Beghe coniugali!

11 Set
 
Il mio zio Romano in precedenza ha avuto delle serie complicazioni, pesanti sanzioni, a riguardo familiare con la sua moglie, la mitica Angela. Capelli gialli, tranquilla, alta un metro e settantacinque. Bellina: un budello. Alla fine, per farla corta, in seguito a questa storia di litigi, incarichi vari, ci sono stati malgrado delle complicazioni di livello banale, catastrofico, anomalo. Lo spiego subito: il problema viene esposto così: la mia zia Angela da tanto tempo si vedeva con un’altra persona, perchè il suo marito Romanaccio, che è un gran coglionaccio, ha deciso di perderlo. Le considerazioni fatte sono state tante, ha perso il capo per questo qui, il signor Follani, perchè ci si sta trovando meglio sia da un punto di vista gastronomico che intellettualistico. Magari esso è una persona più colta rispetto a quel ghiozzo. E quindi il mio zio Romano quando è venuto a sapere che l’Angela non va d’accordo con lui perchè come già detto c’aveva quest’altro, mio zio Romano si è di molto incazzato e giustamente l’ha picchiata, tirandogli i capelli a malo modo. La storia si è ripetuta ripetute volte della legge Gozzini, ma entrambi duri di carattere hanno preso ognuno per la loro strada. Ovvero mio zio Romano inizialmente per conquistarla, per riprovare un attimino se c’era un attimino di riappacificazione, ha fatto degli stratagemmi. Per esempio quando tornava dal lavoro a una certa ora, faceva tipo lo scocciato, quell’imbecille, e gli buttava i panni in terra, dentro la casa, tutti gli spolverini sporchi in qua e in là. Tutto questo per riconquistarla, per vedere se sua moglie, Angela, gliele raccattava sottomessa e gliele puliva e zitta. Per vedere se era cosciente, obbiettiva, sintattica! Ma lei no. Niente di che. I panni rimanevano nel piantito. Lei entra in casa musona. Non si guardava in faccia per niente. L’unico impassabile era suo figliolo: Neutro Sacconi. Lui inizialmente era imparziabile, ma dopo settimane in settimane cadde dalla parte della mamma. Romano è stato a riguardo di questa storia ascoltato e sentito vari avvocati. Quindi il signor Follani ha messo l’avvocato. E l’Angela uguale: avvocato difensore. Guerre, ripetute guerre, avvocati, fogli, vince quello, grandi polemiche. In fondo al gioco, la causa è stata vinta da Angela, perchè avendoci il figliolo a carico il pezzo di casa rimane suo. E’ un bene culturale. Mio zio Romano una domenica sì e una domenica no viene a mangiare a casa mia. Non gli par giusta. Si parla della causa scatenante e quindi quando mio zio Romano si assenta un attimo, mia mamma dice che secondo lei l’Angela l’hanno drogata a Napoli.
 
Walter Tranfolanti

Annunci

48 Risposte to “Beghe coniugali!”

  1. frank settembre 11, 2005 a 12:21 pm #

    Sollevi una questione da niente, Tranfolanti!
    Io direi che traspare la situazione, traspare chiara sì, anche se te giustamente cerchi di stare obbiettivo nel racconto.
    Lui ignorante, maschilista, non si fa neanche una ragione dell’essere
    tradito se non con la spiegazione della droga. E per di più: non si è
    drogata, l’hanno drogata. Non sia mai che io abbia sbagliato a scegliere moglie o a tenerla.
    Lei vittima di una storia che va avanti da sola, e giocoforza si
    innamora di un altro, giocoforza vine scoperta e deve renderne conto,
    giocoforza finisce a mantenersi da sola. E ci credo che il figliolo ha
    scelto lei.
    Una storia esemplare, soprattutto per noi donne in età da marito.

  2. Nicola P settembre 11, 2005 a 12:24 pm #

    Son contento che dopo un pò sono stato riaggiarnato sulla vicenda. Anche io credo che sia stata drogata a Napoli. Ma davvero la tu mamma pensa questo? Paraccia.

  3. DEATH 13 settembre 12, 2005 a 1:49 am #

    IL MIO COMMENTO ALL ARTICOLO DI CUI SOPRA,E ALL ESISTENZA(INUTILE?)DEL tRANFAVANTE LA TROVATE NELL ALTR SUA PAGINA DI ABERRAZIONI SCEMPICHE SULL AMMAZZATURA DEL MAJALE,DOVE QUESTO FENOMENO(A CUI HO AUGURATO LA MORTE MA MAI L HO OFFESO….) SI PERMETTE DI EPITETARE CON COGLIONCINO IL SOTTOSCRITTO,PERSONCINA ANKE A MODO(NEI PRIMI 2 NANOSECONDI CHE LA CONOSCI)M DOPO…NO!!
    MI SEMBRA CHE CI SIA UN PO TROPPA GENTUCOLA CHE HA L INSULTO FACILE QUI DENTRO A STI COMPUTERI(plurale)
    MARRA,
    DAL 1978 SPARGITORE DI KAZZATE E PERSONA COMUNQUE INENARRABILMENTE PRONTA A TUTTO TUTTINO TUTTONE ^^

  4. ffd settembre 12, 2005 a 4:49 pm #

    yauwnn…che palle

  5. GB settembre 12, 2005 a 8:35 pm #

    Tranfolanti, il tuo racconto ha commosso anche un cuore arido come quello che mi hanno prestato. E poi quegli avvocati… si sa che razzaccia sono gli avvocati, che non si fermano di fronte a nulla. Forse sono stati loro a drogare l’Angela, non mi stupirebbe…
    Fa bene poi la Frank a prendersela con i maschilisti. La maggior parte degli avvocati infatti sono uomini e maschilisti. Quelle poche donne avvocato, poi, sono avvocati. E in quanto tali uomini e maschilisti. Sono delle chimeriche creature metà donna, metà avvocato, metà uomini, metà maschilisti. 4/2 

  6. Mark Renton settembre 12, 2005 a 8:47 pm #

    Laura?

  7. Nicola P settembre 12, 2005 a 10:16 pm #

    Non lo so, ma io mi pongo anche il problema del pubblico. Da due giorni il post di Tronfolanti, e di per se nulla di male, beninteso, ma non si capisce, cioè non esce fuori le mura di casa Gori. Son d’accordo che sia un geniaccio(a), ma non è esportabile, anche se mi diverte leggerlo. Va bene sì inserirlo ma ci vogliono anche, batate bene, post per tutti. Mi chiedo cosa ne capisce un Marra del tronfolanti… Pensare in grande, rock ‘n’ rool gente.

  8. hiss settembre 12, 2005 a 11:01 pm #

    La giurisprudenza, secondo l’orientamento consolidato della Suprema Corte, e la dottrina, secondo la corrente dominante, non fanno presagire nulla di buono per tuo zio!
    Mi dispiace, ma il diritto di famiglia, specialmente in caso di separazione dei coniugi (consensuale o giudiziale che sia), è unanimemente orientato alla super tutela della donna (schiantasse!)! Anche se maltratta i bambini e se li mangia, la casa familiare viene attribuita a lei (99 su 100! Ma facciamo pure 100!) e, se l’uomo vuol fare il “cavaliere”, esce dall’aula di Tribunale senza mutande! Non gli resta che mettersi una mano davanti e una di dietro….
    Io sono per i poveri uomini come tuo zio (poveraccio! Deve essersi letto molte sentenze per provare anche il rimedio sopra citato, che parvimi di aver letto in un dispositivo, e relativa motivazione, del Tribunale di Tivoli di qualche anno fa…)! Oltre a mettersi un’estranea in casa, questi uomini devono subire anche l’onta dell’adulterio!
    Viva la convivenza more uxorio che, se ti inizia a far girare le bale, un calcio ar…..e finita lì!
    Non vi sposate! Non vi sposate! Non vi sposate! (Eventualmente, con il regime della separazione dei beni&convenzioni matrimoniali ad hoc, sia ben chiaro!)
     

  9. DEATH 13 settembre 13, 2005 a 1:20 pm #

    un sentito grazie a nicola p.
    forse l unico ad aver capito la mia ironia(mai offensivo veramente,ma solo skerzoso) e la mia assoluta mancanza di comprensione all ironia tranfolantiana….non ci siamo capiti…tutto qui….riabilito pro tempore il tranfavante^^
    agli altri auguro la morte per dissenteria uguale…visto la loro iDIOzia MANIfesta….direi di più…anke PIEDIfesta!
    MARRA

  10. GB settembre 13, 2005 a 1:34 pm #

    E’ verissimo che per capire bene ciò che una persona scrive, è necessario conoscerne almeno un po’ la personalità, la storia, la vita, i trascorsi ecc ecc.
    Quindi, ad uso e consumo di tutti i lettori dello Sgargabonzi, vi svelerò qualcosa di più sul nostro ospite, il Sig. Gori. Anzi è lui stesso che si racconta al mondo, qui:
    http://www.alessandrogori.it/
     

  11. infrarosa settembre 13, 2005 a 2:32 pm #

    Marco sei il mio eroe for ever and ever!!!La tua sensibilità mi incanta…
    PS Ma non ho capito l’altro commento che hai scritto: fai morire tutti meno che io oppure solo io?
    PPS Per Wolf: Io non mi ricordo con sicurezza del neo sulla guancia, ma mi ricordo che Marco ha molti nei, nel senso addosso.

  12. Nicola P settembre 13, 2005 a 7:48 pm #

    grazie Marra, ma sei un po’ leccaculo 😉
    Ciao

  13. GB settembre 13, 2005 a 10:41 pm #

    Da quel che leggo, hiss parmi avvocata, avvocatessa, avvocato femmina o studentessa di giurisprudenza, o forse studente femmina di giurisprudenza. Non conosco il sottile linguaggio giuridico, ma non importa. Volevo comunque porti un quesito tecnico, hiss: le intercettazioni telefoniche valgono come prova, in un processo?

  14. acidshampoo settembre 14, 2005 a 1:46 am #

    GB, quel sito è un errore di gioventù. La cosa torna fuori ad intervalli regolari, e non sai quanto mi rompe ‘sta rogna. Il fatto è che nel contratto per avere lo spazio gratis, c’era il fatto che solo il provider avrebbe potuto mettere, nel caso, offline il sito. E visto che ancora è piuttosto visitato, lo tengono attivo, nonostante siano un paio di anni che gli rompo per mail. Non ho idea di cosa gliene venga…

  15. hiss settembre 15, 2005 a 2:03 am #

    Nè avvocatA (purtroppo), nè studentessA (per fortuna!).
    Sono laureata in giurisprudenza, ma il fatto di essere femmina nel mio caso è irrilevante e, non per altri motivi se non di spazio e di tempo, non mi dilungo a spiegartene il perchè.
    Dunque, mammamia, il tuo quesito riguarda una materia assai delicata, in quanto trattasi di un diritto constituzionalmente protetto: la libertà e segretezza delle comunicazioni. Siamo nell’ambito della procedura penale. Ti confesso che faccio pratica presso uno studio civilistico, però posso provare a darti qualche delucidazione, anche se attraverso le mie ancestrali reminiscenze dall’esame di procedura penale….(e codice alla mano ….). In primo luogo, le intercettazioni telefoniche, così come qualsiasi altro tipo di intercettazione di conversazioni o comunicazioni, costituiscono un mezzo di ricerca della prova nell’ambito dei processi, relativi ai reati tassativamente elencati nell’articolo 266 del codice di procedura penale (es: delitti contro cui è previsto l’ergastolo)(e non ti scrivo tutto l’articolo, perchè altrimenti ci metto una vita, dal momento che son tornata alle 22 e sono dannatamente stanca).
    L’autorizzazione a disporre le operazioni per costituire tali mezzi di ricerca della prova, salvo i casi d’urgenza, viene richiesta dal Pubblico Ministero (che è il Magistrato che promuove l’azione penale, ossia colui che, agendo nell’interesse della collettività, dà inizio alla fase processuale ogni volta che acquisisce la notizia di reato, per esempio dalle forze di polizia; il PM diviene parte [=accusa] davanti al Giudice, assumendo una posizione di parità con la controparte [=difesa]; dev’essere, ovviamente, reato non perseguibile su querela, perchè in questo caso il procedimento è azionato su iniziativa del singolo [es: lesioni personali]) al Giudice per le indagini preliminari (organo che svolge funzioni di garanzia e controllo sull’operato del PM).  Il GIP, solamente quando vi sono gravi indizi di reato consente tali operazioni, ovviamente con decreto motivato. Nei casi di urgenza, provvede direttamente il PM a predisporre l’intercettazione, con decreto, motivato, soggetto alla convalida del GIP.
    I risultati delle intercettazioni possono essere utilizzati esclusivamente nei procedimenti per i quali sono stati predisposti, altrimenti, vige il divieto assoluto di utilizzazione, tranne “che risultino indispendabili per l’accertamento dei delitti per i quali è obbligatorio l’arresto in flagranza” (=secondo periodo del primo comma dell’articolo 270 cod.proc.pen.). Bene, fin qui mi sembra di esser stata abbastanza chiara, anche senza utilizzare tecnicismi di sorta.
    Nel procedimento civile, invece, le intercettazioni non possono essere predisposte, come prova da formarsi in giudizio, e, quindi, utilizzate (ti parlo da povera praticante, quindi prendila cum grano salis, data la mia neonata esperienza in materia); quanto, invece, ai risultati delle intercettazioni, nei giudizi di divorzio, eventualmente, se ammesse preventivamente come prova documentale, possono essere discrezionalmente valutate dal Giudice ai fini dell’addebitamento della colpa, e relativo pagamento dell’assegno di mantenimento….etc…etc… 
    Ora, potrai ben capire, GB, che non posso certamente essere esaustiva nel risponderti al quesito in oggetto, perchè su questo tema sono state scritte librerie intere! Spero solamente di aver dissipato, se mai ce ne fosse stato bisogno, qualche dubbio che avevi…..
    Ma toglimi una curiosità: perchè volevi sapere proprio queste informazioni? Devi intercettare qualcuno? O volevi solamente spegarti tutta la recente agitazione politico-economico-internazionale sulla quiestione Fazio?
     

  16. hiss settembre 15, 2005 a 2:13 am #

    CoNstituzionalmente è un refuso…..

  17. Tranfolanti settembre 15, 2005 a 8:54 pm #

    Cara Frank, il tuo commentino è fatto benino. Hai scritto “il giocoforza”, “un esemplare”… ma scusa sono termini che non incastrano in questa ode. Quindi dai, come commento ci possiamo quasi essere, però cara Frank ti voglio più maschilista, convincente. E lascialo a casa il giocoforza! Ciao.

  18. Tranfolanti settembre 15, 2005 a 8:57 pm #

    Caro Nicola, mia mamma ha ben altro da pensare. Sono convinto, Nicola, che storia non la sa manco lei come sta. Lei giusto le crostatine, tranquilla, stira. Mai letto un libro. Vergogna.

  19. Tranfolanti settembre 15, 2005 a 8:59 pm #

    Caro GB, migliore in campo a scrivere commenti. Caro GB no gli avvocati, dietro loro ci sono state varie numerose polemiche, complotti, sicuramente sono stati i parenti vicini a mettergli nel capo determinate cose e lei l’hanno riuscita a convincerla di tutto questo, ovverro dell’emblema.

  20. Tranfolanti settembre 15, 2005 a 9:01 pm #

    Cara Infrarosa no, te sei la meglio di tutte le persone e quel discorso in cui avevo detto “tranne te” era riferito che tutti morti tranne il cucciolo. Malgerado essi.

  21. Tranfolanti settembre 15, 2005 a 9:15 pm #

    Caro Marra, chiaramente dai risposte un pochino del casfo. Le due odi scritte da me, ovvero scritte dal sottoscritto, tengono precisamente un dovuta riflessione morale filosofica, quindi è inutile che tu faccia il cino-coion dicengo che “il Tranfolanti non esiste… frasi scritte male, insignificanti”. Me lo dici col capo dove sei arrivato o no, amico? Occhio che ti do uno schiaffo in un polpaccio. Ciao.

  22. DEATH 13 settembre 16, 2005 a 12:22 pm #

    PER TRANFAVANTE:
    VORREI PROPRIO INCONTRARTI PER PRENDERLO STO SKIAFFO SUL POLPACCIO….
    KISSA’ KE FA..
    KISSA’ SE E QUANTO BRUCIA..
    SPERO DI CONOSCERTI DAVVERO…
    INIZI QUASI A STARMI SIMPATICO…
    (QUASI VUOL DIRE CHE SE RIMANIAMO LE ULTIME 2 PERSONE SULLA FACCIA DELLA TERRAE SIAMO INSIEME..ALMENO UNA SERA SI E 364 NO…TI DO LA BUONANOTTE!)
    MARRA

  23. GB settembre 16, 2005 a 9:21 pm #

    Grazie, hiss, della solerte risposta. Mi hai chiarito un po’ il meccanismo. Il mio interesse sulla questione è motivato da una personale piccola paranoia che nutro verso tutto ciò che può presentare aspetti “liberticidi”. Non sono un fanatico della libertà con la L maiuscola, per primo mi rendo conto delle sfumature semantiche della parola e degli aspetti assolutamente asintotici del concetto che rappresenta, tuttavia credo che nessuno oggi non possa non sentire almeno un po’ minacciata la propria privacy. Non quando si legge sui quotidiani che si stimano in Italia esserci almeno 104000 persone sotto costante controllo, o quando si scopre che ogni operatore telefonico (telecom, omnitel, etc) deve dedicare parte del proprio personale alle intercettazioni, a completa disposizione delle forze dell’ordine.
    Questo è decisamente inquietante. La parola libertà, ripeto, significa tutto e niente, è pura metafisica. Infatti non soffro tanto il difetto di libertà quanto quello di approssimazione. Gli strumenti di oggi eliminano ogni necessità di approssimazione, definiscono tutto in maniera esageratamente precisa e puntuale. Questo è un bene, se si parla delle prestazioni di una videocamera digitale, ma provate a pensare agli effetti di questa puntualità sulla vita di tutti i giorni. Con le intercettazioni e registrazioni le parole si fissano per sempre come incise su pietra; te sei li che parli con uno che a tua insaputa è sotto controllo e dici delle cose, e forse non le dici come vorresti, non nel modo giusto, vorresti aver detto altro o diversamente per esprimere bene un pensiero, ma pazienza, tanto ormai è detto e finisce li, dimenticabile. No! tutto fissato, parola per parola, e un giorno se ce ne sarà bisogno, te lo sbatteranno in faccia. Un anno fa hai appeso ad asciugare alla finestra della pensione Miramare il tuo telo da bagno giallo, il libeccio lo muoveva leggermente sopra la trafficata via Kennedy, e ti godevi la fresca aria serotina. Ora bussa alla tua porta un omino con dei fogli, tra questi una foto scattata dal satellite che mostra come il tal giorno avevi appeso il tuo telo blu, che la pensione era la Vistamare sita in via Pascal, e un rapporto meteo che mostra come quella sera spirasse il maestrale. Minimi scarti azzerati. L’approssimazione è ormai inutile. Spazi di incoerenza annientati. L’autovelox che dice che andavi a 130, tolleranza del 5%, diciamo che andavi almeno a 123,5. Zitto e paga la multa. I margini non esistono più, tutto è sempre più netto, perfetto, nitido, definito. Semplicemente orribile.

  24. hiss settembre 17, 2005 a 1:01 am #

    Caro GB, Orwell e Huxley avevano fottutamente ragione!

  25. hiss settembre 17, 2005 a 1:40 am #

    Comunque stai tranquillo! Le intercettazioni possono essere predisposte solo nei casi in cui vengano commessi reati gravissimi (per i quali è comminata una pena dai cinque anni all’ergastolo!) e comunque, per legge, non possono durare in eterno e devono essere sempre più che motivate!
    Quando i giornalisti, che nella stragrande maggioranza dei casi sono personcine inette e per primi sono disinformati e sempre tesi (lo scoop!) a provocare fobie e paure spesso infondate nella massa, scrivono “costantemente sottocontrollo”, lo fanno sia per ignoranza (perchè, al limite, sono laureati in scienze politiche….mhhhh….non ho mai visto tra il pot-pourri di programmini d’esame di questa facoltà la benchè minima materia che si accostasse anche leggermente alla procedura penale! Grasso che cola se hanno una leggera infarinatura di diritto pubblico e privato! Diritto, poi! In quella facoltà forse è troppo parlare di insegnamento di diritto! Sarà solo per darsi un tono….o per far sembrare una facoltà quel parcheggio per eterni indecisi nella vita!), ma soprattutto perchè devono pilotare i pensieri della gente, in virtù delle direttive che ricevono….e qui chi vuol capire ha già capito!
     

  26. hiss settembre 17, 2005 a 2:14 am #

    Scusa, GB, altra puntualizzazione, perchè mi inca… da morire quando i giornalisti scrivono quelle enormi str…te!
    Ho riletto meglio la tua risposta e ti chiarirò anche il perchè tutti (o quasi) gli operatori di servizi di telefonia, pubblici o privati che siano, devono stornare parte del personale per le intercettazioni. L’articolo 268 cod. proc. pen. recita testualmente: “[…] Le operazioni possono essere compiute esclusivamente per mezzo degli impianti installati nella Procura della Repubblica. Tuttavia, quando tali impianti risultano insufficienti o inidonei ed esistono eccezionali ragioni di urgenza, il pubblico ministero può disporre, con provvedimento motivato, il compimento delle operazioni mediante impianti di servizio pubblico o in datazione alla polizia giudiziaria.”
    Bene, ora io non lo so se tu sei mai entrato in un’aula di Tribunale, in Italia intendo, e non in quelle dei film americani et similia! Se mai ci fosse un computer davanti al giudice, se mai ci fosse ripeto (perchè si contano sulle dita di una mano i magistrati che ce l’hanno in dotazione in aula, non il loro personal), sarebbe da ingabbiare in una teca e da portare di corsa al museo del computer di Pennabilli! E ci credo che i PM sono costretti a servirsi del personale e delle attrezzature di Omnitel, Telecom e così via!
    Per farti capire meglio come si dovrebbero leggere/vedere/ascoltare le notizie dei telegiornali&quotidiani, ti farò un esempio calzante: 22 agosto 2005, terremoto a Roma! Sicuramente dai telegiornali o dai quotidiani ti sarà sembrata una catastrofe, o quasi! Beh! Ero a Roma quel giorno e non me ne sono neanche accorta! Ti rendi conto? Se non me lo avessero detto i miei amici e i miei genitori, che vivono in Toscana, non avrei mai e poi mai pensato al terremoto!
    Vabbeh! Basta polemiche per oggi! Buonanotte a tutti!

  27. Tranfolanti settembre 17, 2005 a 9:05 pm #

    Carissimo Marra. 364 giorni all’anno ti reputo una merda, 1 giorno sei il mio genio. Quando l’anno è bisestile il giorno numero 366 ti reputo una merda. E il mio cognome non è Tranfavante ma è Tranfolanti, Marra. Altrimenti mi incasfo. Ciao.

  28. frank settembre 17, 2005 a 9:40 pm #

    Caro Walter,
    scusa se ho aspettato un po’ a rispondere. Riflettevo.
    Allora, via il giocoforza, via l’esemplare, via il femminismo. Fatto.
    Lo sai che per me le tue parole sono vangelo e guida.
    Tengo casa parecchio bene (anche se non ti piacque come tenevo
    l’armadio al mare) e cucino discretamente. Come la valuti questa cosa
    di me?
    Ci tengo.

  29. Tranfolanti settembre 18, 2005 a 7:47 pm #

    Carissima Frank.
    Il fatto dell’ordinazione per me è relativo, quindi se te sei ordinata apposto così. Il giocoforza però resta un argomento in sospeso da riguardare, non incastra tanto bene a riguardo della mia ode. Comunque tutto sommato, cara Frank, ci siamo. Sei una ragazzina apposto. Ciao.

  30. caramelleamare settembre 22, 2005 a 11:20 pm #

    marco, non fare il furbo, te stai dalla parte della tu zia solo perche
    te l’ha infilzato nel capo il gizmo. Te tanto lo sai che quando eri
    pighino eri praticamente ritardato, quindi non è che ora puoi essere
    diventato parecchio intelligente, quindi se nn te lo insegnavano, tempo
    5 minuti, e stavi dalla parte del tu zio romanaccio anche te.
    l’ode è piu che bellissima, di altissimo livello dall’inizio alla fine.
    Mi raccomando, non diventare amico del MARRA perche anche se ogni tanto
    ci prova a fare l’amico, t’assicuro che è una persona di merda, e te lo
    sai che di me ti puoi fidare. anche perche sennò poi son chiocchi nei
    ginocchi.  per quanto riguarda i chiocchi nei ginocchi
    scherzavo.  Ma se il tu zio te telefonasse e te chiedesse: “alò
    mmarco, se va a mangiare una pizza io e te… se fa du chiacchere, alò
    col tu zi romano che nn ce se vede mai!!  passo stasera alle 8 da
    casa tua. Vestete a festa che poi se fai il bravo ce sta anche che dopo
    ce scappa d’arfazze un po la punta con qualche neretta.”  te che
    gni diresti? (la pizza è a gratis perche te la offre lui), e anche il
    da bere.
    noi quando ce s’arvede?

  31. DEATH 13 settembre 23, 2005 a 1:42 am #

    m hai visto 20 minuti e sai ke sono una persona di merda?
    E CONSIGLI GLI ALTRI DI NON AVERE NIENTE A CHE FARE CON ME( CHE NON MI CONOSCI??)……
    PER ME SEI VERAMENTE IDIOTA, CINCINELLI!
    MA PRIMA O POI LE IDOZIE SI PAGANO.
    MARRA
    PS_MI STUPISCE CHE IL GORI SI TENGA INTORNO UNO CHE TORNA DALLE VACANZE E CHE LA PRIMA COSA CHE SCRIVA è CHE MI VUOLE FARE A PEZZI.
    POI,QUANDO L INCONTRO LO PROPONGO IO, SI ZITTA.
    PECCATO!
    PPS_TRANFOLANTI NEANKE LO COMMENTO PIU’: DA UNO SKERZO FRAINTESO è NATA UNA MESSA SENZA AMEN. ORMAI VA IN DELIRIO SU TUTTO QUEL KE SCRIVO! KE POVERTA’!
    ME SEMBRATE UNA MANICA DI CRETINI CHE NON HANNO UN CAZZO DA FARE NELLA VITA SE NON GLI INTELLETTUALOIDI CAPISCIONI SULE COSE,SKIERATI SU TUTTO SENZA SAPERE NULLA DI NULLA.(CINEMA,POESIA,FUMETTI)
    E CHE GNI PIACE TANTO OFFENDERE A LORO,PERKE’ L OFFESA FA RIBELLIONE,FA GRUNGE POST SEATTLE.
    IL PRIMO CHE ARRIVA CHE PROVA A DIRE LA SUA DEVE ESSERE PER FORZA UN IDIOTA.
    MA ANDATE IN KULO, BERTUCCE SINISTRORSE!
    KE PENA KE FATE,OH!
    SALVO LA LAURA,NICOLA E FRANK.
     

  32. lozissou settembre 23, 2005 a 11:25 am #

    e il Tranfi a me non mi commenta?
    ce so’ resto male micapoco.

  33. caramelleamare settembre 23, 2005 a 12:38 pm #

    guarda, devo ricredermi marra, anche se ci siamo visti solo una volta,
    mi conosci meglio di tanti altri, quindi credo che smetterò di
    offenderti e di avercela con te, è soltanto che mi da noia se qualcuno
    se la prende con walter.  Non so perche ma mi viene istintivo
    offendere anche senza conoscere le persone, sarà insicurezza boh…che
    ne so. Però non è vero che ho una posizione su tutto e rifiuto chi la
    pensa diverasamente da me, io stavo solo dalla parte del
    tranfolanti.  Poi soprattutto per quel che riguarda fumetti e
    cinema mi ha detto il gori che te ne intendi molto, quindi le tue
    opinioni a riguardo le terrò in considerazione. Cmq non ho mai detto di
    volerti fare a pezzi, ho solo detto che volevo vederti mentre qualcuno
    lo faceva, anche perche, come hai detto te, e come si capisce subito
    appena mi si vede, sono un komunista e quindi anche pacifista, perciò
    figuriamoci se mi passa per la mente di  prendere un appuntamento
    tipo film western…cmq è acqua passata, almeno per me. Ok ? Però anche
    te hai offeso, magari per secondo, però hai offeso.
    Ah una cosa: che vuol dire “sinistrorse” ? (tanto ormai che di italiano ne so poco s’era capito hehehe)
    ciao

  34. DEATH 13 settembre 23, 2005 a 1:52 pm #

    CONTRO DI TE NON AVEVO NULLA…DOPO STA COSA PENSO UGUALE,ANKE SE RESTA L AMARO IN BOCCA PER UNA “CAMPAGNA ANTI-MARRA!” CHE è,SECONDO ME,SENZA MOTIVAZIONI CONCRETE (A PARTE IL FRAINTENDIMENTO TRANFAVANTE^^-MI PIACE KIAMARLO KOSI^^!!-)
    MA TANTO IL GORI LIQUIDERA’ TUTTO DICENDO CHE è NORMALE,CHE TANTO IO DIVIDO PROVOCANDO SOLO GRANDI EMOZIONI(GRANDI AMORI-ENORMI ODI!)
    SE è KIUSO PER TE, FIGURIAMOCI PER ME,KE L INCIDENTE NON L HO APERTO E NON MI PASSAVA NEANKE PER IL CAPO DI APRIRLO…
    DAI,TANTO PACIFISTA NON SEI…^^…C 6 ANDATO GIU’ PESANTUCCIO…DOPO è KIARO KE IO NN MI TIRO INDIETRO….
    NN ME LA SONO MAI PRESA SUL SERIO CONTRO TRANFOLANTI…(NENAKE MI DISPIACCIONO I SUOI BRANI,AFFATTO)
    ERA SOLO UN COMMENTO CONTRO…PROVOCATORIO,MA NON PENSATO…IRONICO…PRONTO A TUTTO MA  NON A TUTTO STO CASINO.
    MI AUGURO CHE CERTI INCIDENTI NON SI RIPETANO
    MI PIACE SCRIVERE CRETINATE E STARE IN COMPAGNIA (MIA L IDEA DELLA CENA DEL BLOG, ANKE , GIUSTAPPUNTO PER CONOSCERVI MEJO…KE VOI,MERDE^^, VI CONOSCETE TUTTI DA SEMPRE…)
    MA NON CI STO AFFATTO PRENDERMI SEQUELE DI INSULTI (A TUTTI I LIVELLI I TUOI ERANO,EH??!!)
    POI RAGA NON MI CONOSCETE ABBASTANZA
    E NON NE AVETE IMBROCCATA UNA:”FALLITO”, “BRUFOLOSO”, “persona di merda”….
    ALMENO SE DOVETE OFFENDERMI DATEMI DEL:
    -JUVENTINO,NAZI FASCISTA, INTOLLERANTE VERSO TUTTO QUELLO KE SI MUOVE INTORNO A LUI, NARCISISTA AUTOPROCLAMATOSI DIVINITA’ CREATRICE,FIGLIO DI TROJA, IMPENITENTE MASKILISTA
    MARRA
    PS_SINISTRORSO? DI MATRICE GEO POLITICA DI SINISTRA,CHE USA PREVALENTEMENTE LA PARTE SINISTRA DEL CORPO PER COMPIERE AZIONI…MA LO SAI GIA’ CHE VUOL DIRE,SECONDO ME…..NON PENSO SEI CRETINO….CHE 6 BOCCIATO NON VUOL DIRE CHE 6 CRETINO(TANTO PER KIUDERE ANKE QUESTO INCIDENTE!) O CHE PER ME SEI UNA MERDA…MENO KE MENO….CONDIVIDIAMO POCO?
    BENE, CI INCONTREREMO E DIVIDEREMO LE NOSTRE IDEE, USCENDONE ARRIKKITI.
    ENTRAMBI.
    NON CREDI?
    (VEDI COME SONO ORA?UNA DISPONIBILE PERSONA… DIMERDA!!  😉

  35. frank settembre 23, 2005 a 3:05 pm #

    Marra, Caramelle
    vedo che basta poco per ammansirvi…
    dopo diversi post di fuoco basta un po’ di reciproca remissività e si spalancano le porte di una futura amicizia.
    Che dire? Prendo appunti.
    Il mondo sarebbe un posto migliore se tutti fossero come voi due.
    O non siete stati de tutto sinceri?

  36. infrarosa settembre 23, 2005 a 3:07 pm #

    Marra,
    – non so se Marra è un’abbreviazione o un soprannome – io non so neanche se ti conosco!

    Perché scrivi tutto in stampatello?
    Gli spazi vuoti e lo stampatello sono un po’ scomodi da leggere!

  37. DEATH 13 settembre 23, 2005 a 6:18 pm #

    Per infrarosa: ciao infrarosa!marra è l abbreviazionde del mio cognome…non credo che mi conosci….A mneo ke nn hai avuto a che faer col Gori e con psicologia nei mitici anni 1997-98-99 a Firenze!non sono di arezzo,ma un 27enne di sansepolcro!il motivo del majuscolo e dell andare a capo l ho spiegato recentemente(risale a una diatriba su un altro forum- DAMPYR):mi dissero che “non si poteva scrivere COSI”.ANDAVA CONTRO LA FORMA DEL LIBERO STARE INSIEME!
    APPUNTO.DA QUEL GIORNO SCRIVO SOLO COSI
    LE RIGHE PRECEDENTI LE HO FATTE IN MINUSCOLO PER RISPETTO A TE…
    CIAO
    MARRA
    FASTIDIOSAMENTE SEMPRE IN MAJUSCOLO E ANDANTE A CAPO^^
    APPOSTA
    KIARO??^^

  38. DEATH 13 settembre 23, 2005 a 6:21 pm #

    CARA FRANK, IO SONO STATO SINCERO EKKOME,
    MAGARI NON CI STAREMO SIMPATICI MA ALMENO CI KIARIAMO E CI RIDIAMO SU.
    KON TRANQUILLITA’.
    IL MONDO UN POSTO MIGLIORE?
    IO UN PAIO DI IDEE CE LE AVREI:peccato siano tutte sullo sterminio di certe razze e gruppi.

  39. GB settembre 23, 2005 a 8:03 pm #

    Sono sinceramente commosso. Questo è sul serio un luogo benedetto dal cielo! Dove convivono il lupo e l’agnello, il leone e l’agnello, il coccodrillo e l’agnello, il caimano e il cammello, il cammello e l’agnello, come nella bibbia. Nei giardini dell’Eden, nell’arca di Noè. Il posto in cui tutti i contrasti si generano e nel quale tutti poi ritrovano conciliazione. Scaturigine di amori e di odi. Sono soprattutto colpito dalla profondità dei sentimenti che riesce a far esternare alle simpatiche creature che intervengono qui. Un grazie sincero all’ospite e a tutti gli ospiti. Bella anche la grafica.

  40. Dillydoll settembre 23, 2005 a 8:27 pm #

    mi intrometto due secondi ma tanto per dare un’informazione: so da
    quando “bazzico” internet che scrivere in stampatello va contro alla
    netiquette, perchè una parola scritta in stampatello è come se tu la
    urlassi…virtualmente. ecco perchè ti dissero così credo.

  41. acidshampoo settembre 23, 2005 a 8:46 pm #

    Rispondo a Marra che m’ha chiamato in causa.Secondo me va bene così. Nel senso che sia te che il Cincinelli non siete due che fanno della “sobrietà” il loro marchio di fabbrica. Siete due che le cose non le mandano a dire, e che spesso la pensano in maniera molto estrema. L’importante è non lamentarsi quando ad azione corrisponde reazione. Ma io lo so che siete anche due esperti incassatori. E qua non c’è mica censura eh. Quindi ben vengano, se hanno un senso, i giochi al massacro. Io ci campo, figuriamoci! Che se non ce l’ho con qualcuno non sto bene!

  42. Nicola settembre 23, 2005 a 9:17 pm #

    Per Dillydoll: che vuol dire netiquette? che vuol dire Dillydoll?
    Per Marra: si può andare a capo con shift +invio – stessa short cut per andare a cagare.
    Per i fans: apprendo su segnalazione del Gori che l’11 qua a Torino, Hiroshima Mon Amour, ci sono i Baustelle… se venite…

  43. Dillydoll settembre 24, 2005 a 11:59 am #
    N E T I Q U E T T E=Etica e norme di buon uso dei servizi di rete  Fra gli utenti  dei servizi telematici di rete,  prima fra tutte la rete  Internet,  ed in particolare fra i lettori dei servizi di "news" Usenet,  si sono  sviluppati nel corso  del tempo una  serie di "tradizioni" e di  "principi  di buon  comportamento"  (galateo)  che vanno collettivamente  sotto  il nome di "netiquette".  Tenendo ben a mente  che la entita' che  fornisce l'accesso ai servizi di rete (provider, istututuzione pubblica,  datore di lavoro, etc.)  puo' regolamentare in  modo ancora piu' preciso  i doveri  dei  propri utente,  riportiamo in  questo documento  un breve   sunto dei  principi fondamentali della  "netiquette",  a cui  tutti sono  tenuti ad adeguarsi.  1 Quando si arriva in un nuovo newsgroup o in una nuova lista di distri-    buzione  via  posta  elettronica,  e' bene  leggere i  messaggi che vi    circolano per almeno due settimane prima di inviare propri messaggi in    giro per il mondo: in tale modo ci si rende conto dell'argomento e del    metodo con cui lo si tratta in tale comunita'.  2 Se si manda un messaggio, e' bene che esso sia sintetico e descriva in    modo chiaro e diretto il problema.  3 Non  divagare  rispetto all'argomento  del  newsgroup o della lista di    distribuzione.  4 Se si risponde ad un messaggio,  evidenziare i passaggi  rilevanti del    messaggio  originario,  allo  scopo di  facilitare la  comprensione da     parte di coloro che non lo hanno letto,  ma non riportare mai sistema-    ticamente l'intero messaggio originale.  5 Non  condurre "guerre di opinione"  sulla  rete a  colpi di messaggi e     contromessaggi:  se  ci sono diatribe personali,  e' meglio risolverle    via posta elettronica in corrispondenza privata tra gli interssati.  6 Non pubblicare mai, senza l'esplicito permesso dell'autore,  il conte-    nuto di messaggi di posta elettronica.  7 Non pubblicare messaggi stupidi  o che semplicemente prendono le parti    dell'uno o  dell'altro fra  i contendenti in una discussione.  Leggere     sempre  le  FAQ  (Frequently  Asked Questions)  relative all'argomento     trattato prima di inviare nuove domande.  8 Non  inviare tramite posta elettronica messaggi pubblicitari o comuni-    cazioni che non siano stati sollecitati in modo esplicito.  9 Non essere intolleranti con chi commette errori sintattici o grammati-    cali.  Chi scrive, e' comunque tenuto a migliorare il proprio linguag-    gio in modo da risultare comprensibile alla collettivita'.  Alle regole precedenti, vanno aggiunti altri criteri che derivano diret-  tamente dal buon senso:  A La rete  e' utilizzata come strumento di lavoro da molti degli utenti.     Nessuno di costoro ha tempo  per leggere messaggi inutili o frivoli o    di carattere personale, e dunque non di interesse generale.   B Qualunque  attivita' che  appesantisca il traffico sulla rete,  quale    per  esempio  il trasferimento  di  archivi voluminosi,  deteriora il     rendimento   complessivo  della  rete.   Si  raccomanda  pertanto  di     effettuare  queste  operazioni in  orari diversi da quelli di massima     operativita'  (per esempio 	di notte),  tenendo presenti le eventuali     differenze di fuso orario.  C Vi sono sulla rete una serie di siti server (file server) che conten-    gono  in  copia aggiornata documentazione,  software ed altri oggetti    disponibili sulla rete.  Informatevi preventivamente  su quale sia il    nodo  server  piu' accessibile per  voi.  Se  un file  e' disponibile     su di esso o localmente, non vi e' alcuna ragione per prenderlo dalla    rete,  impegnando inutilmente  la linea e impiegando un tempo sicura-    mente maggiore per il trasferimento.  D Il software reperibile sulla rete puo' essere coperto da brevetti e/o     vincoli di utilizzo di varia natura.  Leggere sempre  attentamente la     documentazione di accompagnamento prima di utilizzarlo, modificarlo o     re-distribuirlo in qualunque modo e sotto qualunque forma.  E Comportamenti palesemente scorretti da parte di un utente, quali:    - violare la sicurezza di archivi e computers della rete;    - violare  la privacy  di altri utenti della rete,  leggendo o inter-      cettando la posta elettronica loro destinata;    - compromettere il funzionamento della  rete  e  degli apparecchi che       la  costituiscono   con   programmi   (virus,  trojan horses, ecc.)       costruiti appositamente;    costituiscono dei  veri e propri crimini elettronici e come tali sono    punibili dalla legge.   Per  chi desiderasse approfondire i punti qui trattati, il documento di  riferimento  e'  RFC1855   "Netiquette Guidelines",  ed  anche  RFC2635  "A  Set of  Guidelines for  Mass Unsolicited  Mailings  and   Postings"  disponibili sulla rete presso:             ftp://ftp.nic.it/rfc/rfc1855.txt            ftp://ftp.nic.it/rfc/rfc2635.txt
  44. Dillydoll settembre 24, 2005 a 12:00 pm #

    ..ovviamente acidshampoo può cancellare il commento sopra se lo ritiene
    troppo lungo! è che qui non esistono i cut come su LiveJournal ad
    esempio…
    riguardo a Dillydoll..è una lunga storia!

  45. Tranfolanti settembre 24, 2005 a 10:47 pm #

    Caro Donati, scusami per le dimenticanze dovute a riguardo dell’ode, comunque ho sbagliato a non commentare un perfetto regista d’alta classe anche se fino a ora è soltanto uno che guarda i film. E quindi in conclusione, caro Donati, ti aspetterò sempre nei miei cuori. E non ti perdere anche i miei commenti. Mi sembra tanto tanto tempo che scrissi una frase che principiava con “Caro Donati”. E quindi a tal punto l’ho fatto di proposito! Ciao.

  46. caramelleamare settembre 25, 2005 a 5:46 pm #

    frank, la tua ironia riguardo all’amicizia fra me e il marra te la
    potevi anche risparmiare. Non penso che sia un difetto se uno ha il
    coraggio di ricredersi su quello che ha detto e pensato. le opinioni
    possono cambiare e non ci vedo niente di male. E poi scusa: a te che te
    ne frega??! pensa alle coserelline tue da femmina che mi sa tanto che
    in fatto di amicizia, visto che sei una donna, c’hai molto da imparare.
    Forse è il caso che gli appunti li prendi sul serio, almeno impararesti
    che essere sinceri e istintivi all’amicizia puo solo fare bene. 
    Chissà perche infatti le amicizie piu belle e durature sono sempre
    quelle fra maschi !!
    Puoi anche evitare di rispondere, non è che mi interessa molto quello che hai da dire……

  47. Io settembre 26, 2005 a 3:49 pm #

    Beh..Cincinelli..La Lupo è quel che è…Però..Anche te..riguardo all’amicizia, hai poco da dire. Mi pare che in due secondi sei capace di lanciare merda anche su quelli che definisci tuoi “amici”. E nessuno è mai un cazzo rispetto a te. Bell’amico, si, non c’è che dire..

  48. GB settembre 26, 2005 a 8:42 pm #

    Non mi piace intromettermi in diverbi che non mi riguardano, ma devo spezzare una lancia a favore del mitico (come direbbe il Tranfolanti) Caramelleamare. Soprattutto per ribattere ad uno sconosciuto “Io”. Caramelleamare è infatti una persona dotata di un innato e raro tipo di sensibilità. Che però (sarà la timidezza) esprime tramite la ben nota sindrome dell’inversione. E opportuno dunque leggere i suoi messaggi rovesciandone il contenuto.
    Scusa ancora Caram. se sono intervenuto, so che sai benissimo difenderti da te (come tutti i presenti, del resto), ma ‘sto qui che ha scritto qualcuno lo deve pur mettere in riga.
    In pratica il post di caramelleamare va letto così:
     
    “Gori, le tue constatazioni riguardo ai dissapori intercorsi tra il Marra e me avresti dovuto gridarle al mondo intero. Penso che non sia un pregio se delle persone non hanno paura di affermare ciò che non hanno taciuto e non hanno realmente pensato. Elementi oggettivi non possono non rimanere tali e sarebbe gravissimo il contrario. E poi dimmi: perché trascuri i miei problemi??! Non tralasciare i pressanti temi che riguardano la tua virilità, dal momento che non credo che l’argomento “lite”, in quanto vir, ti sia alieno, anzi, potresti dar lezioni a riguardo. Non credo che tu debba annotare certe cose, se non per scherzo, perché tu sei maestro nell’arte della dissimulazione al fine di porre fine ad un’amicizia. Non so perché ma è infatti risaputo come l’orgoglio maschile possa portare a competizioni e contrasti per quisquilie, e mutare un semplice battibecco in delitto d’onore o in una sfida a duello, a rutti o a cazzotti. Ma comunicami tosto le tue impressioni che mi interessano tantissimo. Ti amo.”
     
    Ma è solo una mia interpretazione. Mi dissolvo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: