Fare la differenza

7 Ott
 
Ritirare un pacco alle poste, andare a Firenze in macchina o farsi cambiare un articolo in un negozio. Nella mia visione del mondo, questa è tutta roba da supereroi. Non è davvero il mio campo, e scoppierei in lacrime solo a pensarci. Comprendetemi, non conosco tempi e modi. Dove si pagano le bollette? E come? E bisogna litigare per farlo? E per un amore che finisce? E per la vista che si abbassa? E per il lutto di tuo padre? Come si elabora? E dove? Spero sia nello stesso luogo dove si pagano le bollette, così faccio un viaggio solo. Ma resta il problema del viaggio. Devo trovare qualcuno che lo faccia al posto mio. Qualcuno che viva al mio posto. E che prima di morire mi chieda il permesso.
 
Ho sedici… no, ventisette anni. E sono attaccato con lo sputo. Sto in piedi per una serie fortuita di coincidenze. Troppo fortuita, e quindi è chiaro che non può durare. Basterebbe un soffio per farmi crollare, io questo lo so. E sarà un soffio a farmi crollare. Praticamente vivo attaccato alle macchine, dipendo da tutto e da tutti. Ma sono dipendente anche dalle assenze e dalle astinenze. E questo non tanto per incapacità congenita, quanto per mancanza di motivazione. Ma non è colpa mia: sono i motivi validi a latitare. Con che stomaco se ne trovano? E che faccia bisogna fare per sentirsi vivi? Io credo che il premio, se esiste da qualche parte, non stia in questa esistenza. O almeno spero che non sia così. Da queste parti tutto è sempre greve, palpabile e degradabile. E, tra le altre cose, ami e sei amato sempre meno di come vorresti e sei sempre più solo di come avresti sperato di sentirti. Non c’è nulla che in effetti possa andare troppo bene o troppo male. Non da queste parti. Niente fa mai davvero la differenza. E così quando mi sorprendo un po’ felice, già provo vergogna, perchè trovo non ci sia niente di più stupido della mia stupida felicità. E tanto poi passa. Perchè passa tutto nella vita, e la vita soprattutto. La felicità? Non fatemi ridere. Trovo molto più in tema la depressione.
 
Nei miei sogni, vorrei giocare il più violentemente possibile con questa delicata cosa, qualunque cosa sia, per vedere quanto ci mette a rompersi e che rumore fa. Solo che sono troppo pavido per farlo. Un bimbo viziato, egocentrico, vigliacco, sadico e piagnucoloso. E fuori i senza tetto, è vero. E i malati anche. Ma io non mi sento in colpa. Fanculo al Biafra, che non starà peggio per le mie lacrime da moccioso, perfettamente biodegradabili, e che in fondo sono questione mia e solo mia. Che poi è una questione da poco, visto che sono solo uno dei tanti. Non pretendo certo di togliere il sonno a qualcuno per questa miseria. Lo spero, è vero, però ho la decenza di non dirlo ad alta voce. Che poi per me questa miseria è tutto, perchè quello che possiedo è solo una vita, questa mia vita. Che miseria resta comunque vada. Perchè io sono di bocca buona sì, ma non così tanto.
 
Alessandro Gori

Annunci

40 Risposte to “Fare la differenza”

  1. Bracco ottobre 7, 2005 a 5:42 pm #

    Maremma Gori.. Sarà possibile che tu m’abbia fatto piangere? Porca miseria…scrivi bene…

  2. Bracco ottobre 7, 2005 a 5:45 pm #

    …Spero che tu non ti senta per davvero così..e scrollati un po’…Mica solo quando pisci.

  3. DEATH 13 ottobre 7, 2005 a 6:38 pm #

    era un po ke non veniva fuori il gori ke piace a me…buono brodolini,davvero tanto…..l ultimo poi…ma tranfavanti e affini sono ricettacoli e succedanei di cose appena appena sufficien-passabili…..
    io sono qui per il gori…..(ekkekkazzo!)d
    anzi per I GORI!! QUELLO IRONICO,GOLIARDICO,FINTO PIAGNONE E QUELLO INTIMISTA, RIFLETTENTE E PROFONDISSIMO.
    I MIEI 2 GRANELLI DI SABBIA D AMICIZIA CON TE.
    GRAZIE D ESSERCI…MERDA!! ^^
    MARRA

  4. Mark Renton ottobre 7, 2005 a 8:57 pm #

    Marra il tuo commento si commenta da solo. Mavaffanculo.. Sono tanto convinto di ciò che ho detto che ti meriti la mia iniziale. N

  5. acidshampoo ottobre 8, 2005 a 2:39 am #

    Grazie Marra! Ma guarda che così alimenti il mio Ego. E io sì che cerco di tenerlo a bada. Però mi fa sinceramente piacere quello che m’hai scritto. E’ che ho pudore nello scrivere post del genere. Non nel mostrare le mie sfighe eh. Anzi, quello mi va bene, come tutto quello che è umano, triste e impopolare da dirsi. Ma temo sempre di scrivere qualcosa di codificato, ombelicale, autoconclusivo. Insomma, non vorrei davvero parlare con me stesso. E’ una cosa che detesto, per questo Lo Sgargabonzi deve essere in primis un blog cazzaro. Ma se parlando di me riesco a comunicare qualcosa, qualunque cosa sia, ecco è lì che mi sento salvo.
    Mi fermo qui, che già aver parlato sopra a quello che ho scritto (lettere che formano parole che formano discorsi), mi fa sentire ridicolo. Certe cose si dicono e poi è giusto si scappi via. Ed è così quando fai un regalo, organizzi una cena o crei qualcosa. Farlo e scappare via. Perchè già è poco, se poi sto qui a parlarci sopra…
    Comunque grazie! E pure al Bracco!

  6. nelly ottobre 8, 2005 a 2:55 am #

    Una volta ho letto la storia di un dittatore brasiliano, tale Pereira, che aveva assoldato un sosia e lo aveva messo al posto suo mentre lui, bello bello, se ne andava in giro per l’europa governando via telegramma.Questo potresti fare tu, che trovando motivi validi per latitare, ti sei costruito un mondo intorno per non annoiarti e per sognare,fatto di mille approcci diversi, strato sotto strato, come le cipolle.
     Attento però, che può disilludersi solo chi si è illuso, e la disillusione fa un male cane. Ma è necessaria, e prima ci si mette in discussione e prima se ne cava ragno.Questo se ti senti in trappola, se è vero che dipendi dalle macchine. Perche nel caso fosse, tanto è meglio saperle usare.
    un bacio, Rosa

  7. lozissou ottobre 8, 2005 a 11:19 am #


    ecce homo
    Houn uccellinoa cui èmorta la compagnaLo imito:nel lamento dibilenel disperato soleggiaredi stanza in stanza di unaprigionesenza chiavi senza serratureSenza nemmeno,io,la malinconia di bei giorni perdutiMi perdoin un amareggiare ordinato diinutiliabitudinitutte più vuote

  8. bracco ottobre 8, 2005 a 2:36 pm #

    Se può farti stare meglio, e ne puoi anche godere di questa cosa-ho voltato pagina-anch’io non ce la facevo a fare la minima piccola cosa che dovessi fare fuori da casa mia. Anche a me le Poste facevano terrore, così come il dover andare da me a far regali di compleanno. Mi inibiva dover scegliere qualcosa per qualcun altro, fosse un cd o un libro o-peggio me sento-un maglione o una sciarpa.  Maremma assassina che sudarella…Anche andare per uffici. D’altronde, si un te ce va nissuno…come fai?Così come dal dottore..Mi faceva tanta fatica che piuttosto pativo e basta. Ora cerco di accumulare più mali alla volta,me li segno nel block notes (non scherzo)e glieli riporto paro paro.I regali cerco di non farli più,così risparmio. Se tanto poi me li devono rifare,si evita e il gioco è fatto. Per gli uffici,ho dovuto soprassedere e andare. Non è così male. C’è gente che lavora negli uffici pubblici che ne sa men de te de gnicosa, non si sa perché ce l’infilano a lavorare ‘sti cristiani…Le Poste..Ora ad Arezzo ci sono i bigliettini automatizzati col numero diverso a seconda di quel che devi fare. Poi…per spiegassi co’ l’impiegata è uguale tremendo,ma insomma…Per quanto riguarda il Biafra,molto rispetto per i bambini che ci abitano, per chi vi lavora, per chi si opera a favore ma a distanza…ma disperati pure quanto ti pare perché le cose mica gli cambiano a loro. Me fa ridere chi dice che potrei fare qualcosa per chi sta peggio di me, che io non ho problemi seri. Mavadanacagare..’sti falsi!Ebbene si…Gori…sei umano anco te.
     
    Ps:quando scoprirai chi sono-se già non l’hai capito-rileggerai quello che scrivo con lo stesso filtro mentale? O no? 

  9. cryz ottobre 8, 2005 a 3:23 pm #

    Gran bel post!

  10. DEATH 13 ottobre 8, 2005 a 6:20 pm #

    RENTON…POI QUELLO PESO ERO IO…MA TE DI TUO NON SCRIVI NIENTE? PERKE CONTRO-COMMENTI SOLO E SEMPRE A ME?KE NE SAI DEL MIO RQAPPORTO KOL GORI?DAI,SU….BASTEREBBE COSI,ORA,EH?
    SEI QUI PER INSULTARE A ME?
    PECCATO PER TE CHE DA DOPO QUESTA MIA RISPOSTA HO DECISO DI NON PERDERCI + TEMPO KON TE…..
    BASTA COSI
    MARRA

  11. acidshampoo ottobre 8, 2005 a 7:34 pm #

    Marra a proposito di rapporto col tu Gori, qua te c’hai un invito costante a casa mia. Quel week-end, più volte rimandato, s’ha da fare!
    E si fanno immattire tutti i maghi di TeleMondo!Alò!

  12. acidshampoo ottobre 8, 2005 a 7:36 pm #

    Bracco, ma noi ci si conosce? Sei di Arezzo? E nella fattispecie: chi sai?
    Un Gori curioso.

  13. DEATH 13 ottobre 9, 2005 a 12:01 am #

    BELLISSIMO. FAREIMOLO STO WEEK ENDZZ!!COME AI BEI(?) TEMPI (V)ITI…ORE DI SKERZI TELEFONICI…E GIORNI DI DISCUSSIONI SUI SIGNIFICATI DI ALBI PLURI-INTERPRETATI DAL DINAMICO DUO GORI MARRA – MARRA GORI (PER PAR CONDICIO!!)
    DEVO VENIRE ARMATO PERO’…KE I TUOI AMIKETTI (RENTON, AF,TRANFOLANTI,UN PO IL CINCINELLI MA MENO!!) MI VOJONO FARE LE BUE….
    MARRA 😦

  14. acidshampoo ottobre 9, 2005 a 3:58 am #

    Aspetta Marra, sfoltisci pure il gruppo: quelli che si firmano AF e Mark Renton non li conosco. A meno che non sia qualcuno/a di quelli che conosco che si mette però un altro nickname.
    Quindi restano Cincinelli e Tranfolanti. Due bravi diavoli, diciamolo!

  15. nelly ottobre 9, 2005 a 4:00 am #

    Buoni i Bau. vienimi a trovare, lì pan per i tuoi denti, Rosa

  16. acidshampoo ottobre 9, 2005 a 4:22 am #

    Ma nel dettaglio? Che hai sentito? Le cose più elettroniche sono nel secondo album, La Moda Del Lento. Vai con titoli, pareri, recensioni e classifiche. Le canzoni dei Baustelle sono, prima che opere d’arte, opere di culto. Canzoni spassionatamente pop dagli irresistibili ritornelli-killer, ma con testi neri e dolorosi. Qua nessuno è rimasto incolume a questo ammaliante contrasto. Anzi due sì: la Lupo e GB!
    Lupo e Bigia! Sempre a farvi riconoscere!

  17. GB ottobre 9, 2005 a 5:34 pm #

    Non ho cose sagge da replicare a questo tuo bel post, Gizmo. Ma sicuramente condivido la constatazione che i motivi validi latitano, o meglio ci sono, ma stare al mondo è fatica lo stesso.
    Ti sbagli però quando dici che non mi piacciono i baustelle. In verità li adoro dal primo momento in cui li ho sentiti live con te a quel concerto a coso, lì. Sublimi tutte le loro canzoni, La Bella Amarella, Il Ballo di Giorgio, Pippo non lo Sa. Anzi quando lo senti salutami tanto coso lì, il Bertoloni.
     

  18. Bracco ottobre 10, 2005 a 3:01 pm #

    Meglio che tu non sappia chi sono. Tanto per qualche giorno non potrò nemmeno connettermi ad internet causa problemi tecnici al pc.Le critiche agli sporadici (ma non troppo direi) commenti lacrimosi o definiti (da qualcuno) cazzate mi sembrano inutili. Il blog è di chi l’ha inventato, che ha anche il diritto di scriverci che cazzo gli pare. Sono io semmai che potrei essere considerato un intruso rompicoglioni. Tanto più che non mi firmo nemmeno..Ogni tanto, anche tra recensioni, discorsi filosofici del cazzo e minacce di legnate ci sta anche bene un po’ di problematica individuale spinta come quella del Gori. Però…ripeto…sono io a dirlo, e potrei anche dire tante cazzate. (Come infatti è).Ciao..a tra qualche giorno.

  19. acidshampoo ottobre 10, 2005 a 4:40 pm #

    Bracco, perchè pensi sia meglio che non io non sappia chi sei? A parte che così almeno si ragiona alla pari. E poi – solita storia – queste scelte le capirei se si campasse in eterno, ma così non mi pare il caso. Ma poi secondo me è meglio anche per un’altra serie di motivi. E qui tiro fuori tre ipotesi…
    1) Nella vita m’hai fatto incazzare, ma qui mi garbi e quindi scatta il recupero a sfare!
    2) Nella vita si va d’accordo, e da ora in poi si va meglio ancora!
    3) Sei una citta, innamorata segretamente del Gori, ma che non ha il coraggio di dichiararsi. E allora me lo dici e ti ci sto a sfare, pupa!
    Insomma, anche se me lo dici privatamente, mi garberebbe sapere chi sei.

  20. Bracco..cco..cco ottobre 10, 2005 a 7:23 pm #

    Ciao…Sto scroccando il pc da casa del vicino. Il mio è andato verso il formatCduepunti. La curiosità mi ha spinto a riguardare il blog in cerca di eventuali tue risposte. In effetti…la motivazione per  cui non mi presento in ufficiale è una delle citate. però considera un po’..-Se avessimo litigato o se ti stessi sul culo a sfare..perché scriverti qui e non vederti o telefonarti per chiarire? risposta: il blog è una maschera un po’ poco naturale ma pur sempre efficiente a garantire quel minimo di dialogo senza inibizioni che, una volta scoperto il vero Bracco, di sicuro non avrebbe la stessa fluidezza. -Se andassimo d’accordo..chemefrega a me de scriverti sotto pseudonimo? risposta: forse ho da dirti cose che dal vero non ti direi..per falsità..perché ormai la mia faccia e la mia persona corrispondo ad un’idea che ti sei fatto di me…ed essere qualcun altro dopo aver consolidato un’immagine..è brutto. Io, perlomeno, ancora la penso così…Sono all’antica.-Se fossi una citta t’avrei già trombato..Mica mi fa fatica saltare addosso con nonchalance (si dice così?) per poi cascare rovinosamente a terra perché la preda se scansa..Poi…Nn’è mica detto che te ce stia. O che te ce sia stato/a. Io vivo nell’imperfezione, e ci godo. I miei difetti li adoro. Anche il fatto che ogni tanto mi trovo a guardare L’isola dei famosi. Però mi consolo..Di sicuro anche la Lupo è per quei programmi lì..Di sicuro! Altro che film impegnati. Ragazzi…Ogni tanto cedo. Scusa..ti lascio perché non pago io. Non mi sembra carina come cosa. Ciao Ggori  

  21. acidshampoo ottobre 10, 2005 a 8:03 pm #

    Ok Bracco, però così prendi un vantaggio non da poco, e questo non sta bene.
    Ora, da sempre il mio modo di stare con gli altri rivela che le mie non sono altro che braccia rubate alla mafia, e quindi è chiaro che dovrò fartela pagare in qualche modo per questo. Solo che il questo è appunto il fatto che non mi ti disveli. E allora come fartela pagare? Potresti essere chiunque. Ok, mi farò da una parte e inizierò a trattare male tutti indistintamente (Cincinelli preparati), così in qualche modo ti ci becco anche a te. L’hai fatta troppo grossa.
    Ma se sei uno che frequento e che non vedo da una vita? Ok, ricercherò tutte le vecchie facce conosciute, e le toglierò dal numero dei vivi uno ad uno, col mio fedele stiletto a doppia filatura.
    Insomma Bracco, in un modo o nell’altro ti ci brasco. Però, se hai il senso delle cose, prima che ti faccio fuori dimmelo: “Bracco, sono io!”. In questo modo risparmi la vita a quelli che venivano dopo di te nella lista. E questo sta bene.

  22. DEATH 13 ottobre 11, 2005 a 1:54 pm #

    PER IL GORI:
    E SE BRACCO FOSSE IL GUCCIONE??
    MARRA^^

  23. bracco ottobre 11, 2005 a 3:50 pm #

    Sono io…Bracco! Non mi riconosci????????? Il pc è già tornato…Niente format c: ….Per ora. A meno che tu non mi mandi qualche virus informatico invece di darmele di santa ragione fisicamente. Il sangue sporca le mani, e dopo saresti costretto a lavartele…non sia mai…..Però…ti assicuro…il Guccione mai!

  24. acidshampoo ottobre 13, 2005 a 3:48 pm #

    No, comunque il Guccione non potevi esserlo, visto che nell’orario in cui hai pubblicato l’ultimo post, il Guccione era a casa mia. Ma magari aveva delegato il suo post ad un altro. E in quel caso bisognerebbe scovare il complice e farlo cantare. Conosco una tortura atta alla bisogna. Un microchip impiantato nel lobo parietale, che ti suona nella testa, a volume basso, Every Breath You Take (dei Police) in loop, ad libitum, vita natural durante.
    Comunque secondo me sei il colonnello Mustard.

  25. bracco ottobre 13, 2005 a 4:28 pm #

    Eh no…Da te non me l’aspettavo che frequentassi il Guccione…Se è vero mi cadi più in basso della Lecciso..E devo dirti che mi deludi molto. Scusa tanto.B.

  26. acidshampoo ottobre 13, 2005 a 6:02 pm #

    Ovviamente ero ironico. Se mi conosci è chiaro che sai che ne penso del suddetto soggetto.
    > Se è vero mi cadi più in basso della Lecciso..E devo dirti che mi deludi molto.
    Legittimo che tu lo possa pensare, un po’ meno che tu lo dica a voce alta. Io posso deluderti e tu sei nella posizone di poterti dichiarare deluso dal Gori, che ha un’identità e gioca a carte scoperte. Solo che la cosa non è reciprocabile. Io non so chi sei, quindi non posso dirmi deluso da te. E tu non puoi deludere. Tu giudichi nell’ombra. Senza un nome o un cognome. E’ un vantaggio non da poco. Troppo facile. E per nulla giusto.
    Ok che tu rimanga senza un’identità, ma abbi almeno la decenza di non metterti in questa posizione di cecchinaggio.

  27. Bracco ottobre 14, 2005 a 2:01 pm #

    Macché cecchinaggio…Se hai ben visto ho scritto « Se è vero…». Mi pareva strano infatti. Il caro Marco-se  senti il bisogno di averne notizie-si è buttato in politica, ma pare che non abbia avuto grosso successo. Mi dicono che però, il cesso della sede aretina del suo partito, l’abbia pulito parecchio bene. E sembra che l’abbia fatto di propria spontanea lingua. Tanto era abituato già coi culi. Sarò denunciato ma…si dai…si parla di Maarco Guccione. Scatteranno dunque le famose denunce?Ciao Gori.Ps:senza rancore.

  28. acidshampoo ottobre 14, 2005 a 2:54 pm #

    Grazie Bracco per le ottime notizie!
    Ecco, vedi una cosa buona dell’anonimato? Il pettegolezzo! Mo’ voglio sapere di tutto e di più, su di lui e su tutti gli altri. Se ne sai eh. Se ti va. Storie storte di club scambisti, eroina, cessi della stazione… ma mi accontento anche di molto meno. Su un sacco di gente non sono aggiornato da una vita. Ed è questo dark side of che mi interessa. Non certo quello che uno ti dice quando ti incontra. Quelle strette di mano forti, quella sicumera, quell’ansia di dire quanto le cose vadano alla grande. Mammamia, io per reazione ho sempre l’ansia di piangere miseria, di tirare fuori le mie sfighe. Se mi sorprendessi mai a fare il vincente, in questa vita, sarebbe come se mi spiassi attraverso il buco del culo. Imbarazzante.

  29. Bracco ottobre 16, 2005 a 12:20 pm #

    Buona domenica a tutti. Un’altra domenica di gola in fiamme. A niente è
    valsuto l’aerosol di cacca di mucca, la neo borocillina, il benagol, lo
    iodosan…Poi basta perché fare pubblicità alle marche dice che non
    stia bene.
    Per quanto mi riguarda, il Guccione può anche andare a chiedere
    l’elemosina, sarebbe da lui. Già elemosina affetto dalla gente dicendo
    che i suoi genitori lo hanno abbandonato nel momento del bisogno.
    Qualcuno direbbe che a’sua gni sta bene. Ma non voglio essere io a
    dirlo. Me ne sbatto.
    Altre cose pettegole non le so. Poi..casomai..è bene dirsele a voce.
    VERBA VOLANT. E ho paurissima dello “scattano le denunce” del Guccio.
    Dopo tutto questo mio dire..non dovresti aver difficoltà a capire chi sono…
    Una curiosità..Oltre a Cincinelli, Carraresi, Meozzi, Lupo, Franci e
    Gori..quanti altri  ce ne sono del liceo? Mi stupiresti
    coinvolgendo una Stocchi, una Posca, una Bertini (che so che legge il
    blog…….Ciao Ilaria!).
    Dai..spara! Chi ssono?
    Ciao Gori. Vado a magnà…qui in campagna se magna presto..

  30. frank ottobre 16, 2005 a 12:49 pm #

    Franci?!

  31. caramelleamare ottobre 16, 2005 a 1:20 pm #

    frank: zitta puttana

  32. Bracco ottobre 16, 2005 a 1:47 pm #

    Ah già..il Franci non c’era al liceo..Fa lo stesso..
    Ma la mamma del Gori è morta per davvero?

  33. acidshampoo ottobre 16, 2005 a 3:58 pm #

    Una curiosità..Oltre a Cincinelli, Carraresi, Meozzi, Lupo, Franci e Gori..quanti altri  ce ne sono del liceo?
    Io ho avuto modo di dirlo alla Posca, alla Stocchi e alla Cacioli (che forse sei te). Poi non ne ho incontrati altri.
    Comunque il Franci non era in classe nostra. O, meglio, ha fatto solo un anno con noi, la quarta ginnasio, poi cambiò sezione e passò alla E.

  34. Contemori ottobre 16, 2005 a 4:29 pm #

    Gianluca!
    Lasciala stare!

  35. acidshampoo ottobre 18, 2005 a 12:30 am #

    Ah, ieri sono stato a votare alle primarie da solo, di mia sponte, senza dirlo a nessuno. Non ho fatto gaffe, non mi sono messo a piangere, non ho invocato appapà. Insomma un bel progresso.
    Ho votato Bertinotti. Ma è un voto di credo, non di sabotaggio.

  36. Dillydoll ottobre 18, 2005 a 12:52 pm #

    ..anch’io avrei votato per lui!

  37. bracco ottobre 18, 2005 a 3:47 pm #

    Provate a cercare il Gori su Google, o su dove cazzo vi pare. Viene fuori ‘st’affare di blog. Dopo..si…mi è arrivato il passaparola. «Il Gori ha fatto un sito pseudo-porno!!! Vai a vederlo! Vacci te che io ci ho i dialer..»

  38. Bracco ottobre 18, 2005 a 3:49 pm #

    Ho scordato di andare a votare alle primarie…Maronn!Ma la Contemori esiste ancora? E dove? Si può vedere?VOTATE BRACCO

  39. acidshampoo ottobre 18, 2005 a 10:20 pm #

    Ma è vera questa del sito porno, Bracco? Non è che si sono confusi fra me e caramelleamare? E chi è che te l’ha passaparolato?
    Sì, la Contemori esiste ancora. Le ho iniettato il siero dell’immortalità e poi l’ho infilata in un pilone di cemento.

  40. Bracco ottobre 19, 2005 a 7:29 pm #

    Si, si..Il commento è stato proprio questo. Un sito pseudo-porno…Non posso fare nomi..Fai due più due..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: