[REC] La Sposa Cadavere

24 Nov
LA SPOSA CADAVERE
(USA, 2005)
Regia di Tim Burton
Victor e Victoria sono promessi sposi, ma alle prove del loro matrimonio il futuro marito è a dir poco disastroso. Fuggito via, ripassa la promessa nuziale nel cimitero del villaggio, ma messa la fede al dito di quello che credeva essere un ramo che spuntava dal terreno, ecco che si ritrova sposato con Emily, una bellissima sposa cadavere.
E’ più forte di me: non sopporto di uscire soddisfatto da un cinema. Che sensazione del cazzo. Contaminato, esaltato, indignato, financo deluso sì, ma ho una pessima stima della soddisfazione che può darti un film. La lascio volentieri al pubblico del sabato sera, la masnada di terroni che vanno al cinema paro paro come andare a mangiarsi la porchetta. Che poi spesso la porchetta se la mangiano in sala. Inutile dirlo: sterminarli tutti.
La Sposa Cadavere è un perfetto paradigma di quel cinema di cui non sento il bisogno. Che si sa, io spasimo per l’inutile. Ma l’inutile me lo scelgo, e il pacchetto Burton lo rispedisco volentieri al mittente. Sarà che me la tiro, sarà che la calza della Befana me la faccio da me. O sarà che il pongo proprio non me lo bevo. Lo trovo indigesto.
La Sposa Cadavere è un film carino-da-morire, divertente, pieno di idee e senza difetti. Come i cartoni della Pixar o certe commedie francesi e inglesi. Cosa c’è di male in questo? Beh, c’è tutto di male. Questo è cinema di maniera, della peggior maniera, di quello che sta al suo posto, che fa bene a tutti e male a nessuno. Falso come giuda, vivo come un bollito senza mostarda. E c’è qualcuno che ha lo stomaco di trovarci delle emozioni. Mah.
Questo è un cinema che potrebbe, ma non vuole. Burton, messo davanti all’ipotesi di piacere a me o al resto del mondo, sceglie la seconda. Chiamalo scemo. E confeziona un film in cui tutto è al punto giusto, che nella creatività è la cosa più perversa che ci sia. E quando potrebbe strapparti vere emozioni, ha l’ansia di rinnovare l’attenzione ai porchettari del sabato, ed ecco che ti fa saltar fuori lo scheletrillo che dice la sua, la nuova cazzata di turno, il giocarino di merda. Artigianato di altissimo livello, di quello che più alto è e più dista dall’arte. Il melodramma non è roba per tutti.
Non dico che sia una faticaccia arrivare alla fine degli ottanta minuti, ma questo solo per la ragione più vecchia del mondo: è proprio vero che tira più una pallina di pongo che un carro di bovi. La Sposa Cadavere, lei e non il film, è una grandissima fica e io l’ho sempre detto che una fica buona è una fica morta. Occhio, con La Sposa Cadavere è possibile solo un amore platonico, visto che, anche a impegnarsi, il cimbello t’affonda nel pongo. Pigia e ripigia forse c’è verso di eiaculare, ma devi aiutarti con le tue fantasie migliori, fra club scambisti, incesti e necrofilia. Anzi l’ultima no, che Burton ormai l’ha sdoganata. Ma io, al contrario suo e del suo pubblico, non ci vedo nessuna poesia nel cadavere di una sposa dissotterrato, messo a quattro zampe e pronto a farsi inculare. Non capisco come possiate trovarcene voi di poesia. Vi stimavo migliori.
Vabbè, la chiudo qui. Non ho davvero altro da dire. Se non una cosa: viva il Dopolavoro Ferrioviario! Lui sì! Primo, secondo, contorno, bere, caffè e amaro. Tutto per sette euro.
Annunci

110 Risposte to “[REC] La Sposa Cadavere”

  1. DEATH 13 novembre 24, 2005 a 4:39 pm #

    a me è piaciuto parekkio ma io non so obbiettivo….
    primo perkè non sono una makkina fotografica….
    secondo perkè il signor burton me garba tutto quel ke fa da 15 anni, è un guru…
    marra^^
    ps_o ale, leggi i miei commenti fumettistici e rispondime se e ove ritieni opportuni farlo…e leggi nathan never, vagabondio!!

  2. DEATH 13 novembre 24, 2005 a 4:44 pm #

    “io l’ho sempre detto che una fica buona è una fica morta”
    l ho messo come messaggio d accensione sul cellulare, dopo averci riso 30 minuti integri, effettivi e senza recuperi…ASMATICO!
    e ho tolto il mio…che era…ESISTENZIAL – SOAP OPERISTICO:
    “VIVERE FA SKIFO….
     MEJO CENTOVETRINE”
    MARRA ^^

  3. acidshampoo novembre 24, 2005 a 5:25 pm #

    > secondo perkè il signor burton me garba tutto quel ke fa da 15 anni, è un guru…
    Per me esistono un po’ due tipi di Burton.
    A me piace un certo Tim Burton, quello di Beetlejeuce, Mars Attack, Sleepy Hollow o il secondo Batman.
    Questo invece lo trovo artefatto e furbo nel voler emozionare. E di conseguenza mi risulta patetico, patetico da morire. Questo in film come Edward Mani Di Forbice, Nightmare Before Christmas o Big Fish. E allora dico: meglio i film sbagliati, ma vivi, di Pupi Avati.
    > ps_o ale, leggi i miei commenti fumettistici e rispondime se e ove ritieni opportuni farlo…e leggi nathan never, vagabondio!!
    Sì sì, letti. T’ho risposto di là.

  4. coimaialistatechiusivoi novembre 24, 2005 a 5:30 pm #

    chi sono ‘sti due deficenti che hanno scritto il commento? va beh, tralasciamo.
    non mi pronuncio sulla fica morta, anche se non posso esimermi dal dire che anche a me sto film non m’ha fatto nè caldo nè freddo…ormai lo sapevamo che l’estetica pongosa di burton era carinadamorire e ci era bastato quel confettino di nightmare before christmas per capirlo…
    oggi a lezione ridevo da sola dentro la sciarpa perchè continuava a venirmi i mente ” coi maiali state chiusi voi”, bello, era da tempo che non mi capitava di ridere per distrazione.
    grazie ale.

  5. acidshampoo novembre 24, 2005 a 5:34 pm #

    > oggi a lezione ridevo da sola dentro la sciarpa perchè continuava a venirmi i mente ” coi maiali state chiusi voi”
    Ti dico solo che domenica scorsa il Montepulciano ha giocato col Falterona. E indovina gli ultrà del primo cosa berciavano ai secondi?

  6. lozissou novembre 24, 2005 a 5:35 pm #

    >E allora dico: meglio i film sbagliati, ma vivi, di Pupi Avati.
    odioo… sto pupi avati, che solfarina. chè ce lo sanno anche i morti che i film sbagliati di pupi avati sono i film di pupi avati. o no? O diciamola fino in fondo: magari no, è vero, ma la parola “vivi” con i suoi film proprio non mi pare il caso. Vivi e lascia morire semmai, ch’amazzano dopo due piagnistei nostalgici.
    La sposa cadavere ha invero un che di fredda furbizia giocattolosa, che l’incubo prima di natale mi pare non avesse in dotazione, ma poi emoziona solo per la “regia” – passo uno o due che sia; chè una regia così – toh, piglia il piano sequenza farfalloso dell’attacco -, Pupella Maggio se la sogna di notte, a giugno o giù di lì.
    La doppietta di quest’anno, personalmente, m’ha fatto risalire le quotazioni di Burton. Con le debite riserve, ancora, ma intanto siamo risaliti. Ma nella città-caramella di Edward e nel reale mondo dell’oltretomba di Vincent non si ritorna mai più, mai più, mai più.
    Toh, m’hai fatto tornare…

  7. acidshampoo novembre 24, 2005 a 5:48 pm #

    > odioo… sto pupi avati, che solfarina. chè ce lo sanno anche i morti che i film sbagliati di pupi avati sono i film di pupi avati. o no? O diciamola fino in fondo: magari no, è vero, ma la parola “vivi” con i suoi film proprio non mi pare il caso. Vivi e lascia morire semmai, ch’amazzano dopo due piagnistei nostalgici.
    Piagnistei nostalgici.Hai già detto tutto. E’ chiaro che non sei da Avati. Questi sono solo luoghi comuni, superficie. Non me li aspetto da te. Ma mi aspetto ancora meno che chiunque comprenda Avati.
    Del resto, io non ne comprendo tanti altri. I più.
    Però permettimi: l’infinita umanità, le fragilità e la passione del sessantasettenne Avati, timbrati e archiviati così, da uno zissou alle 17:35 di oggi, giovedì 24 novembre. Non fa un gran bell’effetto.

  8. DEATH 13 novembre 24, 2005 a 5:52 pm #

    PER LOZISSOU
    “fredda furbizia giocattolosa” LO CONDIVIDO APALLA!!!
    BRAVO! UN PLAUSO!
    MARRA ^^

  9. lozissou novembre 24, 2005 a 6:00 pm #

    >timbrati e archiviati così, da uno zissou alle 17:35 di oggi, giovedì 24 novembre. Non fa un gran bell’effetto.
    dai, che lo sai che sono voluto ritornare “a effetto”, missione-simpatia style. era una provocazione – totalmente affettuosa – a uno dei tuoi numi, che ero ben conscio della superficie del mio discorso… tanto per… finita lì, non ne facciamo clamori, ora.
    avati non mi piglia, ed è vero, ma anche in questo caso finisce lì.

  10. frank novembre 24, 2005 a 6:50 pm #

    Bel bicchierino d’acqua tiepida questo film, sì. Esci dal cinema ed è
    come se non avessi visto niente, non resta niente, nieeente, solo
    farfalline flu flu flu flu flu.

    Ma oltre che di Tim “Pacifichiamoci” Burton vorrei parlare male anche
    di Terry “Alzheimer” Gilliam. Solo con l’Alzheimer infatti si spiega il
    perché e il percome de I Fratelli Grimm E La Strega Belloccia. Che stagione di merda al
    cinema.

  11. infrarosa novembre 24, 2005 a 7:01 pm #

    a proposito di cinema: l’hai visto poi gori “der untergang”, quello con bruno ganz su hitler? io sì. per una fiction niente male, m’è piaciuto. a te?

  12. acidshampoo novembre 24, 2005 a 7:06 pm #

    Frank, vai a vedere Avati invece di queste puttanate annunciate (io non te capisco…). E vedi di non fartelo ridire.
    Ma già ricordo che hai storto il naso più volte con Avati. Anche quando io, te e caramelleamare, si iniziò a vedere a casa tua Festa Di Laurea, che è il film più bello di Avati. Figlia mia c’aevi ‘na faccia…
    Ma si sa che la tua vita è troppo al massimo per aver bisogno di Avati…

  13. frank novembre 24, 2005 a 7:13 pm #

    No no, e chi lo snobba Avati, qua è una questione di mobilità ridotta e di “cosa danno nel cinema sotto casa”.
    Quanto a “La Caduta” di Hitler (così in italiano), a me mi parve
    qualcosa di più di una buona fiction. Ottimo artigianato semmai, per
    usare le parole di Acid, ma con un contenuto così imponente che basta
    da solo a impattare – su di me almeno. All’epoca mi intervistarono i
    due idioti di Coming Soon su questa cosa… bah

  14. DEATH 13 novembre 24, 2005 a 7:13 pm #

    il gori fan di avati mi mancava…
    uno dei miei migliori amici ha fatto la comparsa ne “ma quando arrivano le ragazze?”…e me ne ha parlato bene, di pupo pacco  ava[RIA]ti…me l ha definito “coinvolgente e appassionato”…che detto da lui è il max….non lo dice di nessuno….
    MARRA^^
    a me nn me entusiasma….m è garbato quello con neri marcorè e l encontrada cieca….tutto qui

  15. acidshampoo novembre 24, 2005 a 7:17 pm #

    La Caduta l’ho visto anche io, infrarosa. Un bel po’ televisivo ma bello. Se solo avessero tolto la sottostoria del regazzino e gran parte degli esterni. Bruno Ganz in gran spolvero. Ma che dire di Goebbels? E soprattutto della moglie? E vogliamo parlare di Eva Braun?
    Un buon melange di realismo e recitazione. Di solito non riesce mai. C’è gente, come Renzo Martinelli, che ci prova ogni volta e ogni volta fa più cagare di quella prima. 
    Comunque è affascinante questo cinema-verità da buco della serratura. Però c’è un altro film su Hitler che è di tutt’altra risma, parlo di Moloch, di Alexander Sokurov. Bellissimo, rigoroso ed espressionista. Tra l’altro il primo della sua trilogia sui ditattori, seguito da Taurus (su Lenin, inedito in Italia) e Il Sole (su Hirohito, uscito al cinema la settimana scorsa).
    Non è un caso che Sokurov sia uno dei registi contemporanei preferiti da Scorsese.

  16. frank novembre 24, 2005 a 7:19 pm #

    Infatti, non era megli se intervistavano te?

  17. acidshampoo novembre 24, 2005 a 7:22 pm #

    > a me nn me entusiasma….m è garbato quello con neri marcorè e l encontrada cieca….tutto qui
    Occhio! Ne Il Cuore Altrove c’è la mia amica Rita Carlini nel ruolo della manicure! Per me è imperdibile anche solo per quello!
    Ecco un film di Avati sbagliato: quello. Il personaggio di Marcorè, ottimamente scritto, è stato diretto malissimo.

  18. acidshampoo novembre 24, 2005 a 7:26 pm #

    > Infatti, non era megli se intervistavano te?
    No no, quei due non li reggo. Sono il peggio di Coming Soon, superati solo da Mariolina e Pierpaolo.
    Ne guardi uno e dici: “E’ lui il peggiore”. Fino a che non guardi l’altro. E via così.
    Un’intervista con loro due, uno a destra e l’altro a sinistra, mi farebbe impazzire senza ritorno. Dio me ne scampi.

  19. frank novembre 24, 2005 a 7:27 pm #

    Se Dio vuole in quell’occasione sono andati in tilt loro due. Ma mi auguro di non vedere mai il filmato che lo prova.

  20. acidshampoo novembre 24, 2005 a 7:30 pm #

    Tollera, Frank. E’ stata solo un’intervista. Se pensi che c’è qualcuna che è stata fidanzata con Ezio Greggio. Ma che vita è? Ma che si dicono?

  21. Rouge novembre 24, 2005 a 7:34 pm #

    Parafrasando Robin Williams in “Good morning Vietnam”…
    Gori, mai visto nessuno con un così disperato bisogno di pompino come te…

  22. acidshampoo novembre 24, 2005 a 8:03 pm #

    Rouge, non sia mai. Dio me ne scampi!
    Stimerei così poco una che si facesse cosare da me in boc… UUUAAARRRGGGHHH che schifo!
    Comunque c’hai preso. Io sono proprio uno a caccia di un pompino. Preciso.
    Però, e lì azzardo, sono convinto che chiunque passasse cinque minuti con me e poi con te, realizzerebbe che quello alla disperata ricerca di un pompino sei te.

  23. Rouge novembre 24, 2005 a 9:00 pm #

    Oh beh, ho già risolto il problema io…
    Ieri mi son fatto togliere due costole!

  24. caramelleamare novembre 25, 2005 a 1:17 am #

    I PEGGIO DELL ULTIMO THREAD:
    – “secondo perkè il signor burton me garba tutto quel ke fa da 15 anni, è un guru…- “La doppietta di quest’anno, personalmente, m’ha fatto risalire le quotazioni di Burton.”- “fredda furbizia giocattolosa” LO CONDIVIDO APALLA!!!”
    – “Gori, mai visto nessuno con un così disperato bisogno di pompino come te…”
    – “odioo… sto pupi avati, che solfarina. O
    diciamola fino in fondo la parola “vivi” con i
    suoi film proprio non mi pare il caso. Vivi e lascia morire semmai,
    ch’amazzano dopo due piagnistei nostalgici.”- “Oh beh, ho già risolto il problema io…ieri mi son fatto togliere due costole!”

    Rouge fai schifo
    Marra fai schifo
    per ora non mi vengono altre offese, pero siete delle persone di merda.
    Lupo puttana
    Zissou basta per piacere non te reggo piu.
    dio che fatica pero eh, o che ve ce vorrebbe a diventare delle persone
    un pelino migliori?! almeno me lasciate in pace; e invece no, peggio
    della merda siete.
    Avviso il titolare del blog che questa è la mia nuova rubrica e diventerà un appuntamento fisso.

  25. Myrna Harrod novembre 25, 2005 a 9:43 am #

    Gori, mai visto nessuno con un così disperato bisogno di pompino come te…
    Rouge, si vede proprio che conosci poco il Gori.

  26. cryz novembre 25, 2005 a 10:45 am #

    Waaaaaaaaaa! Non l’ho visto, ma a differenza di altri sullo stesso genere mi intriga!!

  27. Rouge novembre 25, 2005 a 1:12 pm #

    Sarai un bella fica te, cincinelli

  28. Rouge novembre 25, 2005 a 1:16 pm #

    Rouge, si vede proprio che conosci poco il Gori
    Beh, non c’è dubbio

  29. Reduce del Riformatorio novembre 25, 2005 a 2:42 pm #

    Metto per la prima volta piede su questo blog, seguendo un link sui Baustelle da google.
    Forte, mi piace tutto…. a parte i commenti di questo “caramelleamare” che a quanto vuole essere molto alternativo risultando alquanto patetico.
    Ciao Ciao
    Gabriele da Ravenna

  30. DEATH 13 novembre 25, 2005 a 2:51 pm #

    CIAO GABRIELE E BENVENUTO IN QUESTO POSTO DI MATTI (MA VEDO KE ANKE TE VIENI DA UN RIFORMATORIO ^^)
    CARAMELLE è UN BRAVO DIAVOLO,FIDATI,HA UN PAIO DI COMPLESSI CHE SONO MOLTO ARRABBIATI PERKE NESSUNO GLI FA FARE SERATE DECENTI…(^^)…MA T ASSICURO CHE CE NE SONO DI PAREKKIO PEGGIO DI LUI….ANZI DA GUSTO CONFRONTARSI CON IDEE DIVERSE QUANTO LO SONO LE SUE.
    CIAO
    MARRA^^ (DEATH 13)

  31. acidshampoo novembre 25, 2005 a 3:18 pm #

    Ciao Gabriele e benvenuto fra noantri. Spero che la tua permanenza qui sia contigua e fruttuosa. Arrivare qua cercando i Baustelle è il miglior traghetto, visto che da ste parti ne siamo tutti fan, chi più chi meno.
    Caramelleamare è una cellula impazzita e senza freno, un Gian Maria Volontè perso nella cocaina e armato di motosega. Non ti curar di lui ma guarda e passa.

  32. lozissou novembre 25, 2005 a 3:18 pm #

    >a parte i commenti di questo “caramelleamare” che a quanto vuole essere molto alternativo risultando alquanto patetico.
    però, acuto il gabriele da ravenna…
    (si scherza, ambrosoli di subbiano, si scherza….)

  33. acidshampoo novembre 25, 2005 a 4:59 pm #

    > Waaaaaaaaaa! Non l’ho visto, ma a differenza di altri sullo stesso genere mi intriga!!
    Cryz, dammi retta: con il prezzo del biglietto ti compri, in videoteca, il dvd di Principi & Principesse. E’ lì ci trovi la poesia che qui non c’è.
    Che uno come te che si emoziona, giustamente, per La Montagna Degli Specchi, poi non può emozionarsi per Burton. O l’uno o l’altro! 🙂

  34. Rouge novembre 25, 2005 a 5:34 pm #

    A proposito di cinema… ieri sera mi sono visto un film in dvd che era da anni che mi proponevo di guardare.
    “Essere John Malcovich”
    Delirante, ma mi è piaciuto.
    Visto che di sicuro l’hai già visionato, Gori, ero curioso di sapere che ne pensavi

  35. Myrna Harrod novembre 25, 2005 a 6:07 pm #

     Essere John Malcovich? Bene ne pensa il Gori.
    E’ stato lui a farmi conoscere quel genio di Charlie Kaufman, per questo lo ringrazio.

  36. Nicola novembre 25, 2005 a 8:37 pm #

    Allora Red a me essere John Malcovic mi è piaciuto, soprattutto la parte in cui la prende da dietro e gli viene dento. Mi è piaciuta la cririca esperata  di quella società newyorchese piena e tic e risme. Insomma un fil da 7, visto che qui piace dare i voti. Ma soprattutto mi piace la tua vena non il tuo vino. Bona

  37. acidshampoo novembre 26, 2005 a 1:13 am #

    Essere John Malkovich? Una folgorazione! Ne rimasi stregato. E chi se lo aspettava? Da lì capii che Charlie Kaufman avrebbe fatto strada, e infatti nei film successivi non mi ha mai deluso, da Human Nature a Confessioni Di Una Mente Pericolosa a Se Mi Lasci Ti Cancello. E, fra tutti, Il Ladro Di Orchidee è il mio preferito. Anzi uno dei miei preferiti di sempre. Chalie Kaufman è l’autore che seguo di più, di cui aspetto più un film. Il bello è che non è nemmeno un regista, ma uno sceneggiatore.
    Qualcuno ha definito Charlie Kaufman come “nuovo John Landis”, pensando di fargli un complimento. Ma Charlie al John soo magna a colazione.
    Ah, m’ero scordato di linkare il suo spettacolare sito. Lo aggiungo mo’.

  38. caramelleamare novembre 26, 2005 a 1:48 am #

    lozissou ti sei salvato con la parentesi finale. gabriele da ravenna
    non so che dire a parte che mi dispiace ovviamente…mi eri simpatico.

  39. acidshampoo novembre 26, 2005 a 1:58 am #

    > a me essere John Malcovic mi è piaciuto, soprattutto la parte in cui la prende da dietro e gli viene dento. Mi è piaciuta la cririca esperata  di quella società newyorchese piena e tic e risme.
    Ormai sei a senso unico. E allora ti consiglio di vedere, in serie, Wall Street, 1 Km Da Wall Street, Yuppies e soprattutto Yuppies 2. Almeno puoi variare, prima di tornare al masterpiece che sappiamo.

  40. acidshampoo novembre 26, 2005 a 2:00 am #

    Occhio al link in fondo alla lista alfabetica. Andandoci arricchirete una persona che commenta in questo blog.
    Non sono io. E non vi dico chi è.

  41. Dillydoll novembre 26, 2005 a 11:07 am #

    belliiinoooo qst film!!

  42. frank novembre 26, 2005 a 2:47 pm #

    Ma Acid, te che dici, Nicola ci è o ci fa con questa estetica yuppie?
    Il mio film yuppie preferito è “Una poltrona per due”.

  43. acidshampoo novembre 26, 2005 a 3:20 pm #

    > Il mio film yuppie preferito è “Una poltrona per due”.
    Che è appunto di Landis. Ce l’ho su DVD perchè lo davano con L’Espresso, ma non ho mai osato. L’unico Landis che ho trovato gradevole è quello di Ridere Per Ridere. Stoppe.
    Piuttosto, ho appena comprato due commedie fantastiche, altro che Landis, la prima è Una Strana Coppia Di Suoceri, mio cult fin da piccolo, l’altra è Fantomas Contro Scotland Yard, il terzo e più bel film della trilogia di Fantomas con l’impareggiabile De Funes.

  44. acidshampoo novembre 26, 2005 a 3:21 pm #

    > belliiinoooo qst film!!
    Principi & Principesse (di Michel Ocelot). Ho detto.

  45. acidshampoo novembre 26, 2005 a 3:29 pm #

    > Ma Acid, te che dici, Nicola ci è o ci fa con questa estetica yuppie?
    Ieri passando davanti alla profumeria dentro allo stabile dell’Esselunga, m’è tornato alla mente un quadretto da groppo in gola. Lui che si fionda lì dentro, alla ricerca di una certa precisa fragranza, impazzito a testare profumi fra fazzolettini e sniffate di polso. E le commesse che non riuscivano a stargli dietro. Non glielo dire, ma l’ultima volta che l’ho visto ho notato anche un’altra cosa: sta iniziando a sculettare. Paraccio.

  46. caramelleamare novembre 26, 2005 a 4:03 pm #

    Secondo il mio personalissimo punto di vista, la lupo è una puttana

  47. Rouge novembre 26, 2005 a 4:27 pm #

    ma che dici Gori…
    è da quando lo conosco che sculetta come una vacca!

  48. frank novembre 26, 2005 a 4:31 pm #

    Io sono sicura senza punti di vista che te Cincinelli puzzi.

  49. lozissou novembre 26, 2005 a 4:38 pm #

    >Io sono sicura senza punti di vista che te Cincinelli puzzi
    si vogliono lasciare stare, una volta per tutte, le identità reali. in questo blog almeno, che non servono, che non funzionano. non qui. qui ognuno di noi è anche un altro, chi si è scelto di essere (o chi non si è scelto di essere, legittimo allo stesso modo: v. Nicola, evidentemente riconoscibile).
    boh, mi sembra tanto bello – commovente? – che questo blog, da dimensione parallela qual è, viva delle, con le, per le sue regole. uguale per le identità. “la vita, mio caro, è noiosa”, diceva un certo Titta Di Girolamo. Pure i nomi, e lui per primo – di nuovo – se ne accorgeva. Cincinelli, Donati, Gori, Lupo forse nella realtà di Arezzo A.D. 2005 funzionano; sullo Sgargabonzi no, a me non pare almeno.

  50. frank novembre 26, 2005 a 5:01 pm #

    Io lo lascerei perdere, lui e la sua identità del cazzo, ma mettiti nei
    miei panni. Chi digita “Francesca Lupo” su google trova “Lupo Puttana”
    oppure “morta a Ustica”. Devo fare pari in qualche modo.

  51. DEATH 13 novembre 26, 2005 a 5:26 pm #

    CARAMELLE SMETTI D OFFENDERE LA FRANCY..
    FRANCESCA LUPO MITO-REGINA-ESSERE UNICO
    FRANCESCA LUPO MITO-REGINA-ESSERE UNICO
    FRANCESCA LUPO MITO-REGINA-ESSERE UNICO
    FRANCESCA LUPO MITO-REGINA-ESSERE UNICO
    FRANCESCA LUPO MITO-REGINA- ESSERE UNICO
    FRANCESCA LUPO MITO-REGINA-ESSERE UNICO
    FRANCESCA LUPO MITO-REGINA-ESSERE UNICO
    FRANCESCA LUPO MITO-REGINA-ESSERE UNICO
    FRANCESCA LUPO MITO-REGINA-ESSERE UNICO
    FRANCESCA LUPO MITO-REGINA-ESSERE UNICO
    FRANCESCA LUPO MITO-REGINA-ESSERE UNICO
    FRANCESCA LUPO MITO-REGINA-ESSERE UNICO
    FRANCESCA LUPO MITO-REGINA-ESSERE UNICO
    COSI, TANTO PER PAREGGIARE UN PO THE COUNTS
    SIA PER LEI CHE PER GOOGLE ^^
    MARRA^^

  52. frank novembre 26, 2005 a 5:36 pm #

    Grazie Marra…

  53. frank novembre 26, 2005 a 5:38 pm #

    Poi “Francy” mi chiami solo te, mia mamma e la Gaia…

  54. Reduce del Riformatorio novembre 26, 2005 a 6:15 pm #

    Sono pienamente daccordo con lozissou…
    anche perchè io di aretini non ne conosco nessuno.
    Vi saluto, stasera mi aspetta una cena-film tra amici:
    Piada, squaquerone e “L’allenatore nel pallone”!
    p.s.
    Caramelle, ribadisco il concetto antecedentemente espresso: Patetico

  55. acidshampoo novembre 26, 2005 a 6:42 pm #

    Reduce del Riformatorio, se parliamo di commediaccia calcistica, occhio di dare una ripassata a Eccezzziunale Veramente, perchè a gennaio mi esce il sequel e promette faville.
    Anche de L’Allenatore Del Pallone Banfi vorrebbe il sequel. Ma come fai? Quell’uomo è diventato di un patetico insostenibile. I comici, spesso, invecchiano malissimo, ma lui peggio di tutti. Riprova ne è il fatto che disse che gli sarebbe piaciuto ambientato in una casa di riposo per allenatori, con il nonnetto Oronzo Canà che viene richiamato ad allenare la Longobarda. Disse pure che ci sarebbe stato Mazzone come guest-star.
    “Picchio De Sisti. E gli spezzo pure la noce del capocollo”.
    “Sì, obligheto… obligheto e m’ha fregheto!”.
    “La donzelletta vien dalla campagna… e la chiappa si bagna!”
    “Mia moglie aveva fatto il concorso per entrare alle poste, ma non l’hanno presa perchè non era raccomandata”.
    “Mister, ieri c’ha fatto prendere quattro pappine, siaggentile!”
    “Mezzo soprano?” “No, tutta scema”.
    Per tutti i fan di Oronzo Canà: andate qui.

  56. acidshampoo novembre 26, 2005 a 6:48 pm #

    > “la vita, mio caro, è noiosa”, diceva un certo Titta Di Girolamo.
    Non vedo l’ora che esca quello nuovo di Sorrentino. Se non per un particolare: l’altro giorno Marzullo ha intervistato Laura Chiatti, la donna del film, e mi ha fatto veramente cacare. Poi, tra l’altro, viene da Un Posto Al Sole e dal film con Kledi. Non vuol dire niente, ma alla luce di come m’è apparsa potrebbe voler dire molto. Speriamo, perchè il regista vale e il film promette.

  57. DEATH 13 novembre 26, 2005 a 7:43 pm #

    “Poi “Francy” mi chiami solo te, mia mamma e la Gaia… ”
    SE TI DA’ NOJA\FASTIDIO\SENSAZIONI NEGATIVE…SMETTO,EH!?!?!?
    MARRA^^

  58. frank novembre 26, 2005 a 8:11 pm #

    Aretini, all’erta.
    Mi dicono dalla regia che sono appena entrati i ladri in casa Lupo.
    Domattina vado a vedere cosa manca in camera mia.

  59. acidshampoo novembre 26, 2005 a 8:34 pm #

    Ulla vulivo avessa puta!
    Il Cincinelli ieri, comunque, è stato qua fino a verso mezzanotte e mezza. Quando è successo il fattaccio?

  60. lozissou novembre 26, 2005 a 9:33 pm #

    >Non vedo l’ora che esca quello nuovo di Sorrentino
    e a me lo dici!, che ormai son pizza e fichi col Garro (!!!) e invece vado molto più matto per Paolino…L’amico di famiglia: sull’ultimo FilmTV già c’è qualche stuzzichino del film, e già promette tantissimo. Già, Laura Chiatti: e ti ricordo anche delle parole di quello della Banda Osiris (confermate in pieno dall’articolo su FilmTV> Sorrentino: “nei film di solito, col sesso ci si ferma a un certo punto: noi no”). Culi, culi, culi…
    Ah, ma io già mi attivo per scarrozzarmelo alla Fonque, il Sorre…

  61. acidshampoo novembre 27, 2005 a 1:23 am #

    No no, attivati per Garrone. Già come artista per me è meglio di Sorrentino, ma come crischiano proprio se lo magna proprio a colazione.
    Laura Chiatti. L’unica cosa di lei che mi ispira è il cognome celebre. Ah, dolci ricordi.

  62. hiss novembre 27, 2005 a 1:33 am #

    Bugiardo!
    Mi avevi detto 4 euri! Che, ci fai la cresta o hanno aumentato loro per le feste?
    Comunque Nightmare Before Christmas l’ho guardato per la prima volta in ti-vi e solo in ricordo delle favolose lezioni di Mr. Grotti…..purtroppo non ci ho trovato nulla di filosoficamente accattivante….del resto, ancora devo da vedere (ma esiste?) Diario di una schizofrenica, sempre su spunto grottiano….quello sì, mi intriga assai.  

  63. acidshampoo novembre 27, 2005 a 1:37 am #

    Ma chi t’aveva detto 4 Euro? E 4 Euro per icchè?
    Diario Di Una Schizofrenica non l’ho visto nemmanco io. Ma i gusti cinematografici del grotti spaziavano da buone intuizioni (Moretti o Allen) a dei fraintendimenti clamorosi, veramente da cinefilo col complesso d’inferiorità (vedi la sua fissa per il “maestro” Antonioni).
    Hiss, te c’hai l’occhio lungo. Non avevo dubbi che Nightmare Before Christmas non t’avrebbe detto un cazzo.
    Principi & Principesse. Subito.

  64. hiss novembre 27, 2005 a 1:40 am #

    Ottima scusa per vederlo a casa tua alla prossima!

  65. hiss novembre 27, 2005 a 1:43 am #

    Dei 4 iuri me lo avevi detto al supermercato mentre cercavi ansiosamente il Valtellina (o, ma io alla Gs non l’ho mica visto!)…mi sembrava di essere in uno di quegli orrendi film-tortura psicologica francesi che davano su rai tre qualche anno fa verso le quattro di notte…

  66. hiss novembre 27, 2005 a 1:47 am #

    Gorino mio bello patatoso con una punta di asparagi, si fa per scherzare, eh? Lo sai che resti sempre nel mio Olimpo…(pi greco…tavolino..)

  67. hiss novembre 27, 2005 a 1:50 am #

    E infine fu l’oggetto: 4 eiuri per pranzare onestamente al dopo lavoro ferroviario..

  68. caramelleamare novembre 27, 2005 a 2:30 am #

    o basta di dire in continuazione, “se lo mangia a colazione” “soo mangia a colazione” “seo magna a colazione”……
    garrone mangia a colazione sorrentino.
    il valtellina mangia a colazione l’unicum.
    i buastelle mangiano a colazione gainsburg.
    gianmaria volontà mangia a colazione tutti.
    la lattuga mangia a colazione la gentile.
    moana pozzi mangia a colazione luxuria.
    s’è capito…ora pero basta eh!! e nessuno che t’abbia detto niente….mah.

  69. acidshampoo novembre 27, 2005 a 2:32 am #

    > Ottima scusa per vederlo a casa tua alla prossima!
    E’ un film che si guarda gnudi.
    > Dei 4 iuri me lo avevi detto al supermercato mentre cercavi ansiosamente il Valtellina
    Nonne zeppare il deto drento la piaga. Non l’ho ritrovato mai. E oltre al danno la beffa: all’Esselunga hanno riportato l’Amaro Alle Erbe Del Fattore. Quello di Rocco. Ma il Valtellina nisba.
    > E infine fu l’oggetto: 4 eiuri per pranzare onestamente al dopo lavoro ferroviario..
    Però si pranza gnudi.

  70. acidshampoo novembre 27, 2005 a 2:34 am #

    Caramelleamare, non interrompere il flusso di coscienza fra me e hiss, grazie.
    Anche te dici spesso “le patate”. E quel che è più grave, passi dalla parola ai fatti.

  71. frank novembre 27, 2005 a 9:31 am #

    >”e a me lo dici!, che ormai son pizza e fichi col Garro (!!!) e invece vado molto più matto per Paolino…”

    Lozzissù, ma te c’hai il capino sbullonato. Questo è veramente avere il
    pane e non avere i denti. Se Garrone ti annoia passalo a me, che ci
    intraprendo lo stesso approccio di quando s’è incontrato ad Arezzo: la
    SCENA MUTA AMMIRATA.

  72. lozissou novembre 27, 2005 a 12:22 pm #

    Sìsì, mi attivo, ma intanto il Garro mica s’è fatto vivo. Una buaccaesse aggratisse e chissevistossevisto. At cialut. Manco una telefonatina cortese. E sì che gl’avevo scritto un’altra letterina intensa e amichevole. Macchè, niente, caput! O c’ha il capo già dentro Don Siegel o boh. Il Sorre non me lo screditare, chè dal vivo è un grande – umile, d’accatto, così, pizza e fichi. Pure lui.
    Chiatti? e chi ti ricorda mai?
    Frank: io porto dentiere, non lo sapevi?

  73. infrarosa novembre 27, 2005 a 4:51 pm #

    io ieri sera ho visto l’enfant. qualcuno di voi l’ha visto?

  74. acidshampoo novembre 27, 2005 a 5:02 pm #

    No, ma dei Dardenne ho visto La Promessa e Il Figlio. Ho una particolare simpatia per il cinema belga, ma loro proprio non fanno per me. E’ cinema radicalmente d’essai, che non scende a patti con l’intrattenimento, e col quale ho tagliato i ponti da un po’. Lo so pure valutare male.
    Quattro capolavori belgi:
    Toto Le Heros (di Jaco Van Dormael)- Pauline & Paulette (di Lieven Debrauwer)- La Vita Sessuale Dei Belgi (di Jan Bucquoy)- Le Scarpe D’Oro (di Frank Van Passel)

  75. acidshampoo novembre 27, 2005 a 5:05 pm #

    > Chiatti? e chi ti ricorda mai?
    Lui:

  76. frank novembre 27, 2005 a 7:03 pm #

    Novità da casa Lupo:
    da camera mia non manca niente. Da camera della mi mamma i suoi
    gioielli affettivi, cosa pesantissima. Dalla sala manca preciso una
    cosa sola: una cosa che stava impacchettata con una busta dorata: la
    stagione cinque dei mitici Simpsonnn.

  77. hiss novembre 27, 2005 a 10:52 pm #

    Che bbella questa Prica!”
    Comunque, sempre, dopotutto..

  78. acidshampoo novembre 28, 2005 a 1:06 am #

    Diavolaccio di una Hiss, tu fra il lusco e il brusco tu mi citi gli Squallor. Ma tu non sai che io ne sono un ultrà (a dire poco).
    Quella canzone è La Ricreazione, dall’album Tocca L’Albicocca (del 1985), l’ultimo con Daniele Pace, che poi morì d’overdose. E’ lui il cronista che pronuncia quella frase. L’altro è l’immenso Alfredo Cerruti, ex di Mina e poi della Pausini.

  79. acidshampoo novembre 28, 2005 a 3:40 pm #

    > Dalla sala manca preciso una cosa sola: una cosa che stava impacchettata con una busta dorata: la stagione cinque dei mitici Simpsonnn.
    Porca puttana te tocca ricomprarmeli. Questa non ci voleva proprio.

  80. lozissou novembre 29, 2005 a 2:56 pm #

    >Lui: [FOTO LUIGI CHIATTI]
    Mi sono riletto tutto. Che impressione, che brividi, che morte e che vita all’unisono. L’avevo, anche questo, sepolto nella memoria. Ricordo che all’epoca leggevo molto più che adesso i giornali, soprattutto la cronaca nera – ricordate il verofinto squalo al largo di Piombino? Ricordo Sara Cesaroni di via Poma. Al solito, il ricordo trascolora, rende tutto diverso. La vicenda di Luigi Chiatti mi pare molto più vicina, adesso; anche comprensibile, condivisibile. Tutto quella sofferenza… Ci vorrebbe un film, D-E-F-I-N-I-T-I-V-O. O forse c’è già stato e io non lo so.

  81. Gaiona Gnagnarona novembre 29, 2005 a 3:49 pm #

    Ciao amici, col cazzo che siete miei amici, si dice amici per dire…all’insegna della falsità.
    Ah, Cincinelli, ti ricordo che ti ho lasciato,anche se fai finta di no e pergiunta per uno ricco, brillante, socialmente ben inserito, che non esce di casa con gli stessi vestiti con i quali va a a dormire, …datte ‘na svegliata che i tipi come lui quelli come te se li mangiano a colazione. Fallito di merda vai a guidare i pulmini. Coi maiali state chiusi voi. Intendevo te e tutta la tua famiglia Caramelleamare.

  82. acidshampoo novembre 29, 2005 a 4:48 pm #

    > Ricordo Sara Cesaroni di Via Poma.
    SIMONETTA Cesaroni! Torsolo!

  83. caramelleamare novembre 29, 2005 a 5:42 pm #

    preciso c’ho l’esame giovedì per andare a guidare i pulmini.

  84. caramelleamare novembre 29, 2005 a 6:12 pm #

    gori ho scoperto una cosa terribile: ci sono persone che quando pagano
    la colazione invece di dire “un cappuccino ed una pasta” dicono
    “cappuccio e pasta”. questa non me la sarei mai aspettata. piu in basso
    di cosi il genere umano non puo andare. se fossi io il barista la prima
    cosa che gli vorrei chiedere è se siamo parenti o amici intimi. Deve
    essere tipo un rito di inizziazione per entrare nella loro famiglia di
    amici: se il barista risponde “cappuccio e pasta per il signore…1,80”
    è del giro. Ma è legalmente consentita una roba del genere? mah !! a
    questo punto salutarsi con “ciao ciccio, ciao ciccia” diventa quasi
    meno orribile.
    Non fate battute del tipo “oh, ma dove lo trovi un bar che fa 1,80 per
    pasta e cappuccino? dimmelo che ci vado subito..hehheh” e cose del
    genere perche fanno pena e non ho voglia di leggerle.

  85. acidshampoo novembre 29, 2005 a 6:20 pm #

    > preciso c’ho l’esame giovedì per andare a guidare i pulmini.
    Eheheh… il Cincinelli scherza…
    Aehm…

  86. acidshampoo novembre 29, 2005 a 6:26 pm #

    > gori ho scoperto una cosa terribile: ci sono persone che quando pagano la colazione invece di dire “un cappuccino ed una pasta” dicono “cappuccio e pasta”.
    Se sei nel jet-set, se sei amico di Lele Mora, se frequenti il Twiga, è chiaro che puoi farlo.
    “Cappuccio e pasta”. Sintetico, confidenziale, noscialante.
    Lo sai chi m’ha spregiato sere fa per il fatto che faccio l’originalone e chiedo “un cappuccino” invece che “un cappuccio”? Aristide1981. Sì proprio lui, l’uomo che ha come punto d’arrivo nella vita Flavio Briatore e se stesso.
    Ma a me anche il semplice “rum e pera” mi sta sul cazzo.
    Una persona con una vita un po’ meno al massimo chiederebbe: “mi da un rum e poi mi ci mette anche un succo di quelli alla pera”.
    Ma la gente no, la gente son tutti toghi. Mandasseraffanculo.

  87. DEATH 13 novembre 29, 2005 a 6:27 pm #

    PER GAIA:
    NON HO IL PIACERE DI CONOSCERTI DI PERSONA, MA UNA CHE LE CANTA COSI (SENZA BANALITA MA EFFERATA)A UN CROSTINO COME IL CINCINELLIZZ MERITA UNO SGUARDO IN PIU DEL NORMALE…..
    AMMIRATO.
    SINCERELY.
    MARRA^^

  88. DEATH 13 novembre 29, 2005 a 6:30 pm #

    PER ACID:
    ” Mandasseraffanculo.” IL TUO DE DIANZI….
    NON LO SO PERCHE MA è LA COSA CHE M HA FATTO PIU’ RIDERE DA ALMENO DU SETTIMANE.SINTETICO, ISTINTIVO,SGRAMMATICO.QUINDI PERFETTO PER I MIEI CANONI (=BAUUUUUUUU!!^^)
    VOLEVO LO SAPESSI, EGOCENTRICO DE MERDA^^
    MARRA^^

  89. acidshampoo novembre 29, 2005 a 6:42 pm #

    Tu mi lusinghi, Marra!Comunque, come già t’ho detto, te la Gaia l’hai conosciuta. Te ricordi quando s’era alla verbalizzazione di quell’esame di cui nemmanco ricordo il nome, due o tre anni fa, che mi pare si prese poco. Quello con quella prof sulla cinquantina, paciarotta, capelli corti e grigi. Era qualcosa mi pare che avesse a che fare con la matematica. Ecco, mentre si aspettava di verbalizzare venne pure la Gaia e vi parlaste.

  90. DEATH 13 novembre 29, 2005 a 7:51 pm #

    DIREI CHE HO IL RICORDO PERFETTO DEL GIORNO…MA NIENTE DELLA GAIA 😦 (SOLO CHE SI SEDETTE DIETRO NOARTRI CHE TUTTO SE FACEVA TRANNE CHE PENSARE ALL ESAME E ALLA VERBALIZZAZIONE….COME SEMPRE SEMPRISSIMO^^)
    SORRY, GAIA….RESTA IMMUTATA LA STIMA RACCOLTA
    MARRA

  91. caramelleamare novembre 29, 2005 a 10:23 pm #

    marra, t’assicuro che questa gaia è tutta scena, in realtà c’ha la
    personalità d’un paio d’etti di ricotta, 2 e mezzo al massimo. pero è
    una gran fica.

  92. DEATH 13 novembre 29, 2005 a 10:24 pm #

    O CINCI, DI QUEL C HAI DETTO NON SO COSA CONSIDERARE DI PIU….O COSA MEJO E COSA PEGGIO….O CHE SIA STATO TU A DIRLO….
    MARRA^^

  93. DEATH 13 novembre 29, 2005 a 10:29 pm #

    ALE NN ME DICI NULLA DEL NATHAN (LO LEGGI?) NAZIONALE DA EONI…
    NON è KE POSSO ASPETTARE UN ALTRO BIG BANG…
    NOI DèI CI SE STUFFA…ALORA??SE SA GNENTE??
    MARRA^^

  94. acidshampoo novembre 29, 2005 a 10:39 pm #

    Eh ma sai, di miei approcci alla serie ce ne sono stati, ma non fa davvero al caso mio.
    Non amo questo tipo di fantascienza, così come non amo i protagonisti cazzuti e senza un briciolo di autoironia. Poi anche la qualità delle storie, per me, lascia alquanto a desiderare. Anche i famosi primi cinquanta numeri, che molti idolatrano, a me hanno detto pochino. Le storie di Medda ecco, quelle hanno una marcia in più.
    E poi non potrei mai leggere una serie che ospita, fra i suoi disegnatori, il re dei rotti in culo: il Re Sinanti.

  95. lozissou novembre 30, 2005 a 12:24 pm #

    >”Cappuccio e pasta”.
    C’è anche chi dice “Eugenio Cappuccio e poi più”, ma non ti dico chi.

  96. lozissou novembre 30, 2005 a 12:35 pm #

    >Se Garrone ti annoia passalo a me
    A volte ritornano. Gli zombie sì, ma anche le anime pie; pure loro. Una di queste è il Garro ipodetto. Sono le 12,15 circa di un giorno anonimo – mercoledì 30 novembre 2005 – e capita di sentire squillare il cellulare. Insomma, frit e ritric, era lui. <“Chissà se si ricorda di me”> Ha rivisto il film che voleva “rifare” a suo modo – appena saltato in padella con olio a crudo – e ha deciso di lasciarlo là, che la cottura andava bene così com’era.Ora, invece, rifarà “supereroi”. Gli è garbata la struttura analettica, e pure la natura profilattica del mascherato di turno (sempre uno solo e soltanto uno). Però non sa dove trovarlo. Ma se te l’ho dato io, gli faccio. Lo puoi usare liberamente, ecco; e giù a svendere il proprio pane.
    Nono, son bravo citto, quistionava a rottadicollo. Ora provo su ebay; ma se manco sai quel che è e poi non funziona con quelli che hanno il nome che comincia per m- e finisce in -atteo. Ma io sono il regista di Estate romana, perbaccolina, e niente, non ha voluto sentir ragioni; e ora ve lo sorbite anche al cinema, ché prima lo vol far proiettare a mo’ di cappello al suo film. Il suo? Tzé…Un grande, a conti fatti.

  97. frank novembre 30, 2005 a 1:06 pm #

    O Zissou
    Non ho capito niente di quello che hai scritto, dev’essere un problema di connessione.
    Me lo ridici come ad un bambino scemo?

  98. lozissou novembre 30, 2005 a 1:18 pm #

    Per Frank:
    Garrone>9x9fa81>analessi>supereroi>cippirimerlo>è un circuito di rigore.
    In alternativa:
    nel numero nuovo de La Settimana Enigmistica, il “Bersaglio” è dedicato tutto a lui.

  99. frank novembre 30, 2005 a 1:20 pm #

    Quindi mi devo preoccupare io, non te?

  100. lozissou novembre 30, 2005 a 1:23 pm #

    Entrambo.

  101. Gaioma novembre 30, 2005 a 2:30 pm #

    Ciao ciccio (Marra)
    spero di non incontrarti mai nella vita, con la tua ammirazione mi ci pulisco i baffi che lascia il dentifricio quando mi lavo i denti, e con la tua stima il culo.
    Continua ad idolatrare la Frank, forse ti va meglio…
     

  102. Nicola dicembre 1, 2005 a 8:50 pm #

    Caramelle ho scoperto una cosa tristissima: ci sono persone e tra questi tanti bambini (ennini) che non fanno colazione.

  103. frank dicembre 1, 2005 a 8:57 pm #

    >Continua ad idolatrare la Frank, forse ti va meglio…Effettivamente, nella vita reale, è successo un sacco di volte
    che io abbia raccolto quello che Gaioma buttava. La prima volta fu una
    cicca fumata (ma non del tutto fumata). E lì mi si aprì proprio un
    mondo. Dopo la cosa è continuata, con le caramelle assaggiate, i bordi
    della pizza, lo zucchero in fondo al caffè. Infine proprio cose
    metafisiche: cuori, cervelli, sospiri. E’ che io so’ una cittina
    semplice.

  104. acidshampoo dicembre 1, 2005 a 9:02 pm #

    > a questo punto salutarsi con “ciao ciccio, ciao ciccia” diventa quasi meno orribile.
    Solo una persona può dire “Ciao ciccio” senza essere ridicolo: Doug Ross a Mark Greene.

  105. Il corvo Joe dicembre 1, 2005 a 9:36 pm #

    Gaia sei insopportabile, peggio della MERDA

  106. Gaioma Cronico dicembre 7, 2005 a 10:04 am #

    Ciao Ciccio.

  107. Gaioma Cronico dicembre 7, 2005 a 10:06 am #

    Frank, se ti interessa ho appena sputato un chewingum che aveva perso il sapore…

  108. frank dicembre 7, 2005 a 10:24 am #

    Boia!
    Certo!

  109. frank dicembre 17, 2005 a 4:47 pm #

    Aggiornamento dal fronte Lupo: a tre settimane dal furto in casa, mi
    accorgo che manca lo stereo compatto che tenevo in bagno. Marca Aiwa,
    colore grigio chiaro, graffio scuro sulla parte superiore, nello
    sportello del cd. Spero non ci fosse nessun disco dentro. Se andate al
    luna-park e lo vedete in palio in qualche banchino fatemelo sapere.
    Stesso dicasi per la sciarpa “Fiorentina” del mi fratello.

  110. acidshampoo dicembre 17, 2005 a 4:53 pm #

    > Spero non ci fosse nessun disco dentro.
    Te pensa quello che sarebbe successo se dentro ci fosse stato uno degli ultimi introvabili sei album originali degli Squallor. Roba che ho solo io. Specie Manzo, la perla assoluta della mia discoteca.
    Te avresti detto: “Tranquillo, si ritrovano”. E io mi sarei incazzato ancora di più perchè se c’è una cosa che ti sfugge completamente, è la reperibilità di certa roba, come funziona la distribuzione etc. etc.
    In ogni caso: non tenere i miei cd dentro il lettore. Li copi e te li senti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: