[REC] Dylan Dog n.240 – Ucrona

24 Set

Dylan Dog n.240

Ucronìa



Soggetto e sceneggiatura: Tiziano Sclavi

Disegni: Franco Saudelli

Copertina: Angelo Stano




Dopo quasi cinque anni d’assenza, il Tiz torna alla sua creatura. Va detto che questo non è un ritorno in pianta stabile, ma solo una gita. E c’è da pensare che il Tiz non ne abbia valutato bene le conseguenze. Sclavi che finalmente torna a dar voce a Dylan Dog, toglie ogni scusa a quella patetica marionetta che è il Dylan Dog di ogni mese. Ucronìa è un paradigma del Dyd che vorremmo ancora e insieme un memorandum di quello che un tempo è stato questo incredibile fumetto, del mondo che portava negli zainetti degli adolescenti. Un perfetto esempio di qualità popolare e comunicativa. Non uno specchietto per le allodole, non uno stiloso gadget, ma qualcosa con un’anima palpitante. Quei mostri che raccontavano così tanto di noi, altro che le ridicole puttanate di Frank Miller e James O’ Barr. 

Tiziano Sclavi poteva tornare come avrebbe fatto Stanley Kubrick, con un’opera perfetta e monumentale, mentre saggiamente sceglie tutt’altra direzione. La storia di Ucronìa è uno di quei deliri lucidissimi che abbiamo amato in albi sgangherabili come Tre Per Zero o Per Un Pugno Di Sterline. Cosa ne sarebbe del mondo se la storia avresse preso un’altra direzione? Cosa, se Hitler e Stalin si fossero alleati? Ecco appunto l’ucronìa. Questo albo non ha il tormento de Il Tornado Di Valle Scuropasso o dei numeri di Dylan Dog che hanno scandito la storia della serie, ma è annoverabile fra le commedie sofisticate dello Sclavi più recente, da molti considerato ingiustamente quello ‘minore’. Ucronìa è un bizzarro cocktail di fantascienza, humor, enigmistica e filosofia. Non c’è quasi spazio per quell’orrore classico – anche se classico non è mai stato – che evidentemente non motiva più l’autore. Sclavi s’interroga sul caso e la necessità, sull’esistenza di Dio e se Dio gioca a dadi, ma lo fa con la saggia leggerezza di divertissement d’alto livello. Racconta il microscopico per riflettere sui massimi sistemi.

Con il suo stile inconfondibile, simile a nessun altro, Sclavi realizza il solito albo memorabile e lo fa quasi distrattamente. La sua scrittura è di naturale brillantezza, morbida eppure spericolata. Proprio come piace a noi e come solo a lui perdoneremmo. Della serie: giri l’angolo e sei su Marte. Lontano dagli sterili e confortevoli gialletti del Dylan più recente, Ucronìa è un albo barocco, debordante, contagioso e che invita ad una lettura attiva. 
Dove altri autori cercano disperatamente di mascherare le loro scopiazzature, Sclavi porta in scena tutte le sue passioni. Da Bret Easton Ellis ad Art Spiegelman fino a Umberto Eco. Lo fa senza vergogna. E il risultato è uno sfrenato happening su carta, una festa in maschera dove Patrick Bateman sgranocchia salatini con Albert Einstein. Questo crea l‘ideale ambiente per fidarsi, quindi per riflettere ed emozionarsi. Perchè anche se sono passati vent’anni, Sclavi riesce ancora a toccarci dentro come nessun altro. E quel momento inaspettato, in cui un timido alieno sbarca su un pianeta Terra deserto e versando una lacrima pensa “siamo soli…”, è qualcosa che ti scioglie il cuore e che non dimentichi. E’ puro distillato dell’unico autore che vorremmo leggere.



Alessandro Gori

Annunci

78 Risposte to “[REC] Dylan Dog n.240 – Ucrona”

  1. DEATH 13 settembre 24, 2006 a 4:08 am #

    SI TORNA (FINALMENTEEE!!!!!!!!!) A PARLARE DI FUMETTI…
    ANKE SE LO SI FA PER UN SIGNORE KE TEMO, + KE APPREZZARE….
    NON HO ANCORA LETTO “UCRONIA”…
    SFIDUCIATO KE SE ME PIACE…POI NN ME RI PIACE DYD PER 2 ANNI…COME M SUCCESSE AI TEMPI DAL NUMERO 101 IN POI…
    E KE SE NON ME PIACE ALLORA FORSE è + IL CASO DI KIUDERLA STA COLLANA…
    TANTO è ATTACCATA AD UN RESPIRATORE QUALITATIVO DA ANNI..(OVVIO POI KE NN KIUDA..PORTA AL VEGLIARDO BONELLONE UN SACCO DE QUATRINI PER NON PERDERE…COME INVECE CAPITA A MILLE ALTRE STRONZATE DA DARE A FOCO)
    A ME DYD PIACEVA…
    DA 6 ANNI ME NE PIACE UNO ALL ANNO ..SE VA BENE…COME ME TUTTI QUELLI KE CONOSCO KE LO LEGGONO…
    CONTINUERò A COMPRARLO E LEGGERLO…
    MA SPESSO ME ROMPE I COGLIONI IL SUO ESSERE DONCHISCIOTTESCO…
    SE FANNO UN FRONTALE CON DAMPYR E S AMAZZANO…GNI MANDO I FIORI MA NON FRIGNO…
    TANTO IL VELIVOLO DEL GLORIOSO NATHAN SI LIBRA BEN + ALTO DE STI PATETICI PORTA VALORI FILO BERARDIANI BUONISTI BONELLIANI RACCAPRICCIANTI DA SALDO DI MEZZA STAGIONE…
    MARRA ^^

  2. kreisky settembre 24, 2006 a 12:07 pm #

    Ciao Gori,
    dato che scrivi di Sclavi ti dico che ho appena finito lo Scuropasso.Adesso t’incazzi: non è male. Tormentato e allucinato trova la sua grazia in quell’ultima paginetta che lo trasforma in qualcosa di profondamente umano. Non sono un lettore di fumetti e non saprei apprezzare però ti segnalo uno degli antecedenti della scrittura di mondi paralleli in Philip Dick La svastica sul sole (titolo orig. The man in the high castle) in cui Hitler e giappo hanno vinto la II guerra m.

  3. acidshampoo settembre 24, 2006 a 4:37 pm #

    Ettepareva. Dopo soltanto una puntata, sembra che abbiano già sospeso My Name Is Earl su Italia 1. Spero serva almeno per ricollocarlo in un altro orario.Ma datemi retta: guardatelo in lingua originale, che è tutta un’altra camminata.

  4. DEATH 13 settembre 24, 2006 a 4:42 pm #

    BRAVO KREISKY…
    CONSIGLI OTTIME LETTURE…
    IL PHILIP K. DICK EDIZIONE FANUCCI DE “LA SVASTICA SUL SOLE”…
    BELLISSIMO IPOTETICO FANTASTORICO DA BRIVIDI…
    SOTTOSCRIVO E RILANCIO DI IPOTESI SULLA FANTASTORIA….
    KEN FOLLETT “LA CRUNA DELL AGO”…
    FANTASMAGORICO….
    CLASSICO LIBRO DEL GENERE “WHAT IF…??”
    KE SAREBBE SUCCESSO SE I TEDESKI SCOPRIVANO LO SBARCO IN NORMANDIA??
    LEGGETE E DITEMI…8se ve garba il genere…sappiate ke è a-politico,solo fantastoria senza ideosità di genere dietro)
    CIAO MERDE!!
    MARRA ^^

  5. acidshampoo settembre 24, 2006 a 4:43 pm #

    > SFIDUCIATO KE SE ME PIACE…POI NN ME RI PIACE DYD PER 2 ANNI…COME M SUCCESSE AI TEMPI DAL NUMERO 101 IN POI…Quello è il succo della questione. Dopo uno Sclavi, ti ci voglio a tornare a leggere le puttanate di Ruju e Di Nardo.
    > E KE SE NON ME PIACE ALLORA FORSE è + IL CASO DI KIUDERLA STA COLLANA… TANTO è ATTACCATA AD UN RESPIRATORE QUALITATIVO DA ANNI..(OVVIO POI KE NN KIUDA..PORTA AL VEGLIARDO BONELLONE UN SACCO DE QUATRINI PER NON PERDERE…COME INVECE CAPITA A MILLE ALTRE STRONZATE DA DARE A FOCO)Dylan Dog porta lettori alla Bonelli e ha fatto e fa campare parecchie serie in perdita. In questo senso, lunga vita a Dylan Dog. Poi però, facendo un discorso puramente ideale, l’unico Dylan Dog che aveva un senso esistere era quello di Sclavi.Sclavi ha detto pure che ha scritto un primo numero di una miniserie, ma che conta di non riuscire a finire questo progetto. Maro’, io una miniserie di Sclavi, con un nuovo personaggio… beh la sogno troppo.
    A ME DYD PIACEVA… DA 6 ANNI ME NE PIACE UNO ALL ANNO ..SE VA BENE…COME ME TUTTI QUELLI KE CONOSCO KE LO LEGGONO…Si salvicchia solo nelle storie di Medda e della Barbato.

  6. DEATH 13 settembre 24, 2006 a 4:45 pm #

    IO L HO FATTO VEDERE A 11 (!!!!!) PERSONE…E TUTTI 11 ORA STANNO IN DOWNLOAD….
    ITALIA 1 MERDA…..
    LE COSE BELLE LE FAN PATIRE….
    POI PERò SPOSTANO IL DOTTOR HOUSE….
    POI PERò DI THE O.C. NNE SALTANO UNA!!!!
    POI PERò NON SI SA QUANDO DARANNO L UTLIMA SERIE DI WILL & GRACE….
    MORIREBBERO…
    CANALE DA SBARBINI PRO CARTONI DEMENTI E PRO PUTTANELLE FUTURE BALLERINE DA CAZZO ADELANTE AMBIZIONE VELINE -CALCIATORE-VELINA-REALITY-TROJA-PORCODDIO….
    GORI MUORI….(NON TU ALE…GIORGIO GORI,DIRECTOR ITA1)
    MARRA ^^^^

  7. acidshampoo settembre 24, 2006 a 4:48 pm #

    > Ciao Gori, dato che scrivi di Sclavi ti dico che ho appena finito lo Scuropasso.Adesso t’incazzi: non è male. Tormentato e allucinato trova la sua grazia in quell’ultima paginetta che lo trasforma in qualcosa di profondamente umano. Dai però, non è che diventa umano nell’ultima pagina. E’ un flusso di coscienza dall’inizio alla fine. Più introverso e meno “divertente” certo, rispetto a Non E’ Successo Niente. Ma quella pagina della sceneggiatura di Memorie Dall’Invisibile quanto è bella? E quando è spettacolare quel “un thriller ufologico” in copertina, quando veramente non c’entra niente?Grazie del consiglio. La Svastica Sul Sole. Titolo parecchio ispirevole. Sai che non sono abituato a leggere libri, quindi spero esista l’audio-book.

  8. acidshampoo settembre 24, 2006 a 4:52 pm #

    > POI PERò NON SI SA QUANDO DARANNO L UTLIMA SERIE DI WILL & GRACE….E le ultime due di Six Feet Under.E le ultime due di Oz.

  9. DEATH 13 settembre 24, 2006 a 5:20 pm #

    “E le ultime due di Six Feet Under.E le ultime due di Oz”
    GIà…CERTE COSE LE RIMUOVO….
    NO COMMENT GUARDA…NO COMMENT…
    MARRA 😦

  10. acidshampoo settembre 24, 2006 a 6:06 pm #

    Che poi inizio ad aver perso le speranze per Oz. La quinta è del 2003, la sesta del 2004. E se scrivi a Italia 1 non rispondono MAI. Su Six Feet Under invece ho più fiducia, mi pare che ci investano di più.Per fortuna che per le perle cinematografiche mai distribuite in Italia, c’è l’abile linguista Frank che fa un certosino lavoro di traduzione e sottotitolaggio. Da Roman Coppola a Todd Solondz a Woody Allen.

  11. ilmarinaio settembre 24, 2006 a 8:48 pm #

    IL PHILIP K. DICK EDIZIONE FANUCCI DE “LA SVASTICA SUL SOLE”…

    BELLISSIMO IPOTETICO FANTASTORICO DA BRIVIDI…
    sottoscrivo.  un libro con poca azione e tanta immaginazione
    spesa a immaginarsi un mondo culturalmente diverso, con un’America
    ormai dominata dalla mentalità giapponese (almeno, come la immaginava
    Dick) e dall’I-Ching.  bellissimo.  invece è una stronzata un
    altro romanzo ucronico dove hanno vinto i nazisti, Fatherland,
    di Harris.  qui c’è una spy-story, azione, il buono e il cattivo
    di turno, e il lieto fine.  un altro modo di raccontare rispetto a
    Dick:  questo una volta letto si mette da una parte e via.

  12. hiss settembre 24, 2006 a 9:00 pm #

    Avevo iniziato a leggere La Svastica sul Sole prima di Pasqua, ma non ho continuato per mancanza di tempo (forse lo ricomincerò/finirò durante le vacanze natalizie). Gori, leggi almeno ‘sto libro, che merita!  E Parecchio!

  13. ilmarinaio settembre 24, 2006 a 9:00 pm #

    concordo con la sgangherabile bellezza di Ucronia. 
    per quanto riguarda Dyd, anch’io ho smesso al 101.   non so
    neanche come sia messa la serie ora, ma mi fido di quel che sento dire
    da voi.TANTO IL VELIVOLO DEL GLORIOSO NATHAN SI LIBRA BEN + ALTO
    invece a me ultimamente sta deludendo anche Nathan.   se prendiamo
    le storie uscite dopo il restyling:  bellissima la trilogia
    162-163-164.  qui siamo al top.  ancora di più forse la
    successiva trilogia marziana:  165-166-167.  che spettacolo
    se ci si fosse stabilizzati su quello standard.  invece poi alti e
    bassi.  buona la storia con il signore dei cloni.  il punto
    più basso:  numero 181, “La macchina nera”.  da ragazzini di
    6 anni.

  14. acidshampoo settembre 24, 2006 a 9:22 pm #

    Io ho ricominciato a comprare Nathan Never con la doppia storia zombistica che leggeva al mare il marinaio (183 e 184). Mica per altro, ma per premiare Di Clemente. Era il disegnatore peggiore della Bonelli, veramente un cane, poi l’ho perso di vista e l’ho ritrovato ora. Non volevo crederci. E’ diventato bravissimo.

  15. caramelleamare settembre 24, 2006 a 10:09 pm #

    non sono un gran lettore di libri perchè li trovo sopravvalutati, ma al mare dal Gori ho letto un libro stupendo e lo consiglio a tutti. pare una cazzata, invece è divertente e intelligente. magari lo conoscete anche, è questo qui :

  16. DEATH 13 settembre 24, 2006 a 10:30 pm #

    HA RAGIONE CARAMELLE…
    è UN LIBRO FANTASTICO…
    MARRA ^^^^

  17. infrarosa settembre 24, 2006 a 11:59 pm #

    caro caramelle,
    anche io dal mare a casa di un mio amico quest’estate ho letto lo stesso libro e anche se all’inizio pensavo che fosse una stronzata alla fine mi ha indirettamente salvato il morale.
    consiglio anche agli altri di leggerlo, a volte stucca un po’ ma alla fine da’ consigli saggi.

  18. acidshampoo settembre 25, 2006 a 2:18 am #

    Mediaset coi telefilm mi pare vada a tentoni. Dopo aver sospeso My Name Is Earl, ora esce fuori che replicheranno il primo episodio sabato 30 settembre alle 24.00 su Italia 1. Ma il sabato dopo già non c’è. Mah, ulli capisco…

  19. rezio settembre 25, 2006 a 11:28 am #

    sono anni che non leggo il dylan dal n 100 in poi mi piacerebbe avere una selezione di alcuni buoni albi dal 101 al240
    sapreste consigliarmi?
    questo però lo piglio è uscito questo mese vero?

  20. DEATH 13 settembre 25, 2006 a 2:04 pm #

    ” il punto più basso:  numero 181, “La macchina nera”.  da ragazzini di 6 anni.”
    D ACCORDISSIMO….E QUANTO è FORZATA LA PSEUDO SOTTO TRAMA : NUOVO AMORE TRA NATHAN E NICOLE BAYOUX??
    PERò DAI, ALTI E BASSI MA A PARTE LA MAKKINA NERA…BASSI DECENTI….NON BASSI GNOMI O PUFFI ILLEGGIBILI….
    NULLA A KE VEDERE CON LA CRISI DYLAN DOG…..
    O NO, MARINAIO??
    MARRA ^^^^

  21. acidshampoo settembre 25, 2006 a 2:57 pm #

    > sono anni che non leggo il dylan dal n 100 in poi mi piacerebbe avere una selezione di alcuni buoni albi dal 101 al240> sapreste consigliarmi?Ciao Rezio. Ovviamente tutti quelli di Sclavi sono da pigliare. Dopo il 100 ne ha fatti circa 25. E’ il miglior Sclavi di sempre, più maturo e toccante, meglio ancora di quello dei primi 100 numeri.Questa la mia Top10 (in ordine sparso) dello Sclavi post 100: PhoenixVerso Un Mondo LontanoQuando Cadono Le StelleLassù Qualcuno Ci ChiamaIl Volo Dello StruzzoTre Per ZeroFinchè Morte Non Ci SepariApocalisseLa Quinta StagioneIl Lago Nel Cielo
    > questo però lo piglio è uscito questo mese vero?E’ uscito a fine Agosto. Piglialo oggi perchè domani esce quello nuovo. Se già non è uscito oggi…Quando l’hai letto fammi sapere se t’è garbato.

  22. kreisky settembre 25, 2006 a 3:55 pm #

    al mare dal Gori ho letto un libro stupendo e lo consiglio a tutti. pare una cazzata, invece è divertente e intelligente
    caro caramelle, anche io dal mare a casa di un mio amico quest’estate ho letto lo stesso libro e anche se all’inizio pensavo che fosse una stronzata alla fine mi ha indirettamente salvato il morale
     io invece dopo insistenze enormi da parte di un mio amico ho letto le prime cinque pagine e poi ho abbandonato, mi sembrava proprio una stronzata. ci riproverò.
    Dai però, non è che diventa umano nell’ultima pagina. E’ un flusso di coscienza dall’inizio alla fine.
    diciamo che all’ultimo il flusso di coscienza si ancora ad un vissuto, prende corpo, insomma è il momento che me lo ha fatto apprezzare. Adesso tocca a te, niente scuse, Dall’inferno.

  23. caramelleamare settembre 25, 2006 a 4:56 pm #

    kreisky riprovaci perchè merita, te lo dico io. magari non ti piacerà, ma di sicuro non è una stronzata comunque il libro più bello, malinconico e toccante che abbia mai letto resta questo:

  24. Makegatsu Robot settembre 25, 2006 a 6:54 pm #

    Devo leggerlo questo Ucronia, ma son rimasto indietro ankio con DD come voiattri. Certo è ke se han vinto gli americani o i nippo-teutonici poco cambia. Sempre nazisti sono. Basti pensare ke quegli infami han fatto 200.000 vittime CIVILI con 2 bombe atomiche, in un paese che stava per arrendersi (infatti una vittoria di Hitler e dell’imperatore era già utopicamente impossibile nel ’44) e che lo stesso kaiser scrisse nel Mein Kampf ke per la Soluzione Finale s’era ispirato al genocidio dei pellirossa. 
    Adesso il nazismo si kiama globalizzazione democratica. Per fortuna ci permettono ancora di leggere libri, scendere in piazza o scrivere giornali, al contrario di quell’altre bestie arretrate amiche di Berlusca. Ma presto Bush farà mangiare BigMac e bere CocaCola anke ai cinesi e musulmani. Bene così.

  25. Makegatsu Robot settembre 25, 2006 a 6:59 pm #

    A proposito volevo leggere sto libro, ma è peggio del Macchiavelli e del Signore degli anelli uniti insieme, il tutto sceneggiato da Walt Disney: Pallottoloso!

    Se qualcuno è riuscito a leggerlo tutto, me lo racconta? Sarà mica il libretto d’istruzioni del Risiko?

  26. ilmarinaio settembre 25, 2006 a 7:03 pm #

    NULLA A KE VEDERE CON LA CRISI DYLAN DOG…..

    O NO, MARINAIO??
    Dyd non so per diretta esperienza a che punto sia arrivato, ne ho
    letti meno di una decina sparsi, tra cui vedo che ho preso a caso
    qualcuno dei meglio, raccomandati dal Gori:  La quinta stagione, Tre per zero, Lassù qualcuno ci chiama, Il volo dello struzzo
    (questo proprio al mare col Gori).  in genere però Nathan lo
    preferivo ai vecchi tempi, specie quello della prima cinquantina di
    numeri.

  27. DEATH 13 settembre 25, 2006 a 7:12 pm #

    “presto Bush farà mangiare BigMac e bere CocaCola anke ai cinesi e musulmani. ”
    SPERIAMO…PER ME è GIà IN RITARDO….
    “Se qualcuno è riuscito a leggerlo tutto, me lo racconta? Sarà mica il libretto d’istruzioni del Risiko?”
    RIASSUNTO DEL LIBRO RIKIESTO…..TE FAI SKIFO…PUZZI, NON SEI ALTO COME DEVI ESSERE, BIONDO COME DEVI ESSERE, OKKI AZZURRI COME DEVI AVERE….QUINDI MORIRAI TRA PIANTI E STRIDORI DI DENTI…LUI è FORTE E TI DOMINERà COME è GIUSTO KE SIA…TE L AVEVA ANKE DIMOSTRATO….POI T HAN LIBERATO GLI AMERICANI….LUI Sè FATTO CONGELARE E ASPETTA SUO RITORNO GRANDE STILE….TIPO DOPO TERZA GUERRA MONDIALE ….INATTESO…QUANDO SONO TUTTI + DEBOLI I SUOI NEMICI….ANCORA è PRESTO….E LI CONTINUERà CO STA STORIA DEI REAMI CON QUELE CROCIACCE DE SGUINCIO KE TESTIMONIANO KE LUI è FICO E TE TIRA GLI SHURIKEN SE NONN FAI IL BRAVO DENTRO LE SUE DOCCE….
    IO ALMENO PER ORA L HO CAPITO COSI…MA LO RILEGGERò…
    LO TROVO STIMOLANTE…
    UN SOLO APPUNTO…
    PER ME HA SBAGLIATO RAZZA.
    CIAO MERDA ROBOTICA!!! 😉
    MARRA ^^^^

  28. DEATH 13 settembre 25, 2006 a 7:13 pm #

    @ MARINAIO ” in genere però Nathan lo preferivo ai vecchi tempi, specie quello della prima cinquantina di numeri”
    EH BEH GRAZIE AL KAZZO…MA POI LE IDEE SCARSEGGIANO ANKE AI MIGLIORI AUTORI….
    DICIAMO KE CMQUE RESTA SOPRA LA DECENZA SEMPRE
    MAKKINE NERE A PARTE…MA QUELLE PER FORTUNA SONO UNA VOLTA L ANNO…NON DI +….
    BYEZZZ
    MARRA ^^^^

  29. acidshampoo settembre 25, 2006 a 7:25 pm #

    > in genere però Nathan lo preferivo ai vecchi tempi, specie quello della prima cinquantina di numeri.
    I famosi “primi cinquanta numeri”. E’ quello che dicono tanti fan. Da lì capisco che NN non è veramente il fumetto per me, visto che io questa gran qualità non ce l’ho mai vista o almeno non mi spicca rispetto al NN successivo. L’ho sempre trovata una serie con alcuni alti e troppi bassi.All’inizio, tra l’altro, c’erano anche diversi disegnatori che più cani non si poteva.

  30. acidshampoo settembre 25, 2006 a 7:30 pm #

    > @ MARINAIO ” in genere però Nathan lo preferivo ai vecchi tempi, specie quello della prima cinquantina di numeri”>EH BEH GRAZIE AL KAZZO…MA POI LE IDEE SCARSEGGIANO ANKE AI MIGLIORI AUTORI….Vabbè, però erano solo cinquanta numeri divisi tra 3 diversi sceneggiatori. Non è un’impresa impossibile.Pensa a Magico Vento. 106 numeri fino ad allora, dei quali ben 104 sceneggiati da Gianfranco Manfredi. Ed è, oggi ancora più che all’inizio, una perla di fumetto.

  31. acidshampoo settembre 25, 2006 a 8:46 pm #

    > Il volo dello struzzo (questo proprio al mare col Gori).  Ah Marinaio, m’ero scordato di dirtelo.Quella mattina passò una fotomodella che chiese di te. Mica per altro: voleva limonare. Le ho detto che eri occupato a leggere Il Volo Dello Struzzo. Comunque era una fotomodella minore.

  32. cryz settembre 25, 2006 a 8:56 pm #

    Si vede che è un albo di Sclavi… Solo la sua mente partorisce queste cose.. 🙂
     

  33. DEATH 13 settembre 26, 2006 a 12:15 am #

    ANKE MAGICO VENTO ALE (SECONDO ME) è CALATO DA FARE PAURA….
    E PROPRIO POCO DOPO IL 50 è INIZIATO TUTTO…
    L HO LETTO CON MOLTO MENO PIACERE DALL INIZIO DELLA CONTINUITY DELLA BEGA CUSTER…
    L HO TROVATO MOLTO APPESANTITO, MOLTO + STORICO (TROPPO) E MOLTO MENO SCIAMANICO DELLA PRIMA 20INA…NON ORRIBILE, BENINTESO….SOLO PEGGIORE KE PRIMA….
    E IL PROTAGONISTA POI… IO PERSONALMENTE C HO AVUTO UN PERIODO DE RIGETTO A NED PROPRIO…(KIARAMENTE QUESTA è UN OSSERVAZIONE PERSONALE)PER ME DAL NUMERO 72 CIRCA, AL NUMERO 85….NN SE REGGEVA…
    DA JERICHO ME PARE FINO ALLA DOPPIA DE I CANI PAZZI…NON SO SE RICORDO BENE I NUMERI…UNA COSA INTERAMENTE MIA CONTRO DI LUI…
    MARRA ^^^^
    PS-LA STESSA COSA ME STA ACCADENDO CONTRO QUEL MERDOSO PORTASFIGA DEL FIGLIOLO DEL VAMPIRO E DELA TROJA DELA SU MAMMA, IL ZAMPYRone….
    MORIREBBE…NON LO SOPPORTO +….LUI….IL RESTO ME LO CONTINUO A GODERE E SPERO KE SFORNINO ANCORA STORIE BUONE….ANZI…FORSE è LA CURIOSITà NEI CONFRONTI DELLE TRAME GENERALI,IL FATTO KE QUALITATIVAMENTE LE STORIE SIANO DAVVERO PREGEVOLI E GLI ALTRI PERSONAGGI TUTTI… A NON AVERMELO FATTO SMETTERE
    FOSSE PER LUI DAREI FOCO ALA COLLEZIONE….PER ME QUEL PROTAGONISTA LI NON ME LASCIA UNKAZZO DE NULLA…NIENTE…ZERO…PIATTO….MAI UN EMOZIONE…..POTEVANO MANDARE AVANTI UNA SOTTOTRAMA “IN QUANTO MEZZO VAMPIRO HA OCCASIONALE SETE DI SANGUE E TIPO IMPAZZISCE”…ME SAREBBE RISULTATO MEJO PAREKKIO….NIENTE…è Lì…STA Lì…CONOSCE TUTTO LUI…GIRA IL MONDO TUTTO LUI…COMBATTE IL MALE SOLO LUI E MAI KE SE FOSSERO PRESI LA BRIGA DA FATTE VEDERE “IN DIVENIRE LA SPECIALIZZAZIONE DEI SUOI POTERI…O DEL SUO DISSIDIO INTERNO DA U9OMO VISSUTO….INVECE SE NE STA TRA FANTASMI, VAMPIRI E CAZZI VARI MA è SEMPRE MONOCORDE…(OSSERVAZIONI PERSONALISSIME QUINDI PIJATELE PER QUEL KE SONO)
    MERDYR
     

  34. acidshampoo settembre 26, 2006 a 1:10 am #

    Per me Magico Vento ha mantenuto sempre una qualità molto alta, con paurosi picchi e solo due storie brutte: I Cancelli Dell’Inferno (che è di Segura) e Il Demone Degli Inganni.I capolavori non li conto perchè sono troppi. Una serie per me meravigliosa.L’unico problema del Magico Vento di ora, e per me è un problema ENORME, è il suo team di disegnatori. Prima era la miglior serie Bonelli per disegni, ora è calata drasticamente. Parlov è passato a Volto Nascosto, Frisenda disegnerà Tex. Poi ci sarebbero autori bravi associati male fra loro. Ramella passato a china da Volante fa schifo. E lo stesso dico per Di Vincenzo che inchiostra Barbati. Autori che sarebbero bravissimi in assolo, ma che abbinati così sono penosi. Certo, c’è anche da dire che le chine di Talami tirano un po’ sù i non eccezionali disegni di Biglia. Ma Talami che disegnava e si inchiostrava da solo su Nick Raider, era tutta un’altra camminata.Gli unici due in gamba in questo momento sono Leomacs e Darko Perovic. Troppo pochi.Ned poi, come personaggio, a me piace moltissimo. Un eroe politicamente scorretto “per sottrazione” (caso rarissimo). Non un sadico, non un sanguinario, ma uno che ha un senso personale e pragmatico della giustizia. Profondamente parziale e capace di un freddo doppiogioco. Spara alle spalle (La Mano Sinistra Del Diavolo), tende agguati (Blizzard), libera assassini (Cielo Di Piombo)… cose molto atipiche e discutibili per un eroe western popolare.Se c’è uno che non sempre amo è se mai Poe, che spesso trovo profondamente ipocrita. Ma sono dettagli.

  35. acidshampoo settembre 26, 2006 a 1:41 am #

    Della serie: Ulla Vulivo Avessa Puta. Tremende notizie da TgCom:————–GREGGIO: “RECITERO’ PER PUPI AVATI”Svolta drammatica per il comico.
    “Pupi Avati sta scrivendo un film di cui sarò protagonista. E per la prima volta reciterò in un ruolo drammatico”. Chi parla, anticipando una svolta nella sua carriera, è Ezio Greggio. Il popolare comico anticipa l’ambizioso progetto in un’intervista a Tv Sorrisi e Canzoni. L’esperienza cinematografica con il regista bolognese dovrebbe prendere corpo dopo la prossima conduzione di “Striscia la Notizia”.
     
    Che Greggio voglia seguire le orme di Diego Abatantuono? Questi, dopo l’exploit di inizio carriera con il personaggio del “terrunciello”, uscì da un periodo di crisi artistica proprio con un ruolo drammatico in un film di Avati, “Regalo di natale” (1986). Avati è del resto uso a prendere attori considerati “semplicemente” comici e cucire loro addosso ruoli drammatici che ne fanno risaltare le doti interpretative. Oltre che con Abatantuono (che da quel momento visse una seconda e, per il momento imperitura, giovinezza) è successo anche con Massimo Boldi, Neri Marcorè e Antonio Albanese. Per Greggio in televisione il successo non manca, “Striscia la Notizia” è un cavallo sicuro cavalcato da anni e alla conduzione della quale tornerà nella prossima stagione televisiva in coppia con Michelle Hunziker. Sul fronte cinematografico le cose sono un po’ diverse. Greggio ha al suo attivo numerosi film, anche di cassetta, sia come attore che come regista. Per lo più commedie popolari (“Vacanze di natale ’91”, “Anni 90”), parodie (“Il silenzio dei prosciutti”, suo esordio dietro la macchina da presa) e anche collaborazioni importanti come quella con Mel Brooks (grande amico di Greggio) nel film “Svitati”. Ovvio però che un’esperienza con un regista come Pupi Avati, per di più in un ruolo drammatico, sarebbe un passo importante per cercare consensi anche verso quella critica che non lo ha mai amato.Avati per il momento è impegnato con le riprese del suo nuovo film, l’horror gotico “Il nascondiglio delle monache”, per lui un ritorno al passato dopo i fasti del capolavoro “La casa dalle finestre che ridono” (1974) e del meno noto ma comunque interessante “Zeder” (1983). Il regista bolognese, interpellato da “Il Giornale” conferma il progetto con Greggio anche se pare allungare un po’ i tempi… “Se ne parla da tre o quattro o anni – dice – ma per ora non c’è niente di preciso: né titolo, né copione né personaggio. E’ vero che prima o poi un film insieme lo faremo. Ezio mi incuriosisce, sia come attore, sia per le sue qualità umane che ho imparato ad apprezzare nel tempo. Vedremo”.  (da TgCom) 

  36. rezio settembre 26, 2006 a 9:40 am #

    Quando l’hai letto fammi sapere se t’è garbato
    ciao acid, l’ultimo dylan l’ho letto ieri
    devo dire sinceramente ke mi piaciuto moderatamente..
    di sclavi come di alcuni altri autori dylaniani preferisco le storie più “intimiste” come per esempio “il volo dello struzzo” 
    molti di quelli da tè consigliati ce li ho..questo è forse indicativo della crisi che dylan stà attraversando ultimamamente
    a proposito di nathan, mi piacevano un tot le tavole di castellini (che a quanto pare si è trasferito in america)
    e de angelis (n73-74 forse fenice ecc..)
    a proposito quest’ultimo oltre alle copertine disegna ancora gli albi vero?
    quali

  37. acidshampoo settembre 26, 2006 a 11:11 am #

    Ma infatti Rezio anche io preferisco le storie più intimiste e tormentate di Dylan Dog. E lo vedi dalla decina che ti ho segnalato.Al di là della storia di Ucronia, ho apprezzato da matti il gesto di Sclavi di tornare dopo anni alla serie con un albo di questa leggerezza (nel senso più alto del termine). Questo suo ritorno senza l’ansia del numero storico, ma con una storia brillante di qualità certa, mi ha fatto veramente piacere. Occhio che anche il 243 (disegni di Stano) e il 244 (disegni di Casertano) saranno i suoi. Stano tra l’altro ha detto di aver disegnato una storia bellissima, per lui una delle vette dell’intera serie.

  38. DEATH 13 settembre 26, 2006 a 2:07 pm #

    GREGGIO + AVATI è LA FORMULA MAGICA PER UCCIDERE L ARCIVAMPIRO GORAN ALEXEY DEL TEGOLHAUS…..
    MARRA ^^
    PS-CONTINUO A KIEDERE…MA IL TRANFOLO?? MA IL PALAZZI?? SON MORTI??

  39. ilmarinaio settembre 26, 2006 a 6:38 pm #

    Comunque era una fotomodella minore.
    meno male! con una fotomodella non so proprio che ci farei,
    veramente.  penso che non mi si rizzerebbe il pistulino.  mi
    sembrerebbe di abbracciare un costoliccio alto 1 metro e 80.  al
    massimo le darei un morso.
    io, come ho spiegato a GB alla festa della birra a Pratovecchio sabato, voglio una donna che sappia spennare i polli.

  40. ilmarinaio settembre 26, 2006 a 6:41 pm #

    EH BEH GRAZIE AL KAZZO
    caro Marra, questo tuo modo di fare virile e aristocratico al tempo stesso mi mette sempre più voglia di comunicare con te…

  41. Makegatsu Robot settembre 26, 2006 a 6:54 pm #

    Io a Pratovecchio c’ero venerdì. Palla de festa ma arrivare con trenino m’ha divertito non poco.
    Questo treno FERMA a Tu Kum Kari !!!
    @Marinaio: abbi pacenzia, prima o poi te la mando lamù sexy… devo solo ritrovare il back-up indove l’ho ficcata. T’accontenteresti di Fujiko nel frammentre?

  42. ilmarinaio settembre 26, 2006 a 7:44 pm #

    Fujiko già sarebbe qualcosa.  Fujiko, altro che le
    fotomodelle.  lei sì che spennerebbe bene. e Lamù ancora meglio,
    le cuocerebbe con la scossa.

  43. acidshampoo settembre 27, 2006 a 5:53 am #

    > GREGGIO + AVATI è LA FORMULA MAGICA PER UCCIDERE L ARCIVAMPIRO GORAN ALEXEY DEL TEGOLHAUS…..Avati è un romantico e l’idea dell’attore comico che fa un ruolo drammatico l’ha sempre affascinato. Pigliare il “terruncello” Abatantuono, privarlo della sua parlata e farlo protagonista di Regalo Di Natale, fu veramente un colpo di genio.Ci riprovò anni fa, con Massimo Boldi, per il film Festival. Fallì miseramente. Primo perchè Boldi non è Abatantuono, secondo perchè con Boldi ci vuole tanta buonavolontà anche a ridere.Con Greggio peggio ancora. L’unico comico che suscita solo risate preregistrate.

  44. giopep settembre 27, 2006 a 11:24 am #

    Madonna, Gizmo, O’Barr è un coglione buono per il marketing, ma bollare l’opera di Miller come “ridicole puttanate” è veramente una roba da Sgarbi.

  45. ilmarinaio settembre 27, 2006 a 11:52 am #

    Caro Gori, confermo quanto detto ierisera all’Europlex. 
    finalmente ho scoperto come posso essere anch’io scomunicato: 
    posso, come Milingo, nominare dei vescovi.  così anch’io
    finalmente  potrò fregiarmi di una scomunica, come Federico II di
    Svevia, che è sempre stato il mio idolo.
    per questo confermo e sottoscrivo che  ierisera nel pieno possesso
    delle mie facoltà fisiche e mentali ho nominato vescovo te, 
    Lozissou, Makegatsu e Pinxor.

  46. DEATH 13 settembre 27, 2006 a 12:26 pm #

    CAZZO MARINAIO A ME NIENTE??
    PROPRIO A ME KE FACCIO DELLA LOTTA ALLA CHIESA DI ROMA S.P.A. LA MIA VITA INTERA??
    NOI QUA S ORGANIZZA OGNI VENERDI SANTO IL “‘PORCUS DOMINI”…RADUNIAMO TRAMITE ATTENTA SELEZIONE I PEGGIORI MANGIACRISTI D ITALIA A SI FA QUESTA CENA PER SPRETARE LA VIGILIA A SUON DI CROSTINI ROGNONICI,PRIMI SUGOSI,E GRIGLIATE E ARROSTI MISTI…
    IL TUTTO IN UN CLIMA DI GIUBILO IMMENSO…..
    CMQUE SE CE L HAI CON LE KIESAGLIA,BASTA KE TI SBATTEZZI….
    C è ANKE IL SITO…CERCALO…
    MARRA ^^^^

  47. acidshampoo settembre 27, 2006 a 2:40 pm #

    > Madonna, Gizmo, O’Barr è un coglione buono per il marketing, ma bollare l’opera di Miller come “ridicole puttanate” è veramente una roba da Sgarbi.Oh, finalmente un commento di chi dico io!Dai giopep, il mio alla fine voleva essere più uno sbotto di nervosismo che un freddo giudizio. Al di là delle sue qualità, Frank Miller mi manda proprio il sangue alla testa dal fastidio, lo trovo insopportabile come pochi altri. E’ una cosa del tutto personale. E, come valore aggiunto, mi da noia anche gran parte della sua platea.

  48. caramelleamare settembre 27, 2006 a 3:37 pm #

    ma bollare l’opera di Miller come “ridicole puttanate” è veramente una roba da Sgarbi….vorrà dire che ogni tanto sgarbi ci indovina. F.M. solo pel nome è da sopprimere.

  49. Makegatsu Robot settembre 27, 2006 a 7:58 pm #

    Trovato! Ecco il sito dell’UAAR per porre fine alla battezzaicità! Grande Marra per la segnalazione. Ieri Vescovo, oggi laico! Wow, ke giornatine!

  50. ilmarinaio settembre 27, 2006 a 11:30 pm #

    ok… dal momento che Makegatsu si è sbattezzato, io nomino te, Marra, vescovo di Sansepolcro, Arezzo e Cortona, col nome di Don Golosastro.
    non so perché, ma io ti immagino un po’ così, e con la voce un po’ roca.
    eccoli qua, i miei Fantastici 4 vescovi:  Marra-La cosa; 
    Acidshampoo-Mr.Fantastic;  Lozissou-Uomo torcia e Pinxor-Uomo (in
    questo caso) invisibile.  fatevi valere:  la prima azione è
    una crociata contro il bieco ed eretico Makegatsu

  51. giopep settembre 27, 2006 a 11:31 pm #

    Gizzero, il fastidio per il pubblico lo capisco, quello per il personaggio lo condivido, quello per certe “cose” della sua opera, te lo appoggio, ma roba come 300, piuttosto che la prima (e sola) miniserie di Sin City, o il ciclo di Elektra, o ancora Give me liberty… beh, oscillano fra il gioiello e il capolavoro.

  52. giopep settembre 27, 2006 a 11:33 pm #

    Di Sgarbi mi hanno appena girato un filmato con lui che sclera a non so che programma.
    Immagino fosse pianificato, o magari anche no, comunque mi ha fatto simpatia.

  53. acidshampoo settembre 28, 2006 a 1:03 am #

    Giopep, scommetto che ti riferisci a QUESTO, cioè quando Sgarbi ha lanciato un MacBook durante la trasmissione La Pupa E Il Secchione.Comunque non puoi farti intenerire da Sgarbi, dai. Non ci si può intenerire per uno che fa scambismo separato. E’ una pratica disapprovata dagli scambisti stessi.

  54. acidshampoo settembre 28, 2006 a 1:08 am #

    Sul Frank Miller. C’hai presente quando te commenti i film con un semplice “ma vaffanculo!”. Magari saranno dei capolavori, ma ti stanno sul cazzo e li metti a posto con 2 parole 2. Ecco, per me è un po’ la stessa cosa. Fai conto che io non sopporto il “C’Era Una Volta In America”. A parte il fatto che non lo trovo un capolavoro, m’appare fasullo, tronfio, maschio e involontariamente ridicolo. Ed è lo stesso per certe cose – magari bellissime – di Frank Miller. E sono certo che nemmeno Frank Miller mi apprezza più di quel tanto.

  55. acidshampoo settembre 28, 2006 a 1:11 am #

    Giopep & Caramelle, sappiate che voi due vi conoscete. E te Giopep conosci pure Oleandro.

  56. giopep settembre 28, 2006 a 12:22 pm #

    Detto che C’era una volta in America manco a me fa impazzire (troppa retorica, troppo pietismo, troppa commozione “forzata”), a questo punto però dovresti pure dirmi che hai letto, di Miller.

    Le cose che ti ho citato, per esempio?

    (Chi è Caramelle?)

    Ah, Sgarbi: ma sì, non è che mi stia simpatico, è che mi sta meno sul cazzo delle persone con cui litigava.

  57. acidshampoo settembre 28, 2006 a 5:11 pm #

    Di Miller ho letto tre delle storie di Sim City, quelle del film. Poi il suo Batman (Il Ritorno Del Cavaliere Oscuro). Ho un suo volume di Devil e uno di Robocop che devo leggere.Caramelleamare è quel mio amico che venne anche su a Milano ormai diversi anni fa. Quello secco, coi capelli lunghi, scuro di pelle. Antipatico, magari non a te, ma comunque sta sul cazzo a tutti. E’ lui!

  58. giopep settembre 28, 2006 a 5:46 pm #

    Dai, la storia di Marv non me la puoi odiare, è adorabile!

    Robocop è robetta, quanto a Devil, beh, dipende da che volume è, ma in generale non mi sembra che sia roba nelle tue corde… ma magari sbaglio.

    Comunque, se vuoi dargli un’ulteriore possibilità, prova 300, o magari Hard Boiled, o Ronin.

    Caramelle me lo ricordo vagamente, più in foto che altro.

  59. acidshampoo settembre 29, 2006 a 4:47 am #

    300 in effetti lo voglio leggere, anche perchè so che Zack Snyder sta curando la trasposizione cinematografica e mi garberebbe andarci preparato.

    Ma senti una cosa. Watchmen (quello sì che mi garba) è poi confermato? Lo dirigerà sempre Snyder? IMDB lo da in pre-produzione. E si sa niente chi interpreterà le varie parti? Peccato che Michael Caine sia troppo vecchio per il personaggio di Nite Owl, perchè ogni volta che lo vedo in Hanna E Le Sue Sorelle vedo lui (che poi è il mio personaggio preferito).

    P.S. Ci sono foto di Caramelleamare? Ah, perchè lui non si fa mai fotografare. Vengono giuste per ricattarlo. Buono!

  60. giopep settembre 29, 2006 a 8:51 am #

    Splendido 300, fra l’altro la trasposizione di Snyder sta in parte seguendo l’esempio di Sin City, con uno stile molto fumettistico (anche se in questo caso si usa il colore). In rete si trova già un trailer, anche se di qualità pessima, e promette bene. Speriamo che Zak non deluda, dopo quell’esordio fulminante. E sì, Watchmen pare proprio sia ormai roba sua (e meno male, Greengrass ce lo vedevo malissimo, a farlo).

    PS
    Boh, a me sembra proprio di ricordare sue foto, ma magari me lo confondo con qualcun altro. Mi pare siano le foto di quella volta in cui al Grand Canyon avevi in bocca il pugno di qualcuno.

  61. acidshampoo settembre 29, 2006 a 4:27 pm #

    L’Alba Dei Morti Viventi è in effetti un gran film. Sai però cos’è che, ogni volta, non mi piace per niente? In vari momenti d’azione degli ultimi venti minuti di film, c’è quell’effettaccio di regia. Non so nemmeno come si chiama. Che tipo pare ci siano meno fotogrammi. Ecco, secondo me fa perdere parecchia omogeneità al film. Salta troppo all’occhio ed è assurdo che sia usato lì e solo lì. Tutte le volte che lo vedo cerco di rendermelo più sopportabile, ma lì tutte le volte dico: “Ma che gli è preso a Snyder?!”.

    Domanda: con che browser riesci a postare? No perchè negli ultimi giorni da delle rogne con Explorer e Mozilla.

  62. giopep settembre 30, 2006 a 1:01 am #

    Sulle scene finali dell’Alba non so che dirti, l’ho visto solo al cinema e, pur avendo il DVD, non gli ho ancora concesso una seconda visione. Comunque, quando avverrà, proverò a farci caso.

    Io di browser uso Opera.

  63. acidshampoo settembre 30, 2006 a 6:39 am #

    Anche io Opera. ‘Sto blog in questo momento ha dei problemi ed è l’unico browser con cui fa postare commenti. L’unica alternativa è avere il Mac.

    Ma senti una cosa: Kill Bill Vol.2 l’hai poi visto o no? Mi sembra che non te l’ho mai ri-chiesto dopo la sua uscita.
    Altra cosa: senza spoilerare, com’è l’ultimo di Shyamalan? Che poi io pensavo fosse lui il tuo regista preferito, più di Michael Mann.

  64. giopep settembre 30, 2006 a 10:48 pm #

    Opera cmq non si “ricorda di me”, devo reinserire nick eccetera ogni volta che metto un commento.

    Kill Bill 2 ancora mi manca.

    L’ultimo di Shyamalan pure, conto di andare Martedì. Comunque regista preferito un paio di palle, Unbreakable capolavoro, Sesto Senso e Sign ottimi, ma già Village delusione cosmica.

    Michael Mann è il più grande regista vivente (Coppola e Scorsese non li considero viventi), giusto Tarantino può giocarsela, ma deve ancora sgobbare, per provarci.

    Ah, Heat è il film più bello degli ultimi vent’anni.
    😀

  65. acidshampoo ottobre 1, 2006 a 3:32 am #

    > Comunque regista preferito un paio di palle, Unbreakable capolavoro, Sesto Senso e Sign ottimi, ma già Village delusione cosmica. Per me: Il Sesto Senso – buonoUnbreakable – capolavoro, tra l’altro visto da te a Milano un pomeriggio (però avrei tolto quelle famose didascalie finali)Signs – capolavoro assoluto (ma com’è la scena di loro a tavola, nella parte finale? io ci muoio ogni volta)The Village – delusione sì, ma non un brutto film. però un tradimento per lo spettatore, visto le premesse entusiasmanti. io volevo un film di paura! e nelle poche scene che deve fare paura, ovviamente è spaventoso di brutto. ma che occasione sprecata.Curiosità: ad Arezzo Wave (dove andremo io, te e la Rumika il prossimo anno) ho parlato con Antonio Serra ed ha attaccato un bottone pauroso su quanto ama Shyamalan e quanto odia Lost.> Michael Mann è il più grande regista vivente (Coppola e Scorsese non li considero viventi), giusto Tarantino può giocarsela, ma deve ancora sgobbare, per provarci. Ah, Heat è il film più bello degli ultimi vent’anni. 😀Gli ultimi due film di Scorsese erano uno lammerda e l’altro giusto potabile. Ma Al Di Là Della Vita era fantastico, ammettilo.> Ah, Heat è il film più bello degli ultimi vent’anni. 😀Ok, però ti ricordo che la parte in cui De Niro e Pacino si incontrano te non la ami per niente.

  66. giopep ottobre 1, 2006 a 3:48 pm #

    “Ok, però ti ricordo che la parte in cui De Niro e Pacino si incontrano te non la ami per niente.”

    Sicuramente è un punto un po’ debole, ma del resto non esiste un capolavoro privo di difetti.

  67. acidshampoo ottobre 1, 2006 a 5:05 pm #

    Ma io, qualche capolavoro privo di difetti (almeno ai miei occhi) saprei dirtelo. Il fatto è che io, al contrario di te, mi mangio il fegato quando un film che amo ha un difetto da qualche parte. Anche perchè se è un capolavoro mi viene da fargli le pulci. E per forza trovo qualcosa, e a quel punto va a finire che non mi godo il film. Quando vidi il film più bello del mondo, Kill Bill Vol. 1, ero ossessionato da quel dialogo fra Uma e Hanzo al bancone, che secondo me poteva essere molto più brillante. Ma era come preoccuparsi per un bruscolino in un occhio, senza sapere che un meteorite ti si sta per schiantare addosso. E quel meteorite è stato Kill Bill Vol. 2, ovvero la cosa più deludente della storia dell’umanità. E a Boba è piaciuto, e io non potrò mai perdonarglielo.

  68. DEATH 13 ottobre 3, 2006 a 8:00 pm #

    DATO KE ERO ASSENTE, ME SO PERSO LA DISCUSSIONE SU MILLER…
    HO APPENA SCOPERTO KE IO E IL GORI NON SEMO + AMICI….(VISTO LE SUE IDEE SUL MIO FRANK^__^)
    300 è DAVVERO UN CAPOLAVORO….
    SIN CITY ME RESTA IN VETTA ANCORA DE MILLE MILA LEGHE SOPRA IL LIVELLO DEL KAZZO Oo:::::::::::::::::::::::::::::::> …..
    L AVEVO GIà DETTO ALTROVE E QUA LO CONFERMO: IN MARRA OPINION LA TRASPOSIZIONE CINEMATOGRAFICA DE SIN CITY HA I SUOI PORCI PERKè…LO TROVO ATTRAENTE E FASCINOSO COME QUASI NULLALTRO….(FORSE UNO DEI BUI + BELLI VISTI SUL GRANDE SKERMO)
    O INSOMMA ALE SCALDATE….
    KE AL MARRADUNO 3 ME SPIEGHERAI PERKè KILL BILL VOL 2 L HAI DEFINITO “LAMMERDA” MENTRE ANDREMO A MANGIARE LE PASTE DE QUEL FENOMENO DE PASTICCERE-FORNAIO A 5 MIN CASA TUA…..
    PS-POSTO QUI ANKE IL MIO GIUDIZIO SU DEMIAN 1 (KE HO FINALMENTE LETTO)…
    M è GARBATO INTERAMENTE…LO TROVO UNO DEI MIGLIORI ESORDI DOPO MAGICO VENTO 1…UN PRIMO ALBO PAZZESCAMENTE BELLO…NON SO COME VA AVANTI…DOMANI PROSEGUO…
    TE KE NE PENSI ALE?? CARAMELLE L HAI LETTO ANKE TE(KE ME RICORDO L ASPETTAVI PAREKKISSIMO)?? V è GARBATO O NO??SENZA SPOILERARE…PROSEGUE SUFFICIENTEMENTE BENE…O HA DEI “BASSI” SUBITO??
    MARRA ^^

  69. giopep ottobre 3, 2006 a 11:35 pm #

    Gizmo, ho visto Lady in the Water.
    Velocemente: sembra la versione stronza di Signs.

    Approfonditamente: dopo che non ho tempo.

    Comunque Shyamalan le mie corde già le strimpellava male con The Village, qua proprio manco le sfiora.

  70. acidshampoo ottobre 4, 2006 a 7:20 pm #

    Allora mi preoccupo, Giopep. Sul gradimento dei film di Shyamalan t’ho sempre circa seguito a ruota, quindi c’è il rischio che non mi garbi senza riserve (non quindi come The Village). In compenso è uscito anche The Black Dahlia che promette bene. Anche se c’è la stronza. E poi è in uscita Il Diavolo Veste Prada. Tutta roba che te hai già visto quasi in diretta con Venezia. Che culo stare a Milano oh!Ma l’ultimo della Torre? Mare Nero? Visto?Ah, grazie che me chiami Gizmo. Accidenti a me e a quando, per un impedimento logistico, non ho potuto fare l’username Gizmo e mi sono ripiegato su questo Acidshampoo. Ma io da dieci anni sono Gizmo! Mi sento Gizmo! Chiamatemi Gizmo!

  71. LukiSkyWalker88 novembre 29, 2011 a 8:52 pm #

    Caro Gori,
    all’edicola della stazione di Arezzo, ho avuto la fortuna di trovare dei veccchi numeri, risaltenti addirittura a una decina di anni fa, di Dylan Dog rimasti invenduti: quattro per l’esattezza e tutti scritti da Sclavi.
    Ora, io ho avuto la sfortuna di conoscere il nostro beneamato indagatore dell’incubo soltanto di recente, e… (Che posso dire che non sia già stato detto con parole migliori delle mie?) È PERSONAGGIO CHE BUCA LA PAGINA!!! Basta vederlo lì, mentre ascolta i suoi clienti, seduto scomposto, con le dita delle mani congiunte, per capire che non è personaggio disegna: è una persona viva intrappolata (ma in fondo questa condizione gli piace anche) dentro delle vignette.
    Gli albi che ho salvato dalla polvere e dall’oblio, sono i seguenti: il n. 61 “Terrore dall’infinito” (disegni di Brindisi), il n. 71 “I delitti della mantide” (disegni, di nuovo, di Brindisi), il n. 76 “Magia Nera” (disegni di Tacconi) e il n. 77 “L’ultimo uomo sulla Terra/ Incubus” (disegni, rispettivamente, di Roi e Piccatto).
    Oltre a certe – come dire? – “inquadrature” degne della miglior regia, nonché la robustezza e la profondità delle storie (che sono note a tutti e su cui non mi dilungherò), mi hanno colpito i continui riferimenti letteraria: a parte il fatto che il n. 77 contiene un geniale adattamento di “I am a Legend” (che però non capisco come possa rientrare nella continuity della serie), anche nell’albo che tu hai citato, che però non ho mai letto, credo ci sia alla base un libro. Mi riferisco a “Fatherland”, un romanzo giallo fantapolitico di Robert Harris, dove l’autore s’immagina un allostoria in cui Hitler ha vinto la seconda guerra mondiale. Poi, da come descrivi “Ucronia”, mi parrebbe che ci siano dei punti di contatto con “L’ultimo uomo sulla terra”, o sbaglio?
    Attendo trepidante una tua risposta, mio mentore!

    • sgargabonzi novembre 30, 2011 a 5:02 am #

      Esattamente. C’è più di un punto in comune. Comunque non tutti e quattro sono di Sclavi, perché I Delitti Della Mantide me lo ricordo un Chiaverotti. O sbaglio? Pure un Chiaverotti ancora decente, mi pare. Era un numero d’agosto, ricordo che ero al mare. E’ passata una vita.
      Notare il numero disegnato dal grande e compianto Tacconi. Pensa che prima di morire diventò cieco ma lo stesso riusciva a realizzare schizzi delle sue storie. E una volta che non potè più disegnare, la Bonelli lo fece debuttare come sceneggiatore che già aveva 80 anni.

      • LukiSkyWalker88 novembre 30, 2011 a 6:24 pm #

        Che memoria di ferro! Hai proprio ragione: è uscito proprio in agosto e la sceneggiatura di Chiaverotti (il soggetto è di Sclavi). Bella la storia di Tacconi: sembra quella di Beethoven…

        • sgargabonzi novembre 30, 2011 a 6:44 pm #

          Mi sfuggiva che il soggetto fosse di Sclavi. Comunque è sempre più importante e percepibile la sceneggiatura che il soggetto. Un brutto soggetto sceneggiato bene è una buona storia, il contrario è una storia brutta.
          Ai tempi Sclavi scrisse un pugno di soggetti poi affidati ad altri. E soprattutto supervisionava massicciamente la serie, tanto che ogni storia non sua pareva quasi sua.

    • circobazooko agosto 9, 2014 a 1:38 am #

      Pensa Luchi che “I delitti della mantide” fu il primo numero di Dylan Dog che lessi, prestato da una mia cara amica (il primo che comprai invece – con la mia classica fortuna – era la seconda parte di una storia doppia, infatti non ci capii una sega). Ma è chiaro che l’hai scoperto tardi, tu all’epoca dei fatti vagivi! noi invece eravamo già pelosi adolescenti

      • caramelleamare agosto 9, 2014 a 10:53 am #

        Anche io l’ho scoperto tardi.

        • circobazooko agosto 10, 2014 a 1:07 am #

          io ho scoperto tardi te

          • caramelleamare agosto 10, 2014 a 3:46 pm #

            Ma non ti sei persa niente, tranne quella volta che ho raccontato una barzelletta dove c’erano le case popolari, un parroco e le torte al cioccolato.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: