lutto, non
    basta a spiegare il fatto di essere più suggestionabili ed emozionabili
    di prima? Mica è tanto scientifico questo professore.

  37. frank settembre 28, 2007 a 7:53 am #

    E l’ultimo libro che ho comprato io è ‘Dianetics’ di Hubbard! Mi ero
    ripromessa di comprarlo appena lo trovavo usato in una bancarella e
    TAC! ora posseggo la verità formato paperback. Penso che se l’avessi
    comprato direttamente dai dianetici mi sarei rovinata la quiete e
    l’esistenza da lì in poi.

  38. frank settembre 28, 2007 a 7:55 am #

    >>lui non si preoccupa di niente che vada oltre i prossimi cinque minuti
    >vorrei anche io essere così, secondo me se è davvero così ha capito
    tutto, ma davvero così lo sono in pochi pochi pochi
    Invece secondo me uno così è uno stronzo

  39. frank settembre 28, 2007 a 8:02 am #

    Infrarosa, un po’ ti capisco, però se c’è un argomento personalissimo
    (più dei soldi, del sesso, di tutto) è proprio quello delle religioni,
    delle superstizioni, della faccenda vita+morte. Ogni volta che qualcuno
    mi chiede se sono religiosa, ho difficoltà a formulare una rispota,
    anche se nella mia testa è abbastanza chiara. Ho rispetto spontaneo e
    abbondante per chi crede, ho uggia di chi crede a qualunque cosa sia in
    odore di soprannaturale – soprattutto perché si fa menare per il naso
    dappertutto – ho stima di chi non cerca di vendermi la sua verità, odio
    il papa e la chiesa cattolica come negazione assoluta della
    spiritualità onesta. Ciò detto, io sono stata super-cattolica da
    bambina, scettica e razionalista poi, amante dei documentari e delle
    evidenze scientifiche; ma proprio con tutto il mio razionalismo mi
    arrendo all’evidenza che non tutto è alla portata della scienza e della
    sua schematizzazione “vero/falso”.

  40. infrarosa settembre 28, 2007 a 10:19 am #

    Invece secondo me uno così è uno stronzo – visto che così sono in pochi, magari a confronto sì. però è sicuramente un modo sano ed egoista di vivere. lupo concordo in pieno con la stima, l’uggia etc. aggiungo da parte mia l’invidia per chi crede in qualcosa e quel qualcosa gli basta e avanza come carburante per vivere. quando ho detto “vere” forse avrei dovuto scrivere da scienziata, e cioè “intersoggettivamente verificate”, ovvero “riconosciute da praticamente tutti” o giù di lì. so che si tratta di cose personali. ma sono cose personali che possono avere ripercussioni pesanti sul mondo intero, pensa se in america i credenti non fossero il 91% o che ne so, ma il 2%, che succederebbe… o in medio oriente… o se in cina… insomma secondo me la religione non è un tema personale e basta. anche se dovrebbe essere solo una questione privata. anche io penso che non tutto comunque è a portata della scienza (per ora). le persone sono limitate e che con il tempo le idee e le conoscenze oltre che acquistate, vanno pure perse! quello che sembrava prima magia oggi è un fenomeno fisico, quello che sembra oggi magia era saggezza contadina… siamo limitati e ci dispiace, ma secondo me è così. non lo accettare o riporre la speranza di illimitatezza in qualcos’altro alla fine è anche questo umano, allunga la vita (quindi è saggio), toglie lo stress. semplicemente, con me non ha funzionato, anzi ha prodotto l’effetto opposto! di qui la famosa uggia 🙂

  41. pepita settembre 28, 2007 a 10:32 am #

    > Però prima di partire per la crociata intendiamoci: te ce l’hai col dio della monetina di acidshampoo o con quello che ha inventato le zanzare e la leucemia fulminante?
    io ce l’ho con quello che manda un linfoma feroce a un ragazzino di 15 anni, lo salva miracolosamente dopo due anni di chemio e radio e poi lo ammazza a 22 spaccandogli la testa contro un albero. Dicono: disegni divini…sarà che di arte non ne capisco, ma per me più che un disegno questo è uno sgorbio!
    > mi arrendo all’evidenza che non tutto è alla portata della scienza e della sua schematizzazione “vero/falso”.
    Purtroppo che dio non c’è non sono ancora in grado di dimostrarlo…
    Diceva Hume (e poi Popper) che il fatto di vedere solo cigni bianchi non può escludere l’esistenza di un cigno nero (fa più effetto con le fate, è più poetico: il fatto di non averne mai incontrata una non vuol dire che da qualche parte non ci siano!). E mo ditemi che non vi ho stupiti tutti con queste pillole di filosofia spicciola, che mi sento Luciano De Crescenzo!
    Resta il fatto che quelli con la fede cieca li invidio un sacco, è una risorsa enorme, ma io ho la tentazione di credere in Dio solo quando sono molto felice, mai quando sono in preda alla disperazione. In quel caso preferisco l’alcol…

  42. Rouge settembre 28, 2007 a 2:16 pm #

    >Ragazzi, conoscete un buon sito dove trovare i file .torrent delle serie di telefilm?
    Sì!e quale sito mi consigli? (domanda aperta)

  43. Oleandro settembre 28, 2007 a 3:48 pm #

    Frank: ti adoro.

  44. anfiosso settembre 28, 2007 a 4:48 pm #

    Di solito gli altri sono crogiuoli irrisolvibili di manie e fobie mai codificate, individui con una consapevolezza di loro stessi pari a zero.
    Gli altri in genere o solo gli altri che raccontano di esperienze paranormali?

  45. chiara settembre 28, 2007 a 6:24 pm #

    mi sono limitata a raccontare un briciolo della discussione tra me e sto prof…semplicem per mettere in luce la reaz della tipa, che al pari di molte altre persone, “ha creduto quando ha veduto”…o meglio quando c’ha avuto la STRIZZA.
    sono scettica su tutto quello che non fa 2+2=4…mi fa tristezza il caso di questa tipa,ok…ma non posso farci niente se mi piace “fantasticare” per un attimo, solo un attimo….sulla magia, sulle fate, streghe, folletti e così via.
    un attimino solo non può nuocere…poi svanirà…perchè la realtà è tutta un’altra cosa, tutto qui.
    ah, volevo dire anche un’altra cosa…visto che non riesco a esser costante nelle discussioni per via che non accendo quotidianam il Pc:
    ho esagerato dicendo che senza Rachele i Baustelle sono Ko. sono consapevole che la mente, l’unica, sia bianconi…ma…rachele a me piace, e molto, trasmette emozioni che bianconi non mi da…tutto qui.
    buona serata a tutti.
    _Chiara_
     

  46. Nicola settembre 28, 2007 a 8:38 pm #

    > i racconti superstiziosi mi suscitano antipatia perchéa me i racconti superstiziosi me lo fanno venire tuosto (mi fa nno sangue), soprettutto se penso ai boy-scuot, che adolescenti, se li raccontano nei campi estivi con i ragazzi che si appoggiano tra poccie senza reggiseno sotto il maglione blu della loro amica. E i preti lì che le guardano eccitati.                    

  47. infrarosa settembre 28, 2007 a 9:04 pm #

    palazzi sei troppo felliniano!!!

  48. Daiana settembre 28, 2007 a 10:13 pm #

    ————-ma davvero così lo sono in pochi pochi pochi———
    Per quanto ne so caramelle è il Maestro assoluto dei prossimi cinque minuti, e lo è davvero senza mezzi termini. Purtroppo la sua è una dote che non si insegna nemmeno con una full immersion totale. Al massimo se ne può ricavare un esaurimento nervoso nel vano tentativo di fissare la prossima lezione per domani.

  49. Daiana settembre 28, 2007 a 10:22 pm #

    ——–Invece secondo me uno così è uno stronzo—————
    mmm mi sa che ti sbagli. Secondo me anche uno stronzo vero riesce a rendersi conto che un giorno si muore e poi più niente. Caramelle no, bypassa il problema con pulsioni istantanee. Per esempio un bombolone alla crema.

  50. acidshampoo settembre 29, 2007 a 1:33 am #

    > Gli altri in genere o solo gli altri che raccontano di esperienze paranormali? Direi gli altri in genere, ma in quei monologhi specialmente sono evidentissimi.Però fra gli altri mi ci metto pure io, come crogiuolo di fobie e di manie. In compenso ho una consapevolezza di me stesso da olimpiadi.

  51. acidshampoo settembre 29, 2007 a 1:47 am #

    Ecco una videointervista direttamente dal set della quinta stagione di Nip/Tuck, con Sean e Christian vestiti da chirurghi.http://video.accesshollywood.com/player/?id=161455fonte: Accesshollywood.com

  52. caramelleamare settembre 29, 2007 a 9:48 am #

    …palazzi sei troppo finocchio

  53. caramelleamare settembre 29, 2007 a 11:28 am #

    ————————————-gori perche su torrentspy se cerco prison break s03 non me da niente? Come per Emule: spesso non trova se cerchi un frammento di una parola più lunga (in questo caso s03).————————–
    immaginavo. e di torrentportal che ne pensi?c’è qualcosa da fare per fare andare bit torrent veloce o va bene cosi come parte da solo? no perche vedo che va a 3/4kbs non è che sia una gran velocità. con emule si danno un po noia perche gli toglie banda vero?

  54. infrarosa settembre 29, 2007 a 2:59 pm #

    gori grazie del link! a me sean dal vivo mi fa un po’ pena, una ragazza va lì a intervistare lui e julian macmahon o come si chiama e sia lei che la telecamera praticamente lo ignorano e danno attenzione solo a troy, però al tempo stesso si parla di sean dicendo “you” o “you guys” e continuando a lanciare sguardi ormonali a troy… aiuto!

  55. acidshampoo settembre 29, 2007 a 4:05 pm #

    Infrarosa, quando posto questi filmati in inglese dai pure per scontato che io a orecchio non ci capisco un cazzo, essendo monoglotta, anche se ci provo disperatamente. Quindi invece di ringraziare, fai un sunto di due righe che è più apprezzato.

  56. acidshampoo settembre 29, 2007 a 4:05 pm #

    Caramelle, non conosco il sito TorrentPortal. Però BitTorrent, al contrario di Emule, è parecchio user-friendly e a occhio e croce non c’è granchè da ottimizzare. Io non l’ho mai fatto e vado benissimo. 3/4 kbs per che file? Uno vecchio con pochi seed, probabimente. Quando scarichi la puntata di un telefilm il giorno dopo la trasmissione americana, spesso e volentieri te la ritrovi pure in mezz’ora o tre quarti d’ora. Comunque ti sconsiglio di utilizzare Emule e BitTorrent insieme perchè si danno noia da matti a livello di porte.

  57. infrarosa settembre 29, 2007 a 6:36 pm #

    mah, si accenna a cose della quinta stagione nei dettagli, la più importante è la storia lesbica di jules con una, c’è anche una bollente scena di sesso lesbico tra le due che ai due attori-dottori non è stato permesso di vedere durante le riprese. comunque sean viene sdegnato più a gesti che a parole secondo me, non serve l’inglese.

  58. Vincenzo settembre 30, 2007 a 8:26 am #

    Se faccio il bravo cittino verrò premiato! Ecco, Dio per me è un po’ come babbo natale e la religione il migliore strumento per “educare” facendo leva su paure ed ossessioni insite nella natura umana. Però se il premio è la vita eterna, preferirei barattarlo con una bella scopata (chi di voi può intercedere presso il capo per me?), magari con la donna che so che non mi si filerebbe mai. Ah! A proposito, Gori, quella passera che era con te ieri, sabato mattina, chi è?

  59. frank settembre 30, 2007 a 11:32 am #

    Pepita, parole sante (blasfeme ma sante ;-))! Il Dio che tentano di
    propinarci come misericordioso onnipotente e imperscrutabile a volte
    pare un capomafia bizzoso, o un supercaligola dei cieli. Comunque uno
    di poca credibilità morale. Quant’era più credibile Zeus, coi suoi alti
    e bassi, le fisse e i tormentoni, i fulmini e il manifesto disinteresse
    per le cose degli uomini…
    Su tale argomento, mi sovviene la bellissima puntata di Futurama in cui
    Bender si perde nello spazio, diventa dio, poi incontra Dio, poi
    atterra sull’Himalaya. Bellissima!!

  60. frank settembre 30, 2007 a 11:50 am #

    Infrarosa, tento di rispondere al fiume di parole!>però è sicuramente un modo sano ed
    egoista di vivere.
    No, basta!, basta!, basta con questa retorica sul sano egoismo. Parlo
    io che spesso (continuamente) pago il fatto di essere altruista e
    disinteressata. Semplicemente: a ognuno il suo. Io non posso mettermi
    la maschera da Caramelleamare (giusto per fare un esempio, che te
    identifichi col sano egoista) e poi dormire tranquilla la sera. Lui non
    può dall’oggi al domani fare la Frank e diventare una crocerossina. Io
    dormo tranquilla se realizzo me stessa, e me stessa è una persona
    non-egoista.>lupo concordo in pieno
    No: FRANK concordo in pieno. Siamo in un blog, c’è un certo livello di
    conversazione, e non tutti i partecipanti sanno che quando dici LUPO
    stai rispondendo a chi si è firmato FRANK. Dico a te giusto perché
    capita qui, ma succede spesso.>so che si tratta di cose personali. ma sono cose
    personali che possono avere ripercussioni pesanti sul mondo intero,
    pensa se in america i credenti non fossero il 91% o che ne so, ma il
    2%, che succederebbe…
    Davvero, concordo. Per questo parlavo di “persone che si fanno menare
    per il naso dappertutto”. Per questo faccio distinzione fra la
    dimensione privata della fede e quella sociale/pubblica. La prima, ben
    venga. La seconda, quando imponi la tua morale (cristiana o ebraica,
    etc, ma anche atea) agli altri, e confondi il confessionale con l’urna,
    e chiami il sacerdote a dirti come pensarla sulle cose del mondo, mi fa
    arrabbiare a prescindere.>riporre la speranza di illimitatezza in qualcos’altro alla fine è anche
    questo umano, allunga la vita (quindi è saggio), toglie lo stress.
    Può darsi. Ma fare affidamento su se stessi potrebbe migliorare la
    qualità e la profondità di questa vita “abbreviata”. Non lo so, una
    volta di più, nell’incertezza del cervello, vado dove mi porta l’indole.

  61. frank settembre 30, 2007 a 11:52 am #

    Oleandro: grazie! La cosa è reciproca.

  62. frank settembre 30, 2007 a 11:56 am #

    >mi fa tristezza il caso di questa tipa,ok…ma non posso farci niente
    se mi piace “fantasticare” per un attimo, solo un attimo….sulla
    magia, sulle fate, streghe, folletti e così via.
    un attimino solo non può nuocere…poi svanirà…perchè la realtà è
    tutta un’altra cosa, tutto qui
    Per carità, non volevo neanche mettere in discussione questa
    dimensione, tua ma spero anche di chiunque. Parlavo di altro, del
    comportamento approssimativo sia del “prof” che della “tipa”… Poi
    quello che abita nel cuore delle persone, e le cose irrazionali che si
    fanno per troppo dolore o troppo amore, non mi permetto nemmeno di
    giudicarle.

  63. frank settembre 30, 2007 a 11:58 am #

    >a me i racconti superstiziosi me lo fanno venire tuosto (mi fa nno
    sangue), soprettutto se penso ai boy-scuot, che adolescenti, se li
    raccontano nei campi estivi con i ragazzi che si appoggiano tra poccie
    senza reggiseno sotto il maglione blu della loro amica. E i preti lì
    che le guardano eccitati.
    Nicola, forse scherzavi, ma quando facevo gli scout funzionava proprio così!

  64. frank settembre 30, 2007 a 12:02 pm #

    >Però se il premio è la vita eterna, preferirei barattarlo con una bella
    scopata (chi di voi può intercedere presso il capo per me?)
    Ciao Vincenzo, benvenuto!
    Adoro la concretezza della parola “scopata”, in mezzo a tante seghe
    mentali! Perciò soddisferò la tua richiesta e intercederò presso il
    capo. Ma spiegami meglio: vuoi che convinca Acidshampoo a dartela?>Gori,
    quella passera che era con te ieri, sabato mattina, chi è?
    Ero io, Vincenzo, e grazie per il complimento. Un “passera!” appena
    sveglia fa sempre bene all’umore, a noi femmine. Però – lesson number
    one – qua dentro non esiste “Gori” ma “Acidshampoo”, e da ora in poi
    non “passera” ma “quella passera di frank”. Grazie ancora e un bacino.

  65. rtdrgkfhbsljb settembre 30, 2007 a 3:47 pm #

    la probabilita’ che escano 3 teste di seguito e’ 1 su 8…

  66. acidshampoo settembre 30, 2007 a 8:56 pm #

    > la probabilita’ che escano 3 teste di seguito e’ 1 su 8…A parte che non è vero, ma se anche fosse vero sarebbe comunque una probabilità infinitesimale.

  67. acidshampoo settembre 30, 2007 a 9:00 pm #

    > No, basta!, basta!, basta con questa retorica sul sano egoismo.M’associo! Io ‘sta storia non la reggevo quando non era un clichè, ora mi fa venire il reflusso ogni volta che la sento!

  68. acidshampoo settembre 30, 2007 a 9:06 pm #

    Ciao Vincenzo e benvenuto da queste parti. Spero che non sia una comparsata ma che metterai radici qui, commentando in libertà tutteccouse. Sono d’accordo su quanto hai scritto, tranne quando dici “umana. Però se il”. Ti rendi contro che tale frase estrapolata così perde di ogni senso? Poi: mi pare di capire che ci conosciamo, ma io non so chi sei. Per metterci alla pari (come si dice nel poker), presentati(mi)!

  69. Nicola settembre 30, 2007 a 11:47 pm #

    Lupo, agli scout avevi anche te la felpaccia azzurra/verde, che tiene tanto caldino, senza reggiseno?

  70. Toscana Jones ottobre 1, 2007 a 12:39 am #

    Dopo la mia maratona radiofonica, l’unico intervento che sono in grado di lasciare è questo:frank:>
    Nicola, forse scherzavi, ma quando facevo gli scout funzionava proprio così!Frank, è bello scoprire sempre nuove cose che ci accomunano… un giorno ti mostrerò le foto del mio periodo scout… ihihihih

  71. infrarosa ottobre 1, 2007 a 9:50 am #

    ah, scusa, volevo dire quell’altro nome!

  72. infrarosa illuminata ottobre 1, 2007 a 9:51 am #

    ATTENZIONE ATTENZIONE, NELLA PAGINA DI DIO É AVVENUTO UN MIRACOLO VERO!!! HO POSTATO UN COMMENTO ALLE 9:51 E SUBITO DOPO UN ALTRO, CHE È STATO PUBBLICATO PRIMA DEL PRIMO E IN TEORIA SAREBBE DELLE 9:50!!!!

  73. infrarosa ottobre 1, 2007 a 9:51 am #

    la lupo s’è fatta anche i lupetti?

  74. infrarosa ottobre 1, 2007 a 9:53 am #

    comunque negli scout c’ero anche io

  75. Daiana ottobre 1, 2007 a 11:15 am #

    A me, fin da piccola, mi facevano una certa tristezza quelle mandrie di scout vestiti in modo antiestetico, con quella strana cravatta al collo in giro per i boschi come fossero tante pecorelle. E io invece libera di andare dove mi pare, vestita come mi pare, in compagnia di chiunque o di nessuno senza fede e senza inganno. Mi chiedevo: chissà che avranno fatto di male questi bambini per essere puniti in questo modo. Forse il segreto sta tutto nella fede che io notoriamente non ho.

  76. pepita ottobre 1, 2007 a 12:29 pm #

    >Io dormo tranquilla se realizzo me stessa, e me stessa è una persona non-egoista.
    Scusa Frank, ma non siamo sempre lì?
    La parola EGOISTA non ha necessariamente una connotazione negativa…Ognuno di noi cerca di sopravvivere meglio che può, e prima di tutto in pace con se stesso…tu vivi bene coltivando il tuo spirito crocerossino, ma non è anche questa una personalissima manifestazione di egoismo? Non risponde sempre ad esigenze (per quanto nobilissime e utili anche per gli altri)della TUA personale coscienza?
    Insomma, per quanto socialmente meno pericolosa (almeno spero), in fondo forse non sei meno egoista di un serial killer…è solo una questione di priorità…o no?
     

  77. Nicola ottobre 1, 2007 a 1:17 pm #

    > comunque negli scout c’ero anche io
    ok. allora la cosa del maglione e delle poccie ti si addice parecchio, ti ci vedo proprio!

  78. acidshampoo ottobre 1, 2007 a 4:22 pm #

    Pepita eddai, questo è il solito relativismo che va a braccetto con la solita retorica. Ti rifiuti di privarti di un rene per donarlo a tuo padre e sei egoista, glielo doni e sei egoista lo stesso. Questi sono giochini per mocciosi con Jim Morrison nell’orecchio e Nietzsche sotto al braccio, che fanno i cinici e pensano di saperne sempre una più di chiunque. Quando “Amici” era un talk-show di adolescenti, almeno quattro su cinque facevano questi discorsi, ma ognuno di loro si sentiva l’unico ad aver in tasca la chiave dell’esistere.

  79. pepita ottobre 1, 2007 a 6:27 pm #

    > aver in tasca la chiave dell’esistere.
    Magari!
    Allora facciamo che parlo per me, che navigo a bordo del mio istinto di sopravvivenza. A volte è una zattera, altre un catamarano, ma meno male che c’è lui, e il “sano egoismo” che mi fa da vela…!

  80. infrarosa ottobre 2, 2007 a 12:11 am #

    no nicola: negli scout ci sono entrata perché mi piaceva uno che chiaramente ha smesso pochi mesi dopo che sono entrata io, ed ero troppo insicura per cose come quella delle pocce e del maglione, specialmente se vicino a me c’era chi mi interessava. però strano, anche io come daiana dal di fuori prima pensavo che gli scout erano tristi, un po’ ridicoli, in fondo anche un po’ squallidi. invece alla fine non mi pento di esserci stata, è stata una bella esperienza per avere presto un po’ di indipendenza e di libertà dalla famiglia. il lato parecchio negativo è stato però (è l’unica cosa di cui mi pento) l’aspetto religioso della faccenda che mi ha rovinato un po’ la vita.

  81. Nicola ottobre 2, 2007 a 9:02 pm #

    >negli scout ci sono entrata perché mi piaceva unonon so perchè ma non avevo dubbio, cmq gli scout pressi uno a uno vanno pure bene, decenti o meno decenti dipende dalle persone, ma presi insieme, nelle loro feste, alcove o robe simili non lli sopporto, ti senti escluso, diverso, sfigato a non aver mai giocato a palla scout… morissero tutti! Io degli scuot ho una pessima impressione e tutte le poche volte che li ho fequentati pure peggio!

  82. caramelleamare ottobre 3, 2007 a 9:31 am #

    >Io dormo tranquilla se realizzo me stessa, e me stessa è una persona non-egoista.anche per me vale stessa identica cosa

  83. caramelleamare ottobre 3, 2007 a 9:36 am #

    Insomma, per quanto socialmente meno pericolosa (almeno spero), in
    fondo forse non sei meno egoista di un serial killer…è solo una
    questione di priorità…o no? 
    no. e te lo dice uno che all’egoismo quello vero, imprescindibile e inconfezionabile, c’è legato a doppio filo. un egoista-egoista e un egoista-altruista sono due persone completamente diverse, questo conta al di la della filosofia da centro sociale. io sto fra i primi

  84. infrarosa ottobre 3, 2007 a 12:29 pm #

    comunque gente in un giornalino distribuito a pisa ho letto la seguente (più o meno) frase: “al mondo esistono quattro categorie di persone. gli intelligenti, i banditi, gli sprovveduti e gli stupidi. gli INTELLIGENTI traggono dalla vita vantaggi per sé stessi e contemporaneamente per gli altri ogni volta che possono. i BANDITI pensano solo a ricavare dei vantaggi per sé alle spese degli altri. gli SPROVVEDUTI invece agiscono in modo sfavorevole a sé stessi e favorevole agli altri. gli STUPIDI provocano danni o guai agli altri senza guadagnarci niente, o addirittura spesso a proprie spese. i più pericolosi sono gli stupidi. il numero di stupidi al giro è sempre parecchio sottovalutato. una persona può essere stupida indipendentemente da ogni altra dote, difetto o qualità che possiede.” etc, non mi ricordo tutto. VOI CHE DITE?

  85. pepita ottobre 3, 2007 a 5:15 pm #

    > un egoista-egoista e un egoista-altruista sono due persone completamente diverse
     
    Si potrebbe fare qualche esempio pratico?Magari mi convinci!
     
    > gli STUPIDI provocano danni o guai agli altri senza guadagnarci niente, o addirittura spesso a proprie spese. i più pericolosi sono gli stupidi. il numero di stupidi al giro è sempre parecchio sottovalutato. una persona può essere stupida indipendentemente da ogni altra dote, difetto o qualità che possiede.” etc, non mi ricordo tutto. VOI CHE DITE?
     
    Credo siano tutte citazioni dal libro di Carlo M. Cipolla, “Allegro ma non troppo”, un saggio divertente sulla stupidità umana. Ma prima di lui me lo diceva già la mia mamma: figliuola, ricordati di temere più gli stupidi che i cattivi, perchè da loro non sai mai cosa aspettarti!

  86. pepita ottobre 3, 2007 a 5:18 pm #

    Poi magari un volontario mi spiega come si fa a usare il corsivo e/o a lasciare gli spazi, grazie…

  87. Daiana ottobre 3, 2007 a 9:46 pm #

    “”””Poi magari un volontario mi spiega come si fa a usare il corsivo e/o a lasciare gli spazi, grazie…””””                                                            
     
    A me mi funziona solo se uso Mozilla al posto di explorer.  Ora per esempio sono con explorer e chissà cosa verrà fuori…

  88. frank ottobre 4, 2007 a 8:45 am #

    >Scusa Frank, ma non siamo sempre lì?
    La parola EGOISTA non ha necessariamente una connotazione
    negativa…Ognuno di noi cerca di sopravvivere meglio che può, e prima
    di tutto in pace con se stesso…[…]è solo una
    questione di priorità…o no?
    In un certo senso c’hai tutta la ragione, ed era quello che volevo
    dire, ma poi da qui si procede in avanti. E ho detto chiaramente che
    per quanto mi riguarda non ha senso correre dietro al “sano egoismo”
    proprio perché ognuno ha il suo modo di tacitarsi la coscienza. Solo
    che l’ammirazione tutta rock’n’roll (per usare un’espressione di
    acidshampoo) per chi rende la vita difficile a chi gli sta accanto non
    la condivido per niente. Un po’ di struttura, cazzo: sotto
    all’etichetta del “sano egoismo” a volte ci si mette quel viziaccio
    adolescenziale ed egotico di avere due pesi e due misure, corta quella
    del ricevere, lunga quella del dare. Principio per il quale se copri di
    corna la tua donna (o il tuo uomo) sei un ganzo, mentre se lei poggia
    gli occhi su un altro è una puttana.

  89. frank ottobre 4, 2007 a 8:50 am #

    >ti senti escluso, diverso, sfigato a non aver mai giocato a palla
    scout… morissero tutti! Io degli scuot ho una pessima impressione e
    tutte le poche volte che li ho fequentati pure peggio!
    Sto “pallascout” è l’unico ricordo divertente che ho di quel breve
    periodo. Come ho già detto altrove, qualunque opinione negativa tu
    abbia degli scout, posso solo confermertela. Per quanto riguarda lo
    scoutismo cattolico, almeno nel gruppo che frequentavo io, mai visto
    tanta ipocrisia, nonnismo, aridità, perbenismo così consolidati
    intoccabili come lì dentro.

  90. frank ottobre 4, 2007 a 8:52 am #

    >VOI CHE DITE?
    Che non è così semplice, magari lo fosse.

  91. pepita ottobre 4, 2007 a 11:03 am #

    > Solo che l’ammirazione tutta rock’n’roll (per usare un’espressione di acidshampoo) per chi rende la vita difficile a chi gli sta accanto non la condivido per niente.
    Neanch’io, neanch’io! E ci resto male tutte le volte, soprattutto quando qualcuno di cui ti fidavi ti riserva la sorpresina! Ma la delusione è solo un errore di valutazione…no?

  92. Toscana Jones ottobre 4, 2007 a 7:24 pm #

    Nicola:> ti senti escluso, diverso, sfigato a non aver mai giocato a palla scout… morissero tutti!frank:>
    Sto “pallascout” è l’unico ricordo divertente che ho di quel breve
    periodo.infrarosa:> invece alla fine non mi pento di esserci stata, è stata una bella
    esperienza per avere presto un po’ di indipendenza e di libertà dalla
    famiglia. il lato parecchio negativo è stato però (è l’unica cosa di
    cui mi pento) l’aspetto religioso della faccenda che mi ha rovinato un
    po’ la vita.Io a “palla scout” sono sempre stato negato! Il fatto di poter fare solo 3 passi e poi dover passare la palla mi ha condizionato: io volevo segnare, volevo essere quello ganzo che fa vincere la squadra… invece vagavo per il campo senza meta, in attesa di una visione divina che mi facesse diventare un “bomber”.Anch’io non mi pento di esserci stato, negli scout ho stretto amicizie che durano ancora oggi… un’altra cosa che mi ricordo era che, insieme a me, negli scout, c’erano i figli della mia prof. di applicazioni tecniche delle medie.Per quanto riguarda l’aspetto religioso, concordo con infrarosa e frank: bigotti e puritani allo stato puro, pronti peraltro alle peggio maialate quando gli occhi innocenti dei fanciulli erano girati dall’altra parte….

  93. kcvbddjfdkndk ottobre 7, 2007 a 4:33 am #

    utente:> la probabilita’ che escano 3 teste di seguito e’ 1 su 8…
     
    acidshampoo:> A parte che non è vero, ma se anche fosse vero sarebbe comunque una probabilità infinitesimale.
     
    ahime’: la probabilita’ che escano 3 teste di seguito e’ proprio 1 su 8 e non e’ per nulla infinitesimale (e’ il 12,5%).se su 3 lanci di moneta ti fossero venute fuori 4 teste quella si’ che sarebbe stata una bella prova dell’esistenza di dio.

  94. Vincenzo ottobre 7, 2007 a 8:59 am #

    > Ero io, Vincenzo, e grazie per il complimento.
    Eri tu?! Interessante, frank, molto interessante…
    > Poi: mi pare di capire che ci conosciamo, ma io non so chi sei.   Per metterci alla pari (come si dice nel poker), presentati(mi)!
    In realtà non ci conosciamo, o meglio ti conosco solo di vista, anch’iosono reduce dal Liceo. Non chiedermi però di farti nome e cognome, mi piace il fatto che la ricercasu google del mio nome non restituisca risultati, voglio vivere e morire nell’anonimato!Magari quando ti ritrovo pe’ la via mi (ti) presento.
    > Spero che non sia una comparsata ma che metterai radici qui, commentando in libertà tutteccouse.
    Probabilmente, per ragioni di tempo, potrò commentare pocheccuose.Certamente continuerò a curiosare tra queste “pagine” come faccio da quando, qualche mese fa, ho trovato per caso questo blog.Questo perché, acidshampo, <font color=”red”>”io adoro”</font> come tratti argomenti anche scomodi e spigolosi con fare tra serio e faceto rendendolipiù “tollerabili” alla lettura, ma più taglienti e aspri ad una riflessione a freddo.Poi sono campanilista (se c’arpenso m’arbolle anche la sonata de campaldino), ed in un internet poliglotta un blog come questo,con commenti che a volte hanno un’inflessione “Chianina”, ce sta come ‘l cacio sui maccheroni. In ultimo per ordine, ma primo per importanza il motovo per cui continuerò volentieria visitare ‘sto blog è che quella bella passera della frank, sempre per rimanerein ambito ornitologico, mi tira l’ucello!  

  95. acidshampoo ottobre 8, 2007 a 8:10 am #

    > ahime’: la probabilita’ che escano 3 teste di seguito e’ proprio 1 su 8 e non e’ per nulla infinitesimale (e’ il 12,5%).Ripeto: 1 probabilità su 8 è infinitesimale. Pensaci bene: è come avere otto cubetti di porfido inseriti in una sacca di juta, sette bianchi e uno rosso pompeiano. Pescare a caso e tirar fuori il rosso pompeiano. E’ chiaro che non uscirà mai.

  96. acidshampoo ottobre 8, 2007 a 8:16 am #

    Grazie Vincenzo dei complimenti. Ma come hai fatto a trovare questo blog su Google? Che cercavi o chi cercavi? Mi fa piacere comunque che questo sitarello ti garbi. Sugli enzimi chianini in effetti sì, penso che certe espressioni dialettali siano da promuovere, non da anestetizzare. Quanto è più bello dire “il mettitutto” invece de ” la credenza”?Oh, se non vuoi dire qui chi sei, almeno fammelo sapere in privato, aloh! La mia email è così composta: acidshampoo, poi la chiocciola, poi email.it

  97. acidshampoo ottobre 8, 2007 a 8:17 am #

    > Ma la delusione è solo un errore di valutazione…no?No, è retorica pure questa, di quella di cui non se ne puole più. Un po’ come: “La colpa non è di Wanna Marchi! Wanna Marchi ha fatto bene! Se la gente sono dei coglioni se lo meritano…”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: