Sanremo 57 – I giovani

5 Mar






Marco Baroni – L’Immagine Che Ho Di Te
 (Clicca QUI)
 
Voce rincagnata tipo Curreri light. Arriva con la sua chitarrina e ci fa sapere che “la vita senza dirtelo può anche riservarti delle trappole”.
Per la serie: siete avvertiti. Un cantante utile. Poi se ne
va, accigliato a dovere, capo basso a camminare. La
canzone dà un’ansia della madonna, facendoti
intuire eternamente un ritornello che però non è in
dotazione.



Voto: 6 e mezzo





Patrizio Bau – Peccati Di Gola (clicca QUI)
 
“In amore è naturale, liberare l’animale”. Puro Sanscemo anni ’90, ai tempi in cui vinsero Santo E Le Madonne con La Latitanza. Canzone allusiva insopportabile, scumunicata da un vescovo tal dei tali. Quando è arrivata a dire “frizzola la lingua in bocca, che acquolina ho”, gli avrei fatto azzerare ad effetto immediato i punti della Esso. Col cazzo che questa gente si merita i trolley della Roncato!



Voto: 4 e mezzo




Stefano Centomo – Bivio (clicca QUI)



Un
uomo senza il dono delle vocali. Si presenta al piano, ma dopo un finto
attacco d’intimismo il pezzo si fà
totalmente Sanremese, sullo stile del figlio d’arte
Maurizio Lauzi. Strasentito e di maniera. Il pianoforte ormai l’ha
noleggiato e lui lo manovra, ma solo per doveri contrattuali.



Voto: 6





Pier Cortese – Non Ho Tempo (clicca QUI)


E arriva questo pirulino
qui, fresco fresco, con quel cappellino vispo che glielo
farei volare volentieri. C’ha la faccia da furbetto, di
quelli ansiosi di ostentare il proprio menefreghismo
per Sanremo (“sono tranquillissimo”), ma però ci partecipano. Il testo dice la parola “pisciare”, quindi è probabile che si tratti di un drogato.



Voto: 7





Romina Falconi – Ama (clicca QUI)



Fai
la media ponderata di tutti testi sull’amore di canzoni
Sanremesi ed esce questo pezzo. Stessa cosa se fai la media delle
note di quei pezzi, tolti ovviamente i fa minore. La tipa svisa,
ammicca, impazza. Da come Baudo le fa le feste, ha tutta l’aria di
essere una raccomandata.



Voto: 5 e mezzo





FSC – Non Piangere



Trattasi
del gruppo che apre i concerti di Battiato. Ma fortunatamente lo stile
è tutt’altro rispetto ai progetti del tronfio
lobotomizzato. E allora sarà un capolavoro? Beh, diciamo una
canzone che può ricordare un Daniele Groff ma con meno
personalità, il che è tutto dire.



Voto: 6





Sara Galiberti – Amore Ritrovato (clicca QUI)



Voce
potente e appena appena graffiata, che può ricordare quella di Mia
Martini. Il problema è che la canzone è a dir
poco letale, una milonga argentina stantia, senza guizzi
nè anima. Un progetto-passione imbarazzante. Lei ha dichiarato: “Scrivo poesie e testi, ma per ora li tengo per me”. Obbrava!



Voto: 5 e mezzo





Grandi Animali Marini – Napoleone Azzurro


Pezzo già reperibile in rete prima del Festival, col titolo di Mille Piccoli Cavalli.
Una canzone pop facile facile, con qualche ambizione nel testo,
che però non si capisce di che tipo. Vuoi fare il menestrello? Lo
strano? Il puro? Allora scusami tanto, ma ti tagli quei capelli e
non metti le canzoni su internet.



Voto: 5 e mezzo





Khorakhané – La Ballata Di Gino



Cover
band di Fabrizio De Andrè. E già lì mi verrebbe da dire: ma con tanti
cantautori toghi come Gigi Finizio o Tony Blescia, proprio De
Andrè dovete portare in giro? Vabbè. Questo è il tipico pezzo
da voglio-essere-comunista-a-Sanremo. Folk, popolare e pacifista.
A me ha ricordato Il Fonditore di Tony E I Volumi.



Voto: 6 e mezzo





Jasmine – La Vita Subito (clicca QUI)



E’
la figlia di Stefania Rotolo e del ballerino nero come si chiama. Uno
si aspetta la solita mulatta con la canzone da negra, e invece trova
una con meno tecnica e un po’ più personalità del minimo sindacale, il
che non guasta. Ha pure una sobrietà e una genuina simpatia
che sulle prime non mi aspettavo. Un’onesto pacchetto pop.



Voto: 6 e mezzo





Elsa Lila – Il Senso Della Vita (clicca QUI)



Un
altro pianeta. Io non vado matto per le voci in prima istanza,
difficilmente sono quelle a farmi la differenza (specie in positivo),
però questa donna non ha eguali. Sarà l’intonazione straordinaria,
sarà come incupisce le vocali, sarà l’accento albanese, ma è
davvero affascinante. Poi uno spera che non abbia presenza scenica e ne
ha da vendere. E allora dice: ma sarà una ghiozza! E invece
intervistata dai Gialappi ha dimostrato ironia e intelligenza pari
a loro. La canzone non è indimenticabile, solo un espositore
perfetto per la sua voce particolarissima.



Voto: 8






Mariangela – Ninna Nanna (clicca QUI)



Una
finta ninna nanna che in realtà vorrebbe essere suadente, sculettante
e orientale. Purtroppo inizia con un verso da
sudori freddi: “Ninna nanna ninna oh, questo amore a chi lo do”. La cantante viene dalle basi per gli stacchetti a Striscia La Notizia. Nel ritornello si prende lo sfizio di fare un po’ l’inglese. Avrei gassato mina ne Le Mille Bolle Blu, figuriamoci questa qui.



Voto: 6





Fabrizio Moro – Pensa (clicca QUI)



Una pezzo
necessario sulla mafia e contro ogni tipo di violenza diversa
dallo stupro. Fabrizio fa il finto afono nelle strofe, ma dopo un
minuto sfodera l’incazzatura, impazzisce, si sdinercia e fa
il polemico. Il suo stile è fra il dark e il
valdarnotto, può ricordare un po’ Kafka prima maniera.
Standing ovulation meritatissima.



Voto: 7





PQuadro – Malinconiche Sere (clicca QUI)



Due ragazzi omosessuali di Amici.
Iniziano come Concato, ma è un Concato che desta immediati sospetti, un
po’ troppo yè-yè, con questi due tutti bardati alla moda. E infatti
tempo dieci secondi il pezzo diventa giovane, che in questo contesto è
automaticamente giovanile. Il niente, il vuoto, il vacuo, il cuoco.



Voto: 4



—————————



Compensi delle star a Sanremo:



Pippo Baudo – 750 mila euro

Michelle Hunziker – 1 milione di euro

Penelope Cruz – 250 mila euro

Piero Chiambretti – 40 mila euro



Rimborsi per i cantanti in gara:



Big – 49 mila euro

Gruppi Big – 55 mila euro

Giovani – 16 mila euro

Gruppi Giovani – 21 mila euro



Advertisements

79 Risposte to “Sanremo 57 – I giovani”

  1. chiararey marzo 5, 2007 a 2:57 am #

    Correggo..: la Hunziker s’è beccata, a suo dire, 1milione e 80mila euro, giusto perchè la sua precisione è pure svizzera, e quindi non poteva accettare un ingaggio al di sotto dei due miliardi delle vecchie lire, o del vecchio rinconio, come suggeriva tempo fa il caro rinco (lui un po’ meno però..!) Bonolis..!
    Complimenti per la buona critica..!
    A presto.. KIA

  2. acidshampoo marzo 5, 2007 a 3:58 am #

    Ciao Chiararey! Ma la sai la storia del blocco dei compensi? Fino a qualche giorno prima del Festival sembrava che, per un inghippo legislativo, potessero pagare la Hunziker “solo” 250 mila euro. E lei non è che aveva pensato che ok, è comunque mezzo miliardo. No, per tutta risposta aveva detto che, in quel caso, avrebbe presenziato solo per 2 serate. Roba da matti. Cioè, se a me mi pagassero 250 mila euro, alla sagra della frattaglia presenzierei anche 3 e forse anche per 4 serate.Chiambretti solo 40 mila euro? Praticamente c’è andato gratis rispetto a quest’altri.

  3. frank marzo 5, 2007 a 10:44 am #

    >Khorakhané – La Ballata Di GinoE’ una specie di cosa tarantata? Potrei
    averla intravista, mercoledì sera, quando stazionavo col telecomando in
    mano divisa a metà fra il senso del dovere (“Sanremo DEVO guardarlo, sennò poi di cosa parlo? Almeno un pezzettino, almeno un vestito della Hunziker”) e il senso del mio sé (“guarda
    che bella trasmissione interessante, questa monografia sul CANCRO di
    Gad Lerner. E che bel dossier sulle malattie infettive, sul 3”). Insomma, come un bambino che sa che deve fare il bagno ma non gli piace lavarsi. O come me quando devo studiare matematica.
    Insomma, se era questa cosa tarantata, ne ho pensato: “oh! uguale a Capossela!”

  4. frank marzo 5, 2007 a 11:04 am #

    OFF-TOPIC
    (e forse è un off-topic inutile, magari l’avete già segnalato).Qui un’efficace accurata video-parodia di come si sceneggia “Lost”. Già sottotitolata in italiano da subsfactory.

  5. frank marzo 5, 2007 a 11:15 am #

    >Compensi delle star a Sanremo:[…] Michelle Hunziker – 1 milione di euroPenelope Cruz – 250 mila euro […]
    Trovo che ogni tanto vadano dette anche delle ovvietà, ora me ne incarico io.
    Quest’anno per la prima volta ho pagato il Canone Rai. So che è usanza
    comune cercare di non pagarlo, che in alcune zone d’Italia è
    facilissimo evitare multe e ispezioni, che la legge è formulata che
    pare una gabella medievale (si ritiene condizione sufficiente
    all’obbligo del canone la possessione di qualunque apparecchio
    audiovisivo, anche un pc, anche un lettore dvd). Ma io la televisione
    la guardo, e anche tanto, per cui ho pagato senza scene. Ora però posso
    indignarmi su come vengono usati questi cazzo di soldi? Ma non si può
    fare un’iniezione di cervelli nelle stanze rai, e dare aria agli
    armadi, e abbassare i cachet, e renderla una rete di qualità tutti i
    giorni dell’anno, tale che per selezione naturale a Sanremo ci si
    voglia partecipare per prestigio oltre che per denaro, e se una
    Hunziker non ci sta TANTO MEGLIO? E a quando il prossimo baraccone
    deluxe alla Celentano? L’ho detto prima io che era un’ovvietà!

  6. frank marzo 5, 2007 a 11:31 am #

    >Jasmine – La Vita SubitoE’ vero, bellina lei e la canzone. E poi io
    ho in antipatia quei caterpillar emotivi, che ogni prima volta se la
    scafano con la sicumera di un vecchio, di un morto, e ti sembrano
    mangiarsi ogni situazione per talento naturale. Poi di nascosto in
    bagno vomitano e trattano male la mamma, ma davanti al pubblico la voce
    è salda e il sorriso è totale.
    Questa Jasmine invece era così emozionata, che non sapeva cosa dire
    entrando sul palco, e che ha cantato irrigidita tutto il tempo,
    leggermente stonata, leggermente fuori tempo. Fossi stata al posto suo,
    abbandonata in quel modo dai presentatori, col mio talento per le
    figure di merda, avrei detto all’inizio: “Siete così tanti… laggiù in
    platea… lassù in tribuna… mi sto cacando in mano”.

  7. DEATH 13 marzo 5, 2007 a 12:46 pm #

    ORA CHE SANREMO è FINITO (FINALMENTE!!)….
    POSSO SPERARE CHE STO BLOG TORNI DENTRO ALLE SUE PECULIARITà O MAMAZZO SUBBUTEO??
    MARRA
    PS-FABRIZIO MORO MERDA…LA MERDA VERA….QUELLA CHE SA DI TAPPO…QUELLA CHE UNGE,MA SENZA APPICCICARE…

  8. GB marzo 5, 2007 a 1:18 pm #

    Eggià! Ora che che sanremo è finito spero si torni a parlare del tema principale del blog: la fame nel monto, il risolvimento della succitata coi panini alla frittata o alla soprassata o altri generi alimentari di basso costo, come il pangrattato.
    Oggidì ho visto una processione di processionarie che sarà stata lunga un metroemmezzo almeno. Ho anche scattato alcune belle foto.

  9. acidshampoo marzo 5, 2007 a 1:39 pm #

    > POSSO SPERARE CHE STO BLOG TORNI DENTRO ALLE SUE PECULIARITà O MAMAZZO SUBBUTEO??Aspetta, ancora devo fare un post con le pagelle ai conduttori e un sunto su questa edizione Sanremo in sè e magari anche del Dopofestival, ma di sicuro dovrà seguire i progetti dei cantanti di Sanremo anche dopo Sanremo e poi… no no scherzo, dal prossimo me rimetto in carreggiata!

  10. acidshampoo marzo 5, 2007 a 1:45 pm #

    > Oggidì ho visto una processione di processionarie che sarà stata lunga un metroemmezzo almeno. Ho anche scattato alcune belle foto.
    M’è capitato anche a me, nel brecciolino fra i bastioni e il parcheggio dell’Eden. Facevano impressione. A decine in fila, precisini, metodici, con quei musini a seguire attenti il cul de quello che li precedeva. Praticamente dei piccoli Donati con più peli adosso e meno videocassette.

  11. acidshampoo marzo 5, 2007 a 1:54 pm #

    > Qui un’efficace accurata video-parodia di come si sceneggia “Lost”. Già sottotitolata in italiano da subsfactory.Bello! E sul genere sono assolutamente imperdibili le due puntate di South Park sul segreto degli sceneggiatori dei Griffin. In quelle puntate compare pure Bart Simpson. Si intitolano Cartoon Wars e sono la 10.03 e la 10.04.

  12. acidshampoo marzo 5, 2007 a 2:04 pm #

    > Ma non si può fare un’iniezione di cervelli nelle stanze rai, e dare aria agli armadi, e abbassare i cachetUna cosa mai abbastanza detta: la colpa non è solo della Rai, ma anche e soprattutto di Mediaset, che da sempre ha giocato al rialzo sui cachet. E’ chiaro che con questa concorrenza la Rai si deve mettere alla pari per forza. E alla pari comunque non è mai.

  13. acidshampoo marzo 5, 2007 a 2:05 pm #

    QUI, gag autoconclusiva da South Park, bellissima.

  14. DEATH 13 marzo 5, 2007 a 6:19 pm #

    ” Praticamente dei piccoli Donati con più peli adosso e meno videocassette.”
    CAPOLAVORO DESCRITTIVO GORIANO….
    HO PURE VISTO MENTALMENTE LE PROCESSIONARIE COLA FACCIA DE LOZISSù, TIPO INCREDIBLE CRETURES…..
    ME SO STRAPPATO 5 ADDOMINALI DALE RISE…..
    MARRA

  15. stelly marzo 6, 2007 a 12:12 am #

    mi deludi un po’ con ste pagelle…. e anche certi commenti che albergano sul tuo sito… bah

  16. acidshampoo marzo 6, 2007 a 12:54 am #

    > mi deludi un po’ con ste pagelle…. e anche certi commenti che albergano sul tuo sito… bahPerò puoi essere più precisa, così almeno posso risponderti?In ogni caso mi dispiace, Stelly.Però permettimi: io il verbo “deludere” lo terrei per le grandi occasioni. Personalmente lo evito sempre, perchè ha un retrogusto davvero presuntuoso, come qualcuno che ti giudica dall’alto e possa dirsi “deluso” da te. Tu non pensi?

  17. lozissou marzo 6, 2007 a 2:13 am #

    >ME SO STRAPPATO 5 ADDOMINALI DALE RISE…..
    Anch’io, Marra, anch’io.

  18. mato marzo 6, 2007 a 9:46 am #

    minchia acid, stupisciti di nuovo perchè antonio sa volare..

  19. dj nepo marzo 6, 2007 a 12:54 pm #

    ops, scusate l’interruzione.giro un post appena pubblicato da roberto su ice*pink. vi interessa di sicuro:Il 15 marzo entreremo in studio da Carlo U. Rossi per registrare il
    disco nuovo dei Baustelle. Non chiedeteci quando il cd uscirà nei
    negozi, che non lo sappiamo ancora. Tenete d’occhio sito e myspace,
    perché questo diarietto vi terrà informati sulla lavorazione del disco
    in tempo (quasi) reale.Per adesso vi possiamo dire che abbiamo
    provinato una bella manciata di caleidoscopiche canzoni nuove. Questi i
    titoli, alcuni definitivi, alcuni no:AntropophagusCharlie fa surfBaudelaireL’aeroplanoLa ballata di AlfredoIl liberismo ha i giorni contatiDark RoomLa vita vaColomboHazlewood SongL’uomo del secoloRaudioheadEthiopiaAndarsene cosìSpaghetti WesternCaraibiL’ultima notte felice del mondoL.Blonde SongMia moglie è una stregaBaustelle.

  20. mato marzo 6, 2007 a 1:51 pm #

    Per adesso vi possiamo dire che abbiamo provinato una bella manciata di caleidoscopiche canzoni nuove. Questi i titoli, alcuni definitivi, alcuni no:
    mmm.. questi titoli mi puzzano un po’ di bufala..

  21. acidshampoo marzo 6, 2007 a 3:39 pm #

    DjNepo, sappi che hai fatto felice un’uomo! Però che tortura sarà sapere i titoli di canzoni che non finiranno nell’album nuovo!I titoli che più mi ispirano:AntropophagusBaudelaireL’aeroplanoLa vita vaEthiopiaCaraibiMia moglie è una stregaIncrocio le dita che questo album esca il prima possibile perchè ora c’ho la testa solo lì.

  22. acidshampoo marzo 6, 2007 a 3:42 pm #

    > mmm.. questi titoli mi puzzano un po’ di bufala..Aspetta Mato, della canzone Caraibi me ne parlò già il tastierista Fabrizio Massara nel lontano 2000. Ne era entusiasta, ma poi non se ne fece niente.

  23. acidshampoo marzo 6, 2007 a 3:45 pm #

    > minchia acid, stupisciti di nuovo perchè antonio sa volare..Ma lo sai come inizia l’album nuovo di Cristicchi? In una maniera che peggio non si potrebbe. Con la cover de L’Italiano di Toto Cutugno. E uno direbbe: però! Non me l’aspettavo! C’è solo da apprezzarlo!Ma ovviamente, ed è lì che è da picchiarlo, è la solita cover acida, decadente, aggressiva, tipo quando i Ramones hanno voluto fare il gesto rock rovinando What’s A Wonderful Word e lo stesso hanno fatto i White Stripes con Bacharach.

  24. ilmarinaio marzo 6, 2007 a 4:05 pm #

    è originale invece rifare le canzoni punk in chiave melodica: 
    principalmente lo fa una certa Nouvelle Vague (a proposito, Acid,
    com’era il cd?).
    lo ha fatto anche La Casa del vento con Anarchy in the U.K. dei Sex Pistols.

  25. mato marzo 6, 2007 a 4:11 pm #

    eh, ma  cristicchi “porta avanti un progetto”.. cosa puoi dire a uno che “porta avanti un progetto”?..
    quanto ai baustelle, sono molto curioso anch’io.. è solo che quando vengono anticpati i titoli spesso mi sembra l’opera di un mattacchione.. però, forse, tuttavia.. potrebbe essere.. in questo caso punto tutto su “l’uomo del secolo”..
    mentre spero non trovi mai posto una canzone intitolata raudiohead..

  26. ilmarinaio marzo 6, 2007 a 4:18 pm #

    The guns of Brixton:questa la versione originale dei Clash,questa di N.V.In a manner of speaking:questa la versione originale dei Tuxedomoonquesta di N.V.

  27. Nicola marzo 6, 2007 a 5:11 pm #

    Off topicPer gli amanti dei dialetti e delle lingue o per i nostalgici come me: http://digilander.libero.it/chiana/traslation1.htm

  28. Blimunda marzo 6, 2007 a 5:14 pm #

    >Il 15 marzo entreremo in studio da Carlo U. Rossi per registrare il
    disco nuovo dei Baustelle.Non tanto quanto il Gori, che d’ora in poi non riuscirà più a dormire per questo nuovo album, ma sono anch’io curiosa di conoscerlo. Un mese fa ho scaricato la discografia dei Baustelle e mi è piaciuta un sacco, vedremo cosa sarà il prossimo. Quanto ai titoli, di sicuro “mia moglia è una strega” è quello che mi ispira di più.

  29. Blimunda marzo 6, 2007 a 5:20 pm #

    Gori, come promesso, ho visto i backstage di “Il Latitante”. Ma quanto è bello questo album??? Non mi fermo più di sentirlo!

  30. acidshampoo marzo 6, 2007 a 8:07 pm #

    > Gori, come promesso, ho visto i backstage di “Il Latitante”. Ma quanto è bello questo album??? Non mi fermo più di sentirlo!Bellissimo.Con due soli difetti:La canzone Faccia Di Velluto (stupenda) aveva del potenziale per essere una canzone vera (e classica), più che un intermezzo già alla seconda traccia. Invece della coda strumentale, io avrei messo una strofa, un inciso e un ritornello.La canzone Il Suo Nome doveva durare di più obbligatoriamente. Questa sà davvero di incompiuto. Non può finire al secondo ritornello, quando la storia è appena iniziata. Ci voleva il continuo del dialogo fra lui e l’amico, una scusa per tornare a casa ad ossessionarsi da solo.

  31. acidshampoo marzo 6, 2007 a 8:15 pm #

    > mentre spero non trovi mai posto una canzone intitolata raudiohead..Anch’io! Senza dubbio! Ma quella sa molto di scherzo. Anche Elio E Le Storie Tese inseriscono sempre il titolo Il Ragazzo Della Via Gluteo fra le anticipazioni delle canzoni di ogni album a venire.Altro titolo che non mi piace: Spaghetti Western. A meno che la parola “spaghetti western” non compaia poi anche nel testo della canzone e che quini giustifichi il titolo. Se invece di spaghetti western c’è solo la musica e l’aleatoria situazione che racconta, allora come titolo non mi garba.

  32. acidshampoo marzo 6, 2007 a 8:22 pm #

    > è originale invece rifare le canzoni punk in chiave melodica:  principalmente lo fa una certa Nouvelle Vague (a proposito, Acid, com’era il cd?).Sì sì, mi sono garbati e li approfondirò!Un’altra cover-band niente male devono essere i Mestitia Taurinorum. Gruppo vicino a Marco Carena (mito), stravolgono le canzoni allegre anni ’60 rendendole tristissime. QUI c’è una presentazione.

  33. Daiana marzo 6, 2007 a 9:42 pm #

    Gori m’ero dimenticata di dirti che ti sono state prese le tazze per completare il servizio. La cosa strana è che sono otto pezzi invece che sei. tre sfumature di blu, tre di verde e due di rosso. Ho  controllato non ce ne sono altre.

  34. Daiana marzo 6, 2007 a 9:51 pm #

    Il canone rai per me è una persecuzione. Ogni anno a gennaio con questo dubbio amletico, lo pago o non lo pago? E non puoi semplicemente ignorarlo perchè “Loro” ti richiamano all’ordine costantemente. Ti mandano cartoline ricordandoti che stai fregando lo stato. Che stai andando contro la legge. Che sei perseguibile penalmente. Che è OBBLIGATORIO pagare il canone. Che possono venire a trovarti e fartela pagare. E tutto questo solo per tenere in casa un monitor dove guardare ciò che scarico da internet. IO NON LA GUARDO LA TV, perchè devo pagare cento euro per un servizio che non mi serve?E intanto la bolletta è sempre li, appiccicata sul frigo che mi ricorda che qualcuno mi osserva. Lo so, Loro sono lì e prima o poi verranno a cercarmi.Ogni tanto mi prende la voglia di andare a pagarlo tanto per liberarmi dall’ansia. Ma non ci riesco, è più forte di me, non lo sopporto. Qualcuno sa come liberarsi da questa cosa?

  35. infrarosa marzo 6, 2007 a 10:10 pm #

    marinaio!
    quassù sono abbastanza famosi, anche a me piacciono molto (nouvellevague)

  36. infra marzo 6, 2007 a 10:58 pm #

    daiana, ma c’è la lega! (http://www.lospettro.it/railega_file/disdetta_RAI.htm) ——— e, lupo, quanto ai pc: http://www.mondoinformatico.info/node/134/come_non_pagare_il_canone_rai.php

  37. M.Sturbation marzo 6, 2007 a 11:47 pm #

    “Porporato”viene chiamato (da Fantozzi) il cardinale a cui,durante il varo,la  Contessina Serbelloni Mazzanti Vien Dal Mare taglia il mignolo…
    Nel cd dei N.V. c’è anche la versione soft di”I just can’t get enough”che a mi non me despiase..ciò! 
     

  38. infrarosa marzo 7, 2007 a 12:41 am #

    …perché citare sempre wikipedia, o voi comunistacci antiamericani miscredenti e infedeli, quando potreste invece riferirvi all’ottima e ineguagliabile www PUNTO conservapedia PUNTO com? …che, per esempio, vi darà le prove della vera origine del canguro (search “kangaroo” e leggi in basso)…?

  39. DEATH 13 marzo 7, 2007 a 12:55 am #

    “Qualcuno sa come liberarsi da questa cosa?”
    SI,DAIANA,SI…AMàZZATE!!

  40. acidshampoo marzo 7, 2007 a 5:38 am #

    > Gori m’ero dimenticata di dirti che ti sono state prese le tazze per completare il servizio. La cosa strana è che sono otto pezzi invece che sei. tre sfumature di blu, tre di verde e due di rosso. Ho  controllato non ce ne sono altre.Brava Daiana, apprezzo! E all’Ipercoop di Arezzo ti confermo che non c’erano, nè queste ora, nè quelle che me pigliaste tempo fa. Oh, quando ci passi monitora, perchè mi verrebbe da pensare che ce ne sia un’altra rossa (3, 3 e 2 è strano). Quando andate in edicola pigliatemi Strangers In Paradise Pocket 9, che questo e L’Insonne ad Arezzo non arrivano proprio più in nessuna edicola. Idem per Maxmagnus.

  41. acidshampoo marzo 7, 2007 a 5:40 am #

    > “Qualcuno sa come liberarsi da questa cosa?” SI,DAIANA,SI…AMàZZATE!!Sii bravo Marra, se tu la conoscessi la Daiana l’approveresti. Questo però non significa che l’approvi io eh, tutt’altro!Daiana, ti tengo d’occhio.

  42. acidshampoo marzo 7, 2007 a 5:49 am #

    > “Porporato”viene chiamato (da Fantozzi) il cardinale a cui,durante il varo,la  Contessina Serbelloni Mazzanti Vien Dal Mare taglia il mignolo… Giusto! Era il primo Fantozzi! Il migliore, per me.Ma te lo dissi (mi pare di sì, ma ho un dubbio) che da quando Fantozzi è uscito su dvd per la Medusa hanno reintegrato una sequenza che da anni non veniva trasmessa in tv? E’ una variazione della scena del carcere per grassi in Fantozzi Contro Tutti, più breve, ma con la stessa ambientazione tra l’altro. Infatti in tv si passava da lui che davanti allo specchio si guarda la pancia, direttamente a lui che va a giocare a tennis con Filini.

  43. acidshampoo marzo 7, 2007 a 5:52 am #

    Filini: Allora Ragionere che fa? Batti?Fantozzi: Ma mi da del tu?Filini: No no! Dicevo: batti lei?Fantozzi: Ah congiuntivo!Filini: Sì!

  44. acidshampoo marzo 7, 2007 a 5:59 am #

    Ma roba da matti, nella giornata di ieri sono morti 3 grandissimi del fumetto…Yvan DelPorte, babbo de I Puffi.Osvaldo Cavandoli, babbo de La Linea.
     
     
     
     
     
    Lina Boffolente, madre de Il Comandante Mark e Piccolo Ranger.

  45. acidshampoo marzo 7, 2007 a 6:02 am #

    > E tutto questo solo per tenere in casa un monitor dove guardare ciò che scarico da internet. IO NON LA GUARDO LA TV, perchè devo pagare cento euro per un servizio che non mi serve?Sappi che se mi hanno epurato Fabrizio Frizzi dalla RAI è per colpa tua. Quei cento euro andavano a lui.

  46. acidshampoo marzo 7, 2007 a 6:28 am #

    QUI il trailer di Death Of A President, finto documentario sulla morte di Bush, ambientato nell’ottobre 2007. Qua esce venerdì. Potrebbe meritare.

  47. infrarosa marzo 7, 2007 a 5:22 pm #

    qui invece, bruttino e non troppo promettente, il trailer di shooting silvio, versione nostrana di death of a presindent quando il berlusca era ancora, appunto, president:

  48. Makegatsu Robot marzo 7, 2007 a 7:41 pm #

    Caro Acid, visto ke ti piacciono tanto i links, mi permetto ankio di aggiungerne uno e linko QUI il download di un video (11MB – ad alta definizione) di un gruppo di giovani debosciati che meritavano di stravincere il premio della critica in quel di San Remo ma Baudo nn li ha accettati xkè troppo scomodi e troppo poco umidi. La canzone si kiama Stimato Ezio e loro sono i Zio Ematitos. Vorrei spezzare una lancia in loro favore ma ho paura ke mi finisca laddove nn batte il sole, quindi nn è importante ke tu mi faccia sapere se ti son piaciuti o meno, tanto il mio giudizio su di loro nn cambia: salgemma!
    Hare krishna!

  49. Daiana marzo 7, 2007 a 9:27 pm #

    Gori ti ricordi quando il cincinelli ci fece il disegno di un tizio della televisione che gli stava simpatico? Nel frattempo si è scoperto chi era: riccardo rossi.a me fra l’altro sembra che fosse presente anche nei “ragazzi della III C”, sbaglio?!

  50. Daiana marzo 7, 2007 a 9:29 pm #

    Sappi che se mi hanno epurato Fabrizio Frizzi dalla RAI è per colpa tua.Vorrai dire merito?!

  51. Daiana marzo 7, 2007 a 9:38 pm #

    SI,DAIANA,SI…AMàZZATE!!La mia domanda era volutamente retorica e sicuramente banale ma anche te con la tua risposta devo dire ti sei impegnato parecchio…

  52. lozissou marzo 8, 2007 a 2:54 am #

    Al solito, il Mereghetti e’ di una lucidita’ disarmante quando si tratta di analisi di film, anche recenti, appena visti. Netto, pulito, ordinato, critico ma senza ferocia, cosi’ tratta Borat.
    http://www.mymovies.it/dizionario/critica.asp?id=141957

    Condivido ogni singola parola. Leggi lui prima del film e ti viene voglia di vederlo o di non vederlo. Leggi lui dopo il film e cambi idea se ne avevi una diversa dalla sua prima o non puoi che annuire sorridendo sotto i baffi per come ha scritto cio’ che tu pensavi e non riuscivi a mettere nero su bianco.

    O che me sara’ presa de voler fare Il Donati a un certo punto boh!?

  53. acidshampoo marzo 8, 2007 a 5:05 am #

    > Vorrai dire merito?!Che fai come con Pullo? Ragiona prima di parlare! Non andare dove il mood generale te vorrebbe portare senza che tu te ne accorga. E’ vero, Fabrizio Frizzi non è esattamente un presentatore “alla moda attuale”, ma è anche uno dei pochi ampiamente salvabili nella tv-accia di ora (anche se non gli fanno fare più niente). Umanità, simpatia, garbo e decenza. Quanti me ne trovi così? Pochi, te lo dico io. Pochissimi.

  54. acidshampoo marzo 8, 2007 a 5:19 am #

    Lozissou, io ho assolutamente AMATO il film Borat. Fuori da ogni regola e da ogni decenza, ma per nulla sciatto e caciarone, bensì scritto e diretto davvero ad arte. Senza parlare del carisma del protagonista. E sì che non gli avrei dato mezza lira prima di vederlo, ma veramente m’ha sorpreso totalmente. Un film da rivedere e da far vedere agli amici. Io l’ho visto rigorosamente in originale, coi sottotitoli in italiano che provvidenzialmente sono usciti. Non oso pensare a che merda sarà doppiato (il protagonista lo doppia Insegno), vista lo stile semi-documentaristico. Comunque è il film più bello visto fin’ora in questa stagione, seguito da Le Colline Hanno Gli Occhi e Marie Antoinette. Mi auguro, prima della fine della stagione, di poter mettere nella bacheca dei film da ricordare anche Correndo Con Le Forbici In ManoL’Albero Della Vita, Hostel 2 e 300. Che non siano deludenti insomma.

  55. acidshampoo marzo 8, 2007 a 5:33 am #

    Makegatsu carissimo!Ho visto il video! Forti! Ma quello che fa footing incappucciato mica sei te?! Penseri di no perchè non mi sembrano gente d’Arezzo (almeno dalla parlata), però lipperlì me sembravi te!Comunque hanno parecchio da pigliare per il culo Ezio Stimato. Io lo conosco e purtroppo sta combattendo la sua battaglia contro la Corea di Hungtinton. Sono cose punto belle.Ma a te chi t’è garbato a Sanremo? Oh, ti segnalo che il nostro Concato ha fatto uscire una sorta di seguito di Scomporre E Ricomporre, che so che ti garbò. Un doppio cd, dal titolo Oltre Il Giardino, in cui ci sono nuove versioni delle sue canzoni più due inediti (Oltre Il Giardino e La Ballata Del Mostro).

  56. Estragon marzo 8, 2007 a 5:19 pm #

    Mi soffermo solo su alcuni giovani:
    Centomo:canzone melodica con pianoforte in primo piano sulla falsariga di un cantante inglese che andava pareccho per radio ma di cui non ricordo il nome…un mezzo plagio.
    Pier Cortese: era talmente tranquillo di non vincere  che venerdì sera quando a Sanremo stavano premiando il vincitore sul finale del concerto di Niccolò Fabi a Bologna esce sul palco pure Pier partecipando ad un brano di pura improvvisazione tra lui , Fabi, Roberto Angelini e un altro romanaccio (molto bravo alla chitarra). Ne sono testimone.
    Romina Falconi: look  da Gwen Stefani  per un brano strappacore da “Alexia non in versione da balera disco-music”.
    Jasmine: ero in auto venerdì sera e ascoltavo la Gialappa’s su radio2 intervistare Jasmine la quale commenta la vittoria di Moro dicendo che aveva una canzone furbetta…che acidità biliare…poteva anche evitarsela sta uscita, vista la evidente stecca che le è uscita la prima serata.
    Pquadro: Sanremo è sempre Sanremo, e quindi ci sta che per bilanciare la vittoria di Cristicchi e Moro, i nuovi “Zeroassoluto  di 3 tonalità sopra”siano arrivati al terzo posto.
     Fabrizio Moro: mi piace moltissimo, soprattutto avverto grande autenticità che mi auguro rimanga intatta nel tempo.Bravo!

  57. Makegatsu Robot marzo 8, 2007 a 7:28 pm #

    Di San Remo so poco e niente, ho sentito di sfuggita una manciata di canzoni ma ancora devo metabolizzare. Cmq qualcosa ho già maturato:
    Quella faccia da finto sekkioncino di Cristicchi mi sta sul cippirimerlo e il suo vendersi come una puttana peggio!
    Non ke Silvestri sia una verginella intendiamoci, ma lui lo so ke poi è più profondo.
    Moro l’ho sentito, ma al contrario dei più nn m’ha dato alcuna emozione.
    Albano è insopportabbbile. Fammi capire, Zero se l’è scritta per se e poi invece c’aveva il mal di gola e l’ha prestata al becero? Per carità: la sua solita leturgia. Ma cantata dal sorcio era sicuramente tutt’altra storia!
    Nada è un mito
    Mango è una figurina del’80
    Milva è scenografica. Faletti invece ke tornasse a fare Drive In o a scrivere altre du puntate di Colombo
    Famiglia Fakkinetti… m’aspettavo ke ci fosse uno nella stanza ke diceva: panico! panico! panìco!
    ZeroAssoluto: disutili
    Poi purtroppo mi manca proprio il buon Concato (ke ultimamamente però farebbe meglio a prendersi una decina d’anni sabbatici) e mi piacerebbe sentire Rossi, Stadio, Tosca e son curiosissimo su Dorelli.
    —————————————————————————————
    Su Borat devo dire ke ankio credevo di gettare dei soldi invece mi son dovuto ricredere. Adesso ricerco Ali-G ke già al tempo mi piacque.
     

  58. DEATH 13 marzo 8, 2007 a 9:05 pm #

    “e 300. Che non siano deludenti insomma”
    IMPOSSIBILE ANCHE SOLO CHE SIA DECENTE….
    300 è IRRIPRODUCIBILE FORI DALA CARTA…..
    PECCATO PERKè DOPO L OTTIMO SIN CITY (TRASPOSTO DA URLO,GIà LO DISSI E QUI LO CONFERMO),IL PORO MILLER ORA NON NE ESCE BENE…
    MA CON TUTTI I GUADRINI C HA PRESO,POCO GNI NE FREGHERà….
    CONOSCENDO L OMO….
    MARRA

  59. acidshampoo marzo 8, 2007 a 11:16 pm #

    Marra, io non ho letto il fumetto, però metti anche che quello sia irriproducibile su schermo, potrebbe comunque venir fuori un bel film. Un’altra cosa rispetto al fumetto, ma magari bella lo stesso seppur in un modo diverso.Io non amo per niente le trasposizioni pedisseque, che per me appiattiscono e ammazzano lo stile di quello che arriva per secondo.Per dirti, il film American Psycho è molto diverso dal libro (che ho amato), per certi versi è pure un tradimento, ma per me resta una perla assoluta che – impotantissimo! – brilla di luce propria e non campa di rendita unicamente sul libro.

  60. acidshampoo marzo 8, 2007 a 11:34 pm #

    > Non ke Silvestri sia una verginella intendiamoci, ma lui lo so ke poi è più profondo.Aspetta, ma al di là di essere più sensibile, Silvestri (senza tirarsela mai) è un artista, Cristicchi è un pirulino a spasso che “fa” l’artista.> Albano è insopportabbbile. Fammi capire, Zero se l’è scritta per se e poi invece c’aveva il mal di gola e l’ha prestata al becero? Per carità: la sua solita leturgia. Ma cantata dal sorcio era sicuramente tutt’altra storia!La canzone era firmata da Zero e da Yaris Carrisi, il figliolo d’Albano. Però doveva essere firmata pure da Baudo, perchè gli ha fatto cambiare completamente il finale. Che Pippo è uno che di musica ci nazzica e non se fa riguardo a mettece bocca.
    > Poi purtroppo mi manca proprio il buon Concato (ke ultimamamente però farebbe meglio a prendersi una decina d’anni sabbatici)Paraccio! El meglio è che si pigli altri dieci anni sabbatici! E’ dal 2001 che non esce un suo disco d’inediti. E l’ultimo uscito, Ballando Con Chet Baker, è per me uno dei suoi più belli in assoluto, peccato che abbia venduto pochissimo. Poi ha perso il contratto con la Universal e ha fatto fatica a rimettersi in piedi. La canzone che ha portato a Sanremo, in questo, pare essere molto autobiografica.> Famiglia Fakkinetti… m’aspettavo ke ci fosse uno nella stanza ke diceva: panico! panico! panìco!Ahahahah, maledetto! Io impazzisco quando me fai queste citazioni carpiate! Oh, ti segnalo che FINALMENTE si trova il rip dalla videocassetta di Uccelli D’Italia. Film dove c’è pure il nostro Alfredo Cerruti che recita in tutto il suo splendore, mentre in Arrapaho era solo narratore. IMPERDIBILE!

  61. acidshampoo marzo 8, 2007 a 11:44 pm #

    > Pier Cortese: era talmente tranquillo di non vincere  che venerdì sera quando a Sanremo stavano premiando il vincitore sul finale del concerto di Niccolò Fabi a Bologna esce sul palco pure Pier partecipando ad un brano di pura improvvisazione tra lui , Fabi, Roberto Angelini e un altro romanaccio (molto bravo alla chitarra). Ne sono testimone.Vabbè, il fatto è che lui alla finale dei giovani di venerdì non c’è arrivato, perchè è stato uno dei tre eliminati mercoledì.Ma Fabi ti garba? Anche io sono andato ad un suo concerto e  c’ho i primi tre album ma non lo so… mi dà l’idea di uno di quei nuovi “cantautori” nella cognizione più classica del termine, che appare inevitabilmente di serie B se affiancato ai soliti noti. Insomma, per restare fra i romani, Silvestri è tutta un’altra camminata.
    Ma manco una parola per la Elsa Lila? Per me era quella che meritava di più. Non il progetto in sè, ma proprio lei. L’ho trovata particolarissima.Oh, non mi paragonare i PQuadro – schiantassero – con gli Zero Assoluto. I secondi potranno non piacere, ma sono completamente diversi da quei due froci studiati a tavolino. Per dire, io non ci vado matto per gli Zero Assoluto, specie per colpa di Maffucci che rovina le canzoni cantate dall’altro, coi suoi momenti-rap fastidiosissimi. Però gli riconosco una sincerità e un’identità che altri, sullo stesso livello, non hanno assolutamente.

  62. lozissou marzo 8, 2007 a 11:46 pm #

    Marra, neanche io ho letto il fumetto (piuttosto: si trova? con che edizione? ma tanto lo ristamperanno in tempo sicuro, ma intanto per sapere) ma mi permetto di sottolinearti che il regista di 300 e’ Zack Snyder, autore gia’ del si’ da urlo remake di ZOMBI di Romero, ovvero L’ALBA DEI MORTI VIVENTI. Ovvero un autore che ha gia’ dimostrato di saperci a che fare con gli adattamenti da “testi” altrui, sapendo scavare nelle pieghe di quelli e sapendoli, variandoli con intelligenza, attualizzare. Che tra l’altro L’ALBA DEI MORTI VIVENTI e’ di gran luuunga superiore all’originale.
    Per dirti, Zack Snyder non e’ certo quel deficiente di Rodriguez che pensa di essere cool solo perche’ sa spalmare di bianco e nero alla Miller un’inquadratura. Se tu pensi che Sin City sia un adattamento da urlo, per me sarai sicuramente deluso da 300, per come me lo aspetto io almeno e per come spero. Per quanto mi riguarda, Sin City e’ il film piu’ orrendo – mi sbilancio – della storia del cinema, non foss’altro per una cosa sola: sancisce, senza un briciolo di passione ma con l’ipocrisia che invece vi ci sia, la morte del cinema come forma d’arte autonoma, originale, indipendente. Sancisce che il “chi” (il cameo alla regia di Tarantino dovrebbe essere un motivo di fascino del film?) e il “come” possono bastare per un film assolutamente privo di “cosa” e di “perche”. Un film che, non fosse cosi inutile, sciatto, dimenticabile al primo istante, sarebbe pure deleterio. Li’ si’ che Frank Miller ha dimostrato di essere, molto probabilmente, un autore a cui i soldi interessano piu che il prodotto. Perche’ sono sicuro che, sotto sotto, Frank Miller consideri Sin City (il film) un’opera di una bassezza irredimibile. Un film, peraltro, che getta luci oscure e dubbi sul fumetto stesso, che resta grande ma, forse, non cosi grande come una volta. O perlomeno grande ma col tarlo del sospetto.

  63. lozissou marzo 8, 2007 a 11:51 pm #

    Acid, su emule tempo tempo fa trovai il rip di UCCELLI D’ITALIA. Ma rimase fermo al 6% per quasi un anno, al che lo cancellai. Poi non lo trovai nemmeno piu come fonte. Ora si trova di nuovo ok, ma e’ interamente scaricabile?
    Fammi capire e, se si, tienimelo come orzo… ehm, oro.

  64. acidshampoo marzo 9, 2007 a 12:15 am #

    Sì Lozissou, sembrarebbe di sì. Non l’ho ancora visto (non ce l’ho io) ma dico “imperdibile sulla fiducia”, perchè so che lì Pace e Cerruti hanno davvero spazio, molto più che in Arrapaho, dove alla fine i momenti veramente Squalloriani erano le didascalie di Cerruti e i monologhi di Palla Pesante. Ricordo anche io che c’era un fake, diceva Uccelli D’Italia ma era il solito film porno.

  65. acidshampoo marzo 9, 2007 a 12:22 am #

    Cioè Lozissou, sorprendentemente fai un identikit del Sin City di Rodriguez che per una volta mi trova d’accordo, ma poi mi cadi in queste puttanate inspiegabili che me le devi spiegare (ma che cazzo c’hai nel cervello?!). Mi riferisco a:> Che tra l’altro L’ALBA DEI MORTI VIVENTI e’ di gran luuunga superiore all’originale. E conta che a me il film di Snyder è piaciuto parecchio, ma un paragone con Zombi non ha proprio senso, fosse anche solo per il suo ruolo storico e il suo significato politico. Altrimenti andiamo in un mondo dove tutto è possibile e gli asini volano. L’Alba Dei Morti Viventi è un film bello e piacevolissimo, ma totalmente inoffensivo, dove Zombi era veramente tutt’altro e trascendeva il genere.

  66. lozissou marzo 9, 2007 a 1:13 am #

    No, ma non voleva essere un paragone della serie: “guardate questo, e risparmiatevi l’altro”. Anzi, tra i due, l’altro e’ imprescindibile e questo, se vuoi, no.
    Parlavo per assoluti. Valore assoluto di un film come quello di Snyder che non sfigura di fronte all’originale e, in effetti, fa apparire una pallida copia il remake (per niente osceno) di Non aprite quella porta.

    Comunque io non ci ho mai trovato tutto questo sesto senso politico, nel film di Romero. Cioe’, c’e’ d’accordo (tutta consapevolezza?) ma, alla fine, sara’ anche per quello, e’ un film che mi risulta annacquato, debole, poco stomachevole. Forse ha trasceso troppo il genere, per i miei gusti. Il primo suo film sugli zombi, al contrario, lo trovo ancora oggi compatto, efficacissimo, attualissimo, forse insuperabile. Ma Zombi no, alla fine e’ un film che non mi affascina e mi lascia poco.
    Il terzo, pur piu rozzo, lo trovo affascinante e morboso al punto giusto; il quarto, tranne un mood un po’ troppo avventuroso-carpenteriano, e’ meraviglioso.

  67. acidshampoo marzo 9, 2007 a 1:39 am #

    > Cioe’, c’e’ d’accordo (tutta consapevolezza?) ma, alla fine, sara’ anche per quello, e’ un film che mi risulta annacquato, debole, poco stomachevole.ZOMBI UN FILM ANNACQUATO, DEBOLE E POCO STOMACHEVOLE?!?!MA CHE TE SEI BEVUTO IL CERVELLO?!Cioè, fammi capire nel dettaglio.Te pensi che avrebbe potuto essere molto più stomachevole di com’è?Te trovi più “stomachevole” il remake di Snyder?Ma roba da matti…Fino a che si dice “mi piace” e “non mi piace” è una cosa, ma dire ‘ste puttanate che vanno contro ogni evidenza… ma che film hai visto?!?!

  68. infrarosa marzo 9, 2007 a 1:43 am #

    20520 (finalmente raggiunti i ventimila!) ma livello 10 e
    19750 livello 11 non finito per 1 quadratino e non dico altro 🙂

  69. acidshampoo marzo 9, 2007 a 3:12 am #

    Infrarosa, da non ce credere.’A matta, ma davvero esiste un undicesimo livello?! Ma è improponibile proprio o fattibile? E soprattutto: dopo che arrivasti al decimo, ci sei più tornata prima di adesso? Perchè la cosa che frustra è che una volta che arrivi ad un nuovo livello e poi perdi lì, pensi: chissà quando ci tornerò? E a me lì viene da posare le armi.

  70. lozissou marzo 9, 2007 a 6:35 am #

    Che ti devo dire? Zombi e’ un film che, magari pur avendo tutti i requisiti, non mi prende allo stomaco, non mi disgusta (in senso propositivo), non mi fa stare male. Ti diro’ che mi annoia pure, ma e’ ragione tutta soggettiva, ma ti diro’ anche che non lo rivedo da tantissimi anni. Di apocalissi umane, in ogni caso, altre mi sono rimaste impresse molto di piu’: su tutte, forse, quella di UNA TOMBA PER LE LUCCIOLE, cartone giapponese (prodotto da Miyazaki, diretto dal suo sodale della Ghibli) apparentemente per bambini il cui incipit vede un cittino-fantasma recitare in voce fuori campo qualcosa come: “Il mio nome e’… e il… 1945 sono morto (di fame insieme a sua sorella, ndr). Questa e’ la mia storia”. Brrr….

    Il poco stomachevole non era riferito al fatto che il remake lo e’ di piu’.

    A proposito: nessuno ha ancora commentato il filmato linkato tempo fa (sotto a una serie di link di trailer postati dal Gori), in cui dicevo esserci i 6 minuti iniziali piu incredibili di un bel po di storia del cinema. Ripescatelo e guardateli, meritano!

  71. infrarosa marzo 9, 2007 a 8:52 pm #

    l’undicesimo è fattibile e giallino, il decimo ormai l’ho visto parecchie volte, il segreto: non arrendersi, mai. e soprattutto avere un gran bisogno di orientare i pensieri verso qualcosa di fisso che non sia una persona!

  72. acidshampoo marzo 10, 2007 a 6:16 am #

    > Che ti devo dire? Zombi e’ un film che, magari pur avendo tutti i requisiti, non mi prende allo stomaco, non mi disgusta (in senso propositivo), non mi fa stare male. Ti diro’ che mi annoia pure, ma e’ ragione tutta soggettiva, ma ti diro’ anche che non lo rivedo da tantissimi anni. Ok, ma non puoi dire che non sia stomachevole. Quello è un dato di fatto. Eccheccazzo, è uno dei film americani più gore e più splatter mai realizzati! > Di apocalissi umane, in ogni caso, altre mi sono rimaste impresse molto di piu’: su tutte, forse, quella di UNA TOMBA PER LE LUCCIOLEE’ una vita che cerco il film apocalittico definitivo e non lo trovo mai. Così come non trovo un film di guerra perfetto o un rape & revenge più che perfetto. Che sono generi e sottogeneri che hanno una fortissima presa su di me. Però il film apocalittico definitivo me lo aspetto dal prossimo di Neil Marshal e da quello di Shyamalan, entrambi di questo genere.

  73. acidshampoo marzo 10, 2007 a 6:25 am #

    > Perche’ sono sicuro che, sotto sotto, Frank Miller consideri Sin City (il film) un’opera di una bassezza irredimibile.Eddai, questo è un vecchio vizio mentale, il bisogno che abbiamo di rassicurazione e di far quadrare le cose. Insomma l’attitudine a pensare che chi ci piace disprezzi quello che non ci piace. Ma raramente è così. Nanni Moretti ama film di una mediocrità pietosa. Tarantino considera Rodriguez suo fratello. Daniele Silvestri ama i Subsonica. Darren Aronofsky va pazzo per Lost. A Francesco Bianconi piace Morgan. Stephen King odia i Beatles.

  74. lozissou marzo 10, 2007 a 6:45 am #

    Forse. Ma, a volte e’ anche questione di consapevolezza oggettiva. Chi fa un mestiere sa bene, credo, cosa e’ oggettivamente valido e cosa no. Poi possono dire il contrario o, in ogni caso, amarlo lo stesso.
    Della serie: uno sceneggiatore o aspirante sceneggiatore come fa ad amare Lost? Un Frank Miller come fa ad amare Sin City?
    Oh, poi potranno amarli lo stesso, ma secondo me lo sanno che tipo di prodotto sono.
    Non e’ una regola eh, ma secondo me puo’ accadere.

    Hai visto invece chi comparira’ nel Doomsday di Neil Marshall, visto che lo tiri in ballo? La dea della terza stagione di N/T! Questa e’ una ragione per aspettarlo.

  75. acidshampoo marzo 10, 2007 a 4:07 pm #

    > Forse. Ma, a volte e’ anche questione di consapevolezza oggettiva. Chi fa un mestiere sa bene, credo, cosa e’ oggettivamente valido e cosa no. Poi possono dire il contrario o, in ogni caso, amarlo lo stesso. Della serie: uno sceneggiatore o aspirante sceneggiatore come fa ad amare Lost? Un Frank Miller come fa ad amare Sin City? Oh, poi potranno amarli lo stesso, ma secondo me lo sanno che tipo di prodotto sono. Non e’ una regola eh, ma secondo me puo’ accadere. Può accadere, certo, come tutto. Ma è certo anche non esiste una verità univoca! E, come ti ho detto, queste rassicuranti proprietà transitive (“chi amo odia quello che odio io”), funzionano solo nella matematica, non certo nella vita, che è molto più complessa! Non riesci ad accettare che un sacco di gente che stimi possano amare GENUINAMENTE Sin City e Lost, trovandoli trovano belli, magari bellissimi. Gianfranco Manfredi, uno dei più grandi sceneggiatori italiani contemporanei, ha scritto un bellissimo manuale di sceneggiatura. E sai per cosa va matto? Per Lost. Dice che ha rivoluzionato il modo di scrivere una storia. Che, in tal senso, dopo Lost niente è più lo stesso. Frank Miller, che di certo non è un tipino che le manda a dire, ha co-firmato Sin City e se ne dice assolutamente soddisfatto. Io non ci vedo niente di strano.> Hai visto invece chi comparira’ nel Doomsday di Neil Marshall, visto che lo tiri in ballo? La dea della terza stagione di N/T! Questa e’ una ragione per aspettarlo.Rhona Mitra? Non lo sapevo! Spettacolo!

  76. acidshampoo marzo 10, 2007 a 9:15 pm #

    > a me fra l’altro sembra che fosse presente anche nei “ragazzi della III C”, sbaglio?!Preciso, era uno uno della III F, la classe nemica della III C. Più precisamente gli antagonisti erano lui e l’attore Fabio Camilli. Poi passò a Non E’ La Rai.Ma il suo cult movie è A Cena Col Vampiro di Lamberto Bava, film sottovalutatissimo che a me piacque e spaventò molto. Tra l’altro lui è anche nel secondo Notte Prima Degli Esami.

  77. Costa marzo 11, 2007 a 3:17 am #

    Largo ai giovani, che purtroppo conosco di meno. Forse. Anche qui ho avuto attimi di debolezza poi..
    Marco Baroni – e chi è sto qui?! Lo ricordo poco (cominciamo bene). Sarà quello col vocione. Sì sì, parlava di suo padre? Beh, a quanto pare m’è rimasto impresso… Next.
    Patrizio Baù – sapete che a me ste cose non piacciono, no? Un altro testo sulla stessa musica e sarebbe stato -quasi- perfetto. Non sono stato poi così cattivo vero, chitarrista maledetto coi capelli alla Mozart dei miei stivali? 🙂
    Stefano Centomo – quel che ricordo è un pianoforte e un uomo in frak… era lui?!
    Pier Cortese – non me lo ricordo, sarà stato quel quarto d’ora maledetto in cui sono stato rapito dagli alieni..
    Idem per FSC.
    Romina Falconi – la ragazza canta bene ma la canzone non mi ha soddisfatto troppo. Ripeto che non m’è dispiaciuta affatto.
    Sara Galimberti – il tango mi piace poco (con la Battisti la musica mi aveva fatto un altro effetto… capiscimi tu) ma la sua voce la fanno risalire di qualche postazione in classifica.
    Grandi Animali Marini – verso la metà ho cambiato canale. Direi che forse non stavo gradendo…
    Khorakhanè – no no no c’è poco da fare qui. I gruppi mi lasciano un po’ così, se poi son tutti uomini addio. haha.
    Jasmine – lapidatemi pure ma a me lei piace. Sarà la canzone molto bubblegum o saranno i capelli tutti inciospati, ma l’ho apprezzata. Uhm perchè uso un tempo passato?
    Elisa Lila – bella voce, nulla da dire, canzone discreta. La rivedremo ??
    Mariangela – forse troppo ‘zecchino d’oro’ nel ritornello. Eh sì forse un po’ troppo? La Carol alza i pollicioni nonostante tutto..
    Pquadro – oh, anche qui ho un vuoto..
    Fabrizio Moro – lo lascio alla fine. Cari miei, non voglio deludervi.. Vabbè iniziamo dal dolce: il testo, che è sicuramente molto sentito, vivo, attuale, serio, VERO, che fa riflettere e tutte queste belle cose. Però.. parliamo delle qualità vocali di sto ‘Fab’? Mi par di capire che ci sono dei fans sfegatati dell’artista romano che gironzolano da un po’ di tempo a questa parte su questo blog.. mi sapete dire quanto fuma anche?! Era così per sapere eh.  Lo stesso testo su un’altra musica sicuramente mi avrebbe preso molto, ma molto di più. Oh, una canzone non è solo un testo, ma nemmeno musica. La voce fa la sua parte, e dovrebbe farla ancor di più al Festival. Cosa vi debbo dire?

  78. Puzza87 marzo 11, 2007 a 2:08 pm #

    Standing ovulation? Ma LOL! applaudo anche io per quella canzone!

  79. ufficio stampa agosto 11, 2007 a 1:01 pm #

    La celebre sexystar è l’ospite più attesa della nota kermesse canora

    Loredana Bontempi al “Festival Show”

    La manifestazione, condotta da Paolo Baruzzo affiancato da Barbara Chiappini ed Ela Weber, vedrà anche la partecipazione della regina del porno Eva Henger come ospite fissa. La Bontempi canterà “Esta noche se baila”, scritta dal direttore di Italymedia.it e noto conduttore di Radio Roma Antonello De Pierro
    E’ partito anche quest’anno il “Festival Show”, la prestigiosa kermesse canora itinerante, giunta ormai alla 8^ edizione, che si snoda tra le più belle località del Veneto, del Friuli Venezia Giulia e dell’Emilia Romagna. La manifestazione, che fa capo alle  seguitissime Radio Birikina e Radio Bella e Monella del gruppo del noto imprenditore Roberto Zanella, è diventata nel corso degli anni un fondamentale punto di riferimento nel panorama musicale italiano, riversando nelle piazze del nordest peninsulare un fiume di appassionati, a godere delle impeccabili esibizioni di personaggi tra i più popolari del momento. Ancora una volta, come consueto il nastro di partenza è stato tagliato a Castelfranco Veneto, con una serata che ha visto una piazza debordante di oltre trentamila persone, e vedrà srotolarsi il previsto percorso nelle tappe di Comacchio (FE), Jesolo Lido (VE), Pordenone, Zevio (VR), Vicenza, Caorle (VE), Bibione (VE), Abano Terme (PD) tra le più importanti, fino a giungere alla finalissima di Marostica, in provincia di Vicenza, nella notissima Piazza degli Scacchi. Nutrito di volti noti, come al solito, il gruppo degli ospiti, che si alterneranno nei vari appuntamenti e distribuiranno al pubblico bella musica e trascinanti emozioni, intervallati dai 12 giovani in gara, tutti molto bravi, che hanno superato brillantemente le dure selezioni preliminari.. Tra i vip che saliranno sul palco campeggiano i nomi delle due conduttrici, che affiancheranno il conduttore storico del festival e nota voce di Radio Birikina Paolo Baruzzo, la bella ed effervescente Barbara Chiappini, che col suo charme mediterraneo ed il suo talento indiscutibile, saprà certamente riscaldare il già esplosivo pubblico, e la fredda ed inespressiva bellezza nordica di Ela Weber, che dopo essere inclementemente sparita dalla scena televisiva, che aveva frequentato con alcune apparizioni, quasi comparsate, ma comunque di poco conto, tenta un improbabile rilancio proprio dal prestigioso trampolino della corte di patron Zanella.  Guest star sarà la conturbante soubrette calabrese Elisabetta Gregoraci, che dopo essersi scrollata di dosso l’eco degli scandali legati alle ultime vicende che hanno scosso il jet-set italiano, si è tuffata a capofitto nel lavoro, strappando proficui contratti a destra e a manca, con encomiabile impegno professionale e artistico, a dimostrare intelligentemente il suo spessore ai frettolosi e cinici inquisitori mediatici italiani, demolendo a colpi di talento la loro sterile vocazione. Ospite fissa in tutte le tappe sarà l’ormai consacrata regina del porno Eva Henger, puledra di razza della scuderia del decano dell’hard e suo ex marito Riccardo Schicchi, che dopo aver raggiunto le vette dell’Olimpo delle pornostar, si è cimentata in qualche breve esperienza televisiva: al festival canterà in coppia col cantante Mal, tentando una nuova esperienza, dopo il consolidato successo costruito nel campo delle luci rosse, tra spettacoli e pellicole mozzafiato, in cui ormai da anni esprime il suo indubbio talento, abilmente sfruttato dal suo esperto pigmalione. Tra gli altri tanti nomi presenti spiccano Al Bano, i Righeira, Giucas Casella, Franco dei Califfi, Marcella e Gianni Bella, Andrea Mingardi, Ana Laura Ribas, Mario Rosini, Paolo Mengoli, Giuliano dei Notturni, i Gemelli Diversi, i PQuadro, Stefano Centomo, i Khorakhané, Louiselle, Drupi, Simone Cristicchi, Gianni Togni, Mariangela, gli Audio 2, Daniele Stefani, Sandro Giacobbe, Marco Carena, Ivana Spagna, i Flaminio Maphia, le 2 Black, Renato dei Profeti, Gian Pieretti, Donatello, Umberto Tozzi, Annalisa Minetti, i Corvi, i Krisma, Paola e Chiara, Silvia Salemi, i New Trolls, Francesco Baccini, Federico Salvatore, Luca Sardella, Massimo Bubola, Amanda Lear, i Milk & Coffee, Bobby Solo, Michele Zarrillo, Stefania Orlando. Ma l’ospite più attesa, dal pubblico e dagli addetti ai lavori, per ovvii e svariati motivi, è la celebre sexystar romana Loredana Bontempi, che da alcune settimane si gode il successo che sta riscuotendo il suo singolo estivo “Esta noche se baila”, che imperversa nelle radio, nei villaggi, nelle discoteche, nelle scuole di danza dell’intera penisola. L’eclettica artista, diplomata al conservatorio romano di “S. Cecilia” e con quasi due lauree all’attivo, con il brano dal ritmo brioso e salsero, scritto dal noto giornalista Antonello De Pierro direttore di Italymedia.it e storica voce di Radio Roma, farà sognare e ballare il pubblico di Jesolo Lido e di Caorle, località in cui si esibirà nell’ambito del Festival Show, accompagnata dalle suggestive immagini che scorreranno alle sue spalle del video musicale realizzato dal bravo regista Dario Domenici, che ha curato insieme ad Antonello De Pierro la produzione artistica del disco stesso. Il video è fruibile on line all’indirizzo ufficiale http://it.youtube.com/italymedia , ma è già praticamente presente su tutto il web.
     

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: