Baustelle – Nouvelle Vague

10 Gen

BAUSTELLE Demo #2: Nouvelle Vague

Per auscultarla, clicca QUI.

Advertisements

44 Risposte to “Baustelle – Nouvelle Vague”

  1. acidshampoo gennaio 10, 2006 a 3:28 am #

    Chevvenepare? Mi pare particolare. E trovo che abbia un’atmosfera, in qualche modo, spettrale. Secondo me c’è del buono.

  2. enver gennaio 10, 2006 a 8:01 am #

    posso chiederti se c’era Massara? non pare proprio, dai suoni così ispidi

  3. acidshampoo gennaio 10, 2006 a 3:24 pm #

    Enver, di preciso non lo so, ma a occhio e croce direi che in quegli anni Massara già c’era…

  4. acidshampoo gennaio 10, 2006 a 3:41 pm #

    SEGNALAZIONE
    Signori miei, vi rammento che stasera, dalle 22 in su, io e Nicola saremo in onda su RadioWave, nella trasmissione del Rouge e signora.
    La radio è RadioWave, quella di Arezzo Wave, e la potete ascoltare in streaming cliccando QUI.
    La frequenza per gli aretini è 98.5/106.1Si sarà in diretta su questo post. Mi raccomando, non ce facciamo arconoscere.

  5. Mr.Costa gennaio 10, 2006 a 4:47 pm #

    Ci saremo Gori.. nonostante tutto.
    O almeno.. io parlo per me.
    Non provate a giocarci degli altri tiri mancini sennò vi faccio un culo così.
    Said ‘nuff!! Ohibò.

  6. Dillydoll gennaio 10, 2006 a 6:13 pm #

    uffa 😦 stasera non posso ascoltarti e nemmeno le prox che c’ho sempre un impegno fisso il martedì!

  7. Mr.Costa gennaio 10, 2006 a 6:26 pm #

    Allora.. veniamo al nostro demo..
    La musica è veramente MOLTO buona. Persiste sempre questo problema all’udito per cui non riesco a capire molto il testo!
    Ah, così per dire.. tengo la malavitaaa!!
    Vai, Gori, vai
    Un’altro demo, grazie 🙂

  8. Mr.Costa gennaio 10, 2006 a 6:27 pm #

    Oggi ci sarebe da fare un Costicidio con tutti ‘sti errori.
    E adesso pure di grammatica.. !
    Starò invecchiando… o meglio, perdendo i miei poteri magici.

  9. GB gennaio 10, 2006 a 6:34 pm #

    E’ già martedì?
    Si, è già martedì. Il secondo giorno del 2006.

  10. Nicola gennaio 10, 2006 a 7:41 pm #

    HO PARLATO CON IL RED -> STASERA NIENTE DIRETTA. FARE ATTENZIONE Ho notato che se tengo acceso eMule non mi fa accedere per scrivere i commenti, capita anche a voi? La demo non l’ho sentita ancora. Il Massara non si sente bene ultimamente.

  11. Nicola gennaio 10, 2006 a 7:44 pm #

    c’ho sempre un impegno fisso il martedì!
    Come il Melandri: “Stasera e domani” “Si può fare un quartetto perchè il Perozzi c’ha il bambino ma un trio mai”Poi alla fine c’è andato al polifonico.

  12. Mr.Costa gennaio 10, 2006 a 9:56 pm #

    Gentilissimi Signori della Radio…
    Anche se stasera salta…
    Aggiustate il link per favore. Sta ancora off beam
    E mano male che mi hanno inventato va..
     

  13. acidshampoo gennaio 10, 2006 a 10:20 pm #

    RICORDO A TUTTI:
    Nip/Tuck, fra poco (22.45) su Italia 1.
    La prima puntata della terza stagione.
    …ma solo perchè non siamo su RadioWave eh!

  14. Makegatsu Robot gennaio 10, 2006 a 11:42 pm #

    Vedevo Nippe’n’takke l’episodio della cicciona…
    KE SKIFO, son rimasto sconcertato: ma di ke son fattie le pareti in USA? Carta, legno e gomma piuma! E Sean ha avuto il coraggio di kiamarlo muro!!! Sconcertante davvero!  

  15. infrarosa gennaio 11, 2006 a 12:55 am #

    ho provato a sentirti. invano. online non funziona.
    : (

  16. acidshampoo gennaio 11, 2006 a 4:50 am #

    Allora, se qualcuno l’ha visto, che mi dite di questo episodio di Nip/Tuck che apre la terza stagione? Vi è piaciuto?Io l’ho trovato, a dir poco, BELLISSIMO. C’è poco da dire, questa serie continua a superare se stessa.
    Come sempre sono rimasto colpito dalla quantità di punti esclamativi nella sceneggiatura. Da Christian Troy sodomizzato, alla la donna-divano, fino al menage a-trois finale.Stupendo il nuovo personaggio della detective, interpretato da una Rhona Mitra di un fascino destabilizzante. Me la ricordo testimonial dei primi videogiochi di Tomb Raider, nei panni di Lara Croft, ma non aveva di certo questo impatto. Secondo me ha le carte in regola per insidiare il trono ad Ava Moore. E non dico altro.
    Una puntata da 10/10.
    E venerdì c’è la seconda.

  17. acidshampoo gennaio 11, 2006 a 4:53 am #

    > KE SKIFO, son rimasto sconcertato: ma di ke son fattie le pareti in USA? Carta, legno e gomma piuma! E Sean ha avuto il coraggio di kiamarlo muro!!! Sconcertante davvero!  
    Ma per il resto, che te ne pare?! Ci tengo alla Makegatsu-opinione! Occhio a non me la sottovalutare, che è una serie che merita da matti.

  18. frank gennaio 11, 2006 a 9:40 am #

    Visto Nip/Tuck 3×1. Ho trovato magistrale tutto quello che riguarda la
    realizzazione e le scelte estetiche. Trovo spiazzante l’universo e lo
    snodo della trama, spiazzanti i particolari e i personaggi. Oh, non ce
    n’è uno per cui farei il tifo, se non per brevissimi spiragli di
    decenza. Tutto smodato, tutto sopra le le righe, tutto sul filo del
    verosimile; e tutto simboleggiato nell’immagine shock della lucidissima
    Signora Sofà. Che dire? Cercherò di non mancare le prossime visioni.
    Ps. per Makegatsu, l’angolo del Frank Saputello: le case in america si
    fanno con pareti a liste di legno, dappertutto, tecnica detta balloon-frame e sviluppata dai pionieri semi-randagi.
    Ps. per Nicola: da quando ho aggiornato Emule all’ultima versione, niente più problemi.
    Ps. per Acid: da quando ho aggiornato Emule all’ultima versione, i
    download mi vanno lisci come l’olio. Ho già due diversi “Una gita
    scolastica”. Provo a mandarteli via gmail?

  19. lozissou gennaio 11, 2006 a 10:38 am #

    >sviluppata dai pionieri semi-randagi
    Loro son toghi a sfare; con la vita birbona che facevano poi… Vedere TERRA DI CONFINE, please. Viva il western!

  20. Rouge gennaio 11, 2006 a 12:15 pm #

    Purtroppo la diretta di iera è saltata per indisposizione di uno dei Dj…
    Comunque ho trovato un link alternativo per sentire la diretta, martedì prossimo lo comunicherò agli interessati.
    Ho visto anche io Nippeentacche ieri sera… per info, a Miami le case periferiche le fanno soprattutto in legno perchè in caso di uragani (molto frequenti) la ricostruzione è molto meno onerosa.
    bye bye

  21. acidshampoo gennaio 11, 2006 a 3:40 pm #

    Brava Frank, non dubitavo che tu apprezzassi. Comunque io il tifo lo faccio. E’ impossibile non simpatizzare! All’autore (Ryan Murphy) piace maltrattare i suoi “eroi” oltre alla decenza, violentarli e farli affogare nel ridicolo. Christian Troy sodomizzato dal Macellaio, Sean McNamara che scopa con la bambola in silicone con le fattezze della ragazza di Troy. E tutto questo raccontato con una serietà senza spiragli.
    La domanda: dove si è mai vista una roba a questo livello?E mo’ ci scommetto che Lozissou tira fuori una secca risposta suo stile: “In Diamanti Spezzati, di Donald W. Malloy”.
    E gli dai il beneficio del dubbio, fino a quando non vedi anche te quel film e t’accorgi che col tuo discorso non c’entra un emerito cazzo.
    > da quando ho aggiornato Emule all’ultima versione, niente più problemi.
    In senso generale? Non più musetto-Lupo?! ERA ORA!> Ps. per Acid: da quando ho aggiornato Emule all’ultima versione, i download mi vanno lisci come l’olio. Ho già due diversi “Una gita scolastica”. Provo a mandarteli via gmail?
    CLAP CLAP CLAP
    Solo che arrivi tardi.
    Una Gita Scolastica l’ho scaricato in un giorno. Poi ho scaricato tutto Lost e il film dell’anno: Genesis. E L’Orizzonte Degli Eventi, Todo Modo e altri. Ho in scaricaggio la terza serie di Six Feet Under, dei film e I Promessi Sposi del trio.Piuttosto, DEVI scaricarli Carnivale (ITA). Le due serie, da dodici episodi l’una. Li voglio per domani. START!

  22. acidshampoo gennaio 11, 2006 a 3:43 pm #

    > Vedere TERRA DI CONFINE, please.
    Un film che avrebbe potuto essere un capolavoro, se non fosse che la regia crolla inspiegabilmente nella seconda parte.
    Ma dell’anima del film ho un ricordo bellissimo.
    Mo’ spero ne Le Tre Sepolture (di Tommy Lee Jones).

  23. lozissou gennaio 11, 2006 a 5:19 pm #

    >”In Diamanti Spezzati, di Donald W. Malloy”.
    Ti sbagli ancora. E io giù a dirtele, ogni volta: “Diamanti spezzati” (Il Mereghetti così si esprime: “La soggettiva della genuflessione di Johnny La Monica ambisce alla palma da cocco delle inquadrature più eccentriche”, poi gli dà 3 stellette 3-mica-una) è il rifacimento di “Per Diana Joe”; è un bel noir ma può risultare indigesto. La roba di così alto livello la vedresti invece in “Diamanti come se piovesse… Ambra, prendi il secchio!” (quasi omonimo insomma, e da qui il tuo qui pro quo) di Jeremiah S. Pancake, un signorino perbene.
    Quando imparerai?
    Terra di confine è un film che lo vedi, rimane lì, un po’ sul gozzo (in senso positivo), poi si sedimenta, e frumenta sempre più. Togligli la sparatoria finale che ancora mi vien su invece di andare giù, ed è quel che è: un grandissimo western classico, di quelli da togliere il fiato.

  24. Mr.Costa gennaio 11, 2006 a 6:03 pm #

    >> Comunque ho trovato un link alternativo per sentire la diretta, martedì prossimo lo comunicherò agli interessati.
    Meno male Rouge. Non ci speravo quasi più.
    Good job… kind of.
    ^^

  25. acidshampoo gennaio 11, 2006 a 7:07 pm #

    Riporto da Sanremo Online (su segnalazione de Lozissou) la lista degli artisti ufficialmente in concorso a Sanremo 2006:
    Categoria UOMINI: RonAlex BrittiGianluca GrignaniMichele ZarrilloLuca DirisioPoviaCategoria DONNE: Anna OxaDolceneraSimona BenciniAnna TatangeloNicky NicolaiSpagna
    Categoria GRUPPI: NomadiZero AssolutoNoah e Carlo Fava & Solis String QuartetFigli di ScampiaSugarfreeMario Venuti e Arancia Sonora. A questi artisti si aggiungono i 12 già annunciati nella categoria GIOVANI: Ameba 4, Andrea Ori, Daniel, Deasonika, Helena Hellwig, Ivan Segreto, L’Aura, Simone Cristicchi, Virginio, Antonello, Antonio Tiziano Orecchio e Monia Russo.

  26. zorro gennaio 11, 2006 a 8:22 pm #

    la vita è una merda. non vi fidate mai di nessuno. tutti a leccarvi il culo finché non hanno altri che li fanno sentire potenti. si sta solo con chi ci dà ragione. oppure si è dei fessi come me.

    vivete un morire, ma non morirete un vivere.

  27. nelly gennaio 11, 2006 a 8:56 pm #

    Antonio Tiziano Orecchio??? E lo sbandiera così, in pubblica piazza?
    Bhà…che razza di nomi sta gente quà…se li leggo così, senza sapere le facce,  e me li immagino studiati a tavolino da Maurizio Costanzo, Gigi Sabani e Dino Vitola mi  fanno un pò paura e un pò ridere i miei polli.
    Arancia Sonora si vestirà di bianco-latte+ e Ivan Segreto avrà occhiali rossi quadrati. Deasonica il cappello perchè è calva. Vince L’Aura. Sono una veggente. Vedo i pensieri di Gigi Sabani. Era meglio la gente morta.
    Ah, ti mando una mail mi rispondi a una mail e poi via dritti fino al mattino as soon as possible, e gracias amigo.
    Rosarancia

  28. acidshampoo gennaio 11, 2006 a 9:07 pm #

    SEGNALAZIONE:
    La Via Degli Angeli, di Pupi Avati.Con Carlo Delle Piane, Gianni Cavina, Valentina Cervi, Eliana Miglio e Libero Di Rienzo. E – come scordarla? – la mitica Rita Carlini.
    Occhio, che questo è uno dei film più belli ed emozionanti di Avati. E se lo dico io, noto Avatologo, potete fidarvi.
    Lo danno stanotte, alle 3.15, su Italia1.
    Se siete svegli a quell’ora guardatelo e registratelo, se no l’inverso.

  29. acidshampoo gennaio 11, 2006 a 11:23 pm #

    Bertinotti Vs. Berlusconi.
    Ora, a Porta A Porta.

  30. Dillydoll gennaio 11, 2006 a 11:46 pm #

    Queste frasi un po’ da spleen adolescienziali non le condivido molto,
    anche se ho conosciuto molte persone che si sono aggrappate a me finchè
    non avevano nient’altro, ma a quanto pare a volte funziona così!
    Rosso di sera, bel tempo si spera. Non c’è due senza tre. E nemmeno le mezze stagioni, che tristezza.>>>la vita è una merda. non vi fidate mai di nessuno. tutti a leccarvi il
    culo finché non hanno altri che li fanno sentire potenti. si sta solo
    con chi ci dà ragione. oppure si è dei fessi come me.
    vivete un morire, ma non morirete un vivere.

  31. acidshampoo gennaio 11, 2006 a 11:47 pm #

    > Terra di confine è un film che lo vedi, rimane lì, un po’ sul gozzo (in senso positivo), poi si sedimenta, e frumenta sempre più. Togligli la sparatoria finale che ancora mi vien su invece di andare giù, ed è quel che è: un grandissimo western classico, di quelli da togliere il fiato.
    A me ha entuasiasmato da subito. E l’ho trovato ben di più di un western classico, di quelli girati con robusto mestiere, che a me dicono veramente poco. Questo film, che nella trama ricorda Gli Spietati, nell’anima ne è l’esatta negazione. E questo mi ha affascinato da matti, l’ho trovata una giusta e coerente presa di posizione.
    La scena nella merceria, con Robert Duvall che compra la tavoletta di cioccolato più costosa. E poi quello che dice. Da pelle d’oca. 
    Quello che non mi ha entusiasmato non è tanto la sparatoria finale, quanto la cura dell’immagine paurosamente discontinua: incredibile nella prima parte, infinitamente meno nel secondo iper-solarizzato tempo.
    Ma l’anima di questo film resta di incredibile grandezza.
    Fanculo a Clint Eastwood e ai suoi antieroi cazzuti e puttanieri.

  32. GB gennaio 12, 2006 a 12:30 am #

    Se volete vedere un bel western vi consiglio “Uomini e cobra”.
     

  33. infrarosa gennaio 12, 2006 a 1:09 am #

    allora
    gori, a forza di frequentarti psicologicamente guarda te cosa mi fai fare:
    ora racconto:

    stavo andando al cinema in bicicletta a vedere non harold & maude, ché lo ridaranno spero, ma una rassegna rarissima di cortometraggi scandinavi. e fin qui, a parte il particolare pseudointellettualechicdelcazzo “scandinavi”, visto dove mi trovo neanche poi una cosa fuori dal mondo visto che la danimarca è a un’ora di macchina, niente di strano.
    ma io, presa dalle mie paranoie e film tragici mentali, dovevo rifare il verso al nostro gizmo!
    perché dovete sapere che in questi bei cinema ricavati in ex fabbriche di metalli pesanti e illuminati ad hoc e così trendy i nostri stramaledetti artistoidi del cazzo hanno pensato bene di lasciare intatti e in bella mostra all’entrata gli unici, dico GLI UNICI POCHI METRI RIMASTI AD AMBURGO di vecchi binari di tram o carrelli o non so cosa, ed è naturale che la mi’ bicicletta arrugginita ci si pianti dentro, che io mi sforzi e smanetti e pigi ma ormai è tardi, e che cada al ralenty con la grazia di un deltaplano senza vento.

    così ora sono a letto con una caviglia di dimensioni pallone da calcio (per restare in tema, qui in germania, con ‘sti mondiali che hanno scassato i coglioni prima di cominciare a cominciare) e un ginocchio leggiadramente decorato da un bernoccolo aguzzo che neache in Paperino Mese trova i suoi eguali.

    ma a te gori kill bill 2 t’ha deluso.
    i miei cortometraggi, almeno, erano una forza della natura.

    io m’accontento di poco.

  34. lozissou gennaio 12, 2006 a 10:01 am #

    >su segnalazione de Lozissou
    eeh, non c’era mica bisogno… Pago pegno però.
    La via degli angeli: registrato (anche senza il tuo doveroso intervento che – giuro – stanotte me lo sono immaginato che lo scrivevi. Ma, si sa, io sono telepatetico).
    Uomini e cobra. Grande GB! Il Mankiewicz che nessuno conosce. Un Dio di film.

  35. lozissou gennaio 12, 2006 a 11:10 am #

    >quanto la cura dell’immagine paurosamente discontinua
    Toh, come l’ultimo libro di Bret Easton Ellis, LUNAR PARK (chi l’ha letto? Mirko….). Un inizio – e relativa prima parte – a dir poco folgorante, e senza ancora cambiare stile; poi la ripetitività meccanica, il girare a vuoto non più sulle (perrsonali) ossessioni, ma su snodi puramente narrativi che non si addicono (del tutto) a BEE, il continuo ragionare su realtà/finzione/arte in maniera ruffian-yuppie. Boh, discontinuo ecco, proprio di BEE di cui avevo amato la terrificante coazione a ripetere.

  36. Caramelleamare gennaio 12, 2006 a 11:16 am #

    lozissou forse volevi dire un film da dio.
    Rispondi, se rispondi, in non piu di 4 righe. anzi 3

  37. lozissou gennaio 12, 2006 a 11:22 am #

    Per te mi bastano quattro parole, le solite. Un Dio di film.

  38. Caramelleamare gennaio 12, 2006 a 1:13 pm #

    ah ecco appunto, come credevo, volevi dire un film da dio

  39. lozissou gennaio 12, 2006 a 1:59 pm #

    esatto, un Dio di film. proprio quello, sì.

  40. infrarosa gennaio 12, 2006 a 2:18 pm #

    segnalazione:

    http://www.tashian.com/multibabel/

    per gli amanti di lingue e di caos

    io ho provato con:
    will you stop beating about the bush and shut the fuck up instead?

  41. acidshampoo gennaio 12, 2006 a 2:26 pm #

    > La via degli angeli: registrato (anche senza il tuo doveroso intervento che – giuro – stanotte me lo sono immaginato che lo scrivevi. Ma, si sa, io sono telepatetico).
    E due giorni fa c’era Sposi, che ho intercettato per caso e di cui ho perso il prologo. Mannaggia, se sapevo lo segnalavo.
    Stanotte, su Italia 1 alle 3.50, c’è Ladri Di Saponette. L’ultimo dei capolavori di Nichetti. Da lì in poi il declino.
    Per GB: su Rai1 alle 2.30 c’è Django. Se non l’hai visto lo amerai. Un western con Franco Nero, violento e parecchio godibile. Anche se, secondo me, passerà la versione corta.

  42. acidshampoo gennaio 12, 2006 a 2:51 pm #

    Infrarosa, lamicittina, si vede che sei innamorata. E’ commovente questa volontà, così forte, di nascondere la tua realtà di quotidiana violenza domestica. Ma a me non me la fai. Quel pennellone c’aveva l’occhi birboni, io l’ho visto. Ma che t’ha fatto? Perchè ti sei inventata questa storia? Lo sai che esistono associazioni contro la violenza domestica, come la Poccione Fallato e la Truzzichini Gnoppone?
    Forza, traducigli questo: caro Frank, se t’arprovi a picchiare i ginocchi e le cavriglie di questa citta io ti do tanti di quei calci in culo che poi sarai costretto a mangiare i cartelli con scritto dei calci nel culo.
    Comunque, per quanto i tuoi cortometraggi fossero una forza della natura, Harold & Maude era meglio. Non a caso era il film preferito da Brigitta Bulgari nuda pompini filmato porno Diego Conte casalinghe incesto necrofilia nani arrapati cunigli.

  43. lozissou gennaio 12, 2006 a 6:43 pm #

    Sposi visto in ritardo pure io. E’ sicuro che Django lo danno smozzicato, su Raiuno poi… Godibile sì, ma il finale è un boh.

  44. acidshampoo gennaio 12, 2006 a 9:43 pm #

    > Sposi visto in ritardo pure io.
    Sigh’n’sob… L’ultimo film del povero Nik Novecento.Hai ancora quel libro su Avati, Lozissou? Leggi allora quando Avati parla del funerale di Nik e cosa gli disse Tognazzi durante. E poi, prima de La Via Degli Angeli, leggiti la relativa intervista ad Avati, in cui parla di sua madre. Due momenti molto belli, di un gran bel libro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: