La trappola

26 Apr




-Mi raccomando commissario Chesterton, lasci parlare me e vedrà… l’assassino cadrà senza dubbio in trappola-

L’omino vestito di grigio si accese la pipa, e con il commissario allampanato al suo fianco aprì la massiccia porta di legno che li introduceva nel salotto buono della villa di Old Oaks.

Old Oaks, una splendida tenuta di milioni di ettari nella campagna del Sussex. Un eden ripieno di prati verdi, alberi, giardini, ruscelli, cigni, pavoni, cervi, cavalli, volpi, cani, stalle, rimesse, guardaboschi, guardiacaccia e contadini con un’imponente villa in stile vittorianico piantata nel mezzo.

Tutto questo e molto di più era appartenuto a Lord William Huddington III, e ora nella sala, su divani, divanetti, sedie imbottite, comò e sofà, stavano seduti proprio coloro che erano sospettati di aver tolto dal consesso dei vivi il Lord, durante la notte. -Sospettati?- pensò l’omino in grigio tirando una boccata di fumo
-No no, uno solo è il colpevole, e io ormai ne conosco benissimo l’identità-.

Poliziotti giravano per la casa, rilevavano, sorvegliavano, misuravano, presidiavano, controllavano, roteavano a mulinello nelle mani il manganello.

Invece seduti a semicerchio stavano nel salotto tutti i principali indiziati. Il giovane Henry, figlio del lord, in formazione famiglia con la moglie Antonietta e la figlioletta Henrietta, l’anziana zia Martha, sventagliante un ventaglio cinese, il fratello, Professor Wilbur Huddington, rettore della Scottish Ginger Ale University, Miss Peckworth, col cappello giallo e il suo odioso retriever-terrier, il maggiordomo Regis, ritto e sacrale in un angolo, Perkins, il giardiniere, avvilito e gettato su una seggiola, e la provocante Mademoiselle Canard, con l’immancabile vodkatonic artigliato dalle lunghe unghie smaltate di rosso.

Il commissario Chesterton introdusse alla coscienza dei convitati presenti l’individuo incarnato dall’omino in grigio appellandolo come Mister Edward Masters Prick, uno dei più grandi investigatori del mondo.

-Il più grande investigatore del mondo- lo corresse l’omino, con un’occhiata obliqua da sotto il cappello grigio. -Molto piacere. Mi presento: sono Edward Masters Prick, il più grande investigatore del mondo- ribadì l’omino ai presenti.

Il clan degli Huddington si mosse a disagio lanciandosi occhiate tra le sottounità. Familiari, parenti, amici, e dipendenti da una vita.

-Questo caso in realtà è banale- sospirò l’omino guardandosi intorno sdegnoso. Tese la tela del panciotto infilando le mani nei taschini sul davanti, e con la pipa tra le labbra cominciò a camminare impettito avanti ed indietro, dando l’impressione di una piccola locomotiva, parlando in maniera poco comprensibile perché teneva i denti stretti sul bocchino. -Ma andiamo con ordine: voi tutti eravate ieri sera a cena assieme all’ucciso, e lui era ancora vivo, voi tutti eravate nella casa durante la notte, e la mattina odierna l’ucciso è stato trovato ucciso. Il colpevole è tra voi, e io, grazie al mio prodigioso ingegno, ne svelerò l’identità in pochi minuti. Sempre che l’assassino non voglia dichiararsi subito per evitare di far perdere tempo a tutti noi…- sogghignò sarcastico Edward Masters Prick.

Silenzio generale e altre occhiate inquiete.

Poi a sorpresa il professor Wilbur Huddington si alzò in piedi, in tutta la sua imponente statura, si grattò la lunga barba bianca come a soppesare qualcosa, reclinò la testa in avanti prendendosi la base del naso tra l’indice e il medio della mano destra, sollevando così gli occhiali, e scoppiò a piangere come una vedova islamica.

-IO! SONO STATO IO!- gridava piangendo e ripetendo
-IO! Disgraziato delinquente che non sono altro! Ho ucciso mio fratello!-

Due agenti gli si fecero immediatamente ai lati e lo immobilizzarono per le braccia.

L’investigatore si fermò. Nervoso e un po’ meravigliato chiese -La vittima era suo fratello?- poi si riscosse
-Questo non cambia niente, signore, non è stato lei. Non so perché voglia difendere l’assassino, ma non può essere stato lei. Lei ieri sera al momento dell’omicidio era in biblioteca.-

-In biblioteca?-
chiese Miss Martha -Ma IO ero in biblioteca, e non lui. Ero con Miss Peckworth, a giocare la nostra usuale partita di polo!-. Il cappello giallo della Peckworth andò su e giù in segno d’assenso e confermò
-Eravamo sole, in biblioteca.-

-Come? Ma questo è impossibile! Che diamine state tramando tutti quanti assieme? L’assassino comunque, si sappia: è lui!-
indicò Henry, che sbiancò -E’ lui. Che ieri scoprì che la sua amante, ovvero lei…- e indicò l’avvenente e imperturbabile Mademoiselle Canard -…era anche amante della vittima! Sì! Lo so che al vecchio laido piaceva farsi legare da giovani donne vestite da stalliere. Ma questo, lui…- indicò di scatto ancora Henry -…non poteva sopportarlo, così si recò di notte a prendere l’attizzatoio del caminetto di questo stesso salotto, dove però fu scorto dal maggiordomo…- e indicò Regis, che alzò un sopracciglio -…e se ne conquistò la complicità promettendo di non rivelare a nessuno di essere a conoscenza del sordido rapporto che da tempo consumava di nascosto con quest’altro invertito!- e terminò con enfasi e quasi senza fiato indicando Perkins, il giardiniere. Perkins si afflosciò ancora di più sulla sedia mentre l’odioso caniccio della Peckworth, irritato, aveva cominciato ad abbaiare. Tutti erano attoniti e anche l’impeccabile Regis, per la sorpresa, si dovette appoggiare alla pendola.

Henry si riscosse e si alzò in piedi. Paonazzo in volto urlò -Ma che diavolo va farneticando? Io e la mia famiglia non eravamo neppure qui, ieri sera, siamo arrivati alla tenuta stamattina! E lei…– indicò Mademoiselle Canard -…non è l’amante di nessuno! Maledetto imbecille! Lo sanno tutti che è impotente!-, la Canard annuì grave.

-E il maggiordomo e il suo amante?- chiese Prick un po’ disorientato.

-Ma quale amante! Ma se sono stati castrati da piccoli! Ma che investigatore è lei? Ma come si permette di venire in questa casa a dire simili sciocchezze? Per di più mio padre non è stato colpito da nessun attizzatoio, ma da un candelabro! Commissario Chesterton! Pretendo che quest’uomo insulso e arrogante se ne vada immediatamente e non rimetta mai più piede ad Old Oaks!- terminò Henry inferocito.

Edward Masters Prick se ne stette impalato, il volto impenetrabile e imperturbabile, poi si girò e si rivolse al commissario -Old Oaks, commissario? Non siamo a White Chapel?- ruotò il capo verso i presenti passando con gli occhi da uno all’altro
-Ma allora chi diavolo è questa gente?-

E, capito l’equivoco, scoppiò in una sonora e squittente risata, in un crescendo fino a che delle lacrimucce gli rigarono le gote, dal ridere. Appena il fiato lo consentì ravvivò con un tiro la brace della pipa e disse -Chiedo umilmente scusa a lorsignori tutti, evidentemente si è trattato di un madornale e divertente incidente con la mia agenda, che è piena di impegni- e continuò a ridacchiare. Si rivolse agli agenti che tenevano stretto il professor Huddington -Su su, signori. Lasciatelo! Non avete capito che è stato tutto un errore? Eh eh eh…- e avviandosi verso la porta
-Forza commissario Chesterton! Andiamo, presto! Che la fuori c’è gente uccisa di continuo e tanti assassini a piede libero, abbiamo già fatto perdere tempo a sufficienza a questi gentiluomini, f
accia preparare la vettura!-

Lasciarono la sala ammutolita e ancora inquieta, e mentre il commissario apriva ossequiosamente lo sportello al geniale omino, si udiva ancora la voce petulante di Prick, che andava a sparire dietro i vetri dell’automobile
-Commissario Chesterton, presto, a White Chapel! Commissario Chesterton, avete con voi l’incartamento dell’Interpol su quei due sodomiti? Commissario Chesterton, le ho mai raccontato di quando risolsi il caso più intricato del secolo? Quello del Mandarino e del gatto di giada: dunque, eravamo in treno, e il cameriere era orbo da un occhio, quand’ecco qualcuno tirò il freno di emergenza…-



GB

Annunci

36 Risposte to “La trappola”

  1. Rouge aprile 26, 2007 a 2:19 pm #

    E così viene fuori che dietro l’imperturbabile GB si nasconde un irriverente Sir Arthur Conan Doyle… BRAVO, m’è piaciuto!

  2. frank aprile 27, 2007 a 12:37 am #

    GB, ma lo guardi mai in televisione l’Ispettore Barnaby? Ma che te lo
    chiedo a fare, posso scommetterci che anche te lo guardi e ti piace.
    Comunque la cosa più bella di questo bellissimo racconto, secondo me,
    sono i nomi dei personaggi. Da Edward Masters Prick, alla Scottish
    Ginger Ale University.
    ps. m’è venuto in mente uno scrittore che mi piacerebbe sottoporti.
    Questione amletica: lo nomino, o aspetto una ricorrenza per
    regalartelo? Lo nomino, il che costa meno, e poi magari il regalo non
    ti piaceva: P.G.WODEHOUSE. Dei mille titoli che ha partorito, io ne
    conoscerò sì e no 4. Dal mio piccolo, ti consiglio “Lampi d’estate”,
    che magari è bello come lo ricordo.

  3. mato aprile 27, 2007 a 2:45 am #

    ho appena finito la seconda serie di prison break.. MO ATTENZIONE CHE POTREI SPOILERARE.. DO NOT TRESPASSING.. MINCHIA.. forte perplessità.. no, devo dire avrei preferito si chiudesse tutto.. eventulamente riaprire con la terza serie, partendo da una situazione diversa che riprendesse alcuni elementi seminati qua e là.. ma cazzo, così non c’è pace e non c’è un attimo di respiro.. è evidente che l’idea iniziale era due serie.. al successo, si è deciso di passare a tre e allora via che si sono scatenati a creare i presupposti.. penso che se la prima serie fosse l’evasione, la seconda la fuga, la prossima sarà la sventazione/sventamento (insegnatemi) della grande cospirazione.. insomma, indagare e combattere i cattivoni.. (anche se la roba relativa a sucre avrebbe dovuto davvero essere conclusa).. non so quanto possa reggere altre ventidue puntate.. confido in grosse idee ma non vorrei che tutta la serie venga bruciata.. sarebbe il caso di accontentarsi dell’ottimo prodotto e poi passare ad altro, ma si sa come gira..

  4. GB aprile 27, 2007 a 9:28 am #

    Oh Rouge, son contentone che ti sia piaciuto! Sir Conan Doyle? Magari, tra l’altro darei una zampa per essere fatto baronetto. E diverrei Sir GB lo zoppo.

  5. GB aprile 27, 2007 a 9:39 am #

    Di dirò frank… mi prendi completamente in contropiede! Sia su Barnaby che su Wodehouse. Però stai sicura che segno, mi riprometto di, memorizzo, archivio… che ai tuoi consigli ci tengo visto che spessissimo mi son trovato a condividerti gusti e giudizi letterari e cinematografici.
    Non so come sia Barnaby, ma mi piace particolarmente l’investigativo, il giallo classico. Colombo, la Christie e compagnia bella. Il classico così classico che diviene quasi da solo parodia di se stesso. Recentemente davano Monk, che non mi dispiaceva…

  6. acidshampoo aprile 27, 2007 a 11:39 am #

    Mato, io sinceramente ci speravo tanto in una terza serie. Due serie, una di evasione e una di fuga… no, per me mancava troppo una triangolazione per rendere Prison Break un cult. Sarà che ho una gran stima delle cose in tre parti! Credo anch’io che la terza stagione sia dedicata allo smantellamento della Compagnia. Comunque tutto possiamo dire, meno che i motivi per la terza stagione appaiano tirati per i capelli. Le premesse per questa terza si sviluppano da tanto tempo e appare completamente fusa col resto. Quello che mi fa tremare le gambe è la componente sci-fi ventilata, che non vorrei fosse un passo più lungo della gamba e snaturasse la serie. E poi non vorrei percepirla come gemella della prima serie, vista l’ambientazione carceraria. Per il resto, grande stima e fiducia in Paul Scheuring.

  7. acidshampoo aprile 27, 2007 a 11:43 am #

    GB, bellissimo racconto e filologia semplicemente perfetta, ma non senza momenti eccentrici e bizzarri dei tuoi. Poi conta che uno dei pochissimi libri che ho letto è stato Dieci Piccoli Indiani di Agatha Cristie, perchè dopo La Lunga Marcia volevo un altro “bodycount”, che poi è uno dei miei sottogeneri preferiti nel cinema. Mi piace questo GB alla Zelig (nel senso di Woody Allen), che si mimetizza perfettamente in stili e mondi diversissimi, ma porta sempre degli ioni del suo mondo interiore.

  8. ilmarinaio aprile 27, 2007 a 12:24 pm #

    grande, GB!  ma lo capisco, l’investigatore, se si è
    sbagliato.  in tutte le ville inglesi ogni tanto viene ammazzato
    uno.  ogni ammazzato ha un fratello, un’amante, un odioso
    maggiordomo, un figlio, un’amica col cane, etc, etc.  in effetti
    la popolazione inglese è composta da vecchi, figli, maggiordomi,
    amiche, proprietarie di cani:  tutti per forza rientrano in queste
    categorie.  gli inglesi nascono figli, diventano maggiordomi,
    magari hanno anche un periodo da investigatore, uno da fratello, e
    muoiono solo quando diventano vecchi e ricchi, proprietari della
    villa.  è un’antica tradizione sassone.

  9. mato aprile 27, 2007 a 1:41 pm #

    sai acid.. forse hai ragione.. la colpa del mio atteggiamento verso una terza serie deriva dal modo in cui ho guardato la seconda: me la sono fattta fuori in meno di dieci giorni.. sono arrivato a vedere anche 6 episodi al giorno.. ed ora sono stremato.. e vedere che (SPOILER SPOILER SPOILER SPOILER) siamo ancora da capo ti lascia un po’ di merda.. anche se l’immagine di bellick mezzo nudo e rantolante è da manuale.. e poi c’è un’eventuale (quasi sicura direi) conversione di mahone che mi intriga (del resto era troppo bello perchè stesse tra i cattivi.. come kellerman insomma.. che sento dire potrebbe non essere morto)..

  10. frank aprile 28, 2007 a 1:42 am #

    >Di dirò frank… mi prendi completamente in contropiede! Sia su Barnaby
    Ah sì? Qui
    il link alla scheda del telefilm, che però non credo sia in
    programmazione attualmente. Roba assoltamente low-profile e
    anti-trendy, altro che Prison Break.>che su Wodehouse.
    Te lo presterò. Ripeto, se è ancora bello la metà di quanto mi piacque
    all’epoca (parlo del ginnasio però), il piacere è garantito. Credo che
    sia noto a pochi fuori dall’Inghilterra, ma quelli a cui piace tendono
    a rimanerne fissati e a collezionarlo tutto. Ci sarà un perché.
    ps. come ho fatto a mettere il link senza apposito tasto? Vediamo se Acidshampoo indovina.

  11. frank aprile 28, 2007 a 1:43 am #

    Ah no, non ha funzionato. Il link andava a parare qua:
    http://www.la7.it/tv/programmi/dettaglio.asp?id_program=16600

  12. acidshampoo aprile 28, 2007 a 4:40 pm #

    Mato, però conta che non è che sia tutto da ricominciare. Tutto si può dire tranne che si sia ristabilito uno status quo. E conta che Lincoln libero e la Reynolds fuori dai giochi non sono dei dettagli trascurabili. Per me è successo come Marra aveva previsto sarebbe successo dopo la caduta di Hogan in Magico Vento. Fuori il nemico principale, si scopre che questo era solo una pedina di qualcosa di assai più grosso. E si sono mischiate le carte in tavola, qualcuno è rimasto dentro, qualcuno fuori, qualcun altro s’è levato (forse) dal numero dei vivi. Secondo me questa terza serie sarà perfettamente fusa col resto e la trilogia (se trilogia sarà) sarà compatta e plastica. Incrociamo le dita.

  13. GB aprile 28, 2007 a 5:34 pm #

    Ma infatti marinaio! Concordo appieno. In sintesi possiamo dire che l’Inghilterra, prima di tutto, è un’immenso Cluedo.
     

  14. GB aprile 28, 2007 a 5:38 pm #

    Frank, di Barnaby ho presente la reclàme su la7. Essendone spesso fruitore. Ma sai quando lo danno?
    Wodehouse lo cercherò in libreria. Che non sono compulsivo in nulla, ma i libri mi piace averli. (salvo poi perderli in men che non si dica)

  15. frank aprile 28, 2007 a 7:18 pm #

    Ora come ora non è in palinsesto. Quanto ai libri, sono d’accordo con
    te. Anche quando li leggo prestati, poi me li compro per averli lì.

  16. infrarosa aprile 28, 2007 a 8:56 pm #

    bigia bravissimo, mi unisco al coro di giubilo! l’ho potuto leggere soltanto ora…

  17. caramelleamare aprile 29, 2007 a 9:03 am #

    gb ma come fai a scrivere ste cose cosi lunghe? io non ce la farei mai, bravo

  18. frank aprile 29, 2007 a 1:36 pm #

    GB, il feeling che hai con la7 è ben ricambiato: il video di lancio di
    questa prossima trasmissione sembra fatto per te (e per i tuoi
    legionari tuttifrementi):
    http://www.la7.it/news/videorubriche/dettaglio.asp?id=1226&tipo=22
    (dice che il video ce lo fanno vedere solo da domani, maledetti)

  19. Daiana aprile 29, 2007 a 8:55 pm #

    Questo racconto m’ha fatto venire in mente la mi nonna e il suo amico al zheimer… è stato davvero commovente. grazie GB.

  20. Blimunda maggio 1, 2007 a 4:11 pm #

    Con ritardo, ma bisogna dirlo: grande GB!! Mi ha piaciuto un sacco…>Questo racconto m’ha fatto venire in mente la mi nonna e il suo amico al zheimerAllora anche la tua nonna va matta per questo tedesco????——Ma che captcha è??? DOLORE?????? Sapevo che non dovevo alzarmi oggi…

  21. acidshampoo maggio 1, 2007 a 4:42 pm #

    >>Questo racconto m’ha fatto venire in mente la mi nonna e il suo amico al zheimer> Allora anche la tua nonna va matta per questo tedesco????Fra tutte le sciagure del mondo, TUTTE, tu stai scherzando sull’unica che a me mi piglia il magone di scherzarci sopra anche alla lontana. Occhio, brasiliana.

  22. GB maggio 2, 2007 a 1:40 pm #

    Grazie dell’apprezzamento e supporto, o gentilissimi infrarosa, caramelle, daiana e, ultima ma non ultima, blimunda!
    Caramelle: hai messo il dito nella piaga. Sono malato di logorrea. Scrivere cose più brevi mi rimane difficile. A meno di non usare la tecnica della sintesi assoluta.
    Esempio:
    Titolo:Racconto apocalittico
    Svolgimento: Il mondo fu.
    Fine

  23. GB maggio 2, 2007 a 1:48 pm #

    Ho visto la presentazione della trasmissione, frank.
    Mi pare interessante, e in effetti credo possa andare incontro ai miei gusti. Anche se quando ascolto la logica che usano spesso certi islamici per esporre certe loro motivazioni (è questione legata a retorica, sofistica e antropologia, non xenofobia) mi si grippa il cervello. Con subitanea incazzatura e fumo nero che esce da nari e vari orifizi del capo.

  24. Daiana maggio 2, 2007 a 9:52 pm #

    stai scherzando sull’unica che a me mi piglia il magone di scherzarci sopra anche alla lontana.Essendo che può essere trasmessa geneticamente io mi porto avanti con il lavoro e  inizio a sdrammatizzare fin da subito.

  25. Costa maggio 5, 2007 a 6:34 pm #

    GB, permettimi il ritardo… O non permettermelo, come vuoi tu. Fatto sta che sto “coso” scritto qui sopra mi è piaciuto!! E molto!! Pensa poi che stravedo per i racconti di Agatha Christie e il giallo in genere, e che il mio secondo concorso l’ho vinto con un racconto dell’horror..
    Chi ti ha chiesto come fai a scrivere cose così lunghe?! Pensa che alle medie mi servivano 6 fogli protocollo pieni e alcune ore extra in più per finirlo, correggerlo e copiarlo. Anzi no, lo scrivevo e basta, la fase B e C le saltavo in tonso sennò non facevo in tempo proprio. Ah che tempi!!
    Da un po’ sono in crisi di astinenza.. ho poco tempo di leggere ma se qualcuno mi consiglia un bel libro magari giallo -non solo in copertina 🙂 – non guasterebbe! Grazie!

  26. DEATH 13 maggio 5, 2007 a 7:55 pm #

    @ COSTA
    “ho poco tempo di leggere ma se qualcuno mi consiglia un bel libro magari giallo -non solo in copertina 🙂 ”
    JEFF LINDSAY – LA MANO SINISTRA DI DIO
    TIM WILLOCKS – IL FINE ULTIMO DELLA CREAZIONE
    IN ALTERNATIVA…
    FELICE CACCAMO – FRITTURA GLOBALE TOTALE
    SALUTI
    MARRA

  27. acidshampoo maggio 5, 2007 a 8:04 pm #

    Frittura Globale Totale è uno dei pochissimi libri che ho letto e dire che l’ho amato alla follia è dir poco. Non è il solito libercolo del comico televisivo di turno che ripropone i suoi tormentoni, ma Frittura Globale Totale ha una dignità propria e il ritratto di Felice Caccamo che ne esce è affascinante, complesso e monumentale. Lo finisci e vorresti nuove avventure, ne hai urgenza. Imperdibile la sezione sui pesci del golfo di napoli, in appendice.

  28. GB maggio 5, 2007 a 8:30 pm #

    Son contento che ti sia piaciuto, Costa. E certo che permetto! Non essendoci scadenze non ci sono ritardi, e come diceva il terribile Vigo in ghostbusters II: la morte è solo una porta, il tempo è solo una finestra (o giù di lì). Insomma ti scopro amante del giallo classico, e per di più vincitore di concorsi letterari! Ci renderai partecipe dell’opre tue? Son molto curioso, o come dite voi anglofoni: vèri courousious!

  29. ILLESTI maggio 31, 2007 a 9:12 pm #

    Proprio bravo GB.Un plauso anche da me!A presto.

  30. Costa giugno 2, 2007 a 11:49 am #

    >> come diceva il terribile Vigo in ghostbusters II: la morte è solo una porta, il tempo è solo una finestra (o giù di lì).
    Lo hai rivisto di recente? no perchè io non me lo ricordo proprio.. Ogni tanto però mi viene da canticchiare la canzone e mi viene in mente Slimer!!
    Per il resto, entrambe le risposte sono corrette, sono sia appassionato di gialli a la Christie che vincitore di concorsi letterari (e non solo!). Immagino la tua curiosità nel conoscere le opere mie ..  Ma sai, forse l’ho già detto, non appena scrivo/faccio una cosa, ecco che non mi piace più, e ad esempio pensare che una commissione stia valutando e leggendo qualcosa di mio mi mandava in bestia. Poi pensa che alla cerimonia di premiazione per il racconto dell’horror avevano invitato degli attori per interpretare i racconti vincitori: sono vivo per miracolo, anche perchè vi sono state più di una cerimonia nel giro di due settimane se non ricordo male! Se non ci fosse stata mia mamma che di nascosto mi inviava gli scritti io sarei ancora nel letto con la coperta dulla testa dalla paura! Comunque il primo racconto con cui ho vinto era una fiaba, e non so che spazio possa avere ad esempio quassù…
    E poi, a sti livelli, noi very important people ce la dobbiamo anche tirare un po, o no!?
    Quindi se vuoi leggere, paga, paga, paga!

  31. GB giugno 5, 2007 a 12:45 am #

    Badalì! Illesti!Grazie Illesti. Ma quando la finisci quella cosa?A proposito… ieri ho visto la mia prima partita di calcio allo stadio. Tra i momenti comici: un tifoso che insultava il guardalinee con un “badalinee di merda!”.Badalinee?

  32. Gb giugno 5, 2007 a 12:46 am #

    Costa, non ho grandi disponiblità al momento, ma se si tratta di pagare cifre ragionevoli, potrebbe anche vincere la curiosità…

  33. Costa giugno 6, 2007 a 1:10 am #

    Mah GB, per il ‘ragionevole’ è tutto relativo.
    Partiamo dal basso: tu cosa offri?

  34. GB giugno 7, 2007 a 12:59 am #

    No no Costa, comincia col proporre tu. Sono curioso di vedere come tradurresti in pecunia la tua produzione artistica…

  35. xiaoxinwow giugno 7, 2007 a 3:59 am #

    Welcome to our website for you World of Warcraft Gold,Wow Gold,Cheap World of Warcraft Gold,cheap wow gold,buy cheap wow gold,real wow gold,<a href=”Power’>http://www.power-levels.com/“><strong>Power Leveling</strong></a> sell wow gold, …Here wow gold of 1000 gold at $68.99-$80.99  ,World Of Warcraft Gold,buy wow gold,sell world of warcraft gold(wow gold),buy euro gold wow Cheap wow gold,cheapest<strong> Power Leveling</strong> wow gold store … buy euro gold wow wow gold–buy cheap wow gold,sell wow gold.welcome to buy cheap wow gold–cheap, easy, wow gold purchasing.World of Warcraft,wow gold Super …  We can have your wow gold,buy wow gold,wow gold game,world of warcraft gold, wow Gold Cheap wow, Cheap wow gold,world of warcraft gold deal,<a href=”wow’>http://www.power-levels.com/“><strong>wow powerleveling</strong></a> Cheap WOW Gold …Welcome to our website for you World of Warcraft Gold,Wow Gold,Cheap World of Warcraft Gold,wow gold,buy cheap wow gold,real wow gold,sell wow gold, …  Here wow gold of 1000 gold at $68.99-$80.99,World Of Warcraft Gold,buy wow gold,sell world of warcraft gold(wow gold),buy gold wow lightninghoof instock <a href=”Power’>http://www.power-levels.com“><strong>Power Level</strong></a> Cheap wow gold,cheapest wow gold store …  wow gold–buy cheap wow gold,sell wow gold.welcome to buy cheap wow gold–cheap, easy, wow gold purchasing.World of Warcraft,wow gold Super …<strong>Power Level</strong> Wow gold- Gold for buy gold wow lightninghoof instock EU-Server: …wow Gold EU: starting from 84,99?; 3000 WoW Gold EU: starting from 119,99?. wow Gold- Leveling Services: …We can have your wow Gold,buy wow Gold,wow Gold game,wow gold, Cheap wow Gold, Cheap World of Warcraft Gold,<strong>Power Level</strong> world of warcraft gold deal,buy cheap wow gold,Cheap WOW Gold …Here wow Gold of 1000 gold at $68.99-$80.99,World Of Warcraft Gold,buy wow Gold,sell world of warcraft gold(wow gold),Cheap wow gold,cheapest World of Warcraft Gold store …

  36. Costa giugno 13, 2007 a 11:10 pm #

    Due coglioni GB, mi metti in seria-serissima difficoltà. Lo sai che odio ste cose! Ma che lo fai apposta!?
    Beh, volevo svendere tutto per quattro pesetas, ma poi ho detto, magari pensa che siano di scarso valore e non compra. Quindi io inizio con una bella botta, perchè o la sparo grossa o non la sparo neanche. Si fa sempre in tempo a mediare.
    Ok. La mia offerta è la seguente: un weekend io e te. Te ed io. Soli. In una località rinomata italiana OD europea. 
    Ah, t’avviso che farai molta fatica ad incastrare sto weekend con la mia fottutissima vita, quindi in casi estremi estremi rimedi, sarò costratto a rimandare il tutto a tra un anno e mezzo circa. Riesci ad aspettare cotanto tempo?
      

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: