Brad Barron in 5 atti

2 Nov




Lo conosco da un’ora e mi piace, quest’uomo mi piace. E’ concreto ma sensibile. E’ un eroe padre, rassicurante e stolido. Mi ha detto di esser stato derubato di tutto. Della sua famiglia, del suo mondo. E prima di tutto della libertà. Mi ha raccontato che quando i Morb lo tenevano prigioniero, lo chiamavano “numero 9”. Maledetti. Ma lui ha tenuto stretta una certezza: di essere un uomo e non un numero. Di certo fra tutte le cose che ha perso, una sola gliene è rimasta: la rabbia. Ed è la rabbia il sentimento più prezioso per lui ora. La rabbia per questi sporchi invasori. Può un uomo solo salvare il mondo? Po’ esse.
 
Lo conosco da un giorno e mi piace. E’ eccentrico, affascinante. Delle tante cose che dice, su alcune ribatte in particolar modo. Per la precisione: che gli hanno portato via tutto, poi la cosa del numero e, ah sì, quella della rabbia. Ci si picca proprio. Se lo ripete. Mi sa che anche il ripeterselo è un valore prezioso, che trattiene stretto etc. etc. Ripeterselo per questo popolo d’invasori. Mi piace. BB mi piace. Specialmente nei film di Godard. Ma Brad Barron la surclassa.
 
Lo conosco da una settimana e mi fa tanta tenerezza. Stamattina l’ho sorpreso da solo a tavola, fingeva di essere a colazione con la moglie e la figlia. “Mi passi il latte, per piacere?”… “Sbrigati o farai tardi a scuola”… robe così. Non me l’aspettavo proprio quest’anima delicata, bambina, bambasciona. Mi ha fatto una dolcezza infinita. La cosa della rabbia, della libertà e del numero la ripete ancora. Anche da solo. Io sorrido. Vedeste come è tutto preso quando se le ripassa. E io gli voglio un bene dell’anima al mio gnagnarone.
 
Lo conosco da un mese e mi fa una pena che levati. E’ entrato in un albergo deserto e ha perso un’ora per fare il giochino di chiedere una stanza alla reception e rispondersi da solo. C’ha messo un’ora, diocristo. Manco li cani. A vederlo m’è preso un magone che non vi dico. Poi la rabbia, la rabbia, la rabbia. Per arrivare alla fine di un combattimento si ferma come minimo tre volte, a ricordarsi questo comma sulla rabbia. Quest’uomo è diventato la barzelletta dei Morb. Brad Barron sarai anche simpatico, però eccheccazzo ohè!
 
Lo conosco da un anno e lo odio. M’ha pisciato tutti i divani, spela, mi consuma sei chili di macinato al giorno. Non vale più niente nemmeno come segugio. Gli dico di cercarmi i Morb e lui che fa? Parte in quarta e si ferma al numero 9 di ogni via. Lo fissa e fa di no con la testa, poi guarda me con due occhioni grandi grandi in cui leggo tutta la tristezza della lobotomia. Una volta parlava sempre di rabbia: ora l’ha presa. Mi piange il cuore, ma domani lo porto sulla tangenziale.



Alessandro Gori

Annunci

85 Risposte to “Brad Barron in 5 atti”

  1. Junkpuppet novembre 2, 2006 a 2:43 am #

    Punto numero uno, fondamentalissimo: spiega il manchicani: origine, etimologia, motivo del suo utilizzo, come ne sei venuto a conoscenza.Punto numero due: non ha spina dorsale, questo; è uno sean mcnamara senza l’attitude.Abbandonalo.

  2. acidshampoo novembre 2, 2006 a 4:44 am #

    Aspetta Junk, che intendi per manchicani? Non capisco il tuo punto uno.Sul punto due: ma la 4.08 di Nip/Tuck l’hai vista o no?!?! Per me è la puntata più bella, toccante e intensa dell’intera serie. Senza contare che io ho due certezze nella vita, Nip/Tuck e Burt Bacharach, e qui l’una entra in collisione con l’altra.

  3. mato novembre 2, 2006 a 10:18 am #

    burt bacharach.. quando ero pischello e mi sono trovato a farmi calpestare da una troia (le troie..  che uomini saremmo se non avessimo delle troie nella nostra vita e nei nostri calzini?) mi facevo le pere con “painted from memory”..
    più degli amici o altro, poteva bb..

  4. lozissou novembre 2, 2006 a 10:59 am #

    Acid, c’ho il sentore che si riferisca al “manco li cani” testé da te usato nel post.

  5. acidshampoo novembre 2, 2006 a 2:01 pm #

    Ah ok, io invece per manchicani avevo inteso un qualche termine giapponese, una roba tipo: teatro kabuki.Manco li cani. In romanesco. Nel senso: neanche i cani se lo vogliono.Come ne sono venuto a conoscenza? Non so, lo sento da una vita. Basta essere appassionato di b-movie e quel termine ti cerca da solo. Thomas Milian e Bruno Corbucci di termini così ne hanno sdoganati tanti.

  6. acidshampoo novembre 2, 2006 a 2:08 pm #

    Mato, io a tutti quelli che sono entrati in collisione con Bacharach consiglio una cosa imprescindibile: A Tribute To Burt Bacharach & Hal David. Un dvd stupendo, di un concerto tributo tenuto anni fa, ripreso in 16:9 anamorfico.  Con Burt Bacharach stesso sul palco, e Dionne Warwick, Petula Clark, Elvis Costello, Leo Sayer, Brian Kennedy e molti altri. Ai tempi li pagai una cifra, ora lo vedo nei cesti delle offerte delle catene tipo Euronics. E’ un dvd che ti cambia la vita.E poi l’ottava puntata della quarta serie di Nip/Tuck, dove Burt Bacharach compare nel ruolo di sè se stesso. Che così mi ti appassioni anche a Nip/Tuck.

  7. frank novembre 2, 2006 a 2:17 pm #

    Posso leggere questo post anche se ancora non ho letto il gran finale
    BB #18? A proposito, che tu sappia: l’ho bel che comprato o m’è
    sfuggito? Sta cosa del trasloco m’ha frullato la vita.

  8. Junkpuppet novembre 2, 2006 a 2:39 pm #

    Ah, ok, pensavo fosse copyright calabro che non esce dai nostri confini. Il manchicani nostro ha lo stesso significato, ma più allargato. E’ una condizione mentale come il pilu, diciamo.Ottava puntata ottima, ma non in vetta a tutte.Ho trovato pernicioso il bacio al nano, assolutamente inverosimile e comunque il trailer raccontava di sean che li beccava cosa che, invece, non è accaduta.Nano di merda, tra l’altro, col cuore combaciante al buco del culo, aggiungerei: personaggio destabilizzante sin dalle prime apparizioni, lo odio dal profondo del cuore.Spaccapalle al povero sean e alla sua famiglia, e il teatrino del ‘vado, non vado’ è urticante.A proposito di Sean, ottimo il flescbech. Importante, e testimone del passaggio di mano dell’autore: quasi a raccontarsi (ci) genesi del personaggio e background culturale.Ritorno di Troy semiumano nella storia con la Grubman: bella puntata, sì, anche per questo, molto riflessiva.Ma la top per me rimane quella della gonfia miliardaria.Morirà Mcnamara.Ne sono convinto.

  9. mato novembre 2, 2006 a 2:54 pm #

    acid, ce l’ho il dvd.. bacharach è uno di quelli che adoro.. si fa un bel parlare di quei quattro stronzi dei beatles e mai che si senta nominare uno che le canzoni le ha scritte come nessun altro..
    ma non posso seguirti su nip/tuck.. vi racconterò la mia storia: sono uno che le serie non le guarda moltissimo, questione di tempo scarseggiante.. fatto sta che la mia ragazza un paio di settimane fa parte per stare via un mese.. per riempire le serate malinconiche decido di comprarmi questo tanto celebrato lost, so che potrebbe piacermi.. mi compro la prima serie.. beh: ho visto le 25 puntate in 3 giorni.. e ora ho scaricato le prime dodici della seconda.. sono malato.. non posso appassionarmi ad altro.. finisce che non c’ho neanche più il tempo di masturbarmi..

  10. Junkpuppet novembre 2, 2006 a 3:01 pm #

    Fiondati a guardare qui il video di masterplan.

  11. maryann novembre 2, 2006 a 3:15 pm #

    Gran bel post, chapeau!
    Acid, posso invitarti a leggere il mio ultimo post? Visto che siamo d’epoca… 
    ps il complimento non era certo una captatio benevolantiae… Quando scriverai post schifosi, nel caso, ti esprimerò il mio disprezzo..;)

  12. acidshampoo novembre 2, 2006 a 3:15 pm #

    > Posso leggere questo post anche se ancora non ho letto il gran finale BB #18? A proposito, che tu sappia: l’ho bel che comprato o m’è sfuggito? Sta cosa del trasloco m’ha frullato la vita.Vai vai, leggi pure.

  13. acidshampoo novembre 2, 2006 a 4:13 pm #

    Mato, allora avrete di che parlare con Death13, che è un fanatico di Lost come non ce ne sono. Però un occhio su Nip/Tuck potresti buttarlo, fosse anche solo per la puntata con il Burt.Piuttosto: che ne pensi di Sogni Proibiti, l’album della Vanoni in cui canta le canzoni di Bacharach? Per me era solo un appuntamento rimandato, perchè la Vanoni (altra mia passione) è perfetta per cantare Bacharach. Il risultato mi è parso all’altezza, l’unico difetto se mai sta nei testi. Non che siano brutti, ma in italiano perdono in leggerezza (specie in What The World Needs Now Is Love). E poi mi sarebbe piaciuto se ci fosse anche una cover di Alfie. Però, ripeto, un grande album.

  14. acidshampoo novembre 2, 2006 a 4:22 pm #

    Junk, secondo me morirà Matt o Julia. Ne sono convinto. Sean scommetto resta, così come Julia e Christian. Se morisse Kimber sarebbe il male di nessuno. Anzi, sarebbe un’occasione sprecata farla morire, perchè ti ci voglio a inventarti un commiato straziante per una deficiente siffatta.Marlon mi piace da matti, invece. E sappi che Ryan Murphy ha detto che è in assoluto il personaggio che più ama in Nip/Tuck. Comunque non è la prima volta che tolgono qualcosa che era nel trailer. Pensa che il promo della terza stagione includeva un sacco di roba con Ava Moore, che invece si vedeva solo in un sogno di Matt nella seconda puntata. Nel promo invece c’era addirittura Ava ad un funerale, mentre dice qualcosa tipo: “L’ho amato così tanto”. Sì, Troy torna un po’ umano qui. Ma ci voleva poco, visto che fino ad ora ha fatto davvero del suo peggio.Ma quando dici che la tua puntata preferita è quella milionaria Dawn Budge, intendi la 4.05 o la 4.07?

  15. mato novembre 2, 2006 a 4:26 pm #

    azz.. ti dirò che è un album che cestinai quasi subito.. d’accordissimo con te sulla voce della vanoni, perfetta per quelle melodie.. ma appena sentii “passa e vai” su “walk on by” mi si accapponò la pelle.. è che i testi di david sono splendidi.. è difficile essere così semplici e così poetici.. e renderli in italiano dopo che è una vita che li ascolti in inglese diventa dura.. pensa che per sfida cominciai a tradurle io.. feci walk on by e i never fall in love again.. dovrei ancora averle da qualche parte..
    però mi sa che fui piuttosto precipitoso.. penso che andrò a riprenderlo..

  16. acidshampoo novembre 2, 2006 a 4:55 pm #

    Hai ragione Mato, Walk On By in effetti è quella non si regge. Ma è un episodio isolato. Di certo la leggerezza (nel senso più alto del termine) di Hal David, qua diventa una roba un po’ barocca e artificiosa.Se hai ancora in giro i tuoi adattamenti mi interesserebbe moltissimo averli. E in generale: si trovano da qualche parte le traduzioni in italiano dei testi di Hal David?

  17. mato novembre 2, 2006 a 5:23 pm #

    non ho mai cercato specificamente libri di traduzioni delle sue canzoni, ma sono quasi certo non ci siano.. non ne ho mai sentito parlare perlomeno.. e sì che ci sono dei gioielli.. “just like the guy whose feet are too big for his bed / nothing seems to fit”.. questa è una signora metafora..
    vedo di recuperare i “componimenti”, se li trovo te li mando volentieri.. figurati, sono a lì a prender polvere..

  18. acidshampoo novembre 2, 2006 a 5:32 pm #

    Intanto m’hai fatto venir voglia di ritirare fuori una chicca… il doppio The Rare Bacharach #1.Ma il due poi non è mai uscito, vero?

  19. mato novembre 2, 2006 a 6:29 pm #

    non mi sembra.. ho guardato su amazon, vendono solo il primo..
    ma toglimi una curiosità: dell’ultimo che mi dici? al primo ascolto ne sono rimasto deluso.. poi però ho cominciato ad apprezzarlo, anche se, ad essere sinceri, come prima uscita dopo la collaborazione con costello mi aspettavo qualcosa di diverso.. qualcosa di più..
    c’è da dire che la sua voce, stridula, debole, incapace di stare sulla nota..  io la adoro..

  20. acidshampoo novembre 2, 2006 a 6:54 pm #

    Anche io non vado pazzo per At This Time. Non è assolutamente un album brutto, però delude un po’ le aspettative di chi si aspettava qualcosa di epocale. Ma anche io da un album di Bacharach mi aspetterei come minimo di tenerlo in replay per una vita, mentre questo mi pare un po’ sottotono, che manca della forgia di un classico. Però dall’altro lato mi piace nella sua anima malinconica e notturna. E la voce del Burt è veramente impagabile. Ho sempre pensato che sarebbe stato il miglior interprete delle sue canzoni. Flebile, insicura, sempre sul punto di perdere la nota. Veramente bellissima.Una cosa volevo chiederti, anche se non amo fare domande del genere: ma Bacharach ha dei problemi di salute? Io l’ho visto benissimo fino a relativamente poco tempo fa, l’uomo più in salute del mondo, poi praticamente irriconoscibile nella pubblicità per la Geico (QUI) e nella recente puntata di Nip/Tuck.

  21. acidshampoo novembre 2, 2006 a 7:34 pm #

    Chi vuole vedere Christian Troy e Julia McNamara nel 2026, a 60 anni, andasse QUI.

  22. lozissou novembre 2, 2006 a 8:05 pm #

    Qui è meglio.

  23. Junkpuppet novembre 2, 2006 a 8:29 pm #

    Ma nooooo!Troy pare Briatore, sant’iddio!Mi riferisco alla 4.05, la prima apparizione della cicciona… Gran puntata.Comunque non so, vedo quel Mcnamara lì troppo verso il gorgo… Secondo me stira le gambe, non me lo auguro ma lo temo parecchio…

  24. acidshampoo novembre 2, 2006 a 8:36 pm #

    A proposito Junk, che ne pensi della tracklist del Greatest Hits degli Oasis? Radicale la selezione. Quasi tutte canzoni e b-side del primo e del secondo album, niente del terzo, pochissime degli altri tre. E poi come titolo gli hanno dato Stop The Clocks, che è il nome della canzone più volte promessa da Noel e da lui definita quella più bella che abbiano mai scritto. Solo che questo inedito nella raccolta non c’è.La tracklist è questa qui: DISC 11. Rock n Roll Star 2. Some Might Say 3. Talk Tonight 4. Lyla 5. The Importance of Being Idle 6. Wonderwall 7. Slide Away 8. Cigarettes & Alcohol 9. The Masterplan DISC 21. Live Forever 2. Acquiesce 3. Supersonic 4. Half The World Away 5. Go Let It Out 6. Songbird 7. Morning Glory 8. Champagne Supernova 9. Don’t Look Back In Anger

  25. frank novembre 2, 2006 a 9:23 pm #

    L’ho letto allora!Bellissimo post! Risate fragorose! E lo so che non è quello che volevi dire, ma adesso mi sento di urlarlo:BRAD BARRON NON M’HAI MAI CONVINTOps. oggi in treno ho fatto una tirata coi numeri 14, 15, 16, 17. Non vedo l’ora. Non vedo l’ora.

  26. Junkpuppet novembre 2, 2006 a 9:46 pm #

    Mi inchino di fronte a cotanta beltà, e sono poche le cose che non vedo e che avrei voluto vedere, forse solo cast no shadow al posto di songbird, abbastanza imbarazzante come pezzo, ma siamo veramente al meglio del meglio.Probabilmente avessi dovuto scegliere io, avrei fatto la stessa cosa.Importante pure che I am the walrus ancora non ci sia: fin quando no nricorreranno a questo escamotage potranno ancora definirsi vivi.Sull’opportunità del GH, invece, ho da discutere: a me l’ultimo album è piaciuto proprio tanto, e, a differenza delle mediocrità appena precedenti, è stato pubblicizzato pochissimo.Non avrei fatto il GH ora.

  27. Junkpuppet novembre 2, 2006 a 9:47 pm #

    Mi correggo immediatamente: io d’you know what I mean l’avrei messa, forse per motivi sentimentali, ma l’avrei messa.Il resto è ok.

  28. mato novembre 2, 2006 a 11:57 pm #

    non saprei se è malato o che.. in fondo ha i suoi annetti.. nelle ultime apparizioni (tipo qualche intervista o foto) m’è parso un pochetto invecchiato.. che dio lo conservi quell’uomo.. che è riuscito a regalare un capolavoro pure a quel poveraccio inglese di cui ho rimosso il nome ma non il titolo del capolavoro: “what’s in goodbye”..

    l’avessi scritta io ci avrei fatto un intero disco intorno..

  29. GB novembre 3, 2006 a 12:50 am #

    Gori! Io te te lo dissi subito di Brad Barron (adoro dire: “te l’avevo detto”).Ma te non m’ascolti, ma tu niente, ma te: macchè, non mi dai retta, mai.

  30. acidshampoo novembre 3, 2006 a 12:50 am #

    Conta che il terzo album, escluso a priori, è il mio preferito in assoluto. A parte le hit estratte, ma pezzi come Magic PieI Hope, I Think, I Know nel mio personale Greatest Hits ce le metterei. Lo so che qui non mi stimi, ma a me Heaten Chemistry è piaciuto da morire. Quindi vai alla grande con Born On A Different Cloud o Probably All In My Mind.Per me è un Greatest Hits troppo sintetico, con scelte ovvie e soprattutto sbilanciato. Troppi pezzi del primo, alcuni dei quali non li patisco.Meno male che non c’è I Am The Walrus, sia perchè non reggo le cover di pezzi famosissimi negli album, sia perchè reggo ancora meno i live in mezzo ai pezzi in studio.Non vado pazzo per questo Greatest Hits, diviso poi in due dischi, ma con solo nove pezzi a disco. Nove canzoni sono un numero per niente plastico, tra l’altro. Fai dieci, diocristo!

  31. Junkpuppet novembre 3, 2006 a 1:05 am #

    Sul numero si può discutere, ma presumibilmente è imposto ‘dall’alto’ e quindi se dovevano essere 9 e 9, meglio di così non saprei…Ti ripeto, siamo per forza di cose in disaccordo… Io adoro i primi due, non disdegno terzo e ultimo… Ma gli altri…I hope I think I know è abbastanza naif e twee perchè io la apprezzi, ma allora a questo punto avrei inserito la scemissima All around the world, che era un pezzo niente male.Sempre stato convinto che Magic Pie si perda nello svolgimento.Poteva essere una canzone storica, non è niente più che un pezzo onesto.

  32. Giulio Prosperi novembre 3, 2006 a 1:09 am #

     
    Cara Redazione,
    mi impegno a fondo  e senza niuna riserva a non fare inappropriato uso di numeri di cellulare stasera ricevuti su benevolentissimo sollecito del Gori. 
     Dichiaro qui inoltre  la mia inamovibile intenzione a non rendermi grossolanamente  presente e ridondante presso uno in particolare  dei sù detti  recapiti  sì da risultarne pedantesco,  per quanto appassionatissimo.
     
    Con fintissima ed accorata  timidezza,
     
                                                                         Giulio Pros
     
    P.S. Viva il té esotico e viva i golf arcobaleno a righe orizzontali capaci
    di imporsi al volante di golf a w e  non arcobaleno, ma solo metalizzata.

  33. acidshampoo novembre 3, 2006 a 1:25 am #

    Ma GB, alla fine non è che la lettura di Brad Barron m’abbia fatto disdoro. A parte qualche caduta, è stata una miniserie che ho letto piacevolmente. Per dirne una, lo preferisco di gran lunga al Demian di Ruju. Te piuttosto, se non compri il numero unico Il Legionario mi fai incazzare! Già dal titolo lo vedo troppo da te!

  34. acidshampoo novembre 3, 2006 a 1:29 am #

    Giulio Pros, sappi che ti stai perdendo la visione di un classico: Un Borghese Piccolo Piccolo, di Mario Monicelli.Io però sono di qua in camera perchè devo copiare della roba per Lozissou, che pretende la luce accesa durante il film perchè mentre lo segue vuole leggere un giornalino.Che mondo…

  35. Giulio Prosperi novembre 3, 2006 a 1:36 am #

    Caro Alessandro Ghorij
    Devi dire alla tua urban kid colleague
    che c’è qualcosa a lei referibile
    ivi sito, strunz!
     
    Con discrezione……
                                                                             

  36. acidshampoo novembre 3, 2006 a 2:51 am #

    Non capisco il commento, Giulio Pros! Parli criptico, codificato, rincagnato! Alfredo Cerruti degli Squallor direbbe: “ma questo qui parla come i computer?!?!”.La canzone è Il Computer Amedeus. L’album è Tocca L’Albicocca.

  37. Blimunda novembre 3, 2006 a 4:32 am #

    Un saluto ai simpaticissimi Lozissou, Frank, Oleandro e Pinxor che hanno fermato di guardare un film per parlare con una sconosciuta.Troppo bello sentirvi in diretta!Buonanotte ragazzi.

  38. Blimunda novembre 3, 2006 a 4:43 am #

    Hehehe! Anche se con un po’ di ritardo, hanno già messo online in un nuovo sito i sottotitoli per la nuova puntata di dexter!  Non vedo l’ora di guardare… e spero mettono subito anche i sottotitoli per n/t

  39. Bracco novembre 3, 2006 a 11:11 am #

    Io non ho assolutamente letto il post, ma desideravo solo fare presenza nei commenti.Qualcuno di voi ha idea di che cosa sia la contabilità? Necessito di ripetizioni di quelle fatte di brutto perché non ci sto capendo una mazza.Grazie di cuore.

  40. frank novembre 3, 2006 a 2:18 pm #

    >Chi vuole vedere Christian Troy e Julia McNamara nel 2026, a 60 anniVisto!! Troy mi sembra paurosamente credibile, almeno in volto… Ma perché continuare ad immaginarlo circondato di donne bone*? Nessuno vorrebbe una sua deriva mistico-monastica in stile Claudia Koll?Anche Matt e la nuca di Sean sono invecchiati bene vedo…*le sue due mogli hanno lo stesso look delle 5 segretarie assunte dal Bill di Ally McBeal, in piena crisi maschilista… lui si era fatto anche biondo platino… A quando un Christian con le méche?

  41. frank novembre 3, 2006 a 2:27 pm #

    >Un saluto ai simpaticissimi Lozissou, Frank, Oleandro e Pinxor che
    hanno fermato di guardare un film per parlare con una sconosciuta.Troppo buona, Blimunda. Salutarti è stato un piacere, io da parte mia ci ho messo un bel po’ di imbarazzo per non sapere cosa dirti, così su due piedi. Alla prossima prometto scintille, sorprese e ricchi premi double-face… O semplicemente un tranquillo scambio di chiacchiere.Tra l’altro, il film che stavamo guardando te lo consiglio caldamente… l’ha già rammentato Acid, ma non si sa mai: ‘Un Borghese Piccolo Piccolo’ di Mario Monicelli. Poi ci dirai.

  42. acidshampoo novembre 3, 2006 a 4:02 pm #

    > Visto!! Troy mi sembra paurosamente credibile, almeno in volto… Ma perché continuare ad immaginarlo circondato di donne bone*? Nessuno vorrebbe una sua deriva mistico-monastica in stile Claudia Koll?Ryan Murphy è stato molto categorico in tal senso. Ha detto che Troy non sarà così diverso da com’è ora, perchè al di là dei discorsi, le persone comunque non cambiano. La deriva monastica piuttosto io me l’aspettavo in questa quarta serie, dopo la deriva moralistica nella terza. E invece qua abbiamo il peggior Troy possibile, che veramente non ne azzecca una.> Anche Matt e la nuca di Sean sono invecchiati bene vedo…Vero. E quel look di Matt mi piace troppo. Lo vorrei così anche nella serie. Anche per affrettare questo suo lento distanziarsi da Michael Jackson. Comunque sono d’accordo che la Julia sessantenne non sia convincentissima in queste foto. Spero poi nella puntata lo sia. L’abbiamo già vista nel futuro, in una scena onirica, ed era molto convincente.

  43. acidshampoo novembre 3, 2006 a 4:07 pm #

    > Qualcuno di voi ha idea di che cosa sia la contabilità? Necessito di ripetizioni di quelle fatte di brutto perché non ci sto capendo una mazza.La contabilità.Allora, la contabilità praticamente è come un treno, però sotterraneo, però più lungo. Ah no, quella è la metro. Non so cos’è la contabilità.

  44. acidshampoo novembre 3, 2006 a 4:11 pm #

    > non saprei se è malato o che.. in fondo ha i suoi annetti.. nelle ultime apparizioni (tipo qualche intervista o foto) m’è parso un pochetto invecchiato.. che dio lo conservi quell’uomo.. che è riuscito a regalare un capolavoro pure a quel poveraccio inglese di cui ho rimosso il nome ma non il titolo del capolavoro: “what’s in goodbye”.. l’avessi scritta io ci avrei fatto un intero disco intorno..Che Dio ce lo conservi, davvero.Ma a questo punto una domanda. Chi c’è, nella scena oggi, che sia retenuto l’erede di Bacharach? E chi ambisce ad esserlo? Non è una domanda polemica, ma è solo che avrei voglia di seguire qualche altro percorso, qualche tentativo, anche non riuscito eh, insomma è una cosa che mi incuriosisce parecchio. Fra i miei ascolti, di Bacharachiani ho incrociato solo i Belle & Sebastian. Bravissimi e di cui sono appassionato, ma più Bacharachiani nelle intenzioni che nel risultato, forse.

  45. acidshampoo novembre 3, 2006 a 4:17 pm #

    > I hope I think I know è abbastanza naif e twee perchè io la apprezzi, ma allora a questo punto avrei inserito la scemissima All around the world, che era un pezzo niente male.Sempre stato convinto che Magic Pie si perda nello svolgimento.Poteva essere una canzone storica, non è niente più che un pezzo onesto.Io quell’album lo amo tutto, eccezion fatta per Fade In-Out. All Around The World è ovviamente un pezzo fantastico, ma io intendevo qualche scelta meno ovvia, perchè davvero mi sembra un Greatest Hits troppo ovvio nelle scelte. E visto che gli album dei nostri sono pieni di potenziali singoli mai stati singoli, mi sarebbe piaciuta una scaletta più eccentrica. Oltre che, lo ripeto, più bilanciata. Però non capisco… Be Here Now è l’album più odiato da Noel e però il più amato da Liam. E la media fra questi è… di essere escluso a priori dal Greatest Hits! Ma quanto comanda Noel?! Ma povero Liam!

  46. mato novembre 3, 2006 a 5:07 pm #

    no, non ci sono eredi di bachrach.. ogni tanto esce fuori qualche nome, tipo rufus wainwright , ma alla resa dei conti non hanno nulla di quel modo di scrivere canzoni del nostro.. e poi tutti quei marchi di fabbrica (le trombe, gli accordi in mi settima, le orchestrazioni) sono abbastanza in disuso..
    c’è un disco che è stato paragonato a bacharach (oltre che ai beach boys) sia dai critici che dall’artista stesso.. io non ci vedo molto di questo parallelo, ma il disco a me fa impazzire.. the sleepy jackson – personality.. il primo disco era più immediato (e conteneva un capolavoro assoluto come good dancers), mentre questo necessita di tre o quattro ascolti.. ma poi non lo molli più.. sicuramente il mio disco di quest’anno.. te lo butto lì come consiglio..

  47. mato novembre 3, 2006 a 5:18 pm #

    mi settima? ma che cazzo dico?.. intendo accordi in settima maggiore.. “this guy’s in love with you” per intenderci..

  48. frank novembre 3, 2006 a 6:02 pm #

    Caro Appassionatissimoin ivi sito lessi e rispondo ancorché non contestata in pagina precedente. Mi autoinvito ad abbandonare riserve sulle altrui intenzioni. Ma ci tenevo (è più un bisogno) a domandare: capace di imporsi? Strunz? Fintissima?

  49. acidshampoo novembre 3, 2006 a 7:01 pm #

    Prosperi e Frank, mi parete un Commodore 64 contro un Vic 20.Se non iniziate a parlare normali e a farci capire anche a noi, vi sparo uno Spectrum nel culo di quelli che rimangono.

  50. acidshampoo novembre 3, 2006 a 7:04 pm #

    Mato, ti ringrazio molto delle segnalazioni.Ho appena messo Rufus e Sleepy Jackson in scaricaggio sul Mulo. Se hai altre cose Bacharachiane da segnalarmi dimmi pure. Belle o brutte che siano, in modo di avere un quadro significativo e potermene fare un’idea.

  51. Pinxor novembre 3, 2006 a 7:15 pm #

    Saluto alla Blimunda che saluta.Ieri sera è stata una buona serata, con un ottimo film, una simpatica compagnia, un buon tè e l’ottimo yogurt ananas-finocchio gentilmente offerto dal padrone di casa Gori.Ci sono stati dei momenti sottocutanei inquietanti e direi al limite del lynchano ma credo di aver apprezzato anche quelli. Ringrazio.

  52. acidshampoo novembre 3, 2006 a 8:45 pm #

    Copio/incollo da Telesimo.it:Dopo il grande successo della prima attualmente in onda, la tv via cavo Showtime ha comunicato di aver già rinnovato per una seconda stagione la serie tv Dexter. Continuano quindi per almeno altri 12 episodi le avventure di Dexter Morgan (Michael C. Hall), competente ematologo della polizia scientifica di Miami che di notte diventa un …serial killer! La trasmissione del secondo ciclo è prevista, ovviamente negli Stati Uniti, per la prossima estate mentre la prima stagione, debuttata lo scorso 1° ottobre, continuerà fino al 17 dicembre. Ricoridamo che la serie è basata sul romanzo Darkly Dreaming Dexter di Jeff Lindsay e che vede nel cast, oltre Michael C. Hall nel ruolo principale, anche Jennifer Carpenter, Lauren Velez, Julie Benz (vista in Buffy, Angel), Erik King, David Zayas e James Remar.

  53. frank novembre 3, 2006 a 10:07 pm #

    >la serie è basata sul romanzo Darkly Dreaming Dexter di Jeff
    Lindsay
    In
    italiano, ‘La Mano Sinistra Di Dio’ (rititolazione decente,
    finalmente!). Edito da Sonzogno, 17,50¤ per 306 pagine. Questo
    dettaglio perché possiate valutare il rapporto quantità prezzo,
    invenzione del professor Grotti.
    Da stasera lo posseggo anch’io, e poiché non ho ancora il mulo attivo,
    leggerò su carta la storia che voi vedrete in video. Mi sento una
    damina dell’ottocento.

  54. acidshampoo novembre 3, 2006 a 10:18 pm #

    QUI il primo trailer di Le Colline Hanno Gli Occhi 2, in uscita a Marzo 2007.Non mi pare il massimo, ricorda un po’ Dog Soldiers. Comunque è sicuro un reset rispetto alle vicende del primo, qua è tutta un’altra storia con altri personaggi. E a quanto pare ci sono di mezzo i militari. E quando ci sono di mezzo i militari lo sbadiglio è probabile.

  55. GB novembre 3, 2006 a 10:56 pm #

    Invece Edwige Fenech farà parte del cast di Hostel 2, tradunt. Direttamente scelta da Q.T.

  56. acidshampoo novembre 4, 2006 a 12:24 am #

    Invece Edwige Fenech farà parte del cast di Hostel 2, tradunt. Direttamente scelta da Q.T.Eccola QUI col regista Eli Roth. Notare la maglietta Deodatiana del Roth.QUESTO invece è il teaser del film.GB, non me ricordo se il primo t’è piaciuto o no. A me da matti, e il seguito (anzi la seconda parte) lo aspetto con trepidazione. Speriamo che non sia l’ennesima delusione di questa pessima stagione cinematografica.

  57. acidshampoo novembre 4, 2006 a 2:55 am #

    QUI, notizie parzialmente rassicuranti per Studio 60 On The Sunset Strip.

  58. Blimunda novembre 4, 2006 a 5:40 am #

    Notte scorsa ho fatto un sogno pazzesco, ma bellissimo…Era una festa a casa mia, con tutta la mia famiglia (inclusi le 10 coppie di zii e i quasi 40 cugini) e qualche visite ilustri: Oleandro e Pinxor sempre freqüenti nel sogno, il Gori che appariva ogni tanto, e si diceva nel sogno che c’erano anche la Frank, Lozissou e Caramelleamare, ma questi purtroppo non ho visto… Le cose più belle del sogno, però, erano: Pinxor che suonava un accordione e Oleandro un triangolo! Suonavano un ‘baião’ famosissimo qui in Brasile, chiamato “Asa Branca”, di Luiz Gonzaga e l’assurdo degli assurdi era il Gori che mi raccontava che Caramelleamare ballava con una zia mia! Mi sono svegliata troppo contenta!!!!

  59. Pinxor novembre 4, 2006 a 1:18 pm #

    Come son lieto di aver fatto incursione notturna nel subconscio di Blimunda!Suonando l’accordione poi, è il massimo. Non ho presente come sia fatto, ma è certo che se potessi suonare uno strumento sceglierei l’accordione. “Asa brancaaaa….” ah, no, suonavo e non cantavo.Però bello

  60. infrarosa novembre 4, 2006 a 2:42 pm #

    gori, ma il teaser È IN TEDESCO!!!
    blimunda, non te lo volevo dire ma adesso che racconti così spudoratamente racconto anche io. ho fatto proprio stanotte (!) un sogno in stile manga, e c’era una specie di coniglietto tipo quello di pokemon che doveva rivelare una qualche verità ai protagonisti. il coniglietto era bianco e marrone e si chiamava, tadan!!! proprio BLIMUNDA. parlava al telefono e aveva la tua voce, anche se non l’ho mai sentita. incredibile ma vero.

  61. acidshampoo novembre 4, 2006 a 3:19 pm #

    > gori, ma il teaser È IN TEDESCO!!!Sì, è un’altra delle idee bislacche di Tim Palen, il responsabile marketing della Lionsgate. In effetti suona molto bene e, visto il tema del film, ha un senso che non sia doppiato in ammaragana.Ma l’idea più assurda di Tim Palen è stata un’altra.Copio/incollo da splattercontainer.com————SAW III
    Sentite questa. Il responsabile marketing della Lionsgate, un Tim Palen in pieno misticismo creativo (beh, con quel nome), era intento nella realizzazione del nuovo poster per Saw III. “Avevamo deciso di creare un poster con Tobin Bell vestito con un mantello rosso” ha dichiarato Tim “e parlando con il tipografo gli chiesi la possibilità di rendere il rosso ancora più intenso, utilizzando del sangue vero. Dopo una pausa di silenzio il tipografo rispose:’Ci potremo provare, ma siete seri?’. Gli feci capire che ero dannatamente serio. Bell non disse nulla mentre presentavo la mia idea, ma fu subito d’accordo, così si andò dal medico per il prelievo”. Una volta ottenuta la fiala di sangue e prese le dovute precauzioni (maschere e guanti protettivi per tutto il personale della tipografia), la Printing house Insync Media si è messa subito al lavoro per mescolare questo inchiostro speciale a quello tradizionale:”E’ una cosa che non avevamo mai fatto, ma francamente ognuno dei miei collaboratori si è divertito molto nella sua realizzazione” ha dichiarato Harold Huttas, presidente della Insync Media. I poster con i globuli rossi di Tobin Bell avranno una tiratura di circa 1000 pezzi e saranno venduti all’asta. Il ricavato andrà alla Croce Rossa. Ecco a voi l’opera compiuta.

  62. acidshampoo novembre 4, 2006 a 3:51 pm #

    > e l’assurdo degli assurdi era il Gori che mi raccontava che Caramelleamare ballava con una zia mia! Cioè fammi capire, il mio ruolo nel sogno era solo quello di informarti della cosa assurda che faceva un altro. Alla faccia del cazzo! Cioè, tutti con le caratterizzazioni fighe e io giusto uno che ti informa di un cretino. Comunque Caramelleamare è troppo antipatico per ballare con una tua zia. Ma Lozissou secondo me ci starebbe di sicuro. Caramelleamare arriverebbe alla tua festa solo per portare terrore e scompiglio. Senza dire una parola, svuoterebbe tutti gli aperitivi nei vasi dei fiori e poi se ne andrebbe. Dalla Fondelli lo fece. Ecco perchè non m’ha chiamato alla festa di laurea.

  63. acidshampoo novembre 4, 2006 a 4:36 pm #

    Ah, visto che era nell’aria, do la disponibilità a fare il Marraduno venerdì 10 o sabato 11.

  64. acidshampoo novembre 4, 2006 a 5:37 pm #

    Che caduta di stima… e sì che quasi tifavo per lui.da TgCom:
    —————-

    Monti, l’erede di Rocco Siffredi – Il secchione si darà al porno
    Il successo deve aver dato proprio alla testa al secchione Monti che si sente pronto a fare il grande salto nel mondo dello spettacolo… hard. “Ora ho davvero voglia di fare sesso – ha raccontato Omar dopo la fine del reality di Italia 1 a Star Tv -. Mi hanno proposto un film porno e accetterò”. Sarà il nuovo erede di Rocco Siffredi? Ancora presto per dirlo, al momento, è certo che farà l’inviato di Lucignolo.Il 31enne toscano campione di enigmistica sembra comunque avere le idee chiare e tra una giornata in un centro estetico e l’altra cerca di migliorare il suo aspetto. Anche se ironizza: “E’ una missione impossibile”. Il soggiorno nella Villa ha proprio creato un nuovo Omar. Sembrano lontanissimi i tempi in cui il vincitore morale del reality aveva fatto il suo esordio nel programma dicendo di essere vergine e di non aver mai baciato nessuna.Proprio la sua goffaggine aveva conquistato tutti. Il focoso bacio, poi, a Federica Panicucci deve aver dato un nuovo impulso alla sua vita.Anche la pupa Ilaria, la compagna di gioco di Monti, potrebbe dare una svolta sexy al suo futuro. Si vocifera che per lei fiocchino proposte per un calendario decisamente hot. Accetterà di farsi “sfogliare” come mamma l’ha fatta?

  65. frank novembre 4, 2006 a 6:12 pm #

    >Invece Edwige Fenech farà parte del cast di Hostel 2
    Con grande scorno di quell’altra, la… la… la Barbarabuscè, tradunt.

  66. frank novembre 4, 2006 a 6:19 pm #

    Blimunda, ma che sogni articolati spettacolari e acquarellati che fai.
    Ma ti capita spesso? Io la fantasia onirica l’ho mandata in pensione da
    un pezzo. Di solito nel sonno mi limito a tetre rielaborazioni delle
    ossessioni diurne. Tanto vale crepare. Ti invidio, caralho.
    ps. l'”accordione” forse è la fisarmonica…

  67. frank novembre 4, 2006 a 6:29 pm #

    >e parlando con il tipografo gli chiesi la possibilità di rendere il rosso
    ancora più intenso, utilizzando del sangue vero
    Ma
    questa gente non ha il senso della realtà!! Perché un rosso organico
    dovrebbe essere e soprattutto restare più intenso di un rosso
    sintetico?! E poi, perché fare un limitato prelievo di sangue umano,
    invece che recarsi con un secchio in una macelleria o in un tempio
    ebraico?

  68. acidshampoo novembre 4, 2006 a 7:02 pm #

    Sfido ovviamente a trovare la minima traccia di sangue vero sui manifesti di Saw III.

  69. Giulio Prosperi novembre 4, 2006 a 9:50 pm #

    Strunz era pel Gori, fintissima era la mia timidezza, capacità di imporsi
    era ironia benevola riferita allo tuo stile di guida.
     
    Reverentissimi ossequi alla quasi arch. F.Lupo,
     
                                                

  70. Blimunda novembre 6, 2006 a 6:37 pm #

    >il
    coniglietto era bianco e marrone e si chiamava, tadan!!! proprio
    BLIMUNDA. Hehehe… bello Infrarosa! e poi se sogni con un coniglio bianco e marrone, chiamato Blimunda, mi fai emozionare… il mio primo animale che ho avuto era proprio un coniglio, lo chiamavo ‘Lhinho’ (diminutivo di coelho, coeLHINHO), che papa un giorno ha portato via dicendo che era meglio per lui se stava in un posto più grande con altri conigli. Questo giorno era mercoledì prima di pascoa. In quella pascoa, alla casa di nonna, il pranzo era coniglio con patate. Ho capito solo qualche giorni dopo, quando ho chiesto a mio babo di portarmi a vedere il mio coniglio. Lui ha risposto solo: purtroppo non posso più. Avevo 6 anni

  71. acidshampoo novembre 6, 2006 a 7:06 pm #

    Anche a me è successo qualcosa di simile, Blimunda. Il primo tubero che ho avuto era proprio una patata, la chiamavo ‘NE’ (diminutivo del verbo retrocarboidratiamoceNE), che babbo un giorno ha portato via dicendo che era meglio per lei se stava in un posto più grande con altre patate. Questo giorno era mercoledì prima della Pasqua di Nostro Signore. In quella Pasqua, a casa della nonna, il pranzo era coniglio con patate. Ho capito solo qualche giorno dopo, quando ho chiesto a mio babbo di portarmi a vedere la mia patata. Lui ha risposto solo: purtroppo non posso più. Avevo 6 anni. Un’altra volta invece è successo con un vassoio. E a pranzo c’era un vassoio di coniglio e patate. Avevo 7 anni.

  72. Blimunda novembre 6, 2006 a 7:49 pm #

    Gori, ma che cazzo di psicologo sei? Come puoi rispondere così a una ragazza che soffre raccontando un suo trauma di infanzia?(Sto ridendo ancora)

  73. Blimunda novembre 6, 2006 a 7:54 pm #

    >Non ho presente come sia fatto, ma è certo che se potessi suonare uno strumento sceglierei l’accordione.E sceglierebbe bene, come ha detto la Frank, il “acordião” è la fisarmonica. Stavi troppo disenvolto nel sogno. Ma la canzone ti aconsiglio di scaricarla, cercarla dovunque… Vedrai che il sogno diventa ancora più divertente.

  74. Blimunda novembre 6, 2006 a 8:18 pm #

    > Blimunda, ma che sogni articolati spettacolari e acquarellati che fai.
    Ma ti capita spesso?Abbastanza! Da bambina faccevo di più, ma erano anche più genero ‘orrore’. Sognavo spesso con vampiri (che erano cugini, zii, ecc), “lobisomem” (ho cercato questo nome in we ma non ho trovato – sarebbe un uomo-lupo, come si chiama lì?), morti che venivano prendermi, ecc… Ma erano sogni tutti belli, inizio-mezzo-fine, articolati, e anche se erano di far paura, sempre c’era qualcosa di simile… Ora non ho tanti di questi sogni, ma ogni tanto ho qualche fantastiche, come vedere Lula che scende di un balloon per conversare con me. E alla fine giocamo calcio nel’erba del giardino della casa di nonna.

  75. DEATH 13 novembre 6, 2006 a 8:26 pm #

    PECCATO DAVVERO STO CALO BERRIANO…SPERAVO MEGLIO…..FATTO STA KE ANKE QUESTO è UN GRAN PEZZO, ALE….
    MARRitornato post ponte ^^
    PS-DOMANI DISCUTIAMO PER BENE DEL DISCORSO CENA PER SABATO 11…CON + DATI IN MANO VE RISPONDO MEJO….

  76. acidshampoo novembre 6, 2006 a 10:41 pm #

    Bentornato Marra carissimo! Ma guarda che Brad Barron non è che sia un brutto fumetto tout court.Però il protagonista, questo eroe-padre su cui m’ero fatto tante seghe mentali, è un ghiozzo della più bell’acqua.Cioè ti perde fiducia numero dopo numero.C’hai presente in Non Ci Resta Che Piangere quando i due protagonisti incontrano niente meno che Leonardo Da Vinci e ci trascorrono la serata? Ecco, preciso.

  77. acidshampoo novembre 6, 2006 a 10:49 pm #

    > Saluto alla Blimunda che saluta.Ieri sera è stata una buona serata, con un ottimo film, una simpatica compagnia, un buon tè e l’ottimo yogurt ananas-finocchio gentilmente offerto dal padrone di casa Gori.Ci sono stati dei momenti sottocutanei inquietanti e direi al limite del lynchano ma credo di aver apprezzato anche quelli. Ringrazio.Ma anfatti deve diventare abitudine! Bisogna trovassi più spesso qua e vedere queste i film col bollino Gori Approved.Perchè te mi ti aspettavi che ti tirassi fuori un Hostel, ma un Monicelli de questa risma t’ha sopreso, ammettilo. E le mie quotazioni salgono. E la prossima volta ti sparo un Salce che non la racconti.Eh sì, lontani i tempi di quel fatale misunderstanding su Matrix Reload.

  78. caramelleamare novembre 7, 2006 a 9:05 am #

    eh si, che delusione sta serie. ma soprattutto che delusione lui. ma non se vergogna dopo un po a ripetere sempre sta stessa cosa della rabbia?! oltretutto lascia la sensazione che l’importante fosse artrovare quelle due, ma solo pel gusto de ritrovarle, mica per altro.

  79. caramelleamare novembre 7, 2006 a 9:08 am #

    Ho capito solo qualche giorni dopo, quando ho chiesto a mio babo di
    portarmi a vedere il mio coniglio. Lui ha risposto solo: purtroppo non
    posso più. Avevo 6 anniin questa storia se c’è qualcuno che rimane insopportabile, sei te. sappilo

  80. acidshampoo novembre 7, 2006 a 3:21 pm #

    > eh si, che delusione sta serie. ma soprattutto che delusione lui. ma non se vergogna dopo un po a ripetere sempre sta stessa cosa della rabbia?! oltretutto lascia la sensazione che l’importante fosse artrovare quelle due, ma solo pel gusto de ritrovarle, mica per altro.Ma poi che morto de sonno. Il finale, come vanno le cose, è a dir poco imbarazzante. Ormai fa talmente pena ai Morb che è l’Unico a venirgli incontro.

  81. acidshampoo novembre 7, 2006 a 3:26 pm #

    L’ottimo Faraci è già al lavoro su uno speciale per Brad Barron, che però non sarà il seguito di questa miniserie.Ha detto che per l’occasione ha tirato fuori anche l’ironia dal protagonista. Deve essere stata un’impresa. Come si fa a rendere ironico un salame?

  82. Pinxor novembre 8, 2006 a 12:22 am #

    Io Gori torno più spesso a vedere film col bollino Gori Approved ma te mi vedi Oldboy senza recalcitrare. Deal?

  83. Pinxor novembre 8, 2006 a 12:28 am #

    Blimunda, nel sogno ero disinvolto perchè anche se personalmente non suono la fisarmonica ho visto tante volte il mio babbo suonarla.Uno di questi giorni mi scarico la canzone; poi magari inizio pure a suonare l’accordione e vado a fare il saltimbanco con una scimmietta a San Paolo.

  84. infrarosa novembre 8, 2006 a 1:11 am #

    credo che si chiami licantropo, blimunda, ma non sono sicura! anche io alla fine l’italiano quassù me lo scordo…

  85. caramelleamare novembre 11, 2006 a 10:59 am #

    Ha detto che per l’occasione ha tirato fuori anche l’ironia dal
    protagonista. Deve essere stata un’impresa. Come si fa a rendere
    ironico un salame?faraci mi sta sulle palle. è un buonista di merda, non se regge.poi se ne esce con queste stronzate, come se brad barron fosse un personaggio a 360 gradi. è un lobotomizzato bidimensionale che ripete sette frasi, sempre le solite, per 18 numeri. che imbecille!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: