I giorni di Lester Lloyd

29 Gen

VENERDI’

Arrivo con trenta minuti di ritardo alla cena con quel nano del mio collega. Prima mi sono concesso una quadrifacciale veloce all’Happy Sun dove ho incontrato Linda Norton, che si è complimentata con me per il fatturato del mese di novembre della ICT Trading inc. Porto pantaloni blu Valentino Couture, scarpe Logan, camicia e pulloverRalph Lauren. Il tavolo che ci hanno dato è pessimo, l’unica nota positiva sta nel gruppo di fighe accanto a noi. Decido di fissarne una, colpito dai suoi occhi esageratamente grandi. Indossa un vestito blu imitazione Yves Saint Laurent, borsettaBulgari e scarpe senza marca. Ordino risotto al barbera e melograno, poi verdure profumate alla cannella e, da bere, acqua frizzante. Osservo le mie vicine, si fingono tutte ubriache e ammiccanti. Comportamenti volgari e parole sguaiate tradiscono un’educazione medio borghese, mentre la loro mediocre emancipazione le rende sessualmente appetibili. Quello scherzo della natura del mio commensale mi fa notare che abbiamo finito e dovremmo andarcene. Io decido di rimanere ancora, chiamo il cameriere e ordino un Manhattan. Vado in bagno a farmi un tiro, torno al tavolo, bevo – faccia da bravo ragazzo e sorriso da copertina –  mi avvicino al loro tavolo:  Piacere, Lester, posso pagare io il vostro conto?”. Ridono. “Ordiniamo un altro drink?”. Non aspetto la risposta e mi siedo. Sono in quattro, cena di laurea. Iniziamo a parlare e io prendo a flirtare con quella che fissavo prima. Ordina un Alexander“Pessima scelta, le faccio notare. Lei ride, ma non c’è nulla da ridere, non scherzavo invero. “Mi occupo di marketing, sono account manager della ICT Trading inc, master a New York, parlo 4 lingue, single,  adoro i Depeche Mode e sono cocainomane.”  Ridono. L’approccio risulta particolarmente snello, brevemente la seduco e in un attimo l’ho già invitata a casa mia. In taxi mi racconta che si è laureata giusto oggi in qualcosa misto tra turismo e marketing. Non ci capisco un cazzo di queste nuove lauree, sono un maledetto tradizionalista io! Alla radio stanno trasmettendo What Happens Tomorrow.Saliamo, appena entrati mi fa i complimenti di rito per il mio appartamento. “Allora stronzetta, i tuoi amichetti dell’università non hanno un appartamento così, nevvero?“. Ride. “Non era una battuta!. Mischio qualche liquore a caso con del seltz, lo battezzo con un nome esotico e glielo offro insieme a una tartina all’ananas. Godo nel vederla bere quell’intruglio del cazzo e nel sentirla dire che le piace, ormai è stordita dal mio mondo stupendo! La annoio per un po’, parlandole e mostrandole i miei quadri, delle riproduzioni costosissime di Hogarth, continuo a flirtare, le faccio fare un tiretto e la porto in camera da letto. Lì improvvisa uno squallido spogliarelletto. Il piacere assoluto sta nell’osservarla imbranata mentre si sveste, noto con piacere che indossa biancheria sexy dozzinale: non sa quanto questa mi ecciti. Mentre la scopo sto pensando che sono soddisfatto della mia prestazione: oggi ho avuto una giornata intensa, oltre al lavoro mi sono allenato per 75 minuti in piscina, poi una seduta lampo nel mio Beauty Center, per nulla rilassante, quindi una telefonata del cazzo con la mia ex e, nonostante tutto,  un solo tiro di coca: “Hey ragazzi, ne sto venendo fuori!“. La guardo mentre gioca con i  miei addominali, sono ancora più definiti del mese scorso, la mia pelle è abbronzata uniformemente e sono fiero del fatto che non mi depilo i pettorali come quelle checche schifose che frequentano il Wellness Style. Mi risveglio dopo aver dormito qualche ora, confuso e stanco per l’amplesso, in una mano tengo ancora il rasoio Fossil e sul letto noto delle chiazze rosa di cera per depilazione. Chiamo un taxi per andare al lavoro, oggi mi aspetta la delegazione di Libertyville. Sto indossando il profumo Tommy Hilfiger True Star. Per colazione mi preparerò un caffé americano, un succo al mirtillo e dei biscotti McVitie’s.

Paolo Tarsis

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: