Lupo Solitario

7 Apr





LUPO SOLITARIO





Il cielo di piombo

la pioggia incessante

intorno nessuno.

Insegne fluorescenti

intermittenti, guaste

che friggono gocce di pioggia.

Riflessi distorti

su pozzanghere torbide.

Rumori, fumi, silenzi.

Lui vaga solo

solo da una vita

piangendo lacrime di ghiaccio

insieme alla pioggia nera.

Lo sguardo basso

come un lupo ferito

o forse in gabbia.

Un lupo solitario

solo e dannato

come un angelo caduto

un’anima perduta nel nulla.

E in mano la foto di lei

strappata alla vita.

Maledetti.

Si fa chiamare Nessuno

e Nessuno cerca vendetta.

Ultimi battiti forse

per quel cuore trafitto dalle tenebre.

E’ la morte, la fine

la sua unica amica ormai.

E non ha mai pensato

neppure per un solo istante

di andarsene a fare in culo

sbarbino gasato del cazzo.



Annunci

47 Risposte to “Lupo Solitario”

  1. muma aprile 7, 2007 a 10:30 am #

    ciao! volevo farti i complimenti per il blog, interessante davvero!! *_*

  2. acidshampoo aprile 7, 2007 a 10:52 am #

    Grazie tante Muma e benvenuta da queste parti!Oh, se ti va di scrivere commenti e partecipare ai thread, non fare complimenti… Spero di rileggerti!

  3. Quadrilatero aprile 7, 2007 a 12:27 pm #

    L’immagine di prima mi piaceva di più, ma anche questa ha il suo perché.

  4. acidshampoo aprile 7, 2007 a 12:33 pm #

    > L’immagine di prima mi piaceva di più, ma anche questa ha il suo perché.Anche a me piaceva più l’altra, però alla fine quel personaggio là era derivativo di questo, che ne ha fatti nascere tanti e legittimati altrettanti che già c’erano.Piuttosto: letto l’ultimo Dampyr? Come ti è sembrato?

  5. Quadrilatero aprile 7, 2007 a 1:10 pm #

    > Piuttosto: letto l’ultimo Dampyr? Come ti è sembrato?Già recensito.La storia in sé è carina. Ma speravo in qualcosa di più pesante.

  6. BRACCO aprile 7, 2007 a 2:07 pm #

    Complimenti per la poesia Acid. Me puzza ditti che che sei anche bravino a scriverle. Ma non ci gasiamo troppo…BUONA PASQUA A TUTTO LO SGARGABONZI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  7. acidshampoo aprile 7, 2007 a 9:19 pm #

    Buona Pasqua a tutti, carissimi.Ed ecco a voi un simpatico filmato augurale: http://www.youtube.com/watch?v=N1nKo-F6m18

  8. acidshampoo aprile 7, 2007 a 9:29 pm #

    Wow! Finalmente è uscito il trailer per Halloween, l’attesissimo remake (che remake propriamente non è) del film di John Carpenter ad opera del golden boy Rob Zombie. Dopo il bel La Casa Dei 1000 Corpi e il superlativo La Casa Del Diavolo, da Rob Zombie mi aspetto qualcosa di grosso e di assolutamente personale. Il trailer non è sconvolgente, più per il tipo di trailer in sè che per quello che mostra. Ma sul film ci scommetto tutto. E chi ha un occhio attento può vedere già da ora che il suo stile c’è tutto.Qui il trailer: http://www.youtube.com/watch?v=TxKAkD5uhkQ

  9. Blimunda aprile 7, 2007 a 10:02 pm #

    Il coelhinho da páscoa brasiliano mi ha chiesto di portarvi l’auguri di FELIZ PÁSCOA.

  10. Daiana aprile 7, 2007 a 10:59 pm #

    E’ la morte, la finela sua unica amica ormai
    Lo sbarbino gasato del cazzo è un tipo a metà fra jim morrison e brandon lee ne “il corvo”…. che delusione…. e io che c’avevo creduto

  11. GB aprile 7, 2007 a 11:34 pm #

    Faccio un rapido salto nello sgargabonzi giusto per augurare a tutte le fanciulle e ai fanciulli qui presenti una buonissima e abbondante pasqua. Che è una festa importantissima perchè è risorto coso lì, come si chiama… NOSTRO SIGNORE! Nun te ricordi manco le basi del mestiere!!!
    Vi auguro di spenderla cucchiumando a nocchini uno stuolo di sbarbini viziati e gasati (di quelli che cavalcano nel sole del tramonto con la morte nel cuore e il vento tra i capelli) e mangiando in abbondandanza ovi sodi, ovi di cioccolata, panina con l’uvetta, panina coi ciccioli, panina con uvetta e ciccioli, zuccherini di legno, i salami, lombi e capocolli preparati nell’inverno e giustappena pronti per essere avviati, l’agnello arrosto, l’agnello in bianco, l’agnello in umido, l’agnello alla scottadito, le costolette d’agnello fritte, il coscio d’agnello, l’agnello castrato, la pecora bollita, il capretto, il montone, il capriolo, il daino, il cervo, il muflone, il bufalo, il bisonte, l’uro, e tanti, ma tanti, ma proprio tanti, tantissimi, insomma uno scroscio, una cascata, un alluvione, una tracimazione, un’esondazione di cappelletti in brodo. Di gallina.

  12. carletto aprile 8, 2007 a 1:17 am #

    bellissimo blog, buona pasqua a tutti in special modo al cervello che sta dietro a tutto questo

  13. carletto aprile 8, 2007 a 1:18 am #

    bellissimo blog, buona pasqua a tutti in special modo al cervello che sta dietro a tutto questo

  14. carletto aprile 8, 2007 a 1:19 am #

    bellissimo blog, buona pasqua a tutti in special modo al cervello che sta dietro a tutto questo

  15. carletto aprile 8, 2007 a 1:21 am #

    bellissimo blog, come muma, bacio le mani anch’io…auguri a tutti in special modo al cervello che sta dietro a tutto questo.

  16. acidshampoo aprile 8, 2007 a 1:47 am #

    Grazie Carletto! Dici “cervello”… esagerato! Corpo calloso, pancreas, fegatelli al massimo… Comunque auguri anche a te e bentrovato qui!

  17. acidshampoo aprile 8, 2007 a 1:58 am #

    > è un tipo a metà fra jim morrison e brandon lee ne “il corvo”…. che delusione…. e io che c’avevo credutoAllora ti consiglio uno dei pochi Bonelli che te manca: Brendon. La creatura di Claudio Chiaverotti, dove nella più piena libertà ha dato sfogo a tutta la sua estetica: maledettismo un tanto al kilo, dialoghi che gridano vendetta, storie con lo stampino, anime graffiate in svendita.Comunque Caramelleamare, in tutte le feste in maschera delle superiori, era immancabilmente vestito da Il Corvo. E nemmeno si divertiva con gli altri, ma per fare il personaggio se ne stava in disparte tutta la sera, buttato là in terra, i brividi ogni tanto, rantoli, a ghiacere fra le poltrone, le lattine e il ciarpame di quegli stanzoni.

  18. acidshampoo aprile 8, 2007 a 9:11 am #

    Blimunda, ho appena visto la dodicesima puntata del tuo amato Studio 60 On The Sunset Strip. Gran serie, l’ho sempre detto, ma troppo impegnativa e per addetti ai lavori.Però devo dire che questa puntata m’è piaciuta da matti e questa volta sono pure riuscito a seguirla e a capirci qualcosa. Mi pare qualcosa di simile ad un episodio di svolta, non tanto per ciò che succede, quanto per i toni. Insomma, lo show al suo massimo. Spero che continui su questa onda, perchè per la prima volta ho un hype per la puntata successiva.Al contrario, spero, prego, mi auguro che Prison Break non abbia “saltato lo squalo” (come si dice in gergo). Sono molto preoccupato dalla terza stagione, spero di sbagliarmi. Il finale della seconda è bellissimo, ma molto molto molto rischioso.

  19. Blimunda aprile 8, 2007 a 4:30 pm #

    Però devo dire che questa puntata m’è piaciuta da matti e questa volta sono pure riuscito a seguirla e a capirci qualcosa.Allora fidati di me e preparati per la sequenza delle puntate 13-16, che sono tutte nello stesso livelo. Infatti il hype per la puntata successiva troverai solo nella 13, Studio non è come prison break che hai il ‘bisogno’ di guardare subito la prossima puntata, però io mi sento contenta di sapere che ci sarà un altra puntata. Insomma, questo è uno dei telefilm per me.

  20. acidshampoo aprile 8, 2007 a 8:13 pm #

    ACHTUNG!Ho un’ambasciata per voaltri.Momentaneamente il Marinaio non può aggiornare il suo blog o rispondere ai commenti perchè è offline a causa di un guasto al computer. Martedì, quando riaprono le botteghe, lo porta a riparare e dovrebbe sistemare il tutto in serata.

  21. caramelleamare aprile 9, 2007 a 6:27 pm #

    ho letto l’ultimo di dampyr. come al solito senza patos, soprattutto da quando ho scoperto che magico vento ha tutta un altra camminata. e questo nonostante i disegni davvero stupendi di uno a me sconosciuto: bartolini. e nelle prime 30 pagine manco me n’ero accorto che mi garbavano

  22. acidshampoo aprile 9, 2007 a 9:49 pm #

    Bartolini è uno spettacolo. A me piace un sacco. L’ho conosciuto su Lazarus Ledd, ma passato alla Bonelli è diventato ancora più bravo. Quest’ultima storia, di Cajelli, per non è stata male, ma neanche il massimo. Certo, una storia d’assedio come questa si meritava tutta l’exploitation propria del suo sottogenere. Da un’appassionato cinefilo come Cajelli me l’aspettavo, mentre invece è troppo ragionata e la scrittura è un filo passiva. Le altre prove di Cajelli per Dampyr rivelavano molto più il suo stile, in tutta la sua eccentricità.Hai notato che il personaggio di Jean-luc è William H. Macy? E Bartolini s’è stupito quando ho riconosciuto Patricia Clarkson (Sara O’Connor di alcuni episodi di Six Feet Under) nel personaggio di Paula. Eh sì, come fisionomista, il Gori non se batte.

  23. M.Sturbation aprile 9, 2007 a 10:10 pm #

    Acid ,ma c’era anche quello nella foto negli ultimi video dei Queen?
    Sembra Ridolini affetto da stipsi

  24. Daiana aprile 9, 2007 a 10:11 pm #

    Caramelle vestito da corvo ce lo vedo, tutto intento a fare il personaggio che sta in disparte.  Anche quando anni fa veniva al metropolis  a trovare i suoi amici del mare se ne stava sempre in un angolo del locale, seduto al tavolino meno illuminato, solo con la sua coca media a fargli compagnia. I suoi amici non lo hanno mai saputo che lui era lì.

  25. Daiana aprile 9, 2007 a 10:14 pm #

    La panina io non ho la più pallida idea di cosa sia ma vi informo che la Daiana in questa pasqua 2007 ha mangiato per la prima volta in vita sua il costoliccio. Vuoi vedere che ora divento carnivora?! Gori avverti la Mara che sono diventata normale e non le darò più problemi.

  26. caramelleamare aprile 9, 2007 a 10:18 pm #

    si mi so dimenticato di dittelo: quello lì è W.H.M. L’ho riconosciuto alla terza pagina

  27. lukes aprile 11, 2007 a 12:45 pm #

    Bella. mi piace molto.
    🙂

  28. acidshampoo aprile 11, 2007 a 1:26 pm #

    Grazie Lukes!

  29. caramelleamare aprile 11, 2007 a 5:27 pm #

    gori, alla seconda parola di questa poesia gia piangevo

  30. acidshampoo aprile 11, 2007 a 8:00 pm #

    > gori, alla seconda parola di questa poesia gia piangevoMa infatti era dedicata alle anime screpolate come te. “Da quando ascolto Jim Morrison non ho più paura di morire.”

  31. lukes aprile 13, 2007 a 3:21 pm #

    Figurati.. ogni tanto passo e quando trovo qualcosa che mi colpisce in modo particolare te lo dico….. 🙂

  32. frank aprile 15, 2007 a 12:00 pm #

    Bella poesia, me la ricordavo bene dai tempi in cui me la facesti
    leggere, che poi erano i tempi in cui si frequentava P.M., oggi noto
    scrittore di successo e candidato di lusso al prossimo Premio Alter Ego
    per la scrittura alternativa, e io questo lupo solitario me lo
    immaginavo con la sua faccia, e la lei della poesia me la immaginavo
    con la faccia della sua lei…

  33. frank aprile 15, 2007 a 12:12 pm #

    >letto l’ultimo Dampyr? Come ti è sembrato?
    Che, “Occhi di gelo”? A mio parere raggiunge la sufficienza, ma vola
    estremamente basso (e sicuro) quanto a idee, tensioni, emozioni. Happy
    ending non liberatorio ma dovuto, come nelle melodie di Sanremo. Dopo
    tante location da avventurieri, suggestive di per sé, ci voleva un
    guizzo e un po’ più di lavoro per renderci suggestivo un aeroporto
    chiuso in una tormenta canadese, ma si poteva fare, come no! E te Acid
    che ne pensi?

  34. acidshampoo aprile 15, 2007 a 1:05 pm #

    Anche io non sono impazzito per l’ultimo Dampyr. Il fatto è che da Cajelli mi aspetto troppo di più. Lui è come me un fan del cinema di genere anni ’70, e uno che ha scritto “Pulp Stories” e “Milano Criminale” non può sprecare un’occasione come questa. Una storia d’assedio è un sottogenere che si fa da sè, che da libero campo a tutta l’exploitation possibile, alla claustrofobia, agli psicodrammi, ai giochi al massacro, al bodycount. Mentre quella che ho letto è una storia potabilissima ma abbastanza passiva, che da un Cajelli non mi aspetto di certo.

  35. acidshampoo aprile 15, 2007 a 1:07 pm #

    > Bella poesia, me la ricordavo bene dai tempi in cui me la facesti leggereInfatti è di una vita fa. La pubblicai sull’ultimo numero di PCZeta, quando m’occupavo della posta. Che tempi.

  36. caramelleamare aprile 15, 2007 a 3:56 pm #

    boh io non lo so, sto dampyr me sta un po annoiando. o provo a rileggerlo daccapo e vedere se m’arrivsa una vfisione d’insieme diversa oppure me ce vole uno sviluppo concreto del mondo che ha costruito nel primo terzo della serie. perche ora che ho letto 55 numeri di magico vento, so per certo che una cointinuiti serrata è quello che mi ci vuole per farmi un fumetto interessante. al di la della qualita delle singole storie

  37. acidshampoo aprile 15, 2007 a 4:16 pm #

    Ma te Caramelle oltretutto i Dampyr non li hai letti uno al mese, ma uno via l’altro e pure di recente, quindi ti sconsiglierei assolutamente di perdere tempo a rileggere tutto in blocco, che tanto già l’hai fatto. Accetta la serie per quello che è, che non è poco. E sì, certo, al di là dei singoli episodi (quasi tutti di assoluto pregio) potrebbe essere molto più eccitante e accattivante nell’insieme. Comunque mi aspetto grandi cose dalla trilogia di Jan Vathek che inizierà fra due mesi. Secondo me ci scappa il morto.Comunque, quanto a continuity serrata, penso che il miglior esempio sia Gea.
    > so per certo che una cointinuiti serrata è quello che mi ci vuole per farmi un fumetto interessante. al di la della qualita delle singole storieOcchio però! C’è l’eccezione Napoleone!

  38. frank aprile 16, 2007 a 9:50 am #

    Napoleone mi manca… Passa il tempo, le altre serie scorrono, e quella
    più bella di tutte, più matura, meno nerd, semplicemente non c’è più.
    Per fortuna ho ancora parte della serie da recuperare nelle bancarelle.
    Ma sul serio, se ci ripenso il Napo lo vedo una spanna sopra al resto,
    se non altro perché come si rivolgeva al pubblico. Il fatto che
    sopravvivano altre cose forse mi getta un’altra luce sul lettore medio
    di fumetti…

  39. acidshampoo aprile 16, 2007 a 10:33 am #

    Anche a me Napoleone manca, però la sua conclusione al 54esimo numero mi è apparsa del tutto naturale e morbida. Certo, avrei preferito che non chiudesse, ma mi girano assai più i coglioni per l’interruzione (anzi le mille interruzioni) della saga di Ken Parker. E l’idea di Berardi & Milazzo che dicono sempre di volergli dare una fine, salvo poi entrare in conflitto con le troppe prudenze degli editori. Ma che palle! Perchè gli editori devono essere sempre e solo coraggiosi e generosi, mentre gli artisti liberi e prezzolati. Vedi la Panini, che ha solo fatto ristampe, e che richiedeva legittimamente qualche numero test per sondare il terreno prima di un’effettiva ripresa della serie. E di nuovo Berardi & Milazzo hanno trovato un’occasione per deludere le attese del loro pubblico, annunciando all’ultimo momento che, di nuovo, non se ne sarebbe fatto di niente. Se poi guardo Julia, che ha raggiunto da qualche mese la centesima uscita, e penso che avrebbe potuto essere Ken Parker…

  40. caramelleamare aprile 16, 2007 a 10:59 am #

    Occhio però! C’è l’eccezione Napoleone!si, non c’avevo pensato. pero cmq non è che napoleone ho volgia di leggerlo uno dietro quell’altro per sapere che fa. penso che sia un capolavoo di fumetto e che nonostante le storie indipendenti sia in grado di creare un atmosfera riconoscibile e palplabile dall’inizio alla fine. non so perche ma in un certo senso ci vedo quasi un progetto generale piu che una somma di singole storie. per dire, demian che dovrebbe essere un concept-fumetto mi sembra parecchio piu slegato e ogni numero nella i tsta fa storia a se senza minimamente riuscire a creare una continuiti mentale alla napoleone. che è molto piu efficace di quella puramente narrativa. magico vento invece direi che è il mix perfetto di continuiti d’atmosfera e narrativa.

  41. acidshampoo aprile 16, 2007 a 1:25 pm #

    Demian è veramente poca roba (roba di Ruju, d’altronde) e su quello non si discute. Però, se un merito ce l’ha, t’arriva proprio dallo sguardo d’insieme del progetto. Mi riferisco ad una continuity discreta eppure presente e molto ben bilanciata. In questo, l’esatto contrario di Brad Barron. Vedi per esempio i due nemici principali che ritornano, ma anche l’ultimo numero che spiega le origini del protagonista. Penso che arriveremo al diciotessimo numero con una percezione di assoluta completezza del tutto. Niente di eclatante, sia chiaro, però in tal senso è stato pensato bene.Sulla descrizione di Napoleone, concordo parola per parola. Comunque punto tantissimo su Pollock, la cui uscita è rimandata e sembra che dovrà cambiare nome per un fatto di copyright sull’omonimo pittore. E pare che il nome cambi in Dix (meno bello), in riferimento al pittore Otto Dix. Comunque Pollock come pittore lo detesto, mentre Otto Dix m’è sempre piaciuto un sacco.

  42. caramelleamare aprile 18, 2007 a 11:02 am #

    ma io in questo senso a demian gli critico la mancanza di un qualcosa che lo renda riconoscibile, personale. anche se come progetto è sceneggiato bene, equilibrato e la continuiti è gestita bene, la percezione che ne ho io è cmq di singole storie senza un collante che faccia da tredunion. bb invece l’ho percepito come una serie migliore da uesto punto di vista, ma vai a capì perche..

  43. acidshampoo aprile 18, 2007 a 11:29 am #

    Però conta che in Brad Barron la continuity è in soli 4 numeri: il primo e gli ultimi tre. Praticamente c’è un breve prologo e un epilogo dalla preparazione lunghissima ma alla fine affrettato (e involontariamente comico). E in mezzo c’ha messo quello che gli pareva, un po’ a casaccio. Insomma come continuity è parecchio sbilanciato, anche se di qualità ben superiore a Demian. Demian ha dalla sua una continuity molto più omogenea, seppur discreta. Comunque occhio a non travisare dalla continuity alle storie: Demian NON è sceneggiato bene!Certo, è abbastanza meglio di quanto Ruju abbia fatto su Dylan Dog… ma lì ci vuole poco…

  44. caramelleamare aprile 21, 2007 a 9:20 am #

    gori non so che ditte, a me m’hanno fatto st effetto qui. brad barron coninuity ok, demian continuity no. poi lo sai che col tempo aggiusto la mira da solo

  45. acidshampoo aprile 21, 2007 a 10:41 am #

    Lo so, lo so. Ne è passata di acqua sotto i ponti da quando m’aggredivi con giudizi dogmatici a cui poi io dovevo dare un senso. “L’ultimo numero di Ken Parker mi fa venire in mente la sigla 48q7y… può essere?”

  46. frank aprile 25, 2007 a 2:51 pm #

    >Comunque punto tantissimo su Pollock, […] pare che il nome cambi in DixCerto che la scelta dei nomi dei titolari di serie è spesso e volentieri scoraggiante. Non mi stupirei che parecchi di quelli che dicono “no a me i fumetti non mi interessano” a prescindere, si lasciassero disorientare da questa apparenza di ingenuità e pressappochismo, a volte anglofilo a volte nozionistico. Traccio un bilancio personale, di giudizio volutamente superficiale sui nomi delle serie bonellidi:Dylan Dog (=) effetto neutro solo perché orecchiato da tempoBrendon (-) soprattutto con questa grafiaJulia (+)Napoleone (+) ma all’inizio mi suonava malissimoJonathan Steele (+)Pollock (=) buono ma troppo forte il richiamo al Pollock famosoDix (-) séé, il mio caneTex (+) oramai…Zagor (+)Mister No (+) per effetto vintage italianoMartin Mystere (+)Nathan Never (+) ma entrambi si chiamano come la professione che fannoMagico Vento (-) ma se lo chiamavano Magic Wind mi sparavoGea (-)Dampyr (+) mi sono sforzataDemian (=)Leo Pulp (+)Brad Barron (-)Legs Weaver (=) la prossima la chiamiamo Tette Anderson?Ken Parker (+)John Doe (+) ma poi il nome non c’azzecca col personaggio…

  47. Ale maggio 17, 2007 a 11:20 pm #

    Bel racconto!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: