L’affarone!

23 Set
Allora la faccio corta: circa un anno fa il mio babbo, quel mongoplettico, decidette un bel mattino di cambiare il suo bel macchinino. Via corremmo tutti e due alla concessionaria Ivar Auto Spa! Niente, arrivò il vecchio Orcello Foresti e contrattammo all’incirca il prezzo di una BMW Serie 3 usata. Il vecchio ci disse che la macchina signori è in condizioni buone, stimabili, apprezzabili varie. Il mio babbo dopo fatte tutte queste considerazioni, gomme nuove, macchina tenuta bene, tranquillo, l’Opel Corsa mia fu restituita all’Ivar Auto Spa. La cifra è questa qui: io pagai la BMW diciottomila euro più chiaramente gli diedi la mia mitica Opel Corsa, valutata cinquemila euro. L’Opel Corsa aveva manco i suoi tre anni di vita con manco ventimila chilometri eccetera. A fin fine pago la macchina, prendo la BMW e vado subito a casa con la mia bella BMW usata fiammante, tranquillo come una lasca. Come arrivo a casa il mio nonno Angiolo scende le sue miticissime scale in granito, lui dice: “Bella la macchina, o come avete fatto?”. E mio padre risponde: “Bene, s’è pagata e s’è portata via!”. Mitico Graziano!
Allora da qui ingominciano le soddisfazioni. La BMW l’ho provata, guidata e tutto il venerdì, il sabato e la domenica, poi s’è broccata. Vai, belle rotta! Aspetta Graziano: che sarà, che non sarà. Dopodichè io capito col mio babbo ho riportato la macchina dal Foresti. E gli ho detto “Qui la macchina non va perchè!”. Il Foresti la macchina l’ha presa subito e l’ha portata in officina e l’ha messa sotto esame in officina al torchio. L’ha fatta controllare da Osvaldo Gracciani l’operaio-killer e il Gracciani m’ha detto che c’era un problema che costava la bellezza di, c’era una scheda bruciata, che per cambiarla ci voleva la bellezza di, in tutto, cinquemila euro. Preciso spaccato il costo dell’Opel Corsa mia che era tanto bellina coccologne el mi machignogne. Chiaramente nella stanza ci s’era tutti, malinconici a sfare, e vari “mi dispiace”, inne e onne. E poi ci dice questa macchina qui che c’aveva venduto lui tre giorni prima, era una macchina coi chilometri scalati che era stata una mezza inculata fino a qui e fa tutto l’amico. E niente a questo punto qui il Foresti ci consigliò di non riprenderla più quest’auto che c’aveva venduto lui tre giornacci prima, ma ci ha offerto in sostituzione della BMW tre macchine valide diciamo, che c’avevano già lì belle pronte perchè le facevano provare ai clienti. Una delle tre macchine valide, o bere o afogare, macchine che sto per dire: Fiat Stilo nera, Alfa Romeo 147 rossa e Volks Wagen Golf blu. Inne e onne, si parlò col mio babbo di prezzi, tutti e tre prendeva ventiduemila euro l’una. Si decidette di comprarne una sola. A quel punto mio babbo era rosso parecchio nel capo, si vergognava per il disturbo, c’aveva la camicia arocciata e non voleva tanti casini, e il Gracciani zitto zitto ridicchiava e anche lui ci consigliò di non prendere questa BMW balorda. E un operaio che stava lavorando ci mise bocca dicendo: “Non prendetela la BMW!”. A quel punto lì qualsiasi persona che passava avrebbe detto: “Non prendetela la BMW!”. Secondo me la gente dell’Ivar, tutti compresi, hanno visto che la BMW era buona che con poco si accomodava, hanno visto il mio babbo ghiozzo e volevano fare il chiappo. C’hanno buttato là tre macchinacce che c’avevano già lì da cui è provenuta la scelta forzata. Fatte le dovute considerazioni, scelta quella bella, quella insomma, quella no, inne e onne, ho scelto quella bella: la Stilo, una macchina di merda. Quando ho preso la Stilo ho però dovuto a sorpresa dare altri cinquemila euro, tanto per gradire. In tutto, questa Stilo c’è costata diciottomila euro più altre cinquemila euro più l’Opel Corsa mia (che l’ho rivista parcheggiata in S. Agostino e mi fece effetto). E poi prima di uscire hanno voluto altre mille euro che non ho capito. Insomma solo ventinovemila euro per una bella Stilo.
Comunque lì per lì, a botta fredda, si era come sciancianiti e sembrava proprio un bel colpo! Dopo col passare del tempo lì per lì la cosa è calmata, rifaccio il conto e l’inculata era eccessivamente enorme! Con quella cifra che ho speso mi ci scappava una bella New Beattle super-accessoriata stile Papeete, tipo quella di Gori. L’unica cosa bella è che la Stilo è decappottabile quasi, perchè ha il tettino, ma non s’è aperto mai perchè i miei non vogliono assolutamente che si apra mai perchè magari non si richiude e tocca sborsare altri soldi. Il mio nonno Angiolo a tavola la domenica ha detto che all’Ivar c’hanno fatto tipo l’ipnotismo, malie, magie, cose non belle. Comunque malie o non malie, chi mi ha trascinato in questo clima atroce, spiritualmente totenale è stato quel mongoplettico di mio babbo, che ha avuto troppa fretta e si vergogna e ha paura e è una merda. Da aggiungere che la settimana successiva uscì un opuscolo in edicola dove c’era scritto: Settimana Stilo SuperOfferta a 15.000 Euro. Queste sono le più belle soddisfazioni che l’uomo possa raggiungere ai massimi livelli. Ai massimi livelli!
Walter Tranfolanti
Annunci

23 Risposte to “L’affarone!”

  1. frank settembre 23, 2005 a 8:16 am #

    Walter
    ogni tuo intervento è un trionfo. E pensare che io questa storia te
    l’avevo già sentita raccontare di persona, ma qui è anche meglio, è più
    ricca, bravo.
    Un’altra cosa che ammiro molto di te oltre allo scilinguagnolo è il
    fatto che dai tutto te stesso in ogni post anche se sai che ti leggerà
    gente a cui non piaci.
    Una cosa che invece mi disgarba è che non hai voluto l’ocio di Ceciliano, ci siamo capiti.

  2. Bradamante settembre 23, 2005 a 9:47 am #

    Sto aspettando il racconto dell’insalata condita con un simpatico moccolino.
    Le tue Tranfolate sono magnifiche.

  3. caramelleamare settembre 23, 2005 a 12:19 pm #

    walter, qui si va di meglio in meglio: voto massimo anche per questo
    post stupendo. io ti vedrei parecchio bene da Marzullo, lo conosci,
    capito chi è? te li in quel bel salottino che ciaccheri e spieghi le tu
    coserelline su raiuno; è la tua meta naturale.
    Ha ragione frank, messa per iscritto è ancora meglio di quando la
    racconti dal vivo. sono sicuro che questa volta hai definitavamente
    conquistato anche le sipmatie del marra, ma non ce sarebbe da essene
    contenti; speriamo di no.
    Quindi TOTALE STILO: 18000 + 5000 + opel (5000) + 1000 =  29000 euro
    va beh dai ci sta, non è sta cifra esagerata, per una fiat ci sta
    tutta. secondo me il tu babbo non ha fatto la figura dell’imbecille,
    anzi…. la bmw era usata e la mitica stilo invece è nuova.  sai
    le risate che se son fatti quelli dell ivar appena siete usciti
    !! 

  4. DEATH 13 settembre 23, 2005 a 12:32 pm #

    PER CONFERMARMI CHE DI ME NON AVETE CAPITO UN CAZZO…
    A ME IL TRANFOLANTI è STATO SIMPATICO FIN DALLA PRIMA LETTURA…
    QUANDO LO STRONCAI PER SKERZO….
    L AMMAZZATURA DEL MAJALE ERA- PRIMA DI QUESTO – IL MIO BRANO PREFERITO….
    MI ERO INVENTATO UN PAIO DI PROVOCAZIONI E UN FAN CLUB ANTI LUI…
    MA A ME è STATO E STA TUTTORA SIMPATICO.
    CONTRARIAMENTE A QUANTO PENSATE.
    MARRA

  5. infrarosa settembre 23, 2005 a 3:13 pm #

    BEIS…

  6. infrarosa settembre 23, 2005 a 3:15 pm #

    ma walter, perché al tu babbo non gli dici di venire in germania a comprare qualche macchina come fa parecchia gente dalla sicilia, così le rivende in italia a un prezzo più alto e si vendica!

  7. caramelleamare settembre 24, 2005 a 11:57 am #

    infrarosa, lo sai che forse stavolta hai detto una cosa non tanto per
    dire, buttata là, che non ha senso, irrealizzabile (“toh, ma che
    irrealizzabile, c’è gente che lo fa”), tanto per dire una cosa che sai,
    bensì concreta e utile?! brava

  8. Tranfolanti settembre 24, 2005 a 10:29 pm #

    Caro Marra, da ora in poi nelle prossime odi che ti verrà esposto davanti al tuo computeraccio, non le commentare proprio! Se tendi di fare il simpatico, quindi di recuperare tutto, per ora non accetto feste! Le hai dette grosse fin dall’inizio e queste caro Marra lo ho allacciate a un bel dito, e quindi non me ne posso dimenticare. Pensaci anche tu un po’ su. Un po’ me ne ero prese a male, dopo tranquillo. Ma comunque continuerò per sempre imperterrito a non parlarti mai più, e non salutarti più, a non picchiarti più, a non amarti chiu chiu chiu, e chi più ne ha più ne metta.

  9. Tranfolanti settembre 24, 2005 a 10:30 pm #

    Cara Laurina, prima nei commenti eri più positiva. Le caccoline… l’insalata… Sono frasi troppo striminzite a riguardo di una ode fatta dal Tranfolanti. Dio Cristo, mettici un attimino più capo e i commenti più lunghi, tatina! Forse ho capito perchè le scrivi così, sicuramente per spendere meno di corrente, imbecille!

  10. Tranfolanti settembre 24, 2005 a 10:30 pm #

    Caro Cincinelli, c’hai preso in pieno nel commento dell’ode. Tutto a posto. Hai ragione che quel cornutaccio del mio babbo aveva fretta nel fare tutto e si è lasciato andare dal mitico Orcello Foresti. Così lieve lieve come niente fosse. Una cosa importante soprattutto nella vita è lasciarsi andare! Lasciarsi liberi di amore! Straviziare! Nudi nei deserti sovrannaturali delle membri della natura! Tranquillo! Ciao.

  11. Tranfolanti settembre 24, 2005 a 10:31 pm #

    Cara Frank. Ti devo dire una cosa. L’ocio se permetti, carissima mia, me lo mangio a casa mia! Ora, anche te mi porti a Stroppiello, dove fanno la sagra della battitura a mangiare l’ocio? Franceschina, un pochino più rituale! Quindi, in conclusione, vai in culo te e l’ocio. Ciao.

  12. Tranfolanti settembre 24, 2005 a 10:37 pm #

    Il Noferini questa volta ha fortemente deluso. Sara, quello che hai detto è totalmente inutile, non c’entra un casfo. Una cosa è metterle in teoria queste puttanate, un’altra cosa è nella pratica. Come fai? Dai è impossibile effettuare, Sara, cose del genere. Con un guadagno subentrato! Sara, ma ci sei col capo o no? Metti caso, carissima Sara, fosse anche possibile di tutto quante queste baggianate che hai detto, vai a fare in culo. Però il tuo viso è bello. E anche la spalla. E anche il prosciutto.

  13. DEATH 13 settembre 24, 2005 a 10:47 pm #

    PER TRANFOLANTI: nessuno t ha kiesto di dimenticare alkunkè..
    fai e pensala come vuoi,ci mankerebbe…
    solo non arrogarti diritti ke non hai…
    SAPPI PERO’ BENE KE TUTTI QUI POSSONO DIRE E COMMENTARE IL KAZZO KE VOGLIONO.KIARO??
    IO CI TENEVO SOLO A FARTI SAPERE CHE,CONTRARIAMENTE A QUEL KE PENSI, NON HO NULLA CONTRO NESSUNO(DUNQUE ANKE CONTRO DI TE ZERO PROPRIO) E/O CONTRO I TUOI ARTICOLETTI
    MARRA
     
     

  14. Tranfolanti settembre 24, 2005 a 11:31 pm #

    Caro Marra, hai sbagliato nel pronunciarti, perchè non sono articoletti ma odi. Testone duro! Cidrone! Sono convinto che sei un tipo che beve parecchio la cedrata. Occhio a come commenti: articoletti, ma come ti permetti? E c’ho fatto anche rimetti! Addio per sempre. Da ora in poi non accetterò mai più feste. Sto scherzando. Anzi no. Ciao.

  15. DEATH 13 settembre 25, 2005 a 2:31 pm #

    sono odi?
    benissimo ti kiamero’ TRANLEOPARDI! (DEPRIMENTE?)
    MARRA

  16. frank settembre 25, 2005 a 3:14 pm #

    Madonna che stronzetto.”Vai in culo te e l’ocio”.Questa cosa, Walter, io l’accetto un po’ controvoglia ma infine
    l’accetto, perché sei te e ti conosco e so bene il tuo spessore e la
    tua struttura.
    Però so anche cose di te che te non vorresti si sapessero.
    Quindi la prossima volta che ti invito dimmi “no grazie!” in mille modi, ma non in questo.

  17. Nicola settembre 25, 2005 a 7:23 pm #

    Per Walter: i commenti non servono per fare un pagellino alla gente, ma solo per commentare. Saluti mitico. Per quelli dell’ocio: facciamo qualcosa sabato prossimo che ci sono anche io. Vai in culo te e l’ocio io non l’acceterei…

  18. infrarosa settembre 29, 2005 a 2:00 pm #

    so che così farò un po’ rabbia, ma ammetto la scureggia verbale del mio intervento sulla Germania. però la cazzata è derivata dal fatto che se la storia è vera mi indigna parecchio.

  19. aristide1981 ottobre 2, 2005 a 11:55 am #

    Per Tranfolanti:
    Caro Walter cerca di vedere il bicchiere mezzo pieno…e come disse il tu babbo: “nella vita c’è gente che ha perso anche centomila euro , se ne potrà perde noi diecimila…”   ma sì dai chi se ne frega ….  Walter, ma c’è Graziano dietro la scalata ad Antonveneta?

  20. acidshampoo ottobre 2, 2005 a 2:25 pm #

    Tzè! Graziano appena sta dietro ai numeri della tombola, figurati alla scalata Antonveneta.

  21. hiss ottobre 15, 2005 a 10:43 pm #

    Dai! Tranfy! Ciccetto de zia!
    Non ti buttar troppo giù per la Stilo!
    Ormai da pochi giorni tutto il mondo sa che è una macchina che “tira”!

  22. frank maggio 8, 2006 a 12:22 pm #

    A rileggerla a distanza di tempo cambio parere:GRANDE ODE! GRANDISSIMA!Si ride anche di più di prima.E pensare – per chi non lo sa – che è tutto vero…

  23. acidshampoo maggio 8, 2006 a 4:26 pm #

    Anche perchè l’aggiunta finale se l’era dimenticata e l’ha inserita solo la settimana scorsa. Tranfolanti è un professionista e un perfezionista, e torna sempre sui luoghi dei suoi delitti per migliorare qui e pisticchiare di qua.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: