Tele 666

18 Gen

TELE 666





soltanto per oggi

solo alle prime dieci

occasionissima

non è mai stato così facile

frantumarsi







Annunci

81 Risposte to “Tele 666”

  1. acidshampoo gennaio 18, 2007 a 1:42 pm #

    SEGNALAZIONE 1ATTENZIONE! La quarta stupenda stagione di Nip/Tuck debutta domani, venerdì 19, alle 22.55 circa su Italia 1. Che poi il venerdì sarà serata ospedaliera, visto che Nip/Tuck sarà preceduto dalla terza serie del Dottor House (alle 21.05), della seconda di Gray’s Anatomy (alle 22.00) e seguita dalla nuova serie Huff alle 24.Occhio che questa serie di Nip/Tuck un s’ha da perdere! Fidatevi di chi l’ha già vista in lingua originale e c’è, a dire poco, impazzito. Poi, anche per chi non ha mai seguito la serie, questa quarta è un perfetto nuovo inizio.

  2. acidshampoo gennaio 18, 2007 a 1:48 pm #

    SEGNALAZIONE 2Da lunedì 22 gennaio su MTV verrà trasmessa la prima serie televisiva di Ryan Murphy (prima di Nip/Tuck), cioè la stupendosissima Popular. Un telefilm collegiale acidissimo, ai confini della ragione e del ridicolo, con tutto lo stile unico del Murphy che ameremo. Stile già compiutissimo ed irrestitibile. Una puntata ogni sera, dal lunedì al venerdì, alle ore 20.30.

  3. acidshampoo gennaio 18, 2007 a 1:53 pm #

    SEGNALAZIONE 3Tv Sorrisi & Canzoni dà la prima serie di dvd di Prison Break, una delle serie più belle del Wesconsin e del resto del mondo. In tutto sono sette dvd. Lunedì la prima uscita, un dvd a 5,90 in allegato alla rivista. Nelle tre settimane successive invece verranno distribuiti 2 dvd alla volta, a 12,90 forfait.

  4. Junkpuppet gennaio 18, 2007 a 3:42 pm #

    Poveri voi, io ieri ho visto la puntata della prima serie sulla tele portoghese in inglese coi sottotitoli in portoghese quella lá con matt che vuole circoncidersi questo sí che é fico noi sí che siamo indie e via dicendo altre cazzate.
    Comunque io sono tra i primi dieci.
    E infine, Gori, vieni ad iscriverti al nuovo icepink (icepink.it e link).

  5. infrarosa gennaio 18, 2007 a 5:36 pm #

    come mi spiace che non vedrò popular e che il computer mi s’è rotto e non la posso scaricare… 😦

  6. acidshampoo gennaio 18, 2007 a 8:48 pm #

    Junk, per saperlo: ma te mica mi ti azzarderai a perderti Popular eh? Io sono convinto che lo amerai. Di sicuro sono ansioso di sapere che ne pensi e che effetto ti fa, anche da fan di Nip/Tuck.Conta che c’è gente come la Infrarosa che, paraccia, sta in Germania e vorrebbe vederselo e non può e guarda solo “film indipendenti con motoclicliti e un bambino”.

  7. frank gennaio 18, 2007 a 9:18 pm #

    Diciamolo. Tele 666 è una poesia che potrebbe piacere anche a [ma che dico: potrebbe anche averla scritta] TIZIANO SCLAVI. Già mi pare di sentirla declamare con fare grottesco da Acidshampoo, un crescendo isterico fino al “frantumarsi” pronunciato un semitono sotto il rutto. L’unico altro capace di dargli corpo che mi venga in mente è (lo so è assurdo, ma sono un’ignorante del teatro) CLAUDIO BISIO.Eccoci qua, allo Sgargabonzi si incontrano Sclavi e Bisio come se niente fosse.

  8. frank gennaio 18, 2007 a 9:28 pm #

    E Grey’s Anatomy ti piace, Acid?

  9. Bracco gennaio 18, 2007 a 9:28 pm #

    http://www.focolare.org/Ma dategli foco…

  10. Bracco gennaio 18, 2007 a 9:29 pm #

    Ah..ovviamente il mio commento era riferito al link, non a quello che ha scritto Frank.

  11. frank gennaio 18, 2007 a 9:37 pm #

    Riporto una perla dal blog di Luca Sofri (perenne fonte di aneddoti musicali brillanti e molto altro):Oggi da Buscemi ho trovato un disco dei Black Merda:
    “Veasey wanted to choose a name that would be a shocking reminder to
    the public of how bad the situation was. Veasey suggested “Black
    Murder” and the others agreed. After a while, the spelling was changed
    to “Black Merda” as a way of retaining the original name without having
    to deal with the negative impact of the word “murder”.

  12. frank gennaio 18, 2007 a 9:40 pm #

    Lo so lo so Bracco…Vieni a vedere “Rocky Balboa” all’Europlex alle 22,50 stasera? Noi si va.

  13. Bracco gennaio 18, 2007 a 9:59 pm #

    Grazie ma non posso. Per 3 motivi:1. Non sopporto Stallone2. Ho la febbre3. Domani ho un test di fine moduloGrazie lo stesso

  14. M.Sturbation gennaio 18, 2007 a 11:25 pm #

    Oggi è Santa Prisca.Vero

  15. Rouge gennaio 19, 2007 a 12:03 am #

    Tele 666… canale 666… mmm, siamo in odor di mistificazione sclaviana eh?   

  16. Rouge gennaio 19, 2007 a 12:07 am #

    Voglio decantarvi anche io una poesia. Si chiama:OCCHI DISTRATTIGino!Guarda lì!Guarda qui!Guarda la’!Macchè…

  17. infrarosa gennaio 19, 2007 a 2:13 am #

    Bbracco, anche i focolari però hanno un interessante lato erotico; cito dalla pagina che hai linkato:
    “il Movimento verrà denominato “dei focolari” dalla gente di Trento, per “il fuoco” dell’amore evangelico che animava Chiara Lubich e le sue prime compagne”.
    E già Chiara e le sue compagne focose tutte in movimento suggeriscono giochi proibiti. Ma soprattutto:
    Il vescovo di Trento, Mons. Carlo De Ferrari, dà la prima approvazione, a livello di Chiesa locale,  nel 1947: “Qui c’è il dito di Dio”. Dove il dito sia stato messo non viene però specificato. Proporrei un’indagine in tal senso al professor Rivolta, se lo ritiene argomento meritevole.

  18. Francesco Rivolta gennaio 19, 2007 a 12:14 pm #

    Il vescovo di Trento, Mons. Carlo De Ferrari, dà la prima
    approvazione, a livello di Chiesa locale,  nel 1947: “Qui c’è il dito
    di Dio”.
    Dove il dito sia stato messo non viene però
    specificato. Proporrei un’indagine in tal senso al professor Rivolta,
    se lo ritiene argomento meritevole.mmm….  bisognerebbe vedere la situazione in cui
    la frase sia stata pronunciata.  se era davanti ai fedeli, detta
    dal pulpito, probabilmente il dito di Dio era tra le pagine della
    Bibbia.  come dire “Qui tra l’altro c’è il dito di Dio, e se mi
    fate arrabbiare ve lo tiro.”  se davanti alla folla
    dell’inaugurazione era un’invito a una caccia al tesoro:  “In
    questa chiesa nascosto da qualche parte c’è il dito di Dio, chi lo
    trova vince un viaggio”.  oppure ancora, detta dal pulpito: 
    “Qui c’è il dito di Dio”:  seduto tra gli altri nelle panche c’è
    un dito celeste grande quanto un uomo, che a queste parole si alza in
    piedi.
    sennò non vedo altre possibilità.

  19. Bracco gennaio 19, 2007 a 12:16 pm #

    Vedi, Infrarosa, questo potrebbe avvalorare la mia ipotesi (che poi tanto ipotetica non mi pare..) della setta dei focolarini vista come un paravento ad un’attività di scambio erotico. Così come gli scout. Io la penso così. Mi dispiace per gli scout qui presenti, ma le suddette associazioni sono tristemente (perché io non approvo le accoppiate di gruppo) note per le accoppiate di gruppo durante i campi di sopravvivenza. Anche qui si direbbe che il “fuoco” del calore umano scalda le gelide notti in tenda..Non fateci caso. Ho la febbre..

  20. Junkpuppet gennaio 19, 2007 a 12:16 pm #

    Acid, sono senza connessione, se non quella dell’Ambasciata, sono di nuovo in Portogallo…Impossibile…

  21. acidshampoo gennaio 19, 2007 a 2:49 pm #

    SEGNALAZIONE 4Da ieri in edicola, allegato al Corriere Della Sera Magazine, c’è un album inedito di Fabio Concato, dal titolo Azzurro Concato, che non sarà venduto nei negozi. Il ricavato delle vendite andrà al Telefono Azzurro, al quale Concato è legato dai tempi della sua 051. L’album è molto molto molto bello, con le sue canzoni più famose ricantate e risuonate per l’occasione. Ci sono anche diversi illustri ospiti, tra cui Antonella Ruggiero, Tullio De Piscopo, Lucio Fabbri e Renato Sellani. Ve lo consiglio caldamente.

  22. mato gennaio 19, 2007 a 3:31 pm #

    anch’io ho una poesia nuova di zecca..
    SARTORIA 666
    mi cambio le mutande
    con un auspicio nuovo
    ci provo e ci riprovo:
    è sempre troppo grande

  23. acidshampoo gennaio 19, 2007 a 3:36 pm #

    > E Grey’s Anatomy ti piace, Acid?Beh, non ti so dire, è una serie che mi mette in crisi, su cui sono molto contrastato… Il mio giudizio in 3 parole 3:   m e g l i o   l o   s c o l o.Invece Frank sto vedendo una gran serie che poi secondo me è la TUA serie ideale: Rescue Me. STUPENDA. Sono convinto che la amerai.

  24. acidshampoo gennaio 19, 2007 a 3:43 pm #

    Mato, stasera butta un occhio su Italia 1 verso le 23… merita, damme retta.

  25. mato gennaio 19, 2007 a 3:45 pm #

    oh, lo so.. ma non penso che mi sintonizzerò.. ho deciso di cominciare dall’inizio.. e ho coinvolto nell’impresa anche la mia signorina..
    ieri, peraltro, ho scaricato le prime dieci di prison break..
    (quanto a dampyr, sono stato fottuto dal lavoro in questi giorni e ho rimandato.. ma ce la farò)

  26. acidshampoo gennaio 19, 2007 a 3:45 pm #

    > mmm, siamo in odor di mistificazione sclaviana eh? Un po’ de più! Ma quello mica da ora eh!

  27. acidshampoo gennaio 19, 2007 a 4:10 pm #

    >oh, lo so.. ma non penso che mi sintonizzerò.. ho deciso di cominciare dall’inizio.. e ho coinvolto nell’impresa anche la mia signorina..ieri, peraltro, ho scaricato le prime dieci di prison break..Due belle notizie! Se puoi/vuoi, monitorami via via su dove arrivi, che mi garba sapere in medias res come ti sembrano queste serie!

  28. mato gennaio 19, 2007 a 4:13 pm #

    yes.. ti aggiorno..

  29. acidshampoo gennaio 19, 2007 a 4:19 pm #

    > Acid, sono senza connessione, se non quella dell’Ambasciata, sono di nuovo in Portogallo…Impossibile…Comunque fino alla nona puntata della seconda stagione li trovi anche aumma aumma. Quando torni?

  30. GB gennaio 19, 2007 a 4:45 pm #

    Gori, in seguito alla chiacchierata su “eye of the beholder”, il gioco più bello di sempre, ho fatto una breve ricerca e ho trovato con questo nome: un paio di film, un libro, un pezzo dei Metallica, uno di Chick Corea e milioni di altra roba. Giusto per curiosità, “eye of the beholder” è “l’occhio dello spettatore”, quale miglior nome per il nostro mostro pluriocchiuto? Ricordo che ai tempi, non passandomi per il capo l’idea di prendere un dizionario, immaginavo una fantatraduzione con riferimento al verbo to hold, qualcosa come be-holder, visto che uno degli incantesimi offensivi degli “occhi” era proprio l’immobilizzazione dell’avversario. Pensa te. E scopro ora che c’è anche un noto detto inglese che dice: “beauty is in the eye of the beholder” (una specie di “de gustibus non est ecc..”). Sicuramente il detto non prevede l’esistenza del poco bello e poco simpatico creaturino registrato TSR…
     
      Tra l’altro vedo che hanno infilato il 486 nel gameboy.

  31. GB gennaio 19, 2007 a 5:01 pm #

    >Oggi è Santa Prisca.Vero
    E’ vero!

  32. infrarosa gennaio 19, 2007 a 5:53 pm #

    confermo bracco, confermo, io negli scout ci sono andata apposta per fare le mie prime esperienze sessuali di gruppo con minorenni! ho smesso infatti quando da paravento per le orge l’associazione (visto il raggiungimento dell’età adulta di molti .. ehm, membri)`si è trasformata in agenzia matrimoniale tutt’ora brillantemente funzionante, che palle. scherzi a parte: secondo me invece in queste associazioni è molto bene esserci (stati) per farsene un’idea sobria e fondata. io ne sono uscita per incompatibilità ma se tornassi indietro arfarei tutto.

  33. acidshampoo gennaio 19, 2007 a 6:48 pm #

    GB, ma quello è un Koa Toa! Era nel terzo livello del primo Eye Of The Beholder, insieme ai licantropi con la mazza chiodata! Stupendo! Era un mostro che mi piaceva da matti. Lanciava quelle fireball light rosa, che detta così paiono sigarette. Ricordo che lo vidi prima di giocarci, perchè c’era uno screenshot sulla soluzione pubblicata su K. No perchè io ho giocato prima al II e poi all’I, che ho fatto i salti mortali per trovare (anzi, li ha fatti il mi babbo). Alla fine lo trovai da Pergioco a 69.900 lire.Il film Eye Of The Beholder (che non c’entra niente col gioco) l’ho visto, nemmeno malaccio.

  34. acidshampoo gennaio 19, 2007 a 6:52 pm #

    > Tra l’altro vedo che hanno infilato il 486 nel gameboy.Magara!Io me lo sono giocato in un paccosissimo IBM PS/1 Famipack, il mio primo pc. 10 Mhz1 Mb di Ram40 Mb di hard diskLa cosa assurda è che questo computer aveva il dos installato direttamente nel BIOS! Non lo potevi nè togliere nè aggiornare! Ed era lui, il peggiore di tutti, il più buggato, il famigerato DOS 4.0. Roba che la gente teneva installato il 3.6.

  35. GB gennaio 19, 2007 a 7:48 pm #

    >Io me lo sono giocato in un paccosissimo IBM PS/1 Famipack, il mio primo pc. Ma che tu sappia, lanciandolo con l’esegui di xp, funzionerebbe?
    >Alla fine lo trovai da Pergioco a 69.900 lire
    La Pergioco era il refugium peccatorum di tutto quello che roteava attorno al mondo dei gdr. Non si trovava niente in giro e se volevi del materiale ti toccava fartelo spedire da loro per posta (parlo di almeno 15 anni fa), e parecchio era non tradotto.

  36. acidshampoo gennaio 19, 2007 a 8:20 pm #

    Preciso! E infatti anche nella confezione di Eye Of The Beholder II campeggiava l’adesivo “instruzioni in italiano”. Poi invece il manuale era tutto in inglese, mentre in italiano c’era solo un fugliulino con la procedura d’installazione.Pergioco, Computer One, Queen Computer, Alex Games c’avevano il monopolio per la vendita per corrispondenza, ai tempi. Le riviste di giochi per pc erano 4: The Games Machine, K, CVG e Videogames & Computer Word. Il miglior negozio aretino era quello in via Piave. Dove c’era questa citta di una gentilezza imbarazzante, che quando ci andavo col mi babbo mi faceva portare a casa tre scatole diverse, per scegliere quale gioco comprargli. Gli altri due li copiavo e glieli riportavo.No GB, con Xp non funziona perchè hanno tolto (maledetti) l’emulazione del Dos. Però ci sono vari programmilli in giro che lo emulano perfettamente, tempo fa ne provai uno di cui però non ricordo il nome. Però se cerchi “abandonware”, ti escono un sacco di siti dove downloadare tutto l’incredibile dei vecchi giochi su dischetti, e pure di emulatori Dos.

  37. Bracco gennaio 19, 2007 a 8:39 pm #

    Cara Infrarosa, le sette e i gruppi chiusi, qualunque essi siano, vanno presi per come sono. Inutili a noi che non siamo riusciti ad omogeneizzarci col loro sistema. Utili per capire come la gente crede che sia lo stare al mondo. Ecco..più ho a che fare con gruppi che mi vomitano fuori (anch’io per incompatibilità) più mi convinco che il mio modo di campare è quello giusto.Vorrei includere in questo tipo di gruppi tutte le organizzazioni estreme, senza  escludere  alcuna confessione politica e religiosa.  Soprattutto tutti quei club privati dove non si entra senza presentazione, circoli sportivi dove se ci entro io si girano tutti a dire: «Ma la Cacioli qui che ci fa?». Magrai in piscina…col costume comprato alla Upim durante i saldi dell’anno scorso. Scusate tutti quanti lo sfogo..ma dopo l’ennesima volta che mi ritrovo buttata fuori da uno di questi gruppi ristretti ne avrei un po’ le palle piene. Non tanto perché non posso fare una nuotatina in pace al Giotto..quanto perchè, come figlia di nessuno (=figlia di uno di sinistra=pericolosa) arrivo sempre seconda quando c’è da farsi assumere da qualche parte. Scusate se sono fuori tema..Acid..puoi anche cancellare questo post se lo ritieni giusto. Stasera mi sento così…Incazzata.

  38. acidshampoo gennaio 19, 2007 a 8:56 pm #

    > Scusate se sono fuori tema..Acid..puoi anche cancellare questo post se lo ritieni giusto. Stasera mi sento così…Incazzata.Non ce penso neanche. Ottima e sorprendente questa Bracco polemica e parla for dai denti! Anzi ti dico: arfacci pure quando vuoi!E te l’ardico. Qua non esiste l’off-topic. Uno può seguire il thread o parlare di quello che gli va, anche se non c’entra niente col resto. Anzi, io invito a fare questo.

  39. Bracco gennaio 19, 2007 a 9:23 pm #

    Ok allora. Ho mangiato l’ananas. Quella già a fettine in barattolo di latta. Marca Coop. Sapresti dirmi, Acid, che differenza c’è tra l’ananas a fette in sciroppo o in succo proprio? No..perché a me sembrano uguali…

  40. GB gennaio 19, 2007 a 10:57 pm #

    >The Games Machine, K, CVG
    Prima e per un po’ durante, per commodore e amiga, c’era Zzap! E, cambiando settore, la mitica Kaos.

  41. ilmarinaio gennaio 19, 2007 a 11:44 pm #

    dedicato alla Infrarosa e a tutti quelli/quelle che ripensano alle/agli
    ex:  una poesia veramente stupentamente suplime.  da piangere
    veramente.  eccola qua.

  42. infrarosa gennaio 20, 2007 a 2:45 am #

    anche “io ti amo” di benni non è male
    (è questa qui)

  43. infrarosa gennaio 20, 2007 a 2:46 am #

    ora che la rileggo, dormi, liù (sempre lo stesso link) è anche meglio!

  44. frank gennaio 20, 2007 a 11:56 am #

    >che differenza c’è tra l’ananas a fette in sciroppo o in succo proprio?
    Posso tirare a indovinare? Lo zucchero aggiunto?

  45. frank gennaio 20, 2007 a 12:07 pm #

    >della setta dei focolarini vista come un paravento ad un’attività di scambio erotico. Così come gli scout
    Bracco, io feci 2 anni di scout fra le elementari e le medie e ancora
    me li ricordo come un giro di persone orrende, che sotto una fragile
    patina di valori (cattolici nel mio caso) parlati perseguono ignoranza
    e nonnismo sistematico. E il sudicio. C’è però chi ricorda gli anni
    degli scout con somma nostalgia e piacere, senza vissuti negativi.
    Quanto alle orge nelle tende… forse me ne sono andata troppo piccola
    per capire/vedere ma sarà un po’ come in tutte le situazioni di questo
    tipo (gite, vacanze, campi estivi, viaggi, villaggi vacanze…): se
    accrocchiano 2 o 3 ragazzine un po’ più maliziose, è la fine… ma più
    a chiacchiere che di fatto.
    Che ne so, mandaci la tu’ nipote e senti cosa ti racconta.

  46. frank gennaio 20, 2007 a 12:09 pm #

    >Invece Frank sto vedendo una gran serie che poi secondo me è la TUA serie ideale: Rescue Me.
    Non ti chiedo niente. Considerala già in download.

  47. frank gennaio 20, 2007 a 12:22 pm #

    >Scusate tutti quanti lo sfogo..ma dopo l’ennesima volta che mi ritrovo
    buttata fuori da uno di questi gruppi ristretti ne avrei un po’ le
    palle piene. Non tanto perché non posso fare una nuotatina in pace al
    Giotto..
    E a questo punto mi viene spontaneo chiederti di raccontare cosa è
    successo. Inutile poi dire che se mi parli di incapacità ad uniformarsi
    io (e gli altri qua dentro, di certo) ti sono solidale, per imperativo
    che parte proprio dal DNA, e perché qualche volta è successo e succede
    anche a me. E oramai non è più cosa che pesa, anzi, devo trattenermi
    dal farne vanto. Come Acid quando non lo fecero entrare allo Sugar
    Reef!!!

  48. acidshampoo gennaio 20, 2007 a 12:37 pm #

    > Come Acid quando non lo fecero entrare allo Sugar Reef!!!Eh ma dillo che c’andavo controvoglia, solo per accompagnare te che c’avevi il Piras che suonava. S’era io, te, GB, M.Sturbation e Camillo. A me mi fermò il buttafuori: “Così non può entrare”. Ero vestito nell’unico modo in cui mi vesto, comunque dignitoso. C’avevo la solita felpa blu, i calzoni con le tasche dalle parti e le scarpe di corda. Poi il buttafuori iniziò a spiegare il perchè e il percome. E te: “Guardi che gli sta facendo un favore…” E lui, stupito: “Sì, in effetti questo l’ho capito subito”. E proseguì: “Comunque non voglio dividere il gruppo, se vuole entrare entri pure”. E io: “No no, ormai c’ho fatto la bocca”. E con Camillo, che già era riluttante, si tornò via.

  49. acidshampoo gennaio 20, 2007 a 12:54 pm #

    > Non ti chiedo niente. Considerala già in download.Però occhio, il fatto che dica che è la TUA serie è una considerazione attiva, non da dare per scontato, non immediatamente evidente. Insomma non ho fatto due più due. Però sono convinto che ti piacerà parecchio. E conta che il protagonista (Denis Leary, di un carisma che di più non si può) è anche il creatore e autore della serie stessa. E io l’avevo capito già prima di saperlo. Mica che sono bravo io eh, è che è questa cosa è percepibile da matti.

  50. Bracco gennaio 20, 2007 a 1:09 pm #

    Nello specifico non posso tanto entrare, cara Frank. Sappi solo, ma credo tu lo sappia già, che in “certi ambienti” quelli “come noi” non entrano. E non è certo per il modo in cui ci vestiamo. Io mi ritengo abbastanza ordinata e pulita. Nei posti dove so che rompono le palle ci entro vestita con giacca, camicia e pantaloni non jeans..Tra gli Industriali ad esempio…Ma non aggiungo altro qui. Magari a voce, magari in privato. Una cosa che però mi ha ferito più del fatto di essere tenuta fuori dal gruppo in questione è che ho dovuto smettere di fidarmi di una persona che me l’ha palesemente tirata nel culo. Mi dispiace perché, anche non essendo propriamente amiche, io avevo cercato di aiutarla..E smettere di fidarmi di qualcuno mi rimane sempre molto pesante. Ne sai qualcosa te?Se ti va ancora di saperlo ti lascio la mia mail, la tua non ce l’ho:irenecacioli [at] gmail.comCiao

  51. GB gennaio 20, 2007 a 1:39 pm #

    >=figlia di uno di sinistra=pericolosa
    Assolutamente verissimo! L’estabilishment aretino ha sempre considerato noi matti di sinistra come una massa di elementi sovversivi da isolare e tenere sotto controllo, dei veri e propri diversi! Ad esempio provate a trovare un impiego in provincia, se siete di sinistra, e ditemi se ci riuscite!

  52. Bracco gennaio 20, 2007 a 1:48 pm #

    Già provato GB…Nonostante il nostro caro Presidente della Provincia sia di sinistra..Mi pare che gli stia parecchio calda la poltrona sotto alle chiappe..

  53. GB gennaio 20, 2007 a 2:05 pm #

    Eeeh… che mondaccio! Uno non può neanche cercare un tranquillo posto in provicia, che non darebbe fastidio a nessuno, senza scontrarsi con certi ipocriti attaccati al sedile, che poi per me sono di sinistra solo di facciata…
     

  54. Bracco gennaio 20, 2007 a 2:24 pm #

    Il Bigiarini….ma mi prendi in giro o dici davvero? Io l’ho buttata là ‘sta cosa perché sono incazzatella…E te?

  55. quote infrarosa gennaio 20, 2007 a 2:30 pm #

    queste cose con la sinistra non c’entrano niente. se in italia volevo fare quello che faccio ora, altro che destra o sinistra! dovevo: farmi adottare da altri genitori e/o arrivare all’università per anni alle 6 a fare caffè e scrivere le etichette dei raccoglitori e/o mettere insieme un gruzzoletto cospicuo da dare “in beneficenza” e/o avere il babbo finanziere pezzo grosso e/o essere parente di un vescovo e/o succhiare bene i cazzi dei sessantenni di destra E di sinistra e/o non mi viene in mente altro. non è sempre così ma lo è spesso. invece da un’altra parte m’è andata bene proprio perché: la mi’ mamma e il mi’ babbo hanno praticamente appena la licenza elementare, la mi’ mamma è rimasta in casa e controvoglia ha smesso la scuola serale e il mi’ babbo si fa servire a tavola, a scuola i compiti li facevo da me perché non mi poteva aiutare nessuno, non ho cognome famoso ne’ sarò ereditiera, e perché per mesi ho lavorato in un call centre teribbile per mantenermi mentre scrivevo la tesina che mi ha fatto vincere una borsa di studio che, sì, viene da una fondazione di sinistra vicina ai sindacati, ma MENOMALE, eccheccazzo!questo per dire quanto sono d’accordo con te, bracco, per dire a gb quel che ho trovato all’estero che non trovavo a casina mia, e per dire anche quanto ci sono stata male per anni prima di diventare drastica. la sinistra nella mia testa è ben altra, del comunismo non me ne frega niente, delle pari opportunità in tutti i sensi invece me ne frega e parecchio.

  56. quote infrarosa gennaio 20, 2007 a 2:37 pm #

    questo per dire che l’italia secondo me è un paese fatto dagli uomini per gli uomini, e non sto cambiando discorso. basta guardare la televisione e te ne accorgi. certi meccanismi di potere, soldi e cognomi sono molto maschili (non penso certamente che ciò che è maschile è però sempre così) e nei pochi paesi dove la bilancia è un po’ più vicina all’equilibrio, chissà perché, le prime cose che diminuiscono sono corruzione e clientelismo. o amazzatemi per queste idee banali se volete. però ammettete che a sguazzarci dentro ogni giorno è più difficile accorgersene.

  57. GB gennaio 20, 2007 a 3:51 pm #

    >Io l’ho buttata là ‘sta cosa perché sono incazzatella…E te?
    Guarda, ti capisco, ma ti assicuro che campare senza entrare in clubs, logge, aggregazioni o consorzi, e possibilissimo e sano.
    Infrarosa, sai cosa disse Zappa in un’intervista, accusato di prendere a bersaglio le donne, nelle sue canzoni? Parafraso: in realtà prendo in giro le donne tanto quanto gli uomini, perchè sono stupide tanto quanto loro. E io ti assicuro che nell’amministrazione pubblica ho trovato una moltitudine di donne insopportabili, incazzose, frustrate e volubili. O altre che erano semplicemente diventate “uomini” (uomini col ciclo, però!). Ma difficilmente ho trovato persone piacevoli, nei suddetti ruoli, uomini o donne che siano. Credo dipenda dal fatto che nessuno arriva ad uno di quei ruoli (sia in posizioni chiave che subalterne) per una qualsiasi cosa legata ad un briciolo di merito, e che l’incapacità verso le responsabilità alla lunga tenda ad inacidire, a prescindere dalla quanto sia pingue la remunerazione.

  58. infrarosa gennaio 20, 2007 a 5:23 pm #

    gb, sulla maggior parte degli statali ti do ragione, e anche sul poter campare bene senza essere in qualche loggia, anche se in tal caso devi ammettere che alla voglia di fare o alla responsabilità personale va aggiunto anche un materasso su cui atterrare. chi non ce l’ha è messo malino. io volevo dire però che secondo me c’è un legame tra meritocrazia funzionante e pari opportunità tra poveri, ricchi, uomini, donne, etc e che secondo me per queste cose in italia c’è molto squilibrio. si può cercare di starne fuori, è vero. come me o come te. ma a me piacerebbe di più che le cose cambiassero, e uno dei motivi che non cambiano secondo me è perché le decisioni ai grandi vertici (anche sul come gestire gli impieghi statali, tra le altre migliaia di cose) vengono prese più che altrove solo da uomini (sani, magari ricchi, o cattolici, ultracinquantenni, di famiglia bene, etc etc). e però riguardano una grande maggioranza di gente diversa da loro.

  59. infrarosa gennaio 20, 2007 a 5:27 pm #

    scusate gente so’ proprio pesa, menomale che me ne accorgo!

  60. caramelleamare gennaio 20, 2007 a 6:33 pm #

    ma io gori non ho capito bene una cosa: perche una donna vorrebbe frantumarsi? non è una cosa dolorosa?!

  61. Daiana gennaio 20, 2007 a 6:35 pm #

    >Invece Frank sto vedendo una gran serie che poi secondo me è la TUA serie ideale: Rescue Me.Non ti chiedo niente. Considerala già in download.
    idem, l’ho messa a scaricare subito anche io. ora voglio vedere se è meglio di dexter come dici te, gori.

  62. Daiana gennaio 20, 2007 a 6:37 pm #

    E conta che il protagonista (Denis Leary, di un carisma che di più non si può) è anche il creatore e autore della serie stessa
    e c’è anche piter craus, quello di sics fitander. che mi sa che deve avere un ruolo importante anche se non è protagonista

  63. Junkpuppet gennaio 20, 2007 a 6:57 pm #

    Ehm… teoricamente non torno piú…

  64. Bracco gennaio 20, 2007 a 7:05 pm #

    Nemmeno io mi sento comunista, ma, nonostante tutto, c’è chi mi ci continua a classificare. Senza nemmeno sapere cosa ci faccio dentro a quella cabina elettorale.E anche io si, vorrei le famose pari opprtunità, tra uomo e donna ma soprattutto tra figlio di qualcuno e figlio di nessuno. A parità di bravura. Non sono mai andata bene a scuola, qui ci sono molti testimoni che te lo possono provare, ma ti assicuro che dopo il liceo ho veramente cambiato regime. E lì si è visto chi era figlio di e NON figlio di..E nonostante tutto ho avuto miliardi di dficcioltà. Ho visto gente ignorante andare a dire al giro che aveva in mano le domande di un concorso prima di presentarsi alla prova. Ho visto gente far venire i genitori a parlare coi professori all’università per un esame non superato..Ho visto gente vagabonda essere assunta senza dificoltà, ho visto persone ostacolate nel lavoro e derise per le loro idee. Ho visto far licenziare amici perché “disturbavano” i giri di soldi dell’Arezzo bene. MA quanti sacrifici si fanno per ottenere qualcosa che spesso si sa non potremo ottenere mai? Ne vale la pena? Io sto per gettare la spugna. Credo che mi ritirerò in convento. Spero che per entrare lì non serva la raccomandazione come una volta….I secondi figli dei potenti, non ammessi all’eredità, finivano “reclusi”. Mi sembro un’idiota anche a scriverlo soltanto..

  65. GB gennaio 20, 2007 a 8:05 pm #

    >Ho visto far licenziare amici perché “disturbavano” i giri di soldi dell’Arezzo bene
    Io ricordo ancora il mio ballo di debutto in società. Sala grande dell’Hotel Minerva, tutta brilluccicante di ori e sfolgoranti lampadarioni di cristallo. Belle adolescenti in elengantissimi e multicolori abiti da sera, i polsi, colli e dita gravati da scintillanti brillòcchi, pietre preziose, costosissimi ori, argenti e coralli, le spalle avvolte da pelli di bestie esotiche, lontre, castorini, leoni, coccodrilli, giaguari, volpi, tassi. Al suono di walzer viennesi a volte leggeri, a volte solenni, danzavano con i loro cavalieri nelle scintillanti uniformi, i dragoni asburgici, la brigata Sassari, la guardia del corpo del Gran Khan, le sciabole a impedire i movimenti. Un-due-tre, un-due-tre.Ma dietro questa luminescente facciata: il dramma sociale in tutto il suo ORRORE! Dietro le quinte dei festeggiamenti, i servi venivano trattati come schiavi, e potevi vedere spettacoli atroci come il maitre, ruffiano del padrone, che puniva a frustate e calci ngli incisivi quei poveri camerieri che sbagliavano qualcosa, il coppiere che aveva versato male del vino, il servo che aveva dato del lei invece che del voi, quello che era andato a pisciare senza togliersi i guanti. Il cuoco addirittura fu denunziato ed arrestato dalla reale arma dei carabinieri solo per aver scrollato la cenere del sigaro nel minestrone. Ma prima di essere preso, ricordo che armato di mazzapicchio e coltellaccio ne mando all’altro mondo tre o quattro, quel matto.

  66. GB gennaio 20, 2007 a 8:14 pm #

    E un usciere fu addirittura esposto al pubblico ludibrio legato alla prua del carrello dei dolci.

  67. Bracco gennaio 20, 2007 a 9:06 pm #

    Ok..Bigiarini…taglia.

  68. acidshampoo gennaio 20, 2007 a 9:35 pm #

    > idem, l’ho messa a scaricare subito anche io. ora voglio vedere se è meglio di dexter come dici te, gori.Mooolto meglio di Dexter. L’hype che ti lascia per la puntata successiva è sempre notevolissimo, e questo senza aver bisogno di cliffhanger. Inoltre qui, al contrario della comunque ottima Dexter, si ha la percezione di un autore dietro, con uno stile suo personale. Stile che personalmente mi piace da morire.> e c’è anche piter craus, quello di sics fitander. che mi sa che deve avere un ruolo importante anche se non è protagonistaNon te confondere!Peter Krause, uno dei miei preferiti di tutti i tempi, è protagonista della miniserie The Lost Room. E c’è la Margoulies, cioè Anne Hataway di ER. E c’è pure la sorella minore di Fionnula Stocazzo, ovvero Dakota Fanning. Fa delle facce di cazzo incredibili, su cui si legge un Sanfeliciano sentimento di “Voglio Fare La Modella”.

  69. Nicola gennaio 21, 2007 a 1:06 pm #

    Sottoscrivo quello che dice GB e anche quello che dirà, sulla fiducia. Nella mia esperianza scolastica e lavorativa non ho avuto l’ipressione di una società lobbistica che facilita l’amico o il figlio di questo o quello. Ho trovato colleghi adeguati al posto che ricoprono (piu’ o meno!) e questo mi fa pensare che sono lì per meriti e non per amicizie (oppure che sono lì per amicizie ma che hanno anche meriti). Nè posso dire che i curricula passati dalle mani di un amico verso un dirigente hanno dato i loro frutti: evidentemente si valutava il merito e le capacità non tanto le spinte. Questo il lavoro e la scuola. Se invece guardo gli ambienti di lavoro pubblico allora è facile vedere molti dipendenti scarsamente motivati, inadeguati, nervosi, frustrati, incapaci e indolenti. Evidentemente dipende dall’ambiente, non dalla città o dal giro di amicizie. E’ colpa della politica di sinistra o di destra? Viviamo in Toscana percui valutare  il colore dell’ingerenza politica nel pubblico è abbastanza facile, dico male se il 60 percento dei dipendenti pubblici da noi ha la tessera rorra e il 20 percento bianca?

  70. acidshampoo gennaio 21, 2007 a 1:23 pm #

    > Ehm… teoricamente non torno piú…Oibò, Junk! Ma messa così sa tipo di esilio! Oppure… mmmhhh fammi pensare… ah forse ho capito… domanda: c’è l’estradizione in Portogallo?

  71. acidshampoo gennaio 21, 2007 a 3:31 pm #

    Nicola, è più lungo questo tuo commento che la somma di tutti i tuoi radi telegrammi dal maggio 2005 a oggi. Che è? La politica ti infoja e tutto il resto è noia? Comunque eri ispirato e attivato talmente tanto da aver scritto un post quasi senza errori di sdattezza (tua solita). Dico ‘quasi’ perchè cadi nel finale, con la “tessera rorra”.

  72. Daiana gennaio 21, 2007 a 6:39 pm #

    Non te confondere!Peter Krause, uno dei miei preferiti di tutti i
    tempi, è protagonista della miniserie The Lost Room. E c’è la
    Margoulies, cioè Anne Hataway di ER. E c’è pure la sorella minore di
    Fionnula Stocazzo, ovvero Dakota Fanning. Fa delle facce di
    cazzo incredibili, su cui si legge un Sanfeliciano sentimento di
    “Voglio Fare La Modella”.Ovviamente e’ stato il cincinelli a scrivere quel messaggio su peter krause. Di lost room ho visto la prima parte ieri sera. In compenso ha riconosciuto, dice lui, che quella cittina di Lost Room è la ragazzina de “La Guerra Dei Mondi” di Spielberg. almeno questo sarà vero…?

  73. acidshampoo gennaio 22, 2007 a 12:53 am #

    No no, quella de La Guerra Dei Mondi è Dakota Fanning. Quella di The Lost Room è invece la su sorella minore (comunque gli assomiglia), che quando sorride e guarda il su babbo diventa campionessa mondiale di faccia di cazzo.Ma com’è The Lost Room? Valido? Io c’ho praticamente da vederlo.

  74. caramelleamare gennaio 22, 2007 a 3:19 pm #

    si è valido, tra l’altro m’aspettavo qualcosa alla Twin Peaks, del tipo che per tutta la serie si ruota intorno a questa “lost room” misteriosissima e che chissa se siscoprirà mai che robba è. invece il telefilm è bello generoso e non lesina per niente nel proporre situazioni nuove. Il personaggio di peter krause è decisamente bello. l’opposto di quello che uno si puo aspettare dal cinema americano. per niente cazzuto, ma nemmeno anti-cazzuto per forza. piuttosto, è concreto e affidabile. e ha una presenza notevole e notevolmente rinforzata dalla su interpretazione. fra i comprimari ce ne sono un paio che non se reggono. e cmq anche da come sono caratterizzati si vede che c’è la tendenza a cambiare le carte in tavola via via che il film va avanti. ma non alla john doe eh, dove tutto va bene. qui i cambiamenti sembrano quasi gestiti da peter krause che invece di subirli, li sminestra. ora se n’è viste due, credo che stasera si guardera la terza e ultima.

  75. GB gennaio 23, 2007 a 12:17 am #

    >Sottoscrivo quello che dice GB e anche quello che dirà, sulla fiducia.
    E la madonna!

  76. caramelleamare gennaio 23, 2007 a 3:56 am #

    vista la terza ed ultima puntata di Lost Room. insomma insomma, alla fine non è che sia fenomenale come serie. si guarda bene per carità, ma non ti lascia niente di niente oltre a un po di intrattenimento. cmq guardala gori, cosi ti fai un idea.

  77. acidshampoo gennaio 23, 2007 a 5:18 am #

    Caramelle, attenzione. Rileggiti in questi due commenti su The Lost Room. Prima eccitato e propositivo, poi pessimista e rincagnato. E l’avrei presa come un caso, se non fosse di oggi anche la querelle Giez, che ha assunto la stessa involuzione.Ti dico: io ci leggo depressione, nevrosi d’angoscia, nevrosi attuale, un fallimento nello stabilire la costanza di un buon oggetto materno. Occhio!P.S. “Boh… non mi dicono niente”. Proprio uno stronzo!

  78. acidshampoo gennaio 23, 2007 a 6:55 am #

    Ah Caramelle, occhio a non mi svalutare Rescue Me, quando sarà il momento. Ci tengo.“Piace anche a me” (R. Federer)

  79. caramelleamare gennaio 25, 2007 a 3:27 pm #

    gori, io non ce l’ho un idea delle cose. me ne faccio una, quello si. ma se poi me la dimentico, è normale che ripensandola d’accapo me viene diversa. i miei punti fissi sono le patate arrosto e federer. per il resto, come sai, mi muovo segfuendo la regola del “a casaccio”.tanto per dire qualche settimana fa ho scopato a pecora una donna di 13 anni. poi l’ho rivista ieri e m’è sembrata un mostro. eppure la prima volta m’era piaciuta

  80. acidshampoo gennaio 25, 2007 a 4:33 pm #

    Per “una donna di 13 anni” intendi dire una donna della compagnia teatrale “13 anni” di Bibbiena, vero?Comunque forse per domenica escono i sub di tre nuove puntate di Rescue Me. Marò, sono in solluchero!

  81. Daiana gennaio 26, 2007 a 9:28 pm #

    Comunque forse per domenica escono i sub di tre nuove puntate di Rescue Me.Porca miseria però se non mi rimettono il computer non me la levo mai la curiosità di vederlo…. e tu continui ad alimentarla! Anche la scheda madre ci s’è messa a farmi perdere tempo…. Cmq su Lost Room sono daccordo con caramelle: le prime due puntate si guardano bene e con certe aspettative, la terza è bellina per carità ma alla fine ti lascia un pò un senso di “tutto qui?!”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: