Dream a little dream of me

18 Mar

Dream A Little Dream Of Me. La sigla dell’oroscopo di notte, stanotte. La fantastica voce di Mama Cass, che dicono morì per un boccone di troppo. Erano gli anni ’60, ma è di Dream A Little Dream Of Me che suonavano i miei ’80. Le pubblicità, il Natale, la messa di Natale, i miei genitori giovanissimi. Le solite meravigliose cose. Queste note erano ovunque. “Stars shining bright above you… night breezes seem to whisper… I love you….” E così Mama Cass e Bacharach e Carly Simon coloravano le mie notti di blu. Il blu di un mistero da ritagliare in cartoncino bristol blu. Cosa c’è fuori dalla finestra? Vampiri? Donne nude? La piramide degli Exogini? Piove e fa freddo, ci penserò domani. Sotto queste coperte non si muore, sotto queste coperte ci ameremo tanto tanto tantissimo, piccola mia. Stamattina coi Carioca ho disegnato la felicità. Dream A Little Dream Of Me, stelle bianche su sfondo blu, lo stesso blu perfetto dei miei sette anni. Poi Alessandra Canale: “Ariete… Se iniziate una nuova relazione…”. Non ho mai avuto una fata turchina, ma lei potrebbe esserlo. Solo per il fatto che è qui, stanotte, mentre sdraiato in boxer e maglietta mi sento di non appartenere più a questo mondo. E mi fa male la schiena da morire e poi questa tosse da mesi. Mi viene da piangere, ma le lacrime non escono più. Alessandra, esci dallo schermo. Forse sei un po’ triste come me. Forse anche te mi sognavi, forse. Perchè io sono meglio di così. Sono le tre di notte ed entrambi siamo svegli, solo noi. A quest’ora fuori non passa una macchina e fa un freddo cane. Andiamo in città, conosco un forno che apre a quest’ora e fa delle brioche buonissime e dei bomboloni passabili. Poi facciamo un giro in macchina, nella notte, senza meta. Abbiamo tutto il tempo che ci va. Ci raccontiamo un sacco di cose, storie di fantasmi e leggende metropolitane. Ti ho fatto una cassetta con le mie canzoni preferite, tutte d’amore. Passiamo da Tranfolanti, magari lo presenti a qualcuna delle tue amiche ex-annunciatrici. Ilaria Moscato gli piacerebbe da matti. Poi da me, in camera mia, sotto le coperte, anche la testa sotto. Non importa che facciamo l’amore, ma che ci stringiamo forte forte mondocane, quello sì. E d’estate in piscina e di notte all’autogrill e i picnic la domenica. E conoscerai i miei amici e ti ameranno e li amerai. E il Cincinelli dirà: “Positiva!”. E a Natale ascolteremo Dream A Little Dream Of Me sotto un banale albero coperto di banale neve. E tu mi lancerai palle di neve, come in un film di Douglas Sirk. Così farò finta di cadere, tu ti avvicinerai e io aprendo gli occhi ti dirò “Ti amo”. E poi ci baceremo sulla bocca. Come i grandi.

Annunci

13 Risposte to “Dream a little dream of me”

  1. circobazooko marzo 13, 2012 a 2:23 pm #

    perché, la sigla dell’Almanacco del giorno dopo era poco bella? che voglia di morire che mi faceva venire…

    • sgargabonzi marzo 13, 2012 a 2:46 pm #

      Era una fuckin’ cream, chettelodicaffare. Ma direi che in generale in meglio ce lo siamo lasciato alle spalle e non c’è Sky o La7 che tenga. Ciao Circo!

    • caramelleamare marzo 22, 2014 a 12:03 am #

      La Coca-cola…

      • circobazooko marzo 24, 2014 a 2:22 pm #

        non me lo ricordare quarantamila volte, sennò poi finisce che mi scordo

  2. Straf marzo 20, 2014 a 11:56 pm #

    Ehi, ma questi sono anche i MIEI sogni.
    Non me li puoi mica rubare.

    • caramelleamare marzo 22, 2014 a 12:02 am #

      Straf, ha vinto Alice, ma ti rendi conto che bello!?!?

      • Straf marzo 22, 2014 a 12:14 am #

        Oddio, siamo a Sanremo negli anni ’80 e non me n’ero accorta?!

        • caramelleamare marzo 23, 2014 a 2:19 am #

          Ho notato solo adesso il tuo nick malizioso …la solita donna con l’ansia di far sapere a tutti che è “straffettuosa” con i suoi genitori. E basta!

          • Straf marzo 23, 2014 a 6:15 am #

            Scusa, ma da una campana che non è manco napoletana che ti aspetti?
            Noi terroni siamo esibizionisti, si sa.
            Pure tu, però, che lo capisci solo ora, ja…

      • sgargabonzi marzo 22, 2014 a 3:13 am #

        A me quasi fa dispiacere sapere che lavorerà per quel coglione.

        • caramelleamare marzo 23, 2014 a 2:14 am #

          Eh beh si, pero lei è contenta, si vede dall’espressione schifata. Poi è chiaro che dopo un anno lo lascia, apre un’azienda per conto suo e dichiara che leggere Lo Sgargabonzi è quello che la fa andare avanti nella vita.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: