La legione

24 Gen

Ah! La Legione!
Quand’ero legionario io sì che erano tempi. Si dormivano quattro ore ogni tre giorni rigorosamente in ginocchio sui ceci. Si facevano ronde interminabili attorno al fortino finendo per scavarne il fossato coi piedi. Ci si lavava con la sabbia, ci si divertiva a sparare alla sabbia, si sudava la sabbia, si parlava con la sabbia. Si avevano miraggi di cose e persone e si attendeva l’attacco dei maomettani. L’Eroismo era di casa il giovedì e si scrivevano lettere appassionate alle fidanzatine a casa, a Lione.
Il tenente puzzava come un caprone, il cuoco puzzava come un caprone, tutti puzzavamo come caproni, il forte era tutto sgarruppato.
L’acqua ancora non esisteva e per bere qualcosa eravamo costretti a strizzare la veletta bianca del cappello, madida del sudore della nuca. Era l’inoppugnabile terribilità del deserto: il deserto caldissimo di giorno, il deserto freddissimo di notte, il deserto giallissimo di sabbia, per l’eternità. Ma non andava male, ci si faceva forza l’un con l’altro, compagine di legionari affiatata, variegata, di spiritosa e piacevole presenza. Nei casi peggiori ci si odiava con garbo. E i datteri! Quanti datteri mangiavamo… Il cuoco, un omone enorme ma grossissimo, sgarbato e antipatico ma capacissimo nell’almanaccare manicaretti, ci preparava datteri secondo quattordici ricette differenti. Quei datteri saporosi, dolci, corroboranti (dicono che un uomo nel deserto possa sopravvivere due settimane aggrappato ad un dattero), buonissimi, mielosi, sempre datteri, solo datteri, maledetti datteri. E’ la terribilità dei datteri.
Fucilammo il cuoco, antipatico a tutti.
Ma la vita di caserma era così, joie de vivre, scherzi maneschi e virili e tanto, ma tanto, fatalismo.
Un giorno razziammo un’oasi e il Saladino ce la giurò, prospettandoci il Tartaro.
In capo a una settimana il forte fu assediato da una numerosa moltitudine di ottomani, una marosa marea di turbinanti turbanti bianchi increspata da guizzanti e spumeggianti scimitarre. Volitivi e valorosi come eravamo, forti del forte e delle scorte predate all’oasi avremmo potuto resistere settimane e settimane fino all’arrivo dei rinforzi, ma il nostro Eroico Tenente, probabilmente la mente avvilita dal caldo, volle dar prova della probità dei nostri cuori e ci lanciò in una temeraria sortita.
Trentacinque di noi caddero. Trentacinque di noi furono passati a fil di spada. Trentacinque di noi furono uccisi crudamente.
Eravamo trentasei.
Lo ammetto, fui codardo e mi finsi morto. Ma come avrei potuto rivedere la mia petite Annette, se fossi morto?
I turchi lasciarono di presidio al forte appena conquistato trentacinque mamelucchi. Io, forte della mia conoscenza del forte mi nascosi in luoghi segreti, e vissi con loro. Quando dormivano vegliavo e quando vegliavano dormivo, in modo da non incontrarci mai, per l’eternità. Passavo giorni interi meditando due cose soltanto: a come fare ad ottener vendetta e a quegli stramaledetti datteri.
Una sera tesi un agguato ad una sentinella, rimasta sola dietro a un merlo: la guatai di nascosto, l’agguantai ratto e sollevai al sole del tramonto (serotino) l’affilata baionetta. Mi fermai appena in tempo: sotto al caffetano di taffetà stava una donna che scoprii odalisca dello sceicco fuggita anelando libertà, fuggimmo ratti forti del turno di notte e della conoscenza del forte, lasciando quel luogo di morte ella svelò un tappeto finemente annodato e tessuto di vello di capro, miracolosità dei tappeti orientali sollevandoci in volo su di esso volammo volando, passammo il deserto caldo e giallo e monti diruti e colline superbe fino ai confini dell’orbe e approdammo a una piaggia di lingue di fuoco ove ammazzammo il gigante Malferro e scovrimmo una lampada bruna e lucente che in un lampo lucente ci fece apparir l’oggetto disiato, ello: un bellissimo fatato cammello. La beata bestia bigobbe ci alitò in volo di nuovo sopra altri alti monti e colline dirute, sopra altri superbi caldi e gialli deserti anelammo la terra bramando l’abbraccio del suolo poggiandoci alfine a una piaggia dorata ma bruna ma verde e vibrante e boscosa: la bella Provenza.
O meglio la bella Juan-les-Pins, vicino a Cap d’Antibes, nota meta turistica estiva.
Di lì a poche ore ero già nella mia cara vecchia Lione, lì feci mia l’odalisca, lì feci mia la mia petite Annette.
E fu così che divenni capo della setta degli Assassini.

GB

Annunci

59 Risposte to “La legione”

  1. frank gennaio 24, 2007 a 10:49 am #

    Grande GB! Che pezzo d’arte e di reazionaria retorica, evocativo
    sardonico e denso!! Bravo bravissimo! Volevo aggiungere un complimento:
    non conosco nessuno che scrive queste cose, e in questa maniera. Ma
    questa osservazione si potrebbe applicare anche a componimenti comehsdfhdshfkjfhafhhfkjfhkajhitjhjbnjvnjahdgahsd
    perciò non è un grande complimento. O rime come questa le hanno già scritte i futuristi?

  2. DEATH 13 gennaio 24, 2007 a 12:17 pm #

    IMMENSO GB….QUESTA è CLASSE PURA….
    SPETTACOLO!
    MARRA,YOUR FAVOURITE FRIEND ^^

  3. Bracco gennaio 24, 2007 a 1:54 pm #

    Ohhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh hhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh

  4. infrarosa gennaio 24, 2007 a 4:56 pm #

    bigia bellissimo non ho parole

  5. ilmarinaio gennaio 24, 2007 a 8:10 pm #

    grandissimo GB! appena ho letto “Ah! La Legione!” ho capito che eri te.  devo dire solo due cose:Ci si lavava con la
    sabbia, ci si divertiva a sparare alla sabbia, si sudava la sabbia, si
    parlava con la sabbia. Si avevano miraggi di cose e persone e si
    attendeva l’attacco dei maomettani.mi ricordo che quand’ero nella legione io avevo anche miraggi di sabbia. mi sa che ci sono stato un po’ troppo..Il tenente puzzava
    come un caprone, il cuoco puzzava come un caprone, tutti puzzavamo come
    caproni, il forte era tutto sgarruppato.
    pensa che nel nostro forte c’era anche un caprone, che puzzava di
    pesce.  e poi anche da noi non era pulito. la pulizia non era il
    nostro forte.

  6. maryann gennaio 24, 2007 a 8:56 pm #

    Sto ancora ridendo. Ma i datteri alla brace ve li faceva? Sono buonissimi. Meglio dei fichi brogiotti secchi flambé. Anche se è una bella lotta. 

  7. GB gennaio 24, 2007 a 9:00 pm #

    Grazie mille mìi fedeli (and favourited) amici! Ma così nutricate troppo il mio già pingue orgoglio! Son gongolante e pregno di gioia (“embarassado” dicono gli spagnoli).
    Grazie dei complimenti frank, non so niente di quei versi, ma ammetto di aver IO copiato “la legione” da un’opera inedita di Marinetti, opportunamente epurata da un po’ di RRROMBA, BRUUUM, KABUM, TA-TA-TA-TA! Forse per questo il sapore un po’ reazionario, chissà…
    Grazie Marra dell’IMMENSO (che in maiuscolo duplica l’effetto), in effetti sono un po’ ingrassato, ci sto lavorando su.
    Braccohhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh
    Grazie soprattutto a te infrarosa del “bellissimo”, in realtà sono un po’ ingrassato, ma ci sto lavorando su.
    Marinaio, ma te nella mitica legione in che reparto eri? Tiratori scelti? Lancieri napoleonici? Lanciatori di kriss? Morituri te salutant? No perchè magari ci siamo incòcciati che ancora non ci si conosceva… io ero negli agguerritissimi Broncopneumologia.
    Cmq, se interessasse, ho scoperto che il cappello tipico dei legionari si chiama chepi.

  8. GB gennaio 24, 2007 a 9:05 pm #

    Eh, maryann, ti dirò: era particolarmente bravo nelle cruditè. Immagina che sforzo, che l’inferno l’abbia in gloria.

  9. infrarosa gennaio 24, 2007 a 9:16 pm #

    anche se non lo dice perché è timido, anche il gori era in legione. è quello in piedi al centro.

  10. maryann gennaio 24, 2007 a 9:33 pm #

    Degno del Gambero Rosso. Tutte le fortune i legionari. E mai niente per i detenuti di San Vittore.

  11. M.Sturbation gennaio 24, 2007 a 10:36 pm #

    GB,un po’ “fumigginoso”…Bello però!
    Acid,ma l’hai visto che mi hanno messo a fare “Love Bugs”?

  12. ilmarinaio gennaio 24, 2007 a 11:21 pm #

    Marinaio, ma te nella mitica legione in che reparto eri?
    ero nei palombari d’assalto.

  13. Galatina gennaio 24, 2007 a 11:51 pm #

    Ciao a tutti! in particolare al padrone di casa: Acid, lo sò che un pò ti scoccia che il primo commento è per un post di GB, ma ricordati che sei il mio Amante Segreto e stò cercando di mantenere il più possibile le distanze e l’anonimato.Gb è un picere leggere quello che scrivi e anche l’averti conosciuto

  14. acidshampoo gennaio 25, 2007 a 3:17 am #

    Applausi a tutto spiano! Ma proprio un’ovulazione in piedi!GB, i tuoi racconti mi piacciono da morire e sono veramente il meglio: evocativi, in-acchiappabili, fuori dai generi, divertenti, personalissimi. Questo non fa eccezione ed è bellissimo. Sì, come ha detto anche la Frank, hai uno stile veramente unico e invischiato con la tua personalità. Talmente unico e talmente gustoso, che quasi viene da fare una cosa cafonissima (lo so) che è chiedertene altri, infiniti altri su infiniti altri mondi… che ne so… uno su Robin Hood, una storia di pirati, uno di fantascienza anni ’60, uno scontro fra mach giapponesi, uno spaghetti western… E’ che il filtro GB su questi mondi perduti a me fa letteralmente impazzire!

  15. acidshampoo gennaio 25, 2007 a 3:22 am #

    > Acid,ma l’hai visto che mi hanno messo a fare “Love Bugs”?Sì sì, t’avevo visto! Sempre di gran classe, carissimo, anche amputato di tuta! E recentemente t’ho visto anche nell’ultimo film di Rubini.Però in Love Bugs t’hanno affiancato una che don’t ze reggae. Parlo di Giorgia Surina, che per me è da fagni i fumenti col vetriolo.

  16. acidshampoo gennaio 25, 2007 a 3:28 am #

    Galatina! Benvenuta da queste parti! Strapiacere di averti qui, che quasi non ci speravo più! Ricordati che su queste pagine puoi dire tutto e il contrario di tutto, seguendo il flusso o proponendo nuovi argomenti. Fai conto che è una lavagna bianca da riempire. Ogni off-topic è consentito e anzi caldamente invitato, visto che le meglio discussioni imprincipiano così. No no, non mi offendo che hai esordito sotto il bel post di GB. L’importante è che continui a postare, neh! E poi qua si parla di Nip/Tuck ogni tre per due… anzi, mi aspetto che tu mi monitori sulle varie puntate che vedi della quarta serie. E soprattutto: Popular poi l’hai visto? E Prison Break l’hai preso, vero?

  17. frank gennaio 25, 2007 a 9:32 am #

    >anche se non lo dice perché è timido, anche il gori era in legione. è quello in piedi al centro.
    o porca l’oca! E’ vero! Beccato!!

  18. frank gennaio 25, 2007 a 9:36 am #

    Ciao Galatina!
    Hai già le credenziali per dimorare tranquilla in questo bug di blog:
    t’è piaciuto il post di GB, hai un amante segreto, hai roba da
    nascondere con l’anoimato, e bazzichi Acidshampoo [giusto?]. Benvenuta!
    ps. ma il soprannome? Se è per la caramella bianca e quadrata, ciò costituisce ai miei occhi una credenziale aggiuntiva.

  19. Bracco gennaio 25, 2007 a 9:41 am #

    Bel post Gb. Anche se mi prendi in giro…ueeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeh!Ragazzi…è ufficiale..hol’influenza. Aviaria ovviamente. Almeno in questo mondo monotono mi succede qualcosa di nuovo.

  20. caramelleamare gennaio 25, 2007 a 10:14 am #

    bravo bigiarini, questo oltre a essere bello di suo, è anche uno di quelli che m’è piaciuto de piu. che poi io a te nella legione te ce vedo bene

  21. DEATH 13 gennaio 25, 2007 a 1:07 pm #

    CIAO GALATINA…BENVENUTA TRA NOI…
    COMPLIMENTI PER IL NICK….
    è UNA DELLE GIOIE CARAMELLISTICHE MAGGIORI PER IL SOTTOSCRITTO…
    MARRA ^^

  22. GB gennaio 25, 2007 a 1:33 pm #

    Grazie tante caramelle, ma nella legione non mi ci vedrei, sono in realtà un mezzo pacifista.
    Acid, che dire, se non che se non fosse per te, per la tua direi ormai proverbiale ospitalità, per il tuo occhio da produttore (ma non dimentichiamo gli stivali dei soldati), per il tuo pungolo e per il fulgido esempio, non mi salterebbe in mente di condividere questi deliri con alcunchì o alcunchè, che mai avrei voglia o energie (già lo dissi) per aprire un blog, anche perchè sto benissimo qui. E scusate l’involuzione del periodo.
    M.Stu: E’ fumiginoso, non fumigginoso, guarda sul dizionario! Ah ah!
    E bracco, non mi piangere, che c’ho il cuore in venirtà tenerissimo e facile al pianto empatico!

  23. GB gennaio 25, 2007 a 1:43 pm #

    Galatina, ti assicuro che il piacere è ricambiatissimo. Benvenuta!Che poi, oltre a ricordarmi le ghiotte caramelle che abbiamo condiviso, il tuo nickname (ma ancora si chiamavano semplicemente pseudonimi) mi ricorda quello che avrebbe potuto adottare una poetassa rinascimentale in uno di quei “circoli” in cui componevano poesie bucoliche e pastorali…

  24. Bracco gennaio 25, 2007 a 3:07 pm #

    Tristo è quel disceplo che non avanza il suo maestro [Leonardo]

  25. Bracco gennaio 25, 2007 a 3:08 pm #

    C’ho la febbre…un’ho più.

  26. acidshampoo gennaio 25, 2007 a 5:28 pm #

    > è UNA DELLE GIOIE CARAMELLISTICHE MAGGIORI PER IL SOTTOSCRITTO…Quelle classiche però. Che quelle con pezzetti di cioccolato sono una delusione unica.Comunque non sono male nemmeno le pastiglie di Biopan (un antiacido). Tipo le galatine, ma tendenti alla vaniglia.

  27. acidshampoo gennaio 25, 2007 a 5:39 pm #

    > anche se non lo dice perché è timido, anche il gori era in legione. è quello in piedi al centro.Ma vaffanculo! Quella è una chiara sindrome di Klinefelter!

  28. acidshampoo gennaio 25, 2007 a 5:51 pm #

    Che rogna. E’ incinta Sarah Wayne Callies, l’attrice che fa Sara Tancredi in Prison Break. L’ingallata figlierà l’estate prossima. A parte il fatto che sono geloso, eccheccazzo però, sempre questi inghippi di cast ci devono essere in Prison Break! Chissà se questa gravidanza sarà introdotta nella terza (eventuale) serie. Per tagliare la testa al toro io spero di sì. Speriamo piuttosto non si debba assentare forzatamente come la Marcia Cross. Cazzo, però eh…

  29. M.Sturbation gennaio 25, 2007 a 6:28 pm #

    Parlo di Giorgia Surina, che per me è da fagni i fumenti col vetriolo.
    M’han dato questa…che fai l’ammazzi….(è proprio pesa)

  30. acidshampoo gennaio 25, 2007 a 6:52 pm #

    M.Sturbation, e conta che la Surina ha sostituito Federica Fontana e Martina Stella, precedentemente in lizza per quel ruolo. Comunque secondo me quella parte era adatta ad una giovane comica vera, come la Caterina Guzzanti (la minore dei tre Guzzanti). Non che ci impazzisco eh, ma almeno non c’avrei bisogno di sforzarmi per trovare tracce di ironia nella protagonista femminile. Detto questo, a me Love Bugs non è mai piaciuto granchè, mentre per Camera Cafè c’andavo matto. E occhio che fra non molto imprincipia il nuovo telefilm di Luca & Paolo!

  31. acidshampoo gennaio 26, 2007 a 5:02 am #

    QUI un video da non perdere assolutamente.

  32. acidshampoo gennaio 26, 2007 a 5:17 am #

    ATTENZIONE!QUI, in streaming e in anteprima, “Mi Persi”, il primo singolo di Daniele Silvestri dal suo nuovo album in uscita a Marzo. Forse la canzone più intimista che abbia mai scritto, per me vicina a certe suggestioni di Sig. Dapatas. Scelta coraggiosissima per un singolo.Questo il testo:
    MI PERSIinvece di andarmene da qui piuttosto che lasciarti ancora la soddisfazione decisi di cambiare totalmente la mia posizioneè solo che mi persie ancora ieri consideravo che se tu non c’eri io…però è un pensiero inutilema sì ma sì lo so qual’era il modo esatto per riavere tuttoè solo che mi persie poi chissàognuno ha il suo piccolo razzo lanciato nel blu dello spaziocon dentro frammenti di sè eh già ma sì ma sì lo so che avrei dovuto prenderti e sfidare il mondoè solo che mi persima sai che c’è? che se ognuno ha il suo piccolo razzoio devo aver perso il contattoe adesso perdonami se mi è rimasta soltanto la parte peggiore di me

  33. acidshampoo gennaio 26, 2007 a 5:36 am #

    Occhio però, l’anteprima in streaming è disponibile per un solo giorno!

  34. acidshampoo gennaio 26, 2007 a 3:33 pm #

    Copio/incollo da Rockol—————————–

    L’ATTORE HORROR CHRISTOPHER LEE SI DA’ AL METAL A 84 ANNI
    Christopher Lee, nato a Londra il 27 maggio 1922 e noto specialmente per i suoi ruoli nel genere horror, tra i quali “Dracula il vampiro” del 1958, “La maschera di Frankenstein” del 1956 e “La mummia” del 1959, ha in pubblicazione un album. Il CD s’intitola “Revelation” ed uno dei brani, “The toreader march”, è in stile heavy-metal. “Credo che quando la gente sentirà questo CD dirà: ‘Sì, sa cantare veramente’. Per quanto ne so, nessuno ha mai registrato un album ad un’età simile alla mia”, ha detto il veterano attore. “Credi che ai giovani piacerà ‘The toreador march’ anche se è cantata in francese. Non canto in stile heavy-metal, però il pezzo è heavy-metal”.Recentemente Lee ha lavorato nei film “Il Signore degli Anelli” (come Saruman), “La fabbrica di cioccolato” e “Giovanni Paolo II”.

  35. Galatina gennaio 26, 2007 a 7:26 pm #

    Grazie per l’accoglienza e i complimenti per il nick!Soprattutto grazie frank per come mi descrivi: messa così sembro quasi una donna dai mille misteri, cosa che non sono, ma che mi piace pensare.Quello che volevo sapere da te: esistono le galatine quadrate?Io pensavo fossero solo un ricordo distorto della mia infanzia, ma ora che me lo dici mi fai venire i dubbi. Io le trovo in vendita solo tonde!

  36. Galatina gennaio 26, 2007 a 7:35 pm #

    Acid, Prison Break l’ho preso, mi sono fidata, anche se il sospirone lungo lungo che ho fatto dopo aver visto il primo episodio la dice lunga (lunga) sui miei dubbi. Per ora non giudico, intanto il dvd resta lì a fare compagnia agli ultimi 3 di Dottor House che ancora non ho avuto il tempo di vedere e che per ora hanno la precedenza su Prison Break.Anche Popular non l’ho visto, per un motivo più stupido: mi sono scordata!Intanto ti volevo chidere che ne pensi di Medium: l’hai mai visto? su rai 3, il mercoledì. La prossima settimana inizia la seconda serie…

  37. Galatina gennaio 26, 2007 a 7:41 pm #

    Galatina la poetessa rinascimentale: nientemeno!Mi ci vedo eccome!Solo che sul bucolico direi che ci siamo, per quanto riguarda la poesia… non sò quale circolo mi accetterebbe…

  38. acidshampoo gennaio 26, 2007 a 7:54 pm #

    Guarda Galatina, io ho una certezza nella vita: SO che Prison Break conquisterà la tua fiducia, non ne potrai fare a meno e gli conferirai la priorità anche su Dr. House. Ce s’ardirrà! Di Medium ho visto la prima puntata l’anno scorso, anche perchè la protagonista è una delle mie attrici preferite in assoluto, Patricia Arquette. Però, non so, non mi colpì particolarmente. Sia chiaro, lo trovai assai ben fatto e intrigante, ma senza una sua unicità, anzi simile ad altri telefilm di quel prolifico genere. A me garba quando dietro a un prodotto si percepisce il carisma di un autore e una sensibilità che non troveresti altrove. Però penso che prima o poi lo recupererò. Tu dici che merita?

  39. Daiana gennaio 26, 2007 a 9:38 pm #

    Gori ho letto l’ultimo Dylan Dog di Sclavi, “Marty”…. a parte il fatto che è meraviglioso, a te l’assassino non ha fatto venire in mente le atmosfere di dexter!? magari il protagonista assomiglia più a Ruby che a Dexter però quel lettino con i condannati a morte…. bello sclavi, bello bello bello…. e ci credo che a un certo punto avevo perso interesse per il fumetto, Sclavi è su un’altro pianeta proprio, peccato che siano già finite le sue storie…

  40. Daiana gennaio 26, 2007 a 9:44 pm #

    Guarda Galatina, io ho una certezza nella vita: SO che Prison Break conquisterà la tua fiducia, non ne potrai fare a meno e gli conferirai la priorità anche su Dr. House. Ce s’ardirrà!Parole Sante Gori! PAROLE SANTE! Galatina fidati, nessuno può resistere al magnetismo di Prison Break…. fra qualche puntata non potrai più farne a meno… A proposito, sempre a causa del fottimento della scheda madre del mio pc non ho ancora potuto mettere a scaricare la 2.14 che aspetto da un mese…. Gori mi rimetto alla tua indole da donatore universale…. S.O.S.

  41. Daiana gennaio 26, 2007 a 9:52 pm #

    Finalmente ho letto anche il post! Scusate il ritardo ma ero indaffarata in questi giorni! Bravo GB! Ma come fai a scrivere cose così intorcinate!? Eppure a vederti sembri un ragazzino tanto tranquillo…  non l’avrei detto.

  42. acidshampoo gennaio 27, 2007 a 6:35 am #

    Daiana, mi sono regolato sulla roba vedibile da entrambi, perchè in altra roba magari non siete in pari. Ergo…La 2.14 di Prison Break.Le prime quattro di Rescue Me.La prime tre di Dirt.La prima di Shark.La prima di Robin Hood (*).La prima di Torchwood (*).L’ottava di Kitchen Confidential.L’album di Mauro Repetto, il biondo degli 883.(*) ancora non visti, quindi non garantisco che siano meritevoli.

  43. frank gennaio 27, 2007 a 12:42 pm #

    >esistono le galatine quadrate? […] Io le trovo in vendita solo tonde!
    O perbacco Galatina. Il primo impulso era di risponderti:
    le Galatine sono
    quadrate. Quelle tonde sono un errore di percorso, ma nel packaging
    classico della bustona le si trovano ancora conformate come dio comanda.
    Poi m’è venuto un dubbio: effettivamente, è da 6/7 anni che non vedo una galatina quadrata. Qui bisogna indagare.

  44. Blimunda gennaio 27, 2007 a 12:45 pm #

    Heheh, GB, Bravo!
    Ammeto che ho avuto un po’ di dificolta per leggerlo e stavo quasi
    desistindo di farlo, però ho riprovato ancora e penso sono riuscita in
    quasi tutto.. Mi ha piaciuto un sacco!

  45. frank gennaio 27, 2007 a 12:47 pm #

    >Prison Break l’ho preso,
    mi sono fidata, anche se il sospirone lungo lungo che ho fatto dopo
    aver visto il primo episodio la dice lunga (lunga) sui miei dubbi
    Come ti capisco. Anch’io vidi l’episodio pilota su Italia1 e dissi “questa
    è la solita aria fritta, una storia che si regge sul niente, e dovrei
    rimanere a bocca aperta per i tatuaggi di questo insulso essere”.
    Ma persone affidabili, in primis il buon Acidshampoo, mi dicono che in
    realtà è una gran serie, sottile generosa e appassionante. E allora
    contaci che la vedrò con occhi nuovi, quando sarà il momento.

  46. Blimunda gennaio 27, 2007 a 1:07 pm #

    Vedi, Frank, vedi. Anche se non sono così affidabili come il buon AcidShampoo, che dice che ho dei “gusti da schifo”, ti dico che mi sono innamorata di Prison Break e che vale la pena guardarla. Per me è il migliore telefilm insieme a Nip/Tuck, e si, rimani a bocca aperta per i tatuaggi di quello insulso essere, ma non solo.

  47. GB gennaio 27, 2007 a 1:58 pm #

    frank, anch’io ho dei ricordi poco definiti che riguardano le galatine quadre, ma anche tonde. Bho.
    >Recentemente Lee ha lavorato nei film “Il Signore degli Anelli” (come Saruman), “La fabbrica di cioccolato” e “Giovanni Paolo II”.
    Sembra una specie di storia di redenzione.

  48. acidshampoo gennaio 27, 2007 a 1:59 pm #

    > Come ti capisco. Anch’io vidi l’episodio pilota su Italia1 e dissi “questa è la solita aria fritta, una storia che si regge sul niente, e dovrei rimanere a bocca aperta per i tatuaggi di questo insulso essere”. Ma persone affidabili, in primis il buon Acidshampoo, mi dicono che in realtà è una gran serie, sottile generosa e appassionante. E allora contaci che la vedrò con occhi nuovi, quando sarà il momento.Ecco, allora fai che il suo momento venga alla svelta, perchè io non ci dormo la notte a pensare che nella tua testa permane questa idea: “questa è la solita aria fritta, una storia che si regge sul niente, e dovrei rimanere a bocca aperta per i tatuaggi di questo insulso essere”. Io, che non ne sbaglio una, dopo la prima puntata pensai: “C’è del gran buono… ma conosco come fanno: di sicuro si resta dalle parti di eterno enigma alla Lost”. Ecco, tutta colpa di un pregiudizio, di esperienze passate, di aver fretta di incasellare. L’enigma non è che ce n’è poco… l’enigma NON C’E’! Prison Break è la cosa più succosa in termini di pura exploitation che abbia mai visto. Nemmeno nei migliori sogni di Tarantino.

  49. GB gennaio 27, 2007 a 2:06 pm #

    >Eppure a vederti sembri un ragazzino tanto tranquillo… 
    Io SONO un ragazzino tranquillo, e anche molto devoto. Giusto ieri ho sacrificato sei capre e un bufalo al dio Azùz. Però ormai “ragazzino” poco, il tempo incalza…
    Blimunda, mi spiace che ti sia rimasto ostico. Ma ci tengo molto al tuo giudizio, dimmi se posso fare qualcosa: usare altri termini per chiarire un periodo, imparare il portoghese, sacrificare un bue al dio Azùz…

  50. Blimunda gennaio 27, 2007 a 2:14 pm #

    Se scrivi “ostico” mi rimani ostico… Fai tutti i 3, ma atenzione speciale al sacrificio del bue… forse sarà arrabbiato e potrà farti del male…

  51. GB gennaio 28, 2007 a 5:30 pm #

    Pardon Blimunda. Comunque credo che sarà molto più facile, almeno per me, sacrificare un bue che imparare il portoghese…

  52. Bracco gennaio 28, 2007 a 8:33 pm #

    Ho letto su desperate houswives. Tante cose tante cose….

  53. mato gennaio 29, 2007 a 10:17 am #

    sono arrivato alla settima puntata di prison break.. dunque.. dopo le prime due ho pensato: “beh, sì, l’idea è abbastanza folle, però non mi sembra così convincente, boh.. lui ha una faccetta da stronzetto che prenderei a ceffoni, l’altro di un bisonte senza testa..”..
    poi però sono andato avanti.. la verità è che non c’ho il cuore.. arrivo a 170 battiti al minuto, è davvero senza tregua.. ritmi incredibili.. non posso ancora dire mi faccia impazzire però incolla ed è davvero pieno di roba.. ogni puntata è più o meno auto conclusiva pur lasciando il colpo di scena, che puntualmente viene ripreso alla puntata dopo..
    mettiamola così: lost è di un altro pianeta per me perchè stimola esattamente le tematiche che amo (filosofia, religione, esoterismo, mistero, destino), ma se quelli di lost avessero avuto in mano sta trama, beh, di queste sette puntate che ho visto (specie le ultime due) ci avrebbero fatto 4 serie.. almeno 4 serie..
    lasciando pure alcuni punti aperti..

  54. acidshampoo gennaio 29, 2007 a 11:57 am #

    Mato, sono troppo contento che Prison Break ti stia garbando! Comunque le prime puntate, che a me sono piaciute ma che ad altri non hanno convinto (forse anche per un giusto pregiudizio), riviste retroattivamente sono *perfette* come il resto. Il fatto è che, con il pessimo credo che si è guadagnato il cinema d’azione, pare già di sapere tutto e di intuire la forma del prodotto. E invece Prison Break naviga letteralmente contro quanto ormai è abitudine nel genere. Che poi io non amo il cinema d’azione, mi annoia da morire, ma qui non c’è tanta azione quanta tensione e psicologia. E sì, in effetti è da cardiopalma, continuamente, come nessun’altra cosa che abbia mai visto. E sono felice che non ci sia mai una regia da videoclip, televisiva nel senso più bieco, ma sempre stupendamente classica, precisa, leale, funzionale alla narrazione e che quindi davvero non lascia scampo. Ah, sono curioso di sapere chi sono i tuoi personaggi preferiti. Il mio è senza dubbio Kellerman, ma se la gioca con T-Bag e Abruzzi. Ma a me davvero garbano tutti. E la Tancredi? No, vogliamo parlarne? E’ la “bella” del telefilm, ma non indugia mai sulla malizia come è d’uopo in questi casi, non strizza l’occhio allo spettatore ma è sempre addosso alla storia, alla pari con il resto, parlandoci di sè solo per sottrazione. E se anche questa non è una scelta controcorrente…

  55. mato gennaio 29, 2007 a 12:55 pm #

    no, no.. io kellerman lo odio, e pure t-bag.. è che c’ho l’animo romantico, e alla fine i cattivoni non li ho mai in simpatia.. tranne abruzzi, minchia abruzzi c’ha la faccia giusta, poi adesso voglio anche sentire la sua voce originale perchè la voce italiana è splendida.. profonda, quasi caricaturale.. alla fine mi piacciono gli eroi.. per dire, il fratellino mi piace perchè è sempre così strafottentemente sicuro di sè, ti mette tranquillità (e dio sa quanto mi mette in ansia questo serial).. il fratellone invece mi piace perchè sembra un trichecone incondizionatamente protettivo.. pure la tancredi non è male (ma qui evito di motivare, sono ancora nella fase adolescenziale).. anche se l’avvocatessa, con quel bel visino, mi piace anche di più..
    comunque procedo.. seguiranno bollettini..

  56. acidshampoo gennaio 29, 2007 a 1:26 pm #

    Mato, io Prison Break ti consiglio di seguirlo RIGOROSAMENTE e ASSOLUTAMENTE in lingua originale. Fidati! L’hanno tutto sottotitolato i tipi di Itasa. Io questa estate l’ho incrociato su Italia 1 doppiato e… mammamia. Per me era inguardabile. Sia per il doppiaggio, che appiattiva da morire la recitazione degli attori, che gioca sempre sui mezzi toni, sia perchè hanno tagliato il formato 1:85 ad un terribile 4:3 televisivo (che qui più che altrove è letale). Dammi retta, non c’è proprio paragone. Se non sai come usare i sottotitoli sui video in lingua originale, te lo spiego io. Fammi sapere!

  57. mato gennaio 29, 2007 a 2:45 pm #

    ok, seguo il consiglio.. la faccenda del formato infatti cominciava a darmi fastidio.. è evidente il taglio.. i sottotitoli ho cominciato a usarli per lost per cui dovrei essere coperto..

  58. acidshampoo gennaio 29, 2007 a 6:16 pm #

    Ottimo! Che t’assicuro che cambia davvero tanto. Guarda, butta un’occhio alla serie Rescue Me, che stanno sottotitolando su Subsfactory. Veramente veramente veramente bella, io la sto amando da matti! Ma no, non ti voglio distrarre da Prison Break. Se mai te ne riparlo!

  59. mato gennaio 29, 2007 a 6:23 pm #

    tanto penso che prison break lo concludo in settimana.. ho visto le prime due di n/t.. mi sono bloccato sul pisello sanguinante del figlio perchè ho scaricato le puntate dalla 1 alla 10 e mi sono dimenticato la 3..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: