Cinqueuro

20 Lug

E’ definitivo. L’aretino non vuol pagare per andare ad Arezzo Wave.
Mi si intristisce, mi si incupisce, fa la pallina. E se l’aretino sta male sto male pure io, perchè non c’è spettacolo più straziante dell’aretino triste. Peggio di Gesù bambino in una culla di sanguisughe
.
L’aretino è un patatino di una dolcezza micidiale, ma però sul vasino si sente Savonarola e punta l’indice. “No!” sentenzia sull’organizzazione di AW, “quest’anno non mi sono piaciuti!”. Oppòvero! Che dire? Corro ad avvertire i giornali! Merita visibilità l’aretino deluso mentre rilascia questa solenne dichiarazione ufficiale. D’altronde per lui sviscerare le cose in profondità è sempre l’unica scelta. E se ti dice “no, non mi sono piaciuti”, vuol dire che se lo può permettere. Lui ha trascorso notti sveglio ad scartabellare fatturati, tabulati e rogiti dell’organizzazione di AW. E alla fine ha deciso che quei cinque Euro non sono legittimi. Se solo AW sapesse la figuraccia che ha fatto nei suoi confronti!
Certo, l’aretino non può conoscere tutto, come il fatto che quei cinque Euro si pagano solo per entrare al Main Stage, mentre tutte le altre iniziative sono pro-bono. E nemmeno che li paga solo chi entra dopo le 21.15. Potrebbe entrare prima l’aretino, ma non lo fa, vuole le coccole lui. Vuole essere accettato comunque, anche se arriva in ritardo e col pannolino già sporco. Sarà Skin a smettere di cantare per cambiarglielo. E non c’è spettacolo più struggente dell’aretino nudo sdraiato a pancia in sù e che si gode la sborotalcata: “Gha!”. Impossibile resistere alla voglia di fargli ghirighiri sul pistillo.
Ma la verità di tutto questo è un oggetto delicato e nobile, che poco ha a che fare col marciume di AW. Quello che pochi sanno infatti è che l’aretino medio mette da parte i cinque Euro come le formichine il pane per l’inverno. Lui li usa per curare i bambini con la schiena bifida, per comprare I Classici Della Letteratura della Newton, ma soprattutto per andare a troie il sabato. O meglio, per realizzare il suo sogno nel cassetto per eccellenza, che è quello di trovare una troia con la faccia della propria madre. Va da sé che la maggior parte delle volte su quei viali ci trova proprio sua mamma. Non è commovente? Vi assicuro che non c’è Main Stage che regga il confronto col tornare in quel Main Stage là. E se ti dice bene, lì dentro ci becchi pure le piattole dei Negrita.

Alessandro Gori

Annunci

92 Risposte to “Cinqueuro”

  1. frank luglio 20, 2006 a 12:11 pm #

    Bisogna essere proprio di un superficiale che ammazza per lamentarsi di
    questi 5 euro. Di un superficiale che non ci ragioni, di un
    superficiale che la tua vita è un inferno.
    Meglio 5 euro che entrare gratis e poi trovare i prezzi maggiorati alle bancarelle.
    Meglio 5 euro (un euro a concerto) così chi ci va alle 21,16 ci vuole andare davvero, e non va lì a digerire in pubblico.
    Sembra impossibile ma a tanta gente finché non la fai pagare non si
    rende conto di cosa gli dai. Stefano Nosei, in concerto al Castello di
    Valenzano (?) mille anni fa, la definì Sindrome Del Minestrone. “Siete insaziabili”, diceva. “Siete
    qui gratis, e ancora chiedete bis. E’ la Sindrome Del Minestrone. Se
    aveste pagato, avreste preso quello che vi cantavo e zitti. Invece ne
    volete di più”.
    E per finire, andate a vedere quanto costa Umbria Jazz o Pistoia Blues o Lugano Dance. A parità di offerta, se non meno.
    Acid, ma questo è un post di libera fantasia, o hai davvero sentito qualcuno lagnarsi della tassa?

  2. acidshampoo luglio 20, 2006 a 12:32 pm #

    No no, ma io non ce l’ho con chi non vuol pagare i 5 Euro, ma solo con quelli che col tono severo da babbi delusi dicono: “No, quest’anno non mi sono piaciuti”.Potrebbero dire “Mah, non ho voglia di pagare 5 Euro” e andrebbe benissimo. Invece dicono “No, quest’anno non mi sono piaciuti”.Io penso solo che, prima di tirar fuori toni del genere, bisognerebbe  almeno rovinati la vita con un’indagine approfondita volta a legittimare o meno la richiesta di quei cinque Euro. Notti insonni, blocknotes pieni di calcoli e consultazioni con avvocati. Ma l’Aretino, più che essere Martin Mystere ad Altrove, è Savonarola sul Vasino.
    Comunque sì, il post è ispirato da Aristide1981 che me le cava dalle mani quasi (e dico QUASI) come Lozissou.Aristide, se sei in linea: mo’ voglio il contraddittorio!

  3. Bracco luglio 20, 2006 a 2:48 pm #

    Io sono una di quelli che si è lamentata e che si è presa della superficiale dalla Frank. Ma ti spiego il peché mi sono lamentata. Se non altro perché, arrivata di corsa, dopo aver cercato per 20 minuti il parcheggio, mi sono presentata alle primissime transenne alle 21:10 di venerdi e già avevano chiuso. E c’era gente che era arrivata anche 5 minuti prima. Quindi ho pagato (io come gli altri che hanno protestato) e non c’era nemmeno niente che mi interessava. Solo per la coerenza. Di chiudere alle 21:15 esatte o scrivere ovunque che chiudi alle 21 invece che alle 21:15. Tutto qua. Che non mi sono piaciuti non mi pare di averlo detto io. Anzi, ti dirò che pensavo che l’avrebbero messo prima a pagamento. Hanno resistito un bel po’.Questa cosa dell’essere superficiale non mi è piaciuta. Sicura che io lo sia, Frank?

  4. Makegatsu Robot luglio 20, 2006 a 3:25 pm #

    Eh eh eh, te Acid me le cavi dalla bocca le risa. Meriteresti 5 euro tonde. Le fanno?
    Una Curiosità: Mio nonno diceva sempre:”Gli aretini mangerebbero pane e cipolla per cent’anni pur de potesse comprare la Cayenne” Mio nonno era di Prato ma l’aveva già inquadrati sti cittini viziati ke risparmiano per troie e troiate. E mio nonno è morto quando la Porsche nemmanco la pensava la Cayenne… pensa te ke lungimiranza!

  5. Oleandro luglio 20, 2006 a 4:16 pm #


    Finalmente ho comprato la mia moto nuova. Una motozzappina che canta, internazionale. La serata è calda, la terra ribolle, polvere da tutte le parti. Ho appena preso a frasare la prace dei pupponi, con occhio avido vedo già le piante belle verdi che crescono. L’abbigliamento è quello da moto: canottiera impataccata di 10 giorni, calzoncini corti da piscina modificati (senza rete interna), ciabatte sbranate nel calcagno. Il motore è potente. Ad ogni zolla il bolide salta come un capretto, ma io tengo duro e lo domo a strattoni. Poi il meritato riposo all’ombra dei gobbi (senza pulcioni) col fucile in mano a guardia del podere.
     

  6. acidshampoo luglio 20, 2006 a 4:54 pm #

    Ogni volta armango sempre più a bocca aperta. Qua sul blog sta uscendo un Oleandro inedito, pericoloso ed imperdibile. Quando è che mi scrivi un post?!?! Tipo il continuo di questo, che è un incipit che dire spettacolare è poco. E poi evocativo e sudaticcio quanto basta per farmi impazzire. La prace dei pupponi… il calzinotto sbranato… il calzuncino da Tartana senza rete perchè se no te sega el sottocoscia… No no, non ce sono cazzi: COPTATO!

  7. acidshampoo luglio 20, 2006 a 4:58 pm #

    > Eh eh eh, te Acid me le cavi dalla bocca le risa. Meriteresti 5 euro tonde. Le fanno?Sappi che a Bancaetruria fanno anche questo.

  8. frank luglio 20, 2006 a 5:52 pm #

    Bracco, mi pare ci sia un abisso fra quello che ho descritto io e te,
    come ti sei mossa e perché ti sei incarognita con AW. Quello che ho
    scritto io è solo una dependance
    di quello che ha scritto Acid, fra l’altro. Perché dunque armani male
    per le parole mie? Che comunque stanno su un altro piano. Le
    motivazioni che ho addotto per incazzarmi con chi si incazza sono
    generali ed “etiche”, e non sono incompatibili con quelle della tua
    incazzatura. Ma càpita, soprattutto in questo contesto, di sentire come
    dirette a sé critiche che non lo sono. Chiarimento sufficiente?

  9. frank luglio 20, 2006 a 5:56 pm #

    Davvero, Oleandro! Ma che c’hai nel compiùtere, el matto? Tra l’altro
    mi spiegherai diversi dei termini che hai usato… o perché poco
    chianina, o perché troppo lontana dalla zolla, me ne sfugge diversi.
    Oleandro rubrica subito!

  10. caramelleamare luglio 20, 2006 a 7:35 pm #

    blimunda, grazie grazie e ancora grazie per avermi consigliato Saramago. ho trovato questa sua poesia semplicemente stupenda. l’ho compresa solo in parte, ma abbastanza per capire che è bellissima. ce la potresti tradurre?AS INTERMITENCIAS DA MORTEchorando se foi quem um dia so me fez chorarchorando estara, ao lembrar de um amorque um dia nao soube cuidarA recordacao vai estar com ele aonde fora recordacao vai estar pra sempre aonde zu fordanca sol e mar, guardare no olmaro amor faz perder encontrarlambando estarei ao lembrar que esta amorpor um dia um istante foi reiA recordacao vai estar com ele aonde fora recordacao vai estar pra sempre aonde zu forchorando estara ao lembrar de um amorque um dia nao soube cuidarcancao riso e dor, melodia de um amorun momento que fica nu ar(Josè Saramago)

  11. Makegatsu Robot luglio 20, 2006 a 8:14 pm #

    Stupenda veramente! La parte migliore è il finale dove parla di un momento di distrazione di non so bene ki… di una fica mi pare, ma nn vorrei travisare.
    Una curiosità: Questa poesia è tornata di moda nell’estate del ’96, quando il Brasile vinse per la decima volta i mondiali. Di canottaggio.

  12. acidshampoo luglio 20, 2006 a 8:30 pm #

    Di sue foto ce ne sono pochissime, nemmeno nella sua scheda su IMDB ne ha una. Comunque, visto che se no non sapete che faccia c’ha, questo è Ryan Murphy, il genio che forgia Nip/Tuck. Qui è ad una premiazione con Ava Moore.

  13. il marinaio luglio 20, 2006 a 8:56 pm #

    ah grande acid!  l’aretino spesso fa così, vuole proprio le cose
    gratis, che piaciono a lui, e non gli vanno bene lo stesso.  e
    tante volte è anche gente al verso che si comporta così, perché ormai
    sono condizionati dal sentire tutto il giorno questi discorsi, da
    vivere cioé in questo mondo.
    c’è gente che per non farsi 100 metri a piedi preferisce parcheggiare
    in divieto di sosta, sul parcheggio per gli handicappati, sul
    marciapiede, o rifà il giro della città per trovare un parcheggio più
    vicino.  poi li porto a arezzo io in macchina e si lamentano
    anche, perchè parcheggio troppo lontano per loro.  ma gni farebbe
    bene caminare!
    c’è chi appena monta in macchina acende l’aria condizionata.  chi
    sta a 100 metri dal bar ma la sera esce di casa con la macchina. giuro!
    un fan di musica metallara viene con me a sentire non mi ricordo quale
    gruppo, ma un gruppo valido, non mi ricordo quale, e fa “certo, non
    sono gli iron maiden…”  ma stai in casa tua ad ascoltarti gli
    iron maiden!
    ah, l’aretino!  il sogno di una vita accudita, senza sbalzi di
    temperatura, senza cose di cui lamentarsi, senza sforzi fisici, senza
    macchie sui vestiti, senza sudore, un cameriere sempre pronto che ti
    porta le cose, senza neanche chiedergliele;  campare come un pollo
    cieco, come un maiale all’ingrasso.  quando comincerò la mia
    rivoluzione maoista, con questi mi ci divertirò parecchio.

  14. Makegatsu Robot luglio 20, 2006 a 9:24 pm #

    @ Marinaio: Ricordi il mio delirio sulla tua maglietta ad AW? La bandiera ke doveva cercare Kim, ragazzino indiano protagonista del romanzo omonimo di Kipling, era siffatta: toro rosso su campo verde. Quindi avevo sbagliato di poco.
    Maledetto marinaio, anke quando non vuoi mi evoki qualcosa, 6 tremendo guarda! 
    Una curiosità: Kipling morì nel 1936 di emorragia cerebrale, a settant’anni, poco dopo una falsa notizia della sua morte cui aveva commentato: Ho appena appreso di essere morto dal vostro giornale: non dimenticate di cancellarmi dalla vostra lista di abbonati.

  15. Bracco luglio 20, 2006 a 9:57 pm #

    Ok. Frank, ho toppato e l’ho presa sul personale. Ero troppo incazzata oggi. So che il prezzo è più che equo, soprattutto dopo 20 anni gratis..Soprattutto dopo tutto quello che ci propongono.Una cosa però volevo chiedere. Non ricordo chi l’ha scritto, forse Acid, che tutti i concerti sono gratis. Mi pareva che al Centro Affari facessero pagare l’anno scorso. O avevo troppa birra in corpo?Oh…ti lascio il mio ID Messenger, così se chatta. Se ti va ovviamente.. ultima_spiaggia [at] hotmail.comCiao

  16. Blimunda luglio 21, 2006 a 3:44 am #

    caramelleamare, sei riuscito a riportarmi un trauma d’infanzia che pensavo aver soperato.
    Questa canzone (che non merita essere chiamata canzone, e non sarebbe
    MAI, MAI, MAI, MAI una poesia di Saramago) ha fatto molto successo
    quando la lambada era febbre qui in Brasile, e quando ero nel secondo
    anno di scuola, per la festa, la maestra ha obbligato tutta la mia
    classe a ballare questa danza demoniaca. Per fare peggiore la
    situazione, mamma mi ha messo un vestito rosso e bianco, pieno di
    detagli, che anche se le mie colleghe di scuola erano tanto tanto
    invidiose, solo il ricordo mi da dei brividi (di schifo, certo). E non
    è finita qui. Nella sera della festa, il mio ‘partner’ è sparito perchè
    non voleva ballare con me.
    Dovrai pagarmi la terapia.

  17. Nicola luglio 21, 2006 a 9:09 am #

    Ora che me l’hai fatto ricordare, anche a me la Lambada mi evoca la seconda media (o prima?), quando insistetti per farla cantare, durante la lezione, ad un mio compagno di classe che si beccò una sana canata (con tanto di lacrime?) della prof. Ero cattivissimo. Il racconto dell’Oleandro mi piace na cifra, e mi ricorda anche quello le medie e la Val di Chiana, che si sappia è sempre uno spettacolo con le Api del Seriacopi, le urla, le Sagre, i Calciinculo, le sezioni del partito comunista e i circoli Arci in tutte le frazioni da 10 anime in su, la statua a Benigni, i baccelli, le pesche, i night, ora anche gli agriturismi, i preti, i barre con la spuma bionda i semi salati la sera e il panino con la frittata a colazione, le scuole elementari sempre in tutte le frazioni ora chiuse, i camion con le barbabietole a fine agosto che puzzano di fradicio.

  18. Claudia06 luglio 21, 2006 a 9:16 am #

    CARAMELLEAMAAAAAAAREEEEEE! C’è posta per te.Siccome mi sembri un po’ allo sbando, senza offesa, ho pensato di scriverti un prontuario che poi potrebbe pure rivelarsi utile a tutti ‘sti toscani, visto che il vostro blog quanto a presenze femminili latita alquanto. Allora:1) Non puoi pensare che il rimorchio da blog segua le stesse regole del rimorchio da strada. Il metodo è per forza diverso.2) Non puoi fiondarti sul blog di acidshampoo, mettere una foto, un indirizzo di posta elettronica e poi stare lì ad aspettare.3)No. Sei tu che devi alzare il culo e darti da fare sul blog di chi ti potrebbe interessarti.4) Non puoi entrare per un nanosecondo in un blog, leggere il titolo “La mia Cina” e dedurne che chi scrive è cinese. Ma che caz…o hai letto, scusa?Sarebbe come se io, intenzionata (cosa che non sono, tranquillo, non mi bannare) a rimorchiare acidshampoo sul suo blog (ammesso che questo sia il suo di blog, visto che ci scrivono tutti tranne lui), l’avessi apostrofato con un Ah! Bello il tuo blog! Ma che lavoro fai? Il parrucchiere per calvi, visto che usi sciampi acidi?Non credo che avrei avuto qualche chance, che ne dici?5) Devi poi fare l’aggancio cominciando a lasciare commenti, prima assolutamente pertinenti ai post, poi, via via sempre più accerchianti sul piano personale. Ma sempre per gradi.6) Vedrai che se ti dai da fare per due settimane, diciamo, con la simpatia e lo spirito che certo non ti mancano, prima o poi fai breccia.7) Solo allora, potrai passare alla fase successiva, chat o discoteca che sia.8) Dopo che l’avrai conosciuta dal vivo, AMMESSO CHE TI INTERESSI ANCORA, dovrai stare ancora più attento.9) I problemi cominciano ora. Uomini e donne hanno tempi di carburazione diversi dove per tempi di carburazione non intendo a livello fisico. No, in quel campo i tempi sono gli stessi, in genere. O scatta fin dall’inizio o niente. Intendo in campo sentimentale.10) Le donne quando cedono sono, a meno che non siano le zoccole che dici di aver incontrato tu, già coinvolte. Gli uomini, … col cavolo!11) Gli uomini cominciano a carburare coi sentimenti quando le donne sono passate alla fase b).12) Qual è la fase b)? Un altro.13) Allora, qual è il segreto, sempre secondo me, si intende? Farle sentire importanti fin da subito, anche se da subito non te ne potrebbe fregar di meno. Non aspettare a dirle che lei è la donna della tua vita e che la ami alla follia quando lei sta ormai tagliando la corda.14) Io l’ho tagliata tre volte la corda, e sostanzialmente per i motivi di cui sopra e non perché io sia volubile o avessi aspettative di altro tipo.15) Spero di essere stata utile. Buona caccia a tutti e, almeno, datemi la soddisfazione di sapere se qualcuno si porta a casa la preda.

  19. Dillydoll luglio 21, 2006 a 10:13 am #

    Grande post!
    Purtroppo quest’anno non sono potuta venire ad Arezzo Wave…ero al mare…e poi il programma dei concerti serali non mi allettava più di tanto, e nel pomeriggio durante la giornata non potevo venire che lavoro! Pensare che una volta abitavo a 5 minuti a piedi dallo stadio e quando c’era AR wave ero tutte le sere lì, sopratutto nell’edizione 2001. I 5 euro non mi avrebbero fermata, mi dispiace che l’organizzazione sia costretta a far pagare adesso, si vede che i tempi che corrono sono proprio neri.

  20. frank luglio 21, 2006 a 10:14 am #

    Niente, Blimunda è fantastica. Lo dico da sempre, da quando l’ho
    conosciuta sul forum degli abbonati delusi Telecom (allora era Sip),
    che era lì per imparare anche i termini meno usuali dell’italiano,
    quelli che nelle canzoni non ci sono. Da quando ha commentato qui
    dentro per la prima volta, dimostrando che agli antipodi geografici
    nostri c’è una persona in perfetta risonanza con il blog. Da quando ha
    dichiarato che eroderà il predominio di Acid e gli subentrerà come una
    larva aliena. Blimunda, ripeto, fantastica.

  21. Dillydoll luglio 21, 2006 a 10:16 am #

    PS. comunque da una parte mi piace che ora si paghi dopo le 21.30, così non ci capita la gente che va al festival tanto per fare lo struscio fra le bancarelle o perchè non sa che cavolo fare o ci va come alternativa a non so quale pottineria notturna vada ora ad Arezzo visto che manco da anni! Almeno ci vanno solo le persone che adorano il festival e che sono interessate agli artisti sul main stage….o no?

  22. frank luglio 21, 2006 a 10:26 am #

    Ora faccio un po’ la donna di mondo, ma buona parte dei discorsi sugli
    aretini – e ti prego marinaio non ti fermare – valgono dovunque, che io
    sappia. In ogni città ci sono effettivamente dei comuni denominatori,
    ma il testadicazzismo di chi vuole il massimo guadagno col minimo
    sforzo, sempre ed in ogni occasione, dilaga dappertutto.
    Continuo a vivere a metà fra Arezzo e Firenze (più a Firenze, ma non certo per amore dei fiorentini) e potrei scrivere un papier anche sui mangiatori di inzimino… e non sarebbe molto diverso, se non nei dettagli accidentali, dal papier sui mangiatori di rocchi.
    Qua quello che gli riesce meglio è LAMENTARSI, sempre e comunque e di
    ogni cosa. In caso di incertezza, lamentarsi. Piove, lamentarsi. Sole,
    lamentarsi. Soldi, non gli bastano mai. Ma in casa si fanno l’home
    theatre, e i ristoranti di lusso fioriscono. Soldi, nulla. Ma sono
    sempre in coda da e per il mare, in ogni giorno della settimana, da
    fine maggio. Ma morite tutti…

  23. lozissou luglio 21, 2006 a 11:04 am #

    Mitico Oleandro! E per dirlo io…

  24. Nicola luglio 21, 2006 a 11:10 am #

    Hai capito Caramelleamare? Sta lista di come si rimorchia sul blog mi piace. Devi scrivere di più sui blog di chi t’interessa. E’ così che si fa. Magari se linka il blog della figlia iniziamo subito da lì a metterlo in pratica.

  25. DEATH 13 luglio 21, 2006 a 11:20 am #

    CLAUDIA 06 NON TE NE AVERE A MALE MA COI PUNTI CHE HAI DATO TE NN CI S ARPORTA MANCO ‘NA NANA DAL AIA DEL VICINO…ALTRO KE “PREDA”….
    + KE 1 PRONTUARIO SEMBRA UN SANTUARIO…TANTE SONO LE FREGNACCE SCRITTE….
    SENZA OFFESA.
    MARRA ^^^^

  26. acidshampoo luglio 21, 2006 a 11:22 am #

    Ciao Claudia06. Mi garba molto il vademecum che hai scritto, sperando che caramelleamare abbia il buonsenso di farne tesoro. Bello avere qui una presenza così entusiasta e attiva come te, quindi se ti va di intervenire in qualsiasi discussione fallo pure e con la massima libertà.Oh, come fai a dire che qui ci scrivono tutti tranne che io? Tutti i post scritti in nero (spesso firmati Alessandro Gori, vero nome di Acidshampoo) sono i miei. Solo quelli colorati e firmati diversamente non lo sono. Il fatto è che mi piace ospitare qui anche collaborazioni esterne, che qua gli avventori sono più bravi dell’oste.

  27. GB luglio 21, 2006 a 2:06 pm #

    Tra i post di acid, il commento di Oleandro (spettacolare vedermelo all’ombra dei gobbi senza pulcioni a fare la guardia al podere col fucile, come aspettando la faina di pinocchio. Faina non fatina!) e le numerose e pittoresche chiose del marinaio, si sta facendo proprio un bel ritrattino degli aretini, già ben definiti botoli ringhiosi. Ma tant’è! Son così perdavvero e anche peggio. Secondo me l’espressione che delinea meglio l’aretinitas, che ti sentirai rispondere a qualsiasi domanda o richiesta che voglia ridurre d’un pelino le distanze che gli aretini tengono a tenere col resto del mondo è questa qui: “Ma che cazzo vù?!”
    Poi non so se sapevate di quell’imprenditore di Sansepolcro (ma potrebbe essere stato tranquillamente aretino) che compra il ferrari bello bello nòvo nòvo e, accortosi che consuma un puttanaio di “binzina”, decide di metterci l’impianto a gas. In officina ovviamente non sanno ‘ndo mettere le mani e lo mandano a Maranello. Questo tranquillamente prende appuntamento e va a maranello. Lì lo ascoltano, lo fanno finire di parlare e gli dicono: “non si preoccupi, lasci pure la macchina giù in officina e torni in ufficio”. Quando torna in ufficio gli fanno trovare due assegni: uno per l’importo della ferrari e uno per tornare a casa in treno.Tutto rigorosamente verissimo! L’aretino lavora un vita, si fa il culo, mette su aziende magari andando avanti a panzanelle perchè prima o poi vole farsi il ferrari.Ma poi lo mette a gas.E se gli dici: “ad arezzo wave quest’anno tocca pagare 5euro” di sicuro ti risponde: “Ie! Ma te lo sè con cinqueuri quanto ci faccio col mi ferrari a gas?”

  28. DEATH 13 luglio 21, 2006 a 2:18 pm #

    “Poi non so se sapevate di quell’imprenditore di Sansepolcro (ma potrebbe essere stato tranquillamente aretino)”
    PURTROPPO è DI SANSEPOLCRO DAVVERO….
    è UNO DEI PEGGIO DI SANSEPOLCRO…..
    UN VERO TONTO.
    E LA STORIA KE HA SCRITTO GB è VERITà…..NON VANGELO..
    MARRA ^^^^

  29. caramelleamare luglio 21, 2006 a 2:19 pm #

    Claudia, ho letto questa tua guida, sono d’accordo su certe cose ma non sono d’accordo su altre, però mi interessa avere un riscontro con un’opinione diversa dalla mia e ti ringrazio. ma visto che non sono uno che sta zittino e buonino, ti rispondo punto per punto.
    1) Non puoi pensare che il rimorchio da blog segua le stesse regole del rimorchio da strada. Il metodo è per forza diverso.non lo penso, infatti non sono interessato al sesso virtuale ma io la persona la voglio SOPRATTUTTO conoscere fuori, magari per una discoteca o una cena…. e poi magari il dopocena!!!!!2) Non puoi fiondarti sul blog di acidshampoo, mettere una foto, un indirizzo di posta elettronica e poi stare lì ad aspettare.non sto ad aspettare come uno sfigato e non vengo qui ogni minuto per vedere se qualcuno mi ha risposto. quando mi collego guardo tranquillissimamente se qualcuna mi ha scritto e se no amen. Per esempio nei prossimi giorni può essere che vado al mare Bellaria e forse non mi collegherò.3)No. Sei tu che devi alzare il culo e darti da fare sul blog di chi ti potrebbe interessarti.certo, sempre io devo essere quello che si da da fare! non può essere che una ragazza è interessata a conoscermi e mi scrive? no no, ovviamente devo fare tutto io, sempre e solo tutto io. in ogni caso io ci scriverei anche nel tuo blog, ma mi hai detto che non è aria e che in questo momento sei occupata, anche se io ti ho detto che ti aspettere. e allora perchè vieni a dirmi questo?
    4) Non puoi entrare per un nanosecondo in un blog, leggere il titolo “La mia Cina” e dedurne che chi scrive è cinese. Ma che caz…o hai letto, scusa?Sarebbe come se io, intenzionata (cosa che non sono, tranquillo, non mi bannare) a rimorchiare acidshampoo sul suo blog (ammesso che questo sia il suo di blog, visto che ci scrivono tutti tranne lui), l’avessi apostrofato con un Ah! Bello il tuo blog! Ma che lavoro fai? Il parrucchiere per calvi, visto che usi sciampi acidi?Non credo che avrei avuto qualche chance, che ne dici?sul fatto che ti ho presa per cinese, forse potevi essere più chiara tu. uno entra nel tuo blog e trova scritto LA MIA CINA, poi sono stupido io a pensare che sei cinese? comunque te l’ho detto subito che immaginavo che in quel post scherzavi5) Devi poi fare l’aggancio cominciando a lasciare commenti, prima assolutamente pertinenti ai post, poi, via via sempre più accerchianti sul piano personale. Ma sempre per gradi.il thread dove ho scritto la presentazione e messo la foto era sotto al mio post. ho voluto presentarmi a chi non mi conosceva, visto che da ora in poi scriverò dei post sulla mia vita, quindi quel messaggio era pertinente.  6) Vedrai che se ti dai da fare per due settimane, diciamo, con la simpatia e lo spirito che certo non ti mancano, prima o poi fai breccia.ma fare breccia che significa? perchè io di amicizie ne ho anche troppe e non mi interessano. io voglio per prima cosa sesso sesso e sesso, lo dico senza ipocrisia, poi si vedrà. comunque mi sono rotto del moralismo di questo blog, io voglio sconvolgere la borghesia così come uno solo qui dentro c’è riuscito: Fatuwski.7) Solo allora, potrai passare alla fase successiva, chat o discoteca che sia.discoteca allora. la chat non mi interessa perchè come ti ho già detto il sesso virtuale non lo voglio, ma voglio conoscere la persona soprattutto nella vita all’aperto. se così non è allora tanto vale rivolgermi a Federica…… nel senso di Federica la mano amica !!!!8) Dopo che l’avrai conosciuta dal vivo, AMMESSO CHE TI INTERESSI ANCORA, dovrai stare ancora più attento.
    devo stare ANCORA più attento! qua mi pare sia più la sofferenza che il godere. io voglio divertirmi.
    9) I problemi cominciano ora. Uomini e donne hanno tempi di carburazione diversi dove per tempi di carburazione non intendo a livello fisico. No, in quel campo i tempi sono gli stessi, in genere. O scatta fin dall’inizio o niente. Intendo in campo sentimentale.non è vero, perchè se anche non scatta l’innamoramento da parte di lei, io posso aspettare. penso che le donne sono impazienti, questa cosa mi fa incazzare e smanno il mondo. io dico che se due persone si frequentano, stanno insieme, fanno sesso, poi alla fine per forza finiscono per piacersi.10) Le donne quando cedono sono, a meno che non siano le zoccole che dici di aver incontrato tu, già coinvolte. Gli uomini, … col cavolo!io non sono più coinvolto, perchè penso di aver sofferto come nessun altro qui dentro e ho deciso di non innamorarmi mai più. anzi, ora voglio fare alle donne quello che loro hanno fatto a me: prenderne una innamorata di me, illuderla e poi usarla e gettarla.11) Gli uomini cominciano a carburare coi sentimenti quando le donne sono passate alla fase b).la fase B sarebbe il bacio?12) Qual è la fase b)? Un altro.un altro in che senso? un altro bacio? allora non è un problema visto che io ho intenzione di darglieli tanti!!!!!!13) Allora, qual è il segreto, sempre secondo me, si intende? Farle sentire importanti fin da subito, anche se da subito non te ne potrebbe fregar di meno. Non aspettare a dirle che lei è la donna della tua vita e che la ami alla follia quando lei sta ormai tagliando la corda.infatti te l’ho detto che ora voglio illuderle e usarle e dopo gettarle. ma non perchè sono uno stronzo, ma perchè ho patito troppo e troppe volte e mi sono rotto di prenderlo nel bocciolo sempre io!!!!!!14) Io l’ho tagliata tre volte la corda, e sostanzialmente per i motivi di cui sopra e non perché io sia volubile o avessi aspettative di altro tipo.io penso che a volte lasciamo le persone o ci lasciano loro perchè non ci meritano, quindi poche seghe mentali e avanti. ti consiglio un libro bellissimo che ho letto: “Come smettere di farsi le seghe mentali e vivere tranquilli e felici”. lo trovi in libreria.15) Spero di essere stata utile. Buona caccia a tutti e, almeno, datemi la soddisfazione di sapere se qualcuno si porta a casa la preda.ok, lo saprai……. però mi piacerebbe che tu lo sapessi in diretta e di persona, se mi dai una possibilità!!!!!!!!
    ciao Claudia 

  30. Bracco luglio 21, 2006 a 2:35 pm #

    La storia dell’imprenditore con la Ferrari a gas non vi immaginate nemmeno quanto sia calzante…In questi ultimi mesi da stagista ho verificato di persona la taccagneria regnante nel mondo dell’imprenditoria..Così si fanno i soldi! Quanto agli aretini “comuni”, vi riporto paro paro il commento di ieri sera di una mia amica che lavora in un’agenzia di viaggi:«L’aretini se lamentan tanto che non hanno una lira, ma alle vacanze non rinunciano mai, e soprattutto non rinunciano alle vacanze di lusso. Club, villaggi, soggiorni e crociere a 5 stelle…Magari fanno a meno di mangiare o comprano robaccia, ma ai viaggi e ai vestiti non rinunciano mai…»Ci sarà un motivo? L’aretino ha voglia di fare il puzzo, anche se non sa di che campare..Arezzo Wave non è mai interessato fintanto che era al Pionta, con uno o due palchi soli, finché non è entrato tra i “giottini”, nella “loro” zona.Ho il dente avvelenato con questa gente, non mi scambiate con una di loro. Giotto merda. Vado in vacanza. Stavolta parto sul serio..Ciao a tutti!

  31. Claudia06 luglio 21, 2006 a 3:35 pm #

    @caramelleamare: mi hai completamente demolito! Mi spiace, pensavo davvero di aver detto qualcosa di utile, ma evidentemente avevo frainteso tutto. Come non detto, per te e per tutti gli altri. Dì ad Acidshampoo di cancellare pure il vademecum, per favore. Ciao.

  32. Pinxor luglio 21, 2006 a 4:35 pm #

    Un veloce complimento per la parentesi agreste offerta dall’Oleandro.
    “Frasare la prace” è una frase ineffabile di cui ignoro l’esatto significato. Comunque bello.
    Viva la motozappa.

  33. DEATH 13 luglio 21, 2006 a 4:38 pm #

    ” io voglio sconvolgere la borghesia così come uno solo qui dentro c’è riuscito: Fatuwski”
    ” se così non è allora tanto vale rivolgermi a Federica…… nel senso di Federica la mano amica !!!!”
    GIGANTESCO.
    MARRA ^^^^
    PS-LA VERSIONE CINCINELLI FINTO (?) FERITO M SCOMPISCIA…E PENSARE KE CLAUDIA 06 C è CADUTA A PESCE

  34. caramelleamare luglio 21, 2006 a 5:09 pm #

    Claudia, non capisco perchè ti sei offesa. ho solo portato il mio contributo e la mia visione delle cose, che magari è sbagliata, non lo so, ma ho solo detto quello che vedo io da uomo. ti ho pure ringraziato che hai dedicato del tempo nello scrivermi, apprezzo i consigli che mi hai dato e mi piace questo scambio.perchè ti sei arrabbiata? ti giuro che non era nelle mie intenzioni.

  35. acidshampoo luglio 22, 2006 a 6:48 am #

    Signori, ecco QUI un trailer fantastico di quello che – lo sento – sarà un film fantastico. Parlo di Running With Scissors, l’esordio sul grande schermo di Ryan Murphy (Pupular & Nip/Tuck).Questo trailer secondo me garberà particolarmente a Lozissou, per il suo retrogusto alla Tenenbaum.

  36. acidshampoo luglio 22, 2006 a 6:52 am #

    > @caramelleamare: mi hai completamente demolito! Mi spiace, pensavo davvero di aver detto qualcosa di utile, ma evidentemente avevo frainteso tutto. Come non detto, per te e per tutti gli altri. Dì ad Acidshampoo di cancellare pure il vademecum, per favore. Ciao.Claudia, dammi retta: conosco abbastanza caramelleamare per sapere che non c’era nessun tentativo di “demolirti”. Mi pareva ci fosse un botta e risposta giocoso, fra il serio e il faceto da entrambe le parti. Insomma io non ne vedo di motivi per aversene a male. In ogni caso mi dispiace.Spero che continuerai a scrivere su questo blog, perchè i tuoi interventi mi garbano un sacco. Posso contarci?

  37. acidshampoo luglio 22, 2006 a 6:57 am #

    Va bene Blimunda, apprezzo. Bella e fantasiosa la storia del ballo scolastico, del vestito rosso, della terapia e di tutto il resto.Detto questo, ora facci la traduzione di quella poesia del tuo Saramago che è stata postata qui, perchè siamo tutti curiosi di vedere quanto è bravo. START!

  38. il marinaio luglio 22, 2006 a 10:01 am #

    Quando torna in ufficio gli fanno trovare due assegni: uno per l’importo della ferrari e uno per tornare a casa in treno.
    ah ah ah!  questa storia ad arezzo non sarebbe potuta
    succedere.  il meccanico non avrebbe mai avuto la prontezza di
    pagare il biglietto del treno.  anche perché, son soldi…

  39. il marinaio luglio 22, 2006 a 10:31 am #

    L’aretino ha voglia di fare il puzzo
    concordo;  quello che volevo sottolineare è infatti
    1.  la tirchieria, e non solo economica:  il non darsi, non
    concedersi, non sperimentare.  passare tutta la vita appoggiati a
    un muro nel corso occhieggiando le donne e pensando sempre le stesse
    cose.  meccanismi mentali tipo:  “mi indebito per comprare il
    macchinone, così avrò più fiche.  devo sempre andare vestito
    all’ultima moda, perché sennò sembro un pezzente.”  non dico che
    anche i miei, di meccanismi mentali, siano sempre normali, ma almeno
    variano un po’ di più.  la tirchieria dell’aretino è mancanza di
    fantasia. eppoi va bene se a uno gli piaciono i vestiti, le macchine,
    etc., ma in genere si vede troppo!  dalla faccia di qualcuno si vede che non pensa ad altro.
    2.  il voler essere non già esseri umani, ma clienti.  il
    sogno di una vita da clienti:  cioé, finché siamo al lavoro se ne
    subiscono di tutte, poi appena si esce diventiamo noi i titolari del
    diritto umano più importante:  l’essere cliente. il cliente ha
    sempre ragione, può non capire un cazzo ma ha i guadrini (anche se non
    li spende, e li tiene in tasca come una pistola per ricattare i
    non-clienti), e quindi ha ragione. può fare di tutto:  può
    pretendere che le distanze per lui si accorcino, può pretendere che il
    giorno diventi notte, può pretendere pompini da tutti, può soprattutto
    lamentarsi (hai ragione frank), convinto di essere l’unico onesto in un
    mondo di commercianti e prestatori di servizi senza scrupoli. 
    questi li vedevo anche al tirocinio in ospedale, entravano e guardavano
    chi all’ospedale ci lavorava come tanti scansafatiche che passano il
    tempo a bere trasfusioni di sangue, gente che vende i malati al circo
    Togni.  si lamentavano a voce alta, nei corridoi:  “e, io gli
    ho detto così a quello, sà!”.  più capaci a lamentarsi, a fare
    scena, che a trovare un punto di incontro e a ottenere qualcosa.
    comunque io comincio a pensare che non siano solo gli aretini, ma che
    questa sia una degenerazione antropologica dell’italiano medio.

  40. il marinaio luglio 22, 2006 a 10:40 am #

    I clienti-esistenziali. 
    una volta quando facevo il cameriere la domenica ai matrimoni c’era un
    citto che faceva lo spiritoso, pigliava pel culo.  era lì a
    sedere, tranquillo, mi vedeva che sudavo e portavo vassoi per 20
    persone, attento a non sporcarli, esaudire le richieste, acqua, pane,
    stecchini, etc, gentile, e lui non mi ricordo che diceva quando passavo
    dal su’ tavolo.  ma lo freddai. davanti ai suoi amici gni
    feci:  “ascolta, ma quando te vai a lavorare, ti ci vengo io a
    rompere i coglioni?”. non se l’aspettava.  dopo mangiava col capo
    nel piatto.

  41. DEATH 13 luglio 22, 2006 a 11:55 am #

    “comunque io comincio a pensare che non siano solo gli aretini, ma che questa sia una degenerazione antropologica dell’italiano medio”
    PERFETTO MARINAIO SE STA MANICA DE QUALUNQUISTI RADUNATA A SVILIRE L OTTIMO POST DEL GORI CONTINUAVA UN PEZZO A CREDERE KE SIANO COSI PRINCIPALMENTE GLI ARETINI (O KE SOLO AD AREZZO SUCCEDA COSI PERKè AREZZO C HA L ORO E NEL LORO MONDO FATTO DI BARATTO AREZZO è CAPUT MUNDI),INTERVENIVO IO…ME L HAI RISPARMIATA…GRAZIE..(KE POI SO NERVOSO IO….A LEGGERE LE STRONZATE PER FORZA DOPO DEVI KAZZIARE)
    FATE UNA COSA BELLA GENTE
    QUANDO NON AVETE NULLA DA FARE VENITE A SANSEPOLCRO DI VENERDI SERA D ESTATE E FATEVE UN GIRO PEL CORSO (KE CI SONO TUTTI I NEGOZI APERTI FINO A TARDA NOTTE) E VEDETE KE FAUNA KE LO POPOLA…OPPURE FATE UN SALTO A CITTà DI CASTELLO IL SABATO IN PIAZZA VERSO L ORA DI CENA…O A FIRENZE QUANDO CI SONO I SALDI…..O A MILANO TRA IL DUOMO,CORSO VITTORIO EMANUELE II IN DIREZIONE FERRARI STORE…
    LA GENTE FA SKIFO.
    EVERYWHERE.
    E COMUNQUE.
    PERKè? PERKè Sì. DIO TROJO.
    OSTENTAZIONE è LA PASSWORD DELLE LORO MISERABILI SOPRAVVIVENZE KE HANNO IL CORAGGIO DI KIAMARE VITE PERKè UNA VOLTA, IN UN MULTISALA, SONO ENTRATI SENZA BIGLIETTO DAL CONDOTTO DELL AERAZIONE (BRIVIDIIIII) E TRASMETTEVANO PURE UN FILM DI CRONENBERG INVECE DEL LORO SOLITO “VACANZE A POLICIANO” CON QUELE MERDE DE BOLDI DE SICA…..QUELLO è LO STYLE! NON HANNO E COMPRANO L X-5 E VESTONO D & G (KE ALL OVIESSE HAN TROVATO KIUSO)
    MORIREBBERO TUTTI.
    DIO CANE.
    DI MERDA.
    MARRA ^^^^

  42. acidshampoo luglio 22, 2006 a 12:23 pm #

    > ma lo freddai. davanti ai suoi amici gni feci:  “ascolta, ma quando te vai a lavorare, ti ci vengo io a rompere i coglioni?”. non se l’aspettava.  dopo mangiava col capo nel piatto.
    AHAHAHAHAHAHAHMe fai schiantare, Marinaio. Che poi questo è uno standard tuo, tipo anche quando eri in fila al banco del Supermercato e chiamano el tu numero e al tipo non gni stava bene. Che poi uno dice… ora il Marinaio gli risponde con un sillogismo che lo mette in ginocchio… e invece gli dici una cosa che più didascalica non si puole, che però detta da te è la fine del mondo. E poi questi finali secchi ma che proprio te li figuri: “Dopo mangiava col capo nel piatto”. Marinaio sei el meglio pezzo!

  43. caramelleamare luglio 22, 2006 a 1:30 pm #

    raga, volevo informarvi che ho appena fatto il sesso migliore della mia vita.mi sento felice come un cittino.
    buttato anche in culo.

  44. Rouge luglio 22, 2006 a 3:07 pm #

    PERFETTO MARINAIO SE STA MANICA DE QUALUNQUISTI RADUNATA A SVILIRE L
    OTTIMO POST DEL GORI CONTINUAVA UN PEZZO A CREDERE KE SIANO COSI
    PRINCIPALMENTE GLI ARETINIe qui per la prima volta in vita mia mi trovo d’accordo col Marra… le mentalità da piccolo paese, come fondamentalmente è Arezzo, sono tutte uguali. Abituati a guardare sempre l’erba del vicino… se la fumassero almeno.Riguardo al post:Prima Arezzo Wave non andava bene perchè c’erano gli sfattoni in centro.Hanno fatto in modo di allontanarli, e non andava bene perchè si erano rintanati tutti nel campeggio ed il casino nei dintorni era pazzesco.Hanno spostato il campeggio in zone più periferiche, non andava bene perchè girava troppa droga.Hanno migliorato il campeggio (solo quest’anno l’organizzazione ne ha preso la gestione, gli anni precedenti ce l’aveva il comune) infiltrando 40 agenti della Digos di Firenze travestiti da punkabbestia, sentivo gente che si lamentava perchè non trovava il fumo!Si sono lamentati della qualità della festival 2005, quest’anno gli artisti erano più di grido (ma non per questo migliori)… NO, non andava bene, perchè il festival si è sputtanato!I soldi scarzeggiano, i fondi pubblici in 5 anni sono diminuiti del 85%, l’unico modo per tenere viva la manifestazione era di mettere il biglietto a cinque euro… NOOOO, siamo matti, quel ladro del Valenti! Arezzo Wave deve rimanere agratisse!!!!Mi fanno ridere….Con i soldi entrati quest’anno, il festival è riuscito a colmare il buco dell’anno scorso… ma per la prima volta in venti anni l’organizzazione ha molti dubbi se rifare il festival l’anno prossimo, c’è una alta probabilità che la fondazione Arezzo Wave si occupi solo di eventi collaterali durante il corso dell’anno (come sta già facendo dal 2000).A maggio quindi sentiremo:”Ma… chi c’è ad Arezzo Wave quest’anno?””Ma come, non lo sai: non lo fanno quest’anno!””Noooooo, che teste di cazzo che sono! ora che andava tutto bene”Parafrasando il Marra….MORIREBBERO TUTTI!

  45. DEATH 13 luglio 22, 2006 a 4:03 pm #

    GRAZIE ROUGE SO COMMOSSO….TE L HO DETTO KE CI SE SAREBBE TROVATI VICINI VICINI UGUALE PRESTO…
    CI SPERAVO ANKE UN PO…..IO NN SO SOLO NAZISTA….ODIO VERAMENTE TROPPE COSE DE +….LA GENTE PAREKKIA QUASI TUTTA DEVE ESTINGUERSI (DATO KE IO GN HO DATO A FOCO E ANCORA NN SE NE SONO RESI CONTO)
    MORIREBBERO (vedo ke anke sta parolina del marra-gergo ve sta insinuando inside dopo “manfano”…presto vi troverete a non dare nè genere nè numero ala parola NEGRO…MARRA STYLE POWA!!!)   😉
    CIAO
    MARRA ^^^^

  46. acidshampoo luglio 22, 2006 a 4:18 pm #

    Concordo.Poi c’è da dire che gli stessi che si lamentano in automatico per quei 5 Euracci schifosi, solo per il fatto che ormai davano il gratis per dovuto, sono disattenti e distratti in ogni momento della loro giornata. Vanno a mangiare (male) in una pizzeria (qualunque), spendono 12 Euro per una pizza e una bevuta e sono contenti perchè “NON S’E’ SPESO UN CAZZO!”. Girano con la macchina per tutta Arezzo a cerchi concentrici, solo per trovare il parcheggio più vicino a dove devono andare, fosse mai che fanno due passi. E invece di andarsi a strafogare a gratis al A Tutta Birra il venerdì, vanno a farsi pelare al Sirtaki perchè “è carino il locale” e sono contenti di pagare un cuba libre 10 Euro. Veramente cornuti e mazziati. Ma però non toccategli quelle 5 Euro.

  47. aristide1981 luglio 22, 2006 a 7:03 pm #

    Caro Gori, è un piacere essere sua fonte di ispirazione cmq lo sa, io sono sempre un pò categorico e scorbutico quando mi lamento di qualcosa.   Non iniziamo però ora a dire che tutti hanno 10 cell. , ci vestiamo D&G, che si va al mare per due mesi…    Uno si può lamentare magari esponendo le sue ragioni, Caro Gori più che nel merito….io entrerei nel metodo…o no?

  48. GB luglio 22, 2006 a 8:24 pm #

    Questo messaggio è lungo e noioso, non leggetelo.
    Non son tutti uguali. Non siam tutti uguali.Forse gli imbecilli, che son tanti in italia e nel mondo, finiscono con l’assomigliarsi a causa dell’imbecillità. Come i biondi per la biondità e i cavalli per la cavallinità. Aristotelicamente. Ma tanti son poi gli accidenti che l’imbecillità finisce spesso con l’essere multiforme quanto l’ingegno di Ulisse. Sicchè lasciamo perdere gl’imbecilli, si rischia sempre di finire nel novero, ragionandoci troppo sopra.E’ vero che certi usi e costumi, nell’essere condivisi da tutti,  finiscono col farci assomigliare. I mass media, la lingua, gli standard: tutti san di che parlo, finiamola lì, è noiosissimo. Qualcuno dice: “eh! Ma ai vecchi tempi!”. Vecchi tempi un cazzo. Ai vecchi tempi però anche si moriva, vi rendete conto? Si moriva! Mica come oggi che si vive, soprattutto il sabato sera.In fondo certe differenze, tra abitanti di un territorio e un altro, ci sono. Svariate e variegate. Di lingua e atteggiamenti. Solo esteriori? Non credo. E poi ci sono cose esteriori ma funzionali. Una certa posa, ad esempio può essere solo esteriore. Ma se uno con una certa posa ti gela il riso sulla bocca, beh, sarà anche una posa ma qualcosa ha cambiato. L’anatra è sempre, in sostanza, anatra. Ma se la mangi come nana in val di chiana, come papero a firenze o come anatra laccata alla mandarina, qualcosa cambia.Insomma, volevo dire che l’aretino ha delle peculiarità, come altri di altre zone che han vissuto altre storie. E non può essere identico al siciliano che magari è mezzo greco, mezzo arabo, mezzo normanno, mezzo spagnolo (4/2=2). Magari non siamo stati lì ha descriverle col pennellino fino 0,2 ma ce l’ha.Consiglio una lettura interessante: “Maledetti Toscani” di Curzio Malaparte, del 56 o 59. Descrive bene certe peculiarità dei toscani. In alcune ce li vedo tutti. In altre piglia qualche cantonata (o lo fa apposta). A volte ci mette troppa poesia. Ma va bene, molto godibile lo stesso. Peccato che sia fuori stampa. Se lo volete leggere ve lo dovete cercare: qualche bancarella, qualcosa con l’usato, ve lo fate prestare da chi ce l’ha, bho, cazzi vostri! 

  49. il marinaio luglio 22, 2006 a 8:44 pm #

    QUANDO NON AVETE NULLA DA FARE VENITE A SANSEPOLCRO DI VENERDI SERA D ESTATE E FATEVE UN GIRO PEL CORSO
    a sansepolcro ci sono venuto di recente con una mia amica una domenica
    pomeriggio, che non si sapeva dove andare.   mi sono preso
    una ciaccia dietro la porta della stazione delle corriere.  è
    vero, una cosa che ho notato è la gente strana.  c’era una
    ventenne dark, mi sembra avesse i calzoncini corti e le giarrettiere.
    poi c’era uno di 15 anni, alto 2 metri, vestito con una camicia tipo
    “velvet goldmine”, tipo Prince, viola, che venne a comprarsi la ciaccia
    e parlava in un modo stranissimo. questi me li ricordo.

  50. il marinaio luglio 22, 2006 a 9:00 pm #

    l’aretino ha delle peculiarità, come altri di altre zone che han vissuto altre storie.l’ aretino in teoria ha
    tra le sue radici:  quella etrusca, che nessuno sa un cazzo di che
    cosa voglia dire, tranne che davano alle donne più libertà rispetto ai
    romani, e avevano parecchio senso della morte. e forse un che di
    fenicio, di attitudine al commercio, butto là.  quella romana,
    razionalità, senso del dovere, senso del godereccio.  quella
    longobarda (molte parole del dialetto derivano dal longobardo, ci ho un
    librettino sull’etimologia del dialetto che non mi ricordo come si
    chiama):  orgoglio (di essere tutti uomini liberi, e non schiavi),
    aggressività, la vendetta, la faida, amore per il maiale come piatto
    forte della cucina.  quella carolingia:  poco.  quella
    medievale in senso stretto:  la voglia di fare comune, di mettere
    le mani in politica, in pasta, di fare guadrini e segnarli in un
    librittino.  quella rinascimentale:  amore per l’arte,
    creatività:  solo ad arezzo c’è quello che mette lo scheletro alla
    finestra dell’itis, sempre con un abbigliamento diverso.  e c’è la
    spullinata e altre cose.  quella barocca:  senso del peccato,
    del barocco.  quella contadina da mezzadria:  tendenza ad
    isolarsi, a veder passare le novità dalla finestra, a non dare troppa
    noia, a frequentare solo la stessa gente.  quella del dopoguerra e
    del boom economico è un po’ la più triste.

  51. Blimunda luglio 22, 2006 a 9:10 pm #

    Da quando ha
    dichiarato che eroderà il predominio di Acid e gli subentrerà come una
    larva aliena.
    Brava, Frank, hai capito tutti i miei progetti. Posso contare col tuo aiuto?Bella e fantasiosa la storia del ballo
    scolastico, del vestito rosso, della terapia e di tutto il resto.Scusa, ma dove è la tua pietà? Io ho raccontato un VERO trauma
    mio, mi aspettavo un po’ più di solitarietà, forse anche che tu ti
    proponessi a farmi la terapia, e invece ti diverti con la mia
    sofferenza!Ora facci la traduzione di quella poesia del tuo Saramago che è
    stata postata quiOk, già che insistete (???? Frank, Lozissou, aiuto!!), vi la
    posto. Non è mia la traduzione, non volevo perdere tempo, ma ho trovato
    la traduzione in un blog italiano. Chi mi fece piangere andò via piangendo
    Chi mi fece piangere andò via piangendo

    Piangerà quando ricorda un’amoredi cui non seppe prendersi curaPiangerà quando ricorda un’amoredi cui non seppe prendersi cura

    il ricordo sarà con lui ovunque andràil ricordo sarà con me ovunque andò

    Ballate, porterò negli occhi il sole e il mare l’amore ti fa perdere e incontrarestarò ballando al ricordo di quest’amoreper un giorno, per un istante sono stato il re

    il ricordo sarà con lui ovunque andràil ricordo sarà con me dovunque andò

    Piangerà quando ricorda un’amoredi cui non seppe prendersi cura

    Canzone, risate, dolore, melodia di un amoreun istante che aleggia nell’aria..

    Ma sai che adesso, rileggendo le parole mi sembrano meglio? Penso anche
    sia scritta da un bambino cieco di 3 anni. Forse il figlio di Aleandro
    Baldi.

  52. Makegatsu Robot luglio 23, 2006 a 10:47 am #

    Bel ritratto marinaio, ma poi assomiglia a quello dell’italiano medio, in ogni città c’è sempre una parte di cittadini ke parla male dell’altra.
    “Maledetti toscani” ce l’ha da qualke parte mio padre, caro GB, ma nn ricordo di averlo letto. Cmq ormai conosco le peculiarità de noiattri, siamo una regione divisa tra guelfi e ghibellini ke al tempo stesso se tornasse Granducato nn avrebbe problemi a vivere autonomamente tanto è il nostro orgoglio e la nostra indipendenza dal resto dell’Italia. 
    Una curiosità: Quando ero a Milano ci misero meno di una settiamana a bollarmi come Maledetto Toscano, ricordo ke quei lumbard li mettevo in crisi a parole e qualcuno lo portai quasi vicino al pianto. Troppo più fragili e ingenui rispetto a noi, tutto un altro mondo. Non c’è niente di più soffice e dolce di quei candidi gnocchi di lanzikenekko.

  53. acidshampoo luglio 23, 2006 a 2:37 pm #

    Blimunda, sono senza parole… Ah però! E sarebbe questa una poesia del *bravissimo* Josè Saramago?Questa poesia fa schifo. Te lo doveva dire un idiota ed è toccato a me. Mi dispiace solo per te che ci hai creduto. Ucciderò qualsiasi perplessità al riguardo.
    Tengo duro. Unica frase possibile che forse sfuggirà al commento cinico e saputello di Caetano Veloso.Scusa Antonio Jobim, è solo il desiderio represso di chi non potrà rivoltarti come un catecumeno nel solito capannone dei catecumeni.Blimunda, il tuo Saramago è ‘na mezzasega.Mezzasega in brasiliano: “quaresma”.

  54. acidshampoo luglio 23, 2006 a 2:44 pm #

    > Ma sai che adesso, rileggendo le parole mi sembrano meglio? Penso anche sia scritta da un bambino cieco di 3 anni. Forse il figlio di Aleandro Baldi.Senti negra, lascia stare Aleandro Baldi.Nel vostro terzo mondo deve ancora nascere qualcuno che scriva una canzone bella e struggente come “Perchè”.Aleandro Baldi la scrisse, poi manco la cantò lui e in una botta di generosità la regalò a Fausto Leali.Per dirti: Vinicius De Moraes non l’avrebbe mai fatto. MAI.

  55. DEATH 13 luglio 23, 2006 a 3:32 pm #

    “Senti negra,”
    PROPRIO TU ALE MI DELUDI IL MARRA PENSIERO….
    RIPETO KE NEGRO NON HA Nè GENERE Nè NUMERO….
    “HO VISTO DEI NEGRO!””QUELLA BAMBINA NEGRO RACCOGLIE IL COTONE NEI CAMPI”
    QUINDI BLIMUNDA NEGRO.
    DIXIT E NON TRANSIGO
    MARRA ^^^^

  56. Blimunda luglio 23, 2006 a 4:36 pm #

    No Marra,
    chiamami NEGRA, questo lo sono, non posso far niente per cambiare. Ma NEGRA, NEGRA, con il genero si. Almeno questo. Per pietà.

  57. Blimunda luglio 23, 2006 a 4:52 pm #

    Ecco Gori, per essere la rompepalle, ho cercato un pezzo di un racconto di Saramago, bellissimo, ‘ll racconto del’isola sconosciuta’. Se leggi il libro vedrai che è davvero un artista ‘questo’ Saramago.(…) E’ una vostra illusione, anche le isole a volte
    sembra che fluttuino sopra le acque, ma non è vero, Che
    pensate di fare, senza equipaggio, Ancora non lo so,
    Potremmo restare a vivere qui, io mi offrirei di lavare
    le barche che entrano nel bacino, e voi, E io, Avete di
    sicuro un mestiere, un’attività, una professione, come si
    dice adesso, Ce l’ho, ce l’avevo. ce l’avrò se sarà
    necessario, ma voglio trovare l’isola sconosciuta, voglio
    sapere chi sono quando ci sarò, Non lo sapete, Se non esci
    da te stesso, non puoi sapere chi sei, Il filosofo del re,
    quando non aveva niente da fare, veniva a sedersi accanto a
    me, mi guardava rammendare le calze dei paggi, e a volte si
    metteva a ragionare, diceva che ogni uomo è un’isola, ma io,
    siccome la cosa non mi riguardava visto che sono una donna,
    non gli davo importanza, voi che ne pensate, Che bisogna
    allontanarsi dall’isola per vedere l’isola, e che non ci
    vediamo se non ci allontaniamo da noi. Se non ci
    allontaniamo da noi stessi, intendete dire, Non è la
    medesima cosa. (…)

  58. acidshampoo luglio 23, 2006 a 5:43 pm #

    > RIPETO KE NEGRO NON HA Nè GENERE Nè NUMERO….Lo so Marra, ma quello è il prossimo passo. Un po’ alla volta. Come vedi schiacciare la Blimunda dà soddisfazione perchè è una tipina tenace e mentre la sconocchi si sentono tutte le cartilagini. Dolce musica per le mie orecchie! Altro che la bossanova!Damme retta Marra, fattele durare le cose. Oggi negra, domani negro, dopodomani gli insegni l’autotortura. E magari ti ringrazierà pure.

  59. lukes luglio 24, 2006 a 3:49 pm #

    Secondo me ci sono molti che non sanno cosa c’è dietro ad una preparazione di una manifestazione, voglio dire che chi lavora in quelle occasioni non lo fa come volontario, viene pagato, quindi come paghiamo per avere servizio di qualsiasi tipo, si paga lo spettacolo che qualcuno ha creato, organizzato e fornito… se noi lavoriamo i soldi li chiediamo, no???
    A maggior ragione dobbiamo apprezzare chi ci offre uno spettacolo gratis, che comunque ci mette impegno e voglia.
    A volte pretendiamo più di quello che è lecito, senza renderci conto di cosa ci è dovuto. Se uno ti invita a cena e offre lui, gli chiedi anche un pò di caviale??? mangi quello che c’è e apprezzi il fatto che ti viene offerto….
    Almeno, io faccio così…..

  60. lukes luglio 24, 2006 a 4:23 pm #

    Claudia06, posso chiederti anche io qualche cosa sul tuo prontuario???
    Premetto che a prescindere dal vostro discorso, ci sono cose che mi lasciano interdetto e te le esplico, ma prendile sono come voglia di dire la mia…. mi piacciono i blog anche per questo….
    1) Non puoi pensare che il rimorchio da blog segua le stesse regole del rimorchio da strada. Il metodo è per forza diverso.
    Mi chiedevo come mai ci sono tanti non puoi, come se non ci potessero essere altre scelte…. solo un’informazione….2) Non puoi fiondarti sul blog di acidshampoo, mettere una foto, un indirizzo di posta elettronica e poi stare lì ad aspettare.
    Per me si può fare, anche perchè se è vero che l’aspetto fisico è la prima cosa che si valuta… così non si fa prima??4) Non puoi entrare per un nanosecondo in un blog, leggere il titolo “La mia Cina” e dedurne che chi scrive è cinese. Ma che caz…o hai letto, scusa?Sarebbe come se io, intenzionata (cosa che non sono, tranquillo, non mi bannare) a rimorchiare acidshampoo sul suo blog (ammesso che questo sia il suo di blog, visto che ci scrivono tutti tranne lui), l’avessi apostrofato con un Ah! Bello il tuo blog! Ma che lavoro fai? Il parrucchiere per calvi, visto che usi sciampi acidi?Non credo che avrei avuto qualche chance, che ne dici?Ma non vedo il problema… anche se lo ha pensato, chi è morto? nel senso che è difficile capire cosa è vero o no in un blog, non ti pare?
    5) Devi poi fare l’aggancio cominciando a lasciare commenti, prima assolutamente pertinenti ai post, poi, via via sempre più accerchianti sul piano personale. Ma sempre per gradi.
    Non sapevo che ci fosse il manuale dell’intorto come diciamo noi a Bologna, pensavo che ognuno facesse come il suo essere gli dice, ma se uno ti intorta con un modo non suo, non ti prende per il culo???Sarà meglio che lo faccia com’è da suo modus operandi… no??
    8) Dopo che l’avrai conosciuta dal vivo, AMMESSO CHE TI INTERESSI ANCORA, dovrai stare ancora più attento.
    quindi dopo che uno ti ha strappato una punta, entra in gioco il fattore comportamento che piace alle donne…. premesso che se uno vuole scopare e l’altra persona non è un water, interesse o no, si tromba….. 9) I problemi cominciano ora. Uomini e donne hanno tempi di carburazione diversi dove per tempi di carburazione non intendo a livello fisico. No, in quel campo i tempi sono gli stessi, in genere. O scatta fin dall’inizio o niente. Intendo in campo sentimentale.
    A si? quindi secondo te un uomo o subito o niente??? non lo sapevo… senza volerti prendere per il deretano è solo che non è proprio così…
    10) Le donne quando cedono sono, a meno che non siano le zoccole che dici di aver incontrato tu, già coinvolte. Gli uomini, … col cavolo!
    Scusami altra cosa che proprio non trova riscontro nella mia esperienza, tante donne cedono per la cosa primaria, voglia di scopare… soprattutto le giovani… provata esperienza diretta… poi che dopo sperino in altro… ok… ma che si concedino se coinvolte, qualche secolo fa….. 11) Gli uomini cominciano a carburare coi sentimenti quando le donne sono passate alla fase b).
    Dipende, comunque se è per questo le donne anche di più, soprattutto se le corteggi e poi le rifiuti quando ti danno uno spiraglio…. vedi se sanno che esci con un’altra, si fanno vive… eccome…..
    13) Allora, qual è il segreto, sempre secondo me, si intende? Farle sentire importanti fin da subito, anche se da subito non te ne potrebbe fregar di meno. Non aspettare a dirle che lei è la donna della tua vita e che la ami alla follia quando lei sta ormai tagliando la corda.
    Se ti piace essere pigliata per il fondo schiena… ok, ma cercare semplicemente di stare in sua compagnia e vedere come vanno le cose..?? No devono sentirsi sicure che tu le vuoi o se no hanno paura… e gli uomini come fanno allora???  Poveri uomini…..14) Io l’ho tagliata tre volte la corda, e sostanzialmente per i motivi di cui sopra e non perché io sia volubile o avessi aspettative di altro tipo.ma…. forse a volte è più la paura di essere rifiutati che ci fa abbandonare la sfida… no? denoto molta insicurezza nell’atteggiamento che indichi….  15) Spero di essere stata utile. Buona caccia a tutti e, almeno, datemi la soddisfazione di sapere se qualcuno si porta a casa la preda.
    Comunque è utilissimo e bello vedere quello che pensano gli altri, ti mette nell’ottica di verificare la tua opinione… molto utile
    P.S. Claudia06, scusami se ho espresso a volte in modo fermo la mia posizione, è che mi esprimo così e non c’è nessun accenno di offesa nelle mie risposte…

  61. lukes luglio 24, 2006 a 4:24 pm #

    Ale, come mi piacciono i tuoi post…. si intravvedono mondi dietro… continua così 🙂

  62. Claudia06 luglio 24, 2006 a 6:41 pm #

    @lukes: avevo chiesto se lo cancellavano ‘sto manuale del cavolo, ma acidshampoo non lo ha ancora fatto. Quindi temo che continuerà a mietere vittime, nel senso che voi continuerete a demolirmi, uno per uno, giorno dopo giorno e a me mi toccherà uno per uno, giorno per giorno mandarvi alla fine tutti quanti affan….. NO, SCHERZO, SU. E’ solo che non ne posso più di sentir parlare del prontuario. Tutta colpa di caramelleamare che si è risolto la sua situazione per i fatti suoi e a me ha lasciato solo la rottura di palle di rispondere a tutti sul prontuario.ACIDSHAAAAAMPOOOO! Te lo chiedo per favore, me lo cancelli? Mi schiacci delete sul prontuario, ti scongiuro! Ti pago, se vuoi.

  63. Claudia06 luglio 24, 2006 a 7:03 pm #

    @lukes. Dovrei scrivere un altro poema per risponderti punto per punto, come faccio? Ti posso solo dire che siamo agli antipodi, come visione delle cose. Questo in generale. Ora rispondo su qualche punto.2) L’aspetto fisico può essere condizione necessaria ma certamente non sufficiente, per una donna. Per un uomo è la cosa principale.4) Una donna, se permetti, vorrebbe essere anche “conosciuta” in senso non biblico. Se io ho un blog, quello che ci scrivo serve perchè chi è interessato mi conosca. Al di là se è un blog serio o umoristico. A me piace conoscere chi c’è dietro ad un blog e mi piace se qualcuno si prende la briga di conoscermi attraverso quello che scrivo. A parte questo vostro blog, che è tutto un altro discorso. Qua ci vengo perché quando non mi fate incazzare mi fate ridere.10) Dato che sembrava che caramelleamare NON cercasse una zoccola perché parlava di delusioni amorose, gli consigliavo che SOLO le zoccole fanno sesso tanto per farlo. E questo è vero anche ai nostri giorni. Te lo assicuro. Peggio per voi se vi prendete le zoccole, che devo dire? Poi non lamentatevi, però, come si lamentava caramelleamare.14) Io ho tagliato 3 volte la corda perché non mi andavano bene quei tre. E allora? Dovevo tenermeli se no sono un’insicura? Secondo me se uno non ti va bene è meglio mollarlo. Se una è sicura che tanto un altro lo trova, si intende. Se pensa che mollato uno deve rimanere zitella, allora se lo tenga pure.Vedi che siamo lontani anni luce. Senza offesa, anche da parte mia, anzi scusandomi se non finisco tutti i punti ma sinceramente vorrei cambiare argomento. CAPITO, ACIDSHAMPOO? Rinnovo l’invito a fare delete, grazie.

  64. DEATH 13 luglio 25, 2006 a 1:03 am #

    DAI CLAUDIA CON TUTTE STE RIKIESTE DI CANCELLARE IL TUO COMMENTO PRONTUARIO SEMBRA KE SOLO ORA HAI CAPITO D AVER SCRITTO DELLE COSE UN ATTIMINO PISCIATE DE FORI….
    ACID NON LO CANCELLERà MAI….MEJO COSI….LA CENSURA FA MEDIOEVO…E LO SGARGA VIVE NEL FUTURO…
    E POI è DAVVERO TROPPO SPASSOSO…ANZI PERCHè NON NE PUBBLICHI UN ALTRO IN CUI CI RACCONTI PERKè è ANDATA MALE CON QUEI 3  E CI EVITI DI FARE I TUOI ERRORI CON LA SOLITA LUNGIMIRANZA KE A NOI – PURTROPPO – MANCA?
    MARRA ^^^^

  65. Nicola luglio 25, 2006 a 9:25 am #

    L’aspetto fisico può essere condizione necessaria ma certamente non sufficiente, per una donna. Per un uomo è la cosa principale.
    Se non scazzo i miei ricordi di logica, è più una condizione sufficiente. Condizione necessaria: Alle donne piacciono solo gli uomini belli.Condizione sufficiente: Se un uomo è bello allora piace alle donne.Condizione necessaria e sufficiente: se e solo se un uomo è bello piace alle donne.

  66. lukes luglio 25, 2006 a 10:47 am #

    Intanto Claudia06 grazie di aver risposto… apprezzo il dibattito… comunque credo che certe tue affermazioni siano, per il mio modo di vedere, abbastanza fuori… nel senso che hai un pò di concezioni dell’uomo non esatte.
    Scusami veramente ma ad alcune devo rispondere, è più forte di me….
    2) L’aspetto fisico può essere condizione necessaria ma certamente non sufficiente, per una donna. Per un uomo è la cosa principale.
    secondo me non è esattamente così, la cosa principale è il modo di porsi e di essere, dammi retta poi certo che se una è cesso.. si fa fatica, ma dire che è la cosa principale… mi sembra decisamente “femminista” come discorso..4) Una donna, se permetti, vorrebbe essere anche “conosciuta” in senso non biblico. Se io ho un blog, quello che ci scrivo serve perchè chi è interessato mi conosca. Al di là se è un blog serio o umoristico. A me piace conoscere chi c’è dietro ad un blog e mi piace se qualcuno si prende la briga di conoscermi attraverso quello che scrivo. A parte questo vostro blog, che è tutto un altro discorso. Qua ci vengo perché quando non mi fate incazzare mi fate ridere.
    Ti permetto, ma ti chiedo…. un uomo invece a piacere ad essere scopato e basta? Se cerca quello, si…  ma guarda che non siamo tutti cazzo e muscoli…. e poi se davvero uno vuole conoscere la persona perchè gli piace quello che scrive, secondo te sta un mese a postare su un blog per intomellare? ti chiede di uscire perchè quello che scrivi lo interessa…. e ti vuole conoscere di persona…. 10) Dato che sembrava che caramelleamare NON cercasse una zoccola perché parlava di delusioni amorose, gli consigliavo che SOLO le zoccole fanno sesso tanto per farlo. E questo è vero anche ai nostri giorni. Te lo assicuro. Peggio per voi se vi prendete le zoccole, che devo dire? Poi non lamentatevi, però, come si lamentava caramelleamare.
    lui diceva solo che dato che lo aveva presa nel orefizio anale adesso si sarebbe comportato di conseguenza, che sia condivisibile o no… ma non si lamentava…. affermava.. non ha detto come sono poverino perchè tutte mi fanno la bua…..14) Io ho tagliato 3 volte la corda perché non mi andavano bene quei tre. E allora? Dovevo tenermeli se no sono un’insicura? Secondo me se uno non ti va bene è meglio mollarlo. Se una è sicura che tanto un altro lo trova, si intende. Se pensa che mollato uno deve rimanere zitella, allora se lo tenga pure.
    per me hai fatto bene, mai accontentarsi….Vedi che siamo lontani anni luce. Senza offesa, anche da parte mia, anzi scusandomi se non finisco tutti i punti ma sinceramente vorrei cambiare argomento. CAPITO, ACIDSHAMPOO? Rinnovo l’invito a fare delete, grazie.
    Io non mi offendo e stavo cercando di capire il tuo punto di vista… nessuno ha ragione in assoluto, ma in relativo un pochino ne ho 😉
    E comunque Claudia06, che problemi hai?? nessuno ti giudica, si sta solo discutendo su idee…. che come tali sono rispettate…

  67. Claudia06 luglio 25, 2006 a 11:12 am #

    @nicola: PUO’ essere condizione necessaria, nel senso che lo è per le zoccole mentre non lo è per le altre. “Per le donne non è sufficiente”  intendo per le “non” zoccole. Il fatto che per gli uomini l’aspetto fisico sia il predominante  certo anche unito al modo di fare, non è assolutamente una critica. Se c’è una che odia le femministe sono io. E’ nella natura che il maschio deve essere prima di tutto preso dal fisico, poi dal resto.@marra: a te non ci provo neanche a risponderti, visto che so che  metaforicamente parlando  vorresti vedermi morta, ovvero, fuori da metafora, vorresti vedermi fuori da questo blog, ovvero fuori dalle palle.@lukes:2) v. Nicola4) vedo che cominci a connettere con quello che dico io. Bravo. Nel senso che siamo d’accordo che ci deve essere ANCHE un interesse per quello che uno scrive e che, se si legge oltre le righe, in genere rivela come uno/a è. Poi da qui in poi va bene anche conoscersi fuori dal blog.10) ma se una volta caramelleamare ha pure detto la frase: “Ma a me non mi vuole mai bene nessuno”!!!!!!! In questo ti consiglio di rileggere il suo caramelloso, per non dire mieloso, lamento da uno a un passo dal suicidio. Comunque, io lo avevo interpretato così.14) vedi che mi dai ragione, mentre prima mi davi torto.Forse ora non siamo più così lontano anni luce, mi sembra.Però, premesso che evidentemente non era un prontuario serio e nemmeno semiserio, non si può  ora cambiare argomento? Guarda, parliamo di quello che vuoi, basta che sia “altro, grazie” per esprimermi come piace tanto a caramelleamare.

  68. frank luglio 25, 2006 a 12:16 pm #

    Claudia06, ma sei pazza a voler cancellare il prontuario? E’ una delle cose più belline e mentalmente sane scritte qua dentro. Non scherzo. Non ti curare della reazione di Caramelle, che ha i suoi anticorpi da maschio medio, e comunque un po’ ci è e un po’ ci fa. A me il prontuario è piaciuto. Passo preferito:>11) Gli uomini cominciano a carburare coi sentimenti quando le donne sono passate alla fase b).12) Qual è la fase b)? Un altro.13)
    Allora, qual è il segreto, sempre secondo me, si intende? Farle sentire
    importanti fin da subito, anche se da subito non te ne potrebbe fregar
    di meno. Non aspettare a dirle che lei è la donna della tua vita e che
    la ami alla follia quando lei sta ormai tagliando la corda.Non sto sfottendo, lo so che a gridare sempre al lupo al lupo poi pensate che qui si sfotte tutti anche quando non traspare…Ciò non toglie che le risposte di Caramelleamare siano state fulminanti e memorabili:>11) Gli uomini cominciano a carburare coi sentimenti quando le donne sono passate alla fase b).la fase B sarebbe il bacio?12) Qual è la fase b)? Un altro.un altro in che senso? un altro bacio? allora non è un problema visto che io ho intenzione di darglieli tanti!!!!!!Vi appiopperei l’Oscar per i dialoghi…

  69. frank luglio 25, 2006 a 12:20 pm #

    >I clienti-esistenziali. […]Marinaio, certe cose le devi raccontare te e te solo. Come giustamente rileva Acid, analisi acute e dotte che culminano in un’azione pratica spiazzante e di poche seghe.C’è di che diventare il mio prossimo guru…

  70. frank luglio 25, 2006 a 12:32 pm #

    >RIPETO KE NEGRO NON HA Nè GENERE Nè NUMERO….”HO VISTO DEI NEGRO!””QUELLA BAMBINA NEGRO RACCOGLIE IL COTONE NEI CAMPI”Marra Marruccio, sto ancora ridendo… Stiamo tutti ridendo a crepapelle, tranne Negro Blimunda, e rideremo tutti finché un giorno arriverà Negro Zumbòn e col solo palmo della sua enorme negro mano destra farà di noi polpette. Perché i negro sono sì bestie incolte ed incoltivabili (cito J.M.Coetzee, Aspettando I Barbari, Einaudi 2005) ma sono geograficamente invadenti ed esigenti. E uno su dieci di questi negro è un grosso negro. Hai voglia a ragionarci.

  71. DEATH 13 luglio 25, 2006 a 3:50 pm #

    FRANK FRAN_CUCCIA,STAI BUONINA DAI…
    sono grossi anke i nostri randelli… e nodosi pure….
    MARRA

  72. Claudia06 luglio 25, 2006 a 4:11 pm #

    @frank: ohhhhh! Finalmente qualcuno che non mi demolisce. Anzi! Ti devo un favore, segna pure. E anche tu, caramelleamare, ringrazia.P.S.: io la prendo per buona, tanto poi salterà su qualcuno tipo death 13, mi sembra lui, che mi dirà che ci sono cascata a pesce. Amen!

  73. il marinaio luglio 25, 2006 a 6:38 pm #

    analisi acute e dotte che culminano in un’azione pratica spiazzante e di poche seghe
    carissima Frank!! questo è il più bel complimento che mi potevi
    fare!  delle volte infatti mi sembra di “fare troppe seghe”, di
    stare troppo ad analizzare le cose, ed altre di essere smaliziato,
    troppo più da bar di Indicatore che da società civile.  poter
    sempre essere nel (giusto) mezzo!

  74. il marinaio luglio 25, 2006 a 6:42 pm #

    sono geograficamente invadenti ed esigenti. E uno su dieci di questi negro è un grosso negro. Hai voglia a ragionarci.
    Marra, mi associo alla Frank.  capisco che è tutto uno scherzo,
    che la prima a riderci è Blimunda.  ma se qualcuno ti suona il
    campanello per ragionare di questa cosa, io starò in un angolo, in
    disparte, ad osservare la scena e a sorseggiarmi un Negroni.

  75. Oleandro luglio 25, 2006 a 9:11 pm #

    Incontri casuali

    Giornata piena di impegni, finalmente quasi a casa. Non hai voglia di abbassare neanche il volume della radio. Solita velocità bassa, da crociera post lavoro. La strada è libera, l’ora è tarda. Con l’occhio destro vedi schizzare qualcosa dal fosso in mezzo alla strada. E’ un attimo signori. In un nanosecondo realizzi cos’hai davanti. Automatismo del bordellotto cinquantenne: fari alti, marcia bassa, piede che spinge sull’ acceleratore da sfondare lo scafo, braccia tese e polsi pronti e duri alle 10 e 10 sullo sterzo. Il motore mugghia come un jumbo e la corsa è oramai inarrestabile. L’adrenalina ti fa tremare come un moribondo, e quella è li, sempre piu’ vicina, sempre piu’ sotto da sentire il suo odore selvatico. Dai dai dai, la schiena si inarca il capo si avvicina al vetro quasi a sbatterci come a voler diventare piu’ aerodinamico daidaidai cazzo, oddio la becco, oddiolabeccooddiolabeccoODDIOLABE – è sotto- , un colpo di clacson e, TRAAA. E’ fatta.

  76. DEATH 13 luglio 26, 2006 a 1:07 am #

    VERAMENTE UN NEGRO M HA SUONATO PROPRIO OGGI….
    VOLEVA VENDERMI DEI FAZZOLETTI….
    LI HO COMPRATI E, DATO KE STO IN CIMA A UNA SALITA MOLTO RIPIDA E LUI ERA FRADICIO DALLA FATICA, GLI HO OFFERTO ANKE DA BERE.
    NON SO NEANKE PERKè TUTTO QUESTO SIA AVVENUTO MA è AVVENUTO.
    MARRA ^^^^
    PS-SE MI SUONVANO IN DUE M AVEVANO COMUNQUE SUONATO DUE NEGRO KE TENTAVANO DI VENDERMI I LORO FAZZOLETTI E LE LORO SUPPELLETTILI NEGRO.
    CLEAR?
     

  77. Blimunda luglio 26, 2006 a 1:23 am #

    Te l’ho inviato io il negro.
    Bravo che hai comprato. Hai anche usato, vero?
    Sono dei fazzoletti voodoo… tra pochi giorni farai delle ‘ode ai NEGRI’.

  78. frank luglio 26, 2006 a 11:53 am #

    Oleandro, porco cane, qui c’è gente che fa colazione. E la vuole fare in pace.
    L’animali morti in mezzo alla via sono un’immagine che mi manda in tilt il cervello. Non è un semplice “pariiino”,
    no, è proprio qualcosa di esistenzale. Se un gatto crepa sotto una
    macchina, difficile che qualcuno si esponga a raccoglierlo
    risparmiandogli il pubblico degrado. Eppure, è sempre un gatto, quello
    che se ti bazzica casa gli dai un nome e gli trovi anche un carattere e
    un’intesa e un cibo preferito e una gag ricorrente. E se ti muore lo
    seppellisci e pianti un alberello. E così giù giù per cunigli e ricci.
    Non solo! Se vedo un gatto fresco fresco di investitura [a cavaliere
    del paradiso dei gatti], la prima tentazione è di andare lì a vedere se
    è davvero morto o se è solo immobilizzato. Non potrei immaginare niente
    di peggio.
    E infine. Ovvio che vedere una persona m sconvolgerebbe di più. Ma per
    un cristiano puoi chiamare l’ambulanza, c’è una procedura, si può fare
    qualcosa, e soprattutto appartiene alla razza che l’automobile l’ha
    inventata. Con un gatto… non si fa pari.
    Una volta vidi un ex compagno delle medie, P.F., neopatentato, col
    machinone del babo, tentare di mettere sotto un gatto. Pari pari come
    l’hai descritto te. Che coglione dei peggiori.
    ps. o che t’ha invasato il demone della scrittura?! Non me l’aspettavo
    tu scrivessi così tanto e bene… Non nel senso che non ti facevo
    all’altezza, ma che quel che produci è sopra le aspettative!

  79. acidshampoo luglio 26, 2006 a 4:09 pm #

    Grazie dell’apprezzamento Lukes! Mi fa sempre piacere quando qualcosa che scrivo ti garba.Comunque il mondo che intravedi dietro ai miei post è un mondaccio, sappilo!>  A volte pretendiamo più di quello che è lecito, senza renderci conto di cosa ci è dovuto. Se uno ti invita a cena e offre lui, gli chiedi anche un pò di caviale??? mangi quello che c’è e apprezzi il fatto che ti viene offerto…. Il cibo aggratisse. Questo è un campo che la gente me le cava dalle mani. Mangiare aggratisse, per me, è la cosa più stupenda del mondo. Roba che io vivo per il cibo aggretisse e poco altro! E invece per parecchi è diventato un fastidio. Snobbano le inaugurazioni, i buffet, gli inviti a cena. ‘Sta cosa non la capirò mai.

  80. acidshampoo luglio 26, 2006 a 4:15 pm #

    Marra, stupendo il tuo ultimo intervento! Visti i protagonisti, l’ho letto temendo il sangue… e invece questa volta è finita in pace e in amicizia. Ma non vuol dire… magari la volta prossima finisce con un negro arrotato o garrotato. Chi lo sa?Questo la dice lunga sulla tua inacchiappabilità. Saresti un serial-killer perfetto. Anche meglio di John Haigh!

  81. acidshampoo luglio 26, 2006 a 4:20 pm #

    > Te l’ho inviato io il negro.Bravo che hai comprato. Hai anche usato, vero?Sono dei fazzoletti voodoo… tra pochi giorni farai delle ‘ode ai NEGRI’.Sì, se quella ode è il De Profundis.Blimunda, ma Saramago di Cecità e Scaramanga di Agente 007 – L’Uomo Dalla Pistola D’Oro sono mica parenti?

  82. lozissou luglio 26, 2006 a 4:31 pm #

    Bravo Marra, bravissimo Oleandro (e insospettabile sempre di più)-
    Viva il cibo aggratisse anche; e soprattutto. Così come ogni cosa che viene inaspettatamente e, magari, totally free – leggasi: dvd, libri, cd, malattie, epidemie, tifo da stadio, sementi varie.

  83. DEATH 13 luglio 26, 2006 a 4:38 pm #

    SAI BENE ALE, QUANTO BIANCO E NERO S ACCAPIGLINO TRA LE PIEGHE DEL MIO INEFFABILE MA DURETTO CORPO CALLOSO….
    STO CERCANDO UN MASTER O UNA SPECIALIZZAZIONE SERIA DI CRIMINOLOGIA…QUALCUNO CONOSCE QUALCOSA??
    MARRA ^^^^

  84. acidshampoo luglio 26, 2006 a 5:10 pm #

    Caro Aristide, questa pantomima di darmi del lei s’ha finilla o te capacciono. Al limite dammi del voi, come nei fumetti Bonelli. Così magari mi sento un po’ il Magico Vento della situazione. Ma lo so che te hai altri miti, da Briatore a Siffredi passando per Resinanti.Però ci tengo a dire una cosa:> Uno si può lamentare magari esponendo le sue ragioni, Caro Gori più che nel merito….io entrerei nel metodo…o no?No.

  85. acidshampoo luglio 26, 2006 a 5:40 pm #

    Claudia06, a parte gli scherzi, perchè vuoi che tolga quel tuo vademecum? Io lo trovo intelligente, acuto ed ironico, nonchè un prezioso spunto di discussione. Insomma, averne di questi interventi vitali, energici e in cui l’autore si mette in gioco! Il tuo stile tra l’altro mi garba un sacco. Penso che c’è solo da stimarti e chiederti di restare fra noantri. E infatti te lo chiedo.

  86. frank luglio 26, 2006 a 9:13 pm #

    OFF-TOPIC(su materiale del daveblog)Pensavo che David Hasselhoff ambisse all’Oscar
    alla carriera. Allora perché ha fatto questo? E dov’era il suo manager, sua
    moglie, il suo prete, il suo cane, quando ha preso questa decisione
    scellerata?

  87. acidshampoo luglio 26, 2006 a 9:36 pm #

    Sempre da DaveBlog, notevole è anche QUESTO.
    Dave titola: “Si disgregano anche le ultime certezze”.

  88. frank luglio 26, 2006 a 9:42 pm #

    Eh no, nooo, NOOO!!!

  89. Claudia06 luglio 27, 2006 a 12:42 pm #

    Grazie, acidshampoo/Alessandro Gori. Complimenti per la tua poesia, incisiva, breve e concisa. Senza fronzoli caramellosi. Ma questo mi sembra tutto tranne che un blog di fronzoli caramellosi, o sbaglio? A parte caramelleamare. Noooo, scherzo, eh! 

  90. acidshampoo luglio 27, 2006 a 12:53 pm #

    Grazie Claudia06.Ma sappi che caramelleamare non è un fronzolo caramelloso. No no, lui è molto meno simpatico. Io direi che se mai è una neoplasia sul punto di metastasizzarsi.

  91. caramelleamare luglio 27, 2006 a 2:49 pm #

    bravi bravi, prendete in giro. 😦

  92. caramelleamare luglio 27, 2006 a 4:15 pm #

    Eppure, è sempre un gatto, quello che se ti bazzica casa gli dai un nome e gli trovi anche un carattere e un’intesa e un cibo preferito e una gag ricorrente. E se ti muore lo seppellisci e pianti un alberello. E così giù giù per cunigli e ricci.ce ne sono tre che girano intorno a casa del serboli. io abito col serboli. e miagolano e cercano da mangiare quei rompicazzo. per ora so riuscito a colpirne due su tre: uno con una pallonata, uno con un sandalo. stanno smettendo di rompere i coglioni, e se non smettono definitivamente gli auguro di infilare sotto una macchina….mamma, babbo e figliolino di quelli che inteneriscono.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: