Certi tarli

27 Mag

Sto lavorando molto su me stesso. Occhio che macchia.
Sull’elaborazione del rimpianto, del rancore e dell’invidia. Financo del vittimismo. Lo so, sono brutte bestie. Così difficili da coltivare, nutrire, far crescere. Ma a me piace viziarle. D’altronde tutto qui intorno complotta per spacciarci come gente che non ha tempo per l’acredine. Gente che guarda e passa. Che insegue la vita. Che chiava in serata. Esseri ridicoli. Il mondo è pieno di ragazzi della prateria a cui i “ti amo” bagnati di lacrime proprio non vanno giu. Perchè l’amore deve farti sorridere, deve farti stare bene almeno come un Crodino, quasi come un Campari. E quando è finito è più bello ancora, perchè ti rimarrà per sempre nel cuore. Una vera pacchia!
A cagare in mondovisione mi vergognerei meno che ad essere uno di quelli che non hanno avuto tempo per coltivare certi tarli. Quelli che non covano sentimenti di vendetta e non traggono piacere quando certi altri se la passano male. Quelli che guardano più avanti che indietro, mentre considerano gli altri come i compagni di un tratto del loro viaggio. I soliti lobotomizzati che non hanno paura della morte perchè “fa parte della vita”. E per ogni morte c’è una nascita, anche se non è la tua. Pacificati, hippy, cuorcontenti. Roba che meglio il cancro…
Amo invece gli irriducibili romantici che piuttosto rovinano la loro esistenza, per trovare il modo di rovinarla a qualcun altro. Qualcuno con un nome e un cognome precisi. E mi auguro di diventare uno di quei vecchiacci incarogniti che odiano i giovani e che sperano di avere ancora il tempo per vederli schiantati in autostrada. E non certo uno di quegli arzilli gote-rosse che serafici ti fanno: “Divertitevi! Fate l’amore, che avete vent’anni!”. Mammamia, mi hanno sempre dato i brividi per il raccapriccio. Già me li vedo inteneriti con in braccio la loro adorata nipotina. E la distraggono col naso-contro-naso, ma intanto le pastrugnano la fichettina santa: “Macheccos’è questa bella patatina?!?!” E lei: “Gah!”. E poi ghirighiri sul pancino. E dopo borda in culo che dio la manda.
Scusate, ma noi anime tarlate la pensiamo sempre male. Ma solo perchè siamo attentissimi e abbiamo il senso della differenza. E meno male che qualcuno ce l’ha.

Alessandro Gori

Annunci

126 Risposte to “Certi tarli”

  1. frank maggio 27, 2006 a 4:03 pm #

    La natura, caro il mio Acid, ha messo una differenza fondamentale fra me e te. (In realtà tante, ma ora parlo di questa:) Laddove tu analizzi e rovesci l’ovvio e il comune sentire, io mi sono già arresa e sono rimasta inerme, incapace di legittimarmi, e due volte mazziata.Se oggi sono ritta in piedi, e non stesa sotto 6 piedi di terra (emotivamente almeno) lo devo molto a te.

  2. DillydollDillydoll maggio 27, 2006 a 4:07 pm #

    Lo so che non c’entra nulla, ma ho appena scoperto che, se tu puta caso volessi trasferire il tuo blog su spaces.msn, c’è un omonimo che tifa la Fiorentina e parla di Luca Toni  …Lo volevo scrivere su “Un anno da stronzi” ma è un casino che si vede 3/4 della pagina e mi fa innervosire. Ah, e anche la sgargachat c’ha dei problemi oggi: tutte le volte che tento di aprirla, mi si chiude il browser.

  3. DillydollDillydoll maggio 27, 2006 a 4:08 pm #

    No, forse non tifa la Fiorentina, ma non mi va di scoprirlo.

  4. misspalestra maggio 27, 2006 a 4:22 pm #

    Tarli ….. tarli… tarli….. è vero ognuno ha il suo….
    il mio è la paura di invecchiare, infatti adesso sto sempre in palestra…
    cmq così mi rifaccio anche gli occhi oltre che i muscoli
    poi a me piace sudare!
    Ciao un bacio da misspalestra

  5. infrarosa maggio 27, 2006 a 4:25 pm #

    eh no, gori, non mi sei piaciuto del tutto stavolta. gli assunti di fondo lo sai che li condivido ampiamente, ma ti prendo sul serio e penso che certe conclusioni tipo la morte fa parte della vita e divertitevi che avete vent’anni a volte nascono anche loro da tragedie, e sono per esse l’unica terapia possibile. anzi, forse sono proprio l’estrema mutazione dei tarli che racconti.
    quanto a godere delle disgrazie altrui, una bella parolina ce l’hanno proprio i tedeschi: schadenfreude, la gioia del danno altrui, che descrive quella sottile soffisfazione oltre a tutti i buonismi che uno prova quando viene a sapere di qualcun’altro che sta bene, vive a cuor leggero, scanzonato e disinvolto, e che un giorno la piglia finalmente in culo.

  6. Daiana maggio 27, 2006 a 4:52 pm #

    Il senso della differenza purtroppo uno ce l’ha dentro e non gli si sfugge…. credimi io c’ho provato a integrarmi nel mondo wow che bisogna sorridere alla vita e essere felici di ogni attimo che ci viene concesso in più su questa terra oh yeah … ma per quanto mi sforzi la mia percezione negativa continua a rosicare il mio cervello…. e fu così che mi ritrovai qui….  e non riesco più a smettere…. sti tarli!!

  7. il marinaio maggio 27, 2006 a 5:38 pm #

    qualche giorno fa ho scoperto cosa significa qua dentro il termine
    “metafisica”.  da questo punto di vista sono dei vostri. 
    concordo sull’odio per le frasi d’amore troppo scontate, che suonano
    come quelle delle pubblicità, concordo sul dare dell’ipocrita a chi non
    riconosce e non conosce le proprie parti buie, nel guardare con
    sospetto chi non si arrabbia mai, non fa mai niente di sbagliato, dà
    ragione a tutti (che poi sono quelli che un giorno magari scoppiano e
    ammazzano moglie, figli, nonna e cane).  quello in cui non mi vedo
    è nel coltivarle le proprie parti “basse”, già ce ne ho troppe così! io
    non è che mi auguro di diventare incarognito, so già che lo diventerò e
    cerco via via di diventarlo il meno possibile. perché quando mi sento
    incarognito non sto così tanto bene.
    poi mettici il mio fondo di moralismo, a modo suo ma c’è.  e qui
    mi sovviene il mio grande maestro clive barker, che dice in una sua
    intervista:  tutti noi abbiamo una parte alta e una parte bassa,
    sta a noi nutrire più l’una o l’altra.  e detto da lui, da questa auctoritas,
    non è una cosa banale, non è metafisica. perché lui per parte alta non
    intende proprio andare alla messa tutte le domeniche e vivere come uno
    spot..
    🙂

  8. acidshampoo maggio 27, 2006 a 5:48 pm #

    Daiana, per senso della differenza non mi riferivo minimamente all’essere disadattati, bensì a certi orrori estetici e morali diventati ambiente. I più li approvano, gli altri se ne fregano, ma questo a qualcuno fa la differenza e non ci dorme la notte. E non è che non ci dorma dal dolore esistenziale, ma dai più gretti nervi (che fa molto più male).Solenni stronzate tipo:Il sorriso è bene, la lacrima è male.Se ami qualcuno lo lasci libero.Il sesso è un semplice aspetto della vita. Odiare è da sfigati.Ci sono prostitute che lo fanno per scelta.TUTTO, ma non la violenza fisica!E l’offesa più grossa che puoi fare a qualcuno oggi è dargli del represso o del frustrato. Perchè è la cosa meno glamour che c’è, insieme alla puntualità, allo spirito di sacrificio e alla minestra de pane.
    MA QUANTO SAREMO BELLI?

  9. DEATH 13 maggio 27, 2006 a 9:33 pm #

    sei tornato a livelli altissimi non brodoliniani…
    CONDIVIDO DA MATTI……CERTE COSE K HAI SCRITTO ME LE SENTO DENTRO…….
    KE SI SA…IO SONO GIà UNO DI QUEI VEKKIACCI KE ODIANO TUTTO E TUTTI….
    GRAZIE KE NON MI LASCI SOLO….
    MARRA ^^^^
     

  10. Daiana maggio 28, 2006 a 12:06 am #

    per senso della differenza non mi riferivo minimamente all’essere disadattati,
    nemmeno io mi riferivo a quello ma lasciamo perdere mi sembra che tutto ciò che scrivo venga frainteso forse devo fare un corso di comunicazione scritta….

  11. acidshampoo maggio 28, 2006 a 3:17 am #

    > nemmeno io mi riferivo a quello ma lasciamo perdere mi sembra che tutto ciò che scrivo venga frainteso forse devo fare un corso di comunicazione scritta….Allora non ho ben capito io. Ma perchè la pigli così male? Perchè mi ti abbacchisci così?! “Forse devo fare un corso di comunicazione scritta” Che cazzo t’ho fatto Daiana?!?!

  12. acidshampoo maggio 28, 2006 a 3:19 am #

    > GRAZIE KE NON MI LASCI SOLO….Io ci vedo, iettè da vecchi, come i protagonisti di Duri A Morire. Non il film con Willis eh, ma un glorioso Nick Raider.

  13. acidshampoo maggio 28, 2006 a 3:23 am #

    Ciao Misspalestra e benvenuta da queste parti.Spero di leggerti, eh! Anche fra un addominale e un dorsale, fra un’ellittica e una bici da spinning. Io non sopporto le palestre perchè gli uomini negli spogliatoi si spogliano gnudi davanti a tutti gli altri. Anche il pisello e, peggio ancora, anche il buco del culo. E io se vedo il buco del culo di un uomo, poi non posso più rispettarlo.

  14. acidshampoo maggio 28, 2006 a 3:24 am #

    > Se oggi sono ritta in piedi, e non stesa sotto 6 piedi di terra (emotivamente almeno) lo devo molto a te.Lo so, Frank. Lo sanno tutti.

  15. infrarosa maggio 28, 2006 a 3:31 am #

    gori vieni su messenger alò
     

  16. Bracco maggio 28, 2006 a 10:34 am #

    Il termine tedesco che dice Infrarosa credo che abbia una corrispondenza in italiano. Ma ora non mi sovviene. Fatto sta che il temrine si adatta anche a me qualche volta. E’ tremendo, ma sotto sotto (e manco tanto), anche io penso quelle cose.Ma ditemi ditemi se qualcuno non l’ha mai sperimentata questa sensazione.

  17. Daiana maggio 28, 2006 a 1:18 pm #

    Che cazzo t’ho fatto Daiana?!?!
    Tu niente acid…. don’t worry…. sono io che come avevo già premesso giorni fa ce l’ho con me ….

  18. acidshampoo maggio 28, 2006 a 1:41 pm #

    > sono io che come avevo già premesso giorni fa ce l’ho con me …. E continua! E continua!CHE CAZZO T’HO FATTO, DAIANA?!?!?!

  19. lukes maggio 29, 2006 a 11:36 am #

    I tarli… sono presenti in tutti… solo che alcuni hanno meno occhio e più voglia di credere alle cose che altri dicono.. almeno penso….
    Non so se sia giusto ciò che dici o se ci sia un giusto modo di vedere le cose… credo che ci sia una sorta di equilibrio tra la merda che ingoi e il cielo che cavalchi su un pegaso… forse è questo che rende l’amore bello finchè dura e un baratro quando finisce…
    Gli alti e bassi sono un modo di stare all’equatore, in mezzo al caos di sensazione e sentimenti che un povero corpo umano costantemente interpreta per te….. e che come sempre interpreta per come uno ha vissuto in passato…
    Forse è questo che ti fa vedere merda anche quando le cose vanno da Dio, solo perchè in passato prima o dopo ha nuotato nella tua diarrea…. allora finirà così.. come un predistinato a morire per salvare il mondo…
    La ricerca di qualcosa ci spinge a valutare tutto… il mio pensiero che non riesco a seguire… è che la mente è un filtro che non ci possiamo permettere se vogliamo vivere con il cuore leggero e nessun segno di ulcera intestinale….

  20. Bracco maggio 29, 2006 a 12:23 pm #

    Anche io la vedo in modo molto simile ad Acid. Sarà, come dice Lukes, che sono convinta che tutto debba andare di nuovo come è andato in passato (anche se, in realtà, è andato tutto molto diversamente poi). E sarà anche che vedo tutto bianco o nero. E, peggio ancora, quando qualcosa va storto a qualcuno che ha sempre buttato merda  alla gente, non dico che ne sono contenta, ma mi conforto nel vedere che per tutti c’è il momento di confronto con le cose vere e dure della vita. E’ un po’ banale, ma in sintesi..per me è così.

  21. ampiamente_isterica maggio 29, 2006 a 1:01 pm #

    “…tornavo a giocar con la mente e i suoi tarli…”
    Ormai mi stanno consumando il cervello.

  22. untore maggio 29, 2006 a 8:22 pm #

    A volte un uomo e’ da solo  perche’ ha in testa strani tarli  perche’ ha paura del sesso  o per la smania di successo  per scrivere il romanzo  che ha di dentro  perche’ la vita  l’ha gia’ messo al muro  o perche’ in in mondo falso  e’ un uomo vero

  23. Fanny maggio 29, 2006 a 8:50 pm #

    Allora l’hai scritto sul serio il pezzo che si diceva al Motta! Comunqe quella sera tornando a casa c’ho rimuginato sopra ben bene… Io ce l’ho un paio, e anche di più, di persone che in passato mi hanno fatto giurare le palle vorticosamente… ora ci godrei tanto tanto tanto se schiantassero!!! Ciau

  24. GB maggio 29, 2006 a 9:34 pm #

    Gori, ora che hai scardinato la Vento dal trono, puoi dire a ragione di essere entrato nell’olimpo dei vip!
    C’è una cosa che non mi torna nel ragionamento dei tarli e dell’odio:quelli che non hanno avuto tempo per coltivare certi tarli. Quelli che non covano sentimenti di vendetta e non godono per le disgrazie di certi altri. Quelli che guardano più avanti che indietro, mentre considerano gli altri come i compagni di un tratto del loro viaggio. I soliti lobotomizzati che non hanno paura della morte perchè “fa parte della vita”. E per ogni morte c’è una nascita, anche se non è la tua. Pacificati, hippy, cuorcontenti. Roba che meglio il cancro…Come fai ha odiare gente così con un sentimento vivo, coerente, robusto, deciso, motivato? Non puoi, sarebbe inappropriato. Si meritano un odio blando, superficiale, hippy e pacificato. L’odio dei moderati della margherita per berlusconi, insomma. Non una cosa violenta ed addominaminale come l’odio dei comunisti che scendono in piazza contro berlusconi. Più una cosa leggera tipo il mezzo fastidio che hanno i deputati di sinistra contro berlusconi, che rivolto alla base elettorale si trasforma in un invito all’odio profondo e al desiderio di linciaggio, quando loro sono i primi a non crederci. Ma ci crede l’80 percento degli sgargabonzidi, e tanto basta.Marra, come finirà a Sansepolcro?

  25. DEATH 13 maggio 29, 2006 a 10:16 pm #

    “Marra, come finirà a Sansepolcro?”
    PER ORA SCRUTINATI 9 SEGGI SU 17…LEGGERO VANTAGGIO PER FRANCO POLCRI, DI “VIVA SANSEPOLCRO”..LISTA DI CENTRO DESTRA…
    MA UN VANTAGGIO CHE NON BASTA A DIVENTARE SINDACO SUBITO…
    PARE CHE SI VADA AL BALLOTTAGGIO TRA POLCRI E GRAZIOTTI (CENTRO SINISTRA)…
    PARE TAGLIATO FUORI – ANKE SE GIà SI SAPEVA – IL GIOVANE GUIDO GUERRINI, KE TANTO ODIO…DI RIFONDAZIONE…CLASSICO CAPELLI LUNGHI COLLA MAGLIETTA DAQL CHE DA QUANDO è NATO…APPENA USCITO DALLA MADRE DISSE:”HO VISTO L ASTA(LA VICTORIA)!!”
    MARRA, FIDUCIOSO PER IL CENTRO DESTRA ^^^^(KE GIà ST ANNO TRA LE POLITIKE, LA JUVE RETROCESSA PER ILLECITI ENTRO BREVE…ME MANKA ANKE IL SINDACO COMUNARDO PER FARE EN PLEIN!!)
    SODDISFATTO DELL ANALISI AGGIORNATA ALLE 21, CARO GB??

  26. Kpo!! maggio 30, 2006 a 12:32 pm #

    Stanotte ho fatto un sogno di merda, ero ad una specie di fiera dell’orrore, sembrava di essere nel luna parck di Brodolini, (tutto sui toni del rosso sporco di sugna) un tipo parecchio grosso con la testa da maiale vendeva delle mele che stavano immerse in delle botti piene di acqua, io mi fermo alla sua bancarella per prendere una mela, il maiale mi dice che me la regala se riesco a prenderla con i denti, avvicino il viso alla botte per provarci e il maiale mi spinge la testa dentro, io provo a liberarmi ma lui è un grosso, grosso maiale e non c’è storia, credo di essere  annegata…Era un pò come essere titillata sulla prugnetta da un laido nonnaccio…Anch’io c’ho i tarli.

  27. acidshampoo maggio 30, 2006 a 6:59 pm #

    > Gori, ora che hai scardinato la Vento dal trono, puoi dire a ragione di essere entrato nell’olimpo dei vip!Eh ma sai, non è merito mio. E’ il solito bug nell’entropia dell’universo. Ma soprattutto è per il fatto che lo Sgargabonzi collabora aummaumma con la Bofrost per occupare i poteri forti in Italia. Non è un caso se io do la mano col dito medio rigido. Non è un’offesa ma un segnale per pochi.  Ma non mi fare parlare oltre!

  28. acidshampoo maggio 30, 2006 a 7:09 pm #

    > “…tornavo a giocar con la mente e i suoi tarli…”Ormai mi stanno consumando il cervello. Ciao, Ampiamente Isterica! Benvenuta da queste parti. Vedo che citi Battisti, un ascolto che rimando e rimando e che voglio approfondire. Ma – intramontabile quesito – meglio quello con Mogol o con Panella? Tu che ne dici?
    Seguirò il tuo blog appena nato. Auguri per questo tuo progetto e spero di leggere tuoi commenti su queste pagine!

  29. acidshampoo maggio 30, 2006 a 7:14 pm #

    Ciao Untore!I Pooh sono l’ascolto preferito di Paolo Bitta (Camera Cafè), quindi non posso ignorarli. Ero piccolo quando Uomini Soli vinse a Sanremo, e io quell’anno a catechismo ci confezionai una canzone parodistica su Don Giuseppe, il nostro parroco. Avremmo dovuto cantarla per la festa di carnevale, ma fu bocciata dalla catechista in quanto ritenuta “iconosclasta”. Nun se pole, nun se pole!Aho, il codice da inserire per questo commento mi viene quasi personalizzato: ACDSMW.

  30. ampiamente_isterica maggio 31, 2006 a 10:25 am #

    Grazie per il benvenuto, se facevi anche un buffet però era meglio eh…!
    😉
    Non so quale sia il Battisti migliore, so solo che ora Mogol si è rinc…
    Ora, non vorrei urtare la sensibilità di nessuno, ma so che recentemente ha dichiarato che Gigi D’Alessio (sì, avete capito bene…!) è il nuovo Battisti.
    Ecco, fate un po’ voi!

  31. caramelleamare maggio 31, 2006 a 10:39 am #

    ennò eh, questo è troppo. paragonare uno come gigi d’alessio che pur non essendo il massimo non da noia a nessuno, a uno come battisti che è il peggio del peggio, fosse anche solo per i fan che si porta dietro, è un po troppo. mogol stai davvero esagerando rego…reg…regolati.

  32. BRACCO maggio 31, 2006 a 11:27 am #

    SENTI, CARAMELLE, NON CONSENTO. GIGI D’ALESSIO MI FA SCHIFO. HA UNA FACCIA DA CULO FLACCIDO.
    MI SONO RIFIUTATA DI FARE IL CD AD UN’AMICA, CHE SE L’E’ PROCURATO ALTROVE E ORA TIENE I FINESTRINI DELLA MACCHINA APERTI E IL VOLUME DELLA RADIO A PALLA QUANDO L’ASCOLTA E MI PASSA VICINO. GLI SCOPPIASSE LO STEREO.

  33. caramelleamare maggio 31, 2006 a 1:33 pm #

    Vedo che citi Battisti, un ascolto che rimando e rimando e che voglio approfondire.a me non piace, pero in effetti credo che sia parecchio adatto a te acid.io ce l’ho quasi tutti i suoi cd perche l’ ascoltava il mi fratello dieci anni fa.te li masterizzo io, quali vuoi?

  34. infrarosa maggio 31, 2006 a 3:06 pm #

    a me invece di quelli vecchi mi piace tanto rino gaetano

  35. acidshampoo maggio 31, 2006 a 3:26 pm #

    > Ora, non vorrei urtare la sensibilità di nessuno, ma so che recentemente ha dichiarato che Gigi D’Alessio (sì, avete capito bene…!) è il nuovo Battisti.
    Gigi D’Alessio stia zitto! Pane al pane, vino al vino. Il nuovo Battisti, se mai, è Gianluca Grignani. Anche perchè lui ci tiene da matti e ai tempi lo diceva ogni tre per due. E se lo contraddiciamo poi lui mi si incupisce, mi si autolesiona e mi sforna un album come La Fabbrica Di Plastica. Ma in effetti è molto più azzeccato che paragonarlo a Vasco Rossi, come spesso sento.

  36. acidshampoo maggio 31, 2006 a 3:31 pm #

    > a me non piace, pero in effetti credo che sia parecchio adatto a te acid.io ce l’ho quasi tutti i suoi cd perche l’ ascoltava il mi fratello dieci anni fa.te li masterizzo io, quali vuoi?Di album originali ho:
    Lucio BattistiEmozioniIl Mio Canto LiberoVol. 4Il Nostro Caro AngeloLucio Battisti più la raccolta Lucio Battisti.Per ora ascolto questi. Però non penso ci impazzirò. Schopenhauer disse: “O stai con la Vanoni, o stai con Battisti”. E tu sai come la penso.

  37. acidshampoo maggio 31, 2006 a 3:36 pm #

    > a me invece di quelli vecchi mi piace tanto rino gaetanoEcco, ti piace proprio la peggiommerda.L’ultima cosa che ascolterei al mondo. Peggio di Battiato, Subsonica e Negramaro messi insieme.

  38. acidshampoo maggio 31, 2006 a 3:51 pm #

    > Il termine tedesco che dice Infrarosa credo che abbia una corrispondenza in italiano. Ma ora non mi sovviene. Fatto sta che il temrine si adatta anche a me qualche volta. E’ tremendo, ma sotto sotto (e manco tanto), anche io penso quelle cose.Non è troppo tremendo. Non è che togliamo il sonno a qualcuno se lo odiamo sottopelle e gli costruiamo addosso fantasie di morte. Se mai non ci dormiamo noi.Comunque non è il senso di quello che volevo dire io nel post. La mia era più una presa di posizione “estetica” contro i pacificati, gli hippy e i cuorcontenti. E contro quel cinismo incredibile nascosto in mille atteggiamenti new-age. Meglio i vecchi incarogniti.

  39. GB maggio 31, 2006 a 3:54 pm #

    Gori, te lo dissi già. Questo tuo odio per rino gaetano proprio non lo capisco. Te ce lo vedo bene intorno. Anzi, ti dico, non è che non ti piace rino gaetano, tu odi quelli che amano “gianna”. E’ diverso, e lì fai bene.

  40. acidshampoo maggio 31, 2006 a 4:21 pm #

    Gb, ti giuro che se fosse semplicemente così non si porrebbe il problema. Detesto il pubblico di diversi artisti, ma poi magari amo la loro musica. Uno su tutti è Vinicio Capossela, che ha il peggior pubblico al mondo.Di Rino Gaetano proprio non mi piace quel suo modo di cantare, quando bercia, quel modo buttato là, spesso tirato via o finto tirato-via. Quei testi che non mi dicono niente di niente. E quando dovrebbero far sorridere o commuovere a me non smuovono mai nessuna corda, se non quella del fastidio. E poi quelle canzoni sbilenche… no, davvero non è roba per me. E sì che ero convinto mi piacesse da matti. Anni fa comprai a prezzo pieno la raccolta Aida, dal Vieri, me l’ascoltai bene e arrivo a dirti che mi disgustò. Lo riportai dal Vieri senza cellophane, sperando che me lo ripigliasse indietro. E per fortuna me l’arprese.

  41. DEATH 13 maggio 31, 2006 a 5:32 pm #

    RISPONDO ALL ARGOMENTO “KI è IL NUOVO BATTISTI?”….
    POSTO KE PER ME NON CI SARà MAI UN “NUOVO BATTISTI”…
    PROPONGO SAMUELE BERSANI….(magari non tutto quel k ha fatto e fa, ma abbastanza)ALCUNI SUOI TESTI HANNO MOLTE CHIAVI DI LETTURA, A VOLTE ANKE NESSUNA…MODELLO “BIONDE TRECCE OKKI AZZURRI E POI…”QUINDI SOLO POESIA(MISTA A SPENSIERATEZZA E-O NOSTALGIA)…KE è POI QUEL KE è BATTISTI PER ME…
    Mò DITEME VOI…
    MARRA ^^^^

  42. caramelleamare giugno 1, 2006 a 9:00 am #

    Però non penso ci impazzirò. Schopenhauer disse: “O stai con la Vanoni, o stai con Battisti”. E tu sai come la penso.
    ah, allora stai dicendo che stai dalla parte della vanoni, quindi stai dicendo che battisti è il nemico, quindi stai dicendo che non è vero che lo devi ascoltare ancora ma che lo conosci bene e ti fa schifo, mentre la vanoni che è al suo opposto ti piace molto.è che da come avevi scritto la prima volta sembrava diverso…. 

  43. lozissou giugno 1, 2006 a 11:07 am #

    Cincinelli, da quando sei tornato sto blog è peggiorato mica di poco. M’ero abituato giocoforza a non leggerti, e stavo meglio.Torna a cercare lavoro, ti imploro.

  44. fatuwski giugno 1, 2006 a 2:43 pm #

    Mi pare quantomeno giusto che con la coincidenza di questo Post Lo Sgargabonzi si riprenda il posto in classifica che gli spetta.Ad Acid non importa più di tanto.Secondo me invece è proprio giusto, anche perché lo scherzo è bello quando non fa cagare.Sono d’accordo col Marra (si, sono d’accordo col Marra, e allora !?) a proposito di Samuele Bersani. Non so se possa fregiarsi dell’appellativo di new Battisti ma credo che possa, se non altro, fregarsi le mani vista la concorrenza o fregarsi (speriamo) le chitarre di concorrenti quali Eros ramazzotti (quel trojame).

  45. acidshampoo giugno 1, 2006 a 4:17 pm #

    > Cincinelli, da quando sei tornato sto blog è peggiorato mica di poco. Non so se hai ragione o no… fammici pensare un attimo… quattro per due… e porto cinque… radice quadrata… Pensato! Risultato: se il Cincinelli smette di scrivere io chiudo il blog.

  46. lozissou giugno 1, 2006 a 4:18 pm #

    >Risultato: se il Cincinelli smette di scrivere io chiudo il blog.
    Ovviamente concordo!

  47. Makegatsu Robot giugno 1, 2006 a 7:02 pm #

    Il nuovo di Bersani quando esce? Quarkeduno lo sa? Me so sentito L’oroscopo speciale e Caramella Smog fino alla nausea. Mentre Battisti me la fa venire alla prima strofa: Le bionde trecce… e splash!

  48. acidshampoo giugno 2, 2006 a 6:45 am #

    > Mi pare quantomeno giusto che con la coincidenza di questo Post Lo Sgargabonzi si riprenda il posto in classifica che gli spetta.Ad Acid non importa più di tanto.Secondo me invece è proprio giusto, anche perché lo scherzo è bello quando non fa cagare.Grazie Fatuwski, veramente troppo buono. Però ce lo sai che a me la competizione non interessa, anzi non è proprio nelle mie corde. Di solito abbandono la partita prima, se sono costretto a giocare invece cerco di perdere e mi riesce benissimo. Solo ai giochi da tavolo gioco per vincere. Ma quando con Caramelleamare si mette male, abbandono anche lì. Che è troppo difficile vincere a Monopoli senza Parco Della Vittoria o Viale Dei Giardini, o a Hotel senza avere il President o il Royal. E poi lui a Scarabeo non si sopporta: si impegna! Sta lì, calcola, ragiona. Eccheccazzo, io voglio divertirmi! Io voglio creare le parole lunghe e basta! Ma lui no, lui deve rompere i coglioni per forza!Ops, sto divagando.Grazie ancora Fatuwski!

  49. caramelleamare giugno 2, 2006 a 3:08 pm #

    Però ce lo sai che……
    gori, mi sa che t’è scappato un “ce” di troppo, basterebbe dire “lo sai che”. Tra l’altro non è la prima volta che te lo vedo scrivere. Per caso c’hai dei nonni di roma o dintorni? se non sbaglio con la nostra parlata quel “ce” non c’entra proprio niente, anzi direi che è tipicamente romanesco. quindi perche lo usi?

  50. Makegatsu Robot giugno 2, 2006 a 3:23 pm #

    Ke ve sto a contagià a tutti mò? Ahò, io adotto er romanesco solo x intimidire lozissou ke CE lo so ke a lui gli da fastidio! Eh eh eh

  51. acidshampoo giugno 2, 2006 a 3:53 pm #

    > gori, mi sa che t’è scappato un “ce” di troppo, basterebbe dire “lo sai che”. Tra l’altro non è la prima volta che te lo vedo scrivere. Per caso c’hai dei nonni di roma o dintorni? se non sbaglio con la nostra parlata quel “ce” non c’entra proprio niente, anzi direi che è tipicamente romanesco. quindi perche lo usi?Occhio Cincinelli che non sono la Infrarosa.E un consiglio per tutte le stagioni, tre parole ma buone: con me attento.

  52. Estragon giugno 3, 2006 a 11:06 am #

    Il nuovo di Bersani quando esce? Quarkeduno lo sa?
    Il nuovo gioiello di Bersani è già in vendita da due settimane e si intitola “L’aldiquà”. Vai sul sicuro, Bersani è una garanzia e un ottimo investimento !
    Visto che sei un estimatore , ti allego le date degli incontri alla Feltrinelli in cui Bersani presenterà il nuovo cd:
    Martedì 6 giugno ore 18:30  Milano (Piazza Piemonte)
    Mercoledì 7 giugno ore 18 Bologna (via Ugo Bassi)
    Venerdì 9 giugno ore 18 Roma (Galleria Alberto Sordi)
    Sabato 10 giugno ore 18 Firenze ( via de Cerretani)
    Lunedì 12 giugno ore 18 Napoli (Piazza dei Martiri)
    Martedì 13 giugno ore 19 Bari ( via Melo)

  53. frank giugno 3, 2006 a 11:21 am #

    Bersani ha il potere di mandarmi in tilt. Non ho ancora deciso se è
    colpevolmente radical chic o poeta del quotidiano, maghetto della
    melodia o il fratello grande di cristicchi, bello fuori o bello dentro,
    yin o yang.
    Ma lo ‘Spettatore Non Votante’ mi piaciucchia.

  54. Makegatsu Robot giugno 3, 2006 a 2:37 pm #

    Grazie Estragon, io andavo a cercarlo sempre al SingSing dimenticando ke ultimamente sono un pò arretrati… anke xkè gli stan pignorando tutto a Siena! Ke palle! Addirittura deninciati dalla Virgin e Madonna in persona, mah! Se stasera passo dalla Norina Vieri glieli do i soldi necessari per accaparrarmi sta perla! Ke di sicuro lo so già ke è!
    Per le date degli incontri mi spiace ma nn son fatto per queste cose. L’ultima volta ke dovevo andare ad una presentazione poi m’è venuta la sciolta e lozissou ancora nn m’ha perdonato. La voleva lui! 

  55. Makegatsu Robot giugno 3, 2006 a 2:46 pm #

    Anke a me Frank lo spettatore nn ha preso più di tanto, ma uscire sotto le politiche con quel singolo è stata gran mossa! Poi son d’accordo con te nel definirlo poeta del quotidiano, ma quello ke apprezzo è soprattutto ke di melodico a volte nn ha niente, si getta in arabeschi musicali, riff incerti e testi astrusi ke solo dopo decine di ascolti afferri e ami. E a me piaccono proprio quelli ke ogni volta ke li riprendi scopri qualità nuove.
    Perla una il disco nuovo lo già so ke è!

  56. Estragon giugno 3, 2006 a 4:56 pm #

    “Lo scrutatore non votante” ha un testo che dipinge una condizione comune a molti, l’incapacità di mettere in pratica alcuni atteggiamenti o azioni a causa di nostri “incagli” mentali. Devo ammettere, inoltre, che il testo mette di sicuro in ombra una melodia estremamente semplice. Anzi, se dovessi fare una graduatoria dei brani del “L’aldiquà”, questo primo singolo occuperebbe una delle ultime posizioni.
     Quanto a definizioni su Bersani, essendo abbastanza versatile gliene vedo bene molte, ma  non comprendo quella di “radical chic”. Personalmente mi piace pensarlo un cantautore “surrealista”. 
    Buon ascolto Makegatsu.
     

  57. Makegatsu Robot giugno 3, 2006 a 6:35 pm #

    E ora senti questa Estragon… mi collego al sito del Bersa col Mac (ke tanto già sapevo ke lui usa iTunes) e mi ritrovo subito scaricabili tutti i brani dal Music Store a soli 9,99 euro… mi son torturato fin ora: Ke fare? Comprare il CD dalla Norina a 20 e passa euro e poi copiarlo sull’iPod o viceversa scaricarlo, averlo già pronto x riversare o masterizzare però senza avere fisicamente il blocket interno? Tu ke l’hai visto ke mi consiglieresti? Già la copertina è qualcosa di fenomenale mi pare.
    Questa è una questione ke propongo a tutti. Un giorno la musica si comprerà solo così o ci saranno sempre i supporti fisici? Io finora ho sempre preferito collezionare i CD ma ormai ascolto solo mp3 quindi mi sta diventando inutile ed esoso.
    Caramelle, te regali musica a random o posso kiederti cose a mia scelta?

  58. Estragon giugno 4, 2006 a 10:57 pm #

    Caro Makegatsu spero di essere ancora in tempo a darti il mio modesto parere.
    La scelta dipende da quanto tu sia un accanito fan del Bersa e da quanto  ti senta legato all’oggetto-disco. Per quanto riguarda il libretto, è molto bello, pieno di colori e con immagini alquanto astruse. Inoltre , al termine delle dieci tracce, dopo circa 60 sec. parte una bonus track particolare, ovvero un racconto tra Samuele e un vecchio romagnolo in cui si evince una possibile causa di come sia finito a fare il cantante (sul suo sito puoi trovare la traduzione perchè il racconto è tutto in dialetto), chicca che non so se potrai avere scaricando da iTunes…
    Forse questo mercoledì pomeriggio vado a Bologna a sentire la presentazione del cd e se ti va ti faccio sapere qualcosa.
    Ciao!  

  59. Makegatsu Robot giugno 5, 2006 a 2:46 am #

    Sai ke ti dico Estragon, me lo compro! Pensa ke quest’anno ho acquistato solo il CD-DVD deluxe ediction dei Depeche Mode, poi solo copie e download. Forse comprerò anke gli Arcane Fire, ke nn perdo occasione per consigliare a tutti, ma cmq Samuele sarà stato uno dei poki. Se riesci a strappare un CD autografato te lo compro al doppio ok? Vai ke è un affare! 😉

  60. acidshampoo giugno 5, 2006 a 8:29 am #

    Estragon, m’hai fatto tornare la voglia di rispolverare gli album che ho di Bersani: Freak e L’Oroscopo Speciale. Del secondo mi colpì un dettaglio, che però è significativo sull’eccentricità del Bersani. E’ la prima volta che vedevo un album con una canzone presentata a Sanremo (in questo caso Replay), in cui quella canzone era collocata in chiusura. Di solito è quasi sempre nelle prime posizioni (spesso forzatamente, per l’effetto traino), qualche volta in mezzo, ma mai in chiusura.

  61. Makegatsu Robot giugno 5, 2006 a 1:19 pm #

    Acid, caramella smog fa per te ancor di più, specie l’ultima track anke lì. Ma nn ti fermare al primo ascolto, dopo un paio di giorni riprendilo. Nn fare come lozisoou ke ascolta e cataloga in quattroequattrotto perdendosi tutti quei dischi ke nn sa se gli piaceranno mai, bocciati subito xkè nn erano skifosamente melodici come piacevano a lui. Caramelleamare, x te direi ke sto disco è quasi obbligatorio.

  62. hiss giugno 5, 2006 a 9:32 pm #

    Hai colto nel segno anche questa volta, Ale.
    Oggi sono più “tarlata” del solito, e tu sai bene a cosa mi riferisco.

  63. acidshampoo giugno 6, 2006 a 8:21 am #

    Hiss, meglio i tarli che gli acari, dammi retta. Da niente sono mai stato disgustato, come da quella pubblicità dello spray anti-acaro, in cui dicevano che l’acaro “si nutre di forfora umana”. Inquietantissimo!

  64. acidshampoo giugno 6, 2006 a 8:26 am #

    > Acid, caramella smog fa per te ancor di più, specie l’ultima track anke lì. Ok, messo in groppa al Mulo. Ausculterò e tardirrò.> Ma nn ti fermare al primo ascolto, dopo un paio di giorni riprendilo. Nn fare come lozisoou ke ascolta e cataloga in quattroequattrotto perdendosi tutti quei dischi ke nn sa se gli piaceranno mai, bocciati subito xkè nn erano skifosamente melodici come piacevano a lui. Io lo odio. Io lo odio. Che voglia di sconocchiarlo come dico io.> Caramelleamare, x te direi ke sto disco è quasi obbligatorio.Ora ascolta pure Daniele Silvestri, dopo anni che glielo promuovo. Direi che il passo verso Bersani ci sta tutto.

  65. Estragon giugno 6, 2006 a 7:54 pm #

    Che dirti Makegatsu, a pelle mi stai simpatico e io il favore te lo farai anche ma non ho garanzie di non finire ad essere “truffata”… 🙂
    Oh, tutt’al più ti faccio sapere come va domani la presentazione del nuovo cd !
    Quanto al fatto che”Replay”sia in fondo al disco sembra una mossa per distogliere l’attenzione da un brano che aveva già avuto un’ampia “udibilità” presso il Festival e magari anche perchè in quell’album tutte le tracce, a dire la verità, (cosa che capita raramente ), si trovano tutte allo stesso piano di artisticità , tutte ti rimangono dentro perchè in ognuna scoprire qualcosa … forse l’ordine potrebbe anche essere stato casuale!
    Se avete qualche domanda che vorreste porre al Bersani, ditemi e se possibile cercherò di farmi portavoce delle vostre curiosità!
     
     

  66. Makegatsu Robot giugno 6, 2006 a 10:11 pm #

    Caro Estragon, dal tuo ultimo commento percepisco diverse cosette. Vado ad elencarle sperando ke tu, sottoscrivendole, mi lascerai delineare meglio il tuo profilo:
    1) Sei il portavoce di Bersani
    2) Ti sono simpatico ma nn t’ispiro fiducia
    3) Sei una persona femminile e nn sono riuscito a capirlo prima
    4) Pensavo fosse amore invece era un calesse

  67. Estragon giugno 7, 2006 a 1:07 pm #

    1)Sei il portavoce di Bersani
    Acquissima! Non sono neanche iscritta al suo fan club perchè ste cose sono più per sbarbatelle.Sono una semplice ma autentica estimatrice .
    2) Ti sono simpatico ma nn t’ispiro fiducia
    Beh, allora mi sono fatta capire….anche perchè non ti conosco abbastanza e per di più, non abitando in Toscana, avrei difficoltà a venirti a pignorare la casa qualora tu non saldassi il tuo debito 🙂
    3) Sei una persona femminile e nn sono riuscito a capirlo prima
    Tadadadà! Ebbene sì, sono una donna! Mi par di capire che se fosse stato evidente mi avresti riservato un comportamento differente?
    4) Pensavo fosse amore invece era un calesse
    Dunque sulla base della tua affermazione  precedente n.3 ………? Ad ogni modo, ci tengo a precisare io non ho nulla in contrario!

  68. Estragon giugno 7, 2006 a 1:34 pm #

    Ulteriori precisazioni.
    Come faccio a sapere se non hai ancora scaricato da iTunes il cd? E poi, se tra la folla di ragazzine in visibilio non riuscissi a farmi autografare il cd per te? Ed infine , se ci riuscissi, la dedica la faccio fare per il tuo nome d’arte o di battesimo?
    Se vuoi replicarmi, fallo entro le 15:30 perchè dopo parto per la Feltrinelli.
     

  69. Makegatsu Robot giugno 7, 2006 a 2:29 pm #

    Nn ho scaricato niente xkè in fondo credo ke tu sia una brava persona e mi farai sto piacere. Poi ti vedo abbastanza in gamba x strappargli sta famosa dedica in barba alle sbarbine!
    Il mio nome è Glauco (sembra uno skerzo ma nn lo è, kiedi a miei genitori) e come promesso ti faccio un bonifico subbito subbito, o mi vendo in natura… il problema di quest’ultima affermazione però è ke… sono un fottutissimo gay, sono misogino, ho il culo in fiamme insomma!
    Vedi cara, è questo il motivo per cui nn faro il cascamorto o ti farò mai un baciamano adesso ke so ke 6 una donna.
    Buona presentazione, stella! Se nn ci riesci almeno dai un bacio a quel bel figliuolo da parte mia, smackete!

  70. Makegatsu Robot giugno 7, 2006 a 2:38 pm #

    Ah, dimenticavo. Benvenuta nel blog, cara Estragon. ke Acid nn te l’aveva ancora detto mi pare.
    Mi delucideresti sul tuo nick? Mi sembra sia il nome di una pianta nevvero?

  71. Nicola giugno 7, 2006 a 4:07 pm #

    Se non mi ricordo male (e non mi ricordo male!) Estragon era, insieme a Vladimir,  un personaggio di “Waiting for Godot” anche se non mi ricordo come si scrive.

  72. Mr.Costa giugno 7, 2006 a 4:37 pm #

    >> Se non mi ricordo male (e non mi ricordo male!) Estragon era, insieme a Vladimir,  un personaggio di “Waiting for Godot”
    Risposta esatta Palazzi.

  73. acidshampoo giugno 7, 2006 a 4:43 pm #

    Aspettando Godot non l’ho visto a teatro ma ho letto il copione. Così come il Giulio Cesare di Shakespeare o Ricorda Con Rabbia di Osborne.Sono fra le poche cose che ho letto che abbiano la forma di un libro.

  74. Nicola giugno 7, 2006 a 5:02 pm #

    > Aspettando Godot non l’ho visto a teatro ma ho letto il copione
    l’ho letto pure io e mi ricordo che mi prestaste te il libro 10 anni fa (anzi 9); magari ancora l’ho a casa mia! Era bianco in versione economica,  Oscar Mondadori o Einaudi, non ricordo. Che memoria!

  75. acidshampoo giugno 7, 2006 a 6:07 pm #

    Esatto. LO RIVOGLIO, CAZZO!

  76. acidshampoo giugno 7, 2006 a 7:13 pm #

    C’hai ragione Makegatsu, fra una cosa e l’altra mi sono dimenticato.Quindi lo ufficializzo ora: benvenuta nel blog, cara Estragon!Ah, tra l’altro mi è venuto in mente che in Doppia Dose degli Skiantos c’è un bellissimo pezzo cantanto da Samuele Bersani, dal titolo Non Sono Un Duro. QUI il testo.

  77. infrarosa giugno 7, 2006 a 10:05 pm #

    Occhio Cincinelli che non sono la Infrarosa
    l’infrarosa si è trattenuta un paio di volte dal farti la stessa osservazione
    Estragon è anche un posto di Bologna dove anni fa c’era musica al verso, ora non sono più aggiornata però
    qualcuno sa usare il programma Endnote? se sì che versioni avete?

  78. Estragon giugno 7, 2006 a 10:22 pm #

    Wow, manco Uto Ughi sarebbe stato capace di una sviolinata del genere, Makegatsu!Beh, modestamente sono una gran bella persona e probabilmente potrei vincere il primo premio per la generosità disinteressata e gratuita….ho il cd di Bersani con autografo( ma ahimè senza dedica personale , sperando che sia lo stesso..)per te. A sto punto in qualche modo dobbiamo metterci d’accordo per il saldo così come da contratto. E chissà chissà potrebbero esserci altre piccole richieste…per il momento tanto per incominciare sono d’obbligo gli auguri per le feste comandate…dato che sono diventata una tua parente acquisita!E ti dirò può essere una fortuna perchè so dar prova di slanci di estremo altruismo, ma al tempo stesso anche una gran rovina, perchè se non si rispettano i patti potrei iniziare a pensare di girare “kill Glauco”. Oh, se la cosa è troppo impegnativa e non te la senti, trovo sempre qualcun’ altro che me lo compra sto cd…ecchessarammai!
    Mi delucideresti sul tuo nick? 
    Sono vere tutte ambedue le vostre spiegazioni , ma a dire il vero la scelta del nick ha una motivazione molto più banale, ossia è il nome di un gran bel locale di Bologna.
    benvenuta nel blog, cara Estragon!
    Grazie  Acid della tua accoglienza e per avermi indicato questa chicca su Bersani, sono curiosa anche di ascoltarla! Per sdebitarmi oggi ho chiesto a Samuele di risolvere una curiosità che qualche gg.fa avevi sollevato, ovvero sulla base di quale criterio ordina le tracce nei cd, riferendomi in part. al caso di “Replay”. La risposta è stata un poco deludente:altro che eccentricità, solo questione di strategia di marketing fissata dai discograrfici.
     

  79. aristide1981 giugno 7, 2006 a 10:26 pm #

    Caro Gori,
    come sta? ho il computer rotto e non posso visitare il blog.
    vecchietto del Tabbe: “Com’è Gori…co ste donne?…”
    Gori:”…è…un s’è batte un chiodo…”
    Vecchietto del Tabbe: “ma a chi la dai a bere…trombatore!”
    oh che senso ha?se uno un tromba un tromba.se uno sta male può avere 20 30 40 anni, un cambia un cacchio….
    salve Gori….a presto

  80. Estragon giugno 7, 2006 a 10:27 pm #

    Guarda un po , solo ora mi accorgo che Infrarosa mi ha battuto sul tempo nello svelare l’origine del mio nick. A sto punto, visto ke non posso non avere stima per una persona che parla bene di questo locale….Makegatsu, se non ti fai sentire potrei aver trovato qualcun altro, se interessato, degno di …ci siam capiti!

  81. Makegatsu Robot giugno 7, 2006 a 11:15 pm #

    No no no! Ferma x carità diddio! Pago il dobbio come detto ma ferma! Lo voglio IO, tutto mmmmIO! Grazie Estra, 6 magnificent! Ke cimelio, ke cimelio! Fammi sapere come vuoi essere appagata ed io lo farò! Oppure posso ricambiare con un CD autografato da quel pezzaente di Pau dei Negrita, un giorno si e uno no lo incontro da qualke parte, sempre se t’interessa.
    Cmq avevo già fatto indagini sul tuo nome, oltre alla pianta, il locale e l’opera di Beckett ho scoperto ke è Estragon da oggi è anke il nome del mio genio della lampada… ora mi rimangono altri 2 desideri… eh eh eh

  82. infrarosa giugno 7, 2006 a 11:28 pm #

    …lo sai che, estragon? Guasi Guasi per fare rabbia a make mi proporrei io, che pure ho avuto un periodo bersani nel mio passato bolognese, ma lascio stare e cedo il passo!scherzi a parte, bersani una volta l’ho visto anch’io proprio in via indipendenza sotto i portici davanti al fioraio (quello con le piante strane a parrucca punk rosa zampillante) e gli ho fatto un sorrisone e anche lui a me ed ero trooppo fiera, manco mi fosse resuscitato il gatto, poverina, già allora mi bastava poco, era il lontano 1997 credo, ancora andavo al giro SOLO con le scarpe da ginnastica.

  83. Estragon giugno 7, 2006 a 11:34 pm #

    Estragon da oggi è anke il nome del mio genio della lampada… ora mi rimangono altri 2 desideri… eh eh eh
    Abbelloo, nun me freghi!Da una ricerca su google Estragon non ha anche quel significato. Ti piacerebbe, ma il coltello dalla parte del manico ce l’ho io.
    Ah poi domani, con più calma ci mettiamo d’accordo per effettuare quanto accordato. Ti anticipo, che ho anche pensato di spedirti insieme al cd un bel collarino con una medaglietta e sopra inciso: MAKEGATSU!!! 

  84. Estragon giugno 7, 2006 a 11:48 pm #

    Infrarosa, non spegnere del tutto la speranza perchè non si sa mai come vada a finire l’affare con Make ( da leggere con in sottofondo la musica del “Padrino”).
    Anche oggi Bersani aveva un look molto meno che casual, adattissimo a girare tra gli sfattoni della Montagnola di Bologna.  E pensa te, che una fighetta, che solo oggi aveva appena comprato il  suo cd, si è permessa di dire “poteva anche vestirsi meglio!”Non ho parole, basita!
    Grandissimo quel negozio di piante! Mi ha sempre affascinato: piante inconsuete, mega-pennacchi fosforescenti, fontane (già new age dieci anni fa quando era disciplina per pochi adepti) dalle quali uscivano fumi che invadevano quel tratto di portico.
    Scusami l’invadenza, Infrarosa, (da pochi gg. scrivo sullo Sgargabonzi )ma te  sei  “made in Bo”? 

  85. Makegatsu Robot giugno 7, 2006 a 11:49 pm #

    >perchè se non si rispettano i patti potrei iniziare a pensare di girare “kill Glauco”<
    suona bene, ma attenzione a far simili accostamenti qui dentro, potresti essere tacciata di eresia!
    >La risposta è stata un poco deludente:altro che eccentricità, solo questione di strategia di marketing fissata dai discograrfici<
    in ogni modo molto onesto da parte sua ammetterlo, noo!? Cmq il Bersa sembra essere molto simpatico ai discografici, ma forse xkè ha un angelo biondo ke veglia su di lui. Un dubbio ke me rosica da quando l’ho conosciuto nel ’92 grazie all’album semi-live di Lucio Dalla “Amen”, dove compare con “Il Mostro” nel lato B. Sicuramente lui era con Dalla come apriserata, ma lo presentò calorosamente al suo pubblico come un figlio e poi pubblicò il pezzo nel disco… Quando s’è mai vista una cosa del genere per altri giovani cantautori? Forse è veramente suo figlio, forse lo stima, forse lo paga, ma ke trampolino maremma!
    >se non ti fai sentire potrei aver trovato qualcun altro, se interessato, degno di …ci siam capiti!<
    …mica tanto 
    >Grazie  Acid della tua accoglienza e per avermi indicato questa chicca su Bersani<
    Un altro pezzo esterno alla sua discografia è “Siamo Gatti” ke fa parte della colonna sonora de “La gabbianella e il gatto” di Enzo D’Alò tratto dal romanzo di Sepulveda Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare. Magari già sapevi, ma ero geloso di Acid!

  86. Makegatsu Robot giugno 8, 2006 a 12:05 am #

    >Ti anticipo, che ho anche pensato di spedirti insieme al cd un bel collarino con una medaglietta e sopra inciso: MAKEGATSU!!! <
    Aha! Dunque lavori al canile. Ho già diversi indizi allora!
    >non si sa mai come vada a finire l’affare con Make<
    (da leggere con sottofondo la musica di Bersani, una track a caso dall’ultimo CD) come deve finire? …certo ke bene!
    >bersani una volta l’ho visto anch’io<
    Io ho visto Micheal Caine a Londra, però lui nn ha visto me, infatti mi pestò un piede sto biskero!
    Oh, cmq ankio so stato a Bologna una marea di volte e c’ho anke soggiornato. Una volta al centro AUC vicino al Dall’Ara, un’altra volta ho dormito nientepopodimenoke all’ENEA e poi ho passeggiato amorevolmente anke nei giardini davanti a Piazza Costituzione, come si kiamavano…? Boh! Ah! Poi ho letto “Jack Frusciante è uscito dal gruppo”, ti basta?

  87. acidshampoo giugno 8, 2006 a 6:08 am #

    > suona bene, ma attenzione a far simili accostamenti qui dentro, potresti essere tacciata di eresia!Ok, l’importante è che Estragon impersoni la Black Mamba di Kill Bill Vol.1, perchè quella del Vol. 2 non la reggo in tre momenti fondamentali:
    – quando ascolta la storia di Bill davanti al falò, e tira fuori quella faccia da cazzo.- quando sorride complice al pittoresco Esteban Vihaio, anche dopo aver visto quella poveraccia sfregiata da lui.- quando nel finale frigna & rida nel cesso, abbracciando il pelouche, e ringrazia la Chiesa Cattolica & Apostolica.

  88. acidshampoo giugno 8, 2006 a 6:42 am #

    > l’infrarosa si è trattenuta un paio di volte dal farti la stessa osservazioneInfrarosa, ti conviene veramente metterti contro di me?Riflettici.

  89. Estragon giugno 8, 2006 a 1:54 pm #

    attenzione a far simili accostamenti qui dentro, potresti essere tacciata di eresia!
    Non l’ho capita…mi dovresti illuminare al riguarda.
    Ok, l’importante è che Estragon impersoni la Black Mamba di Kill Bill Vol.1
    Ho già portato dall’ arrotino la spada di Hattori Hanzo.
    ha un angelo biondo ke veglia su di lui
    E ti dirò di più!Ieri pomeriggio quell’angelo ha fatto una apparizione sulla via della Ricordi e  a noi fedeli ha intimato di comprare il cd di Samuele. Quando si dice avere conoscenze influenti che danno una piccola spintarella ( anche se , a onor del vero bisogna dare a Bersani quel che è di Bersani)! E non solo, ieri è stato introdotta la presentazione-discussione da Michele Serra, noto giornalista della Repubblica e autore di “Che tempo che fa” di Fazio. Mica cotiche!
    >se non ti fai sentire potrei aver trovato qualcun altro, se interessato, degno di …ci siam capiti!<
    …mica tanto 
    Credo fosse una ovvietà lapalissina. Intendevo che non sarebbe difficile rivendere il cd a qualcuno. Ora che ci penso potrei offrirlo su e-bay! Ho un animo speculativo!
    Magari già sapevi, ma ero geloso di Acid!
    Uhm, in effetti…con chi credi di parlare! E te lo sai che ha scritto “In percentuale” per Mina, “Isola” per Ornella Vanoni, “Canzone ” per il suo  statuario e biondo mecenate?
    Dunque lavori al canile. Ho già diversi indizi allora!
    Non proprio, però faccio la dogsitter. Amo gli animali ( tranne zanzare, millepiedi, ragni, serpenti e il cane di mio fratello che la scorsa settimana mi ha sbranato un gatto :-((  ) e  sono una di quelle tipe che fa la cretina quando vede un cucciolo.
    Io ho visto Micheal Caine a Londra, però lui nn ha visto me, infatti mi pestò un piede sto biskero!
    Hihihihihihihiiiiii!
    Boh! Ah! Poi ho letto “Jack Frusciante è uscito dal gruppo”, ti basta?
    Ma daaaai! Se non sei stato ai mercatini della Montagnola tra i punkabestia e gli immigrati,  o in via Zamboni, la zona universitaria,non ci sei stato, è come dire che  non sei italiano se destesti la pizza!
    Oh, comunque ti stai sempre più convertendo in uno zerbino in cui  pulirmi dopo aver pestato una …! Dai un minimo di dignità!Fuori gli attributi! 
    E poi, non ti è passato per l’anticamera del cervello che potrei spedirti un cd con un autografo fasullo?  Manco mi conosci, non hai nessuna garanzia sulla mia correttezza!Fidarsi è bene, non fidarsi è meglio!

  90. Makegatsu Robot giugno 8, 2006 a 3:05 pm #

    Hai visto ke solo nominando Tarantino qui scoppia il putiferio?
    Io sono iscritto alla LAV, adoro i gatti come gli antichi egizi, odio i ragni come le femminucce e nella vita precedente ero un koala.
    In zona universitaria ci son stato parekkie volte invece, poi ho un’amica bolognese con un nome originale, se la conosci salutamela. Cmq è giunto il momento di darti il mio indirizzo così ke tu possa spedirmi il CD, fammi sapere ke metodo di pagamento preferisci. Se frequenti eBay avrai un conto PayPal o una PostePay da poter ricaricare spero… Sull’autografo nn nutro il benkè minimo dubbio ke sia originale, in rete ne già ho trovati alcuni con i quali fare il paragone, se l’hai fatto tu basta sia simile. Però ke delusione sarebbe, dopotutto nn è mica come kiedere un autografo all’asssassino no!? Nn credo sarebbe così difficile, ricordo ke una volta Fabio De Luigi a momenti me lo fa senza nemmeno kiederglielo, poraccio. >se non ti fai sentire potrei aver trovato qualcun altro, se interessato, degno di …ci siam capiti!<
    giuro ke nn capisco dove vuoi andare a parare…
    >Fuori gli attributi!<
    Ah! Ora ho capito tutto!

  91. Estragon giugno 8, 2006 a 7:21 pm #

    Make se stasera puoi sulle 21.30 ci si becca sulla Sgargachat per definire l’invio del cd. Ok?

  92. Makegatsu Robot giugno 8, 2006 a 9:14 pm #

    Un posso escocciao! Ci si becca un’altra volta. Cmq se vuoi un CD autografato da Pau dei Negrita m’han detto ke me lo fanno, con dedica pure. Fammi sapere, magari anke un CD dei Baustelle con scritto sopra “Sol Bianconi, ciao, ke so timido” Acid te lo procura facile.

  93. Nicola giugno 8, 2006 a 9:57 pm #

    > sono una di quelle tipe che fa la cretina quando vede un cucciolo.
    proprio come me uguale uguale

  94. Estragon giugno 8, 2006 a 10:52 pm #

    Grazie dell’offerta ! ma dei Negrita mi garbava solo la colonna sonora del film di Aldo & co., invece dei Baustelle non ho mai sentito nulla…
    Domani sono incasinata io e devo andare a vedere fisso il moto cross, che non posso perdere per nulla al mondo.A sto punto ,intanto ti delucido la cosa da perfetta ragioniera.se per te è ok io ti spedirei il cd per contrassegno. Il cd l’ho pagato 15.99 ( fa prova lo scontrino che ti allegherò), che andrebbe moltiplicato per due ( come da te proposto, fa fede il tuo postl diunedì, 05 giugno 06 02:46 , “Se riesci a strappare un CD autografato te lo compro al doppio ok? Vai ke è un affare! ;-)”), a cui vanno aggiunte le spese di spedizione.
    Se approvi il preventivo, basta che dai il tuo indirizzo a Acid, che fa da garante visto che voi vi conoscete e io conosco lui, et les jeux son faits,rien ne va plus!
    Ti  avviso in anticipo scrivendoti qui sullo Sgargabonzi quando te lo spedisco. 
    P.s. Fuori gli attributi!<
    Ah! Ora ho capito tutto
    Nonnono! non sono in astinenza!Già sazia! E comunque io parlavo a livello metaforico, e pure su questo piano ho già il mio bel caratteraccio!
    E se non ricordo male, tue testimoni parole”sono un fottutissimo gay, sono misogino, ho il culo in fiamme insomma!”. Rispetto al max ogni scelta sessuale.
    P.s.Ah, mi faresti cosa gradita se al meno mi facessi sapere se poi ti è piaciuto….sperando che non te faccia cacare dopo tutta sta trafila!:-)
    Buon ascolto!!!
     

  95. Makegatsu Robot giugno 9, 2006 a 1:39 am #

    >Se approvi il preventivo, basta che dai il tuo indirizzo a Acid, che fa da garante visto che voi vi conoscete e io conosco lui<
    Ma come, mi distraggo un attimo e te conosci Acid invece ke me? Poi anke Nicola può smettere di fare il simpateco per favore? Aho! Ma ke amici c’ho? Parlo con una donna e s’intromettono in ventimila. Ma poi alla faccia della ragioniera, ma ke davvero me lo fai pagare il doppio? A momenti lo scarico a 9,99 euro. Facciamo 25 euro e do l’indirizzo ad Acid.
    >P.s.Ah, mi faresti cosa gradita se al meno mi facessi sapere se poi ti è piaciuto….sperando che non te faccia cacare dopo tutta sta trafila!:-)<
    Perchè da stasera nn ci se sente più? Parti? Prendi il motocrosse? Ma ke tipaccio 6? Il Motocrosse? Mah! Poi da qui a quando lo ascolto e lo digerisco sai quante volte t’arcerco!? Piuttosto, e diglielo anke te Acid, ma partecipa anke agli altri post, no! Il gori s’empegna pe’ ki?
    Poi sarà ke fa cacare… dopo sta trafila io direi ke scivolerà più dolce ke mai. Grazie ancora cara. Un bacio dove c’è le fiamme, smackette.
    Makegatsu Glauco Robot

  96. acidshampoo giugno 9, 2006 a 5:49 pm #

    > Piuttosto, e diglielo anke te Acid, ma partecipa anke agli altri post, no! Il gori s’empegna pe’ ki?
    E che non glielo dico? GLIELO DICO!Estragon eddai… sconfina anche in altri thread! Partecipa, segnala, polemizza, ma dicci la tua. Mi garberebbe che tu veda, come giustamente disse Makegatsu, questo blog come il bancone di un baretto. Ma di quelli che le spume le tengono ancora in vetro eh.

  97. Estragon giugno 10, 2006 a 3:06 pm #

     Facciamo 25 euro e do l’indirizzo ad Acid.
    25 euro + spese di spedizione…prendere o lasciare?
    Ma ke tipaccio 6? Il Motocrosse? Mah!
    Non si vive di sole conferenze, mostre, prime, inaugurazioni, celebrazioni , forum, concerti di musica jazz, eventi esclusivi in cui partecipa la creme de la creme in cui bisogno darsi sempre un contegno e dare sfoggio della propria erudizione. Ogni tanto si ha bisogno di dare libero sfogo alla tamarraggine che c’è in ognuno di noi. Anche se, a dire la verità, ero mossa da un intento antropologico, ossia studiare la fauna rustica che partecipa a questi eventi  sportivi che hanno un sapore anni ’80  e con un  evidente richiamo agli States: gente in completi di pelle che si esalta a vedere bikers che ad ogni cunetta si prendono delle botte micidiali ai controcoglioni o a enalare scarichi di moto che sgommano o che fanno scoppiettare la marmitte…evvai con il PM10!!! Il tutto condito da un concerto metal!! L’uomo è proprio un animale bizzarro.
    > Piuttosto, e diglielo anke te Acid, ma partecipa anke agli altri post, no! Il gori s’empegna pe’ ki?
    E che non glielo dico? GLIELO DICO!
    Sono lusingata dal vostro invito a far parte del vostro baretto e accetto volontieri l’idea di farci qualche sbronza virtuale. Sperando di ruttare o dar di stomaco il meno possibile,  ovvero metaforicamente parlando dare il peggio di me. Dietro una signorina perbenista si agita sempre uno scaricatore di porto…
    Poi sarà ke fa cacare… dopo sta trafila io direi ke scivolerà più dolce ke mai.
    Beh, sempre di effetto lassativo si tratta. Da somministrare con cautela.
    Poi anke Nicola può smettere di fare il simpateco per favore?
    Nicola mi ha fatto pacere sapere che c’è qualcun altro che si scioglie per gli animali.Tutta la mia stima.
    Un bacio dove c’è le fiamme, smackette
    ?#?#?#?#?#

  98. acidshampoo giugno 10, 2006 a 5:39 pm #

    > dopo sta trafila io direi ke scivolerà più dolce ke mai. Concordo! Non c’è niente di meglio che catalizzare di piccoli vissuti quotidiani un cd ancora prima di togliergli il cellophane. Parte già avvantaggiato col tuo orecchio.

  99. Makegatsu Robot giugno 11, 2006 a 1:27 am #

    >Non c’è niente di meglio che catalizzare di piccoli vissuti quotidiani un cd ancora prima di togliergli il cellophane<
    Allora cosa dovrei fare ora ke la signorina bolognese, da vera intenditrice dopotutto, ha esportato volutamente la protezione affinkè il Bersa autografasse il libretto interno? Ho avuto la riprova ke essere privati di ‘sto vezzo è per te cosa assai grave quando hai dato il mio cellulare a tale Estragon (così me s’è presentata) apposta xkè mi kiedesse se la cosa mi turbasse. Certo m’ha tolto sto piacere, ma me ne ha regalato un altro: ricevere il pacchetto in contrassegno e aprirlo con voluttà il più presto possibile.
    Ah Estra, scusa se t’ho risposto in modo brusco o cmq con sufficienza ma stavo aspettando un’altra telefonata ed è anke il motivo x cui nn t’ho dato nemmeno il tempo di squillare! Nn è ke viva col cell in mano eh!

  100. Estragon giugno 11, 2006 a 2:52 pm #

    la signorina bolognese
    Errata corrige: considero Bologna uno dei posti in cui mi sento meglio e dove scappo spesso, ma ahimè non ci abito e, al tempo stesso, ci tengo a rivendicare che le mie radici appartengono alla California italiana, la Romagna. Ora basta con gli indizi, ci tengo alla privacy!
    >Certo m’ha tolto sto piacere, ma me ne ha regalato un altro: ricevere il pacchetto in contrassegno e aprirlo con voluttà il più presto possibile.
    Lampadina accesa!!!Ma non posso dire di più.
    Ah Estra, scusa se t’ho risposto in modo brusco o cmq con sufficienza
    Ma figurati, ora che so con chi sto parlando, dopo aver visistato il tuo sito, non posso mica scherzare….mi hanno intimorito le spade samurai e le unghie di gatto.

  101. frank giugno 11, 2006 a 3:03 pm #

    Makegatsu-san il tuo sito è bello e il tuo lavoro notevole. Inutile dire che anch’io subisco la fascinazione del design giapponese e di tutto quel che ci gira intorno; noi nati nel 1978 e dintorni siamo stati bombardati ben bene, ed era inevitabile che si finisse tutti chi più chi meno ammaliati dal sole rosso. Poi farne professione è una piccola grande avventura, che spero ti dia soddisfazioni.Da approfondire, anche questo.

  102. Estragon giugno 11, 2006 a 3:05 pm #

     Oh Make , ho dimenticato di dirti la cosa più importante:domani o tutt’al più dopo domani ti spedisco il cd. Te però fammi sapere quando t’arriva.

  103. Makegatsu Robot giugno 11, 2006 a 3:41 pm #

    Grazie Frank, in effetti se nn fossi passato sotto Mazinga, gli altri anime e i manga forse nn avrei la metà della mia passione. Per vendicarsi della bomba atomica i nipponici c’hanno bombardato subliminalmente a noi occidentali con eccellenti risultati. Ti ringrazio dei complimeti e degli auguri, io pensavo sarebbe stata un tragico naufragio il mio tentativo commerciale (specie pensando ke il nostro è un paese ke già va poco d’accordo con la sua di cultura figurati se sconfina…) ed invece lentamente cresce e va curato come un bonsai.
    Te però fammi sapere quando t’arriva.
    Insomma Estra insisti con questo cercare di kiudere i contatti e rimandare? Certo ke ti fo sapere, te farò il resoconto d’ogni singola track, ma prima di allora spero di scambiare con te altre du’ kiakkere no!? Detto questo spedisci quando ti pare, ma sappi ke sto impazzendo a riascoltare tutti i dischi del Bersa ed è tutto il giorno che cantouna canzone che facagare e infatti ho piantoper la difficoltàa dimenticare il testocon lo stomaco indigestoripetendo il ritornello impazziròeccolo, eccolo…

  104. lozissou giugno 11, 2006 a 5:24 pm #

    >appartengono alla California italiana, la Romagna
    Che gran bella verità questa! E non perchè magari uno s’è letto Tondelli (“Rimini come Nashville…”), Lucarelli, Baldini, ma perchè l’ha vissuta. Il lungomare come Mulholland Drive, mare e, a due passi, l’entroterra collinare, la via retta che porta fino all’Emilia… wow! Ecco, ora mi c’hai fatto riflettere: sarà per questo che bramo così tanto l’America (e la California!), sarà perchè l’ho vissuto, in piccolo, fin da piccolo appunto. Bello.O Estragon, a sto punto mi incuriosisci (finora non ero intervenuto, seguendo a distanza le vostre simpatiche schermaglie, semplicemente perchè io col Bersani sarebbe stato come i cavoli a merenda), mica sarai di quel di Cesena o, tutt al più, Cesenatico? No perchè, a volte è stato detto, io vi ho i parenti più importanti, colà, e non è mai l’ora di chiudere i contatti con nessuno, per quel che mi riguarda.

  105. Estragon giugno 11, 2006 a 9:31 pm #

    Insomma Estra insisti con questo cercare di kiudere i contatti e rimandare?
    Guarda Makegatsu, è solo che non voglio sembra invadente qui nel vostro “baretto”, ma ogni tanto verrò a farmi una bella e dissetante bevuta ;-). E poi attendo trepidante le tue recensioni sul cd.
    Mi aggiungo  solo ora ai complimenti sul tuo sito e agli auguri che ti ha fatto Frank (che approffito per salutare!), ma non volevo parerti ruffiana, visto che ci si scrive da poco tempo…Mi ha incuriosito soprattuto quella particolare chitarra! Il Giappone è un paese che mi intrigata parecchio, soprattutto l’archittettura domestica e il vero e proprio culto per i giardini zen ( non è la stessa cosa, ma da qualche mese mi sto prendendo cura di un bonsai). Una curiosità: ma te lo parli il giapponese?  
    sto impazzendo a riascoltare tutti i dischi del Bersa
     Con moderazione però, che poi quando t’arriva l’ultimo c’hai lo smacco  e me lo stronchi nella recensione.  Grande il riferimento a “Morelli Mirko”.Un pezzo in cui mi rivedo: anch’io ho avuto un periodo di dipendenza per un programma di una televisione locale che vendeva quadri orribili, ma che mi esaltava per le “boiate” raccontate dal presentatore…della serie “Mai dire tv”. 
     
     

  106. Estragon giugno 11, 2006 a 9:53 pm #

    Ciao Lozissou! Mi fa piacere che quella defizione di Romagna ti abbia colpito fino a condividerla. In poche righe sei riuscito a spiegare esattamente proprio quello che intendevo dire e mi fa capire che conosci la Riviera molto bene. Se non ci sei mai stato, mi permetto di consigliarti di fare un’esplorazione  nell’apice della nostra  California, Riccione. Località che nel bene e nel male merita.
    Quanto alla tua curiosità, abito in provincia di Ravenna e conosco meglio Cesenatico, che Cesena.

  107. lozissou giugno 11, 2006 a 11:03 pm #

    >mi permetto di consigliarti di fare un’esplorazione  nell’apice della nostra  California, Riccione.
    Non sarà un po’ troppo Las Vegas per i miei gusti? Per il paragone, forse lo avrai letto pure tu, sai che proprio Lucarelli scrisse uno stupendo articolo sulla Via Emilia come Route 66 italiana in qualche quotidiano, tempo tempo fa?
    Ti dirò che a me, amante dell’eccentrico e del fuori moda, qualsivoglia posto in Riviera mi attirerebbe un sacco viverlo, almeno per un anno intero però: perchè il clou, a quel punto, sarebbe l’inverno. Almeno Cesenatico, con quella duna in mezzo alla spiaggia e quell’aria squallida e spettrale da circo sfollato, è stupendamente straziante.

  108. acidshampoo giugno 12, 2006 a 5:44 am #

    > Almeno Cesenatico, con quella duna in mezzo alla spiaggia e quell’aria squallida e spettrale da circo sfollato, è stupendamente straziante.Donati, quando prendi questo andare, una lametta sulla lavagna si sopporta meglio.

  109. acidshampoo giugno 12, 2006 a 5:47 am #

    > Guarda Makegatsu, è solo che non voglio sembra invadente qui nel vostro “baretto”, ma ogni tanto verrò a farmi una bella e dissetante bevuta ;-). Estragon, sappi che la tua presenza è gradita assaie e non sei invadente nemmeno un po’.Anzi, mettila così: sei invadente se non scrivi niente!

  110. lozissou giugno 12, 2006 a 9:45 am #

    >Donati, quando prendi questo andare, una lametta sulla lavagna si sopporta meglio.
    Gori, facciamo una cosa: prendi le mie veci. Anzi, mettila così: le mie feci. Ché quelle meriti.

  111. frank giugno 12, 2006 a 11:06 am #

    >Frank (che approffito per salutare!)Ricambio i saluti, cara entità senziente e interessante che viene e ritorna fra noi. Con piacere.

  112. Daiana giugno 12, 2006 a 1:37 pm #

    ma da qualche mese mi sto prendendo cura di un bonsai
    Ciao estragon…. io lavoro in un vivaio e mi occupo dei bonsai per cui se il tuo fa qualche verso strano tipo chiudersi in se stesso o deprimersi non esitare a chiedere…. magari qualche consiglio te lo posso dare chissà……. a proposito, posso chiederti che tipo di bonsai hai? scusa l’invadenza ma dev’essere una deformazione professionale, come sento parlare di piante mi viene da interessarmi….

  113. frank giugno 12, 2006 a 2:22 pm #

    Io invece vanto un pollice nero senza paragoni. Non invento, sono riuscita ad ammazzare per mala manutenzione anche le piante grasse. Quelle piante che neanche l’ebola e lozissou, ecco le steccolo io con poco sforzo. Qualche anno fa fu una pianta mangiamosche, quest’anno è toccato ad una graziosissima Callysia (?). Su questo campo mi devo proprio riformare.

  114. acidshampoo giugno 12, 2006 a 6:49 pm #

    > Gori, facciamo una cosa: prendi le mie veci. Anzi, mettila così: le mie feci. Ché quelle meriti.Poi ci pensavo: scommetto che te provi tenerezza e simpatia anche per la tua merda, nonchè per l’esperienza orribile e umiliante del cagare. Te sei lì sulla tazza contento che visualizzi mentalmente cosa sta succedendo poco più in basso. T’inventi tutte le tue coreografie e ami la vita. E immagini delfini, cuori incatenati e regioni italiane nella sgommata che lasci sulla ceramica. Ma che t’ha fatto Wes Anderson? Una volta non eri così.

  115. lozissou giugno 12, 2006 a 7:14 pm #

    Spettacolare!, spettacolare!Le geografie intestinali sono il mi’ forte in effetti; la storia del duodeno invece non mi riesce memorizzarla. Ah, ah, ah!
    Da picino cmq ero un sadico-anale della più bell’acqua (trattenevo tutto), oggi meno ma, fra i due, son più stitico che incontinente. Sarà che ci vivo, in-continente, e tanto basta. Ooops…
    Wes però è sempre togo, specie quando diventa – suo malgrado – chiave di volta delle mie esperienze sociali!

  116. Makegatsu Robot giugno 12, 2006 a 11:56 pm #

    >Una curiosità: ma te lo parli il giapponese? <
    Ah! So dire buongiorno, ginocchiera, grazie e dov’è il bagno?. Potrei già vivere a Osaka fai conto! Ho frequentato un corso ke m’ha insegnato il segreto per cavarmela lessicalmente in 5 lezioni. Dopo le prime quattro in cui gli ideogrammi mi s’infilavano negli occi nella quinta al maestro scappò detto ke in Giappone oramai sanno tutti anke l’inglese. Il corso kiuse si lì… pfui!

  117. acidshampoo giugno 13, 2006 a 12:50 am #

    Io sapevo che il giapponese è come l’italiano, però al contrario.Tipo che come noi per salutare diciamo “otagira”, loro dicono “arigato”.

  118. Makegatsu Robot giugno 13, 2006 a 3:10 am #

    In realtà il Giapponese deriva da un miscuglio di antichi idiomi di popoli autoctoni detti Anui, ke in certi frangenti è parsa rassomigliarsi al dialetto napulitane:
    Ad esempio la tipica frase:
     
    Kishen tare kambawa ekezu suhoji satta ha
     
    Che tradotta in italiano significa: “E’ bene non impicciarsi dei fatti degli altri”
     
    In napoletano viene semplicemente traslitterata in:
     
    CHI CIENT’ANNE VOCCAMBA’ E CAZZ SUOI SADDA FA’
     

  119. acidshampoo giugno 13, 2006 a 4:53 am #

    Makegatsu, me fai morì!Qualche volta gna scrivere qualcosa a quattro mani, non c’è verso…

  120. Estragon giugno 13, 2006 a 10:36 pm #

    Lozissou, proprio perché sei amante del fuori moda per contrcorrenza mi deve andare assolutamente a Riccione, regno incontrastato del cosidetto trendy dove puoi sguazzarci a voontà e prendere coscienza che a volte è proprio meglio non seguirle le masse!
     
    Anch’io quando vado a Cesenatico prova la stessa cosa, in particolar modo mi prende un magone quando vedo quel ecomostro di grattacielo tutto fatiscente, edificato in pieno boom edilizio sul lungomare e di fronte a uno splendido grand hotel stile liberty decadente.
     
    Quanto a Lucarelli, ho fatto una ricerca e mi è piaciuto il paragone via Emilia-route66: 300 km che attraversano una regione che può apparire come un’unica megalopoli. In particolare il tratto della campagna bolognese ricorda incredibilmente le lande dell’Arcansas , tra balle di fieno esquallidi motel. Manca ,però, una figura chiave:il vecchietto sdentato con una pagliuzza tra i denti che suona il benjo…..hjuuuhuuuuuuuù!!!!!

  121. Estragon giugno 13, 2006 a 10:56 pm #

    posso chiederti che tipo di bonsai hai?
    Scherzi Daiana, mi fa piacere scrivere qui nello Sgaragabonzi con qualcuno diverso da Makegatsu  🙂 !
    E non ci crederai ma fai un lavoro che ti invidio ( negli ultimi tempi tra i nuovi lavori che sogno di fare da grande ci sono quella della fiorista, della contadina o della postina!) 
    Sei molto gentile a offrirmi qualche dritta botanica. Il bonsai che sto coltivando appartiene alla specie  Serissa e per il momento mi sta dando grandi soddisfazioni (sono spuntati anche dei fiorellini bianchi). L’unico problema è la potatura che avviene senza una precisa logica nel dargli una forma . Ad aprile sono stata all’Euroflora di Genova e ho visto dei bonsai vecchissimi  stupendi…ma non ho aspirazioni così ambiziose, è già tanto se mi sopravvive anche solo un anno essendo una pianta estremamente delicata.

  122. Estragon giugno 13, 2006 a 11:05 pm #

    Io invece vanto un pollice nero senza paragoni
    Frank, non demordere! Prova semmai con il bambù, al quale bisogna cambiare solo l’acqua ogni tanto e ed è poco impegnativo.
    Ah, buon compleanno anche da parte mia!
    Estragon, sappi che la tua presenza è gradita assaie e non sei invadente nemmeno un po’.Anzi, mettila così: sei invadente se non scrivi niente!
    Acid, grazie!Anche se mi sta venendo il sospetto che non lo sottoscriveresti più da quando ti sto trasformando il blog in quello di Luca Sardella e della sua fattoria.Sorry!
     

  123. lozissou giugno 13, 2006 a 11:26 pm #

    > quando vedo quel ecomostro di grattacielo tutto fatiscente,
     
    Mammamia, non lo nominare nemmanco! Grigio con le persiane azzurre (come il mare, per il poetico architetto?), una cosa tremenda! E pertanto, nel caso lo buttassero giù o se n’andasse da solo a pezzi com’è, mancherà paurosamente.
     
    > In particolare il tratto della campagna bolognese ricorda incredibilmente le lande dell’Arcansas , tra balle di fieno esquallidi motel.
     
    ‘Spetta un attimo, Estragon: giura che è vero, qui e ora, e su tua madre! Se il giurin giurella sarà valido, poi non ci son cristi: mi devi dire i posti precisi, il chilometraggio, il dove e come. Io, in mancanza della reale America, sto cercando l’America qui in Italia. Ma voglio quella di provincia, squallida e afosa. Voglio il Texas di Lansdale e la New Orleans pre-Katrina; voglio l’erba voglio! Davvero, illuminami che son qua come un baccalà a bocca spalancata in attesa di speranze.Ma, giusto un inciso, c’è pure quello spaccio (mi sa verso il modenese) per camionisti che si vede nel film (stupendo!) di Lattuada “La cicala”? No, perchè quello sarebbe troppo!

  124. Daiana giugno 14, 2006 a 1:50 am #

    alla specie  Serissa e per il momento mi sta dando grandi soddisfazioni
    Ma è una serissa tutta verde o variegata? … Se ti sta facendo i fiorellini vuol dire che sei stata brava e hai dosato bene  curanza e non-curanza… ho scoperto che alle piante  alla fine piace avere una certa indipendenza,… la troppa premura le soffoca, ….                                   la maggior parte di quelle che si ritrovano in pasto all’individuo medio muore per asfissia…io continuo a pensare che abbiano una propria volontà in questo……..e  la  Serissa  soffre più di altre l’eccesso di bagnature….. meglio meno che più insomma…. l’ho provato io stessa fidati!
    Mi sarebbe piaciuto molto venire all’euroflora ma purtroppo non ce n’è stato modo…. posso solo immaginare forme, dimensioni, varietà, scenografie …. per ora mi limito ad alimentare l’immaginazione con i libri o con la rete…. però mi piacerebbe farmi una fiera prima o poi….

  125. Estragon giugno 15, 2006 a 10:08 pm #

    Ma è una serissa tutta verde o variegata?
    Ciao Daiana! Scusa se ritardo nel risponderti!
    Il bonsai è precisamente una Serissa foetida ed è tutta verde. Non sai quanto m’ha inorgoglito sapere che me la sto cavando bene da un’addetta ai lavori….alla faccia del mio babbaccio che ogni volta che mi viene a trovare ha un strano tic, ossia allunga il suo ditino per tastare il terreno di ogni pianta e accertarsi che le innaffi. Quanto mi innervosisce!!!Grrrr!!!
    L’unico dilemma è il taglio da dare alla chioma del bonsai, ma mi sa che seguirò lo stile dell’astrattismo… come si dice, fa sempre molto chic!
    Se ti può interessare ti posso inviare le foto che ho fatto alla Fiera (basta che acconsenti a farmi dare la tua mail da Acid).Con molto piacere ,ma a tua discrezione! Ciao!

  126. Daiana giugno 16, 2006 a 1:06 am #

    Se ti può interessare ti posso inviare le foto che ho fatto alla Fiera
    Gori ti autorizzo e anzi ti invito a fornire prima possibile la mia mail a estragon…. vuoi mettere le foto fatte da un amatore che si riempe gli occhi e l’obiettivo senza contaminazione alcuna! non saranno mai foto sterili e tanto basta a farmi attendere con ansia ….
    Non preoccuparti della forma che darai al tuo bonsai potandolo estragon….. culturalmente il bonsai è un’arte e come tale è soggettiva,… sei già sulla buona strada se ti senti pronta a prendere le forbici in mano…. tasta bene il terreno e osserva la direzione di ogni singolo ramo….. nessuna linea deve sporcarne un’altra e l’insieme deve creare armonia…. taglia solo quando hai chiaro in mente l’obiettivo e essi decisa…. ora sembra che sono un’invasata a parlare così di un piccolo alberello sodomizzato dalla nascita…. ma credo che son punti di vista e  se si decide di fare qualcosa almeno bisogna cercare di farla al meglio….  e poi alla fine qualche soddisfazione ci scappa!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: