Un giorno qualunque

16 Ott

Succede un giovedì di prima mattina, senza rumore.
Al supermercato, tua madre crolla a terra con in mano il numero del banco rosticceria. La soccorrono. Un signore coi baffi le tenta un massaggio cardiaco e una ragazza vestita in grigio chiama un’ambulanza.
Da te squilla il telefono. E’ uno squillo qualunque, il solito. E’ lo stesso di poco fa, quello di un milione di chiamate inutili. Ma questo annuncia una telefonata storica, memorabile, in cui uno sconosciuto ti dice che tua madre ha avuto un malore ed è grave. L’hai vista per l’ultima volta nemmeno un’ora fa, saranno state le otto. C’hai scambiato due parole che nemmeno ricordi. Parole casuali, le solite, di mero servizio. Corri in ospedale aspettandoti quel peggio che è già lì ad aspettare te. Tua madre è morta. E non sono nemmeno le dieci.
Tua madre è morta e non succede niente.
Nessun terremoto, nessuno tsunami, nessun segno inconfondibile dell’armageddon. Attorno a te vedi i soliti colori. Gli stessi di ieri e di un milione di anni fa. Quello in cui si muore è un giorno come tanti. Martedì si è rotto il tostapane, ieri sei stato al cinema, oggi è morta tua madre. Dall’ospedale sei tornato a casa che nemmeno è mezzogiorno. In tv c’è Forum. Il tempo è quello annunciato dal meteo ieri. E anche il giorno di oggi, come quello di ieri, si congeda con un tramonto. Magari domani troverai dieci euro per strada. Chissà. Perchè la vita è schifosamente meravigliosa.
Alessandro Gori
Annunci

41 Risposte to “Un giorno qualunque”

  1. caramelleamare ottobre 16, 2005 a 12:21 pm #

    oddio gori scusa se ieri sera ho fatto quella battuta sulla tu mamma…..non lo sapevo che era morta da poco, mi dispiace.

  2. Bracco ottobre 16, 2005 a 1:51 pm #

    Ma è morta o no? Guarda che io abocco..

  3. Laura ottobre 16, 2005 a 3:51 pm #

    Ciao, anche se non ti conosco, mi dispiace.

  4. acidshampoo ottobre 16, 2005 a 3:52 pm #

    Nel post parlo in terza persona. Non dico mai mia madre ma sempre tua madre.
    Quindi, se una madre è morta, si tratta della tua, lettore dello Sgargabonzi. Vai a dare un’occhiata vah!
    A parte gli scherzi. Mi fa sentire ridicolo spiegare una coserella che ho scritto, che mica è la Divina Commedia eh. Però mi pareva ovvio che si trattasse di una proiezione.

  5. lozissou ottobre 16, 2005 a 4:07 pm #

    OT
    Siccome noto che molti, ancora, sanno scrivere ma non sanno o non vogliono pronunciare bene il mio nick, spiegherò. Del resto è facile come vedere “il risolutore” e dire che è brutto. Lo è.
    lozissou (da scriversi, cosa non da poco, tutto attaccato e tutto minuscolo) è composto da un compendio (“lo”) e da un attaccativo (“zissou”), che, come da sua funzione, vive anche di suo proprio ma, timido, preferisce attaccarsi agli altri, compendi in primis.
    Il compendio di “l” e “o” scaturisce il “lo” di cui prima, che è appunto il compendio più facile da pronunciare. Siccome è simile all’articolo “lo” (solo vagamente omonimo, ma ancora di più omofono), si pronuncia “lo”. lo, allungare la lingua fino a farle strusciare la membrana superiore sull’incavo interiore dei denti da latte dell’arcata superiore e via, spazzare come la neve dai viottolini nel film “gremlins” (usa 1984, di joe dante, produce spielberg, una chicca!, tre stellette toh).
    Quindi, “lo”. “zissou”, invece, come attaccativo di secondo grado va pronunciato un po’ alla francese, non troppo delicato (quindi, come nella miglior dizione fiorentina, con un raddoppiamento sintatto-perlopiùfonetico della consonante forte, la “z” che compare in ogni logo della serie omonima da me tratta, “le avventure acquatiche de lozissou”) nè troppo ruspanticello. La miglior concretizzazione visiva di una simile pronuncia potrebbe essere “zissù” per farla breve.
    Questa è la pronuncia. “lozissou” appunto, come dicevo da incipit.

  6. DEATH 13 ottobre 16, 2005 a 4:27 pm #

    RI ECCO IL GORI CHE TRASMETTE SULLE FREQUENZE DI RADIO – MARRA….
    CHE GRANDE UNPLUGGED…
    TESTI DI BATTISTI-GOROL
    PLAUDO VERSANDO IMMAGINARIE LACRIMUCCE..
    MARRA^^

  7. acidshampoo ottobre 16, 2005 a 4:33 pm #

    Grazie Marra. Ci tengo troppo. Quando mi fai i complimenti te, su post di questa tipologia, capisco sono riuscito a comunicare qualcosa. Che mica sempre ci riesco eh.

  8. Rouge ottobre 16, 2005 a 5:26 pm #

    Grande Gori… ‘sto post m’ha preso abbestia!!!
    Mooooooolto dark!

  9. caramelleamare ottobre 16, 2005 a 6:10 pm #

    mah, io non so se è poi tanto carino che spieghi in pubblico come è
    morta tua madre; magari non aveviateun gran bel rapporto, pero rendere
    così pubbliche le sue vicende dopo che è morta, nn mi sembra corretto.
    cmq….. il blog è tuo

  10. Rouge ottobre 16, 2005 a 8:56 pm #

    Oh caramelleamare… prima di fare ‘sti commenti forse dovresti leggerti le interferenze precedenti…

  11. acidshampoo ottobre 16, 2005 a 8:57 pm #

    Grazie Rosso! Tu mi lusinghi. Dico di più: mi cunnilinghi.
    Ma voglio che mi intervieni di più. Mi garbano le pillole di Rosso-pensiero.

  12. caramelleamare ottobre 16, 2005 a 11:09 pm #

    non c’è bisogno che legga quello che è stato detto prima, per me non è carino punto e basta.

  13. acidshampoo ottobre 17, 2005 a 3:18 am #

    Ueilà Laura, benvenuta sullo Sgargabonzi. Ma mia madre sta bene. Il mio post era solo una proiezione. Lo dico ancora perchè non vorrei iniziasse a spargersi la voce…
    Mo’ spero che rimarrai tra di noi. Ci conto neh!

  14. caramelleamare ottobre 17, 2005 a 11:14 am #

    sta bene? oddio mio che figuraccia che ho fatto….SORRRRYYYYY

  15. Bracco ottobre 17, 2005 a 4:54 pm #

    Ah..Ok.

  16. Rouge ottobre 17, 2005 a 8:58 pm #

    Caramellealmare… cosa hai in testa? i paguri diabetici?

  17. conterally ottobre 17, 2005 a 9:02 pm #

    Ortodosso.

  18. Nicola ottobre 17, 2005 a 9:26 pm #

    oh Donati, con un post così te non perdi tempo a dare inutili spiagazioni sul tuo nome…. va vattinne vah. Con affetto.Bel post Gori.

  19. acidshampoo ottobre 17, 2005 a 9:33 pm #

    Non per dire, ma ce lo sapevo che te sarebbe piaciuto, Palazzi. Ce lo sapevo. Grazie comunque.

  20. acidshampoo ottobre 17, 2005 a 9:36 pm #

    Rouge, il fatto è che caramelleamare paraccio è amalato, parecchio amalato.
    Il nome preciso del suo male è il cugliuncino.

  21. alemida ottobre 18, 2005 a 2:00 am #

    va bene la mamma, va bene la morta va bene i colori. MA FORUM NO! FORUM NO!!! Unsaluto e un complimento ti aspetto sul io blog amico ciao 

  22. Nicola ottobre 18, 2005 a 9:14 pm #

    POST CENA: la cena che venne offerta sabato scorso dal Fidel, che ringrazio pubblicamente, non era la cena del blog (se ha senso parlare di cena del blog), anche se ne erano presenti molti;rilancio per sabato 12 novembre. Fate sapere chi c’è o non c’è.
    Saluti

  23. caramelleamare ottobre 18, 2005 a 9:35 pm #

    palazzi me l’hai preso il 100 di magico vento?

  24. Nicola ottobre 18, 2005 a 9:41 pm #

    Sì cincinelli ce l’ha il gori. Fammi il bonifico

  25. Crush ottobre 18, 2005 a 10:02 pm #

    12 novembre è apparentemente fattibile anche per me, con un sacrificio tutto sommato minimo.

  26. acidshampoo ottobre 18, 2005 a 10:03 pm #

    In effetti il Palazzi m’ha portato un albo per te. La cosa mi ha
    sorpreso: il Cincinelli che legge Magico Vento?! Non ti facevo
    appassionato i fumetti e/o di storia indiana. Com’è sta cosa?! Ti
    conosco da una vita ma non sapevo…

  27. acidshampoo ottobre 18, 2005 a 10:16 pm #

    Il 12 novembre è il compleanno del Matteini. Lorenzo Matteini, pilota dell’aeronautica militare. Aiutiamo Google…

  28. caramelleamare ottobre 19, 2005 a 12:29 am #

    non è che solitamente parlo delle mie passioni, soprattutto quelle piu
    sincere, e questa era una di quelle…ora lo sai. conoscendomi bene sai
    già che oltre alla qualità del  fumetto quello che mi prende è la
    storia indiana, popoli oppressi, sciamani, visioni, uno stile vita
    completamente diverso dal nostro ma che sento perfetto per me.
    Leggendolo è’ come se vivessi un po con loro, è la mia parte piu
    selvaggia che si sfoga, è l’unica possibilità di fuggire da questà
    realtà che mi soffoca, è quello che da sempre avrei voluto essere.

  29. acidshampoo ottobre 19, 2005 a 12:36 am #

    Me fainos chifo!
    Che poi me immagino Latuvo Ciaccia mentre dici ste puttanate! Acuta, falsa, finocchia!
    Me fainos! Ma fainos! Me fainos!

  30. caramelleamare ottobre 19, 2005 a 12:27 pm #

    tranquillo palazzi, i soldi non ce l’ho, ma se vuoi ti levo dai coglioni quel peso morto della rossella.

  31. cryz ottobre 19, 2005 a 2:00 pm #

    Sempre bei post caro Acid! Complimentoni! 🙂

  32. acidshampoo ottobre 20, 2005 a 12:31 am #

    Grazie Cryz!

  33. Giammy ottobre 21, 2005 a 10:04 am #

    gran bel post…per un attimo c’ho creduto alla tua proiezione…

  34. acidshampoo ottobre 22, 2005 a 2:27 pm #

    Grazie Giammy. Aho, non pensavo di dare a credere che la Mara fosse mancata.
    Veramente bello il tuo blog. C’è un substrato di malinconia, umanità, dolcezza e insieme tutta l’amarezza della vita.
    Bellissimo poi il pezzo della Laquidara. Ottima scelta.
    Asp, ma mi sa che è meglio se queste cose te le scrivo di là…

  35. lozissou novembre 11, 2005 a 5:17 pm #

    un giorno qualunque, da passare fra verofinte lacrime, fiori che – caldoartificialedastufastropicciodipassaggidimanoinmano – iniziano a puzzare male, tristi riti di attese e di sepolture.
    speriamo che arrivi presto la fiera dell’antiquariato…

  36. gervasio cocherri novembre 12, 2005 a 5:43 pm #

    lozissou, sei il più originale quì dentro mi sembri quello del duplo che scorpora la nocciola e dissacra il nocciolo!

  37. Dillydoll novembre 12, 2005 a 6:15 pm #

    chi è qst gervasio???

  38. caramelleamare novembre 12, 2005 a 6:56 pm #

    lozissou, a volte mi fai venire i conati di vomito (vedi sotto), soprattutto qaundo ti lasci andare.

  39. lozissou novembre 12, 2005 a 7:43 pm #

    i donati di vomito, cincinelli, i donati. non sia mai che tu mi privi pure di questi.
    così gervasio cocherri, e con lui le mille tue anime sparse (v. l’uomo-patate e chissà chi altri: voltaire?), eri tu…

  40. caramelleamare novembre 13, 2005 a 2:30 am #

    io non ero ne voltaire ne cocherri ne gaia. sull’uomo patate non mi sbilancio.

  41. caramelleamare gennaio 24, 2006 a 10:03 pm #

    zissou, t’ho riletto un volta
    sempre peggio
    ma come fai a a scrivere ste robe cosi oscene?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: